Un flop criminalizzare internet

Pubblichiamo un intervento del presidente dell'ADUC Vincenzo Donvito su un caso di cronaca che ha offerto il fianco a sensazionalismi e accuse ad internet


Firenze – Nadia Meneghini, la giovane torinese che sembra sia stata assassinata dal suo fidanzato, dopo giorni e giorni di notizie e supposizioni che sovente diventavano indizi per la giusta necessità di informare i lettori di questo o quell’altro giornale (cartaceo e televisivo), è una vicenda che merita quantomeno una riflessione: sulle chat, su Internet e sulla libertà di comunicazione e informazione che attraverso questo mezzo puo’ essere vissuta e praticata da ognuno.

Abbiamo letto di tutto. Dai pericoli che si corrono quando si fa amicizia in chat, alla dipendenza dalle stesse che porta i giovani a chiudersi e sognare in una realtà virtuale (chissà perchè solo i giovani, benchè siano la maggior parte degli internauti, ma – si sa – lo “scandalo” che riguarda un giovane è più morboso). E quindi questa realtà virtuale sempre pericolosa e piena di insidie, dove i più deboli (i giovani – per l’appunto – meglio se donne) soccombono a quelle financo assassine dei mostri che si nascondono dietro questo o quell’altro “nick name”.

Una criminalizzazione del mezzo che continua ad esser tale ad ogni ritrovamento di club pedofilo che si scambia immagini e messaggi attraverso la Rete.

Ma come per i reati di violenza sessuale sui bambini (più del 90% si consumano in famiglia, che della Rete non sa che farsene sullo specifico), anche il caso della giovane torinese ci ha portato ad una realtà da “divorzio all’italiana”, altro che mostri generati dalla libertà della tecnologia.

La paura della libertà di Internet, spacciata come necessità di sicurezza e protezione per i presunti più deboli, è stata anche questa volta smentita dai fatti.

Il che non esclude che episodi di violenza anche assassina possano essere veicolati da Internet, ma cogliere l’occasione per criminalizzare il mezzo, crediamo sia quanto di più sbagliato ci possa essere. Perchè è come se si criminalizzasse la posta, il telefono, la televisione, il cinema, cioè tutti i mezzi di comunicazione che consentono di raccontare meglio cio’ che si vede e sente. La differenza di Internet rispetto al passato è l’immediatezza, ma l’individuo è sempre al centro del nostro sistema tecnico, giuridico ed umano, ed è in lui che vanno cercate le ragioni anche di fatti delittuosi, non nei mezzi che usa per vivere meglio.

Vincenzo Donvito, presidente Aduc

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    esiste un elenco dei prefissi "truffaldini" ?
    esiste un elenco dei prefissi non disabilitatidi default che consentono l'accesso a servizia pagamento e quindi il loro potenziale utilizzo da parte di truffatori ?qui ho scoperto che ce ne sono piu' di quelliche credevo, se devo fare una raccomandata,come qualcuno ha consigliato, vorrei poterlibloccare tutti assieme.
  • Anonimo scrive:
    dove si incontrano?
    Mi sono capitati un paio di segnalazioni di questi non-dialer (che non scaricano un software, ma configurano accesso remoto) uno l'ho visto installato su un PC con win2000 e un altro me lo hanno descritto per telefono. Ma vorrei vedere l'effetto che fa a scaricarlo. Qualcuno sa dove si incontrano?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: dove si incontrano?
      - Scritto da: mimmo
      Mi sono capitati un paio di segnalazioni di
      questi non-dialer (che non scaricano un
      software, ma configurano accesso remoto) cioe' usano la normale connessione ad es. di Libero viene aformare un 899 ??Intendi questo ?
      uno l'ho visto installato su un PC con win2000
      e un altro me lo hanno descritto per telefono.
      Ma vorrei vedere l'effetto che fa a
      scaricarlo. Qualcuno sa dove si incontrano?
      ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: dove si incontrano?
        quello che ho visto ha creato una nuova connessione, affianco a quella di libero, con un numero 70x, e mi pare che l'ha impostata predefinita. Ls vittima ha fatto 40 eruro circa in una o due ore di navigazione, e non era andata né su siti di suonerie, né siti porno.... purtroppo ho cancellato subito il numero.Beh, mi piacerebbe vedere come si presenta la trappola. Presumo sia un javascript o qualcosa del genere....ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: dove si incontrano?
          - Scritto da: mimmo
          quello che ho visto ha creato una nuova
          connessione, affianco a quella di libero,
          con un numero 70x, e mi pare che l'ha
          impostata predefinita.avevo capito male: pensavo che potessero CAMBIARE il numero di telefono del proprio ISP ...
  • Anonimo scrive:
    Telecom è in malafede....
    Vi ricordate ai tempi dell'144 e dell'166 i casini che erano venuti fuori?? Finché si era deciso che l'144 era per le applicazioni "ludiche" e l'166 per quelle "serie" e comunque si potevano bloccare tutti e due.Adesso TI ha sentito il bisogno di creare un nuovo numero, 899, che di fatto ha la stessa funzione dei due sopra, ma lo ha fatto in sordina, senza dire niente a nessuno... In pochissimi mesi sono spuntati come funghi servizi molto discutibili che si appoggiano tutti sull'899, che oltretutto ricorda nella numerazione i numeri verdi...Se questa non è malafede...
  • Anonimo scrive:
    Telecom punibile per concorso in truffa ?
    E' indotta dal comportamento di telecom questa continua rincorsa tra nuovi prefissi per servizi a paragamento e la scusa "tecnica" per cui non sono disabilitabili, quanto meno nei primi mesi/anni di funzionamento. Ed e' grazie a questa rincorsa che telecom lascia sempre aperta una porta per i truffatori. Penso che le associazioni dei consumatori potrebbero tranquillamente dimostrare in tribunale, citando la storia dei vari prefissi con servizi a pagamento, che in realta' telecom si mantiene di fatto continuativamente nella posizione di complicita' nei confronti delle societa' che attuano truffe telefoniche, e anche che telecom trae un vantaggio economico diretto da queste truffe.Insomma perche' non zimmargli le mani a sti manigloldi ? prima in tribunale e poi imponendo un regolamento che obbligli tutti i gestori di telefonia a rendere disabilitabili gratuitamente dal primo giorno di messa in servizio tutti i prefissi verso servizi a pagamento ?Ciao,Ale
    • Anonimo scrive:
      Re: Telecom punibile per concorso in truffa ?
      Secondo me i numeri adibiti a questo scopo dovrebbero essere disabilitati di default ed attivati solo dietro precisa richiesta dell'interessato.
  • Anonimo scrive:
    Telecom punibile per concorso in truffa ?
    E' indotta dal comportamento di telecom questa continua rincorsa tra nuovi prefissi per servizi a paragamento e la scusa "tecnica" per cui non sono disabilitabili, quanto meno nei primi mesi/anni di funzionamento. Ed e' grazie a questa rincorsa che telecom lascia sempre aperta una porta per i truffatori. Penso che le associazioni dei consumatori potrebbero tranquillamente dimostrare in tribunale, citando la storia dei vari prefissi con servizi a pagamento, che in realta' telecom si mantiene di fatto continuativamente nella posizione di complicita' nei confronti delle societa' che attuano truffe telefoniche, e anche che telecom trae un vantaggio economico diretto da queste truffe.Insomma perche' non zimmargli le mani a sti manigloldi ? prima in tribunale e poi imponendo un regolamento che obbligli tutti i gestori di telefonia a rendere disabilitabili gratuitamente dal primo giorno di messa in servizio tutti i prefissi verso servizi a pagamento ?Ciao,Ale
  • Anonimo scrive:
    Telecom punibile per concorso in truffa ?
    E' indotta dal comportamento di telecom questa continua rincorsa tra nuovi prefissi per servizi a paragamento e la scusa "tecnica" per cui non sono disabilitabili, quanto meno nei primi mesi/anni di funzionamento. Ed e' grazie a questa rincorsa che telecom lascia sempre aperta una porta per i truffatori. Penso che le associazioni dei consumatori potrebbero tranquillamente dimostrare in tribunale, citando la storia dei vari prefissi con servizi a pagamento, che in realta' telecom si mantiene di fatto continuativamente nella posizione di complicita' nei confronti delle societa' che attuano truffe telefoniche, e anche che telecom trae un vantaggio economico diretto da queste truffe.Insomma perche' non zimmargli le mani a sti manigloldi ? prima in tribunale e poi imponendo un regolamento che obbligli tutti i gestori di telefonia a rendere disabilitabili gratuitamente dal primo giorno di messa in servizio tutti i prefissi verso servizi a pagamento ?Ciao,Ale
  • Anonimo scrive:
    Tua MADRE!!!! Non ci credo!!!
    ...Da una piccola indagine è risultato che mia madre, ignara del meccanismo truffaldino dei dialer, aveva scaricato delle suonerie da un noto portale,...Che adesso anche le mamme si scaricano le suonerie? Vergogna mai incolpare gli altri... ammettilo che ti sei fatto fregare, non è una colpa tua, la colpa è:1°di Telecom.2°dello Stato.3°di quello Str+--o che ha affittato da Telecom una linea, che grazie a leggi inadeguate fatte a rilento dallo Stato, si intasca una miserissima percentuale di quello che ti ruba dal portafoglio.Per chi non lo sapesse, le percentuali di guadagno del CS vanno dal 60 al 68 %, sottratte a linee che costano svariate migliaia di Euro all'anno.Cia'
    • Anonimo scrive:
      Re: Tua MADRE!!!! Non ci credo!!!
      - Scritto da: incredibilehulk@dkfg.de
      Che adesso anche le mamme si scaricano le
      suonerie?
      Vergogna mai incolpare gli altri...
      ammettilo che ti sei fatto fregareNo, no, e' stata veramente mia madre (che ha 50 anni ed e' maniaca dei telefonini). Solo che e' abituata a farlo in ufficio, dove i costi di questa pratica non influenzano significativamente la bolletta (gia' molto alta). Non sapendo quanto si pagava, l'ha fatto anche a casa, ed ecco il risultato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Tua MADRE!!!! Non ci credo!!!

      , non è
      una colpa tua, la colpa è:
      1°di Telecom.
      2°dello Stato.
      3°di quello Str+--o che ha affittato da
      Telecom una linea, che grazie a leggi
      inadeguate fatte a rilento dallo Stato, si
      intasca una miserissima percentuale di
      quello che ti ruba dal portafoglio.la colpa è4) del sistema5) del conflitto di interesse di Berlusconi che ha partecipazioni anche nei "loghi e suonerie"6) dei comunisti che con i dialer vogliono alzare il livello dello scontro per facilitare la strada alla "Rivoluzione"7) dei giudici ROSSI che pensano alla politica e non ai poveri consumatori8) dell'effetto Serra che fa rincretinire ....E smettiamola con le colpe di questo e di qull'altro...Perchè non si impara a leggere tutte le istruzioni prima di fare download vari?La colpa è prima di tutto nostra!
  • Anonimo scrive:
    Anche gli 899 dicono di non poterli bloccare ...
    Anche la numerazione 899 che ha la tassazione piu' varia (dipende dal produttore del servizio)e "simula" un numero verde iniziando con 8xxsarebbe da poter bloccare come gli 144 e gli 166,ma al 187 dicono che non si puo' ...Come ci si puo' difendere da questo ???Io ho un contratto dove Telecoz non e' piu' ilmio carrier, ma anche gli altri giocano su questinumeri e sul non poterli bloccare ... Saluti a tutti i TeleFregati,Fra.
  • Anonimo scrive:
    Telcom Italia
    Siete dei buffoni, vergognatevi. Fate schifo!
  • Anonimo scrive:
    RACCOMANDATEEEE !!!
    Finchè telefonate al 187 vi daranno le risposte che vogliono !!!Mandate una raccomandata AR chiedendo la disconnessione permanente direttamente in centrale (NON la disattivazione a chiave !!! Quella non serve a niente) ... date un termine di 15 giorni per intervenire, diffidando da ulteriori addebiti oltre quel termine.Credo che il servizio sia a pagamento, comunque ...
    • Anonimo scrive:
      Re: RACCOMANDATEEEE !!!
      - Scritto da: Verba volant
      Finchè telefonate al 187 vi daranno le
      risposte che vogliono !!!

      Mandate una raccomandata AR chiedendo la
      disconnessione permanente direttamente in
      centrale (NON la disattivazione a chiave !!!
      Quella non serve a niente)Puoi spiegare la differenza tra le due cose? Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: RACCOMANDATEEEE !!!


        Mandate una raccomandata AR chiedendo la

        disconnessione permanente direttamente in

        centrale (NON la disattivazione a chiave

        Quella non serve a niente)
        Puoi spiegare la differenza tra le due cose?La differenza è puramente legale ... La disattivazione a chiave è disinseribile dal cliente. In caso di contestazioni, non potresti dimostrare di non essere stato tu a riattivare il servizio con la chiave. La disattivazione permanente in centrale, non essendo gestita dal cliente, non è contestabile.
  • Anonimo scrive:
    La delibera e' una presa in giro
    La delibera dell'Authority che cita Punto Informatico e' la solita buffonata. L'abbonato per non avere sul gobbo servizi MAI richiesti deve pagare il salatissimo sistema di disattivazione con codice, 13,63 euro all'attivazione e canone mensile di 2,17 Euro!!!Ma c'e' di peggio. Anche le disattivazioni che, sempre secondo l'Authority, dovrebbero essere "gratuite" (899 etc) sono l'ennesima presa in giro: con la scusa degli "adeguamenti tecnici", consentiti dall'Authoritity stessa, il monopolista oppone regoalarmente un cortese rifiuto.Morale: se paghi (salato) disattivi, se non paghi aspetti.BUFFONI!
  • Anonimo scrive:
    ma i 709 non constano sempre carissimi !
    prendo sempre dalla pagina segnalata nell'altro articolo di qualche mese fa:***************************************http://www.aessenet.org/news/leggi.php?n=5194. è molto flessibile in quanto consente una tariffazione anche minima (? 0,10 al minuto).***************************************quindi il fatto che il 99.99% dei 709 "cari" (a parte quindi i free internet) costi ALMENO 1.5? al minuto + IVA e' una pura e semplice SCELTA commerciale.
  • Anonimo scrive:
    non sei l'unico
    anche a me è stato risposto che le fatidiche numerazioni 70X non possono essere bloccate.gli 144 ecc.ecc. sì, questi no.risposta di un'operatore di telecoma italia questo stesso mese...
    • Anonimo scrive:
      Re: non sei l'unico
      Non sei l'unico ad avere una mamma "boccalona"! :)Anche mia madre e' caduta nel tranello con la differenza che a lei il dialer ha fatto spendere 5 euro per chiamata.La cosa che piu' mi ha fatto infuriare e' che mia madre non ha neanche fruito del servizio in quanto ad ogni connessione il modem dall'altra parte dopo aver risposto (e fatto scattare la tariffa) gli metteva giu' e lei insisteva.Io ho fatto l'errore di non segnarmi ne il numero ne il dialer (Grrrrrrr).Beh la prossima volta mia madre stara' piu' attenta! :D
Chiudi i commenti