Un LCD stereoscopico per immagini 3D

Planar Systems annuncia una nuova tecnologia ad alta definizione per visualizzare immagini in tre dimensioni. Basta con i malditesta prodotti dai sistemi stereoscopici tradizionali, promette l'azienda
Planar Systems annuncia una nuova tecnologia ad alta definizione per visualizzare immagini in tre dimensioni. Basta con i malditesta prodotti dai sistemi stereoscopici tradizionali, promette l'azienda


Beaverton (USA) – Ingegneri, cartografi e geometri: è ora di tirare fuori gli appositi occhialini e di immergersi nel mondo della stereoscopia ad alta definizione . Planar Systems ha infatti sviluppato una nuova tecnologia che coniuga praticità, comodità e precisione eliminando l’odioso sfarfallio che scoraggia molte persone, ad esempio, dal mettere piede nei diffusissimi “cinema 3D”.

Il doppio monitor LCD prodotto dall’azienda statunitense, nome in codice ST1710, sfrutta lo stesso principio inventato da Sir Charles Wheatstone nel 1838 e vi aggiunge quasi 200 anni di progresso tecnico. ST1710 è composto da due schermi 17″ , posizionati uno sopra l’altro su un angolo di 110 gradi. Nel mezzo ai due monitor vi è poi uno speciale vetro polarizzato. Ciascuno schermo, proiettando la solita immagine in maniera speculare, produce sul vetro un particolare effetto ottico che inganna il cervello umano e fornisce una visione tridimensionale.

Grazie ad un paio di appositi occhiali , un portavoce dell’azienda garantisce che “le immagini visualizzate dai due monitor formeranno un’unica, precisa e stabile immagine tridimensionale”. Golin Harris sottolinea che “questa tecnologia non è dannosa per gli occhi, non affatica la vista e permette di lavorare in maniera continuativa a progetti tridimensionali, rilevamenti altimetrici ed ogni tipo d’applicazione che richiede immagini stereoscopiche”.

Finora legata ai monitor CRT, la stereoscopia professionale è stata la causa di molti mal di testa e numerosi problemi oftalmici. “Niente offuscamenti, niente sfocature”, afferma Scott Robinson, progettista Planar: “Ci sono persone che si sentono male dopo appena quindici minuti di stereoscopia: noi garantiamo i nostri monitor per l’uso continuo durante tutta la giornata”.

Le specifiche tecniche di ST1710 sono buone ed in linea con gli altri prodotti dello stesso segmento: tempi di risposta oscillanti tra i 3 ed i 12 millisecondi, risoluzione massima di 1280×1024 pixel ed un pitch di 0,264 millimetri. ST1710 viene poi fornito di uno speciale software per creare immagini speculari su ambedue i monitor , in abbinamento ad una scheda PCI per l’elaborazione grafica.

Unica nota dolente: il costo, attorno ai 4000 dollari . Troppo elevato? I portavoce dell’azienda si difendono: “E’ un prodotto destinato a professionisti ed agenzie di intelligence, che utilizzano immagini satellitari per scopi strategici”. Planar ha reso noto che il governo statunitense sta già utilizzando la tecnologia per pianificare gli aiuti nella zona di New Orleans, disastrata dalla natura.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 09 2005
Link copiato negli appunti