Un miliardo gli umani avviluppati nella rete

Il traguardo di dicembre è stato sancito da uno studio effettuato da comScore. Il paese più connesso? La Cina

Roma – Sono dati significativi quelli registrati dal brand di ricerca e analisi comScore relativi al flusso di utenti unici su Internet: nel solo mese di dicembre 2008, in tutto il globo i netizen connessi al web hanno superato il miliardo. Come prevedibile, il picco di utenti è stato registrato nella zona comprendente Asia e Pacifico, seguita a distanza dall’Europa e dal Nordamerica.

I dati mostrano come sia la Cina ad appropriarsi della leadership, con un numero di utenti connessi che sfiora i 180 milioni ed uno share del 17,8%. Seguono gli Stati Uniti con 163 milioni di netizen e il 16,2% degli utenti totali, con il Giappone che si aggiudica il terzo posto sfiorando i 60 milioni di utenti. A seguire, quasi appaiate, Germania e Regno unito, rispettivamente con 36,9 e 36,6 milioni di utenti. Dodicesima l’Italia, con un numero di utenti connessi prossimo ai 21 milioni ed uno share del 2,1%, preceduta da Corea del Sud, Brasile, Russia, India e Francia.

Una classifica del genere non può che vedere il concentrarsi di una maggiore densità nella zona asiatica e del Pacifico, che da sola detiene un valore pari al 41,3% dello share complessivo. A seguire, l’Europa con uno share del 28%, il Nordamerica con il 18,4% e il Sudamerica con il 7,4%. Ultimo posto in classifica per la zona relativa al Medioriente e all’Africa, con solo il 4,8% dell’utenza complessiva.

“Sorpassare il miliardo di utenti globali costituisce un significativo punto di riferimento nella storia di Internet. È un monumento alla crescente comunità globale unificata in cui tutti viviamo e serve anche a ricordarci quanto si vanno abbattendo le barriere tra i popoli” commenta Magid Abraham, CEO di comScore. “Il secondo miliardo sarà online prima che ce ne rendiamo conto, così come il terzo arriverà molto prima di quanto si possa pensare – continua Abraham – fino a quando avremo un vero e proprio global network fatto di persone e idee interconnesse, che trascenda i confini sia fisici che culturali”.

Va sottolineato che ai fini della ricerca comScore ha preso in considerazione soltanto gli utenti dai 15 anni in su e solo ed esclusivamente tutti coloro in questo range di età che utilizzano una connessione fissa: come specificato in ogni tabella, non sono stati presi in considerazione né i dati relativi alla clientela degli internet café, né gli utenti che accedono alla rete tramite i canali offerti dalla telefonia mobile.

Altrettanto curioso è il riscontro relativo alle property del web: nonostante lo strapotere cinese in termini di audience telematica, la top 15 relativa alle property globale è letteralmente dominata da aziende di origine statunitense. Al primo posto siede Google, in grado di catalizzare l’attenzione del 77% degli utenti connessi, seguita dai siti di proprietà di Microsoft (64,2%) e Yahoo! (55,8%). Nonostante ciò, gli unici due outsider sono comunque cinesi, ovvero Tencent e Baidu, piazzati rispettivamente al 13esimo e 14esimo posto.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Stein Franken scrive:
    Per chi crede
    Chi crede ancora agli amici immaginari dovrebbe iniziare a crescere ed affrontare il mondo senza cercare esistenze superiori per ovviare alle proprie mancanze.
    • SiN scrive:
      Re: Per chi crede
      - Scritto da: Stein Franken
      Chi crede ancora agli amici immaginari dovrebbe
      iniziare a crescere ed affrontare il mondo senza
      cercare esistenze superiori per ovviare alle
      proprie
      mancanze.guarda che il mondo lo affronti anche se credi.Anzi, oserei dire SOPRATTUTTO se credi.e se non ti lasci accecare da fanatismispecialmente quelli atei
      • SiN scrive:
        Re: Per chi crede
        - Scritto da: Ateo Anticleric ale

        In pratica stai dicendo che dio è un'invenzione
        umana che serve ad aiutare le persone più deboli
        ad affrontare la
        vita.imparare a leggere ti sembrava brutto?
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: Per chi crede


          In pratica stai dicendo che dio è un'invenzione

          umana che serve ad aiutare le persone più deboli

          ad affrontare la vita.
          imparare a leggere ti sembrava brutto?Guarda che hai fatto tutto tu!Sei tu che dici che la vita si affronta meglio se si crede.La mia affermazione è semplicemente una logica conseguenza.http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            Guarda che hai fatto tutto tu!
            Sei tu che dici che la vita si affronta meglio se
            si
            crede.
            La mia affermazione è semplicemente una logica
            conseguenza.allora dovresti studiare meglio la logica
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Per chi crede


            Guarda che hai fatto tutto tu!

            Sei tu che dici che la vita si affronta meglio se

            si crede.

            La mia affermazione è semplicemente una logica conseguenza.
            allora dovresti studiare meglio la logicaAllora dimmi dove sarebbe il presunto errore... che sono proprio curioso di vedere cosa ti inventerai :-Dhttp://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Allora dimmi dove sarebbe il presunto errore...
            che sono proprio curioso di vedere cosa ti
            inventeraieccoti servito:dalla mia guarda che il mondo lo affronti anche se credi.Anzi, oserei dire SOPRATTUTTO se credi. tu hai tirato fuori dal cilindro un In pratica stai dicendo che dio è un'invenzione umana (il resto della frase ci stava anche)
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Per chi crede


            Allora dimmi dove sarebbe il presunto errore...

            che sono proprio curioso di vedere cosa ti inventerai
            dalla mia guarda che il mondo lo affronti anche se
            credi.
            Anzi, oserei dire SOPRATTUTTO se credi.
            tu hai tirato fuori dal cilindro un
            In pratica stai dicendo che dio è
            un'invenzione umana L'implicazione è ovvia.Se credi affronti meglio la vita.Quindi dio è stato inventato per affrontare meglio la vita.CVDNon mi sembra difficile da capire...http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            L'implicazione è ovvia.Fai un favore a te stesso e all'umanità: vai a ripassarti logica
            Se credi affronti meglio la vita.
            Quindi dio è stato inventato per affrontare
            meglio la
            vita.Se metto una pietra davanti alla ruota di un'auto parhheggiata in pendenza, sono più sicuro che non si muoveràQuindi le pietre sono state inventate per stabilizzare le auto parcheggiate in pendenza
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Per chi crede


            Se credi affronti meglio la vita.

            Quindi dio è stato inventato per affrontare

            meglio la vita.
            Se metto una pietra davanti alla ruota di un'auto
            parhheggiata in pendenza, sono più sicuro che non
            si muoverà
            Quindi le pietre sono state inventate per
            stabilizzare le auto parcheggiate in
            pendenzaAnalogia del tutto SBAGLIATA.dio è stato inventato apposta per quello.La pietra no. http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            dio è stato inventato apposta per quello.questo è un tuo DOGMA
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Per chi crede


            dio è stato inventato apposta per quello.
            questo è un tuo DOGMANo, è una banale constatazione.Credere nell'esistenza di un dio che si prende cura dell'Uomo è semplicemente un bisogno psicologico di una parte della specie umana.http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale


            dio è stato inventato apposta per quello.


            questo è un tuo DOGMA

            No, è una banale constatazione.

            Credere nell'esistenza di un dio che si prende
            cura dell'Uomo è semplicemente un bisogno
            psicologico di una parte della specie
            umana.il fatto che Y risponda ad un bisogno di X non implica che Y sia un'invenzione di XNiente, se non ci arrivi così, non so + che dire.NOn pretendo di essere un grande divulgatore
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Per chi crede

            il fatto che Y risponda ad un bisogno di X non
            implica che Y sia un'invenzione di XAllora dammi le prove che Y (dio) esiste al di fuori della fantasia degli esseri umani.Opsss... le prove non ci sono...Che peccato...Ritenta, sarai più fortunato...http://www.uaar.it
          • massimo pescara scrive:
            Re: Per chi crede
            chi ha fede non deve aver prova Dio esiste basta guardarsi intorno e guardare alla tua vita comunque sia qualcuno nelle tue sventure ti ha portato fino qua quello è Dio capisci che tu non morirai cristo ti ha salvato Ricorda che vivere da veri cristiani non si vive meglio si vive conoscerndo e portando la propia croce con umilta e amore in attesa della vita eterna cristiano uguale amare aiutare il prossimo assistere malati evangelizzare ecc quindi è fatica caro amico pensaci bene credi fai un tuo percorso e capirai Dio ti chiama non saresti in questo sito
          • Stein Franken scrive:
            Re: Per chi crede
            La religione è l'oppio dei poveri (di cervello).Uno deve avere la forza di andare avanti da solo senza cercare esseri mistici o darsi un senso nella vita.Di vita ne abbiamo una sola. Cerchiamo di non perdere tempo con seghe mentali e credenze del passato.Io sono contro la religione perchè fa piu' danni che bene.
          • John Doe scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: SiN
            questo è un tuo DOGMAChiedo venia, ma questa frase è uno sputo in faccia all'esistenza della logica stessa:tu staresti asserendo che il fatto che uno non creda nell'esistenza di dio è un DOGMA ?Questo si che dà un vero significato all'espressione "rovesciare la frittata" ! :)
          • SiN scrive:
            Re: Per chi crede
            - Scritto da: John Doe
            - Scritto da: SiN


            questo è un tuo DOGMA

            Chiedo venia, ma questa frase è uno sputo in
            faccia all'esistenza della logica
            stessa:
            tu staresti asserendo che il fatto che uno non
            creda nell'esistenza di dio è un DOGMA
            ?no, sto solo dicendo che AAA lo considera un dogma, visto ceh la aggiunge senza alcuna base logica al costrutto inizialee che le considera non necessitante di dimostrazioneHo scoperto che molti atei sono assai + dogmatici dei credenti :-D
  • Mtt scrive:
    Re: che pena ...
    ne aggiungo una triste. Che ci siano atei che trattino abitualmente chi non la vede come loro con la supponenza di chi ha la Vera Verità in tasca, per poi spiegare ai reprobi "dissenzienti" che in aggiunta hanno un atteggiamento da "superiori"il bue che da del corntuo all'asino insomma
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: che pena ...

      ne aggiungo una triste. Che ci siano atei che
      trattino abitualmente chi non la vede come loro
      con la supponenza di chi ha la Vera Verità in
      tasca,Primo, non si tratta di supponenza.Secondo, non si tratta di avere la verità in tasca, si tratta semplicemente del fatto che continuate a parlare di dio, ma in millenni di storia non siete riusciti a portare uno straccio di prova della sua esistenza.E quando ve lo fanno notare, l'unica cosa che sapete dire è "dimostrami tu che non esiste".Come se io andassi da uno e gli dicessi "Tu mi devi 1000 euro".E lui mi rispondesse "Non è vero. Dimostrami che te li devo"E io a mia volta "E no, sei tu che devi dimostrare che non me li devi."Quelli che pretendono di avere la verità in tasca siete voi.http://www.uaar.it
      • Mtt scrive:
        Re: che pena ...
        - Scritto da: Ateo Anticleric ale

        ne aggiungo una triste. Che ci siano atei che

        trattino abitualmente chi non la vede come loro

        con la supponenza di chi ha la Vera Verità in

        tasca,

        Primo, non si tratta di supponenza.

        Secondo, non si tratta di avere la verità in
        tasca, si tratta semplicemente del fatto che
        continuate a parlare di dio, ma in millenni di
        storia non siete riusciti a portare uno straccio
        di prova della sua
        esistenza.Le prove le vede chi le cerca davvero. Se chiedi una grazie e la ottieni, se guardi la quantità di miracoli riconosciuti anche dalla medicina atea di cui è costellata anche la storia recente, non puoi dire di non vedere i segni. Certo che se chiudi gli occhi.... Googla Fatima o Lourdes per dirne una. Se ti fermi ai mercanti nel tempio siamo punto e a capo. Se arrivi a leggere le quantità di miracoli che vi hanno luogo, riconosciuti anche dalla medicina ufficiale dopo esami clinici, beh... certo se non vuoi vedere basterà ceh tu dica che c'è un complotto per distorcere anche le centinaia di perizie ed esami clinici.
        E quando ve lo fanno notare, l'unica cosa che
        sapete dire è "dimostrami tu che non
        esiste".
        Come se io andassi da uno e gli dicessi "Tu mi
        devi 1000
        euro".
        E lui mi rispondesse "Non è vero. Dimostrami che
        te li
        devo"
        E io a mia volta "E no, sei tu che devi
        dimostrare che non me li
        devi."

        Quelli che pretendono di avere la verità in tasca
        siete
        voi.

        http://www.uaar.it
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: che pena ...

          se guardi la quantità di
          miracoli riconosciuti anche dalla medicina atea
          di cui è costellata anche la storia recente, non
          puoi dire di non vedere i segni. Certo che se
          chiudi gli occhi...Quello che ovviamente viene tenuto nascosto è che c'è molta più gente che guarisce senza aver pregato o essere andata a lourdes.Ma ovviamente la chiesa si guarda bene dal farlo notare.Rassegnati, i MIRACOLI NON ESISTONO esattamente come NON ESISTE DIO !!!I miracoli sono solo fuffa che la chiesa sparge sapientemente per intortare i credenti.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che pena ...
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            se guardi la quantità di

            miracoli riconosciuti anche dalla medicina atea

            di cui è costellata anche la storia recente, non

            puoi dire di non vedere i segni. Certo che se

            chiudi gli occhi...

            Quello che ovviamente viene tenuto nascosto è che
            c'è molta più gente che guarisce senza aver
            pregato o essere andata a
            lourdes.
            Ma ovviamente la chiesa si guarda bene dal farlo
            notare.infatti capita spesso che una gamba piu' corta si allunghi di 4 cm in una notte spontaneamente, o che un legamento rotto di una spalla si riaggiusti da un giorno all'altro da solo. Per parlare di due casi ai quali ho assistito. Ma certamente era un trucco di gente che in paese si è finta ammalata per mesi per poi poter dire al miracolo
            Rassegnati, i MIRACOLI NON ESISTONO esattamente
            come NON ESISTE DIO
            !!!

            I miracoli sono solo fuffa che la chiesa sparge
            sapientemente per intortare i
            credenti.

            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che pena ...

            certamente era un trucco di gente che in paese si
            è finta ammalata per mesi per poi poter dire al
            miracolo Uhuuu, la gente finge anche per cose molto più prosaiche, tipo rimanere a casa dal lavoro :-DComunque ti do atto che non sempre la gente finge, spesso ci sono anche diagnosi sbagliate da parte dei medici o guarigioni spontanee che avvengono indipendentemente del pregare o dall'andare a lourdes.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che pena ...
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            certamente era un trucco di gente che in paese
            si

            è finta ammalata per mesi per poi poter dire al

            miracolo

            Uhuuu, la gente finge anche per cose molto più
            prosaiche, tipo rimanere a casa dal lavoro
            :-D

            Comunque ti do atto che non sempre la gente
            finge, spesso ci sono anche diagnosi sbagliate da
            parte dei medici o guarigioni spontanee che
            avvengono indipendentemente del pregare o
            dall'andare a
            lourdes.

            http://www.uaar.itSpesso. Non sempre.Alla fine, se non vuoi vedere non posso aprirti gli occhi con la forza. Tienili chiusi. Ti faccio solo notare che un legamento non si riallaccia da solo. Anche il ragazzo che aveva una gamba piu' corta dell'altra secondo te certamente avrà fatto finta negli 11 anni della sua vita, oppure ricordiamo tutti male in paese in quanto in realtà non ha mai avuto una gamba piu' corta ed ha trovato due o tre ortopedici dell'asl giocherelloni che sono stati allo scherzo. In fondo l'importante è negare sempre, anche l'evidenza. Giusto?
          • Stein Franken scrive:
            Re: che pena ...
            Non hai capito niente...
          • Mtt scrive:
            Re: che pena ...
            A beh, se lo dici tu....
          • LeartS scrive:
            Re: che pena ...
            - Scritto da: Mtt
            infatti capita spesso che una gamba piu' corta si
            allunghi di 4 cm in una notte spontaneamente, o
            che un legamento rotto di una spalla si
            riaggiusti da un giorno all'altro da solo. Per
            parlare di due casi ai quali ho assistito. Ma
            certamente era un trucco di gente che in paese si
            è finta ammalata per mesi per poi poter dire al
            miracolo Quindi Dio avrebbe permesso e permette tutt'ora cose orribili come campi di concentramento, o migliaia di bambini che muoiono ogni giorno passando su qualche mina antiuomo o per la fame o per malattie facilmente curabili.Ci sono bambini che nascono con difetti genetici, difetti che li segneranno per il resto della loro vita..Eccetera.Però allungha le gambe più corte di 4cm in una notte e riaggiusta i legamenti della spalla!MA GRAZIE DIO, GRAZIE PER QUESTE INCREDIBILI GRAZIE CHE CI OFFRI! GRAZIE PERCHÈ ALLUNGHI LE GAMBE E RIPARI I LEGAMENTI! GRAZIE!(Senza contare che secondo la bibbia stessa Dio non può fare miracoli: renderebbe palese la sua esistenza e gli uomini dovbrebbero necessariamente credere in lui, togliendo così la libertà dell'uomo di avere fede o meno. Dovreste organizzarvi voi Cristiani su cosa dire quando evangelizzate il mondo, a volte non vi rendete neanche conto di dire cose esattamente contrapposte, casi molto più evidenti di questo)
          • Mtt scrive:
            Re: che pena ...
            - Scritto da: LeartS
            - Scritto da: Mtt


            infatti capita spesso che una gamba piu' corta
            si

            allunghi di 4 cm in una notte spontaneamente, o

            che un legamento rotto di una spalla si

            riaggiusti da un giorno all'altro da solo. Per

            parlare di due casi ai quali ho assistito. Ma

            certamente era un trucco di gente che in paese
            si

            è finta ammalata per mesi per poi poter dire al

            miracolo

            Quindi Dio avrebbe permesso e permette tutt'ora
            cose orribili come campi di concentramento, o
            migliaia di bambini che muoiono ogni giorno
            passando su qualche mina antiuomo o per la fame o
            per malattie facilmente
            curabili.Quella è opera dell'uomo e non di Dio. Ma come, prima ci si lamenta che la libertà di scelta è a rischio e poi ci si stupisce che Dio non interviene per rimediare alle conseguenze delle nostre azioni...
            Ci sono bambini che nascono con difetti genetici,
            difetti che li segneranno per il resto della loro
            vita..
            Eccetera.Non vorrei ripetermi. Forse ti è sfuggito il thread sui talenti. Non nasciamo tutti nelle stesse condizioni e non viviamo tutti per la stessa durata. Ognuno di noi ha un suo cammino ed una sua storia. Ciascuno ha quel che ha e di quello gli verrà chiesto di rendere conto. Chi ha poco o chi soffre non sarà certamente giudicato con lo stesso metro di altri.
            Però allungha le gambe più corte di 4cm in una
            notte e riaggiusta i legamenti della
            spalla!

            MA GRAZIE DIO, GRAZIE PER QUESTE INCREDIBILI
            GRAZIE CHE CI OFFRI! GRAZIE PERCHÈ ALLUNGHI LE
            GAMBE E RIPARI I LEGAMENTI!
            GRAZIE!Che commento è? C'è gente che chiede di queste grazie e c'è gente che le ottiene. Ma forse anche questo non va bene.
            (Senza contare che secondo la bibbia stessa Dio
            non può fare miracoli: renderebbe palese la sua
            esistenza e gli uomini dovbrebbero
            necessariamente credere in lui, togliendo così la
            libertà dell'uomo di avere fede o meno. Ti smentisci da solo. Li stà facendo eppure tu non credi. Dovreste
            organizzarvi voi Cristiani su cosa dire quando
            evangelizzate il mondo, a volte non vi rendete
            neanche conto di dire cose esattamente
            contrapposte, casi molto più evidenti di
            questo)tipo?
  • SiN scrive:
    Re: che pena ...
    - Scritto da: nemo.glider
    La triste: che ci sia ancora chi prova a
    pecorizzare il
    mondo.si: un sacco di atei in particolare
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: che pena ...


      La triste: che ci sia ancora chi prova a pecorizzare il mondo.
      si: un sacco di atei in particolareNO.Gli Atei non hanno alcun interesse a fare proseliti.L'unica cosa che fanno è spingere la gente ad usare la propria testa.Cosa estremamente pericolosa per le religioni perché se la gente comincia a pensare con la propria testa poi non crede più alle loro ridicole favole.Piuttosto sono i credenti che pensano di essere i detentori della verità e quindi si arrogano il diritto di imporre agli altri la loro morale.http://www.uaar.it
      • SiN scrive:
        Re: che pena ...
        - Scritto da: Ateo Anticleric ale

        NO.

        Gli Atei non hanno alcun interesse a fare
        proseliti.Vero. preferiscono demolire quelle altrui(alcuni: conosco un sacco di atei che sono davvero di mente aperta)

        L'unica cosa che fanno è spingere la gente ad
        usare la propria
        testa.NEl senso "la testa degli atei" .-D
        Cosa estremamente pericolosa per le religioni
        perché se la gente comincia a pensare con la
        propria testa poi non crede più alle loro
        ridicole
        favole.ROTFLma ti rendi conto di quanto dogmatico sei?
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: che pena ...


          Gli Atei non hanno alcun interesse a fare

          proseliti.
          Vero. preferiscono demolire quelle altruiQuindi mi stai dando ragione!Invitare le persone a pensare con la propria testa demolisce le religioni.

          L'unica cosa che fanno è spingere la gente ad

          usare la propria testa.
          NEl senso "la testa degli atei" .-DNO.Con la propria testa. Se poi questo le porta a diventare atee è un'altro discorso.

          Cosa estremamente pericolosa per le religioni

          perché se la gente comincia a pensare con la

          propria testa poi non crede più alle loro

          ridicole favole.
          ma ti rendi conto di quanto dogmatico sei?Nulla di dogmatico.E' semplicemente un dato di fatto.http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: che pena ...
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale


            ma ti rendi conto di quanto dogmatico sei?

            Nulla di dogmatico.

            E' semplicemente un dato di fatto.Fantastico.Questo scambio è da incorniciare.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che pena ...



            ma ti rendi conto di quanto dogmatico sei?

            Nulla di dogmatico.

            E' semplicemente un dato di fatto.
            Fantastico.
            Questo scambio è da incorniciare.Tra fatti e dogma c'è una differenza abissale.La stessa che c'è tra realtà e fantasia.http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: che pena ...
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            La stessa che c'è tra realtà e fantasia.
            e sta tranquillo, sei libero di tenerti le tue fantasie...
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che pena ...


            La stessa che c'è tra realtà e fantasia.
            e sta tranquillo, sei libero di tenerti le tue fantasie...Certo che me le tengo.Difatti il problema non è la fantasia in sé, il problema è saper distinguere la realtà oggettiva dai prodotti della fantasia (come dio, babbo natale, le fate, ecc.)http://www.uaar.it
  • ilmassi scrive:
    Re: che pena ...
    mi dispiace che tu sia così triste e che domani muori fai la stessa fine di uno scarafaggio..io ho un dubbio non una verità. Tu pretendi che io non abbia dubbi, sei tu che mi fai pena.
  • Iliel scrive:
    Essere Cristiano
    Io credo che tutti i credenti dovrebbero soffermarsi a pensare che nel giardino dell'Eden non c'era guardia alcuna, ne' alcun recinto attorno all'albero delle mele. Secondo il modo cattolico comune di pensare cio' che è male o come tale è recepito è da fermare da impedire, in realta' la morale cristiana (e non solo cattolica), anche se spesso disattesa, non è mai questo che ha professato.Se il buon Dio avesse metaforicamente voluto che Adamo ed Eva rimanessero nell'Eden non credo avrebbe avuto problemi a piazzare un piccolo recinto attorno a quell'unico albero vi pare?E' altresi' vero che una volta che termina il ciclo della vita, d'innanzi al Creatore ognuno rispondera' delle sue azioni e delle sue intenzioni secondo i suoi ordinamenti... ma non di quelle degli altri.Se realmente un cattolico fosse ligio alle regole del suo stesso credo dovrebbe anche sapere rispettare e accettare il prossimo suo come diverso da se' stesso visto che persino il suo Dio non ha mai fatto differenza fra i suoi figli.Anche il figliol prodigo sarebbe stato poco prodigo se non avesse mai potuto lasciare la casa del padre, no? Meglio perdere una strada per poi ritrovarla che seguire un sentiero privo di biforcazioni...
    • Mtt scrive:
      Re: Essere Cristiano
      Hai perfettamente ragione. Al punto di smentirti da solo.Se ci fosse stato i lrecinto intorno all'albero della conoscenza, che libertà avrebbe avuto l'uomo se scegliere di ubbidire o meno, a Dio o al padre nel caso del figliol prodigo?Hai ragione anche sul dovere di rispettare le idee diverse. Si puo' discutere confrontando le idee. Ma chi non rispetta la diversità e pretende di convertire con la forza, come anche chi va in guerra in nome di Dio (Gott mit uns), non puo' essere un cattolico ma uno che usa la religione per usi diversi. Come certamente è sucXXXXX piu' volte nella storia.
  • ilmassi scrive:
    per l'ATEO che difende il nulla..
    visto che parlare di filosofia con chi non è filosofo non si va lontano provo a mettere una storiella non per dimostrare che Dio esiste..ci mancherebbe..ma per dimostrare che è ancora più assurdo avere la pretesa di dimostrare la sua non esistenza.Un tizio si reca da un barbiere per farsi tagliare i capelli e radere la barba.Appena il barbiere comincia a lavorare, iniziano ad avere una buona conversazione.Parlano di tante cose e di vari argomenti.Quando alla fine toccano l'argomento Dio, il barbiere dice:Io non credo che Dio esista. Perchè dice questo? chiede il cliente.Beh, basta uscire per strada per rendersi conto che Dio non esiste.Mi dica, se Dio esistesse, ci sarebbero così tante persone malate?Ci sarebbero bambini abbandonati? Se Dio esistesse, non ci sarebbero più sofferenza nè dolore.Io non posso immaginare che un Dio amorevole permetta tutte queste cose.Il cliente pensa per un momento, ma non replica perchè non vuole iniziare una discussione.Il barbiere finisce il suo lavoro ed il cliente lascia il negozio. Appena dopo aver lasciato il negozio del barbiere, vede un uomo in strada con dei capelli lunghi, annodati e sporchi e con la barba sfatta.Sembrava sXXXXX e trasandato. Il cliente torna indietro ed entra di nuovo nel negozio del barbiere e gli dice:La sa una cosa? I barbieri non esistono.Come può dire ciò? chiede il barbiere sorpreso.Io sono qui e sono un barbiere. Ed ho appena lavorato su di lei!No! esclama il cliente. I barbieri non esistono perchè se esistessero non ci sarebbero persone con lunghi capelli sporchi e barbe sfatte come quell'uomo là fuori.Ma i barbieri ESISTONO! Questo è ciò che succede quando la gente non viene da me.Esattamente! afferma il cliente. Questo è proprio il punto! Anche Dio ESISTE!Questo è ciò che succede quando la gente non va da Lui e cerca il Suo aiuto.Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e sofferenza nel mondo.
    • Darkat scrive:
      Re: per l'ATEO che difende il nulla..
      lol questo discorso nasce quando si vogliono paragonare le mele con le pere...o meglio i barbieri con dio!apparte che il discorso del tizio che non crede in dio perchè c'è la sofferenza nel mondo è un discorso da bambini e che solo bambini farebbero, ma la storiella è completamente inconsistente e senza alcun senso, tu vuoi parlare con una storiella demenziale di un'argomento che per secoli ha sbattuto miliaia di filosofi e religiosi, che ha fatto da perno per Platone e Aristotele, cosè un essere e quando un qualcosa è ed esiste oppure il contrario, ridurlo a un discorso da catechista per undicenni è alquanto ridicolo...
      • Nifft scrive:
        Re: per l'ATEO che difende il nulla..
        Penso sia inutile farti notare che la tua storiella non dimostra un bel niente.E' però istruttiva perché mostra la classica logica circolare dei credenti.
      • ilmassi scrive:
        Re: per l'ATEO che difende il nulla..
        beh sono le motivazioni poste in questo forum...che evidentemente sono ferme al livello di undicenni..
        • Stein Franken scrive:
          Re: per l'ATEO che difende il nulla..
          Guarda che quello che chiude gli occhi e non vuole crescere sei proprio tu... :o
    • Iliel scrive:
      Re: per l'ATEO che difende il nulla..
      Interessante, ma credo che ti sfugga l'aspetto principale della esistenza o meno dell'entita' superiore all'uomo a cui ti riferisci: la presenza. Che esista o non esista conta poco... la differenza fra chi non c'è e chi non è partecipe è pressappoco la stessa.Quindi tornando in tema, io non ho idea se esista o meno un Dio, pero' son certo chenon l'ho mai visto,sentito,conosciuto,ne' ci ho mai parlato,tu si'?Per me che non esista o che semplicemente non sia presente non è una grossa differenza.Non puoi dimostrare l'esistenza di Dio perchè anche ammesso tu ce la facessi (e in modo convincente) significherebbe credere per conoscenza e non per fede.Io credo molto banalmente che quando i nostri corpi cesseranno il loro ciclo vitale finira' semplicemente tutto... una cosa tanto banale quanto propria di una pecora e di un lupo se preferisci. Ma sono certo mi dirai che con la fede anche i morti risorgono... nemmeno questi ho mai incontrato... mi accontento di sapere che ho un lasso di tempo ben definito prima della fine "totale" e non cerco illusioni per continuare la mia esistenza post mortem. O c'è qualche altra ragione per una religione? Ne esiste davvero qualcuna che non preveda delle "regole" e che non professi una vita dopo la morte? Non sono uno studioso
      magari qualcuna ci sara' ma non la conosco. Certo che sarebbe davvero buffo andare in giro a dire alla gente di non fare cio' che vorrebbero fare senza addurreuna valida motivazione, non ti pare?
    • Nonno peppe scrive:
      Re: per l'ATEO che difende il nulla..
      Ho provato a raccontare la tua storiella a mio nipotino di 6 anni per convincerlo dell'esistenza di Babbo Natale. Non ci sono riuscito...E tu speri di convincere un ateo razionalista?
      • ilmassi scrive:
        Re: per l'ATEO che difende il nulla..
        ti ripeto ateo razionalista...la chiesa ha dato risposte al concetto di infinito, cosa che la mente umana non è in grado di capire. Tu che risposta hai? Cristo ha dato un senso a donare la vita per un altra persona..per te che senso avrebbe? e totalmente idiota morire per salvare tuo figlio..sprecheresti la tua unica occasione. Poi scusa se ti cade una tegola in testa domani e tutto finito così...ma che tristezza. Io non devo convincere nessuno, e credendo ammetto la possibilità di sbagliarmi. Sei tu che non riconoscendo la possibilità dell'esistenza di un creatore pretendi di avere la verità e vuoi imporla senza ammettere altre opinioni.Visto che alcuni parlavano di presunta superiorità dei credenti rispetto agli 'altri'..non so che persone hai conosciuto, forse avevano questo problema, ma questa è una peculiarità dei testimoni di geova. Per il vangelo tutti sono uguali e hanno tutti la stessa possibilità di salvezza fino alla morte, quindi non capisco se ti riferisci a una persona o alla fede.La stessa pretesa di dire che la fede porta infelicità è assurda quando miliardi di persone sono convinte del contrario.
        • Stein Franken scrive:
          Re: per l'ATEO che difende il nulla..
          Sei talmente triste che non meriteresti nessuna risposta.Comunque: la chiesa ha dato risposte al concetto di infinito, cosa che la mente umana non è in grado di capire. Come fai a dire che ha dato risposte, se la mente umana non riesce a capire? Allora è pura supposizione.Dovresti iniziare a svegliarti fuori, ragazzo.
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: per l'ATEO che difende il nulla..

          la chiesa ha dato risposte al concetto di infinito,C'era una volta un tizio invisibile, con una lunga barba bianca. Un giorno, che non c'aveva niente da fare, creò il cielo e la terra...Beh, certo, per un bambino dell'asilo potrebbe anche andare bene...
          cosa che la mente umana non è in grado di capire.La mente umana è perfettamente in grado di comprendere il concetto di infinito, i matematici lo usano quotidianamente.
          La stessa pretesa di dire che la fede porta
          infelicità è assurda quando miliardi di persone
          sono convinte del contrario.La stessa pretesa di dire che il comunismo portainfelicità è assurda quando miliardi di personesono convinte del contrario.Quindi sei favorevole al comunismo!http://www.uaar.it
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: per l'ATEO che difende il nulla..

      visto che parlare di filosofia con chi non è
      filosofo non si va lontanoE saresti tu il filosofo????:-D :-D :-D :-D
      Questo è ciò che succede quando la gente non va
      da Lui e cerca il Suo aiuto.
      Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e
      sofferenza nel mondo.L'unica cosa che dimostrerebbe questa patetica storiella è che il vostro ipotetico dio infligge sofferenza a chiunque non si prostri ai suoi piedi.Già così non è un gran esempio di bontà.Ma le cose sono ancora peggiori quando pensiamo, ad esempio, ai neonati o ai malati di mente che muoiono di cancro perché non si sarebbero prostrati a dio, benché incapaci di farlo in quanto non in grado di comprendere il concetto di dio.Stai descrivendo il vostro ipotetico dio come un vero sadico.http://www.uaar.it
      • Mtt scrive:
        Re: per l'ATEO che difende il nulla..
        evidentemente non l'hai letta
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: per l'ATEO che difende il nulla..

          evidentemente non l'hai lettaNon avendo modo di controbattere alle ovvie conseguenze sulla natura del vostro ipotetico dio che si possono dedurre dalla ridicola storiella, te ne esci con queste frasette...http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..
            Veramente sei tu che non hai risposto.quoto"Anche Dio ESISTE!Questo è ciò che succede quando la gente non va da Lui e cerca il Suo aiuto." Cosa c'è di complesso in questo periodo?L'uomo è libero. Di andare o meno dal barbiere come di aderire o meno all'insegnamento religioso. Punto. E subisce le conseguenze logiche delle sue libere scelte. Nel caso non ti sia ancora chiaro, cercherò di essere ancora piu' esplicito.Cristo insegna di aiutarsi l'un l'altro, al costo di rischiare la vita. Se scegli liberamente di non farlo, non stupirti se ognuno pensa ai c***i suoi e quando sei nei problemi nessuno ti da una mano e -ad esempio- se per arricchirmi causo la tua miseria, me ne frego.Esempio di altro insegnamento valido ed attuale: non guardare la paglia nell'occhio del tuo vicino. Occupati di rimuovere la trave nel tuoAltro ancora: non giudicare. Chi è senza peccato scagli la prima pietra....e cosi via.Di insegnamenti che se osservati migliorerebbero la vita di tutti il Vangelo è pieno.Ma probabilmente per te queste saranno solo limitazioni castranti della tua libertà che viene prima della miseria del tuo vicino....
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..

            Veramente sei tu che non hai risposto.
            "Questo è ciò che succede quando la gente non va
            da Lui e cerca il Suo aiuto.
            Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e
            sofferenza nel mondo."
            Cosa c'è di complesso in questo periodo?Quindi intendi dire che i neonati che muoiono di cancro se lo meritano perché non sono andati da dio a cercare il suo aiuto, benché totalmente incapaci di comprendere il concetto di dio?Da come lo descrivete, il vostro dio lo state veramente facendo passare per un un sadico!http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Veramente sei tu che non hai risposto.


            "Questo è ciò che succede quando la gente non va

            da Lui e cerca il Suo aiuto.

            Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e

            sofferenza nel mondo."


            Cosa c'è di complesso in questo periodo?

            Quindi intendi dire che i neonati che muoiono di
            cancro se lo meritano perché non sono andati da
            dio a cercare il suo aiuto, benché totalmente
            incapaci di comprendere il concetto di
            dio?

            Da come lo descrivete, il vostro dio lo state
            veramente facendo passare per un un
            sadico!Ho forse scritto questo? Leggiti la parabola dei talenti. E visto che ami documentarti come è giusto, leggiti il vangelo che male non ti fa. Ci trovi anche quella parabola
            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..



            "Questo è ciò che succede quando la gente non va


            da Lui e cerca il Suo aiuto.


            Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e


            sofferenza nel mondo."
            Ho forse scritto questo? Leggiti la parabola dei
            talenti. E visto che ami documentarti come è
            giusto, leggiti il vangelo che male non ti fa. Ci
            trovi anche quella parabolaL'ho letta, ma non capisco come possa giustificare la sofferenza inflitta da dio agli innocenti, come i bambini o i malati di mente.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale



            "Questo è ciò che succede quando la gente non
            va



            da Lui e cerca il Suo aiuto.



            Questo è il motivo per cui c'è tanto dolore e



            sofferenza nel mondo."


            Ho forse scritto questo? Leggiti la parabola dei

            talenti. E visto che ami documentarti come è

            giusto, leggiti il vangelo che male non ti fa.
            Ci

            trovi anche quella parabola

            L'ho letta, ma non capisco come possa
            giustificare la sofferenza inflitta da dio agli
            innocenti, come i bambini o i malati di
            mente.

            http://www.uaar.itCome cristiano so che questa vita è un transito. Ogni giorno è un dono che mi è conXXXXX per cercare, nel mio piccolo, di fare una piccola differenza a favore del bene o del male. E' una opportunità che devo cercare di massimizzare perchè non so quando la mia permanenza qui finirà. E quel giorno mi sarà chiesto conto dei talenti che mi sono stati dati. Per ora, grazie a Dio, sono sano, ho una famiglia che amo ed affronto i problemi uno per volta cercando di risolverli per il meglio. Ho molto, aka molti talenti, e mi sarà chiesto conto di molto. Non ci sono due persone che hanno lo stesso percorso ed il bene o il male che puo' fare (o sceglie di non fare) in ogni momento ognuno di noi non lo farà nessun altro al nostro posto. Chi soffre, chi ha vita breve, avrà avuto certamente meno. E gli sarà chiesto conto di conseguenza, o semplicemente accolto direttamente nella gioia eterna.Di questo sono convinto.Il grande inganno e' indurci a credere che siamo soli e senza obiettivo nella vita. Così da sviarci dall'importanza di far del bene o almeno di provarci, visto che Dio guarda le intenzioni nel profondo del cuore ed in base a quelle ci giudicherà.Ed il bello è che non è mai troppo tardi per cominciare a cercare di fare la differenza. Io sono stato come te fino a quasi 40 anni, quando ho iniziato a vedere con occhi diversi e scoprire cose che non pensavo.Forse anche per questo alle 23 sono qui a risponderti. Mi ricordi me qualche anno fa.
          • Stein Franken scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..
            grazie a Dio Non credo proprio, ma a molti piace fantasticare. quando ho iniziato a vedere con occhi diversi e scoprire cose che non pensavo Non preoccuparti, tra un po' di tempo ti passerà.
          • Mtt scrive:
            Re: per l'ATEO che difende il nulla..
            - Scritto da: Stein Franken
            grazie a Dio

            Non credo proprio, ma a molti piace fantasticare.

            quando ho iniziato a vedere con occhi diversi
            e scoprire cose che non
            pensavo

            Non preoccuparti, tra un po' di tempo ti passerà.Spero che Dio apra gli occhi anche a te, come ha fatto con me. E che tu provi la stessa gioia che ho provato io.
  • Stein Franken scrive:
    Per chi crede in qualche religione...
    Lo sapevate che le religioni sono nate tanto tempo fa quando si moriva giovanissimi, dato che era un modo per non far impazzire la gente, e farla comportare "bene" (dato che crede in un aldilà).Quindi in quei pochi anni di vita non vanno ad ammazzarsi, e questo è positivo.Al giorno d'oggi questo modo di ragionare è completamente superato dai tempo. Il peggio è che come i complottisti, chi crede nelle religioni spesso si sente superiore a chi non crede, dandoli dei "limitati".Non è il fatto che la scienza possa spiegare tutto o meno, ma qui parliamo di concezioni vecchie.Stesso discorso applicabile anche a chi crede ancora che il Quoziente Intellettivo abbia veramente un senso (ricerca fatta ad inizio secolo su qualcosa, il cervello, che neanche oggi la medicina più avanzata riesce a spiegare.)Certe cose sono superate dai tempi. Ma certi argomenti sono duri a morire. La religione al giorno d'oggi non fornisce dei valori morali adeguati. Spetta sempre ai genitori crescere dei figli decenti, per il futuro della società, e la religione è solo una vecchia imposizione.
    • Darkat scrive:
      Re: Per chi crede in qualche religione...
      io sono un non cristiano, ma comunque posso dirti che le religioni sono ancora più antiche di quanto pensi, e sono nate per spiegare le cose che gli uomini non riuscivano a capire come un fulmine ad esempio, o la morte,la vita,ecc...si può affermare certamente che le religioni siano state nell'antichità strettamente legate alla fisica e ai suoi fenomeni, così la religione diventa una sorta di prima scienza(senza alcun metodo scientifico però per quello bisogna aspettare molto tempo...).Però poi fu inventato anche il metodo scientifico e allora hai ragione di li le religioni furono superate da una spiegazione più forte della realtà ;)
      • Stein Franken scrive:
        Re: Per chi crede in qualche religione...
        Allora permettimi di aggiungere qualcosa che penso completa il tuo discorso ;) ovvero che le religiono dopotutto sono nate da osservazioni di carattere astronomico e di quello che li circondava.Difatti molte religioni hanno tratti in comune non da poco, e questo è sconosciuto ai più.
        • MegaLOL scrive:
          Re: Per chi crede in qualche religione...
          Del tuo permesso ad aggiungere qualsiasi cosa me ne frego, quindi procedo: se i giovani si ammazzano, meglio. Più ossigeno per tutti.Annegatevi pure tutti in un vagone di sterco fiammeggiante.
    • ilmassi scrive:
      Re: Per chi crede in qualche religione...
      sei di una banalità disarmante...molte credenze popolari e religioni sono nate come dici tu per spiegare fenomeni. Dire questo del cristianesimo è un'assurdità. Cristo ha introdotto per la prima volta nella storia il concetto di amore inteso come donare la vita al prossimo. Prima non aveva nessun senso morire per salvare un altro, così come mi chiedo che senso possa avere per un non credente. Il cristianesimo da risposte plausibili e molto attuali sulle domende esistenziali, cosa che la scienza e gli atei non sono mai stati in grado di fare. Poi la chiesa è fatta di persone ed è chiaro che ci sono persone più o meno capaci e addirittura criminali, ma il cristianesimo va oltre le persone.
      • Darkat scrive:
        Re: Per chi crede in qualche religione...
        cristo apporta delle novità? mmm non sei molto ferrato in religioni che non siano il cristianesimo vedo...ti cito solo un esempio giusto che tu forse puoi conoscere meglio, l'ebraismo già predicava da tempo immemore quello di cui parli tu, cristo è solo la realizzazione di un LORO credo, quindi non porta novità anzi se vogliamo è anche piuttosto banale, dal punto di vista prettamente innovativo delle religioni intendo.Poi togliendo di mezzo discorso, mi spiaghi quale sarebbero le cose plausibili che la chiesa spiega che invece la scienza non riesce a spiegare? e se mi dici il senso della vita non basta nominarlo poi devi pure dire come lo spiega, illuminaci
      • Stein Franken scrive:
        Re: Per chi crede in qualche religione...
        Il cristianesimo da come racconta la storia ha portato grande infelicità e controllo forte sul popolo.Ma probabilmente sei ancora incatenato in idee completamente fuori di testa.Domande esistenziali? La gente che cerca un senso nella vita è semplicemente idiota. Accetta il fatto che sei nato e sfrutta la tua UNICA vita invece di pensare a fantasie.E questo non significa affatto mancare di valori, anzi. Perchè fare cavolate è comunque buttare via la propria vita, come nel cercare risposte a domande assurde e prive di senso.
        • ilmassi scrive:
          Re: Per chi crede in qualche religione...
          dare la vita per una persona è una cosa banale?? Negli stati viene premiata questa cosa..ma per voi non avrebbe alcun senso..sarebbe perfettamente idiota.
          • Stein Franken scrive:
            Re: Per chi crede in qualche religione...
            Dare la propria vita per un'altra persona è semplicemente stupido e romantico.Persone come te cercano di dare un senso ad un gesto folle e completamente contro la natura stessa.La vita è un dono prezioso, e quindi nella proprie priorità la propria vita è al primo posto, poi vengono gli altri.Non tirarmi fuori scuse patetiche, perchè sono certo che tu andresti per estremi pur di giustificare la tua mancanza di buon senso.
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Per chi crede in qualche religione...

        Cristo ha introdotto per la prima
        volta nella storia il concetto di amore inteso
        come donare la vita al prossimo.Ma per piacere, cerchiamo di essere seri...
        l cristianesimo da risposte plausibili
        e molto attuali sulle domende esistenziali,OH, ECCO CHE CASCA IL PALCO.dio "esiste" in quanto è stato inventato per dare "risposte plausibili e molto attuali sulle domende esistenziali"
        cosa che la scienza e gli atei non sono mai stati in
        grado di fare.Per il semplice fatto che non c'è nulla da spiegare.Noi siamo soltanto degli animali, siamo frutto del caso.Tutto qua.Le religioni sono soltanto un paliativo dato a chi non è capace di accetta il semplice fatto che al sua vita non ha alcun senso "supremo".Rassegnati. Prima lo farai e prima farai pace con il mondo.http://www.uaar.it
  • ilmassi scrive:
    che TRISTEZZA....
    notizia tecnologica...un piccolo stato adotta un canale video su internet per comunicare.e la gente cosa usa i commenti a fare? si inizia a sfogare tutta la rabbia anticlericale e si scatena l'indottrinamento dei religiosi atei...che pretendono di fare proseliti e convertire la gente al 'nulla'..ma che tristezza.E' tipico di questi commenti...solo che venga citata una persona nell'articolo ed ecco che si commenta la persona e non l'articolo, siete ridicoli..ma apritevi un blog se avete tante verità represse.
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: che TRISTEZZA....

      notizia tecnologica...un piccolo stato adotta un
      canale video su internet per comunicare.
      e la gente cosa usa i commenti a fare? si inizia
      a sfogare tutta la rabbia anticlericale e si
      scatena l'indottrinamento dei religiosi
      atei... che pretendono di fare proseliti e
      convertire la gente al 'nulla'..ma che
      tristezza.Perché invece non provi a ribattere a quello che dice chi non la pensa come te?O sai già di non avere argomenti per difendere le assurdità propinate dalla tua chiesa?http://www.uaar.it
      • carlo scrive:
        Re: che TRISTEZZA....
        - Scritto da: Ateo Anticleric ale

        notizia tecnologica...un piccolo stato adotta un

        canale video su internet per comunicare.

        e la gente cosa usa i commenti a fare? si inizia

        a sfogare tutta la rabbia anticlericale e si

        scatena l'indottrinamento dei religiosi

        atei... che pretendono di fare proseliti e

        convertire la gente al 'nulla'..ma che

        tristezza.

        Perché invece non provi a ribattere a quello che
        dice chi non la pensa come
        te?

        O sai già di non avere argomenti per difendere le
        assurdità propinate dalla tua
        chiesa?

        http://www.uaar.itMa rispondere a cosa?Dio esiste nel cuore di tutti i credenti, e tanto basta. Nessuno puo' negarlo. Dio esiste per chi lo cerca, per gli altri no.Se la tua realta' e' limitata dalla scienza, non dovresti nemmeno credere all'esistenza stessa dell'uomo e dell'universo, visto che nessuno e' ancora riuscito a dimostrare come sono nati.
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: che TRISTEZZA....

          Dio esiste nel cuore di tutti i credenti, e tanto
          basta. Nessuno puo' negarlo. Dio esiste per chi
          lo cerca, per gli altri no.Guarda che non basta che tu immagini che dio esista per farlo esistere davvero.Come non basta immaginare di essere ricchi per essere ricchi nella realtà.O intendi dire che se babbo natale esiste nel mio cuore, allora esiste veramente e la notte del 24 dicembre scorrazza in giro per il cielo, a Mach 30, pieno di regali?
          Se la tua realta' e' limitata dalla scienza, non
          dovresti nemmeno credere all'esistenza stessa
          dell'uomo e dell'universo, visto che nessuno e'
          ancora riuscito a dimostrare come sono nati.Ma che razza di discorso illogico fai?La nostra esistenza è dimostrata dal fatto che esistiamo!Inoltre non si capisce perché si pretende che l'universo debba essere stato creato, mentre dio debba poter esistere senza essere stato creato.Se dio può esistere senza essere stato creato, allora anche l'universo può esistere senza essere stato creato.http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Dio esiste nel cuore di tutti i credenti, e
            tanto

            basta. Nessuno puo' negarlo. Dio esiste per chi

            lo cerca, per gli altri no.

            Guarda che non basta che tu immagini che dio
            esista per farlo esistere
            davvero.
            Come non basta immaginare di essere ricchi per
            essere ricchi nella
            realtà.

            O intendi dire che se babbo natale esiste nel mio
            cuore, allora esiste veramente e la notte del 24
            dicembre scorrazza in giro per il cielo, a Mach
            30, pieno di
            regali?


            Se la tua realta' e' limitata dalla scienza, non

            dovresti nemmeno credere all'esistenza stessa

            dell'uomo e dell'universo, visto che nessuno e'

            ancora riuscito a dimostrare come sono nati.

            Ma che razza di discorso illogico fai?

            La nostra esistenza è dimostrata dal fatto che
            esistiamo!

            Inoltre non si capisce perché si pretende che
            l'universo debba essere stato creato, mentre dio
            debba poter esistere senza essere stato
            creato.
            Se dio può esistere senza essere stato creato,
            allora anche l'universo può esistere senza essere
            stato
            creato.

            http://www.uaar.itNon e' certo con la logica umana, inventata dall'uomo per spiegare SOLO cio' che puo' capire, che puoi spiegare l'esistenza o la non esistenza di Dio.Nel mio cuore Dio esiste, non puoi negarlo.Guarda io non so perche' tu odii tanto chi crede, pero' non cercare di spiegare con le leggi della scienza quello che con la scienza non ha nulla a che fare.Vedo solo tanto odio verso i cristiani da parte di chi non lo e', e francamente non me ne spiego il motivo.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Nel mio cuore Dio esiste, non puoi negarlo.Cosa ci sia nel tuo cuore è del tutto IRRILEVANTE.dio non esiste nella realtà solo perché tu immagini che sia nel tuo cuore, esattamente come babbo natale non esiste nella realtà solo perché i bambini pensano che sia lui a portargli i regali.
            Guarda io non so perche' tu odii tanto chi credeIo non odio chi crede.Non sopporto chi pretende di impormi la sua morale, come cerca di fare la chiesa cattolica.http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Nel mio cuore Dio esiste, non puoi negarlo.

            Cosa ci sia nel tuo cuore è del tutto IRRILEVANTE.

            dio non esiste nella realtà solo perché tu
            immagini che sia nel tuo cuore, esattamente come
            babbo natale non esiste nella realtà solo perché
            i bambini pensano che sia lui a portargli i
            regali.
            Dato che la fede e' qualcosa di intimo, cosa c'e' nel mio cuore e' irrilevante per te, non per me.

            Guarda io non so perche' tu odii tanto chi crede

            Io non odio chi crede.

            Non sopporto chi pretende di impormi la sua
            morale, come cerca di fare la chiesa
            cattolica.Importi? CHi ti impone qualcosa?

            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....



            Nel mio cuore Dio esiste, non puoi negarlo.

            Cosa ci sia nel tuo cuore è del tutto IRRILEVANTE.

            dio non esiste nella realtà solo perché tu

            immagini che sia nel tuo cuore, esattamente come

            babbo natale non esiste nella realtà solo perché

            i bambini pensano che sia lui a portargli i

            regali.
            Dato che la fede e' qualcosa di intimo, cosa c'e'
            nel mio cuore e' irrilevante per te, non per me.Ripeto.Quello che c'è nel tuo cuore è IRRILEVANTE.dio non esiste nella realtà solo perché tu immagini che esista.
            Importi? Chi ti impone qualcosa?Mai sentito parlare della vergognosa legge clericale sulla procreazione assistita?E questo è solo uno dei tanti esempi.
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale



            Nel mio cuore Dio esiste, non puoi negarlo.



            Cosa ci sia nel tuo cuore è del tutto
            IRRILEVANTE.


            dio non esiste nella realtà solo perché tu


            immagini che sia nel tuo cuore, esattamente
            come


            babbo natale non esiste nella realtà solo
            perché


            i bambini pensano che sia lui a portargli i


            regali.


            Dato che la fede e' qualcosa di intimo, cosa
            c'e'

            nel mio cuore e' irrilevante per te, non per me.

            Ripeto.
            Quello che c'è nel tuo cuore è IRRILEVANTE.
            dio non esiste nella realtà solo perché tu
            immagini che
            esista.Ripeto. Quello che tu pensi e' irrilevante per me.Nel mio cuore Dio esiste. Il dire che sia irrilevante non lo toglera' di certo.Ripeto: il mio cuore non risponde alle leggi della termodinamica, mi dispiace per te, ma a quelle della mia fede.Ripeto: tu non puoi capirlo perche' sei LIMITATO.


            Importi? Chi ti impone qualcosa?

            Mai sentito parlare della vergognosa legge
            clericale sulla procreazione
            assistita?

            E questo è solo uno dei tanti esempi.Se la legge e' stata scritta da cattolici che hanno vinto le elezioni, non c'e' nulla di vergognoso: chiamasi democrazia. Chi vince le elezioni, detta legge.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Ripeto: tu non puoi capirlo perche' sei LIMITATO.Oh, chiedo perdono.Dimenticavo che voi siete i detentori dell'unica Verità, esattamente come tutte le altre fedi religiose, anche loro detentrici dell'unica Verità.
            Se la legge e' stata scritta da cattolici che
            hanno vinto le elezioni, non c'e' nulla di
            vergognoso: chiamasi democrazia. Chi vince le
            elezioni, detta legge.Ma le legge deve rispettare anche i non credenti, in quanto l'Italia è un paese LAICO!http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            Ma la maggioranza decide anche per la minoranza che non puo' pretendere il contrario.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Ma la maggioranza decide anche per la minoranza
            che non puo' pretendere il contrario.Credo che non ti sia molto chiaro il concetto di Democrazia.Democrazia non significa che la maggioranza può calpestare i diritti della minoranza.O intendi dire che se in Italia venisse votata a MAGGIORANZA una Legge che prevede il CARCERE per chi dichiara pubblicamente che DIO NON ESISTE, tu non avresti nulla da eccepire?Oppure che se in Italia venisse votata a MAGGIORANZA la DEPENALIZZAZIONE dello STUPRO se commesso da un cittadino italiano su una donna non italiana, tu non avresti nulla da eccepire?In fondo lo ha deciso la maggioranza...http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            Cosa centra? Se mio nonno avesse avuto le eliche io sarei stato un jet!E' ironico che lo scenario che dipingi è uno scenario possibile solo in una nazione SENZA DIO, ovvero nello scenario quale quello che tu propugni ed auspichi, dove ognuno se ne frega dell'altro e quel che capita a te sono comunque c...i tuoi. Salvo poi renderti conto delle possibili complicazioni di tale contesto.Perchè aiutare il piu' debole ed il bisognoso vicino a te, non uccidere, non dire falsa testimonianza, non rubare, non dire falsa testimonianza, sono appunto tutti concetti che hanno le radici nelle principali religioni, anche in quel cristianesimo che tu aborrisci e concepiscii come una schiavitù.....
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....



            Ma la maggioranza decide anche per la minoranza che


            non puo' pretendere il contrario.

            O intendi dire che se in Italia venisse votata

            MAGGIORANZA una Legge che prevede il CARCERE per chi

            dichiara pubblicamente che DIO NON ESISTE, tu non

            avresti nulla da eccepire?

            Oppure che se in Italia venisse votata a MAGGIORANZA la

            DEPENALIZZAZIONE dello STUPRO se commesso da un

            cittadino italiano su una donna non italiana, tu non

            avresti nulla da eccepire?
            Cosa centra?
            Se mio nonno avesse avuto le eliche io sarei stato un jet!Non stai rispondendo alle mie due domande.Ti sfido a rispondere con un "SI, ho da ridire anche se è stato deciso a maggioranza" o un "NO, sono d'accordo perché è stato deciso a maggioranza".
            E' ironico che lo scenario che dipingi è uno
            scenario possibile solo in una nazione SENZA DIO,Tratto dalla bibbia:http://www.bibbiaedu.it/bibbia/seed/GestBibbia.Ricerca?Libro=Gn&Capitolo=19####I due angeli arrivarono a Sòdoma sul far della sera, mentre Lot stava seduto alla porta di Sòdoma. Non appena li ebbe visti, Lot si alzò, andò loro incontro e si prostrò con la faccia a terra. 2 E disse: "Miei signori, venite in casa del vostro servo: vi passerete la notte, vi laverete i piedi e poi, domattina, per tempo, ve ne andrete per la vostra strada".[...]Non si erano ancora coricati, quand`ecco gli uomini della città, cioè gli abitanti di Sòdoma, si affollarono intorno alla casa, giovani e vecchi, tutto il popolo al completo. 5 Chiamarono Lot e gli dissero: "Dove sono quegli uomini che sono entrati da te questa notte? Falli uscire da noi, perché possiamo abusarne!". 6 Lot uscì verso di loro sulla porta e, dopo aver chiuso il battente dietro di sé, 7 disse: "No, fratelli miei, non fate del male! 8 Sentite, io ho due figlie che non hanno ancora conosciuto uomo; lasciate che ve le porti fuori e fate loro quel che vi piace, purché non facciate nulla a questi uomini, perché sono entrati all`ombra del mio tetto"####Per fortuna che NON sono cristiano!!!http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale



            Ma la maggioranza decide anche per la
            minoranza
            che



            non puo' pretendere il contrario.



            O intendi dire che se in Italia venisse votata


            MAGGIORANZA una Legge che prevede il CARCERE
            per
            chi


            dichiara pubblicamente che DIO NON ESISTE, tu
            non


            avresti nulla da eccepire?



            Oppure che se in Italia venisse votata a
            MAGGIORANZA
            la


            DEPENALIZZAZIONE dello STUPRO se commesso da un


            cittadino italiano su una donna non italiana,
            tu
            non


            avresti nulla da eccepire?


            Cosa centra?

            Se mio nonno avesse avuto le eliche io sarei
            stato un
            jet!

            Non stai rispondendo alle mie due domande.

            Ti sfido a rispondere con un "SI, ho da ridire
            anche se è stato deciso a maggioranza" o un "NO,
            sono d'accordo perché è stato deciso a
            maggioranza".


            E' ironico che lo scenario che dipingi è uno

            scenario possibile solo in una nazione SENZA
            DIO,

            Tratto dalla bibbia:
            http://www.bibbiaedu.it/bibbia/seed/GestBibbia.Ric
            ####
            I due angeli arrivarono a Sòdoma sul far della
            sera, mentre Lot stava seduto alla porta di
            Sòdoma. Non appena li ebbe visti, Lot si alzò,
            andò loro incontro e si prostrò con la faccia a
            terra. 2 E disse: "Miei signori, venite in casa
            del vostro servo: vi passerete la notte, vi
            laverete i piedi e poi, domattina, per tempo, ve
            ne andrete per la vostra
            strada".
            [...]
            Non si erano ancora coricati, quand`ecco gli
            uomini della città, cioè gli abitanti di Sòdoma,
            si affollarono intorno alla casa, giovani e
            vecchi, tutto il popolo al completo. 5 Chiamarono
            Lot e gli dissero: "Dove sono quegli uomini che
            sono entrati da te questa notte? Falli uscire da
            noi, perché possiamo abusarne!". 6 Lot uscì verso
            di loro sulla porta e, dopo aver chiuso il
            battente dietro di sé, 7 disse: "No, fratelli
            miei, non fate del male! 8 Sentite, io ho due
            figlie che non hanno ancora conosciuto uomo;
            lasciate che ve le porti fuori e fate loro quel
            che vi piace, purché non facciate nulla a questi
            uomini, perché sono entrati all`ombra del mio
            tetto"
            ####

            Per fortuna che NON sono cristiano!!!

            http://www.uaar.itDevo lasciarti per oggi. Continuiamo domani. Come al solito estrapoli senza spiegare. In 2 secondi.a) C'erano tradizioni tribali qualche anno fa, sai quando c'erala schiavitu'.... se le giudichi con gli occhi di oggi senza conoscerle inizio a dubitare che tu sia in buona fede b) Le leggi si basano su una costituzione che stabilisce lo stato laico, che non è ateo. E non si prescinde da certivalore che..guarda caso...affondano storicamente in alcuni principi religiosi....
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            b) Le leggi si basano su una costituzione che
            stabilisce lo stato laico, che non è ateo. E non
            si prescinde da certi valore che..guarda
            caso...affondano storicamente in alcuni principi
            religiosi....Ma allora non è più valido quanto hai inizialmente affermato:"Ma la maggioranza decide anche per la minoranza che non puo' pretendere il contrario".Quindi riconosci il mio diritto di Ateo a non vedermi imposte leggi basate sulla morale cattolica, come, ad esempio, la rivoltante legge sulla procreazione assistita.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            b) Le leggi si basano su una costituzione che

            stabilisce lo stato laico, che non è ateo. E non

            si prescinde da certi valore che..guarda

            caso...affondano storicamente in alcuni principi

            religiosi....

            Ma allora non è più valido quanto hai
            inizialmente
            affermato:

            "Ma la maggioranza decide anche per la minoranza
            che non puo' pretendere il
            contrario".

            Quindi riconosci il mio diritto di Ateo a non
            vedermi imposte leggi basate sulla morale
            cattolica, come, ad esempio, la rivoltante legge
            sulla procreazione
            assistita.

            http://www.uaar.ita) Probabilmente ti sfugge la differenza tra laico ed ateo che non sono sinonimi. b) Nessuna smentita o perdita di coerenza. Se in democrazia la maggioranza è (o dovrebbe essere) cattolica e fa leggi ispirate a questa morale, non ti resta che organizzati democraticamente con i tuoi amici e diventa maggioranza alle prossime elezioni.I paletti a cui mi riferisco sono gli esempi che hai citato e che non potranno mai accadere in uno stato che fosse davvero ispirato alla morale cattolica (e non solo a parole come lo stato Italiano, vedi aborto). Stupri, omicidi etc sono agli antipodi dell'insegnamento cattolico, non necesariamente dell'ateismo spinto che svuota l'esistenza di buona parte gli obblighi morali verso il prossimo. Ricordati che l'insegnamento cardine è "ama il prossimo tu ocome te stesso". Quindi in uno stato cattolico l'eventualità di norme estremizzate quali quelle che hai citato d'esempio non potrebbero mai essere.....
          • SiN scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            Mai sentito parlare della vergognosa legge
            clericale sulla procreazione
            assistita?fosse stata clericale, la legge avrebbe semplicemente detto"è proibita la procreazione assistita"
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....


            Mai sentito parlare della vergognosa legge

            clericale sulla procreazione assistita?
            fosse stata clericale, la legge avrebbe
            semplicemente detto
            "è proibita la procreazione assistita"Tranquillo, ci arriveremo presto.Così potremmo metterci a fianco della teocrazia iraniana senza sfigurare.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            Si chiama entropia e si studia a Fisica (facolta cattolica imposta per legge of course) :)
    • carlo scrive:
      Re: che TRISTEZZA....
      - Scritto da: ilmassi
      notizia tecnologica...un piccolo stato adotta un
      canale video su internet per
      comunicare.

      e la gente cosa usa i commenti a fare? si inizia
      a sfogare tutta la rabbia anticlericale e si
      scatena l'indottrinamento dei religiosi
      atei...che pretendono di fare proseliti e
      convertire la gente al 'nulla'..ma che
      tristezza.

      E' tipico di questi commenti...solo che venga
      citata una persona nell'articolo ed ecco che si
      commenta la persona e non l'articolo, siete
      ridicoli..ma apritevi un blog se avete tante
      verità
      represse.Come non quotare."Tristezza" e' l parola giusta. Queste persone sono tristi e diffondono tristezza.Oramai non appena un cattolico appare in un forum, ecco partire il proseltismo al contrario. Poi questi sarebbero i democratici progressisti...sembrano invece dei vecchi nazisti che vorrebbero elimiare i cattolici.Che tristezza.
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: che TRISTEZZA....

        "Tristezza" e' l parola giusta. Queste persone
        sono tristi e diffondono tristezza.Quando non si ha la vita condizionata dalle assurdità religiose si vive molto più felici, perché si riacquista la libertà di pensiero.
        Poi questi sarebbero i democratici
        progressisti...sembrano invece dei vecchi nazisti
        che vorrebbero elimiare i cattolici.Guarda che se c'è qualcuno che vuole imporre la propria morale, quelli sono i credenti, che si credono i detentori della Verità. I non credenti non impongono nulla a nessuno.http://www.uaar.it
        • carlo scrive:
          Re: che TRISTEZZA....
          - Scritto da: Ateo Anticleric ale

          "Tristezza" e' l parola giusta. Queste persone

          sono tristi e diffondono tristezza.

          Quando non si ha la vita condizionata dalle
          assurdità religiose si vive molto più felici,
          perché si riacquista la libertà di
          pensiero.
          La tua liberta' di pensiero equivale a pensare al contrario di come pensano le religioni. Il vero schiavo sei tu, che per definizione neghi quello che pensano le varie religioni.

          Poi questi sarebbero i democratici

          progressisti...sembrano invece dei vecchi
          nazisti

          che vorrebbero elimiare i cattolici.

          Guarda che se c'è qualcuno che vuole imporre la
          propria morale, quelli sono i credenti, che si
          credono i detentori della Verità. I non credenti
          non impongono nulla a
          nessuno.Dimmi che cosa ti impediscono di fare i cristiani.

          http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....


            Quando non si ha la vita condizionata dalle

            assurdità religiose si vive molto più felici,

            perché si riacquista la libertà di pensiero.
            La tua liberta' di pensiero equivale a pensare al
            contrario di come pensano le religioni. Il vero
            schiavo sei tu, che per definizione neghi quello
            che pensano le varie religioni.NO.Io, in quanto orgogliosamente Ateo, sono libero di pensare quello che mi pare.Sei tu, che se sei un vero credente, sei obbligato a piegare la tua mente per obbedire ciecamente ai dogmi della tua chiesa.A voi non è permesso mettere in dubbio i dogmi, la chiesa è molto chiara su questo.

            Guarda che se c'è qualcuno che vuole imporre la

            propria morale, quelli sono i credenti, che si

            credono i detentori della Verità. I non credenti

            non impongono nulla a

            nessuno.
            Dimmi che cosa ti impediscono di fare i cristiani.Un esempio fra i tanti, poter morire dignitosamente, mentre la chiesa pretende di decidere della tua vita e della tua morte, come squallidamente sta cercando di fare con Eluana Englaro.http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale


            Quando non si ha la vita condizionata dalle


            assurdità religiose si vive molto più felici,


            perché si riacquista la libertà di pensiero.


            La tua liberta' di pensiero equivale a pensare
            al

            contrario di come pensano le religioni. Il vero

            schiavo sei tu, che per definizione neghi quello

            che pensano le varie religioni.

            NO.

            Io, in quanto orgogliosamente Ateo, sono libero
            di pensare quello che mi
            pare.

            Sei tu, che se sei un vero credente, sei
            obbligato a piegare la tua mente per obbedire
            ciecamente ai dogmi della tua
            chiesa.
            A voi non è permesso mettere in dubbio i dogmi,
            la chiesa è molto chiara su
            questo.Io sono libero di scegliere a cosa credere. Nella mia liberta' scelgo di essere cristiano.Tu nella tua liberta' di non esserlo.Io sono cattolico perche' nella fede cattolica trovo la liberta' e la verita', che ho abbracciato per mia LIBERA SCELTA.



            Guarda che se c'è qualcuno che vuole imporre la


            propria morale, quelli sono i credenti, che si


            credono i detentori della Verità. I non
            credenti


            non impongono nulla a


            nessuno.


            Dimmi che cosa ti impediscono di fare i
            cristiani.

            Un esempio fra i tanti, poter morire
            dignitosamente, mentre la chiesa pretende di
            decidere della tua vita e della tua morte, come
            squallidamente sta cercando di fare con Eluana
            Englaro.La chiesa non pretende di decidere, la chiesa parla al cuore dei cattolici.Se un giudice o un politico e' cattolico, mi aspetto che si comporti come tale. La prossima volta vota chi si dichiara apertamente non cattolico, o emigra in un paese dove chi governa non e' credente. Sei LIBERO di farlo.

            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Io sono libero di scegliere a cosa credere. Nella
            mia liberta' scelgo di essere cristiano.
            Io sono cattolico perche' nella fede cattolica
            trovo la liberta' e la verita', che ho
            abbracciato per mia LIBERA SCELTA.Quindi mi stai dando ragione!Scegliendo di essere cattolico scegli di privarti della tua libertà di pensiero per sottometterti ai dogmi della chiesa.Liberissimo di farlo, ma ti deve essere chiaro che così stai rinunciando alla tua libertà di pensiero proprio perché i dogmi non possono essere messi in discussione in alcun modo.
            La chiesa non pretende di decidere, la chiesa
            parla al cuore dei cattolici.
            Se un giudice o un politico e' cattolico, mi
            aspetto che si comporti come tale.MA NEANCHE PER SOGNO!!!Esiste una costituzione che dice chiaramente che l'Italia è un paese LAICO.I politici devono legiferare nel rispetto della dignità di tutti, anche dei non credenti.Quello che tu vorresti è uno stato confessionale, esattamente come l'Iran.
            emigra in un paese dove chi governa non e' credente.NO.L'Italia è un paese laico e i cattolici non devono permettersi di impormi la loro morale!http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Io sono libero di scegliere a cosa credere.
            Nella

            mia liberta' scelgo di essere cristiano.

            Io sono cattolico perche' nella fede cattolica

            trovo la liberta' e la verita', che ho

            abbracciato per mia LIBERA SCELTA.

            Quindi mi stai dando ragione!
            Scegliendo di essere cattolico scegli di privarti
            della tua libertà di pensiero per sottometterti
            ai dogmi della
            chiesa.
            Liberissimo di farlo, ma ti deve essere chiaro
            che così stai rinunciando alla tua libertà di
            pensiero proprio perché i dogmi non possono
            essere messi in discussione in alcun
            modo.Non ti do ragione, nella mia libera' scelgo. Se non lo capisci, non so cosa farci.


            La chiesa non pretende di decidere, la chiesa

            parla al cuore dei cattolici.

            Se un giudice o un politico e' cattolico, mi

            aspetto che si comporti come tale.

            MA NEANCHE PER SOGNO!!!

            Esiste una costituzione che dice chiaramente che
            l'Italia è un paese
            LAICO.

            I politici devono legiferare nel rispetto della
            dignità di tutti, anche dei non
            credenti.

            Quello che tu vorresti è uno stato confessionale,
            esattamente come
            l'Iran.


            emigra in un paese dove chi governa non e'
            credente.L'Italia e' una democrazia, e se voto un cattolico PRETENDO CHE GOVERNI COME TALE. L'essere un paese laico non significa fare il contrario di quello che dice la chiesa o fare quello che pensa la minoranza della popolazione. Il non avere una religione di stato non ha niente a che fare con la liberta' di espressione.Se io propongo una legge, il parlamento la vota secondo coscenza. Se io eleggo un cattolico, mi aspetto che legiferi come tale.

            NO.

            L'Italia è un paese laico e i cattolici non
            devono permettersi di impormi la loro
            morale!L'italia e' un paese democratico e chi governa deve legiferare rispettando la propria coscenza e gli elettori che l'hanno scelto.Ripassa il governo di democrazia.

            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Non ti do ragione, nella mia libera' scelgo.Scegli liberamente di non essere libero, in quanto assoggettato ai dogmi.Tranquillo, ho capito perfettamente.

            Esiste una costituzione che dice chiaramente che

            l'Italia è un paese LAICO.

            I politici devono legiferare nel rispetto della

            dignità di tutti, anche dei non credenti.

            Quello che tu vorresti è uno stato confessionale,

            esattamente come l'Iran.
            Se io propongo una legge, il parlamento la vota
            secondo coscenza. Se io eleggo un cattolico, mi
            aspetto che legiferi come tale.La Costituzione Italiana garantisce la libertà del credo.E quindi i cattolici non possono legiferare pensando di imporre a tutti la loro morale!
            L'Italia e' un paese democratico e chi governa
            deve legiferare rispettando la propria coscenza e
            gli elettori che l'hanno scelto.Quindi se DEMOCRATICAMENTE venisse fatta una legge per impiccare tutti Atei, tu non nulla da eccepire?http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            Quando le elezioni le vinceranno gli atei, legalizzeranno matrimoni tra gay, lesbiche e tutte le varie combinazioni.Legalizzeranno suicidi, aborti, eutanasia e quant'altro.Quando le vinceranno i musulmani introdurranno lapidazioni e torture varie.Adesso il governo e' a maggioranza cattolica, perche' cosi' la gente ha scelto. Di conseguenza legifera.Fattene una ragione o emigra.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Adesso il governo e' a maggioranza cattolica,IRRILEVANTE.Il mio diritto, garantito dalla Costituzione Italiana, ad essere Ateo e a non vedermi imposta la morale cattolica è del tutto valido!
            Fattene una ragione o emigra.MAI.Io sono italiano, vivo in Italia e i cattolici non devono permettersi di impormi la loro morale. Chiaro?http://www.uaar.it
      • Vihai Varlog scrive:
        Re: che TRISTEZZA....


        Poi questi sarebbero i democratici
        progressisti...sembrano invece dei vecchi nazisti
        che vorrebbero elimiare i cattolici.Io vorrei semplicemente che i cattolici (e non solo loro) la smettano di voler imporre la LORO morale alla MIA vita.Quando i giornali smetteranno di mettere un articolo dettato dal vostro papa ogni giorno riparleremo su chi rompe veramente gli zebedei.
        • carlo scrive:
          Re: che TRISTEZZA....
          - Scritto da: Vihai Varlog



          Poi questi sarebbero i democratici

          progressisti...sembrano invece dei vecchi
          nazisti

          che vorrebbero elimiare i cattolici.

          Io vorrei semplicemente che i cattolici (e non
          solo loro) la smettano di voler imporre la LORO
          morale alla MIA
          vita.

          Quando i giornali smetteranno di mettere un
          articolo dettato dal vostro papa ogni giorno
          riparleremo su chi rompe veramente gli
          zebedei.Cacchio camba giornale...Il Papa essendo il capo morale di un paio di miliardi di persone penso abbia diritto al suo spazio sui media.Ripeto: cambia giornale.E alle prossime elezioni vota dei non cattoliciMi stupisco di come vi faccia male la democrazia.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Il Papa essendo il capo morale di un paio di
            miliardi di persone penso abbia diritto al suo
            spazio sui media.Primo, i cattolici sono meno della metà.Secondo, guarda che solo in Italia ratzinger ha così tanta visibilità.All'estero, dove sono un po' più seri di noi, non se lo fila nessuno.
            Mi stupisco di come vi faccia male la democrazia.Guarda che una democrazia sana rispetta i diritti di tutti.Mentre quello che succede in Italia è che i politici fanno a gare per leccare il sedere al vaticano (ovviamente per motivi elettorali. Memorabile il family day portato avanti da politici pluridivorziati :-D ) imponendo a tutti, anche ai non credenti, la sua morale.http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Il Papa essendo il capo morale di un paio di

            miliardi di persone penso abbia diritto al suo

            spazio sui media.

            Primo, i cattolici sono meno della metà.

            Secondo, guarda che solo in Italia ratzinger ha
            così tanta
            visibilità.No, sono circa 2 miliardi. Comunque sono sempre piu' dei non cattolici in Italia.
            All'estero, dove sono un po' più seri di noi, non
            se lo fila
            nessuno.Emigra. Che aspetti?


            Mi stupisco di come vi faccia male la
            democrazia.

            Guarda che una democrazia sana rispetta i diritti
            di
            tutti.

            Mentre quello che succede in Italia è che i
            politici fanno a gare per leccare il sedere al
            vaticano (ovviamente per motivi elettorali.
            Memorabile il family day portato avanti da
            politici pluridivorziati :-D ) imponendo a tutti,
            anche ai non credenti, la sua
            morale.La morte non e' un diritto nel nostro ordinamento giuridico.I matrimoni tra persone dello stesso sesso nemmeno. Se vuoi che lo sia, vota degli anticlericali come te.In democrazia governa chi vince. Non ti va bene? Emigra.

            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            No, sono circa 2 miliardi.Balle.I cattolici sono meno della metà.I cristiani nella loro totalità sono circa 2 miliardi.
            Emigra.MAIRimarrò qua e combatterò l'arroganza della chiesa cattolica che pretende di impormi la sua morale.L'Italia deve diventare un paese libero, dove i cittadini possono vivere secondo al propria coscienza, nel rispetto degli altri.http://www.uaar.it
          • ilmassi scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            sisi paese libero...se non te ne sei accorto in italia c'è la democrazia, e ci sono anche i cattolici, ed è quindi abbastanza palese che il loro voto conti tanto quanto quello di comunista bolscevico.L'imposizione delle idee mi sembra piuttosto la tua che non permetti a chi la pensa diverso da te di avere la sua opinione.Dici che l'ateismo porti felicità ma mi sembri molto nervoso e frustrato da questa voglia di dimostrare il nulla..di dimostrare che dio non esiste quando non puoi farlo..di non avere nessuna risposta sulle origini dell'uomo e sui confini dell'universo, non capisci perchè la mente umana non è in grado di capire il concetto di infinito...forse vuoi tappare la bocca agli altri perchè potrebbero avere ragione..Io non pretendo certo di essere nella verità, ma non riconoscendo la libertà della mente dei credenti ti rendi veramente ridicolo.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            sisi paese libero...se non te ne sei accorto in
            italia c'è la democrazia, e ci sono anche i
            cattolici, ed è quindi abbastanza palese che il
            loro voto conti tanto quanto quello di comunista
            bolscevico.Ho detto che i cattolici non hanno il diritto di impormi la loro morale.E' tanto difficile da capire, o la vostra voglia di imporvi su chi non la pensa come voi è così in insopprimibile?
            Dici che l'ateismo porti felicitàCERTAMENTE.Perché io Ateo ho la libertà di pensiero che voi cattolici NON potete avere.
            ma mi sembri molto nervoso e frustratoNon sono nervoso o frustrato.Non sopporto chi pretende di dirmi cosa devo pensare perché si ritiene il detentore della Verità.
            dimostrare che dio non esiste quando non puoi farlo..NON sono io che devo dimostrare che dio non esiste.Siete voi che DOVETE dimostra che il vostro dio esiste.L'onere della prova spetta a voi.Ma siccome non avete neanche uno straccio di prova allora cercate ribaltare la frittata pretendendo che siano gli Atei a dimostrare che dio non esiste.Fate veramente ridere!
            nessuna risposta sulle origini dell'uomoChiamasi Evoluzione.Immagino che tu invece vada dietro a quella IDIOZIA chiamata creazionismo.
            la mente umana non è in grado di capire il concetto
            di infinito...Forse la tua...Il concetto di infinito, in quanto tale, è perfettamente comprensibile, tanto che i matematici lo usano abitualmente.
            forse vuoi tappare la bocca agli altri perché potrebbero
            avere ragioneHai detto proprio bene "potrebbero".Peccato che però non ce l'hanno.
            non riconoscendo la libertà della mente dei
            credenti ti rendi veramente ridicolo.Non è che io devo riconoscerlo.Voi cattolici non l'avete proprio per definizione perché siete obbligati ad accettare i dogmi della chiesa cattolica senza poterli mettere in discussione.Quindi non avete libertà di pensiero.E' un fatto su cui non c'è molto da discutere.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            Guarda che sei tu che stai cercando di convertire chi non condivide le tue idee, al punto che metti sotto ogni post un link, manco fossimo in campagna elettorale e tu dovessi gridare il tuo "vota antonio"!Seguendo il tuo pensiero, prigioniero del tuo dover essere "contro" sempre ecomunque a qualsiasi argomentazione religiosa, i dogmi sono un limite alla libertà di pensiero, un po' come l'obbligo di schiacciare la frizione prima di ingranare una marcia fosse un limite della libertà diguida, quanod invece serve a guidare meglio e preservare il mezzo.Ma è un obbligo, ed in quanto tale e' limitativo a priori.Sei libero di sfasciare la tua macchina. Ma non chiederci di fare altrettanto nel nome della tua fraintesa libertà
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Guarda che sei tu che stai cercando di convertire
            chi non condivide le tue idee, al punto che metti
            sotto ogni post un link,Primo, io nei miei commenti scrivo quello che mi pare, non quello che dicono gli altri. CHIARO?Secondo, ti sfido a trovare nei miei commenti un qualsivoglia tentativo di convertire qualcuno. Io dico solamente alle persone di pensare usando la propria testa, invece di farsi castrare il cervello dalle varie religioni.
            Seguendo il tuo pensiero, prigioniero del tuo
            dover essere "contro" sempre e comunque a
            qualsiasi argomentazione religiosa,Questo nella tua fantasia, forse.Io sono un cultore del Libero Pensiero.Che dopo il Libero Pensiero sia incompatibile con le religioni è un problema delle religioni, non mio.
            i dogmi sono un limite alla libertà di pensiero,Forse non te ne sei ancora reso ben conto, ma i dogmi NON SONO DISCUTIBILI.Se tu sei un cattolico, allora sei obbligato ad accettare i dogmi senza poterli mettere in dubbio.
            un po' come
            l'obbligo di schiacciare la frizione prima di
            ingranare una marcia fosse un limite della
            libertà diguida, quanod invece serve a guidare
            meglio e preservare il mezzo.Senza rendertene conto mi stai dando ragione.Tu dici che premere la frizione serve a guidare meglio e preservare il mezzo.Ma questo lo puoi dire solo perché hai avuto la libertà di ragionarci sopra.Se invece ti fosse stato imposto come dogma, tu lo avresti fatto senza avere la benché minima idea del perché dovevi farlo.E difatti, se invece ti avessero detto che per fermarti devi schiantarti contro un muro, se hai la Libertà di Pensiero allora ci ragioni sopra e poi dici "Meglio usare i freni", se invece devi accettarlo come dogma allora userai il muro.Grazie per aver sostenuto involontarimente la mia tesi :-Dhttp://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Guarda che sei tu che stai cercando di
            convertire

            chi non condivide le tue idee, al punto che
            metti

            sotto ogni post un link,

            Primo, io nei miei commenti scrivo quello che mi
            pare, non quello che dicono gli altri.
            CHIARO?Cosa centra? Non rispondi al mio punto e pretendi l'esclusiva della libertà di pensiero. Infatti un po' presuntuosamente ritieni che chi non la pensa come te sia necessariamente filoguidato.
            Secondo, ti sfido a trovare nei miei commenti un
            qualsivoglia tentativo di convertire qualcuno. Io
            dico solamente alle persone di pensare usando la
            propria testa, invece di farsi castrare il
            cervello dalle varie
            religioni.Che pensi con la propria testa purchè la usi come pare a te e ti dia ragione. Siccome secondo te avere un dogma è castrante tutti devono condividere questa tua opinione oppure non sono liberi di pensare. Non la trovi un po' rocambolesca da sostenere come posizione?

            Seguendo il tuo pensiero, prigioniero del tuo

            dover essere "contro" sempre e comunque a

            qualsiasi argomentazione religiosa,

            Questo nella tua fantasia, forse.

            Io sono un cultore del Libero Pensiero.Vedo vedo. Vedi sopra.
            Che dopo il Libero Pensiero sia incompatibile con
            le religioni è un problema delle religioni, non
            mio.Ti assicuro che le religioni vivono benissimo senza il tuo (pseudo)libero pensiero. Non sono pronto a scommettere il contrario. Anzi, la tua acredine mi fa supporre certa tensione interna.

            i dogmi sono un limite alla libertà di pensiero,
            Forse non te ne sei ancora reso ben conto, ma i
            dogmi NON SONO
            DISCUTIBILI.

            Se tu sei un cattolico, allora sei obbligato ad
            accettare i dogmi senza poterli mettere in
            dubbio.Dunque vediamo. In base al tuo concetto, in nome del libero pensiero uno che si dice milanista DEVE poter tenere all'Inter o alla JUVE. In quanto il DOGMA che un milanista deve tenere al milan sarebbe una castrazione che porterebbe il cervello all'ammasso.SORPRESA! Il dogma che il tifoso di una squadra non puo' tenere ad un'altra e dirsi tifoso della prima NON E' DISCUTIBILE.Nessuno ti obbliga a tenere al milan (o alla juve, alla Roma o qualunque altra squadra, guarda la luna ora e non il dito) ma se scegli di dirti milanista devi accettare il dogma che devi tenere al milan.

            un po' come

            l'obbligo di schiacciare la frizione prima di

            ingranare una marcia fosse un limite della

            libertà diguida, quanod invece serve a guidare

            meglio e preservare il mezzo.

            Senza rendertene conto mi stai dando ragione.

            Tu dici che premere la frizione serve a guidare
            meglio e preservare il
            mezzo.
            Ma questo lo puoi dire solo perché hai avuto la
            libertà di ragionarci
            sopra.
            Se invece ti fosse stato imposto come dogma, tu
            lo avresti fatto senza avere la benché minima
            idea del perché dovevi
            farlo.ERRORE: Accettare (liberamente ovviamente) un dogma non vuol dire non capire il perchè di quanto affermi. Al contrario, scelgo liberamente che se voglio dirmi cristiano non posso prescindere da condividere alcuni concetti tipo che Dio esiste, che Gesu' era suo figlio etc.Non ci voglio credere? Nessun problema. Ma non posso dirmi cristiano. Niente di male. Scegli tu e subisci le conseguenze delle tue scelte, come è giusto e normale che sia. Se poi Gesu' esiste, come credo io, un giorno ti batterà con un dito sulla spalla e ti chiederà se hai intenzione di tenerla lunga, perche' ti ama. Se hai ragione tu non hai niente da temere perche tanto Dio non esiste. Giusto?
            E difatti, se invece ti avessero detto che per
            fermarti devi schiantarti contro un muro, se hai
            la Libertà di Pensiero allora ci ragioni sopra e
            poi dici "Meglio usare i freni", se invece devi
            accettarlo come dogma allora userai il
            muro.

            Grazie per aver sostenuto involontarimente la mia
            tesi
            :-D

            http://www.uaar.itDa quanto scrivi capisco che ti trovi in difficoltà. Ci riprovo: io scelgo LIBERAMENTE di accettare il semplice fatto che se voglio guidare devo accettare alcuni obblighi. Che se ne capisco di meccanica mi sono ovvi e ci ragiono come dici tu. Ma se di meccanica non ci capisco una mazza perchè il motore è troppo complesso per me oppure semplicemente perchè non me ne frega una XXXXX, devo accettare per fede quello che mi hanno detto a scuola guida:a) perchè entri la marcia devo spingere un pedale che è il primo a sx che si chiama frizioneb) solo dopo posso ingranare la marcia etc etc.Sei tu che trovi queste semplici necessità castranti e limitanti della tua libertà di pensare e/o agire.
          • MegaLOL scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: carlo
            Ripeto: cambia giornale.

            E alle prossime elezioni vota dei non cattolici

            Mi stupisco di come vi faccia male la democrazia.La gentaccia di PI non ama la democrazia: vorrebbero essere loro a governare, a imporre a tutti la loro weltanschauung, marciando col pugno alzato e la bava alla bocca e berciando i loro slogan finto-rivoluzionario mentre scaricano pedoXXXXX da internet.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            La gentaccia di PIForse non te ne sei accorto, ma tu stesso sei su PI.http://www.uaar.it
          • MegaLOL scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            La gentaccia di PI

            Forse non te ne sei accorto, ma tu stesso sei su
            PI.Solo per cagarvi addosso.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....



            La gentaccia di PI

            Forse non te ne sei accorto, ma tu stesso sei su PI.
            Solo per cagarvi addosso.Mai sentito parlare di coprolalia?http://www.uaar.it
          • MegaLOL scrive:
            Re: che TRISTEZZA....
            Mi spieghi perchè ogni volta che cago, nella tazza del XXXXX vedo galleggiare la tua faccia?
    • Darkat scrive:
      Re: che TRISTEZZA....
      I cattolici e la chiesa hanno perseguitato per secoli interi popoli, hanno fatto scoppiare disumane guerre solo per "convertire" più gente possibile. Fino a pochi anni fa non si poteva essere "non cattolici" in italia altrimenti rischiavi che nessuno ti parlasse più o peggio che ti ammazzassero.e ora tu dici che chi è ateo e scrive qui è TRISTE perchè attacca i "poveri cattolici" che ricercano in tutti modi di continuare la loro assurda conquista spirituale del mondo? -.- è una battuta vero? se sei credente non hai bisogno che anche gli altri siano credenti...ma evidentemente il papa non la pensa così...avrà dubbi sulla fede?
      • Iliel scrive:
        Re: che TRISTEZZA....
        Differenza fra liberta' di pensiero (ma soprattutto scelta) e mancanza:Io mi fotto una ragazza, lei il giorno dopo vorrebbe prendere la pillola. Ora, in uno stato normale l'obiezione di coscienza di un farmacista sarebbe anche reato, qua da noi viene persino incoraggiata.Nessuno ce l'ha con i cattolici o con il Papa in particolare, se un cattolico non puo' o non deve prendere quella pillola pena scomunica o peggio che non la prenda. Non vedo perchè a tutti gli altri debbano essere privati di questa opzione. In fin dei conti un ateo sarebbe piu' che contento di poter fare quello che le sue libere scelte gli consentono....E lo stesso discorso analogo si potrebbe allargare a tante altre argomentazioni. Nessuno contesta la "scelta di vita del cattolico", in quanto essere senziente ha fatto la sua scelta di vita e di religione e nulla gli viene tolto ne' criticato. Nella medesima misura non vedo perchè si dovrebbero negare queste stesse possibilita' a un ateo o a un islamico.
        • ilmassi scrive:
          Re: che TRISTEZZA....
          ti tradisci da solo perchè l'obiezione di coscienza è un nulla rispetto alle concessioni che riceve ad esempio la condizione islamica. Preghiera sul posto di lavoro 5 volte al giorno(pagata), pretesa di dottore donna per le donne(tutto pagato), richiesta di fare il bagno vestite in piscina, pretesa della foto con il velo integrale sui documenti ecc...Il Papa non impone niente e ha sempre ribadito l'indipendenza dello stato dalla fede, il Papa parla di etica e diritti umani (è il suo mestiere) e fa di tutto con i mezzi legali e disponibili per proporre le sue idee..chi non lo farebbe?? Se volete un governo che non dia il minimo ascolto al Papa su nessun tema vi basta votare chi lo attacca continuamente, e sperare che molti altri la pensino come voi...se no rispettate la democrazia.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: che TRISTEZZA....

            Il Papa non impone nienteMa dove vivi?La chiesa cattolica interviene OGNI giorno nella politica italiana per imporre a tutti i cittadini italiani, anche ai non credenti, la morale cattolica.
            se no rispettate la democrazia.La democrazia deve rispettare i diritti di tutti.In Italia, invece, i cattolici si sentono in diritto di imporre la propria morale a tutti, come se fossero i detentori della Verità.http://www.uaar.it
      • Mtt scrive:
        Re: che TRISTEZZA....
        quand'è scusa che in Italia ti ammazzzavano senon eri cristiano?
  • Vins scrive:
    Strano ma vero...
    Sono ateo e fortemente anti clericale...però, a malincuore, devo ammettere che una cosa giusta l'ha detta...fare in modo che internet sia disponibile a tutti..lo capisse il governo..ma come sappiamo esso è molto suscettibile alle parole del papa..chissa che Ratzy non abbia fatto un buon passo stavolta...personalmente non lo sopporto, ne lui ne la sua massa di deviati dal sentiero della logica umana(non è un insulto ma un dato di fatto. Non voglio offendere nessuno. Per me la religione non è logica quindi chi è religioso è un deviato..non psicologicamente ma umanamente..questo è solo un mio parere, opinabilissimo per altro)....però quando una persona ha ragione bisogna dargliene atto. Per il resto il discorso non mi piace..ma comunque bravo Ratzy
    • carlo scrive:
      Re: Strano ma vero...
      - Scritto da: Vins
      Sono ateo e fortemente anti clericale...però, a
      malincuore, devo ammettere che una cosa giusta
      l'ha detta...fare in modo che internet sia
      disponibile a tutti..lo capisse il governo..ma
      come sappiamo esso è molto suscettibile alle
      parole del papa..chissa che Ratzy non abbia fatto
      un buon passo stavolta...personalmente non lo
      sopporto, ne lui ne la sua massa di deviati dal
      sentiero della logica umana(non è un insulto ma
      un dato di fatto. Non voglio offendere nessuno.
      Per me la religione non è logica quindi chi è
      religioso è un deviato..non psicologicamente ma
      umanamente..questo è solo un mio parere,
      opinabilissimo per altro)....però quando una
      persona ha ragione bisogna dargliene atto. Per il
      resto il discorso non mi piace..ma comunque bravo
      RatzyBeh allora non prendetevela quando danno dei deviati ai gay...
    • carlo scrive:
      Re: Strano ma vero...
      - Scritto da: Vins
      Sono ateo e fortemente anti clericale...però, a
      malincuore, devo ammettere che una cosa giusta
      l'ha detta...fare in modo che internet sia
      disponibile a tutti..lo capisse il governo..ma
      come sappiamo esso è molto suscettibile alle
      parole del papa..chissa che Ratzy non abbia fatto
      un buon passo stavolta...personalmente non lo
      sopporto, ne lui ne la sua massa di deviati dal
      sentiero della logica umana(non è un insulto ma
      un dato di fatto. Non voglio offendere nessuno.
      Per me la religione non è logica quindi chi è
      religioso è un deviato..non psicologicamente ma
      umanamente..questo è solo un mio parere,
      opinabilissimo per altro)....però quando una
      persona ha ragione bisogna dargliene atto. Per il
      resto il discorso non mi piace..ma comunque bravo
      RatzyBeh del resto non troverai mai nessun cristiano che ti dira' che la religione e' logica.Del resto se l'uomo dovesse pensare o agire solo secondo logica saremmo degli automi tutti identici l'uno all'altro.
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Strano ma vero...

        Beh del resto non troverai mai nessun cristiano
        che ti dira' che la religione e' logica.Un ottimo motivo per stare ben lontani dalla religione.La superstizione ha sempre portato solo paura e sofferenza.http://www.uaar.it
        • carlo scrive:
          Re: Strano ma vero...
          - Scritto da: Ateo Anticleric ale

          Beh del resto non troverai mai nessun cristiano

          che ti dira' che la religione e' logica.

          Un ottimo motivo per stare ben lontani dalla
          religione.

          La superstizione ha sempre portato solo paura e
          sofferenza.

          http://www.uaar.itC'e' un limite tra fede e superstizione.Non pretendo che tu lo capisca, in quanto la tua capacita' di comprensione si limita alla logica del primo ordine (inventata dall'uomo per spiegare cio' che puo' comprendere).
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Strano ma vero...



            Beh del resto non troverai mai nessun


            cristiano che ti dira' che la religione e' logica.

            Un ottimo motivo per stare ben lontani dalla

            religione.

            La superstizione ha sempre portato solo paura e

            sofferenza.
            C'e' un limite tra fede e superstizione.NO.Sono la stessa identica cosa.Non c'è differenza qualitativa tra una messa officiata da ratzinger e un rito propiziatorio officiato da mago otelma.http://www.uaar.it
  • Stein Franken scrive:
    Agnostici
    Troppo tempo viene perso in queste diatribe inutili.Personalmente non cerco di giustificare l'esistenza o no di dio, ho cose più importanti nella vita da fare.
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: Agnostici

      Troppo tempo viene perso in queste diatribe inutili.Il problema non è tanto discutere dell'esistenza di dio, che allo stato attuale ha la stessa consistenza dell'esistenza di babbo natale, ma impedire che la chiesa cattolica possa imporre a tutti la sua morale, anche ai non cattolici.http://www.uaar.it
      • carlo scrive:
        Re: Agnostici
        - Scritto da: Ateo Anticleric ale

        Troppo tempo viene perso in queste diatribe
        inutili.

        Il problema non è tanto discutere dell'esistenza
        di dio, che allo stato attuale ha la stessa
        consistenza dell'esistenza di babbo natale, ma
        impedire che la chiesa cattolica possa imporre a
        tutti la sua morale, anche ai non
        cattolici.

        http://www.uaar.itMa imposta a chi?
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: Agnostici


          Il problema non è tanto discutere dell'esistenza

          di dio, che allo stato attuale ha la stessa

          consistenza dell'esistenza di babbo natale, ma

          impedire che la chiesa cattolica possa imporre a

          tutti la sua morale, anche ai non cattolici.
          Ma imposta a chi?Ai non credenti.Volgiamo parlare della disgustosa legge sulla procreazione assistita?Volgiamo parlare delle pressioni fatte dalla chiesa per impedire a Eluana Englaro di vedere soddisfatta la sua volontà?http://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: Agnostici
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale


            Il problema non è tanto discutere
            dell'esistenza


            di dio, che allo stato attuale ha la stessa


            consistenza dell'esistenza di babbo natale, ma


            impedire che la chiesa cattolica possa imporre
            a


            tutti la sua morale, anche ai non cattolici.


            Ma imposta a chi?

            Ai non credenti.

            Volgiamo parlare della disgustosa legge sulla
            procreazione
            assistita?

            Volgiamo parlare delle pressioni fatte dalla
            chiesa per impedire a Eluana Englaro di vedere
            soddisfatta la sua
            volontà?

            http://www.uaar.itParliamone....ma se al governo ci sono dei cattolici, che hanno vinto le elezioni anche per quel motivo, mi aspetto che si governino da cattolici.Del resto Obama si e' appena dimostrato come finto cristiano, in quanto ha agito da non cristiano.Non mi pare che la chiesa abbia imposto qualcosa. Lui ha agito come credeva, la chieva si e' limitata a dire che non condivideva la scelta/Dove sta l'imposizione?Basta votare non cattolici. Questa e' la democrazia
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: Agnostici
            - Scritto da: carlo
            Del resto Obama si e' appena dimostrato come
            finto cristiano, in quanto ha agito da non
            cristiano.
            Non tutti i Cristiani sono dei bigotti moralisti che scattano sull'attenti agli ordini del clero, sai.Anzi, NON sai. Sei un frequentatore di PI. Devi pensare come il groupthink ordina.
          • carlo scrive:
            Re: Agnostici
            - Scritto da: Schiacciane rd
            - Scritto da: carlo


            Del resto Obama si e' appena dimostrato come

            finto cristiano, in quanto ha agito da non

            cristiano.



            Non tutti i Cristiani sono dei bigotti moralisti
            che scattano sull'attenti agli ordini del clero,
            sai.
            Evidentemente non sono cristiani, come ho gia scritto.Votate per questa gente, dov'e' il problema?Ammettete che vorreste uccidere tutti i cattolici, cosi facciamo prima. Tipo antichi romani.
            Anzi, NON sai. Sei un frequentatore di PI. Devi
            pensare come il groupthink
            ordina.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Agnostici

            Ammettete che vorreste uccidere tutti i
            cattolici, cosi facciamo prima. Tipo antichi
            romani.Questa è veramente un'IDIOZIA.http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Agnostici

            Del resto Obama si e' appena dimostrato come
            finto cristiano, in quanto ha agito da non
            cristiano.Per fortuna!Almeno rispetta l'opinione di tutti.
            Non mi pare che la chiesa abbia imposto qualcosa.
            Lui ha agito come credeva, la chieva si e'
            limitata a dire che non condivideva la
            sceltaSemplicemente perché non ha potuto.Ma se potesse imporrebbe la sua morale, esattamente come fa con i cittadini italiani.La vera democrazia rispetta i diritti di tutti.Cosa che qua in Italia non accade.http://www.uaar.it
          • Schiacciane rd scrive:
            Re: Agnostici
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            La vera democrazia rispetta i diritti di tutti.
            Cosa che qua in Italia non accade.
            Chi se ne frega dell'Italia.
          • ilmassi scrive:
            Re: Agnostici
            hahaha è persino stato fatto un referendum sulla procreazione assistita..e in vaticano non si votava.. sei un pagliaccio..questa si chiama democrazia. e la tua arroganza si chiama non riconoscimento della democrazia.
  • Chirichetto scrive:
    Spiegaci ratzinger
    Dio che broswer usa? E satana?
    • Q LO scrive:
      Re: Spiegaci ratzinger
      Ovviamente Satana usa Exporer, perchè vuole convincerti che con lui ti diverti di più, invece Dio usa Firefox, perchè ti lascia libero di scegliere se usare windows live o no ;)
      • Stein Franken scrive:
        Re: Spiegaci ratzinger
        Mica era il diavolo che ti lasciava libertà di scelta, e Dio invece un'unica strada? (rotfl)
        • SiN scrive:
          Re: Spiegaci ratzinger
          - Scritto da: Stein Franken
          Mica era il diavolo che ti lasciava libertà di
          scelta, e Dio invece un'unica strada?
          (rotfl)stein:rimandato in teologia
  • nome cognome scrive:
    Ritorno a un medioevo, ma tecnologico
    In fondo alla chiesa manca il medioevo, erano forti e potenti, e il loro solo obiettivo è ritornare a quel punto. Il papa Ratzinger lo dimostra largamente.Adesso intendono usare la rete come mezzo per propagandare la loro dottrina e riuscire meglio a lavare il cervello dei giovani.Ricordiamolo sempre, la religione è l'oppio del popolo, era vero un tempo è ancora più vero oggi.La migliore cosa che potrebbe fare questo papa è scomparire all'inferno da dove non avrebbe mai dovuto uscire.
    • carlo scrive:
      Re: Ritorno a un medioevo, ma tecnologico
      - Scritto da: nome cognome
      In fondo alla chiesa manca il medioevo, erano
      forti e potenti, e il loro solo obiettivo è
      ritornare a quel punto. Il papa Ratzinger lo
      dimostra
      largamente.

      Adesso intendono usare la rete come mezzo per
      propagandare la loro dottrina e riuscire meglio a
      lavare il cervello dei
      giovani.

      Ricordiamolo sempre, la religione è l'oppio del
      popolo, era vero un tempo è ancora più vero
      oggi.

      La migliore cosa che potrebbe fare questo papa è
      scomparire all'inferno da dove non avrebbe mai
      dovuto
      uscire.In realta' quello che vuoi tu e' un ritorno ai tempi dei romani, quando i cristiani erano dati in pasto ai leoni.Sembra quasi che siati invidiosi...non vedo altro motivo di odiare cosi' tanto chi crede.
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Ritorno a un medioevo, ma tecnologico

        In realta' quello che vuoi tu e' un ritorno ai
        tempi dei romani, quando i cristiani erano dati
        in pasto ai leoni.NO.Semplicemente quando la pianterete di voler imporre a tutti la vostra morale, nessuno dirà più nulla.http://www.uaar.it
  • boro scrive:
    Caro Babbo Natale...
    http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Parlaconme%5E7%5E178017,00.html
  • Ricky scrive:
    Aiuto...
    Anche qui...sono dappertutto questi ESSERI AMENI RICOLMI DI RELIGIONE.Ora vediamo come gestiranno la cosa e quale PLURALITA' ci sara'.Vedremo battaglie DDOS tra RELIGIONI,per portare la "lieta novella" personale, ovviamente diversa a seconda della religione che si prende in considerazione.Il bello delle religioni e' che si reggono sul NULLA e quindi qualunque puo' vantare la VERITA' PER SE STESSA, il che letto in altri termini, NESSUNO HA LA VERITA' IN TASCA.Eppure i caproni sono milioni...
    • Michele A. scrive:
      Re: Aiuto...
      bravo bravo. Tutti uguali. Pregherò per te ed un giorno mi ringrazierai.Ciao
      • boro scrive:
        Re: Aiuto...
        - Scritto da: Michele A.
        bravo bravo. Tutti uguali.
        Pregherò per te ed un giorno mi ringrazierai.
        Ciaohttp://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Parlaconme%5E7%5E178017,00.html
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Aiuto...

        Pregherò per te ed un giorno mi ringrazierai.Risparmiati la fatica.Non c'è nessuno che ti ascolta perché DIO NON ESISTE !!!http://www.uaar.it
        • Mtt scrive:
          Re: Aiuto...
          Preghero' perchè, quando ti accorgerai che esiste, ti sia dato il tempo per dirgli "scusa", anche se alla fine l'importante è esere stati "giusti" ovvero aver fatto del bene al prossimo.Che quel Dio che per te non esiste ti benedica!
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Aiuto...

            Preghero' perchè, quando ti accorgerai che
            esiste, ti sia dato il tempo per dirgli "scusa",Quindi mi avrebbe dato il libero arbitrio e la razionalità per poi pretendere che io creda senza prove?Se esiste, ha le idee piuttosto confuse :-DSe dio avesse voluto che credessimo in lui sarebbe esistito.Daniele Luttazzi
            Che quel Dio che per te non esiste ti benedica!Se esiste, invece di perdere tempo con me, che vada a salvare i milioni di persone che muoiono di fare!Dio ha una sola scusa: quella di non esistere.Stendhal
          • ilmassi scrive:
            Re: Aiuto...
            ma quanto sei corto..se ci fossero prove non ci sarebbe nessun bisogno di 'credere' perchè si saprebbe della sua esistenza certa.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Aiuto...

            se ci fossero prove non ci sarebbe nessun bisogno di
            'credere' perchè si saprebbe della sua esistenza
            certa.Se credi a dio senza prove, perché allora non credi anche a babbo natale senza prove?Perché dio dovrebbe essere più credibile di babbo natale se di entrambi non ci sono le prove?Meditaci sopra...
      • Ricky scrive:
        Re: Aiuto...
        GRATT...GRATT...grazie ma meglio se non preghi...a volte portate davvero sfiga!hahaha, ovviamente sto' scherzando, non credo proprio che esista un essere umano (o un gatto nero) che possano portare SFIGA...se vuoi pregare, perdendo ALTRO del tuo tempo prezioso, anche per me fallo pure, sono convinto che TI dara' giovamento.Ma non dire che lo fai per me...di ipocrisie nelle religioni se ne vedono sin troppe.
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: Aiuto...

          Lo sai che moltissimi Santi erano prima, degli
          autentici anticlericali... ma poi qualcuno ha
          pregato per loro e poco alla volta si sono
          convertiti? Lo sai che moltissimi Atei erano prima, degli autentici credenti... ma poi qualcuno ha fatto notare loro che razza di assurdità propaganda la chiesa cattolica e poco alla volta si sono convertiti?
          pregeró per te :-)Prega prega, che tanto non c'è nessuno che ti ascolta perchè DIO NON ESISTE !http://www.uaar.it
          • ilmassi scrive:
            Re: Aiuto...
            come spieghi il concetto di infinito? come spieghi il concetto di 'spazio'? lo spazio ha una fine?
          • Stein Franken scrive:
            Re: Aiuto...
            Belle domande, che non c'entrano una mazza con la religione.Eppure l'uomo spesso è così stupido che si chiede il Senso della vita.Non c'è un senso, abbiamo la capacità di ragionare e sviluppare, ma non siamo nati CON UNO SCOPO.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Aiuto...

            come spieghi il concetto di infinito?
            come spieghi il concetto di 'spazio'?
            lo spazio ha una fine?dio? Non ho bisogno di quest'ipotesiPierre Simon Laplacehttp://www.uaar.it
          • carlo scrive:
            Re: Aiuto...
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            come spieghi il concetto di infinito?

            come spieghi il concetto di 'spazio'?

            lo spazio ha una fine?

            dio? Non ho bisogno di quest'ipotesi
            Pierre Simon Laplace

            http://www.uaar.itÈ almeno certo, tanto quanto una dimostrazione in geometria, che Dio è o esiste.Cartesio.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Aiuto...


            dio? Non ho bisogno di quest'ipotesi

            Pierre Simon Laplace
            È almeno certo, tanto quanto una dimostrazione in
            geometria, che Dio è o esiste.
            Cartesio.Già, peccato che questa dimostrazione non esiste e non esisterà MAI, in quanto DIO NON ESISTE.http://www.uaar.it
          • Get Real scrive:
            Re: Aiuto...
            Precisamente. Siamo semplicemente macchine biologiche la cui autocoscienza è un caso fortuito.Ecco perchè puoi sgolarti finchè vuoi a urlare il tuo ateismo, NON SERVE A NIENTE. NULLA di ciò che facciamo ha senso.La morte è la distruzione totale dell'individuo, così come l'estinzione è il destino finale dell'umanità. Ogni pretesa di moralità è priva di senso.Ecco perchè i criminali e i dirigenti della MPAA/RIAA hanno ragione: finchè vivi, strappa la carne a morsi al tuo vicino per nutrirtene.
          • MegaLOL scrive:
            Re: Aiuto...
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            Prega prega, che tanto non c'è nessuno che ti
            ascolta perchè DIO NON ESISTE
            !

            http://www.uaar.itSpammare il tuo sito di masturbatori fecali non è diverso dal pregare.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Aiuto...

            masturbatori fecaliMai sentito parlare di coprolalia?http://www.uaar.it
          • MegaLOL scrive:
            Re: Aiuto...
            Mai sentito parlare di soffocamento autoerotico?É così che morirai.Tic-toc.
        • LeartS scrive:
          Re: Aiuto...

          Lo sai che moltissimi Santi erano prima, degli
          autentici anticlericali... ma poi qualcuno ha
          pregato per loro e poco alla volta si sono
          convertiti?Certo.
  • dsafr scrive:
    PAPA RATZINGER = SENATORE PALPATINE
    avete mai notato la somiglianza tra razzinger e l'imperatore del male di star wars???!?!?!?!?!?!?!?!?http://farm1.static.flickr.com/173/421175860_5209a17bfe.jpg?v=0
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: PAPA RATZINGER = SENATORE PALPATINE

      Avete mai notato la somiglianza tra ratzinger e
      l'imperatore del male di Star Wars?http://it.youtube.com/watch?v=BHX1vb-hESI:-Dhttp://www.uaar.it
      • ilmassi scrive:
        Re: PAPA RATZINGER = SENATORE PALPATINE
        ma sei un poverino..Per definizione non si può dimostrare l'esistenza di Dio, ma dimostrarne la non esistenza è molto più difficile.
        • MegaLOL scrive:
          Re: PAPA RATZINGER = SENATORE PALPATINE
          Qui siamo su PI: l'unica divinità consentita è Linux, e la trinità Torvalds-Stallman-Sunde. SHIT HEIL!(rotfl)
        • Ateo Anticleric ale scrive:
          Re: PAPA RATZINGER = SENATORE PALPATINE

          ma sei un poverino..
          Per definizione non si può dimostrare l'esistenza di Dio,MA COSA STAI DICENDO?L'esistenza di un oggetto può essere dimostrata semplicemente esibendone una prova.Se non avete nulla da esibire, evidentemente...E poi sarei il il poverino...http://www.uaar.it
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: PAPA RATZINGER = SENATORE PALPATINE
      I vecchi si somigliano tutti.
  • ciao scrive:
    XXXXX DIO
    come da oggetto
  • Dti Revenge scrive:
    www.santamaria.it
    A tutta la (setta) comunità ecclesiastica, vendete i vostri beni e donateli al terzo mondo!!Siete solo fuffa!
    • Promotore finanziari o scrive:
      Re: www.santamaria.it
      Guarda che tutto l'oro di cui è ricoperto il vaticano è un investimento a lungo termine!
    • ilmassi scrive:
      Re: www.santamaria.it
      bene inizia te e dona i tuoi visto che parli tanto..
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: www.santamaria.it

        bene inizia te e dona i tuoi visto che parli tanto..Non cambiare discorso.La chiesa cattolica è strapiena di soldi (dal solo Stato Italiano prende globalmente più di 4 MILIARDI di Euro all'anno) alla faccia dei milioni di morti di fame e del "dona tutto ai poveri".http://www.uaar.it
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: www.santamaria.it
      Curzio MalteseLa Questuahttp://www.uaar.it/ateismo/opere/189.html####Scriveva il buon Voltaire, nel lontano 1763: «Esiste in Francia un libro che contiene lobiezione più terribile che si possa fare contro la religione: è il quadro dei redditi del clero, quadro troppo bene conosciuto, anche se i vescovi hanno rifiutato al re di fornirgliene un esemplare». Oltre due secoli dopo, nonostante lilluminismo, la Rivoluzione francese, la laicità degli Stati, la secolarizzazione delle società occidentali (e non solo), in Italia siamo sostanzialmente allo stesso punto: lo Stato finanzia copiosamente una Chiesa ricchissima, senza che questultima ci tenga troppo a farlo sapere in giro.Nel 2007 Curzio Maltese ha pubblicato su Repubblica una serie di articoli che hanno avuto il merito di portare alla luce quantomeno una parte della gigantesca massa finanziaria, prelevata dalle tasche dei contribuenti, che la casta politica trasferisce con regolarità alla casta religiosa. La stima del giornalista è di 4 miliardi e mezzo di euro lanno: più del costo della stessa casta politica, e quasi unintera manovra finanziaria. La valutazione è peraltro fin troppo cauta, a mio parere, perché non tiene in debito conto quanto le amministrazioni locali (regioni, comuni, le inutili province e perfino le comunità montane e le circoscrizione) corrispondono alla Chiesa o ai suoi enti e associazioni sotto forma di contributi a fondo perso, oneri di urbanizzazione, prestazioni per servizi di volontariato prestati in luogo delle strutture pubbliche. Un flusso enorme, ricostruire il quale è impresa letteralmente impossibile: occorrerebbe spulciare tutte le delibere di migliaia e migliaia di istituzioni. E, come ricorda lautore, in Italia manca una tradizione di inchieste serie nei confronti del business ecclesiastico.Incommensurabili sono del resto anche le proprietà della Chiesa cattolica italiana: rappresentino esse un quarto o un quinto del patrimonio immobiliare italiano, come sostengono alcune stime non tacciabili di anticlericalismo, siamo comunque in presenza di unentità economica in grado di condizionare pesantemente la società; travolgendo le regole di mercato, approfittando delle esenzioni fiscali di cui dispone e riversando i profitti così conseguiti nelle attività più disparate. Come potrebbe il movimento laico, privo anche solo di una sede, fronteggiare tale massa durto?Di fronte a questi numeri, non si capisce proprio per quale motivo uno Stato in gravi ambasce come il nostro debba devolvere la gran parte dell8 per mille del gettito IRPEF alla maggior potenza economica presente sul territorio. Gli apologeti cattolici rivendicano la democraticità di tale meccanismo: la decisione sullutilizzo dei fondi è stabilita dai cittadini. In realtà il meccanismo è ancor meno trasparente del finanziamento pubblico ai partiti: la Chiesa (a differenza delle altre confessioni) riscuote i fondi in anticipo; inibisce, attraverso il cospicuo manipolo di parlamentari a lei devoti, che nuovi concorrenti accedano alla ripartizione; protesta vivacemente se lo Stato, che non ha mai fatto alcuna propaganda a proprio favore, anche solo lontanamente si azzarda a concepire un utilizzo dei fondi di propria pertinenza dotato di un qualche appeal nei confronti dei contribuenti. E, come se non bastasse, diffonde spot ingannevoli: le somme spese per le faraoniche campagne pubblicitarie superano le somme effettivamente stanziate per i progetti caritatevoli che fungono da testimonial.Del resto, che il meccanismo non piaccia affatto ai cittadini è dimostrato dagli stessi dati: solo una minoranza della popolazione, a stento vicina al 40% e comprendente anche molti laici, sceglie di destinare l8 per mille al momento della dichiarazione dei redditi. Tale percentuale si innalza al 60% quando si tratta di 5 per mille, e dunque di finanziamento di iniziative concrete: i tanti vituperati abitanti della Penisola si rivelano molto più pragmatici degli amministratori che li governano. Vi è peraltro unaltra dimostrazione indiretta della scarsa propensione dei cittadini al finanziamento della Chiesa cattolica: le offerte per il sostentamento del clero, fiscalmente deducibili, sono clamorosamente insufficienti alla bisogna. Le gerarchie ecclesiastiche lo sanno benissimo: si introducesse il sistema tedesco, come propugnato anche dallUAAR, e tutti i fedeli (ma solo loro) fossero costretti a finanziare la confessione religiosa di appartenenza, con tutta probabilità assisteremmo alla più spettacolare apostasia di massa della storia del genere umano.E lotto per mille è solo la più nota forma di finanziamento statale a favore della Chiesa. Vogliamo parlare degli insegnanti di religione? Oppure del turismo religioso: tanto privilegiato, questultimo, rispetto a quello artistico e naturalistico da aver fatto precipitare la nostra nazione dal primo al quinto posto nelle classifiche delle mete più frequentate. La Chiesa opera liberamente nello Stato, dunque, ma lo Stato è ritenuto sempre meno libero di mettere il naso nelle attività della Chiesa: lo IOR può operare in barba a qualsivoglia normativa antiriciclaggio e fare da punto di riferimento finanziario per la malavita, ma nessun giudice ha il coraggio di far notare agli extracomunitari di Oltretevere come linvestimento concreto dei profitti dei corleonesi andrà a discapito della sicurezza della società italiana.La questua è costituito soprattutto dagli articoli pubblicati a suo tempo, e ha dunque il merito di non far cadere nel dimenticatoio uninchiesta documentata e, per quanto era possibile, esauriente. Altri temi, come il racconto sulla mancata visita papale alla Sapienza, al di là di mostrare una diabolica capacità di creare casi politici in grado di far cadere un governo sembrano unaggiunta poco convinta (a maggior ragione in presenza di unintroduzione scritta da Ezio Mauro, che in quelloccasione se ne uscì con affermazioni decisamente poco ragionevoli). Nel complesso, stiamo parlando di un libro da conservare con cura nella propria libreria.«In questo Paese la libertà di un laico è considerata inferiore a quella di un cattolico», scrive Maltese: inevitabile, visto che una classe politica miope si lascia abbacinare dalla sovradimensionata visibilità mediatica della Chiesa che essa stessa ha generato. Un atteggiamento di favore giustificato, a destra come a sinistra, con la caritatevole sussidiarietà messa in atto da una sedicente disinteressata organizzazione evangelicamente ispirata. Il Vaticano, ci ricorda Maltese, vanta il reddito pro capite più alto del mondo. Ricordiamoci di ricordarglielo.####http://www.uaar.it
  • passivista scrive:
    il grande Ratzinger
    Trema, il regno delle tenebre e del male dalla fortezza della scienza arriva con i suoi pugni atomici Ratzinger... Robot, Ratzinger... Robot Vola, si tuffa dalle stelle giu` in picchiata se sei nemico prega e' gia' finita la morte batte i denti se c'e' Ratzinger...
    • Mtt scrive:
      Re: il grande Ratzinger
      ..post desolante...
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: il grande Ratzinger

        post desolante...Cosa c'è... quando eri bambino a catechismo ti hanno detto che l'ironia è un peccato?http://www.uaar.it
        • Mtt scrive:
          Re: il grande Ratzinger
          Mi hanno insegnato che l'ironia dovrebbe avere un senso.Lo spiegano a scuola di solito.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: il grande Ratzinger

            Mi hanno insegnato che l'ironia dovrebbe avere un
            senso.E difatti ce l'ha!http://www.uaar.it
          • Nifft scrive:
            Re: il grande Ratzinger
            - Scritto da: Mtt
            Mi hanno insegnato che l'ironia dovrebbe avere un
            senso.
            Lo spiegano a scuola di solito.Sicuramente però al catechismo non ti hanno insegnato un meccanismo cardine della satira e dell'ironia.Si chiama "dissacrazione".
          • Mtt scrive:
            Re: il grande Ratzinger
            fine a se stessa?
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: il grande Ratzinger

            fine a se stessa?Anche a te il catechista ha detto che l'ironia è peccato?http://www.uaar.it
      • rotfl scrive:
        Re: il grande Ratzinger
        - Scritto da: Mtt
        ..post desolante...Si', il tuo.
  • dont feed the troll scrive:
    Cracovia, 1940
    Un giovane ufficale nazista ferma un povero polacco che sta cercadno di sfuggire dal ghetto.Sta per ammazzarlo con un colpo di mitra ma si squarcia il cielo e la voce di Dio gli intima: "Fermo, tu non sai che stai per uccidere Carol Woijtyla, che sarà Papa e cambierà la storia della Chiesa Cattolica!"Allora l'ufficiale tedesco risponde: "Fa bene, io risparmio lui la vita, ma dopo di lui tu devi fare Papa me!!"
    • palle scrive:
      Re: Cracovia, 1940
      - Scritto da: dont feed the troll
      Un giovane ufficale nazista ferma un povero
      polacco che sta cercadno di sfuggire dal
      ghetto.

      Sta per ammazzarlo con un colpo di mitra ma si
      squarcia il cielo e la voce di Dio gli intima:
      "Fermo, tu non sai che stai per uccidere Carol
      Woijtyla, che sarà Papa e cambierà la storia
      della Chiesa
      Cattolica!"

      Allora l'ufficiale tedesco risponde: "Fa bene, io
      risparmio lui la vita, ma dopo di lui tu devi
      fare Papa
      me!!"hahahahahahahahahahahah
  • Nifft scrive:
    Strumento del demonio
    Ah! Ah! Questa è buona!Ma come! fino a poco fa qui in Vaticalia, si tuonava un giorno si ed un giorno no contro internet, come strumento del demonio! Adesso chi glielo dice che il loro monarca/principale ha intenzione di usarlo ancora di più?Comunque una cosa è certa: internet e la chiesa (ma vale per tutte le religioni), sono strutturalmente incompatibili. Tant'è che sono proprio le religioni le prime che si sono scagliate contro la libertà di espressione offerta da internet, praticamente sin da subito, da quando internet si è affacciata nella società.In molti paesi (compreso il nostro, fateci caso) è in pratica possibile criticare apertamente la religione "di stato" solo attraverso internet.Ve lo immaginate o commenti di risposta ad un video di B16 postato su youtube? Non vedo l'ora...
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: Strumento del demonio

      Ve lo immaginate o commenti di risposta ad un
      video di B16 postato su youtube? Non vedo
      l'ora...Non illuderti.Verrà tutto meticolosamente controllato e censurato.La chiesa cattolica non accetta critiche perché si ritiene la detentrice della Verità e quindi infallibile.Di conseguenza tutte le critiche verranno ritenute necessariamente sbagliate.http://www.uaar.it
      • Promotore finanziari o scrive:
        Re: Strumento del demonio
        Concordo, è classico delle religioni, soffocare il pensiero libero e contrario.Per non parlare degli insabbiamenti sugli stupri dei bambini, ma questo è un altro discorso.
        • Mtt scrive:
          Re: Strumento del demonio
          Dunque in Internet è giusto che chiunque possa comunicare le proprie idee tranne il Vaticano.....giusto. Il bello è che nello stesso thread si sostiene che sono i cattolici a cercare di oscurare il pensiero di chi è contrario.... bah!In breve il vostro punto di vista è "viva la libertà di pensiero di tutti coloro i quali non sono cattolici".Avete proprio ragione. Il problema per la demcrazia sono proprio i cattolici ed il Vaticano! :D
  • attonito scrive:
    gia', gia', come il pittore austriaco...
    ...quando arrivo' al potere, venne definito, dai suoi accoliti, la "Voce Vivente", per la capacita' oratoria ed istrionica che aveva sulle folle. Ma il povero Adolfo, era uno. Ed allora, bang! tutti i suoi discorsi venivano ripresi da telecineoperatori, e poi i filmati diffusi in tutta la germania lenne sale cinematografiche.Togli i baffi, metti la mitria, cambia cinema con internet ed il gioco e' fatto.A questi qui c'e' poco da insegnare, l'unica e' stargli alla larga il piu' possibile.
    • mohamed scrive:
      Re: gia', gia', come il pittore austriaco...
      - Scritto da: attonito
      ...quando arrivo' al potere, venne definito, dai
      suoi accoliti, la "Voce Vivente", per la
      capacita' oratoria ed istrionica che aveva sulle
      folle. Ma il povero Adolfo, era uno. Ed allora,
      bang! tutti i suoi discorsi venivano ripresi da
      telecineoperatori, e poi i filmati diffusi in
      tutta la germania lenne sale
      cinematografiche.

      Togli i baffi, metti la mitria, cambia cinema con
      internet ed il gioco e'
      fatto.
      A questi qui c'e' poco da insegnare, l'unica e'
      stargli alla larga il piu'
      possibile.Eh bravo!Meglio mettersi a XXXX per aria 5 volte al giorno e pregare in direzione del puzzo del cammello...
      • noncapisco scrive:
        Re: gia', gia', come il pittore austriaco...
        quindi per forza o cattolici o musulmani? e se a me non fregasse una fava del concetto di religione?
        • Promotore finanziari o scrive:
          Re: gia', gia', come il pittore austriaco...
          Da che mondo e mondo tutti i piu grandi pensatori della storia erano atei, ergo religione e stupidita vanno a braccetto.
          • SiN scrive:
            Re: gia', gia', come il pittore austriaco...
            - Scritto da: Promotore finanziari o
            Da che mondo e mondo tutti i piu grandi pensatori
            della storia erano atei, ergo religione e
            stupidita vanno a
            braccetto.ROTFLtu devi esser molto religioso, X pensare una cosa del genere...
      • attonito scrive:
        Re: gia', gia', come il pittore austriaco...

        Eh bravo!
        Meglio mettersi a XXXX per aria 5 volte al giorno
        e pregare in direzione del puzzo del
        cammello...No! le religioni, in quanto tali, sono tendenzialmente oppressive sull'umanita'. Il concetto e' "voi non capite un cacchio, ci pensiamo noi a dirvi come pensare, come agire, etc". E questo lo fanno tutte le religioni, islam, cristianesimo, ebraismo, induismo, etc. L'nica eccezione e' forse il Buddismo, SE INTESO come filosovia umanistica, altrimenti e' una religione come tutte le altre.
  • Andreabont scrive:
    Neutralità della rete.
    Che faccia quello che vuole, basta che la neutralità della rete rimanga tale.Non è che adesso cerceranno di oscurare i siti atei??XD
    • iRoby scrive:
      Re: Neutralità della rete.
      Ah beh se potessero gli darebbero fuoco ai siti atei...Per non parlare di agnostici, razionalisti, anticlericali.Si sono fatti il loro motore di riceca cristiano...Prova a cercare Ratzingher e pedofilia insieme con quello...
    • Lettrice scrive:
      Re: Neutralità della rete.
      Ma allora non leggi. O se leggi fai finta di niente. Impara a leggere.
      • noncapisco scrive:
        Re: Neutralità della rete.
        ok, allora leggi:http://rassegna.governo.it/rs_pdf/pdf/GXS/GXSXB.pdf
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Neutralità della rete.

        Ma allora non leggi.
        O se leggi fai finta di niente.
        Impara a leggere.Le religioni, per loro natura, NON tollerano chi la pensa diversamente.http://www.uaar.it
        • ilmassi scrive:
          Re: Neutralità della rete.
          ma quando mai...per sua natura il vangelo parla del contrario...ama il prossimo tuo..non chi la pensa come te.se amate quelli che vi amano che merito ne avrete?non è cristo l'unico a difendere la prostituta?non va forse a cena con i pagani?dimostri di parlare per autoconvinzioni e per banalità senza fondamento..
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Neutralità della rete.

            dimostri di parlare per autoconvinzioni e per
            banalità senza fondamento..Detto da uno che crede in una cosa (dio) che NON ESISTE è veramente esilerante :-Dhttp://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Neutralità della rete.
            - Scritto da: ilmassi

            dimostri di parlare per autoconvinzioni e per
            banalità senza
            fondamento..Beh, è normale.Succede a tutti gli integralistiAtei o religiosi che siano.Non te ne preoccupare
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Neutralità della rete.

            Succede a tutti gli integralisti
            Atei o religiosi che siano.E' vero, lo confesso, sono un integralista del Libero Pensiero.Vorrei che tutti fossero liberi di pensare, ragionare, dubitare, ecc..E mi rendo anche conto che il concetto di Libero Pensiero potrebbe essere terrificante per un credente, perché lo spinge a mettere in dubbio tutte le comode certezze dei suoi dogmi (esiste dio, ti vuole tanto tanto bene,se lo preghi ti guarisce, quando muori vai in paradiso, ecc...).http://www.uaar.it
          • SiN scrive:
            Re: Neutralità della rete.
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Vorrei che tutti fossero liberi di pensare,noi cristiani lo siamo.spero lo siate anche voi atei
            ragionare, dubitare,
            ecc..ti è mai venuto il dubbio di avere torto?
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Neutralità della rete.


            Vorrei che tutti fossero liberi di pensare,
            noi cristiani lo siamo.NO.Un cristiano, per definizione, non può essere un Libero Pensatore perché è OBBLIGATO ad accettare i dogmi senza poterli mettere in discussione.Se li metti in dubbio non sei un vero cristiano.Su questo la chiesa è molto chiara.

            ragionare, dubitare, ecc..
            ti è mai venuto il dubbio di avere torto?Ovvio.Il dubbio è connaturato con il Libero Pensiero mentre è incompatibile con il dogma religioso.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Neutralità della rete.
            I dogmi sono necessari ed esistono dappertutto. In matematica, ad esempio, il fatto che il punto è adimensionale e' un DOGMA, aka ASSIOMA. Come il fatto che la linea ha una sola dimensione etc... Se per te qualsiasi assioma è un limite non potrai mai partire ed arrivare a nulla. Anche il fatto di dover premere la frizione per ingranare la marcia sarà interpretato come castrante della libertà di non farlo e -in nome della libertà- sceglierai di rompere tutto e fermarti dopo 10 metri piuttosto che arrivare alla tua destinazione rispettando alcune semplici regole che ti poni per poter arrivare. E resterai fermo con l'auto scassata. E LIBERO, avendo scelto liberamente di spaccare tutto. Personalmente libermente scelgo di non spaccare tutto e di premere la frizione in modo da poter ingranare. Scelgo anche liberamente di mettere la benzina, di sterzare in curva e così via. Ed arrivo dove devo arrivare senza rompere niente. LIBERAMENTE scelgo di non usufruire della libertà di spaccare tutto e di usufrire della LIBERTA' di fare quanto necessario per andare dove scelgo LIBERAMENTE di andare. Le fondamenta (ovvero i dogmi o assiomi) servono per gettare le basi e costruire la casa. Senza un punto di partenza non puoi avere nemmeno un punto di arrivo.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Neutralità della rete.

            Le fondamenta (ovvero i dogmi o assiomi) servono
            per gettare le basi e costruire la casa. Senza un
            punto di partenza non puoi avere nemmeno un punto
            di arrivo.Non è questo il punto.Il punto è che il dogma NON E' DISCUTIBILE.E' questo il problema.E difatti, in Matematica, l'aver potuto mettere in discussione l'assioma delle parallele ha portato alla creazione delle geometrie non euclidee.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Neutralità della rete.
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Le fondamenta (ovvero i dogmi o assiomi) servono

            per gettare le basi e costruire la casa. Senza
            un

            punto di partenza non puoi avere nemmeno un
            punto

            di arrivo.

            Non è questo il punto.
            Il punto è che il dogma NON E' DISCUTIBILE.
            E' questo il problema.

            E difatti, in Matematica, l'aver potuto mettere
            in discussione l'assioma delle parallele ha
            portato alla creazione delle geometrie non
            euclidee....(a) che non centra niente con gli assiomi di cui ho parlato io e che (b) non sposta una virgola circa la necessità di avere degli assiomi alla base......
            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Neutralità della rete.

            ...(a) che non centra niente con gli assiomi di
            cui ho parlato io e che (b) non sposta una
            virgola circa la necessità di avere degli assiomi
            alla base...... Forse non ci siamo capiti.Il problema non è aver delle basi da cui partire, ma il fatto di non poterle mettere in discussione, come viene preteso per i dogmi religiosi.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Neutralità della rete.
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            ...(a) che non centra niente con gli assiomi di

            cui ho parlato io e che (b) non sposta una

            virgola circa la necessità di avere degli
            assiomi

            alla base......

            Forse non ci siamo capiti.

            Il problema non è aver delle basi da cui partire,
            ma il fatto di non poterle mettere in
            discussione, come viene preteso per i dogmi
            religiosi.

            http://www.uaar.itNono, ci siamo capiti. Ripeto che se non fissi un punto di partenza da accettare non hai neanche un punto di arrivo. Dalla filosofia alla matematica
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Neutralità della rete.

            Nono, ci siamo capiti. Ripeto che se non fissi un
            punto di partenza da accettare non hai neanche un
            punto di arrivo.Questo l'ho capito.Il problema non è porre qualcosa alla base, il problema è non poterlo discutere, come accade con i dogmi religiosi.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Neutralità della rete.
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Nono, ci siamo capiti. Ripeto che se non fissi
            un

            punto di partenza da accettare non hai neanche
            un

            punto di arrivo.

            Questo l'ho capito.

            Il problema non è porre qualcosa alla base, il
            problema è non poterlo discutere, come accade con
            i dogmi
            religiosi.

            http://www.uaar.itAllora torniamo daccapo! Da qualunque parti la prendi, in qualunque campodel la conoscienza, si parte da alcuni (di solito pochi) mattoni fondamentali che servono per costruire il resto. Nel cattolicesimo si chiamano dogmi, in musica si chiamano note, in matematica si chiamano assiomi.... Se per te le note limitano la libertà del musicista, gli assiomi limitano la matematica, ed i dogmi limitano la libertà di pensiero vuol dire che ti sfugge il perchè della necessità e la logica della loro esistenza. E poi, ripeto per l'ultima poi mollo perchè non sei così stupido da non averlo capito, la religione cattolica ha dei dogmi che devi accettare se (e solo se) vuoi dirti cristiano.Non lo ha prescritto il medico di diventarlo. Lo scegli tu. Ed i dogmi, poichè riguardano i punti cardine del cattolicesimo, non possono essere elusi da chi si vuol dire cattolico. Come le regole dei verbi non possono essere eluse se vuoi poterti esprimere, come -piu' pertinente- non puoi dirti essere intelligente e negare la Shoa. Ci sono aspetti fondamentali in ogni campo che non puoi eludere. Se non lo capisci ancora e mi ripeti per l'ennesima volta che questo è castrante, vuol proprio dire che il tuo è un partito preso.
    • Ateo Anticleric ale scrive:
      Re: Neutralità della rete.

      Non è che adesso cerceranno di oscurare i siti atei??
      XDL'autobus senza l'angelo custode...Ma io mi chiedo se ci crede davvero a quello che dice...http://it.youtube.com/watch?v=87UXeicehqI:-Dhttp://www.uaar.it
  • Ratzinger scrive:
    Ratzinger Ratzinger Ratzinger
    ma quanto gli rimane da vivere ancora a sto Ratzinger?
    • zzzzzz scrive:
      Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
      Morto un papa se ne fa un altro
    • Lepaca scrive:
      Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
      e perche' lo vuoi morto?...e quando ti ricapita una fortuna cosi'?
    • Lettrice scrive:
      Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
      Perchè? Ti danno fastidio le cose belle e buone che dice?
      • Lepaca scrive:
        Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
        quelle poche buone che dice, vanno benissimo...sono le tonnellate di dementi, che creano qualche problema...
        • Lettore scrive:
          Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
          hanno creato ospedali, università, hanno alfabetizzato intere nazioni
          • noncapisco scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            http://rassegna.governo.it/rs_pdf/pdf/GXS/GXSXB.pdf
          • Lepaca scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            insomma, tra le tante XXXXXXX che hanno fatto, qualcosa di buono c'era...chissa' perche', questo raginamento, mi ricorda tanto quelli dei fascisti, per giustificare duce e fuhrer...
          • E e scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            - Scritto da: Lepaca
            insomma, tra le tante XXXXXXX che hanno fatto,
            qualcosa di buono
            c'era...

            chissa' perche', questo raginamento, mi ricorda
            tanto quelli dei fascisti, per giustificare duce
            e
            fuhrer...Brillante argomentazione, molto originale
          • dont feed the troll scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            - Scritto da: E e
            - Scritto da: Lepaca

            insomma, tra le tante XXXXXXX che hanno fatto,

            qualcosa di buono

            c'era...



            chissa' perche', questo raginamento, mi ricorda

            tanto quelli dei fascisti, per giustificare duce

            e

            fuhrer...

            Brillante argomentazione, molto originaleQuando c'era lui i treni arrivavano in orario.
          • Lepaca scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            banale come le argomentazioni a cui si contrappone...
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger

            hanno creato ospedali, università, hanno
            alfabetizzato intere nazioniNO.Le religioni, per loro natura, creano solo DOLORE e IGNORANZA.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            quando avrai incontrato anche uno solo delle migliaia di missionari in giro per il mondo che insegnano a leggere ed a scrivere ed a lavorare a disperati delle bidonville di Manila o di Bombay, condividendone la vita di tutti i giorni, capirai di quanto tu ti stia sbagliando. Tu sei 100 volte piu assolutista di coloro contro i quali punti sdegnato il dito.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger

            quando avrai incontrato anche uno solo delle
            migliaia di missionari in giro per il mondo che
            insegnano a leggere ed a scrivere ed a lavorare a
            disperati delle bidonville di Manila o di Bombay,
            condividendone la vita di tutti i giorni, capirai
            di quanto tu ti stia sbagliando.NO, non sto sbagliando.Le religioni, per loro natura, creano solo DOLORE e IGNORANZA.E ciò è del tutto indipendente da ciò che fanno i missionari, che si comporterebbero così anche se fossero Atei.O credi che per avere un'etica bisogna andare dietro alle boiate di una qualche religione?religione ed Etica sono due cose TOTALMENTE distinte.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            La religione ha moltissimo a che fare con l'etica.Sono daccordo che non è necessariamente vero il contrario
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            ho scordato la parte sui missionari atei.In effetti Madre Teresa avrebbe curato comunque i lebbrosi ed i Comboniani che vivono nella bidonville di Manila condividendone le miserie e la fame -come ho constatato di persona- per insegnare a questa gente un lavoro per arrivare all'autosostentamento lo avrebbero fatto anche se in essi non avessero visto Gesu' sofferente.Avrai forse ragione tu. Il fatto è che li' ci sono solo loro. Gli altri, tipo TdH o MSF, ammesso che siano esclusivamente laici che non è vero, fanno un mondo di bene ma non condividono la vita e le difficoltà dei locali. E turnano spesso. I consacrati no perchè la vivono, appunto, come la loro "missione".
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger

            In effetti Madre Teresa avrebbe curato comunque i lebbrosiPer quanto riguarda madre teresa di calcutta ti consiglio caldamente di leggere:Christopher HitchensLa posizione della missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresahttp://www.uaar.it/node/330####Un libro di forte impatto, un testo scomodo su uno dei personaggi di culto del pantheon cattolico dei nostri giorni.L'immagine della missionaria ne esce a pezzi: Christopher Hitchens, saggista di sucXXXXX e giornalista per alcune importanti riviste statunitensi, ha scritto questo agile pamphlet dopo aver curato, sullo stesso argomento, un documentario per Channel Four (che mai vedremo in Italia).Pagine provocatorie fin dal titolo, che gettano una luce sinistra sulla venerata missionaria, dipinta come una fanatica di scarsa intelligenza. A riprova, racconta l'aneddoto di quando le posero la domanda «cosa avrebbe scelto, fra Galileo e l'Inquisizione?»: la missionaria ebbe modo di scegliere, senza esitazione, la seconda opzione.Il suo integralismo la portò a comportamenti che denotano una ben scarsa umanità: dalla convinzione che la sofferenza dei poveri sia di grande aiuto per il mondo, al battesimo praticato in punto di morte a inermi induisti e musulmani, agli standard di assoluta inefficienza dei suoi ospedali (anche se poi, per i propri malanni, si faceva curare in costose cliniche occidentali).Il testo si sofferma anche sulle fortune economiche dell'Ordine religioso creato da madre Teresa, tanto elevate e ben celate da non permetterne, in pratica, una quantificazione sicura.Sicuro è invece il suo comportamento sfacciato nella causa contro Charles Keating, reo di aver imbrogliato migliaia di risparmiatori USA. Ebbene, madre Teresa non si fece alcuno scrupolo di scrivere al giudice una lettera in sua difesa, solo perché il truffatore le aveva donato più di un milione di dollari, non suoi, ovvio!Quanto alle opinioni politiche, il libro cita le diverse occasioni in cui la religiosa ha esplicitamente appoggiato dittatori sanguinari come Duvalier o Hoxha.####http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            Lo scrittore del libro che citi è libero di ricostruire le cose come ritiene e francamente dubito che sia una ricostruzione attendibile. Sono testi come se ne trovano su tutti, a cominciare -a puro titolo di esempio del filone letterario- da Falcone e Borsellino che sarebbero stati collusi con la mafia e così via.Di certo invece ci sono le centinaia di migliaia di pariah lebbrosi che ha recuperato dalla strada e che ha curato salvandoli da morte certa. Mi rendo conto che questo per qualcuno puo' avere un valore prossimo allo zero o venire dopo il modo in cui è riuscita a farlo...
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger


            Christopher Hitchens

            La posizione della missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresa

            http://www.uaar.it/node/330

            Il suo integralismo la portò a comportamenti che

            denotano una ben scarsa umanità: dalla convinzione che

            la sofferenza dei poveri sia di grande aiuto per il

            mondo, al battesimo praticato in punto di morte a

            inermi induisti e musulmani, agli standard di assoluta

            inefficienza dei suoi ospedali (anche se poi, per i

            propri malanni, si faceva curare in costose cliniche

            occidentali).
            Lo scrittore del libro che citi è libero di
            ricostruire le cose come ritiene e francamente
            dubito che sia una ricostruzione attendibile.I fatti oggettivi riportati nel libro sono fatti oggettivi!!!Non c'è tanto da girarci intorno.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            infatti. Ed il nobel per la pace l'ha preso facendo fare un XXXX così d una controfigura per una vita con lo scopo nascosto di accaparrarsi il premio in denaro che poi ha reinvestito nella sua attività illegale, insieme a Geppetto e Babbo Natale....E' oggettivo e non puoi dimostrarmi il contrario.rotfl
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger


            Christopher Hitchens

            La posizione della missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresa

            http://www.uaar.it/node/330
            Ed il nobel per la paceIRRILEVANTE.Prova a contestare i fatti riportati nel libro, se sei in grado!http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger


            Christopher Hitchens

            La posizione della missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresa

            http://www.uaar.it/node/330
            Se poi guardi a tutto il bene fatto sempre e
            comunque attraverso le lenti distorte della
            malafede ad oltranzaIo non sto interpretando nulla.Ti sto solo chiedendo, se ne sei in grado, di dimostrare che i fatti riportati non rispondano al vero.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            Ripeto di non averlo letto. Di certo il mio averlo letto non cambierebbe la sostanza, ovvero che ne' io ne' te abbiamo le informazioni per poter avvalorare o smentire per informazione diretta la veridicità di quanto affermato. Tantopiu' che come sai bene di solito che questo tipo di saggistica schierata sono basati su mezze verità ed informazioni parziali, mixate con l'obiettivo di avvalorare una tesi stabilita, il che rende di fatto quasi impossibile stabilire l'oggettività a meno di ripetere passo passo l'iter investigativo (o presunto tale) dell'autore. La stessa tecnica è stata suo tempo utilizzata con altri personaggi notevoli come Dalla Chiesa e Falcone, entrambi a suo tempo accusati di collusioni con la mafia. E che, come nel caso di Madre Teresa, hanno dimostrato in vita con quel che hanno costruito e lasciato ben piu' di quanto gli immancabili detrattori di turno cerchino di smontare. A cominciare dal loro esempio. Se poi si sposa la tesi perchè coincide con la propria preeesistente opinione, è un altro discorso.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            O credi che per avere un'etica bisogna andare
            dietro alle boiate di una qualche
            religione?Quoto.
            religione ed Etica sono due cose TOTALMENTE
            distinte.

            http://www.uaar.itSono d'accordo, peccato che l'ignoranza sta al di sopra della religione e la controlla. Difficile ragionare con chi oramai fa parte di questa verruca.
          • Mtt scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            per fortuna esistono illuminati come te!
          • Zozzone scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            Secondo me seminano solo il terrore nelle persone.Dopodiché pensano ai soldi.
      • Electric Sun scrive:
        Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
        e quali sarebbero le cose belle e buone che la papessa dice?
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger

        Perchè?
        Ti danno fastidio le cose belle e buone che dice?Tipo l'opposizione alla depenalizzazione dell'omosessualità?Si, mi danno molto fastidio.http://www.uaar.it
        • Savio scrive:
          Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
          La cosa che non ho mai capito è il perché ci si accanisce così duramente contro la religione e, il cattolicesimo in particolare, come fossero dottrine "imposte"... Chi non crede è libero di non farlo ma non per questo è libero di gettare nel fango (per non dire altro) la fede e il lavoro di tante persone che, in nome di un Dio, fanno del bene al proprio prossimo... Di sicuro il male è in tutte le cose e la chiesa non ne è immune ma di lì a fare di tutta l'erba un sol fascio mi sembra davvero una cosa da "infantili" e "ignoranti"...
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger

            La cosa che non ho mai capito è il perché ci si
            accanisce così duramente contro la religione e,
            il cattolicesimo in particolare, come fossero
            dottrine "imposte"...Per il semplice fatto che SONO IMPOSTE !Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame legge sulla procreazione assistita pretesa dal vaticano o l'indegna persecuzione che sta subendo la famiglia Englaro da parte del clero!
            Chi non crede è libero di non farloIn Italia E' VIETATO dire che DIO NON ESISTE!!!Leggi qua:http://www.uaar.it/news/2009/01/16/bloccati-gli-ateibus-genovesi-vietato-dire-che-dio-non-esiste
            tante persone che, in nome di un Dio,
            fanno del bene al proprio prossimo...Ci sono molte più persone, che in nome della propria umanità, fanno del bene al proprio prossimo.E io preferisco di gran lunga queste, perché non sono degli invasati che credono di essere gli unici detentori della Verità!http://www.uaar.it
          • Savio scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            Per il semplice fatto che SONO IMPOSTE !

            Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame
            legge sulla procreazione assistita pretesa dal
            vaticano o l'indegna persecuzione che sta subendo
            la famiglia Englaro da parte del
            clero!http://www.repubblica.it/2008/10/sezioni/cronaca/eluana-eutanasia-3/sentenza-cassazione/sentenza-cassazione.htmlA quanto pare la cassazione ha dato ragione alla famiglia e non vedo come il vaticano possa impedirlo... La chiesa può solo dire quello che, secondo la religione, è sbagliato o giusto ma non ha voce in capitolo nel parlamento dove sono i politici a decidere!


            Chi non crede è libero di non farlo

            In Italia E' VIETATO dire che DIO NON ESISTE!!!

            Leggi qua:
            http://www.uaar.it/news/2009/01/16/bloccati-gli-at
            Anche qui non leggo una parola sul vaticano, la religione o altro... Sono persone che in nome di una fede non vogliono permettere che altri si esprimano liberamente solo perché di vedute diverse dalle proprie. Io sono credente e anche a me non piacerebbe vedere una cosa del genere ma mica mi metterei a bloccare un pulmino o quel che sia solo perché sponsorizza cosa contrarie al mio pensiero...

            tante persone che, in nome di un Dio,

            fanno del bene al proprio prossimo...

            Ci sono molte più persone, che in nome della
            propria umanità, fanno del bene al proprio
            prossimo.
            E io preferisco di gran lunga queste, perché non
            sono degli invasati che credono di essere gli
            unici detentori della
            Verità!Beh l'importante è che si faccia del bene a prescindere! Ma fatto sta che i missionari religiosi non sono affatto degli invasati né lo sono TUTTI quelli che hanno un credo religioso... Di nuovo generalizzi e fai di tutta l'erba un fascio... La verità è che io ho tanti amici atei o presunti tali che non criticano così aspramente la chiesa o me che sono un credente, c'è rispetto reciproco nonostante le vedute diverse perché a loro non cambia nulla se una persona abbia o meno una fede, l'importante è che sia una persona giusta.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger


            Per il semplice fatto che SONO IMPOSTE !

            Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame

            legge sulla procreazione assistita pretesa dal

            vaticano o l'indegna persecuzione che sta

            subendo la famiglia Englaro da parte del clero!
            A quanto pare la cassazione ha dato ragione alla
            famiglia e non vedo come il vaticano possa
            impedirlo...E difatti sono mesi che la famiglia Englaro sta cercando un posto dove poter finalmente esaudire le volontà di Eluana.Volontà continuamente ostacolate dal vaticano.
            La chiesa può solo dire quello che,
            secondo la religione, è sbagliato o giusto ma non
            ha voce in capitolo nel parlamento dove sono i
            politici a decidere!Nel paese delle fiabe, forse.In Italia i politici sono comandati a bacchetta dal vaticano, che impone leggi (come l'infame legge sulla procreazione assistita) che obbligano tutti i cittadini italiani, anche i non credenti, a uniformarsi alla morale cattolica.


            Chi non crede è libero di non farlo

            In Italia E' VIETATO dire che DIO NON ESISTE!!!

            Leggi qua:

            http://www.uaar.it/news/2009/01/16/bloccati-gli-at
            Io sono credente e anche a
            me non piacerebbe vedere una cosa del genere ma
            mica mi metterei a bloccare un pulmino o quel che
            sia solo perché sponsorizza cosa contrarie al mio
            pensiero...Meno male.
          • Savio scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale
            E difatti sono mesi che la famiglia Englaro sta
            cercando un posto dove poter finalmente esaudire
            le volontà di
            Eluana.
            Volontà continuamente ostacolate dal vaticano.Se il vaticano ha la possibilità di ostacolare la politica allora manco ora potevano esaudire i desideri di Eluana...
            Nel paese delle fiabe, forse.

            In Italia i politici sono comandati a bacchetta
            dal vaticano, che impone leggi (come l'infame
            legge sulla procreazione assistita) che obbligano
            tutti i cittadini italiani, anche i non credenti,
            a uniformarsi alla morale
            cattolica.Se fosse veramente reale quel che dici allora l'Italia sarebbe un Paese decisamente migliore di quel che è ora...



            Chi non crede è libero di non farlo



            In Italia E' VIETATO dire che DIO NON ESISTE!!!


            Leggi qua:



            http://www.uaar.it/news/2009/01/16/bloccati-gli-at


            Io sono credente e anche a

            me non piacerebbe vedere una cosa del genere ma

            mica mi metterei a bloccare un pulmino o quel
            che

            sia solo perché sponsorizza cosa contrarie al
            mio

            pensiero...

            Meno male.Menomale che non siamo tutti così "schierati" a prescindere come lo sei tu...
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger


            E difatti sono mesi che la famiglia Englaro sta

            cercando un posto dove poter finalmente esaudire

            le volontà di Eluana.

            Volontà continuamente ostacolate dal vaticano.
            Se il vaticano ha la possibilità di ostacolare la
            politica allora manco ora potevano esaudire i
            desideri di Eluana...Difatti la decisione l'ha presa la magistratura, in assenza di una legge specifica.Ma come vedrai, ora che i politici faranno una legge sul testamento biologico, invece di produrre un testo che garantisca ai cittadini di pronunciarsi su quali interventi medici essere sottoposti se dovessero essere in stato di incoscienza, verrà fuori una immonda schifezza incostituzionale, che violando l'articolo 32 della Costituzione Italiana, obbligherà le persone ad alimentarsi contro la propria volontà.E tutto questo per volere del vaticano.

            Nel paese delle fiabe, forse.

            In Italia i politici sono comandati a bacchetta

            dal vaticano, che impone leggi (come l'infame

            legge sulla procreazione assistita) che

            obbligano tutti i cittadini italiani, anche i non

            credenti, a uniformarsi alla morale cattolica.

            Se fosse veramente reale quel che dici allora

            l'Italia sarebbe un Paese decisamente migliore di

            quel che è ora...Ah, ecco.Quindi tu saresti contento se le leggi Italiane le facesse DIRETTAMENTE il vaticano...




            Chi non crede è libero di non farlo



            In Italia E' VIETATO dire che DIO NON ESISTE!!!



            Leggi qua:



            http://www.uaar.it/news/2009/01/16/bloccati-gli-at


            Io sono credente e anche a


            me non piacerebbe vedere una cosa del genere


            ma mica mi metterei a bloccare un pulmino o quel


            che sia solo perché sponsorizza cosa contrarie al


            mio pensiero...

            Meno male.
            Menomale che non siamo tutti così "schierati" a
            prescindere come lo sei tu...Detto da uno che sarebbe contento che le leggi italiane le facesse DIRETTAMENTE il vaticano...
          • Savio scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Difatti la decisione l'ha presa la magistratura,
            in assenza di una legge
            specifica.
            Ma come vedrai, ora che i politici faranno una
            legge sul testamento biologico, invece di
            produrre un testo che garantisca ai cittadini di
            pronunciarsi su quali interventi medici essere
            sottoposti se dovessero essere in stato di
            incoscienza, verrà fuori una immonda schifezza
            incostituzionale, che violando l'articolo 32
            della Costituzione Italiana, obbligherà le
            persone ad alimentarsi contro la propria
            volontà.
            E tutto questo per volere del vaticano.
            La magistratura opera basandosi sulle leggi vigenti e non deve essere vista come un "ostacolo" alla politica come fa un certo individuo di cui è meglio evitare fare il nome... Prima di affermare queste cose dovresti fornirmi prima delle prove sennò restano solo "ipotesi" prive di fondamento e mosse solo da un odio profondo che nutri verso il vaticano... Tutto quello che decideranno lo faranno in base a ciò che credono e non in base a ciò che dice il vaticano! Poi se credono in ciò che dice il vaticano beh, fatti loro, di sicuro non vi sono alcune imposizioni né c'è il potere per renderle tali!

            Ah, ecco.

            Quindi tu saresti contento se le leggi Italiane
            le facesse DIRETTAMENTE il
            vaticano...Sarei contento se le leggi venissero fatte con più criterio, guardando a ciò che è buono per tutti piuttosto che per il singolo... Non condivido tutto ciò che viene detto dal vaticano e su alcune cose sarei molto drastico ma non per questo mi metto a dire: "Ah la chiesa manovra tutto; va contro questo o contro quest'altro etc."
            Detto da uno che sarebbe contento che le leggi
            italiane le facesse DIRETTAMENTE il
            vaticano...Questo l'hai affermato tu! Non rigirare la frittata a modo tuo, dire che l'Italia sarebbe migliore se le leggi venissero fatte dal vaticano non significa che io desideri che avvenga ciò! Piuttosto credo che, se proprio vogliamo considerare anche il vaticano un male, allora sicuramente sarebbe quello minore se paragonato alla politica attuale!E con questo abbiamo ufficialmente toccato i due argomenti tabù di ogni buon forum o blog che si rispetti: politica e religione. Mi sa che continueremo in eterno perché ognuno è fermo nelle proprie ideologie e nessuno dei due farà passi indietro.
          • non sia offensivo scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            Basterebbe solo essere razionali, non è poi cosi difficile.I conti con "dio" li farai poi, ora pensa a chi ti sta di fronte e ha bisogno di te. Questo ragionamente dovrebbe stare alla base di ogni buona intenzione e non attribuirla ad oltranza a una fantomatica religione/setta X.Ma forse forse si crede anche che quello buono è credente e quello cattivo è un Ateo, dico bene?Alla faccia del rispetto, altrochè! Perbacco!
          • Savio scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            Non vedo dove sia l'offesa... State leggendo cose in quel che ho scritto che non erano mai state manco pensate dal sottoscritto. Io conosco la mia religione e so che non predica NEANCHE una cosa che vada contro il prossimo. Il vaticano può semmai fare scelte più o meno sbagliate perché difficilmente collocabili nella nostra società attuale ma comunque non credo goda delle sofferenze altrui. Secondo te il cattivo sono io che ho semplicemente detto che non capisco perché ci si accanisce sempre contro la chiesa o chi invece accusa la stessa di azioni vili e la definisce artefice di tutte le decisioni errate della nostra società senza dimostrarlo?Tu parli di rispetto eppure mi accusi senza manco chiedere conferma di quel che pensavi, hai preferito pormi una domanda, darti una risposta per poi puntarmi il dito contro...
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger

            Tutto quello che decideranno lo faranno in base a ciò
            che credono e non in base a ciò che dice il vaticano! NO.Faranno ciò che dice il vaticano.E non perché siano credenti, ma per semplice tornaconto elettorale (come al family day, dove sono state raggiunte inarrivabile vette di ipocrisia, con politici pluridivorziati a manifestare :-D )http://www.uaar.it
          • Savio scrive:
            Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
            Stiamo sempre là, come la si gira e la si volta son sempre loro che fanno le leggi e non il vaticano... Tornaconto o meno, una cosa è dire che il vaticano decide delle sorti del Paese e un'altra è dire che i politici approfittano della moltitudine di fedeli che credono nel vaticano per poter prendere voti. Le persone sono ignoranti se li votano in base a questo ma di sicuro non è il vaticano che decide "direttamente" delle sorti di questa Nazione!
    • bbbbb scrive:
      Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
      - Scritto da: Ratzinger
      ma quanto gli rimane da vivere ancora a sto
      Ratzinger?a sto rotto nel XXXX vorrai dire :D
    • Shiba scrive:
      Re: Ratzinger Ratzinger Ratzinger
      - Scritto da: Ratzinger
      ma quanto gli rimane da vivere ancora a sto
      Ratzinger?Troppo.
  • Antonio Macchi scrive:
    "strumento per la ricerca del vero"??
    bella questae come si farebbe a cercare il vero?credendo ciecamente alle parole di Razinger?mah... religione = esca per allocchi
    • ndr scrive:
      Re: "strumento per la ricerca del vero"??
      - Scritto da: Antonio Macchi
      bella questa

      e come si farebbe a cercare il vero?Il vero non lo so, ma di certo la rete aiuterà i preti a cercare la soddisfazione delle loro pulsioni pedofile...
    • tiziocazio scrive:
      Re: "strumento per la ricerca del vero"??
      - Scritto da: Antonio Macchi
      bella questa

      e come si farebbe a cercare il vero?Su Google, no? :D :D :D
    • Maser scrive:
      Re: "strumento per la ricerca del vero"??
      - Scritto da: Antonio Macchi...
      mah... religione = esca per allocchiidentico estremismo intellettuale di tante (troppe) religioni
    • Lettrice scrive:
      Re: "strumento per la ricerca del vero"??
      Estremismo intellettuale di tanti poveri laicisti...
      • noncapisco scrive:
        Re: "strumento per la ricerca del vero"??
        - Scritto da: Lettrice
        Estremismo intellettuale di tanti poveri
        laicisti... abbi pazienza ma sentire cose come "strumento per la ricerca del vero" riferendosi ad intenet fa un po ridere se detto dal papa, se sei un credente sai bene che il "vero" non va ricercato usando qualsivoglia strumento ma accettato per fede
        • Mtt scrive:
          Re: "strumento per la ricerca del vero"??
          giusto!quindi smettila di leggere, di informarti e di pretendere di condividere il tuo pensiero con altri..... o va bene se e solo se non si parla di fede...o forse solo per le argomentazioni che condividi tu....boh
          • noncapisco scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Mtt
            giusto!
            quindi smettila di leggere, di informarti e di
            pretendere di condividere il tuo pensiero con
            altri.....io non sono credente, quindi non sono tenuto ad accettare determinate cose "per fede"
            o va bene se e solo se non si parla di
            fede...o forse solo per le argomentazioni che
            condividi
            tu....bohguarda che non l'ho inventato io il giochetto dell'accettare le cose per fede, prenditela con il papa, la curia romana o chi per loro, io ho solo fatto presente l'idiosincrasia di un papa che si riferisce ad internet come "strumento per la ricerca del vero"
          • Michele A. scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            Credo che nessuno voglia forzare nessuno a niente. Certamente la Chiesa cerca di persuadere chi vuole ascoltare delle proprie buone ragioni. Come d'altronde fanno i sostenitori della campagna a favore dell'ateismo in Spagna ed a Genova. Che ognuno abbia modo di sostenere le proprie ragioni, inclusi noi in questo blog, è "cosa buona e giusta" :) Forse c'è meno idiosincrasia di quanto si pensi. Gia' Giovanni Paolo II aveva incoraggiato l'utilizzo di internet come mezzo di comunicazione.
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??

            Credo che nessuno voglia forzare nessuno a
            niente. Certamente la Chiesa cerca di persuadere
            chi vuole ascoltare delle proprie buone ragioni.NO.La chiesa cattolica IMPONE a TUTTI il suo volere.In un paese realmente Laico i cittadini non credenti sarebbero liberi di vivere in accordo con i propri convincimenti.In Italia NO perché la chiesa cattolica impone continuamente la sua morale.Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame legge sulla procreazione assistita pretesa dal vaticano o l'indegna persecuzione che sta subendo la famiglia Englaro da parte del clero!Le religioni sono come le lucciole, per risplendere hanno bisogno delle tenebre.Arthur Schopenhauerhttp://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Credo che nessuno voglia forzare nessuno a

            niente. Certamente la Chiesa cerca di persuadere

            chi vuole ascoltare delle proprie buone ragioni.

            NO.

            La chiesa cattolica IMPONE a TUTTI il suo volere.
            In un paese realmente Laico i cittadini non
            credenti sarebbero liberi di vivere in accordo
            con i propri
            convincimenti.Quella di cui stai parlando non è laicità e neppure democrazia. Si chiama anarchia e non è di questa nazione e per quanto mi risulta nemmeno di questo mondo.

            In Italia NO perché la chiesa cattolica impone
            continuamente la sua
            morale.
            Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame
            legge sulla procreazione assistita pretesa dal
            vaticano o l'indegna persecuzione che sta subendo
            la famiglia Englaro da parte del
            clero!La chiesa difende cio' che per lei è giusto. E ci sarebbe da stupirsi se facesse altrimenti. Se chi ci governa fa proprie le sue posizioni e come al solito tutto diventa occasione di sciacallaggio politico prenditela semmai con questi ultimi.
            Le religioni sono come le lucciole, per
            risplendere hanno bisogno delle
            tenebre.
            Arthur SchopenhauerIl primo sorso dal calice della scienza rende atei, il secondo credenti.Einstein.Se facciamo il giochetto delle citazioni ad effetto, finiamo stanotte.
            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??



            Credo che nessuno voglia forzare nessuno a


            niente. Certamente la Chiesa cerca di


            persuadere chi vuole ascoltare delle proprie buone


            ragioni.

            NO.

            La chiesa cattolica IMPONE a TUTTI il suo volere.

            In un paese realmente Laico i cittadini non

            credenti sarebbero liberi di vivere in accordo

            con i propri convincimenti.
            Quella di cui stai parlando non è laicità e
            neppure democrazia. Si chiama anarchia e non è di
            questa nazione e per quanto mi risulta nemmeno di
            questo mondo.Ah, ecco, chi non si comporta secondo i dettami della chiesa cattolica è un anarchico!Complimenti!

            In Italia NO perché la chiesa cattolica impone

            continuamente la sua morale.

            Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame

            legge sulla procreazione assistita pretesa dal

            vaticano o l'indegna persecuzione che sta

            subendo la famiglia Englaro da parte del clero!
            La chiesa difende cio' che per lei è giusto. E ci
            sarebbe da stupirsi se facesse altrimenti. Se chi
            ci governa fa proprie le sue posizioni e come al
            solito tutto diventa occasione di sciacallaggio
            politico prenditela semmai con questi ultimi.Ma dove vivi?La chiesa non si limita a esprimere il proprio parere, ma ricatta i politici per fargli fare leggi che impongano a TITTI i cittadini italiani la morale cattolica.In un paese realmente Laico una legge infame come quella sulla procreazione assistita che c'è qui in Italia non sarebbe mai passata.

            Le religioni sono come le lucciole, per

            risplendere hanno bisogno delle tenebre.

            Arthur Schopenhauer
            Il primo sorso dal calice della scienza rende
            atei, il secondo credenti.
            EinsteinGuarda che Albert Einstein era Ateo, nel senso che NON riconosceva l'esistenza del dio dei cristiani, ma identificava dio con l'Universo.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale



            Credo che nessuno voglia forzare nessuno a



            niente. Certamente la Chiesa cerca di



            persuadere chi vuole ascoltare delle proprie
            buone



            ragioni.



            NO.


            La chiesa cattolica IMPONE a TUTTI il suo
            volere.


            In un paese realmente Laico i cittadini non


            credenti sarebbero liberi di vivere in accordo


            con i propri convincimenti.


            Quella di cui stai parlando non è laicità e

            neppure democrazia. Si chiama anarchia e non è
            di

            questa nazione e per quanto mi risulta nemmeno
            di

            questo mondo.

            Ah, ecco, chi non si comporta secondo i dettami
            della chiesa cattolica è un
            anarchico!
            Complimenti!Non far finta di non capire. Sei libero di credere o non credere. Semplicemente se c'è una classe politica liberamente eletta che ritiene di ispirarsi (purtroppo solo forlmalmente) alla chiesa e tu ti rifiuti di accettare le regole da questa definita vuol dire che rifiuti le regole che non condividi. Non centra con la religione e neppure con la democrazia. Vuol dire farsi le proprie regole in dispregio della maggioranza. Che ti piaccia o no si chiama anarchia.



            In Italia NO perché la chiesa cattolica impone


            continuamente la sua morale.


            Basta vedere la disgustosa, vomitevole e infame


            legge sulla procreazione assistita pretesa dal


            vaticano o l'indegna persecuzione che sta


            subendo la famiglia Englaro da parte del clero!


            La chiesa difende cio' che per lei è giusto. E
            ci

            sarebbe da stupirsi se facesse altrimenti. Se
            chi

            ci governa fa proprie le sue posizioni e come al

            solito tutto diventa occasione di sciacallaggio

            politico prenditela semmai con questi ultimi.

            Ma dove vivi?

            La chiesa non si limita a esprimere il proprio
            parere, ma ricatta i politici per fargli fare
            leggi che impongano a TITTI i cittadini italiani
            la morale
            cattolica.Questa si smentisce da sola. Come fa la chiesa a ricattare i politici? Li minaccia? ma dai! E' invece vero che numerosi politici ammiccano all'elettorato cattolico accettando certe posizioni. Ma non è la chiesa che fa le leggi. Se così fosse non ci sarebbero ne' il divorzio ne' l'aborto.
            In un paese realmente Laico una legge infame come
            quella sulla procreazione assistita che c'è qui
            in Italia non sarebbe mai
            passata.Tua opinione personalissima. E non è stata fatta dalla chiesa ma da persone hce hanno scelto liberamente di farvi riferiemnto, dopo essere state elette dalla gente che hai intorno a te.


            Le religioni sono come le lucciole, per


            risplendere hanno bisogno delle tenebre.


            Arthur Schopenhauer


            Il primo sorso dal calice della scienza rende

            atei, il secondo credenti.

            Einstein

            Guarda che Albert Einstein era Ateo, nel senso
            che NON riconosceva l'esistenza del dio dei
            cristiani, ma identificava dio con
            l'Universo.Informati meglio.
            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??

            Semplicemente se c'è una
            classe politica liberamente eletta che ritiene di
            ispirarsi (purtroppo solo forlmalmente) alla
            chiesa e tu ti rifiuti di accettare le regole da
            questa definita vuol dire che rifiuti le regole
            che non condividi.Cerchiamo di capirci.Democrazia non significa poter violare i diritti dei cittadini.L'Italia si sta trasformando in una teocrazia, dove la chiesa cattolica detta le regole, imponendo la sua morale a tutti, anche ai cittadini non credenti.
            Come fa la chiesa a ricattare i politici?La chiesa cattolica ha un enorme potere mediatico, sufficiente per ricattare i politici.

            In un paese realmente Laico una legge infame

            come quella sulla procreazione assistita che c'è qui

            in Italia non sarebbe mai passata.
            Tua opinione personalissima. E non è stata fatta
            dalla chiesa ma da persone che hanno scelto
            liberamente di farvi riferimento, dopo essere
            state elette dalla gente che hai intorno a te.Forse nel mondo delle favole.La chiesa ha ORDINATO, i politici hanno ESEGUITO.Tre Italia e Iran non c'è molta differenza, se non che la c'è l'islam, qua il cattolicesimo.

            Guarda che Albert Einstein era Ateo, nel senso

            che NON riconosceva l'esistenza del dio dei

            cristiani, ma identificava dio con

            l'Universo.
            Informati meglio.E' proprio che sono ben informato che so che Albert Einstein era ATEO, nel senso che identificava dio con l'Universo.Ti sfido a citarmi un suo scritto in cui dichiara di credere nel dio di una delle varie religioni.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Semplicemente se c'è una

            classe politica liberamente eletta che ritiene
            di

            ispirarsi (purtroppo solo forlmalmente) alla

            chiesa e tu ti rifiuti di accettare le regole da

            questa definita vuol dire che rifiuti le regole

            che non condividi.

            Cerchiamo di capirci.
            Democrazia non significa poter violare i diritti
            dei
            cittadini.
            L'Italia si sta trasformando in una teocrazia,
            dove la chiesa cattolica detta le regole,
            imponendo la sua morale a tutti, anche ai
            cittadini non
            credenti.Democrazia vuol dire che la maggioranza decide le leggi, anche se si ispirano alla religione che tu non condividi. E se non sei daccordo ma sei minoranza ti adegui alle leggi e cerchi di convincere delle tue ragioni abbastanza gente per diventare maggioranza alle elezioni successive. Ripeto che il principio secondo cui si rifiuta qualsiasi autorità perchè concepita come intrinsecamente limitante percui ognuno si fa le leggi secondo le sue opinioni si chiama anarchia.

            Come fa la chiesa a ricattare i politici?

            La chiesa cattolica ha un enorme potere
            mediatico, sufficiente per ricattare i
            politici.I fatti ti smentiscono. Se quel che dici fosse vero non ci sarebbe ne' la legge sull'aborto ne' quella sul divorzio, passate entrambe "malgrado" la forte totale opposizione della chiesa.


            In un paese realmente Laico una legge infame


            come quella sulla procreazione assistita che
            c'è
            qui


            in Italia non sarebbe mai passata.


            Tua opinione personalissima. E non è stata fatta

            dalla chiesa ma da persone che hanno scelto

            liberamente di farvi riferimento, dopo essere

            state elette dalla gente che hai intorno a te.

            Forse nel mondo delle favole.
            La chiesa ha ORDINATO, i politici hanno ESEGUITO.
            Tre Italia e Iran non c'è molta differenza, se
            non che la c'è l'islam, qua il
            cattolicesimo.LA storia ti smentisce. Leggi la risposta sopra.



            Guarda che Albert Einstein era Ateo, nel senso


            che NON riconosceva l'esistenza del dio dei


            cristiani, ma identificava dio con


            l'Universo.

            Informati meglio.

            E' proprio che sono ben informato che so che
            Albert Einstein era ATEO, nel senso che
            identificava dio con
            l'Universo.

            Ti sfido a citarmi un suo scritto in cui dichiara
            di credere nel dio di una delle varie
            religioni.
            The knowledge of the existence of something we cannot penetrate, of the manifestations of the profoundest reason and the most radiant beauty - it is this knowledge and this emotion that constitute the truly religious attitude; in this sense, and in this alone, I am a deeply religious man. (Albert Einstein).Anche se dando una risposta panteista, ha ammesso piu' volte l'esigenza dell'esistenza di un principio creatore, che io ed altri come me chiamiamo Dio. Al punto da opporsi violentemente alla matematica quantistica, pur figlia della relatività, sostenendo che Dio non gioca ai dadi...
            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??

            Anche se dando una risposta panteista, ha ammesso
            piu' volte l'esigenza dell'esistenza di un
            principio creatore, che io ed altri come me
            chiamiamo Dio.NO.E' una visione molto diversa.Il vostro è un dio personale a cui Einstein si è sempre opposto.Lui intende l'Universo come dio.
            Al punto da opporsi violentemente
            alla matematica quantistica, pur figlia della
            relatività, sostenendo che Dio non gioca ai dadi...Semmai si è opposto alla FISICA Quantistica.Inoltre la Fisica Quantistica è totalmente separata dalla Relatività Generale.Infine quel "dio non gioca a dadi" significa semplicemente che non riteneva possibile che l'Universo fosse non deterministico.Il dio cristiano non c'entra nulla.http://www.uaa.it
          • Mtt scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale

            Anche se dando una risposta panteista, ha
            ammesso

            piu' volte l'esigenza dell'esistenza di un

            principio creatore, che io ed altri come me

            chiamiamo Dio.

            NO.

            E' una visione molto diversa.

            Il vostro è un dio personale a cui Einstein si è
            sempre
            opposto.

            Lui intende l'Universo come dio.Se leggi quanto ho scritto,si riferisce ad un principio creatore in un contesto panteista, dove siamo tutti parte dell'unico principio. Pensi che sia lontano dal Cristianesimo? Il punto che non condivideva era che le creature potessero influire.

            Al punto da opporsi violentemente

            alla matematica quantistica, pur figlia della

            relatività, sostenendo che Dio non gioca ai
            dadi...

            Semmai si è opposto alla FISICA Quantistica.
            Inoltre la Fisica Quantistica è totalmente
            separata dalla Relatività Generale.La fisica è una scienza basata sulla matematica. Non cercare di spostare l'argomento su questioni di lana caprina OT please.E la matematica quantistica è figlia della teoria della relatività ristretta, non potendo accettare tutti i principi della generale.
            Infine quel "dio non gioca a dadi" significa
            semplicemente che non riteneva possibile che
            l'Universo fosse non deterministico.
            Il dio cristiano non c'entra nulla.Centra il principio creatore di cui ho scritto sopra.
            http://www.uaa.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??


            Lui intende l'Universo come dio.
            Se leggi quanto ho scritto,si riferisce ad un
            principio creatore in un contesto panteista, dove
            siamo tutti parte dell'unico principio. Pensi che
            sia lontano dal Cristianesimo?C'è una differenza enorme!
            E la matematica quantistica è figlia della teoria
            della relatività ristretta, non potendo accettare
            tutti i principi della
            generale.NO.La FISICA (e non matematica) quantistica NON è figlia della relatività ristretta.Sono due teorie nate in modo totalmente separato.

            Infine quel "dio non gioca a dadi" significa

            semplicemente che non riteneva possibile che

            l'Universo fosse non deterministico.

            Il dio cristiano non c'entra nulla.
            Centra il principio creatore di cui ho scritto
            sopra.Ma non ha nulla a che fare con il dio cristiano.http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale


            Lui intende l'Universo come dio.


            Se leggi quanto ho scritto,si riferisce ad un

            principio creatore in un contesto panteista,
            dove

            siamo tutti parte dell'unico principio. Pensi
            che

            sia lontano dal Cristianesimo?

            C'è una differenza enorme!Documentati sul cristianesimo e sul vangelo tanto quanto fai sugli altri argomenti poi ne riparliamo.

            E la matematica quantistica è figlia della
            teoria

            della relatività ristretta, non potendo
            accettare

            tutti i principi della

            generale.

            NO.

            La FISICA (e non matematica) quantistica NON è
            figlia della relatività
            ristretta.

            Sono due teorie nate in modo totalmente separato.Certo. Ma fingi di ignorare e di non capire che una è possibile solo grazie all'altra.


            Infine quel "dio non gioca a dadi" significa


            semplicemente che non riteneva possibile che


            l'Universo fosse non deterministico.


            Il dio cristiano non c'entra nulla.


            Centra il principio creatore di cui ho scritto

            sopra.

            Ma non ha nulla a che fare con il dio cristiano.Chiedilo ad un cristiano e ti spiegherà che centra.
            http://www.uaar.it
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??


            La FISICA (e non matematica) quantistica NON è

            figlia della relatività ristretta.

            Sono due teorie nate in modo totalmente separato.
            Certo. Ma fingi di ignorare e di non capire che
            una è possibile solo grazie all'altra.NO.La Teoria Quantistica PUO' essere estesa ripensandola all'interno del quadro della Relatività Ristretta (ma non Generale)http://www.uaar.it
          • Mtt scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??
            - Scritto da: Ateo Anticleric ale


            La FISICA (e non matematica) quantistica NON è


            figlia della relatività ristretta.


            Sono due teorie nate in modo totalmente
            separato.


            Certo. Ma fingi di ignorare e di non capire che

            una è possibile solo grazie all'altra.

            NO.

            La Teoria Quantistica PUO' essere estesa
            ripensandola all'interno del quadro della
            Relatività Ristretta (ma non
            Generale)

            http://www.uaar.itMi adeguo al tuo stile: NORIPETO: fingi di ignorare e di non capire che una è possibile solo grazie all'altra. CITO da WIKIPEDIA (http://en.wikipedia.org/wiki/Quantum_mechanics)...The other exemplar that led to quantum mechanics was the study of electromagnetic waves such as light. When it was found in 1900 by Max Planck that the energy of waves could be described as consisting of small packets or quanta, Albert Einstein exploited this idea to show that an electromagnetic wave such as light could be described by a particle called the photon with a discrete energy dependent on its frequency. This led to a theory of unity between subatomic particles and electromagnetic waves called waveparticle duality in which particles and waves were neither one nor the other, but had certain properties of both.oh, era un po' che non usavo il maiuscolo.....!
      • dont feed the troll scrive:
        Re: "strumento per la ricerca del vero"??
        Esaltazione cattotalebana.
      • Ateo Anticleric ale scrive:
        Re: "strumento per la ricerca del vero"??

        Estremismo intellettuale di tanti poveri laicisti...W il Laicismo !!!http://www.uaar.it
        • MegaLOL scrive:
          Re: "strumento per la ricerca del vero"??
          Guarda che anche masturbarsi nelle proprie feci davanti al ritratto di Ernesto Guevara è "religione". (rotfl)
          • Ateo Anticleric ale scrive:
            Re: "strumento per la ricerca del vero"??

            Guarda che anche masturbarsi nelle proprie feci
            davanti al ritratto di Ernesto Guevara è
            "religione". (rotfl)Dovrebbe far ridere?Dai, riprovaci... magari la prossima volta ti viene megliohttp://www.uaar.it
  • Ateo Anticleric ale scrive:
    radio maria :-D
    L'odore di zolfo e blogger squattrinati:http://it.youtube.com/watch?v=So08_dLDSmw:-DL'Olocausto secondo livio fanzaga di radio maria:http://it.youtube.com/watch?v=3QyzQcarq_8:-(
    • Risposta al commento scrive:
      Re: radio maria :-D
      - Scritto da: Ateo Anticleric ale
      L'Olocausto secondo livio fanzaga di radio maria:
      http://it.youtube.com/watch?v=3QyzQcarq_8
      :-(Ma l'olocaustro è un ologramma castrato?
  • littlegauss scrive:
    cyber-peccato originale!
    ...benedicimi perchè ho peccato. Ieri ho sniffato tutta la lan del mio ufficio, ho fatto un mega Man in the Middle, poi ho lanciato quattro fake authentications e ho portato a buon fine tre injections, tutto in un solo wardriving!ogni bit che scioglierai in terrà sarà sciolto nel regno dei cieli, e allora avanti coi gruppi ciellini su facebook, spammiamoci del Verbo!
  • ms funboy scrive:
    non basta radio maria per uccidere ....
    non basta radio maria per uccidere personeora inquinano anche il web con le loro stupidate.....allora tato che ci ciamo voglio confessarmi via skype...chiesa italiana al tappeto
    • Sardugno scrive:
      Re: non basta radio maria per uccidere ....
      Radio Maria letale, lol. Siamo al delirio.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: non basta radio maria per uccidere ....
        Ciglione, abitaci tu sotto i loro ripetitori di m3rd4 da 100mila W. Cattodecerebrato
        • Antonio Macchi scrive:
          Re: non basta radio maria per uccidere ....
          - Scritto da: Nome e cognome
          Ciglione, abitaci tu sotto i loro ripetitori di
          m3rd4 da 100mila W.
          Cattodecerebratoconfermola storia che loro possono inquinare con 100mila watt, mentre le leggi italiane lo proibuiscono e' a dir poco schifosapredicano il bene, ma sono peggio delle serpi.
          • giulio scrive:
            Re: non basta radio maria per uccidere ....
            ricordo che la chiesa cattolica nella sua storia ha ucciso molto piu di bin laden qualsiasi dittatore comunista o hitler....vorse dovrebbero smetterla di predicare bene e razzolare male
          • Mtt scrive:
            Re: non basta radio maria per uccidere ....
            come al solito quando si parla di religione cattolica non si risponde nel merito bensì si tirano fuori non 100 mila watt ma 100 mila argomenti generici.1) Cosa centra Radio Maria con i ripetitori fuori norma di Monte Mario?2) La chiesa cattolica avrebbe ucciso piu' di un qualsiasi dittatore comunista? Informati sull'inquisizione e su Stalin o Hitler poi medita prima di scrivere.... o forse sei un negazionista della Shoa?3) Preciso l'intervento di Antonio. Predicano (non sempre) bene, fanno spesso bene ed anche qualche caxxata, come quella appunto dei ripetitori troppo potenti. Ma la chiesa, come tutte le istituzioni, è fatta di uomini. La soluzione è cercare di eliminare gli errori. Non buttare via tutto in nome di essi.
        • zzzzzz scrive:
          Re: non basta radio maria per uccidere ....
          Stai confondendo Radio Maria con Radio Vaticano
      • zzzzzz scrive:
        Re: non basta radio maria per uccidere ....
        Probabilmente ha paura di morire di noia
Chiudi i commenti