Un milione di frasi elettrizza le traduzioni digitali

Lo spera la Commissione Europea che le ha rese disponibili agli sviluppatori per dare una svolta alle tecnologie di traduzione

Roma – L’Esecutivo dell’Unione Europea ha deciso di collaborare a nuove soluzioni tecnologiche per il problema della babele linguistica che si trova a gestire quotidianamente: come migliorare le soluzioni software a disposizione? Una risposta sta nella libera divulgazione delle traduzioni presenti nei suoi database: circa un milione di frasi tradotte in 22 delle 23 lingue UE ufficiali.

Una mole di dati che consentirebbero agli sviluppatori dei software di traduzione di migliorare notevolmente la qualità dei loro prodotti e di “coprire” anche gli idiomi meno diffusi, come il Rumeno e il Lettone.

La maggior parte delle frasi scelte sono tratte dall’ Acquis comunitario , ovvero dal corpus documentale che gli stati membri dell’Unione Europea devono accogliere nel proprio quadro giuridico.

Si tratta quindi di traduzioni professionali che riguardano argomenti di ogni genere, dall’IT all’agricoltura. Una memoria linguistica che viene utilizzata quotidianamente dallo staff di traduttori della UE e che è stata indicizzata dettagliatamente per rispondere alle esigenze informative della Commissione.

Janez Potočnik, commissario europeo per la scienza e la ricerca, ha dichiarato: “Questa eccezionale raccolta di dati linguistici contribuisce alla creazione di una nuova generazione di programmi informatici per il trattamento del linguaggio umano e contribuisce ad incentivare la competitività dell’industria linguistica, che già risulta tra quelle in più rapida crescita nell’Unione europea.”

PcWorld sottolinea che il sistema di “tagging” adoperato rende i documenti adattissimi al lavoro degli sviluppatori di traduttori software. Dato che la correlazione fra ogni lingua è già disponibile, la parte più complicata del lavoro è già stata praticamente fatta.

L'”apertura” della UE si trasformerà apparentemente in un vantaggio per tutti. Lo sviluppo software costerà meno e anche le minoranze linguistiche disporranno di valide traduzioni. I documenti ufficiali per gli sviluppatori sono disponibili sul sito della Commissione del Directorate General of Translation ( DGT ).

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • eheheh scrive:
    Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
    Ma una volta acceso non si potrebbe trovare l'ubicazione del GPS medesimo e catturare il ladro o l'incauto acquirente del GPS rubato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
      Sicuramente è possibile ma non te lo diranno mai, d'altro canto a livello commerciale quello che dici te è il viasat che costa qualcosa di più.
      • eheheh scrive:
        Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
        - Scritto da: Anonimo
        Sicuramente è possibile ma non te lo diranno mai,
        d'altro canto a livello commerciale quello che
        dici te è il viasat che costa qualcosa di
        più.quando un cellulare è acceso si riesce a scoprire la cella dove si trova, con un gps che è più preciso si dovrebbe scoprire quasi esattamente dove si trova quel gps.penso che anche i gps abbiano un codice simile all'IMEI o dovrebbero averlo.Un gps oltre a dirti dove ti trovi è un naturale antiurto satellitare di se stesso.A livello teorico ovviamente
        • MegaLOL scrive:
          Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
          Forse non te l'ha detto nessuno, ma il GPS è un RICEVITORE, non un RICETRASMETTITORE. Riceve i segnali dai satelliti GPS e calcola la propria posizione, non sono i satelliti a cercare lui.Se il GPS non è abbinato ad un trasmettitore (come i cellulari dotati di chip GPS) allora è come cercare il tuo autoradio.
          • Wargames scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            Infatti... il GPS non trasmette... é stupido :-P
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            Secondo è anche ricetrasmettitore solo che questa parte la tengono nascosta un po' come le schede madri economiche, identiche a quelle costose ma con i contatti dissaldati
          • Cayard scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            Quindi tu dici che con 50 euro hai un oggetto in grado di DIALOGARE COL SATELLITE? Ma lo sai che antenna e che potenza deve avere per "parlare" con un satellite? Sembra che non hai mai visto un telefono satellitare...Non scherziamo, il ricevitore GPS si chiama ricevitore mica per caso....è un po come dire che con il ministereo da spiaggia, Radio Deejay può sapere dove mi trovo!
          • bowlingbpsl scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            - Scritto da: Anonimo
            Secondo è anche ricetrasmettitore solo che questa
            parte la tengono nascosta un po' come le schede
            madri economiche, identiche a quelle costose maSarebbe come dire che la radiolina ad onde medie, e' anche un possente trasmettitore, solo che la CIA non vuole che si sappia...Se solo ci si documentasse su com'e' fatto un ricevitore, con tutti i suoi stadi intermedi... ed un trasmettitore, si noterebbe che in comune, tra i due, c'e' ben poco.Oltre alla non trascurabile questione della potenza di trasmissione. Non sono cosucce da niente.Nel caso del GPS, si fa "prima" a mettere un cellulare attaccato al ricevitore, ma non si puo' certo chiamare soltanto "ricevitore GPS".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 gennaio 2008 09.31-----------------------------------------------------------
          • Funz scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            - Scritto da: Anonimo
            Secondo è anche ricetrasmettitore solo che questa
            parte la tengono nascosta un po' come le schede
            madri economiche, identiche a quelle costose ma
            con i contatti
            dissaldatiHai ragione, è tutto un complotto degli Illuminati per spiarci
          • Subdolo scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            - Scritto da: Anonimo
            Secondo è anche ricetrasmettitore solo che questa
            parte la tengono nascosta un po' come le schede
            madri economiche, identiche a quelle costose ma
            con i contatti dissaldatiIl ragionamento potrebbe essere giusto soltanto se esistessero analoghi modelli, superiori (con funzioni di trasmissione).Secondo me il modo più economico per tracciarti è quando aggiorni le mappe... io sospetto che chi te le aggiorna, preleva anche tutti i tuoi dati. E quindi potrebbe risalire alla tua identità.Infatti è il motivo per il quale non voglio acquistare questi prodotti.
        • Cayard scrive:
          Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
          Peccato che stai parlando di un ricevitore, non di una microspia della CIA! Hai presente come funziona la parabola di sky?? o la radio della nonna?? Ecco niente di diverso...se poi vuoi rintracciare il tuo tomtom allora è meglio che trovi il buco per metterci una SIM per cellulari e farti inviare un sms con le coordinate...così forse lo ritrovi!
          • Mike scrive:
            Re: Ma con il gps non si potrebbe ritrovarlo
            - Scritto da: Cayard
            Peccato che stai parlando di un ricevitore, non
            di una microspia della CIA! Hai presente come
            funziona la parabola di sky?? o la radio della
            nonna?? Ecco niente di diverso...se poi vuoi
            rintracciare il tuo tomtom allora è meglio che
            trovi il buco per metterci una SIM per cellulari
            e farti inviare un sms con le coordinate...così
            forse lo
            ritrovi!ecco...questo è una bella idea.Sta alla base anche degli antifurti satellitari...che sembra che chissà che facciano. Alla fine mandano poche informazioni tramite collegamento GPS - telefono.Con un po di conoscenza e pratica ci si potrebbe creare l'antifurto satellitare da soli senza pagare gabelle annue!
Chiudi i commenti