Un network personale, sulla pelle

Un gruppo di ricercatori sudcoreani presenta il prototipo di un chip per connettere dispositivi portatili sfruttando la conduttività del corpo umano. Si chiama Personal Area Network


San Francisco (USA) – Lettori MP3, palmari e telefoni cellulari sempre più complessi: come fare per interconnetterli? La soluzione per la creazione di PAN , Personal Area Network , potrebbe essere nel corpo umano. E’ quanto credono alcuni ricercatori del Centro Nazionale Sudcoreano per l’Alta Tecnologia, creatori d’un prototipo di chip cutaneo che sfrutta la conduttività naturale dell’epidermide.

Progetti non molto dissimili dal chip sottopelle, la cui diffusione tra gli umani non è più un parto della fantascienza ma rientra tra le “soluzioni ordinarie” ai problemi di una società tecnologizzata.

Il dispositivo, presentato in occasione di un convegno presso San Francisco, è in grado di far “correre” sulla pelle i segnali prodotti da apparecchi digitali. Come ad esempio il segnale audio del popolarissimo iPod di Apple . E stando a quanto pubblicato su News.com , gli scienziati hanno proprio usato la killer app dell’azienda di Steve Jobs per dimostrare le potenzialità del chip.

Un utente è riuscito ad ascoltare musica nelle cuffie semplicemente toccando un iPod: è bastato modificare entrambi i dispositivi, ed ecco che il corpo si trasforma in una piattaforma per connessioni a banda larga , capace di trasmissioni fino a 2Mbit al secondo. Il chip, stando alle fonti ufficiali, si installa sull’avambraccio e sfrutta la capacità naturale del corpo per alimentarsi, grazie ad un consumo elettrico nell’ordine dei microwatt.

Mano a mano che l’alta tecnologia diventa sempre più compatta e portatile, i vantaggi di una infrastruttura PAN iniziano a diventare sempre più succulenti per molti settori dell’industria: dai produttori di lettori multimediali fino ai big della telefonia mobile. “Ci vorranno molti anni”, hanno comunque sottolineato gli scienziati sudcoreani, “prima che questa tecnologia possa essere ultimata”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Axy scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS

    E allora resta schiavo della tua tecnologia.I martelli si fanno sempre alla stessa maniera da secoli e nessuno si sente schiavo della tecnologia, quella contro gli mp3 è una lotta ridicola.La differenza tra mp3 e ogg è marginale e si sente a stento a bassi rate.
  • Anonimo scrive:
    Facile da aggirare
    Non comprate più musica on line! :p
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS:almeno c'è sourroun
    - Scritto da: Anonimo
    gli ogg mantengono il Sourround,mp3 NOUtilissimo per la MUSICA in auto o con il lettore portatile con cuffia....A che serve il surround in un formato lossy????? :|Pensassero piuttosto a fare in modo che l'OGG non si ciucci le batterie come Cicciolina con le banane....
    • Anonimo scrive:
      Re: USATE OGG VORBIS:almeno c'è sourroun
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      gli ogg mantengono il Sourround,mp3 NO


      Utilissimo per la MUSICA in auto o con il lettore
      portatile con cuffia....

      A che serve il surround in un formato lossy?????
      :|
      Pensassero piuttosto a fare in modo che l'OGG non
      si ciucci le batterie come Cicciolina con le
      banane....la mia auto ho il sourround...e pure la mia scheda audio integrata nel pc(ed uso linux)Se devo scegliere tra 2 formati prendo il migliore,non il peggiore!
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS:almeno c'è sourroun
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Harlock75

    Ormai gli mp3 sono obsoleti: il formato Ogg

    Vorbis è di uguale qualità (o superiore) e

    soprattutto è open source.

    Mi pare che molti non abbiano ben afferrato
    quello che volgiono fare. Il watermark non
    verrebbe introdotto in fase di codifica (cd-
    mp3)
    con il loro codec. Il watermark sarebbe presente
    nella sorgente non compressa (i.e. il cd).
    Esistono metodi che permettono di estrarre il
    watermark anche dopo una compressione lossy (mp3,
    vorbis) mantenendo un buon livello di confidenza.

    A questo proposito segnalo questo link:

    http://www.cmlab.csie.ntu.edu.tw/~dynamic/AWM/inde
    gli ogg mantengono il Sourround,mp3 NO
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    - Scritto da: Harlock75
    Ormai gli mp3 sono obsoleti: il formato Ogg
    Vorbis è di uguale qualità (o superiore) e
    soprattutto è open source.Mi pare che molti non abbiano ben afferrato quello che volgiono fare. Il watermark non verrebbe introdotto in fase di codifica (cd-
    mp3) con il loro codec. Il watermark sarebbe presente nella sorgente non compressa (i.e. il cd).Esistono metodi che permettono di estrarre il watermark anche dopo una compressione lossy (mp3, vorbis) mantenendo un buon livello di confidenza.A questo proposito segnalo questo link:http://www.cmlab.csie.ntu.edu.tw/~dynamic/AWM/index.html
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perché non serve a nulla...
    - Scritto da: Anonimo
    3) Il watermark rivela l'identità di chi ha
    comprato il brano mp3. Ma le identità sono
    facilmente falsificabili, e il primo pirata con
    una carta di credito rubata potrà scaricare tutti
    gli mp3 a nome di un utente che non esiste e
    metterli in share su p2p.Se una cosa ti viene rubata devi sporgere denuncia altrimenti se vengono fatti degli illeciti con quella cosa sono cavoli tuoi.Se hanno comprato le tracce con la tua carta di credito a posteriori possono verificare se è vero, molto più difficile invece se TU hai veramente comprato le tracce e poi vuoi tirar fuori questa storiellina.
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    - Scritto da: Anonimo
    che c'entra? Un watermark funziona a prescindere
    dal formato di codifica del branoMica vero.
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    che c'entra? Un watermark funziona a prescindere dal formato di codifica del brano
  • HotEngine scrive:
    Ricetta
    Prendere un MP3 con watermarkConvertirlo in waveaggiungere ad ogni byte 0/+1/-1 (random)Lasciare rosolareRimettere in MP3 con lo stesso baudrateSfornare dopo 5 minuti, et voilà.Frappè di watermark.
    • alex.tg scrive:
      Re: Ricetta
      Non penso sarebbe cosi` semplice: probabilmente codificherebbero il watermark nel dominio delle frequenze, non in quello del tempo. Ma anche cosi`, se il watermark venisse sovrapposto a frequenze udibili si sentirebbe, e se non e` udibile allora un filtro band-stop lo rimuoverebbe senza intaccare la qualita` del segnale che conta.A ogni modo dire watermark e` un po' vago, vattelappesca come lo vorrebbero fare... che so, magari aumentando un pochino il volume di una percussione ogni tanto, per codificare in quel colpo di tamburo un bit 1 nella stringa del watermark.Se fosse cosi`, come lo elimineresti, non sapendo nemmeno quali percussioni sono state alterate? E in fondo quasi tutte le canzoni hanno percussioni, isolabili in molti modi... oddio, si potrebbe fare un'analisi del volume medio di tutte le percussioni e "rinormalizzarle" a quel volume, probabilmente la soluzione ci sarebbe comunque, ma potrebbero rendere molto difficile trovarla.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ecco perché non serve a nulla...
    Non solo: 3) Il watermark rivela l'identità di chi ha comprato il brano mp3. Ma le identità sono facilmente falsificabili, e il primo pirata con una carta di credito rubata potrà scaricare tutti gli mp3 a nome di un utente che non esiste e metterli in share su p2p.
  • Anonimo scrive:
    Ecco perché non serve a nulla...
    Anche se fosse possibile identificare l'utente che ha comprato il file mp3 firmandolo con un watermark che indica ad Es. "comprato su iTunes dal signor Rossi", che cosa potrebbero fare? 1) Non potrebbero denunciare il signor Rossi, perché costui si limiterebbe a dire che il file mp3 gli è stato rubato o lo ha messo su un cd che ha perduto. Altri lo avrebbero potuto poi mettere in share su p2p. Come dimostrare il contrario? 2) Anche se fosse lo stesso singor Rossi a shararlo su p2p, di cosa potrebbero accusarlo? Non è lui a scaricarlo, la colpa è di chi lo scarica anche se c'è scritto in watermark "proprietà del signor Rossi".
  • AlphaC scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    io ho un lettore da tavolo ogg (Kiss) e un lettore portatile ogg ed e' motorola pensa mica roba strana...
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    ma che ca**atagli utenti "normali" non smanettoninon buttano tutti i player mp3 che hannoper comprare dei player che legganoogg vorbis.così come non buttano via gli attuali televisoriper comprarsi le tv HD... le evoluzionitecnologiche hanno i loro tempi per essereassorbite. E la cosa viene fatta soloquando rappresentano un elevato salto,non una differenza trascurabile.vedi il dvd rispetto alla videocassetta o ilcd rispetto al vinile.
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS

    Peccato però che i player con cuffie, le
    autoradio ed i player da TV leggano solo gli MP3
    :( molti player portatili della teac leggono anche gli ogg vorbis, anche gli iriver, i kentron, i lettori da tavolo kiss, tutte queste marche (dai un'occhiata a chl, se non ci credi) vendono player per ogg vorbis.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    - Scritto da: The_GEZ

    Premetto che non sono un ascoltatore di mp3...

    preferisco la radio...
    Che coraggio !
    Ti piace così tanto la pubblicità ?www.pandora.como in alternativawww.last.fmLa radio come vuoi tu, e senza pubblicità.
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Harlock75

    Ormai gli mp3 sono obsoleti: il formato Ogg

    Vorbis è di uguale qualità (o superiore) e

    soprattutto è open source.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ogg_Vorbis

    Peccato però che i player con cuffie, le
    autoradio ed i player da TV leggano solo gli MP3
    :( E allora resta schiavo della tua tecnologia.Cosa vuoi?
  • Anonimo scrive:
    Re: USATE OGG VORBIS
    - Scritto da: Harlock75
    Ormai gli mp3 sono obsoleti: il formato Ogg
    Vorbis è di uguale qualità (o superiore) e
    soprattutto è open source.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Ogg_VorbisPeccato però che i player con cuffie, le autoradio ed i player da TV leggano solo gli MP3 :(
  • Anonimo scrive:
    Re: Mp3 è obsoleto
    - Scritto da: Anonimo
    Chi è che usa ancora il formato Mp3 per lo
    scambio?Tutti ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mp3 è obsoleto
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Chi è che usa ancora il formato Mp3 per lo

      scambio?

      Tutti ?E anche i prossimi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mp3 è obsoleto


        Tutti ?

        E anche i prossimi.Contenti voi se vi piace la musica piatta, certo ognuno è libero di usare il formato che preferisce, comunque quando si mette in condivisione un proprio CD è bene usare un formato lossless in modo tale che poi ognuno se lo può convertire nel formato che preferisce.Per quanto mi riguarda tutti i miei CD originali li ho trasformati in AAC per l'ascolto su PC e iPod, ma mi guardo bene dal metterli in condivisione
        • Anonimo scrive:
          Re: Mp3 è obsoleto
          - Scritto da: Anonimo



          Tutti ?



          E anche i prossimi.

          Contenti voi se vi piace la musica piatta, certo
          ognuno è libero di usare il formato che
          preferisce, comunque quando si mette in
          condivisione un proprio CD è bene usare un
          formato lossless in modo tale che poi ognuno se
          lo può convertire nel formato che preferisce.
          Per quanto mi riguarda tutti i miei CD originali
          li ho trasformati in AAC per l'ascolto su PC e
          iPod, ma mi guardo bene dal metterli in
          condivisioneIl fatto è che anche AAC è un MP3, solo più evoluto. Fraunhofer è uno dei suoi sviluppatori, e metterà anche i watermark negli AAC.Per quanto la condivisione, sono d'accordo con te; ma ricorda che non potrai neanche scaricare files m4a (AAC per l'appunto).
        • Arsenic scrive:
          Re: Mp3 è obsoleto

          Contenti voi se vi piace la musica piattae tu sai distinguere un mp3 fatto bene da un flac alla cieca nelle cuffie del palyer portatile?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    Vorrei ricordare a tutti a cosa stanno puntanto le major e i loro compari;se qualcuno di voi segue assiduamente le news oltreoceano in questo settore si sara' reso conto come da parecchio tempo le lobby stiano operando per promuovere e far approvare leggi che limitano le possibilita' d'uso del consumer; come sono riusciti a far approvare il DMCA infatti tramite un'operzione di lobbing continua e dopo vari fallimenti contano di arrivare all'aprpovazione della legge, di cui si era gia' parlato anche su PI, che darebbe loro la possibilita' di determinale le caratteristiche dei nuovi prodotti tecnologici, la famosa approvazione di cui parlo quell'articolo;se tale legge venisse approvata e ogni anno periodicamente ritentano, possono imporre un mercato dove tutti i lettori sono dotati di vari sistemi di gestione Drm avanzato; ecco allora che ci troveremmo di fronte al riconoscimento dei watermark sulla musica che abbiamo archiviato negli anni, musica che quindi era destinata solo destinata alla vendita, e questi lettori possono rifiutarsi di produrla o richiedere di fornire una licenza per poterla riprodurre.la legge che volevano far approvare e che ogni anno rimettono in campo ha lo scopo di obbligare tutti i produttori di hardware a sottostare a queste regole, un po' come sta facendo la FCC con software e hardware di telefonia.Se la legge venisse approvata, e poi esportata nel resto del mondo (ricordo che anche in italia il reverse engineering e' stato vietato in puro stile Dmca), ci ritroveremmo nell'impossibilita' di aquistare lettori con le propieta' di quelli che abbiamo oggi, ovvero persino un lettore divx da tavolo , cosi' come windows Vista, riconosciuto il watermark sull'audio o sul video rifiuteranno di leggere.uno scenario del genere sembrerebbe impossibile, ma ricordate che questa gente sta ragionando sul lungo termine e quindi negli anni a venire;se avete letto l'altro articolo noterete come per il 2008 Vista sara' in grado di identificare dal chip fritz se la licenza per questo pc/hardware e' autorizzata altrimenti nemmeno si installera', e questo e' solo un esempio d'impiego.
  • Anonimo scrive:
    Re: siamo alle solite...
    Che libertà ti limita??...questa spiegala per favore, non essendo comunista non sono in grado di vedere quali miei diritti viola questo watermark...
    • Anonimo scrive:
      Re: siamo alle solite...
      sai..non mi sento libero in maniera completa ad ascoltare musica sapendo che qualcuno puo' sapere che io la possiedo.La chiami liberta'?Non ti tendi conto che tutte queste piccole congetture, sommate con TC, DRM e compagnia bella non sono altri mezzi e fini per togliere liberta'?
  • Harlock75 scrive:
    USATE OGG VORBIS
    Ormai gli mp3 sono obsoleti: il formato Ogg Vorbis è di uguale qualità (o superiore) e soprattutto è open source.http://it.wikipedia.org/wiki/Ogg_Vorbis
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???

    vuoi dire che scarico il file non compresso e poi
    il mio computer lo ricodifica?
    mangiato peperonata ieri sera?Chiedilo a dvdjohn non a me.

    E in ogni caso aggiungere una stringa di un

    centinaio di byte su un file già pronto non mi

    sembra un grosso problema di calcolo (a meno che

    programmi in java)

    dipenda da _dove_ li metti...Resta sempre un non problema :D
  • pikappa scrive:
    e tuttosommato sarebbe il minore dei mal
    Anzichè DRM spioni, wma che non girano su ipod, e aac che non vanno su altri lettori, avremo file mp3, riproducibili su qualunque piattaforma, liberamente copiabili per uso privato (es me li copio sul lettore mp3, o su una MMC da mettere nell'autoradio) ma cmq tracciabili in caso di violazioni (es condividerlo con il mondo intero tramite p2p, ftp, www, piccione viaggiatore etc etc)tuttosommato sarebbe un buon compromesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    - Scritto da: Anonimo

    A parte il fatto che non vedo il pericolo che

    possa correre il releaser... voglio dire...è un

    file... i file possono essere copiati in

    qualsiasi momento e in un attimo... se io ce
    l'ho

    in ufficio? Chiunque può copiarselo dal mio
    pc...

    se ce l'ho sul player e me lo rubano?

    Quindi continua pure a scaricare tranquillo :D su questo non c'erano dubbi :D




    Vai a dimostrare che quel file scambiato su p2p

    ci sia stato messo effettivamente da lui...

    Magari invece toccherà a TE dimostare che non sei
    stato TU :D non siamo ancora in iraq. con tutto il rispetto per gli iracheni.




    2 sono le cose:



    o anno dei server potentissimi che sono in grado

    di codificare in realtime centinaia di file...

    Se non erro la codifica di itunes viene fatta sul
    TUO computer, la potenza di calcolo che sfruttano
    gliela regali TU!!!!vuoi dire che scarico il file non compresso e poi il mio computer lo ricodifica?mangiato peperonata ieri sera?
    E in ogni caso aggiungere una stringa di un
    centinaio di byte su un file già pronto non mi
    sembra un grosso problema di calcolo (a meno che
    programmi in java)dipenda da _dove_ li metti...godzilla non loggato
  • Viker scrive:
    Re: Mp3 è obsoleto
    - Scritto da: Anonimo
    Chi è che usa ancora il formato Mp3 per lo
    scambio? capisco per l'uso personale se si hanno
    dispositivi che supportano solo queto formato.
    Ormai nelle reti p2p si trova quasi tutto in
    formati lossless (ape e flac) perfino con
    l'immagine cue del cd in modo da riavere una
    copia praticamente perfetta del CD originale.Ehi trollone mi interpreti? :DHo il brevetto su queste trollate:D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???

    Mi rubano la macchina di notte... ci fanno la
    rapina... la ritrovano la notte stessa.... che
    fanno? Mi arrestano?
    Come io devo provare che stavo dormendo a casa
    loro devono provare che ero io in macchina... la
    mia macchina sul posto della rapina non è una
    prova schiacciante contro di me... e ancor meno
    un mio file che va a finire sul p2p... Se vuoi prova, poi mi racconti :D Al massimo ti porto le arance a San Vittore
    Mha... quel centinaio di byte non è un centinaio
    di byte inserito in testa o in coda....
    ma modifica tutta la struttura del file... o
    sbaglio?Dipende dalla tecnologia scelta. In ogni caso non è un grosso problema con gli strumenti adatti
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e' nessun problema....
    - Scritto da: martinmystere
    ormai sono anni che l'encoder Lame e' anni luce
    piu' avanti in fase di resa audio...rispetto al
    frahunofer....si continuera' come
    sempre....byebye
    Forse... ma ricorda che i binari di LAME sono illegali !!!Marco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'e' nessun problema....
      - Scritto da: Anonimo
      - Scritto da: martinmystere

      ormai sono anni che l'encoder Lame e' anni luce

      piu' avanti in fase di resa audio...rispetto al

      frahunofer....si continuera' come

      sempre....byebye


      Forse... ma ricorda che i binari di LAME sono
      illegali !!!

      Marco RavichSe è per questo, anche la maggior parte dei Windows XP Professional Corporate Edition in giro per il mondo :D :D :D
      • gatsu99 scrive:
        Re: Non c'e' nessun problema....
        se parliamo di illegalità lo è pure mettere rootkill nei cd audio ma non mi pare che sony bmg si sia posta il problema o se vogliamo non mi pare che spiare tutto e tutti come a fatto Bush sia corretto o etico e ad oggi non lo vedo nè in carcere nè in qualche guaio quindi ....a me la cosa pare del tutto irrilevante
  • Anonimo scrive:
    siamo alle solite...
    qualsiasi cosa basta che serva per togliere e limitare la liberta', la privacy di chiunque...e chissa' cos'altro... tutto spacciato per limitare danni pirateria, etc.mi chiedo perche' nessuna associazione dei diritti delle persone e della privacy intervenga...bisognerebbe studiarsi a fondo il funzionamento.. ma come sappiamo tutti - non esiste solo l'emmepitre per fortuna! ogg etc.etc.etc.e pensare che 20anni(o quasi) fa quasi non esistevano nemmeno i computer..ci manca solo che censurino i pensieri delle persone..
  • Anonimo scrive:
    Mp3 è obsoleto
    Chi è che usa ancora il formato Mp3 per lo scambio? capisco per l'uso personale se si hanno dispositivi che supportano solo queto formato. Ormai nelle reti p2p si trova quasi tutto in formati lossless (ape e flac) perfino con l'immagine cue del cd in modo da riavere una copia praticamente perfetta del CD originale.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???

    Quindi continua pure a scaricare tranquillo :D Infatti è proprio la direzione che vogliono prendere o almeno cercare di prendere... non riescono a far passare la voglia di scaricare? cercano di far passare la voglia di condividere...
    Magari invece toccherà a TE dimostare che non sei
    stato TU :D Mi rubano la macchina di notte... ci fanno la rapina... la ritrovano la notte stessa.... che fanno? Mi arrestano? Come io devo provare che stavo dormendo a casa loro devono provare che ero io in macchina... la mia macchina sul posto della rapina non è una prova schiacciante contro di me... e ancor meno un mio file che va a finire sul p2p...
    E in ogni caso aggiungere una stringa di un
    centinaio di byte su un file già pronto non mi
    sembra un grosso problema di calcolo (a meno che
    programmi in java)Mha... quel centinaio di byte non è un centinaio di byte inserito in testa o in coda.... ma modifica tutta la struttura del file... o sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Poveretti...
    - Scritto da: Anonimo
    ...Non sanno piu' cosa invetare per compiacere le
    Major.Io la vedo più una manovra per spillare più soldi alle Major... il fraucosowatermark verrà venduto alle Major ad un prezzone... e non serve a niente
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???

    A parte il fatto che non vedo il pericolo che
    possa correre il releaser... voglio dire...è un
    file... i file possono essere copiati in
    qualsiasi momento e in un attimo... se io ce l'ho
    in ufficio? Chiunque può copiarselo dal mio pc...
    se ce l'ho sul player e me lo rubano? Quindi continua pure a scaricare tranquillo :D

    Vai a dimostrare che quel file scambiato su p2p
    ci sia stato messo effettivamente da lui...Magari invece toccherà a TE dimostare che non sei stato TU :D

    2 sono le cose:

    o anno dei server potentissimi che sono in grado
    di codificare in realtime centinaia di file...Se non erro la codifica di itunes viene fatta sul TUO computer, la potenza di calcolo che sfruttano gliela regali TU!!!!E in ogni caso aggiungere una stringa di un centinaio di byte su un file già pronto non mi sembra un grosso problema di calcolo (a meno che programmi in java)
  • Anonimo scrive:
    Cd convertito in OGG
    ...o in altri formati.Il watermark non c'è +.Il formato non è proprietario Fraunhofer.E poi se ti serve te lo converti in mp3 sul tuo pc quando e come ti pare.Basta cambiare metodologia all'origine.Facile, no?
  • Anonimo scrive:
    Re: Marchio acquatico
    Ciao,mi spiace ma sei fuori strada. Il watermark non e' una tecnica di codifica bensì di firma digitale. Il principio di funzionamento è quello di firma digitale come dicevo, e prevede di aggiungere al file orginale della informazione aggiuntiva..e qui sta il bello...non come header/trailer..ma modificando il file audio. In questo modo tutte le copie prodotte da questa porteranno la stessa firma digitale della copia originale. Il metodo per fregarlo esiste e consiste nel ricampionare il segnale possibilmene aggiungendo del rumore..ma in questo modo si perde anche un po di qualità. La tecnica e' molto simile a quella impiegata per marcare le pagine stampate con alcuni modelli e marche di stampanti a colori. I puntini gialli di marcatura rimangono anche se ne fai fotocopie a colori..o magari la fotocopiatrice aggiunge pure la sua firma ed allora riesci a ricostruire tutta la catena di watermark.Spero di essere stato chiaro.Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Marchio acquatico
      Ma il watermark non dovrebbe essere nient'altro che un segnale ad una frequenza non udibile (si fa' per dire).Quindi se io rippo una traccia da un cd e guardo lo spettro o lo analizzo con un programma di editing audio dovrei riuscire a vedere il watermark senza problemi.Di conseguenza basterebbe filtrare alcune frequenze, troppo alte o troppo basse.Inoltre il watermark sara' solo all'inizio o alla fine o durante tutta la traccia?
      • Anonimo scrive:
        Re: Marchio acquatico
        - Scritto da: Anonimo
        Ma il watermark non dovrebbe essere nient'altro
        che un segnale ad una frequenza non udibile (si
        fa' per dire).Essite un infinito numero di informazioni che possono essere introdotte e riconosciute usando appositi filtri/algoritmi, tant'e' che se non hai la matrice che l'ha originato il watermark non lo puoi individuare e tantomeno togliere salvo che non sia fatto cosi' male da essere visibile a semplici analisi.
        Quindi se io rippo una traccia da un cd e guardo
        lo spettro o lo analizzo con un programma di
        editing audio dovrei riuscire a vedere il
        watermark senza problemi.vedi sopra
        Di conseguenza basterebbe filtrare alcune
        frequenze, troppo alte o troppo basse.
        Inoltre il watermark sara' solo all'inizio o alla
        fine o durante tutta la traccia?se volessi utilizzarlo in maniera intelligente lo piazzerei in qualunque punto della traccia dove si riesce a nasconderlo meglio, su un brano metal praticamente puo' rimanere permanente, tuttavia per natura stessa del suono con un buon algoritmo posso nasconderlo anche nel rumore di fondo fra una pausa e l'altra.questo tento per farti capire qianto e' vago il discorso, in fondo tieni presente che mentre una crittazione usata per un Drm deve mantenere tutti i dati integri, un watermark ha solo il compito di fornire una riconoscibilita' ed eventualmente pochissime informazioni necessarie ad riconoscerlo da un altro, nel caso che lo personalizzi macchina per macchina.
        • Anonimo scrive:
          Re: Marchio acquatico
          ma non basta aggiungere un 0,001s di silenzio all'inizio del brano mp3 per eludere il watermark?infondo se modifica il file audio in sè, basta modificare l'audio no?
  • The_GEZ scrive:
    Marchio acquatico
    Ciao a Tutti !Forse sto dicendo una stupidata (*) ma il watermark non è una tecnologia di cifratura, quindi un programma in grado di leggerlo dovrebbe anche essere in grado di toglierlo ... e magari poi codificare tutti in OGG o simili.Ok la transcdifica fa calare la qualità ma il maniaco che si accorge del calo di qualità dopo la trancodifica ... bè, non penso che acolterebbe un MP3 fin dal pricipio, per gli altri, tipo me ... vada per la trancodifica, sai mai che qualche player MP3 "Trusted" non decide di metterci i suoi di Watermark.* Ok, qui mi aspetto il messaggio anonimo che mi dice "Si, la stai dicendo" e varianti sul tema.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    - Scritto da: The_GEZ
    Ciao Anonimo !


    Premetto che non sono un ascoltatore di mp3...

    preferisco la radio...

    Che coraggio !
    Ti piace così tanto la pubblicità ?
    Certo, questa viene saltuariamente interrortta da
    alcune cose che ricordano vagamente delle canzoni
    ... ma sono dettagli ..Ma c'è lo zapping... e poi mitico morning show!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???

    loro vogliono beccare il releaser.

    per questo SCARICARE MUSICA LEGALE diventa
    pericoloso: chi sa cosa ci hanno messo dentro?

    NESSUNO!

    quella che ti fai tu, sai cosa ha dentro!
    l'encoding lio hai fatto tu, il ripping lo hai
    fatto tu, il programma lo conosci, il cd l'hai
    preso alla bancarella (legale) ...

    ma quelli?
    quelli quando compri UN brano ci mettono denrto i
    dati che hai fornito per identificarti con carta
    di credito... e fanno encoding+watermarking al
    volo, e il pezzo dice "SONO DI TIZIOCAIO!!!"
    A parte il fatto che non vedo il pericolo che possa correre il releaser... voglio dire...è un file... i file possono essere copiati in qualsiasi momento e in un attimo... se io ce l'ho in ufficio? Chiunque può copiarselo dal mio pc... se ce l'ho sul player e me lo rubano? Vai a dimostrare che quel file scambiato su p2p ci sia stato messo effettivamente da lui...è vero che la legge non ammette ignoranza... ma è anche vero che se non ci sono prove fondate non è possibile incriminare una persona...Tornando alle immagini ed ai file grafici in generale, il watermark non serve per impedire la copia, serve ad impedire che di quel file venga fatto un uso improprio (es.: mi scarico un immagine e la utilizzo per fare un sito..., è vietato utilizzarla per fare il sito e non scaricarla...)E poi, riguardo al fatto encodin con dati personali...immaginiamo la scena... io vado su itunes o su quello che vuoi, compro un mp3...fornisco i miei dati... e quelli in realtime codificano nell'mp3 questi dati, in modo da permettermi il download immediato? 2 sono le cose:o anno dei server potentissimi che sono in grado di codificare in realtime centinaia di file...o vendono 10 mp3 al giorno (cosa più credibile ahahah)Torno a ripetere... il watermark associato ai file audio, e, in generale, utilizzato per impedire le copie pirata di qualsiasi tipo di file non ha senso secondo me...il concetto di watermark non combacia con il concetto di non far copiare....
  • The_GEZ scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    Ciao Anonimo !
    Premetto che non sono un ascoltatore di mp3...
    preferisco la radio... Che coraggio !Ti piace così tanto la pubblicità ?Certo, questa viene saltuariamente interrortta da alcune cose che ricordano vagamente delle canzoni ... ma sono dettagli ..
  • frk scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    - Scritto da: Anonimo
    E se io denuncio il furto del CD prima di
    metterlo in circolazione?Anche qualche rapinatore di banca ha provato a denunicare il furto dell'auto prima di usarla nella rapina... al secondo tentativo però se ne sono accorti... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    E se io denuncio il furto del CD prima di metterlo in circolazione?- Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Premetto che non sono un ascoltatore di mp3...

    preferisco la radio...

    quindi non scarico un bel niente e la cosa non
    mi

    tocca più di tanto...



    però se io scarico un mp3... e il watermark

    appartiene ad una traccia venduta che sò...a

    Londra... al massimo arrivo a sapere che quel

    file è arrivato da Londra a Roma... e che mi
    dice

    questo riguardo alla misurazione di "quante
    volte

    un determinato brano pirata è stato

    condiviso"????



    Mi spiego meglio... "nei procedimenti legali

    derivanti dalla denuncia degli utenti P2P che

    pongono musica in condivisione" dovrebbero
    essere

    controllati centinaia se non migliaia di utenti

    per poter determinare quanto il brano... quel

    brano... con quel watermark, è stato
    scaricato...



    Mi sembra una trovata stupida... il watermark lo

    vedo un buon modo per proteggere fotografie o

    dipinti o disegni 3d ecc.... che non si sa di
    chi

    sono, ma se scarico Madonna... si sa già che ho

    scaricato un mp3 illegale di Madonna e quindi ho

    fatto un danno economico alla casa discografica

    di Madonna... poraccia è?... (la casa

    discografica, non Madonna...lei è bravissima!!!)

    loro vogliono beccare il releaser.

    per questo SCARICARE MUSICA LEGALE diventa
    pericoloso: chi sa cosa ci hanno messo dentro?

    NESSUNO!

    quella che ti fai tu, sai cosa ha dentro!
    l'encoding lio hai fatto tu, il ripping lo hai
    fatto tu, il programma lo conosci, il cd l'hai
    preso alla bancarella (legale) ...

    ma quelli?
    quelli quando compri UN brano ci mettono denrto i
    dati che hai fornito per identificarti con carta
    di credito... e fanno encoding+watermarking al
    volo, e il pezzo dice "SONO DI TIZIOCAIO!!!"
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e' nessun problema....
    - Scritto da: martinmystere
    ormai sono anni che l'encoder Lame e' anni luce
    piu' avanti in fase di resa audio...rispetto al
    frahunofer....si continuera' come
    sempre....byebyeSi, ma potrebbe non essere legale farlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'e' nessun problema....
      Ma chi se ne frega se non fosse più legale. Una votla che si tiene un backup sul proprio disco del famoso lame, possono anche farlo sparire dalla rete, ma non cambierà una mazza
  • Anonimo scrive:
    Poveretti...
    ...Non sanno piu' cosa invetare per compiacere le Major.
  • Anonimo scrive:
    Re: Uhm, watermak engli MP3
    - Scritto da: Anonimo
    E se poi io converto tutto in OGG, o in un altro
    formato, o anche nello stesso MP3, curandomi di
    filtrare sopra o sotto determinate frequenze, e
    facendo comunque una ricodificazione, il
    watermark non se ne va a farsi benedire?non sarebbe un watermark, se se ne andasse a farsi benedire.non se ne va tanto quanto non se ne va la musica
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    - Scritto da: Anonimo
    Premetto che non sono un ascoltatore di mp3...
    preferisco la radio...
    quindi non scarico un bel niente e la cosa non mi
    tocca più di tanto...

    però se io scarico un mp3... e il watermark
    appartiene ad una traccia venduta che sò...a
    Londra... al massimo arrivo a sapere che quel
    file è arrivato da Londra a Roma... e che mi dice
    questo riguardo alla misurazione di "quante volte
    un determinato brano pirata è stato
    condiviso"????

    Mi spiego meglio... "nei procedimenti legali
    derivanti dalla denuncia degli utenti P2P che
    pongono musica in condivisione" dovrebbero essere
    controllati centinaia se non migliaia di utenti
    per poter determinare quanto il brano... quel
    brano... con quel watermark, è stato scaricato...

    Mi sembra una trovata stupida... il watermark lo
    vedo un buon modo per proteggere fotografie o
    dipinti o disegni 3d ecc.... che non si sa di chi
    sono, ma se scarico Madonna... si sa già che ho
    scaricato un mp3 illegale di Madonna e quindi ho
    fatto un danno economico alla casa discografica
    di Madonna... poraccia è?... (la casa
    discografica, non Madonna...lei è bravissima!!!)loro vogliono beccare il releaser.per questo SCARICARE MUSICA LEGALE diventa pericoloso: chi sa cosa ci hanno messo dentro?NESSUNO!quella che ti fai tu, sai cosa ha dentro!l'encoding lio hai fatto tu, il ripping lo hai fatto tu, il programma lo conosci, il cd l'hai preso alla bancarella (legale) ... ma quelli?quelli quando compri UN brano ci mettono denrto i dati che hai fornito per identificarti con carta di credito... e fanno encoding+watermarking al volo, e il pezzo dice "SONO DI TIZIOCAIO!!!"
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma all'atto pratico???
    e dopo un paio di mesi che il watermark "viaggia"da Londra a Roma (oltre agli altri milioni di) seiancora per una ricerca euristica sui proxy o cosa?io penserei ad una mappa del traffico in divenirepiuttosto...
  • Anonimo scrive:
    Re: archivi
    - Scritto da: Kudos
    se suddetti mp3 vengono riuniti in archivi rar e
    condivisi come tali, che informazioni verrebbero
    aggiunte al watermark? : io da tempo ormai
    scarico i miei album di prova sotto forma di
    archivi, non mi abbasso all'mp3 singolo...un giorno però li condividi e li scarica il controllore di turnoquesto sa esattamente da dove è partito il brano watermarkato
    • Anonimo scrive:
      Re: archivi

      un giorno però li condividi e li scarica il
      controllore di turno
      questo sa esattamente da dove è partito il brano
      watermarkatoquesto sistema viene usato gia' nelle pellicole cinematografiche allo scopo di individuare i cinema frequentati dai bootleggers che producono gli screener, aggiungo inoltre che molti cd audio prodotti dal 2002 in poi hanno gia' dei watermark anche se ancora poco usati.
      • DPY scrive:
        Re: archivi

        aggiungo inoltre che molti cd
        audio prodotti dal 2002 in poi hanno gia' dei
        watermark anche se ancora poco usati.Per mettere un watermark su una serie di CD distribuiti occorre stampare separatamente ogni cd, nel senso che ogni cd deve avere un contenuto diverso e unico, altrimenti riesci a risalire solo al lotto di stampa, che è di una utilità mostruosa . Come me la spieghi?
    • Kudos scrive:
      Re: archivi
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Kudos

      se suddetti mp3 vengono riuniti in archivi rar e

      condivisi come tali, che informazioni verrebbero

      aggiunte al watermark? : io da tempo ormai

      scarico i miei album di prova sotto forma di

      archivi, non mi abbasso all'mp3 singolo...

      un giorno però li condividi e li scarica il
      controllore di turno

      questo sa esattamente da dove è partito il brano
      watermarkatono scusa, come fa a saperlo? io compro sto cd, lo rippo e metto gli mp3 nell'archivio, che prontamente metto in condivisione.Tu scarichi l'archivio e ti metti gli mp3 nell'I-pod. anche se accidentalmente un controllore scarica l'mp3 da TE, come fa a sapere che percorso ha seguito?
      • Pinguin scrive:
        Re: archivi

        no scusa, come fa a saperlo? io compro sto cd, lo
        rippo e metto gli mp3 nell'archivio, che
        prontamente metto in condivisione.
        Tu scarichi l'archivio e ti metti gli mp3
        nell'I-pod. anche se accidentalmente un
        controllore scarica l'mp3 da TE, come fa a sapere
        che percorso ha seguito?Secondo me questo sistema va bene solo per chi compra gli mp3 legalmente da Internet, e allora ha il suo bel nome cognome e numero di carta di credito ed è quindi bene identificabile, poi li mette in condivisione e risalgono a lui.Ma se uno compra un CD in negozio, al massimo risalgono al negozio che gliel'ha venduto, a meno che non ti scattino una foto quando lo compri, e ti chiedano i dati anagrafici mentre lo paghi alla cassa, ma sarebbe un'assurdità mostruosa :|
  • Anonimo scrive:
    Re: E bbravi....!!!!
    - Scritto da: midori

    Finalmente hanno cacciato qualcosa, non vedevo
    l'ora, cosi' potremo dimostrare ancora quanto
    sono incapaci! :Psono anni che cerco un watermark detector e ancora non l'ho trovato
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e' nessun problema....
    - Scritto da: martinmystere
    ormai sono anni che l'encoder Lame e' anni luce
    piu' avanti in fase di resa audio...rispetto al
    frahunofer....si continuera' come
    sempre....byebyepossono revocargli tutto quando vogliono
    • Anonimo scrive:
      Re: Non c'e' nessun problema....
      - Scritto da: Anonimo
      possono revocargli tutto quando voglionoNo che non possono, il problema sussiste solo per i player e non per l'encoder. Questo perché il brevetto non vale per i semplici sorgenti diffusi a scopo didattico e infatti sul sito di lame mettono solo il sorgente.
  • Anonimo scrive:
    Ma all'atto pratico???
    Premetto che non sono un ascoltatore di mp3... preferisco la radio... quindi non scarico un bel niente e la cosa non mi tocca più di tanto... però se io scarico un mp3... e il watermark appartiene ad una traccia venduta che sò...a Londra... al massimo arrivo a sapere che quel file è arrivato da Londra a Roma... e che mi dice questo riguardo alla misurazione di "quante volte un determinato brano pirata è stato condiviso"????Mi spiego meglio... "nei procedimenti legali derivanti dalla denuncia degli utenti P2P che pongono musica in condivisione" dovrebbero essere controllati centinaia se non migliaia di utenti per poter determinare quanto il brano... quel brano... con quel watermark, è stato scaricato...Mi sembra una trovata stupida... il watermark lo vedo un buon modo per proteggere fotografie o dipinti o disegni 3d ecc.... che non si sa di chi sono, ma se scarico Madonna... si sa già che ho scaricato un mp3 illegale di Madonna e quindi ho fatto un danno economico alla casa discografica di Madonna... poraccia è?... (la casa discografica, non Madonna...lei è bravissima!!!)
  • midori scrive:
    E bbravi....!!!!
    Finalmente hanno cacciato qualcosa, non vedevo l'ora, cosi' potremo dimostrare ancora quanto sono incapaci! :P:)ciau ciau midori
  • Enzo4510 scrive:
    Re: Uhm, watermak engli MP3
    - Scritto da: Anonimo
    E se poi io converto tutto in OGG, o in un altro
    formato, o anche nello stesso MP3, curandomi di
    filtrare sopra o sotto determinate frequenze, e
    facendo comunque una ricodificazione, il
    watermark non se ne va a farsi benedire?Nelle loro intenzioni dovrebbe essere che il watermark non sia eliminabile senza ridurre la qualità.A quanto mi risulta però non sono state ancora inventate tecniche di watermarking di forza crittografica, cioè la cui difficoltà di eliminarle sia paragonabile a quella della decifrazione di sistema di crittografia forte.Per cui, tranquillo, non sarà facile come filtrare alcune frequenze, ma uscirà un programmino per ripulire gli mp3 dal watermark....
  • Anonimo scrive:
    Re: archivi
    - Scritto da: Kudos
    se suddetti mp3 vengono riuniti in archivi rar e
    condivisi come tali, che informazioni verrebbero
    aggiunte al watermark? : io da tempo ormai
    scarico i miei album di prova sotto forma di
    archivi, non mi abbasso all'mp3 singolo...Beh, gli mp3, dentro l'archivio comunque continuerebbero ad avere il watermark, quindi negli intenti di chi propone ciò, non cambierebbe nulla.La rintracciabilità degli mp3 e di chi li ha originati continuerebbe ad esistere.Piuttosto continua a sfuggirmi l'utilità di ciò.Insomma lo vedo come un sistema facilmente aggirabile, o tramite l'uso di altre codec o di altri formati.Quindi... boh?
    • Anonimo scrive:
      Re: archivi
      per sperimentazione effettuata personalmente ti assicuro che di tutti i metodi è quello che presuppone una piu altra resistenza alla ri-codifica e manipolazione e ha tempi di embedding verosimilmente pronti per gli scenari di vendita online.Sono tecnologie ormai mature e pronte all'uso da parte, anche se il loro scopo è piu quello di poter risalire all'origine piuttosto che denunciare i possessori di files markati.E' il futuro, e lo stesso per il video ovviamente, e non è necessariamente malvagio. Va pensato come un codice a barre personalizzato in uscita.
  • Kudos scrive:
    archivi
    se suddetti mp3 vengono riuniti in archivi rar e condivisi come tali, che informazioni verrebbero aggiunte al watermark? : io da tempo ormai scarico i miei album di prova sotto forma di archivi, non mi abbasso all'mp3 singolo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e' nessun problema....
    - Scritto da: martinmystere
    ormai sono anni che l'encoder Lame e' anni luce
    piu' avanti in fase di resa audio...rispetto al
    frahunofer....si continuera' come
    sempre....byebyeMa non credo che intendano che tu usi il loro encoder per mettere il watermark e farti beccare.Ma che chi vende mp3 al posto del drm può encodare i file col watermark così è rintracciabile e l'utente che paga però può utilizzare i file come vuole.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'e' nessun problema....
    Se passa la legge sul p2p in francia tornera' utile allo scopo di conteggiare e ripartire i proventi della tassa p2p , sarebbe uno dei pochi casi in cui una tecnologia del genere diventi utile a tutti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Uhm, watermak engli MP3
    Il transcoding è dannosissimo per la qualità audio
    • Anonimo scrive:
      Re: Uhm, watermak engli MP3
      Ops! Ho capito male!Sì, potrebbe essere che gli OGG distruggano la filigrana ma non conosco le specifiche del formato...Giro la domanda agli esperti!
      • Anonimo scrive:
        Re: Uhm, watermak engli MP3
        Credo dipenda dalla natura del watermark stesso, potrebbe mantenersi come deteriorarsi al punto di non garantire la riconoscibilita' ma dato che questo e' legato anche alla qualita' della musica una buona conversione dovrebbe mantenere le informazioni.Per rimuoverlo correttamente occorre sapere cone lavora e, per esempio, inquinarlo effettuando una nuova conversione anche di qualita' ma che vada a inserire altre informazioni con la stessa impronta, inosomma come se una persona pasticiasse sulla firma di un'altra usando la una penna simile e uno stile di scrittura simile rendendo la firma non leggibile.in ogni caso occorrerebbe un filtro per ogni tipo di watermarking, probabilmente si dovra' ricorrere al reverse engineering del software che lo riconosce per estrarre le matrici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Uhm, watermak engli MP3
        - Scritto da: Anonimo
        Ops! Ho capito male!

        Sì, potrebbe essere che gli OGG distruggano la
        filigrana ma non conosco le specifiche del
        formato...

        Giro la domanda agli esperti!Rimarresti sempre col dubbio e poi non credo tu sia interessato ad acquistare mp3, o sbaglio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Uhm, watermak engli MP3

          Rimarresti sempre col dubbio e poi non credo tu
          sia interessato ad acquistare mp3, o sbaglio?beh, il watermarking non e' Drm , l'industria voleva farne uso piu' che altro per cercare di risalire alla provenienza delle copie, sopratutto per individuare nel caso degli screener su quali cineam erano stati proioettati;es, prepari varie pellicole di cui ogni 50 hanno lo stesso watermark poi fornisci le pellicole ai vari cinema seguendo una logica di distribuzione, in seguito prendi gli screener dalla rete e cominci a parallelare dati individuando i potenziali cinema in cui le riprese sono state fatte.Nel caso di un'eventuale tassa p2p legalizzato invece servirebbe solo a facilitare le operazioni di conteggio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Uhm, watermak engli MP3
          Se dovessi acquistare musica lossy opterei per OGG o un AAC o Musepack
    • Anonimo scrive:
      Re: Uhm, watermak engli MP3
      la rispostà è generalmente no.il watermark viene modulato non è possibile filtrare le frequenze colorate mantenendo una qualità del segnale ascoltabile.
  • Anonimo scrive:
    Uhm, watermak engli MP3
    E se poi io converto tutto in OGG, o in un altro formato, o anche nello stesso MP3, curandomi di filtrare sopra o sotto determinate frequenze, e facendo comunque una ricodificazione, il watermark non se ne va a farsi benedire?
  • martinmystere scrive:
    Non c'e' nessun problema....
    ormai sono anni che l'encoder Lame e' anni luce piu' avanti in fase di resa audio...rispetto al frahunofer....si continuera' come sempre....byebye
  • Anonimo scrive:
    5 --
    PER DIO PRIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
Chiudi i commenti