Un ombrello WiFi per Campania e Basilicata

Un accordo tra il Consorzio Infotel e WiFi-Company porterà la connettività WiFi nelle due regioni, per abbattere le barriere tecnologiche del digital divide

Milano – La connettività Internet in modalità wireless sta per coprire Campania e Basilicata: il Consorzio Infotel comunica di aver scelto WiFi-Company quale partner tecnologico per la sperimentazione di servizi telematici e di connettività WiFi nelle province di Salerno e di Potenza per i Comuni che ne faranno richiesta.

“Buona parte delle province campane non sono ancora raggiunte dalla banda larga – spiega il Dott. Martino, Presidente del Consorzio Infotel – La morfologia del territorio rende difficile l’utilizzo del cavo. Di conseguenza, alcuni Comuni hanno a disposizione solamente la rete analogica. Per questo abbiamo deciso di puntare sulle tecnologie wireless e di scegliere come partner tecnologico WiFi-Company, società che aveva già credenziali come la convenzione firmata con l’ANPCI (Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia) finalizzata a promuovere la diffusione della banda larga e della tecnologia wireless”.

Il consorzio Infotel è specializzato nella fornitura di prodotti e servizi tecnologici rivolti in particolare alla pubblica amministrazione e principalmente nelle province di Salerno e Potenza, dove verranno sperimentati i primi servizi. WiFi-Company si occuperà della progettazione, realizzazione e gestione della infrastruttura di rete e dei servizi (dalla connettività alla videosorveglianza) per i Comuni che ne faranno richiesta.

“Le tecnologie wireless permettono di raggiungere un duplice obiettivo – spiega Sergio Levrino, Direttore Generale di WiFi-Company – Da una parte, l’innovazione tecnologica in territori non raggiunti ancora dalla banda larga per stare al passo con il resto del Paese; dall’altra, garantire connettività e sicurezza nel totale rispetto dell’ambiente, vista l’assoluta non invasività degli apparati”.

Le reti WAN (Wireless Area Network) si baseranno su una serie di piccole antenne rice-trasmittenti (Access Point) alte meno di 30 cm, posizionate nei punti strategici del comune e in grado di ricevere ed inviare dati alle antennine riceventi che ogni utente dovrà disporre sopra il tetto di casa, posizionate in modo da poter vedere l’antenna che trasmette il segnale.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti