Un... pacco per cinofili

Per fare in modo che gli amici non facciano mai mancare le carezze ai loro animali domestici

Se i vostri parenti ed amici si riferiscono ai propri animali da compagnia come se si trattassero di persone e questo vi infastidisce, per Natale preparategli un bello scherzo. Ad esempio, potreste far trovare sotto l’albero un bel accarezzatore automatico per animali: in questo modo li si renderebbe davvero felici, convincendoli che si è pensato non solo a loro, ma anche a ciò che più di altro hanno a cuore: il cane o il gatto di casa.
L’accarezzatore è in grado di lavorare a 4 velocità differenti, fino ad un massimo di 85 carezze al minuto e funziona sia tramite alimentazione, sia con batterie ricaricabili, per consentirne l’uso anche in viaggio.

Accarezzatore in scatola

Peccato che, nonostante l’idea sia buona, in realtà la scatola sia vuota, in quanto sarete voi poi a riempirla con un altro regalo, come un osso in plastica o qualsiasi altra cosa. Immaginate la faccia della vittima del pacco…

Il PetPetter infatti è una scatola vuota di produzione PrankPack , sito web specializzato nella vendita di scatole che dalle immagini sembrano promettere gadget incredibili.
In realtà, quando si apre la scatola, ci si trova di fronte ad un oggetto differente, lasciando l’amaro in bocca a chi la riceve.

Il PrankPack del PetPetter via Gizmodo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Frigghenaue i scrive:
    Sotheby's
    Sotheby's è responsabile o meno dell'autenticità dei quadri venduti?
  • sante zignani scrive:
    ripensamento
    avvalendomi della possibilita' di ripensamento annullo l'ordine fatto da szig 2857 cordiali saluti
  • ephestione scrive:
    eBay è troppo poco responsabilizzata
    La tesi del sito è quella che, in qualità di intermediario, non gli si può dir nulla.D'accordo, questo può esser vero per gli ISP, io pago un tot mensile perché mi venga garantito l'acXXXXX ad internet, poi lo uso come (e quanto) voglio e me ne assumo la responsabilità.Ma per eBay è tutt'altra storia: i ladri pretendono percentuali pazzesche, che per i comuni mortali sono salite praticamente al 10% (!), quindi partecipano direttamente alle attività dei venditori. Tanto più un venditore "spaccia" merce irregolare, tanto più ebay ci guadagna. E allora perché in caso di irregolarità dovrebbe passare solo come innocente intermediaria?
    • Sgabbio scrive:
      Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
      Perchè non può sapere che uno vende roba contraffatta per vie magiche ?
      • ephestione scrive:
        Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
        ma cosa ce ne importa se lo sa grazie alla consulenza del mago silvan :Dse prende una percentuale invece di un tot fisso minimo sindacale, deve prendersi delle responsabilità, senò sono tutti bravi :P
        • Sgabbio scrive:
          Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
          loro prendono una percentuale sulle vendite in se, non si cosa si vende.Ebay non può essere responsabile se qualcuno usa il suo mezzo per vendere materiale contraffato, non possono saperlo, non possono controllare preventivamente (come fanno ? Mandano dei sicari ?). L'unica e denuciare il tipo quando viene scoperto!Seguendo questo ragionamento, arrestiamo il comune che da spazio al mercatino perchè uno vende roba falsa ?
          • ephestione scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            il comune non percepisce una percentuale sulle vendite della bancarella; il richiedere una percentuale implica automaticamente la partecipazione della piattaforma nelle attività del venditore, diverso sarebbe se chiedesse una quota fissa indipendente dal volume e dall'entità delle vendite :)______________http://www.reecycle.it il freecycling italiano
          • Sgabbio scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            le tasse non sono una quota alla vendita ? la licenza ?Il concetto sta del fatto che semplicemente vuoi rendere responsabili chi non può esserlo.Ebay matarialmente non può fermare chi vendere roba contraffatta sul nascere, non basta la storia della percentuale per renderla responsabile... Dai!
          • ephestione scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            facciamo il classico esempio scemo :DSe io affitto una stanza al prezzo di X per notte, indipendentemente da chi la affitta, il cliente ci fa quel che gli pare (telecamere nascoste non posso metterne), e non è responsabilità mia se vi commette illeciti.Ma se affitto una stanza ad uno che dentro quella stanza fa qualcosa di commerciale (cosa, non me lo dice), e pretendo una percentuale sui profitti invece dell'affitto, devo prima sincerarmi che ci faccia qualcosa di regolare, altrimenti prendendoci una percentuale mi arricchisco direttamente sulla transazione commerciale in questione, anche se illegale, e ne divento "complice" (ignaro? chi se ne importa).L'esempio di cronaca: un tizio straniero affittava una stanza di hotel per farci il dentista abusivo, succede una mezza disgrazia, l'albergatore si dice sorpreso ma per lui è finita lì.Pensi che, se l'albergatore avesse invece preso la percentuale sulle "prestazioni" effettuate ai pazienti di quel disgraziato (e questo fosse dimostrabile, ovviamente), se la sarebbe potuta cavare con un "eh ma che ne sapevo io...", o non piuttosto sarebbe stato perseguito per concorso in atto illecito o simile?La difficoltà oggettiva di riuscire a sapere "chi, come se e quando" è un conto, ma allora se mi multano per aver violato una legge sconosciuta approvata un mese fa (ma "la legge non ammette ignoranza") io cosa gli rispondoo, "non potete multarmi, perché per il ragionamento di sgabbio per me era quasi impossibile sapere dell'esistenza di quella legge"? ;)____________http://www.reecycle.it dimenticavo la firma autopromozionale :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 dicembre 2010 21.06-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            - Scritto da: ephestione
            facciamo il classico esempio scemo :DNon e' questo il punto.eBay potrebbe far pagare il servizio che offre ai venditori anche con una tariffa fissa, indipendente dal volume di affari.Per esempio 1 euro ad inserzione.In questo caso si rientrerebbe nel caso dell'affitto dove l'affittuario chiede una certa tariffa a prescindere dal volume di affari svolto.eBay potrebbe farlo.Ma per la natura stessa del servizio che offre, e per garantire agli acquirenti una maggior ricchezza di articoli in vendita, ha preferito mettere una tariffa proporzionale al volume di affari.In questo modo eBay si garantisce anche la presenza di tantissime aste di oggetti di basso costo, oltre che numerosi oggetti di alto costo.La modalita' di pagamento e il costo del servizio (nel caso in questione proporzionale al volume di affari) esulano dalla corresponsabilita'.eBay non e' responsabile, nessun provider puo' essere considerato responsabile.La responsabilita' e' sempre e comunque del venditore e non esistono fantasione motivazioni per poter coinvolgere il provider in queste questioni solo perche' e' piu' facile da andare a beccare in caso di rogne.
          • ephestione scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            so dove vuoi arrivare; temi che ebay diventi un precedente per penalizzare gli ISP ;)Ma gli ISP non chiedono il pizzo, puoi usare internet solo per controllare la posta elettronica 5 minuti al giorno, oppure per scaricare TB di film, oppure per offrire supporto a pagamento al tuo software, il prezzo è sempre quello, e soprattutto ci sono chissà quanti ISP in tutto il mondo.Gli ISP non sono "malvagi", ebay invece è malvagia eccome, se capisci cosa intendo; gestisce anche il suo sistema di pagamenti, su cui mafiosamente spinge tutti gli utenti, e col quale nega supporto a wikileaks; le tutele ed i rimborsi? tutti a spese dei venditori, lei ci rimette poco o nulla.Il prezzo che dovrebbe chiedere ebay per le aste? Né fisso né a percentuale sulla vendita, ma o gratuito-premium col modello di kijiji/subito, oppure una spesa simbolica (letteralmente simbolica) relativa al numero di giorni di pubblicazione, e eventualmente (ma neppure) al traffico ricevuto, visto che, non avendo loro (né volendo) alcuna responsabilità, hanno solo gli irrisori costi della fornitura di banda, coperti anche dalla pubblicità che in abbondanza ti sparano addosso.ebay ora è tutta pacchia così com'è ora.__________http://www.reecycle.it il freecycling italiano-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 dicembre 2010 17.10-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            - Scritto da: ephestione
            so dove vuoi arrivare; temi che ebay diventi un
            precedente per penalizzare gli ISP
            ;)No, sei tu che vuoi che eBay (o Google, o altri) diventino un precedente per penalizzare gli ISP.
            Ma gli ISP non chiedono il pizzo, puoi usare
            internet solo per controllare la posta
            elettronica 5 minuti al giorno, oppure per
            scaricare TB di film, oppure per offrire supporto
            a pagamento al tuo software, il prezzo è sempre
            quello, e soprattutto ci sono chissà quanti ISP
            in tutto il mondo.Gli ISP a volte si fanno pagare per il servizio che offrono.E tu sei libero di usufruirne pagando.Per esempio iTunes, per esempio alcune news a pagamento, per esempio rapidshare per scaricare piu' velocemente, per esempio alcuni servizi di hosting...
            Gli ISP non sono "malvagi", ebay invece è
            malvagia eccome, se capisci cosa intendo;Per me malvagio e' chi vuole mettere le mani nelle mie tasche senza neanche far vedere che la mano e' la sua: per esempio M$.eBay ha un tariffario ben chiaro e offre ben chiari servizi a fronte di quello che chiede.
            gestisce anche il suo sistema di pagamenti, su
            cui mafiosamente spinge tutti gli utenti,E in cambio del quale fornisce garanzia alle transazioni.Io quando compro su eBay dubito pesantemente di chi non accetta paypal, per esempio.
            e col quale nega supporto a wikileaks; Vuoi un elenco di governi che negano supporto a wikileaks?E dovrebbe essere un privato a supportarlo?
            le tutele ed i
            rimborsi? tutti a spese dei venditori, lei ci
            rimette poco o nulla.Quale dottore ti ha ordinato di vendere mediante eBay?
            Il prezzo che dovrebbe chiedere ebay per le aste?
            Né fisso né a percentuale sulla vendita, ma o
            gratuito-premium col modello di kijiji/subito,
            oppure una spesa simbolica (letteralmente
            simbolica) relativa al numero di giorni di
            pubblicazione, e eventualmente (ma neppure) al
            traffico ricevuto, visto che, non avendo loro (né
            volendo) alcuna responsabilità, hanno solo gli
            irrisori costi della fornitura di banda, coperti
            anche dalla pubblicità che in abbondanza ti
            sparano addosso.Benissimo. Fallo tu un servizio cosi'.Nessuno te lo impedisce.Internet e' un mondo libero.
          • ephestione scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            posso sapere perché ti infervori così tanto? :)Non vendo su ebay proprio per via delle commissioni (uso subito e kijiji, non c'è bisogno di un altro sito simile secondo me; quello che ho creato io è in firma ed ha uno scopo ben più nobile della compravendita :P)Uso eBay solo per acquistare, e ultimamente lo faccio solo dalla Cina.Uso paypal solo per pagare, e mai lo userei per ricevere pagamenti, salvo che ricaricando tutte le spese all'acquirente, tra commissioni e costi aggiuntivi di spedizione tracciata ed assicurata. Non lo uso neppure per le donazioni, un bonifico intraeuropeo mi costa di meno (cioè zero).Il dottore sono io, e non mi ordino di vendere su ebay, ma prescrivo a te di incavolarti di meno :D ____________http://www.reecycle.it il freecycling italiano
          • panda rossa scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            - Scritto da: ephestione
            posso sapere perché ti infervori così tanto? :)Non mi sono mica infervorato.Mi spiace se ho dato ad intendere questo, ma sono e resto tranquillissimo, pur sostenendo la mia tesi.
            Non vendo su ebay proprio per via delle
            commissioni (uso subito e kijiji, non c'è bisogno
            di un altro sito simile secondo me; quello che ho
            creato io è in firma ed ha uno scopo ben più
            nobile della compravendita
            :P)Vado a curiosare: le risorse della rete sono sempre bene accette.
            Uso eBay solo per acquistare, e ultimamente lo
            faccio solo dalla Cina.Interessante.La roba arriva?Le spese di spedizione sono accettabili?E soprattutto, la dogana fa sorprese?
            Uso paypal solo per pagare, e mai lo userei per
            ricevere pagamenti, salvo che ricaricando tutte
            le spese all'acquirente, tra commissioni e costi
            aggiuntivi di spedizione tracciata ed assicurata.Io invece uso PP anche per ricevere denaro, anzi, stavo seriamente valutando di prendere la loro carta di credito, cosi' mi faccio mandare i soldi sul mio conto PP e poi uso la carta per spendere.
            Non lo uso neppure per le donazioni, un bonifico
            intraeuropeo mi costa di meno (cioè zero).Non so. Io donazioni all'estero non ne faccio.Emergency e Unicef hanno un recapito in Italia.
            Il dottore sono io, e non mi ordino di vendere su
            ebay, ma prescrivo a te di incavolarti di meno :DNon mi incavolo mai, io. Soprattutto sul forum di PI che e' un divertimento, un passatempo.Ne ho gia' tante di rogne per conto mio, figuriamoci se ne vado a cercare altre.
          • ephestione scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            Mi sta bene così allora, mi sembrava un tono mal girato, ma mi sbagliavo ;)Dalla cina ho ricevuto alcune sorprese solo per consegne che sarebbero dovute arrivare tra ottobre e novembre, ma i venditori sono tutti estremamente disponibili e ti inviano un rimborso, basta notificare che a 30gg di distanza non ti è arrivato nulla. Lasci 5 stelle come ringraziamento per la disponibilità, e finisce lì.Altrimenti dalle parti di Roma mai incappato nella dogana, si tratta comunque di acquisti da massimo 15 euro, spedizione inclusa, per piccoli oggetti; eccezione un dual sim acquistato due anni fa, ma anche quello andò liscio, oppure un acer al1721 comprato 6 anni fa, ma ormai non fa più testo; per gli ordini di merce lavorativa mi affido a corrieri, compro fuori da ebay, e pago la dogana.Purtroppo alternative ad ebay altrettanto semplici per i piccoli acquisti cinesi non ce ne sono. Alibaba è praticamente solo per rivenditori.E qui finisce l'OT :D
          • panda rossa scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            - Scritto da: ephestione
            E qui finisce l'OT :DBello il servizio di riciclo.Credo che mettero' in regalo qualcosa.Solo un appunto pero': ci vorrebbe una scadenza, del tipo: io regalo questo a chi viene a prenderselo o mi paga la spedizione, ma entro il tal giorno, dopodiche' lo sbatto via. (Vale soprattutto per oggetti ingombranti).
          • ephestione scrive:
            Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
            Sì, è già tra i ToDo ;)Ci lavoro mano a mano che trovo tempo libero a disposizione, e quella dopo un riordino totale delle routine di templating penso che sarà la prossima funzione che aggiungerò.
    • full_ash scrive:
      Re: eBay è troppo poco responsabilizzata
      - Scritto da: ephestione
      Ma per eBay è tutt'altra storia: i ladri
      pretendono percentuali pazzesche, che per i
      comuni mortali sono salite praticamente al 10%
      (!)Già, se vendi con un account di venditore semplice ti spennano vivo, è circa il 10% + le tariffe di paypal.Invece come venditore professionale si è al 10% compreso paypal.E' una cifra altissima ed irragionevole, inoltre le inserzioni compralo subito che durano 10 giorni hanno una durata troppo ridotta ed un costo esagerato, ci vogliono 1 euro al mese per ogni inserzione. Aprire un negozio è diventato cosa di lusso, vogliono circa 30 euro e devi pure pagare le inserzioni.Spero che google crei un antiebay, solo lei potrebbe fare qualcosa di simile.
Chiudi i commenti