Un PC che va a card pre-pagate

Microsoft Brasile, in collaborazione con una catena locale di negozi, testerà un sistema di pagamento per PC basato su card: terminato il credito il computer si disattiva
Microsoft Brasile, in collaborazione con una catena locale di negozi, testerà un sistema di pagamento per PC basato su card: terminato il credito il computer si disattiva


San Paulo (Brasile) – Il virus umanitario continua a diffondersi, fortunatamente. Dopo i notebook economici di Negroponte e i PC low-cost di Intel ecco la soluzione Microsoft per il “digital divide”. In collaborazione con una nota catena di negozi brasiliani, denominata Magazine Luiza , l’azienda di Redmond sta portando avanti un progetto di commercializzazione PC che si basa su un sistema di fruizione e acquisto basato su card pre-pagate.

Indirizzato ai ceti meno ricchi della popolazione, i PC saranno disponibili nei negozi Luiza: potranno essere ritirati caricando le card con del credito – come avviene normalmente per quelle dei cellulari. Una volta esaurito, il PC – che dispone di uno slot apposito – smette di funzionare fino alla successiva ricarica. Una volta raggiunto il prezzo di listino, di circa 351 dollari, il computer diventa di proprietà dell’utente e può essere usato liberamente.

Il progetto pilota, portato avanti nel 2005, aveva avuto esito positivo: in quattro giorni erano stati “venduti” ben mille computer. A marzo verrà effettuato un altro test sul campo, e se dovesse dimostrarsi vincente, nel settembre prossimo potrebbe partire la distribuzione in larga scala.

Secondo alcune testate locali potrebbe essere una soluzione per rispondere alle esigenze delle famiglie più povere. I sistemi rateali tradizionali sono decisamente meno elastici da gestire: il mancato pagamento attiva una serie di procedure spiacevoli, come la perdita del bene o il pagamento di interessi.

Non vi sono ancora informazioni dettagliate riguardo alle specifiche tecniche del PC, ma certamente la dotazione software sarà firmata Microsoft.

Dario d’Elia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 01 2006
Link copiato negli appunti