Un PC scontato per i 16enni

Mezzo milione di studenti italiani potranno comprarsi un computer spendendo 100-150 euro di meno. Lo ha assicurato ieri il ministro all'Innovazione Lucio Stanca, che ha spiegato cosa dovranno fare i ragazzi interessati. Tra lettere e pin


Roma – Uno sconto tra i 100 e i 150 euro verrà praticato molto presto dai negozianti ai ragazzi di 16 anni interessati all’acquisto di un personal computer. Lo ha confermato ieri il ministro all’Innovazione Lucio Stanca secondo cui il sistema delle agevolazioni sarebbe persino assai più semplice di quello previsto dai governi precedenti.

Stanca ha spiegato che per l’operazione PC è prevista una spesa di 70 milioni di euro, un fondo che viene ritenuto sufficiente a sostenere gli acquisti di più di mezzo milione di giovani italiani.

Per gestire questa massa di neoacquirenti desiderosi di fruire del contributo statale, il Ministero sta mettendo a punto un sistema di consulenza via internet e via call center al quale ci si potrà rivolgere per ottenere informazioni e per “candidarsi” allo sconto.

A tutti gli interessati, infatti, verrà inviata una lettera dal Ministero dell’interno che conterrà anche un codice personale “pin” da far valere presso il negoziante come buono d’acquisto. Il negoziante, che riceverà anche il codice fiscale del ragazzo, una volta effettuato l’acquisto provvederà a comunicare l’avvenuta transazione e il pin sarà disattivato. Ogni nome, dunque, sarà associato ad un codice, un sistema che secondo Stanca consente di gestire in efficienza tutto il sistema degli sconti.

Sebbene siano note le difficoltà che nella passata legislatura gli studenti hanno incontrato per tentare di acquistare un personal computer scontato, Stanca ha promesso che questa volta sarà diverso. “Noi – ha dichiarato – stiamo realizzando una cosa più semplice. Non voglio fare polemiche con gli esecutivi precedenti, ma il meccanismo messo in piedi a suo tempo era troppo complicato. Non per niente finora hanno avuto accesso alle agevolazioni previste meno di 10 mila studenti”.

In passato l’acquisto, riservato agli studenti delle superiori, era condizionato dalla necessità di garanzie bancarie incrociate con le operazioni di vendita, un fattore che, a quanto pare, avrebbe contribuito a rendere difficoltoso l’utilizzo delle agevolazioni.

I tempi del varo effettivo dei nuovi incentivi, secondo Stanca, sono ristrettissimi. Tutto infatti sarebbe già pronto e per il “via” si attende solo la firma del ministro all’Economia Giulio Tremonti, sul cui tavolo già si troverebbe il provvedimento con tutti i dettagli.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Altra occasione mancata...
    per ridistribuire lavoro e soldi al resto dell'Italia...Proprio con l'informatica che ha confini e distanze quasi nulli si sarebbero dovute privilegiare regioni in via di sviluppo come Sicilia, Calabria, Puglia, Campania, Basilicata o Sardegna o altre non dette per brevita'.Altra occasione mancata di aumentare l'occupazione al sud, che ha il solo problema della scarsita' di posti di lavoro.Altra occasione mancata di combattere la criminalita' organizzata che spadroneggia dove la poverta' regna sovrana.Altra occasione mancata per un governo (di destra o sinistra non c'entra) di cercare di riequilibrare le cose.A quelli che hanno scritto prima di me nel Thread "Perche' Milano ?": La ricchezza e la produttivita' di una regione si aumentano investendo e non scappando...E non rispondetemi con il solito luogo comune che Milano e' tecnologicamente piu' avanzata... Vedete dove si trovano Tiscali o Stm, tanto per fare un paio di esempi...
    • cla scrive:
      Re: Altra occasione mancata...
      Beh ... certo che di coraggio per chiedere soldi (da spercare non da investire) il sud ne ha da vendere. Penso che la Lombardia non abbia preso quasi mai finanziamenti e una volta che si dà via ad un progetto qui a Milano tutti a darci dei polentoni. Lo trovo semplicemente ingiusto.Trovo invece strategicamente intelligente far partire un progetto in un luogo dove c'é possibilità che abbia successo per poi esportarlo in posti dove il know how acquisito precedentemente dà maggiori possibilità di riuscita.Voglio proprio vedere dove andrebbero a finire questi soldi se il progetto partisse da altre parti.Un Lombrado (Ehm ... ho detto lombardo, non Lumbard).
      • Anonimo scrive:
        Re: Altra occasione mancata...
        - Scritto da: cla
        Beh ... certo che di coraggio per chiedere
        soldi (da spercare non da investire) il sud
        ne ha da vendere.Che vadano sprecati e' un'idea che hai tu, ma non e' detto che sia realmente cosi'.
        Penso che la Lombardia non
        abbia preso quasi mai finanziamenti e una
        volta che si dà via ad un progetto qui a
        Milano tutti a darci dei polentoni. Lo trovo
        semplicemente ingiusto.Non ho mai detto e non mi permetterei di farlo a chiamare polentoni quelli che lavorano e che ci danno entro, che siano di milano, torino palermo o napoli.Pero' non mi sta neanche bene che tu ti riferisci a quelli del sud come spreconi oppure, e non e' il tuo caso, come terroni.Anche al sud c'e' tanta gente che se lo fa quadrato per vivere, sai ?
        Trovo invece strategicamente intelligente
        far partire un progetto in un luogo dove c'é
        possibilità che abbia successo per poi
        esportarlo in posti dove il know how
        acquisito precedentemente dà maggiori
        possibilità di riuscita.Spiegami un po' quale e' la differenza fra una citta' al sud ed una al nord da questo punto di vista.Stiamo parlando di know how e non di qualcosa che si trova solo al nord. Anche al sud c'e' tantissima gente che lavora o vorrebbe lavorare nei comparti informatici e data la scarsita' di posti di lavoro se ne va fuori a Milano o Torino, con la conseguenza che si accentra ulteriormente la divisione in Italia.
        Voglio proprio vedere dove andrebbero a
        finire questi soldi se il progetto partisse
        da altre parti.Ecco, anch'io. E sono sicuro che partirebbe lo stesso.Fra parentesi, non volevo mica parlare solo dei soldi. Io intendevo fare un discorso piu' generale e con l'occupazione come fulcro. Dopotutto se il lavoro (e di conseguenza i soldi) girano di piu' anche al sud, tutto il paese ne guadagna, anche Milano.
        Un Lombrado (Ehm ... ho detto lombardo, non
        Lumbard).Altrimenti non ti avrei risposto :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra occasione mancata...

      E non rispondetemi con il solito luogo
      comune che Milano e' tecnologicamente piu'
      avanzata... Vedete dove si trovano Tiscali o
      Stm, tanto per fare un paio di esempi...
      chiediti dove stanno (in ordine alfabetico): HP, IBM, Microsoft, Red Hat, Sun, tanto per fare alcuni esempi... :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Altra occasione mancata...


        E non rispondetemi con il solito luogo

        comune che Milano e' tecnologicamente piu'

        avanzata... Vedete dove si trovano
        Tiscali o

        Stm, tanto per fare un paio di esempi...


        chiediti dove stanno (in ordine alfabetico):
        HP, IBM, Microsoft, Red Hat, Sun, tanto per
        fare alcuni esempi... :-)Ti faccio notare che hai nominato tutte aziende che in Italia hanno una rappresentanza e non sono Italiane...E cmq non ho mai detto che le grosse aziende sono al sud. Ho solo detto che delle aziende di quel calibro si trovano anche al sud.La prossima volta che rispondi, fallo leggendo tutto e non solo quello che vuoi leggere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altra occasione mancata...

      problema della scarsita' di posti di lavoro.la differenza tra i paesi poveri e quelli ricchi e data dalla presenza di una classe industriale in gamba che crea lavoro...se questa manca non puoi fare molto...pensiamo al fatto che l'italia ha 1.386 miliardi di euri di debito pubblico (=49,5 miliardi di euro, circa 100.000 miliardi, ogni anno, dal 1974)...quindi ti rendi conto che la produzione degli ottanta e il livello di vita e poco credibile che ritorni...
  • Anonimo scrive:
    E-cancer
    Con l'aria che si ritrovano a Milano il sindaco Albertini dovrebbe preoccuparsi anche ma sopratutto della salute dei suoi cittadini, invece che suonare la fanfara con queste e-bullshits.E' vero che dopo ci avete gli ospedali di don Verzè per le cure oncologiche...
  • Anonimo scrive:
    Perchè proprio Milano?
    Sempre e solo MILANO MILANO MILANOAvete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno qualcosa anche nelle città "normali" ?
    • Anonimo scrive:
      Te lo spiego io
      Perche' Milano, la Lombardia, in Nord e' efficiente ed avanzato grazie al suo lavoro e al suo impegno personale nonostrante la burocrazia italiana e le migliaia di miliardi di tasse rubate da roma ladrona.
      • Anonimo scrive:
        Re: Te lo spiego io
        BUAAAAHAHAHAHAHAHAHHAHAGuarda che il caso vuole che il sindaco di Milano è dello stesso partito al Governo.Tutto qui!Ti sta bene il paraocchi, bravo!
      • samu scrive:
        Re: Beh, non era meglio un badge???
        - Scritto da: Anonimo
        Perche' Milano, la Lombardia, in Nord prima di dire che milano rappresenta il nord chiedianche a tutti gli altri abitanti della "padania" per vederese sono daccordo ...
        e' efficiente ed avanzato hahahahaha ah ok era una battuta ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Te lo spiego io

        Perche' Milano, la Lombardia, in Nord e'
        efficiente ed avanzato grazie al suo lavoro
        e al suo impegno personale nonostrante la
        burocrazia italiana e le migliaia di
        miliardi di tasse rubate da roma ladrona.ahahahaahbellissima battuta :)))perche' era una battuta vero?-- si ringrazia la regione puglia per aver fornito i milanesi --
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè proprio Milano?
      - Scritto da: Anonimo
      Sempre e solo MILANO MILANO MILANO

      Avete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno
      qualcosa anche nelle città "normali" ?E' un bene che sperimentino a Milano, quando poi le tecnologie si rivelano mature vengono esportate gia' testate in citta' piu' vivibili, meno care, senza nebbia e colate di cemento ;)Del resto quando si tratta di turismo, sole, mare, spiagge, siamo noi (sud) a sperimentare W l'Italia
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè proprio Milano?
      - Scritto da: Anonimo
      Sempre e solo MILANO MILANO MILANO

      Avete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno
      qualcosa anche nelle città "normali" ?Questa è una risposta anche per gli altri geni che sanno solo sputare nel piatto in cui mangiano (o meglio, da cui mangiano) e non hanno nemmeno la coerenza di ammettere l'efficienza e la bravura nel lavoro che c'è al nord.Cito:"Ln - Londra, 17 dic) La Regione Lombardia ha ottenuto i rating sul proprio merito di credito, rilasciati dalle tre principali agenzie internazionali di valutazione: Moody's, Standard & Poor's e Fitch. Le valutazioni ottenute sono su livelli di eccezionale solidita' creditizia: Moody's: Lombardia Aa2 (Italia Aa3); Standard & Poor's: Lombardia AA+ (Italia AA); Fitch: Lombardia AA (Italia AA-)."[...]"Le tre maggiori agenzie di rating del mondo sono concordi nell'assegnare alla Regione Lombardia valutazioni superiori rispetto a quelle gia' rilasciate alla Repubblica italiana, indicando in tal modo una maggior affidabilita' finanziaria della Regione rispetto allo Stato.""La Lombardia al riguardo rappresenta un'eccezione unica non solo in Italia ma al mondo.Sia Standard & Poor's che Fitch non avevano mai assegnato a un ente territoriale una valutazione superiore a quella dello Stato di appartenenza."Ogni altro commento è superfluo.
      • Anonimo scrive:
        Milan, l'è on gran Milan!
        :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Perchè proprio Milano?

        Questa è una risposta anche per gli altri
        geni che sanno solo sputare nel piatto in
        cui mangiano (o meglio, da cui mangiano) e
        non hanno nemmeno la coerenza di ammettere
        l'efficienza e la bravura nel lavoro che c'è
        al nord.
        ehm.. alla qualita' della vita si puo' dare un rating?moody's e' adatto a farlo?non per fare polemica, ma la solidita' creditizia e' solo uno dei parametri su cui si basa l'efficenza e la qualita' del lavoro.Magari poi si scopre che in lombardia c'e' la piu'alta percentuale di malattie respiratorie... E poi scusami, ma nessuno mangia nel piatto degli altri, qua tutti si mangia nello STESSO piatto.Non mi fare la cantilena che la lombradia da sola sarebbe un posto bellissimo, tipo il lussemburgo o la svizzera....sai anche tu che non e' vero, e che la lombardia di oggi e' stata costruita con 50 anni di immigrazione dal sud...di veri milanesi siete rimasti in 3... e non vivete piu' a milano da tempo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Perchè proprio Milano?
          - Scritto da: Anonimo
          ti sei mai chiesto perche' venivano al nord?
          perche' il sud era buono solo per aprire
          fabbriche da chiudere il giorno dopo....
          fabbriche di imprenditori, anche e
          soprattutto del nord, che beccavano i fondi
          della cassa del mezzogiorno..
          tutto questo avalllato da tutti i governi
          che sono passati...Evito di rispondere a chi si arrampica sugli specchi (sì, il debito è di tutti, ma c'è chi si impegna a ripianarlo e chi a formarlo).L'ultima frase denota tutta la tua mentalità meridionale e assistenzialista: riuscite sempre a trovare un colpevole, qualcun altro, "lo stato". Che non vi ha aiutato abbastanza, perchè c'è un complotto contro il sud,vero? Voi non avete colpe!Piegare la schiena e iniziare a lavorare, senza lamentarsi.
    • Anonimo scrive:
      PERCHE' CI SONO LE ELEZIONI COMUNALI
      PERCHE' CI SONO LE ELEZIONI COMUNALI
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè proprio Milano?

      Sempre e solo MILANO MILANO MILANOma che cosa te ne frega???vorrei sapere a te cosa cambia...a Milano ci sono tutte le sedi delle societa' piu' grandi... e a quelli non va di spostarsi...
    • Akiro scrive:
      Re: Perchè proprio Milano?

      Sempre e solo MILANO MILANO MILANOed io dico... PERCHE' tutto il potere a ROMA ROMA ROMA???
      Avete rotto i co*****i !!! Perchè non fanno
      qualcosa anche nelle città "normali" ?ma siccome mi son r8 il kzz di 'ste critiche..ci sarà un motivo economico se a Milano ci sono 3 volte tanto le fabbriche che ci son a Roma...sarà che forse il settore informatico qui è più sviluppato anke grazie ad una maggiore concentrazione di istituti e/o università adeguate???byezAkiro
  • Anonimo scrive:
    MIT ?

    che cos'è il MIT ? ... non riguarda il Massachusetts Institute of Technology, vero ?
  • Anonimo scrive:
    accesso per tutti =
    uso solo di formati aperti e standard w3c, please.
    • Anonimo scrive:
      Re: accesso per tutti =

      uso solo di formati aperti e standard w3c,
      please.poi però nn ti lamentare se hai problemi con Opera... :-/
  • Anonimo scrive:
    efficenza
    "federalismo efficiente mettendo in rete ben 80 servizi pubblici per 20 milioni di cittadini e imprese".Me la vedo la vecchietta che naviga su internet per un certificato qualunque.
    • Anonimo scrive:
      Re: efficenza

      "federalismo efficiente mettendo in rete ben
      80 servizi pubblici per 20 milioni di
      cittadini e imprese".

      Me la vedo la vecchietta che naviga su
      internet per un certificato qualunque.si, hai ragione, meglio vederla fare code interminabili ad un qualche sportello o spiaccicata in autobus
      • NMF scrive:
        Re: efficenza


        Me la vedo la vecchietta che naviga su

        internet per un certificato qualunque.

        si, hai ragione, meglio vederla fare code
        interminabili ad un qualche sportello o
        spiaccicata in autobusIl discorso è un altro: solitamente i sistemi e-gov di certificazione vengono utilizzati internamente: la vecchietta si presenta ai servizi sociali perchè ha bisogno di certe cose, ecco che i dipendenti, in caso di necessità, andranno a stampare il documento navigando via internet.A volte si fa l'errore di non pensare alla fruibilità interna dei servizi. (errore che, ahimè, fanno anche i "progettisti").
        • Anonimo scrive:
          Re: efficenza
          - Scritto da: NMF
          Il discorso è un altro: solitamente i
          sistemi e-gov di certificazione vengono
          utilizzati internamente: la vecchietta si
          presenta ai servizi sociali perchè ha
          bisogno di certe cose, ecco che i
          dipendenti, in caso di necessità, andranno a
          stampare il documento navigando via
          internet.

          A volte si fa l'errore di non pensare alla
          fruibilità interna dei servizi. (errore che,
          ahimè, fanno anche i "progettisti").Sempre che i dipendenti sappiano fare sia l'una che l'altra cosa!No?;-)
Chiudi i commenti