Un PDA Linux sfida i Pocket PC

Venduto al momento solo come piattaforma di sviluppo, Sharp intende scagliare il suo nuovo PDA Linux contro l'avanzata dei Pocket PC
Venduto al momento solo come piattaforma di sviluppo, Sharp intende scagliare il suo nuovo PDA Linux contro l'avanzata dei Pocket PC


Londra – Mettendo a frutto l’esperienza maturata con Zaurus , uno dei primi PDA Linux a sbarcare in occidente, Sharp ha sviluppato SL-5000D, un nuovo palmare basato su Linux con cui l’azienda intende rivaleggiare da vicino con i Pocket PC.

Il nuovo PDA di Sharp, il cui lancio è previsto per la prossima primavera, viene al momento venduto unicamente in Gran Bratagna e Irlanda come piattaforma di sviluppo per la creazione di applicazioni mobile: il suo prezzo promozionale è al momento di 350 sterline (560 euro).

Lo SL-5000D integra due diversi ambienti per far girare e sviluppare applicazioni: il sistema operativo Lineo Embedix, basato sul kernel Linux 2.4, e Jeode PersonalJava. La combinazione di queste due tecnologie, secondo Sharp, fornisce “una piattaforma efficiente, affidabile e aperta per lo sviluppo di applicazioni che eseguano una grande varietà di compiti”.

A chiudere il cerchio, dal lato software, ci sono Qt Embedded , un’interfaccia utente a finestre che include un Window Manager, un Application Launcher, un insieme di toolkit ed un ambiente per scrivere e far girare applicazioni C++. Come browser Web Sharp ha invece scelto il prodotto di Opera Software.

Dal lato dell’hardware, lo SL-5000D può invece contare su di una CPU StrongARM a 206 MHz (la stessa utilizzata nei Pocket PC), un display TFT touch-screen a colori da 240 x 320 pixel, 32 MB di RAM e 16 MB di ROM, una mini-tastiera integrata con coperchio a scorrimento, e due slot di espansione in standard CompactFlash e SecureDigital.

“L’hardware che abbiamo creato non è secondo a nessuno – proclama orgogliosa Sharp – e riflette l’esperienza proveniente dall’essere i numeri uno sul mercato giapponese dei PDA. Lo stesso sistema operativo è una combinazione di standard aperti e di open source che consente alla comunità di sviluppatori di esplorare nuove frontiere nella tecnologia mobile”.

Il gingillo di Sharp include un player multimediale capace di riprodurre file MPEG1 ed MP3, inoltre dispone di tutti i principali software che si trovano su di un PDA: calendario, rubrica, to-do-list, editor RTF, memo, document browser, visualizzatore di immagini, calcolatrice, world time, orologio e sistema di help.

Gli sforzi di Sharp sono concentrati nel creare una comunità di sviluppatori che, per la data di lancio del prodotto, possa contribuire a sviluppare un sostanzioso parco software e migliorare ulteriormente il prodotto. Nella versione finale del PDA, che verrà commercializzata con il nome SL-5000E, Sharp potrebbe decidere di raddoppiare l’attuale quantitativo di memoria RAM.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 11 2001
Link copiato negli appunti