Un PDA Linux sfida i Pocket PC

Venduto al momento solo come piattaforma di sviluppo, Sharp intende scagliare il suo nuovo PDA Linux contro l'avanzata dei Pocket PC


Londra – Mettendo a frutto l’esperienza maturata con Zaurus , uno dei primi PDA Linux a sbarcare in occidente, Sharp ha sviluppato SL-5000D, un nuovo palmare basato su Linux con cui l’azienda intende rivaleggiare da vicino con i Pocket PC.

Il nuovo PDA di Sharp, il cui lancio è previsto per la prossima primavera, viene al momento venduto unicamente in Gran Bratagna e Irlanda come piattaforma di sviluppo per la creazione di applicazioni mobile: il suo prezzo promozionale è al momento di 350 sterline (560 euro).

Lo SL-5000D integra due diversi ambienti per far girare e sviluppare applicazioni: il sistema operativo Lineo Embedix, basato sul kernel Linux 2.4, e Jeode PersonalJava. La combinazione di queste due tecnologie, secondo Sharp, fornisce “una piattaforma efficiente, affidabile e aperta per lo sviluppo di applicazioni che eseguano una grande varietà di compiti”.

A chiudere il cerchio, dal lato software, ci sono Qt Embedded , un’interfaccia utente a finestre che include un Window Manager, un Application Launcher, un insieme di toolkit ed un ambiente per scrivere e far girare applicazioni C++. Come browser Web Sharp ha invece scelto il prodotto di Opera Software.

Dal lato dell’hardware, lo SL-5000D può invece contare su di una CPU StrongARM a 206 MHz (la stessa utilizzata nei Pocket PC), un display TFT touch-screen a colori da 240 x 320 pixel, 32 MB di RAM e 16 MB di ROM, una mini-tastiera integrata con coperchio a scorrimento, e due slot di espansione in standard CompactFlash e SecureDigital.

“L’hardware che abbiamo creato non è secondo a nessuno – proclama orgogliosa Sharp – e riflette l’esperienza proveniente dall’essere i numeri uno sul mercato giapponese dei PDA. Lo stesso sistema operativo è una combinazione di standard aperti e di open source che consente alla comunità di sviluppatori di esplorare nuove frontiere nella tecnologia mobile”.

Il gingillo di Sharp include un player multimediale capace di riprodurre file MPEG1 ed MP3, inoltre dispone di tutti i principali software che si trovano su di un PDA: calendario, rubrica, to-do-list, editor RTF, memo, document browser, visualizzatore di immagini, calcolatrice, world time, orologio e sistema di help.

Gli sforzi di Sharp sono concentrati nel creare una comunità di sviluppatori che, per la data di lancio del prodotto, possa contribuire a sviluppare un sostanzioso parco software e migliorare ulteriormente il prodotto. Nella versione finale del PDA, che verrà commercializzata con il nome SL-5000E, Sharp potrebbe decidere di raddoppiare l’attuale quantitativo di memoria RAM.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • adriano scrive:
    ddddddddddddddddddddddddddddddddddd
    sucate
  • Anonimo scrive:
    ecco perchè non vogliono la full disclosure
    se i buchi vengono publicati e tappati, l'fbi non può usarli per piantare i trojan.....o le lanterne magiche
  • Anonimo scrive:
    ok ok dove lo possiamo scaricare? Prrrrrrrrrrrrrrr
    eh eh eh
  • Anonimo scrive:
    VA AFFANCULO AMERICA E WTC!!!
    CREPATE ESTREMI OCCIDENTALI NEL VOSTRO GRASSO COLESTEROLICO, EBETI INCULO L'AVETE PRESO 11/9/001 NELLA STORIA RIMARRETE, BACIAMI IL CULO BUSH DEL CUL!:-))))
  • Anonimo scrive:
    prof e ke cazzo
    minkia nessuno che si faccia i cazzi propri
  • Anonimo scrive:
    bravi...bravi...
    "Il software può essere inviato sul computer indiziato anche con una email contenente un virus ma può naturalmente anche essere installato dai cracker dell' FBI, sfruttando vulnerabilità e vie d'accesso nei software installati dall'utente-indagato sulla propria macchina."======================cosi imparate ad usare uindows o sorgenti precompilati...;-0)peccato poi che uso piu dischi e partizioni e ripulisco tutto una volta al mese (ho fatto un paio di cd con le varie copie delle partizioni)...inoltre ho scritto un paio di linee di codice per vedere tutti i file modificati durante il giorno...viva il keylogger...;-0)
  • Anonimo scrive:
    e che vi aspettavate
    Dopo l' attacco dell' 11 settembre i vari servizi di "intelligence" americani hanno dimostrato di non saper fare il proprio lavoro e di aver sbagliare su tutta la linea, ora cercano di recuperare la faccia inventandosi programmi macchinosi e piangendo per la loro bandiera: che tristezza...
    • Anonimo scrive:
      Re: e che vi aspettavate
      - Scritto da: Ivan
      Dopo l' attacco dell' 11 settembre i vari
      servizi di "intelligence" americani hanno
      dimostrato di non saper fare il proprio
      lavoro e di aver sbagliare su tutta la
      linea, ora cercano di recuperare la faccia
      inventandosi programmi macchinosi eche tra l'altro non miglioreranno / risolveranno certo la situazione...
  • Anonimo scrive:
    startegia della tensione
    Negli anni '70 in Italia apparati dello Stato mettevano bombe sui treni e nelle piazze dando ad altri apparati il pretesto per misure legislative "emergenziali" tese a restringere le libertà personali. e il popolo bue faceva "muuuu" e annuiva.Non è la mia guerra e non faranno passare questa massiccia operazione di irrigidimento e estensione del controllo sociale alle nuove forme della comunicazione come una buona azione tesa a proteggermi e proteggerci tutti noi bravi democratici laboriosi occidentali etcetc.Anche se il popolo bue fa "muuu" e annuisce (con grande entusiasmo e sventolio di stars & stripes).Non mi avrete.Non citerò pure io il buon benjamin ma un altrettanto profondo Zac de la Rocha: "fuck U I won't do what U tell me".
  • Anonimo scrive:
    L'eseguibile dovrà funzionare...
    ...per una quantità semi-industriale di sistemi operativi / piattaforme. Per ognuno di questi dovranno essere individuate le vulnerabilità e sfruttate prima che vengano corrette.Mi sembra poco fattibile...CiaoDiego
    • Anonimo scrive:
      cio' che sembra non e' mai!
      Ciao Diego tu pensi che le persone siano al corrente di tutti i buchi vengono lasciati aperti Per dimenticanza o per volere di chi il S.O. lo fa'?Sta' pur certo che buchi ve ne sono ovunquePensa un'attimo alla B.O. messa da alcatel nel modem adsl Speedtouch non credo gli sia caduta casualmente sullo stampato del circuito!.Questo per portarti solo uno degli esempi che la massa conosce.Ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: cio' che sembra non e' mai!
        alora la polizia fara' pressione per fare si che i produttori lascino apposta vulnerabilita', e questo sara' la felicita' degli hacker competenti.avete ragione: questo mondo non e' poi cosi' maleO_O'...... c'e' giustizia per tutty=_=vi immaginate degli hacker che chiudono fuori dal loro sistema le forze della polizia postaleO_O????????????????????????????? commedia alla italianaaaa!!!!!!!11!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: cio' che sembra non e' mai!

          alora la polizia fara' pressione per fare si
          che i produttori lascino apposta
          vulnerabilita', e questo sara' la felicita'
          degli hacker competenti.
          avete ragione: questo mondo non e' poi cosi'
          maleO_O'...... c'e' giustizia per tutty=_=il male viene sempre bilanciato dal bene ;-0)
          vi immaginate degli hacker che chiudono
          fuori dal loro sistema le forze della
          polizia
          postaleO_O?????????????????????????????
          commedia alla italianaaaa!!!!!!!11!!!guarda che mica sono tutti scemi anche in polizia...certo 90% sono asini, 5% raccomandati, ma ci sono anche 5% di gente con le balle...anche se tra qui 5% solo 1% non si fa fare un bel lavaggio del cervello...;-0)
  • Anonimo scrive:
    liberta' mancata come ignoranza.
    secondo me se lo fbi sta facendo una cosa del genere, come gia ho sostenuto in passato, sono un branco di barbari.l'idea machiavellicamente distorta de "il fine giustifica i mezzi" puo' valere in uno stato fascista, ma in un paese con un minimo di civilta' e democrazia e' totalmente assurdo.ancora di piu' perche' un organismo federale puo' permettersi di commettere reati a piacimento, ma un libero cittadino no.se loro si sentono autorizzati a commettere hacking cracking allora mi sento autorizzato a farlo pure io.non mi sembra che al mondo nella parte civilizzata, almeno, possano esistere persone di serie a e di serie b, per cui se tutte le persone hanno pari diritti, anche io possiedo i diritti dello fbi.se non e' vero, allora viviamo in un mondo dominato da una tirannia governativa e in un tale mondo le leggi del governo vengono a cadere.non mi sembra che gli americani abbiano mai additato i loro rivoluzionari che hanno combattutto un regime dispotico fino ad ottenere la indipendenza come dei criminali. allo stesso modo, se ci troviamo in una situazione simile, nessuno puo' additare chi si difende attaccando(come insomma ha fatto l'america contro i terroristi) se lo stesso governo si permette di agire cosi' con o senza il beneplacito delle maggioranze.essere una maggioranza che lascia i suoi diritti in virtu '' di un patriottismo distorto e remissivonon e' un popolo in democrazia, ma un popolo ignorante.alla base della democrazia c'e' la liberta', e non e' possibile che esista democrazia quando la liberta' viene presa o data come si trattasse di un tozzo di pane ad un povero disgraziato.secondo me, il popolo del mondo occidentale oramai e' tanto abituato a godere di certi diritti che non capisce piu' neppure cosa significhino.spero di no, ma forse arrivera un giorno che i figli odieranno i genitori che non hanno reagito di fronte ad un tale oscuramento della singolarita' degli individui in favore di una massa ottusa e ignorante ma unita.io credo che le persone che tanto aspirano ad essere unite, provano un infantile desiderio di sentirsi parte di qualcosa, non essendo niente da soli.se molta gente non fosse cosi' vacua da trovare riempimento solo trovandosi schiacciata da altre migliaia di persone, forse troverebbe la strada del perfezionamento personale diventando un qualcuno invece che un qualsiasi.l'essere qualcuno non dipende da come gli altri ti tengono in conto, dipende sostanzialmente da quanto la tua opinione dipende da te e non dagli altri.nessuna persona si fa rispettare emulando o seguendo gli altri; eppure sembra che tutti debbano per forza appartenere all'uno o all'altro schieramento.io sono felice di seguire la mia strada, che sia buona o cattiva, ma che sia mia.se poi questa strada coincide con quella altrui, beh, non esiste ancora copyright sulle idee filosoficopolitiche(spero)....io vedo questa gente ammassarsi su idee filogovernative e il governo strumentalizzare la funzione della sicurezza facendola diventare controllo su tutto.questo non puo' sembrare bene a nessuna persona ragionevole, quanto sembra insensato porgere l'altra guancia ad una persona priva di scrupolo morale.una persona puo' essere fermata da una morale affiorante, ma non ho mai visto masse di gente fermarsi di fronte a qualcuno che si dimostra indifeso.quando le persone tendono a fondersi, ad accettare idee comuni, forse e' proprio quel momento che segna la disfatta di un popolo virtuoso(comunita' o qualsiasi altro ammasso di persone).notate bene che qui non si parla di idee uniche, si parla semplicemente di accettare le idee per proprie considerazioni, propri pensieri.non e' idiota avere le stesse idee degli altri, ma e' idiota prenderle come vengono.solo due persone totalmente ignoranti possono pensare di potere utilizzare lo stesso pensiero inalterato, se questo pensiero trascende un po il mangiare o il dormire o lo stare al caldo.anzi, gia su questo ci potrebbero essere differenze di vedute .......ricordo inoltre che e' il governo ad essere al servizio dei cittadini, non viceversa; se avviene viceversa c'e' qualcosa che non va.fondamentalmente, io credo che il problema sia sempre e solo uno: il non tentare di conoscere cio' che non si sa.piu' volte ho detto che essere ignoranti non e' una colpa, ma perseverare nella ignoranza e' criminale, in quanto in un paese democratico va a danno di tutti.io sono convinto che tutti voi abbiate scuse efficacissime tipo: io devo lavorare non ho tempo di leggere di informarmi.io non so dove trovare le informazioni. io non ho alle spalle qualcuno che mi possa mantenere.io non amo leggere.io sono sempre molto stanco e nel tempo libero mi riposo.io non ho i soldi per comprare i libri.io faccio il turno di notte e quindi di giorno dormo.va bene; ma vorrete mica dire che io sono l'unicp che gode nel sapere e sapere fare? io non ci credo.l'uomo ha in se la curiosita'.se questa non viene fuori, e' per via di un mondo che la reprime in tutte le maniere(sebbene sembri il contrario) e una educazione infantiel che non ha insegnato a portare avanti questo tipo di valore.la curiosita' e' l'unico valore universale; se si possiede la curiosita' tutti gli altri valori vengono da se, perche' il porsi delle domande porta inevitabilmente a conoscere e a farsi delle idee.e' vero che nessuno puo' conoscere tutto; esiste comunque nell'infinitesimale un baratro tra chi si istruisce e chi non lo fa.grazie anche all'educazione scolastica che favorisce l'oblio piuttosto che il sapere, spinta da un flemmatico accodarsi di conoscenze senza ragioni apparenti, senza capacita' di spingere a interesse le persone... non mi stupisce che il sapere sia tanto ripudiato.e piu' si va avanti cogli studi, piu' un senso di nausea porta a finire la universita' il piu' presto possibile.a queesto punto, dopo tanto divagare chiudo:il senso di insicurezza pesa.tutti godono della tranquillita', della ripetitivita', perche' il piu' delle volte la apatia puo' aiutare nella vita.e' bello sentirsi il una gabbia di cristallo, anche se si deve lavorare; ma in un luogo sicuro, il piu' della gente e' naturale che si senta bene.se questa gente pero', vede il suo equilibrio sornione infranto, eppure deve continuare a lavorare e a subire la pena della sua gabbia, si sente offesa piu' dalla mancanza di ritorno alle sue fatiche che non della possibilita' di avere una qualsiasi altra possibiita' di vita non flemmatica.una possibilita' in piu' non serve a nulla a chi ha gia scelto...non serve la liberta' di fare tutto se le poche liberta' che la gente normale ha gli bastano.se questa e' la figura del patriota, allora il patriota e' un vero ottuso egoista.egoista, si, perche' la sua poca ratio non gli permette di vedere che lui non e' il mondo intero, sebbene la maggior parte del mondo e' come lui.c'e' gente nel mondo che si scanna per avere le liberta' che lui cede perche' nnon le usa.che se lui cede quelle liberta', e lui e' una maggioranza, tutte le minoranze, sebben
    • Anonimo scrive:
      Re: liberta' mancata come ignoranza.
      scusa, senza andare a scomodare l'america anche in italia c'è qualcuno che può fare certe cose ed altri no...capita per merito intellettuale, capita per capacità fisiche, capita per raccomandazione, ma capita.ad esempio io non ho una pistola e non ho il permesso di averla/usarla, eppure ci sono migliaia di poliziotti in italia che hanno una pistola;cavolo loro sono di serie A e io di serie B?cazzarola, io non posso guidare i camion, non ho la patente C, però l'italia è piena di camionisti...sarà forse che qualcuno è abilitato a fare delle cose? e altri no???Pensate prima di parlare.
      • Anonimo scrive:
        Re: liberta' mancata come ignoranza.
        se fai il porto puoi usare la pistola, se fai la c puoi guidare il camion, ma non esiste la patente di hacker.non esiste la patente dell'idiota neppure.pensa tu prima di parlare.io non capaisco, ma non ci arrivi che fai esempi che non coincidono?inoltre avere la pistola non e' illegale, e neppure guidare il camion.leggere le info lo e' ancora, e comunque e' un diritto costituzionale avere la privacy, come non essere danneggiato da altri, sia per un fine positivo che negativo .difendersi e' un diritto, come anche spostarsi trasportando merci.non lo e' danneggiare gli altri.per questo dico che, se il governo puo' infrangere la legge, ancora di piu' possono i singoli cittadini.
        • Anonimo scrive:
          Re: liberta' mancata come ignoranza.
          - Scritto da: pelukkoO_O
          se il governo puo' infrangere la legge,
          ancora di piu' possono i singoli cittadini.Dato che sei tanto curioso (e sei l'unico, in tutti 'sti forum, che si sia dimostrato un minimo informato sulla realtà mio mestiere, i sistemi hard realtime, detto inter nos), prova a leggere qualche altro testo su democrazia e diritto, ad esempio di Luttwak o Sen.Perchè ancora ti sfugge, mi pare, il significato profondo della differenza tra responsabilità individuale e diritto collettivo.Laddove il Governo decide per l'interesse collettivo, può a buona ragione limitare l'interesse dei singoli, in quanto istituzionalmente investito dal potere di delega dei cittadini. E quindi, eo ipso, è dotato di un grado di libertà superiore: poichè nessun sistema di controllo può controllarne altri rimanendo al medesimo livello. Per cui, non ha alcun senso semantico la stessa espressione "se il governo può infrangere la legge". Il Governo è un'istituzione, NON una persona fisica, ed è soggetto a norme COMPLESSIVE, non di responsabilità personale.Quindi, in fase istruttoria, un qualsiasi operatore delle forze di Polizia ha pieno diritto di aprire la tua corrispondenza, ascoltare e registare le tue conversazioni, e quant'altro: il che NON ti conferisce minimamente diritti analoghi, in nessuna condizione, se sei un cittadino qualsiasi. Quello che si può contestare, al limite, è la vincolabilità di tali operazioni, ovvero il modo più o meno facile con cui si ottiene una firma, un'autorizzazione a procedere, oppure (caso limite) quando la possibilità di intercettazione è decisa autonomamente dagli operatori preposti. Tutto qui.In altri termini la definizione di reati e libertà è contestuale, come è vero che esistono due sistemi di codici separati per il tempo di guerra e quello di pace, e lo status di "cittadino" ti limita e ti garantisce solo in determinate condizioni. Si può riassumere dicendo che gli Enti governativi, in determinate circostanze, possono apparentemente violare le leggi che valgono per i suoi singoli cittadini, senza commettere alcun reato. Poichè ciò, a sua volta, è ovviamente regolato da leggi ad hoc, come i codici di procedura ed i regolamenti di polizia.Spero sia chiaro.
          • Anonimo scrive:
            Re: liberta' mancata come ignoranza.
            - Scritto da: *BSD Rulez !

            - Scritto da: pelukkoO_O

            se il governo puo' infrangere la legge,

            ancora di piu' possono i singoli
            cittadini.

            Dato che sei tanto curioso (e sei l'unico,
            in tutti 'sti forum, che si sia dimostrato
            un minimo informato sulla realtà mio
            mestiere, i sistemi hard realtime, detto
            inter nos), prova a leggere qualche altro
            testo su democrazia e diritto, ad esempio di
            Luttwak o Sen.

            Perchè ancora ti sfugge, mi pare, il
            significato profondo della differenza tra
            responsabilità individuale e diritto
            collettivo.

            Laddove il Governo decide per l'interesse
            collettivo, può a buona ragione limitare
            l'interesse dei singoli, in quanto
            istituzionalmente investito dal potere di
            delega dei cittadini.se i cittadini se ne lamentassero, allora non dovrebbe esserci il problema no? nessuno puo' ignorare il pensiero del delegante. E quindi, eo ipso, è
            dotato di un grado di libertà superiore:
            poichè nessun sistema di controllo può
            controllarne altri rimanendo al medesimo
            livello.

            Per cui, non ha alcun senso semantico la
            stessa espressione "se il governo può
            infrangere la legge". Il Governo è
            un'istituzione, NON una persona fisica, ed è
            soggetto a norme COMPLESSIVE, non di
            responsabilità personale.
            ci sono leggi di valore universale, o piu' universali delle leggi nazionali. ci sono dei diritti che vanno oltre le leggi che uno stato puo' produrre.hai ragione cmque:ogni volta che dico legge illegale, mi riferisco al fatto che va contro i diritti umani cosi' come sono intesi dalle altre democrazie moderne.questo confronto e' plausibile ed interessante:possono cambiare la costituzione, ma allora la loro costituzione vista dal nostro punto di vista, sara' illegale.
            Quindi, in fase istruttoria, un qualsiasi
            operatore delle forze di Polizia ha pieno
            diritto di aprire la tua corrispondenza,
            ascoltare e registare le tue conversazioni,
            e quant'altro: il che NON ti conferisce
            minimamente diritti analoghi, in nessuna
            condizione, se sei un cittadino qualsiasi.
            sta di fatto che persone comuni sono investite di diritti spueriori agli altri, e queste persone non possiedono cumunque nulla che faccia pensare ad una superiorita' intellettuale o morale.che tu mi dici che e' legale e utile, ok, ma e' anche giusto moralmente?
            Quello che si può contestare, al limite, è
            la vincolabilità di tali operazioni, ovvero
            il modo più o meno facile con cui si ottiene
            una firma, un'autorizzazione a procedere,
            oppure (caso limite) quando la possibilità
            di intercettazione è decisa autonomamente
            dagli operatori preposti. Tutto qui.
            una volta che esiste questa delega, informazioni su cittadini entrano in possesso di forze dell'ordine che sono citttadini.chi mi garantisce che non ne faranno un uso personale????...
            In altri termini la definizione di reati e
            libertà è contestuale, come è vero che
            esistono due sistemi di codici separati per
            il tempo di guerra e quello di pace, e lo
            status di "cittadino" ti limita e ti
            garantisce solo in determinate condizioni.

            Si può riassumere dicendo che gli Enti
            governativi, in determinate circostanze,
            possono apparentemente violare le leggi che
            valgono per i suoi singoli cittadini, senza
            commettere alcun reato. Poichè ciò, a sua
            volta, è ovviamente regolato da leggi ad
            hoc, come i codici di procedura ed i
            regolamenti di polizia.cio' non toglie che sia discutibile.la mancanza di una legge non puo' essere presa a pretesto di provvedimenti discutibili.

            Spero sia chiaro. si mi e' chiaro.e' palese che ho utilizzato discorsi scomposti.vorrei tuttavia che essi venissero letti in maniera che per legalita' non si intenda cio' che e' sancito dalle leggi dello stato, quanto piuttostoo da un comune buon senso in termini di diritti civili/umani. se badi bene, c'e' gente che non dice nulla dei provvedimenti, ma nessuno mi sembra dica che essi siano corretti dal punto di vista morale e di salvaguardia del diritto civile.semplicemente accettano di sottomettercisi.se pensassero che essi rispettano i diritti sarebbe diverso.il fatto che nessuno contraddice questa invasione dei diritti, rende palese a chiunque la esistenza di provvedimenti discutibili.
          • Anonimo scrive:
            Re: liberta' mancata come ignoranza.
            insomma parlando di liberta...c'e sempre qualcuno piu uguale ???vero ???;-0)

            se il governo puo' infrangere la legge,

            ancora di piu' possono i singoli
            cittadini.

            Dato che sei tanto curioso (e sei l'unico,
            in tutti 'sti forum, che si sia dimostrato
            un minimo informato sulla realtà mio
            mestiere, i sistemi hard realtime, detto
            inter nos), prova a leggere qualche altro
            testo su democrazia e diritto, ad esempio di
            Luttwak o Sen.

            Perchè ancora ti sfugge, mi pare, il
            significato profondo della differenza tra
            responsabilità individuale e diritto
            collettivo.

            Laddove il Governo decide per l'interesse
            collettivo, può a buona ragione limitare
            l'interesse dei singoli, in quanto
            istituzionalmente investito dal potere di
            delega dei cittadini. E quindi, eo ipso, è
            dotato di un grado di libertà superiore:
            poichè nessun sistema di controllo può
            controllarne altri rimanendo al medesimo
            livello.

            Per cui, non ha alcun senso semantico la
            stessa espressione "se il governo può
            infrangere la legge". Il Governo è
            un'istituzione, NON una persona fisica, ed è
            soggetto a norme COMPLESSIVE, non di
            responsabilità personale.

            Quindi, in fase istruttoria, un qualsiasi
            operatore delle forze di Polizia ha pieno
            diritto di aprire la tua corrispondenza,
            ascoltare e registare le tue conversazioni,
            e quant'altro: il che NON ti conferisce
            minimamente diritti analoghi, in nessuna
            condizione, se sei un cittadino qualsiasi.

            Quello che si può contestare, al limite, è
            la vincolabilità di tali operazioni, ovvero
            il modo più o meno facile con cui si ottiene
            una firma, un'autorizzazione a procedere,
            oppure (caso limite) quando la possibilità
            di intercettazione è decisa autonomamente
            dagli operatori preposti. Tutto qui.

            In altri termini la definizione di reati e
            libertà è contestuale, come è vero che
            esistono due sistemi di codici separati per
            il tempo di guerra e quello di pace, e lo
            status di "cittadino" ti limita e ti
            garantisce solo in determinate condizioni.

            Si può riassumere dicendo che gli Enti
            governativi, in determinate circostanze,
            possono apparentemente violare le leggi che
            valgono per i suoi singoli cittadini, senza
            commettere alcun reato. Poichè ciò, a sua
            volta, è ovviamente regolato da leggi ad
            hoc, come i codici di procedura ed i
            regolamenti di polizia.

            Spero sia chiaro.
    • Anonimo scrive:
      Re: liberta' mancata come ignoranza.
      Complimenti per il discorso!Concordo quasi su tutto ...Cmq, ho da farti un piccolo appunto:La polizia esiste per difendere i diritti (e nessuno ha il diritto di farsi giustizia da solo: sennò non è democrazia ma anarchia).Quindi, è normale che abbia maggiori poteri dei normali cittadini (come esempio possedere strumenti di coercizione): non è un fatto di cittadini di serie A o B.Il problema è quello di regolamentare questi poteri in modo da garantire un margine di libertà/privacy dei cittadini accettabile e nel contempo un livello di sicurezza sufficiente.Secondo il mio (modestissimo) parere, l'autorizzazione per le intercettazioni dovrebbe essere fornita dal giudice (come avviene oggi per le intercettazioni telefoniche o le perquisizioni, anche negli US) ... il GIP mi sembra troppo poco.Inoltre, i log di sistemi stile Carnivore, dovrebbero essere considerati intercettazioni a tutti gli effetti.Se dovessero essere fatte delle verifiche a spot aldifuori di un procedimento giudiziario (come avviene oggi per quelle di tipo postale), l'interessato dovrebbe avere una notifica in merito (come avviene oggi per altri sistemi).Mi sembra che in questo modo il tutto possa essere sufficientemente bilanciato e democratico.Per quanto riguarda legalità delle informazioni che vengono scambiate ... questo è un'altro discorso che deve essere affrontato separatamente:Che ne pensi della depenalizzazione completa di tutte le infrazioni sulla proprietà intellettuale nella trasmissione/detenzione di informazioni ?Questo è necessario perchè non si può paragonare *mai* ed in *nessun modo* un pirata (o categorie reputate analoghe) di qualunque tipo a chi compie reati verso persone (pedofili, ecc.).Ma purtroppo farsi prendere la mano dalle nuove tecnologie è facile e chi è addetto ai lavori/politico intravede nuove opportunità mai pensabili prima = più facilità di svolgere il proprio lavoro, avere poteri impensabili e molti più soldi calpestando le libertà dei cittadini.Questo, se non verrà efficacemente contrastato soprattutto sul piano politico, ci porterà in pochi anni alla materializzazione di scenari alla Farenheit 451 (per comportamento apatico della gente, libertà generali e censure varie).Ma l'umanità -come hai detto tu- non capirà il pericolo (perchè *non* è in grado di capirlo e non sosterrà l'opposizione) e si troverà a sguazzare nella stessa melma generata da se stessa ... e non è detto che questa volta riesca a tirarsene fuori (perchè questa volta non è un'ideologia da combattere).Voglio ricordare che la via d'uscita in Farenheit 451 è una guerra nucleare.
      • Anonimo scrive:
        Re: liberta' mancata come ignoranza.

        La polizia esiste per difendere i diritti (e
        nessuno ha il diritto di farsi giustizia da
        solo: sennò non è democrazia ma anarchia).
        Quindi, è normale che abbia maggiori poteri
        dei normali cittadini (come esempio
        possedere strumenti di coercizione): non è
        un fatto di cittadini di serie A o B.
        Il problema è quello di regolamentare questi
        poteri in modo da garantire un margine di
        libertà/privacy dei cittadini accettabile e
        nel contempo un livello di sicurezza
        sufficiente.a real tv mostravano qualche giorno fa un filmato fatto in brazile dove la polizia fermava le macchine e sparava ai conducenti (se non sparava gli riempivano di botte)...certo e un CASO ESTREMO...pero...
        Secondo il mio (modestissimo) parere,
        l'autorizzazione per le intercettazioni
        dovrebbe essere fornita dal giudice (come
        avviene oggi per le intercettazioni
        telefoniche o le perquisizioni, anche negli
        US) ... il GIP mi sembra troppo poco.
        Inoltre, i log di sistemi stile Carnivore,
        dovrebbero essere considerati
        intercettazioni a tutti gli effetti.
        Se dovessero essere fatte delle verifiche a
        spot aldifuori di un procedimento
        giudiziario (come avviene oggi per quelle di
        tipo postale), l'interessato dovrebbe avere
        una notifica in merito (come avviene oggi
        per altri sistemi).hahahahhahahaa...cosi fa in tempo a scapare...hhahahhahaa...che cazzata e ???;-0)
        Mi sembra che in questo modo il tutto possa
        essere sufficientemente bilanciato e
        democratico.vedi non si metterano di certo a spiare i comuni cittadini...ma quando avranno fatto fuori tutti i cattivi come riempiranno il tempo ??? dai diamo un occhiatta alle chattate di questo qua...wow..che roba...dovrebbe scrivere libri porno...
        Per quanto riguarda legalità delle
        informazioni che vengono scambiate ...
        questo è un'altro discorso che deve essere
        affrontato separatamente:
        Che ne pensi della depenalizzazione completa
        di tutte le infrazioni sulla proprietà
        intellettuale nella trasmissione/detenzione
        di informazioni ?
        Questo è necessario perchè non si può
        paragonare *mai* ed in *nessun modo* un
        pirata (o categorie reputate analoghe) di
        qualunque tipo a chi compie reati verso
        persone (pedofili, ecc.).io andrei oltre...in casi di stupro, omicidio, criminalita organizzata, ecc...QUALSIASI PROVA RACCOLTA VALE SENZA CHE POSSANO ESSERE INVALIDATE DALLE GARANZIE COSTITUZIONALI (cioe non sono state raccolte proprio 100% legalmente)...
        Ma purtroppo farsi prendere la mano dalle
        nuove tecnologie è facile e chi è addetto ai
        lavori/politico intravede nuove opportunità
        mai pensabili prima = più facilità di
        svolgere il proprio lavoro, avere poteri
        impensabili e molti più soldi calpestando le
        libertà dei cittadini.
        Questo, se non verrà efficacemente
        contrastato soprattutto sul piano politico,
        ci porterà in pochi anni alla
        materializzazione di scenari alla Farenheit
        451 (per comportamento apatico della gente,
        libertà generali e censure varie).hahahahahhahahahahahahaha....EFFICACEMENTE CONTRASTATO SUL PIANO POLITICO ???? hahhahahahahaha...hahahahahahahahaahahahahahhahahahahahaahhahahahaahahahahhaahahahhahahaahhahahahahahahaahahahhaahahhahahahahahahahahahahahahahahavedrai come gli deputati che si oppongono si schiantano con le macchine contro gli alberi...o messi a tacere perche omossessuali, o si drogano, ecc...non diciamo cazzate...
        Ma l'umanità -come hai detto tu- non capirà
        il pericolo (perchè *non* è in grado di
        capirlo e non sosterrà l'opposizione) e si
        troverà a sguazzare nella stessa melma
        generata da se stessa ... e non è detto che
        questa volta riesca a tirarsene fuori
        (perchè questa volta non è un'ideologia da
        combattere).ma chi vuoi che combatta ??? ma cazzo dici ???...ma quando mai...
        Voglio ricordare che la via d'uscita in
        Farenheit 451 è una guerra nucleare.io come finale metterei gli alieni e giu un bel bombardamento dall orbita...ogni forma di vita distrutta...e piu attuale no ???;-0)
        • Anonimo scrive:
          Re: liberta' mancata come ignoranza.


          di informazioni ?

          Questo è necessario perchè non si può

          paragonare *mai* ed in *nessun modo* un

          pirata (o categorie reputate analoghe) di

          qualunque tipo a chi compie reati verso

          persone (pedofili, ecc.).
          io andrei oltre...in casi di stupro,
          omicidio, criminalita organizzata,
          ecc...QUALSIASI PROVA RACCOLTA VALE SENZA
          CHE POSSANO ESSERE INVALIDATE DALLE GARANZIE
          COSTITUZIONALI (cioe non sono state raccolte
          proprio 100% legalmente)...

          allora sei un fascista.i fascisti e i nazisti mettevanola legge nazionali sopra i diritti umani.
          • Anonimo scrive:
            Re: liberta' mancata come ignoranza.


            io andrei oltre...in casi di stupro,

            omicidio, criminalita organizzata,

            ecc...QUALSIASI PROVA RACCOLTA VALE SENZA

            CHE POSSANO ESSERE INVALIDATE DALLE
            GARANZIE

            COSTITUZIONALI (cioe non sono state
            raccolte

            proprio 100% legalmente)...
            allora sei un fascista.i fascisti e i
            nazisti mettevanola legge nazionali sopra i
            diritti umani.stiamo parlando di stupto, criminalita organizzata, omicidi...roba simile...quindi non tutti i reati...anzi...quanti se la sono cavati per omicidio nonostante le prove per esempio, solo per qualche caviglio legale...inoltre sono per la liberta...nella sua massima estensione, altro che fascista...
        • Anonimo scrive:
          Re: liberta' mancata come ignoranza.
          - Scritto da: blah

          La polizia esiste per difendere i diritti
          (e

          nessuno ha il diritto di farsi giustizia
          da

          solo: sennò non è democrazia ma anarchia).

          Quindi, è normale che abbia maggiori
          poteri

          dei normali cittadini (come esempio

          possedere strumenti di coercizione): non è

          un fatto di cittadini di serie A o B.

          Il problema è quello di regolamentare
          questi

          poteri in modo da garantire un margine di

          libertà/privacy dei cittadini accettabile
          e

          nel contempo un livello di sicurezza

          sufficiente.
          a real tv mostravano qualche giorno fa un
          filmato fatto in brazile dove la polizia
          fermava le macchine e sparava ai conducenti
          (se non sparava gli riempivano di
          botte)...certo e un CASO ESTREMO...pero...Beh, spero che ora quei poliziotti siano a vedere il cielo a scacchi (altrimenti non c'è bilanciamento nel loro potere).O no ?


          Secondo il mio (modestissimo) parere,

          l'autorizzazione per le intercettazioni

          dovrebbe essere fornita dal giudice (come

          avviene oggi per le intercettazioni

          telefoniche o le perquisizioni, anche
          negli

          US) ... il GIP mi sembra troppo poco.

          Inoltre, i log di sistemi stile Carnivore,

          dovrebbero essere considerati

          intercettazioni a tutti gli effetti.

          Se dovessero essere fatte delle verifiche
          a

          spot aldifuori di un procedimento

          giudiziario (come avviene oggi per quelle
          di

          tipo postale), l'interessato dovrebbe
          avere

          una notifica in merito (come avviene oggi

          per altri sistemi).
          hahahahhahahaa...cosi fa in tempo a
          scapare...hhahahhahaa...che cazzata e ???
          ;-0)No, non credo proprio che faccia in tempo a scappare ... perchè alludevo ad una figura più alta della pubblica accusa.


          Mi sembra che in questo modo il tutto
          possa

          essere sufficientemente bilanciato e

          democratico.
          vedi non si metterano di certo a spiare i
          comuni cittadini...ma quando avranno fatto
          fuori tutti i cattivi come riempiranno il
          tempo ??? dai diamo un occhiatta alle
          chattate di questo qua...wow..che
          roba...dovrebbe scrivere libri porno...Certo, se ti notificano che lo hanno fatto va tutto bene (e anche in questo caso dovresti avere l'opportunità di rivalerti).Se non lo fanno e ci sono le prove dovrebbero passare dei brutti momenti (come se li becchi adesso a farti una perquisizione all'auto).


          Per quanto riguarda legalità delle

          informazioni che vengono scambiate ...

          questo è un'altro discorso che deve essere

          affrontato separatamente:

          Che ne pensi della depenalizzazione
          completa

          di tutte le infrazioni sulla proprietà

          intellettuale nella
          trasmissione/detenzione

          di informazioni ?

          Questo è necessario perchè non si può

          paragonare *mai* ed in *nessun modo* un

          pirata (o categorie reputate analoghe) di

          qualunque tipo a chi compie reati verso

          persone (pedofili, ecc.).
          io andrei oltre...in casi di stupro,
          omicidio, criminalita organizzata,
          ecc...QUALSIASI PROVA RACCOLTA VALE SENZA
          CHE POSSANO ESSERE INVALIDATE DALLE GARANZIE
          COSTITUZIONALI (cioe non sono state raccolte
          proprio 100% legalmente)...No, le prove valide devono essere raccolte da pubblici ufficiali autorizzati all'intercettazione dal giudice (sospensione temporanea delle garanzie costituzionali per indagini *penali*).Fuori da questo presupposto le prove non debbono essere valide.Insomma: equiparazione delle intercettazioni su Internet a quelle telefoniche.La depenalizzazione dei reati contro la proprietà intellettuale è invece *fondamentale* e *necessaria* (perchè sappiamo da dove stiamo partendo ma non sappiamo dove ci può portare).Es.: Copio ed utilizzo un tuo software (o uso un tuo brevetto o una tua idea), tu mi fai causa (deve essere escluso che mi denunci: in verità non ha un grande senso).



          Ma purtroppo farsi prendere la mano dalle

          nuove tecnologie è facile e chi è addetto
          ai

          lavori/politico intravede nuove
          opportunità

          mai pensabili prima = più facilità di

          svolgere il proprio lavoro, avere poteri

          impensabili e molti più soldi calpestando
          le

          libertà dei cittadini.

          Questo, se non verrà efficacemente

          contrastato soprattutto sul piano
          politico,

          ci porterà in pochi anni alla

          materializzazione di scenari alla
          Farenheit

          451 (per comportamento apatico della
          gente,

          libertà generali e censure varie).
          hahahahahhahahahahahahaha....EFFICACEMENTE
          CONTRASTATO SUL PIANO POLITICO ????
          hahhahahahahaha...
          hahahahahahahaha
          ahahahahahhahahahahahaahhahahaha
          ahahahahhaahahahhahahaahhahahahahahaha
          ahahahhaahahhahahahahahahahahahahahahahaha
          vedrai come gli deputati che si oppongono si
          schiantano con le macchine contro gli
          alberi...o messi a tacere perche
          omossessuali, o si drogano, ecc...
          non diciamo cazzate...Che ci sia dietro una cospirazione ?Per ora credo di no (non ho elementi per crederlo): manca semplicemente una forza politica in grado di opporsi.... sennò si ritorna alla vecchia storia che Bill Gates è in realtà il plenipotenziario degli alieni che già controllano la Terra, ecc.


          Ma l'umanità -come hai detto tu- non
          capirà

          il pericolo (perchè *non* è in grado di

          capirlo e non sosterrà l'opposizione) e si

          troverà a sguazzare nella stessa melma

          generata da se stessa ... e non è detto
          che

          questa volta riesca a tirarsene fuori

          (perchè questa volta non è un'ideologia
          da

          combattere).
          ma chi vuoi che combatta ??? ma cazzo dici
          ???...ma quando mai...


          Voglio ricordare che la via d'uscita in

          Farenheit 451 è una guerra nucleare.
          io come finale metterei gli alieni e giu un
          bel bombardamento dall orbita...ogni forma
          di vita distrutta...e piu attuale no ???
          ;-0)No, no.Parlavo del libro (o del film), l'hai letto (visto) ? Secondo me può essere uno scenario quasi possibile (un Orwell 1984 in chiave capitalistica) e molto istruttivo.Non ricordo molto bene chi lo ha scritto ... cmq, era l'autore anche di "cronache marziane" (forse SiN può essere d'aiuto).Questo libro (film) finisce bene perchè, grazie ad un conflitto nucleare con un'altro stato, la struttura di controllo sulla popolazione viene distrutta e i soli sopravvissuti sono quelli che si sono ritirati in piccole comunità isolate in zone impervie che hanno conservato (nella loro mente) centinaia di libri (tutti i libri/informazioni non autorizzate erano banditi dal regime perchè "facevano pensare" e diffondevano la conoscenza).Dico che l'umanità ci cascherà (ma *non* è una cospirazione ... ma solo disinteresse dei più ed eccessivo interesse dei pochi)
          • Anonimo scrive:
            Re: liberta' mancata come ignoranza.


            a real tv mostravano qualche giorno fa un

            filmato fatto in brazile dove la polizia

            fermava le macchine e sparava ai
            conducenti

            (se non sparava gli riempivano di

            botte)...certo e un CASO ESTREMO...pero...
            Beh, spero che ora quei poliziotti siano a
            vedere il cielo a scacchi (altrimenti non
            c'è bilanciamento nel loro potere).
            O no ?si, mi pare che hanno detto che li hanno messo dietro le sbarre, in seguito al filmato...

            io andrei oltre...in casi di stupro,

            omicidio, criminalita organizzata,

            ecc...QUALSIASI PROVA RACCOLTA VALE SENZA

            CHE POSSANO ESSERE INVALIDATE DALLE
            GARANZIE

            COSTITUZIONALI (cioe non sono state
            raccolte

            proprio 100% legalmente)...
            No, le prove valide devono essere raccolte
            da pubblici ufficiali autorizzati
            all'intercettazione dal giudice (sospensione
            temporanea delle garanzie costituzionali per
            indagini *penali*).
            Fuori da questo presupposto le prove non
            debbono essere valide.d'accordo ma in casi estremi come la criminalita organizzata i controlli e le autorizzazioni dovrebbero essere sicuramente minori...loro alla fine vogliono fare questo, pero lo fanno facendo leggi sbagliate...tutto qui...in quanto estendono all'infinito tutto questo...
            Insomma: equiparazione delle intercettazioni
            su Internet a quelle telefoniche.sappessi quante telefonate si ascoltano senza autorizzazione...;-0)
            La depenalizzazione dei reati contro la
            proprietà intellettuale è invece
            *fondamentale* e *necessaria* (perchè
            sappiamo da dove stiamo partendo ma non
            sappiamo dove ci può portare).
            Es.: Copio ed utilizzo un tuo software (o
            uso un tuo brevetto o una tua idea), tu mi
            fai causa (deve essere escluso che mi
            denunci: in verità non ha un grande senso).io non sono contrario ai brevetti ma alla loro lunghezza...un brevetto dovrebbe valere al massimo 10 anni (mica 70 anni dopo la morte dell'inventore)...
            Che ci sia dietro una cospirazione ?
            Per ora credo di no (non ho elementi per
            crederlo): manca semplicemente una forza
            politica in grado di opporsi.
            ... sennò si ritorna alla vecchia storia che
            Bill Gates è in realtà il plenipotenziario
            degli alieni che già controllano la Terra,
            ecc.ma non era micheal jackson ???;-0)a me (ancora) non mi controllano)...se non posto per due settimane probabilmente mi hanno rapito e fatto il lavaggio del cervello...


            Voglio ricordare che la via d'uscita in


            Farenheit 451 è una guerra nucleare.

            io come finale metterei gli alieni e giu
            un

            bel bombardamento dall orbita...ogni forma

            di vita distrutta...e piu attuale no ???

            ;-0)
            No, no.
            Parlavo del libro (o del film), l'hai letto
            (visto) ? facevo dell'umorismo...tutto qui...e si leggevo fantascienza dall'eta di 10 anni...;-0)
            Secondo me può essere uno scenario quasi
            possibile (un Orwell 1984 in chiave
            capitalistica) e molto istruttivo.non e quasi possibile...e gia quasi...;-0)
            Non ricordo molto bene chi lo ha scritto ...Ray Bradbury se non ricordo male...
            cmq, era l'autore anche di "cronache
            marziane" (forse SiN può essere d'aiuto).
            Questo libro (film) finisce bene perchè,
            grazie ad un conflitto nucleare con un'altro
            stato, la struttura di controllo sulla
            popolazione viene distrutta e i soli
            sopravvissuti sono quelli che si sono
            ritirati in piccole comunità isolate in zone
            impervie che hanno conservato (nella loro
            mente) centinaia di libri (tutti i
            libri/informazioni non autorizzate erano
            banditi dal regime perchè "facevano pensare"
            e diffondevano la conoscenza).mi ricorda un film che ho visto...tutto era controllato da una specie di supercomputer (chiamato flusso)...la gente aveva una interfaccia mentale con cui si collegava al flusso e aveva subito accesso ad ogni informazione del flusso...tutte le informazioni disponibili nel flusso erano autorizzate dal flusso stesso (per esempio i codici per disabilitare il flusso non erano disponibili, chissa come mai...hihihih)...ad un certo punto il flusso comincia a fare vittime, e la persona che salva il mondo e un "handicapato" che in seguito a una piccola malformazione del cervello non poteva installarsi una interfaccia mentale e dialogare col flusso...;-0)
            Dico che l'umanità ci cascherà (ma *non* è
            una cospirazione ... ma solo disinteresse
            dei più ed eccessivo interesse dei pochi) e
            non se ne tirerà fuori questa volta perchè
            nel nostro caso ritengo altamente
            improbabile un conflitto nucleare futuro
            (che "resetterebbe" di fatto la civiltà,
            rimettendo tutto in gioco).piu che altro il conflitto nucleare e possibile...non e possibile che persone abbiano conservato in mente i libri...visto l'ignoranza che dilaga...;-0)
            Diciamo un Farenheit 451 con finale alla
            Orwell 1984 (ma nella realtà) ... tra 10-15
            anni, se le cose continuano così.facciamo 20...c'e molta piu disorganizzazione di quanto pensi...;-0)
          • Anonimo scrive:
            Re: liberta' mancata come ignoranza.
            - Scritto da: blah


            a real tv mostravano qualche giorno fa
            un


            filmato fatto in brazile dove la
            polizia


            fermava le macchine e sparava ai

            conducenti


            (se non sparava gli riempivano di


            botte)...certo e un CASO
            ESTREMO...pero...

            Beh, spero che ora quei poliziotti siano a

            vedere il cielo a scacchi (altrimenti non

            c'è bilanciamento nel loro potere).

            O no ?
            si, mi pare che hanno detto che li hanno
            messo dietro le sbarre, in seguito al
            filmato...E' anche un buon deterrente per evitare che lo rifacciano ...
            ...

            Insomma: equiparazione delle
            intercettazioni

            su Internet a quelle telefoniche.
            sappessi quante telefonate si ascoltano
            senza autorizzazione...
            ;-0)Beh, perchè ancora non sono stati beccati con le mani nel sacco ... dopo che sono stati beccati la prima volta, vedrai che gli passa la voglia.


            La depenalizzazione dei reati contro la

            proprietà intellettuale è invece

            *fondamentale* e *necessaria* (perchè

            sappiamo da dove stiamo partendo ma non

            sappiamo dove ci può portare).

            Es.: Copio ed utilizzo un tuo software (o

            uso un tuo brevetto o una tua idea), tu mi

            fai causa (deve essere escluso che mi

            denunci: in verità non ha un grande
            senso).
            io non sono contrario ai brevetti ma alla
            loro lunghezza...un brevetto dovrebbe valere
            al massimo 10 anni (mica 70 anni dopo la
            morte dell'inventore)...Nemmeno io sono contrario per principio ai brevetti, ma sono fermamente contrario alla penalizzazione dei problemi derivanti.Cioè non posso mettere uno scopiazzatore in galera ... fargli risarcire i danni più che volentieri, ma la galera non mi sembra proprio il caso .....

            Non ricordo molto bene chi lo ha scritto
            ...
            Ray Bradbury se non ricordo male...
            Sì, confermo: ora ricordo.
            ...


            Dico che l'umanità ci cascherà (ma *non* è

            una cospirazione ... ma solo disinteresse

            dei più ed eccessivo interesse dei pochi)
            e

            non se ne tirerà fuori questa volta perchè

            nel nostro caso ritengo altamente

            improbabile un conflitto nucleare futuro

            (che "resetterebbe" di fatto la civiltà,

            rimettendo tutto in gioco).
            piu che altro il conflitto nucleare e
            possibile...non e possibile che persone
            abbiano conservato in mente i libri...visto
            l'ignoranza che dilaga...
            ;-0)Sì, bisognerebbe che fossero di più.


            Diciamo un Farenheit 451 con finale alla

            Orwell 1984 (ma nella realtà) ... tra
            10-15

            anni, se le cose continuano così.
            facciamo 20...c'e molta piu
            disorganizzazione di quanto pensi...
            ;-0)
            Guarda che la disorganizzazione che immagino (e vedo) è vermente *tanta* ...
        • Africano scrive:
          Re: liberta' mancata come ignoranza.
          - Scritto da: blah


          Per quanto riguarda legalità delle

          informazioni che vengono scambiate ...

          questo è un'altro discorso che deve essere

          affrontato separatamente:

          Che ne pensi della depenalizzazione
          completa

          di tutte le infrazioni sulla proprietà

          intellettuale nella
          trasmissione/detenzione

          di informazioni ?

          Questo è necessario perchè non si può

          paragonare *mai* ed in *nessun modo* un

          pirata (o categorie reputate analoghe) di

          qualunque tipo a chi compie reati verso

          persone (pedofili, ecc.).
          io andrei oltre...in casi di stupro,
          omicidio, criminalita organizzata,
          ecc...QUALSIASI PROVA RACCOLTA VALE SENZA
          CHE POSSANO ESSERE INVALIDATE DALLE GARANZIE
          COSTITUZIONALI (cioe non sono state raccolte
          proprio 100% legalmente)...
          Poi però se ti mettono la casa sottosopra accontentati di "ci scusi (se ancora pensano sia il caso di scusarsi) cercavamo una prova e leggendo la posta di tutti abbiamo sospettato che l'avremmo trovata in questo quartiere e lei sa bene quanto sia importante il nostro lavoro e non abbiamo lasciato niente al caso, tutto il quartiere è stato messo sottosopra e anche se non abbiamo trovato niente ora ne sappiamo sicuramente di più.Il rispetto delle regole nell'acquisizione delle prove non è per garantire i criminali ma i comuni cittadini che nulla hanno a che fare con essi e che altrimenti potrebbero subire danni enormi da polizie che in nome delle ricerca di prove sarebbero di fatto autorizzate a usare ogni mezzo e una polizia onnipotente è ben più terribile della criminalità.
      • Anonimo scrive:
        Re: liberta' mancata come ignoranza.
        - Scritto da: Gano
        Complimenti per il discorso!
        Concordo quasi su tutto ...

        Cmq, ho da farti un piccolo appunto:

        La polizia esiste per difendere i diritti (e
        nessuno ha il diritto di farsi giustizia da
        solo: sennò non è democrazia ma anarchia).
        Quindi, è normale che abbia maggiori poteri
        dei normali cittadini (come esempio
        possedere strumenti di coercizione): non è
        un fatto di cittadini di serie A o B.non sono d'accordo.le persone devono essere tutte uguali.un poliziotto e' una persona come una altra, non e' un superuomo, anche se deve adempiere a compiti gravosi.e' facile scadere nell'abuso del potere.i fatti lo dimostrano.basta leggere le notizie da persone obiettive.io dico che se il poliziotto vuole possedere il mezzo x, anche il cittadino lo deve possedere.la bravura di un pilota non sta nel mezzo, semmai nella sua preparazione.i poliziotti chiedono di bacare i programmi perche non sono in grado di bucarli normalmente, ad armi pari.dato che io non mi fido della polizia, che e' gente come me ma con piu' poteri di me, e dato che io non ho ragioni per fidarmi piu' di un poliziotto che del primo sconosciuto(e devo dire a ragione, visto quello che accade), io non trovo giusto che abbia lo stesso potere che ho io sulle cose di mia proprieta'.la riservatezza deve rimanere un diritto inviolabile, che non deve essere sancito dalal legge, ma dalle carte dei diritti dell'uomo.per queste ragioni, i diritti che garantiscono la liberta' devono essere necessariamente sopra le leggi degli stati, proprio per evitare che gli stati non li applichino. il problema e' tutto li'.se deve essere illegale avere il proprio angolo buio, allora e' necessario vivere nella illegalita'.
        Il problema è quello di regolamentare questi
        poteri in modo da garantire un margine di
        libertà/privacy dei cittadini accettabile e
        nel contempo un livello di sicurezza
        sufficiente.

        Secondo il mio (modestissimo) parere,
        l'autorizzazione per le intercettazioni
        dovrebbe essere fornita dal giudice (come
        avviene oggi per le intercettazioni
        telefoniche o le perquisizioni, anche negli
        US) ... il GIP mi sembra troppo poco.
        Inoltre, i log di sistemi stile Carnivore,
        dovrebbero essere considerati
        intercettazioni a tutti gli effetti.
        Se dovessero essere fatte delle verifiche a
        spot aldifuori di un procedimento
        giudiziario (come avviene oggi per quelle di
        tipo postale), l'interessato dovrebbe avere
        una notifica in merito (come avviene oggi
        per altri sistemi).

        Mi sembra che in questo modo il tutto possa
        essere sufficientemente bilanciato e
        democratico.

        Per quanto riguarda legalità delle
        informazioni che vengono scambiate ...
        questo è un'altro discorso che deve essere
        affrontato separatamente:
        Che ne pensi della depenalizzazione completa
        di tutte le infrazioni sulla proprietà
        intellettuale nella trasmissione/detenzione
        di informazioni ? la detenzione deve essere depenalizzata , anzi non deve essere reato.le info devono essere libere.la legge non deve avere potere sulle info.puo' sembrare eccessivo, ma ti assicuro che quando si inizia a censurare e' difficile porsi limiti.lamorale non e' scritta, e le leggi si fanno.non e' illegale guardare una immagine, ma e' illegale quello che e' rappresentato ed e' illegale quello che si puo' fare mentre si fotografa, o come si ottiene la fotografia.la immagine in se non e' un reato.altrimenti, bisognerebbe incarcerare i giornalisti che filmano scene di violenza.
        Questo è necessario perchè non si può
        paragonare *mai* ed in *nessun modo* un
        pirata (o categorie reputate analoghe) di
        qualunque tipo a chi compie reati verso
        persone (pedofili, ecc.).

        Ma purtroppo farsi prendere la mano dalle
        nuove tecnologie è facile e chi è addetto ai
        lavori/politico intravede nuove opportunità
        mai pensabili prima = più facilità di
        svolgere il proprio lavoro, avere poteri
        impensabili e molti più soldi calpestando le
        libertà dei cittadini.vero, specie se la gente e' incompentente e non conosce la filosofia libertaria della rete.essa va ben aldila' di quattro commercianti o grandi aziende che strumentalizzano la rete e da biblioteca di alessandria la trasformano in un cestino della spazzatura, dove, con un po' di fortuna, si puo' trovare qualche avanzo di cibo semiconsumato utile per sopravvivere ....
        Questo, se non verrà efficacemente
        contrastato soprattutto sul piano politico,
        ci porterà in pochi anni alla
        materializzazione di scenari alla Farenheit
        451 (per comportamento apatico della gente,
        libertà generali e censure varie).aggiungerei 1984 per quanto riguarda la guerra.
        Ma l'umanità -come hai detto tu- non capirà
        il pericolo (perchè *non* è in grado di
        capirlo e non sosterrà l'opposizione) e si
        troverà a sguazzare nella stessa melma
        generata da se stessa ... e non è detto che
        questa volta riesca a tirarsene fuori
        (perchè questa volta non è un'ideologia da
        combattere).
        Voglio ricordare che la via d'uscita in
        Farenheit 451 è una guerra nucleare.e in 1984 non c'e' nessuna soluzione .... un perenne ciclo di oblio dove i carnefici sono semplicemente vittime agiate di se stessi.
    • Anonimo scrive:
      Re: liberta' mancata come ignoranza.
      Bah, personalmente non sono daccordo. Perché da che mondo e mondo nella comunità umana fortunatamente esiste un contratto, chiamato contratto sociale. Da quel contratto si forma lo stato: in parole povere consiste in questo: ogni essere umano rinuncia a una parte della sua libertà per vedere assicurato il diritto alla vita. Non si possono avere tutte le libertà è non tutti possono avere gli stessi permessi: trovi che sia moralmente sbagliato che l'FBI controlli persone sospette di terrorismo? Io non penso. E' sbagliato se violano la privacy di chi con queste cose non ha niente a che fare, ma sono i terroristi ad essere oggetto di quest'operazione. No, una cosa del genere non è permessa a tutti. Perché gli hackers, o meglio, i crackers, non colpiscono i terroristi, ma colpiscono chi non centra nulla, colpiscono aziende e utenti che lasciano il proprio numero di carta di credito. Vuoi mettere le due azioni sullo stesso piano?Questa è autodifesa. E' lo Stato che si autodifende, che rinuncia a una piccola parte della sua libertà per garantirsi il diritto alla vita. In un certo senso è quello che faresti tu: se qualcuno si avvicinasse a te con un coltello per ucciderti, e ti ritrovassi un coltello in tasca, che faresti? Non ti difenderesti? Rischieresti di macchiarti di un omicidio, che come azione in sé è sbagliato. Ma garantisci il tuo diritto alla vita.Perché allora i carabinieri dovrebbero avere la pistola e io no? Perché? E' o non è uno strumento di controllo? Eppure è necessario che abbiano la pistola, per tutelarci.Per quanto riguarda il discorso della massa, non esiste stato i cui abitanti non siano folla, non esiste stato, né daltronde è mai esistito, che pensi all'emergere del singolo sulla massa, quindi non mi sembra il caso di accusare gli Stati Uniti per questo, dato che non sono né i primi né gli ultimi. Purtroppo proprio questo si chiama democrazia, il trionfo della folla.
      • Anonimo scrive:
        Re: liberta' mancata come ignoranza.

        diritto alla vita. In un certo senso è
        quello che faresti tu: se qualcuno si
        avvicinasse a te con un coltello per
        ucciderti, e ti ritrovassi un coltello in
        tasca, che faresti? Non ti difenderesti?Da come le cose sono presentate nell'articolo le cose sono piuttosto: entro in casa della gente per vedere se hanno un coltello, visto che potrebbero usarlo per uccidere.
        Rischieresti di macchiarti di un omicidio,
        che come azione in sé è sbagliato. Ma
        garantisci il tuo diritto alla vita.
        Perché allora i carabinieri dovrebbero avere
        la pistola e io no? Perché? E' o non è uno
        strumento di controllo? Eppure è necessario
        che abbiano la pistola, per tutelarci.Giusto, ma anch'io posso avere la pistola, posto che abbia richiesto il porto d'armi e me lo abbiano concesso Il Conte
  • Anonimo scrive:
    I terroristi non sono mica scemi !!!
    I terroristi, quelli veri, sono persone che, a prescindere dai loro obiettivi, sono "in gamba".Sanno come comunicare tra di loro in modo sicuro.Conoscono la teconologia.E sicuramente non si faranno fregare da queste idiozie.Chi ci rimettera' sara la privacy degli utenti.Saluti.PS: Ma non penseranno mica che Osama usi Windowz, vero ?!??! Che trasuda USA da ogni poro !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: I terroristi non sono mica scemi !!!
      ma la tua esperienza in spionaggio te la sei fatta sui libri di qq scrittore americano o sui film ??cmq se conosci cosi' bene il campo prova a dare una mano invece di criticare ...bye
      • Anonimo scrive:
        Re: I terroristi non sono mica scemi !!!
        - Scritto da: 007frustrato
        ma la tua esperienza in spionaggio te la sei
        fatta sui libri di qq scrittore americano o
        sui film ??
        cmq se conosci cosi' bene il campo prova a
        dare una mano invece di criticare ...a dare una mano? all'FBI e simili? e perchè? loro l'han creato (Osama, omonimo di una ditta giapponese che produceva pennarelli e che ora per via del nome sarà in fallimento), a loro è esploso in mano e adesso sorry ma cazzi loro.e se ti fan credere che per beccarlo poverini sono costretti a sbirciare nelle tue email...
      • Anonimo scrive:
        Re: I terroristi non sono mica scemi !!!
        - Scritto da: 007frustrato
        ma la tua esperienza in spionaggio te la sei
        fatta sui libri di qq scrittore americano o
        sui film ??No, me la sono fatta guardando il telegiornale l'11 settembre. Mi pare che i terroristi si siano fatti ampiamente i cazzi loro, abbiano architettato un piano "geniale" (cercate di capire la parola per quello che vale in questo contesto) comunicando e organizzandosi alla perfezione per tutto il globo senza che l'fbi, la cia, o chi per essi, si sia accorto di niente. Mi sembra che questo basti ad affermare che, per quanto riguarda le comunicazioni criptate, siano in gamba.Senza contare che quando hai a disposizione i miliardi e delle motivazioni forti (come quelle dei terroristi) puoi comprarti tranquillamente tecnologia e cervelli in grado di farla funzionare bene.
        cmq se conosci cosi' bene il campo prova a
        dare una mano invece di criticare ...All' fbi ? ROTFL !Ora mando una mail e chiedo se da domani mi fanno un contratto di consulenza !!! Ti faro' sapere !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: I terroristi non sono mica scemi !!!
        - Scritto da: 007frustratofrustato ??? vi fanno fare gli staordinari ultimamente eh ??? niente piu sesso coi..."sospetti" ??? oppure niente piu ufficio e computer e pornazzi su internet ma lavoro fuori sulle strade ??? hihihihh...embe...capita...:-0)
        ma la tua esperienza in spionaggio te la sei
        fatta sui libri di qq scrittore americano o
        sui film ??infatti, mica 007 e cosi in gamba...avrebbe dovuto lasciarci le balle gia un sacco di tempo fa...la cosa piu bella e quando gli sparano da due centimetri di distanza e lo mancano mentre lui spara a 200 metri e lo becca in un'occhio (naturalmente mentre evita le pallotole di 10 persone che gli sparano adosso)...ma per favore...;-0)
        cmq se conosci cosi' bene il campo prova a
        dare una mano invece di criticare ...questa e bella e buona...hahahhahahaa...ma per cosa vi pagano scusa ??? facciamo il lavoro noi e il merito ve lo beccate voi ???hahahahahahhahaa...dai una mano...hahahahhaa...
    • Anonimo scrive:
      Re: I terroristi non sono mica scemi !!!


      PS: Ma non penseranno mica che Osama usi

      Windowz, vero ?!??! Che trasuda USA da ogni

      poro !!!!Beh, considerando la divisa militare americano e l'orologio americano che aveva Osama al momento del famigerato filmino...byez
      • Anonimo scrive:
        Re: I terroristi non sono mica scemi !!!
        - Scritto da: slack\b0y


        PS: Ma non penseranno mica che Osama usi


        Windowz, vero ?!??! Che trasuda USA
        da ogni

        poro !!!!
        Beh, considerando la divisa militare
        americano e l'orologio americano che aveva
        Osama al momento del famigerato filmino...
        byezSi si, ma perche` avrebbe avuto bisogno di un computer e/o di internet? Secondo me gli e` bastato di contattare un po` di gente gia` abbastanza invasata, "caricarli" ed addestrarli (anzi, l'addestramento su come pilotare l'hanno finito in USA), poi mandarli in USA.Tutto questo al massimo richiede una carta di credito qualunque usata in modo legittimo per pagare i viaggi e gli alberghi, altro che computer/internet.. Le istruzioni le avranno avute prima della partenza, non penso si siano fidati di una comunicazione di qualunque tipo.. Questa storia di limitare le "liberta` digitali" di noialtri perche` cio` contribuirebbe a fermare il terrorismo e` una solenne scusa. Fino a prima dell'11 sett. ci provavano ma non avevano scuse solide, adesso e` tutto piu` facile!Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Usa patria delle liberta'?
    da un po di tempo non lo e' piu'.Regolarmente e lentamente tutti i diritti acquisiti nei secoli dalla gente, se ne stanno andando per far posto a "briciole di temporanea sicurezza"."Chi e' pronto a dar via le proprie liberta' fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita ne' la liberta' ne' la sicurezza"Benjamin Franklin
    • Anonimo scrive:
      Re: Usa patria delle liberta'?
      - Scritto da: BeRToZ
      da un po di tempo non lo e' piu'.Perchè, l'Italia lo è?Voglio emigrare in Finlandia!(se solo non avessero quella lingua assurda)
      • Anonimo scrive:
        Re: Usa patria delle liberta'?
        - Scritto da: Ansia

        da un po di tempo non lo e' piu'.

        Perchè, l'Italia lo è?Non mi pare lo sia mai stata
        Voglio emigrare in Finlandia!
        (se solo non avessero quella lingua assurda)Probabilmente e' l'influenza della carne di renna sul linguaggio finlandese che lo rende inpronunciabile :)
  • Anonimo scrive:
    e poi sono paranoico
    "Il software può essere inviato sul computer indiziato anche con una email contenente un virus ma può naturalmente anche essere installato dai cracker dell' FBI, sfruttando vulnerabilità e vie d'accesso nei software installati dall'utente-indagato sulla propria macchina."bene! perfetto!Hanno il permesso di spiarti le comunicazioni in transito ("visto quello che è successo alle towers") ora possono anche entrarti nel computer ... ma se gibson e/o gli esperti di security indipendenti pubblicano informazioni sulle vulnerabilità allora aiutano i crackers.E chi sono i peggiori? Gli esponenti della legge.E perché? perché restano impuniti, sono al di sopra di tutto.La scusa è "solo con i sospetti".Ma se io sono sospetto ma non colpevole? i cazzi miei ve li siete fatti comunque.Avete password di tutto, dati, roba mia.La mia privacy completamente violata.Lo sapete tutti: mi sta sul cazzo, non posso farci nulla.Spero di non venire ixato per quattro parolacce ... comunque pazienza, nel caso.
    • Anonimo scrive:
      Re: e poi sono paranoico

      La mia privacy completamente violata.Sta qui il punto: chissà perché io non ho alcuna paranoia... perché non credo proprio di essere un indiziato per terrorismo; se non hai fatto niente di male di che ti preoccupi? Non possono farti nulla... Facendo il tuo discorso non dovrebbero esistere neppure i servizi segreti: anche loro spiano e fanno cose che non sono proprio moralmente corrette (vedi seguire i sospetti in macchina dalla mattina alla sera, mettere microfoni e telecamere nascoste dove abitano...), eppure nessuno si preoccupa di loro; naturalmente chi non ha niente da nascondere.
    • Anonimo scrive:
      Re: e poi sono paranoico

      La mia privacy completamente violata.La tua privacy viene completamente violata se sei un indiziato; sta qui il punto: chissà perché io non ho alcuna paranoia... perché non credo proprio di essere un indiziato per terrorismo; se non hai fatto niente di male di che ti preoccupi? Non possono farti nulla... Facendo il tuo discorso non dovrebbero esistere neppure i servizi segreti: anche loro spiano e fanno cose che non sono proprio moralmente corrette (vedi seguire i sospetti in macchina dalla mattina alla sera, mettere microfoni e telecamere nascoste dove abitano...), eppure nessuno si preoccupa di loro; naturalmente chi non ha niente da nascondere.
      • Anonimo scrive:
        Re: e poi sono paranoico
        Ok, allora aspetta che installino una telecamera nella tua tv e creino un corpo di psicopolizia per iniziare a preoccuparti. A parte che anche allora non dovresti avere problemi, se non hai niente da nascondere...Inoltre, hai notato che per usare la "lanterna magica" all'FBI non serve neppure il permesso del giudice? Se credi davvero che lo useranno solo contro i terroristi e non come un mezzo di controllo della popolazione sei un ingenuo. Gli abusi di potere sono inevitabili. A quel punto, SE scoprirai di aver subito un abuso, magari ti lasceranno denunciare l'agente che ti ha crakkato il pc. Ma ormai le tue info riservate non saranno + tali.Se non vedi l'ora di vivere sotto l'occhio del Grande Fratello (quello di Orwell), accomodati, ma non puoi pretendere che una situazione del genere piaccia a tutti.
        • Anonimo scrive:
          aggiorniamocivicisi
          - Scritto da: qwerty
          Ok, allora aspetta che installino una
          telecamera nella tua tv e creino un corpo di
          psicopolizia per iniziare a preoccuparti. A
          parte che anche allora non dovresti avere
          problemi, se non hai niente da nascondere...
          (cuttez!)
          Se non vedi l'ora di vivere sotto l'occhio
          del Grande Fratello (quello di Orwell),
          accomodati, ma non puoi pretendere che una
          situazione del genere piaccia a tutti.riferimentone: http://punto-informatico.it/p.asp?i=40441
      • Anonimo scrive:
        Re: e poi sono paranoico
        :-DQuesta ce l'ho doppia!:Dfacciamo a cambio?
    • Anonimo scrive:
      Re: e poi sono paranoico
      hai purtroppo perfettamente ragionenaturalmente chi non vuole essere scoperto sa come farechi ci perde?NOIsì, NOI NON terroristinon oso pensare a cosa accadrà in futuro fra violazione di archivi e......
    • Cavallo GolOso scrive:
      Re: e poi sono paranoico
      aggiungo questo:non c'era nessuna arma di distruzione di massa:http://www.repubblica.it/online/esteri/iraqattaccotrentadue/wolfowitz/wolfowitz.htmlè una merda.
    • Cavallo GolOso scrive:
      terrorismo di stato
      http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=169
    • SiN scrive:
      Re: e poi sono paranoico
      - Scritto da: Cavallo GolOso

      "Il software può essere inviato sul computer
      indiziato anche con una email contenente un
      virus ma può naturalmente anche essere
      installato dai cracker dell' FBI, sfruttando
      vulnerabilità e vie d'accesso nei software
      installati dall'utente-indagato sulla
      propria macchina."
      Il prossimo passo sarà proibire i friewall "non autorizzati"
  • Anonimo scrive:
    Tutti questi dati
    FBI & C. vogliono raccogliere più dati possibili, e possiamo anche capirli. Ma credono davvero che terroristi e criminali comunichino via mail?I soli, nella storia, ad inviarmi "importanti" messaggi criptati o cifrati sono stati i militari, che infatti in questo modo hanno perso le guerre.
Chiudi i commenti