Un premio per l'RFID italiano

Verrà assegnato ai migliori progetti pubblici e privati. Per far conoscere e diffondere le tecnologie a radiofrequenza

Roma – Sono aperte le iscrizioni a RFID Award 2008 : i progetti italiani di carattere pubblico o privato che integrino le tecnologie a radiofrequenza possono concorrere per ottenere il riconoscimento degli esperti dei più importanti centri di ricerca RFID.

Organizzato dal Lab-ID dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC e da RFID ITALIA , il concorso ha l’obiettivo di incrementare la diffusione e la conoscenza delle tecnologie RFID presso aziende e istituzioni.

I candidati fino al 28 febbraio potranno registrare il proprio progetto per concorrere in una della quattro categorie proposte: Progetti aziendali interni, Progetti di filiera, Progetti di rilevanza sociale e ambientale, Idee. Una menzione speciale verrà inoltre riservata al miglior progetto sviluppato nella provincia di Varese.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jake P. scrive:
    Ancora?!!
    Sì ma di nuovo? Non capiscono che si stanno solo ridicolizzando agli occhi di tutti i paesi stranieri? Cioè, si sa che non è un paese democratico (torture in carcere, non riconoscere genocidio degli Armeni, tortura e genocidio dei Curdi...), ma almeno potrebbero evitare di censurare un sito come YouTube, che è un sito la cui finalità è solo far divertire un pò la gente!Ma come fanno poi a chiedere di voler entrare in Europa? Cioè capisco la Romania o la Bulgaria, almeno sono in Europa geograficamente parlando, e per quanto sia non sono così ottusi, ma da un Paese che sarà la sesta volta che censura YouTube che t'aspetti.. Bah.. E cmq laicità un cazzo, sono laici di facciata: provate ad aprire una Chiesa lì e ne parliamo, come minimo fan fuori il parroco (come del resto è già successo!!). Parlano i fatti: hanno una mentalità medievale, arretrati economicamente ma soprattutto mentalmente!
    • Tut Erre scrive:
      Re: Ancora?!!
      Veramente credo che i tempi di "fuga di mezzanotte" siano finiti da un pezzo e parliamo di un momento storico in cui in forndo c'era in atto una vera e propria guerra civile; è vero però che hanno un fortissimo attaccamento alla bandiera e questo ogni tanto ti fa fare stupidagini, come qualsiasi amante geloso. Economicamente parlando direi che è il caso di ridare un'occhiata alle statistiche ;)La verità è che la turchia è molto più cosmopolita di quanto non si sappia o creda, visto che i turchi sono 25milioni su 85 di abitanti che fra curdi, greci, bulgari e armeni sono una maggioranza di minoranze.Inoltre credo si debba fare una distinzione fra est e ovest, esattamente come qua da noi nord e sud non sono proprio la stessa cosa.
  • mirkojax scrive:
    e se incontri un turco...
    ti fa notare che la turchia non e' come quella descritta in Fuga di mezzanotte....(Cosi mi ha detto un turco che veniva a scuola con me)
    • Mah scrive:
      Re: e se incontri un turco...
      - Scritto da: mirkojax
      ti fa notare che la turchia non e' come quella
      descritta in Fuga di
      mezzanotte....
      Anche tu, con un tuo amico finlandese giuresti che l'Italia non è quella della monnezza di Napoli.Ma in cuor tuo sapresti che invece è proprio così.
      • Cayard scrive:
        Re: e se incontri un turco...
        Dove abiti tu forse...
      • mirkojax scrive:
        Re: e se incontri un turco...
        No no io a tutti gli stranieri che mi chiedono com'e' l'Italia dico la verita'.Napoli, gli stipendi, le tasse, i ladroni, i comunisti che non hanno voluto il papa, ecc.
  • one scrive:
    non solo youtube...
    Anche l'intera community di wordpress.com fu bannata dalla turchia... più di un milione di siti per evitare *un* blog... Più informazioni, in inglese:http://photomatt.net/2007/08/17/blocked-in-turkey/http://photomatt.net/2007/08/25/turkey-update/
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    Turchia in Europa
    Non ci siamo ancora.Devono oscurarlo del tutto. Inoltre devono approvare una data retention di almeno 10 anni. Dare la gestione della connettività a un qualche monopolio. Mettere fuori legge la crittografia. E stabilire per decreto che ogni mezzo d'informazione deve dedicare almeno il 30% del suo spazio per demonizzare la rete.Sono queste le riforme necessarie con cui la Turchia diventerà "civile" come il nostro paese. E allora potrà finalmente entrare in Europa.
    • Chazer scrive:
      Re: Turchia in Europa
      Bò, so un pò combattuto, da quel che so in Turchia ci tengono tanto alla laicità, e poi se ne escono co 'ste cazzate. Bah!
      • Toto' scrive:
        Re: Turchia in Europa
        Si, ci tengono cosi' tanto alla laicita' che impiccano la gente per blasfemia... che paese civile!E poi mi tocca sentire gente che fa della satira dicendo che l'Italia e' messa peggio e che loro al nostro confronto sono un paese civile... ma fatemi il piacere di andarvene a vivere in Turchia.
        • Tsukishiro Yukito scrive:
          Re: Turchia in Europa
          - Scritto da: Toto'
          Si, ci tengono cosi' tanto alla laicita' che
          impiccano la gente per blasfemia... che paese
          civile!Fonte?Caro Toto', ma mi faccia il piacere! Mi sa che lei si confonde con l'Iran!
          • Cayard scrive:
            Re: Turchia in Europa
            Fonti? Vuoi quelle del manifesto? perchè immagino sia l'unico giornale che leggi...tho leggi un pò cosa dicono i tuoi amici di amnestyhttp://www.umanista.org/06072007/turchia-amnesty-denuncia-torture-e-uccisioni/
          • Tsukishiro Yukito scrive:
            Re: Turchia in Europa
            - Scritto da: Cayard
            Fonti? Vuoi quelle del manifesto? perchè immagino
            sia l'unico giornale che leggi...tho leggi un pò
            cosa dicono i tuoi amici di
            amnesty

            http://www.umanista.org/06072007/turchia-amnesty-dBravo, bravo, sai anche che quotidiani leggi.Torture in carcere, lo sapevo già. Se ti interessa ci sono anche in Italia, anche se se ne parla poco.Il tizio in questione afferma che in Turchia c'è l'impiccagione per blasfemia. Non mi risulta, gli ho chiesto dettagli. Non me li ha portati, perché quella che ha scritto è una gran balla. Punto.
          • Toto' scrive:
            Re: Turchia in Europa
            Fonte wikipedia: "I cattolici non sono riconosciuti dallo stato e subiscono diverse limitazioni, fra cui l'impossibilità di costruire nuove chiese o strutture di formazione."Da noi non solo ai musulmani si concede liberta' di culto, ma si regala addirittura il terreno per edificare le moschee! Ma loro, si sa', sono piu' civili di noi.In quel civilissimo paese quando va bene i preti li processano per istigazione all'odio verso l'Islam, quando va male li accoltellano direttamentehttp://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=152803http://www.radicali.it/view.php?id=70709Per non parlare del fatto che ancora negano di aver streminato gli armeni...Contento? Se vuoi piu' fonti vai su Google, ne troverai a tonnellate.
          • Tsukishiro Yukito scrive:
            Re: Turchia in Europa
            - Scritto da: Toto'
            Fonte wikipedia: "I cattolici non sono
            riconosciuti dallo stato e subiscono diverse
            limitazioni, fra cui l'impossibilità di costruire
            nuove chiese o strutture di
            formazione."

            Da noi non solo ai musulmani si concede liberta'
            di culto, ma si regala addirittura il terreno per
            edificare le moschee! Ma loro, si sa', sono piu'
            civili di
            noi.

            In quel civilissimo paese quando va bene i preti
            li processano per istigazione all'odio verso
            l'Islam, quando va male li accoltellano
            direttamente
            http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=152803
            http://www.radicali.it/view.php?id=70709

            Per non parlare del fatto che ancora negano di
            aver streminato gli
            armeni...

            Contento? Se vuoi piu' fonti vai su Google, ne
            troverai a
            tonnellate.Tu hai scritto che in Turchia c'è l'impiccagione per la blasfemia.Ti ho chiesto fonti su quello, non su altro.Non ne hai portate.Sei solo un blablabla.
          • Toto' scrive:
            Re: Turchia in Europa
            Si, hai ragione, ho sbagliato nel post sopra, c'e' solo il carcere a vita (se in carcere ci arrivi...).Hai proprio ragione, e' un paese civilissimo, fai un favore a tutti, vai a viverci!
          • Tsukishiro Yukito scrive:
            Re: Turchia in Europa
            - Scritto da: Toto'
            Si, hai ragione, ho sbagliato nel post sopra,
            c'e' solo il carcere a vita (se in carcere ci
            arrivi...).Fonti?
            Hai proprio ragione, e' un paese civilissimo, fai
            un favore a tutti, vai a
            viverci!Non hai mai detto che sia un paese civile.Ma so bene che per certe persone quando si discute è molto comodo costruirsi l'interlocutore a proprio uso & consumo, più cattivo possibile.Mi dispiace, ma in questi giochetti da dibbbbattito televisivo, non ci casco.PS. Se vuoi contestare le leggi o le usanze del paese faresti meglio a farlo senza sparare balle o propaganda di basso livello, altrimenti non sarai mai convincente, se non per quelli che già la pensano come te. E' un consiglio sincero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Turchia in Europa
            I consigli sinceri di quelli come te valgono come un due di picche quando comanda fiori. Continua a credere che la turchia sia piu' civile dell'Italia.Ciao baluba
      • Alessandrox scrive:
        Re: Turchia in Europa
        - Scritto da: Chazer
        Bò, so un pò combattuto, da quel che so in
        Turchia ci tengono tanto alla laicità, e poi se
        ne escono co 'ste cazzate.
        Bah!Infatti non c' entrano nulla religione e laicita'...e' una mera questione di orgoglio ultranazionalistico spinto
Chiudi i commenti