Un sensore porta l'HD sulle fotocamere

Micron ha sviluppato un sensore per fotocamere digitali capace di catturare video in alta definizione alla risoluzione massima di 1080p. Le fotocamere andranno al passo delle videocamere?

Boise (USA) – La convergenza tra videocamere e fotocamere digitali compatte potrebbe raggiungere un nuovo traguardo con il supporto, da parte di queste ultime, della registrazione di video in alta definizione (HD). A renderlo possibile è un nuovo sensore CMOS sviluppato da Micron capace di catturare filmati alla risoluzione massima di 1080p.

Il sensore, da 5 megapixel, può gestire fino a 60 frame al secondo (FPS) alla risoluzione di 720p (1280 x 720 pixel) e 30 FPS alla risoluzione di 1080p (1920 x 1080 pixel). Oggi la quasi totalità delle macchine fotografiche digitali in commercio supporta una risoluzione massima, per i video, di 640 x 480 pixel.

Sensore CMOS C’è da chiedersi se nel prossimo futuro varrà davvero la pena spendere di più per acquistare una fotocamera HD: fino a che le fotocamere saranno tali, e non qualcosa d’altro, la registrazione video dovrebbe essere considerata un extra, e non una caratteristica di primo piano. Tanto più che il video HD divora megabyte come cioccolatini, e anche le memory card oggi più capienti non ne potrebbero contenere che una manciata di minuti (a meno di non usare una compressione particolarmente aggressiva, che vanificherebbe in buona parte i vantaggi dell’HD). Del resto Micron è, forse non a caso, uno dei primi cinque produttori al mondo di memorie flash.

Il produttore americano ha dichiarato di aver sviluppato un sensore HD anche per le videocamere digitali , dispositivi dove il supporto al video in alta definizione senza dubbio è centrale.

Micron prevede di distribuire i primi campioni del proprio sensore HD nel corso dell’autunno, per poi avviarne la produzione in volumi nel corso del 2007 . Le prime fotocamere dotate di tale sensore arriveranno sul mercato non prima del 2008.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Equinox scrive:
    Calcolo DEPTH in gioco isometrico
    Buon giorno,qualcuno mi sa aitare,perfavore, come calcolare la DEPTH(uno sprite passa davanti o dietro ad un altro),per un gioco iso che sto cercando di finire?GRazie1000Niccolo'
  • Anonimo scrive:
    Il loro programmatore li ha lasciati...
    Il corso mi sa che sarà di sola grafica, perchè il loro programmatore 3D (quello autore del motore del gioco Rosso e Nero) è stato assunto all'Activision e si è dato, leggete:http://www.playfields.net/main/component/option,com_smf/Itemid,26/topic,1938.0
  • TADsince1995 scrive:
    Simulmondo, idea, fieldsofvision, genias
    E forse si potrebbe continuare ancora a lungo... Negli anni 80/90 l'Italia poteva vantare un'industria videoludica che è stata capace di produrre dei bellissimi giochi.Oggi dove sono andati a finire tutti?TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Simulmondo, idea, fieldsofvision, ge
      - Scritto da: TADsince1995
      E forse si potrebbe continuare ancora a lungo...
      Negli anni 80/90 l'Italia poteva vantare
      un'industria videoludica che è stata capace di
      produrre dei bellissimi
      giochi.

      Oggi dove sono andati a finire tutti?

      TADParecchi sono scappati all'estero.Hanno messo su un forumhttp://www.playfields.net/main/component/option,com_smf/Itemid,26/
    • Anonimo scrive:
      Re: Simulmondo, idea, fieldsofvision, ge
      - Scritto da: TADsince1995
      E forse si potrebbe continuare ancora a lungo...
      Negli anni 80/90 l'Italia poteva vantare
      un'industria videoludica che è stata capace di
      produrre dei bellissimi
      giochi.

      Oggi dove sono andati a finire tutti?

      TADleggi anche questohttp://www.playfields.net/main/component/option,com_smf/Itemid,26/topic,1938.0
  • Anonimo scrive:
    Re: L'italia è quello che è...
    l'art director quale nutrito portfolio di gioconi con budget da 15.000 euro poteva presentare ?
    • frk scrive:
      Re: L'italia è quello che è...
      - Scritto da:
      l'art director quale nutrito portfolio di gioconi
      con budget da 15.000 euro poteva presentare
      ?Mah... avrà fatto fare a qualche disperato un giochino in flash "clicca e vinci"!"E poi si sa. I giochi non costano tanto!"
      • Anonimo scrive:
        Re: L'italia è quello che è...
        Yu Suzuki, Shenmue l'ha fatto in 2 mesi da solo con un budget di 10 euro al giorno (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'italia è quello che è...
          - Scritto da:
          Yu Suzuki, Shenmue l'ha fatto in 2 mesi da solo
          con un budget di 10 euro al giorno
          (rotfl)lolshenmue è stato concepito in 7 anni di lavorazione ed è costato ben 20.000.000 di dollari....rispondo a distanza di mesi dall'ultimo post...e faccio parte di una piccola comunuità di sviluppo...quindi ve lo posso dire bene quanto sia difficile svilpuppare un vg...attualmente abbiamo scelto la via del mod (su hl2) ma se il progetto va a buon fine forse prenderemo in considerazione un motore a pagamento...ah...qui tutti la buttano sull'"informatico" perchè forse nessuno di voi capisce cosa significhi fare un buon game plan...un businnes plan...anzi...chi di voi è grafico?chi di voi sa veramente cosa significhi fare il 3d? e prima di gettare m*rda sul lavoro degli altri, vorrei vedere qualcosa di vostro...certo ren non è paragonabile a lavori ben più blasonati, ma conoscendo il background della gente che c'ha lavorato..beh...forse all'aiv sono gli unici con le palle che si sono inventati un sistema per "campare"...alla faccia di chi non ci crede...ah...il corso di grafica è fatto veramente bene, e ve lo dice uno che lo frequenta e non lo dico per "patriottismo", ma lo dico perchè ho avuto modo di confrontarmi con altre realtà e altri corsi...e le competenze che da il corso non si distaccano anni luce dalle competenze a livello tecnico che ha un grafico che lavora alla id...credetemi... e se qualcuno ha qualcosa da ridire sono prontissimo a far vedere anche lavori miei...non so se brilleranno per qualità ma almeno non parlo solamente per "numeri"K'_dash
  • Anonimo scrive:
    Gente.it espropriato e spento
    Gente.it espropriato e spento perchè punto informatico paladino diarmani con tantodipetizione nonha mai speso una parola in favore di gente.it?Su www.genti.it e copia.it la storia. grazie dello spazio concesso. daniele cicalò
  • Anonimo scrive:
    Non e' facile fare un gioco che funzioni
    Innanzitutto l'idea originale a meno che non si voglia fare e rifare giochi utilizzando gli stessi concetti in contesti diversi.Pensare al gioco, creare le regole, non troppo facili non tropo difficili poiche' il giocatore felice e' il giocatore che vince se non riesce si stanca subito e decide che il gioco e brutto.Creare una trama, la grafica, scegliere il framework giusto, collaboratori in grado di aiutarti veramente e soprattutto finanziatori.Progettare il software, svilupparlo, testarlo e mantenerlo.Creare una campagna di marketing, organizzare la distribuzione.Contrastare la pirateria, assistere i clienti.
  • Anonimo scrive:
    Il costo del corso
    http://www.aiv01.it/costo.phpNon lo so io non credo molto all'utilità di queste scuole. In America e in Canada ci sono scuole di questo tipo da diversi anni, ma pare che poche persone poi riescano a entrare nel mondo del lavoro.Credo che un ingegnere o un fisico con forti esperienze di programmazione e una sana passione per i videogiochi con magari nel curriculum la realizzazione di qualche MOD, oppure tutti quei grafici che fanno mappe, possano passare davanti a qualsiasi studente uscito da una scuola di videogames.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il costo del corso
      - Scritto da:
      http://www.aiv01.it/costo.php

      Non lo so io non credo molto all'utilità di
      queste scuole. In America e in Canada ci sono
      scuole di questo tipo da diversi anni, ma pare
      che poche persone poi riescano a entrare nel
      mondo del
      lavoro.
      Credo che un ingegnere o un fisico con forti
      esperienze di programmazione e una sana passione
      per i videogiochi con magari nel curriculum la
      realizzazione di qualche MOD, oppure tutti quei
      grafici che fanno mappe, possano passare davanti
      a qualsiasi studente uscito da una scuola di
      videogames.esatto, la gavetta fa' sempre comodo ma in due anni non insegni analisi geometria fisica ed ad essere un buon programmatore a gente che non coglie la differenza tra un DS e una Playstation. Ci vuole circa 10 anni tra studio e produzioni in proprio per ottenere le competenze necessarie a presentarsi in un azienda seria all'estero senza essere deriso.
  • Anonimo scrive:
    Quake 2 & III Arena sono Open Source
    ci sono mod fatti da appassionati ...che fanno impallidire quelli pagati 50 euroin italia non c'e' la cultura Informatica ...la maggior parte di chi si crede informatico ...e' un coolezzionista di migliaia di titoli scaricati con il mulo ..oppure e' pizzaiolo messo capo di un ced perchè raccomandato..per non parlare dei raccomandati figli di ministri che organizzano votazioni elettroniche ..e'per questo che siamo condannati a restare ai margini se non a sprofondare nella me .....come diceva il nano a shultz ...ciabbioamo o sole ...ciabbiamo o mare ...ciabbiamo a cucina ....il foturo dellitalia e nel cattering ...altro che informatica
    • Alucard scrive:
      Re: Quake 2 & III Arena sono Open Source
      - Scritto da:
      ci sono mod fatti da appassionati ...
      che fanno impallidire quelli pagati 50 euro

      in italia non c'e' la cultura Informatica ...
      la maggior parte di chi si crede informatico ...
      e' un coolezzionista di migliaia di titoli
      scaricati con il mulo
      ..
      oppure e' pizzaiolo messo capo di un ced perchè
      raccomandato..

      per non parlare dei raccomandati figli di
      ministri che organizzano votazioni elettroniche
      ..

      e'per questo che siamo condannati a restare ai
      margini se non a sprofondare nella me
      .....

      come diceva il nano a shultz ...
      ciabbioamo o sole ...
      ciabbiamo o mare ...
      ciabbiamo a cucina ....

      il foturo dellitalia e nel cattering ...

      altro che informatica






      Il futuro dell'italia potrebbe essere anche nella cultura e nella scienza se solo lo stato facesse qualcosa.Il patrimonio artistico che abbiamo noi (soprattutto musicale) penso che il resto del mondo se lo sogni e di menti buone sono straconvinto che ce ne sono non poche qui da noi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quake 2 & III Arena sono Open Source
        - Scritto da: Alucard

        - Scritto da:

        ci sono mod fatti da appassionati ...

        che fanno impallidire quelli pagati 50 euro



        in italia non c'e' la cultura Informatica ...

        la maggior parte di chi si crede informatico ...

        e' un coolezzionista di migliaia di titoli

        scaricati con il mulo

        ..

        oppure e' pizzaiolo messo capo di un ced perchè

        raccomandato..



        per non parlare dei raccomandati figli di

        ministri che organizzano votazioni elettroniche

        ..



        e'per questo che siamo condannati a restare ai

        margini se non a sprofondare nella me

        .....



        come diceva il nano a shultz ...

        ciabbioamo o sole ...

        ciabbiamo o mare ...

        ciabbiamo a cucina ....



        il foturo dellitalia e nel cattering ...



        altro che informatica














        Il futuro dell'italia potrebbe essere anche nella
        cultura e nella scienza se solo lo stato facesse
        qualcosa.
        Il patrimonio artistico che abbiamo noi
        (soprattutto musicale) penso che il resto del
        mondo se lo sogni e di menti buone sono
        straconvinto che ce ne sono non poche qui da
        noi.Ecco, la classica puzza sotto il naso degli italiani. Credi che siamo tanto superiori agli altri. L'arroganza è giustificabile o sopportabile se vi è sostanza dietro, ma dire semplicemente che l' Italia è il meglio in questo e quello e gli altri sono scemi ed incapaci quando sono gli altri a produrre il tutto e non noi.. è come minimo ridicolo oltre che arrogante.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quake 2 & III Arena sono Open Source

        Il patrimonio artistico che abbiamo noi
        (soprattutto musicale) penso che il resto del
        mondo se lo sogni e di menti buone sono
        straconvinto che ce ne sono non poche qui da
        noi.Allora hanno ragione all'estero a considerarci solo pizza e mandolini... :@
  • Anonimo scrive:
    Risposte in breve
    Salve sono Luca De Dominicis di AIV.Rispondo in breve alle numerose domande e critiche espresse dagli utenti di questo forum.Blacksheep ha sviluppato ben 2 videogame partendo completamente da zero, compresi quindi motore fisico, grafico e editor.Un terzo titolo molto importante ha visto il suo sviluppo interrotto da problemi esterni alla Blacksheep.Blacksheep ed Elemental hanno fondato AIV con lo scopo di continuare nella strada dello sviluppo di videogame e della diffusione di una cultura ad oggi assente in Italia.Le competenze di AIV sono assolutamente di rilievo: il gioco definito "mediocre" (parole volutamente più buone di quellle usate da alcuni utenti) è lo specchio della mancanza di cultura dei ragazzi italiani: se sapessero quel che vuol dire costruire un FPS da zero non parlerebbero più in questo modo.Dello stesso avviso è la ACTIVISION che dopo aver visto quello che è stato realizzato con "Il Rosso e il Nero" ha proposto una collaborazione al Lead Programmer di AIV con posizione di SENIOR PROGRAMMER.Il titolo che è attualmente in sviluppo in AIV è un gioco tattico in 3D che propone un gameplay assolutamente innovativo chiamato ATS (Active Turnbased Strategy).Tale progetto vede confluire le forze dei nostri studenti diplomati (i migliori hanno già ricevuto proposte di contratto a progetto da AIV) e la supervisione del nostro Lead Programmer ora di stanza per un periodo negli USA.Il motore grafico sarà il Nebula Device 2 gentilmente messo a disposizione dalla Radon Labs.Maggiori informazioni possono essere trovate sul sito web ufficiale di AIV: www.aiv01.itPer concludere voglio lanciare un messaggio delucidatorio: la complessità di un vidogame è tale che ridurre questo a frasi come "lo puoi imparare da solo su internet" rivela una mentalità gretta, irrazionale e chiusa.Caratteristiche italiane sono l'appunto la mancanza di propositività e di costruttività nelle iniziative.AIV ha sempre la porta aperta per DIMOSTRARE la veridicità delle sue affermazioni e la qualità dei suoi programmi di studio.Tutto coloro che, invece di toccare con mano, si limitano ad una critica sterile e tronfia sono solo l'espressione più naturale di un paese decadente come il nostro.Noi non vogliamo stare con le mani in mano e la nostra scelta è già stata premiata da numerosissimi successi e soprattutto dalla soddisfazione dei nostri alunni.Per il resto, come al solito, sono sempre i fatti a parlare: per alcuni è impossibile sognare e realizzare, per altri non esiste altro modo di viviere.Cordialmente,Luca De Dominicis
    • Ubu re scrive:
      Re: Risposte in breve
      Salve Luca,
      ...
      Le competenze di AIV sono assolutamente di
      rilievo: il gioco definito "mediocre" (parole
      volutamente più buone di quellle usate da alcuni
      utenti) è lo specchio della mancanza di cultura
      dei ragazzi italiani: se sapessero quel che vuol
      dire costruire un FPS da zero non parlerebbero
      più in questo
      modo.Io non ho visto questo gioco e non ho idea di cosa sia, ma però se i clienti (o il cosiddetto target) ritiene che sia un gioco pessimo, mediocre e in sostanza: URENDO, perché non credergli?Certo c'è modo e modo e sicuramente il forum di Punto Informatico è un posticino un po' velenoso e a volte pure sgradevole, ma ha un suo pregio, che sia giusto o sbagliato dice quel che pensa.Francamente ritengo che realizzare un motore 3d sia al disopra delle mie capacità, ma questo non vuol dire che tutti i motori 3d siano belli e piacevoli solo perché funzionano.
      Dello stesso avviso è la ACTIVISION che dopo aver
      visto quello che è stato realizzato con "Il Rosso
      e il Nero" ha proposto una collaborazione al Lead
      Programmer di AIV con posizione di SENIOR
      PROGRAMMER.

      Il titolo che è attualmente in sviluppo in AIV è
      un gioco tattico in 3D che propone un gameplay
      assolutamente innovativo chiamato ATS (Active
      Turnbased
      Strategy).

      Tale progetto vede confluire le forze dei nostri
      studenti diplomati (i migliori hanno già ricevuto
      proposte di contratto a progetto da AIV) e la
      supervisione del nostro Lead Programmer ora di
      stanza per un periodo negli
      USA.

      Il motore grafico sarà il Nebula Device 2
      gentilmente messo a disposizione dalla Radon
      Labs.Bé come mai?Inspiegabile.
      Maggiori informazioni possono essere trovate sul
      sito web ufficiale di AIV:
      www.aiv01.it

      Per concludere voglio lanciare un messaggio
      delucidatorio: la complessità di un vidogame è
      tale che ridurre questo a frasi come "lo puoi
      imparare da solo su internet" rivela una
      mentalità gretta, irrazionale e
      chiusa. :) Vedi! E' il forum che tira il peggio. Ti stai adeguando!
      Caratteristiche italiane sono l'appunto la
      mancanza di propositività e di costruttività
      nelle
      iniziative. :) Evviva..
      AIV ha sempre la porta aperta per DIMOSTRARE la
      veridicità delle sue affermazioni e la qualità
      dei suoi programmi di
      studio.

      Tutto coloro che, invece di toccare con mano, si
      limitano ad una critica sterile e tronfia sono
      solo l'espressione più naturale di un paese
      decadente come il
      nostro. :) Ottimo, sei dei nostri, ci hai convinto. Non resta che registrarsi.
      Noi non vogliamo stare con le mani in mano e la
      nostra scelta è già stata premiata da
      numerosissimi successi e soprattutto dalla
      soddisfazione dei nostri
      alunni.

      Per il resto, come al solito, sono sempre i fatti
      a parlare: per alcuni è impossibile sognare e
      realizzare, per altri non esiste altro modo di
      viviere.
      Grazie per tutti questi slogan.
      Cordialmente,

      Luca De DominicisIn ogni caso non te la prendere, e so' ragazzi, se non li capisci vuol dire che hai scelto il lavoro sbagliato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Risposte in breve
        Salve Ubu (una delle commedie gramelottiche che più ho detestato in accademia di teatro a Roma), lo so che "so ragazzi" ma, come si dice a Roma, "selli lassi troppo fà... magari cescappa la fregnaccia".Tornando (poco) seri: siamo veramente aperti a critiche e quant'altro, purchè si tratti di critiche intelligenti e costruttive.Il resto lo lasciamo a chi ha molto, troppo, tempo libero.Ti saluto e ti ringrazio (veramente) del simpatico intervento.Luca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Risposte in breve

      Le competenze di AIV sono assolutamente di
      rilievo: il gioco definito "mediocre" (parole
      volutamente più buone di quellle usate da alcuni
      utenti) è lo specchio della mancanza di cultura
      dei ragazzi italiani: se sapessero quel che vuol
      dire costruire un FPS da zero non parlerebbero
      più in questo
      modo.io mi occupo di sviluppo grafico e so i costi ed i sacrifici nel fare i giochi.Ma le critiche vanno accettate.E' vero è difficile, ma altri ci riescono. Un motivo ci sarà non credi. Non è ovviamente la capacità dei singoli programmatori ma nel complesso, vuoi per i costi, vuoi per la mancanza di personale, il prodotto non si può definire un prodotto AAA. Ma Rockstar ci riesce, Crytek ci riesce ed in Italia Milestone ed Artematica ci sono riusciti, per non citare altre case come Raylight o altre in giro per l'Italia che non solo fanno titoli più che discreti ma danno anche continuità al loro lavoro, cosa fondamentale in una azienda. Non si può fare un gioco e vivere di rendita per tutta la vita con quello. I problemi in Italia sono a mio avviso finanziari, i costi sono alti e nessuno ve li copre. Avete mai valutato di lanciarvi in settori di gioco più economici nella realizzazione ma di maggiore effetto? Il settore dei FPS è abbastanza inflazionato, lottare con prodotti come quelli sul mercato non deve essere facile e ancora di più per una piccola realtà come la blacksheep.La scuola è una ottima iniziativa, anche per accumulare risorse e formare il vostro personale anche se ovviamente dovrei vedere i programmi dei vari corsi e a che livello arrivano i vostri studenti prima di poter giudicare. In Italia ci sono decine di corsi di giochi, directX, openGl etc etc. Molti sono autentiche truffe.
    • Anonimo scrive:
      Re: Risposte in breve
      Tutto giusto.Infatti chi sa fa, chi non sa insegna.
    • Anonimo scrive:
      Domanda alle risposte in breve
      A parte i battibecchi di cui sopra, mi iteresserebbe sapere se Aiv si occupa prevalentemente di modellazione grafica e usa Ogre e simili, oppure visto che si parla di partire da zero , ha una sezione di sviluppo che insegna le basi di dx e/o opengl su linux e/o windows ?(non chiedo che insegni a programmare in C/++ ma che insegni a come far funzionare i diversi componenti di un gioco assieme)
      • Anonimo scrive:
        Re: Domanda alle risposte in breve
        AIV parte dalle vere basi, directx et similia su windows.Ad oggi la scelta di usare Nebula è solamente dovuta a tempi ristretti, oltre al fatto che Nebula è un ottimo motore.L.
        • Anonimo scrive:
          Re: Domanda alle risposte in breve
          - Scritto da:
          AIV parte dalle vere basi, directx et similia su
          windows.

          Ad oggi la scelta di usare Nebula è solamente
          dovuta a tempi ristretti, oltre al fatto che
          Nebula è un ottimo
          motore.

          L.Scriverselo da soli ovviamente non esiste visto che manca la professionalità e la capacità per farlo..
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda alle risposte in breve
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            AIV parte dalle vere basi, directx et similia su

            windows.



            Ad oggi la scelta di usare Nebula è solamente

            dovuta a tempi ristretti, oltre al fatto che

            Nebula è un ottimo

            motore.



            L.

            Scriverselo da soli ovviamente non esiste visto
            che manca la professionalità e la capacità per
            farlo..ma non so quanto sia vera questa cosa...e inoltre gente...guardate avanti! secondo me è anacronistico scrivere un altro motore! ce ne sono di ottimi per la rete, molti dei quali open source....K'_dash
  • windrak scrive:
    il momento è catartico
    Alzi la mano e poi scriva 'Io' sulla tastiera chi vuole partecipare al primo videogioco sviluppato/prodotto/distrubuito interamente da una comunità di programmatori/grafici/sceneggiatori "cantinari".Se voi siete seriamente motivati e riponderete in numero sufficiente io non ci penso due volte e apro un sito per le iscrizioni, un piccolo test e poi si entra nel club.E via con le produzioni made in italy.dai dai dai :)
    • Anonimo scrive:
      Re: il momento è catartico
      Queste sono le iniziative che preferisco!Noi stiamo per realizzare un portale giornalistico proprio sulla produzione indipendente di videogame (www.gamesushi.it)Ti auguro ogni fortuna per questa iniziativa che assolve a due importantissime funzioni:1) aumentare il numero di persone che "cercano" di cambiare qualcosa2) mette in luce tutte quelle persone che a parole sono bravissime (e questi thread ne sono pieni) ma che quando si tratta di mettere mano al codice spariscono come neve al sole.Sarà veramente divertente vedere quanti di tutti i "guru" che hanno postato su altri thread pocanzi risponderanno al tuo appello!Luca De DominicisAIV Srl
      • windrak scrive:
        Re: il momento è catartico
        - Scritto da:
        Queste sono le iniziative che preferisco!

        Noi stiamo per realizzare un portale
        giornalistico proprio sulla produzione
        indipendente di videogame
        (www.gamesushi.it)Ottimo, se ti serve una mano o semplicemente un'opinione io son qui (www.netsnap.it)
        Ti auguro ogni fortuna per questa iniziativa che
        assolve a due importantissime
        funzioni:

        1) aumentare il numero di persone che "cercano"
        di cambiare
        qualcosaGià, un grosso difetto di noi italiani è il fatto di sentirci un po' tutti degli allenatori che sicuramente saprebbero come vincere le partite..... dopo averle giocate.
        2) mette in luce tutte quelle persone che a
        parole sono bravissime (e questi thread ne sono
        pieni) ma che quando si tratta di mettere mano al
        codice spariscono come neve al
        sole.Li aspetto al varco :)Complimenti cmq per l'iniziativa, credo che il vedere la curiosità crescere nella persona a cui stai cercando di spiegare qualcosa sia una delle soddisfazioni più grandi.Quando spieghi per esempio come funziona la pipeline di una scheda 3d e ti senti fare domande del tipo "quindi se io faccio questo posso fare in modo che la scheda...." capisci che non sei l'unico... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: il momento è catartico
      - Scritto da: windrak
      Alzi la mano e poi scriva 'Io' sulla tastiera chi
      vuole partecipare al primo videogioco
      sviluppato/prodotto/distrubuito interamente da
      una comunità di
      programmatori/grafici/sceneggiatori
      "cantinari".

      Se voi siete seriamente motivati e riponderete in
      numero sufficiente io non ci penso due volte e
      apro un sito per le iscrizioni, un piccolo test e
      poi si entra nel
      club.

      E via con le produzioni made in italy.

      dai dai dai :)io.le opengl le conosco un po'.Delphi e GLscene+ODE mi alleviano il lavoro...( avrei in mente dei gioconiiiiiiiii!!!! )quando volete =NiL= (amiga)
    • CoreDump scrive:
      Re: il momento è catartico
      - Scritto da: windrak
      Alzi la mano e poi scriva 'Io' sulla tastiera chi
      vuole partecipare al primo videogioco
      sviluppato/prodotto/distrubuito interamente da
      una comunità di
      programmatori/grafici/sceneggiatori
      "cantinari".

      Se voi siete seriamente motivati e riponderete in
      numero sufficiente io non ci penso due volte e
      apro un sito per le iscrizioni, un piccolo test e
      poi si entra nel
      club.

      E via con le produzioni made in italy.

      dai dai dai :)Cè il non trascurabile problema che moltiprogrammatori etc.etc. anche se bravi sono impegnatiin altri ambiti ( leggasi guadagnarsi la pagnotta )per esempio a me non dispiacerebbe parteciparema il problema rimane il tempo che poi uno può mettere nel progetto :)
      • windrak scrive:
        Re: il momento è catartico
        - Scritto da: CoreDump


        Cè il non trascurabile problema che molti
        programmatori etc.etc. anche se bravi sono
        impegnati
        in altri ambiti ( leggasi guadagnarsi la pagnotta
        )
        per esempio a me non dispiacerebbe partecipare
        ma il problema rimane il tempo che poi uno
        può mettere nel progetto :)Bhe' si, ovvio, anche io ho i miei impegni ma dimmi una cosa, quand'è l'ultima volta che hai fatto le 4 di notte davanti al monitor? Puoi rispondere con:- 'da tanto, troppo tempo', bene allora è giunto il momento di reiniziare a tener sveglie le zanzare.- 'mai', bene è giusto il momento di iniziare a capire cosa voglia dire passione- 'ieri', bene sei dei nostri.
        • CoreDump scrive:
          Re: il momento è catartico
          - Scritto da: windrak

          - Scritto da: CoreDump





          Cè il non trascurabile problema che molti

          programmatori etc.etc. anche se bravi sono

          impegnati

          in altri ambiti ( leggasi guadagnarsi la
          pagnotta

          )

          per esempio a me non dispiacerebbe partecipare

          ma il problema rimane il tempo che poi uno

          può mettere nel progetto :)

          Bhe' si, ovvio, anche io ho i miei impegni ma
          dimmi una cosa, quand'è l'ultima volta che hai
          fatto le 4 di notte davanti al monitor?


          Puoi rispondere con:
          - 'da tanto, troppo tempo', bene allora è giunto
          il momento di reiniziare a tener sveglie le
          zanzare.

          - 'mai', bene è giusto il momento di iniziare a
          capire cosa voglia dire
          passione

          - 'ieri', bene sei dei nostri.

          Scusa sai ma credo che tu abbia una visioneun pò troppo semplicistica della cosa :), lapassione è importante, io stesso ho passatonotti insonni davanti a progetti releazzati soloper soddisfazione personale, ma quando hai unlavoro che ti impegna e verso il quale hai delleresponsabilità non è cosi facile fare le 4 dimattina sapendo che il giorno dopo ti aspettano8 ( ottimisticamente parlando :| ) ore di lavoro( e te lo dice uno che si mette a lavorare sui propriprogetti ogni volta che ha 2 minuti di tempolibero (rotfl))ovviamente imhociauz :)
    • windrak scrive:
      Re: il momento è catartico
      Bhe', solo 2???Aooooo svegliaaaaa!!!De Dominicis, qui la situazione è peggiore di quello che pensavo...Vabe' io intanto apro il sito, appena pronto linko il link.
    • mister_xyz scrive:
      Re: il momento è catartico
      - Scritto da: windrak
      Alzi la mano e poi scriva 'Io' sulla tastiera chi
      vuole partecipare al primo videogioco
      sviluppato/prodotto/distrubuito interamente da
      una comunità di
      programmatori/grafici/sceneggiatori
      "cantinari".

      Se voi siete seriamente motivati e riponderete in
      numero sufficiente io non ci penso due volte e
      apro un sito per le iscrizioni, un piccolo test e
      poi si entra nel
      club.

      E via con le produzioni made in italy.

      dai dai dai :)Hai dato un'occhiata a planeshift? Mi pare che il progetto sia partito da un italiano.http://www.planeshift.it/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2006 16.04-----------------------------------------------------------
      • windrak scrive:
        Re: il momento è catartico
        - Scritto da: mister_xyz
        Hai dato un'occhiata a planeshift? Mi pare che il
        progetto sia partito da un
        italiano.

        http://www.planeshift.it/
        Si :)Luca Pancallo è il creatore, un bel prodotto.Vedete che i coders italiani esistono?Personalmente non sono un'appassionato di mud, lascia poco spazio al gameplaying, anche se devo dire che l'idea alla base è decisamente interessante.
      • Anonimo scrive:
        Re: il momento è catartico
        - Scritto da: mister_xyz

        http://www.planeshift.it/
        Curioso che su wikipedia sia recensito in praticamente tutte le lingue tranne che l'italiano.Ok che wikipedia non è rappresentativo pero' fa pensare...
    • Anonimo scrive:
      Re: il momento è catartico

      E via con le produzioni made in italy.

      dai dai dai :)Non serve che li cerchi tu, quelli che vogliono lavorare lo stanno gia' facendo suwww.sourceforge.netPer gli altri bastano i sogni.
      • windrak scrive:
        Re: il momento è catartico
        - Scritto da:
        Non serve che li cerchi tu, quelli che vogliono
        lavorare lo stanno gia' facendo
        su
        www.sourceforge.net
        Per gli altri bastano i sogni.Aehm, quali dovrei scegliere fra "briscola", "Tombola", "JRisiko", "Phatacalcio", "Busca"...ah, aspetta c'è anche il "Lotto-it".No, seriamente, dimmelo che li contatto subito.
        • mister_xyz scrive:
          Re: il momento è catartico
          - Scritto da: windrak
          No, seriamente, dimmelo che li contatto subito.Sono quello del msg di planeshift. Planeshift è opensource ed è cominciato utilizzando sourceforge.Se non ricordo male il codice è GPL ma per le componenti multimediali invece viene usata una licenza molto più restrittiva.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2006 17.21-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: il momento è catartico
      spero solo che verrà realizzata anche una versione per linux, qualsiasi gioco avete intenzione di realizzare...
    • mister_xyz scrive:
      Re: il momento è catartico
      - Scritto da: windrak
      Alzi la mano e poi scriva 'Io' sulla tastiera chi
      vuole partecipare al primo videogioco
      sviluppato/prodotto/distrubuito interamente da
      una comunità di
      programmatori/grafici/sceneggiatori
      "cantinari".Comunque hai mai provato in multiplayer Armagetronad su server di tipo Fortress? All'inizio può sembrare brutto perché è un po' spartano, ma ti assicuro che è adrenalina pura.(lo trovi su sf.net anche questo)
  • Anonimo scrive:
    Manovali grafici
    altro che produttori di videogiochi :(ah, l'italia :$
  • Anonimo scrive:
    LA COMUNITÀ OPEN SOURCE VUOLE I SORGENTI
    ... di tutti i giochi finora sviluppati, altrimenti ci rifiuteremo di citarvi nei nostri LUG per i prossimi 2 mesi e mezzo(linux)
  • Anonimo scrive:
    Sempre colpa d'altri
    Le cose non funzionano in Italia? Colpa d'altri!Niente investimenti, niente sussidi, etc. All'estero ci sono investimenti perche' c'e' un mercato che ripaga gli investitori. Magari, se gli italiani parlassero un po' d'inglese in modo dignitoso e capissero che lo "stivale" non e' - o perlomeno, non e' piu' - caput mundi, magari tutto andrebbe meglio.Quindi, ognuno si porti con se il proprio pezzo di responsabilita', che un giorno magari arriveranno anche le ricompense...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre colpa d'altri
      - Scritto da:
      Le cose non funzionano in Italia? Colpa d'altri!

      Niente investimenti, niente sussidi, etc.
      All'estero ci sono investimenti perche' c'e' un
      mercato che ripaga gli investitori. Magari, se
      gli italiani parlassero un po' d'inglese in modo
      dignitoso e capissero che lo "stivale" non e' - o
      perlomeno, non e' piu' - caput mundi, magari
      tutto andrebbe
      meglio.

      Quindi, ognuno si porti con se il proprio pezzo
      di responsabilita', che un giorno magari
      arriveranno anche le
      ricompense...amen fratello
  • Anonimo scrive:
    Giochi=grafica? che idiozia!
    Figuriamoci se era una cosa seria!Una scuola per insegnare a programmare i videogiochi basa tutto il corso sull'uso dei modelli 3D, come se la grafica fosse la componente principale di un videogioco.Insegnassero invece a migliorare le AI, le strategie dell'avversario e cose del genere, che sono le caratteristiche che rendono un gioco bello e intrigante.La grafica e' solo fumo negli occhi se poi il comportamento dell'avversario e' prevedibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Giochi=grafica? che idiozia!
      - Scritto da:
      Figuriamoci se era una cosa seria!

      Una scuola per insegnare a programmare i
      videogiochi basa tutto il corso sull'uso dei
      modelli 3D, come se la grafica fosse la
      componente principale di un
      videogioco.

      Insegnassero invece a migliorare le AI, le
      strategie dell'avversario e cose del genere, che
      sono le caratteristiche che rendono un gioco
      bello e
      intrigante.

      La grafica e' solo fumo negli occhi se poi il
      comportamento dell'avversario e'
      prevedibile.La cosa più triste veramente è che è appunto tutto fumo perchè di grafica non sono in grado di insegnare la programmazione a basso livello di DSP, Vertex & Pixel Shader.
  • Anonimo scrive:
    Io me li facevo da solo...
    ...prima su C64 e poi su Amiga.Mi hanno persino "aiutato" ad essere assunto in una software house che appunto creava videogiochi e programmi multimediali... :)La mia unica scuola: l'edicola, da Video Basic in poi.--Luc
    • Anonimo scrive:
      Re: Io me li facevo da solo...
      Luca tutti i gamer di oggi: rispetto per la vecchia scuola.dove/cosa sviluppi di bello oggi? ti piacerebbe tornare ai vecchi tempi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Io me li facevo da solo...
        - Scritto da:
        a tutti i gamer di oggi: rispetto per la vecchia
        scuola.

        dove/cosa sviluppi di bello oggi? ti piacerebbe
        tornare ai vecchi
        tempi?Mi occupo di editoria elettronica (programmi "concorrenti" a Word, InDesign ed InCopy).Non tornerei ai videogiochi. Quasi 5 anni sono sufficienti... ;)--Luc
        • Anonimo scrive:
          Re: Io me li facevo da solo...
          LucSì, vabbè. Si vede quanti concorrenti di Word, InDesign, Photoshop ed altro ci sono fatti in Italia. ehhh!
    • Anonimo scrive:
      Re: Io me li facevo da solo...
      Puoi dirci ora che lavoro fai?Chi ti ha impiegato?I tuoi titoli hanno visto pubblicazione a che livello?Hai mai avuto distribuzione o collaborazione internazionale?Hai mai gestito team di 30+ persone?Credi che lo sviluppo di un videogame nasca e finisca con poche righe di codice?Ti consiglio vivamente di iscriverti alla nostra accademia.Luca De DominicisAIV srl
      • Anonimo scrive:
        Re: Io me li facevo da solo...
        - Scritto da:
        Puoi dirci ora che lavoro fai?
        Chi ti ha impiegato?

        I tuoi titoli hanno visto pubblicazione a che
        livello?

        Hai mai avuto distribuzione o collaborazione
        internazionale?

        Hai mai gestito team di 30+ persone?

        Credi che lo sviluppo di un videogame nasca e
        finisca con poche righe di
        codice?

        Ti consiglio vivamente di iscriverti alla nostra
        accademia.


        Luca De Dominicis
        AIV srlSe vuole perder tempo verrà da voi o roba analoga in Italia. Se volesse migliorarsi da solo potrebbe scrivere dello shareware e venderlo, cosa che praticamente nessuno fa in Italia salvo pochissimi casi, se invece volesse lavorare in una vera software house dovrebbe andare all'estero.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io me li facevo da solo...
        - Scritto da:
        Puoi dirci ora che lavoro fai?Sempre programmatore (vado per il 13o anno).
        Chi ti ha impiegato?Una software house di Milano...
        I tuoi titoli hanno visto pubblicazione a che
        livello?Erano videogiochi da bar (multi game touch-screen, slot elettroniche ecc), in tutta Italia e anche qualcosa in Francia/Svizzera.
        Hai mai avuto distribuzione o collaborazione
        internazionale?Si, limitata, ma presente.
        Hai mai gestito team di 30+ persone?Ero responsabile di altri 3 programmatori e di 5/6 grafici.
        Credi che lo sviluppo di un videogame nasca e
        finisca con poche righe di
        codice?Direi decine di migliaia di linee...
        Ti consiglio vivamente di iscriverti alla nostra
        accademia.No, ora faccio cose "da grandi"... ;)
        Luca De Dominicis
        AIV srl--Luc
        • Anonimo scrive:
          Re: Io me li facevo da solo...
          LucSì, vabbè. Qui su P.I. spuntano sempre fuori sedicenti super-professionisti che decantano anni di esperienza in questo e quello ma all'atto pratico, come nel tuo caso, non possono neanche fornire la lista di prodotti chiara a cui hanno lavorato ed in cui compare il proprio nome nei credits. E' come dire "sì, ho lavorato a tanto film qui e lì .." ma senza specificare bene a quali e senza che il proprio nome compaia poi nei credits.... ehhh!
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Io me li facevo da solo...

      La mia unica scuola: l'edicola, da Video Basic in
      poi.Oh mio Dio Videobasic della Jackson col televisorone con le gambe e le lezioni pseudodattiloscritte con tanto di rumorino di tasti. Uno dei miei ricordi più belli del periodo anni 80 pre amiga.TAD
  • Anonimo scrive:
    il rosso e il nero.
    ma l'avete mai provato sto game?un fps dallo squallore + inaudito...bug a + nn possomi pare che il personaggio nn si potesse nemmeno abbassare e sporgere...ed era un gioco di ricostruzione della 2 guerra mondiali partigiani vs fascisti...una CAGATA PAZZESCA
    • Anonimo scrive:
      Re: il rosso e il nero.
      - Scritto da:
      ma l'avete mai provato sto game?
      un fps dallo squallore + inaudito...
      bug a + nn posso
      mi pare che il personaggio nn si potesse nemmeno
      abbassare e sporgere...ed era un gioco di
      ricostruzione della 2 guerra mondiali partigiani
      vs
      fascisti...
      una CAGATA PAZZESCAconfermo, ma il peggio e' che si vantano di averlo anche fatto.Se questa e' la qualita' del corso e' meglio che si diano all'ippica e gli studenti investano in altro.
  • Anonimo scrive:
    Forse c'è un errore
    A quanto ne so io Nebula Device 2 è un motore GRAFICO 3d non un motore fisico, inoltre è opensource non c'è da chiedere nessuna licenza.Forse si parlava di Havok?
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse c'è un errore
      Mi autorispondo per aggiungere il link a nebula devicehttp://www.nebuladevice.org/
    • Anonimo scrive:
      Re: Forse c'è un errore
      Nebula Device 2 non è opensource ma viene concesso in licenza.La fisica deve essere implementata a seconda delle features del titolo che vuoi sviluppare.Nebula Device è uno strumento di livello molto basso che necessita di grandissima implementazione per poter essere usato all'interno di un progetto.Luca De DominicisAIV srl
      • Anonimo scrive:
        Re: Forse c'è un errore
        - Scritto da:
        Nebula Device 2 non è opensource ma viene
        concesso in
        licenza.

        La fisica deve essere implementata a seconda
        delle features del titolo che vuoi
        sviluppare.

        Nebula Device è uno strumento di livello molto
        basso che necessita di grandissima
        implementazione per poter essere usato
        all'interno di un
        progetto.

        Luca De Dominicis
        AIV srlSe ho tradotto correttamente la licenza sul sito lo puoi scaricare modificare e ridistrbuire basta che non togli il copy right quindi per me è open :)Comunque ribadisco che è un motore grafico e non fisico come viene detto nell'articolo, proprio per questo la fisica va implementata.Iuri Pessina
  • Anonimo scrive:
    Giochi isometrici
    I giochi isometrici sono un'eredità degli anni 80, forse sarebbe meglio sviluppare qualcosina in 3D (tipo GTA), ma penso che per noi italiani sia troppo difficile (leggi impossibile) perché mancano proprio le capacità. :E allora giù a fare un giochino isometrico e cercando a parole di esaltarne le qualità... peccato che non lo c*ga nessuno..... :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Giochi isometrici
      GTA è bello perchè è divertente... la grafica non è tutto: DOOM è molto più bello e interessante di tanti altri giochi dello stesso genere sviluppati in vero 3D.Il fatto che gli "Italiani" (cos'è un marchio?) non siano capaci di fare qualcosa in "vero 3D" è una trollata bella e buona e ti potrei smentire (ma non solo io) in qualunque momento... scusa una cosa poi:logicamente se tutti se ne stanno come fai tu a sparlare e nessuno fa nulla, dubito però che si possa andare avanti, e questo non riguarda solo i videogiochi e la grafica 3D...
      • Max3D scrive:
        Re: Giochi isometrici
        l'abuso del 3d...mi sto rigiocando Dune 2000 (http://www.deafgamers.com/dune2000pic3.jpg) in questi giornie non posso che non fare il confronto con AOE3e tutti gli altri giochi che potrebbero essere isometrici/2D e non lo sono.. l'utilita' del 3d in certi casi e' solo uno spreco di risorse, e non basta, con le tecnologie di oggi si potrebbero usare rendering ed animazioni fantastiche, ovvio che la quantita' di tempo per fare tutti gli "sprite" e' di piu'... oggi mi installo Settlers 3 (http://www.strategy-gaming.com/reviews/settlers3/ss3_03.jpg).... alla faccia del 3d :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Giochi isometrici
        Attenzione! Io non metto in dubbio che ci siano "stati" dei bellissimi giochi non-3D in passato, anzi! :DIo sono un fan dei giochi della LucasArts, li rigioco pure adesso! A partire da Loom, da Monkey Island, Day of the Tentacle, Indiana Jones and the fate of Atlantis etc....Sto solo dicendo che a fare giochi 3D gli italiani NON SONO CAPACI . E questo neanche acquistando un motore 3D già fatto. Mi dispiace ma è così. :$Smentitemi pure, se conoscete un gioco che anche lontanissimamente si avvicini a HL2 o Far Cry 2 sviluppato da italiani.I talenti ci sono, ma molto pochi. :Perché non lo faccio io? Perché faccio dell'altro, non sto certamente con le mani in mano. Ma non ho esperienza nel campo dei videogiochi 3D, dovrei passare un annetto con quelli della Rockstar Games o della Valve.Non sto criticando gli italiani, sto parlando solo di un dato di fatto (e come vorrei che non fosse così). :( :( :([img]http://www.pureupload.com/out.php/i7773_Ingame4%20PCGames.jpg[/img]
        • Anonimo scrive:
          Re: Giochi isometrici
          Gioco estero:[img]http://www.pureupload.com/out.php/i7773_Ingame4%20PCGames.jpg[/img]Gioco italiano:[img]http://64digits.com/users/Coyote/game.PNG[/img]
          • Anonimo scrive:
            Re: Giochi isometrici
            - Scritto da:
            Gioco estero:
            [img]http://www.pureupload.com/out.php/i7773_Ingam

            Gioco italiano:
            [img]http://64digits.com/users/Coyote/game.PNG[/imE che differenza ci sarebbe?
          • Anonimo scrive:
            Re: Giochi isometrici
            gioco italiano (in 59k): Mario War 1.4 [img]http://homepages.compuserve.de/davser5/Downloadsbilder1/Gross/mariowar.jpg[/img]...lo abbiamo fatto dopo 5 mesi che ci insegnavano il pascuale, a s k uola...e scusa se è poco, siamo arrivati primi su gamehippo e the-underdogs per varie settimane!http://gamehippo.com/search/search_title_1_2b779b4cb6e6ac7fc923a4062a7ce4c1.shtml(2a voce)ciao(amiga)
          • Anonimo scrive:
            Re: Giochi isometrici
            potevi postare TUTTO, ma NON uno shot del cry engine 2, sviluppato da un italiano che è scappato dall'italia perché non c'erano fondipensa prima di fare qualcosa
        • Anonimo scrive:
          Re: Giochi isometrici
          Il Lead Programmer del Crytek Engine è italiano...
          • Anonimo scrive:
            Re: Giochi isometrici
            - Scritto da:
            Il Lead Programmer del Crytek Engine è italiano...non solo lui ma anche tanti altri sono a spasso per il mondo a dettar legge.Molti li trovi sul forum di www.playfields.net a chiaccherare del piu' e del meno (il forum e' a numero chiuso e riservato solo agli sviluppatori professionisti)
        • Anonimo scrive:
          Re: Giochi isometrici

          Sto solo dicendo che a fare giochi 3D gli
          italiani NON SONO CAPACI . E questo ma lol ma vai sul forum di playfields.net e conta gli italiani all'estero e in che ruoli sono, potresti rimanerne sorpreso :O
    • Anonimo scrive:
      Re: Giochi isometrici
      - Scritto da:
      I giochi isometrici sono un'eredità degli anni
      80, forse sarebbe meglio sviluppare qualcosina in
      3D (tipo GTA), ma penso che per noi italiani sia
      troppo difficile (leggi impossibile) perché
      mancano proprio le capacità.
      :Rotfl, scrivevo demo 3D (in 'vero' 3D) in Assembly a 15 anni.Il vero problema dello sviluppatore di VG professionista è che ha scadenze impossibili da mantenere e pertanto non vive un vera vita.Altro che capacità... è come entrare in un convento.
      • Max3D scrive:
        Re: Giochi isometrici
        io mi occupavo di grafica, il primo tentativo di fare un videgioco era cominciato all'epoca di KickOff e SensibleSoccer :Dbei tempi quelli(anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Giochi isometrici
      - Scritto da:
      I giochi isometrici sono un'eredità degli anni
      80, forse sarebbe meglio sviluppare qualcosina in
      3D (tipo GTA), ma penso che per noi italiani sia
      troppo difficile (leggi impossibile) perché
      mancano proprio le capacità.
      :
      E allora giù a fare un giochino isometrico e
      cercando a parole di esaltarne le qualità...
      peccato che non lo c*ga nessuno.....
      :'(bbuuuuhahahahahahah :D :Dpunto 1: per giochino isometrico non è che intendi i vari aoe dall'1 fino al 3, vero???punto 2: i "giochini" 3d in italia si facevano ancor prima che la prima vodoo rasterizzasse il primo triangolino in hardware. Era il 1993, eri alla guida di una macchina rally, vedevi paesaggi 3d spettacolari, velocità impensabile per l'epoca, volavano mucche :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Giochi isometrici
        - Scritto da:
        vedevi paesaggi
        3d spettacolari, velocità impensabile per
        l'epoca, volavano mucche
        :)Nulla al confronto del giant enemy crab!
  • Anonimo scrive:
    Un esempio
    Quoto:"Noi siamo l'unico grosso pezzo d'Europa fuori da questo settore, come se non sapessimo fare cinema o musica leggera."Se per favore l'autore mi da un titolo di qualcosa conosciuto fuori dall'italia, prodotto negli ultimi 10 anni, gli sarei molto grato :DPenso che aspetterò parecchio... :(
    • Icestorm scrive:
      Re: Un esempio
      - Scritto da:
      Quoto:
      "Noi siamo l'unico grosso pezzo d'Europa fuori da
      questo settore, come se non sapessimo fare cinema
      o musica
      leggera."

      Se per favore l'autore mi da un titolo di
      qualcosa conosciuto fuori dall'italia, prodotto
      negli ultimi 10 anni, gli sarei molto grato
      :D
      Penso che aspetterò parecchio... :(Milestone.Ha prodotto ottimi titoli, ben conosciuti e apprezzati anche fuori dall'Italia, basta citare la serie "Superbike" e in passato "Screamer".
      • Anonimo scrive:
        Re: Un esempio

        Milestone.
        Ha prodotto ottimi titoli, ben conosciuti e
        apprezzati anche fuori dall'Italia, basta citare
        la serie "Superbike" e in passato
        "Screamer".All´inizio (ai tempi del primo Screamer) si chiamava con il nome italiano di "Graffiti".
      • Anonimo scrive:
        Re: Un esempio
        - Scritto da: Icestorm

        - Scritto da:

        Quoto:

        "Noi siamo l'unico grosso pezzo d'Europa fuori
        da

        questo settore, come se non sapessimo fare
        cinema

        o musica

        leggera."



        Se per favore l'autore mi da un titolo di

        qualcosa conosciuto fuori dall'italia, prodotto

        negli ultimi 10 anni, gli sarei molto grato

        :D

        Penso che aspetterò parecchio... :(

        Milestone.
        Ha prodotto ottimi titoli, ben conosciuti e
        apprezzati anche fuori dall'Italia, basta citare
        la serie "Superbike" e in passato
        "Screamer".Aggiungo il titolo"SCAR Squadra Corse Alfa Romeo", gioco italiano, e' conosciuto ed apprezzato anche all'estero.
        • Anonimo scrive:
          Re: Un esempio
          - Scritto da:

          - Scritto da: Icestorm



          - Scritto da:


          Quoto:


          "Noi siamo l'unico grosso pezzo d'Europa fuori

          da


          questo settore, come se non sapessimo fare

          cinema


          o musica


          leggera."





          Se per favore l'autore mi da un titolo di


          qualcosa conosciuto fuori dall'italia,
          prodotto


          negli ultimi 10 anni, gli sarei molto grato


          :D


          Penso che aspetterò parecchio... :(



          Milestone.

          Ha prodotto ottimi titoli, ben conosciuti e

          apprezzati anche fuori dall'Italia, basta citare

          la serie "Superbike" e in passato

          "Screamer".

          Aggiungo il titolo"SCAR Squadra Corse Alfa
          Romeo", gioco italiano, e' conosciuto ed
          apprezzato anche
          all'estero.Sì, vabbè. Qualche copia venduta all'estero non lo rende conosciuto. Non esiste nulla di paragonabile a Final Fantasy, Doom, Quake, Half Life e tanti altri qui.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un esempio
            - Scritto da:

            Sì, vabbè. Qualche copia venduta all'estero non
            lo rende conosciuto. Non esiste nulla di
            paragonabile a Final Fantasy, Doom, Quake, Half
            Life e tanti altri
            qui.Non esiste un imprenditore alla portata di final fantasy, doom, quake, ... questo si.Ma gli sviluppatori italiani hanno le contropalle.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un esempio
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Sì, vabbè. Qualche copia venduta all'estero non

            lo rende conosciuto. Non esiste nulla di

            paragonabile a Final Fantasy, Doom, Quake, Half

            Life e tanti altri

            qui.

            Non esiste un imprenditore alla portata di final
            fantasy, doom, quake, ...

            questo si.
            Ma gli sviluppatori italiani hanno le contropalle.Sì, sicuro. Come no! E dove se la sono fatta l'esperienza per avere le contropalle, eh? Ma non diciamo cavolate !
    • Anonimo scrive:
      Re: Un esempio
      Con tutti gli appassionati di corse e motori è incredibile che il miglior simulatore esistente di Ferrari sia Giapponese...
  • Anonimo scrive:
    All'estero
    Molti stranieri vengono in Italia a studiare come si fa la pizza.Perche'?Analogamente a chi vuole fare videogiochi consiglio di andare a studiare in Giappone o USA.Perche'?
    • Anonimo scrive:
      Re: All'estero
      - Scritto da:
      Molti stranieri vengono in Italia a studiare come
      si fa la
      pizza.
      Perche'?

      Analogamente a chi vuole fare videogiochi
      consiglio di andare a studiare in Giappone o
      USA.
      Perche'?
      Error,alla base della pizza risiedono ingredienti unici che solo in italia li trovi (e alcuni solo a napoli), tu puoi fare pizze a secchi in inghilterra ma non riuscirai mai a farla come da noi.Alla base dei videogiochi l'unico ingrediente unico è la creatività, tutto il resto sono competenze software e risorse hardware che si possono benissimo acquisire anche in italia.E non mi venite a dire che in italia non esiste la creatività.In italia sarebbe ancora meglio (o se non altro diversi), i nostri giochi avrebbero quel 'qualcosa' tipicamente italiano.Ma come dice giustamente Dominicis in italia sono gli investitori a non avere la cultura adatta.Ma ve lo immaginate voi un benetton o un barilla o un briatore o un mondadori o un tronchetti a discutere di videogiochi? Fa ridere solo a pensarci... e questa è l'italia che investe.... ciao belli.
      • Max3D scrive:
        Re: All'estero
        ti sei mai chiesto come mai i giapponesi fanno final fantasy e noi martin mister con la simulmondo ?(appro', chissa' che fine ha fatto carlà (rotfl))penso che si una questione di mano, di mentalita' di pazienza, loro ne hanno una quantita' industriale, e di tecnologia.Nei tempi passatie avevamo i migliori artisti del mondo, adesso abbiamo la pizza e il vino.
        • Anonimo scrive:
          Re: All'estero
          - Scritto da: Max3D
          ti sei mai chiesto come mai i giapponesi fanno
          final fantasy e noi martin mister con la
          simulmondo
          ?
          (appro', chissa' che fine ha fatto carlà (rotfl))
          Già :)Comunque vedi è una questione di investimenti, ai tempi della Simulmondo io sviluppavo per la Dynabyte e facevamo giochi che venivano distrubuiti dalla virgin uk, ecco. Ovviamente l'investimento iniziale era a nostro carico ma una volta che la virgin aveva deciso di produrre il titolo dava un'avanzamento lavori sostanzioso.Tecnicamente non c'era nulla da invidiare ai titoli presenti sul mercato in quel periodo. In quanto a arte e creatività posso dire che per certi aspetti dava dei punti anche ai titoli stranieri.Il punto comunque è che in italia NON ci sono soldi, o meglio non ne vogliono tirar fuori proprio perchè fra gli investitori non c'è la cultura videoludica (fosse solo quella.....)
          penso che si una questione di mano, di mentalita'
          di pazienza, loro ne hanno una quantita'
          industriale, e di
          tecnologia.La mano è decisamente a nostro favore, la tecnologia se non la si ha si va di outsourcing.
          Nei tempi passatie avevamo i migliori artisti del
          mondo, adesso abbiamo la pizza e il
          vino.Gli artisti ci sono ancora, e sono veramente tosti, fatti un giro fra i vari siti che propongono modelazione 'casereccia' e ti renderai conto di che pasta (non barilla) siamo fatti :)E' solo una questione di investimenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: All'estero
          Io vorrei tanto un gioco su nathan never ma darei di matto se fosse un'avventura grafica a sfondi fissi
      • Anonimo scrive:
        Re: All'estero
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Molti stranieri vengono in Italia a studiare
        come

        si fa la

        pizza.

        Perche'?



        Analogamente a chi vuole fare videogiochi

        consiglio di andare a studiare in Giappone o

        USA.

        Perche'?



        Error,gia' gia'... "error"
        alla base della pizza risiedono ingredienti unici
        che solo in italia li trovi (e alcuni solo a
        napoli), tu puoi fare pizze a secchi in
        inghilterra ma non riuscirai mai a farla come da
        noi.Da pizzaiolo mi sento di smetirti.Ma lasciamo perdere, perche' in merito ciascuno ha la sua opinione e non merita nemmeno discuterne.
        Alla base dei videogiochi l'unico ingrediente
        unico e` la creativita`, tutto il resto sono
        competenze software e risorse hardware che si
        possono benissimo acquisire anche in
        italia.Certo che puoi. Se vuoi giocare a calcio in parroccha... impari anche in parrocchia. Solo che non vai molto oltre, quando ci sono solo parrocchie.
        E non mi venite a dire che in italia non esiste
        la creativita`.La creativita' c'e', ma dove la applichi? Se vivi in Giappone hai la Capcom e la Nintendo a pochi kilometri l'una dall'altra.E il mercato enorme e la solidita' del settore da' fiducia agli investitori che si imbarcano in due anni di investimenti.In italia manca tutto questo. Aspiranti autori di videogame, andate all'estero, a valorizzare la vostra creativita' con i mezzi e soprattutto in contesti che in Italia e' impossibile trovare.La vostra carriera e' importante, non specate le vostre doti dove non possono svilupparsi.
        In italia sarebbe ancora meglio (o se non altro
        diversi), i nostri giochi avrebbero quel
        'qualcosa' tipicamente
        italiano.Che nessuno sa cosa sia ma tutti credono che esista... :)Illudiamoci... serve.
        • Anonimo scrive:
          Re: All'estero
          - Scritto da:
          Da pizzaiolo mi sento di smetirti.
          Ma lasciamo perdere, perche' in merito ciascuno
          ha la sua opinione e non merita nemmeno
          discuterne.bhe', allora...

          Certo che puoi. Se vuoi giocare a calcio in
          parroccha... impari anche in parrocchia. Solo che
          non vai molto oltre, quando ci sono solo
          parrocchie.è proprio questo è il problema che intendevo, non ci sono finanziamenti sufficienti e la cosa muore appena nata.I pochi che si trovano si illudono di fare tutto e subito con un'investimento minimo, in questo settore devi investire fino ad arrivare al milione di euro.Tutti noi sappiamo che produrre un gioco non si esaurisce con lo sviluppo, e gli investitori non se ne rendono conto e sottostimano l'investimento.
          La creativita' c'e', ma dove la applichi? Se vivi
          in Giappone hai la Capcom e la Nintendo a pochi
          kilometri l'una
          dall'altra.Ovvio, ma prima che ci fosse la Capcom e la Nintendo cosa c'era? Nulla.Esattamente come qui, solo che finchè non si muoverà nessuno non ci sarà mai nulla.Per i nostri imprenditori la parola 'intraprendenza' spaventa più che una film di Argento. Loro vogliono solo comprare a 1 e vendere a 10. fine.
          E il mercato enorme e la solidita' del settore
          da' fiducia agli investitori che si imbarcano in
          due anni di
          investimenti.
          In italia manca tutto questo. il mercato non da fiducia agli investitori, sono gli investitori che investendo con lungimiranza rafforzano il mercato. Lo so, lo so... è che in italia le leggi si ribaltano.
          Aspiranti autori di videogame, andate all'estero,
          a valorizzare la vostra creativita' con i mezzi e
          soprattutto in contesti che in Italia e'
          impossibile
          trovare.Autori di videogiochi rimanete in italia e cercate di convincere i vostri capiprogetto che forse vale la pena spingere nel settore gaming, forse loro cercheranno di convincere il loro caposettore su su fino al management.

          In italia sarebbe ancora meglio (o se non altro

          diversi), i nostri giochi avrebbero quel

          'qualcosa' tipicamente

          italiano.

          Che nessuno sa cosa sia ma tutti credono che
          esista...
          :)
          Illudiamoci... serve.Perdente.
          • Anonimo scrive:
            Re: All'estero



            La creativita' c'e', ma dove la applichi? Se
            vivi

            in Giappone hai la Capcom e la Nintendo a pochi

            kilometri l'una

            dall'altra.

            Ovvio, ma prima che ci fosse la Capcom e la
            Nintendo cosa c'era?
            Nulla.Prima che ci fosse la Capcom e la Nintendo cosa c'era? Nulla. E allora perche' a parita' di nulla non sono nate in Italia, te lo sei chiesto? Te lo dico io perche'. Non c'era il nulla. C'era una societa' che investiva nello studio, fatta da studenti che studiava matematica la domenica mentre gli italiani guardavano la partita. Ed e' ancora cosi'.In Italia non mancano solo gli investitori. C'e' creativita', ci sono idee e persone capaci anche tecnicamente. Ma manca anche l'impegno. Tutti aspettano gli altri e li maledicono perche' tutto va male per colpa degli altri.In Italia pochi vogliono veramente rompersi il c**o.

            Aspiranti autori di videogame, andate
            all'estero,

            a valorizzare la vostra creativita' con i mezzi
            e

            soprattutto in contesti che in Italia e'

            impossibile

            trovare.

            Autori di videogiochi rimanete in italia e
            cercate di convincere i vostri capiprogetto che
            forse vale la pena spingere nel settore gaming,
            forse loro cercheranno di convincere il loro
            caposettore su su fino al
            management.Forse. Intanto gli altri fanno reali progressi e la vostra carriera stagna.Andatevene. E alla svelta.



            In italia sarebbe ancora meglio (o se non
            altro


            diversi), i nostri giochi avrebbero quel


            'qualcosa' tipicamente


            italiano.



            Che nessuno sa cosa sia ma tutti credono che

            esista...

            :)

            Illudiamoci... serve.


            Perdente.Caro illuso, anzicche' insutarmi, dovresti cercare di argomentare, perche' a passare alle offese siamo bravi tutti, ma non dimostriamo molto. Avanti, descrivici oggettivamente che cos'e' il 'qualcosa' tipicamente italiano.Io dico la boria, ma puoi scegliere anche la spocchia. "Abbiamo il 'qualcosa' in piu', siamo o non siamo italiani?" Quante volte l'ho sentito. L'orgoglio e' una cosa e ce l'ho anche io, la puzza sotto il naso no.
      • Anonimo scrive:
        Re: All'estero
        Ti stai sbagliando, non sono gli investitori che mancano o che non sarebbero in grado di orientarsi all'innovazione e agli investimenti nella produzione di Software. La cosa che manca in Italia sono le conoscenze, quelle che fanno la differenze, ciò l'insegnamento di alto livello, non la creatività, siamo così pieni di creatività che viviamo in uno status di angoscia e impotenza nel guardare l'estero che innova e noi che bruciamo le nostre migliori menti e le nostre migliori idee.
        • Anonimo scrive:
          Re: All'estero
          - Scritto da:
          Ti stai sbagliando, non sono gli investitori che
          mancano o che non sarebbero in grado di
          orientarsi all'innovazione e agli investimenti
          nella produzione di Software. La cosa che manca
          in Italia sono le conoscenze, quelle che fanno la
          differenze, ciò l'insegnamento di alto livello,Conosco ragazzi che potrebbero spettinarti con un shader fatto al volo e cucinarti un'uovo alla coque con un portalengine an passant.Sappi che in questo momento ti stanno deridendo.
          • Anonimo scrive:
            Re: All'estero
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Ti stai sbagliando, non sono gli investitori che

            mancano o che non sarebbero in grado di

            orientarsi all'innovazione e agli investimenti

            nella produzione di Software. La cosa che manca

            in Italia sono le conoscenze, quelle che fanno
            la

            differenze, ciò l'insegnamento di alto livello,

            Conosco ragazzi che potrebbero spettinarti con un
            shader fatto al volo e cucinarti un'uovo alla
            coque con un portalengine an
            passant.
            Sappi che in questo momento ti stanno deridendo.Sì, vabbè, quattro cannati con raccomandazioni che succhiano soldi.
  • Anonimo scrive:
    Ma questa è solo la parte grafica
    Un corso serio dove vengono spiegate le basi utili per creare motori grafici in C ottimizzati come si deve no ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questa è solo la parte grafica
      - Scritto da:
      Un corso serio dove vengono spiegate le basi
      utili per creare motori grafici in C ottimizzati
      come si deve no
      ?insegna solo le basi, non si arriva nemmeno lontanamente vicini a poter fare un vero gioco.Da soli su internet si può fare di meglio senza spendere una barca di soldi
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica

        Da soli su internet si può fare di meglio senza
        spendere una barca di
        soldiE chi è che "insegna" in questi corsi ? L'articolo dice: "fanno parte del corpo docente infatti anche membri di Blacksheep la società indipendente che ha creato il videogioco "Il Rosso E Il Nero". Ma che videogioco è ?Se devo spendere i soldi vorrei avere più certezze sugli sbocchi professionali. :
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma questa è solo la parte grafica
          - Scritto da:



          Da soli su internet si può fare di meglio senza

          spendere una barca di

          soldi

          E chi è che "insegna" in questi corsi ?
          L'articolo dice: "fanno parte del corpo docente
          infatti anche membri di Blacksheep la società
          indipendente che ha creato il videogioco "Il
          Rosso E Il Nero". Ma che videogioco è
          ?
          Se devo spendere i soldi vorrei avere più
          certezze sugli sbocchi professionali.
          :sparatutto da 4 soldi con grafica da 2 lire.L'avesse organizzato Milestone sarebbe stata una cosa seria. Non si può pretendere di spiegare come si fanno giochi con un solo gioco sul proprio portfolio.Ma la gente spende i soldi, tanti, e poi si ritrova che ne sa meno di chi si è messo da solo ad imparare
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma questa è solo la parte grafica
          - Scritto da:



          Da soli su internet si può fare di meglio senza

          spendere una barca di

          soldi

          E chi è che "insegna" in questi corsi ?
          L'articolo dice: "fanno parte del corpo docente
          infatti anche membri di Blacksheep la società
          indipendente che ha creato il videogioco "Il
          Rosso E Il Nero". Ma che videogioco è
          ?
          Se devo spendere i soldi vorrei avere più
          certezze sugli sbocchi professionali.
          :we il 'ho visto quel gioco ero un fps partigiani vs fascisti...ma dovevate vedere che cagata di game.era circa 4 anni fa..pensate che sto cristo nn si poteva nemmeno abbassare...aveva un contrllo che dire penoso è poco...muauauua
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questa è solo la parte grafica
      - Scritto da:
      Un corso serio dove vengono spiegate le basi
      utili per creare motori grafici in C ottimizzati
      come si deve no
      ?Motore grafico? Non te lo dà già l'hardware ormai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        Beh se conosci un hardware al qualche basta sbattergli davanti qualche modello di 3D Studio e bitmap perchè ti crei in automatico il gioco...In futuro mi piacerebbe programmare qualcosa ma intendo programmato per bene per questo ho deciso che partirò dal basso, molto basso... ASM su Amiga e poi a salire con il C ed C++.Sembrerà una caxxata ma voglio imparare a sfruttare gli hardware al massimo e questo dubito ci sia chi lo sappia insegnare bene
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma questa è solo la parte grafica
          - Scritto da:
          Beh se conosci un hardware al qualche basta
          sbattergli davanti qualche modello di 3D Studio e
          bitmap perchè ti crei in automatico il
          gioco...
          In futuro mi piacerebbe programmare qualcosa ma
          intendo programmato per bene per questo ho deciso
          che partirò dal basso, molto basso... ASM su
          Amiga e poi a salire con il C ed
          C++.

          Sembrerà una caxxata ma voglio imparare a
          sfruttare gli hardware al massimo e questo dubito
          ci sia chi lo sappia insegnare
          beneAssembly su Amiga ? E che applicazioni pratica hai? Vuoi lavorare dentro gli emulatori Amiga su x86 ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            Lo so che può sembrare una cavolata ma il punto è che voglio crearmi una mentalità dove imparo a sfruttare al massimo quel poco che ho. Non voglio adagiarmi sul fatto che ora la potenza è praticamente infinita e quindi posso permettermi di programmare alla cavolo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            Lo so che può sembrare una cavolata ma il punto è
            che voglio crearmi una mentalità dove imparo a
            sfruttare al massimo quel poco che ho. Non voglio
            adagiarmi sul fatto che ora la potenza è
            praticamente infinita e quindi posso permettermi
            di programmare alla
            cavoloProva col 4004
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            beh non esageriamo adesso (rotfl)
          • CoreDump scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            Lo so che può sembrare una cavolata ma il punto è
            che voglio crearmi una mentalità dove imparo a
            sfruttare al massimo quel poco che ho. Non voglio
            adagiarmi sul fatto che ora la potenza è
            praticamente infinita e quindi posso permettermi
            di programmare alla
            cavoloLa tua mentalità e il tuo sistema di approccioe più che comprensibile ma, a meno che tu lo faccia soloa scopo didattico lo ritengo poco utile.Potrei capirlo se tu volessi fare delle demo per partecipare a delle gare,altrimenti non vedrei l'ultiltà di smazzarti in assembly ameno che tu avessi anni di tempo da buttare, severamente hai intenzione di imparare aprogrammare qualcosa nell'ambito dei videogamescomincia a studiare c e c++ e dopo studiatidelle API adatte ( directx in ambito microsoft )OpenGl + Altro se vuoi fare qualcosa crossplattaform e sopratutto armati di tanta ma tantapazienza :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 settembre 2006 08.44-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            Lo so che può sembrare una cavolata ma il punto è
            che voglio crearmi una mentalità dove imparo a
            sfruttare al massimo quel poco che ho. Non voglio
            adagiarmi sul fatto che ora la potenza è
            praticamente infinita e quindi posso permettermi
            di programmare alla
            cavoloAllora prenditi un kit di sviluppo DSP, li trovi su eBay a da $50 in su, magari un DSP 16bit e programma qualcosa su quei DSP limitati in assembly. Miglior esercizio di quello non puoi farlo, non è semplice programmarli MA a differenza di Amiga fai esperienza concreta su prodotti che vengono usati al momento nell'industria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            Lo so che può sembrare una cavolata ma il punto è
            che voglio crearmi una mentalità dove imparo a
            sfruttare al massimo quel poco che ho. Non voglio
            adagiarmi sul fatto che ora la potenza è
            praticamente infinita e quindi posso permettermi
            di programmare alla
            cavoloottimo ma lascia l amiga dove come sbocchi hai giusto le demoscene e prenditi un nintendo ds e su lik-sang qualche kit per leggere le flashcard comuni e parti da li. Non solo ti divertirari programmando una console attuale ma potrai anche portarti a spasso quello che fai.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Lo so che può sembrare una cavolata ma il punto
            è

            che voglio crearmi una mentalità dove imparo a

            sfruttare al massimo quel poco che ho. Non
            voglio

            adagiarmi sul fatto che ora la potenza è

            praticamente infinita e quindi posso permettermi

            di programmare alla

            cavolo

            ottimo ma lascia l amiga dove come sbocchi hai
            giusto le demoscene e prenditi un nintendo ds e
            su lik-sang qualche kit per leggere le flashcard
            comuni e parti da li. Non solo ti divertirari
            programmando una console attuale ma potrai anche
            portarti a spasso quello che
            fai.Non vendono mica i kit di sviluppo e gli SDK per Nintendo DS a basso costo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Un corso serio dove vengono spiegate le basi

        utili per creare motori grafici in C ottimizzati

        come si deve no

        ?

        Motore grafico? Non te lo dà già l'hardware ormai?l'hardware non offre nulla del genere.Gli effetti vanno scritti a mano (Shader e tanta, tanta matematica che neanche nelle migliori facoltà universitarie ti danno), il processo di caricamento e manipolazione dei modelli idem, come idem tutti gli algoritmi per la generazioni di texture e strutture dati.E stiamo solo alla graficaGli hardware ti permettono di poter far fare delle cose alle schede e quindi far andare i giochi più veloci (e sfruttare questa velocità per migliorare gli effetti)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma questa è solo la parte grafica
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Un corso serio dove vengono spiegate le basi


          utili per creare motori grafici in C
          ottimizzati


          come si deve no


          ?



          Motore grafico? Non te lo dà già l'hardware
          ormai?
          l'hardware non offre nulla del genere.
          Gli effetti vanno scritti a mano (Shader e tanta,
          tanta matematica che neanche nelle migliori
          facoltà universitarie ti danno), il processo di
          caricamento e manipolazione dei modelli idem,
          come idem tutti gli algoritmi per la generazioni
          di texture e strutture
          dati.
          E stiamo solo alla grafica
          Gli hardware ti permettono di poter far fare
          delle cose alle schede e quindi far andare i
          giochi più veloci (e sfruttare questa velocità
          per migliorare gli
          effetti)La matematica che si usa è pratica, non c'è nessuno a vietarti di consultare libri e manuali se non ricordi una formula come costringono a fare nelle scuole ed università--ed infatti nessuno impara davvero la matematica grazie alla stupidità dei professori di pretendere a memoria le formule, poco importa per loro che sia chiaro il perchè quella formula esiste a chi la usa e che sappia a cosa serve e come si usa. D'altronde gli stessi professori e pseudoricercatori non hanno la più pallida idea di che prodotti si creano usano questa o quella formula, tutta gente che non ha mai lavorato davvero.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            poco importa per loro che sia chiaro
            il perchè quella formula esiste a chi la usa e
            che sappia a cosa serve e come si usa. In matematica se qualcosa è chiaro allora sai dimostrarlo o comunque ricavarlo.Se non sai farlo, significa che non hai ben capito.Le uniche cose che ti devi veramente ricordare a memoria sono gli assiomi (di solito molto pochi) e le definizioni, che sono concetti semplici facili da ricordare. Lo sforzo mnemonico potrebbe essere praticamente nullo rispetto a qualsiasi laurea umanistica, di giurisprudenza, biologia, medicina o analogo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            E allora vuol dire che molta gente la matematica proprio non la sa e non la capisce ergo chi l'ha spiegata a loro non la sapeva e/o capiva.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            E allora vuol dire che molta gente la matematica
            proprio non la sa e non la capisce Vero
            ergo chi l'ha
            spiegata a loro non la sapeva e/o
            capiva.Deduzione fallace
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma questa è solo la parte grafica
          Scusa, crederai mica che ogni volta che si programma un nuovo gioco si deve rifare tutto da 0 ??? :) Penso che, almeno ad oggi, sia molto più difficile fare una buona progettazione di base di COSA deve essere il gioco piuttosto che svilupparlo.
          • CoreDump scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:
            Scusa, crederai mica che ogni volta che si
            programma un nuovo gioco si deve rifare tutto da
            0 ??? :)Dipende da cosa vuoi fare, puoi utilizzare unodei tanti mototori grafici presenti sul mercato,oppure smazzarti a crearne uno nuovo :)

            Penso che, almeno ad oggi, sia molto più
            difficile fare una buona progettazione di base di
            COSA deve essere il gioco piuttosto che
            svilupparlo.Sicuramente oggi non basta solo "programmare"d'altronde basta vedere gli esorbitanti costidi produzione di un gioco di ultima generazionee da quanti elementi è composto il team, in ognicaso la "programmazione" alla fine rimane unaparte consistente del progetto finale ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questa è solo la parte grafica
      - Scritto da:
      Un corso serio dove vengono spiegate le basi
      utili per creare motori grafici in C ottimizzati
      come si deve no
      ?Libri.. un tempo c'erano. Ora però le cose sono più difficili, innanzitutto perchè per sviluppare un gioco occorre un team di persone con incarichi precisi, secondo.. ti trovi spesso ad utilizzare librerie sviluppate da altri per le quali occorre pagare licenze salate.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica


        Libri.. un tempo c'erano.Beh non li avranno mica messi all'indice no ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Un corso serio dove vengono spiegate le basi

        utili per creare motori grafici in C ottimizzati

        come si deve no

        ?

        Libri.. un tempo c'erano. Ora però le cose sono
        più difficili, innanzitutto perchè per sviluppare
        un gioco occorre un team di persone con incarichi
        precisi, secondo.. ti trovi spesso ad utilizzare
        librerie sviluppate da altri per le quali occorre
        pagare licenze
        salate.Mica vero. Leggiti John Carmack della ID Software nei suoi resoconti sullo sviluppo dei vari giochi. Lui e la sua squadra si sono dovuti negli anni studiare da zero cose come fisica, ottica che non conoscevano per usi specifici. Tipo, devono simulare un olio in 3D ? Si studiano tutta la fisica e chimica degli olii per simularlo. Idem per le altre cose. E se leggi richiede mesi e mesi di studio e tentativi spesso andati non a buon fine. Le librerie se li fanno da soli da zero per quasi tutto, specie dove si deve ottimizzare massicciamente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma questa è solo la parte grafica
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Un corso serio dove vengono spiegate le basi


          utili per creare motori grafici in C
          ottimizzati


          come si deve no


          ?



          Libri.. un tempo c'erano. Ora però le cose sono

          più difficili, innanzitutto perchè per
          sviluppare

          un gioco occorre un team di persone con
          incarichi

          precisi, secondo.. ti trovi spesso ad utilizzare

          librerie sviluppate da altri per le quali
          occorre

          pagare licenze

          salate.

          Mica vero. Leggiti John Carmack della ID Software
          nei suoi resoconti sullo sviluppo dei vari
          giochi. dove li trovo questi resoconti? grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma questa è solo la parte grafica
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Un corso serio dove vengono spiegate le basi



            utili per creare motori grafici in C

            ottimizzati



            come si deve no



            ?





            Libri.. un tempo c'erano. Ora però le cose
            sono


            più difficili, innanzitutto perchè per

            sviluppare


            un gioco occorre un team di persone con

            incarichi


            precisi, secondo.. ti trovi spesso ad
            utilizzare


            librerie sviluppate da altri per le quali

            occorre


            pagare licenze


            salate.



            Mica vero. Leggiti John Carmack della ID
            Software

            nei suoi resoconti sullo sviluppo dei vari

            giochi.

            dove li trovo questi resoconti? graziehttp://www.armadilloaerospace.com/n.x/johnc/Recent%20Updates
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Un corso serio dove vengono spiegate le basi

        utili per creare motori grafici in C ottimizzati

        come si deve no

        ?

        Libri.. un tempo c'erano.Se al tipo sopra interessa il motore 3D, potrebbedare un'occhiata ai testi sul Wild Magic.Il sito di riferimento è http://www.geometrictools.com/
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questa è solo la parte grafica
      - Scritto da:
      Un corso serio dove vengono spiegate le basi
      utili per creare motori grafici in C ottimizzati
      come si deve no
      ?In Italia ? E dove lo trovi ? In Italia i programmatori veri non esistono. Quelli che hanno potenzialità cercano di scappare all'estero, se non ce la fanno sono condannati a restar qui e non migliorarsi, non poter far carriera e programmare gestionali o progetti senza nè capo nè coda.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        brrr (ghost)(ghost)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica

        In Italia ? E dove lo trovi ?
        In Italia i programmatori veri non esistono.Beh, qualcuno c'è..
        Quelli che hanno potenzialità cercano di scappare
        all'estero, se non ce la fanno sono condannati a
        restar qui e non migliorarsi, non poter far
        carriera e programmare gestionali o progetti
        senza nè capo nè
        coda.Quanto hai ragione!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        "Un corso serio dove vengono spiegate le basiutili per creare motori grafici in C ottimizzati come si deve no?"Pensa che a Crema, avevano fatto un bellissimo corso sulla programmazione di videogiochi, è arrivata gente da tutta Italia...FEz
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica
        Nell ambito dei videogiochi di programmatori veri ce ne sono parecchi, i piu' avventurosi sono andati all estero a lavorare in sony activision ea crytek , hanno partecipato anche a giochi di gran calibro e con ruoli primari. Poi abbiamo anche un paio di elementi in Giappone :) . C'e' invece chi e' rimasto in Italia e ha trovato le condizioni economiche per vivere bene di questo lavoro senza emigrare. Tra l'altro a Salento c'e' un corso di videogiochi alla università, dlab aveva già fatto un paio di corsi 2 anni fa o giu di li con il gioco prodotto disponibile su sourceforge. All estero invece grandi aziende come sony prendono i laureandi in informatica gli fanno fare 1 anno di lavoro su giochi di grandissimo nome (in uk) questi si laureano e poi sono pronti. Esagerano a dire che sono i soli in questo articolo.. anzi è proprio una gran ca...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questa è solo la parte grafica
      - Scritto da:
      Un corso serio dove vengono spiegate le basi
      utili per creare motori grafici in C ottimizzati
      come si deve no
      ?e secondo te se ci fosse qualcuno che sapesse di cosa stai parlando ci organizzerebbe un corso?in italia tutto quello che è internet, videogiochi e siti web sono il frutto di grafici e designer (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma questa è solo la parte grafica

        in italia tutto quello che è internet,
        videogiochi e siti web sono il frutto di grafici
        e designer
        (rotfl)E si vede :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma questa è solo la parte grafica
      - Scritto da:
      Un corso serio dove vengono spiegate le basi
      utili per creare motori grafici in C ottimizzati
      come si deve no
      ?Oggi un videogioco, prendi per esempio l'ultimo Oblivion, è composto più o meno essenzialmente di queste componenti: - 20% AI, script-engine, fisica, gaming - 40% pixel shaders, vertex shaders, ottimizzazione pipeline - 40% modellazione 3dCome vedi la grafica 3d (modellazione) è molto importante, lo è sempre stato anche ai tempi di pacman o defender. Un gioco è quello che vedi, fondamentalmente è un cartone animato interattivo dove la grafica è fondamentale.Certamente la grafica non è nulla senza un ottima progettazione a tavolino del gaming, age of empires senza gaming sarebbe inutile.In questo momento stiamo attraversando un'ottima era per il videogaming, in praticolare stiamo tornando all'era in cui il programmatore e il grafico erano fratelli siamesi.Siamo nell'era del pixelshading, oggi la grafica 3d accelerata sta tornando ai bei vecchi tempi quando ogni singolo pixel era sotto il controllo del creatore/dio programmatore, dove il grafico e il programmatore spesso era intercambiabili.Oggi c'è tanto spazio per la nostra creatività, molto più di qualche anno fa, spero che gli "imprenditori" (mi si passi questa parolaccia) sappiano cogliere questa opportunità.
Chiudi i commenti