Un SMS batte il caro-benzina?

E il caro-gasolio, ma anche altri tipi di rincaro: il servizio si chiama Iadi e promette di segnalare i distributori più a buon mercato nelle vicinanze. Con la garanzia soddisfatti o rimborsati

Milano – Un SMS per risparmiare sul pieno di carburante. È la promessa del nuovo servizio Iadi (Immediate Advisor Data Information) legato al numero 48472: inviando un messaggio con la tipologia di carburante e la località di interesse, in pochi istanti si otterrà una lista con i quattro distributori meno cari.

“Se sapessimo sempre dove vengono praticati i prezzi migliori – afferma l’ing. De Vita, responsabile auto del Movimento dei consumatori presentando il servizio a Milano – potremmo risparmiare dai 35 ai 70 millesimi di euro al litro”, ossia anche 3,5 euro ogni 50 litri di carburante acquistato. Iadi promette informazioni in tempo reale sul distributore più conveniente, anche in autostrada, al costo di un SMS.

Il servizio è stato realizzato da Imin Holding , impresa che ha sede nel polo scientifico tecnologico lombardo di Busto Arsizio (Varese). La presentazione del Movimento Consumatori è stata legata all’acquisto di carburante, ma Iadi è stato pensato più genericamente “per conoscere il miglior prezzo di un prodotto, nella zona in cui ti trovi, per un effettivo risparmio o avere in tempo reale una serie d’informazioni su negozi aperti e servizi” (dal comunicato stampa pubblicato da Imin Holding).

“La prima regola di un mercato libero e concorrenziale – spiega De Vita – è che il consumatore sia informato. Le compagnie petrolifere consigliano ai distributori un prezzo, ma l’Antitrust ha stabilito che questo non debba essere esposto, insieme a quello effettivo praticato dal distributore”. La conseguenza è sotto gli occhi dei consumatori: come registrato domenica scorsa a Milano e riportato dalla presentazione, su una stessa strada (via Ripamonti), il prezzo della benzina verde praticato da un distributore era di 1,362 euro al litro, mentre a 500 metri di distanza un altro benzinaio ne chiedeva 1,28.

Su 24mila distributori presenti in Italia il Movimento dei Consumatori ha calcolato che solo 700 sono i virtuosi che riescono a tenere il prezzo effettivo al di sotto di quello consigliato dalla compagnia. Secondo quanto dichiarato dal documentatissimo De Vita, le ragioni dei rincari sono numerose: “i gestori autostradali chiedono sui loro tracciati royalties dai 5 agli 8 millesimi di euro; di notte si pagano fino 11 millesimi in più per il servizio del benzinaio e fino a 8 millesimi in più al self service; nelle località distanti dai depositi petroliferi si arriva dai 3 ai 25 millesimi in più; Molise, Campania e Liguria applicano accise regionali dagli 1,9 ai 3 millesimi e infine ci sono gli aumenti decisi dai singoli distributori che vanno dagli 8 ai 12 millesimi”.

L’idea, dunque, è che questo servizio stimoli la concorrenza. L’aggiornamento sui dati, dicono i promotori, è quotidiano ed è stata prevista anche una garanzia “soddisfatti o rimborsati”: qualora un utente trovi un’incongruenza tra il prezzo segnalato da Iadi e quello effettivamente pagato, Imin ha promesso che risarcirà la differenza.

D.B.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    BASTA!
    Da domani mi disferò del nokia n70 che mi era stato appioppato dal un gestore.Detto in modo spicciolo, il nokia non'è tutta sta boba che sento dire in giro, l'ericsson è un caxxo megio e non sto ad elencare i vari motivi, tranne la robustezza, le funzioni e la durata della batteria.Se i cinesi copiassero anche gli ericsson, sarei il primo ad acquistarne uno, ecco!(rotfl)Un paio di jeans dal costo di 10 comprati da cinesi, dunque di loro produzione, e oltre ad averli pagati una sciocchezza sono anche robustissimi!Prossimo PC.. cinese, è ovvio! ;)
  • Anonimo scrive:
    Vogliono mettere isemafori nella giungla
    Una storia ormai vecchia di 10 anni.QUANDO IL (_)(_) e' il tuo: " Il mercato e' una giungla, solo chi si adatta con flessibilita' puo' vincere le sfide globali!!"QUANDO IL (_)(_) e' il loro: "A questa giungla mancano semafori, rotonde, cartelli e divieti, ma sopratutto corsie preferenziali (le nostre)..."
  • Anonimo scrive:
    Accolto la richiesta di denuncia ?
    "un tribunale della capitale, due settimane fa, ha accolto la richiesta di denuncia.."Heee no no no, cosi' non va.Le cause legali rendono un paese produttore meno snello, flessibile e competitivo , ma sopratutto meno aperto alla sana concorrenza della societa' neoliberista (perche' clonare sara' si immorale, ma comunque e'sempre sana concorrenza neoliberista come rovinare famiglie, esistenze e professionalita' in nome del profitto). Strano che i manager nokia non lo sappiano! Pazienza: questi manager svedesi varranno presto sostituiti da cloni cinesi...tanto per quello che sanno fare...
  • Anonimo scrive:
    in cina taroccano tutto
    in cina taroccano tutto :-o
  • Anonimo scrive:
    Ma Nokia non era amica del pinguino...
    ...dell'open source e del copyleft?Mah, forse lo è solo per i software da incuccare nei suoi gingilli digitali (rotfl)
  • Wakko Warner scrive:
    Ma ricordo male io...
    ...oppure c'era anche la Nokia fra quelle aziende che avevano *minacciato* l'Unione Europea di sospendere gli investimenti che hanno qui (e quindi spostare ricchezza e conoscenza dall'Europa ad "altrove") nel caso non fossero passati i brevetti software? (newbie)Bé, cosa vogliono di più? I cinesi li hanno anticipati :D Ma di cosa si lamentano ora? Prima spostano tutto il know-how, le loro fabbriche, i loro investimenti in Cina, e poi si lamentano se i cinesi usano la conoscenza e la tecnologia che LORO gli hanno consegnato su un piatto d'argento per fare i propri interessi?Ben gli sta. Dovrebbe accadere qualcosa di simile a chiunque trasferisca il lavoro dall'Europa ad altri Paesi semplicemente perché qui il lavoro devono PAGARLO.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ricordo male io...
      Hai ragione, le aziende dovrebbero restare nei loro paesi a dare lavoro alla popolazione, poi pazienza se il prodotto finale sara' 5 volte piu' caro, innanzi tutto gente come te sara'certamente disponibile a pagare un prezzo piu' alto, e poi se proprio non basta e la merce rimane invenduta schiacciata dalla concorrenza asiatica, pazienza, avranno fatto una buona azione e che chiuda la fabbrica, meglio chiusa che in Cina e prospera e con filiali in tutto il mondo. :P
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ricordo male io...
        Signori cari, state facendo un pochino di confusione, quindi state sbagliando entrambi!Innanzitutto nella visione del mercato globale, è giusto che un'azienda apra le sue filiali nel mondo, non trascurando però il mercato del lavoro nel paese in cui è nata!Il problema della Cina, sono i prezzi competitivi che può offrire, ma questo è possibile perchè lo stato cinese, che lo ricordo ma è uno degli ultimi (finalmente!) paesi in cui regna la dittatura del partito comunista, ha adottato per alcune zone il capitalismo, il risultato?Persone (addirittura bimbi!) che lavorano con uno stipendio da FAME solo perchè lo decide il partito comunista, questa è la vera piaga, questo è il vero tumore della nostra società...Riflettete gente riflettete.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ricordo male io...
          Giusto!... Purtroppo hai detto una cosa sacrosanta, ecco perchè duplicano bene i cinesi tanto i bimbetti lavorano!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ricordo male io...

            Giusto!... Purtroppo hai detto una cosa
            sacrosanta, ecco perchè duplicano bene i cinesi
            tanto i bimbetti
            lavorano!mentre i bambini birmani schiavi (catturati con raid militari nei villaggi) di una dittatura militare filooccidentale si divertono e giustamente non se li caga nessuno, tanto la colpa é solo di hu jintaoe le multinazionali occidentali che danno le commesse ai birmani e ai cinesi sono pure come gigli, la colpa é solo dei comunistil'hanno poi aggiunta la voce coerenza su wikipedia ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ricordo male io...


            Giusto!... Purtroppo hai detto una cosa

            sacrosanta, ecco perchè duplicano bene i cinesi

            tanto i bimbetti

            lavorano!

            mentre i bambini birmani schiavi (catturati con
            raid militari nei villaggi) di una dittatura
            militare filooccidentale si divertono e
            giustamente non se li caga nessuno, tanto la
            colpa é solo di hu
            jintao

            e le multinazionali occidentali che danno le
            commesse ai birmani e ai cinesi sono pure come
            gigli, la colpa é solo dei
            comunistiE non dimenticare i bambini tailandesi a disposizione dei nostri cari turisti :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ricordo male io...

        Hai ragione, le aziende dovrebbero restare nei
        loro paesi a dare lavoro alla popolazione...io aggiungerei... a dar lavoro agli immigrati visto che i locali si sporcano troppo le manine a lavorare nelle fabbriche.Ho appena fatto una consulenza per una piccola fonderia del bresciano dove i lavoratori sono quasi tutti centroafricani. Lavoro duro ma assunti in regola e pagati anche benino. I titolari mi dicevano che in genere gli italiani durano tre giorni e poi tornano a farsi mantenere dalla mamma (attività di sicuro più riposante)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ricordo male io...
          - Scritto da:
          Ho appena fatto una consulenza per una piccola
          fonderia del bresciano dove i lavoratori sono
          quasi tutti centroafricani. Lavoro duro ma
          assunti in regola e pagati anche benino. I
          titolari mi dicevano che in genere gli italiani
          durano tre giorni e poi tornano a farsi mantenere
          dalla mamma (attività di sicuro più
          riposante)Forse durerebbero di più se la fonderia fosse dotata di attrezzature moderne e non pretendesse di fare a mano quel che può essere fatto a macchina. Ci gioco le palle che hanno ancora impianti da anni '70 e vedono gli investimenti come un inutile spreco di denaro, tanto ci sono gli extracomunitari.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ricordo male io...
            che cazzo ne sai del livello delle acciaierie te ? per sentito dire ?
    • mimmo70 scrive:
      Re: Ma ricordo male io...
      D'accordo con te!Aggiungo, ma perchè non aprono una filiale a Napoli almeno duplichiamo in Italia anzicchè in Cina!Sai? Il valore della patria è inestimabile...!Un napoletano.....!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ricordo male io...
        - Scritto da: mimmo70
        D'accordo con te!

        Aggiungo, ma perchè non aprono una filiale a
        Napoli almeno duplichiamo in Italia anzicchè in
        Cina!

        Sai? Il valore della patria è inestimabile...!

        Un napoletano.....!Perché li oltre a copiare sanno lavorare come pazzi, a Napoli e dintorni non mi sembra sia diffuso il lavorare duro
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ricordo male io...
          Non è diffuso anche perchè l'arte di arrangiarsi delle persone non fa valutare forme di sfruttamento che esistono.Per esperienza personale vissuta ti posso assicurare che c'e'. Un esempio: prova a lavorare in un negozio di informatica a 500000 lire/mese, anche di Domenica, per piu' di 8 ore al giorno. Parliamo del 1989/90.Ora con l'euro sono diventate 500euro. Aggiungo che ci sono aziende nel 'casertano' che hanno dipendenti donne a meno di 600euro/mensili, in ambito tessile per dirtene una.In vari livelli di mercato ci sono sfruttamenti diversi.Ma qua si entra in un altro discorso. Certo non è come la Cina ma comunque resta uno sfruttamento per il nostro modo di vedere la vita, in Italia.
  • Anonimo scrive:
    LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
    Nokia: buoni risultati nel primo trimestre 2003Martedì 22 Aprile 2003Il mese scorso Nokia aveva annunciato il licenziamento di 1.800 dipendenti della divisione infrastrutture, nel tentativo di contenere i costi e migliorare i risultati di questa divisione. La maggior parte dei licenziamenti verrà effettuata nel settore di RICERCA E SVILUPPO e in quello del marketing. Almeno 1.100 licenziamenti verranno effettuati in FINLANDIA e i rimanenti 700 saranno effettuati in altri paesi.ecc...e porc@te varieSpero che chiudano loro e tutti quelli come loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
      - Scritto da:
      ecc...e porc@te varie

      Spero che chiudano loro e tutti quelli come loro.Perche' licenziano? Credi che ci provino gusto?E se chiudono come ti auguri, non e' peggio? Se accadesse cosa speri, perderebbero tutti il posto.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO

        Perche' licenziano? non per non fallire, solo per far guadagnare di più gli azionisti
        Credi che ci provino gusto?no, credo solo che non gliene freghi nulla
        E se chiudono come ti auguri, non e' peggio? Se
        accadesse cosa speri, perderebbero tutti il
        posto.se sei nel mirino del racket e paghi il pizzo e guadagni la metà di quel che potresti non é meglio che chiudere ? e se spendi la metà comprando da un mafioso non é meglio ?molti pensano che limitare la propria crescita possa affamare i parassiti o quantomeno ridurne l'appetito
        • Anonimo scrive:
          Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
          - Scritto da:


          Perche' licenziano?

          non per non fallireMa che ne sai?
          solo per far guadagnare di
          più gli azionistiHai una visione un po' limitata delle gestioni aziendali, ma che te lo dico a fare.

          Credi che ci provino gusto?
          no, credo solo che non gliene freghi nullaEh il capitalista crudele, per il quale siamo tutti numeri...

          E se chiudono come ti auguri, non e' peggio? Se

          accadesse cosa speri, perderebbero tutti il

          posto.

          se sei nel mirino del racket e paghi il pizzo e
          guadagni la metà di quel che potresti non é
          meglio che chiudere ?C'entra nulla, non e' mica il caso della Nokia.e se spendi la metà
          comprando da un mafioso non é meglio
          ?C'entra nulla, non e' mica il caso della Nokia.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Perche' licenziano?



            non per non fallire

            Ma che ne sai?

            solo per far guadagnare di

            più gli azionisti

            Hai una visione un po' limitata delle gestioni
            aziendali, ma che te lo dico a
            fare.
            Anche la tua: il licenziamento è la scorciatoia dei manager, soprattutto di quelli incapaci
          • Anonimo scrive:
            Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:






            Perche' licenziano?





            non per non fallire



            Ma che ne sai?


            solo per far guadagnare di


            più gli azionisti



            Hai una visione un po' limitata delle gestioni

            aziendali, ma che te lo dico a

            fare.



            Anche la tuaPer forza, non l'ho mai espressa.
            il licenziamento è la scorciatoia
            dei manager, soprattutto di quelli
            incapaciProbabilmente ci dici questo perche' tu saresti piu' bravo, il che non e' da escludere, pero' detta cosi' non ha molta forza, perche' e' una posizione un po' troppo radicale e generica e bisogna davvero esserci in certi ruoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
            - Scritto da:

            il licenziamento è la scorciatoia

            dei manager, soprattutto di quelli

            incapaci

            Probabilmente ci dici questo perche' tu saresti
            piu' bravo, il che non e' da escludere, pero'
            detta cosi' non ha molta forza, perche' e' una
            posizione un po' troppo radicale e generica e
            bisogna davvero esserci in certi
            ruoli.
            O non esserci per essersi rifiutati di fare certe cose. Ti posso assicurare che prendersi il rischio di innovare non è per la maggioranza dei dirigenti italiani (almeno per quelli che conosco io). E quelli che ci provano vengono ostacolati in tutti i modi da chi preferisce opzioni senza rischio come la delocalizzazione. C'è una considerazione morale da fare: perchè si dovrebbe pagare di più della media qualcuno che sa fare solo cose nella media? Perchè spostare la produzione lo sa fare anche anche l'impiegatuccio di mezza tacca dell'UCAS. Da chi riceve stipendi strato ci si aspetta risultati eccezionali, non banali ricette alla portata di tutti.
          • Anonimo scrive:
            Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Perche' licenziano?



            non per non fallire

            Ma che ne sai?informami te con esempi

            solo per far guadagnare di

            più gli azionisti

            Hai una visione un po' limitata delle gestioni
            aziendali, ma che te lo dico a
            fare.ti prego maestro, amplia i miei orizzonti ma con pareri motivati ed esempi concreti


            Credi che ci provino gusto?


            no, credo solo che non gliene freghi nulla

            Eh il capitalista crudele, per il quale siamo
            tutti
            numeri...eh le grandi imprese che se guadagnano loro ci guadagnamo tutti, e i saggi managers che salvano le imprese come il capitano la sua nave ...ognuno vive dei propri mitiquante scelte manageriali prive di intrecci politici decisive per il successo di un'azienda (non la scoperta di un nuovo prodotto o il suo lancio o una killer application, una scelta gestionale o amministrativa) vengono effettuate dai managers ?io ne conosco pochi: le linee di prodotto della apple (benchè non sia uno sfegatato sostenitore della piattaforma da loro prodotta)la forma consociativa e produttiva delle aziende ottiche effettuata da del vecchiola scelta java di sunla svolta OS di IBMe gli altri managers che fanno oltre a licenziare ed esternalizzare ?
      • Anonimo scrive:
        Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO

        Perche' licenziano?Più utili annuali = più bonus share per i manager.
        • Anonimo scrive:
          Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
          - Scritto da:


          Perche' licenziano?

          Più utili annuali = più bonus share per i manager.Intendevo: sdavvero speri che si meritano di chiudere dato che licenziano?Cosi' finiscono a casa tutti, non mi pare una soluzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
      - Scritto da:
      Nokia: buoni risultati nel primo trimestre 2003

      Martedì 22 Aprile 2003


      Il mese scorso Nokia aveva annunciato il
      licenziamento di 1.800 dipendenti della divisione
      infrastrutture, nel tentativo di contenere i
      costi e migliorare i risultati di questa
      divisione. La maggior parte dei licenziamenti
      verrà effettuata nel settore di RICERCA E
      SVILUPPO e in quello del marketing. Almeno 1.100
      licenziamenti verranno effettuati in FINLANDIA e
      i rimanenti 700 saranno effettuati in altri
      paesi.

      ecc...e porc@te varie

      Spero che chiudano loro e tutti quelli come loro.Ah chiaro, l'azienda è pubblica quindi devono fare beneficenza?
      • Anonimo scrive:
        Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO

        Ah chiaro, l'azienda è pubblica quindi devono
        fare
        beneficenza?no ma anche le aziende dovrebbero avere una responsabilità sociale (al limite impostagli dalle leggi)perchè non si risana mai riducendi i dividendi ?perchè non si risana mai licenziando i managers ?perchè non si risana mai riducendo quella pubblicità che non serve a consolidare o aumentare la propria quota di mercato (es: sponsorizzazioni sportive, organizzazione eventi) ma solo a creare consenso a favore dei propri lobbisti?perchè non si usa il lavoro estero a basso costo per ampliare la produzione e soddisfare la parte transiente e non consolidata della domanda e crescere in maniera stabile e graduale senza ingrandirsi subito ed esporsi in borsa anzichè come sostituto del lavoro interno ?dall'assistenzialismo ad oltranza alla predazione ci sono tante vie di mezzo, al limite anche il fordismo che non é certo una soluzione comunista
        • Anonimo scrive:
          Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
          - Scritto da:


          Ah chiaro, l'azienda è pubblica quindi devono

          fare

          beneficenza?

          no ma anche le aziende dovrebbero avere una
          responsabilità sociale (al limite impostagli
          dalle leggi)Fantasie.
          perchè non si risana mai riducendi i dividendi ?Perche' le aziende lascerebbero il paese subito, impoverendolo del tutto.
          perchè non si risana mai licenziando i managers ?Succede. Ma non fa notizia come 1.000 persone, giustamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
        Ho l'impressione che le aziende anzichè investire nel migliorare i processi produttivi per ridurre i costi (cosa che richiederebbe investimenti) preferiscano la via più breve della delocalizzazione.A breve questo da vantaggi (riduzione costi ecc)...alla lunga però verranno le magagne: insegnamo a farci concorrenza.La stessa cosa è successa negli anni 60-70 con i giapponesi: copiavano e miglioravano.Solo che i cinesi sono molti di più...ed hanno anche un partito che fomenta la "rivalsa" verso l'occidente...L'unica speranza è che anche loro, prima o poi, dovranno rendersi conto delle condizioni di lavoro in cui operano...
        • Anonimo scrive:
          Re: LA LEGGE DEL CONTRAPASSO
          - Scritto da:
          L'unica speranza è che anche loro, prima o poi,
          dovranno rendersi conto delle condizioni di
          lavoro in cui
          operano...Ma a quel punto le condizioni da noi saranno regredite quasi altrettanto e le fabbriche saranno da loro. Si può vederla come un livellamento, dal quale scaturirà nuovo sviluppo dopo che ci saremo incontrati a mezza strada. Cioè regresssione per noi per un altra trentina d'anni e poi l'incontro. Peccato che mancando da loro la libertà, vedo difficile aspettarsi l'incontro a mezza strada. Sarà più facile che continuiamo a regredire noi per incontrarci con loro al loro attuale livello, 10% ricchi, 30% schiavi, 60% poveri.
  • Anonimo scrive:
    Per quel che sò...
    ...il 95% degli cellulari Nokia "autentici" viene prodotto proprio lì, in quel di Shenzen.A questo punto, la comparsa di Nokia "tarocchati" è semplicemente il prezzo da pagare per ottenere costi di produzione più bassi (e profitti più alti).There's no such thing as a free lunch.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quel che sò...
      - Scritto da:
      ...il 95% degli cellulari Nokia "autentici" viene
      prodotto proprio lì, in quel di
      Shenzen.
      A questo punto, la comparsa di Nokia "tarocchati"
      è semplicemente il prezzo da pagare per ottenere
      costi di produzione più bassi (e profitti più
      alti).E quindi quelli della Nokia devo applaudire? O abbozzare? O consolarsi con queste profonde considerazioni? Suvvia, un po' di senso critico.Verrebbero clonati anche se fossero prodotti in un altro paese, tanto vale farli in Cina.
      • Anonimo scrive:
        Re: Per quel che sò...

        Verrebbero clonati anche se fossero prodotti in
        un altro paese, tanto vale farli in
        Cina.non so se mettere su un impianto ex novo solo per i tarocchi (roba ad altissima tecnologia) consentirebbe un ritorno dell'investimento in tempi ragionevoli, nè se in tal caso i prezzi dei tarocchi sarebbero bassi come adesso, di certo così é molto più facile e conveniente
        • Anonimo scrive:
          Re: Per quel che sò...
          - Scritto da:


          Verrebbero clonati anche se fossero prodotti in

          un altro paese, tanto vale farli in

          Cina.

          non so se mettere su un impianto ex novo solo per
          i tarocchi (roba ad altissima tecnologia)Guarda che lo fanno gia', hai idea cosa sia risparmiare miliardi in pubblicita' e produrre cose che si vendono da sole?
    • Anonimo scrive:
      Re: Per quel che sò...
      - Scritto da:
      ...il 95% degli cellulari Nokia "autentici" viene
      prodotto proprio lì, in quel di
      Shenzen.

      A questo punto, la comparsa di Nokia "tarocchati"
      è semplicemente il prezzo da pagare per ottenere
      costi di produzione più bassi (e profitti più
      alti).

      There's no such thing as a free lunch.beh, allora non sai un ca**o.
  • Anonimo scrive:
    Chi è causa del suo mal...
    Ma guarda un po': noi facciamo produrre tutto ai cinesi, perché alle aziende occidentali far fare lì un paio di scarpe costa 1 euro e poi le rivendono a 180. E poi ci lamentiamo se "copiano" i prodotti? Non è che copiano... semplicemente, una parte di quelli che producono per conto delle aziende occidentali se li tengono! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è causa del suo mal...
      Ovvio che è così: da loro non possono mica sperare di tirare avanti vendendo qualche paio di scarpe al mese a cifre assurde. Ma vendendone migliaia a prezzo di costo si
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è causa del suo mal...
        - Scritto da:
        Ovvio che è così: da loro non possono mica
        sperare di tirare avanti vendendo qualche paio di
        scarpe al mese a cifre assurde.Come no? Ci sono 110 milioni di persone in Cina che hanno il tenore di vita dei tedeschi, c'e' un mercato enorme dei beni di lusso e di marca, grande due volte l'Italia. Vendono, vendono, anche poche paia di scarpe a cifre allucinanti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è causa del suo mal...
      - Scritto da:
      Ma guarda un po': noi facciamo produrre tutto ai
      cinesi, perché alle aziende occidentali far fare
      lì un paio di scarpe costa 1 euro e poi le
      rivendono a 180. E poi ci lamentiamo se "copiano"
      i prodotti? Non è che copiano... semplicemente,
      una parte di quelli che producono per conto delle
      aziende occidentali se li tengono!
      ;)Eh, che brave persone questi criminali contraffattori cinesi. Non è che copiano, si tengono solo una parte della produzione. Bene allora, ottimo non trovi?Direi che a noi non resta che abllare di gioia e applaudire tanto acume ed iniziativa, soddisfatti che ci siano i buoni capitalisti truffatori cinesi a punire i cattivi capitalisti occidentali.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è causa del suo mal...

        Direi che a noi non resta che abllare di gioia e
        applaudire tanto acume ed iniziativa, soddisfatti
        che ci siano i buoni capitalisti truffatori
        cinesi a punire i cattivi capitalisti
        occidentali.forse basterebbe che i buoni governi occidentali pensassero alla sopravvivenza dei propri cittadini e non solo alla competitività delle proprie industrie e che i cittadini anzichè marciare compatti dietro padana bandiera al grido di "dagli al cinese" si mettessero a reclamare i propri diritti
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi è causa del suo mal...

          forse basterebbe che i buoni governi occidentali
          pensassero alla sopravvivenza dei propri
          cittadini e non solo alla competitività delle
          proprie industrie e che i cittadini anzichè
          marciare compatti dietro padana bandiera al grido
          di "dagli al cinese" si mettessero a reclamare i
          propri
          dirittiE spronassero i governi a vietare le importazioni da paesi dove si violano i diritti umani, si inquina senza ritegno (non che qui non si faccia...guarda che è successo in puglia)...insomma che si premesse per fare una concorrenza sullo stesso piano e non a ridurre i diritti conquistati in anni dai lavoratori occidentali....
  • Anonimo scrive:
    Ma pensa...
    In Cina taroccano i cellulari...Ma cosa mi dici mai...Scoperta della giornata ! Domani scopriamo che taroccano le macchine...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma pensa...
      - Scritto da:
      In Cina taroccano i cellulari...
      Ma cosa mi dici mai...
      Scoperta della giornata ! Domani scopriamo che
      taroccano le
      macchine...Tra supporre e dimostrare, ci sta il saccente, che sempre a cose fatte, sapeva tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma pensa...
      Già hanno taroccato alcune ferrari!!! Come tempo fà scrissero sui giornali.
Chiudi i commenti