Un sorriso... stellare!

Non è una lightsaber, ma quasi

Roma – Se ci si fa caso, in ogni spot che presenta un nuovo spazzolino i vari figuranti scelti (dai denti bianchissimi) sono soliti utilizzarlo a secco, senza dentifricio, evitando scene che più che all’igiene orale fanno pensare all’idrofobia. Il dentifricio è una schiavitù dal sapore di mentolo cui tutti sono (o dovrebbero) essere soggetti. Liberarsene è possibile, grazie al Laser Toothbrush .

il gadget

No, non è una micro-lightsaber da borsetta. Il miracoloso aggeggio è uno spazzolino laser e non necessita di dentifricio. L’azione del raggio concentra i suoi effetti benefici sui denti, eliminando placca, tartaro e impurità senza danneggiare i denti e le gengive. Non solo: lo spazzolino laser promette di diminuirne la sensibilità, nonché di prevenire l’alito post pizza con tonno e cipolle, meglio nota come “baciamiprima”.

Il dispositivo costa circa 70 dollari ed è prodotto da Smart Miracles, un nome una garanzia. Certo, magari non aiuta a sembrare fighi come quelli delle pubblicità, ma un bel sorriso potrebbe essere un inizio.

Smart Micacles

(via Ubergizmo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • madigi48 scrive:
    Forse potremmo tutti informarci meglio!!
    Ancora una volta si scambia fischi per fiaschi, il DIRITTO D'AUTORE, è il compenso per il mio lavoro che produce musica per l'ascolto di tutti. Se nessuno paga che musica si pretende di ascoltare????Le cose che non vanno bisogna modificarle in meglio in modo che corrispondano ai diritti di.....chi ne ha diritto.La proposta che da tempo abbiamo avviato di un riconoscimento di una parte dei diritti d'autore agli esecutori per la corretta compilazione del "PROGRAMMA MUSICALE" o "borderò" è l'unica soluzione del problema. Le sanzioni da sole non basteranno mai, e la ripartizione analitica che, il precedente CDA della SIAE ha deciso di abolire va ripristinato con la decisione di ripartire le quote don individuate, alla promozione di attività di musica e spettacolo può essere determinante per la risoluzione delle problematiche sollevate dall'On. FILIPPI.Se questo è l'intento noi siamo pronti, ma il DIRITTO INTELLETTUALE se viene scambiato per tassa, sarà abolita anche la cultura in Italia e, Dio sà, se non ci sia bisogno invece di sostenerla sempre di più, SIAE o non SIAE.
    • Morpheus255 scrive:
      Re: Forse potremmo tutti informarci meglio!!
      il nocciolo della questione, come forse sai, è l'articolo 180 che già nel 2004, sempre la lega propose in un ordine del giorno di cambiare dalla formulazione attuale a:Art 180"L'attività di intermediario, comunque attuata, sotto ogni forma diretta o indiretta di intervento, mediazione, mandato, rappresentanza ed anche di cessione per l'esercizio dei diritti di rappresentazione, di esecuzione, di recitazione, di radiodiffusione ivi compresa la comunicazione al pubblico via satellite e di riproduzione meccanica e cinematografica di opere tutelate, è libera......"ripartizioni o altre proposte attengono all'organizzazione, allo Statuto, al regolamento etc etc della SIAE e dei suoi rappresentati.In tutto questo "il normale utente" non è chiamato ... anzi neppure questa proposta tiene in considerazione chi paga... e se fossero gli utilizzatori a stufarsi e smettessero di "consumare musica protetta"?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 dicembre 2008 11.01-----------------------------------------------------------
      • madigi48 scrive:
        Re: Forse potremmo tutti informarci meglio!!
        Legittimo.......solo, dove la si trova?
        • Morpheus255 scrive:
          Re: Forse potremmo tutti informarci meglio!!
          dove si trova cosa, la proposta ?Spiegati meglio, intanto ti lascio il link e il testo del ddlhttp://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Ddlpres&leg=15&id=210152Art. 1.(Modifiche al titolo V della legge22 aprile 1941, n. 633) 1. Alla legge 22 aprile 1941, n. 633, sono apportate le seguenti modifiche: a) allarticolo 180 sono apportate le seguenti modifiche: 1) al primo comma, le parole «è riservata in via esclusiva alla Società italiana autori ed editori (SIAE)» sono sostituite dalle seguenti: «è libera»; 2) al quarto comma, le parole: «La suddetta esclusività di poteri non pregiudica» sono sostituite dalle seguenti: «Resta in ogni caso salva»; 3) il settimo comma è sostituito dal seguente: «I proventi di cui al sesto comma, detratte le spese di riscossione, sono versati dalla SIAE agli aventi diritto entro un anno dalla riscossione»; b) allarticolo 180-bis sono apportate le seguenti modifiche: 1) al comma 1, in fine, le parole: «gli altri diritti connessi» sono sostituite dalle seguenti: «i diritti connessi»; 2) i commi 2 e 3 sono abrogati.
  • Morpheus255 scrive:
    Senatore si informi meglio
    Sul principio che si deve pensare alla fine del monopolio legale sono d'accordo ma quel Senatore della Lega ne sa davvero poco o è stato male informato.Questo ordine del giorno è dal 2004 che sta girando quando arriverà alla discussione?Il senatore della Lega dovrebbe informarsi in merito a molto di ciò che dice ma sopratutto in merito al presunto abuso di posizione dominante con l'applicazione di tariffe più alte (che è vero per altro). Sull'argomento si è già espresso l'Antitrust nel 1997 ..... ahi ahi ahi senatore, si informi.
  • Cristina scrive:
    SIAE
    Prima di avere 10-100-1000 SIAE, sarebbe meglio andare a "pulire" tutte le leggi e leggine al riguardo ANTICOSTITUZIONALI, SUCCHIATRICI E OFFENSIVE.Come è possibile, nel principio, pagare una tassa sui diritti d'autore sui cd-dvd vergini ? Chi è l'autore ? A chi e come vanno i soldi ? E se fossi io un'autrice di miei prodotti e che voglio tenere nel cassetto o regalare a qualcuno, perchè devo pagare non so cosa e a chi ? Perchè se regalo, devo spendere ? Perchè anche questo ente non si preoccupa se al cliente finale arrivano prezzi gonfiati ? E' giusto pagare le tasse, se sono giuste, altrimenti sono tangenti.
  • eheheh scrive:
    DOVE MANGIA UNO MANGERANNO IN TANTI
    ecco un'altra idea degna di un leghistache facciamo il parlamento differenziato?
  • bubu scrive:
    concorrenza
    C'è una cosa chiamata concorrenza, essa permette con un numero di partecipanti maggiore di uno di migliorare la qualità dei servizi e di abbassarne i prezzi. I magna magna se questa cosa verrà attuata saranno per lo meno più contenuti e più alla luce del sole, perchè io, artista, preferisco iscrivermi ad una società che fa tutto chiaro e tondo che ad una alla quale regalo praticamente i soldi.
    • pippo scrive:
      Re: concorrenza

      C'è una cosa chiamata concorrenza, essa permette
      con un numero di partecipanti maggiore di uno di
      migliorare la qualità dei servizi e di abbassarne
      i prezzi. I magna magna se questa cosa verrà
      attuata saranno per lo meno più contenuti e più
      alla luce del sole, perchè io, artista,
      preferisco iscrivermi ad una società che fa tutto
      chiaro e tondo che ad una alla quale regalo
      praticamente i
      soldi.Puoi già iscriverti a una qualsiasi società europea di raccolta diritti, se vuoi.
  • pippo scrive:
    "il borderò resta un nodo insoluto"
    Già visto che per chi lo compila è una GRANDE scocciatura...Quante volte l'ho riempito di nomi assolutamente INVENTATI :D
    • mak77 scrive:
      Re: "il borderò resta un nodo insoluto"
      - Scritto da: pippo
      Già visto che per chi lo compila è una GRANDE
      scocciatura...
      Quante volte l'ho riempito di nomi assolutamente
      INVENTATI
      :Deh, peccato che così hai ingrassato i soci siae...
      • pippo scrive:
        Re: "il borderò resta un nodo insoluto"


        Già visto che per chi lo compila è una GRANDE

        scocciatura...

        Quante volte l'ho riempito di nomi assolutamente

        INVENTATI

        :D

        eh, peccato che così hai ingrassato i soci siae...Si, perchè se mettevo gli autori veri, a chi credi che sarebbero finiti i soldi? :D
  • Shiba scrive:
    SIAE non sarà più la sola?
    SIAE È una sola.
  • jobb scrive:
    concordo
    concordo se prima magnava uno adesso devono magnare pure altri...non c e' limite allo schifo in italia...invece di fare fuori quell accolita di mangiaasbafo che facciamo in italia? creiamo altre siae...fantastico...ma ormai sono 15 anni che sono schifato dall italia nulla piu' mi meraviglia...in un mese aumento canone rai canone telecom(che non esistono in alcuna nazione europea e non si sa perche se siamo in europa noi lo dobbiamo subire) e pure altre siae...che dire se il buongiorno si vede dalla fine dell anno, per il 2009 ci si deve aspettare divieto di download su internet, pane e acqua e fustigazione sulla pubblica piazza per chi usa internet per piu' di 10 minuti al giorno.
    • MisterEmme scrive:
      Re: concordo
      ...in un mese aumento canone rai canone
      telecom(che non esistono in alcuna nazione
      europea e non si sa perche se siamo in europa noi
      lo dobbiamo subire) In Francia esistono entrambi.
  • Undertaker scrive:
    E le tasse sui CD?
    Dovrebbe essere il "giusto compenso" per gli autori le cui opere vengono copiate, ma come fanno a sapere a chi vanno poi i soldi ?La Siae é un altro carrozzone mangiasoldi.Rende soldi allo stato, quindi lo stato se ne frega e lascia che l'andazzo vada avanti cosí.Comunque derubare milioni di persone é pericoloso, rischiano davvero di fare la fine del topo.
    • Dupoint scrive:
      Re: E le tasse sui CD?
      prima o poi tanto sarà eliminato
    • Bastard Inside scrive:
      Re: E le tasse sui CD?
      - Scritto da: Undertaker
      Dovrebbe essere il "giusto compenso" per gli
      autori le cui opere vengono copiate, ma come
      fanno a sapere a chi vanno poi i soldi
      ?

      La Siae é un altro carrozzone mangiasoldi.
      Rende soldi allo stato, quindi lo stato se ne
      frega e lascia che l'andazzo vada avanti
      cosí.

      Comunque derubare milioni di persone é
      pericoloso, rischiano davvero di fare la fine del
      topo.In realtà l'inefficienza e ladraggine della SIAE costa allo stato in mancati introiti fiscali sui redditi (un qualsiasi peso morto come la SIAE rallenta inevitabilmente l'economia, oltre ad incoraggiare l'evasione) più di quanto gli frutti.
  • styx scrive:
    non e' una bella notizia
    Non lo e', xche si parla dia) duplicare i succhiasangue (si certo caleranno i soldi introitati dalla siae, ma poi finiranno in altri enti parenti)a.1) in realta' e' una finzione che esista solo la siae.. oltre che "autori&editori" ci sono altri enti succhiasangue gia ora, che hanno meno potere e visibilita', ma premono.b) non c'e' una parola nel limitare A PRESCINDERE il succhiasangue monopolista, ma solo nel pensare come cambiare la ripartizione delle entrate [cosa astrattamente non malvagia, ma fuori luogo]c) non mi ispira tantissimo l'idea di sprecare ispettori della finanza per leggere i bordero'd) l'idea di avere un "protettore" a livello europeo invece che (o dovrei scrivere 'OLTRE CHE' xche la siae non si fara' certo uccidere) in casa, mi da l'idea di un tormentatore ancora + grosso e + difficile da debellare
    • Ricky scrive:
      Re: non e' una bella notizia
      Gia' gia'...il problema non e' creare altri enti che DI BASE costano, quindi sono una nuova palla al piede, ma snellire quello che c'e'.la SIAE deve cambiare in un OGGETTO UTILE che sia trasparente in tutto e per tutto.I sistemi di calcolo e distribuzione del dovuto DEVONO essere esemplari.Ma e' mai possibile, qui in Italia, fare una cosa simile?Non credo...non ci riusciamo su cose ben piu' importanti figuriamoci qui.Intanto la SIAE deve restituire un sacco di soldi e togliere sti BOLLINI DEL CAVOLO, come gli e's tato COMANDATO dalla UE.Vediamo questi PALADINI DELLA LEGALITA' quanto ci mettono a rendersi LEGALI...
  • pizza margherita scrive:
    ma non c'era anche la SRESA
    che fine ha fatto?
  • Guybrush scrive:
    Sarebbe una bella notizia
    MAProviene dallo stesso governo che ci ha dato la URBANIProviene dallo stesso governo che ci ha dato la SCF...non so perche', ma penso che il prossimo cambio di biancheria lo comprero' dal fabbro, anziche' in merceria.GT
  • emmeesse scrive:
    Devo sentire la destra
    Fare proposte (Cassinelli in primis) vhe DOVREBBERO essere della sinistra.Questa notizia non fa null'altro che indicare il grado si decomposizione della sinistra italiana.Per fortuna del paese, arrivano lampi di intelligenza anche da QUESTA destra.Ma come siamo ridotti.
    • Andrea Botteghelz scrive:
      Re: Devo sentire la destra
      Purtroppo sembra che le cose stiano proprio così
    • Anonimo Cognonimo scrive:
      Re: Devo sentire la destra
      In Ita(g)lia non esiste la sinistra politica, bensì degli pseudo politici di sinistra; il tutto come previsto dal piano di rinascita democratica di Licio Gelli.
    • Bastard Inside scrive:
      Re: Devo sentire la destra
      Purtroppo, considerato che già odiavano i Leghisti prima, i post-democristi, abbondantemente collusi con la SIAE, che infestano ampiamente ambedue gli schieramenti, faranno di tutto per sabotare la proposta.
  • seee impossibil e scrive:
    non ci credo
    non ce la faranno mai.. lo spero ma sara' mooooolto difficile!!!!
  • Crudelia scrive:
    Se prima c' era un MAGNA MAGNA
    Adesso ci saranno più MAGNA MAGNA.L' itaGLIA è ormai un paese di MAGNA MAGNA dove chi MAGNA DI PIÙ VIENE PURE PREMIATO.
    • 01234 scrive:
      Re: Se prima c' era un MAGNA MAGNA
      un po' sono d'accordo: vero che magari questo spiacerà alla siae e quindi mi rende un po' contento, però l0'idea di avere 10, 100, 1000 siae non è che sia poi tanto consolatoria...
Chiudi i commenti