Un SSD cotto è un SSD eterno?

Una società asiatica sostiene di aver sviluppato una tecnologia potenzialmente in grado di donare una vita lunghissima ai drive basati su memoria a stato solido

Roma – Macronix , produttore di chip di memoria non volatile in quel di Taiwan, avrebbe individuato il “santo Graal” per i dischi SSD e altri supporti di storage basati su NAND Flash: basta un breve impulso di calore, dice la società, per estendere di qualche ordine di grandezza la vita utile dei chip di memoria.

Attesa alla sua prima presentazione pubblica durante il prossimo International Electron Devices Meeting (11 dicembre, San Francisco), la tecnologia di Macronix parrebbe dunque eliminare il tallone di Achille dello storage a stato solido, vale a dire la progressiva e irreversibile degradazione delle celle di memoria – e la loro conseguente inutilizzabilità – in seguito a un numero finito di cicli di lettura/scrittura.

I maggiori produttori di dischi SSD (Intel e Samsung in testa) tendono a mitigare il problema del degrado delle celle di memoria attraverso un processo noto come “wear leveling”, in cui la complessa elettronica del controller integrato nel disco si incarica di “spalmare” le scritture dei bit di dati su un numero maggiore di celle.

La tecnologia Macronix intende portare il wear leveling al pensionamento, e lo fa servendosi di un procedimento di “ri-cottura” dei chip NAND Flash capace di riportare questi ultimi a uno stato di perfetta funzionalità ai fini dell’archiviazione dati.

Che i chip “cotti” con intense quantità di calore (oltre 400 gradi centigradi) ritornino giovani e un fatto noto, ma il “miracolo” di Macronix consiste nell’aver integrato il procedimento localmente – cella per cella – con impulsi di calore da più di 800 gradi e della durata di qualche millisecondo.

Così facendo, sostiene la società taiwanese, la vita utile degli SSD passa dagli attuali 10mila cicli di lettura/scrittura ai 100 milioni sperimentati nei test. E si potrebbe andare anche oltre, suggerisce Macronix, visto che i test suddetti sono stati interrotti per questioni squisitamente temporali.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tex scrive:
    la pirateria conviene
    quando mai avrebbero fatto 1,5 milioni di dollari?Se li ottengono da tutti quelli che pescano, possono anche regalarli e aspettare che qualcuno li condivida. Denuncia,condanna e fatturato assicurato!
  • bubba scrive:
    spero che il cittadino Anwar Ogiste
    "spero" che il cittadino Anwar Ogiste possieda almeno una grossa industria, perche' se no gli unici soldi che vedranno gli estortori della Fava Works, saranno I PROPRI. Che escono. Per le salate parcelle degli avvocati e periti. :P
    • Allibito scrive:
      Re: spero che il cittadino Anwar Ogiste
      - Scritto da: bubba
      "spero" che il cittadino Anwar Ogiste possieda
      almeno una grossa industria, perche' se no gli
      unici soldi che vedranno gli estortori della Fava
      Works, saranno I PROPRI. Che escono. Per le
      salate parcelle degli avvocati e periti.
      :PAvrà sicuramente una casa non vendibile e un conto congelato, non è una bella situazione.
      • bubba scrive:
        Re: spero che il cittadino Anwar Ogiste
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: bubba

        "spero" che il cittadino Anwar Ogiste possieda

        almeno una grossa industria, perche' se no gli

        unici soldi che vedranno gli estortori della
        Fava

        Works, saranno I PROPRI. Che escono. Per le

        salate parcelle degli avvocati e periti.

        :P
        Avrà sicuramente una casa non vendibile e un
        conto congelato, non è una bella
        situazione.sempre se c'e' l'ha il conto (con dei soldi, intendo). e la casa di proprieta'.
  • Guybrush scrive:
    Rotflmao...
    ...d'altro canto che pretendeva? Ha firmato un contratto, ne ha accettato le clausole e adesso paga le conseguenze.La "firma" digitale inclusa non si può eliminare e consente di identificare il "primo condivisore".Se il tapiro era un pelino furbo poteva denunciarne il furto.
    • panda rossa scrive:
      Re: Rotflmao...
      - Scritto da: Guybrush
      ...d'altro canto che pretendeva? Ha firmato un
      contratto, ne ha accettato le clausole e adesso
      paga le
      conseguenze.La conseguenza piu' grave e' quella che adesso in quel posto di bigotti che per brevita' chiamiamo USA, sanno che quel tizio si guarda i XXXXX!
      La "firma" digitale inclusa non si può eliminare
      e consente di identificare il "primo
      condivisore".
      Se il tapiro era un pelino furbo poteva
      denunciarne il
      furto.Se il tizio era un pochino furbo, non avrebbe comprato un file a nome suo.
  • 123 scrive:
    scaricone XXXXXXXXX
    se le presa nel XXXX. i conti tornano.
Chiudi i commenti