Un sventola di ventilatore

È il moltiplicatore d'aria progettato da Sir Dyson. Più efficiente e meno esoso dal punto di vista energetico. Sciccherie che si pagano
È il moltiplicatore d'aria progettato da Sir Dyson. Più efficiente e meno esoso dal punto di vista energetico. Sciccherie che si pagano

L’ultima trovata di Sir James Dyson , il vulcanico inventore britannico che già aveva donato all’umanità l’ aspirapolvere ciclonico senza sacchetto, è un ventilatore senza pale .

Per oltre un secolo milioni di eliche hanno reso meno duri interi pomeriggi d’estate passati in ufficio, luoghi pubblici o semplici abitazioni: un dispendio energetico notevole che il Dyson Air Multiplier potrebbe abbattere significativamente. Ancora più della forma inconsueta e delle specifiche tecniche colpiscono i bassi consumi, inferiori del 98 per cento rispetto ai modelli convenzionali.

Dyson Air Multiplier

Più che un ventilatore si può definire, come suggerisce il nome, un moltiplicatore d’aria : questa viene catturata da una ventola posta nella base cilindrica dello strumento e poi sparata da una fessura larga 1,3 mm che corre lunga la linea circolare dell’anello superiore. In questo modo il getto viene “amplificato” di 15 volte , con un minimo dispendio di energia.

La struttura del Dyson Air Multiplier , prodotto esclusivamente nel Regno Unito, è stata interamente realizzata in acrylontride butadiene styrene , lo stesso materiale con cui sono composti i paraurti delle automobili. Intensità e inclinazione del flusso vengono regolati manualmente, come nei più classici ventilatori.

Altra differenza fondamentale dalle normali ventole è il prezzo , che varierà tra 210€ e 230€ per i modelli da 10 e 12 pollici .

Giorgio Pontico

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 10 2009
Link copiato negli appunti