Un telescopio per le minacce spaziali

La missione Sentinel lancerà nell'orbita di Venere un telescopio ad infrarossi per identificare i Near-Earth Object. Al costo di centinaia di milioni di dollari, la fondazione privata B612 pensa di essere pronta per il 2017
La missione Sentinel lancerà nell'orbita di Venere un telescopio ad infrarossi per identificare i Near-Earth Object. Al costo di centinaia di milioni di dollari, la fondazione privata B612 pensa di essere pronta per il 2017

Anno spaziale 2017. Il pianeta Terra avrà un’arma in più per combattere i più minacciosi corpi celesti. Un telescopio ad infrarossi chiamato Sentinel , costruito dalla fondazione statunitense B612 per la lotta agli asteroidi che potrebbero un giorno minacciare l’umanità.

Centinaia di milioni di dollari per il lancio di un telescopio all’interno del sistema solare, sull’orbita di Venere . Con un passaggio offerto dal razzo SpaceX Falcon 9 , Sentinel riuscirebbe a raggiungere un punto tra 0,6 e 0,8 volte la distanza tra la Terra e il Sole.

Per i primi 5 anni, il telescopio ideato dalla fondazione privata californiana dovrebbe riuscire ad identificare il 90 per cento degli asteroidi con diametro maggiore di 500 piedi (150 metri) . Oltre a raccogliere informazioni utili alla mappatura di asteroidi più piccoli, fino a 30 metri di larghezza.

Subito dopo il lancio, il telescopio Sentinel ricercherà tutti quegli oggetti spaziali più vicini all’orbita terrestre, per calcolare le possibilità di un impatto sul nostro pianeta. Stando alle stime offerte dai vertici della B612 Foundation , saranno 16mila gli oggetti identificati in un solo mese .

Il progetto della NASA Near-Earth Object è finora riuscito ad identificare 10mila oggetti spaziali e il 90 per cento degli asteroidi con diametro maggiore di 800 metri .

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

29 06 2012
Link copiato negli appunti