Un telescopio per le minacce spaziali

La missione Sentinel lancerà nell'orbita di Venere un telescopio ad infrarossi per identificare i Near-Earth Object. Al costo di centinaia di milioni di dollari, la fondazione privata B612 pensa di essere pronta per il 2017

Roma – Anno spaziale 2017. Il pianeta Terra avrà un’arma in più per combattere i più minacciosi corpi celesti. Un telescopio ad infrarossi chiamato Sentinel , costruito dalla fondazione statunitense B612 per la lotta agli asteroidi che potrebbero un giorno minacciare l’umanità.

Centinaia di milioni di dollari per il lancio di un telescopio all’interno del sistema solare, sull’orbita di Venere . Con un passaggio offerto dal razzo SpaceX Falcon 9 , Sentinel riuscirebbe a raggiungere un punto tra 0,6 e 0,8 volte la distanza tra la Terra e il Sole.

Per i primi 5 anni, il telescopio ideato dalla fondazione privata californiana dovrebbe riuscire ad identificare il 90 per cento degli asteroidi con diametro maggiore di 500 piedi (150 metri) . Oltre a raccogliere informazioni utili alla mappatura di asteroidi più piccoli, fino a 30 metri di larghezza.

Subito dopo il lancio, il telescopio Sentinel ricercherà tutti quegli oggetti spaziali più vicini all’orbita terrestre, per calcolare le possibilità di un impatto sul nostro pianeta. Stando alle stime offerte dai vertici della B612 Foundation , saranno 16mila gli oggetti identificati in un solo mese .

Il progetto della NASA Near-Earth Object è finora riuscito ad identificare 10mila oggetti spaziali e il 90 per cento degli asteroidi con diametro maggiore di 800 metri .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ephestione scrive:
    Rimasto a bocca asciutta per la present.
    ...azione.Il video faceva vedere mirabolanti acrobazie con parapendio, bici, cavo di scalata, e ancora bici... sì vabbé e quindi?I flussi video provenivano in diretta dai google glass indossati dagli atleti appositamente ingaggiati (all'inizio avevo capito che fossero dipendenti google con abilità speciali ed ho pensato "ammazza che bravi", poi Brin ha rivelato che erano praticamente degli stunt professionisti)... sì vabbè e allora? Sono piccole telecamere wireless.La realtà aumentata non era esistente, ok sicuramente ci sarà ed hanno voluto solo presentare il prodotto per creare un hype e soprattutto interesse da parte degli sviluppatori per invogliarli a comprare la preview superprezzata l'anno prossimo... ma se volevano fare le cose davvero per bene, mi dispiace ci mancavano le soubrette in topless :P
    • paoloholzl scrive:
      Re: Rimasto a bocca asciutta per la present.
      ...
      La realtà aumentata non era esistente, ok
      sicuramente ci sarà ed hanno voluto solo
      presentare il prodotto per creare un hype e
      soprattutto interesse da parte degli sviluppatori
      per invogliarli a comprare la preview
      superprezzata l'anno prossimo... ma se volevano
      fare le cose davvero per bene, mi dispiace ci
      mancavano le soubrette in toplessLa realtà aumentata c'era eccome, la ragazza stunt in realtà era una settantenne orribile, l'abbiamo vista bella e tonica (anche se con un po più di seno sarebbe stata meglio).E il lancio sembrava statunitense in realtà é stato fatto nel giardino di casa mia.Per le subrette in topless dobbiamo aspettare la versione 2.0.Ma resta sempre e comunque ROBA VECCHIA!Chi quarantenne non ricorda i famosi occhiali a raggi X dei giornaletti.:-)
      • Guybrush scrive:
        Re: Rimasto a bocca asciutta per la present.
        - Scritto da: paoloholzl
        ...

        La realtà aumentata non era esistente, ok

        sicuramente ci sarà ed hanno voluto solo

        presentare il prodotto per creare un hype e

        soprattutto interesse da parte degli
        sviluppatori

        per invogliarli a comprare la preview

        superprezzata l'anno prossimo... ma se volevano

        fare le cose davvero per bene, mi dispiace ci

        mancavano le soubrette in topless

        La realtà aumentata c'era eccome, la ragazza
        stunt in realtà era una settantenne orribile,
        l'abbiamo vista bella e tonica (anche se con un
        po più di seno sarebbe stata
        meglio).
        E il lancio sembrava statunitense in realtà é
        stato fatto nel giardino di casa
        mia.

        Per le subrette in topless dobbiamo aspettare la
        versione
        2.0.

        Ma resta sempre e comunque ROBA VECCHIA!
        Chi quarantenne non ricorda i famosi occhiali a
        raggi X dei
        giornaletti.

        :-)Gia', adesso c'è il monocolo hi-tech che trasforma il vicinO di scrivania in una soubrette in topless.GT
        • crumiro scrive:
          Re: Rimasto a bocca asciutta per la present.
          Hey! Questa è un'ottima funzionalità!
          • CiccioQuant aCiccia scrive:
            Re: Rimasto a bocca asciutta per la present.
            Veramente basta andare in spiaggia e trovi quelle vere, così eviti anche gli sguardi allibiti del vicino di scrivania ;)
    • Sempre lui scrive:
      Re: Rimasto a bocca asciutta per la present.

      La realtà aumentata non era esistente, Si, hai ragione, anche io sono rimasto perplesso, perché è stata una presentazione praticamente inutile, anche se molto enfatizzata.D'altra parte ho provato l'applicazione Goggles (per celluari) in modalità video e a mio parere ci siamo, se vai in giro anche con un normale 3G, senza nemmeno eccessivo consumo di banda, vedi che appaiono i focus in automatico e ti descrivono "alcuni" degli oggetti che vedi, ovviamente se risulta qualcosa di simile sulla rete.Mi sono chiesto perché non hanno presentato anche questo, se ho capito bene dall'inglese, le motivazioni ufficiali sono che alcune funzionalità era difficile mostrarle ... , mah !!! Forse in via sperimentale non sono ancora riusciti ad ottenere risultati accettabili però il display c'è e si vede, quindi qualche utilità dovrà pur avere.
Chiudi i commenti