Una fotocamera oculare

Strizzi l'occhio un paio di volte e scatti la foto

Le fotocamere e le videocamere ispirano milioni di designer al mondo, che guardano alla loro evoluzione come ad una vera rivoluzione del prodotto. Così, anche la designer americana Mimi Zou, laureata al Royal College of Art di Londra, ha pensato di offrire al settore tecnologico fotografico un suo personale spunto di rivoluzione dei dispositivi di puntamento. Come? Presentando al recente Show RCA 2012 un prototipo funzionante di Iris, una fotocamera compendiata nel solo obiettivo circolare.

iris

Il nome Iris non è casuale e indica sia il diaframma di una fotocamera sia l’iride dell’occhio. E mai nome fu scelto in modo così appropriato. Infatti questo concept fotografico non presenta pulsanti o ghiere sul dispositivo, in quanto viene comandato con il solo movimento dell’occhio. Ad una estremità, quindi, c’è il diaframma con l’obiettivo, mentre dall’estremità dell’utente c’è un display dotato di una tecnologia biometrica capace di riconoscere l’iride dell’utente e i movimenti dell’occhio.

In pratica per usare la fotocamera Iris l’utente deve dapprima registrare la sua firma oculare, permettendo al dispositivo di memorizzare le sue informazioni biometriche. Dopo questo passaggio, quando il dispositivo riconosce l’occhio dell’utente, carica alcune informazioni di base del suo profilo, come l’apertura, la sensibilità ISO e la risoluzione, insieme addirittura alle diottrie necessarie per compensare eventuali difetti di vista degli occhi dell’utente, permettendo così una migliore visione.

A questo punto, l’utilizzatore non deve far altro che puntare il cilindro verso l’immagine che vuole ritrarre e guardare all’interno del cilindro stesso attraverso il display. Tutto poi si comanda con il solo movimento degli occhi. Se l’utente strizza l’occhio, il dispositivo procede ad uno zoom in per ingrandire un particolare e, viceversa, se l’utente apre l’occhio il dispositivo procede ad uno zoom out per ritrarre magari il paesaggio nella sua interezza.

Lo scatto avviene quando l’utilizzatore chiude le palpebre per due volte di seguito. L’immagine così acquisita, poi, potrebbe essere conservata mediante storage remoto o condivisa in un social network grazie ad una connessione WiFi, mentre in assenza di connettività, ci sarebbe comunque una scheda SD a fungere come periferica di immagazzinamento dati.

Inoltre, la tecnologia biometrica potrebbe avere anche una funzionalità sui soggetti fotografati. Infatti, registrando le informazioni dell’iride di ciascuno dei protagonisti delle foto, è possibile permettere al dispositivo di riconoscere i ritratti e i volti delle persone, facendo comparire in automatico i loro nomi accanto ad ogni volto.

Mimi Zou si sta dando un gran da fare per mettersi in contatto con i produttori delle tecnologie necessarie per trasformare Iris in realtà e fare in modo che chiunque nel giro di pochi anni diventi fotografo con il solo battere delle ciglia. Una magia degna di Jeannie, la protagonista di Strega per amore .

(via Slashgear )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • germanux scrive:
    solo fumo
    solo chiacchere........per vedere i video dei consigli devi avere media player......
  • Pietro Pilolli scrive:
    speriamo che qualcosa cambi
    Speriamo che questa legge porti bene. In Puglia qualcosa si è mosso, qui sembra che abbiamo difficoltà persino ad avere rinnovati i progetti. Mi approfitto per pubblicizzare una distro open source per la didattica promossa a Trento chiaramente open source http://wiildos.wikispaces.com
  • francesco defilippo scrive:
    opensource nella PA
    Opensource non significa gratis. OS è garanzia di libertà, sicurezza e futuro: Libertà nella scelta, sicurezza nei termini dei sorgenti alla portata di tutti, un futuro garantito dalla documentazione sui formati. Questo in breve signfica OpenSource.
    • Magutt scrive:
      Re: opensource nella PA
      Bla, bla, bla, bla, bla....In Italia significa solo GRATIS! ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 luglio 2012 23.51-----------------------------------------------------------
      • roberto dei tos scrive:
        Re: opensource nella PA
        in italia open source non significa solo gratis! per dirne una capita spesso che alcuni software debbano essere personalizzati. allora un programmatore (pagato) può prendere il codice (libero) e modificarlo. con il software proprietario questo sarebbe molto più costoso se non impossibile.
        • Magutt scrive:
          Re: opensource nella PA
          Tu ti occupi di software open-source?Ci racconti come hai convinto l'azienda a sposare tale filosofia?
  • Magutt scrive:
    Mi fido solo perchè è il Trentino
    Non credo che nella PA... italiana... l'opensource porterà vantaggi in termini di costi.Intorno alla PA circolano quasi sempre (per non dire sempre) le peggiori aziende di informatica (informatica si fa per dire) che divorano milioni di euro. Quello che verrà risparmiato dalle licenze del software chiuso, non finirà nelle casse della PA, ma direttamente nelle tasche di pseudo-aziende informatiche che oltre ad essere voraci con le PA, continueranno ad esserlo con i propri consulenti a progetto.La vittoria dell'opensource in termini di costi, sarà tale solo quando entrerà nelle aziende private.
    • Nomignolo scrive:
      Re: Mi fido solo perchè è il Trentino
      E fai molto male a fidarti, perché non sai cosa c'è sotto anche lì!Per il resto quoto in toto il tuo discorso: "La vittoria dell'opensource in termini di costi, sarà tale solo quando entrerà nelle aziende private."- Scritto da: Magutt
      Non credo che nella PA... italiana...
      l'opensource porterà vantaggi in termini di
      costi.
      Intorno alla PA circolano quasi sempre (per non
      dire sempre) le peggiori aziende di informatica
      (informatica si fa per dire) che divorano milioni
      di euro. Quello che verrà risparmiato dalle
      licenze del software chiuso, non finirà nelle
      casse della PA, ma direttamente nelle tasche di
      pseudo-aziende informatiche che oltre ad essere
      voraci con le PA, continueranno ad esserlo con i
      propri consulenti a
      progetto.
      La vittoria dell'opensource in termini di costi,
      sarà tale solo quando entrerà nelle aziende
      private.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Mi fido solo perchè è il Trentino
      - Scritto da: Magutt
      Non credo che nella PA... italiana...
      l'opensource porterà vantaggi in termini di
      costi.
      Intorno alla PA circolano quasi sempre (per non
      dire sempre) le peggiori aziende di informatica
      (informatica si fa per dire) che divorano milioni
      di euro. Quello che verrà risparmiato dalle
      licenze del software chiuso, non finirà nelle
      casse della PA, ma direttamente nelle tasche di
      pseudo-aziende informatiche che oltre ad essere
      voraci con le PA, continueranno ad esserlo con i
      propri consulenti a
      progetto.
      La vittoria dell'opensource in termini di costi,
      sarà tale solo quando entrerà nelle aziende
      private.Ragionando così non ne usciremo mai. Quello che dici può essere vero in una certa misura, ma la mentalità in Italia è sempre questa: siccome una cosa porta problemi, non la facciamo. E' la mentalità che ci ha rovinato: siccome la gente non paga le tasse, non è che cerchiamo di fargliele pagare, le aumentiamo a chi già le paga.Ma dando i soldi a Microsoft non risolviamo niente, meglio tenerli in Italia e darli a aziende italiane, no? Tanto le stesse aziende devi comunque pagarle per manutenere sistemi Microsoft. E poi iniziare a demolire i clientelismi e scegliere le aziende sulla base delle reali competenze tecniche e con gare d'appalto.Infine c'è un principio sacrosanto secondo me: una PA non deve obbligare i cittadini ad acqusitare un prodotto per fruire della propria documentazione. L'obbligo di utilizzo di formati aperti è per me ancora più importante. Possono produrli con software free o a pagamento, open o closed, ma l'importante è che non costringano i cittadini a acquistare software a pagamento per fruirne, oppure l'utilizzo di determinati sistemi operativi, vedi la Rai che distribuisce i suoi contenuti con Silverlight, e io (che pure pago il canone) non posso usufruirne. Mi pare ingiusto. Che inizino a distribuire tutto in open document, dunque!
      • Magutt scrive:
        Re: Mi fido solo perchè è il Trentino
        Per me il compito esclusivo della PA è di fornire servizi efficienti al cittadino, possibilmente contenendo le spese.Se l'efficienza e la riduzione delle spese passa (sicuramente?) attraverso l'open source, W l'open-source, diversamente è solo una presa un giro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 agosto 2012 14.55-----------------------------------------------------------
  • ninjaverde scrive:
    Riduculus
    Non è ridicolo il merito della questione, ma è ridicolo che sia la politica a prendere decisioni tecniche.Purtroppo le cose vanno così.Poi non si sa bene se le amministrazioni pubbliche, grazie all'open avranno degli sviluppatori al loro interno o se continueranno a rivolgersi a terzi per implementare o per risolvere i loro problemi tecnici informatici.Poichè non è tanto il fatto dell'open che dovrebbe far risparmiare sul costo delle licenze, ma il vero vantaggio sarebbe proprio rendere indipendenti le amministrazioni sul piano dello sviluppo del software.Del resto sappiamo che gli enti pubblici sono rindondanti di personale, quindi perchè non assumere o utilizzare personale per manutenzione e sviluppo della parte informatica, richiedendo solo eccezionalmente l'intervento di terze parti?Se si perde questa opzione, credo che l'open non serva allo scopo, e rimanga una delle scelte, tipiche italiane, fatte a metà.
    • panda rossa scrive:
      Re: Riduculus
      - Scritto da: ninjaverde
      Non è ridicolo il merito della questione, ma è
      ridicolo che sia la politica a prendere decisioni
      tecniche.La politica legifera.Non e' mica la prima volta che si legifera su argomenti tecnici.Pensa un po' a tutte le leggi che regolamentano l'edilizia, o la tolleranza di certi materiali...La politica semplicemente ritiene che si debba regolamentare un certo settore tecnico per evitare abusi.Poi demanda a consulenti tecnici i numeri da tradurre in legge.
      Purtroppo le cose vanno così.
      Poi non si sa bene se le amministrazioni
      pubbliche, grazie all'open avranno degli
      sviluppatori al loro interno o se continueranno a
      rivolgersi a terzi per implementare o per
      risolvere i loro problemi tecnici
      informatici.L'importante e' che non si rivolgano piu' a M$.
      Poichè non è tanto il fatto dell'open che
      dovrebbe far risparmiare sul costo delle licenze,
      ma il vero vantaggio sarebbe proprio rendere
      indipendenti le amministrazioni sul piano dello
      sviluppo del software.Le amministrazioni sono indipendenti.Semplicemente la legge dice che e' VIETATO buttare soldi in licenze sw.
      Del resto sappiamo che gli enti pubblici sono
      rindondanti di personale, quindi perchè non
      assumere o utilizzare personale per manutenzione
      e sviluppo della parte informatica, richiedendo
      solo eccezionalmente l'intervento di terze
      parti?Il personale degli enti pubblici e' qualificato solo per due mansioni: strisciare il cartellino (ne possono strisciare anche 20 in meno di un minuto) e restare 8 ore seduti imperturbabili in una stanza con decine di telefoni che suonano a vuoto.Queste due cose le sanno fare benissimo.Sono incapaci a fare qualunque altra cosa.
      • shevathas scrive:
        Re: Riduculus


        La politica legifera.
        Non e' mica la prima volta che si legifera su
        argomenti
        tecnici.in quei casi generalmente la legge fissa i principi generali e lascia i dettagli a regolamenti tecnici scritti, si spera, da tecnici competenti.

        rivolgersi a terzi per implementare o per

        risolvere i loro problemi tecnici

        informatici.

        L'importante e' che non si rivolgano piu' a M$.


        Poichè non è tanto il fatto dell'open che

        dovrebbe far risparmiare sul costo delle
        licenze,

        ma il vero vantaggio sarebbe proprio rendere

        indipendenti le amministrazioni sul piano
        dello

        sviluppo del software.

        Le amministrazioni sono indipendenti.
        Semplicemente la legge dice che e' VIETATO
        buttare soldi in licenze
        sw.
        se fosse scritto questo sarebbe una legge cretina e demenziale. Visto che in molti ambiti alternative OS o non esistono oppure non hanno un livello di maturità e affidabilità comparabile con le controparti closed.

        Del resto sappiamo che gli enti pubblici sono

        rindondanti di personale, quindi perchè non

        assumere o utilizzare personale per
        manutenzione

        e sviluppo della parte informatica,
        richiedendo

        solo eccezionalmente l'intervento di terze

        parti?
        perchè un ente pubblico dovrebbe occuparsi di amministrare la cosa pubblica invece di fare da software house. Per risolvere il problema delle auto blu sarebbe intelligente acquisire, da marchionne, pomigliano e produrre le auto per la PA in quella fabbrica ?
        Il personale degli enti pubblici e' qualificato
        solo per due mansioni: strisciare il cartellino
        (ne possono strisciare anche 20 in meno di un
        minuto) e restare 8 ore seduti imperturbabili in
        una stanza con decine di telefoni che suonano a
        vuoto.
        tutti sistemisti. :)
        Queste due cose le sanno fare benissimo.
        Sono incapaci a fare qualunque altra cosa.già, non sono sistemisti. Non trollano su PI.
        • ninjaverde scrive:
          Re: Riduculus

          perchè un ente pubblico dovrebbe occuparsi di
          amministrare la cosa pubblica invece di fare da
          software house. Per risolvere il problema delle
          auto blu sarebbe intelligente acquisire, da
          marchionne, pomigliano e produrre le auto per la
          PA in quella fabbrica
          ?C'è una via di mezzo, sicuramente gli SO e software molto "pesanti" vanno sviluppati dalle software house. Ma proprio come le auto c'è chi le costruisce e ci sono anche i meccanici.... che se non trovano il cofano sigillato ci mettono le mani e cambiano i pezzi.E credo proprio che se vi è da sviluppare un software non troppo impegnativo lo possano fare anche degli impiegati tecnici di stato o regione senza creare appalti o convenzioni speciali, idem la manutenzione ordinaria.
          • shevathas scrive:
            Re: Riduculus


            C'è una via di mezzo, sicuramente gli SO e
            software molto "pesanti" vanno sviluppati dalle
            software house. Ma proprio come le auto c'è chi
            le costruisce e ci sono anche i meccanici.... che
            se non trovano il cofano sigillato ci mettono le
            mani e cambiano i
            pezzi.ovviamente. Come è ovvio che ci sono lavori che puoi lasciare al meccanico, ad esempio cambiare il filtro dell'olio, e lavori che invece è meglio che rimangano alla casa madre. Ad esempio la programmazione delle centraline del motore.
            E credo proprio che se vi è da sviluppare un
            software non troppo impegnativo lo possano fare
            anche degli impiegati tecnici di stato o regione
            senza creare appalti o convenzioni speciali, idem
            la manutenzione
            ordinaria.il discriminante dovrebbe essere quanti giorni uomo occorrono per costruire/mantenere quel software e quanti ne avrebbe disposizione l'ente.
          • markit scrive:
            Re: Riduculus
            A me sembra che la cosa andrebbe invece gestita così:Con il sw proprietario si ha dipendenza assoluta dal fornitore, e nel caso di fornitori stranieri e per applicativi "general porpouse" (vedi Sistema operativo e suite di Office) vi si aggiungono i costi di licenza che vanno direttamente all'estero.Quindi io fossi la PA farei:- per gli applicativi verticali, unire le forze (perché avere n comuni con n soluzioni diverse e sulle quali dipendono dal fornitore?) e creare una sw house per le PA, con corsi di formazione per i sysadmin che dovranno curarne la manutenzione, e repository aperti per patch e segnalazioni di bug- sostituire a Winzoz GNU/Linux e a M$Office LibreOffice, finanziando pesantemente es. "the document foundation" e/o assumere gente competente per migliorare LibreOffice o per aggiungere verticalizzazioni. Creare know how per la migrazione (che va fatta una tantum) ed il mantenimentoAnche si pagasse IL DOPPIO sarebbero soldi ben investiti, sia perché da qui all'eternità il risparmio è garantito, sia perché si porterebbe sapere informatico VERO (e non "clicka avanti avanti avanti e spera") ai nostri giovani e meno giovani, sia perché si incrementerebbe il BENE MONDIALE rappresentato dal sw libero, sia perché si avrebbe il codice per poterci mettere mano in qualunque momento a fronte di qualunque necessità (= nazione indipendente). L'uso imposto dei formati aperti è il giusto corollario.Nella mente della gente non è per nulla chiaro quale svolta epocale e fondamentale sia il sw libero rispetto al "prodotto" al quale è stata abituata per essere spremuta e tenuta soggiogata.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Riduculus

        Queste due cose le sanno fare benissimo.
        Sono incapaci a fare qualunque altra cosa.Senza dubbio, ce ne sono anche alcuni che passano la giornata a cazzeggiare su P.I., perchè "hanno fatto in modo che l'ufficio funzioni benissimo anche senza la loro costante attenzione" ...
    • devnull scrive:
      Re: Riduculus
      Si sta facendo confusione.La politica non prende decisioni tecniche, per quello ci sono una masnada di tecnici di ogni tipo nelle varie commissioni/uffici tecnici che si occupano dei dettagli.Ai politici arrivano delle proposte che dicono "La legge/procedura/circolare X si propone di fare Y costando/richiedendo Z". A quel punto la decisione se approvare o meno tale proposta è una decisione politica.
      • ninjaverde scrive:
        Re: Riduculus

        Ai politici arrivano delle proposte che dicono
        "La legge/procedura/circolare X si propone di
        fare Y costando/richiedendo Z". A quel punto la
        decisione se approvare o meno tale proposta è una
        decisione
        politica.Certo ma in questo caso (come in molti altri) idem le "commissioni del caso" devono essere super partes... altrimenti siamo alle solite.... :(
    • Nemo scrive:
      Re: Riduculus
      - Scritto da: ninjaverde
      Non è ridicolo il merito della questione, ma è
      ridicolo che sia la politica a prendere decisioni
      tecniche.Questa è chiaramente una questione politica: la politica è la gestione della comunità e decidere che si cercherà di usare di più software open source o libero è certamente un atto politico.La politica non è il mero esercizio del potere o quella fatta sui media "all'italiana".
  • TheOriginalFanboy scrive:
    Sono contento!!
    Ho cambiato idea, effettivamente l'open source è meglio, è aggratis e fa risparmiare le PA.tutto open source ora, DAIXXXXX!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 20 luglio 2012 10.31-----------------------------------------------------------
    • Sempre Io scrive:
      Re: Sono contento!!
      Modificato dall' autore il 20 luglio 2012 10.31
      --------------------------------------------------Open Source vuol dire che insieme al programma ti do anche i sorgenti così che puoi verificare il lavoro o modificartelo. Quindi il software te lo faccio pagare di più di un prodotto "closed source" perché rischio di venderti solo quello e non le successive release.E poi che centra il Pinguino. Io posso anche creare un software per MS Windows e distribuire i sorgenti o legarlo ad una licenza GPL. E' open source anche quello. E MS che è uscita dalla porta rientra.... dalla "finestra" ;-)
  • lorenz347 scrive:
    sito tn
    Penasa: dubbi e perplessità sulle effettive ricadute delle norme.. "Si è parlato di implementazione di posti di lavoro, di ricadute di investimenti in ambito tecnologico: siamo sicuri che sia vero"? si è chiesta dubbiosa. "Questa terra vive di turismo e non usciranno turisti dalla banda larga"http://www.consiglio.provincia.tn.it/banche_dati/articoli/art_documento_campi.it.asp?pagetype=camp&app=art&carica_var_session=1&suffix=_campi&type=testo&blank=Y&ar_id=233553&ZID=1090510
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: sito tn
      - Scritto da: lorenz347
      Penasa: dubbi e perplessità sulle effettive
      ricadute delle norme.. "Si è parlato di
      implementazione di posti di lavoro, di ricadute
      di investimenti in ambito tecnologico: siamo
      sicuri che sia vero"? si è chiesta dubbiosa.
      "Questa terra vive di turismo e non usciranno
      turisti dalla banda
      larga"

      http://www.consiglio.provincia.tn.it/banche_dati/aEhm è linkato nell'articolo ed è già stato copia/incollato nel thread il dubbio. Comunque grazie per la collaborazione.
    • Gino Lemon scrive:
      Re: sito tn
      Come tutte le cose vanno prima testate, ma si diceva pure e si dice ancora purtroppo che l'arte non produce pil, banda larga non significa turismo ma significa facilità per le imprese di farsi conoscere e realizzare un nuovo tipo di impresa e questo può facilitare il turismo.Ma cosa c'entra tutto ciò con la legge appena approvata?
  • shevathas scrive:
    qualcuno ha il link a testo della legge?
    grazie
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: qualcuno ha il link a testo della legge?
      - Scritto da: shevathas
      grazieUltimo link dell'articolo e poi vai in fondo alla pagina.
  • Left scrive:
    Leghisti... AH AH AH AH
    con l'unico voto contrario proveniente da Franca Penasa della Lega, la quale ha commentato la difficoltà di esprimersi "su qualcosa in una lingua della quale non abbiamo completa padronanza"...I leghisti... come al solito non capiscono un... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Izio01 n.r. scrive:
      Re: Leghisti... AH AH AH AH
      - Scritto da: Left
      con l'unico voto contrario proveniente da Franca
      Penasa della Lega, la quale ha commentato la
      difficoltà di esprimersi "su qualcosa in una
      lingua della quale non abbiamo completa
      padronanza"...

      I leghisti... come al solito non capiscono un...
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sicuramente invece gli altri conoscono perfettamente il mondo open source, sono in grado di valutare la reale portata della delibera nonché della sua applicabilità allo scenario odierno, e di conseguenza si sono espressi assoutamente a ragion veduta, vero?
      • Esprit scrive:
        Re: Leghisti... AH AH AH AH
        Forse la tizia si riferiva alla lingua con cui è stata redatta la proposta.Forse in dialetto la capiva! (?)Ma visto il partito di provenienza ne dubito fortemente
      • attonito scrive:
        Re: Leghisti... AH AH AH AH
        - Scritto da: Izio01 n.r.
        - Scritto da: Left

        con l'unico voto contrario proveniente da
        Franca

        Penasa della Lega, la quale ha commentato la

        difficoltà di esprimersi "su qualcosa in una

        lingua della quale non abbiamo completa

        padronanza"...



        I leghisti... come al solito non capiscono
        un...

        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

        Sicuramente invece gli altri conoscono
        perfettamente il mondo open source, sono in grado
        di valutare la reale portata della delibera
        nonché della sua applicabilità allo scenario
        odierno, e di conseguenza si sono espressi
        assoutamente a ragion veduta,
        vero?se la tipa sta all'opposizione, e' naturale che tendenzialmente voti contro la maggioranza, a meno che non sia qualcosa di palesemente votabile (mozione contro la fame nel mondo, etc). Se poi la tizia e' ignorante in fatto di Software Libero, cosa che si evince dalla sua dichiarazione... beh, che si informi!
        • pippo75 scrive:
          Re: Leghisti... AH AH AH AH

          se la tipa sta all'opposizione, e' naturale che
          tendenzialmente voti contro la maggioranzaOT:ricordo un consiglio comumale ( come uditore ) inversione di maggioranza/minoranza rispetto l'anno precedente.....Decidiamo di confermare le aliquote della precedente amministrazione....Quelli che l'anno prima erano a favore, sono diventato contrari.
          (mozione contro la fame nel mondo, etc). Se poi
          la tizia e' ignorante in fatto di Software
          Libero, cosa che si evince dalla sua
          dichiarazione... beh, che si informi!In altre parole ti devo dare ragione sia nel primo punto che in particolare nel secondo, è il loro lavoro che si informino.
        • Nemo scrive:
          Re: Leghisti... AH AH AH AH

          se la tipa sta all'opposizione, e' naturale che
          tendenzialmente voti contro la maggioranza, a
          meno che non sia qualcosa di palesemente votabile
          (mozione contro la fame nel mondo, etc). Se poi
          la tizia e' ignorante in fatto di Software
          Libero, cosa che si evince dalla sua
          dichiarazione... beh, che si
          informi!se uno non capisce e non vuole informarsi si astiene: il voto contrario è comunque un voto "attivo" che può fare un danno alla comunità
      • Cotton scrive:
        Re: Leghisti... AH AH AH AH
        - Scritto da: Izio01 n.r.
        - Scritto da: Left

        con l'unico voto contrario proveniente da
        Franca

        Penasa della Lega, la quale ha commentato la

        difficoltà di esprimersi "su qualcosa in una

        lingua della quale non abbiamo completa

        padronanza"...



        I leghisti... come al solito non capiscono
        un...

        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

        Sicuramente invece gli altri conoscono
        perfettamente il mondo open source, sono in grado
        di valutare la reale portata della delibera
        nonché della sua applicabilità allo scenario
        odierno, e di conseguenza si sono espressi
        assoutamente a ragion veduta,
        vero?magari si sono informati....... cosa che SICURAMENTE sta tizia non ha fatto, ma chi se ne importa sarà mica il suo lavoro informarsi sugli argomenti da deliberare.... siamo in itaglia no ?
    • jaro scrive:
      Re: Leghisti... AH AH AH AH
      - Scritto da: Left
      con l'unico voto contrario proveniente da Franca
      Penasa della Lega, la quale ha commentato la
      difficoltà di esprimersi "su qualcosa in una
      lingua della quale non abbiamo completa
      padronanza"...

      I leghisti... come al solito non capiscono un...
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ancor peggio, la signora ha votato contro. Non capisco ==
      voto contro.Bella filosofia.
    • jepessen scrive:
      Re: Leghisti... AH AH AH AH
      L'italiano?
  • Esprit scrive:
    Dubbio...
    Ma la tizia della Lega ha capito di cosa si parlava? Saprà cosa è un computer?
    • devnull scrive:
      Re: Dubbio...
      Se devo pronunciarmi in una stima considerando le mie conoscenze leghiste, ci sono ottime probabilità che la risposta ad ambedue le tue domande sia no.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Dubbio...
      - Scritto da: Esprit
      Ma la tizia della Lega ha capito di cosa si
      parlava? Saprà cosa è un
      computer?Nella dichiarazione completa ha ammesso di non capirci molto. Quindi per diffidenza verso le promesse di riduzione dei costi e aumento dei posti di lavoro ha preferito votare contro.
      • poiuy scrive:
        Re: Dubbio...
        Mmm... fammi capire. Non ne capisce una cippa. OK, mi sta bene. Anzi mi stupirei del contrario.Quindi vota contro. Ecco qui qualcosa non mi torna. Non era più logico astenersi?Però forse chiedere coerenza ad un politico e per di più leghista...
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Dubbio...
          - Scritto da: poiuy
          Mmm... fammi capire. Non ne capisce una cippa.
          OK, mi sta bene. Anzi mi stupirei del
          contrario.
          Quindi vota contro. Ecco qui qualcosa non mi
          torna. Non era più logico
          astenersi?
          Però forse chiedere coerenza ad un politico e per
          di più
          leghista...Questa è la dichiarazione completaPenasa: dubbi e perplessità sulle effettive ricadute delle norme"Una proposta di legge difficile che è come esprimersi su qualcosa in una lingua della quale non abbiamo completa padronanza" ha esordito Franca Penasa (Lega nord). "Gratuità e contenimento dei costi, soprattutto in ambito pubblico, sono parole che ispirano purtroppo diffidenza", ha osservato la consigliera. "Si è parlato di implementazione di posti di lavoro, di ricadute di investimenti in ambito tecnologico: siamo sicuri che sia vero"? si è chiesta dubbiosa. "Questa terra vive di turismo e non usciranno turisti dalla banda larga", ha proseguito interrogandosi sull'utilità di un investimento a suo avviso difficilmente misurabile e con ricadute dubbie sul Trentino e i suoi abitanti
          • embe scrive:
            Re: Dubbio...

            "Questa terra vive di turismo e non
            usciranno turisti dalla banda larga"Uno può anche votare no all'open source... ma per una frase così dovrebbero mandarti a casa a calci in c**o !!
          • Esprit scrive:
            Re: Dubbio...
            "Questa terra vive di turismo e non usciranno turisti dalla banda larga"Ecco da qui si capisce l'ottusità della persona.Che però possiamo ampliare a tutti i politici, senza limiti di colore di appartenenza.Non capiranno mai una cippa di niente!
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Esprit
            "Questa terra vive di turismo e non usciranno
            turisti dalla banda
            larga"

            Ecco da qui si capisce l'ottusità della persona.
            Che però possiamo ampliare a tutti i politici,
            senza limiti di colore di
            appartenenza.
            Non capiranno mai una cippa di niente!Eppure anche la Santanché in un talk show su RAI2 si è chiesta che lavori può creare la banda larga. Anzi ha detto: "Ma basta parlare di Banda Larga! Parliamo di cose che portano lavoro ai giovani!".
          • krane scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Esprit

            "Questa terra vive di turismo e non

            usciranno turisti dalla banda larga"

            Ecco da qui si capisce l'ottusità

            della persona.

            Che però possiamo ampliare a tutti

            i politici, senza limiti di colore di

            appartenenza.

            Non capiranno mai una cippa di niente!
            Eppure anche la Santanché in un talk show su RAI2
            si è chiesta che lavori può creare la banda
            larga. Anzi ha detto: "Ma basta parlare di Banda
            Larga! Parliamo di cose che portano lavoro ai
            giovani!".Questo conferma l'ottusita'.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Esprit


            "Questa terra vive di turismo e non


            usciranno turisti dalla banda larga"



            Ecco da qui si capisce l'ottusità


            della persona.


            Che però possiamo ampliare a tutti


            i politici, senza limiti di colore di


            appartenenza.


            Non capiranno mai una cippa di niente!


            Eppure anche la Santanché in un talk show su
            RAI2

            si è chiesta che lavori può creare la banda

            larga. Anzi ha detto: "Ma basta parlare di
            Banda

            Larga! Parliamo di cose che portano lavoro ai

            giovani!".

            Questo conferma l'ottusita'.Eppure è stata pure candidata premier.
          • krane scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: Dottor Stranamore


            - Scritto da: Esprit



            "Questa terra vive di turismo e
            non




            usciranno turisti dalla banda
            larga"





            Ecco da qui si capisce l'ottusità



            della persona.



            Che però possiamo ampliare a tutti



            i politici, senza limiti di colore
            di



            appartenenza.



            Non capiranno mai una cippa di
            niente!




            Eppure anche la Santanché in un talk
            show
            su

            RAI2


            si è chiesta che lavori può creare la
            banda


            larga. Anzi ha detto: "Ma basta parlare
            di

            Banda


            Larga! Parliamo di cose che portano
            lavoro
            ai


            giovani!".



            Questo conferma l'ottusita'.

            Eppure è stata pure candidata premier.Questo conferma l'ottusita'.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: Dottor Stranamore



            - Scritto da: Esprit




            "Questa terra vive di turismo
            e

            non






            usciranno turisti dalla banda

            larga"







            Ecco da qui si capisce
            l'ottusità





            della persona.




            Che però possiamo ampliare a
            tutti




            i politici, senza limiti di
            colore

            di




            appartenenza.




            Non capiranno mai una cippa di

            niente!






            Eppure anche la Santanché in un
            talk

            show

            su


            RAI2



            si è chiesta che lavori può creare
            la

            banda



            larga. Anzi ha detto: "Ma basta
            parlare

            di


            Banda



            Larga! Parliamo di cose che portano

            lavoro

            ai



            giovani!".





            Questo conferma l'ottusita'.



            Eppure è stata pure candidata premier.

            Questo conferma l'ottusita'.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Sei andato in loop?
          • Sgabbio scrive:
            Re: Dubbio...
            Ribadisce il concetto, sul fatto che era pure candidata premier.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Sgabbio
            Ribadisce il concetto, sul fatto che era pure
            candidata
            premier.Essere candidati premier non c'entra niente con l'ottusità. Così come uno che crede che la Santanché sia ottusa è un po' diciamo ingenuo per non essere censurati.La Santanché mica dice quello che pensa, basta ascoltare le telefonate intercettate con Briatore dove dice tutto il contrario di quello che invece esclama davanti alla telecamere. Al massimo può essere arretrata, poco informata o molto probabilmente la banda larga non procura affari al suo giro di amicizie e quindi non le interessa parlarne bene. Ma quella è una iena, altro che ottusa.
          • Esprit scrive:
            Re: Dubbio...
            E quindi è ottuso chi la vota o chi la guarda nei vari talk televisivi e magari è d'accordo con quello che dice.Enzo Iannacci, in quelli che, diceva "Quelli che votano Almirante perchè sparla bene". Per cui se degli ottusi sono al potere è anche colpa degli ottusi che li votano (o ingenuamente o per averne benefici).P.S. Anche Letizia Moratti, quando era sindaco di Milano, disse che la Fibra Ottica non era strategica, svendendola per pochi
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Esprit
            E quindi è ottuso chi la vota o chi la guarda nei
            vari talk televisivi e magari è d'accordo con
            quello che
            dice.E' anche ottuso chi non capisce quando viene citata una cosa con ironia ;)
          • attonito scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Esprit

            "Questa terra vive di turismo e non usciranno

            turisti dalla banda

            larga"



            Ecco da qui si capisce l'ottusità della
            persona.

            Che però possiamo ampliare a tutti i
            politici,

            senza limiti di colore di

            appartenenza.

            Non capiranno mai una cippa di niente!

            Eppure anche la Santanché in un talk show su RAI2
            si è chiesta che lavori può creare la banda
            larga. Anzi ha detto: "Ma basta parlare di Banda
            Larga! Parliamo di cose che portano lavoro ai
            giovani!".la santache (nome dell'ex marito che lei si e' furbescamente tenuto come ha fatto la marzotto) di largo ha solo la fronte, cosi inutilmente spaziosa. un troione che ha fatto carriera col XXXX come tante altre prima di lei e dopo.Gia solo sentirla in radio mi fa girare i XXXXXXXX
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Dubbio...
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            - Scritto da: Esprit


            "Questa terra vive di turismo e non
            usciranno


            turisti dalla banda


            larga"





            Ecco da qui si capisce l'ottusità della

            persona.


            Che però possiamo ampliare a tutti i

            politici,


            senza limiti di colore di


            appartenenza.


            Non capiranno mai una cippa di niente!



            Eppure anche la Santanché in un talk show su
            RAI2

            si è chiesta che lavori può creare la banda

            larga. Anzi ha detto: "Ma basta parlare di Banda

            Larga! Parliamo di cose che portano lavoro ai

            giovani!".

            la santache (nome dell'ex marito che lei si e'
            furbescamente tenuto come ha fatto la marzotto)
            di largo ha solo la fronte, cosi inutilmente
            spaziosa. un troione che ha fatto carriera col
            XXXX come tante altre prima di lei e
            dopo.Stai toccando un totem dell'imprenditoria italiana. Forse perché si tratta di una donna.
            Gia solo sentirla in radio mi fa girare i XXXXXXXXMa come :o ma se sta simpatica a tutti O)
          • Piero scrive:
            Re: Dubbio...
            La Santanchè applica questo pattern a ogni cosa non le faccia comodo:"Ma basta parlare di X! Parliamo di cose che portano lavoro ai giovani!"Sostituisci X con "IMU", "legge sulle frequenze", "olgettine", "Ruby Rubacuori", "fascisti", eccNon mi stupieri di trovare anche "lavoro ai giovani" :)
  • Vincenzo Marino scrive:
    Le migliori città d' Italia
    Trento e Bolzano sono le due città migliori di Italia. Checché se ne dica della Costituzione o di altro, quelle sono le uniche città, a mio parere (sono siciliano e in particolare catanese), in cui mi troverei benissimo. Invidio chi sta a Trento, Bolzano e Padova. Sono le città in cui mi piacerebbe migrare PER SEMPRE.
    • krane scrive:
      Re: Le migliori città d' Italia
      - Scritto da: Vincenzo Marino
      Trento e Bolzano sono le due città migliori di
      Italia. Checché se ne dica della Costituzione o
      di altro, quelle sono le uniche città, a mio
      parere (sono siciliano e in particolare
      catanese), in cui mi troverei benissimo. Invidio
      chi sta a Trento, Bolzano e Padova. Sono le città
      in cui mi piacerebbe migrare PER SEMPRE.E vacci no ???C'e' internet: cerca lavoro la' !
      • alx77 scrive:
        Re: Le migliori città d' Italia
        Trento e Bolzano ok, ma Padova??? Ci abito, non vedo l' ora di scappare!!!
        • uotdafac scrive:
          Re: Le migliori città d' Italia
          - Scritto da: alx77
          Trento e Bolzano ok, ma Padova??? Ci abito, non
          vedo l' ora di
          scappare!!!Boh, io ci sono stato solo qualche volta ma anche io non la trovo niente di particolarmente entusiasmante. C'è ben di peggio sicuramente, ma a questo punto molto meglio certe città della Toscana come Siena o Lucca, quelle sì che sono vivibili rispetto alla media delle città italiane.
    • Luca F. scrive:
      Re: Le migliori città d' Italia
      Su Trento e Bolzano posso essere d'accordo... ma Padova??? (e ci abito vicinissimo)
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Le migliori città d' Italia
      - Scritto da: Vincenzo Marino
      Trento e Bolzano sono le due città migliori di
      Italia. Checché se ne dica della Costituzione o
      di altro, quelle sono le uniche città, a mio
      parere (sono siciliano e in particolare
      catanese), in cui mi troverei benissimo. Invidio
      chi sta a Trento, Bolzano e Padova. Sono le città
      in cui mi piacerebbe migrare PER
      SEMPRE.Non ti conviene, Lombardo ha detto che per le agenzie di rating siete BAA2, ve la giocate alla pari con le migliori regioni d'Italia.
    • Nemo scrive:
      Re: Le migliori città d' Italia

      (sono siciliano e in particolare catanese),si dovrebbe commissariare la Sicilia per qualche anno, come dicono alla Zanzara, e con i soldi che avete potreste stare molto meglio di oggi.
  • panda rossa scrive:
    E dopo la Puglia, il Trentino!
    E' solo questione di tempo e poi l'italia intera e l'europa comunitaria verranno demicrosoftizzate.Non ci deve essere spazio per gli intermediari parassiti.Software libero, formati aperti e informatici pagati per il tempo che lavorano.
    • nome e cognome scrive:
      Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
      - Scritto da: panda rossa
      E' solo questione di tempo e poi l'italia intera
      e l'europa comunitaria verranno
      demicrosoftizzate.

      Non ci deve essere spazio per gli intermediari
      parassiti.
      Software libero, formati aperti e informatici
      pagati per il tempo che
      lavorano.La provincia di trento non è il trentino ... se va avanti cosi' il 2150 sarà l'anno di linux nella PA. E il 2151 il miglior anno di sempre per microsoft ...
      • panda rossa scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: panda rossa

        E' solo questione di tempo e poi l'italia
        intera

        e l'europa comunitaria verranno

        demicrosoftizzate.



        Non ci deve essere spazio per gli
        intermediari

        parassiti.

        Software libero, formati aperti e informatici

        pagati per il tempo che

        lavorano.

        La provincia di trento non è il trentino ...La provincia di Trento e' detta anche Trentino.La provincia di Bolzano e' detta anche Alto Adige.La regione composta dalle due provicie e' denominata Trentino-Alto Adige.Ripassa a settembre per sanare il debito in geografia, che e' meglio.
        se
        va avanti cosi' il 2150 sarà l'anno di linux
        nella PA. E il 2151 il miglior anno di sempre per
        microsoft
        ...Tu intanto portati avanti e comincia a rosikare.[img]http://3.bp.blogspot.com/_-kRCYiy5oUc/S6TkKbwzBoI/AAAAAAAABVU/h8f43atnigc/s400/rosik.jpg[/img]
        • poiuy scrive:
          Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

          La provincia di Bolzano e' detta anche Alto Adige.Pensavo Sud Tirolo.
          • panda rossa scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: poiuy

            La provincia di Bolzano e' detta anche Alto
            Adige.

            Pensavo Sud Tirolo.Sud Tirolo non esiste.Esiste la denominazione Alto Adige in italianoEsiste la denominazione Südtirol in tedesco
      • Prozac scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        - Scritto da: nome e cognome
        La provincia di trento non è il trentino ... se
        va avanti cosi' il 2150 sarà l'anno di linux
        nella PA. E il 2151 il miglior anno di sempre per
        microsoft
        ...La provincia di Trento È il Trentino. La regione si chiama Trentino - Alto Adige: Trentino è provincia di Trento. Alto Adige è provincia di Bolzano.
        • nome e cognome scrive:
          Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

          La provincia di Trento È il Trentino. La
          regione si chiama Trentino - Alto Adige: Trentino
          è provincia di Trento. Alto Adige è provincia di
          Bolzano.Quindi il trentino non esiste...
          • devnull scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            Mi sembri Ruppolo.Un "Ops, ho detto una XXXXXXX, lol" è così difficile da scrivere?
          • crumiro scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            ROTFL !!! :D
          • nome e cognome scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: devnull
            Mi sembri Ruppolo.

            Un "Ops, ho detto una XXXXXXX, lol" è così
            difficile da
            scrivere?No, infatti ci sei riuscito perfettamente.
          • Sgabbio scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            specchio riflesso ? LOL
          • attonito scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: devnull
            Mi sembri Ruppolo.

            Un "Ops, ho detto una XXXXXXX, lol" è così
            difficile da scrivere?se non c'e un'app apposta, quelli nenache fanno la XXXXX, figurati ammettere un errore.
          • Prozac scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: nome e cognome

            La provincia di Trento È il Trentino. La

            regione si chiama Trentino - Alto Adige:
            Trentino

            è provincia di Trento. Alto Adige è
            provincia
            di

            Bolzano.

            Quindi il trentino non esiste...Magari sei straniero e fai fatica a capire l'italiano:http://en.wikipedia.org/wiki/TrentinoQui lo trovi in inglese.
          • nome e cognome scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

            http://en.wikipedia.org/wiki/Trentino
            Qui lo trovi in inglese.Hai notato che in italiano non c'è?
          • Prozac scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: nome e cognome

            http://en.wikipedia.org/wiki/Trentino

            Qui lo trovi in inglese.

            Hai notato che in italiano non c'è?No. Non ho notato che non c'è. Anche perché se clicco su "Italiano" arrivo proprio nella pagina italiana che parla del Trentino (della Provincia di Trento):"La provincia autonoma di Trento, meglio nota come Trentino, è una delle due province autonome che compongono la regione italiana Trentino-Alto Adige." (cit. da Wikipedia Italia)."Il Trentino è la regione storico-geografica oggi corrispondente alla Provincia autonoma di Trento." (da Wikipedia, Trentino-disambigua).Ma, se andiamo sul sito ufficiale della Provincia Autonoma di Trento:http://www.minoranzelinguistiche.provincia.tn.it/notizie_minoranze/notizie_locali/Da dove arrivano tutte quelle notizie? Oh... Dal Trentino!!!
          • nome e cognome scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

            Da dove arrivano tutte quelle notizie? Oh... Dal
            Trentino!!!Un po' come l'eco della Padania :@
          • Prozac scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: nome e cognome

            Da dove arrivano tutte quelle notizie? Oh...
            Dal

            Trentino!!!

            Un po' come l'eco della Padania :@Ok... Le cose sono due. O non ci arrivi... Oppure sei solo un troll...Il link è del sito UFFICIALE della Provincia Autonoma di Trento."Dal Trentino" è il titolo che la Provincia Autonoma di Trento ha dato a quella pagina di notizie. Non c'entra nulla il quotidiano.Notizie dal Trentino: Queste notizie parlano della provincia di Trento (il Trentino appunto).Poi se vuoi trollare pure su questo va bene... Fai pure ;)
          • nome e cognome scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

            Poi se vuoi trollare pure su questo va bene...
            Fai pure
            ;)E' quello che ti sto dicendo... per lo stato italiano il trentino non esiste, come la padania... dato che sono autonomi e non si vogliono nemmeno chiamare come li chiama la costituzione non diamogli più soldi. (troll1)
          • Prozac scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: nome e cognome
            E' quello che ti sto dicendo... per lo stato
            italiano il trentino non esiste, come la
            padania... dato che sono autonomi e non si
            vogliono nemmeno chiamare come li chiama la
            costituzione non diamogli più soldi.
            (troll1)Il trentino (in quanto abitante del Trentino) esiste eccome. Io sono trentino e ti assicuro che esisto!Per il resto, ti lascio tranquillamente trollare sul nome della mia provincia... Visto che ci date tutti questi soldi, va... sono gentile e ti lascio la libertà di trollare su di noi ;)
          • nome e cognome scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

            sul nome della mia provincia... Visto che ci date
            tutti questi soldi, va... sono gentile e ti
            lascio la libertà di trollare su di noi
            ;)Grazie, per 2000 euro è un affare.
      • P.Inquino scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        - Scritto da: nome e cognome
        - Scritto da: panda rossa

        E' solo questione di tempo e poi l'italia
        intera

        e l'europa comunitaria verranno

        demicrosoftizzate.



        Non ci deve essere spazio per gli
        intermediari

        parassiti.

        Software libero, formati aperti e informatici

        pagati per il tempo che

        lavorano.

        La provincia di trento non è il trentino ... se
        va avanti cosi' il 2150 sarà l'anno di linux
        nella PA. E il 2151 il miglior anno di sempre per
        microsoft
        ...anno in cui acquisirai la ..maggiore età cerebrale?
    • aphex twin scrive:
      Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
      - Scritto da: panda rossa
      Non ci deve essere spazio per gli intermediari
      parassiti.Giusto , adesso ci sono i parassiti diretti.
      • Sgabbio scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        - Scritto da: aphex twin
        - Scritto da: panda rossa

        Non ci deve essere spazio per gli
        intermediari

        parassiti.

        Giusto , adesso ci sono i parassiti diretti.01 / 10
    • Gianfranco scrive:
      Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

      Non ci deve essere spazio per gli intermediari
      parassiti.
      Software libero, formati aperti e informatici
      pagati per il tempo che
      lavorano.Appunto mi dici cosa c'è di open? Il formato aperto? Povero ingenuo allora mi devi spiegare perchè alcune versioni di linux usano formati proprietari per questioni di "apparente" sicurezza. Cosa c'è per accontentarti MS dovrebbe fare Office versione open per rispondere alla missione "presa per i fondelli dell'open source?" Quindi per te una cosa open significa trasparente? Per te i parassiti sono quelli che tra una partizione e l'altra installano anche una copia di windows per giocarci? Per te solo chi utilizza sistemi open viene pagato ad ore? Nel farti il lavaggio del cervello ci sono riusciti eccome. Capire quanto i verdi sono costati all'Italia millantando filosofia open quando sono closed a tutto è difficile capirlo. Quando il PD sposa la filosofia open e poi odiano i gay è difficile capirlo con addirittura esponenti omosessuali che sono all'internodel partito ma fanno di tutto per nasconderlo. Appunto solo chi sposa una filosofia così labile è bigotta può riuscire a convincere dei polli come te che la filosofia open sarà la soluzione a tutto. Cambiato il nome l'inganno resta. Eccovi servito.
      • panda rossa scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        - Scritto da: Gianfranco

        Non ci deve essere spazio per gli intermediari

        parassiti.

        Software libero, formati aperti e informatici

        pagati per il tempo che

        lavorano.

        Appunto mi dici cosa c'è di open? Il formato
        aperto? Povero ingenuo allora mi devi spiegare
        perchè alcune versioni di linux usano formati
        proprietari per questioni di "apparente"
        sicurezza. Che cosa devo spiegarti? E' FUD.Spiegami tu dove hai letto di questa palla colossale.
        Cosa c'è per accontentarti MS dovrebbe
        fare Office versione open per rispondere alla
        missione "presa per i fondelli dell'open source?"No. M$ deve smettere di PREINSTALLARE.La gente che vuole usare M$ lo dimostri pagando alla cassa i suoi prodotti, invece di subirli preinstallati.
        Quindi per te una cosa open significa
        trasparente? Open significa open, significa facilmente interagibile, significa libero da royalties.
        Per te i parassiti sono quelli che
        tra una partizione e l'altra installano anche una
        copia di windows per giocarci?I parassiti sono quelli che magnano senza produrre.Intermediari, markettari, pubblicitari, fuffari, rivenditori di aria fritta. Vadano nel mercato delle patate a fare quel mestiere: nell'informatica non c'e' piu' posto per loro. Sostituiti dalla banda larga.
        Per te solo chi
        utilizza sistemi open viene pagato ad ore?C'e' gente che si fa pagare a licenze. E questo e' sbagliato.
        Nel farti il lavaggio del cervello ci sono
        riusciti eccome. Qui sei tu quello col cervello lavato (e hanno fatto in fretta, vista l'esiguita').
        Capire quanto i verdi sono
        costati all'Italia millantando filosofia open
        quando sono closed a tutto è difficile capirlo.Che cosa c'entrano i verdi adesso?
        Quando il PD sposa la filosofia open e poi odiano
        i gay è difficile capirlo con addirittura
        esponenti omosessuali che sono all'internodel
        partito ma fanno di tutto per nasconderlo.Stai uscendo dal seminato.Qui non si parla dei tuoi problemi, si parla di software.
        Appunto solo chi sposa una filosofia così labile
        è bigotta può riuscire a convincere dei polli
        come te che la filosofia open sarà la soluzione a
        tutto. Cambiato il nome l'inganno resta. Eccovi
        servito.Sparirai come tutti i parassiti.E nessuno ti rimpiangera'.
        • aphex twin scrive:
          Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
          - Scritto da: panda rossa
          C'e' gente che si fa pagare a licenze. E questo
          e'
          sbagliato.Piú licenze vendi piú guadagni, al pari di assicuratore , di un venditore di auto, di enciclopedie, ecc ecc eccI venditori ricevono un bonus per quanto riescono a vendere.Potrá non piacerti questa cosa , ma funziona cosí e non ci vedo nulla di sbagliato. Piú dimostri di saper fare bene il tuo lavoro e meglio guadagnerai ma è forse questo che ti fa paura.
          • panda rossa scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: aphex twin
            - Scritto da: panda rossa

            C'e' gente che si fa pagare a licenze. E
            questo

            e'

            sbagliato.

            Piú licenze vendi piú guadagni, al pari
            di assicuratore , di un venditore di auto, di
            enciclopedie, ecc ecc
            eccQuale parte di "parassita" non ti e' chiara?
            I venditori ricevono un bonus per quanto riescono
            a vendere.Venditori di oggetti materiali.
            Potrá non piacerti questa cosa , ma funziona
            cosí e non ci vedo nulla di sbagliato.
            Piú dimostri di saper fare bene il tuo
            lavoro e meglio guadagnerai ma è forse questo che
            ti fa paura.Non ho certo paura di quattro markettari.La parola esatta e' "fastidio".
          • aphex twin scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: panda rossa

            I venditori ricevono un bonus per quanto
            riescono

            a vendere.

            Venditori di oggetti materiali.
            Ed un'assicurazione di che materia é fatta invece ?
          • panda rossa scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: aphex twin
            - Scritto da: panda rossa


            I venditori ricevono un bonus per quanto

            riescono


            a vendere.



            Venditori di oggetti materiali.



            Ed un'assicurazione di che materia é fatta invece
            ?L'assicurazione e' un servizio non e' una copia.
          • aphex twin scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            Si vabbé , é inutile provare a ragionare con te.Adios
          • Sgabbio scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: aphex twin
            Si vabbé , é inutile provare a ragionare con te.

            AdiosNo, sei te che confronti cose che non centrano nulla.
          • Gianfranco scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: aphex twin

            - Scritto da: panda rossa



            I venditori ricevono un bonus per
            quanto


            riescono



            a vendere.





            Venditori di oggetti materiali.






            Ed un'assicurazione di che materia é fatta
            invece

            ?

            L'assicurazione e' un servizio non e' una copia.Hai ragione il tagliando dell'assicurazione è una copia da mettere sulla tua bella panda. Peccato però che senza quelli in giacca e cravatta che ti fanno la polizza sono gli unici ad esercitare un servizio per ci vengono pagati. hai ragione venditore di buoni consigli ne farò tesoro quando andrò al XXXXX.
          • panda rossa scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: Gianfranco
            Hai ragione il tagliando dell'assicurazione è una
            copia da mettere sulla tua bella panda. Peccato
            però che senza quelli in giacca e cravatta che ti
            fanno la polizza sono gli unici ad esercitare un
            servizio per ci vengono pagati. hai ragione
            venditore di buoni consigli ne farò tesoro quando
            andrò al
            XXXXX.Io ho una assicurazione online. Niente incravattati.Telefono, digito il numero di carta di credito, e mi arriva a casa la busta con documentazione e tagliando da esporre.E spendo meno della meta' di te che devi pure stipendirare l'incravattato.
          • Gianfranco scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Gianfranco

            Hai ragione il tagliando dell'assicurazione
            è
            una

            copia da mettere sulla tua bella panda.
            Peccato

            però che senza quelli in giacca e cravatta
            che
            ti

            fanno la polizza sono gli unici ad
            esercitare
            un

            servizio per ci vengono pagati. hai ragione

            venditore di buoni consigli ne farò tesoro
            quando

            andrò al

            XXXXX.

            Io ho una assicurazione online. Niente
            incravattati.
            Telefono, digito il numero di carta di credito, e
            mi arriva a casa la busta con documentazione e
            tagliando da
            esporre.
            E spendo meno della meta' di te che devi pure
            stipendirare
            l'incravattato.Hai nettamente ragione. Ma hanno semplicemente ottimizzato un servizio punto. Al telefono trovi sempre uno giacca e cravatta. Se poi pensi che ci trovi Linux che ti fa la polizza. Ma che cavolo c'entra.
        • open eyes scrive:
          Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
          - Scritto da: panda rossa[premessa per 'panda rossa': quello che segue è scritto da uno che viene additato come "estremista" del software libero e dell'anti copyright-brevetti-marchi]
          - Scritto da: Gianfranco

          Appunto mi dici cosa c'è di open? Il formato

          aperto? Povero ingenuo allora mi devi
          spiegare

          perchè alcune versioni di linux usano formati

          proprietari per questioni di "apparente"

          sicurezza.

          Che cosa devo spiegarti? E' FUD.su questo hai abbastanza ragione... uno che parte confondendo il cosiddetto "opensource" con il software libero sta facendo FUD, consapevolmente o meno...
          Spiegami tu dove hai letto di questa palla colossale.purtroppo non è per nulla una palla, caro 'panda rossa'...il kernel linux vanilla (a causa di torvalds che si rifiuta di passare dalla GPL2 alla GPL3, probabilmente a causa delle sue "vicinanze" con certe multinazionali...) è infarcito di blob binari (software proprietario) la cui gran parte sono "pezzi" di firmware che serve a far funzionare un bel po' di hardware malevolo ("richiesto" dalle stesse multinazionali...)ubuntu (è un esempio, non è l'unica a farlo) installa di default anche diversi software proprietari e supporta ampiamente formati chiusi e non liberi (per esempio: flash)ecc. ecc. (no ho voglia di farti l'infinito elenco di queste cose...)

          Quindi per te una cosa open significa

          trasparente?

          Open significa open, significa facilmente
          interagibile, significa libero da royalties.mi sa che sbagliate entrambi"open" e "opensource" non vuol dire praticamente un ca##osono definizioni/concetti talmente generici e fumosi (e non mi venite a parlare di OSI, per pietà) che non significano nulla

          Per te i parassiti sono quelli che

          tra una partizione e l'altra installano anche una

          copia di windows per giocarci?ehm... no quelli sono diciamo gli "ingenui"...
          I parassiti sono quelli che magnano senza
          produrre.
          Intermediari, markettari, pubblicitari, fuffari,
          rivenditori di aria fritta. Vadano nel mercato
          delle patate a fare quel mestiere:
          nell'informatica non c'e' piu' posto per loro.mi sa purtroppo che invece non ce ne è mai stato tanto quanto ora...
          Sostituiti dalla banda larga.banda larga? ah sì... devì'essere quella cosa di cui mi ha parlato Alice quando è tornata dal viaggio nel paese delle meraviglie...

          Per te solo chi

          utilizza sistemi open viene pagato ad ore?ehm... tanta gente si fa pagare a ore... prostitute, travestiti e via dicendo, per esempio...ma che razza di discorso è?
          C'e' gente che si fa pagare a licenze. E questo
          e' sbagliato.concordo pienamente. e ti dirò di più: in questo è *sbagliata* anche l'impostazione propria del software libero (nel senso "stretto" della FSF) nelle sue licenze (GPL inclusa): le licenze per il software libero possono essere onerose, cioé NON escludono che si possa far pagare per la licenza... oltre a tutti i danni che questa cosa ha prodotto al software libero (che per esempio si è difatto lasciato "assimilare" da dinamiche commerciali che lo hanno spesso trasformato in altre cose...) qualcuno mi dovrebbe spiegare come fa un povero che non può pagare l'eventuale costo di una licenza GPL a godere delle 4 libertà....

          Capire quanto i verdi sono

          costati all'Italia millantando filosofia open

          quando sono closed a tutto è difficile
          capirlo.

          Che cosa c'entrano i verdi adesso?


          Quando il PD sposa la filosofia open e poi
          odiano

          i gay è difficile capirlo con addirittura

          esponenti omosessuali che sono all'internodel

          partito ma fanno di tutto per nasconderlo.

          Stai uscendo dal seminato.
          Qui non si parla dei tuoi problemi, si parla di
          software.'panda rossa', nonostate qualcuno abbia già provato a spiegarglielo, proprio non vuole capire che le tecnologie NON sono neutre e inerti... non si può parlare di software (come di una qualsiasi specifica tecnologia) "e basta"...
          • Sgabbio scrive:
            Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
            Ancora con sta lenggernde dei "blob binari" ? :PComunque, il fatto che il flash è presente nei suoi repositori, parlando di varie distrio non vuol dire nulla, eh ?
        • Gianfranco scrive:
          Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

          Che cosa devo spiegarti? E' FUD.
          Spiegami tu dove hai letto di questa palla
          colossale.Il dipartimento di difesa degli Stati Uniti. Vuoi altri esempi o pensi di arrivarci?

          No. M$ deve smettere di PREINSTALLARE.
          La gente che vuole usare M$ lo dimostri pagando
          alla cassa i suoi prodotti, invece di subirli
          preinstallati.Subirli? Cosa c'è sei un consumatore lobotomizzato che non sa scegliere? Ancora con questa storia? Oggi scegli un PC senza windows. Aggiornati.Ma quando deve durare questa colossale bugia? Un pò di buon senso? Ci sono persone fortunamente diverse da te che vogliono tutto già istallato inclusa la telecamera per riprendersi così come ci sono i smanettoni che preferiscono acvquistare su internet da negozi specializzati. Adesso de sono un discount e miro alla massa offro un prodotto versatile e completo come windows se invece sono amico del panda vado di linux e non calcolo i discount. Tu la panda dove la prendi? In un ventro autorizzato Fiat? In Un concessionaria multimarche? Scegli quello che vuoi nessuno ti obbliga. Eppure ci sono alcune concessionarie che ti offrono allestimenti già completi di tutto.
          I parassiti sono quelli che magnano senza
          produrre.
          Intermediari, markettari, pubblicitari, fuffari,
          rivenditori di aria fritta. Vadano nel mercato
          delle patate a fare quel mestiere:
          nell'informatica non c'e' piu' posto per loro.
          Sostituiti dalla banda
          larga.Beh stai buttando nel calderone cani e porci. Per quanto provi lo stesso odio che provi tu e facile dire così.Ma sensa pubblicitari il consumismo non si sarebbe evoluto, l'estetica dei prodotti,l'importanza del packaging e della loro collocazione sui nostri stli di vita sarebbe avvenuta in netto ritardo. Quello che forse ti rode è il guadagno mi sa che fanno mentre un programmatore sgobba davvero. MA anche qui puoi scegliere e non sei nessuno per dire chi è parassita e chi meno. Coltivatore di patate? Pensi che spezzarti la schiena sia troppo da pezzenti? Ma almeno ti insegnerebbe un pò di umilta visto che ti manca.
          C'e' gente che si fa pagare a licenze. E questo
          e'
          sbagliato.La licenza è sempre quella. E' una rgomento troppo vasto. Licenza di un software e semplicemente un atto formale per stabilirne la proprietà. E' questo è onnipresente in tutto anche quando stai nella tua casetta. Troppo generico.

          Capire quanto i verdi sono

          costati all'Italia millantando filosofia open

          quando sono closed a tutto è difficile
          capirlo.

          Che cosa c'entrano i verdi adesso?Beh! Solo i Verdi potevano abbracciare una filosofia simile. Dopo la green economy adesso l'open. Però poi il tunnel si fà e le fonti alternative stentano a farle decollare chissà perchè... Hai ragione non c'èntra niente.


          Quando il PD sposa la filosofia open e poi
          odiano

          i gay è difficile capirlo con addirittura

          esponenti omosessuali che sono all'internodel

          partito ma fanno di tutto per nasconderlo.E perchè sei tu che sei limitato a quello che leggi. Si sono sempre detti a favore dell'open source ma siccome siamo in campagna elettorale stenti a capirne la connessione. Se un software è libero non serve una legge o un adelibera di giunta è libero è basta. Non trovi?
          Sparirai come tutti i parassiti.
          E nessuno ti rimpiangera'.Si anche tu ma ricorda la vita è una livella come disse il buon Totò
        • shevathas scrive:
          Re: E dopo la Puglia, il Trentino!

          No. M$ deve smettere di PREINSTALLARE.
          La gente che vuole usare M$ lo dimostri pagando
          alla cassa i suoi prodotti, invece di subirli
          preinstallati.
          se sei una scimmia incapace di chiedere alcunchè al commesso o scegliere e cercare il prodotto che vuoi comprare il preinstallato te lo meriti tutto.
          Open significa open, <b
          significa facilmente
          interagibile </b
          , significa libero da
          royalties.
          per quello che ho visto direi che una buona metà dell'open non è open. Prova ad interagire facilmente con un software, open, e scritto di m...In certi casi un "rm -rf" è l'unico sistema per migliorare il codice.
          I parassiti sono quelli che magnano senza
          produrre.
          Intermediari, markettari, pubblicitari, fuffari,
          rivenditori di aria fritta. Vadano nel mercato
          delle patate a fare quel mestiere:
          nell'informatica non c'e' piu' posto per loro.
          Sostituiti dalla banda
          larga.
          mah quelli si evolvono e cercano sempre il prodotto alla moda da vendere (a BIP! come al solito).

          Per te solo chi

          utilizza sistemi open viene pagato ad ore?

          C'e' gente che si fa pagare a licenze. E questo
          e'
          sbagliato.
          perchè ?
          Stai uscendo dal seminato.
          Qui non si parla dei tuoi problemi, si parla di
          software.
          e le cose da decidere quando si deve acquisire un software è:il software è efficiente o non efficente ?il software si integra con il mio sistema informativo o devo stravolgerlo per permetterne l'integrazione ?Che garanzie di continuità di supporto fornisce il produttore del software ?E' economicamente conveniente l'adozione di tale software ?Le digressioni filosofiche su open e closed dovrebbero venire dopo aver risposto alle domande precedenti.

          Sparirai come tutti i parassiti.
          E nessuno ti rimpiangera'.Ci sono anche i parassiti dell'open. Ad esempio quelli che pigliano un sorgente, lo pasticciano e lo rivendono come opera loro, pur non essendo in grado di fare assistenza decente o di mettere mano al codice.
      • embe scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        Fai un bel respiro... conta fino a 10 e riprova...Che te fa inkazzà?Cosa vuol dire "alcune versioni di linux usano formati proprietari per questioni di sicurezza" ? (alcune versioni de che? kernel? alcune distribuzioni?)E lascia stare gay, verdi e PD che c'entrano niente va....
      • prugnoso scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        Ah però. Notevole densità di XXXXXXX per centimetro quadrato.- Scritto da: Gianfranco

        Non ci deve essere spazio per gli intermediari

        parassiti.

        Software libero, formati aperti e informatici

        pagati per il tempo che

        lavorano.

        Appunto mi dici cosa c'è di open? Il formato
        aperto? Povero ingenuo allora mi devi spiegare
        perchè alcune versioni di linux usano formati
        proprietari per questioni di "apparente"
        sicurezza. Cosa c'è per accontentarti MS dovrebbe
        fare Office versione open per rispondere alla
        missione "presa per i fondelli dell'open source?"
        Quindi per te una cosa open significa
        trasparente? Per te i parassiti sono quelli che
        tra una partizione e l'altra installano anche una
        copia di windows per giocarci? Per te solo chi
        utilizza sistemi open viene pagato ad ore?

        Nel farti il lavaggio del cervello ci sono
        riusciti eccome. Capire quanto i verdi sono
        costati all'Italia millantando filosofia open
        quando sono closed a tutto è difficile capirlo.
        Quando il PD sposa la filosofia open e poi odiano
        i gay è difficile capirlo con addirittura
        esponenti omosessuali che sono all'internodel
        partito ma fanno di tutto per nasconderlo.
        Appunto solo chi sposa una filosofia così labile
        è bigotta può riuscire a convincere dei polli
        come te che la filosofia open sarà la soluzione a
        tutto. Cambiato il nome l'inganno resta. Eccovi
        servito.
      • Aurelio scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        Ma cosa vorrebbe dire open secondo te ???- Scritto da: Gianfranco

        Non ci deve essere spazio per gli intermediari

        parassiti.

        Software libero, formati aperti e informatici

        pagati per il tempo che

        lavorano.

        Appunto mi dici cosa c'è di open? Il formato
        aperto? Povero ingenuo allora mi devi spiegare
        perchè alcune versioni di linux usano formati
        proprietari per questioni di "apparente"
        sicurezza. Cosa c'è per accontentarti MS dovrebbe
        fare Office versione open per rispondere alla
        missione "presa per i fondelli dell'open source?"
        Quindi per te una cosa open significa
        trasparente? Per te i parassiti sono quelli che
        tra una partizione e l'altra installano anche una
        copia di windows per giocarci? Per te solo chi
        utilizza sistemi open viene pagato ad ore?

        Nel farti il lavaggio del cervello ci sono
        riusciti eccome. Capire quanto i verdi sono
        costati all'Italia millantando filosofia open
        quando sono closed a tutto è difficile capirlo.
        Quando il PD sposa la filosofia open e poi odiano
        i gay è difficile capirlo con addirittura
        esponenti omosessuali che sono all'internodel
        partito ma fanno di tutto per nasconderlo.
        Appunto solo chi sposa una filosofia così labile
        è bigotta può riuscire a convincere dei polli
        come te che la filosofia open sarà la soluzione a
        tutto. Cambiato il nome l'inganno resta. Eccovi
        servito.
    • roberto porro scrive:
      Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
      - Scritto da: panda rossa
      E' solo questione di tempo e poi l'italia intera
      e l'europa comunitaria verranno
      demicrosoftizzate.

      Non ci deve essere spazio per gli intermediari
      parassiti.
      Software libero, formati aperti e informatici
      pagati per il tempo che
      lavorano.+1
    • ruppolo scrive:
      Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
      - Scritto da: panda rossa
      E' solo questione di tempo e poi l'italia intera
      e l'europa comunitaria verranno
      demicrosoftizzate.

      Non ci deve essere spazio per gli intermediari
      parassiti.E nemmeno per i parassiti non intermediari.
      Software libero, formati aperti e informatici
      pagati per il tempo che
      lavorano.Quindi tu verresti immediatamente licenziato.
      • panda rossa scrive:
        Re: E dopo la Puglia, il Trentino!
        - Scritto da: ruppolo

        Software libero, formati aperti e informatici

        pagati per il tempo che

        lavorano.

        Quindi tu verresti immediatamente licenziato.Tu ancora non hai capito in che cosa consiste il lavoro di un sistemista (stendiamo quindi un velo pietoso sulla tua competenza).Io devo garantire il buon funzionamento dei sistemi di mia competenza.Tale buon funzionamento si puo' facilmente misurare con il tempo di downtime.Se questo tempo di downtime e' molto basso, vuol dire che il sistemista sta facendo bene il suo mestiere.
  • Ing scrive:
    Un pò in ritardo
    Mi sembra che la provincia di Trento si sia mossa in ritardo visto che fa parte di quelle che devono essere soppresse!
    • Gabriele scrive:
      Re: Un pò in ritardo
      Beata ignoranza! L'art. 116 della costituzione abrogato da un D.L..Trento e Bolzano sono le uniche provincie autonome presenti in Italia istutuite a livello costituzionale [sarcasmo on] e lasciamo perdere il motivo per cui lo sono, visto che sono state annesse all'Italia con grande gaudio ed approvazione della popolazione locale [sarcasmo off].
      • nome e cognome scrive:
        Re: Un pò in ritardo

        il motivo per cui lo sono, visto che sono state
        annesse all'Italia con grande gaudio ed
        approvazione della popolazione locale [sarcasmo
        off].Con altrettanto gaudio da parte della popolazione italiana che da 60 anni finanzia la loro "efficienza" con trasferimenti superiori del 40% rispetto a quanto versato.
        • Gabriele scrive:
          Re: Un pò in ritardo
          Con grandi citazioni e rimandi ai bilanci pubblicati della ragioneria dello Stato? Ovvero chiacchiere da bar e nulla di più.C'è chi cita l'Art. 116 costituzione e quello è bello chiaro per tutti.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: Gabriele
            Con grandi citazioni e rimandi ai bilanci
            pubblicati della ragioneria dello Stato? Ovvero
            chiacchiere da bar e nulla di
            più.Con grandi citazioni e studi si scopre che ogni cittadino del trentino alto adige riceve 2000 euro in più di quanto versa in tasse...http://www.repubblica.it/economia/2010/05/13/news/tasse_dossier-4026236/Ogni lombardo riceve 5000 euro in meno di quanti ne paga... fai due conti cosi' capisci perché l'Austria il sud tirolo non lo rivuole indietro nemmeno dipinto.
            C'è chi cita l'Art. 116 costituzione e quello è
            bello chiaro per
            tutti.La costituzione dice che la provincia è autonoma, ma fortunatamente non dice che abbia il diritto di essere un parassita... anche questo dovrebbe essere bello chiaro per tutti.
          • Rover scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Dietro agli statuti speciali si nascondono sprechi colossali.Ma l'autonomia non era concessa per motivi "sociali e culturali"?
          • Gabriele scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Citi Repubblica che a sua volta cita Cgia Mestre che come solo tu sai notoriamente è un ufficio staccato della Ragioneria dello Stato.Ovvero fuffa. Dati ufficiali please, no articoli sensazionalistici di giornali scandalistici a livello di Novella 2000.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: Gabriele
            Citi Repubblica che a sua volta cita Cgia Mestre
            che come solo tu sai notoriamente è un ufficio
            staccato della Ragioneria dello
            Stato.
            Ovvero fuffa. Dati ufficiali please, no articoli
            sensazionalistici di giornali scandalistici a
            livello di Novella
            2000.Io ti ho citato uno studio, aggiornato, di un'associazione autorevole. Tu sei rimasto alla legge del 1972, che purtroppo per noi non dice da nessuna parte che oltre a quello che si tengono le regioni a statuto speciale non possano arrivare trasferimenti aggiuntivi... quindi continua a pure a leggere novella 2000, tanto la paghiamo noi italiani.
          • fgfgfgf scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: nome e cognome
            La costituzione dice che la provincia è autonoma,
            ma fortunatamente non dice che abbia il diritto
            di essere un parassita... anche questo dovrebbe
            essere bello chiaro per
            tutti.a parte che in trentino e in alto adige ritornano indietro sia tasse dirette (quindi pagate dai cittandini) che indirette (pagate *anche* dai turisti.se si fa un paio di conti si capisce il motivo della discrepanza dei dati), nel "essere parassita" le due provincie in questione sono economicamente autonome sia nella sanità che nell'istruzione ( = lo stato italiano non deve preoccuparsi di stanziare soldi per ospedali e scuole).Questo immagino che non cosi chiaro a tutti.
        • gigi parigi scrive:
          Re: Un pò in ritardo
          sbagli, Trento paga 9 e riceve 10 da Roma...ma il punto è che in trentino viene gestito tutto autonomamente a livello di spesa, dall'istruzione alla sanità e tutto il resto sono a carici della provincia autonoma...resta fuori solamente forze dell'ordine e giustizia che sono a carico dello stato!Abbiamo solo da imparare dai Trentini!
          • Paolo T. scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Ah, se mi fate pagare 9 e mi date 10, imparo all'istante anch'io!
          • Gabriele scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            E' un errore di gigi parigi non 10/9 bensì 9/10.Trento e Bozen pagano allo Stato 10 e ricevono da esso 9 sulle imposte etc.Statuto autonomia - Titolo VI - g.u. 20 novembre 1972, n. 301http://www.lex.unict.it/eurolabor/dossier/reg/taa/statuto.pdfChiaro anche per "nome e cognome" delle 11.09 che, uscito dal Bar Sport, sta studiando ancora i bilanci dal sito della ragioneria dello stato.
          • Rover scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            In Italia si chiama Bolzano
          • Gabriele scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            E' qui che ti sbagli. Lo statuto di autonomia (legge costituzionale) dice che gruppo tedesco e italiano sono pari. Pertanto Bozen e Bolzano sono equivalenti.Non mi sembra che esista una legge di tale rango a dire che in Italia l'italiano sia la lingua ufficiale.Quindi in Italia ci si ostina a chiamarla Bolzano riprendendo chi la chiama Bozen ma i cittadini di Bolzano o Bozen che di si voglia la chiamano in tutti e due i modi senza nessuna confusione. Capisco anche che a scuola abbiano solo insegnato la "grande vittoria" italiana della prima guerra mondiale con successivo "colonialismo" fascista e lasciato il resto relegato ad effetto collaterale (compreso il perchè delle autonomie). Beata ignoranza.
          • The_GEZ scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Ciao Gabriele !
            Capisco anche che a scuola abbiano solo insegnato
            la "grande vittoria" italiana della prima guerra
            mondiale con successivo "colonialismo" fascista e
            lasciato il resto relegato ad effetto collaterale
            (compreso il perchè delle autonomie). Beata
            ignoranza.http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-236328ee-fc45-4ace-959e-354274bc9516.htmlEd aggiornamento :http://www.report.rai.it/dl/Report/puntata/ContentItem-ae837cf6-a9d8-4f40-8d89-ac8590719744.html
          • Gabriele scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Repubblica? Report del 2001 perchè non c'era di meglio (dopo c'è stato anche l'accordo di Milano )? Insomma la sagra del giornalismo generalista e qualunquista dei luoghi comuni e di chi si deve aggrappare alle idee degli altri per fingersi informato.Se c'è chi espone chiare Leggi dello stato non si può pensare di replicare con certo ciarpame giornalistico cercando giustifazioni sulla propria mancanza di conoscenza della storia e della Costituzione.La storia e le informazioni sono solo per chi studia non per chi legge giornali o guarda la TV. Aprite gli occhi e studiate.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: Gabriele
            Repubblica? Report del 2001 perchè non c'era di
            meglio (dopo c'è stato anche l'accordo di Milano
            )? Insomma la sagra del giornalismo generalista e
            qualunquista dei luoghi comuni e di chi si deve
            aggrappare alle idee degli altri per fingersi
            informato.
            Se c'è chi espone chiare Leggi dello stato non si
            può pensare di replicare con certo ciarpame
            giornalistico cercando giustifazioni sulla
            propria mancanza di conoscenza della storia e
            della
            Costituzione.
            La storia e le informazioni sono solo per chi
            studia non per chi legge giornali o guarda la TV.
            Aprite gli occhi e
            studiate.Come mai sei così astioso?
          • Gabriele scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Vi state erudendo. L'astio non c'entra.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: Gabriele
            L'astio non c'entra.Certo certo, come no ;)
          • The_GEZ scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Ciao Gabriele !A giudicare dalle moderatissime ad assolutamente contestualizzate risposte direi che abbiamo ragione noi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: Gabriele
            E' qui che ti sbagli. Lo statuto di autonomia
            (legge costituzionale) dice che gruppo tedesco e
            italiano sono pari. Pertanto Bozen e Bolzano sono
            equivalenti.La stai facendo fuori dal vaso.Anche Londra e London sono equivalenti.La prima e' la denominazione in lingua italiana, la seconda e' in lingua inglese.Se stai scrivendo in italiano, scriverai Londra, se stai scrivendo in inglese scriverai London.Stessa cosa per Bolzano/Bozen.Se scrivi in tedesco scriverai Bozen.Qui stiamo scrivendo in italiano, quindi, se vuoi essere compreso, scriverai Bolzano.Se invece sei solo venuto a sollevare polemiche, puoi tornare su fessbuk, dove ci sono i tuoi simili.
            Non mi sembra che esista una legge di tale rango
            a dire che in Italia l'italiano sia la lingua
            ufficiale.Puoi parlare anche latino se ti va.Ma uno parla per farsi capire, non per sfogare la propria frustrazione di poliglotta incompreso.
            Quindi in Italia ci si ostina a chiamarla Bolzano
            riprendendo chi la chiama Bozen ma i cittadini di
            Bolzano o Bozen che di si voglia la chiamano in
            tutti e due i modi senza nessuna confusione.Dipende in che lingua stanno parlando.Io ho parlato con un altoatesino di chiara lingua madre tedesca che quando parlava in italiano, con spiccato accento germanico, diceva "Bolzano"
            Capisco anche che a scuola abbiano solo insegnato
            la "grande vittoria" italiana della prima guerra
            mondiale con successivo "colonialismo" fascista e
            lasciato il resto relegato ad effetto collaterale
            (compreso il perchè delle autonomie). Beata
            ignoranza.Senti da quale pulpito arriva l'accusa di ignoranza.Vai a studiare, e vai in vacanza da quelle parti a farti una cultura.
          • Gabriele scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            Ci vivo. Allo stato attuale non credo di aver bisogno di un ripasso su minoranze linguistiche o sulle motivazioni dell'esistenza dell'autonomia da chi ha il programma di storia fermo al 6 novembre 1918.Adesso torno su fessbuck e ci troviamo lì.
          • panda rossa scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: Gabriele
            Ci vivo. Beato te.
            Allo stato attuale non credo di aver
            bisogno di un ripasso su minoranze linguistiche o
            sulle motivazioni dell'esistenza dell'autonomia
            da chi ha il programma di storia fermo al 6
            novembre 1918.I programmi scolastici non sono una scusa.La storia e' liberamente studiabile.E ad ogni modo la comunita' europea ha risolto tutto.Oggi non ha piu' senso parlare di queste cose.Siamo tutti cittadini europei, usiamo la stessa moneta, il Brennero non e' piu' una frontiera, l'acqua dell'adige che bagna Bolzano, Trento e Verona e' sempre la stessa.La gente e' libera di parlare la lingua che preferisce, a seconda che voglia farsi capire o che non voglia farsi capire.L'interlocutore fara' le sue valutazioni a seconda dei casi.E per concludere, visto che siamo su PI, le mele del Trentino sono decisamente meglio di quelle di Cupertino: piu' buone, piu' sane, e decisamente meno costose.
            Adesso torno su fessbuck e ci troviamo lì.Aspetta e spera...
          • FM R scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            ed è lo stesso motivo per cui continuo a chiamare Sud Tirolo la zona corrispondente all'alta Valle dell'Adige, e Brixen invece di Bressanone.PS: sono un cittadino italiano di nazionalità occitana, se invece di rimanere fermi al colonialismo ideologico ci si "adattasse" un po' di più agli usi e costumi locali, potremmo aspettarci la reciprocità, passati i primi periodi di diffidenza reciproca :-)
          • nome e cognome scrive:
            Re: Un pò in ritardo
            - Scritto da: gigi parigi
            sbagli, Trento paga 9 e riceve 10 da Roma...ma il
            punto è che in trentino viene gestito tutto
            autonomamente a livello di spesa, dall'istruzione
            alla sanità e tutto il resto sono a carici della
            provincia autonoma...resta fuori solamente forze
            dell'ordine e giustizia che sono a carico dello
            stato!
            Abbiamo solo da imparare dai Trentini!Eh si, dobbiamo imparare a come farci regalare il 10% del budget (che in realtà è molto di più).
        • Nemo scrive:
          Re: Un pò in ritardo

          Con altrettanto gaudio da parte della popolazione
          italiana che da 60 anni finanzia la loro
          "efficienza" con trasferimenti superiori del 40%
          rispetto a quanto versato.Il tuo è un ragionamento superficiale. Dovresti considerare che con quei maggiori soldi ci pagano anche gli sopedali le scuole l'università le strade e un sacco di fuonzioni che nella altre regioni sono a carico dei ministeri.Poi e da vedere se fatte le debite proporzioni siano ancora "troppi" i soldi.Di fatto ogni tre per due negli ultimi anni il governo chiede di ridurre i trasferimenti, e le 2 provincie accettano di accollarsi maggiori responsabilità di gestione di parti altrove pagate dai ministeri.
    • gmrichi scrive:
      Re: Un pò in ritardo
      La Provincia Autonoma di Trento non è tra quelle che devono essere soppresse in quanto, insieme a quella di Bolzano, specificatamente prevista dall'articolo 116 della Costituzione.
    • iRoby scrive:
      Re: Un pò in ritardo
      Non sarà soppressa.E comunque il ritardo va imputato all'azione di lobbing...Ci sono dirigenti della provincia di Trento che da quasi 10 anni vengono ai convegni per mostrare storie di sucXXXXX e progetti di adozione dell'opensource.E da 10 anni spingono anche il resto della Provincia e quella di Bolzano per copiare i loro successi.Ora finalmente sono riusciti a fare "massa critica" ed a farsi fare una legge apposita.
  • Giulia scrive:
    Lock-in
    Finche i gestionali e i software collegati saranno closed source e con i db non documentati (e non dico proprietarti o a pagamento che va bene visto che sono software commerciali) avoglia a dire formati aperti.
    • krane scrive:
      Re: Lock-in
      - Scritto da: Giulia
      Finche i gestionali e i software collegati
      saranno closed source e con i db non documentati
      (e non dico proprietarti o a pagamento che va
      bene visto che sono software commerciali) avoglia
      a dire formati aperti.Guarda che e' proprio per quello che si sta dicendo che si vogliono i formati aperti.
    • panda rossa scrive:
      Re: Lock-in
      - Scritto da: Giulia
      Finche i gestionali e i software collegati
      saranno closed source e con i db non documentati
      (e non dico proprietarti o a pagamento che va
      bene visto che sono software commerciali) avoglia
      a dire formati
      aperti.Basta minacciare la galera, la flagellazione e il patibolo e vedi come i formati si aprono...
      • bertuccia scrive:
        Re: Lock-in
        - Scritto da: panda rossa

        Basta minacciare la galera, la flagellazione e il
        patibolo e vedi come i formati si
        aprono...le maniere a modo dei paladini della libertà :Dtutti liberi... di pensarla come noi!
        • jaro scrive:
          Re: Lock-in
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: panda rossa



          Basta minacciare la galera, la flagellazione
          e
          il

          patibolo e vedi come i formati si

          aprono...

          le maniere a modo dei paladini della libertà :D
          tutti liberi... di pensarla come noi!Io direi tutti liberi ... ma non di togliere la libertà agli altri.
        • panda rossa scrive:
          Re: Lock-in
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: panda rossa



          Basta minacciare la galera, la flagellazione
          e
          il

          patibolo e vedi come i formati si

          aprono...

          le maniere a modo dei paladini della libertà :D
          tutti liberi... di pensarla come noi!Non equivocare.C'e' una legge democratica.La legge deve prevedere anche una pena in caso di inadempienza.Nessuno vuole essere forcaiolo.Semplicemente se alla data prevista dalla legge, non ti sei adeguato, ti devi beccare come minimo l'interdizione ai pubblici uffici.
        • becker scrive:
          Re: Lock-in
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: panda rossa



          Basta minacciare la galera, la flagellazione
          e
          il

          patibolo e vedi come i formati si

          aprono...

          le maniere a modo dei paladini della libertà :D
          tutti liberi... di pensarla come noi!Ok ognuno è libero di scegliere se fare software closed o open ma non mi può rendere difficile la migrazione ad un altro sistema. Se ho dei dati in un programma quel software non deve mettere "lucchetti" al database rendendo difficile o impossibile recuperare i dati dal database per usarli su un altro programma/sistema, in questo caso è una pratica scorretta.
          • shevathas scrive:
            Re: Lock-in

            Ok ognuno è libero di scegliere se fare software
            closed o open ma non mi può rendere difficile la
            migrazione ad un altro sistema. Se ho dei dati in
            un programma quel software non deve mettere
            "lucchetti" al database rendendo difficile o
            impossibile recuperare i dati dal database per
            usarli su un altro programma/sistema, in questo
            caso è una pratica
            scorretta.in realtà, per la mia esperienza, lucchetti espliciti non c'è ne sono. Puoi sempre avere il dump delle tabelle della base dati. il problema è che spesso è il DB progettato alla BIP! di cane con nomi di tabelle e di campi messi a caso e nessuna documentazione.
          • panda rossa scrive:
            Re: Lock-in
            - Scritto da: shevathas

            Ok ognuno è libero di scegliere se fare
            software

            closed o open ma non mi può rendere
            difficile
            la

            migrazione ad un altro sistema. Se ho dei
            dati
            in

            un programma quel software non deve mettere

            "lucchetti" al database rendendo difficile o

            impossibile recuperare i dati dal database
            per

            usarli su un altro programma/sistema, in
            questo

            caso è una pratica

            scorretta.

            in realtà, per la mia esperienza, lucchetti
            espliciti non c'è ne sono. Puoi sempre avere il
            dump delle tabelle della base dati. il problema è
            che spesso è il DB progettato alla BIP! di cane
            con nomi di tabelle e di campi messi a caso e
            nessuna
            documentazione.Questo scenario che hai appena descritto e' una diretta conseguenza dell'eredita' che ci hanno lasciato gli sparagestionali vb.Chi arriva dal mondo unix, prima scrive la documentazione poi il codice.E questo vale anche per i databases.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Lock-in

            Chi arriva dal mondo unix, prima scrive la
            documentazione poi il
            codice.
            E questo vale anche per i databases.AHAHAHAHAHAHA... http://gh-linux.blogspot.be/2007/09/andrew-morton-on-kernel-quality.htmlVediamo una perla di chi viene dal mondo linux"Also, bugs that aren't resolved within a couple of days are typically lost and there is no way to find and track that defect afterwards"
          • panda rossa scrive:
            Re: Lock-in
            - Scritto da: nome e cognome

            Chi arriva dal mondo unix, prima scrive la

            documentazione poi il

            codice.

            E questo vale anche per i databases.

            AHAHAHAHAHAHA...

            http://gh-linux.blogspot.be/2007/09/andrew-morton-

            Vediamo una perla di chi viene dal mondo linux

            "Also, bugs that aren't resolved within a couple
            of days are typically lost and there is no way to
            find and track that defect
            afterwards"Si, ma scrivilo che quella considerazione che hai citato risale alla bellezza di 5 anni fa (una era geologica dell'informatica)Wednesday, September 05, 2007Qualcosa di meno sommerso dalla polvere?
          • shevathas scrive:
            Re: Lock-in
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            Ok ognuno è libero di scegliere se fare

            software


            closed o open ma non mi può rendere

            difficile

            la


            migrazione ad un altro sistema. Se ho
            dei

            dati

            in


            un programma quel software non deve
            mettere


            "lucchetti" al database rendendo
            difficile
            o


            impossibile recuperare i dati dal
            database

            per


            usarli su un altro programma/sistema, in

            questo


            caso è una pratica


            scorretta.



            in realtà, per la mia esperienza, lucchetti

            espliciti non c'è ne sono. Puoi sempre avere
            il

            dump delle tabelle della base dati. il
            problema
            è

            che spesso è il DB progettato alla BIP! di
            cane

            con nomi di tabelle e di campi messi a caso e

            nessuna

            documentazione.

            Questo scenario che hai appena descritto e' una
            diretta conseguenza dell'eredita' che ci hanno
            lasciato gli sparagestionali
            vb.
            sorry. LAMP application. Questo dimostra che si può fare codice di M <BIP!
            a OS.
            Chi arriva dal mondo unix, prima scrive la
            documentazione poi il
            codice.ROTFL. Chi sa programmare forse. I fan boy di $linguaggio_fico_del_momento son convinti di scrivere codice autoesplicativo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Lock-in
            - Scritto da: shevathas
            ROTFL. Chi sa programmare forse. I fan boy di
            $linguaggio_fico_del_momento son convinti di
            scrivere codice
            autoesplicativo.$linguaggio_fico_del_momento e' una prerogativa del $so_fico_del_momento, quindi e' circoscritto all'ambito commerciale.Lato server non esiste alcun $linguaggio_fico_del_momento, ma solo $linguaggio_che_va_usato_in_quel_contesto.
          • shevathas scrive:
            Re: Lock-in

            Lato server non esiste alcun
            $linguaggio_fico_del_momento, ma solo
            $linguaggio_che_va_usato_in_quel_contesto.il php lavora lato server :)
          • bollito scrive:
            Re: Lock-in

            il php lavora lato server :)Magari il php per web. Ma il php per command line (CLI)?
          • bollito scrive:
            Re: Lock-in

            ROTFL. Chi sa programmare forse. I fan boy di
            $linguaggio_fico_del_momento son convinti di
            scrivere codice
            autoesplicativo.Mai sentito parlare di tecniche agili? Documentare il codice non serve a niente se viene scritto nel modo adeguato.
          • shevathas scrive:
            Re: Lock-in

            Mai sentito parlare di tecniche agili? spesso usate come pretesto per scrivere porcherie.
            Documentare il codice non serve a niente se viene
            scritto nel modo
            adeguato.un minimo di documentazione per illustrare le regole di denominazione delle funzioni, delle variabili e degli oggetti lo dovresti scrivere, soprattutto se poi al codice devono metterci mano altri. Non è detto che debba scrivere un romanzo per ogni funzione ma un minimo di informazioni sul tipo di parametri accettati in ingresso e in uscita, o la regola per ricavarli dal nome della funzione, si dovrebbe usare.
          • bollito scrive:
            Re: Lock-in
            Chissa' come mai chi non conosce una cosa ne parla sempre male....
            un minimo di documentazione per illustrare le
            regole di denominazione delle funzioni, delle
            variabili e degli oggetti lo dovresti scrivere,
            soprattutto se poi al codice devono metterci mano
            altri.Quelle sono regole interne per il team di programmazione.E sono d'accordo con te che debbano essere ben chiare e stabilita a priori per tutti.

            Non è detto che debba scrivere un romanzo per
            ogni funzione ma un minimo di informazioni sul
            tipo di parametri accettati in ingresso e in
            uscita, o la regola per ricavarli dal nome della
            funzione, si dovrebbe
            usare.C'e' ampia letteratura a riguardo che dimostra che i commenti nel codice sono da evitare nella maniera assoluta, visto che a tutti gli effetti autorizza il programmatore a scrivere un codice XXXXXXX (tanto e' documentato). Magari lecciti qualcosina sul clean code vai http://www.amazon.it/Clean-Code-Handbook-Software-Craftsmanship/dp/0132350882
          • shevathas scrive:
            Re: Lock-in

            Quelle sono regole interne per il team di
            programmazione.
            E sono d'accordo con te che debbano essere ben
            chiare e stabilita a priori per
            tutti.
            se rilasci il codice OS dovresti divulgare anche quelle regole. Così come anche le altre informazioni sul software. Ad esempio la logica seguita per dividere il sorgente su più moduli, la logica per la quale sono stati pensati i moduli così strutturati. In pratica aggiungerci anche la fase di analisi del software, quella che ti fa capire quale logica si sia seguita nella progettazione. Se il codice è closed io vedo solo un binario e di quanto sopra non mi può importare di meno.
            C'e' ampia letteratura a riguardo che dimostra
            che i commenti nel codice sono da evitare nella
            maniera assoluta, visto che a tutti gli effetti
            autorizza il programmatore a scrivere un codice
            XXXXXXX (tanto e' documentato). Magari lecciti
            qualcosina sul clean code vai
            http://www.amazon.it/Clean-Code-Handbook-Software-veramente il codice XXXXXXX al 99% è codice mal documentato. Vero che una buona scrittura del codice può ridurre al minimo l'esigenza di scrivere commenti, ma qualche messaggio esplicativo forse sarebbe meglio scriverlo.
          • Nemo scrive:
            Re: Lock-in

            Mai sentito parlare di tecniche agili?
            Documentare il codice non serve a niente se viene
            scritto nel modo adeguato.Vale sempre, e da ben prima delle tecniche agili che hanno raccolto anche tante "best practices".Buoni nomi di variabili e funzioni, e api parlanti fanno tutto semplice, poi basta documentare i pochi passaggi logici un po' forzati.
        • Nemo scrive:
          Re: Lock-in
          - Scritto da: bertuccia
          - Scritto da: panda rossa


          Basta minacciare la galera, la flagellazione
          e il patibolo e vedi come i formati si

          aprono...

          le maniere a modo dei paladini della libertà :D
          tutti liberi... di pensarla come noi!Quando si scrive una legge è sempre la stessa legge per tutti, e chi non la rispetta viene processato.Qui non si parla di opinione sul bello o meno bello, comodo o meno comodo.Qui si sostiene che una legge che imponga la standardizzazione dei formati di file sarebbe utile a tutti, e non toglierebbe nulla alla concorrenza anzi, è esattamente chi vuole i formati proprietari che cerca di legare a se i clienti, e in questo MS e Apple sono bravissimi.
      • ruppolo scrive:
        Re: Lock-in
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Giulia

        Finche i gestionali e i software collegati

        saranno closed source e con i db non
        documentati

        (e non dico proprietarti o a pagamento che va

        bene visto che sono software commerciali)
        avoglia

        a dire formati

        aperti.

        Basta minacciare la galera, la flagellazione e il
        patibolo e vedi come i formati si
        aprono...Varrebbe anche per la pirateria, pensa.
        • panda rossa scrive:
          Re: Lock-in
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Giulia


          Finche i gestionali e i software collegati


          saranno closed source e con i db non

          documentati


          (e non dico proprietarti o a pagamento che
          va


          bene visto che sono software commerciali)

          avoglia


          a dire formati


          aperti.



          Basta minacciare la galera, la flagellazione e
          il

          patibolo e vedi come i formati si

          aprono...

          Varrebbe anche per la pirateria, pensa.Puo' darsi.Ma nel caso in questione il reo lo si conosce gia'.
        • Matrix scrive:
          Re: Lock-in
          Varrebbe anche per chi ti ciuccia centinaia di euro per un problema al pc inesistente
        • Shiba scrive:
          Re: Lock-in
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Giulia


          Finche i gestionali e i software collegati


          saranno closed source e con i db non

          documentati


          (e non dico proprietarti o a pagamento che
          va


          bene visto che sono software commerciali)

          avoglia


          a dire formati


          aperti.



          Basta minacciare la galera, la flagellazione e
          il

          patibolo e vedi come i formati si

          aprono...

          Varrebbe anche per la pirateria, pensa.E chissà per quanti altri reati inventati.
    • Enterprise Profession al scrive:
      Re: Lock-in
      La colpa è anche dei clienti che si ostinano a comprare paccottiglie dagli sparagestionaliVB...
      • The_GEZ scrive:
        Re: Lock-in
        Ciao Enterprise Profession al !
        La colpa è anche dei clienti che si ostinano a
        comprare paccottiglie dagli
        sparagestionaliVB...Non esattamente.La colpa è dei clienti che non si informano a sufficienza e dei venditori che che non creano software compatibile con i formati Open!Il gestionale può anche essere "Sparato in VB" ma se usa formati Open sarà sempre possibile utilizzate i dati ed è questo che conta.
        • Enterprise Profession al scrive:
          Re: Lock-in

          Il gestionale può anche essere "Sparato in VB" ma
          se usa formati Open sarà sempre possibile
          utilizzate i dati ed è questo che
          conta.Sì è vero, ma è difficile che chi spara gestionali in VB esca fuori dal recinto di Microsoft e dei suoi formati, perché ha tutte le api pronte e facili da usare per vomitare file coi suoi formati...
Chiudi i commenti