Una tassa sul segnale dei cellulari

I nativi della provincia canadese del Manitoba chiedono un pedaggio per ogni telefonata il cui segnale attraversi il loro territorio

Winnipeg – Se l’aria deve essere considerata una risorsa come la terra e l’acqua, allora i segnali di telefonia mobile che li percorrono devono pagare dazio. È l’idea alla base di un’iniziativa promossa dalle popolazioni native che vivono nelle riserve della provincia canadese del Manitoba.

Ne parla CBC News , spiegando che in occasione di un recente summit sullo sviluppo economico, il consiglio dell’ Assembly of Manitoba Chiefs ha ufficialmente richiesto di aprire un tavolo di trattative con la compagnia telefonica MTS per ottenere una partecipazione agli utili derivanti dai servizi TLC che generano segnali di trasmissione che attraversano terre, acque e spazi aerei compresi nel perimetro territoriale delle loro riserve .

Secondo un membro del consiglio, il capo Ovide Mercredi, si tratta di un diritto fondamentale ed inalienabile delle popolazioni indigene: “Utilizzare uno spazio aereo è come usare la nostra acqua, e il solo fatto che non esistano dei precedenti non significa che non sia la cosa giusta da fare”.

Anna Hunter, docente di scienze politiche presso la University of Saskatchewan , sottolinea come la richiesta dell’AMC sia effettivamente unica nel suo genere e che sia con ogni probabilità destinata a interessare anche le altre comunità delle popolazioni native.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    GabiNet
    Ma LOL!!!!(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: GabiNet
      Certo! Quale credi sia le rete più estesa e pervasiva al mondo? Quella fognaria, ovvio!!! :DCi sono terminali di acCesso ovunque!Sono linee A-DSL, infatti di solito la banda è quasi tutta in Upload, ma qualche volta si hanno anche catastrofici download! :DInfatti Google, che è sempre un passo avanti, ci si è buttata a capofitto da tempo! :DLeggi qui!http://www.google.com/tisp/:D
  • Anonimo scrive:
    Mandiamoli a Luino-Stazione Ferroviaria
    Gli passerà la voglia di entrare nei cessi a perder tempo col cellulare.
  • Pejone scrive:
    In Italia va meglio...
    Non c'è neanche bisogno di nascondersi in bagno!Non è una trollata, conosco decine di persone che navigano tranquillamente durante le ore di lavoro...Una volta tanto è l'Italia ad essere più liberale.(Preciso che personalmente non condivido chi abusa in questo modo della fiducia ricevuta dai propri superiori)
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia va meglio...
      - Scritto da: Pejone
      Non c'è neanche bisogno di nascondersi in bagno!
      Non è una trollata, conosco decine di persone
      che navigano tranquillamente durante le ore di
      lavoro...

      Una volta tanto è l'Italia ad essere più liberale.

      (Preciso che personalmente non condivido chi
      abusa in questo modo della fiducia ricevuta dai
      propri
      superiori)Dovrebbero esse cacciati a calci in cuXo! Altro che abusare della fiducia.
      • Anonimo scrive:
        Re: In Italia va meglio...
        LOL...... mi pare equo. Lì si naviga in toilette, qui si fanno stronz@te in ufficio....
        • Anonimo scrive:
          Re: In Italia va meglio...
          - Scritto da:
          LOL...

          ... mi pare equo. Lì si naviga in toilette, qui
          si fanno stronz@te in
          ufficio....... E buona parte degli effetti vengono scaricati su PI (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: In Italia va meglio...
            Ah io credevo di trovare dei post del tipo: "loro hanno le cabine nei cessi, noi abbiamo le cabine che fungono da cessi da quanto puzzano..." pero' niente e ridero' un po' meno del previsto.....
          • Anonimo scrive:
            Re: In Italia va meglio...
            io mi aspettavo battute del tipo "ma che se ne vadano a cag@are".. invece niente..troller dormienti...
      • Anonimo scrive:
        Re: In Italia va meglio...

        Dovrebbero esse cacciati a calci in cuXo! Altro
        che abusare della
        fiducia.Finche' fanno il loro lavoro possono anche farsi una navigatina se ne hanno bisogno...ma se questo influisce il rendimento.... ciao!
      • Anonimo scrive:
        Lo schiavismo nuovo.
        - Scritto da:

        - Scritto da: Pejone

        (Preciso che personalmente non condivido chi

        abusa in questo modo della fiducia ricevuta dai

        propri

        superiori)

        Dovrebbero esse cacciati a calci in cuXo! Altro
        che abusare della
        fiducia.Tutti santi che scagliano pietre a lapidare i cattivi dipendenti italiani. Peccato che decine di migliaia di dipendenti vengano fatti lavorare a obiettivo, non a cottimo.Prendiamo il mio caso: il mio datore di lavoro non mi paga gli straordinari, ho orario fiduciario (teoricamente non debbo rendere conto di ingresso e uscita), ho incentivi a risultato.Alcuni miei colleghi sono interinali e collaboratori a progetto. L'azienda definisce bonus il cellulare e il PC portatile, con i quali DEBBO essere sempre reperibile anche fuori ufficio e SI ASPETTANO che lavori da casa alla sera (notte) o durante le malattie (ti mando una mail, così mi rispondi con quella relazione che puoi scrivere in pochi minuti, che tanto sei a casa tranquillo - malato, diavolo, sono malato!).La realtà?Se esci dall'ufficio solo un'ora dopo la fine delle tue ore lavorative contrattuali sei uno che non si impegna: scordati di venir segnalato per il prossimo aumento. Se usi il PC "benefit" installando un sw tuo (legale) sei passibile di richiamo aziendale.Se usi il cellulare "benefit" per chiamate private - brevi, pochi euro al mese - sei passibile di richiamo aziendale, come un ladro.Se gli obiettivi aziendali sono irraggiungibili (li definisce l'azienda, li comunica a metà anno sociale, non hai leve per raggiungerli, l'azienda li valuta a propria discrezione) parte dell'incentivo sparisce INDIPENDENTEMENTE dal tuo impegno.Se raggiungi il tuo obiettivo a furia di rubare ore alla famiglia, parte il sospetto che l'obiettivo assegnato fosse troppo facile: aspettati di peggio il prossimo anno.Queste aziende senza attenzione che per i grandi azionisti, governate da manager senza vergogna che si accordano reciprocamente stock options e rimborsi spese irreali, che guidano auto aziendali di gran lusso "per il bene dell'immagine dell'azienda", sono i nuovi negrieri del terzo millennio.Io faccio quanto debbo in coscienza per guadagnarmi il denaro della mia retribuzione: il resto è sopravvivenza e lotta per ritagliarsi propri spazi personali dai tanti soprusi di aziende che si riempono la bocca di etica, interesse sociale, sondaggi su quanto siano ingrati e infidi i dipendenti ai quali, bontà loro nella loro infinita voglia di sacrificio, concedono il diritto a sopravvivere concedendo un lavoro. Rattrista come, nel nuovo schiavismo come nel vecchio, i cani ringhianti a difesa di certi soprusi siano persone sfruttate a loro volta, pronte a leccare la mano che le ha colpite poco prima.
    • Anonimo scrive:
      Re: In Italia va meglio...
      www.openitaly.netLe chat sono maggiormente frequentate durante l'orario di lavoro...ci sarà un motivo, o no ?www.openitaly.net
Chiudi i commenti