Una zampa per non russare

Un orso robotico, per risolvere il fastidioso problema

Russi a tal punto da arrecare fastidio a tua moglie, ai tuoi figli e anche ai vicini di casa? Bisogna trovare una soluzione definitiva. Basta adagiarsi su un cuscino a forma di orso polare e addormentarsi, senza problemi. Nel caso iniziaste a russare sarà proprio l’orso a disturbarvi leggermente, in modo da indurvi a cambiare posizione.
Si chiama Jukusui-kun, che potrebbe essere tradotto in italiano come “Sonno profondo” e si tratta di un cuscino robotico giapponese dalle sembianze di un simpatico orso polare.

Jukusui-kun

Nelle orecchie dell’orso sono nascosti dei microfoni, mentre nella zampa sinistra è integrato un ossimetro, capace di misurare il livello di ossigeno nel sangue in modo non invasivo. Il problematico dormiente non deve fare altro che appoggiare la testa sul pancione dell’orso e il polso sulla zampa-ossimetro.

Quando il livello d’ossigeno scende e il microfono percepisce una variazione nei normali suoni ambientali, ecco che scatta il meccanismo e l’altra zampa dell’orso si poggia con decisione e delicatezza alla guancia del dormiente. Arrecandogli un certo fastidio, la persona è obbligata a cambiare posizione, fino ad assumere una postura notturna che gli permetta di ridurre il problema di apnea, migliorare la respirazione e smettere di russare.

Per evitare di intralciare i movimenti con eventuali fili, l’orso Jukusui-kun è dotato di un tappeto di sensori da porre sotto le lenzuola.

Jukusui-kun è stato inventato dal Dr. Kabe della Wasaeda University ed è stato presentato alla International Robot Exhibition di Tokyo. Ancora, quindi, si tratta solo di un prototipo, ma il gruppo di lavoro auspica che il robot possa diventare quanto prima un prodotto commerciale.
Basterà la zampa di un orso per farvi dormire sonni tranquilli?

(via Mashable )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il Gargilli scrive:
    conveniente?
    ..[L'esperienza sin qui raccolta dimostra che i passeggeri e lo staff generalmente vedono gli scanner di sicurezza come un metodo di screening conveniente", ha aggiunto Kallas]..Eh come no?!Conveniente a chi? Forse a quelli che credono che le torri gemelle siano cadute per via degli aerei?E poi che palle!.. davvero.. con tutte ste XXXXXXX che si inventano, ogni giorno di piu, con la scusa del terrore, del terrorismo, dei terremoti, delle tortore, del torrone e di tutte le parole che contengono le lettere "T" e "R". Fateci caso.. provate a chiedere ad un amico di pensare ad una parola, dandogli solo quelle due lettere..Da dove ha origine questa fottuta paura che hanno i Governanti sui cittadini, rispetto ad una loro (seppur lenta e indigesta) empancipazione, sociale e culturale?Perchè bisogna subire, ogni giorno, le loro oppressioni, come riflesso delle loro paure. XXXXX! Loro stanno male.. e rompono i XXXXXX al popolo..E' già sucXXXXX in passato.. nessuno se lo ricorda?Sono leggi antiche e imprescindibili, come quelle che regolano il Cosmo. Se io faccio del male a qualcuno, mi aspetto una sua reazione. Più gli faccio male, più violenta (e immadiata) sarà la reazione. A meno che non cerco di controllarlo.. Uhff.. che palle dover parlare ancora di ste robe..Il mondo è governato da gente che ha paura dei cittadini comuni. Magari credono anche di operare per il bene.. per stabilire ordine. E dopo tutto sto tempo (se si va avanti di questo passo) potrebbe davvero essere così. E' da più di un secolo che hanno messo in moto questa macchina infernale, che rende i cittadini schiavi e "debitori" (in primis con la cartamoneta)Sono sempre le stesse paure, che pure ha la Chiesa, di perdere i fedeli.Non riescono ad essere persone semplici. E chi è semplice lo nota subito.Occorre prendere le distanze dai loro mezzi di propaganda, a partire dalla televisione.. Lo dico sempre e non mi stancherò mai di ripeterlo..Aloha!
    • Michele ENERGIA scrive:
      Re: conveniente?
      - Scritto da: Il Gargilli
      Conveniente a chi? Forse a quelli che credono che
      le torri gemelle siano cadute per via degli
      aerei?No, quel giorno ero a NYC, sono inciampato e sono cadute. Shhh, ma non lo dire a nessuno!
    • attonito scrive:
      Re: conveniente?
      - Scritto da: Il Gargilli
      E' da più di un
      secolo che hanno messo in moto questa macchina
      infernale, che rende i cittadini schiavi e
      "debitori" (in primis con la cartamoneta)
      Sono sempre le stesse paure, che pure ha la
      Chiesa, di perdere i fedeli.ti sei perso tutta la fase della Roma Imperiale, gli stermini etnici, lo schiavismo, la servitu' della gleba, le piantagioni di cotone in alabama, il ku klux klan, i campi di sterminio, etc etc etc.Direi che le cose non sono peggiorate ma migliorate, ache se siamo lontani dal meglio assoluto.
      • Il Gargilli scrive:
        Re: conveniente?
        giusta osservazione attonito, tant'è che di nefandezze ne sono state compiute in passato, senza ombra di dubbio. Ma a mio avviso i metodi di oppressione non sono mai terminati.. sono solo cambiati. Si sono evoluti con il progesso e la tecnologia. Lo stesso termine "Progresso", può diventare contradditorio, se pensiamo ai benefici che ha indubbiamente portato all'Umanità; Ma quando questo progresso irrompe in qulcosa come (ad esempio) l'utilizzo di tecnologia sofisticata per il controllo delle masse, ecco che quella bella parola, inizia a fare paura.Ricordo di avere letto, tempo fa, in un qualche libro, la considerazione che faceva l'autore, rispetto al veloce progredire della tecnologia nei primi anni 30, in America e in occidente più in generale. Cercava di capire che senso può avere costruire una lavatrice (che ha lo scopo di ridurre fatica e tempo) quando poi, proprio per il fatto che "ho più tempo libero", questo tempo mi venga automaticamente sottratto dalla fabbrica dove lavoro per essere impiegato a costruire altre lavatrici.Il grande Charlie Chaplin lo aveva intuito.. ed era un comico.. Ma alla fine non ci è rimasto molto da ridere.Aloha!
Chiudi i commenti