Un'email! Il mio regno per un'email!

di Martina Zavagno. Quante email si ricevono ogni giorno? Ogni quanto tempo si controlla la posta? Cosa accadrà con l'ulteriore aumento previsto dell'email? Perché scrivere un'email è così impegnativo?


Weblogz – Avete mai provato a contare quante volte al giorno controllate la posta elettronica? Ormai è diventata quasi una mania. Impossibile resistervi, sembra una questione di vita o di morte, appena appare la fatidica bustina in basso a destra del nostro desktop dobbiamo subito cliccarci sopra e scoprire chi ci ha scritto. Non importa se poi leggeremo effettivamente il messaggio né, tantomeno, se vi risponderemo con prontezza. L’importante è verificare la posta con regolarità quasi maniacale.

La questione sta diventando talmente rilevante che, addirittura, Gartner Group ci ha dedicato un apposito studio i cui risultati appaiono sorprendenti, ma non troppo. Dalla ricerca è emerso infatti che, negli Stati Uniti, il 42% delle persone che usa la posta elettronica per lavoro, non manca di controllarla anche quando è in vacanza e, naturalmente, nel week-end quando non si trova in ufficio. Il 53% degli interpellati ha affermato di dare un’occhiata alla propria email almeno sei volte al giorno, mentre il 34% ha ammesso di verificarla “costantemente”. Inoltre, Gartner ha affermato che utenti business spendono una media di 49 minuti al giorno solo per controllare la posta elettronica che ricevono.

Ma gli studi sull’uso dell’email non si fermano qui: secondo un sondaggio di Gallup, il 97% percento delle persone che la usa ha affermato che la posta elettronica ha migliorato la loro vita. Il 53% degli interpellati utilizza l’email sia al lavoro che a casa e il 76% possiede più di un indirizzo. Anche Gallup fornisce dati riguardo alla frequenza con cui gli utenti controllano la propria casella: gli utenti business la verificano ogni giorno e il 51% lo fa almeno una volta all’ora. Il 71% degli utenti privati danno un’occhiata da casa una volta al giorno, ma solo il 6% lo fa almeno una volta all’ora. La media dei messaggi ricevuti naturalmente cambia: chi usa l’email per lavoro riceve circa 12 messaggi al giorno (22 secondo Gartner) e ne spedisce sei mentre gli utenti privati si limitano a riceverne 8 e spedirne 6.

E la massa di messaggi in arrivo continua ad aumentare, tanto che secondo Ferris Research, a fine anno la crescita sarà pari al 35-50% rispetto all’anno precedente. Quasi un incubo, considerando che la stessa società afferma che ogni utente business dedica circa 5 minuti a ciascun messaggio, fatto che, in prospettiva giornaliera fa salire a quasi 4 ore il tempo impiegato ogni giorno per gestire la posta elettronica. Tali numeri sono in contrasto con quelli forniti da Gartner, ed appaiono un po’ troppo allarmanti: probabilmente la verità sta nel mezzo. Comunque, su una giornata lavorativa di otto ore, pensare di trascorrerne due a controllare la posta è comunque un indicazione rilevante, che metterà in agitazione non pochi manager, abituati a ritmi frenetici e ad avere i minuti contati.

Questi dati statistici non fanno che confermare la crescente importanza che la posta elettronica sta assumendo nella nostra vita, sia privata che lavorativa. Tuttavia, comunicare via email o sms non sempre è cosa facile, anzi. Secondo una recente ricerca dell’università americana di Temple infatti, l’incapacità della comunicazione testuale di trasmettere emozioni (fatta eccezione per le emoticons, comunque non adatte alla corrispondenza commerciale) costringe ad aumentare la concentrazione ed il tempo da dedicare alla composizione del messaggio da parte del mittente ed all’interpretazione dello stesso da parte del destinatario. A quanto pare, scrivere (e leggere) un’email costa uno sforzo cognitivo dieci volte maggiore rispetto a quello necessario a sostenere una conversazione faccia a faccia. Lo studio propone un esempio pratico: se al telefono (dove conta anche il timbro della voce e c’è un feedback immediato) per spiegare un testo di 600 parole si impiegano circa 10 minuti, via email lo stesso messaggio richiede oltre un’ora per essere trasmesso con efficacia. Meno male che la posta elettronica, quasi per antonomasia, è da sempre definita un mezzo di comunicazione “rapido”…

Martina Zavagno
Weblogz

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    A proposito di freeware - ho finito ieri Noctis IV
    Un programmino mirato agli appassionatidi fantascienza. Ma è diventato abbastanzanoto, nel suo piccolo. Gira in DOS, ma ancheda Winzozz ovviamente, essendo Winzozz un'estensione del file system del DOS.E' gratis, eh?Figuriamoci se mi metto a venderlo...Ah, già, il link:http://members.designheaven.com/~44/ita_noctis.html
    • Anonimo scrive:
      Re: A proposito di freeware - ho finito ieri Noctis IV
      Molto carino, veramente. Qualche appunto sulla leggera complicazione nell'uso dello schermo dei comandi...
  • Anonimo scrive:
    a proposito del tasto "bandierina"...
    forse non tutti sanno che gia' di default il sistema operativo Windows fornisce alcuni shortcut tramite il tasto bandierina (BAND):BAND + E: explorerBAND + M: minimizza tutte le finestreBAND + F: find filesBAND + R: run fileBAND + TABa lo stesso di ALT + TAB, ma con le icone sull task bar..
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito del tasto
      Aggiungo:BAND + Pause = proprieta' del sistemaBAND+SHIFT+M = ripristina le finestre (contrario di BAND+M)
      • Anonimo scrive:
        Re: a proposito del tasto
        nella mia ignoranza conoscevo solo band+e.dai, chi sa altre scorciatoie le posti :))))
        • Anonimo scrive:
          Re: a proposito del tasto
          - Scritto da: WireleZZ
          nella mia ignoranza conoscevo solo band+e.
          dai, chi sa altre scorciatoie le posti :))))BAND e basta:invia un messaggio nascosto nella portantedel modem che denuncia automaticamente ipossessori di copie non registrate di XP.
          • Anonimo scrive:
            Re: a proposito del tasto
            BAND + 8==
            indovina dove ti manda ;)
            BAND e basta:
            invia un messaggio nascosto nella portante
            del modem che denuncia automaticamente i
            possessori di copie non registrate di XP.
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito del tasto
      Ricordiamoci diWin + D Mostra/nasconde il desktopPiù quelli "vecchi" anche per chi non ha il tastinoALT - TAB (chi non lo conosce?) per passare da un'applicazione all'altraCTRL - TAB per passare da una finestra all'altra di un'applicazione MDI (multi document interface) come Word e tanti altriCTRL - W per chiudere una finestra di un'applicazione MDIE taaaaante tante altre...Saluti(ovviamente evito di ricordarvi la scorciatoia più importante di Windows: CTRL - ALT - CANC :D)
    • Anonimo scrive:
      Re: a proposito del tasto
      BAND + D pulisce iconizza tutto ( e' l'equivalente di "show desktop su win 2K )
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno conosce...
    Una utility che permetta di avere in windows (2000) una Ram Disk a dimensione variabile, nel senso che occupa solo la Ram necessaria per i file presenti, allargandosi e stringendosi automaticamente...?
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno conosce...
      - Scritto da: Luc
      Una utility che permetta di avere in windows
      (2000) una Ram Disk a dimensione variabile,
      nel senso che occupa solo la Ram necessaria
      per i file presenti, allargandosi e
      stringendosi automaticamente...?Tu chiedi un po' troppo al sistema di gestione della memoria di Windows... è già tanto checon 256 Mb QUASI non swappi...
  • Anonimo scrive:
    Quel povero tasti Win!
    Non tutti sanno che ci sono diverse funzioni associate al tasto Win!Nella guida di Windows:WinVisualizzare o nascondere il menu di avvio. Win+INTERR Visualizzare la finestra di dialogo Proprietà del sistema. Win+M Ridurre a icona o ingrandire tutte le finestre. Win+E Aprire Risorse del computer. Win+F Cercare un file o una cartella. CTRL+Win+F Cercare computer. Win+F1 Visualizzare la Guida in linea di Windows 2000. Win+R Aprire la finestra di dialogo Esegui. Win+TAB Spostarsi tra oggetti aperti. Win+U Aprire Utility Manager.
  • Anonimo scrive:
    Subst: cosa ho sbagliato?
    Tempo fa mi sono trovato con il dizionario su cd della zanichelli, dizionario inglese e italiano e non volevo tenere sempre il cdrom occupato. L'ho condiviso in una lan e vi accedono in molti per cui vorrei lasciare condiviso altro materiale.Ho provato con subst... ma non ci sono riuscito!Pourquoi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Subst: cosa ho sbagliato?
      - Scritto da: inetto
      Tempo fa mi sono trovato con il dizionario
      su cd della zanichelli, dizionario inglese e
      italiano e non volevo tenere sempre il cdrom
      occupato. L'ho condiviso in una lan e vi
      accedono in molti per cui vorrei lasciare
      condiviso altro materiale.
      Ho provato con subst... ma non ci sono
      riuscito!
      Pourquoi?Subst non va bene per ogni CD, prova con CloneCD o con VirtualCDciao
  • Anonimo scrive:
    Sequoia View Clones:
    Buoni come sequoia View sono TreeSize e Dirsize32.Esistono già dai tempi di Win 3.1 e comunque sono ottimi.Come sequoia View ti fanno comprendere "come mai non ho più spazio?" ... ah... forse quei 300 mega di porno e di giochi ... di Mp3... di freeware che non ho nemmeno guardato ... ehm... di file temporanei ... perché non ho settato bene Explorer... ehm ehm ...
  • Anonimo scrive:
    Vice_Versa: sincronia file?
    Ma quello che fa vice-versa, non è quello che fa sincronia file? Si può creare quante "sincronia file" si vuole... dovunque... quindi... non capisco l'utilità.Davvero non capisco, non è una critica-scassaminchia...infatti sempre i miei complimenti a Schiavoni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Vice_Versa: sincronia file?
      Non è la stessa cosa: io uso già regolarmente "Comparator" che permette l'aggiormanemto in entrambi i sensi e spero che questo sia meglio anche di Comparator
      • Anonimo scrive:
        Re: Vice_Versa: sincronia file?
        e di questo:http://www.centered.com/che ne dite ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Vice_Versa: sincronia file?
          - Scritto da: Nemo
          e di questo:
          http://www.centered.com/

          che ne dite ?Sulla carta sembra ottimo, non ho scaricato la versione di valutazione. Ho provato anche DCopy, ViceVersa e Comparator. Il piu' completo e versatile mi pare ViceVersa, però appeno lo ho provato mi ha dato un errore irreversibile su Windows 2000 Pro.Qualcuno conosce altri programmi simili freeware?
      • Anonimo scrive:
        Re: Vice_Versa: sincronia file?
        e stò comparator dove si trova???
      • Anonimo scrive:
        Re: Vice_Versa: sincronia file?
        - Scritto da: Silvio
        Non è la stessa cosa: io uso già
        regolarmente "Comparator" che permette
        l'aggiormanemto in entrambi i sensi e spero
        che questo sia meglio anche di ComparatorNo, non è migliore del Comparator, a quanto pare. Mi paiono equivalenti.In ogni caso, vale la pena di provare anche DCopy di Markus Stephany:http://www.mirkes.de/eng/index.htmlDCopy non è basato sul cut&paste e non è un servizio di mirroring online, ma una semplice utilità di copia on demand. Per questo è consigliato per utenti un pò più smaliziati, anche se non è affatto difficile. Lavora su semplici elenchi di directories e pattern (es. *.doc) e consente di sincronizzare due insiemi di directories in modo master-slave o mirror (in soldoni, con o senza eliminazione dalla destinazione dei files cancellati nell'originale). Supporta tranquillamente qualsiasi unità di rete e remota riconosciuta dal filesystem di windows (unità locali, share di rete, dischi ZIP, CD con Instant Write, etc.).Possiede inoltre una simpatica opzione che inverte globalmente la direzione della copia, anche se la tipica destinazione d'uso è quella di mantenere periodicamente dei mirror unidirezionali (es. da workstation a backup server, o da directory di lavoro a unità di backup), arbitrariamente complessi per numero di directories e tipo di files. DCopy è molto semplice e non possiede meccanismi di scheduling interni. Tuttavia è totalmente controllabile da command line e file di configurazione, ed è quindi adatto ad esecuzioni batch, diversamente da moltissimi altri programmini del suo genere. Per cui, abbinandolo ad un qualsiasi sistema di macro (es. Macro Express, Macro Magic etc.) o all'unità di pianificazione di windows, è possibile eseguire il mirror con periodicità programmata e dimenticarsi della sua esistenza... gran comodità IMHO.Una nota per l'articolista: la visualizzazione grafica per cluster è nata da un'idea del grande Sir Peter Norton negli anni '80, presente nei primi defrag per DOS (Symantech - ovvero Peter Norton - e PCTOOLS). Il giochino dell'Università di Heindoven è carino, ma certo non tremendamente originale. :-)A questo proposito consiglio di dare un'occhiata anche a Treesize, un simpatico add-on per il menù contestuale di unità e directories che mostra in modo grafico l'occupazione di spazio complessiva di un sottoalbero, evidenziando i "mangiaspazio". Ottimo per stimare la suddivisione dei files da salvare su CDROM distinti, può conteggiare le dimensioni complessive con diversi cluster size (tra cui quello tipico del filesystem ISO del CDROM, appunto). Esiste anche in versione registrata Pro, che costa meno di una pizza. http://www.jam-software.com/
        • Anonimo scrive:
          Re: Vice_Versa: sincronia file?
          Hey ho provato dcopy e treesize !Dcopy è stato facile da configurare, non è stato un problema.Per me sono grandi, grazie della "dritta" !
Chiudi i commenti