UNESCO, un sito per conoscere il software libero

L'Agenzia che fa capo alle Nazioni Unite ha dato vita ad un portale pensato per permettere una più facile comprensione del movimento del software libero

Roma – Il software libero e open source non è soltanto questione tecnologica ma investe ambiti culturali e sociali di grande rilievo ed è per questo che l’ UNESCO , l’Agenzia dell’ ONU espressamente dedicata anche alla cultura, ha deciso di dar vita ad un portale del software libero e a codice aperto .

Il portale – spiega UNESCO – “dà accesso a documenti e siti che sono di riferimento per il movimento del software libero e dell’open source (…) Con il Portale, UNESCO fornisce un unico punto di accesso interattivo ad informazioni pertinenti per utenti che vogliano acquisire una comprensione del movimento del Free Software, capire perché è importante (…)”.

Gli utenti del portale, che rappresenta un nuovo riconoscimento internazionale per il rilievo sociale e culturale del software libero e dell’open source, possono accedere a documentazione, articoli, news di settore, ad esempio relative all’adozione del software a codice aperto nel Mondo, visionare una bibliografia e approfondire temi di grande rilievo come la sicurezza.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Tenetela a mente
    Ricordate che non è un caso che hanno negato un'opera del genere proprio in quel luogo.Chissà yahoo cosa aveva in mente....
  • Anonimo scrive:
    cazpiooooooo!!! e noi?
    noi abbiamo le locations tra le più suggestive del pianeta!!! :-Onessuno che faccia un po' di marketing del territorio?purchè non ci siano danneggiamenti, ovvio
  • Anonimo scrive:
    Per fortuna
    Sarebbe assurdo rovinare quel poco che la storia ci ha lasciato per una tecnoporcheria moderna..
    • Anonimo scrive:
      Re: Per fortuna
      - Scritto da:
      Sarebbe assurdo rovinare quel poco che la storia
      ci ha lasciato per una tecnoporcheria
      moderna..già, certo, come no!E ai bambini?Nessuno pensa ai bambini?
      • Anonimo scrive:
        Re: Per fortuna
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Sarebbe assurdo rovinare quel poco che la storia

        ci ha lasciato per una tecnoporcheria

        moderna..

        già, certo, come no!

        E ai bambini?

        Nessuno pensa ai bambini?A quelli ci sta pensando la televisione... :
    • Anonimo scrive:
      Re: Per fortuna

      Sarebbe assurdo rovinare quel poco che la storia
      ci ha lasciato per una tecnoporcheria
      moderna..Quoto.
Chiudi i commenti