Un'isola nel paradiso blu del wi-fi

Nei 250 chilometri quadrati dell'atollo di Niue presto sarà attiva una connessione wi-fi che coprirà l'intera barriera corallina. Un paradiso digitale ad accesso gratuito

Isola di Niue – I residenti dell’atollo di Niue in Oceania, posto vicino all’arcipelago di Tonga, potranno presto godere di un accesso gratuito ad internet fornito attraverso una rete wi-fi voluta dal parlamentino locale.

Niue, atollo che conserva un alto grado di autonomia sebbene sia associato alla Nuova Zelanda che la rappresenta anche in sede internazionale, ha deciso di aggiungere un nuovo tassello di reputazione digitale alla fama che già la circonda come gestore dei domini internet con estensione.nu.

In questo vero e proprio Paradiso del Pacifico, dove si beve acqua piovana e dove il territorio è formato da una barriera corallina, la locale associazione di utenti internet , ha ottenuto un finanziamento per il progettone wi-fi proprio grazie alla cessione in tutto il mondo dei diritti su domini con estensione.nu. Un finanziamento che dovrebbe consentire di coprire con il broad band wireless tutta l’area di 250 kmq dell’atollo.

Le palme di Niue Va detto che da anni gli utenti locali godono di accesso gratuito alle linee telefoniche, spesso in avaria per le tempeste tropicali che si abbattono sulla regione. Anche per questo una soluzione WLAN, cioè una rete locale basata sul wi-fi, viene vista con grande interesse.

L’associazione intende offrire accesso gratuito anche a tutti i turisti, compresi quelli che all’isola ci arrivano con le proprie barche e, evidentemente, i propri notebook…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • muro manzon scrive:
    webcam a lecco e non solo
    era ora...con tutti quelli come me ke non hanno niente da fare ci sarebbe sorveglianza continua gratis e vedrei anke la mia barca....chi ha qualcosa da nascondere vada da un'altra parte
  • Roby Frigerio scrive:
    WEBCAM Lecco
    Sarebbe cosa buona che le immagini delle webcam vengano rese pubbliche, cosi' come avviene per molteplici localita' sciistiche, non tutte magari, ma solo quelle che potrebbero avere un interesse turistico o di viabilita' ... cio' contribuirebbe (secondo il mio parere) allo sviluppo del turismo stesso.Quante volte ci chiediamo, (da Milano x esempio)soprattutto se il tempo e' incerto, prima di uscire: che tempo ci sara' sul lago ?Io sono di Milano e adoro navigare sul lago, consulto sempre le previsioni ma a volte non basta ... e webcam non ce ne sono ...
  • perego angelo scrive:
    webcam
    sono ancora io, complimenti ho notato che nessuno ha il coraggio di firmarsi, mi raccomando lamentarsi ma nascosti.
  • perego angelo scrive:
    webcam
    se non ho niente da nascondere non vedo quale sia il problema,smettiamola con la storia della privacy,che definire una barzelletta è già un complimento.è propio vero l'ignoranza si sta mangiando l'intelligenza.
  • Anonimo scrive:
    Re: LOL sono un lecchese...

    WOW
    Lecco ha le WEBCAM .. motivo in piu' per NON andare a Lecco
  • Wofthel scrive:
    Sistema fuori legge e fuori norma
    Vorrei proprio sapere come fanno ad usare una rete aperta come ADSL o peggio ancora come Alice (con tutti i limiti del vettore) e tutelare i dati delle riprese (dati sensibili ai sensi della legge 675). Perchè il Garante della privacy non interviene in questo genere di casi? Qualcuno ha già fatto una comunicazione in tal senso?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sistema fuori legge e fuori norma
      Proprio perchè non sai come funziona il sistema non dovesti scrivere cazzate. Rifletti e pensa prima di scrivere, idiota.
  • Cavallo GolOso scrive:
    Gates: Orwell si sbagliava.
    http://punto-informatico.it/p.asp?i=44608
  • Anonimo scrive:
    E dopo?
    Sarebbe bello sapere, tra un anno o due, i risultati e la reale efficacia di una tale iniziativa.
  • Anonimo scrive:
    Una societa' che peggiora
    Una societa' costretta a tenersi controllata ad ogni angolo "caldo" e' una societa' che peggiora.Anche nella mia citta' succede e per quanto non ami questi sistemi sono il primo a chiederli perche' la mia citta' e' diventata pericolosa. La mia morosa quando arriva in stazione la sera e' costretta a prendere il taxi per fare 500 metri perche' sono 500 metri che di sera (d'inverno dopo le 17-17:30) una ragazza ma anche un uomo grande e grosso hanno paura di fare.Sono i vergognosi costi sociali dell'immigrazione, clandestina e non (non c'e' nessuna differenza visto che i regolari di oggi sono i clandestini di ieri legalizzati con qualche sanatoria di massa). Qualche imbecille ci racconta che gli immigrati sono una ricchezza. Invece sono un costo sociale enorme che degrada la nostra societa'. I clandestini si traducono in criminalita'.Quando vedete una telecamera che vi guarda per, in caso, difendervi, rubandovi pero' un pochino di privacy, pensate a chi vi ha costretto ad averne bisogno e ad avere paura nelle vostre citta': orde di immigrati e chi queste orde di immigrati li ha fatto entrare: comunisti e cattocomunisti, da rifondazione (sinistra) all'udc (centrodestra).
    • Anonimo scrive:
      Re: Una societa' che peggiora
      Non so chi tu sie e dove viva, ma quando dici che gli immigrati sono entrati in Italia per colpa di comunisti e catto-comunisti, dimostri un'ampiezza di vedute veramente invidiabile. Diciamocelo pure, anche a me non piace vedere immigrati evidentemente clandestini in giro, ma l'immigrazione non è solo un costo, ma anche una risorsa.Di lavoratori immigrati ce ne sono ormai centinaia di migliaia e la richiesta di manodopera, soprattutto nel Triveneto, è in aumento e non si riesce a trovarla in Italia. Inoltre il fatto che ci siano così tanti clandestini in giro è perchè in Italia c'è qualcuno ne sfrutta l'anonimato per fini poco puliti (ma pur di lavorare per loro va bene). Sia imprenditori senza scrupoli che li sfruttano facendoli fare lavori umilianti pagandoli pochissimo, sia la malavita organizzata. E sia gli uni che gli altri non sono certamente comunisti o catto-comunisti. Quindi prima di parlare pensa.
      • Anonimo scrive:
        Non e' vero che non si trova manodopera
        Non e' vero che non si trova manodopera e che gli immigrati fanno i lavori che noi non vogliamo piu' fare. Il punto e' la retribuzione. Se un lavoro che costa fatica 100 lo si vuole retribuire con 10 e' ovvio che non si trova gente disposta a farlo. E qua arrivano gli immigrati che lavorano per poco e niente perche' tanto provengono da posti dove la gente vive come straccioni per i nostri standard.Non e' vero quindi che non si trova manodopera. E' che non si trova manodopera da pagare come straccioni e quindi la si cerca immigrata.A questo la societa' dovrebbe dire un NO deciso.Se le aziende hanno bisogno di manodopera alzino i salari.Questa sarebbe la vera ricchezza. Invece la direzione in cui andiamo e' quella esattamente opposta. Solo un cieco la puo' chiamare ricchezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non e' vero che non si trova manodopera
          - Scritto da: Anonimo
          Se le aziende hanno bisogno di manodopera
          alzino i salari.Impossibile. A quel punto sposterebbero la produzione all'estero ( in tanti già lo fanno): dall'est europeo (in testa Romania e Albania) all'estremo oriente. Il costo del lavoro è già stratosfericamente alto, da noi, rispetto a quelle realtà.
          • Anonimo scrive:
            Il diritto alla propria tutela
            Una comunita' ha prima di tutto il diritto ed il dovere di salvaguardare se' stessa.Le merci che provengono dall'estero a prezzi troppo bassi frutto dello sfruttamento di lavoratori e della mancanza di tutti quelle tutele economiche antiinfortunistiche ecc. non devono essere lasciate invadere il nostro mercato, da una parte perche' ucciderebbe la nostra economia che oltre che sana e' quella che ci fa vivere, dall'altra parte per non incentivare oltremodo lo sfruttamento all'estero.Questo si attua con dazi doganali che rendano le merci provenienti da questi paesi quantomeno livellandone i prezzi a quelli presenti sul nostro mercato.Non e' che in nome della mondializzazione giacobina comunista dobbiamo chinare il capo ed accettare che la nostra produzione per esempio di filati sia spazzata via da prodotti provenienti dall'Asia fatti da bambini rinchiusi in laboratori 18 ore al giorno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il diritto alla propria tutela

            lavoratori e della mancanza di tutti quelle
            tutele economiche antiinfortunistiche ecc.chi ti dice che cosi ?????quando spendi pochi euri per farti una donna ti va bene il cambio quando gli stessi prodotti con il cambio ti costano non ti va bene ?????
            invadereche **********
            nostro mercato, da una parte perche'
            ucciderebbe la nostra economiaeconomie chiuse muoiono lentamentelo vuoi capire ?????guarda cos'e successo al sud italiail nord faceva commerci con il resto dell'europa il sud si teneva l'economia cosisud poi emigrava nordse si chiude l'economia devi emigrare per farti trattare di ***** da gente come te co***********
            sana e' quella che ci fa vivere, dall'altra
            parte per non incentivare oltremodo lo
            sfruttamento all'estero.********* sulla razza superioresono le variazioni nei geni che fanno progedire la razza umana
            Questo si attua con dazi doganali che
            rendano le merci provenienti da questi paesi
            quantomeno livellandone i prezzi a quelli
            presenti sul nostro mercato.se poi anche quei paesi dazi sui beni d'italia ?????grande parte dell'economia italiana si basa sull'export
            Non e' che in nome della mondializzazione
            giacobina comunista************** se mai sono i fascisti che globalizzano
          • Anonimo scrive:
            Ordinativi -2,5% Italia verso la recess
            Ordini: Economisti, a Picco Competitivita', Pil Negativo In 2* Trim(ASCA) - Roma, 20 giu - Dati in chiaroscuro quelli di aprile per fatturato e ordini industriali. ''Su base tendeziale, il fatturato (+0,2%) ancora tiene ma se non aumenta il reddito disponibile sara' difficile mantenersi in territorio positivo. Quello che preoccupa e' invece il trend degli ordinativi (-2,5%) che hanno, proprio perche' proietatti nel futuro, un significato anticipatore e incidono sulle future decisioni di produzione delle aziende. Deludente il dato sugli ordinativi dall'estero che segnano un-12,7%, sintomo di bassa competitivita'. Probabile che il Pil del secondo trimestre risulti negativo'' osserva Alessio Fontani, responsabile ufficio studi di Crf. ''Fatturato e ordini industriali sono dati piuttosto volatili.Comunque il netto calo degli ordinativi dall'estero conferma quanto gia' emerso dai dati del deficit commerciale di aprile che, oltre ad essere aumentato di dieci volte rispetto allo stesso mese del 2002, ha visto crescere in maniera esponenziale il disavanzo verso i paesi dell'area Ue. Inaltre parole, le imprese straniere dell'area Ue esportano in Italia, le imprese italiane hanno difficolta' ad esportare nella Ue. L'impressione e' che ci sia una difficolta' a lavorare sui volumi e si preferiscona politiche di mark-up, testimoniate anche dal fatto che i prezzi di produzione italiani sono sempre piu' alti di quelli tedeschi o francesi. Inevitabilmente si rischiano di perdere quote di mercato nell'Eurozona. Al momento, un pil negativo nel secondo trimestre appare probabile'' commenta Aurelio Maccario,economista di Ubm.Date: Fri, 20 Jun 2003 11:58:55 +0200From: "radetzky" Subject: Re: Ordinativi -2,5% Italia verso la recessioneNewsgroups: it.economia.borsa
            Tr@derOne ha scritto:
            Con l'Euro, senza le svalutazione della vecchia lira e senza
            gli aiuti
            economici occulti o meno, gli industriali ed i governi
            saranno costretti
            ad impare una volta per tutte a far bene il loro mestiere.
            BonyLa penso così da anni !Tanti avventurieri che si pensavano imprenditori andranno a zappare la terra come è giusto che sia.Per i politici, invece, temo non ci sia nulla da fare: non sono mai stati abituati a lavorare. E non impareranno mai a fare il loro mestiere fintanto che fare la carriera politica sarà di fatto un privilegio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il diritto alla propria tutela
            Ad ogni mia riga sai rispondere solo "che *********"?Sei solo un poverello comunista che si e' bevuto il cervello e che si muove solo per ideologia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il diritto alla propria tutela

            Ad ogni mia riga sai rispondere solo "che
            *********"?riesci solo a farmi come dire *****un consiglio: guarda d+ discovery channel
          • Abacus scrive:
            Re: Incomincia a buttare il tuo computer
            al posto di fare discorsi senza senso perchè non incominci a buttare il tuo computer, frutto di lavoro sicuramente a salari molto bassi rispetto ai nostri standard presso centinaia di aziendine sud-asiatiche? così dai il buon esempio ed eviti di fare la figura dell'invasato nei forum...O magari butta la tua macchina, credi che le componenti provengano tutte da Treviso? o Bergamo alta (sempre che esista?)....o magari sai cosa butta anche i prodotti fuori stagione che mangi, che probabilmente vengono dal sudamerica....o i frutti esotici che a volte assaggi...ecco dopo aver buttato metà della tua casa, tutti i prodotti con scritto MADE IN CINA e via dicendo che hai...ecco dopo tutto questo...vai a lavorare in conceria, o in una discarica di rifiuti, così non potrai più dire che qualcuno ti ha rubato il tuo posto di lavoro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Non e' vero che non si trova manodopera
            - Scritto da: Anonimo

            Impossibile. A quel punto sposterebbero la
            produzione all'estero ( in tanti già lo
            fanno): dall'est europeo (in testa Romania e
            Albania) all'estremo oriente. Il costo del
            lavoro è già stratosfericamente alto, da
            noi, rispetto a quelle realtà.Ti sfugge il concetto: in quelle realta' si vive da straccioni, secondo i nostri standard. Per questo ci si accontenta (e si e' pure felici) di una retribuzione che da noi non permette di vivere.Eh... il bello della globalizzazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non e' vero che non si trova manodopera
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Se le aziende hanno bisogno di manodopera

            alzino i salari.

            Impossibile. A quel punto sposterebbero la
            produzione all'estero ( in tanti già lo
            fanno): dall'est europeo (in testa Romania e
            Albania) all'estremo oriente. Il costo del
            lavoro è già stratosfericamente alto, da
            noi, rispetto a quelle realtà.purtroppo non solo il costo del lavoro è alto e poi è ora di smetterla di pensare che i salari sono bassi, si prende sempre ad esempio solo il salario netto ma la azienda mica paga il netto paga il lordo che è doppio e se il lordo sembra poco, forse i lavoratori dobrebbero provare a emigrare. Lo stato italiano ha un debito pubblico enorme e l'inps per le pregresse gesioni buchi da colmare, sono tempi duri e vanno passati. Gli mmigrati possonoe sser euna risorsa ma le palle che sonos tate raccontate su loro vanno riviste, un immigrato lavora qui, vive facendo quasi la fame per risparmiare più soldi possibili da inviare a casa, divide la casa con altre persone vivendo in piccoli locali affollati. Invia a casa milioni di vecchie lire che la lo faranno vivere dopo 10 o 15 anni qui da signore, che vantaggio c'è in questo per l'Italia? a difender eil posto in cooperativa per pulire treni e stazioni tempo fa (lavoro che si dice gli italiani non vogliano) c'erano tantissimi italiani e se dal sud non si spostano al nord a lavorare è perchè giù tra assegni di disoccupazione e qualche lavoro a nero campano comunque e mica hanno voglia di venire su a sbattersi per uno stipendio da operaio, chi ha voglia lo fa, am se los tato obbligasse queste persone a muoversi allora meno immigrati servirebbero. in ogni caso ne entrano più di quelli che servono. Si dirà che però all' INps servono perchè c'è bisogno di chi ci pagherà le pensioni, si calcola che il 90 % di essi faranno ritorno al loro paese, quindi uno pensa che los tato quando avranno diritto paghera la pensione a loro nel loro stato, sbagliato l'immigrato che torna a casa va all'inps e richiede la restituzione delle somme versate, che gli vengono rivalutate del 5% annuo, pensate che a noi le rivalutino di più? beh controllate e scoprirete che non è così. Se quindi qui guadagnano, non spendono e si portano pure via i soldi di pensione dove è l'interesse dell'Italia nell'immigrazione? Forse motivare di più il sud a venire al nord, dato che poi se torna giù comunque mantiene i soldi in qui, e aiutare chi ha bisogno a casa loro conviene di +, senza togliere nulla a tanti onesti immigrati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non e' vero che non si trova manodopera

            vanno riviste, un immigrato lavora qui, vive
            facendo quasi la fame per risparmiare più
            soldi possibili da inviare a casa, divide la
            casa con altre persone vivendo in piccoli
            locali affollati. Invia a casa milioni di
            vecchie lire che la lo faranno vivere dopo
            10 o 15 anni qui da signore,stereotipo sbagliatonon sono tutti cosi sporchi disperatitra loro molti sono laureati con QI molto elevatoricevendo pochi soldi poi ovviamente si cerca di risparmiare un po comunque conosciamo tutti quei costi
            che vantaggio
            c'è in questo per l'Italia?producono/consumano dei beni che non sarebbero prodotti/consumati quindi
            in ogni caso ne
            entrano più di quelli che servono.dici ?????
            Si dirà
            che però all' INps servono perchè c'è
            bisogno di chi ci pagherà le pensioni, si
            calcola che il 90 %se il clima fosse diverso
            al loro paese, quindi uno pensa che los tato
            quando avranno diritto paghera la pensione a
            loro nel loro stato, sbagliato l'immigrato
            che torna a casa va all'inps e richiede la
            restituzione delle somme versate, che gli
            vengono rivalutate del 5% annuo, pensate che
            a noi le rivalutino di più?perche dovrebbero valutarle di piu ?????poi non saprei se 5%
            Se quindi qui
            guadagnano, non spendonoitaliani che spendono negli stati esteri ?????mi sembra uguale d+ viste le somme quindi
            e si portano pure
            via i soldi di pensione dove è l'interesse
            dell'Italia nell'immigrazione?aumenti pil + imposte non rimborsabili
        • Anonimo scrive:
          Re: Non e' vero che non si trova manodop

          Il punto e' la
          retribuzione.lo sai che i costi di produzione tedeschi (li costano le cose) sono inferiori a quelli italiani ?????lo sai quanti utili (dico UTILI) devi fare solo per tenere viva un'azienda ?????
          Se un lavoro che costa fatica
          100 lo si vuole retribuire con 10 e' ovvio
          che non si trova gente disposta a farlo. E
          qua arrivano gli immigrati che lavorano per
          poco e nientequal'e il problema ?????
          perche' tanto provengono da
          posti dove la gente vive come straccioni per
          i nostri standard.e quindi ?????
          Non e' vero quindi che non si trova
          manodopera. E' che non si trova manodopera
          da pagare come straccioni e quindi la si
          cerca immigrata.la vita e cosi ti adegui o muori di fametu che fai ?????
          Se le aziende hanno bisogno di manodopera
          alzino i salari.scusa ciccio quanto vuoi guadagnare ?????cosa dai tu di cosi PREZIOSO alla societa ?????
          Questa sarebbe la vera ricchezza. Invece la
          direzione in cui andiamo e' quella
          esattamente opposta. Solo un cieco la puo'
          chiamare ricchezza.con le tasse su quello che guadagnano le aziende ti pagano i servizi pubblicicapito ?????immigrati poi ti pagano la pensione quindi ?????
          • Anonimo scrive:
            Col cavolo che ci pagano le pensioni

            immigrati poi ti pagano la pensioneQuesta e' la piu' grossa buffonata. Gli immigrati sono per la maggior parte dediti alla criminalita' e chi non e' un criminale lavora in nero. Quante imposte vuoi che paghi questa gente?Certe panzane proprio non le accetto. Sai poi quanti sono i costi economici del DARE una pensione, magari di vecchiaia, magari di invalidita', a tutti i vecchi e i malati del mondo che vengono qua e a tutti i loro parenti che si portano dietro con il ricongiungimento familiare? Lo sai quanti sono i costi economici del MANTENERE in galera migliaia e migliaia di immigrati? Lo sai quanti sono i costi economici dei SUSSIDI di disoccupazione che prendono?E questa gente dovrebbe pagare le pensioni? E' una pagliacciata. Questa gente prende e non da' niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Col cavolo che ci pagano le pensioni

            Questa e' la piu' grossa buffonata. Gli
            immigrati sono per la maggior parte dediti
            alla criminalita' e chi non e' un criminale
            lavora in nero. Quante imposte vuoi che
            paghi questa gente?te sei *****sai quanti ***** di controlli deve superare un immigrato ?????secondo te riesce a sfuggire alla burocrazia italiananon dire *****la situazione sta cosi
            poi quanti sono i costi economici del DARE
            una pensione, magari di vecchiaia, magari di
            invalidita', a tutti i vecchi e i malati del
            mondo che vengono qua e a tutti i loro
            parenti che si portano dietro con il
            ricongiungimento familiare?se non sai di cosa parli perche parli ?????
            Lo sai quanti
            sono i costi economici del MANTENERE in
            galera migliaia e migliaia di immigrati? Lo
            sai quanti sono i costi economici dei
            SUSSIDI di disoccupazione che prendono?guarda che i costi sono di pochi euri al giorno quindi non ti scaldare cosi quindi non parlare se non sai di cosa parli
            E questa gente dovrebbe pagare le pensioni?
            E' una pagliacciata. Questa gente prende e
            non da' niente.semmai esattamente il contrario
      • Anonimo scrive:
        Re: Una societa' che peggiora

        Di lavoratori immigrati ce ne sono ormai
        centinaia di migliaia e la richiesta di
        manodopera, soprattutto nel Triveneto, è in
        aumento e non si riesce a trovarla incerto che se vuoi sottopagare la manodopera, far fare dei turni massacranti,senza dotazioni di sicurezza, di lavoratori italiani non ne trovi.paghi il giusto e ne trovi quanti ne vuoi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Una societa' che peggiora

          paghi il giusto e ne trovi quanti ne vuoi.cos'e giusto ?????lo sai quanto si deve pagare di costi vari poi pensa che devi vendere quei prodottile aspettative di guadagno sono ESAGERATE per lavori che non valgono niente
          • Anonimo scrive:
            I comunisti amanti del grande capitale

            lo sai quanto si deve pagare di costi vari poi pensa che devi
            vendere quei prodotti E chi se ne frega. Se un prodotto puo' esistere soltanto sullo sfruttamento di gente che lavora piu' da schiava che da persona allora meglio che quel prodotto non esista!E' veramente schifoso vedere un comunista che difende il grande capitale. Avete veramente venduto il .... al grande capitale, ai finanzieri e ai potenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: I comunisti amanti del grande capitale

            esistere soltanto sullo sfruttamento di
            gente che lavora piu' da schiava che da
            personamica uno dev'essere sfruttatosi accontenta di mangiare di una casa senza la ferrari
            allora meglio che quel prodotto non
            esista!un prodotto esiste perche c'e bisogno di quel prodotto
            E' veramente schifoso vedere un comunistachi ti dice che sono comunista ?????
            che difende il grande capitale. Avete
            veramente venduto il .... al grande
            capitale, ai finanzieri e ai potenti.che senza senso
    • Anonimo scrive:
      Re: Una societa' che peggiora
      Hai un cervello veramente grosso !!Spero che le tue capacità e conoscenze vengano messe a disposizione per migliorare la vita di noi tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una societa' che peggiora
      per colpa di gente come te
      pericolosa. La mia morosa quando arriva in
      stazione la sera e' costretta a prendere il
      taxi per fare 500 metri perche' sono 500
      metri che di sera (d'inverno dopo le
      17-17:30) una ragazza ma anche un uomo
      grande e grosso hanno paura di fare.io se vuoi ti passo di li ogni sera per un mese sfidando quelli con le brutte facciepoi non sei contento ?????aiuti l'economia
      Sono i vergognosi costi sociali
      dell'immigrazione,i costi sociali vergognosi sono quelli che vengono imposti all'immigrazioneper questo quelli bravi se ne vanno da un'altra parte dove vengono trattati decentementegli altri restano quicomplici vari interessi di personaggi poco definibili
      c'e' nessuna differenza visto che i regolari
      di oggi sono i clandestini di ieriche ***********ci sono immigrati che valgono piu di te mille volte
      costo sociale enorme che degrada la nostra
      societa'.che c'e da degradare ????? guardati un po i programmi tv
      Quando vedete una telecamera che vi guarda
      per, in caso, difendervi,io non voglio essere difeso
      rubandovi pero' un
      pochino di privacy,il fine non giustifica mai quei mezzi
      costretto ad averne bisogno e ad avere paura
      nelle vostre citta':che *************io ti cammino tranquillamente anche nel piu losco dei quartieri da solo alle 2 di notte
      orde di immigratisono neanche il 2% della popolazioneguarda quanti sono negli altri paesi
      • Anonimo scrive:
        Re: Una societa' che peggiora


        per, in caso, difendervi,
        io non voglio essere difeso Infatti se fosse per me non ti difenderei affatto.Godrei a vederti rapinato e picchiato dal primo ladro islamico che passa. Ma godrei davvero tanto! :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Una societa' che peggiora

          Godrei a vederti rapinato e picchiato dal
          primo ladro islamico che passaesempio di caso umanonon ti rispondo perche tanto non ne vale la pena quindi
        • Anonimo scrive:
          Re: Una societa' che peggiora
          - Scritto da: Anonimo


          per, in caso, difendervi,

          io non voglio essere difeso

          Infatti se fosse per me non ti difenderei
          affatto.
          Godrei a vederti rapinato e picchiato dal
          primo ladro islamico che passa. Ma godrei
          davvero tanto! :)Meglio il ladro islamico di uno come te...Chi ci protegge dai loschi individui della tua specie?!
          • Anonimo scrive:
            Re: Una societa' che peggiora

            Chi ci protegge dai loschi individui della tua specie?! Ma non dicevi/dicevate che non volevi/volevate essere protetti?E allora muti! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Una societa' che peggiora
        Ma chi ti credi di essere mike tyson?e anche se lo fossi potresti fare ben poco contro un gruppetto di persone con armi da taglio o da fuoco,quindi abbassa la cresta
        • Anonimo scrive:
          Re: Una societa' che peggiora

          gruppetto di persone con armi da taglio o da
          fuoco,quindi abbassa la crestala polizia che fa scusami ?????o da la caccia solo agli regolari ?????
  • Anonimo scrive:
    Monitoraggio illegale
    Ci hanno sempre detto che le immagini raccolte dalle videocamere sparse nelle città devono essere archiviate e protette, e visualizzate da personale autorizzato solo nel caso in cui ci sia un'indagine in corso. Mai sarebbero state visualizzate in diretta, per proteggere la "privacy" ...Come al solito le promesse valgono solo per la giornata in cui vengono fatte. Poi, chi ha avuto ha avuto e scordammoce o passato.Ormai nessuno ricorda più da dove siamo partiti per giungere a questa società Orwelliana, ma siamo tutti più contenti perchè tutti quanti vediamo i benefici effetti del terrorismo praticamente annullato e del crimine comune diventato ormai solo un lontano ricordo. Come potremmo oggi fare a meno di questo miracolo tecnologico ?
  • Anonimo scrive:
    Mah...
    ...l'articolo parla di adsl e dice "non avendo bisogno di hardware dedicato né encoding né, a quanto pare, di una banda particolarmente larga."Alice 256? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: Anonimo
      ...l'articolo parla di adsl e dice "non
      avendo bisogno di hardware dedicato né
      encoding né, a quanto pare, di una banda
      particolarmente larga."

      Alice 256? :Dhihahihihihaahaa alice hahahahaha
Chiudi i commenti