Untrusted/ Documenti più blindati che mai

di Alessandro Bottoni - Unire alle tecnologie ERM le capacità del trusted computing apre le porte ad una sicurezza documentale senza precedenti. Per imprese e privati ciò significa nuove garanzie. Ma è proprio così?


Roma – ERM è la sigla di “Enterprise Rights Management” e si riferisce ad una tecnologia che permette di gestire i “diritti d’autore” sui documenti che vengono prodotti in ambito aziendale o da singoli individui. Più esattamente, questa tecnologia permette di mantenere un ferreo controllo sui documenti prodotti anche dopo che questi documenti sono stati trasferiti su altre macchine, magari dall’altra parte del pianeta, ed anche dopo che sono caduti nelle mani di estranei. Grazie a questa tecnologia è possibile impedire la lettura di un documento anche dopo che questo documento è stato sottratto al legittimo proprietario.

Tecnicamente parlando, la tecnologia ERM è molto simile alla tecnologia DRM abituale e, come questa, si basa su tecniche crittografiche “a chiave pubblica”, come RSA, per raggiungere il suo scopo. Il documento da proteggere viene cifrato, di volta in volta, con la chiave pubblica del destinatario e quindi solo il destinatario lo può decifrare e leggere usando la sua chiave privata. La copia originale rimane nelle mani dell’autore e viene protetta con la sua chiave privata.

Questa tecnica può essere usata già adesso, senza fare uso del Trusted Computing. Ad esempio, è già possibile cifrare un messaggio di posta elettronica con GPG, usando la chiave pubblica di un amico, in modo che solo il legittimo destinatario lo possa leggere. Il Trusted Computing aggiunge a questa possibilità quella di vincolare la lettura del documento anche ad una specifica piattaforma hardware e ad uno specifico programma, oltre che alla chiave privata del destinatario.

In questo modo è possibile imporre che un messaggio di posta elettronica possa essere letto solo dal laptop di una certa persona e/o soltanto con MS Outlook, oltre che imporre che il messaggio sia leggibile solo da chi possiede la chiave privata del destinatario.

Per ottenere questo risultato si fa uso delle funzionalità di “sealed storage” e di attestazione del sistema TC. Grazie a questa tecnologia, è possibile fare in modo che un documento aziendale non sia leggibile fuori dalla rete informatica aziendale o che sia leggibile solo usando un determinato programma proprietario. Questa tecnologia è utilizzabile con qualunque tipo di documento, dal messaggio di posta elettronica, al documento Word, al file Excel, alla presentazione PowerPoint, alla registrazione audio in formato Wave, al video in formato DivX o MPEG, fino alla animazione Flash.

La tecnologia ERM porta sicuramente dei grandi vantaggi di sicurezza alle aziende, ed anche ai singoli individui, ma presenta due aspetti molto discutibili. Prima di tutto, come abbiamo già detto, queste funzionalità sono già disponibili adesso, in tutto od in parte, grazie a strumenti molto meno invasivi del TC, come GPG ed altri programmi di crittografia. Di conseguenza si fa molta fatica a giustificare l’introduzione sul mercato del TC su queste basi. In secondo luogo, questa tecnologia può essere usata per fini poco leciti, come sbattere fuori dal mercato del software dei concorrenti scomodi o nascondere pratiche aziendali illegali.


ERM come arma per la concorrenza sleale sui mercati
Microsoft ha già fatto capire che la tecnologia ERM verrà supportata ed utilizzata da molti suoi programmi, in particolare dalla suite Office (Word, Excel, PowerPoint, Access e Outlook Pro) e da Outlook Express. Ad esempio, grazie all’ERM, i messaggi di posta elettronica spediti con Outlook potranno essere fatti sparire automaticamente dopo una certa data (come avveniva per la tecnologia di www.disappearing.com, una azienda di San Francisco, ora chiusa, che è stata la prima a investigare questa tecnologia). Grazie all’ERM, i documenti di Word, Excel e PowerPoint potranno essere distribuiti all’interno della rete aziendale (LAN) senza timore che qualcuno se li porti a casa e/o li invii ai giornali. Fuori dalla rete aziendale questi messaggi sarebbero inutilizzabili.

Tuttavia, l’impiego di questa tecnologia renderà obbligatorio l’uso di un programma abilitato per leggere questi documenti.

Sebbene sia perfettamente possibile che Microsoft decida di concedere in uso questa tecnologia a qualche partner commerciale, come potrebbe essere Qualcomm, il produttore del client di posta Eudora, è molto difficile che sia disposta a farlo gratuitamente. Questo vuol dire che sarà molto difficile che programmi gratuiti come Mozilla Thunderbird o OpenOffice possano avere accesso ai documenti protetti creati da MS Office e MS Outlook, anche se continueranno ad avere accesso agli stessi documenti in formato non protetto. Se si diffonderà l’uso della tecnologia ERM per proteggere i documenti aziendali, OpenOffice, Mozilla Thunderbird e molti altri programmi Open Source si troveranno esclusi dal mercato. Lo stesso potrebbe avvenire per molte piccole software house.

Secondo molti osservatori, l’ERM potrebbe diventare l’arma definitiva di Microsoft nella lunga guerra contro Linux e contro il software Open Source in generale. Gli utenti potrebbero essere costretti a dire addio a qualunque alternativa gratuita ai programmi commerciali. Potrebbero persino essere costretti a dire addio a qualunque alternativa al software Microsoft, gratuito o commerciale che sia.

ERM come strumento di supporto alle pratiche aziendali illegali
Gran parte degli scandali aziendali degli ultimi anni, dallo scandalo Enron a quello della Parmalat, sono stati possibili, in misura maggiore o minore a seconda dei casi, grazie al fatto che alcuni documenti aziendali compromettenti sono finiti nelle mani dei giornalisti o degli inquirenti.

Grazie alla tecnologia ERM, questo non sarà più possibile. I documenti aziendali in cui un amministratore delegato descrive il vero stato di salute economica di una azienda saranno per sempre accessibili solo ai destinatari, magari membri di una stessa “cordata” segreta. I documenti con cui un avvocato confessa candidamente di avere ricevuto dei soldi per tenere un amico fuori dai guai con la sua testimonianza in tribunale, non saranno più accessibili agli inquirenti. Anche il famoso caso dei documenti di Halloween non sarebbe stato possibile. Ricordiamo che gli “Halloween documents” sono alcuni documenti interni di Microsoft in cui l’azienda dichiara esplicitamente di considerare Linux una pericolosa minaccia sul mercato e di volerlo contrastare con ogni mezzo (anche illecito, a quanto sembra). Sono stati “rilasciati” su Internet da qualcuno che lavorava all’interno di Microsoft. Nel bene e nel male, tutto questo non sarà più possibile.

Naturalmente, sono in molti a chiedersi se questo tipo di segretezza aziendale debba essere considerato un passo avanti della tecnologia dell’informazione.

Asimmetria Comunicazionale
L’aspetto più inquietante della tecnologia ERM non è però nessuno di quelli che abbiamo appena citato. Sebbene molti osservatori abbiano concentrato la loro attenzione sull’uso dell’ERM come strumento di concorrenza sleale o come strumento di malaffare aziendale, in realtà la sua caratteristica più negativa è quella di creare una pesante asimmetria comunicazionale. Grazie all’ERM, chi parla (“emittente”) e chi ascolta (“ricevente”) non hanno più lo stesso livello e lo stesso tipo di controllo sul messaggio che viene scambiato.

In una comunicazione tradizionale, sia il mittente che il destinatario di un messaggio hanno lo stesso tipo e lo stesso livello di controllo sul messaggio che viene scambiato. Ad esempio, un messaggio di posta elettronica è un semplice file di testo e tutti coloro che ne entrano in possesso lo possono stampare su carta o inviare a terze persone.

Se si usano sistemi ERM, questo non è più vero: il mittente del messaggio mantiene un assoluto controllo sul proprio messaggio anche dopo che questo messaggio ha raggiunto il destinatario. Può impedire che venga copiato, stampato e spedito ad altre persone. Può persino imporre che venga distrutto o reso illeggibile in qualunque momento. In questo modo, il destinatario del messaggio si trova in una posizione di sudditanza rispetto al mittente. Riceve il messaggio ma non può provare che lo ha ricevuto, mostrandolo ad altri. Non può ridistribuirlo o conservarne una copia (digitale o su carta). In altri termini, l’ERM introduce nel sistema un inedito elemento di “deniability” (“negabilità”) a favore del mittente.

Può sembrare una cosa di scarsa importanza ma non è così. Una asimmetria comunicazionale di questo tipo, unita alle abituali asimmetrie di potere, può avere degli effetti devastanti.
Per capirlo, possiamo fare un esempio. Il signor Mario Rossi lavora come contabile nella azienda Trabascan International SRL. Il suo capo, il signor Giovanni Verdi, gli passa un documento di contabilità da falsificare e/o gli invia un messaggio di posta elettronica in cui gli intima di commettere un illecito contabile, pena il trasferimento immediato alla sede di Fairbanks, Alaska. Mario Rossi, che non è nella posizione di resistere, fa ciò che gli viene detto. Il giorno dopo arriva la Guardia di Finanza e scopre l’illecito. Immediatamente, Giovanni Verdi dà la colpa dell’illecito al povero signor Rossi. Il signor Rossi urla la sua innocenza e corre al suo computer per dimostrare, documenti alla mano, la sua innocenza ma… niente documenti. Il sistema ERM li ha resi illeggibili. Il signor Rossi finisce in galera ed il signor Verdi, felicemente impunito, gli manda le cartoline dalle Bahamas.

Questo sarebbe un passo avanti nella tecnologia delle comunicazioni?

Alessandro Bottoni
http://laspinanelfianco.wordpress.com

Le precedenti release di Untrusted sono qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dDDzYQRvnML QzHVxq scrive:
    pirswBTGUcZqoZeU
    comment3, http://alonavoyanceamourgratuite.com/tarot-voyance-gratuit/le-tarot-gratuit/de-voyance-gratuit/chat-tarot-gratuit/jeux-de-tarot-gratuit-sans-telechargement jeux de tarot gratuit sans telechargement, ujeqib, http://nolanvoyancegratuiteimmediate.com/tirage-de-tarot-amoureux/prediction-de-voyante prediction de voyante, 654424, http://agathamedium.com/voyant-gratuite/voyant-pure/voyannce-gratuite/voyant-indien/rune-gratuite rune gratuite, =-[[, http://chassidyvoyancegratuitenligne.com/annonce-voyante/medium-lyon medium lyon, gduodl, http://lorrivoyancegratuite.com/voyance-gratuit-gratuit/voyance-virtuel-gratuit/runes-gratuit/pur-voyance-gratuit/apprendre-a-tirer-les-cartes apprendre a tirer les cartes, cuspn, http://luzvoyancetchatgratuit.com/cherche-voyante-gratuite/astro-gratuite astro gratuite, xnrp, http://tyroncartomancienne.com/voyance-pour-enfant-gratuite/tarot-de-l-amour-gratuit-en-direct tarot de l amour gratuit en direct, lxwqwe, http://lenitavoyancegratuitetelephone.com/voyante-charleroi/voyante-62 voyante 62, sjb, http://hermelindavoyancegratuitetarot.com/planning-voyance-audiotel/voyant-direct-par-chat voyant direct par chat, vblj, http://friedaastrologiegratuite.com/voyant/voyant-france/voyant-service/voyant-gratuit-et-serieux voyant gratuit et serieux, aszp, http://graciavoyancegratuiteamour.com/voyante-gratuites/voyante-paris voyante paris, uzox, http://karolyntarotdemarseillegratuit.com/carte-de-voyante/carte-divinatoire/jeux-de-cartes-divinatoires-gratuits jeux de cartes divinatoires gratuits, rubzdi, http://bretvoyancegratuiteenligne.com/la-voyante/tirage-de-carte-gratuit-voyance tirage de carte gratuit voyance, =((, http://gudrunvoyancegratuitetarot.com/voyance-offerte/voyance-amoureuse-gratuit voyance amoureuse gratuit, rzay, http://friedaastrologiegratuite.com/gratuite-voyance/voyance-france-gratuite/minutes-gratuite-voyance/medium-a-paris medium a paris, 8-))), http://elwandavoyancegratuitetarot.com/tarot-gratuit-fiable/jeux-divinatoire-gratuit jeux divinatoire gratuit, 043, http://reubenvoyancegratuiteimmediate.com/voyance-tarot-gratuit/medium-tarot-gratuit/tarot-ligne-gratuit/avenir-tarot-gratuit/horoscope-gratuit-capricorne horoscope gratuit capricorne, =-]], http://katherintarotamour.com/horoscope-et-amour/horoscope-balance horoscope balance, 8]]], http://dominquetarotenlignegratuit.com/avenir-gratuit-immédiat/voyance-les-plus-serieux-gratuit voyance les plus serieux gratuit, 022, http://jerrellastrologue.com/tarot/tarot-divinatoir/tarot-boule-cristal/rencontre-tarot/horoscope-du-jour-gratuit-en-ligne horoscope du jour gratuit en ligne, =[, http://magalihoroscope.com/magie-blanche/formule-de-magie-blanche-gratuite formule de magie blanche gratuite, obpnag, http://arceliaastrologie.com/prevision-voyance-gratuite/la-signification-des-rêves la signification des rêves, %-O, http://lorettetchatvoyancegratuit.com/voyant-amour/voyant-lens/voyant-maroc/tirage-tarot-divinatoire-gratuit-amour tirage tarot divinatoire gratuit amour, %], http://homertarotamour.com/voyance-gratuite-en/voyance-gratuite-prenom/ma-voyance-gratuite/chat-voyance-voyante-virtuelle chat voyance voyante virtuelle, %((, http://ellyvoyancegratuite.com/voyante-gratuit/voyante-virtuel-gratuit/voyante-92/rituel-magique rituel magique, qhwrs, http://ettavoyancetelephonegratuite.com/voyances-gratuit/ascendant-gratuit/voyances-direct/compatibilite-amoureuse-gratuit compatibilite amoureuse gratuit, =-), http://maishavoyancegratuiteenligne.com/tarologie-gratuite/voyante-par-téléphone-gratuite voyante par téléphone gratuite, avp, http://mauritavoyancegratuit.com/tirage-voyance/voyance-v/livre-voyance/voyance-oise voyance oise, =))), http://horaciotarotamour.com/medium-voyance/voyance-pure/ma-voyance/medium-don/voyant-sms voyant sms, wmcaj, http://isobelvoyancegratuitepartchat.com/voyance-par-carte-bancaire/signe-astrologique-gemeaux signe astrologique gemeaux, 802, http://petrinavoyancegratuiteparemail.com/horoscope-femme/horoscope-gay horoscope gay, cxen, http://edentiragedecartegratuit.com/cartes-astrologiques/preforme-voyance preforme voyance, %DDD, http://adelevoyancegratuiteendirect.com/voyance-par-tarot/voyance-par-tarot-gratuit/tarot-gartuit/medium-par-sms medium par sms, =]]], http://ilonaastrologue.com/carte-voyance/carte-de-voyance/voyance-gratiute/voyances-gratuit-en-ligne voyances gratuit en ligne,
    :((, http://caitlinvoyancetchatgratuit.com/tirage-de/tirage-de-taro/tirage-tarot-de-demain/tirage-de-7-cartes tirage de 7 cartes, 0146, http://mivoyancegratuitepartchat.com/horoscope-en-ligne/jouer-gratuitement-au-tarot jouer gratuitement au tarot, zvvo, http://elidiavoyancegratuite.com/cartes-tarot/tirage-tarot-divinatoire-jour-gratuit tirage tarot divinatoire jour gratuit, cocztd, http://rhonavoyancegratuiteenligne.com/interpretation-des-cauchemars/traduire-des-reves traduire des reves,
    :-)), http://alisiatarotenligne.com/tarot-marseille-gratuit/interprétation-tarot-marseille/tarot-carte-gratuit/tarot-marseille-tirage-gratuit tarot marseille tirage gratuit, 5440, http://darbyvoyanceamour.com/voyance-cartes/voyance-en-live voyance en live, 12448, http://luzvoyancetchatgratuit.com/tirage-astrologique/carte-divinatoire-de-marseille carte divinatoire de marseille, govcq, http://taishavoyancetchatgratuit.com/tirage-de-rune/rune-divinatoire/rune-oracle/tirage-de-cartes-d-amour tirage de cartes d amour, 610, http://karanvoyancegratuiteparemail.com/de-voyant/expert-voyant/avis-voyant/voyant-africain/vrai-voyant vrai voyant, xtohv, http://ingeborgcartomancienne.com/de-voyance/voyance-de-qualité/emission-de-voyance/voyance-paris/horoscop-chinois horoscop chinois, 41183, http://marcytiragetarotgratuit.com/pendule-amour/tirage-de-cartes-marseille tirage de cartes marseille, 8(((, http://charlynmedium.com/voyance-gratuite-amour/premiere-voyance-gratuite premiere voyance gratuite, xiov, http://jermainetchatvoyancegratuit.com/horoscope-couple-gratuit/desenvoutement-magie-noire desenvoutement magie noire, 04149, http://homertarotamour.com/horoscope-des/astrologie-horoscope/horoscope-l/horoscope-juin/cartomancie-en-ligne-gratuit cartomancie en ligne gratuit, 267619, http://caitlinvoyancetchatgratuit.com/voyante-par/voyante-par-téléphone-sérieuse/voyant-par-message/voyante-nancy/compatibilité-amoureuse-prénom-et-signe compatibilité amoureuse prénom et signe, 75556, http://cristophertarotamourgratuit.com/voyante-amour/voyante-toulon/voyante-dans-la-région-lilloise voyante dans la région lilloise, 06826,
  • zidSyiWCMmV zxZ scrive:
    ADmKTSFYgg
    comment5,
  • lzdFWFjAzqg DjM scrive:
    CvRbIYCWhgHAmWxef
    Hello! Very good job(this site)! Thank you man.
  • JgrSDotryy scrive:
    FBeSJceisRTWMnfHoZJ
    NVPpyEnH urls.txt
  • LMEpRALZFNX micaUCC scrive:
    glBIlXnadQbKHUEl
    mMjD7pGmf http://www.oatm.net/modules.php?name=Your_Account&op=userinfo&username=PMON pikavippi heti IYKT6 http://www.skyvisionclub.ru/forum/profile.php?mode=viewprofile&u=208284 pikalainat ja vipit 02IXVXi http://www.le-sous-bois.fr/userinfo.php?uid=475133 pikavippi josta lasku sähköpostiin
  • WxDgfGmybya mo scrive:
    TqmmeayCDhOyZmnO
    XF1peNgPxd http://www.wheelmansplace.com pikavippi wPKGbM6lnL
  • UefQatKfpUz XNyNvU scrive:
    ofAzibfhcQdD
    wQ0xPraejWg http://www.wheelmansplace.com pikavippi zNOhX
  • hCzFpCoBgYu ASEF scrive:
    scPdhNPLggywwpDS
    FTcMo http://www.infoturcuba.cu/modules.php?name=Your_Account&op=userinfo&username=SWerner pikavippi 18v 200e WGe130E1LNUi2 http://flash-best.ru/profile/alstodart uusimmat pikavipit 2011 Xr7dnw2Xbqn0D5 http://suzukiklub.pl/forum1/profile.php?mode=viewprofile&u=148298 kaikki pikavipit vertailussa
  • nexzTHajahH scrive:
    juCbrSrQDFVBDqE
    0C2atLk5TT http://www.wheelmansplace.com pikavippi 1F0gweG
  • BFdRVpyMMas Ui scrive:
    dnUaURReAXDdPry
    bSEWoUBN http://stefanflod.com pikavippi VEA90
  • Anonimo scrive:
    Re: Saranno distrutti 25mila metri quadr
    Spero che la digitalizzazione della Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia non avvenga mai a spese degli originali. Digitalizzare documenti specchio della nostra Storia e distruggere gli originali è un crimine verso il nostro popolo. Così facendo sia apre la porta alla riscrizione della storia, al falsificare in modo inconstestabile ( e dove sono i documenti originali ? ) i fatti avvenuti per compiacere le esigenze di chi detiene il potere, che non sempre coincidono con quelle degli Italiani.E' un abominio verso un popolo ricco di storia che ha letteralmente sudato sangue per giungere allo stato di nazione quale la conosciamo. Ed è l'ignominiosa massima vergogna di chi dispone tale scempio.Fabio
    • Anonimo scrive:
      Re: Saranno distrutti 25mila metri quadr
      - Scritto da:
      Spero che la digitalizzazione della Gazzetta
      Ufficiale del Regno d'Italia non avvenga mai a
      spese degli originali. Digitalizzare documenti
      specchio della nostra Storia e distruggere gli
      originali è un crimine verso il nostro popolo.
      Così facendo sia apre la porta alla riscrizione
      della storia, al falsificare in modo
      inconstestabile ( e dove sono i documenti
      originali ? ) i fatti avvenuti per compiacere le
      esigenze di chi detiene il potere, che non sempre
      coincidono con quelle degli
      Italiani.
      E' un abominio verso un popolo ricco di storia
      che ha letteralmente sudato sangue per giungere
      allo stato di nazione quale la conosciamo. Ed è
      l'ignominiosa massima vergogna di chi dispone
      tale
      scempio.

      Fabio
    • Salvatore Baglieri (www.digit al2b.com) scrive:
      Re: Saranno distrutti 25mila metri quadr
      - Scritto da:
      Spero che la digitalizzazione della Gazzetta
      Ufficiale del Regno d'Italia non avvenga mai a
      spese degli originali. Digitalizzare documenti
      specchio della nostra Storia e distruggere gli
      originali è un crimine verso il nostro popolo.
      Così facendo sia apre la porta alla riscrizione
      della storia, al falsificare in modo
      inconstestabile ( e dove sono i documenti
      originali ? ) i fatti avvenuti per compiacere le
      esigenze di chi detiene il potere, che non sempre
      coincidono con quelle degli
      Italiani.
      E' un abominio verso un popolo ricco di storia
      che ha letteralmente sudato sangue per giungere
      allo stato di nazione quale la conosciamo. Ed è
      l'ignominiosa massima vergogna di chi dispone
      tale
      scempio.

      FabioLa firma digitale è molto più sicura della firma autografa.(dai un'occhiata: digital2b.com/#2007-10-27 )Poi, se parliamo di documenti che hanno un valore artistico/storico, allora d'accordo. Ma se parliamo di "carta-straccia" o simile (vedi le 1000 pagine della finanziaria)...
  • Anonimo scrive:
    I conti non tornano !!!
    Ci devono essere errori di calcolo in almeno due parti nell'articoloPer far sì che milione di pagine, come viene riportato, siano 25.000 m.q., queste dovrebbero essere di 0,025 m.q. l'una, ovvero poco più di un terzo di un comune foglio A4 (ovvero pagine picolissime). Tradotto, sarebbero circa 416.000 pagine A4 di materiale. Il peso di 25.000m.q. di carta normale è circa 2 tonnelate.Il secondo errore invece stà nello spazio che secondo l'articolo sarebbe occupato da questi documenti. Tenendo conto che un comune raccoglitore tiene tranquillamente 500 fogli, viene fuori uno spazio equivalente a circa 835 raccoglitori. Con dimensioni esterne della custodia di un raccoglitore 28,5x34x8cm, risulta che in tutto per questa "quantità impressionante di carta" di cui parla l'articolo servono circa 6,5 metri cubi di spazio!!!! Se per tenere 6,5 metri cubi di carta (circa metà del volume che occupa una autovettura normale) lo stato spende 3 milioni di euro all'anno e occupa 12 edifici di 5 piani......
    • ammatwain scrive:
      Re: I conti non tornano !!!
      -
      Ci devono essere errori di calcolo in almeno due
      parti nell'articoloQuoto, si e no un furgone carico di risme A4Chissa cosa intendevano dire?
    • Ubu re scrive:
      Re: I conti non tornano !!!
      - Scritto da: Anonimo
      Ci devono essere errori di calcolo in almeno due
      parti nell'articoloCi devono essere errori di calcolo in almeno in una parte del tuo post.Dividere i metri quadri per il numero di pagine ottieni le dimensioni delle pagine solo se fossero stese per terra una ad una.La mia soluzione è più semplice: 1.000.000 / 25.000 e ottengo una media di quante pagine sono stoccate a metro quadro: 40 pagine (sigh).Non tantissime a dire il vero. Mi auguro di aver commesso qualche errore, per il nostro bene.
    • G.G. scrive:
      Re: I conti non tornano !!!
      non sono un milione di pagine ;)Il progetto di dematerializzazione l'ho fatto io :)
  • andreadv scrive:
    2 giorni/uomo anno=1.500.000euro/anno
    Ammazza quanto costano sti dipendenti statali!
  • lele2 scrive:
    ma la compatibilta' tra 100 anni
    non e' detto che i computer e i software tra cento anni saranno in grado di leggere i formati attuali
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la compatibilta' tra 100 anni
      Dipende solo dal formato scelto.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la compatibilta' tra 100 anni

      non e' detto che i computer e i software tra
      cento anni saranno in grado di leggere i formati
      attualiI file di word di 10 anni fa sono ancora leggibili oggi...la pa è diversa dal tuo singolo pc, fanno le cose ad hoc.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la compatibilta' tra 100 anni
      Chissenefrega, quella roba parla solo di gente morta e sepolta. Sai che perdita.(troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: ma la compatibilta' tra 100 anni
      c'è una norma CNIPA che regolamenta questa cosa e tante altre in tema di dematerializzazione. Nello speficico, ogni 5 anni vengono verificati i supporti su cui sono conservati i dati e se necessario sostituiti con supporti ritenuti più idonei, dopo averci riversato sopra i dati alla presenza di pubblico ufficiale.
  • Anonimo scrive:
    E la gazzetta attuale?
    Quando avremo la Gazzetta Ufficiale on line e gratuita anche dopo 60 giorni ed in un formato "leggibile" ?Vedi l'esempio francese http://www.journal-officiel.gouv.fr ed anche quello cubanohttp://www.gacetaoficial.cu/index.htm
    • Brontoleus scrive:
      Re: E la gazzetta attuale?
      - Scritto da: Anonimo
      Quando avremo la Gazzetta Ufficiale on line e
      gratuita anche dopo 60 giorni ed in un formato
      "leggibile" ?

      Vedi l'esempio francese
      http://www.journal-officiel.gouv.fr

      ed anche quello cubano
      http://www.gacetaoficial.cu/index.htmIn effetti la GU, come già lo sono le leggi dei codici, le trascrizioni delle sedute parlamentari e qualsiasi atto pubblico, dovrebbe essere liberamente accessibile perché esente da copyright. Senza contare che la legge stessa non ammette ignoranza ed è assurdo pretendere che un privato cittadino debba pagare per conoscerla e quindi di fatto evitare di commettere infrazioni (o peggio reati). Quantomeno per farsene un'idea della legge, poi se non si capisce nulla ci sono gli avvocati (ma quelli -giustamente- si fanno pagare).
      • Anonimo scrive:
        Re: E la gazzetta attuale?

        Senza contare che la legge stessa non
        ammette ignoranza ed è assurdo pretendere che un
        privato cittadino debba pagare per conoscerla e
        quindi di fatto evitare di commettere infrazioni
        (o peggio reati). Quantomeno per farsene un'idea
        della legge, poi se non si capisce nulla ci sono
        gli avvocati (ma quelli -giustamente- si fanno
        pagare).Guarda che è sempre stato così. Solo ora grazie alla rete c'è più informazione gratuita.Se vuoi le leggi, vai sul sito del Parlamento.
  • Anonimo scrive:
    Esempio di digitalizzazione mancata
    Dopo tanto clamore ancora adesso ad esempio per assegnare il bonus bebé si è pretesa la dichiarazione sostitutiva di essere cittadini italiani anche dagli extracomunitari, che hanno firmato senza sapere cosa facevano, hanno incassato i mille euro e adesso rischiano di essere espulsi per aver dichiarato il falso. La tanto decantata amministrazione digitale non ha neppure una anagrafica dei cittadini a cui inviare l'avviso di incasso! Infatti l'avviso lo hanno mandato a tutti, stranieri compresi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Esempio di digitalizzazione mancata

      Dopo tanto clamore ancora adesso ad esempio per
      assegnare il bonus bebé si è pretesa la
      dichiarazione sostitutiva di essere cittadini
      italiani anche dagli extracomunitari, che hanno
      firmato senza sapere cosa facevanoMi spieghi chi è il coglione che firma senza sapere che fa?
  • Anonimo scrive:
    E' vero risparmio?
    E' pura teoria che a partire da adesso si risparmino interi palazzi fatti dalle stanze occupate degli archivi. Le copie locali delle collezioni di gazzette non saranno distrutte subito, perché per una singola amministrazione il risparmio in termini di spazio sarebbe scarsamente significativo. Inoltre non è detto che si possa fare affidamento sulla accessibilità piena dell'archivio centrale on line. Inoltre, anche oggi si deve pagare per leggere la gazzetta on line, quindi chi ha già la collezione se la tiene, per non pagare ogni volta che deve consultare un numero arretrato della Gazzetta. L'unica cosa certa è che si deve pagare per la scannerizzazione, e, guarda caso, qualcuno guadagna per questa operazione. Non ci sono pasti gratis, ma quando si tratta di iniziative come questa (propagandate come mirabolanti) si paga anche per quello che è già gratis.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' vero risparmio?
      - Scritto da: Anonimo
      E' pura teoria che a partire da adesso si
      risparmino interi palazzi fatti dalle stanze
      occupate degli archivi. Le copie locali delle
      collezioni di gazzette non saranno distrutte
      subito, perché per una singola amministrazione il
      risparmio in termini di spazio sarebbe
      scarsamente significativo.Scarsamente? Ma tu parli del singolo ufficio?Se fosse vero quel che dici, i computer non si sarebbero ami diffusi...sei un po' rimasto indietro!
  • Anonimo scrive:
    Berlusconi e il Cnipa
    Qualcuno qui diceva che la digitalizzazione era un miraggio.Ora anche PI riconosce il gran lavoro fatto.Che sia davvero finita la campagna elettorale?
    • Anonimo scrive:
      Re: Berlusconi e il Cnipa
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno qui diceva che la digitalizzazione era
      un miraggio.
      Ora anche PI riconosce il gran lavoro fatto.

      Che sia davvero finita la campagna elettorale?Stanca lascia, quindi vuole farsi bello l'ultima volta con questi comunicati stampa ad usum telegiornale. Che questa sia la tanto decantata digitalizzazione mi permetto di dissentire, il traffico di carta generato dalla consultazione delle Gazzette è quasi insignificante. Chi vuole il testo di una legge già ora si limita a consultare opere on line a pagamento come Leggi d'Italia, non si mette certo a scartabellare le Gazzette cartacee.
      • Anonimo scrive:
        Re: Berlusconi e il Cnipa


        Qualcuno qui diceva che la digitalizzazione era

        un miraggio.

        Ora anche PI riconosce il gran lavoro fatto.

        Che sia davvero finita la campagna elettorale?
        Stanca lascia, quindi vuole farsi bello l'ultima
        volta con questi comunicati stampa ad usum
        telegiornale.Veramente il lavoro va avanti ininterrottamente da 5 anni. Non solo da oggi. Il cnipa mica è nato ieri...
        Che questa sia la tanto decantata
        digitalizzazione mi permetto di dissentire, il
        traffico di carta generato dalla consultazione
        delle Gazzette è quasi insignificante.Infatti mica si digitalizza solo quello.Vivi in un altro mondo? Tutta la pa è attraversata dalla digitalizzazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Berlusconi e il Cnipa
          Io vivo a Numa, un comune affacciato alla costa adriatica, nella provincia di Ancona, qui il comune ha chiuso un circolo giovanile ospitato negli "scantinati" del palazzo comunale per farne un archivio cartaceo...Naturalmente ho girato l'email al comune, ma rendetevi conto che ci sono assessori che non hanni il pc, gli unici indirizzi email che si vedono sono generici e così dicendo per tutto il resto, la ciliegina sulla torta è l'internet point offetro dalla biblioteca comunale, una sola postazione...
          • Anonimo scrive:
            Re: Berlusconi e il Cnipa
            Scusate, il comune è Numana
          • Anonimo scrive:
            Re: Berlusconi e il Cnipa

            Io vivo a Numa, un comune affacciato alla costa
            adriatica, nella provincia di Ancona, qui il
            comune ha chiuso un circolo giovanile ospitato
            negli "scantinati" del palazzo comunale per farne
            un archivio cartaceo...Significa che a livello locale siete messi male.
            Naturalmente ho girato l'email al comune, ma
            rendetevi conto che ci sono assessori che non
            hanni il pc, gli unici indirizzi email che si
            vedono sono generici e così dicendo per tutto il
            resto, la ciliegina sulla torta è l'internet
            point offetro dalla biblioteca comunale, una sola
            postazioneE quanti abitanti siete?Non si fa mica tutto in due giorno...Assessori senza il pc è una tua fantasia.Hanno tutti il pc. Idem per l'indirizzo mail.Cmq non mi pare che gli assessori stiano a controllare un comune, ma una regione...non è che confondi le amministrazioni fra loro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Berlusconi e il Cnipa
            ...
            Assessori senza il pc è una tua fantasia.Ma tu sei mai andato nel comune di un paese? Fallo, credimi, è un'esperienza!!!Dopo andresti a votare solo se hai interessi in gioco. E dico interessi intendendo che qualcuno (da una parte o dall'altra) ti ha promesso qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    E andiamo avanti
    Come volevasi dimostrare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione sta andando avanti speditamente.Per tutto questo possiamo solo ringraziare il Ministro Stanca (che è ancora in carica, anche se per poco).Qualcuno qui lo ha spesso e volentieri (a sproposito) attaccato, ma la realtà è che sta portando avanti il più ambizioso dei progetti.Non state a crucciarvi su supporti, tutte le banche già hanno da tempo il backup dei loro dati e così avviene alla nasa, alla cia e in qualsiasi altro Stato moderno.Solo in Italia eravamo tanto indietro, ma per fortuna in questi 5 anni qualcosa si è mosso.Che finita la campagna elettorale PI se ne sia accorta?
    • Anonimo scrive:
      Re: E andiamo avanti
      Come volevasi dimostrare la digitalizzazione
      della Pubblica Amministrazione sta andando avanti
      speditamente.
      Per tutto questo possiamo solo ringraziare il
      Ministro Stanca (che è ancora in carica, anche se
      per poco).
      Qualcuno qui lo ha spesso e volentieri (a
      sproposito) attaccato, ma la realtà è che sta
      portando avanti il più ambizioso dei progetti.Quoto tutto. Bravo!Il ministro è stato offeso più di una volta in questo forum.Bisognerebbe invece lodare tutto il lavoro che ha fatto in questi anni per ammodernare la nostra bella, ma obsoleta, Italia.
      • Anonimo scrive:
        Re: E andiamo avanti

        Il ministro è stato offeso più di una volta in
        questo forum.

        Bisognerebbe invece lodare tutto il lavoro che ha
        fatto in questi anni per ammodernare la nostra
        bella, ma obsoleta, Italia.E chi l'ha offeso? Intanto sarebbe da fare una bella analisi costi-benefici di quanto si è fatto. Ancora adesso ad esempio per assegnare il bonus bebé si è pretesa la dichiarazione sostitutiva di essere cittadini italiani anche dagli extracomunitari, che hanno firmato senza sapere cosa facevano, hanno incassato i mille euro e adesso rischiano di essere espulsi per aver dichiarato il falso. LA tanto decantata amministrazione digitale non ha neppure una anagrafica dei cittadini a cui inviare l'avviso di incasso! Lo hanno mandato a tutti, stranieri compresi!
        • Anonimo scrive:
          Re: E andiamo avanti

          E chi l'ha offeso? Intanto sarebbe da fare una
          bella analisi costi-benefici di quanto si è
          fatto. Ancora adesso ad esempio per assegnare il
          bonus bebé si è pretesa la dichiarazione
          sostitutiva di essere cittadini italiani anche
          dagli extracomunitari, che hanno firmato senza
          sapere cosa facevano, hanno incassato i mille
          euro e adesso rischiano di essere espulsi per
          aver dichiarato il falso. Chi gliel'ha detto di firmare? Fra l'altro la notizia circolava; l'hanno passata decine di volte al Tg3 ed i sempre solerti patronati della CISL erano come sempre superinformati.Quindi scuse zero. Vediamo ora cosa faranno i tuoi amici Di Liberto, Bertinotti, Luxuria e Caruso. ...La serietà al governo...
        • Anonimo scrive:
          Re: E andiamo avanti

          E chi l'ha offeso?Su questo forum spesso è stato offeso sia Stanca sia Berlusconi.
          Intanto sarebbe da fare una
          bella analisi costi-benefici di quanto si è
          fatto.Secondo te non è stata fatta?Dici che hanno fatto male i conti e che la digitalizzazione costerà più che il mantenere il vecchio sistema con posta e carta?Dici che tutti gli altri Stati europei e l'America sono dei coglioni e che non hanno fatto un bel controllo dei costi e che si sono buttati sul digitale solo perché era una moda della new economy?
          • Anonimo scrive:
            Re: E andiamo avanti
            - Scritto da: Anonimo

            E chi l'ha offeso?
            Su questo forum spesso è stato offeso sia Stanca
            sia Berlusconi.
            Mah, forse e dico forse hanno fatto una cosa giusta, ma in compenso quante cazzate hanno fatto il rapportocazzate/cose buone tende ad infinito...
          • Anonimo scrive:
            Re: E andiamo avanti



            E chi l'ha offeso?

            Su questo forum spesso è stato offeso sia Stanca

            sia Berlusconi.
            Mah, forse e dico forse hanno fatto una cosa
            giusta, ma in compenso quante cazzate hanno fattoPerché invece di stare così sul vago non indichi chiaramente cosa non ti andava bene?La legge sulle pensioni è un male?Quella sul diritto societario?Quella sul risparmio?Sul diritto fallimentare?Il codice della navigazione?Il codice degli appalti?La riforma della scuola (che non toglie il tempo pieno come qualche coglione diceva in giro...)?La riforma del mercato del lavoro?La bassa disoccupazione?La bassa inflazione (dieci volte inferiore rispetto agli anni 80)?Legge contro il fumo, la droga e in favore della patente a punti?E questo tanto per citare qualcosa.
          • Anonimo scrive:
            Re: E andiamo avanti
            - Scritto da: Anonimo

            E chi l'ha offeso?
            Su questo forum spesso è stato offeso sia Stanca
            sia Berlusconi.
            e basta smettetela adesso tanto AVETE PERSO grazie a due favolosi autogol (legge elettorale + voto estero).Anche solo per la stupidità dimostrata non siete degni di sedere al governo.
          • Anonimo scrive:
            Re: E andiamo avanti



            E chi l'ha offeso?

            Su questo forum spesso è stato offeso sia Stanca

            sia Berlusconi.


            e basta smettetela adesso tanto avete perso
            grazie a due favolosi autogol (legge elettorale +
            voto estero).Il voto all'estero è una grande conquista democratica. Non credo che qualcuno si possa sentire in copa per averla messa.Quanto alla legge elettorale, non si diceva che era in favore della destra? Beh, chi lo diceva è stato smentito.La legge era ed è in favore della democrazia.Quanto all'aver perso...non credo proprio.Sono passati a sinistra due partiti che prima stavano a destra: radicali e pensionati. Con quesi due partiti la destra avrebbe vinto di nuovo. La sinistra in questi cinque anni di battaglie assurde non ha guadagnato un solo voto in più. La sinistra ha vinto solo grazie ad una coalizione enorme e frammentata che dice di tutto e di più. Tanto che il Financial Times avverte che Prodi non riuscirà a governare...in realtà il FT dice pure che anche se riuscisse a governare, farebbe più male che bene all'Italia, visto che le ricette di riforma che ha in mente sono le stesse che hanno avuto effetti negativi in altri Stati europei...Infine, sempre se vogliamo essere onesti, il senato e la camera funzionano col metodo delle commissioni.Il fatto di avere un solo senatore in più in tutto il senato, significa che in quasi tutte le commissioni la sinistra non sarà in grado di avere la maggioranza. E questo peserà non poco sul Parlamento e sulla sua futura instabilità.Se questo per te è vincere...a Berlusconi è andata sicuramente meglio.
          • Anonimo scrive:
            Re: E andiamo avanti
            Se andassi al governo io l'italia governerebbe il mondo nel giro di tre anni.1) Invece di tentare di dividere gli italiani, per avere più potere, gli darei un senso d'appartenenza (siamo un popolo geniale e forte, una volta eliminata la stupidità che ci inculcano loro stessi dividendoci).2) Abbasserei le tasse dando alla gente voglia di vivere per rivitalizzare il paese (ma non solo a favore dei ricchi)3) Convincerei la gente che i politici lavorano per il popolo, NON VICEVERSA.4) fanculo al dominio straniero (che, se il mondo fosse solo l'italia moriremmo?). Magari ci va un pò, ma ci tireremmo su in niente.5) basta incentivi a chi apre fabbriche all'estero (riportando lavoro e giro di denaro)6) Il lavoro deve essere dato per capacità, e non per favori o per parentele.7) Investimenti per gli studi e la ricerca (sono i brevetti che portano soldi, più dello stesso lavoro, visto che continuano ad arrivarti anche dal lavoro altrui)8) Basta con leggi proibizionistiche che servono solo ad arricchire la mafia e a portare all'esterno della società i migliori (ma questa non ve la spiego: sto scrivendo un libro in proposito)9) Basta con incentivi e soldi per fare arricchire politici e costruttori con lavori che poi saranno abbandonatiecc ecc10) tutti i politici dovrebbero fare un anno di "scuola comunità" per capire come funziona il mondo, e capire, ad esempio, che se anche uno solo sta male, finirà per far stare male anche gli altri. e 11) come per gli altri lavori, sulle basi dei voti a questa scuola, avrebbero diritto ad operare o meno in politica.12) più figa per tutti
  • jkx scrive:
    Vendeteli ad un collezionista!!
    Se la spesa dell'operazione è di 1milione di ?... perche non fanno un'asta e li appioppano a qualcuno??magari ci tornano un po' delle spese...[forse vogliono proprio distruggerli : ]
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendeteli ad un collezionista!!

      Se la spesa dell'operazione è di 1milione di ?...
      perche non fanno un'asta e li appioppano a
      qualcuno??Forse perché l'obiettivo è risparmiare spazio.Il risparmio che si ottiene buttando via tutto è di qualche miliardo di euro...a fronte di un costo di un milione.Come pensi che si possa vendere in poco tempo (per avere poche spese) tanta carta quanta ne conterrebbe il colosseo?Dovremmo ringraziare tutti il Cnipa e il ministro Lucio Stanca che hanno lavorato a questo progetto negli ultimi anni e che l'hanno reso possibile.La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione va avanti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendeteli ad un collezionista!!
        - Scritto da: Anonimo
        Dovremmo ringraziare tutti il Cnipa e il ministro
        Lucio Stanca che hanno lavorato a questo progetto
        negli ultimi anni e che l'hanno reso possibile.

        La digitalizzazione della Pubblica
        Amministrazione va avanti...... senza Lucio Stanca
        • Anonimo scrive:
          Re: Vendeteli ad un collezionista!!


          Dovremmo ringraziare tutti il Cnipa e il

          ministro

          Lucio Stanca che hanno lavorato a questo

          progetto

          negli ultimi anni e che l'hanno reso possibile.

          La digitalizzazione della Pubblica

          Amministrazione va avanti...
          ... senza Lucio StancaA dir la verità è ancora lui ministro...
          • Anonimo scrive:
            Re: Vendeteli ad un collezionista!!
            - Scritto da: Anonimo


            Dovremmo ringraziare tutti il Cnipa e il


            ministro


            Lucio Stanca che hanno lavorato a questo


            progetto


            negli ultimi anni e che l'hanno reso
            possibile.


            La digitalizzazione della Pubblica


            Amministrazione va avanti...

            ... senza Lucio Stanca
            A dir la verità è ancora lui ministro...ancora per poco ! :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Vendeteli ad un collezionista!!
            - Scritto da: Anonimo

            A dir la verità è ancora lui ministro...

            ancora per poco !

            :)Giusto! Il nuovo governo deve impegnarsi DA SUBITO a invertire questo pernicioso progetto kapitalistico di digitalizzazione dei kontenuti. TUTTO dovrà essere sotto forma kartacea, kompagni! Il Proletariato non ha bisogno di kongegni imperialistici come i komputer!Viva la karta!
          • Anonimo scrive:
            Re: Vendeteli ad un collezionista!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            A dir la verità è ancora lui ministro...



            ancora per poco !



            :)

            Giusto! Il nuovo governo deve impegnarsi DA
            SUBITO a invertire questo pernicioso progetto
            kapitalistico di digitalizzazione dei kontenuti.
            TUTTO dovrà essere sotto forma kartacea,
            kompagni! Il Proletariato non ha bisogno di
            kongegni imperialistici come i komputer!

            Viva la karta! vedo che non ti sei ancora ripreso dalla sconfitta elettorale. Coraggio, presto ti rimetterai !
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendeteli ad un collezionista!!
        - Scritto da: Anonimo
        Dovremmo ringraziare tutti il Cnipa e il ministro
        Lucio Stanca che hanno lavorato a questo progetto
        negli ultimi anni e che l'hanno reso possibile.

        La digitalizzazione della Pubblica
        Amministrazione va avanti.invece sembra proprio che vada come i gamberihttp://punto-informatico.it/p.asp?i=58611&r=PI
    • ishitawa scrive:
      Re: Vendeteli ad un collezionista!!
      tutto in blocco sicuramente no, ma 1 copia della gazzetta ufficiale del Regro d'Italia credo si trovi moltissimi che la comprerebbero anche solo per curiositàpotrebbero mettere un annuncio su e-bay...
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendeteli ad un collezionista!!

        tutto in blocco sicuramente no, ma 1 copia della
        gazzetta ufficiale del Regro d'Italia credo si
        trovi moltissimi che la comprerebbero anche solo
        per curiosità
        potrebbero mettere un annuncio su e-bay...E per milioni e milioni (miliardi) di documenti secondo te quanti annunci ci vanno? Hai il senso delle dimensioni?Quanto tempo ci andrebbe? Anni e anni.Eravamo già in ritardo, non è che si possa aspettare a vita per digitalizzare la PA. Per fortuna abbiamo un ministro, Lucio Stanca, che ha fatto un buon lavoro e ci ha permesso di non essere così in ritardo come in passato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Vendeteli ad un collezionista!!
          - Scritto da: Anonimo

          tutto in blocco sicuramente no, ma 1 copia della

          gazzetta ufficiale del Regro d'Italia credo si

          trovi moltissimi che la comprerebbero anche solo

          per curiosità

          potrebbero mettere un annuncio su e-bay...
          E per milioni e milioni (miliardi) di documenti
          secondo te quanti annunci ci vanno? Hai il senso
          delle dimensioni?
          Quanto tempo ci andrebbe? Anni e anni.
          Eravamo già in ritardo, non è che si possa
          aspettare a vita per digitalizzare la PA. Per
          fortuna abbiamo un ministro, Lucio Stanca, che ha
          fatto un buon lavoro e ci ha permesso di non
          essere così in ritardo come in passato.Ahhh...beh..andiamo bene....questo qui è un impiegato del ministero lecchino....guarda che hai sbagliato piedi.....Stanca non vale nulla (neanche prima, a dire il vero)
          • Anonimo scrive:
            Re: Vendeteli ad un collezionista!!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            tutto in blocco sicuramente no, ma 1 copia
            della


            gazzetta ufficiale del Regro d'Italia credo si


            trovi moltissimi che la comprerebbero anche
            solo


            per curiosità


            potrebbero mettere un annuncio su e-bay...

            E per milioni e milioni (miliardi) di documenti

            secondo te quanti annunci ci vanno? Hai il senso

            delle dimensioni?

            Quanto tempo ci andrebbe? Anni e anni.

            Eravamo già in ritardo, non è che si possa

            aspettare a vita per digitalizzare la PA. Per

            fortuna abbiamo un ministro, Lucio Stanca, che
            ha

            fatto un buon lavoro e ci ha permesso di non

            essere così in ritardo come in passato.

            Ahhh...beh..andiamo bene....questo qui è un
            impiegato del ministero lecchinoHai argomentazioni per dire che non ha fatto un buon lavoro?No? Allora evita di sprecare post inutili.
      • jkx scrive:
        in blocco !
        intendevo venderle in blocco!qualche mecenate lo troveranno no?magari dovrebbero venderele al berlusca, lui secondo me ce ne ha di spazio e soldi...aahahjkx
    • Anonimo scrive:
      Re: Vendeteli ad un collezionista!!
      Speriamo almeno che riciclino al carta ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Vendeteli ad un collezionista!!

        Speriamo almeno che riciclino al carta ;)A Napoli con Bassanino faranno che prendere la carta e pagando i tedeschi affinché se la prendano...che porcherie!
    • Q88 scrive:
      Re: Vendeteli ad un collezionista!!

      magari ci tornano un po' delle spese...E perchè farlo? Le "spese" del sistema informativo le pagherà lo stato.Mentre quelli che "tra di loro" riusciranno ad imboscarsi una carriola di di gazzette anni 40, potranno godersi una graziosa pensione alla faccia del contribuente :)
  • jkx scrive:
    Chi controlla la digitalizzazione??
    Sono ignorante in materia...quindi mi chiedo:chi è che ha passato in digitale le copie della gazzetta?hanno controllato che tutto corrispponde agli originali?sarebbe una bella occazione per riscrivere la storia...non voglio sembrare paranoico...ma ve lo ricordate che lavoro faceva il protagonista di 1984?Gazzetta a parte...quando la DEMATERIALIZZAZIONE interesserà altri documenti??speriamo in bene... : jkx
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi controlla la digitalizzazione??

      Sono ignorante in materia...Non me ne stupisco :)
      quindi mi chiedo:
      chi è che ha passato in digitale le copie della
      gazzetta?

      hanno controllato che tutto corrispponde agli
      originali?Viene tutto scannerizzato.Il problema di copiare qualcosa in modo sbagliato è sempre esistito, pure quando le copie venivano fatte a mano.Ma questo non è un buon motivo per non digitalizzare la PA.Ragazzi, sembra che vogliate tornare al medioevo. Voi che siete nel mondo dell'informatica dovreste appoggiare questi progetti e non ostacolarli con assurdità e con problemi che esistevano pure senza digitalizzazione.Poi se pensi che molto probabilmente al referendum sulla monarchia aveva vinto la monarchia...beh ti accorgi che a volte succede di decidere una cosa e vedersene appioppata un'altra. Nonostante questo la digitalizzazione va avanti, per il bene del Paese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi controlla la digitalizzazione??


        hanno controllato che tutto corrispponde agli

        originali?
        Viene tutto scannerizzato.
        Il problema di copiare qualcosa in modo sbagliato
        è sempre esistito, pure quando le copie venivano
        fatte a mano.Copiare e' una cosa.Copiare e distruggere l'originale, e' cosa ben diversa.O mi sbaglio?
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi controlla la digitalizzazione??



          hanno controllato che tutto corrispponde agli


          originali?

          Viene tutto scannerizzato.

          Il problema di copiare qualcosa in modo
          sbagliato

          è sempre esistito, pure quando le copie venivano

          fatte a mano.
          Copiare e' una cosa.
          Copiare e distruggere l'originale, e' cosa ben
          diversa.Non ti sbagli.Ma esistono diverse migliaia di copie.La gazzetta c'è in tutte le biblioteche...
      • didonna.rob scrive:
        Re: Chi controlla la digitalizzazione??
        :p Nella mia carriera professionale sono più volte venuto a contato con il problema della 'smaterializzazione' del cartaceoLa mia azienda offre il servizio di scansione documenti e digitazione dei dati e provvede poi a conservare il cartaceo in magazzino.La chiave di tutto e' la firma digitale. Se un nostro cliente ha una disputa in tribunale , l'unico modo e' presentare il cartaceo. La firma digitale non e' mai partita seriamente. Per chi non lo sa , consente di 'firmare' un documento digitale e/o supporto , in modo che sia chiaro che quello e' l'originale. Si avvale di schede a microchip per firmare i documenti sia da chi li ha scanditi e sia dal supervisore che deve verificare la corrispondenza con il cartaceo.Il tutto collegato con un server di crittografia ed un server che fornisce la 'marca temporale' ovvero il 'timbro della data' In 20 anni di lavoro non ho visto nessuno applicare questa tecnologia , anche perche' molti dettagli tecnici sono ancora poco definiti. Purtroppo le leggi inerenti l'informatica , spesso sono farraginose o scarsamente comprensibili o scarsamente attuabili !!!Effettivamenti ci vuole poco prendere il file pdf , modificarlo e rimasterizzare il tutto ! Non penso che ci sia il problema di 1984 , ma piuttosto il fatto che venga saltata qualche pagina o che sia poco leggibile (mi capita ogni giorno).A questo punto se il cartaceo e' stato distrutto.......... :o
        • jkx scrive:
          Re: Chi controlla la digitalizzazione??
          quoto in pieno...purtroppo è molto difficile fidarsi delle tecnologie informatiche.e non credo nemmeno che il Trusted Computing possa aiutare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi controlla la digitalizzazione??

          La firma digitale non e' mai partita seriamente.Il codice è stato scritto da poco...e partirà seriamente da giugno. Che fretta hai?
          In 20 anni di lavoro non ho visto nessuno
          applicare questa tecnologiaForse perché 20 anni fa...non c'era?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi controlla la digitalizzazione??

        Ragazzi, sembra che vogliate tornare al medioevo.
        Voi che siete nel mondo dell'informatica dovreste
        appoggiare questi progetti e non ostacolarli con
        assurdità e con problemi che esistevano pure
        senza digitalizzazione.Non si mettono in dubbio i vantaggi deella digitalizzazione, piuttosto ci si pone il problema, a mio avviso non trascurabile, di un conrtollo accurato sulla "qualità" di quest'ultima.Impedire in poche parole sofisticazioni, omissioni, o semplicemente perdita di dati dovuta ad errore umano.Una piccola, catastrofica provocazione che funziona anche come esempio, ovviamente una cosa del genere non può succedere: Ed ecco che sparisce il decreto che ha sancito l'adozione in Italia delle leggi raziali sotto la dittatura fascista...
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi controlla la digitalizzazione??

          Non si mettono in dubbio i vantaggi deella
          digitalizzazione, piuttosto ci si pone il
          problema, a mio avviso non trascurabile, di un
          conrtollo accurato sulla "qualità" di
          quest'ultima.
          Impedire in poche parole sofisticazioni,
          omissioni, o semplicemente perdita di dati dovuta
          ad errore umano.E secondo te non si sono posti il problema?
      • Q88 scrive:
        Re: Chi controlla la digitalizzazione??

        Ragazzi, sembra che vogliate tornare al medioevo.
        Voi che siete nel mondo dell'informatica dovreste
        appoggiare questi progetti e non ostacolarli con
        assurdità e con problemi che esistevano pure
        senza digitalizzazione.Nessuno vuole tornare al medioevo o ostacolare il progresso, ma dare piena fiducia senza controllare é un atteggiamento assolutamente idiota.E questo, chi è "nel mondo dell'informatica", lo sa benissimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi controlla la digitalizzazione??


          Ragazzi, sembra che vogliate tornare al
          medioevo.

          Voi che siete nel mondo dell'informatica
          dovreste

          appoggiare questi progetti e non ostacolarli con

          assurdità e con problemi che esistevano pure

          senza digitalizzazione.

          Nessuno vuole tornare al medioevo o ostacolare il
          progresso, ma dare piena fiducia senza
          controllare é un atteggiamento assolutamente
          idiota.E qualcuno ti ha detto che nessuno controlla?Non ti pare di essere un po' troppo presuntuoso?
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi controlla la digitalizzazione??

            E qualcuno ti ha detto che nessuno controlla?Sì certo, nel 2050 potremo leggere sulla gazzetta che mussolini mandava la gente in vacanza...
            Non ti pare di essere un po' troppo presuntuoso?No presuntuoso sei tu, lui fino a prova contraria come cittadino è libero di porsi questa e altre mille altre domande, tu - salvo colpi di stato - per ora non puoi farci nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi controlla la digitalizzazione??


            E qualcuno ti ha detto che nessuno controlla?
            Sì certo, nel 2050 potremo leggere sulla gazzetta
            che mussolini mandava la gente in vacanza.Ma sai che è la gazzetta ufficiale? Mi sa di no...Accidenti quanta ignoranza che gira in questo forum.

            Non ti pare di essere un po' troppo presuntuoso?
            fino a prova contraria
            come cittadino è libero di porsi questa e altre
            mille altre domandeCi si può porre una domanda ed essere ugualmente presuntuosi credendo che lo Stato non ci abbia già pensato. Ed è questo il caso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi controlla la digitalizzazione??

            Ma sai che è la gazzetta ufficiale? Mi sa di no...
            Accidenti quanta ignoranza che gira in questo
            forum."La Gazzetta Ufficiale è uno strumento di diffusione, informazione e ufficializzazione di testi legislativi[...]"http://it.wikipedia.org/wiki/Gazzetta_ufficialeTi riferisci al fatto che quel decreto potrebbe non essere trascritto nella Gazzetta?
            Ci si può porre una domanda ed essere ugualmente
            presuntuosi credendo che lo Stato non ci abbia
            già pensato. Ed è questo il caso.Un cittadino che ignora le cose che riguardano il governo del proprio paese non sarebbe quindi presuntuoso, mentre uno che se ne preoccupa sì, spiega, spiega che sono curioso.Quel'è la morale della storia? Che ogniuno si deve curare dei propri affari e che non ci si deve interessare ad altro? Che bisogna prendere tutto quello che piove dal governo come cosa buona e giusta?
  • Anonimo scrive:
    FINALMENTE!
    E a dirlo è uno storico!
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE!

      E a dirlo è uno storico!E' da 5 anni che lo ripeto...il gran lavoro fatto dal ministro Lucio Stanca in questi anni è stato troppo sottovalutato.
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE!

      E a dirlo è uno storico!Il progetto è stato messo in piedi negli ultimi anni.Il finalmente non è molto appropriato.E' un lavoro duro che va avanti giorno dopo giorno.Il cnipa lavora a ritmo serrato grazie ai sovvenzionamenti privati e pubblici.Chi diceva che la digitalizzazione della amministrazione pubblica di cui parlava il libretto di Berlusconi e Stanca era un miraggio ora si sta ricredendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: FINALMENTE!
      - Scritto da: Anonimo
      E a dirlo è uno storico!non ti credo.ok, ho trollato (troll)
  • Anonimo scrive:
    Perché hanno scelto il Regno?
    Capisco il valore storico, ma dal punto di vista pratico non sarebbe stato meglio partire dalle gazzette più recenti?http://numismatica-italiana.lamoneta.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché hanno scelto il Regno?

      Capisco il valore storico, ma dal punto di vista
      pratico non sarebbe stato meglio partire dalle
      gazzette più recenti?Le gazzette più recenti sono già in rete...
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché hanno scelto il Regno?
        - Scritto da: Anonimo

        Capisco il valore storico, ma dal punto di vista

        pratico non sarebbe stato meglio partire dalle

        gazzette più recenti?
        Le gazzette più recenti sono già in rete...solo per un periodo limitato
        • Anonimo scrive:
          Re: Perché hanno scelto il Regno?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Capisco il valore storico, ma dal punto di
          vista


          pratico non sarebbe stato meglio partire dalle


          gazzette più recenti?

          Le gazzette più recenti sono già in rete...

          solo per un periodo limitatoaggiungo: a meno che uno non paghi
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché hanno scelto il Regno?



            Le gazzette più recenti sono già in rete...
            aggiungo: a meno che uno non paghiE questo che vuol dire?Vuoi tutto gratis?Anche fosse gratis, pagheresti con le tasse...Poi, se stai a guardare, chi consulta la gazzetta, di dolito lo fa per lavoro...tipo gli avvocati. E non mi pare che gli avvocati piangano miseria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché hanno scelto il Regno?

            E questo che vuol dire?
            Vuoi tutto gratis?Stiamo parlando della Gazzetta Ufficiale non di tv sorrisi e canzoni, tutto gratis un cazzo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché hanno scelto il Regno?


            E questo che vuol dire?

            Vuoi tutto gratis?
            Stiamo parlando della Gazzetta Ufficiale non di
            tv sorrisi e canzoni, tutto gratis un cazzo.Ma quando mai tu ti metterai a leggere per intero la gazzetta ufficiale? Sii più realista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché hanno scelto il Regno?



            E questo che vuol dire?


            Vuoi tutto gratis?

            Stiamo parlando della Gazzetta Ufficiale non di

            tv sorrisi e canzoni, tutto gratis un cazzo.
            Ma quando mai tu ti metterai a leggere per intero
            la gazzetta ufficiale? Sii più realista.Esatto. Tanto più che le leggi sono già presenti in rete...e sono pure gratis.
        • Anonimo scrive:
          Re: Perché hanno scelto il Regno?



          Capisco il valore storico, ma dal punto di
          vista


          pratico non sarebbe stato meglio partire dalle


          gazzette più recenti?

          Le gazzette più recenti sono già in rete...
          solo per un periodo limitatoE poi le cancellano perché a te non piacciono?Restano in archivio digitalizzato, anche se non li vedi.
    • Brontoleus scrive:
      Re: Perché hanno scelto il Regno?
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco il valore storico, ma dal punto di vista
      pratico non sarebbe stato meglio partire dalle
      gazzette più recenti?

      http://numismatica-italiana.lamoneta.itE' evidente che i documenti più sono vecchi più si deteriorano e quindi cresce notevolmente il loro costo in termini di mantenimento. Se hai due cose da restaurare, chiamiamole A e B, scegli di partire da A, cioè quella che sta messa peggio, sicuro che B nel frattempo non si danneggerà più di quanto non lo sia già A. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché hanno scelto il Regno?
      - Scritto da: Anonimo
      Capisco il valore storico, ma dal punto di vista
      pratico non sarebbe stato meglio partire dalle
      gazzette più recenti?

      http://numismatica-italiana.lamoneta.itSi è scelto "il regno" perchè è il periodo più buoio di questo paese e ha bisogno di una ripulita.
  • rock and troll scrive:
    possiamo leggere libri di 500 anni
    chissa se questo fantomatico archivio digitale rimarra- integro per cos- tanti hanni....
    • Giambo scrive:
      Re: possiamo leggere libri di 500 anni
      - Scritto da: rock and troll
      chissa se questo fantomatico archivio digitale
      rimarra- integro per cos- tanti hanni....Chissa' se riuscirai mai fare meno di 4 errori in una frase ...
      • Anonimo scrive:
        Re: possiamo leggere libri di 500 anni


        chissa se questo fantomatico archivio digitale

        rimarra- integro per cos- tanti hanni....
        Chissa' se riuscirai mai fare meno di 4 errori in
        una frase ...Un ragazzino che parla di "fantomatici" archivi?Probabilmente non sa nemmeno di che si parla...non chiedere troppo al suo cervello, si sta ancora sviluppando.
        • Anonimo scrive:
          Re: possiamo leggere libri di 500 anni
          - Scritto da: Anonimo


          chissa se questo fantomatico archivio digitale


          rimarra- integro per cos- tanti hanni....

          Chissa' se riuscirai mai fare meno di 4 errori
          in

          una frase ...
          Un ragazzino che parla di "fantomatici" archivi?
          Probabilmente non sa nemmeno di che si
          parla...non chiedere troppo al suo cervello, si
          sta ancora sviluppando.avrai notato che i ragazzini, termine irrilevante ed insignificante, oltre che inutile, ne sanno a sufficienza in campo informatico, molto più di tanti rimbambiti arteriosclerotici matusa supponenti, arroganti e ciechi (sappiamo anche come mai http://punto-informatico.it/p.asp?i=58968&r=PI )
          • Anonimo scrive:
            Re: possiamo leggere libri di 500 anni


            Un ragazzino che parla di "fantomatici" archivi?

            Probabilmente non sa nemmeno di che si

            parla...non chiedere troppo al suo cervello, si

            sta ancora sviluppando.
            avrai notato che i ragazzini
            ne sanno a
            sufficienza in campo informatico, molto più di
            tanti rimbambiti arteriosclerotici matusaIl tuo post è un chiaro esempio di ignoranza...
      • Anonimo scrive:
        Re: possiamo leggere libri di 500 anni
        - Scritto da: Giambo

        - Scritto da: rock and troll

        chissa se questo fantomatico archivio digitale

        rimarra- integro per cos- tanti hanni....

        Chissa' se riuscirai mai fare meno di 4 errori in
        una frase ...che ci vuoi fare, Flamer dopo il cambio di nick dovrebbe farsi anche un corsetto di italiano
    • Anonimo scrive:
      Re: possiamo leggere libri di 500 anni

      chissa se questo fantomatico archivio digitale
      rimarra- integro per cos- tanti hanni....Gli archivi degli altri Stati funzionano e nessuno si lamenta.Logico pensare che ogni tot di anni si dovrà rifare il backup, ma il risparmio è ugualmente notevole, soprattuttto se consideri che pure la carta si rovina nel giro di qualche anno, se non è tenuta sotto atmosfera controllata.Conta che pure la rai ha, in questi ultimi anni, digitalizzato i propri archivi. Passando dalle bobine a suporti più recenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: possiamo leggere libri di 500 anni
        - Scritto da: Anonimo

        chissa se questo fantomatico archivio digitale

        rimarra- integro per cos- tanti hanni....
        Gli archivi degli altri Stati funzionano e
        nessuno si lamenta.
        Logico pensare che ogni tot di anni si dovrà
        rifare il backup, ma il risparmio è ugualmente
        notevole, soprattuttto se consideri che pure la
        carta si rovina nel giro di qualche anno, se non
        è tenuta sotto atmosfera controllata.la carta di questi ultimi anni si, quella dei quotidiani ecc ecc.ma la carta "tosta" (fatevi pure una cultura andando a Fabriano) dura moltissimo
        Conta che pure la rai ha, in questi ultimi anni,
        digitalizzato i propri archivi. Passando dalle
        bobine a suporti più recenti.si ma documenti storici di quel calibro sarebbe il caso di mantenerli in originale, almeno in una copia ufficiale, o perlomeno venderla o regalarla a qualche biblioteca , anche di provincia
        • Anonimo scrive:
          Re: possiamo leggere libri di 500 anni


          Logico pensare che ogni tot di anni si dovrà

          rifare il backup, ma il risparmio è ugualmente

          notevole, soprattuttto se consideri che pure la

          carta si rovina nel giro di qualche anno, se non

          è tenuta sotto atmosfera controllata.
          la carta di questi ultimi anni si, quella dei
          quotidiani ecc ecc.
          ma la carta "tosta" (fatevi pure una cultura
          andando a Fabriano) dura moltissimoQuindi buttiamo i pc e ci teniamo la fabriano?
          si ma documenti storici di quel calibro sarebbe
          il caso di mantenerli in originale, almeno in una
          copia ufficiale, o perlomeno venderla o regalarla
          a qualche biblioteca , anche di provinciaMa se l'obiettivo è ridurre gli sprechi!Se passi le cose da un'amministrazione all'altra non si guadagna nulla.Fattene una ragione, non si può conservare tutto.Le materie prime sono limitate.
    • Anonimo scrive:
      Re: possiamo leggere libri di 500 anni

      chissa se questo fantomatico archivio digitale
      rimarra- integro per cos- tanti hanni....Mica è sempre lo stesso archivio.I backup vengono OVUNQUE fatti spesso.E, a seconda della sicurezza di cui si ha bisogno, ci sono aziende che fanno un backup ogni 15 giorni, altre che lo fano ogni 5 minuti o meno.Non è che si fa un archivio e poi lo si lascia lì spento per i posteri.
  • Anonimo scrive:
    va beh, ma UNA copia la tengono!
    no?si dai!ok la digitalizzano tutta... ma ne terranno una copia, no???cazzen!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: va beh, ma UNA copia la tengono!
      - Scritto da: Anonimo
      no?

      si dai!

      ok la digitalizzano tutta... ma ne terranno una
      copia, no???

      cazzen!!!Sì, nel tuo appartamento.
      • Anonimo scrive:
        Re: va beh, ma UNA copia la tengono!


        ok la digitalizzano tutta... ma ne terranno una

        copia, no???
        Sì, nel tuo appartamento.A certi ragazzini non si dovrebbe neppure rispondere.
        • Anonimo scrive:
          Re: va beh, ma UNA copia la tengono!
          - Scritto da: Anonimo


          ok la digitalizzano tutta... ma ne terranno
          una


          copia, no???

          Sì, nel tuo appartamento.
          A certi ragazzini non si dovrebbe neppure
          rispondere.:(
    • Anonimo scrive:
      9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: va beh, ma UNA copia la tengono!

      ok la digitalizzano tutta... ma ne terranno una
      copia, no???Ci sono migliaia di copie della gazzetta sparse per tutta Italia...hai idea di quante ne rimarranno ancora?
  • gian_d scrive:
    Perché tanto odio?
    come da oggetto
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché tanto odio?
      - Scritto da: gian_d
      come da oggettocioè?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perché tanto odio?

      come da oggettoVedi, il Ministro Stanca è stato continuamente attaccato ingiustamente e in modo sbagliato.Come ho detto in passato, nei prossimi mesi si vedrà concretamente tutto il lavoro che è stato fatto negli ultimi 5 anni.E finalmente l'odio sparirà.
      • Anonimo scrive:
        Re: Perché tanto odio?
        - Scritto da: Anonimo
        Come ho detto in passato, nei prossimi mesi si
        vedrà concretamente tutto il lavoro che è stato
        fatto negli ultimi 5 anni.
        E finalmente l'odio sparirà.http://biografie.leonardo.it/biografia.htm?BioID=177&biografia=Giuliano+Urbani
        • Anonimo scrive:
          Re: Perché tanto odio?


          Come ho detto in passato, nei prossimi mesi si

          vedrà concretamente tutto il lavoro che è stato

          fatto negli ultimi 5 anni.

          E finalmente l'odio sparirà.
          http://biografie.leonardo.it/biografia.htm?BoID=1Chi scarica materiare illegale merita pene severe.Ma questo non c'entra un fico con l'ottimo lavor di questi 5 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Perché tanto odio?
            - Scritto da


            Come ho detto in passato, nei prossimi mesi si


            vedrà concretamente tutto il lavoro che è stato


            fatto negli ultimi 5 anni.


            E finalmente l'odio sparirà.

            http://biografie.leonardo.it/biografia.htm?BoID=1
            Chi scarica materiare illegale merita pene severe.La galera sarà un po' troppo ?!!!
            Ma questo non c'entra un fico con l'ottimo lavor di questi 5 anni.Quale ottimo lavoro ? Nessuno se ne accorto.
  • Rex1997 scrive:
    L'idea è buona, ma..
    su che supporto verrà conservata la mole di gazzette ufficiali dematerializzate?Su CD? La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i CD per evitare di perdere dati, e con questo il suddetto risparmio va perso....Altri supporti durano anche meno... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      - Scritto da: Rex1997
      su che supporto verrà conservata la mole di
      gazzette ufficiali dematerializzate?

      Su CD?
      La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto
      andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i
      CD per evitare di perdere dati, e con questo il
      suddetto risparmio va perso....
      Altri supporti durano anche meno... :(Su musicassetta
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      - Scritto da: Rex1997
      su che supporto verrà conservata la mole di
      gazzette ufficiali dematerializzate?

      Su CD?
      La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto
      andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i
      CD per evitare di perdere dati, e con questo il
      suddetto risparmio va perso....
      Altri supporti durano anche meno... :(quanto dura un hard disk?io invece mi aspetto che sia scaricabile ogni numero in pdf!
    • avvelenato scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      - Scritto da: Rex1997
      su che supporto verrà conservata la mole di
      gazzette ufficiali dematerializzate?

      Su CD?
      La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto
      andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i
      CD per evitare di perdere dati, e con questo il
      suddetto risparmio va perso....
      Altri supporti durano anche meno... :(I cd della kodak, ne hanno parlato nel numero precedente, dovrebbero durare 300 anni.Considera poi che qualsiasi cd di qualità non si brucia di punto in bianco, ma prima che succeda inizia ad andare più piano, poi a dare sporadici e casuali errori di crc, e solo alla fine smette del tutto di andare! Si ha tutto il tempo di fare una copia, al peggio si usano dei lettori apposta, particolarmente sensibili, tipo quelli che usano le aziende specializzate in recupero dati.Alla fine la copia digitale risulta di durata infinita.
      • Rex1997 scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..
        - Scritto da: avvelenato
        ....
        I cd della kodak, ne hanno parlato nel numero
        precedente, dovrebbero durare 300 anni.
        Dovrebbero durare!=Dureranno
        Considera poi che qualsiasi cd di qualità non si
        brucia di punto in bianco, ma prima che succeda
        inizia ad andare più piano, poi a dare sporadici
        e casuali errori di crc, e solo alla fine smette
        del tutto di andare! Si ha tutto il tempo di fare
        una copia, al peggio si usano dei lettori
        apposta, particolarmente sensibili, tipo quelli
        che usano le aziende specializzate in recupero
        dati.

        Alla fine la copia digitale risulta di durata
        infinita.Si a patto di, ogni tot anni, ripassare il contenuto dei CD/DVD, e rifare le copie nel caso di erroi (ciò vuol dire avere le doppie coppie di ogni CD/DVD e sperare che siano illegibili in posti diversi..)Ripeto l'idea è buona, sono i materiali usati ad avere dei problemi che innalzeranno il costo del sistema.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..

          Ripeto l'idea è buona, sono i materiali usati ad
          avere dei problemi che innalzeranno il costo del
          sistema.Ma secondo te utilizzeranno le musicassette per la copia?Secondo te non si sono già posti questo problema in tutti gli altri Stati?Tutti hanno archivi digitali dei propri documenti, dalle banche all'fbi. Tutti si sono già posti il problema e hanno trovato delle soluzioni.I supporti che usano loro non sono mica quelli che trovi al supermercato.Il backup è presente ovunque, in Italia non può essere soteggiato da ignorantoni che pensano di sapere tutto dell'informatica perché sanno formattare un pc e installarci windows...
          • Rex1997 scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Anonimo

            Ripeto l'idea è buona, sono i materiali usati ad

            avere dei problemi che innalzeranno il costo del

            sistema.
            Ma secondo te utilizzeranno le musicassette per
            la copia?
            Secondo te non si sono già posti questo problema
            in tutti gli altri Stati?
            Tutti hanno archivi digitali dei propri
            documenti, dalle banche all'fbi. Tutti si sono
            già posti il problema e hanno trovato delle
            soluzioni.
            I supporti che usano loro non sono mica quelli
            che trovi al supermercato.
            D'accordo, i supporti usati non saranno quelli del supermercato, ma il problema di fondo è che, data la limitata durata dei supporti fisici usati per l'informatica, propagandare il tutto come risparmio di costi è una balla: i costi di conservazione ci saranno come ci sono attualmente per conservare la carta, che detto tra noi dura ben al di la dei teorici 300 anni, degli attualmente teorici CD della Kodak, usando precauzioni che guarda caso sono all'incirca le stesse:umidità costante, protezione dal fuoco e dal calore, protezione meccanica per evitare danni fisici per urti o amenità similari, stanze termostatate etc. etc.Dove lo vedi il risparmio? Mi sta bene il discorso di informatizzare la Gazzetta Ufficiale, ma lo si faccia facendo a meno di dire balle!
            Il backup è presente ovunque, in Italia non può
            essere soteggiato da ignorantoni che pensano di
            sapere tutto dell'informatica perché sanno
            formattare un pc e installarci windows...Premesso che faccio il sistemista e curo anche problematiche di storage backup, penso di poter parlare con cognizione di causa, a diversità del tuo sentenziare senza conoscere i problemi che stanno dietro ad una tecnologia...==================================Modificato dall'autore il 21/04/2006 9.26.30
          • Marlenus scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Rex1997
            Dove lo vedi il risparmio?
            Mi sta bene il discorso di informatizzare la
            Gazzetta Ufficiale, ma lo si faccia facendo a
            meno di dire balle!Leggi bene l'articolo: se vagonate di gazzettte ufficiali sono conservate in MULTIPLE copie (ogni ufficio periferico la sua copia), si crea una sede unica più un altro paio di backup (Bolzano, Roma, Trapani) e hai ottenuto un sistema altrettanto affidabile, estremamente più fruibile (ricerca elettronica, e altra efficienze) ad un costo infinitamente più basso (fossero solo gli affitti degli uffici liberati).Io il vantaggio economico lo vedo, altro che se lo vedo...
          • Rex1997 scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Marlenus

            - Scritto da: Rex1997

            Dove lo vedi il risparmio?

            Mi sta bene il discorso di informatizzare la

            Gazzetta Ufficiale, ma lo si faccia facendo a

            meno di dire balle!

            Leggi bene l'articolo: se vagonate di gazzettte
            ufficiali sono conservate in MULTIPLE copie (ogni
            ufficio periferico la sua copia), si crea una
            sede unica più un altro paio di backup (Bolzano,
            Roma, Trapani) e hai ottenuto un sistema
            altrettanto affidabile, estremamente più fruibile
            (ricerca elettronica, e altra efficienze) ad un
            costo infinitamente più basso (fossero solo gli
            affitti degli uffici liberati).
            Io il vantaggio economico lo vedo, altro che se
            lo vedo...
            Sicuramente costerà di meno, visto che diminuiranno le copie cartacee da conservare, ma l'articolo NON parla anche di costi dell'operazione, inducendo a credere che una volta fatta la digitalizzazione, a parte i costi di affitto e connessioni in rete per rendere disponibile l'opera, non ci siano altre spese.Conservare l'informazione digitale ha i suoi costi ne più ne meno che conservare la carta, con la differenza che a meno di non avere supporti digitali di durata pari almeno alla carta di qualità (come suggerito da qualcuno un giro a Fabriano servirebbe a chiarirsi un po le idee su cosa sia la carta..) ogni tot anni bisogna riciclare l'informazione su supporti nuovi, con ovvi costi, dovendo considerare anche che, nel frattempo, l'evoluzione della tecnologia creerà nuovi standard, obbligando anche alla conversione dell'informazione ai nuovi standard, pena la perdita della stessa...NON sono contro la digitalizzazione delle informazioni, ben venga l'operazione, ma critico chi fa credere che sia la panacea a tutti i mali della gestione della carta: non è vero.==================================Modificato dall'autore il 21/04/2006 11.36.41
          • shezan74 scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            Ma perchè, secondo voi, la carta è eterna?Provate ad andare a riguardarvi lo scontrino con cui avete acquistato questo o quel giocattolo elettronico e conservate gelosamente per motivi di garanzia...2 anni ed il 40% degli scontrini è sbiadito al punto di essere illeggibile...se a questo aggiungete i topi, il rischio di incendio, la EFFETTIVA impossibilità di disporre dei documenti che richiedono la ricerca manuale...conviene :)
          • Rex1997 scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: shezan74
            Ma perchè, secondo voi, la carta è eterna?In casa ho alcuni libri di articoli di legge dello stato Sabaudo che riportano come data di stampa il 1674 ed il 1694, ancora con le loro copertine originali, conservati gelosamente ma perfettamente consultabili: sono stampati su carta dell'epoca...direi che 300 e passa anni non siano male come conservazione...e senza stanze appositamente attrezzate! :) :)
            Provate ad andare a riguardarvi lo scontrino con
            cui avete acquistato questo o quel giocattolo
            elettronico e conservate gelosamente per motivi
            di garanzia...

            2 anni ed il 40% degli scontrini è sbiadito al
            punto di essere illeggibile...
            Gli scontrini sono stampati per la maggioranza mediante trasferimeto termico o su carta chimica..la loro durata non è paragonabile alla stampa su carta con inchiostro. :( :(
            se a questo aggiungete i topi, il rischio di
            incendio, la EFFETTIVA impossibilità di disporre
            dei documenti che richiedono la ricerca
            manuale...

            conviene :)Non ho detto che non conviene, ho solo detto che non bisogna far credere che i costi diventino irrisori. :) :)==================================Modificato dall'autore il 21/04/2006 13.16.09
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            rex non sei un sistemista....
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1439751&tid=1438658&p=2&r=PI#1439751
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..

            rex non sei un sistemista....Lasciagli credere di esserlo. Che problema c'è?Poi quel che dice si spiega da sè.Tra un po' lavorando andrà a dire di buttare via il pc e di comprare una macchina da scrivere con carta fabriano...così sarà contento.
          • Rex1997 scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Anonimo

            rex non sei un sistemista....
            Lasciagli credere di esserlo. Che problema c'è?
            Poi quel che dice si spiega da sè.
            Tra un po' lavorando andrà a dire di buttare via
            il pc e di comprare una macchina da scrivere con
            carta fabriano...così sarà contento.Premesso che sistemista lo sono e da parecchi anni, le mie considerazioni non erano sul fatto di ritenere la digitalizzazione un male, ma sul fatto che ritengo un male la distruzione della carta con sopra scritto le leggi, ovvero le gazzette ufficiali dello stato italiano.Ben venga la digitalizzazione di queste, per dare a tutti il modo di consultarle facilmente, ma si tengano almeno due copie complete dell'originale cartaceo, in modo che in caso di contestazioni ci sia sempre l'originale di riferimento...una volta distrutto l'originale chi garantisce che la copia digitalizzata sia "veritiera"?Che questo porti ad un risparmio sui costi in parte è vero, diminuendo gli edifici occupati dalla carta, ma se il risparmio è come detto "Non solo: la digitalizzazione consente di risparmiare "non meno di 2 giorni/uomo l'anno", una razionalizzazione che determinerà "un'economia non inferiore ad un altro milione e mezzo di euro l'anno" a meno di non considerare che questo uomo di riferimento guadagni 750.000 Euro al giorno, non mi sembra poi un risparmio così elevato da giustificare la cancellazione di tutta la parte cartacea.Ognuno poi può ed è libero di pensarla come vuole, ma secondo la mia opinione, affidarsi completamente ad una soluzione digitalizzata, al di la di alcuni vantaggi indiscutibili, pone sul piatto alcuni problemi da non sottovalutare.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..

            Premesso che sistemista lo sono e da parecchi
            anni, le mie considerazioni non erano sul fatto
            di ritenere la digitalizzazione un male, ma sul
            fatto che ritengo un male la distruzione della
            carta con sopra scritto le leggi, ovvero le
            gazzette ufficiali dello stato italiano.Perché? Guarda che non si distrugge mica tutto!C'è una gazzetta in ogni biblioteca.Le gazzette vengono vendute in edicola, le hanno gli editori e la pubblica amministrazione.Buttare via un po' di tutta quella carta come fa a sembrarti un errore?
            Ben venga la digitalizzazione di queste, per dare
            a tutti il modo di consultarle facilmente, ma si
            tengano almeno due copie complete dell'originale
            cartaceo2? Due? DUE??? Ma hai idea di quante ce ne siano in giro? Secondo te ne terranno solo due?
            Che questo porti ad un risparmio sui costi in
            parte è veroPerché solo in parte? O si risparmia o non si risparmia o si va in pareggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Rex1997
            - Scritto da: shezan74

            Ma perchè, secondo voi, la carta è eterna?
            In casa ho alcuni libri di articoli di legge
            dello stato Sabaudo che riportano come data di
            stampa il 1674 ed il 1694, ancora con le loro
            copertine originali, conservati gelosamente ma
            perfettamente consultabili: sono stampati su
            carta dell'epoca...E per te si può ogni volta fare una ricerca manuale andando nell'archivio cartaceo?La PA utilizza i propri archivi continuamente.I documenti di cui parli non sono altrettanto accessibili.
            Non ho detto che non conviene, ho solo detto che
            non bisogna far credere che i costi diventino
            irrisori.Nessuno dice che sono irrisori in assoluto.Sono irrisori rispetto a quel che si spende annualmente per manutenere gli archivi cartacei.Se così non fosse la digitalizzazione della PA non sarebbe portata avanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..

            Non ho detto che non conviene, ho solo detto che
            non bisogna far credere che i costi diventino
            irrisori. :) :)E infatti non l'ha detto nessuno
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            Ti costa meno una segretaria stipendiata o un pc?Sicuramente la segretaria costa meno se la prendi a lavorare per qualche giorno, ma il pc una volta pagato resta tuo e continui ad utilizzarlo a costi ben inferiori rispetto alla segretaria.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..


            I supporti che usano loro non sono mica quelli

            che trovi al supermercato.
            propagandare il tutto come
            risparmio di costi è una balla:Scusa, ma stanno biblioteche intere in singoli cd.Il risparmio è enorme.Si risparmia spazio a volontà.Come fai a non vederlo? i costi di
            conservazione ci saranno come ci sono attualmente
            per conservare la carta, che detto tra noi dura
            ben al di la dei teorici 300 anni, degli
            attualmente teorici CD della Kodak, usando
            precauzioni che guarda caso sono all'incirca le
            stesse:Perché il risparmio è nel non dover avere qualcuno che controlla l'archivio 24 ore su 24.Non dover avere in affitto interi edifici d'archivio.Non dover passare giornate intere alla ricerca di un singolo documento.I backup vengono fatti continuamente, il problema della durata dei supporti è insignificante.

            Il backup è presente ovunque, in Italia non può

            essere soteggiato da ignorantoni che pensano di

            sapere tutto dell'informatica perché sanno

            formattare un pc e installarci windows...
            Premesso che faccio il sistemista e curo anche
            problematiche di storage backup, penso di poter
            parlare con cognizione di causa, a diversità del
            tuo sentenziare senza conoscere i problemi che
            stanno dietro ad una tecnologia...Ma se nemmeno mi conosci?Prego, indica i problemi.Mi pare che in tutto il tuo parlare tu non abbia detto nulla.
    • Giambo scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      - Scritto da: Rex1997
      Su CD?
      La durata media è di circa 50-60 anniMagari ! Ho certi CD di musica che gia' dopo 18/24 mesi non reggono piu'. L'unica e' mettere tutti i dati sul P2P, un backup distribuito :) !
      • Anonimo scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..


        Su CD?

        La durata media è di circa 50-60 anni
        Magari ! Ho certi CD di musica che gia' dopo
        18/24 mesi non reggono piu'. E secondo te useranno i cd presenti nei supermercati?Dai non essere ridicolo.Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non mi pare che nessuno se ne sia lamentato.
        • Rex1997 scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..
          - Scritto da: Anonimo


          Su CD?


          La durata media è di circa 50-60 anni

          Magari ! Ho certi CD di musica che gia' dopo

          18/24 mesi non reggono piu'.
          E secondo te useranno i cd presenti nei
          supermercati?
          Dai non essere ridicolo.

          Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non
          mi pare che nessuno se ne sia lamentato.Vero, infatti ci lamentiamo dei costi che le banche scaricano sul correntista, costi che includono anche i costi non indifferenti dello storage-backup: crederai mica che paghino le banche di tasca loro?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Rex1997

            - Scritto da: Anonimo



            Su CD?



            La durata media è di circa 50-60 anni


            Magari ! Ho certi CD di musica che gia' dopo


            18/24 mesi non reggono piu'.

            E secondo te useranno i cd presenti nei

            supermercati?

            Dai non essere ridicolo.



            Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non

            mi pare che nessuno se ne sia lamentato.
            Vero, infatti ci lamentiamo dei costi che le
            banche scaricano sul correntista, costi che
            includono anche i costi non indifferenti dello
            storage-backupCerto. Ma considera i costi della banca via web e di quella allo sportello.Via web i costi sono estremamente inferiori rispetto a quelli nella banca fisica, tanto che se ti svegli e cominci a cercarti una buona banca, scoprirai che le operazioni sono gratuite.
            crederai mica che paghino le
            banche di tasca loro?Pago un'inezia per il conto corrente e per il suo uso.Pago più di bollo (quello famigerato messo da Prodi) per il cc che non di soldi che vanno direttamente alla banca...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..


            Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non

            mi pare che nessuno se ne sia lamentato.
            Vero, infatti ci lamentiamo dei costi che le
            banche scaricano sul correntista, costi che
            includono anche i costi non indifferenti dello
            storage-backup: crederai mica che paghino le
            banche di tasca loro?E chi dice che paghino loro? Tutto ciò che abbiamo viene pagato dai consumatori. Non è una novità.Solo che senza digitalizzazione pagheremmo di più.Se vuoi un consiglio, se paghi troppo per le banche normali, usa quelle via web.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..
          - Scritto da: Anonimo


          Su CD?


          La durata media è di circa 50-60 anni

          Magari ! Ho certi CD di musica che gia' dopo

          18/24 mesi non reggono piu'.
          E secondo te useranno i cd presenti nei
          supermercati?
          Dai non essere ridicolo.

          Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non
          mi pare che nessuno se ne sia lamentato.Se ti presenti, ti faccio avere un invito per la prossima conferenza di ABI lab, dove vengono presentati al pubblico i risultati dei gruppi di studio sull'argomento.Parlare di quello che si conosce no, eh?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..


            Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non

            mi pare che nessuno se ne sia lamentato.
            Se ti presenti, ti faccio avere un invito per la
            prossima conferenza di ABI labMa prego.Non aspetto altro. Facci vedere il rapporto.Sicuramente dirà di gettare i pc dalla finestra e di tornare ad usare la carta.
        • Giambo scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..
          - Scritto da: Anonimo
          Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non
          mi pare che nessuno se ne sia lamentato.Dimmi quale banca usa i CD per archiviare i dati, che cosi' so quale banca evitare :)
          • Anonimo scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..


            Gli archivi esistono da tempo nelle banche, non

            mi pare che nessuno se ne sia lamentato.
            Dimmi quale banca usa i CD per archiviare i dati,
            che cosi' so quale banca evitareMa chi ha detto che usano cd?Di solito hanno backup a nastro...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      Invece di 8000 copie cartacee(minimo una per ogni comune) ce ne saranno qualche decina e tutto il resto sara' su cd(8000 copie del cd bastano???) non mi pare che ci siano molti dubbi sull affidabilita' del sistema.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..

        Invece di 8000 copie cartacee(minimo una per ogni
        comune) ce ne saranno qualche decina e tutto il
        resto sara' su cd(8000 copie del cd bastano???)
        non mi pare che ci siano molti dubbi sull
        affidabilita' del sistema.I dubbi vengono solo ai ragazzini che sapendo riavviare windows pensano di conoscere tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      - Scritto da: Rex1997
      su che supporto verrà conservata la mole di
      gazzette ufficiali dematerializzate?

      Su CD?
      La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto
      andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i
      CD per evitare di perdere dati, e con questo il
      suddetto risparmio va perso....
      Altri supporti durano anche meno... :(Sì vabbè.Ma che cavolate dite ??La NASA, la CIA, il Pentagono, dove archiviano i propri dati ? Li perdono forse ? Ehhhh!
      • Anonimo scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..


        su che supporto verrà conservata la mole di

        gazzette ufficiali dematerializzate?

        Su CD?

        La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto

        andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i

        CD per evitare di perdere dati, e con questo il

        suddetto risparmio va perso....

        Altri supporti durano anche meno... :(
        La NASA, la CIA, il Pentagono, dove archiviano i
        propri dati ? Li perdono forse ? Ehhhh!Senza scomodare l'America, anche le banche e tutti gli Stati Europei hanno i propri archivi e funzionano da anni e anni. Nessuno perde i dati. Il sistema funziona.E di certo non vengono usati cd che scadono dopo 18 mesi.
      • Fabi3tto scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..
        Beh io spero che venga usato un' architettura di storage seria..dato che una delle migliori aziende del settore (EMC) e` anche italiana..perche` non affidare a lei il compito?
      • Rex1997 scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Rex1997

        su che supporto verrà conservata la mole di

        gazzette ufficiali dematerializzate?



        Su CD?

        La durata media è di circa 50-60 anni poi tutto

        andrà perso a meno di duplicare ogni 3-5 anni i

        CD per evitare di perdere dati, e con questo il

        suddetto risparmio va perso....

        Altri supporti durano anche meno... :(

        Sì vabbè.
        Ma che cavolate dite ??

        La NASA, la CIA, il Pentagono, dove archiviano i
        propri dati ? Li perdono forse ? Ehhhh!Ma tu li hai mai visti i sistemi di conservazione dei dati delle aziende da te citati? Hai una pur vaga idea dei costi?Non ho detto che il backup non dura, ho solo sottolineato il fatto che i costi di mantenimento (storage-backup per gli adetti) ci sono e non sono indifferenti se si vuole garantire la conservazione dell'informazione digitale.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..
          ahahah rex scusa senza offesa ma si vede che sei genovese :) Certo che ci sono dei costi, sia di transizione che di mantenimento, ma vuoi mettere la scalabilita'?e poi mi sa che tutti i numeri di quei 70 anni ci starebbero su un solo dvd... Anche cambiarlo una volta al mese non credo che inciderebbe molto sul bilancio (vabbeh questo era puramente provocatorio)A dire la verita' mi stupisce che un sistemista si faccia certe domande. E soprattutto parli di CD?? ma ti sembrano supporti adatti ai backup di grosse dimensioni? Non so di che livello sono i clienti di cui ti occupi, ma fidati (sono sistemista anche io) che a livello enterprise i CD/DVD non esistono assolutamente...
          • Rex1997 scrive:
            Re: L'idea è buona, ma..
            - Scritto da: Anonimo
            ahahah rex scusa senza offesa ma si vede che sei
            genovese :) Certo che ci sono dei costi, sia di
            transizione che di mantenimento, ma vuoi mettere
            la scalabilita'?
            e poi mi sa che tutti i numeri di quei 70 anni ci
            starebbero su un solo dvd... Anche cambiarlo una
            volta al mese non credo che inciderebbe molto sul
            bilancio (vabbeh questo era puramente
            provocatorio)
            Beh, cosa ci vuoi fare, la mia genovesità (unita alle origini piemontesi..) viene fuori quando si tratta di spendere a venvera... :) :) :)
            A dire la verita' mi stupisce che un sistemista
            si faccia certe domande. E soprattutto parli di
            CD?? ma ti sembrano supporti adatti ai backup di
            grosse dimensioni? Non so di che livello sono i
            clienti di cui ti occupi, ma fidati (sono
            sistemista anche io) che a livello enterprise i
            CD/DVD non esistono assolutamente...Era una provocazione (lo so benissimo che si usano altri sistemi di backup non su CD/DVD) dato che nell'articolo si cita solo la parte vantaggi, che indubbiamente ci sono, ma di contro mica si fa cenno.. :) :) :)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..


          La NASA, la CIA, il Pentagono, dove archiviano i

          propri dati ? Li perdono forse ? Ehhhh!
          Ma tu li hai mai visti i sistemi di conservazione
          dei dati delle aziende da te citati? Hai una pur
          vaga idea dei costi?Spiegami una cosa...i costi sono inferiori o superiori rispetto al mantenere un archivio cartaceo?Ti pare che le banche si possano inviare documenti sempre e solo via carta?
          Non ho detto che il backup non dura, ho solo
          sottolineato il fatto che i costi di mantenimento
          (storage-backup per gli adetti) ci sono e non
          sono indifferentiIn assoluto sì.Ma chi ragiona di economia non guarda al costo assoluto, ma a quanto spende con una soluzione rispetto ad un'altra.I costi della digitalizzazione sono alti, ma i vantaggi e i risparmi di costo (rispetto al vechcio sistema cartaceo) sono enormemente maggiori.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..

        La NASA, la CIA, il Pentagono, dove archiviano i ;)
        propri dati ? Li perdono forse ? Ehhhh!no no stampano tutto, plastificano foglio per foglio e mettono via... ;) ragazzi scusate ma questa discussione e' ridicola
    • Anonimo scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      Anche la carta mica è eterna...Con la differenza che fare il backup di un cd è più facile che fare il "backup" di un archivio cartaceo
      • Anonimo scrive:
        Re: L'idea è buona, ma..
        Ragazzi, 25000 metri quadri di carta convertiti in pdf stanno in un server, quindi sono locali riutilizzabili (gli archivi svuoati), risparmiando soldi, certo che per avviare la cosa ci sono spese, ma si risparmia in poco tempo.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'idea è buona, ma..
          RAGAZZI, E' totalmente inutile discutere con della gente che si dice SISTEMISTA e poi ti parla di backup su CD/DVD.Mannaggia ci sono unità nastro da oltre 100GB che puoi riscrivere centinaia di volte!Sapete che la Banca Popolare di Novara e quella di Verona si sono unite da qualche anno? Con la fusione si è tornati quasi solo al cartaceo. Andate in una qualunque filiale e chiedete il parere anche solo di un semplice direttore di filiale sulla questione.. Cose dell'altro mondo..p.s.: Rex, se tu sei sistemista, qui potremmo essere tutti responsabili della sicurezza informatica all'FBI
    • Salvatore Baglieri (www.digit al2b.com) scrive:
      Re: L'idea è buona, ma..
      C'è un attimino di confusione.Quanto dura un foglio di carta? Prova a chiedere al Comune un foglio di 50 anni fa.Quanto tempo ci mettono a trovarlo?Lo trovano?La Gestione Elettronica dei Documenti è un vantaggio che il mondo della pubblica amministrazione non ha ancora del tutto recepito.Giusto per cultura.La durata di un hard disk si misura in MTBF (Mean Time Before Failure, cioè la durata media prima di un guasto).Cito dal produttore:Per un singolo hard disk (senza contare ridondanza con RAID) l'MTBF è di circa 1.5 milioni di ore (171 anni).Per quanto riguarda i supporti ottici, l'MTBF si aggira intorno aile 130.000 ore (circa 20 anni).Il secondo dato è calcolato su un carico continuo del 20%. Il primo non so :)Comunque un DVD costa ormai 30 centesimi. Comprarne uno ogni 10 anni, non mi sembra una gran spesa :)Guarda i risparmi che ci son dietro: digital2b.com/#2007-10-27
  • Anonimo scrive:
    Pazzi !!!!
    Distruggere la storia... non hanno ancora pensato di demolire il foro romano e farci un bel supermercato ?Dovrebbero metterli su ebay per gli antiquari
    • Anonimo scrive:
      Re: Pazzi !!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Distruggere la storia... non hanno ancora pensato
      di demolire il foro romano e farci un bel
      supermercato ?

      Dovrebbero metterli su ebay per gli antiquariVisto che poca visuale hanno i nostri dirigenti statali? Se vogliono risparmiare soldi, ben venga la loro idea, ma guadagnatene altri vendendo tutto sto materiale storico a musei, biblioteche, antiquari, collezionisti...Che idioti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pazzi !!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Distruggere la storia... non hanno ancora
        pensato

        di demolire il foro romano e farci un bel

        supermercato ?



        Dovrebbero metterli su ebay per gli antiquari

        Visto che poca visuale che vista corta, forse volevi dire ....sob... :(
        • Anonimo scrive:
          Re: Pazzi !!!!
          - Scritto da: Anonimo



          Visto che poca visuale

          che vista corta, forse volevi dire ....

          sob... :(Sì, scusa, volevo dire poca visuale economica, ma forse è maglio vista corta...piangiamo insieme, va'sob... :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Pazzi !!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Distruggere la storia... non hanno ancora
        pensato

        di demolire il foro romano e farci un bel

        supermercato ?



        Dovrebbero metterli su ebay per gli antiquari

        Visto che poca visuale hanno i nostri dirigenti
        statali? Se vogliono risparmiare soldi, ben venga
        la loro idea, ma guadagnatene altri vendendo
        tutto sto materiale storico a musei, biblioteche,
        antiquari, collezionisti...Le biblioteche sono dello Stato...vendono a se stessi?Idem per i musei.L'obiettivo è risparmiare spazio, perché ci sono troppi documenti. Venderli equivale a non risparmiare spazio.Ci sei o ci fai?
    • avvelenato scrive:
      Re: Pazzi !!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Distruggere la storia... non hanno ancora pensato
      di demolire il foro romano e farci un bel
      supermercato ?

      Dovrebbero metterli su ebay per gli antiquariGuarda che salvano tutto prima di distruggere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pazzi !!!!
        Su princo ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pazzi !!!!
        Allora prendiamo un papiro egizio di 5000 anni, lo passiamo ad uno scanner, ne facciamo un bella jpeg e bruciamo l'originale, tanto lo abbiamo salvato
        • Anonimo scrive:
          Re: Pazzi !!!!
          guarda che di copie della gazzetta ufficiale ne esistono una per ogni comune forse di quella del regno un po' di meno ma basta che tengano l'archivio cartaceo solo i capoluoghi di provincia e gia' riduci l'impegno di archiviazione di un buon 97% ( 8000 comuni contro 103 province).
          • Anonimo scrive:
            Re: Pazzi !!!!
            Speriamo, ti ricordo che il regno ha visto due guerre e nulla di napoleonico (scontro in campagna salvaguardando le città).
          • Anonimo scrive:
            Re: Pazzi !!!!

            Speriamo, ti ricordo che il regno ha visto due
            guerre e nulla di napoleonico (scontro in
            campagna salvaguardando le città).MA tu non sei mai entrato in una biblioteca?Trovi le gazzette di anni e anni fa, trovi quelle statali, comunali e i bolelttini regionali.Non si può mica tenere tutto in carta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pazzi !!!!

          Allora prendiamo un papiro egizio di 5000 anni,
          lo passiamo ad uno scanner, ne facciamo un bella
          jpeg e bruciamo l'originale, tanto lo abbiamo
          salvatoUn papiro di 5000 anni fa è cosa ben diversa di un documento che ha qualche anno...Torna alla realtà, non si può tenere tutto, sulla Terra non c'è abbastanza spazio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pazzi !!!!
            - Scritto da: Anonimo
            Un papiro di 5000 anni fa è cosa ben diversa di
            un documento che ha qualche anno...adesso... ma tra 5000 anni ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Pazzi !!!!


            Un papiro di 5000 anni fa è cosa ben diversa di

            un documento che ha qualche anno...
            adesso... ma tra 5000 anni ?Tra 5000 anni molte cose saranno andate perse, come è normale.Tu non riesci a capire le dimensioni del problema.Non è possibile mantenere tutto, l'uomo costruisce e distrugge. Buona parte delle cose costruite in passato sono già state riciclate ed utilizzate per costruire altro.Non c'è spazio, né materia prima a sufficienza per poter lasciare tutto intatto.La digitalizzazione della PA si rende necessaria perché lo spazio è troppo poco, i costi sono ormai esorbitanti (miliardi di euro ogni anno) e la poca praticità della carta è sotto gli occhi di tutti. Immagina solo quanto ci metterebbe Google se, per ipotesi fanstasiosa, anziché cercare su documenti informatici cercasse su archivi cartacei.La digitalizzazione portata avanti da Berlusconi e da suo governo in questi 5 anni non va gettata al vento.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pazzi !!!!
          - Scritto da: Anonimo
          Allora prendiamo un papiro egizio di 5000 anni,
          lo passiamo ad uno scanner, ne facciamo un bella
          jpeg e bruciamo l'originale, tanto lo abbiamo
          salvatoe mica ci sono copie del papiro in tutti i comuni egiziani :D potrebbe invece essere giusto tenere UNA copia cartacea della gazzetta scannerizzata a fronte delle migliaia ancora stampate ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Pazzi !!!!


            Allora prendiamo un papiro egizio di 5000 anni,

            lo passiamo ad uno scanner, ne facciamo un bella

            jpeg e bruciamo l'originale, tanto lo abbiamo

            salvato
            e mica ci sono copie del papiro in tutti i comuni
            egiziani
            potrebbe invece essere giusto tenere UNA copia
            cartacea della gazzetta scannerizzata a fronte
            delle migliaia ancora stampateQui forse non s'è capito che la gazzetta esiste in tutte le biblioteche d'italia. Buttarne via qualcuna è più che logico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pazzi !!!!

      Distruggere la storia... non hanno ancora pensato
      di demolire il foro romano e farci un bel
      supermercato ?Se dovessimo tenere tutto quello che produciamo, tra un po' dovremmo andar via dal Pianeta Terra e trasformare le nostre case in musei viventi.Mica si può tenere tutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pazzi !!!!
      C'è una delibera CNIPA che regola la dematerializzazione dei documenti e specifica che ciò NON è fattibile per documenti di rilevante interesse storico
Chiudi i commenti