Uomini volanti

Sembrano dei supereroi, ma sono dei velivoli telecomandati

“Guarda, degli uomini volano sopra di noi!”, queste sono state le reazioni alquanto stupite dei cittadini di New York alla vista di tre uomini che volteggiano leggeri nei cieli della Grande Mela. C’è chi non poteva credere ai propri occhi e chi li sgranava per capire di cosa si trattasse in realtà. Tutti si sono comunque sentiti catapultati in uno di quei film d’azione in cui persone della porta accanto scoprono di avere dei super-poteri con cui possono salvare le sorti del mondo.

RCSuperheroes

E lo scopo era proprio questo. Far sentire i cittadini americani parte di un film e non di uno qualsiasi, ma di Chronicle , uscito nei giorni scorsi nelle sale americane (3 Febbraio 2012) e atteso in quelle italiane per il prossimo mese di maggio. Gli uomini che quindi hanno solcato i cieli di New York non erano reali, ovviamente, ma erano una trovata di marketing virale ideata dall’agenzia Thinkmodo per sponsorizzare la pellicola per conto di 20th Century Fox. I 3 uomini volanti, quindi, non erano altro che tre aerei telecomandati da modellismo, le cui sembianze, almeno da lontano, ricordavano quelle dei tre supereroi protagonisti del film.

Questi velivoli sono in realtà gli RCSuperheroes distribuiti in America dall’omonima azienda produttrice. Si tratta di aeroplani da modellismo i cui componenti, tagliati al laser, una volta composti danno l’idea di una forma umana.

RCSuperheroes

L’azienda ne ha due tipi differenti in catalogo, di cui uno da 145 cm circa di lunghezza/altezza e l’altro da circa 2 metri. I due tipi di “supereroi”, dal peso di 0,5 kg e di 1,5 kg rispettivamente, e con un’apertura alare di 86 e 119 cm, sono costruiti in Styrofoam, compensato e fibre di carbonio per essere il più leggeri possibili e ben equilibrati.

Gli appassionati possono acquistare questi modellini direttamente sul sito del
produttore . Quello da circa 2 metri ha un costo di 359 dollari per le vendite internazionali. A questa cifra, però, si acquista solo il kit di montaggio del velivolo, in cui però non sono compresi i motori e tutto il restante hardware. Una cifra piuttosto elevata, che rappresenta il prezzo per poter volare!

(via PCWorld )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hermanhesse quello Tost0 scrive:
    Voglio il petrolio a 2000 $ al barile
    Poi vediamo quanto sarà più conveniente produrre nei paesi asiatici.Non lo dico io, lo dice qualcuno che ne sa un tantino più di noi mortali a proposito, e che già ha fatto notare quanto la crisi "dovuta agli immobili" sia una bufala totale.
    • attonito scrive:
      Re: Voglio il petrolio a 2000 $ al barile
      - Scritto da: hermanhesse quello Tost0
      Poi vediamo quanto sarà più conveniente produrre
      nei paesi asiatici.

      Non lo dico io, lo dice qualcuno che ne sa un
      tantino più di noi mortali a proposito, e che già
      ha fatto notare quanto la crisi "dovuta agli
      immobili" sia una bufala
      totale.e poi voglio vederti andare al lavoro col calesse....
  • Nome e cognome scrive:
    Ma poi...
    Le aziende europee migrano in asia per produrre prodotti che compreranno solo gli asiatici dato che da noi non c'e' piu' lavoro.Magari e' un bene, da noi potremmo avere molte nuove piccole aziende piu' competitive che hanno chiaro in testa che non si puo' seguire solo il profitto fregandosene altamente del conteto in cui vivono.Tanto poi quelle stesse multinazionali dovranno trasferirsi in Africa, poi magari in Sud America, dopodiche' magari torneranno anche in europa se riusciremo a de-civilizzarci a sufficenza.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: Ma poi...
      - Scritto da: Nome e cognome
      Le aziende europee migrano in asia per produrre
      prodotti che compreranno solo gli asiatici dato
      che da noi non c'e' piu'
      lavoro.

      Magari e' un bene, da noi potremmo avere molte
      nuove piccole aziende piu' competitive che hanno
      chiaro in testa che non si puo' seguire solo il
      profitto fregandosene altamente del conteto in
      cui
      vivono.

      Tanto poi quelle stesse multinazionali dovranno
      trasferirsi in Africa, poi magari in Sud America,
      dopodiche' magari torneranno anche in europa se
      riusciremo a de-civilizzarci a
      sufficenza.Eppure poco meno di 10 anni fa si producevano cellulari ancora in Europa e nei paesi più industrializzati: l'altro giorno, tiro fuori il mio vecchio Sony-Ericsson T610 e leggo sul retro: "Made in Japan, finished in Sweden"! Guardo invece un più recente Sony Xperia Arc: "Made in China"! Perfino le istruzioni stampate totalmente in Cina...Andiamo bene, ho pensato!
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Ma poi...
        Il mio Siemens C25 (ancora in uso) è Made In Germany !
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Ma poi...
          Pensa che da noi ormai si vende perfino meno pasta ma tutto il comparto elettronico e' in costante aumento.Ma se ti azzardi a dire che vuoi costruire un prodotto elettronico di largo consumo da noi ti danno del pazzo. Manco puoi assemblarlo: ti devastano con tasse di importazione dei coponenti.E poi anni fa dicevano: <<Tanto noi terremo le produzioni piu' sofisticate, il know how, e loro (= asia) produrrano solo il ciarpame che non vale niente.

          Qui ormai non si puo' neanche riparare quello che fanno la': e' tutta roba compra - rompi - butta - ricompra.
        • Nome e cognome scrive:
          Re: Ma poi...
          Oh, una cosa buona pero' l'abbiamo inventata e fatta: Arduino. http://www.arduino.cc
  • Sandro kensan scrive:
    Foxconn? Apple docet
    Apple docet.
  • attonito scrive:
    altra gente in mezzo alla strada
    tutto alla ricerca del profitto estremo. ma sai che posso anche fare a meno del nokia/smartphone? tutti quei fighetti a cambiare telefono una volta all'anno, solo per ingrassare degli squali della finanza e conteporaneamente darlo in cxlo al vicino di casa operaio assembratore licenziato. Visto che lo licenziano lo stesso, almeno io NON compro roba nuova: un cellularino di minxhia a 30 euro per chiamare/ricevere basta e avanza.Voi continuate pure a comprare roba da 600euro...
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: altra gente in mezzo alla strada
      - Scritto da: attonito
      tutto alla ricerca del profitto estremo. ma sai
      che posso anche fare a meno del nokia/smartphone?
      tutti quei fighetti a cambiare telefono una volta
      all'anno, solo per ingrassare degli squali della
      finanza e conteporaneamente darlo in cxlo al
      vicino di casa operaio assembratore licenziato.

      Visto che lo licenziano lo stesso, almeno io NON
      compro roba nuova: un cellularino di minxhia a 30
      euro per chiamare/ricevere basta e
      avanza.
      Voi continuate pure a comprare roba da 600euro...In futuro qualcuno potrebbe produrre uno smartphone "etico", assemblato nel Paese in cui viene venduto...mi domando a quanto potrebbe essere venduto un oggetto del genere!
Chiudi i commenti