US Army: mica pettiniamo le bambole

L'Esercito USA pare prenderci gusto nell'utilizzare i videogame per addestrare i soldati: entro pochi anni sarà attivo un progetto che porterà nuovi giochi e nuovo hardware

Roma – Che la US Army veda nei videogiochi un potenziale mezzo di successo per la formazione dei propri soldati non è più un mistero: l’Esercito statunitense ci crede davvero, fino al punto di varare un progetto da 50 milioni di dollari da investire per la realizzazione di nuovi videogame utili ad addestrare al meglio le proprie truppe.

lo zio Sam vuole più videogame Per il progetto, che partirà in maniera attiva nel 2010, è stata creata una vera e propria unità di sviluppo, la Project Executive Office – Simulation Training and Instrumentation ( PEO-STRI ) cui è affidato l’incarico di sviluppare i titoli. Per fare questo, lo speciale dipartimento monitorerà costantemente le tecnologie utilizzate dall’industria videoludica commerciale, utilizzando nei propri giochi quelle ritenute più idonee allo scopo di formazione militare.

Il primo game nascerà sulle ceneri di DARWARS Ambush , sparatutto in prima persona nato per il settore consumer e successivamente modificato dall’Esercito per meglio adattarsi alle strategie di addestramento dei soldati. Denominato con il titolo provvisorio di Game After Ambush fornirà un campo di battaglia più ampio, nonché la possibilità di collegare tramite Internet diversi plotoni, ampliando così il numero di persone coinvolte in simultanea nell’addestramento.

Ma non saranno soltanto i videogame a rientrare nel progetto: in attesa dei nuovi titoli, la game unit ha a disposizione un ulteriore budget non meglio quantificato, utile ad acquistare sistemi videoludici di ultima generazione. Ogni sistema sarà composto da una cinquantina di computer equipaggiati con numerose periferiche dedicate al gaming come volanti, joystick, bazooka, mouse e via dicendo.

Alcuni di questi sistemi saranno attivi già dal febbraio del prossimo anno: stando a quanto dichiarato dal project director Leslie Duvow, entro settembre 2009 ci saranno già 70 sistemi di training videoludico dislocati in 53 postazioni suddivise tra Stati Uniti, Germania, Corea del Sud, nonché in Italia.

Tra le caratteristiche essenziali dei nuovi apparati, flessibilità e facilità d’utilizzo: l’Esercito ha espressamente richiesto un sistema di gioco che non sia troppo dispendioso e che non necessiti di particolari interventi di manutenzione o di un numero elevato di persone per farlo girare. Ma non solo: deve essere facilmente programmabile, permettendo ai militari di cambiare in corsa vari parametri che vanno dalla difficoltà dei livelli all’editing dello scenario, senza trascurare la cosiddetta moviola per poter analizzare con comodo le azioni e le strategie di gioco. Inoltre i vari sistemi saranno facilmente trasportabili, per essere installati in luoghi diversi, assecondando le esigenze dei militari.

“I soldati potranno guidare veicoli virtuali, utilizzare armi, guidare aerei militari, insomma tutto quello che un soldato può fare nella realtà, muovendosi in diversi campi di battaglia che vanno dalle zone urbanizzate a quelle più impervie. L’immaginazione sarà l’unico limite da superare” ha dichiarato Mark McManigal, colonnello dell’Esercito statunitense.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea scrive:
    OLED non diodo laser
    il alto a destra c'è un errore. Gli oled sono dei diodi "normali" e non diodi laser. Un diodo laser è per definizione monocromatico (collimato e angolo solido d'emissione molto stretto)e dunque non può emettere luce bianca (emissione con densità spettrale di potenza costante).Per tutti gli altri, il motivo per cui non si fanno display a led classici è per problemi d'integrazione. Il colore blu e verde non si possono fare (o costa troppo) su Silicio (si fanno con AlGaAs, Indio e altro che non ricordo).
    • Guido Angeli scrive:
      Re: OLED non diodo laser
      - Scritto da: Andrea
      il alto a destra c'è un errore. Gli oled sono dei
      diodi "normali" e non diodi laser. Un diodo laser
      è per definizione monocromatico (collimato e
      angolo solido d'emissione molto stretto)e dunque
      non può emettere luce bianca (emissione con
      densità spettrale di potenza
      costante).
      Per tutti gli altri, il motivo per cui non si
      fanno display a led classici è per problemi
      d'integrazione. Il colore blu e verde non si
      possono fare (o costa troppo) su Silicio (si
      fanno con AlGaAs, Indio e altro che non
      ricordo).i display a led classici si fanno, li usano per i tabelloni.Il problema è che costano tanto e sono grandi e pesanti ed esosi in consumo.Il vantaggio è la visibilità che li rende adatti per segnaletica e cartellonistica.
    • Anonimo scrive:
      Re: OLED non diodo laser
      GaN, InGaN e altri semiconduttori III-V...
  • Enjoy with Us scrive:
    Diodi tradizionali?
    Vorrei capire come mai nessuno parla di impiegare i normali diodi per produrre pannelli televisivi o pannelli per videoproiettori!Eppure avrebbero gli stessi vantaggi dei led organici, uniti ad una longevità senza pari!Combinando a livello di pixel tre miniled (Rosso, Blu e verde) potrebbero generare direttamente i 16 milioni di colori necessari e non mi risulta che ci siano problemi dimensionali con il led, visto che sono costruiti con semiconduttori alla stessa stregua dei microchip!Evidentemente mi sfugge qualcosa!
    • Teo_ scrive:
      Re: Diodi tradizionali?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Vorrei capire come mai nessuno parla di impiegare
      o pannelli per
      videoproiettori!
      Evidentemente mi sfugge qualcosa!Ti sfugge che qualcuno lo fa già: ;)http://www.engadgethd.com/2008/06/05/luminus-devices-phlatlight-technology-gets-detailed/ Quando mi ero interessato, erano troppo poco luminosi ma con buon contrasto, ora non saprei.
    • Guido Angeli scrive:
      Re: Diodi tradizionali?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Vorrei capire come mai nessuno parla di impiegare
      i normali diodi per produrre pannelli televisivi
      o pannelli per
      videoproiettori!
      Eppure avrebbero gli stessi vantaggi dei led
      organici, uniti ad una longevità senza
      pari!
      Combinando a livello di pixel tre miniled (Rosso,
      Blu e verde) potrebbero generare direttamente i
      16 milioni di colori necessari e non mi risulta
      che ci siano problemi dimensionali con il led,
      visto che sono costruiti con semiconduttori alla
      stessa stregua dei
      microchip!

      Evidentemente mi sfugge qualcosa!i led sono grossi e macchinosi.La cosa che dici te la fanno per i megaschermi e i cartelli delle autostrade, di certo non per il pincopalla qualunque che anche benestante preferisce farsi un proiettore barco che una merda stile mosaico che consuma 3kw e ha una risoluzione qvga.
  • Er Puntaro scrive:
    Cooooosa!?
    BASF e OSRAM hanno messo a punto un dildo laser organico di nuova generazione!!!? :o[img]http://punto-informatico.it/punto/20081127/oled.jpg[/img]Ah no, un di o do ! Avevo letto male. :$
  • merlo indiano scrive:
    E i LED normali???
    Mi chiedo come mai i normali LED inorganici non vengano usati per fabbricare display... Che problema hanno che questi O-LED non hanno? Eppure sono in giro da diverso tempo e hanno un elevatissima vita media.... Come mai non possono venire usati per i display? Grazie
    • a n o n i m o scrive:
      Re: E i LED normali???
      - Scritto da: merlo indiano
      Mi chiedo come mai i normali LED inorganici non
      vengano usati per fabbricare display... Che
      problema hanno che questi O-LED non hanno? Eppure
      sono in giro da diverso tempo e hanno un
      elevatissima vita media.... Come mai non possono
      venire usati per i display?
      Graziecosti, durata, prestazioni.inoltre i led bianchi sono di relativa nuova costruzione e hanno un costo unitario relativamente elevato (rispetto agli economicissimi rossi, ad esempio)
    • PeeBee scrive:
      Re: E i LED normali???
      - Scritto da: merlo indiano
      Mi chiedo come mai i normali LED inorganici non
      vengano usati per fabbricare display... Che
      problema hanno che questi O-LED non hanno? Eppure
      sono in giro da diverso tempo e hanno un
      elevatissima vita media.... Come mai non possono
      venire usati per i display?
      GraziePerché gli OLED c'entrano poco con i normali LED, almeno dal punto di vista costruttivo. Gli OLED, ad esempio, sono stampabili (come gli LCD o l'E-Ink), per cui è più facile utilizzarli per la creazione di schermi al posto dei LED, che invece sono formati da elementi singoli discreti.
    • acno scrive:
      Re: E i LED normali???
      I led "normali" sono troppo grandi per realizzare un displaydi dimensioni comuni perche' i pixel che si ottengono si misurano in millimetri e infatti vengono impiegati per i monitor giganti, i cosiddetti videowall, quelli usati nei concerti e in qualche trasmissione tv. Per monitor cosi' grandi i vecchi led sono impareggiabili, ma per i monitor sotto 100" sono inutilizzabili.Inoltre i led, essendo componenti singoli, non escono tutti uguali dalla fabbrica, costringendo a selezionarli per ottenere colori uniformi sui monitor, gli oled per display vengono invece realizzati in un unico processo e quindi con prestazioni molto piu' aliineate tra un pixel e l'altro.
  • robin hood scrive:
    LCD al tappeto!!!
    Tutti gli attuali produttori di LCD non possono resistere a lungo se la tecnologia OLED farà passi da gigante... Cadranno molte teste e molto sangue verrà versato: tutto ciò porterà all'ascesa di nuove aziende che porteranno innovazione e abbattimento dei costi, tutto a vantaggio (si spera) di noi consumatori onesti.
    • Lorenzo scrive:
      Re: LCD al tappeto!!!
      Non solo gli lcd , gli oled danno luce diretta come i plasma ed i crt , hanno latenza bassissima quindi niente scie , il pannello e' relativamente economico per cui potrebbe essere sostituibile senza che la sostituzione sia antieconomica , insomma appena avremo panelli oled decenti ( e li avremo ) tanti saluti a lcd e plasma .
      • robin hood scrive:
        Re: LCD al tappeto!!!
        - Scritto da: Lorenzo
        Non solo gli lcd , gli oled danno luce diretta
        come i plasma ed i crt , hanno latenza bassissima
        quindi niente scie , il pannello e' relativamente
        economico per cui potrebbe essere sostituibile
        senza che la sostituzione sia antieconomica ,

        insomma appena avremo panelli oled decenti ( e li
        avremo )

        tanti saluti a lcd e plasma .quindi alla fine saranno molte più teste a cadere.. A meno che le aziende attualmente leader nel settore in quei tre comparti non si sveglino e investino sulla ricerca e comincino a puntare seriamente sugli oled... E non credo che tutte riusciranno a cavalcare l'onda, alla fine ne rimarranno in poche (e tutte del sudest asiatico)
    • ........... .......... ... scrive:
      Re: LCD al tappeto!!!
      All'inizio ti stavo per scrivere che sei ebete...ma dopo c'ho ripensato...Sei troppo forte!evvai.... al tappeto!
Chiudi i commenti