US Navy vuole aiuto per la guerra elettronica

US Navy vuole aiuto per la guerra elettronica

Le aziende IT sono invitate dalla Difesa americana a contribuire allo sviluppo di nuovi sistemi di disturbo delle comunicazioni per la moderna guerra al terrorismo. I dettagli
Le aziende IT sono invitate dalla Difesa americana a contribuire allo sviluppo di nuovi sistemi di disturbo delle comunicazioni per la moderna guerra al terrorismo. I dettagli

Washington (USA) – Chiamata a raccolta per le società hi-tech da parte della US Navy , la potente marina militare degli Stati Uniti d'America. Obiettivo è contribuire allo sviluppo di tecnologie di nuova concezione per bloccare i segnali radio delle reti cellulari e le trasmissioni in broadcasting del nemico.

La richiesta arriva dall' Office of Naval Research (ONR), ed è parte di un piano generale per dotare la Navy di un comparto tecnologico avanzato , in grado di coprire uno spettro molto più ampio di frequenze e tipologie di network di comunicazione.

In scenari di crisi sempre più complessi e frastagliati (come il moderno battlefield delle strade di Bagdad), è infatti pressante l'urgenza di sviluppare capacità di controllo e disturbo delle comunicazioni radio ed elettroniche del nemico, mantenendo nel contempo intatte le possibilità delle trasmissioni delle forze armate americane ed alleate. Occorre insomma ripristinare quella superiorità tecnologica , tanto vantata sui mari e nei cieli, anche in scenari urbani in cui si debba combattere casa per casa.

A tal proposito, la Navy vuole impossessarsi dei segreti delle comunicazioni civili , apprendendo e sviluppando il know how giusto per bloccare e controllare network e tecnologie quali telefoni cellulari, trasmissioni a banda larga e sistemi Wi-Fi . È urgente anche lo sviluppo di capacità di manipolazione delle comunicazioni satellitari che lavorano nello spettro compreso tra i 18 e 40 GHz.

Una volta concretizzate queste nuove capacità, la marina USA pianifica di implementarle nella strumentazione a disposizione dell' EA-6B Prowler , jet bi-motore di supporto impiegato negli scenari di guerra elettronica come quelli già citati.

Nella richiesta di collaborazione per le aziende IT, disponibile sotto forma di documento PDF liberamente consultabile , la Navy specifica che sarebbe gradito il supporto dell'industria di settore anche per le prove sul campo dei nuovi apparati tecnologici.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

17 01 2007
Link copiato negli appunti