USA, bracciali GPS per braccare le gang

Delinquenza giovanile? Strade violente? Basta un bracciale GPS alle caviglie dei membri più pericolosi delle gang metropolitane ed il problema è sotto controllo. Questa l'opinione dell'amministrazione californiana
Delinquenza giovanile? Strade violente? Basta un bracciale GPS alle caviglie dei membri più pericolosi delle gang metropolitane ed il problema è sotto controllo. Questa l'opinione dell'amministrazione californiana


Los Angeles (USA) – Le forze dell’ordine di San Bernardino, nei pressi di Los Angeles, hanno deciso di tenere a bada i membri più pericolosi delle gang giovanili con un sistema di braccialetti GPS per la sorveglianza remota . Il numero di stati americani che utilizza tecnologie satellitari per tracciare criminali in libertà vigilata e pregiudicati sale così a cinque: Delaware, Massachussets, Tennessee, Arizona e California.

Le guerre tra bande criminali e le sanguinose sparatorie tra Bloods e Crips sono ormai un capitolo chiuso dell’ epopea metropolitana californiana, immortalata da numerosi rapper e film di successo. Tuttavia, lo Stato del governatore Arnold Schwarzenegger non vuole rischiare: “Questa tecnologia è finalmente accessibile ed abbiamo intenzione di utilizzarla al meglio”, fanno sapere i portavoce dell’amministrazione locale.

“Il sistema consiste in un’unità GPS integrata dentro una cavigliera o un braccialetto da polso”, spiega Rick Shaw, uno dei coordinatori nazionali dell’iniziativa. “Ogni unità invia un segnale costante ad una base-trasmittente che delimita l’area di libertà vigilata”, continua Shaw. L’interruzione del contatto tra GPS e base determinerà l’invio di un segnale d’allarme a tutte le unità di polizia nei dintorni. “Non appena l’unità si allontana dalla zona coperta dalla base-trasmittente, la polizia locale viene subito informata del potenziale tentativo di fuga”, conclude Shaw, “e saprà esattamente le coordinate dell’ultimo luogo visitato dal criminale”.

I costi di gestione per ciascun sorvegliato ammontano a circa 12 dollari al giorno : “Possiamo risparmiare moltissimo perché ogni agente affidato ad un sorvegliato in libertà vigilata è una spesa da 100-200 dollari al giorno per le casse dello Stato”, fa sapere un responsabile della contea californiana di Irvine, coinvolta nel programma.

I dispositivi e le infrastrutture necessarie al tracking satellitare sono prodotte da iSECUREtrac , un’azienda del Nebraska che ha vinto numerose gare d’appalto su tutto il territorio degli Stati Uniti. L’unione tra sicurezza, servizi penitenziari ed alta tecnologia si fa sempre più solida: non rimane che sperare nella ragionevolezza delle istituzioni, affinché un futuro alla Wedlock resti soltanto una finzione cinematografica.

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 03 2006
Link copiato negli appunti