USA, controlli social alla frontiera?

L'Homeland Security vorrebbe chiedere ai passeggeri in transito anche i dati sugli account utilizzati sui social network. Una misura efficace per contrastare il terrorismo?

Roma – Il Governo degli Stati Uniti ha presentato una bozza di proposta di legge nella quale si prevede il controllo dei profili social network dei richiedenti visto per controllare eventuali legami online con organizzazioni terroristiche.

Si tratta di una misura richiesta da mesi dal Department of Homeland Security sull’onda del sentimento generato dalla strage di San Bernardino e dalla scoperta che la coppia responsabile non nascondesse sui propri profili social simpatie estremiste: tale misura prevederebbe da parte dell’agenzia incaricata dei controlli alle frontiere (la U.S. Customs and Border Protection, parte del Department of Homeland Security , DHS) la possibilità di richiedere, all’interno delle domande per l’ottenimento del permesso di ingresso da parte di cittadini stranieri sul territorio degli Stati Uniti, di indicare – su base volontaria – i social network utilizzati fornendo i relativi username adottati.

D’altra parte i Governi occidentali, da Parigi a Washington, sono convinti che – dato l’utilizzo di tali mezzi da parte dei reclutatori delle reti terroristiche – i rappresentanti dei social debbano in qualche modo collaborare con le autorità per arginare il problema. Una questione però su cui Facebook e compagnia vogliono mantenersi slegati da pericolosi legami che rischiano di minacciare la libertà di espressione in nome della sicurezza.

Nei casi precedenti come in questo, d’altra parte, il dibattito si concentra sull’efficacia di tali eventuali misure di controllo dei social network e sul rischio di sacrificare la libertà di espressione sull’altare della sicurezza percepita.

Secondo i rappresentanti del settore ICT, tra cui Google, Facebook e Twitter, che sono intervenuti sulla questione attraverso l’organizzazione di categoria “Internet Association”, tale misura “potrebbe avere un effetto restrittivo sull’utilizzo dei social network, sulla condivisione online di contenuti e, conseguentemente, sulla libertà di espressione online”: al momento gli utenti condividono online una grande quantità di informazioni personali, che permettono per esempio di delinearne il credo politico o l’orientamento sessuale, e per questo in vista di una condivisione degli stessi – se pur volontaria – con le autorità potrebbero essere portati a mentire sul possesso di un account o piuttosto ad auto-censurarsi.

Il tutto senza alcuna sicurezza in merito all’efficacia della misura: si tratta di una divulgazione volontaria, pertanto appare difficile – come sottolinea per esempio Electronic Frontier Foundation – che un potenziale terrorista possa dare tale informazione di sua spontanea volontà o che non ricorra piuttosto ad un falso profilo per sviare eventualmente i sospetti su di lui.

Infine la misura adottata negli Stati Uniti in via volontaria rappresenterebbe un pericolosissimo precedente: altri paesi potrebbero ricorrervi, costringendo magari anche i cittadini a stelle e strisce a divulgare informazioni sui propri profili social al momento dell’ingresso in un paese più o meno democratico, inclusi quelli in cui non sono previsti gli stessi diritti o le stesse garanzie processuali.

I commenti alla proposta di normativa sono ora al vaglio della U.S. Customs and Border Protection che dovrà dunque esprimersi su di essa e sull’opportunità di una sua approvazione.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Pierob scrive:
    Spioni
    Russi, Americani, Inglesi, Cinesi e mi fermo ma si possono aggiungere altri, ad esempio Israeliani. Spiano a tutto spiano. E basta di rompere ì cotiledoni. SO bucati sismi e pure loro spioni e non solo...
    • tobe ornot tobe scrive:
      Re: Spioni
      Ma così vanno e sono sempre andate le relazioni internazionali, anche fra "amici".Ai massimi livelli di uno stato (e di una grande azienda) ci arriva solo ed esclusivamente la schiuma della società, che è riuscita a tagliare le teste di tutti i concorrenti, intelligente e assolutamente priva di scrupoli.E pensi che simili esseri possano avere amicizie (vere, intendo)?Si fanno grandi sorrisi e strette di mano ad uso delle masse instupidite, e dietro le quinte lavorano per mettersi le spalle al sicuro dai loro simili.
  • LA LEGA scrive:
    ...
    [yt]9QhkPihJPXY[/yt]
  • silvan scrive:
    Rompiglioni.
    Questa amministrazione americana continua veramente a rompere le scatole a tutto il mondo. Ironia vuole che a Barac Ob(s)ama abbiano dato il premio Nobel per la pace. Ed ora la Clinton vuole fare il bis.
  • Bertone scrive:
    False flag
    Il metodo preferito dalla CIA per ribaltare governi e scatenare guerrehttps://it.wikipedia.org/wiki/False_flag
  • pamela scrive:
    Il male è l'altro
    Aò, gli americani so'fforti.Prima si creano i nemici, poi questi ultimi finiscono anche loro per entrare nel ruolo (https://it.wikipedia.org/wiki/Esperimento_carcerario_di_Stanford), e alla fine li combattono.D'altra parte questo principio è fondamentale per governare un Paese che altrimenti sarebbe sull'orlo dell'implosione.Peccato che alla fine (momentanea) del proXXXXX stanno tutti peggio.
  • mela marcia scrive:
    IPHONE HACKERATI DI BRUTTO!
    La vera notizia di sicurezza di questi giorni è che il sicurissimo iOS è stato bucato come fosse burro:http://thehackernews.com/2016/08/apple-security-update.htmlCostosi, con meno feature dei terminali Android e ora pure altamente insicuri.
    • iRoby scrive:
      Re: IPHONE HACKERATI DI BRUTTO!
      - Scritto da: mela marcia
      Costosi, con meno feature dei terminali Android e
      ora pure altamente insicuri.Si si ma la gente li compra per un altro motivo...Tirarli fuori al bar mentre tengono lo spritz con l'altra mano.
  • Viva Stalin scrive:
    Bene
    Il NYT è un giornale che sta dalla parte di massoni, banchieri ebrei, immigrati e XXXXX, infatti sta con quella bocchinara della clinton. Poi agli ameri-cani piace prendersela in XXXX, hanno pure legalizzato il matrimonio tra XXXXXXXXX...Viva Stalin, viva Putin![yt]EUawDUtu0H4[/yt]
  • conta scrive:
    Palude
    Nella palude ci son tre donne nudeurca che gambe, che puzza di mutandele lavi, le stendi, la puzza non c'è più.
  • conta scrive:
    lavanderina
    La bella lavanderinache lava i fazzolettili mette ad asciugarequi e làfai un saltofanne un altrofai la riverenzafai la penitenzaguarda in suguarda in giùdai un bacio a chi vuoi tu.
  • giaguarevol issimebolm ente scrive:
    Ripopoliamo le zone terremotate...
    ... con gli immigrati dall'africa! Pensate che bello! Una società multirazza e multicultura! I bimbi bianchi che imparano da quelli neri a giocare con le perline colorate! I nuovi cittadini degli stati uniti dell'europpa!Ma che è sto rumore... ancora lui, il clone leghista dimXXXXX! Il solito rumore dimXXXXX! TAC-TAC-FRUSCIO, TAC-TAC-FRUSCIO... BASTA VATTENE XXXXXXX! Perchè mi picchi mamma, perchè! Non è colpa mia se sono handicappato!Volio tanti immigratiVolio tanti immigratiVolio tanti immigratiTAC-TAC-FRUSCIO TAC-TAC-FRUSCIO TAC-TAC-FRUSCIOTAC-TAC-FRUSCIO TAC-TAC-FRUSCIO TAC-TAC-FRUSCIO
  • ... scrive:
    r basta
    Ancora qui questo articolo di XXXXX e per di più in cima al sito?Ma smettetela di sparare XXXXXXX sui russi e cercate di fare qualche articolo di informatica decente.
    • Re fresh scrive:
      Re: r basta
      Senza contare il sottotitolo anacronistico e fazioso:"I compagni cyber-guastatori..."Compagni? Guardate che la storia sará una ruota, ma sta girando!
      • collione scrive:
        Re: r basta
        infatti i compagni Trotskysti, a questo giro, sono seduti saldamente sulle sedie della Commissione UEi comunisti siamo noi! e anche della peggior specie
  • xcaso scrive:
    Xcaso desidera fare un OT oggi.
    Fare la FORZA per tutti quelli IT.
  • Attanagliat o scrive:
    Stipendio
    Si va be non sanno che pesci pigliare, le sparano grosse per sopperire alla loro incapacità, come quando il dottore non ha una diagnosi precisa e tira fuori la storia dello stress d'altronde devono giustificare il loro stipendio/parcella
  • Totto ucurtu scrive:
    CIACIACIACIA
    False flag, l'arma preferita dalla CIA per creare caos e scatenare guerre
  • ... scrive:
    Ah, ecco, sono stati "i russi"...
    Come per la Clinton, Soros... Tutte le volte che vengono svelate porcherie, "sono stati i russi". Zero prove, però sono stati loro. Ottimo, allora bisogna ringraziarli. Se tanto mi dà tanto, si deduce che evidentemente anche al NYT hanno fatto qualche porcheria che non vogliono sia svelata, avranno la linea editoriale pilotata da qualche banchiere.
    • collione scrive:
      Re: Ah, ecco, sono stati "i russi"...
      stanotte il mio cane e' morto, l'ho trovato stamattina stramazzato al suolo e con la bava alla boccaXXXXXXXX russiiiii!!!!!
      • lagu scrive:
        Re: Ah, ecco, sono stati "i russi"...
        - Scritto da: collione
        stanotte il mio cane e' morto, l'ho trovato
        stamattina stramazzato al suolo e con la bava
        alla
        bocca

        XXXXXXXX russiiiii!!!!!gulag è bello
    • Il fuddaro scrive:
      Re: Ah, ecco, sono stati "i russi"...
      - Scritto da: ...
      Come per la Clinton, Soros... Tutte le volte che
      vengono svelate porcherie, "sono stati i russi".
      Zero prove, però sono stati loro. Ottimo, allora
      bisogna ringraziarli. Se tanto mi dà tanto, si
      deduce che evidentemente anche al NYT hanno fatto
      qualche porcheria che non vogliono sia svelata,
      avranno la linea editoriale pilotata da qualche
      banchiere.Continuano con questa linea perché porta risultati. Un esempio innegabile, quarda i 5-6 decerebrati di questo forum, che ad ogni abbaiata di enti governativi, le prendono per verità assoluta, solo perché viene detta da (secondo loro) fonti autorevoli, e di conseguenza vere.Poi il restante cioloni pedanti, sono semplicemente in malafede. ESEMPIO: basti vedere il cacciatore di bufale per eccellenza, per la pizza(come la chiama lui la pecunia) controbatterebbe anche sua madre.
      • collione scrive:
        Re: Ah, ecco, sono stati "i russi"...
        eh ma sono 5-6su molti forum vedo che moltissima gente ormai non crede piu' all'impero delle ballep.s. a proposito di hacker e decerebrati https://blog.lookout.com/blog/2016/08/25/trident-pegasus/hahahahahaha
  • Piratone scrive:
    I "compagni cyber-guastatori"...
    E' come se uno per riferirsi ai poveri cretini che scrivono articoli su PI usasse l'espressione "Le marchette cyber-giornalistiche"...
    • collione scrive:
      Re: I "compagni cyber-guastatori"...
      te la prendi con loro? pure l'AP ormai si e' venduto a George e i suoi compagni di merendeil giornalismo e' finito, ormai c'e' solo la propagandaGrillo sara' un cazzaro, ma una cosa sacrosanta ha detto fin dall'inizio, ovvero che non ci si deve fidare dei news outlet ufficiali
      • Piratone scrive:
        Re: I "compagni cyber-guastatori"...
        - Scritto da: collione
        te la prendi con loro? Non con Maruccia, che solitamente il suo mestiere lo fa (bastona spesso Microsoft). Però gli altri... Tamburrino ad esempio è proprio una marchetta.
Chiudi i commenti