USA, controllo antiterrore sui blog

Il Dipartimento della Difesa vara un misterioso sistema di analisi semantica della blogosfera, per estrapolare informazioni d'intelligence da usare nella lotta al terrorismo. Un progetto da 450mila dollari

Arlington (USA) – Il dipartimento scientifico dell’aeronautica statunitense, secondo il sito istituzionale Defenselink , ha finanziato un progetto di ricerca da 450mila dollari per estrapolare informazioni di intelligence in modo automatico. L’iniziativa, promossa dal dott. Brian Ulicny, si chiama Automatically Ontologically-Based Link Analysis of International Web Logs : il nome fa pensare ad un motore di ricerca semantico che, automaticamente, “impacchetta” le informazioni più rilevanti ai fini della strategia antiterrorismo statunitense.

“Gli analisti devono sapere cosa c’è scritto sui blog”, dice Ulicny. Il sistema si baserà su una tipologia di ranking sviluppata attorno alla credibilità delle fonti prese in esame. I dettagli tecnici non sono stati ancora rivelati, ma Ulicny fa notare che il motore di ricerca antiterrorismo “andrà alla caccia di notizie e racconti provenienti dalla blogosfera globale”.

“I blog sono veramente interessanti dal punto di vista dell’intelligence militare”, spiega Ulicny, “perché, ad esempio, forniscono differenti punti di vista su argomenti che i media tradizionali possono trattare in ritardo oppure in modo differente: c’è da pensare allo scandalo sulle caricature di Maometto, quando molti blogger si sono accorti delle proteste in tutto il mondo islamico con grande anticipo rispetto alla TV o alla carta stampata”.

La comprensione delle dinamiche di citazioni e rimandi ipertestuali , tipica della struttura di un blog, sarà di grande aiuto per “capire esattamente cosa avviene attorno ad un avvenimento”, aggiunge Ulicny. È ipotizzabile che l’analisi della “rete” che si crea attorno ad un blog, da ottenere attraverso l’osservazione dei commenti, possa fornire una visione d’insieme aggiuntiva agli esperti di intelligence.

Non è da dimenticare che Internet, in principio, è nata come progetto strettamente militare, anche se “molti militari sottovalutano la valanga di informazioni sensibili provenienti dalla Rete”, ha dichiarato il dott. Mieczyslaw Kokar, impegnato nel progetto. Con il nuovo motore di ricerca, gli esperti potranno contare senza troppi intoppi su una sorta di “ambasciata virtuale”, teoricamente radicata in ogni angolo della blogosfera per controllare al meglio il flusso d’informazione su Internet.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • scala40 scrive:
    Tutti hanno il diritto di essere rispett
    Condivido e ringrazio chi interviene a difesa che tutti al mondo hanno il diritto di essere rispettati , indifferentemente da colore di pelle , religione , o idee politiche , la liberta di stanpa vuol dire libertà di parola e pensiero ma sempre col rispetto verso tutti e poi la libertà è intesa anche poter scrivere verità .voglio inviare un abbraccio FBI e a tutti gli Stati del mondo che collaborano per il rispetto di tutti anche trammite web *:-):-). Da una mamma di nome Angela ....vi invio un cielo di sorrisi che entrino nelle vostre case e nelle case di tutto il mondo :-D ...un abbraccio a tutte le persone che soffrono *:-):-)
  • Anonimo scrive:
    Wakko e Freenet
    Wakko consiglia l'uso di freenet, cosa avrebbe fatto se i contenuti dei numeri di telefono e gli indirizzi fossero finiti su freenet piattaforma difficilmente censurabile?La censura è sempre sbagliata, le persone devono avere la possibilità di cambiare numero di telefono e nome, non solo i dipendeti alla ai servizi segreti devono averne il diritto.
  • Anonimo scrive:
    il razzista è solo un..
    cogione, 'gnorante e pure miserabile.meriterebbe di essere rinchiuso in una cella con 4 nerboruti mapuche incazzati abbestia e arrapati.la "razza umana" è una sola, e chi ancora non l'ha capito è un usèll.
    • Anonimo scrive:
      Re: il razzista è solo un..

      la "razza umana" è una sola, Su questo ho qualche dubbio! Solo che non è certo il grado d'abbronzatura, l'indirizzo, o il nome che danno alle cose che stabilisce le differenze!Spero d'esser stato chiaro ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: il razzista è solo un..
        - Scritto da:


        la "razza umana" è una sola,

        Su questo ho qualche dubbio! Solo che non è certo
        il grado d'abbronzatura, l'indirizzo, o il nome
        che danno alle cose che stabilisce le
        differenze!
        Spero d'esser stato chiaro ;)Ti riferivi a John C. Holmes? Lui era sicuramente la prova che gli uomini non sono tutti uguali!http://web.tiscali.it/johnholmes/
  • Anonimo scrive:
    In Italia c'è questa legge
    http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1559366&m_rid=0
  • Anonimo scrive:
    Questo sarebbe da censura???
    Supponiamo che io pubblichi su un sito,l'idea di dare 48 ore di tempo a tutti gli extracomunitari presenti in Italia per levarsi dalle balle e poi si inizia a sparargli a vista finchè non rimane più nemmeno uno da vedere,sarebbe da censura!?!?Non so dite voi,di sicuro se accadesse sarebbe un sogno che si avvera!!!!
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Questo sarebbe da censura???
      Chissà, magari un giorno l'extracomunitario sarai tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        - Scritto da: Wakko Warner
        Chissà, magari un giorno l'extracomunitario sarai
        tu.Ma intendi dire che un giorno saranno cosi tanti gli extra qui,che gli stranieri saranno gli italiani rimasti o che potrei trovari ad emigrarare in un'altro stato??!Nel primo caso hai sicuramente ragione,se vivrò abbastanza per poterla vedere,la situazione sarà diventata quella e già mi immagino che meraviglia sarà allora l'italia(o come si chiamerà),anche il secondo caso è possibile e se mai mi accadesse di dover trovarmi in un'altro stato,pronto a vivere nella delinquenza,senza nessuna educazione e senza alcun rispetto per le persone del posto,il minimo che mi aspetterei e di aver un aspettativa di vita,molto ma molto bassa.Per chi mi accusa di razzismo,preciso che le razze umane non esistono e che per quanto mi riguarda uno potrebbe avere pure la pelle blu a strisce verdi e se fosse una persona apposto la cosa non mi interessebbe in alcun modo,mentre mi dà un po più fastido ritovarmi tutti i giorni 3 o 4 extra ,stravaccati sulla mia auto parcheggiata sotto casa,che si ubriacano in beata tranquillità,il fatto che poi abbiano la pelle più o meno scura e un mero fatto estetico.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo sarebbe da censura???
          - Scritto da:

          - Scritto da: Wakko Warner

          Chissà, magari un giorno l'extracomunitario
          sarai

          tu.
          Ma intendi dire che un giorno saranno cosi tanti
          gli extra qui,che gli stranieri saranno gli
          italiani rimasti o che potrei trovari ad
          emigrarare in un'altro stato??!Nel primo caso hai
          sicuramente ragione,se vivrò abbastanza per
          poterla vedere,la situazione sarà diventata
          quella e già mi immagino che meraviglia sarà
          allora l'italia(o come si chiamerà),anche il
          secondo caso è possibile e se mai mi accadesse di
          dover trovarmi in un'altro stato,pronto a vivere
          nella delinquenza,senza nessuna educazione e
          senza alcun rispetto per le persone del posto,il
          minimo che mi aspetterei e di aver un aspettativa
          di vita,molto ma molto bassa.Per chi mi accusa di
          razzismo,preciso che le razze umane non esistono
          e che per quanto mi riguarda uno potrebbe avere
          pure la pelle blu a strisce verdi e se fosse una
          persona apposto la cosa non mi interessebbe in
          alcun modo,mentre mi dà un po più fastido
          ritovarmi tutti i giorni 3 o 4 extra ,stravaccati
          sulla mia auto parcheggiata sotto casa,che si
          ubriacano in beata tranquillità,il fatto che poi
          abbiano la pelle più o meno scura e un mero fatto
          estetico.Ma per risolvere il tuo problema ti basterebbe chiamare i carabinieri no!?!??!?Ok dai scusate la battutaccia!!!!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo sarebbe da censura???
          - Scritto da:

          - Scritto da: Wakko Warner

          Chissà, magari un giorno l'extracomunitario
          sarai

          tu.
          Ma intendi dire che un giorno saranno cosi tanti
          gli extra qui,che gli stranieri saranno gli
          italiani rimasti o che potrei trovari ad
          emigrarare in un'altro stato??!Nel primo caso hai
          sicuramente ragione,se vivrò abbastanza per
          poterla vedere,la situazione sarà diventata
          quella e già mi immagino che meraviglia sarà
          allora l'italia(o come si chiamerà),anche il
          secondo caso è possibile e se mai mi accadesse di
          dover trovarmi in un'altro stato,pronto a vivere
          nella delinquenza,senza nessuna educazione e
          senza alcun rispetto per le persone del posto,il
          minimo che mi aspetterei e di aver un aspettativa
          di vita,molto ma molto bassa.Per chi mi accusa di
          razzismo,preciso che le razze umane non esistono
          e che per quanto mi riguarda uno potrebbe avere
          pure la pelle blu a strisce verdi e se fosse una
          persona apposto la cosa non mi interessebbe in
          alcun modo,mentre mi dà un po più fastido
          ritovarmi tutti i giorni 3 o 4 extra ,stravaccati
          sulla mia auto parcheggiata sotto casa,che si
          ubriacano in beata tranquillità,il fatto che poi
          abbiano la pelle più o meno scura e un mero fatto
          estetico.Ah ok siccome 3/4 extra si sbronzano sulla tua macchina, dobbiamo cacciare tutti quelli che esistono in Italia..Cavolo che ragionamento! Cervello piccolo quanto un'oliva?
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo sarebbe da censura???
      - Scritto da:
      Supponiamo che io pubblichi su un sito,l'idea di
      dare 48 ore di tempo a tutti gli extracomunitari
      presenti in Italia per levarsi dalle balle e poi
      si inizia a sparargli a vista finchè non rimane
      più nemmeno uno da vedere,sarebbe da
      censura!?!?Non so dite voi,di sicuro se accadesse
      sarebbe un sogno che si
      avvera!!!!http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1476180&m_rid=1533609
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        Nella pagina linkata si legge"Secondo la legge n.654 del 1975 chi diffonde in qualsiasi modo idee fondate sulla superiorità o sull'odio razziale o etnico, ovvero incita a commettere o commette atti di discriminazione per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi, è punito con la reclusione sino a tre anni."Ora, credo che parlare dell'esistenza di razze e della differenza tra razze senza presupporre o auspicare una discriminazione effettiva non sia reatoMi sembra invece che il razzismo dei nazisti sia sempre discriminatorio
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo sarebbe da censura???
          - Scritto da:
          Nella pagina linkata si legge"Secondo la legge
          n.654 del 1975 chi diffonde in qualsiasi modo
          idee fondate sulla superiorità o sull'odio
          razziale o etnico, ovvero incita a commettere o
          commette atti di discriminazione per motivi
          razziali, etnici, nazionali o religiosi, è punito
          con la reclusione sino a tre
          anni."

          Ora, credo che parlare dell'esistenza di razze e
          della differenza tra razze senza presupporre o
          auspicare una discriminazione effettiva non sia
          reatoovvero non va inteso come "ossia" ma come "oppure"
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo sarebbe da censura???
      - Scritto da:
      Supponiamo che io pubblichi su un sito,l'idea di
      dare 48 ore di tempo a tutti gli extracomunitari
      presenti in Italia per levarsi dalle balle e poi
      si inizia a sparargli a vista finchè non rimane
      più nemmeno uno da vedere,sarebbe da
      censura!?!?Non so dite voi,di sicuro se accadesse
      sarebbe un sogno che si
      avvera!!!!Io proporrei di fare la stessa cosa con i coglioni, invece che con gli extracomunitari
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Supponiamo che io pubblichi su un sito,l'idea di

        dare 48 ore di tempo a tutti gli extracomunitari

        presenti in Italia per levarsi dalle balle e poi

        si inizia a sparargli a vista finchè non rimane

        più nemmeno uno da vedere,sarebbe da

        censura!?!?Non so dite voi,di sicuro se
        accadesse

        sarebbe un sogno che si

        avvera!!!!

        Io proporrei di fare la stessa cosa con i
        coglioni, invece che con gli
        extracomunitariPurtroppo quelli son difficili da identificare al volo,intanto cominciamo con gli extra dove c'è ne son concentrati un'altissima percentuale(e mi dispiace per quei pochi buoni che si salvano,ma non è che per tenerle uno che lavora dobbiam subire 9 che fan i delinqeunti)poi si vede di sistemare anche i coglioni del posto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo sarebbe da censura???
      non capisco se sei idiota di nascita o d'educazione.Se i tuoi amici extracomunitari se ne andassero, chi rimarrebbe a lavorare nelle fabbriche di tuo padre? Andresti tu a squartare i maiali per farci il prosciutto? Ragiona prima di parlare. :(
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        son vegetariano :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        - Scritto da:
        non capisco se sei idiota di nascita o
        d'educazione.

        Se i tuoi amici extracomunitari se ne andassero,
        chi rimarrebbe a lavorare nelle fabbriche di tuo
        padre?


        Andresti tu a squartare i maiali per farci il
        prosciutto?


        Ragiona prima di parlare. :(Guarda io tra un pò avrò bisogno proprio di un nuovo lavoro,quindi stà tranquillo che se ne avrò necessità vado a fare anche di peggio di squartare i maiali,non che sia un lavoro da denigrare.Temo invece che i 4/5 extra di cui dicevo prima e che tutti i giorni si appoggiano sulla mia auto parcheggiata,mentre si fanno le loro brave bevute,non sarebbero molto propensi a far ne quello ne alcun altro tipo di lavoro.Chissà perchè quelli che difendono gli extra,di solito però poi non hanno mai alcun rapporto reale con loro e con la loro"educazione".Prova a vivere e a trovarteli sotto casa tutti i giorni,prima di parlare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo sarebbe da censura???
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          non capisco se sei idiota di nascita o

          d'educazione.



          Se i tuoi amici extracomunitari se ne andassero,

          chi rimarrebbe a lavorare nelle fabbriche di tuo

          padre?





          Andresti tu a squartare i maiali per farci il

          prosciutto?





          Ragiona prima di parlare. :(


          Guarda io tra un pò avrò bisogno proprio di un
          nuovo lavoro,quindi stà tranquillo che se ne avrò
          necessità vado a fare anche di peggio di
          squartare i maiali,non che sia un lavoro da
          denigrare.Temo invece che i 4/5 extra di cui
          dicevo prima e che tutti i giorni si appoggiano
          sulla mia auto parcheggiata,mentre si fanno le
          loro brave bevute,non sarebbero molto propensi a
          far ne quello ne alcun altro tipo di
          lavoro.Chissà perchè quelli che difendono gli
          extra,di solito però poi non hanno mai alcun
          rapporto reale con loro e con la
          loro"educazione".


          Prova a vivere e a trovarteli sotto casa tutti i
          giorni,prima di
          parlare.E ancora con sti 4/5 extracomunitari: scusa ma ci fai o ci sei? Non puoi cacciare migliaia di persone solo perchè 4/5 extracomunitari (quindi non so...Svizzeri?)si appoggiano alla tua macchina. Prima di parlare accendi il cervello...se ne hai uno!
    • no berluska scrive:
      Re: Questo sarebbe da censura???
      - Scritto da:
      Supponiamo che io pubblichi su un sito,l'idea di
      dare 48 ore di tempo a tutti gli extracomunitari
      presenti in Italia per levarsi dalle balle e poi
      si inizia a sparargli a vista finchè non rimane
      più nemmeno uno da vedere,sarebbe da
      censura!?!?Non so dite voi,di sicuro se accadesse
      sarebbe un sogno che si
      avvera!!!!Tu che sparisci dalla faccia della Terra in questo preciso istante, questo sarebbe un sogno che si avvera. :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 luglio 2006 11.54-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        - Scritto da: no berluska

        - Scritto da:

        Supponiamo che io pubblichi su un sito,l'idea di

        dare 48 ore di tempo a tutti gli extracomunitari

        presenti in Italia per levarsi dalle balle e poi

        si inizia a sparargli a vista finchè non rimane

        più nemmeno uno da vedere,sarebbe da

        censura!?!?Non so dite voi,di sicuro se
        accadesse

        sarebbe un sogno che si

        avvera!!!!



        Tu che sparisci dalla faccia della Terra in
        questo preciso istante, questo sarebbe un sogno
        che si
        avvera.
        :D...aggiungerei anche: con tutta la sua famiglia!
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        - Scritto da: no berluska

        Tu che sparisci dalla faccia della Terra in
        questo preciso istante, questo sarebbe un sogno
        che si
        avvera.
        :DE se sparissi tu? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo sarebbe da censura???
        Modificato dall' autore il 09 luglio 2006 11.54
        --------------------------------------------------A parte le trollate varie,vedo che però nessuno mi ha risposto riguardo la questione dei extra che si "parcheggiano"tutti i giorni sulla mia auto sotto casa.Mi sembra chiaro che si sia molto bravi a difendere i principi,però sui problemi veri che si pongono si sorvola come nulla fosse,mi piacerebbe portarvi qui dove vivo e farvi vedere come sono i vostri cari extra,quale è la la loro educazione,il loro rispetto per gli italiani e che stile di vita conducono,ma forse per chi vive nel mondo delle favole sarebbe un choc troppo forte.
        • Anonimo scrive:
          Re: Questo sarebbe da censura???
          A parte le trollate varie,vedo che però nessuno
          mi ha risposto riguardo la questione dei extra
          che si "parcheggiano"tutti i giorni sulla mia
          auto sotto casa.Mi sembra chiaro che si sia molto
          bravi a difendere i principi,però sui problemi
          veri che si pongono si sorvola come nulla
          fosse,mi piacerebbe portarvi qui dove vivo e
          farvi vedere come sono i vostri cari extra,quale
          è la la loro educazione,il loro rispetto per gli
          italiani e che stile di vita conducono,ma forse
          per chi vive nel mondo delle favole sarebbe un
          choc troppo
          forte.Per quanto riguarda il tuo "grosso" problema degli extra sulla tua macchina, se prorpio ti danno fastidio chiama la polizia...Certo la soluzione non è cacciarli tutti! Io vivo in un quartiere pieno di extracomunitari e non ho mai avuto problemi: è gente tranquilla che lavora. Per quanto riguarda lo stile di vita è pieno di italiani che conducono una vita non proprio esemplare!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo sarebbe da censura???
            A ma come ho fatto a non pensarci,chiamo la polizia!!!Certo oggi li chiamo cosi arrivano con la loro bella volante vanno da loro li invitano gentilmente a spostarsi,perchè non è molto carino quello che stan facendo,dopo 2 minuti se ne ritornati in caserma e problema risolto!!!Oddio poi facilmente domani mi ritrovo con l'auto sfasciata(se la trovo ancora)ma mi basta richiamare i tutori del ordine che verranno prontamente per stendere la loro utilissima denuncia,che poi userò per andarmene in giro al posto del auto!!Va be a parte questa idea divertente,i problemi non si limitano certo al fatto del auto,peraltro quando ho chiesto ai marocchini se magari potevano evitare di sbragarsi sulla macchina la risposta è stata"Ma tu l'hai mai presa una coltellata nello stomaco??"Ora non sò come facciano da te a essere tutta brava gente,qui la maggior parte e dedita allo spaccio e hai furti e per girare la sera nel mio quartiere,occore aver un certo coraggio,tra l'altro è diventato una specie di immondezzaio,visto che fan troppa fatica a buttare l'immondizia nei bidoni,molto più comodo gettarela direttamente nel giardino(orami ex giardino)pubblico che abbiamo.Poi attenzione c'è ne sono anche qui pochi che si salvano e che lavorano ma sono veramente una minoranza.P.S Se pensate che stia esagerando,vi dico paese e via,cosi se mai avrete occasione di passare vedrete da voi,consiglio di girare prima che faccia buio,nel caso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo sarebbe da censura???
            - Scritto da:
            A ma come ho fatto a non pensarci,chiamo la
            polizia!!!Certo oggi li chiamo cosi arrivano con
            la loro bella volante vanno da loro li invitano
            gentilmente a spostarsi,perchè non è molto carino
            quello che stan facendo,dopo 2 minuti se ne
            ritornati in caserma e problema risolto!!!Oddio
            poi facilmente domani mi ritrovo con l'auto
            sfasciata(se la trovo ancora)ma mi basta
            richiamare i tutori del ordine che verranno
            prontamente per stendere la loro utilissima
            denuncia,che poi userò per andarmene in giro al
            posto del auto!!Va be a parte questa idea
            divertente,i problemi non si limitano certo al
            fatto del auto,peraltro quando ho chiesto ai
            marocchini se magari potevano evitare di
            sbragarsi sulla macchina la risposta è stata"Ma
            tu l'hai mai presa una coltellata nello
            stomaco??"Ora non sò come facciano da te a essere
            tutta brava gente,qui la maggior parte e dedita
            allo spaccio e hai furti e per girare la sera nel
            mio quartiere,occore aver un certo coraggio,tra
            l'altro è diventato una specie di
            immondezzaio,visto che fan troppa fatica a
            buttare l'immondizia nei bidoni,molto più comodo
            gettarela direttamente nel giardino(orami ex
            giardino)pubblico che abbiamo.Poi attenzione c'è
            ne sono anche qui pochi che si salvano e che
            lavorano ma sono veramente una
            minoranza.


            P.S Se pensate che stia esagerando,vi dico paese
            e via,cosi se mai avrete occasione di passare
            vedrete da voi,consiglio di girare prima che
            faccia buio,nel
            caso.Oddio, dove vivi: nel Bronx!? Bha, una soluzione potrebbe essere cambiare quartiere...no dai ovviamente sto scherzando!Comunque quello che intendo io è che non possiamo prendercela con tutti gli extracomunitari perchè una parte di loro spaccia o ruba o ti accoltella: il problema semmai è più in alto, nella loro regolamentazione e nel fatto che la polizia raramente svolge il lavoro per cui la paghiamo!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo sarebbe da censura???
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            A ma come ho fatto a non pensarci,chiamo la

            polizia!!!Certo oggi li chiamo cosi arrivano con

            la loro bella volante vanno da loro li invitano

            gentilmente a spostarsi,perchè non è molto
            carino

            quello che stan facendo,dopo 2 minuti se ne

            ritornati in caserma e problema risolto!!!Oddio

            poi facilmente domani mi ritrovo con l'auto

            sfasciata(se la trovo ancora)ma mi basta

            richiamare i tutori del ordine che verranno

            prontamente per stendere la loro utilissima

            denuncia,che poi userò per andarmene in giro al

            posto del auto!!Va be a parte questa idea

            divertente,i problemi non si limitano certo al

            fatto del auto,peraltro quando ho chiesto ai

            marocchini se magari potevano evitare di

            sbragarsi sulla macchina la risposta è stata"Ma

            tu l'hai mai presa una coltellata nello

            stomaco??"Ora non sò come facciano da te a
            essere

            tutta brava gente,qui la maggior parte e dedita

            allo spaccio e hai furti e per girare la sera
            nel

            mio quartiere,occore aver un certo coraggio,tra

            l'altro è diventato una specie di

            immondezzaio,visto che fan troppa fatica a

            buttare l'immondizia nei bidoni,molto più comodo

            gettarela direttamente nel giardino(orami ex

            giardino)pubblico che abbiamo.Poi attenzione c'è

            ne sono anche qui pochi che si salvano e che

            lavorano ma sono veramente una

            minoranza.





            P.S Se pensate che stia esagerando,vi dico paese

            e via,cosi se mai avrete occasione di passare

            vedrete da voi,consiglio di girare prima che

            faccia buio,nel

            caso.

            Oddio, dove vivi: nel Bronx!? Bha, una soluzione
            potrebbe essere cambiare quartiere...no dai
            ovviamente sto
            scherzando!
            Comunque quello che intendo io è che non possiamo
            prendercela con tutti gli extracomunitari perchè
            una parte di loro spaccia o ruba o ti accoltella:
            il problema semmai è più in alto, nella loro
            regolamentazione e nel fatto che la polizia
            raramente svolge il lavoro per cui la
            paghiamo!!Guarda io il mio quartiere lo chiamo proprio il Bronx anche se è meglio conosciuto come "I 5 continenti"e ti assicuro che basta che dico che abito li a qualcuno che li conosce,per vedergli fare una faccia....Magari potessi andarmene,come peraltro han dovuto fare la maggior parte degli italiani che c'erano,il problema è che la casa è mia,presa 20 anni fà,quando la zona era tranquilla e civile ed ora per uscirne fuori dovrei svenderla e a uno di loro,ovviamente.Ora quello che mi chiedo sempre,ma di tutta sta gentaglia,che c'è ne facciamo,chi li ha fatti veniere e restare,a chi giova questa situazione,perchè non li rispediamo a casa???Poi quando sento dire"E ma poi chi lavora nelle nostre fabbriche??"va bene,ma non è perchè uno lavora,che altri 7/8 o quelli che sono,posso far danni indisturbati:Allora perchè non ci teniamo quei pochi buoni che ci sono e gli altri li prendiamo a calci in c..o fino a rispedirli al loro paese e se osano rimettere mezzo dito in Italia,finiscono 2 metri sotto terra il giorno stesso???Che poi ci siano delinquenti anche tra gli italiani è fuori dubbio,ma proprio perchè abbiamo già i nostri,dobbiamio pure importarne in massa dal estero??
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo sarebbe da censura???
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            A ma come ho fatto a non pensarci,chiamo la


            polizia!!!Certo oggi li chiamo cosi arrivano
            con


            la loro bella volante vanno da loro li
            invitano


            gentilmente a spostarsi,perchè non è molto

            carino


            quello che stan facendo,dopo 2 minuti se ne


            ritornati in caserma e problema
            risolto!!!Oddio


            poi facilmente domani mi ritrovo con l'auto


            sfasciata(se la trovo ancora)ma mi basta


            richiamare i tutori del ordine che verranno


            prontamente per stendere la loro utilissima


            denuncia,che poi userò per andarmene in giro
            al


            posto del auto!!Va be a parte questa idea


            divertente,i problemi non si limitano certo al


            fatto del auto,peraltro quando ho chiesto ai


            marocchini se magari potevano evitare di


            sbragarsi sulla macchina la risposta è
            stata"Ma


            tu l'hai mai presa una coltellata nello


            stomaco??"Ora non sò come facciano da te a

            essere


            tutta brava gente,qui la maggior parte e
            dedita


            allo spaccio e hai furti e per girare la sera

            nel


            mio quartiere,occore aver un certo
            coraggio,tra


            l'altro è diventato una specie di


            immondezzaio,visto che fan troppa fatica a


            buttare l'immondizia nei bidoni,molto più
            comodo


            gettarela direttamente nel giardino(orami ex


            giardino)pubblico che abbiamo.Poi attenzione
            c'è


            ne sono anche qui pochi che si salvano e che


            lavorano ma sono veramente una


            minoranza.








            P.S Se pensate che stia esagerando,vi dico
            paese


            e via,cosi se mai avrete occasione di passare


            vedrete da voi,consiglio di girare prima che


            faccia buio,nel


            caso.



            Oddio, dove vivi: nel Bronx!? Bha, una soluzione

            potrebbe essere cambiare quartiere...no dai

            ovviamente sto

            scherzando!

            Comunque quello che intendo io è che non
            possiamo

            prendercela con tutti gli extracomunitari perchè

            una parte di loro spaccia o ruba o ti
            accoltella:

            il problema semmai è più in alto, nella loro

            regolamentazione e nel fatto che la polizia

            raramente svolge il lavoro per cui la

            paghiamo!!


            Guarda io il mio quartiere lo chiamo proprio il
            Bronx anche se è meglio conosciuto come "I 5
            continenti"e ti assicuro che basta che dico che
            abito li a qualcuno che li conosce,per vedergli
            fare una faccia....Magari potessi andarmene,come
            peraltro han dovuto fare la maggior parte degli
            italiani che c'erano,il problema è che la casa è
            mia,presa 20 anni fà,quando la zona era
            tranquilla e civile ed ora per uscirne fuori
            dovrei svenderla e a uno di loro,ovviamente.Ora
            quello che mi chiedo sempre,ma di tutta sta
            gentaglia,che c'è ne facciamo,chi li ha fatti
            veniere e restare,a chi giova questa
            situazione,perchè non li rispediamo a casa???Poi
            quando sento dire"E ma poi chi lavora nelle
            nostre fabbriche??"va bene,ma non è perchè uno
            lavora,che altri 7/8 o quelli che sono,posso far
            danni indisturbati:Allora perchè non ci teniamo
            quei pochi buoni che ci sono e gli altri li
            prendiamo a calci in c..o fino a rispedirli al
            loro paese e se osano rimettere mezzo dito in
            Italia,finiscono 2 metri sotto terra il giorno
            stesso???Che poi ci siano delinquenti anche tra
            gli italiani è fuori dubbio,ma proprio perchè
            abbiamo già i nostri,dobbiamio pure importarne in
            massa dal
            estero??Quella di cambiare quartiera era una battuta: sono d'accordo con te, cavolo vivi lì da 20 anni!Ripeto il problema è la regolamentazione: chi lavora rimane, chi non lavora ritorna a casa.Non sono però d'accordo sul seppellirli 2 metri sotto terra.
          • Anonimo scrive:
            Re: Questo sarebbe da censura???
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            A ma come ho fatto a non pensarci,chiamo la



            polizia!!!Certo oggi li chiamo cosi arrivano

            con



            la loro bella volante vanno da loro li

            invitano



            gentilmente a spostarsi,perchè non è molto


            carino



            quello che stan facendo,dopo 2 minuti se ne



            ritornati in caserma e problema

            risolto!!!Oddio



            poi facilmente domani mi ritrovo con l'auto



            sfasciata(se la trovo ancora)ma mi basta



            richiamare i tutori del ordine che verranno



            prontamente per stendere la loro utilissima



            denuncia,che poi userò per andarmene in giro

            al



            posto del auto!!Va be a parte questa idea



            divertente,i problemi non si limitano certo
            al



            fatto del auto,peraltro quando ho chiesto ai



            marocchini se magari potevano evitare di



            sbragarsi sulla macchina la risposta è

            stata"Ma



            tu l'hai mai presa una coltellata nello



            stomaco??"Ora non sò come facciano da te a


            essere



            tutta brava gente,qui la maggior parte e

            dedita



            allo spaccio e hai furti e per girare la
            sera


            nel



            mio quartiere,occore aver un certo

            coraggio,tra



            l'altro è diventato una specie di



            immondezzaio,visto che fan troppa fatica a



            buttare l'immondizia nei bidoni,molto più

            comodo



            gettarela direttamente nel giardino(orami ex



            giardino)pubblico che abbiamo.Poi attenzione

            c'è



            ne sono anche qui pochi che si salvano e che



            lavorano ma sono veramente una



            minoranza.











            P.S Se pensate che stia esagerando,vi dico

            paese



            e via,cosi se mai avrete occasione di
            passare



            vedrete da voi,consiglio di girare prima che



            faccia buio,nel



            caso.





            Oddio, dove vivi: nel Bronx!? Bha, una
            soluzione


            potrebbe essere cambiare quartiere...no dai


            ovviamente sto


            scherzando!


            Comunque quello che intendo io è che non

            possiamo


            prendercela con tutti gli extracomunitari
            perchè


            una parte di loro spaccia o ruba o ti

            accoltella:


            il problema semmai è più in alto, nella loro


            regolamentazione e nel fatto che la polizia


            raramente svolge il lavoro per cui la


            paghiamo!!





            Guarda io il mio quartiere lo chiamo proprio il

            Bronx anche se è meglio conosciuto come "I 5

            continenti"e ti assicuro che basta che dico che

            abito li a qualcuno che li conosce,per vedergli

            fare una faccia....Magari potessi andarmene,come

            peraltro han dovuto fare la maggior parte degli

            italiani che c'erano,il problema è che la casa è

            mia,presa 20 anni fà,quando la zona era

            tranquilla e civile ed ora per uscirne fuori

            dovrei svenderla e a uno di loro,ovviamente.Ora

            quello che mi chiedo sempre,ma di tutta sta

            gentaglia,che c'è ne facciamo,chi li ha fatti

            veniere e restare,a chi giova questa

            situazione,perchè non li rispediamo a
            casa???Poi


            quando sento dire"E ma poi chi lavora nelle

            nostre fabbriche??"va bene,ma non è perchè uno

            lavora,che altri 7/8 o quelli che sono,posso far

            danni indisturbati:Allora perchè non ci teniamo

            quei pochi buoni che ci sono e gli altri li

            prendiamo a calci in c..o fino a rispedirli al

            loro paese e se osano rimettere mezzo dito in

            Italia,finiscono 2 metri sotto terra il giorno

            stesso???Che poi ci siano delinquenti anche tra

            gli italiani è fuori dubbio,ma proprio perchè

            abbiamo già i nostri,dobbiamio pure importarne
            in

            massa dal

            estero??

            Quella di cambiare quartiera era una battuta:
            sono d'accordo con te, cavolo vivi lì da 20
            anni!
            Ripeto il problema è la regolamentazione: chi
            lavora rimane, chi non lavora ritorna a
            casa.
            Non sono però d'accordo sul seppellirli 2 metri
            sotto
            terra.No forse non mi son spiegato bene,non ho detto di metterli 2 metri sotto terra cosi,ma vengono sorpresi a delinquere(e ti assicuro che basta controllarli un attimo,per beccarne in quantità industrali)benissimo si prendono,si schedano per bene,con impronte digitali,Dna e quello che serve,anche perchè in media hanno 3/4 carte di identità diverse e poi li si rispedisce al loro paese,non prima di avergli spiegato,anche nella loro lingua se serve,in modo che capiscano perfettamente,che se da quel momomento in poi verranno beccati di nuovo in Italia per una qualsiasi ragione,finirebbero diritti all'obitorio il giorno stesso,senza ulteriori spiegazioni o discussioni.Tanto basterebbe per fargli abbassare e di molto le ali.Mi rendo conto che la mia può essere una posizione drastica e che qualche persona dalla moralità molto alta,potrebbe trovarla una mostruosità,però quando vedi questa bella gente,spacciare dal pomeriggio alla notte(la mattina no,si godono il meritato riposo)e poi magari,per sbaglio,un bel giorno passa una camionetta dei caramba che se li carica e li porta via,per poi ritorvarteli di nuovo,un paio di giorni dopo sotto casa che beatamente proseguono nella loro attività,beh scusate ma qualche dubbio sul fatto che forse il sistema non funziona e che sarebbe il caso di prendere provvedimenti più definitivi a me viene.Ma si l'importante è che alla fine siam tutti fratelli e che ci vogliamo bene,d'altronde settimana si,settimana no,anche loro si accoltellano a vicenda e poi li vedi la mattina dopo andarsene al bar insieme,questo si è saper vivere civilmente......
  • Anonimo scrive:
    Libertà di espressione
    a "I gay mi fanno schifo"b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe ucciderli"c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"e "Mario Rossi è gay e va ucciso"Dove finisce la libertà di espressione e perché?
    • Alucard scrive:
      Re: Libertà di espressione
      - Scritto da:
      a "I gay mi fanno schifo"
      b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe
      ucciderli"
      c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"
      d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"
      e "Mario Rossi è gay e va ucciso"


      Dove finisce la libertà di espressione e perché?Io accetterei A e B, le altre le censurerei perchè incitano esplicitamente a compiere un atto reale di violenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà di espressione
      - Scritto da:
      a "I gay mi fanno schifo"
      b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe
      ucciderli"
      c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"
      d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"
      e "Mario Rossi è gay e va ucciso"


      Dove finisce la libertà di espressione e perché?A è accettabile senza farne sfoggio pubblico, se ti fanno schifo non è che il mondo si arricchisce sapendo le tue preferenze sessuali... comunque... per il resto è una questione di terapia psichiatrica perchè chi vuole uccidere i gay o i neri indiscriminatamente ha un problema serio da risolvere.
      • Anonimo scrive:
        Re: Libertà di espressione
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        a "I gay mi fanno schifo"

        b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe

        ucciderli"

        c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"

        d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"

        e "Mario Rossi è gay e va ucciso"





        Dove finisce la libertà di espressione e perché?

        A è accettabile senza farne sfoggio pubblico, se
        ti fanno schifo non è che il mondo si arricchisce
        sapendo le tue preferenze sessuali... comunque...
        per il resto è una questione di terapia
        psichiatrica perchè chi vuole uccidere i gay o i
        neri indiscriminatamente ha un problema serio da
        risolvere.Ma c'è qualche sano di mente su questo forum?Cioè, qualcuno vedo che c'è ma veramente pochi...

        a "I gay mi fanno schifo"

        b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe

        ucciderli"

        c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"

        d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"

        e "Mario Rossi è gay e va ucciso"Chi scrive questo ha seri problemi di mente!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Libertà di espressione
      - Scritto da:
      a "I gay mi fanno schifo"
      b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe
      ucciderli"
      c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"
      d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"
      e "Mario Rossi è gay e va ucciso"


      Dove finisce la libertà di espressione e perché?Tendenzialmente non finisce, puoi dire proprio tutto, tutto e' concepibile ed esprimibile, i problemi sorgono solo quando il messaggio viene colto da gruppi che hanno idee contrarie. Se le stesse cose le dici a gruppi disinteressati all'argomento, magicamente ecco che puoi dire anche di peggio, addirittura in certi contesti vieni perfino premiato, come in guerra, se tu fossi Bruto e dicessi ai tuoi amici "dobbiamo uccidere Cesare e tutti i suoi uomini a colpi di mazza" potresti anche ricevere forti applausi dai congiurati.La liberta' di espressione trova quindi i suoi limiti relativamente al contesto e trova i suoi ostacoli nella contrapposizione degli interessi umani.
    • Zuljin scrive:
      Re: Libertà di espressione
      - Scritto da:
      a "I gay mi fanno schifo"
      b "I gay mi fanno schifo, la società dovrebbe
      ucciderli"
      c "I gay mi fanno schifo, dobbiamo ucciderli"
      d "Dio vi ricompenserà se uccidete un gay"
      e "Mario Rossi è gay e va ucciso"


      Dove finisce la libertà di espressione e perché?A e B sono opinioni, forti, ma restano parole al ventoC esprime un intenzione, se vai a dire a qualcuno "ti dobbiamo amamzzare" è una minaccia, e quindi un reatoD è un dogma, non vedo perchè non dovrebbero professare la loro religioneE vedi C. Alla fine che la minaccia sia indirizzata ad una persona, o ad un gruppo di persone, sempre minaccia è
  • Anonimo scrive:
    Fraccarli di botte
    Dal primo all'ultimo
    • Anonimo scrive:
      Re: Fraccarli di botte
      - Scritto da:
      Dal primo all'ultimoCome no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che gli antinazisti, sia gli omosessuali che gli etero.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fraccarli di botte
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Dal primo all'ultimo
        Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti
        che gli antinazisti, sia gli omosessuali che
        gli etero.E poi picchiamo chi vuole picchiare. E chi vuole picchiare quelli che vogliono picchiare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Fraccarli di botte
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Dal primo all'ultimo

        Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che gli
        antinazisti, sia gli omosessuali che gli
        etero.Ti ricordo che i nazisti hanno sterminato 6 milioni di ebrei, e che questi non hanno espresso le loro idee ma fatto violenza su delle persone. Fare del qualunquismo con i nazisti mettendoli sullo stesso piano di chi non è come loro è perlomeno idiota.
        • Alucard scrive:
          Re: Fraccarli di botte
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Dal primo all'ultimo



          Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che
          gli

          antinazisti, sia gli omosessuali che gli

          etero.

          Ti ricordo che i nazisti hanno sterminato 6
          milioni di ebrei, e che questi non hanno espresso
          le loro idee ma fatto violenza su delle persone.
          Fare del qualunquismo con i nazisti mettendoli
          sullo stesso piano di chi non è come loro è
          perlomeno
          idiota.Anche i fanatici religiosi (chiesa compresa) hanno sterminato migliaia se non milioni di persone nel passto eppure sono ancora li, più forti che mai (nel caso del papa più ricco che mai).Io pesterei solo i nazi che hanno fatto le violenze, gli altri saranno pur liberi di avere le loro idee no? Finchè non intaccano la libertà altrui....
          • Cobra Reale scrive:
            La Chiesa
            Da bravo (si fa per dire... (rotfl)) Cattolico quale sono (altro (rotfl)), ammetto le ingiustizie commesse dalla Chiesa nella sua storia, senza tralasciare i fatti più recenti (come lo scandalo dei preti pedofili in America) e me ne vergogno enormemente; tuttavia, sono sicuro che la stragrande maggioranza dei Cattolici e dei membri delle altre confessioni siano dei pastori o laici onesti e rispettosi di Dio, e che sarà così anche in futuro. Fino alla Fine del Mondo.Per quanto riguarda i Papi, penso che Giovanni Paolo II si sia stato eccezionale, così come Giovanni XXIII; il loro impegno nel difendere i più deboli li rende figure di primo piano nella Storia, ben diversi dai farisei che Dante collocò (secondo me non a torto) all'Inferno. Attualmente, ho molta fiducia in Benedetto XVI, che era uomo di fiducia del Papa precedente (forse molti non saranno d'accordo con me).Forse la Chiesa oggi è troppo ricca, ma non dobbiamo dimenticare che le missioni e l'impegno della Chiesa per i poveri, costano. In molti casi la Chiesa si oppose efficacemente al potere (in alcuni casi politico, in altri... "non politico") laddove esso calpestava i diritti umani ed alcuni suoi ministri (come Monsignor Romero e Don Puglisi) pagarono le loro coraggiose scelte con la vita.Rispetto chi ha qualcosa (ed anche più di qualcosa) da ridire sulla Chiesa e su alcuni dei suoi ministri, perché sicuramente non hanno tutti i torti; tuttavia ci tenevo a dire la mia, affinché non si facesse di tutta l'erba un fascio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Fraccarli di botte
          sottoscrivo
        • Anonimo scrive:
          Re: Fraccarli di botte
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Dal primo all'ultimo



          Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che
          gli

          antinazisti, sia gli omosessuali che gli

          etero.

          Ti ricordo che i nazisti hanno sterminato 6
          milioni di ebrei, e che questi non hanno espresso
          le loro idee ma fatto violenza su delle persone.
          Fare del qualunquismo con i nazisti mettendoli
          sullo stesso piano di chi non è come loro è
          perlomeno
          idiota.Hai ragione.Peccato poi doverci tenere i comunisti, che ne hanno ammazzati 100/200 milioni allo stesso modo.Legnamo i nazisti e spariamo in testa ai comunisti.E che giustizia sia fatta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Fraccarli di botte
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Dal primo all'ultimo





            Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che

            gli


            antinazisti, sia gli omosessuali che gli


            etero.



            Ti ricordo che i nazisti hanno sterminato 6

            milioni di ebrei, e che questi non hanno
            espresso

            le loro idee ma fatto violenza su delle persone.

            Fare del qualunquismo con i nazisti mettendoli

            sullo stesso piano di chi non è come loro è

            perlomeno

            idiota.

            Hai ragione.
            Peccato poi doverci tenere i comunisti, che ne
            hanno ammazzati 100/200 milioni allo stesso
            modo.
            Legnamo i nazisti e spariamo in testa ai
            comunisti.
            E che giustizia sia fatta.Scusa, su che libri hai studiato? Sempre che tu l'abbia fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Fraccarli di botte
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            Dal primo all'ultimo







            Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti
            che


            gli



            antinazisti, sia gli omosessuali che gli



            etero.





            Ti ricordo che i nazisti hanno sterminato 6


            milioni di ebrei, e che questi non hanno

            espresso


            le loro idee ma fatto violenza su delle
            persone.


            Fare del qualunquismo con i nazisti mettendoli


            sullo stesso piano di chi non è come loro è


            perlomeno


            idiota.



            Hai ragione.

            Peccato poi doverci tenere i comunisti, che ne

            hanno ammazzati 100/200 milioni allo stesso

            modo.

            Legnamo i nazisti e spariamo in testa ai

            comunisti.

            E che giustizia sia fatta.

            Scusa, su che libri hai studiato? Sempre che tu
            l'abbia
            fatto.La popolazione mondiale potrebbe essere arrivata a 32 miliardi di persone se non ci fossero stati i comunisti! Miliardi e miliardi di bambini bolliti, conditi e mangiati!
        • Anonimo scrive:
          Re: Fraccarli di botte
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Dal primo all'ultimo



          Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che
          gli

          antinazisti, sia gli omosessuali che gli

          etero.

          Ti ricordo che i nazisti hanno sterminato 6
          milioni di ebrei, e che questi non hanno espresso
          le loro idee ma fatto violenza su delle persone.
          Fare del qualunquismo con i nazisti mettendoli
          sullo stesso piano di chi non è come loro è
          perlomeno
          idiota.Ti ricordo che i nazisti responsabili sopravvissuti alla guerra sono stati gia' processati e condannati durante il piu' che celebre processo di Norimberga, a seguito del quale furono impiccati i gerarchi nazisti sopravvissuti nell'immediato dopoguerra.Ti ricordo che le colpe non passano da una generazione all'altra e che le idee non sono crimini.Ti ricordo che gli autori di quei crimini di guerra non sono le stesse persone che oggi si limitano ad esprimersi, i neonazisti di oggi non hanno sterminato milioni di ebrei.Altrimenti dobbiamo censurare i francesi reazionari nazionalisti perche' sotto Napoleone hanno invaso tutta Europa ammazzando migliaia di innocenti, tra cui moltissimi italiani, stuprando e derubando appena possibile.Ti ricordo che quando questi neonazisti non si limitano ad esprimersi, giustamente tutelati dal diritto di espressione che vale per tutti o dovrebbe, ma compiono crimini, vanno arrestati e processati, ma solo allora.Ti ricordo che dobbiamo tenerli d'occhio per prevenire crimini, visti i precedenti del passato di persone con idee analoghe, ma che fino a che non compiono un crimine o ad una preparazione di crimine, tu e un nazista dovreste godere degli stessi diritti di espressione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Fraccarli di botte

            Altrimenti dobbiamo censurare i francesi
            reazionari nazionalisti perche' sotto Napoleone
            hanno invaso tutta Europa ammazzando migliaia di
            innocenti, tra cui moltissimi italiani, stuprando
            e derubando appena
            possibile.Ma non è stato Napoleone il primo Re d'Italia e suo il primo Regno d'Italia? il tricolore non l'ha portato Napoleone e la stessa idea di popolo italiano e di italiani non è nata sotto Napoleone?
          • Anonimo scrive:
            Re: Fraccarli di botte
            - Scritto da:


            Altrimenti dobbiamo censurare i francesi

            reazionari nazionalisti perche' sotto Napoleone

            hanno invaso tutta Europa ammazzando migliaia di

            innocenti, tra cui moltissimi italiani,
            stuprando

            e derubando appena

            possibile.

            Ma non è stato Napoleone il primo Re d'Italia e
            suo il primo Regno d'Italia? il tricolore non
            l'ha portato Napoleone e la stessa idea di popolo
            italiano e di italiani non è nata sotto
            Napoleone?Per diventare re e diffondere tanto entusiasmo ha fatto la guerra, e la sua guerra ha portato - per l'ennesima volta - un esercito che ha messo a ferro e fuoco l'Europa.
          • Anonimo scrive:
            Re: Fraccarli di botte

            Ma non è stato Napoleone il primo Re d'Italia
            e suo il primo Regno d'Italia? il tricolore
            non l'ha portato Napoleone e la stessa idea
            di popolo italiano e di italiani non è nata
            sotto Napoleone?assolutamente no: lo stato nazionale italiano è venuto cinquant'anni dopo napoleonel'idea di popolo italiano e di italiani era già viva in petrarca e machiavelli nel rinascimento, ma anche primal'unità di italia è stata possibile grazie all'alleanza del 1866 con la germania in funzione anti-austriaca prima, poi approfittando della guerra franco-tedesca del 1870 per conquistare roma presidiata dai soldati francesi chiamati dal papa per difendere i suoi territori dagli italianiche volevano roma capitalesei molto scarso a storia, come mai ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Fraccarli di botte
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Dal primo all'ultimo

        Come no? Picchiamoli tutti, sia i nazisti che gli
        antinazisti, sia gli omosessuali che gli
        etero.i transoni e i travoni no?
  • Anonimo scrive:
    mah...
    Che un covo digitale di balordi venga chiuso mi lascia abbastanza indifferente... Soltanto trovo singolare come, al contrario, fosse così di moda gridare allo scandalo quando ad essere nei guai era Indymedia.
    • Anonimo scrive:
      Re: mah...
      - Scritto da:
      Che un covo digitale di balordi venga chiuso mi
      lascia abbastanza indifferente... Soltanto trovo
      singolare come, al contrario, fosse così di moda
      gridare allo scandalo quando ad essere nei guai
      era
      Indymedia.Ottima osservazione. Questo dimostra che tutti siamo felici quando chiudono un sito che mostra opinioni contrarie alle nostre, ma siamo tutti pronti a stracciarci le vesti quando tocca a un sito che espone opinioni che condividiamo.
  • Cobra Reale scrive:
    Non censura, ma anticensura
    Polacchi ed Americani hanno fatto bene a chiudere quel sito, perché esso andava MOOOLTO oltre la libertà di espressione, arrivando addirittura a PROMUOVERE ESSO STESSO atti di MERA INTOLLERANZA ai danni di chi la pensava diversamente da loro. E le vittime di quei fanatici andavano tutelate nella loro libertà e nella loro privacy.Quindi, colpire quel sito neonazi non è stata una forma di censura ma di anticensura, nel pieno rispetto della dignità altrui.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2006 10.26-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Non censura, ma anticensura
      Esattissimo :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non censura, ma anticensura
      - Scritto da: Cobra Reale
      Polacchi ed Americani hanno fatto bene a chiudere
      quel sito, perché esso andava MOOOLTO oltre la
      libertà di espressione, arrivando addirittura a
      PROMUOVERE ESSO STESSO atti di MERA INTOLLERANZA
      ai danni di chi la pensava diversamente da loro.Sempre una opinione è. La differenza la fa la presenza dei dati personali sul sito. Se io dico: "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene applaudito,mentre io vengo censurato o arrestato.
      E le vittime di quei fanatici andavano tutelate
      nella loro libertà e nella loro
      privacy.Esatto. Potevano far rimuover i dati personali,invece che far chiudere il sito.
      Quindi, colpire quel sito neonazi non è stata una
      forma di censura ma di anticensura, nel pieno
      rispetto della dignità
      altrui.L'anticensura non può consistere in un atto di censura...un pò di logica per favore.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non censura, ma anticensura
        - Scritto da:
        Sempre una opinione è. La differenza la fa la
        presenza dei dati personali sul sito. Se io dico:
        "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i
        pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo
        dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene
        applaudito,mentre io vengo censurato o arrestato.

        No, perché omosessuali e pedofili sono due categorie distinte. Soprattutto essere omosessuali non provoca danni a bambini di pochi anni. Quindi non avete detto la stessa cosa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non censura, ma anticensura
        - Scritto da:

        - Scritto da: Cobra Reale

        Polacchi ed Americani hanno fatto bene a
        chiudere

        quel sito, perché esso andava MOOOLTO oltre la

        libertà di espressione, arrivando addirittura a

        PROMUOVERE ESSO STESSO atti di MERA INTOLLERANZA

        ai danni di chi la pensava diversamente da loro.

        Sempre una opinione è. La differenza la fa la
        presenza dei dati personali sul sito. Se io dico:
        "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i
        pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo
        dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene
        applaudito,mentre io vengo censurato o arrestato.




        E le vittime di quei fanatici andavano tutelate

        nella loro libertà e nella loro

        privacy.

        Esatto. Potevano far rimuover i dati
        personali,invece che far chiudere il
        sito.


        Quindi, colpire quel sito neonazi non è stata
        una

        forma di censura ma di anticensura, nel pieno

        rispetto della dignità

        altrui.

        L'anticensura non può consistere in un atto di
        censura...un pò di logica per
        favore.questa forma di logica è la TUA forma.spesso per avere tutti libertà bisogna limitare la libertà (se io sono libero di ucciderti, tu non sei libero di vivere, se io sono libero di prendere le tue cose, tu non sei libero di avere le tue cose, se io sono libero di prendere tutte le cose del mondo, gli altri abitanti del pianeta non sono liberi di fare altrettanto, se io sono libero di scorreggiare tu non sei libero di respirare aria pulita, se io sono libero di fumare tu non sei libero di non fumare nello stesso posto e costringi me a spostarmi... ecc ecc) e questo apparentemente è illogico.ad ogni modo dato che è bello pubblicare ( non dico a te ) i dati della gente, ora vorrei foto, nome e cognome delle persone di blodmerd così da poter rovinare un po' la vita a loro:) PACE E AMORE ;-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Non censura, ma anticensura

          spesso per avere tutti libertà bisogna limitare
          la libertà (se io sono libero di ucciderti, tu
          non sei libero di vivere, se io sono libero di
          prendere le tue cose, tu non sei libero di avere
          le tue cose, se io sono libero di prendere tutte
          le cose del mondo, gli altri abitanti del pianeta
          non sono liberi di fare altrettanto, se io sono
          libero di scorreggiare tu non sei libero di
          respirare aria pulita, se io sono libero di
          fumare tu non sei libero di non fumare nello
          stesso posto e costringi me a spostarmi... ecc
          ecc)

          e questo apparentemente è illogico.ma non è illogico, è così semplice! ma pare che alcune persone, per motivi oscuri, non ci arrivano a concepire questa cosa. Lo diceva pure Gesù (e tanti altri profeti) 2000 anni fa: Non fare agli altri ciò che non vuoi sia fatto a te.
      • Anonimo scrive:
        Re: Non censura, ma anticensura

        Sempre una opinione è. La differenza la fa la
        presenza dei dati personali sul sito. Se io dico:
        "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i
        pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo
        dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene
        applaudito,mentre io vengo censurato o arrestato.
        Hai ragione è lo stesso tipo di aggressione,solo che devi aggiungere: it's no good!! né contro gli omosessuali né contro i pedofili



        E le vittime di quei fanatici andavano tutelate

        nella loro libertà e nella loro

        privacy.Giustissimo

        Esatto. Potevano far rimuover i dati
        personali,invece che far chiudere il
        sito.No, perché come è stato giustamente fatto notare, l'aggressione è una forma di censura e va censurata
        L'anticensura non può consistere in un atto di
        censura...un pò di logica per
        favore.Censura chi censura è perfettamente logico. E' una dorma di anticensura nella misura che ciò che viene censurato è una censura. E l'aggressione è una forma censura. Forse non ti è chiaro che libertà di espressione e libertà di censura possono andare d'accordo. Che la libertà di espressione non significa abolizione della censura, ma limitazione della censura a tutte le forme di censura, tranne, appunto, la censura della censura. Se A nega B l'affermazione di B è negazione della negazione di B
        • Anonimo scrive:
          Re: Non censura, ma anticensura
          - Scritto da:



          Sempre una opinione è. La differenza la fa la

          presenza dei dati personali sul sito. Se io
          dico:

          "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i

          pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo

          dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene

          applaudito,mentre io vengo censurato o
          arrestato.



          Hai ragione è lo stesso tipo di aggressioneNon è la stessa cosa CA//O!!!! Essere omosessuale o con la pelle nera non fa male a nessuno!!! Ed è solo un caso che uno nasce qui o lì o con un certo DNA, saresti potuto nascere da altri genitori in altre parti del mondo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non censura, ma anticensura

        Sempre una opinione è. La differenza la fa la
        presenza dei dati personali sul sito. Se io dico:
        "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i
        pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo
        dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene
        applaudito,mentre io vengo censurato o arrestato.E questo è giusto, perchè come deve essere?Ma non vedi che le due cose sono differenti??Per te è la stessa cosa se durante cercare di ammazzare Hitler e cercare di ammazzare Einstein? Devi capire che nella vita tutte le azioni non sono equiparabili, alcune cose sono diverse perchè hanno un senso diverso!L'Odio razziale non ha nessuna giustificazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non censura, ma anticensura
          - Scritto da:


          Sempre una opinione è. La differenza la fa la

          presenza dei dati personali sul sito. Se io
          dico:

          "gli omosessuali vanno menati" e uno dice" i

          pedofili vanno menati" io e l'altro stiamo

          dicendo la stessa cosa, ma l'altro viene

          applaudito,mentre io vengo censurato o
          arrestato.


          E questo è giusto, perchè come deve essere?

          Ma non vedi che le due cose sono differenti??

          Per te è la stessa cosa se durante cercare di
          ammazzare Hitler e cercare di ammazzare Einstein?


          Devi capire che nella vita tutte le azioni non
          sono equiparabili, alcune cose sono diverse
          perchè hanno un senso
          diverso!

          L'Odio razziale non ha nessuna giustificazione.Non dare a qualcuno la possibilità di difendersi dalle accuse è comunque un delitto contro la persona, e non perché ogni persona sia uguale all'altra, quando sia o un Hitler o un Einstein, ma perché è la stessa persona di chi condanna con la sua razionalità ad essere offesa da una condanna senza appello. Se tu uccidi qualcuno senza un motivo fondato è la tua persona che perdedignità. Quindi è per conservare la nostra dignità che dovremmo rispettare gli altri, cercando di giudicarli in modo obiettivo anche quando il nostro odio vorrebbe ucciderli. In quel modo ci mettiamo esattamente sullo stesso piano, perché ciò che fa la differenza tra un criminale e un uomo degno di rispetto è la sua capacita e disponibilità a incontrare e a capire le ragioni e le intenzioni dell'altro. Per quanto riguarda invece le violazioni della legge ci sono i tribunali, non i processi sommari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non censura, ma anticensura
      Modificato dall' autore il 07 luglio 2006 10.26
      --------------------------------------------------approvo a sottoscrivo, ed è triste vedere che c'è gente in questo forum che ha perso il senso delle cose e della dignità umana, equiparando tutto e tutti sotto una libertà di fare e dire quel che gli pare. come diceva Gaber: "Libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione", e non può esserci partecipazione quando c'è odio.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Non censura, ma anticensura
      Se volevano fare qualcosa potevano obbligarli a rimuovere gli indirizzi e i dati personali delle persone che avevano coinvolto. Chiudere l'intero sito è stato un atto irresponsabile e criminale.Adesso hai un sacco di persone ancora più incazzate con ebrei/omosessuali/pedofili/blabla di quello che erano prima e dunque decisamente più pericolosi.Come effetto è altamente prevedibile che queste persone ora passino a comunicazione crittata, anonima ed irrintracciabile e che, forti di tale garanzia, incomincino a fare danni reali a persone reali. L'effetto della censura è sempre, a lungo andare, la violenza.
  • Anonimo scrive:
    Chi non vede la differenza
    tra la libertà di espressione e quella di aggressione, in genere propende per la seconda a scapito della primaChi si arroga il diritto di aggredire e incitare all'aggressione in genere tende a negare l'altrui libertà di espressione Chi estende la propria libertà di espressione alla propria libertà di aggressione con la stessa facilità estende la negazione della libertà di aggressione alla libertà di espressioneParlare male o malissimo degli omosessuali, (esempio: sono dei rottinculo leccamerda) è libertà di espressione, incitare alla violenza e all'aggressione (esempio: dobbiamo rompergli il culo) è libertà di aggressione e non può essere ammessa
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non vede la differenza
      La violazione della privacy è un'aggressione
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non vede la differenza
      - Scritto da:
      Chi si arroga il diritto di aggredire e incitare
      all'aggressione in genere tende a negare l'altrui
      libertà di espressionePossiamo anche essere in sintonia, almeno in via di principio, per quanto riguarda l'aggredire,ma l'incitamento è ormai considerato parte della libertà di espressione. Nessuno si scandalizza quando si incita a linciare i pedofili, gli stuprattori, gli assassini, dunque perché scandalizzarsi quando qualcuno fa lo stesso invito contro altre cattegorie?
      Parlare male o malissimo degli omosessuali,
      (esempio: sono dei rottinculo leccamerda) è
      libertà di espressione, incitare alla violenza e
      all'aggressione (esempio: dobbiamo rompergli il
      culo) è libertà di aggressione e non può essere
      ammessaE non si fa lo stesso contro molte altre persone? Quello che non va bene e accettare l'aggressione per alcuni gruppi e rifiutarla per altri.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi non vede la differenza

        possiamo anche essere in sintonia, almeno in via
        di principio, per quanto riguarda l'aggredire,ma
        l'incitamento è ormai considerato parte della
        libertà di espressione. Nessuno si scandalizza
        quando si incita a linciare i pedofili, gli
        stuprattori, gli assassini, dunque perché
        scandalizzarsi quando qualcuno fa lo stesso
        invito contro altre cattegorie?
        Io mi "scandalizzo" anche per le categorie da te citate, gli altri sbagliano a fare distinzioni. L'aggressione è un'aggressione.


        Parlare male o malissimo degli omosessuali,

        (esempio: sono dei rottinculo leccamerda) è

        libertà di espressione, incitare alla violenza e

        all'aggressione (esempio: dobbiamo rompergli il

        culo) è libertà di aggressione e non può essere

        ammessa

        E non si fa lo stesso contro molte altre persone?
        Quello che non va bene e accettare l'aggressione
        per alcuni gruppi e rifiutarla per altri.
        Giusto. Non accettiamola!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi non vede la differenza
      - Scritto da:
      tra la libertà di espressione e quella di
      aggressione, in genere propende per la seconda a
      scapito della
      prima

      Chi si arroga il diritto di aggredire e incitare
      all'aggressione in genere tende a negare l'altrui
      libertà di espressionesono daccordo


      Chi estende la propria libertà di espressione
      alla propria libertà di aggressione con la stessa
      facilità estende la negazione della libertà di
      aggressione alla libertà di
      espressione

      Parlare male o malissimo degli omosessuali,
      (esempio: sono dei rottinculo leccamerda) èvedi, anche questo secondo me è un'offesa ad una comunità di persone, tu puoi esprimere la tua opinione in modo meno violento, però alla fine pazienza
      libertà di espressione, incitare alla violenza e
      all'aggressione (esempio: dobbiamo rompergli il
      culo) è libertà di aggressione e non può essere
      ammessaquesto è da bloccare e da perseguire legalmente anche
  • Anonimo scrive:
    Mi stupisce...
    ...considerando che il governo polacco e' NAZISTA
  • Wakko Warner scrive:
    La libertà di espressione
    non include la possibilità di tormentare qualcuno.Quel sito ha tutto il diritto di esprimere le sue idee razziste e ha tutto il diritto di avere dei forum al riguardo, ma non ha il diritto di pubblicare dati personali di persone che non la pensano come loro al fine di tormentarle, intimidirle o peggio.Una cosa è dire "a me fanno schifo i gay", un'altra cosa è dare nome, cognome, indirizzo di qualcuno nella speranza che qualche folle vada a scaricare la sua rabbia su questa persona.Un po' come questi pazzi http://www.youtube.com/watch?v=Ns-kPDVXACE che se ne vanno in giro per i funerali a tormentare i parenti degli omosessuali morti con cartelli del tipo "È all'inferno", "Dio odia i froci", ecc. Questo è *tormentare*, non è "libertà di espressione" come non è "libertà di espressione" picchiare qualcuno o uccidere qualcuno.È triste vedere delle persone che si approfittano della libertà che hanno per fare violenza perché questo, a lungo andare, finisce sempre con un limitare la libertà a tutti, anche a coloro che violenza non ne hanno mai fatta.
    • Cobra Reale scrive:
      Re: La libertà di espressione
      Completamente d'accordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: La libertà di espressione
      - Scritto da: Wakko Warner
      non include la possibilità di tormentare qualcuno.daccordo
      Quel sito ha tutto il diritto di esprimere le sue
      idee razziste e ha tutto il diritto di avere dei
      forum al riguardo, ma non ha il diritto di
      pubblicare dati personali di persone che non la
      pensano come loro al fine di tormentarle,
      intimidirle o
      peggio.non solo, secondo me non ha neanche il diritto di esprimere le sue idee!!! ma che siamo diventati matti??? al giorno d'oggi dietro alla "libertà di espressione" si rifugia tutta la peggiore feccia umana, il razzismo non è un valore, non ha nessun lato positivo, non ha nessun motivo di esistere, neanche scientificamente se metti a confronto il DNA di un africano, un italiano, un cinese, un norvegese, c'è lo stesso patrimonio di cromosomi, quindi secondo me questa cosa del razzismo "colorato" di libertà di espressione non ci deve proprio essere!
      Una cosa è dire "a me fanno schifo i gay",Una cosa è pensarlo e dirlo un tuo amico, un'altra è incitare all'odio altre persone e fomentare atteggiamenti intolleranti.
      un'altra cosa è dare nome, cognome, indirizzo di
      qualcuno nella speranza che qualche folle vada a
      scaricare la sua rabbia su questa
      persona.questo non esiste proprio.

      Un po' come questi pazzi
      http://www.youtube.com/watch?v=Ns-kPDVXACE che se
      ne vanno in giro per i funerali a tormentare i
      parenti degli omosessuali morti con cartelli del
      tipo "È all'inferno", "Dio odia i froci", ecc.l'ho visto, sono rimasto così: :| :| :| questi fanno come bin laden, distorcono il messaggio delle sacre scritture in maniera fondamentalista, di solito basta leggergli qualche altro passo per farli cadere in contraddizione.
      • Cobra Reale scrive:
        Re: La libertà di espressione
        Stavo pensando ad un passo della canzone "Anni 90" degli Articolo 31, quando dicono: "i liberatori picchiano i barboni in nome di Gesù". Forse, gli Articolo 31 si riferivano a fanatici del genere.Chi l'ha detto che dobbiamo aspettare il 2030?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 luglio 2006 10.12-----------------------------------------------------------
      • Zuljin scrive:
        Re: La libertà di espressione
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner

        non include la possibilità di tormentare
        qualcuno.


        daccordo


        Quel sito ha tutto il diritto di esprimere le
        sue

        idee razziste e ha tutto il diritto di avere dei

        forum al riguardo, ma non ha il diritto di

        pubblicare dati personali di persone che non la

        pensano come loro al fine di tormentarle,

        intimidirle o

        peggio.


        non solo, secondo me non ha neanche il diritto di
        esprimere le sue idee!!! ma che siamo diventati
        matti??? al giorno d'oggi dietro alla "libertà di
        espressione" si rifugia tutta la peggiore feccia
        umana, il razzismo non è un valore, non ha nessun
        lato positivo, non ha nessun motivo di esistere,
        neanche scientificamente se metti a confronto il
        DNA di un africano, un italiano, un cinese, un
        norvegese, c'è lo stesso patrimonio di cromosomi,
        quindi secondo me questa cosa del razzismo
        "colorato" di libertà di espressione non ci deve
        proprio
        essere![...]Premetto che condanno il comportamento e le idee di queste persone tanto quanto voi, vorrei farti riflettere sulla necessità di avere una libertà di espressione assoluta. Se questa non esistesse dovremmo in qualche modo distinguere le idee "accettabili" da quelle "non accettabili", automaticamente quindi dei nostri "rappresentanti" dovrebbero decidere per noi cosa possiamo pensare e cosa no.Stai cominciando a intravedere il pericolo?Purtroppo non abbiamo una verità assoluta da consultare quando ci fa comodo, per questo esiste la democrazia, così basta metterla ai voti e prendere per buona la verità più diffusa (con tutti i vantaggi e i problemi che questo sistema comporta).Alla fine, l'unico metodo per essere sicuri di non essere colpiti (anche se innocenti), è vietare di colpire.
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà di espressione

          Premetto che condanno il comportamento e le idee
          di queste persone tanto quanto voi, vorrei farti
          riflettere sulla necessità di avere una libertà
          di espressione assoluta. Se questa non esistesse
          dovremmo in qualche modo distinguere le idee
          "accettabili" da quelle "non accettabili",
          automaticamente quindi dei nostri
          "rappresentanti" dovrebbero decidere per noi cosa
          possiamo pensare e cosa
          no.

          Stai cominciando a intravedere il pericolo?capisco cosa intendi, ma secondo me allo stesso tempo non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, in un senso o nell'altro, ne la censura, ne l'assoluta libertà totale di dire quello che si vuole, quando c'è qualcosa che va palesemente contro ogni buon senso non deve passare, dimmi cosa c'è di positivo nel razzismo o un quasiasi motivo valido per cui uno dovrebbe perseguirlo e diffonderlo.
          Purtroppo non abbiamo una verità assoluta da
          consultare quando ci fa comodo, per questo esiste
          la democrazia, così basta metterla ai voti e
          prendere per buona la verità più diffusa (con
          tutti i vantaggi e i problemi che questo sistema
          comporta).Si ma questa è una sottigliezza troppo generica, tutto quel che riguarda l'odio razziale e str0nz4te simili non è suscettibile ad una consultazione di verità appurate ecc.
          Alla fine, l'unico metodo per essere sicuri di
          non essere colpiti (anche se innocenti), è
          vietare di
          colpire.ma vietare di colpire vuole anche dire vietare che un gruppo di esauriti esaltati inneggi pubblicamente al razzismo o al nazismo
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            ....
            ..... quando c'è qualcosa che va palesemente
            contro ogni buon senso non deve passare, dimmi
            cosa c'è di positivo nel razzismo o un quasiasi
            motivo valido per cui uno dovrebbe perseguirlo e
            diffonderlo.Se il razzista non può parlare tu non puoi convincerti di quello che c'è di buono. Quindi siamo già nella dittatura. Perfino la chiesa non condanna l'omosessualità, ma condanna i rapporti sessuali tra omosessuali. Come si può essere omosessuali e cristtiani cattolici si può essere razzisti e nello stesso tempo liberali.
            tutto quel che riguarda l'odio razziale e
            str0nz4te simili non è suscettibile ad una
            consultazione di verità appurate
            ecc.Sbagli. Spiegami i motivi. L'odio e l'incitamento all'odio inteso come violenza è una cosa, un giudizio di valore (anche sulle razze) è un'altra cosa.



            Alla fine, l'unico metodo per essere sicuri di

            non essere colpiti (anche se innocenti), è

            vietare di

            colpire.

            ma vietare di colpire vuole anche dire vietare
            che un gruppo di esauriti esaltati inneggi
            pubblicamente al razzismo o al
            nazismoSe è un nazismo epurato dall'incitamento alla violenza allora può andare bene anche quello. In questo caso hanno probabilmente fatto bene a censurare.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            ....

            ..... quando c'è qualcosa che va palesemente

            contro ogni buon senso non deve passare, dimmi

            cosa c'è di positivo nel razzismo o un quasiasi

            motivo valido per cui uno dovrebbe perseguirlo e

            diffonderlo.

            Se il razzista non può parlare tu non puoi
            convincerti di quello che c'è di buono.cosa può esserci di buono nel razzismo, su fammi un esempio.
            Quindi
            siamo già nella dittatura.si, e con te siamo nell'anarchia dove il primo esaltato fa quel che gli pare ai più deboli.
            Perfino la chiesa non
            condanna l'omosessualità, ma condanna i rapporti
            sessuali tra omosessuali. Come si può essere
            omosessuali e cristtiani cattolici si può essere
            razzisti e nello stesso tempo
            liberali.Questa che hai detto è una gran str. e una contraddizione in termini, cioè odi persone nate in un'altra zona del mondo (TUTTI LORO) ma sei al contempo liberale... anche per fargli sposare tua figlia? Lavorare nella tua azienda? Mah... Scusami ma non ho null'altro da dire su questo argomento, non si può instaurare un dialogo con queste basi.
            Sbagli. Spiegami i motivi. L'odio e l'incitamento
            all'odio inteso come violenza è una cosa, un
            giudizio di valore (anche sulle razze) è un'altra
            cosa.Allora fammi un giudizio di valore su un'altra razza che giustifichi l'odio razziale, ti prego.
          • Zuljin scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:


            Premetto che condanno il comportamento e le idee

            di queste persone tanto quanto voi, vorrei farti

            riflettere sulla necessità di avere una libertà

            di espressione assoluta. Se questa non esistesse

            dovremmo in qualche modo distinguere le idee

            "accettabili" da quelle "non accettabili",

            automaticamente quindi dei nostri

            "rappresentanti" dovrebbero decidere per noi
            cosa

            possiamo pensare e cosa

            no.



            Stai cominciando a intravedere il pericolo?

            capisco cosa intendi, ma secondo me allo stesso
            tempo non bisogna fare di tutta l'erba un fascio,
            in un senso o nell'altro, ne la censura, ne
            l'assoluta libertà totale di dire quello che si
            vuole, quando c'è qualcosa che va palesemente
            contro ogni buon senso non deve passare, dimmi
            cosa c'è di positivo nel razzismo o un quasiasi
            motivo valido per cui uno dovrebbe perseguirlo e
            diffonderlo.Beh, il razzismo non va contro il LORO buon senso, e LORO ci vedono qualcosa di buono. Dal LORO punto di vista siamo noi che sbagliamo e dovremmo fare come dicono loro.Io, tu e tutti quanti alla fine siamo sempre singoli individui la cui opinione conta sempre allo stesso modo.


            Purtroppo non abbiamo una verità assoluta da

            consultare quando ci fa comodo, per questo
            esiste

            la democrazia, così basta metterla ai voti e

            prendere per buona la verità più diffusa (con

            tutti i vantaggi e i problemi che questo sistema

            comporta).


            Si ma questa è una sottigliezza troppo generica,
            tutto quel che riguarda l'odio razziale e
            str0nz4te simili non è suscettibile ad una
            consultazione di verità appurate
            ecc.Se tu hai un sistema scientifico e infallibile per stabilire a priori cosa è giusto e cosa è sbagliato allora proponilo. Dire che va "palesemente contro ogni buon senso" non basta purtroppo.

            Alla fine, l'unico metodo per essere sicuri di

            non essere colpiti (anche se innocenti), è

            vietare di

            colpire.

            ma vietare di colpire vuole anche dire vietare
            che un gruppo di esauriti esaltati inneggi
            pubblicamente al razzismo o al
            nazismo Oppure potrebbe voler dire vietare esattamente l'opposto.I cittadini hanno l'obbligo di rispettare la legge, non di essere anche daccordo con essa, perchè altrimenti le leggi non cambierebbero mai.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da: Zuljin

            - Scritto da:




            Premetto che condanno il comportamento e le
            idee


            di queste persone tanto quanto voi, vorrei
            farti


            riflettere sulla necessità di avere una
            libertà


            di espressione assoluta. Se questa non
            esistesse


            dovremmo in qualche modo distinguere le idee


            "accettabili" da quelle "non accettabili",


            automaticamente quindi dei nostri


            "rappresentanti" dovrebbero decidere per noi

            cosa


            possiamo pensare e cosa


            no.





            Stai cominciando a intravedere il pericolo?



            capisco cosa intendi, ma secondo me allo stesso

            tempo non bisogna fare di tutta l'erba un
            fascio,

            in un senso o nell'altro, ne la censura, ne

            l'assoluta libertà totale di dire quello che si

            vuole, quando c'è qualcosa che va palesemente

            contro ogni buon senso non deve passare, dimmi

            cosa c'è di positivo nel razzismo o un quasiasi

            motivo valido per cui uno dovrebbe perseguirlo e

            diffonderlo.

            Beh, il razzismo non va contro il LORO buon
            senso, e LORO ci vedono qualcosa di buono. Dal
            LORO punto di vista siamo noi che sbagliamo e
            dovremmo fare come dicono
            loro.
            Io, tu e tutti quanti alla fine siamo sempre
            singoli individui la cui opinione conta sempre
            allo stesso
            modo.Se LORO sono malati e LORO vogliono sterminare tutti i calvi del mondo, non vuol dire che NOI dobbiamo stare a guardare inermi!Se un serial killer, per io SUO punto di vista, prova piacere a torturare bambini non vuol dire che sia una cosa giusta! Sbaglio?
            Se tu hai un sistema scientifico e infallibile
            per stabilire a priori cosa è giusto e cosa è
            sbagliato allora proponilo. Dire che va
            "palesemente contro ogni buon senso" non basta
            purtroppo.Quel principio di chiama "etica", "rispetto", "dignità".
          • Zuljin scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:

            - Scritto da: Zuljin



            - Scritto da:






            Premetto che condanno il comportamento e le

            idee



            di queste persone tanto quanto voi, vorrei

            farti



            riflettere sulla necessità di avere una

            libertà



            di espressione assoluta. Se questa non

            esistesse



            dovremmo in qualche modo distinguere le idee



            "accettabili" da quelle "non accettabili",



            automaticamente quindi dei nostri



            "rappresentanti" dovrebbero decidere per noi


            cosa



            possiamo pensare e cosa



            no.







            Stai cominciando a intravedere il pericolo?





            capisco cosa intendi, ma secondo me allo
            stesso


            tempo non bisogna fare di tutta l'erba un

            fascio,


            in un senso o nell'altro, ne la censura, ne


            l'assoluta libertà totale di dire quello che
            si


            vuole, quando c'è qualcosa che va palesemente


            contro ogni buon senso non deve passare, dimmi


            cosa c'è di positivo nel razzismo o un
            quasiasi


            motivo valido per cui uno dovrebbe
            perseguirlo
            e


            diffonderlo.



            Beh, il razzismo non va contro il LORO buon

            senso, e LORO ci vedono qualcosa di buono. Dal

            LORO punto di vista siamo noi che sbagliamo e

            dovremmo fare come dicono

            loro.

            Io, tu e tutti quanti alla fine siamo sempre

            singoli individui la cui opinione conta sempre

            allo stesso

            modo.

            Se LORO sono malati e LORO vogliono sterminare
            tutti i calvi del mondo, non vuol dire che NOI
            dobbiamo stare a guardare
            inermi! Beh, nessuno sta parlando di permettergli di farlo innanzitutto, solo di poter esprimenre le proprie idee. Se una persona ha delle opinioni queste possono essere perverse quanto vuoi, non puoi mica obbligarlo a cambiarle, tuttalpiù puoi provare a farlo "ragionare".
            Se un serial killer, per io SUO punto di vista,
            prova piacere a torturare bambini non vuol dire
            che sia una cosa giusta!
            Sbaglio?Giusto per chi? Per me? Assoltuamente no.Per lui? probabilmente si.Le sue idee vanno contro valori che ritengo fondamentali? certo.Questo vuol dire che lui non abbia il diritto di DIRE ciò che pensa? secondo me no.Il punto è proprio questo, non c'è bisogno di essere "nel giusto" per poter dire cosa si pensa, sia perchè ogni uomo può pensare quello che gli pare, sia perchè quel "nel giusto" è una definizione troppo vaga perchè un sistema del genere possa venire usato dalla legge senza cadere nell'abuso.

            Se tu hai un sistema scientifico e infallibile

            per stabilire a priori cosa è giusto e cosa è

            sbagliato allora proponilo. Dire che va

            "palesemente contro ogni buon senso" non basta

            purtroppo.


            Quel principio di chiama "etica", "rispetto",
            "dignità".Tutti valori belli, ma chi può stabilire ESATTAMENTE cosa è "etico" e cosa no? Io? Tu? Loro? Il governo? Il senso comune?Nessuno di noi è la bocca della verità, neppure per le cose più semplici e banali, o almeno, io la penso così.
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà di espressione
          [ ... ]
          Purtroppo non abbiamo una verità assoluta da
          consultare quando ci fa comodo, per questo esiste
          la democrazia, così basta metterla ai voti e
          prendere per buona la verità più diffusa (con
          tutti i vantaggi e i problemi che questo sistema
          comporta).

          Alla fine, l'unico metodo per essere sicuri di
          non essere colpiti (anche se innocenti), è
          vietare di
          colpire.D'accordo su tutto tranne sulla tua idea di democrazia. La democrazia non è la panacea delle ingiustizie sociali, per cui basta andare a votare e hai fatto il tuo dovere di cittadino onesto... Non funziona così. La democrazia è piena di insidie e esattamente come la dittatura ed è semplicemente una possibilità in più per far valere i diritti, ma ciò non accade automaticamente andando a votare.
          • Zuljin scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            [ ... ]

            Purtroppo non abbiamo una verità assoluta da

            consultare quando ci fa comodo, per questo
            esiste

            la democrazia, così basta metterla ai voti e

            prendere per buona la verità più diffusa (con

            tutti i vantaggi e i problemi che questo sistema

            comporta).



            Alla fine, l'unico metodo per essere sicuri di

            non essere colpiti (anche se innocenti), è

            vietare di

            colpire.

            D'accordo su tutto tranne sulla tua idea di
            democrazia. La democrazia non è la panacea delle
            ingiustizie sociali, per cui basta andare a
            votare e hai fatto il tuo dovere di cittadino
            onesto... Non funziona così. La democrazia è
            piena di insidie e esattamente come la dittatura
            ed è semplicemente una possibilità in più per far
            valere i diritti, ma ciò non accade
            automaticamente andando a
            votare.Il discorso era volutamene semplificato per mettere in evidenza che in una democrazia è il popolo a decidere chi votare, non il governo a decidere chi può essere votato.
      • Anonimo scrive:
        Re: La libertà di espressione
        - Scritto da:
        non solo, secondo me non ha neanche il diritto di
        esprimere le sue idee!!! ma che siamo diventati
        matti??? al giorno d'oggi dietro alla "libertà di
        espressione" si rifugia tutta la peggiore feccia
        umana, il razzismo non è un valore, non ha nessun
        lato positivo, non ha nessun motivo di esistere,E allora? Se accetti che tutte le opinioni hanno lo stesso diritto di esistere ed essere espresse accetti automaticamente anche il diritto dei razzisti di dire la loro. Sennò devi per forza concludere che non tutte le opinioni sono uguali, che non tutte le religioni hanno la stessa importanza,che esistono civiltà e culture superiori ad altre, che esistono comportamenti sessuali sbagliati,ecc ecc ecc.
        neanche scientificamente se metti a confronto il
        DNA di un africano, un italiano, un cinese, un
        norvegese, c'è lo stesso patrimonio di cromosomi,Tutto giusto,ma a parte che non conosciamo i ragionamenti di quelli del sito chiuso, il problema non è se le loro teorie sono confutabili oppure no, ma se hanno o no il diritto di esprimerle.
        quindi secondo me questa cosa del razzismo
        "colorato" di libertà di espressione non ci deve
        proprio
        essere!Non è "colorato di libertà di espressione",ma parte stessa della libertà di espressione. Il tuo è un giudizio di merito(il razzismo fa schifo) esattamente come quello dei razzisiti(gli omosessuali fanno schifo); se non c'è la Verità, se tutte le opinioni hanno lo stesso valore, non c'è possibilità di distinguere tra la tua opinione e quella dei razzisiti.Tutto qui.
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà di espressione

          E allora? Se accetti che tutte le opinioni hanno
          lo stesso diritto di esistere ed essere espresse
          accetti automaticamente anche il diritto dei
          razzisti di dire la loro.NO, io non accetto chi esprime gratuitamente ODIO, come la mettiamo?
          Sennò devi per forza
          concludere che non tutte le opinioni
          sono uguali,certo che non sono uguali! stiamo parlando di ODIO RAZZIALE, non so se ti suona bene questa parola.
          che non tutte le religioni hanno la stessa
          importanza,che esistono civiltà e culture
          superiori ad altre, che esistono comportamenti
          sessuali sbagliati,ecc ecc ecc.che c'entra l'importanza, qui si parla di rispetto della persona e della dignità umana!
          Tutto giusto,ma a parte che non conosciamo i
          ragionamenti di quelli del sito chiuso, il
          problema non è se le loro teorie sono confutabili
          oppure no, ma se hanno o no il diritto di
          esprimerle.Secondo me nessun sano di mente si metterebbe mai a scrivere qualcosa inneggiando all'odio razziale o sessuale, tu che dici? Vogliamo giustificare tutto? Quel grande di Tiziano Terzani diceva che al giorno d'oggi, con la distorsione che c'è nel mondo, gli americani giustificano pure la tortura, tu come la pensi?
          Non è "colorato di libertà di espressione",ma
          parte stessa della libertà di espressione. Il tuo
          è un giudizio di merito(il razzismo fa schifo)
          esattamente come quello dei razzisiti(gli
          omosessuali fanno schifo); se non c'è la Verità,
          se tutte le opinioni hanno lo stesso valore, non
          c'è possibilità di distinguere tra la tua
          opinione e quella dei razzisiti.Tutto
          qui.Purtroppo non è tutto qui, perchè se vogliamo mettere sullo stesso piano il razzista naziskin con madre teresa di calcutta, fai pure, ma questo è nichilismo, è lo sprofondare della società, dov'è l'etica di comportamento? i valori basilari? l'uguaglianza e il rispetto?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            NO, io non accetto chi esprime gratuitamente
            ODIO, come la
            mettiamo?Che ti metti il cuore in pace.
            certo che non sono uguali! stiamo parlando di
            ODIO RAZZIALE, non so se ti suona bene questa
            parola.Può suonare come ti pare, è irrilevante.
            che c'entra l'importanza, qui si parla di
            rispetto della persona e della dignità
            umana!Questo non giustifica in nessun modo la censura.
            Secondo me nessun sano di mente si metterebbe mai
            a scrivere qualcosa inneggiando all'odio razziale
            o sessuale, tu che dici? Vogliamo giustificareQuindi chiunque non la pensi come te è un "malato di mente"? In base a quali prove scientifiche?
            tutto? Quel grande di Tiziano Terzani diceva che
            al giorno d'oggi, con la distorsione che c'è nel
            mondo, gli americani giustificano pure la
            tortura, tu come la
            pensi?Che la tortura è qualcosa che umilia, tormenta e danneggia qualcuno, un'idea invece no.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            NO, io non accetto chi esprime gratuitamente

            ODIO, come la

            mettiamo?

            Che ti metti il cuore in pace.io non me lo metto il cuore in pace ma vedo che tu hai fatto presto


            certo che non sono uguali! stiamo parlando di

            ODIO RAZZIALE, non so se ti suona bene questa

            parola.

            Può suonare come ti pare, è irrilevante.allora incitiamo all'odio razziale liberamente, che bel mondo di merda


            che c'entra l'importanza, qui si parla di

            rispetto della persona e della dignità

            umana!

            Questo non giustifica in nessun modo la censura.


            Secondo me nessun sano di mente si metterebbe
            mai

            a scrivere qualcosa inneggiando all'odio
            razziale

            o sessuale, tu che dici? Vogliamo giustificare

            Quindi chiunque non la pensi come te è un "malato
            di mente"? In base a quali prove
            scientifiche?


            tutto? Quel grande di Tiziano Terzani diceva che

            al giorno d'oggi, con la distorsione che c'è nel

            mondo, gli americani giustificano pure la

            tortura, tu come la

            pensi?

            Che la tortura è qualcosa che umilia, tormenta e
            danneggia qualcuno, un'idea invece
            no.certo, finchè te la tieni per te e ne parli con i tuoi amici
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:

            Che ti metti il cuore in pace.

            io non me lo metto il cuore in pace ma vedo che
            tu hai fatto prestoCerto, è l'unica risposta che ti si può dare. Non era difficile formularla.

            Può suonare come ti pare, è irrilevante.
            allora incitiamo all'odio razziale
            liberamente,
            che bel mondo di
            merdaIl mondo è bello perché è vario.
            certo, finchè te la tieni per te e ne parli con i
            tuoi
            amiciE loro questo stavano facendo, ne stavano parlando fra amici.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:


            Che ti metti il cuore in pace.



            io non me lo metto il cuore in pace ma vedo che

            tu hai fatto presto

            Certo, è l'unica risposta che ti si può dare. Non
            era difficile
            formularla.



            Può suonare come ti pare, è irrilevante.

            allora incitiamo all'odio razziale

            liberamente,

            che bel mondo di

            merda

            Il mondo è bello perché è vario.


            certo, finchè te la tieni per te e ne parli con
            i

            tuoi

            amici

            E loro questo stavano facendo, ne stavano
            parlando fra
            amici.in un sito web raggiungibile da tutto il mondo, pubblicando indirizzi e numeri di persone... molto privata come situazione non c'è che dire
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            in un sito web raggiungibile da tutto il mondo,
            pubblicando indirizzi e numeri di persone...
            molto privata come situazione non c'è che
            direCome ho già detto mille volte, hanno sbagliato a pubblicare tali dati. Bastava rimuovere quelli.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            oltre ke pedo sei pure nazi
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            **********************Che ci vuoi fare, cose che capitano.
      • Anonimo scrive:
        Re: La libertà di espressione
        - Scritto da:
        non solo, secondo me non ha neanche il diritto di
        esprimere le sue idee!!! ma che siamo diventati
        matti??? al giorno d'oggi dietro alla "libertà di
        espressione" si rifugia tutta la peggiore feccia
        umana, il razzismo non è un valore, non ha nessun
        lato positivo, non ha nessun motivo di esistere,E allora? Se accetti che tutte le opinioni hanno lo stesso diritto di esistere ed essere espresse accetti automaticamente anche il diritto dei razzisti di dire la loro. Sennò devi per forza concludere che non tutte le opinioni sono uguali, che non tutte le religioni hanno la stessa importanza,che esistono civiltà e culture superiori ad altre, che esistono comportamenti sessuali sbagliati,ecc ecc ecc.
        neanche scientificamente se metti a confronto il
        DNA di un africano, un italiano, un cinese, un
        norvegese, c'è lo stesso patrimonio di cromosomi,Tutto giusto,ma a parte che non conosciamo i ragionamenti di quelli del sito chiuso, il problema non è se le loro teorie sono confutabili oppure no, ma se hanno o no il diritto di esprimerle.
        quindi secondo me questa cosa del razzismo
        "colorato" di libertà di espressione non ci deve
        proprio
        essere!Non è "colorato di libertà di espressione",ma parte stessa della libertà di espressione. Il tuo è un giudizio di merito(il razzismo fa schifo) esattamente come quello dei razzisiti(gli omosessuali fanno schifo); se non c'è la Verità, se tutte le opinioni hanno lo stesso valore, non c'è possibilità di distinguere tra la tua opinione e quella dei razzisti.Tutto qui.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: La libertà di espressione
        - Scritto da:
        non solo, secondo me non ha neanche il diritto di
        esprimere le sue idee!!! ma che siamo Su questo non sono affatto d'accordo.Devono avere la stessa libertà tua di esprimere le tue idee.
        diventati
        matti??? al giorno d'oggi dietro alla "libertà
        di
        espressione" si rifugia tutta la peggiore feccia
        umana,Se tu fossi uno di loro probabilmente non la penseresti così.Non esistono i valori assoluti, così come non esiste la "morale comune". Sono tutti concetti inventati per imporre le idee di una parte sopra un'altra né più né meno di quanto accadeva ai tempi dei Nazisti.Ai tempi del Nazismo essere amico di un ebreo era come per noi oggi essere amico di un terrorista. C'erano persone anche allora che ritenevano che gli ebrei e gli amici degli ebrei non dovessero poter esprimere le loro opinioni e portavano le tue stesse motivazioni.L'assolutismo, concetto tanto caro a Ratzinger, è una delle peggiori piaghe della storia umana. Ha causato guerre, crimini senza pari, odio, morti, feriti, dolore... eppure anche oggi c'è chi lo propaganda e chi lo considera un "valore"... ma non mi vedrai mai in piazza a dire che Ratzy dovrebbe essere rinchiuso pur sia una delle poche persone che disprezzo con tutto il cuore.
        il razzismo non è un valore, non ha nessunIl razzismo *per me* e *per te* non è un valore, per altre persone evidentemente lo è. Finché queste persone non fanno del male a nessuno _devono_ avere il diritto di manifestare le loro idee, indipendentemente da quali idee esse siano.
        lato positivo, In realtà ha diversi lati positivi (non tutto ciò che dicono è sbagliato a priori), il problema è che i lati negativi sono di qualche magnitudine peggiori dei positivi.Serve equilibrio nelle cose, il bene assoluto così come il male assoluto non esistono e cercare di "raggiungerli" non può portare ad altro che a situazioni assurde, pericolose e criminali.
        non ha nessun motivo di esistere,Questo lo dici tu, evidentemente per loro è importante.
        neanche scientificamente se metti a confronto il
        DNA di un africano, un italiano, un cinese, un
        norvegese, c'è lo stesso patrimonio di cromosomi,
        quindi secondo me questa cosa del razzismo
        "colorato" di libertà di espressione non ci deve
        proprio
        essere!La scienza con le idee non ha nulla a che fare.

        Una cosa è dire "a me fanno schifo i gay",
        Una cosa è pensarlo e dirlo un tuo amico,
        un'altra è incitare all'odio altre persone e
        fomentare atteggiamenti
        intolleranti.Tu chiami questo "incitare all'odio", io lo chiamo "comunicare agli altri le proprie idee".Secondo te (e secondo me) le loro idee sono sbagliate, potenzialmente pericolose, ma io non posso decidere se un'idea è sbagliata o meno e nessuno lo può fare. Meglio neanche provarci.Se si incomincia col censurare certe idee si finisce sempre col censurarne altre e alla fine si riterrà accettabile censurare qualsiasi cosa.La censura è l'arma dei deboli, di coloro che non hanno argomenti per ribattere, di coloro che SANNO di essere nel torto.
        l'ho visto, sono rimasto così: :| :| :| Non è la prima volta che vedo cose simili purtroppo.
        questi fanno come bin laden, distorcono il
        messaggio delle sacre scritture in maniera
        fondamentalista, di solito basta leggergli
        qualche altro passo per farli cadere in
        contraddizione.Pur tuttavia hanno il diritto di esprimere le loro sciocche idee... quello che non devono poter fare è tormentare qualcuno.
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà di espressione
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da:

          non solo, secondo me non ha neanche il diritto
          di

          esprimere le sue idee!!! ma che siamo

          Su questo non sono affatto d'accordo.
          Devono avere la stessa libertà tua di esprimere
          le tue
          idee.Vedi le risposte precedenti, rispondo a questioni simili.Io non sono daccordo quando queste idee hanno a che fare con l'ODIO RAZZIALE, l'annullamento della persona e il mancato rispetto dei valori quali il rispetto e la dignità di ogni individuo.
          Se tu fossi uno di loro probabilmente non la
          penseresti
          così.
          Non esistono i valori assoluti, così come non
          esiste la "morale comune". Sono tutti concetti
          inventati per imporre le idee di una parte sopra
          un'altra né più né meno di quanto accadeva ai
          tempi dei
          Nazisti.Secondo me invece esistono valori assoluti, quali il non far male agli altri, non limitare la libertà altrui, non disturbare verbalmente o con azioni sbagliate il prossimo. E comunque la legge prevede dei limiti, per esempio in italia c'è il vilipendio delle cariche istituzionali e della bandiera, ecc-
          Ai tempi del Nazismo essere amico di un ebreo era
          come per noi oggi essere amico di un terrorista.
          C'erano persone anche allora che ritenevano che
          gli ebrei e gli amici degli ebrei non dovessero
          poter esprimere le loro opinioni e portavano le
          tue stesse
          motivazioni.Ma che dici????? Sei fuori???? Cioè mi stai dando del Nazista???? :| Senti vacci piano con i termini eh? Ma leggi quello che scrivo?? IO PARLO DI RISPETTO DELLA PERSONA E DIGNITA' UMANA, SE IO FOSSI STATO HITLER QUELLO NON SAREBBE MAI SUCCESSO PERCHE' PER COME LA VEDO E' ESTRAMENTE IDIOTA E STUPIDO GIUDICARE QUALCUNO PERCHE' HA UN COLORE DELLA PELLE O PERCHE' E' NATO IN UNA CERTA FAMIGLIA. CHIARO????
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            Vedi le risposte precedenti, rispondo a questioni
            simili.Si, rispondi, in modo sbagliato.
            Io non sono daccordo quando queste idee hanno a
            che fare con l'ODIO RAZZIALE, l'annullamento
            della persona e il mancato rispetto dei valori
            quali il rispetto e la dignità di ogni
            individuo.Finché non fanno male a nessuno hanno il diritto di dire tutto quello che gli passa per la mente. Le tue ragioni sono del tutto, assolutamente e totalmente irrilevanti.
            Secondo me invece esistono valori assoluti, No, non esistono. Ogni cultura ha i suoi valori che possono essere in tutto o in parte diversi dai valori di altre culture.
            quali
            il non far male agli altri, non limitare la
            libertà altrui, non disturbare verbalmente o Interessante. Secondo te "non limitare la libertà altrui" è un valore assoluto, tuttavia non ci penseresti su due minuti prima di limitare la libertà di questi individui di esprimere la propria opinione. Evidentemente tu e io abbiamo concetti di libertà diversi o forse tu immagini che la tua libertà sia più importante della libertà degli altri.
            con
            azioni sbagliate il prossimo. E comunque la Ti ho già detto, finché non tormentano nessuno non stanno facendo nulla di quanto hai detto qui sopra... e te lo sta dicendo un omosessuale di origini ebraiche.
            legge
            prevede dei limiti, per esempio in italia c'è il
            vilipendio delle cariche istituzionali e della
            bandiera,
            ecc-Si, leggi sbagliate che vanno rimosse.
            Ma che dici?????La mia opinione.
            Sei fuori????No, affatto. Mi stai insultando perché non sono d'accordo con te?
            Cioè mi stai dando
            del Nazista???? :|Dove avrei affermato questo? È inutile che cerchi di fare l'offeso distorcendo quanto ho detto, con me questi trucchetti non funzionano.Io ho semplicemente affermato che le motivazioni che hai apportato per difendere la tua posizione possono tranquillamente essere usate (e SONO state usate) per limitare la libertà altrui anche quando questa libertà non aveva niente a che fare con il razzismo. Tali motivazioni sono state usate ANCHE (ma non solo) dai Nazisti.Non ho AFFATTO detto che tu sia uno di loro né tantomeno ti sto paragonando a loro quindi in futuro ti prego di fare più attenzione a quanto la gente ti risponde prima di saltare alle conclusioni.
            Senti vacci piano con i
            termini eh?Io i termini li uso sempre in modo appropriato, se poi tu leggi cose che non ho scritto bé, è un problema tuo.
            Ma leggi quello che scrivo??Io quello che hai scritto l'ho letto e sono giunto alla conclusione che ciò che hai scritto è sbagliato. Non tutto, ma alcune cose si.
            IO PARLO
            DI RISPETTO DELLA PERSONA E DIGNITA' UMANA, SEE allora incomincia a rispettare chi non la pensa come te e fai a meno di alzare la voce visto che alzare la voce non è certo segno di rispetto. Da me con questo comportamento non otterrai nulla se non di essere ignorato.
            IO
            FOSSI STATO HITLER QUELLO NON SAREBBE MAI
            SUCCESSO PERCHE' PER COME LA VEDO E' ESTRAMENTE
            IDIOTA E STUPIDO GIUDICARE QUALCUNO PERCHE' HA UN
            COLORE DELLA PELLE O PERCHE' E' NATO IN UNA CERTA
            FAMIGLIA.
            CHIARO????Sono d'accordo sull'idiozia di giudicare qualcuno in base al colore della pelle, ma non capisco cosa c'entri il tuo discorso su Hitler.Il mio concetto di idiozia si estende però anche al giudicare qualcuno in base alle proprie idee anziché in base alle proprie azioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            Vedi le risposte precedenti, rispondo a
            questioni

            simili.

            Si, rispondi, in modo sbagliato.


            Io non sono daccordo quando queste idee hanno a

            che fare con l'ODIO RAZZIALE, l'annullamento

            della persona e il mancato rispetto dei valori

            quali il rispetto e la dignità di ogni

            individuo.

            Finché non fanno male a nessuno hanno il diritto
            di dire tutto quello che gli passa per la mente.
            Le tue ragioni sono del tutto, assolutamente e
            totalmente
            irrilevanti.hai perso il senso della realtà, tu prova ad andare al gay pride e urlare che odi i gay, o a tel aviv a dire che sei un neonazista, poi lo vedi quanto è irrilevante


            Secondo me invece esistono valori assoluti,

            No, non esistono. Ogni cultura ha i suoi valori
            che possono essere in tutto o in parte diversi
            dai valori di altre
            culture.


            quali

            il non far male agli altri, non limitare la

            libertà altrui, non disturbare verbalmente o

            Interessante. Secondo te "non limitare la libertà
            altrui" è un valore assoluto, tuttavia non ci
            penseresti su due minuti prima di limitare la
            libertà di questi individui di esprimere la
            propria opinione. Evidentemente tu e io abbiamo
            concetti di libertà diversi o forse tu immagini
            che la tua libertà sia più importante della
            libertà degli
            altri.Nessuno con la prepotenza e l'odio può in alcun modo limitare la libertà altrui, ma deve regnare la pace e il rispetto reciproco, chi viola questo rispetto e prevarica il prossimo (verbalmente o fisicamente) deve essere fermato ad ogni costo.

            con

            azioni sbagliate il prossimo. E comunque la

            Ti ho già detto, finché non tormentano nessuno
            non stanno facendo nulla di quanto hai detto qui
            sopra... e te lo sta dicendo un omosessuale di
            origini
            ebraiche.Quando scrivi roba in un sito è come se andassi in una piazza affollatissima a mettere una vetrina con scritto quel che ti interessa, e ciò non va bene se quel che c'è scritto offende una comunità di persone, se vogliono riunirsi privatamente e dire tutte le panzane che gli pare, lo facciano pure.
            Io ho semplicemente affermato che le motivazioni
            che hai apportato per difendere la tua posizione
            possono tranquillamente essere usate (e SONO
            state usate) per limitare la libertà altrui anche
            quando questa libertà non aveva niente a che fare
            con il razzismo. Tali motivazioni sono state
            usate ANCHE (ma non solo) dai
            Nazisti.
            Non ho AFFATTO detto che tu sia uno di loro né
            tantomeno ti sto paragonando a loro quindi in
            futuro ti prego di fare più attenzione a quanto
            la gente ti risponde prima di saltare alle
            conclusioni.OK, mi scuso, ma continuo ad essere della mia opinione, le argomentazioni, in se, non hanno alcun valore, ma hanno valore i presupposti e la basi su cui lo faccio! Se le basi sono l'odio razziale è un conto, se è il rispetto della dignità umana, e differente, non trovi?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:
            hai perso il senso della realtà, tu prova adNon credo.
            andare al gay pride e urlare che odi i gay, o a
            tel aviv a dire che sei un neonazista, poi lo
            vedi quanto è
            irrilevanteNon mi pare abbiano fatto questo. Comunque di peggio succede qui in Italia...http://www.gay.tv/ita/magazine/news/dettaglio.asp?i=3971È chiaro che andare ad un gay pride armati di tutto punto e urlare slogan di odio verso gli omosessuali è istigazione alla violenza.
            Nessuno con la prepotenza e l'odio può in alcun
            modo limitare la libertà altrui, ma deve regnare
            la pace e il rispetto reciproco, chi violaQuesto in un mondo ideale, ma nel nostro mondo se tu chiudi un loro sito poi loro per ripicca fanno di gran lunga di peggio.Il sito è una valvola di sfogo.
            questo
            rispetto e prevarica il prossimo (verbalmente
            o fisicamente) deve essere fermato ad ogni
            costo.Se c'è violenza si, ma se ci si limita a portare avanti le proprie idee, comunque stupide esse siano, non ci vedo proprio nulla di male.Come dicevo, hanno sbagliato a pubblicare quei nomi e dati privati, ma chiudere il sito è stato un atto irresponsabile e criminale.Mi aspetto che ora, nel silenzio, quei signori passino dalle parole ai fatti.
            Quando scrivi roba in un sito è come se andassi
            in una piazza affollatissima a mettere una
            vetrina con scritto quel che ti interessa, e ciò
            non va bene se quel che c'è scritto offende una
            comunità di persone, se vogliono riunirsi
            privatamente e dire tutte le panzane che gli
            pare, lo facciano
            pure.Certi siti li visitano solo coloro che sono attratti da tali idee. In tutta la mia vita io ho letto il contenuto di un sito nazista solo in un paio di occasioni e solo per cercare di capire le ragioni di un ragazzo che ha compiuto una strage nella sua scuola. Ho letto molti dei suoi post (no... non ho il link) e devo dire che da quello che scriveva non era affatto un pazzo né le sue idee potevano considerarsi razziste (pur essendo su un sito di nazi http://www.nazi.org/). La ragione per cui ha fatto quello che ha fatto è invece diversa, per le sue convinzioni (forse discutibili ma non affatto violente) era trattato sia dai compagni che dai professori come un "appestato", è stato isolato e ridotto al silenzio e un giorno non ce l'ha più fatta ed è "scoppiato"... e assieme a sé stesso si è portato dietro alcuni dei suoi compagni e professori.Una persona che dai suoi post era del tutto ragionevole e moderata che è stato trasformato dall'ipocrisia della società in un assassino e un suicida.Naturalmente la versione che ne hanno dato sui giornali e alla TV era l'esatto opposto: "un pazzo nazista che ha fatto una strage perché... bé... perché era un pazzo nazista".Come vedi ridurre al silenzio qualcuno è pericoloso e provoca quasi sempre più danni di quanti se ne impediscono.
            OK, mi scuso, ma continuo ad essere della mia
            opinione, le argomentazioni, in se, non hannoHai il diritto di avere la tua opinione. Io la considero sbagliata, ma certamente hai il diritto di avere una tua posizione sull'argomento.
            alcun valore, ma hanno valore i presupposti e la
            basi su cui lo faccio! Se le basi sono l'odio
            razziale è un conto, se è il rispetto della
            dignità umana, e differente, non trovi?Il fatto è che sotto questi principi si può giustificare qualunque cosa e che spesso, censurando, si ottiene l'effetto opposto a quello che ci si era augurati. Riducendo qualcuno al silenzio non si fa altro che alimentare il suo odio e prima o poi succederà il disastro.
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            hai perso il senso della realtà, tu prova ad

            Non credo.intanto violenti i bambini
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            La tua è diffamazione. Passibile di censura e di sanzione, come spero avvenga (appena ti scopri)
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da: Wakko Warnerciao, sono quello con cui stavi parlando in questi thread, volevo dirti che non sono io che ho scritto quegli ultimi post offensivi in risposta ai tuoi ultimi messaggi, mi sono ricollegato solo stamattina.pace & buona vita :)
    • Anonimo scrive:
      Re: La libertà di espressione
      - Scritto da: Wakko Warner
      non include la possibilità di tormentare qualcuno.

      Quel sito ha tutto il diritto di esprimere le sue
      idee razziste e ha tutto il diritto di avere dei
      forum al riguardo, ma non ha il diritto di
      pubblicare dati personali di persone che non la
      pensano come loro al fine di tormentarle,
      intimidirle o
      peggio.Perché chi fa le gogne pubbliche statalizzate non fa la medesima operazione? Perché quelle vanno bene e queste no? Ricordiamoci poi che hanno chiuso un sito, non fatto rimuovere gli indirizzi dei malcapitati. Questo è un segnale.Prima o poi verrà il turno di chi critica il governo, di chi critica le intercettazioni,e così via.
    • Anonimo scrive:
      Re: La libertà di espressione
      - Scritto da: Wakko Warner

      Un po' come questi pazzi
      http://www.youtube.com/watch?v=Ns-kPDVXACE che se
      ne vanno in giro per i funerali a tormentare i
      parenti degli omosessuali morti con cartelli del
      tipo "È all'inferno", "Dio odia i froci", ecc.
      Questo è *tormentare*, non è "libertà di
      espressione" come non è "libertà di espressione"
      picchiare qualcuno o uccidere
      qualcuno.
      Ho guardato un pezzo del filmato e non mi sembra che tormentano i gay, ma i parenti dei militari morti in iraq o in altri posti. Vista la quanto schifo fanno, può benissimo essere che tormentano pure i gay.La donna del filmato e da prendere e fraccarla di botte.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: La libertà di espressione
        - Scritto da:
        Ho guardato un pezzo del filmato e non mi sembra
        che tormentano i gay, ma i parenti dei militari
        morti in iraq o in altri posti.Fanno entrambi.Se guardi bene, fra gli altri cartelli, c'è anche "God hates fags" (Dio odia i froci ["fag" è un abbreviativo di "faggot" = "frocio"]).Spesso vanno con cartelli simili ai funerali di omosessuali per tormentare le loro famiglie, i loro amici e coloro che gli volevano bene.Li si vede anche in un filmato di Michael Moore, purtroppo non ricordo il nome di tale filmato.
        Vista la quanto
        schifo fanno, può benissimo essere che tormentano
        pure i
        gay.
        La donna del filmato e da prendere e fraccarla di
        botte.È meglio che non dico quello che penso di quella ***** ^_^
    • Anonimo scrive:
      Chi ti credi di essere Wakko Warner?
      Non rispetti le idee altrui e quoti semplicemente quello che ti fa comodo. Bel modo di manipolare, complimenti.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Chi ti credi di essere Wakko Warner?
        Edit: Rimosso perché moderato-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 08 luglio 2006 09.33-----------------------------------------------------------
    • Wakko Warner scrive:
      Re: ma tu intanto fai il *******
      - Scritto da:
      *****************E pensare che difendo la libertà di parola anche di questo qui :|
      • Anonimo scrive:
        Re: ma tu intanto fai il *******
        Nooo! La diffamazione va denunciata e censurata! Come le minacce e l'istigazione alla violenza, perché sono tutte forme di censura o tentativi... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: La libertà di espressione
      - Scritto da: Wakko Warner
      non include la possibilità di tormentare qualcuno.

      Quel sito ha tutto il diritto di esprimere le sue
      idee razziste e ha tutto il diritto di avere dei
      forum al riguardo, ma non ha il diritto di
      pubblicare dati personali di persone che non la
      pensano come loro al fine di tormentarle,
      intimidirle o
      peggio.No, non ha alcun diritto di esprimere idee razziste perchè il razzismo alimenta la violenza e durante il periodo nazista sono morte troppe persone. Ti consiglio, per farti un' idea, il libro "La vera storia delle SS" così ti rendi conto di quello che stai scrivendo.
      Una cosa è dire "a me fanno schifo i gay",
      un'altra cosa è dare nome, cognome, indirizzo di
      qualcuno nella speranza che qualche folle vada a
      scaricare la sua rabbia su questa
      persona.Su questo sono daccordo.

      Un po' come questi pazzi
      http://www.youtube.com/watch?v=Ns-kPDVXACE che se
      ne vanno in giro per i funerali a tormentare i
      parenti degli omosessuali morti con cartelli del
      tipo "È all'inferno", "Dio odia i froci", ecc.
      Questo è *tormentare*, non è "libertà di
      espressione" come non è "libertà di espressione"Non è libertà di espressione perchè ti fa comodo così, non ti pare? Finchè non c'è violenza uno al diritto di esprimere le proprie idee. L' hai detto pure tu e non rimangiarti, in poche righe, quello che hai scritto.
      picchiare qualcuno o uccidere
      qualcuno.Spiegami perchè si possono esprimere le proprie idee razziste ma non si possono uccidere le persone. Se mi rispondi "perchè è sbagliato", io replico "chi te lo ha detto". Tu mi dirai la cultura, le leggi ed io rispondo..ma chi ha costruito le regole? Sempre e solo gli uomini che hanno ritenuto giusto che l' omicidio sia considerato un reato. Sai benissimo che il confine tra il razzismo e la violenza è molto sottile e mi fa molto strano che tu non condanni chi esprima idee simili nei confronti del prossimo.
      È triste vedere delle persone che si approfittano
      della libertà che hanno per fare violenza perché
      questo, a lungo andare, finisce sempre con un
      limitare la libertà a tutti, anche a coloro che
      violenza non ne hanno mai
      fatta.Odio chiama odio e violenza chiama violenza. E l' odio sfocia nella violenza. Se non hai capito questo, hai dei seri problemi mentali.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: La libertà di espressione
        - Scritto da:
        No, non ha alcun diritto di esprimere idee
        razziste perchè il razzismo alimenta la
        violenzaCosì come la censura.
        e durante il periodo nazista sono morte troppe
        persone. Ti consiglio, per farti un' idea, il
        libro "La vera storia delle SS" così ti rendi
        conto di quello che stai
        scrivendo.Io un'idea ce l'ho già, loro hanno il tuo medesimo diritto di esprimere le loro idee, se non glie lo permetti i violenti non sono loro, bensì tu perché loro non fanno altro che esprimere una loro opinione, tu invece stai costringendo qualcuno al silenzio.Le tue stesse motivazioni possono essere ribaltate a piacere per poter censurare qualunque idea, e SONO state ribaltate a piacere proprio dai Nazisti per giustificare quello che facevano. Ma non solo, la Chiesa ha usato principi simili per imporre la censura per un paio di millenni, bruciare libri e mettere al rogo gli editori.
        Non è libertà di espressione perchè ti fa comodo
        così, non ti pare? Finchè non c'è violenza uno al
        diritto di esprimere le proprie idee. L' hai
        detto pure tu e non rimangiarti, in poche righe,
        quello che hai
        scritto.Forse non hai letto gli altri miei interventi, ma sono sempre stato chiaro su questo. La libertà di espressione non ti da il diritto di tormentare qualcuno, e questo è il caso di quegli squilibrati.Hanno tutto il diritto di andare in TV e urlare al mondo quanto schifo gli fanno gli omosessuali, i neri, i bianchi, i gialli o le cavallette... ma non hanno il diritto di tormentare nessuno.
        Spiegami perchè si possono esprimere le proprie
        idee razziste ma non si possono uccidere le
        persone. Se mi rispondi "perchè è sbagliato", No. Il concetto di "giusto" e "sbagliato" è semplicemente sciocco, non esiste nulla di simile.Uccidendo una persona tu stai limitando pesantemente la libertà della stessa, ti metti sopra di tale persona e decidi per lui, in particolare decidi che il valore della sua vita sia nullo. Siccome tu non sei una divinità questo non lo puoi fare. Ognuno deve essere lasciato libero di decidere sulla sua vita.Questo non c'entra comunque un razzo con la libertà di espressione.
        io
        replico "chi te lo ha detto". Tu mi dirai la
        cultura, le leggi ed io rispondo..ma chi ha
        costruito le regole? Sempre e solo gli uomini Non mi sentirai mai dire sciocchezze simili. Ho infatti più volte contestato leggi e regole in diversi settori e non ho mai fatto paragoni del tipo "legale=giusto" o "illegale=sbagliato".che
        hanno ritenuto giusto che l' omicidio sia
        considerato un reato.L'omicidio come ti dicevo è un decidere per gli altri, un prevalicare la libertà di qualcuno con la propria, non ha niente a che fare con la libertà di espressione. Che poi, accidentalmente, uccidere sia anche illegale è ancora un altro paio di maniche ma non ha nulla a che fare con "giusto" o "sbagliato".
        Sai benissimo che il confine tra il razzismo e la
        violenza è molto sottile e mi fa molto strano che
        tu non condanni chi esprima idee simili nei
        confronti del
        prossimo.Ci sono diversi livelli di razzismo. Non c'è "il razzismo", non esiste il "male assoluto" così come non esiste il "bene assoluto". Ci sono idee razziste come "a me fa schifo vivere in una città di neri" che sono del tutto accettabili e guai se non lo fossero. Ci sono invece *atti* razzisti che servono non ad esprimere un'idea ma a tormentare o prevalicare qualcuno e QUESTI sono da fermare."Mi fa molto strano" che tu non ci arrivi.
        Odio chiama odio e violenza chiama violenza. EE la censura idem. O pensi che chiuso il sito ora se ne stiano buoni buoni a piangere?Adesso sono più incazzati di prima, adesso si vogliono vendicare, il problema incomincia ORA e chi ha chiuso il sito ne è diretto responsabile.
        l'
        odio sfocia nella violenza. Se non hai capito
        questo, hai dei seri problemi
        mentali.Quando non si hanno argomenti per ribattere si scende sempre negli insulti. Anche questa è una forma di razzismo: considerare chi non la pensa come te come un tuo inferiore, un "malato mentale". Complimenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà di espressione
          - Scritto da: Wakko Warner
          Così come la censura.Questo perchè ti fa comodo
          Io un'idea ce l'ho già, loro hanno il tuo
          medesimo diritto di esprimere le loro idee, se
          non glie lo permetti i violenti non sono loro,
          bensì tu perché loro non fanno altro che
          esprimere una loro opinione, tu invece stai
          costringendo qualcuno al
          silenzio.Allora esprimiamo le idee senza criticare. Bello, vero?
          Le tue stesse motivazioni possono essere
          ribaltate a piacere per poter censurare qualunque
          idea, e SONO state ribaltate a piacere proprio
          dai Nazisti per giustificare quello che facevano.
          Ma non solo, la Chiesa ha usato principi simili
          per imporre la censura per un paio di millenni,
          bruciare libri e mettere al rogo gli
          editori.La Chiesa ha commesso e sta commettendo un' infinità di errori. Ovviamente sono errori per chi non è daccordo, vero? :D
          No. Il concetto di "giusto" e "sbagliato" è
          semplicemente sciocco, non esiste nulla di
          simile.Ok, allora dandoti del "testa di cazzo" esprimo una mia ideea e non puoi dire che sia sbagliata perchè, come dici tu, non esiste nulla di simile.
          Uccidendo una persona tu stai limitando
          pesantemente la libertà della stessa, ti metti
          sopra di tale persona e decidi per lui, in
          particolare decidi che il valore della sua vita
          sia nullo. Siccome tu non sei una divinità questo
          non lo puoi fare. Ognuno deve essere lasciato
          libero di decidere sulla sua
          vita.Questo è vero se credi in Dio. Ma se uno è ateo quello che hai detto è completamente opinabile e in quel caso non si violerebbe alcuna libertà. Non ti pare? (rotfl)
          L'omicidio come ti dicevo è un decidere per gli
          altri, un prevalicare la libertà di qualcuno con
          la propria, non ha niente a che fare con la
          libertà di espressione. Che poi, accidentalmente,
          uccidere sia anche illegale è ancora un altro
          paio di maniche ma non ha nulla a che fare con
          "giusto" o
          "sbagliato".Non puoi dimostrare questo perchè non sei una divinità e stai utilizzando alcuni schemi mentali che hai nella tua mente per giustificare la tua tesi.
          Ci sono diversi livelli di razzismo. Non c'è "il
          razzismo", non esiste il "male assoluto" così
          come non esiste il "bene assoluto".

          Ci sono idee razziste come "a me fa schifo vivere
          in una città di neri" che sono del tutto
          accettabili e guai se non lo fossero. Ci sono
          invece *atti* razzisti che servono non ad
          esprimere un'idea ma a tormentare o prevalicare
          qualcuno e QUESTI sono da
          fermare.Queste sono solo che TUOI punti di vista e sono chiaramente opinabili perchè sei un uomo e gli uomini sbagliano perchè non sono perfetti.Non puoi sostenere la tua tesi come verità "oggettiva".Ricordo che giustificavi anche i pedofili tirando fuori una serie di seghe mentali...
          • Anonimo scrive:
            Re: La libertà di espressione
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner

            Così come la censura.

            Questo perchè ti fa comodo


            Io un'idea ce l'ho già, loro hanno il tuo

            medesimo diritto di esprimere le loro idee, se

            non glie lo permetti i violenti non sono loro,

            bensì tu perché loro non fanno altro che

            esprimere una loro opinione, tu invece stai

            costringendo qualcuno al

            silenzio.

            Allora esprimiamo le idee senza criticare. Bello,
            vero?


            Le tue stesse motivazioni possono essere

            ribaltate a piacere per poter censurare
            qualunque

            idea, e SONO state ribaltate a piacere proprio

            dai Nazisti per giustificare quello che
            facevano.

            Ma non solo, la Chiesa ha usato principi simili

            per imporre la censura per un paio di millenni,

            bruciare libri e mettere al rogo gli

            editori.

            La Chiesa ha commesso e sta commettendo un'
            infinità di errori. Ovviamente sono errori per
            chi non è daccordo, vero?
            :D


            No. Il concetto di "giusto" e "sbagliato" è

            semplicemente sciocco, non esiste nulla di

            simile.

            Ok, allora dandoti del "testa di cazzo" esprimo
            una mia ideea e non puoi dire che sia sbagliata
            perchè, come dici tu, non esiste nulla di
            simile.


            Uccidendo una persona tu stai limitando

            pesantemente la libertà della stessa, ti metti

            sopra di tale persona e decidi per lui, in

            particolare decidi che il valore della sua vita

            sia nullo. Siccome tu non sei una divinità
            questo

            non lo puoi fare. Ognuno deve essere lasciato

            libero di decidere sulla sua

            vita.

            Questo è vero se credi in Dio. Ma se uno è ateo
            quello che hai detto è completamente opinabile e
            in quel caso non si violerebbe alcuna libertà.
            Non ti pare?
            (rotfl)


            L'omicidio come ti dicevo è un decidere per gli

            altri, un prevalicare la libertà di qualcuno con

            la propria, non ha niente a che fare con la

            libertà di espressione. Che poi,
            accidentalmente,

            uccidere sia anche illegale è ancora un altro

            paio di maniche ma non ha nulla a che fare con

            "giusto" o

            "sbagliato".

            Non puoi dimostrare questo perchè non sei una
            divinità e stai utilizzando alcuni schemi mentali
            che hai nella tua mente per giustificare la tua
            tesi.


            Ci sono diversi livelli di razzismo. Non c'è "il

            razzismo", non esiste il "male assoluto" così

            come non esiste il "bene assoluto".



            Ci sono idee razziste come "a me fa schifo
            vivere

            in una città di neri" che sono del tutto

            accettabili e guai se non lo fossero. Ci sono

            invece *atti* razzisti che servono non ad

            esprimere un'idea ma a tormentare o prevalicare

            qualcuno e QUESTI sono da

            fermare.

            Queste sono solo che TUOI punti di vista e sono
            chiaramente opinabili perchè sei un uomo e gli
            uomini sbagliano perchè non sono
            perfetti.
            Non puoi sostenere la tua tesi come verità
            "oggettiva".

            Ricordo che giustificavi anche i pedofili tirando
            fuori una serie di seghe
            mentali...Perché ti ostini a non capire che Wakko non fonda il relativismo su opinioni relative, ma su quel fondamento assoluto che è l'individuo reale, il vero cittadino o soggetto della polis, che va rispettato come idea prima e fondamentale, prima delle nostre proprie idee e prima delle sue stesse idee. ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: La libertà di espressione
          Sono fondamentalmente d'accordo ma non capisco un particolare. Pubblicare nomi e indirizzi di persone da tormentare o pubblicarle come categoria non è quasi la stessa cosa? Automaticamente chi appartiene a quella categoria non diventa bersaglio di quella propaganda? Io resto del parere che sia doveroso concedere l'assoluta licenza di esprimere giudizi su qualcuno, purché non siano diffamatori e purché non si aggiunga l'istigazione alla violenza. Perché azione violenta e istigazione alla violenza spesso sono tutt'uno. A un certo punto se qualcuno alimenta la violenza va fermato.(ghost)
  • Anonimo scrive:
    strano ..
    Quando un sito di sinistra o comunista o mussulmano o che non garba al Presiedente .. in "5 minuti" con semplici scuse chiudono il sito in USA o provvedono ad oscurarlo per vie traverse, all'estremo ricorrono alla violazione di copyright o ispezioni della finanza.Se è un sito di destra, che VIOLA LA PRIVACY e serve per COMMETTERE CRIMINI e ISTIGAZIONE ALLA VIOLENZA (questa era la richiesta SCRITTA della Polonia) per MOLTO TEMPO (violando anche leggi USA), allora trovano tutte le scuse possibili e immaginabili, fin arroccandosi al diritto di parola !Strani questi Americani o no ?Ma ?no
    • Anonimo scrive:
      Re: strano ..
      MAi lette tante cazzate in poche righe :D
    • Anonimo scrive:
      Re: strano ..
      - Scritto da:
      Quando un sito di sinistra o comunista o
      mussulmano o che non garba al Presiedente .. in
      "5 minuti" con semplici scuse chiudono il sito in
      USA o provvedono ad oscurarlo per vie traverse,No, non li chiudono,magari ti mandano la NSA però il sito non lo chiudono.
      all'estremo ricorrono alla violazione di
      copyright o ispezioni della
      finanza.Può essere, però queste,anche se sono scuse, sono cose diverse rispetto al primo emendamento.
      Se è un sito di destra, che VIOLA LA PRIVACY e
      serve per COMMETTERE CRIMINI e ISTIGAZIONE ALLA
      VIOLENZA (questa era la richiesta SCRITTA della
      Polonia) per MOLTO TEMPO (violando anche leggi
      USA), allora trovano tutte le scuse possibili e
      immaginabili, fin arroccandosi al diritto di
      parola
      !

      Strani questi Americani o no ?

      Ma ?


      noNo, finora i siti di pure opinioni si sono salvati dalla censura.
  • Anonimo scrive:
    STA ZITTO
    non nasconderti dietro tante parolone, i nazi devono sparire punto e basta. La domanda da portsi pero' e' perche' esistono ancora ...
    • Anonimo scrive:
      Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
      ahhh....certo e' vero...ma io direianche i bolsceviti communisti estremi,devono sparire e crepare per semprecome vale sulla estrema destra,vale per l'estrema sinistra....sappilooo,democraziae poi il fascismo avra' fatto grossi danni per 20-40anniil communismo estremo,ne ha fatti,e ne fa' ancora oggi....di danni da almeno 300-400anni!!quindi.....!!
      • Anonimo scrive:
        Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
        - Scritto da:
        ahhh....certo e' vero...ma io direi

        anche i bolsceviti communisti estremi,devono
        sparire e crepare per
        sempre

        come vale sulla estrema destra,vale per l'estrema
        sinistra....sappilooo,democrazia


        e poi il fascismo avra' fatto grossi danni per
        20-40anni

        il communismo estremo,ne ha fatti,e ne fa' ancora
        oggi....di danni da almeno
        300-400anni!!

        quindi.....!!o 300 o 400 cerca di essere piu' preciso.
      • Anonimo scrive:
        Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
        - Scritto da:
        il communismo estremo,ne ha fatti,e ne fa' ancora
        oggi....di danni da almeno
        300-400anni!!

        quindi.....!!300? 400? we ma hai mai aperto un libro di storia? :(
      • Anonimo scrive:
        Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
        che ca77o centra! qui non si parla di dx e sx, si parla di IDIOTI, e questi stanno distribuiti uniformemente dappertutto!
      • Anonimo scrive:
        Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
        - Scritto da:
        il communismo estremo,ne ha fatti,e ne fa' ancora
        oggi....di danni da almeno
        300-400anni!!Vedo che sei molto istruito
        • Anonimo scrive:
          Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
          - Scritto da:
          si,ho fatto corsi accellerati notturni,con tua
          madre!!
          Impossibile, avresti imparato qualcosa. Invece sei ignorante come una capra, pensando persino che il comunismo abbia 300-400 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
            CAPRONE,E' LA TUA FAMIGLIA...VAI A LAVORARE E SPARISCI,DA QUI....IGNORANTE SEI TU....E LO SAI BENE!!!IL COMMUNISMO,A 3 SECOLI MINIMO....sotto varie forme,iniziando....dalla cina.....vai a lavorare,esci dal forum....caprone..!!
          • Anonimo scrive:
            Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
            - Scritto da:
            CAPRONE,E' LA TUA FAMIGLIA...VAI A LAVORARE E
            SPARISCI,DA QUI....IGNORANTE SEI TU....E LO SAI
            BENE!!!


            IL COMMUNISMO,A 3 SECOLI MINIMO....sotto varie
            forme,iniziando....dalla
            cina.....


            vai a lavorare,esci dal forum....


            caprone..!!Si vede che sei proprio un caprone ignorante, e come tutti i caproni ignoranti insisti. E' chiaro che il comunismo come lo intendiamo oggi va riferito a Marx e Engels. Ma se proprio vuoi intendere il comunismo in senso lato, allora non te la cavi con 300-400 anni in ogni caso, poiché l'idea di abolire i beni privati c'era già ai tempi di Platone, e anche prima di lui c'erano piccole società in cui non vi era una grossa distinzione tra proprietà privata e pubblica.Ma siccome sei ignorante come una capra e pretendi di aver ragione dopo aver sparato un'idioizia grande come una casa, che se fossi stato a scuola ti avrebbero mandato al banco con il 2, queste cose non le sai.
          • Anonimo scrive:
            Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
            e se ti querelo...per offese?....sei proprio un arrogante-saputone,ma chi ti credi di essere....quanti anni hai??.....arrogante e presuntuosolascia il cell...ti faccio un colpo di telefono!ne parliamo,del tuo status,di saputone-tuttologo,arrogante all'infinito...!!vigliacco!!scendi dal gradino...non sei nessuno,manco teee!!
        • Anonimo scrive:
          Re: STA ZITTO=idem,estrema sinistra!
          - Scritto da:
          si,ho fatto corsi accellerati notturni,con tua
          madre!!
          ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^A memento per il caprone che vuole querelarmi. A giocare con il fuoco ci si rischia di scottare
      • Anonimo scrive:
        Re: STA ZITTO, che sei pure ignorante !

        ahhh....certo e' vero...ma io direi

        anche i bolsceviti communisti estremi,devono
        sparire e crepare per
        semprebolsceviti? ma guarda che l'URSS è caduta......no, non è sinonimo di "comunista", 'gnorant!
        come vale sulla estrema destra,vale per l'estrema
        sinistra....sappilooo,democrazia
        ma democrazia cosa? la stupidità è stupidità!
        e poi il fascismo avra' fatto grossi danni per
        20-40annino, ne fa ancora, da come parli.
        il communismo estremo,ne ha fatti,e ne fa' ancora
        oggi....di danni da almeno
        300-400anni!!BHUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAhahahahaha!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)400 anni! :D(rotfl) :D(rotfl) :D(rotfl)mamma mia che ignoranza!!!huahahahaha! Manifesto del Partito comunista di K. Marx e F. Engels (1848) dice niente?(rotfl)(rotfl) fascignorante sei! :D
        quindi.....!!quindi studia, pessimo.http://it.wikipedia.org/wiki/Partito_comunistahttp://it.wikipedia.org/wiki/Comunismohttp://it.wikipedia.org/wiki/Stato_comunistaps, il tuo bel idolo, forte e fiero, ha fatto questa fine:http://sgm.zonadictos.net/fotos/36.jpge gli hanno pure sputato sopra!
        • Anonimo scrive:
          Re: STA ZITTO, che sei pure ignorante !
          - Scritto da:

          ahhh....certo e' vero...ma io direi



          anche i bolsceviti communisti estremi,devono

          sparire e crepare per

          sempre

          bolsceviti? ma guarda che l'URSS è caduta...
          ...no, non è sinonimo di "comunista", 'gnorant!


          come vale sulla estrema destra,vale per
          l'estrema

          sinistra....sappilooo,democrazia



          ma democrazia cosa? la stupidità è stupidità!


          e poi il fascismo avra' fatto grossi danni per

          20-40anni

          no, ne fa ancora, da come parli.


          il communismo estremo,ne ha fatti,e ne fa'
          ancora

          oggi....di danni da almeno

          300-400anni!!

          BHUAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAhahahahaha!
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          400 anni!
          :D(rotfl) :D(rotfl) :D(rotfl)
          mamma mia che ignoranza!!!
          huahahahaha!
          Manifesto del Partito comunista di K. Marx e
          F. Engels (1848) dice
          niente?
          (rotfl)(rotfl)

          fascignorante sei! :D


          quindi.....!!

          quindi studia, pessimo.
          http://it.wikipedia.org/wiki/Partito_comunista
          http://it.wikipedia.org/wiki/Comunismo
          http://it.wikipedia.org/wiki/Stato_comunista



          ps, il tuo bel idolo, forte e fiero, ha fatto
          questa
          fine:
          http://sgm.zonadictos.net/fotos/36.jpg
          e gli hanno pure sputato sopra!Cavolo, ma questo forum è frequentato da una manica di fascisti esaltati!!p.s. bella l'immagine :-)
          • Anonimo scrive:
            ot, immagine utile


            ps, il tuo bel idolo, forte e fiero, ha fatto

            questa

            fine:

            http://sgm.zonadictos.net/fotos/36.jpg

            e gli hanno pure sputato sopra!

            Cavolo, ma questo forum è frequentato da una
            manica di fascisti
            esaltati!!
            p.s. bella l'immagine :-)quando l'ho vista, parecchio tempo fa, mi sono segnato il link...la uso ogni volta che trovo i fascistoidi...è d'effetto, no? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: ot, immagine utile
            - Scritto da:


            ps, il tuo bel idolo, forte e fiero, ha fatto


            questa


            fine:


            http://sgm.zonadictos.net/fotos/36.jpg


            e gli hanno pure sputato sopra!



            Cavolo, ma questo forum è frequentato da una

            manica di fascisti

            esaltati!!

            p.s. bella l'immagine :-)

            quando l'ho vista, parecchio tempo fa, mi sono
            segnato il
            link...
            la uso ogni volta che trovo i fascistoidi...

            è d'effetto, no?
            ;)Eh eh, si è d'effetto. Ora mi segno anche io il link. ;)
    • frog scrive:
      Re: STA ZITTO
      - Scritto da:
      non nasconderti dietro tante parolone, i nazi
      devono sparire punto e basta. La domanda da
      portsi pero' e' perche' esistono ancora
      ...Credo che se qualcuno domani andasse a dire che gli asini volano, mi limiterei a smentirlo.Ma e' giusto che possa dirlo.Che poi ci metta nulla a fargli fare la figura del pistola e' un' altro discorso, ma siccome io ho il diritto di dire (non di agire) quello che voglio, e' importante che questo diritto sia esteso a chi on la pensa come me.Anche se le sue opinioni sono anacronistiche e palesemente offensive.Tieni presente che una persona che dichiari "i neri sono inferiori", per smentirla basta chiedergli "perche'?saluti
  • Anonimo scrive:
    La censura è sempre sbagliata.
    La repressione diviene strumentale quando sussiste un'incapacità di affrontare filosoficamente realtà che sovrastano.
    • Anonimo scrive:
      Re: La censura è sempre sbagliata.
      quindi cosa proponi ?
      • Anonimo scrive:
        Re: La censura è sempre sbagliata.
        - Scritto da:
        quindi cosa proponi ?te sei per la pena di morte(newbie)
        • Anonimo scrive:
          Re: La censura è sempre sbagliata.
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          quindi cosa proponi ?

          te sei per la pena di morte(newbie)Io per fraccare di botte i nazisti
      • Anonimo scrive:
        Re: La censura è sempre sbagliata.
        - Scritto da:
        quindi cosa proponi ?Invece che cancellare il sito rimuoviamo solo gli indirizzi delle persone in questione, e facciamolo per tutte le gogne pubbliche che gli americani hanno creato su internet.Ovvero lasciamo la nuda idea senza il bersaglio reale.
    • Anonimo scrive:
      Re: La censura è sempre sbagliata.
      Ma cosa cacchio stai dicendo??!?!?!?!?!?!?!Sti quattro stronzi raccolgono e pubblicano dati di tutti i generi sulla gente al fine di molestarla/pestarla/ucciderla e tu mi vieni a dire "la censura è sempre sbagliata"???vorrei vedere come la prenderesti tu se, tra le tante, ci fosse anche la tua foto(corredata di nome, cognome, indirizzo e numero di telefono) là in mezzo.Non stiamo parlando di siti pirata, porno, o alpiù di siti "di opinione": questi tizi sono pericolosi sul serio!Ogni tanto rimango allibito: altro che arresto, ci vanno le mazzate per della gente così.Omissis (apple)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: La censura è sempre sbagliata.
        - Scritto da:
        Ma cosa cacchio stai dicendo??!?!?!?!?!?!?!
        Sti quattro stronzi raccolgono e pubblicano dati
        di tutti i generi sulla gente al fine di
        molestarla/pestarla/ucciderla e tu mi vieni a
        dire "la censura è sempre
        sbagliata"???
        vorrei vedere come la prenderesti tu se, tra le
        tante, ci fosse anche la tua foto(corredata di
        nome, cognome, indirizzo e numero di telefono) là
        in
        mezzo.
        Non stiamo parlando di siti pirata, porno, o
        alpiù di siti "di opinione": questi tizi sono
        pericolosi sul
        serio!
        Ogni tanto rimango allibito: altro che arresto,
        ci vanno le mazzate per della gente
        così.

        Omissis (apple)(linux)Si, anche quelli di blood & honor sostengono che ci sono persone che meritano solo mazzate. Siete in sintonia vedo.
        • Anonimo scrive:
          Re: La censura è sempre sbagliata.
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ma cosa cacchio stai dicendo??!?!?!?!?!?!?!

          Sti quattro stronzi raccolgono e pubblicano dati

          di tutti i generi sulla gente al fine di

          molestarla/pestarla/ucciderla e tu mi vieni a

          dire "la censura è sempre

          sbagliata"???

          vorrei vedere come la prenderesti tu se, tra le

          tante, ci fosse anche la tua foto(corredata di

          nome, cognome, indirizzo e numero di telefono)


          in

          mezzo.

          Non stiamo parlando di siti pirata, porno, o

          alpiù di siti "di opinione": questi tizi sono

          pericolosi sul

          serio!

          Ogni tanto rimango allibito: altro che arresto,

          ci vanno le mazzate per della gente

          così.



          Omissis (apple)(linux)

          Si, anche quelli di blood & honor sostengono che
          ci sono persone che meritano solo mazzate. Siete
          in sintonia vedo.
          secondo me la società sta andando a pu77ane e questo post ne è un chiaro segno.ormai non c'è più differenza in niente, il razzista è come madre teresa, poverino nella sua cantinina a terrorizzare la gente, ma facciamolo sfogare, ma vogliamogli pure bene, ma paghiamogli pure il canone dell'adsl già che ci siamo...
        • Anonimo scrive:
          Re: La censura è sempre sbagliata.
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ma cosa cacchio stai dicendo??!?!?!?!?!?!?!

          Sti quattro stronzi raccolgono e pubblicano dati

          di tutti i generi sulla gente al fine di

          molestarla/pestarla/ucciderla e tu mi vieni a

          dire "la censura è sempre

          sbagliata"???

          vorrei vedere come la prenderesti tu se, tra le

          tante, ci fosse anche la tua foto(corredata di

          nome, cognome, indirizzo e numero di telefono)


          in

          mezzo.

          Non stiamo parlando di siti pirata, porno, o

          alpiù di siti "di opinione": questi tizi sono

          pericolosi sul

          serio!

          Ogni tanto rimango allibito: altro che arresto,

          ci vanno le mazzate per della gente

          così.



          Omissis (apple)(linux)

          Si, anche quelli di blood & honor sostengono che
          ci sono persone che meritano solo mazzate. Siete
          in sintonia vedo.
          ricordati che con questa mania di giustificare tutto e tutti in america hanno introdotto le guerre preventive e la tortura negli interrogatori!
          • Anonimo scrive:
            Re: La censura è sempre sbagliata.


            ricordati che con questa mania di giustificare
            tutto e tutti in america hanno introdotto le
            guerre preventive e la tortura negli
            interrogatori!e allora dov'è la dignità dell'uomo, dov'è il tabù, il limite che segna la libertà di opinione e il calpestare i diritti degli altri?
    • Wakko Warner scrive:
      Re: La censura è sempre sbagliata.
      - Scritto da:
      La repressione diviene strumentale quando
      sussiste un'incapacità di affrontare
      filosoficamente realtà che
      sovrastano.Qui non si parla di censura... non si parla di impedire a qualcuno di esprimere le proprie idee razziste, non si tratta di impedire che un determinato argomento venga trattato, non si tratta di mettere a tacere qualcuno... qui si parla di impedire a qualcuno di tormentare qualcun altro. Sulla censura sono d'accordo con te, ma qui non si sta parlando di censura, si sta parlando di impedire a degli imbecilli di tormentare qualcuno.Immagina se i dati tuoi o i dati di qualcuno che ti è caro finissero su quel sito...
    • Anonimo scrive:
      Re: La censura è sempre sbagliata.
      dai torna al centro sociale okkupato a ciclostilare il nulla
      • Anonimo scrive:
        Re: La censura è sempre sbagliata.
        Che razza di risposta è? Allora a qualunque affermazione, tipo: "L'Italia domani vincerà contro la Francia" puoi rispondere con "Dai, torna al centro sociale okkupato a ciclostilare il nulla". Quindi o non ragioni sulle risposte o... sei un troll! :D
  • Anonimo scrive:
    l'ultimo caposaldo
    Sta cadendo l'ultimo caposaldo della vecchia America: la Libertà dì Espressione! E meno male che è l'articolo più importante della loro costituzione a sancire quel principio. Mah.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'ultimo caposaldo
      - Scritto da:
      Sta cadendo l'ultimo caposaldo della vecchia
      America: la Libertà dì Espressione! E meno male
      che è l'articolo più importante della loro
      costituzione a sancire quel principio.
      Mah.certo! ovvio! è giustissimo pubblicare foto e dati personali di persone che non te lo hanno concesso per il solo fine di pestarle o ammazzarle.Sai che facciamo? Inviami i tuoi dati e una bella fototessera e provvederò immediatamente a recapitarla a questi simpaticoni.E' la follia.Omissis (apple)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: l'ultimo caposaldo
        - Scritto da:
        certo! ovvio! è giustissimo pubblicare foto e
        dati personali di persone che non te lo hanno
        concesso per il solo fine di pestarle o
        ammazzarle.
        Sai che facciamo? Inviami i tuoi dati e una bella
        fototessera e provvederò immediatamente a
        recapitarla a questi
        simpaticoni.

        E' la follia.

        Omissis (apple)(linux)Dimentichi che in America si fa comunque, o non ricordi che ci sono le gogne pubbliche? Però per le gogne con l'imprimatur dello Stato nessuno dice nulla, salvo poi scagliarsi contro queste dei blood & honor. Molto comodo.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: l'ultimo caposaldo
      - Scritto da:
      Sta cadendo l'ultimo caposaldo della vecchia
      America: la Libertà dì Espressione! E meno male
      che è l'articolo più importante della loro
      costituzione a sancire quel principio.
      Mah.Tu stai scambiando la libertà di esprimere una propria opinione in merito ad un qualsivoglia argomento con la libertà di tormentare qualcuno... sono cose diverse.
      • frog scrive:
        Re: l'ultimo caposaldo
        - Scritto da: Wakko Warner


        Tu stai scambiando la libertà di esprimere una
        propria opinione in merito ad un qualsivoglia
        argomento con la libertà di tormentare
        qualcuno... sono cose
        diverse.Hai ragione, ma secondo me avrebbero dovuto intimare di togliere le liste, non di manifestare un pensiero, anche odioso come quello del quale stiamo parlando
        • Wakko Warner scrive:
          Re: l'ultimo caposaldo
          - Scritto da: frog

          - Scritto da: Wakko Warner






          Tu stai scambiando la libertà di esprimere una

          propria opinione in merito ad un qualsivoglia

          argomento con la libertà di tormentare

          qualcuno... sono cose

          diverse.


          Hai ragione, ma secondo me avrebbero dovuto
          intimare di togliere le liste, non di manifestare
          un pensiero, anche odioso come quello del quale
          stiamo
          parlandoSi, perfettamente d'accordo.
    • Anonimo scrive:
      Re: l'ultimo caposaldo
      - Scritto da:
      Sta cadendo l'ultimo caposaldo della vecchia
      America: la Libertà dì Espressione! E meno male
      che è l'articolo più importante della loro
      costituzione a sancire quel principio.
      Mah.non può essere vero, dimmi che stai solo provocando le ire della gente... perchè se quel che scrivi lo pensi davvero forse c'è da avere paura
      • Anonimo scrive:
        Re: l'ultimo caposaldo
        - Scritto da:


        non può essere vero, dimmi che stai solo
        provocando le ire della gente... perchè se quel
        che scrivi lo pensi davvero forse c'è da avere
        pauraNo, è un invito a riflettere e pensarci su. Non aver paura, io sono un tipo tollerante e simpatico. Racconto anche delle barzellette.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'ultimo caposaldo
          - Scritto da:

          - Scritto da:





          non può essere vero, dimmi che stai solo

          provocando le ire della gente... perchè se quel

          che scrivi lo pensi davvero forse c'è da avere

          paura


          No, è un invito a riflettere e pensarci su. Non
          aver paura, io sono un tipo tollerante e
          simpatico. Racconto anche delle
          barzellette.ma fasciste.
Chiudi i commenti