USA, fondi pubblici per il DTT

Sta per essere approvata la legge che stanzia un miliardo e mezzo di dollari per consentire alle fasce meno agiate di acquistare un decoder per la televisione digitale prima che quella analogica venga abbandonata
Sta per essere approvata la legge che stanzia un miliardo e mezzo di dollari per consentire alle fasce meno agiate di acquistare un decoder per la televisione digitale prima che quella analogica venga abbandonata


Washington (USA) – Una nuova normativa per la televisione digitale terrestre è stata approvata nelle scorse ore dalla Camera dei Rappresentanti statunitense, una legge che prevede l’erogazione di fondi pubblici a sostegno dell’acquisto dei set-top box per il DTT da parte delle famiglie meno abbienti.

La normativa è frutto di un laborioso accordo tra democratici e repubblicani e mette sul piatto 1,5 miliardi di dollari . L’idea è di arrivare allo switch-off , ovvero al momento in cui le emittenti trasmetteranno solo in digitale, entro i primi mesi del 2009.

La necessità di accelerare sui set-top box è legata al fatto che fin qui il DTT non ha ricevuto negli USA forte attenzione da parte delle famiglie e nelle fasce più deboli della popolazione, che pure dispongono in gran parte della televisione, il “decoder” per la “nuova televisione” viene percepito come una spesa non essenziale. Questo è accaduto anche perché le emittenti potranno girare in digitale solo quando l’85 per cento della popolazione sarà abilitata a ricevere il DTT, una disposizione che evidentemente non ha messo “fretta” agli utenti tv.

Ma non è solo questo: anche negli USA lo switch-off è atteso con trepidazione dai tanti business che potranno “catturare” le frequenze oggi usate per la televisione analogica: il Congresso intende mettere all’asta gran parte di queste frequenze e si stima che l’operazione possa portare nelle casse dello stato miliardi di dollari . Alcune altre frequenze saranno invece “trattenute” dallo Stato e verranno affidate ai pubblici servizi, dalla polizia ai vigili del fuoco.

In Italia, come noto, dopo i finanziamenti di 220 milioni di euro per gli acquisti dei decoder, distribuiti senza peraltro alcun discrimine di censo, la Finanziaria prevede per l’anno prossimo stanziamenti per 10 milioni di euro rivolti solo alle aree in cui partirà la prima sperimentazione regionale DTT.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 12 2005
Link copiato negli appunti