USA, governi aperti crescono

A rivelarlo, uno studio di Pew Internet: sempre più netizen a stelle e strisce interagiscono con Washington via web. L'openness voluta dal Presidente Obama sembra tradursi in maggiore stima per il potere centrale

Roma – Dal momento del suo insediamento alla Casa Bianca, il Presidente statunitense Barack Obama si è fatto promotore di una significativa apertura delle attività governative verso le vaste distese della partecipazione online. Una serie di siti – tra cui data.gov , apps.gov e recovery.gov – hanno così cercato di offrire ai netizen a stelle e strisce la facoltà di interagire meglio col potere centrale .

E pare che questa specifica strategia stia raccogliendo i suoi frutti. Almeno secondo un recente studio pubblicato dal Pew Internet & American Life Project . Nell’ultimo anno, l’ 82 per cento degli utenti statunitensi connessi ha cercato vari tipi d’informazione o portato a termine una qualche transazione su uno dei siti collegati al governo di Washington.

La ricerca di Pew è stata condotta tra la fine dello scorso novembre e il successivo 27 dicembre, partendo da un campione di 2258 cittadini statunitensi maggiorenni. Quasi la metà di questi ha per esempio dichiarato di aver ricercato informazioni online su tematiche riguardanti le public policy dei governi locali, statali e federali .

Il 46 per cento ha poi spiegato di aver spesso cercato di capire in Rete quali tipologie di servizio fossero offerte dalle varie agenzie governative. E poi altre percentuali piuttosto significative hanno riguardato lo scaricamento di documenti online, la ricerca di numeri statistici o il rinnovamento della patente di guida.

Tra gli heavy user individuati da Pew , più della metà ha dichiarato di preferire il web o l’email per entrare in contatto con il governo , andando così a costituire lo zoccolo duro di quei netizen statunitensi soddisfatti delle strategie dell’amministrazione Obama sul campo dell’apertura e dell’accessibilità. Più accesso, sembra mostrare lo studio , significa opinioni migliori sul governo stesso.

Ma un paradosso attende al varco l’osservatore delle risultanze di un altro studio condotto da Pew . Solo il 22 per cento degli intervistati ha dichiarato di fidarsi delle istituzioni di Washington. Quasi come se queste siano completamente slegate dai rispettivi (e apprezzati) siti web.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Analitico scrive:
    Tecnologie comprate
    Non per fare il complottista di turno, ma...Perchè due aziende procedono con lo sviluppo dello stesso identico prodotto?Come è possibile che due aziende non collegate tra loro producono prodotti praticamente identici, differenti solo per alcuni aspetti, ma con basi tecniche e ingegnieristiche completamente identiche?Io credo che la tecnologia che viene messa in vendita da Intel e AMD non sia frutto dei loro ingegnieri, semplicemente comprata e poi modificata seguendo un semplice schema di vendita.[Dev azienda X]|[vendita]||-
    AMD-
    [modifica]-
    [vendita]|-
    Intel-
    [modifica]-
    [vendita]Non si spiegano diversamente tutte le analogie/similitudini e quant'altro su tecnologie e studi che dovrebbero portare a sostanziali differenti risultati, dato che gli studi avvengono (all'apparenza) in modo autonomo per entrambe le aziende.E' semplicemente una statistica, in quanto non c'è piu la coincidenza, la quale persura da anni sullo stesso binario.Strano che a nessuno sia venuto in mente di indagare oltre e scoprire il perchè e gli eventuali truffatori/monopolisti che stanno dominando il mercato da qualche decennio buttando fumo negli occhi, sia agli organi antritrust che agli utenti finali.
    • Gattazzo scrive:
      Re: Tecnologie comprate
      Se ti documenti vedi che le tecnologie non sono assolutamente le stesse!http://www.hwupgrade.it/articoli/cpu/2432/phenom-ii-x6-cpu-desktop-a-6-core-anche-da-amd_index.html Quel che posso dirti in sintesi è che i proXXXXXri Intel sono in genere alquanto più potenti, ma quelli AMD decisamente più economici specie nelle fasce alte.La maggior potenza Intel la paghi sproporzionatamente, e buona parte di essa è solo teorica, dovuta ai compilatori per le applicazioni ottimizzati per Intel su sistemi Windows (combutta di M$ & I$, il gatto e la volpe, nessuno me lo toglie dalla testa). Su Linux la superiorità Intel praticamente sparisce, speriamo solo che Liux prenda a diffondersi come merita.
      • ... scrive:
        Re: Tecnologie comprate

        dovuta ai compilatori per le
        applicazioni ottimizzati per Intel su sistemi
        Windows (combutta di M$ & I$, il gatto e la
        volpe, nessuno me lo toglie dalla testa).

        Su Linux la superiorità Intel praticamente
        sparisce, speriamo solo che Liux prenda a
        diffondersi come
        merita.ma non è assolutamente vero!!! se usi l'icc (il compilatore intel) su linux, ti produrrà codice MOLTO più performante del gcc,ma per ovvi motivi sarà così performante solo su intel, non vedo dove sta il complottol'icc produce codice ottimizzato per le cpu intel, sfruttando le loro caratteristiche di pipeline e cache fino in fondo, gli amd sono totalmente diversi da questo punto di vista, è ovvio che li sopra il codice giri più lentociò non toglie che ormai le differenze tra icc e gcc si stanno appiattendo, ma prima di gridare al complotto documentatevi
    • HappyCactus scrive:
      Re: Tecnologie comprate
      - Scritto da: Analitico
      Non per fare il complottista di turno, ma...
      Perchè due aziende procedono con lo sviluppo
      dello stesso identico
      prodotto?Sono identici solo in superficie. In realtà le architetture sono profondamente diverse, basta leggere la documentazione.
      Non si spiegano diversamente tutte le
      analogie/similitudini e quant'altro su tecnologie
      e studi che dovrebbero portare a sostanziali
      differenti risultati, dato che gli studi
      avvengono (all'apparenza) in modo autonomo per
      entrambe le
      aziende.Ma no, si spiega banalmente con il mercato.Chi comprerebbe amd se non fosse più compatibile con intel?
    • Scia scrive:
      Re: Tecnologie comprate
      Guarda che il tuo punto di vista è completamente errato.Le tecnologie in gioco sono molto diverse, la microarchitettura e il set di istruzioni.Questi discorsi di complottismo sono discorsi da bar di gente che non capisce granchè di come funziona la parte tecnica, ma legge "6 core". Probabilmente non sanno neanche cosa è l'hyper threading, e magari sono ancora ad usare i GHz come metro di riferimento per le prestazioni.Ripeto, i complotti gli vede chi non è tecnico.
      • ciuffo scrive:
        Re: Tecnologie comprate
        I Ghz di cui tu parli sono ancora un metro di riferimento importantissimo per le prestazioni.
        • gips scrive:
          Re: Tecnologie comprate
          e putroppo lo saranno finchè la tecnologia multicore non sarà sfruttata degnamente... (vedi anni di esperienza multi-gpu che da i suoi frutti)
    • ces scrive:
      Re: Tecnologie comprate
      - Scritto da: Analitico
      Non per fare il complottista di turno, ma...
      Perchè due aziende procedono con lo sviluppo
      dello stesso identico
      prodotto?
      Come è possibile che due aziende non collegate
      tra loro producono prodotti praticamente
      identici, differenti solo per alcuni aspetti, ma
      con basi tecniche e ingegnieristiche
      completamente
      identiche?

      Io credo che la tecnologia che viene messa in
      vendita da Intel e AMD non sia frutto dei loro
      ingegnieri, semplicemente comprata e poi
      modificata seguendo un semplice schema di
      vendita.

      [Dev azienda X]
      |
      [vendita]
      |
      |-
      AMD-
      [modifica]-
      [vendita]
      |-
      Intel-
      [modifica]-
      [vendita]

      Non si spiegano diversamente tutte le
      analogie/similitudini e quant'altro su tecnologie
      e studi che dovrebbero portare a sostanziali
      differenti risultati, dato che gli studi
      avvengono (all'apparenza) in modo autonomo per
      entrambe le
      aziende.
      E' semplicemente una statistica, in quanto non
      c'è piu la coincidenza, la quale persura da anni
      sullo stesso
      binario.

      Strano che a nessuno sia venuto in mente di
      indagare oltre e scoprire il perchè e gli
      eventuali truffatori/monopolisti che stanno
      dominando il mercato da qualche decennio buttando
      fumo negli occhi, sia agli organi antritrust che
      agli utenti
      finali.senza contare il fatto che i proXXXXXri amd ed intel sono i princpali sospetti per l'emissione delle scie chimiche e dai video si vede chiaramente un p4 schiantarsi sulle torri gemelle(anonimo)
    • Giulia scrive:
      Re: Tecnologie comprate
      Perche intel a sganciato 1 miliardo di dollari e le licenze per tutte le tecnologie per i prossimi 5 o 10 anni ad AMD visto che in passato ha fatto la "Cattiva".....
  • Enjoy with Us scrive:
    Molto interessante!
    Vediamo poi i dati dei benchmark, ma se non ci saranno sorpese penso che possa rivaleggiare con i core i5/i7 di intel
    • Scia scrive:
      Re: Molto interessante!
      Se hai programmi che usano tanti core: si, non è ovviamente veloce come quelle di punta Intel, ma per il prezzo, è davvero eccellente.Per i programmi che usano pochi thread, o i giochi, Intel rimane ancora migliore (vedi i5 750 e i7 860).Lode ad AMD per aver garantito la compatibilità col socket AM3
      • ces scrive:
        Re: Molto interessante!
        - Scritto da: Scia
        Se hai programmi che usano tanti core: si, non è
        ovviamente veloce come quelle di punta Intel, ma
        per il prezzo, è davvero
        eccellente.

        Per i programmi che usano pochi thread, o i
        giochi, Intel rimane ancora migliore (vedi i5 750
        e i7
        860).vero ma i prezzi sono sproporzionati
        Lode ad AMD per aver garantito la compatibilità
        col socket
        AM3quoto aggiungendo che intel non si sforza più di tanto.
Chiudi i commenti