USA, il copyright che l'industria vorrebbe

Di fronte al Congresso, i detentori dei diritti illustrano le loro esigenze: la legge dovrebbe imporre filtri e rimozioni preventive. Secondo gli intermediari, però, le tutele sono già più che sufficienti

Roma – Un sistema di rimozioni più efficace, che non ponga limiti alle richieste dei detentori dei diritti, che sappia scoraggiare i condivisori che operano nell’illegalità e i servizi che li sfruttano per spremere denari da opere protette: le istituzioni statunitensi, nel corso di una consultazione centrata sui procedimenti di takedown previsti dal Digital Millennium Copyright Act, hanno raccolto le testimonianze di un’industria dei contenuti che vorrebbe mettere al servizio della legge tutti gli intermediari della Rete.

“La mia vita è minacciata dalla distribuzione illegale del mio lavoro – ha denunciato di fronte ad una commissione del Congresso la musicista Maria Schneider – e non ho modo di frenarla”. Racconta delle ore trascorse in Rete per individuare gli snodi in cui le violazioni si moltiplicano, per compilare richieste di rimozione da inviare alla piattaforme che ospitano illegalmente le sue opere. Quando le richieste non restano inevase, le rimozioni non hanno altro effetto che quello di far fluire altrove i brani della musicista, a disposizione di chiunque voglia approfittarne. “Un mondo alla rovescia”, così Schneider descrive il quadro tracciato dalla sezione del DMCA che stabilisce le regole della tutela del diritto d’autore in Rete, un mondo in cui “gli oneri ricadono non su chi viola la legge, ma su coloro che tentano di far valere i propri diritti”.

Si tratta di un nodo che attanaglia altri detentori dei diritti, dalle case editrici come Elsevier all’onnipresente RIAA , in prima linea a rappresentare gli interessi dell’industria della musica statunitense: tutti si mostrano concordi nel proporre un sistema di notice and takedown che carichi di maggiore responsabilità le piattaforme che ospitino i contenuti, che fanno di questi contenuti il carburante del proprio modello di business. Si invocano dunque con disinvoltura sistemi di pubblicazione selettiva che sappiano filtrare all’origine i contenuti di cui i detentori dei diritti abbiano già chiesto una rimozione, prendendo a modello quanto YouTube fa per i video a mezzo di Content ID e applicando per estensione lo schema ad ogni tipo di file.

E se la piattaforme che ospitano i contenuti non dovessero mostrarsi collaborative? Basta moltiplicare gli intermediari e le responsabilità , suggerisce il vecchio adagio di RIAA. Google, già operosa nell’accondiscendere al volere dell’industria, secondo il CEO Cary Sherman dovrebbe collaborare di più e in maniera più attiva, accogliendo richieste di rimozione capaci di interrompere i collegamenti con tutti i file di un sito che violano il copyright e non solo con una limitata prozione di essi, evitando di reindicizzare i contenuti rimossi e ricomparsi online, declassando i risultati provenienti da siti sospetti, a favore dell’offerta legale.

Google, da parte sua, ritiene che il quandro legale statunitense sia già equo ed efficace: all’industria dei contenuti, spiega al Congresso, basterebbe potenziare l’offerta legale per essere premiata dagli algoritmi dei motori di ricerca e dalla scelta delle platee connesse.

Piuttosto, da Mountain View giunge un monito riguardo agli abusi, affiancandosi alla testimonianza di Automattic, che già in passato si era schierata per difendere la libertà di espressione sulla propria piattaforma WordPress: non è raro che le richieste di rimozione avanzate nel nome della tutela del copyright nascondano motivazioni insidiose, e l’intento di soffocare le voci sgradite. Per questo motivo, nell’aggiornare le previsioni legislative, sarebbe opportuno potenziare il meccanismo del contraddittorio a favore di coloro che siano vittima di rimozioni inique. E magari scoraggiare gli abusi con delle punizioni che facciano davvero paura.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • oh cristo scrive:
    A Tamburrino
    Non sarebbe forse il caso di entrare un po' nello specifico relativamente a questi 2 punti?1)"Nell'intervista raccolta da Rolling Stone, inoltre, Gates ha modo di raccontare la sua visione del mondo e dei suoi problemi: sarebbe un po' come un sistema operativo che ha solo bisogno del debugging. Tuttavia, questo deve essere fatto tempestivamente perché le sfide sono sempre di più."2)"Inoltre, non deve essere fatto con tutti i mezzi possibili: Gates, per esempio, critica i metodi di Edward Snowden, responsabile di aver operato contro la legge."
  • mi fa schifo scrive:
    brain debug
    a questo "signore" -- collaborazionista di governi e agenzie terroriste con inclinazioni neanche tanto velatamente fascistoidi (sì, palro proprio di USA e fedeli alleati, di NSA/CIA ecc.), disinvolto finanziere, "spalla" di affamatori dell'umanità (come Monsanto ecc.), sostenitore di teorie eugenetiche e di sperimentazioni farmacologiche illegali su cavie umane (che tanto ricordano certe idee e pratiche naziste) -- e questo "signore"... occorrerebbe proprio un bel debug al cervello... meglio ancora un bel RESET totale...
  • M5S scrive:
    Microsoft e NSA
    "Inoltre, non deve essere fatto con tutti i mezzi possibili: Gates, per esempio, critica i metodi di Edward Snowden, responsabile di aver operato contro la legge." Certo se la sua MS perchè in fondo è ancora sua lavora a stretto contatto con la NSA. Windows è stato sviluppato coon la collaborazione della NSA e gli aggiornamenti che periodicamente Microsoft mette in distribuzione con il servizio winupdate passano sempre prima dalla agenzia piu' spiona del mondo..
  • ... scrive:
    Ma ci si crede di essere?
    Ebbravo Bill Gates, sei tornato a spaccarci i XXXXXXXX. Ma si può sapere che XXXXX ci fa uno come lui a parlare di beneficenza, che sotto il XXXX c'ha i miliardi, stia muto e si goda i soldi che hai fatto grazie al tuo sistema operativo per bambini.
    • 2014 scrive:
      Re: Ma ci si crede di essere?
      - Scritto da: ...
      Ebbravo Bill Gates, sei tornato a spaccarci i
      XXXXXXXX. Ma si può sapere che XXXXX ci fa uno
      come lui a parlare di beneficenza, che sotto il
      XXXX c'ha i miliardi, stia muto e si goda i soldi
      che hai fatto grazie al tuo sistema operativo per
      bambini.Quello è l'altro, aveva le mele morsicate come simbolo...
  • bertuccia scrive:
    proprio lui fa il filantropo
    lui che quando era a capo di MS rappresentava proprio uno dei principali mali di questo mondo.http://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documents« (Il software open source) ha una credibilità a lungo termine [...] le tattiche FUD non possono essere utilizzate per combatterlo. »« Linux può vincere finché i servizi e i protocolli di comunicazione sono pubblici. »« (Microsoft dovrebbe) de-commoditizzare (cioè rendere proprietari e non documentati) i protocolli di comunicazione e le applicazioni. »ricordiamo anche il boicottaggio del progetto OLPChttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4010642&m=4010902#p4010902lui stesso ha operato contro il bene dell'umanità, e ora gioca a fare il filantropo
    • passante scrive:
      Re: proprio lui fa il filantropo
      già... per non parlare della sua idea della lotta contro le malattie infettive ed i vaccini. E il contr---ops cambiamento climatico (indotto).Progetto, quello del controllo della radiazione solare (SRM) che esiste già da anni negli States (e Bill propose una sua idea), e che in Europa è arrivato dopo, ma è già in atto sopra le nostre teste.http://www.publications.parliament.uk/pa/cm200910/cmselect/cmsctech/221/22102.htmLeggete e rabbrividite...
      • Funz scrive:
        Re: proprio lui fa il filantropo
        - Scritto da: passante
        già... per non parlare della sua idea della lotta
        contro le malattie infettive ed i vaccini. E il
        contr---ops cambiamento climatico
        (indotto).
        Progetto, quello del controllo della radiazione
        solare (SRM) che esiste già da anni negli States
        (e Bill propose una sua idea), e che in Europa è
        arrivato dopo, ma è già in atto sopra le nostre
        teste.

        http://www.publications.parliament.uk/pa/cm200910/Cavolo, una roba talmente segreta che la pubblicano in chiaro sul sito del Parlamento UK...Quello che voi complottisti non capite è che non basta che una cosa sia regolata dalla legge perché esista veramente. Qui siamo ancora alla discussione su quali tecnologie andrebbero regolate.Ad esempio, le tecniche di fertilizzazione del fitoplancton per la cattura della CO2 sono già state provate ma hanno dato ben scarsi risultati. L'uso delle biomasse per lo stesso scopo e per la produzione di biochar e combustibili sono ovvietà e sarebbe opportuno che ci si investisse su massicciamente.Cambiare l'albedo del territorio o delle nuvole o dei deserti, riempire l'atmosfera di aerosol, gli specchi spaziali, sono solo fantascienza.
        • passante scrive:
          Re: proprio lui fa il filantropo
          ... riempire l'atmosfera di aerosol ... sono solo fantascienza.youtube.com/watch?v=Bb_Zi42g5WA
    • Leguf Iussef Khalifa scrive:
      Re: proprio lui fa il filantropo
      - Scritto da: bertuccia
      lui che quando era a capo di MS rappresentava
      proprio uno dei principali mali di questo
      mondo.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documents

      « (Il software open source) ha una credibilità a
      lungo termine [...] le tattiche FUD non possono
      essere utilizzate per combatterlo.
      »

      « Linux può vincere finché i servizi e i
      protocolli di comunicazione sono pubblici.
      »

      « (Microsoft dovrebbe) de-commoditizzare (cioè
      rendere proprietari e non documentati) i
      protocolli di comunicazione e le applicazioni.
      »


      ricordiamo anche il boicottaggio del progetto OLPC
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4010642&m=401


      lui stesso ha operato contro il bene
      dell'umanità, e ora gioca a fare il
      filantropoTutto giusto... per carità niente da ridire....Ma.... detto da un macaco non so perchè (newbie) ma a me fa un pochino ridere. :D
      • sbrotfl scrive:
        Re: proprio lui fa il filantropo
        - Scritto da: Leguf Iussef Khalifa
        - Scritto da: bertuccia

        lui che quando era a capo di MS rappresentava

        proprio uno dei principali mali di questo

        mondo.



        http://it.wikipedia.org/wiki/Halloween_Documents



        « (Il software open source) ha una credibilità a

        lungo termine [...] le tattiche FUD non possono

        essere utilizzate per combatterlo.

        »



        « Linux può vincere finché i servizi e i

        protocolli di comunicazione sono pubblici.

        »



        « (Microsoft dovrebbe) de-commoditizzare (cioè

        rendere proprietari e non documentati) i

        protocolli di comunicazione e le applicazioni.

        »





        ricordiamo anche il boicottaggio del progetto
        OLPC


        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4010642&m=401





        lui stesso ha operato contro il bene

        dell'umanità, e ora gioca a fare il

        filantropo
        Tutto giusto... per carità niente da ridire....

        Ma.... detto da un macaco non so perchè (newbie)
        ma a me fa un pochino
        ridere.

        :DCome si suol dire... una volta persa la credibilità, è dura riacquisirla :D
  • Etype scrive:
    Melinda...
    "Inoltre, non deve essere fatto con tutti i mezzi possibili: Gates, per esempio, critica i metodi di Edward Snowden, responsabile di aver operato contro la legge."Bill e parli proprio tu ? :D"L'ex CEO di Microsoft ha i suoi metodi: di suo ha relativamente poco - solo tre case ed un aeroplano - ma si impegna strenuamente su alcuni fronti intellettualmente e umanamente fondamentali: lavorare per lo sviluppo dell'agricoltura per rispondere al fabbisogno nutrizionale di tutto il mondo, studiare il cambiamento climatico, controllare il diffondersi delle malattie infettive, sospingere una riforma dell'istruzione"Legami con la Monsanto e non fa mistero dei suoi pensieri pro eugenetica...Per carità Bill,goditi i tuoi miliardi ma non mettere le mani per peggiorare ancora di più le cose....
Chiudi i commenti