USA, la grande falla dei body scanner

Un blogger statunitense è riuscito ad eludere i controlli in vari aeroporti del paese. Basterebbe attaccare un oggetto metallico ai fianchi per farlo confondere col nero dello sfondo
Un blogger statunitense è riuscito ad eludere i controlli in vari aeroporti del paese. Basterebbe attaccare un oggetto metallico ai fianchi per farlo confondere col nero dello sfondo

Un video esplicativo che farà certamente divampare il fuoco delle polemiche in terra statunitense. Il blogger Jonathan Corbett contro il governo a stelle e strisce, in particolare i vertici della Transportation Security Administration (TSA) e i tanto discussi scanner millimetrali nei principali scali aeroportuali del paese a stelle e strisce.

Sul sito TSA Out of Our Pants! è così apparso un filmato di quasi 5 minuti ad evidenziare un’imbarazzante vulnerabilità dei cosiddetti body scanner. In sostanza, Corbett è riuscito a far passare un semplice – nemmeno microscopico – oggetto metallico da una parte all’altra delle postazioni votate all’analisi millimetrale .

Come ci è riuscito? La risposta è tanto semplice quanto inquietante. Conservare un oggetto metallico ai fianchi del corpo – dunque non sul petto o sulla schiena – permetterà all’oggetto stesso di confondersi totalmente col nero dello sfondo nelle immagini restituite agli agenti aeroportuali dai body scanner .

Per dimostrare efficacemente la sua strategia, Corbett si è imbarcato su diversi aerei per passare i controlli a Fort Lauderdale o a Cleveland. In entrambi i casi, gli scanner millimetrali non hanno rilevato l’oggetto fissato ai fianchi del corpo , totalmente invisibile perché nascosto nello sfondo nero.

“Ora sono sicuro che i vertici di TSA mi accuseranno di aver aiutato i terroristi con questo video”, ha continuato Corbett. L’obiettivo è invece un altro: alimentare la protesta nazionale contro dispositivi giudicati dannosi per la salute e per la privacy. TSA avrebbe ricevuto miliardi di dollari per un sistema aggirabile con una semplice manovra ai fianchi.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 03 2012
Link copiato negli appunti