USA, la sorveglianza continuerà

Bocciata al Congresso una proposta di emendamento che avrebbe impedito alla NSA di rastrellare le comunicazioni di milioni di cittadini. Il governo USA vuole solo i metadati per la sicurezza nazionale

Roma – Supportata dagli attivisti digitali, la proposta di emendamento del testo di legge noto come Department of Defense Appropriations Act è stata bocciata per un pugno di voti alla House of Representatives di Washington D.C. Il deputato repubblicano Justin Amash si era messo alla guida di una coalizione politica contro il famigerato programma di sorveglianza adottato dalla National Security Agency (NSA) per il rastrellamento delle comunicazioni telefoniche attraverso i principali provider a stelle e strisce.

Decisiva l’opposizione al Congresso di un nutrito gruppo bi-partisan, dagli esponenti liberali (Nancy Pelosi) all’ala più conservatrice del Tea Party (Michele Bachmann). Con 217 voti contrari e 205 favorevoli, la proposta di emendamento avanzata da Amash è stata scartata perché ritenuta pericolosa per la sicurezza nazionale , nel quadro della lotta al terrorismo internazionale a mezzo tecnocontrollo.

In sostanza , il testo proposto da Amash – con il supporto delle organizzazioni attiviste come Electronic Frontier Foundation (EFF) – avrebbe messo fine alla raccolta di informazioni sulle comunicazioni telefoniche o digitali dei cittadini statunitensi. Alle agenzie come NSA sarebbe stato impedito lo sfruttamento della sezione 215 del Patriot Act , per il rastrellamento di informazioni afferenti a persone non affatto investite da attività investigative per tutelare la difesa nazionale.

In altre parole, le autorità federali a stelle e strisce avrebbero potuto raccogliere informazioni solo ed esclusivamente in caso di legittimo sospetto di attività criminose o legate al terrorismo. In aggiunta, la proposta di Amash avrebbe tagliato i fondi al programma di sorveglianza denunciato da Edward Snowden, rivedendo un budget da circa 600 miliardi di dollari per l’intero Dipartimento della Difesa .

Tra l’amareggiato stupore di EFF e l’allarme del senatore democratico Ron Wyden – “Se non approfittiamo di questa unica possibilità nella nostra storia costituzionale per riformare leggi e politiche di sorveglianza, la rimpiangeremo tutti a vita” – gli oppositori della proposta di emendamento hanno ribadito che al governo federale importano soltanto gli innocenti metadati , raccolti per il bene della sicurezza nazionale senza intenzione alcuna di spiare gli utenti a stelle e strisce.

Al di qua dell’Atlantico, l’avvocato russo della talpa Edward Snowden ha parlato dell’immediato futuro del suo assistito, che avrebbe intenzione di costruirsi una nuova vita a Mosca. L’informatico statunitense sarebbe prossimo a svincolarsi dal limbo burocratico che lo trattiene all’aeroporto internazionale Sheremetyevo, in attesa dei documenti necessari all’entrata in Russia dopo la fuga ad Hong Kong.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Supporta 4k
    Individuati nel codice di JB 4.3 riferimenti a display 4K.
  • iRoby scrive:
    Migliora
    Android è ottimo e non può che migliorare.Se smetti di usare il telefono come telefono, grazie ad Android e le sue app, fai un sacco di altre cose e diventi uno smartphone-dipendente.Come i miei amici che hanno questi smartphone con schermo grande e Jelly Bean.Stanno tutto il giorno a fotografare, filmare e uppare su Youtube e Facebook.Messaggiare alla grande con Whatsapp e Viber.Giocare a giochini occasionali ma che ti prendono e diventi dipendente.E tutto questo con telefoni di 100-150 con Android che è ormai lo standard de facto negli smartphone.
    • Simone Cherubini scrive:
      Re: Migliora
      Ma vivi la vita invece...
      • iRoby scrive:
        Re: Migliora
        Io la vivo. Sono i miei amici che hanno scoperto un modo nuovo di socializzare e tenersi in contatto. E sono persone mature di 45 e 55 anni. Sono impazziti per queste tecnologie.
      • krane scrive:
        Re: Migliora
        - Scritto da: Simone Cherubini
        Ma vivi la vita invece...Ma infatti che e' tutta sta dipendenza dalla tecnologia, si sta cosi' bene senza elettricita' e gas ! Riprendiamoci le caverne !
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Migliora
      - Scritto da: iRoby
      Android è ottimo e non può che migliorare.

      Se smetti di usare il telefono come telefono,
      grazie ad Android e le sue app, fai un sacco di
      altre cose e diventi uno
      smartphone-dipendente.

      Come i miei amici che hanno questi smartphone con
      schermo grande e Jelly
      Bean.
      Stanno tutto il giorno a fotografare, filmare e
      uppare su Youtube e
      Facebook.
      Messaggiare alla grande con Whatsapp e Viber.
      Giocare a giochini occasionali ma che ti prendono
      e diventi
      dipendente.

      E tutto questo con telefoni di 100-150 con
      Android che è ormyai lo standard de facto negli
      smartphone.Infatti e' questa la grande rivoluzione di android... un sistema aperto ed e o nomi o!
    • C.A. scrive:
      Re: Migliora
      - Scritto da: iRoby
      Android è ottimo e non può che migliorare.

      Se smetti di usare il telefono come telefono,
      grazie ad Android e le sue app, fai un sacco di
      altre cose e diventi uno
      smartphone-dipendente.

      Come i miei amici che hanno questi smartphone con
      schermo grande e Jelly
      Bean.
      Stanno tutto il giorno a fotografare, filmare e
      uppare su Youtube e
      Facebook.
      Messaggiare alla grande con Whatsapp e Viber.
      Giocare a giochini occasionali ma che ti prendono
      e diventi
      dipendente.

      E tutto questo con telefoni di 100-150 con
      Android che è ormai lo standard de facto negli
      smartphone.Poracci......
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Migliora
      - Scritto da: iRoby
      Android è ottimo e non può che migliorare.

      Se smetti di usare il telefono come telefono,
      grazie ad Android e le sue app, fai un sacco di
      altre cose e diventi uno
      smartphone-dipendente.

      Come i miei amici che hanno questi smartphone con
      schermo grande e Jelly
      Bean.
      Stanno tutto il giorno a fotografare, filmare e
      uppare su Youtube e
      Facebook.
      Messaggiare alla grande con Whatsapp e Viber.
      Giocare a giochini occasionali ma che ti prendono
      e diventi
      dipendente.

      E tutto questo con telefoni di 100-150 con
      Android che è ormai lo standard de facto negli
      smartphone.sei il pinguino della pubblicità? :D
  • carobeppe scrive:
    Ma la chiamata vocale?
    Riusciranno mai a far funzionare i vivavoce in maniera decente con Android? Il mio collega ha appena preso un cellulare con Android 4.qualcosa e se sei collegato in vivavoce all'auto non funziona la chiamata vocale (cosa grave per un vivavoce) ed è un problema di più o meno tutti i telefoni. Possibile che ci voglia tanto implementare una funzione oramai banale? Tanto è perfetta su blackberry (che restituisce anche la conferma vocale di ciò che viene richiesto) tanto fa pena su Android...
  • invernomuto scrive:
    Addio
    release, appeal, parental control, feature, device, master key, vendor, malware, policy, fitness.Sembra proprio che la lingua italiana sia sempre più vicina al trapasso.Che riposi in pace.
    • tucumcari scrive:
      Re: Addio
      - Scritto da: invernomuto
      release, appeal, parental control, feature,
      device, master key, vendor, malware, policy,
      fitness.
      Sembra proprio che la lingua italiana sia sempre
      più vicina al
      trapasso.
      Che riposi in pace.Se scrivi di informatica anzichè della divina commedia c'è qualche giustificazione alla anglofonia non trovi?
      • invernomuto scrive:
        Re: Addio
        Sinceramente no.Estremizzando il tuo ragionamento dovremmo relegare la nostra lingua a una minima parte, seppur importante, dell'esperienza umana.L'attinenza informatica di appeal, vendor e fitness potrebbe essere opinabile, a meno che, scrivendo di psicologia, economia e salute, non sia giustificabile l'utilizzo di altri idiomi.
      • Albo pretorio scrive:
        Re: Addio
        Un po' striminzito come commento.Lo ringalluzziamo così:"Ma che hai capito?Mica lo devi dire per me!Spiegalo agli altri no?(rotfl)(rotfl)oppure ... è proprio lì il problema?(rotfl)(rotfl)Dai... allora ... un colpo di reni..Concentrati e fai capire perché non è difficile no?(rotfl)(rotfl)"Gli esempi classici vanno sempre bene:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3445322&m=3446398#p3446398
    • Il Principe scrive:
      Re: Addio
      - Scritto da: invernomuto
      release, appeal, parental control, feature,
      device, master key, vendor, malware, policy,
      fitness.
      Sembra proprio che la lingua italiana sia sempre
      più vicina al
      trapasso.
      Che riposi in pace.Tecnosauro, Google sta semplicemnete accellerando il proXXXXX di amercianizzazione iniziato nel dopoguerra. Finalmente non dovremo più preoccuparci dei promessi sposi o della divina commedia. Fanc**o quelle cagate. Il futuro è HemingwayIl Principe
    • Luca Annunziata scrive:
      Re: Addio
      Si chiamano sinonimi. Poi vorrei che mi spiegassi come dovrei chiamare la vulnerabilitá master key se non master key.
      • gnammolo scrive:
        Re: Addio
        maestro chiave!
      • ... scrive:
        Re: Addio
        Mastro di Chiave... da accoppiare con la Guardia di Porta!
      • non so scrive:
        Re: Addio
        Non sono un maestro della lingua italiana (tutt'altro), ma di possibilità per evitare gli inglesismi ce ne sono:release,versione, versione successivaappeal videoludico,attrattività videoludicaparental control, filtro famigliafeature, caratteristicadevice, dispositivomaster key,chiave aprittuttovendor, fornitoremalware, codice malignopolicy, linee di condottale app per il fitnessi programmi per il mantenimento della forma fisicaSicuramente si può fare meglio, chi scrive articoli dovrebbe saperlo fare ;). Personalmente però, visto che si tratta di una vulnerabilità rintracciabile in internet con quel nome, terrei master key in inglese.
        • Funz scrive:
          Re: Addio
          - Scritto da: non so
          Non sono un maestro della lingua italiana
          (tutt'altro), ma di possibilità per evitare gli
          inglesismi ce ne
          sono:Propongo altre accezioni:
          release,
          versione, versione successivaespulsione, evacuazione, discarica...
          appeal videoludico,
          attrattività videoludicaattraenza, arrapevolezza, scimmiosità...
          parental control,
          filtro famigliaguinzaglio corto, filtro bacchetta, cintura di castità...
          feature,
          caratteristicaforse-funziona-lità, errore rinominato...
          device,
          dispositivoaggeggio, accrocchio, affare, giocattolo per smanettoni...
          master key,
          chiave aprittuttopassepartout (seriamente ;p)buco di sicurezza preimpostato...
          vendor,
          fornitorespacciatore di dati e/o silicio , marchettaro, inventore di nuovi bisogni indotti...
          malware,
          codice malignoverme, virus, codice sparaspam-a-insaputa, secondo bu*o posteriore, ingresso posteriore per-il-tuo-bene-mamma-li-terroristi-pedofili...
          policy,
          linee di condottaattività probabilmente illegali immorali truffaldine ma-tanto-hai-premuto-avanti-avanti-OK...
          le app per il fitness
          i programmi per il mantenimento della forma fisicaprogrammi per allenare il dito invece di andare a correre... (azz, questi li uso pure io :D )
          Sicuramente si può fare meglio, chi scrive
          articoli dovrebbe saperlo fare ;).sicuramente, io il mio contributo l'ho dato: :pAspettiamo quello di altri ;)
          • Crivel scrive:
            Re: Addio

            sicuramente, io il mio contributo l'ho dato: :p
            Aspettiamo quello di altri ;)Tutte proposte destinate a cadere nell'oblio. L'Italia, a differenza di diverse nazioni, non ha un istituto per la standardizzazione dei nomi e della nomenclatura in genere. Alcuni mesi fa proprio qui su Punto Informatico era stato rammentato lo strano caso del termine <I
            directory </I
            (nell'MS-DOS): in alcuni manuali italiani diventava "indirizzario", in altri "direttorio". Fra i due litiganti il terzo gode, ed ha vinto l'inglese. :-(Gli enti per la standardizzazione della lingua servono anche a questo: a mettere d'accordo tutti, previa consultazione degli esperti di settore. Non esiste il termine "giusto" a priori. Forse che "autista", come traduzione di <I
            chauffeur </I
            , è più bello o più italiano di "fochista" (altro traducente legittimo)? Il punto non sono le traduzioni belle o brutte, il punto è mettersi d'accordo. :|
          • Funz scrive:
            Re: Addio
            - Scritto da: Crivel

            sicuramente, io il mio contributo l'ho dato:
            :p

            Aspettiamo quello di altri ;)

            Tutte proposte destinate a cadere nell'oblio.
            L'Italia, a differenza di diverse nazioni, non ha
            un istituto per la standardizzazione dei nomi e
            della nomenclatura in genere. Alcuni mesi fa
            proprio qui su Punto Informatico era stato
            rammentato lo strano caso del termine <I

            directory </I
            (nell'MS-DOS): in alcuni
            manuali italiani diventava "indirizzario", in
            altri "direttorio". Fra i due litiganti il terzo
            gode, ed ha vinto l'inglese.
            :-(Ha vinto "cartella", che peraltro non è poi così male, sempre restando nella metafora della scrivania e dell'archivio fisico.
            Gli enti per la standardizzazione della lingua
            servono anche a questo: a mettere d'accordo
            tutti, previa consultazione degli esperti di
            settore. Non esiste il termine "giusto" a priori.
            Forse che "autista", come traduzione di
            <I
            chauffeur </I
            , è più bello o
            più italiano di "fochista" (altro traducente
            legittimo)?e meno male ^_^
            Il punto non sono le traduzioni belle o brutte,
            il punto è mettersi d'accordo.
            :| quoto
          • Crivel scrive:
            Re: Addio

            lo strano caso del termine
            <I


            directory </I
            (nell'MS-DOS): in
            alcuni

            manuali italiani diventava "indirizzario", in

            altri "direttorio". Fra i due litiganti il
            terzo

            gode, ed ha vinto l'inglese.

            :-(

            Ha vinto "cartella", che peraltro non è poi così
            male, sempre restando nella metafora della
            scrivania e dell'archivio
            fisico.Dunque, cartella ha vinto perché si erano diffuse le GUI, ed anche la lingua inglese era passata da directory a folder. Da un punto di vista informatico, l'indirizzario (o direttorio) e la cartella sono esattamente la stessa cosa, :-); tuttavia nel passaggio da MS-DOS a Windows, oppure da Apple Dos e Apple SOS a Lisa OS l'occhio vedeva cose diverse, quindi il cambio di terminologia si è imposto rapidamente.

            Forse che "autista", come traduzione di

            <I
            chauffeur </I
            , è più bello
            o

            più italiano di "fochista" (altro traducente

            legittimo)?

            e meno male ^_^Ma no, guarda, stai dando il giudizio del senno di poi, e nelle cose di lingua non ha alcun senso. Tutti i termini nuovi paiono brutti. Pian pianino ci si fa l'abitudine, e le nuove generazioni nemmeno sanno che quel termine non esisteva, quando loro erano in fasce.Anche matita un tempo era un neologismo. Prima non c'era.
      • invernomuto scrive:
        Re: Addio
        - Scritto da: Luca Annunziata
        Si chiamano sinonimi.

        Poi vorrei che mi spiegassi come dovrei chiamare
        la vulnerabilitá master key se non master
        key.La mia non voleva essere una critica diretta al suo modo di scrivere, ma una generica constatazione sull'uso della lingua. Se le ho dato un'impressione diversa, mi dispiace.Venendo al merito, dato che si tratta di una chiave per la firma digitale, «chiave» potrebbe essere la giusta versione per «key». Chiave primaria? Chiave principale? Chiave master?Nei sistemi di crittografia asimmetrica, ad esempio, si parla di chiave pubblica e chiave privata, non di public e private key.Cordiali saluti.
    • carobeppe scrive:
      Re: Addio
      Mi aggrego. I francesi non si piegano, hanno l'ordinateur, il gigaoctet eccetera. Possibile che nella nostra lingua non ci sia verso di usare parole che già esistono per esprimere concetti informatici, come calcolatore, instradatore, disco rigido ecc ecc?
      • Redpps scrive:
        Re: Addio
        - Scritto da: carobeppe
        Mi aggrego. I francesi non si piegano, hanno
        l'ordinateur, il gigaoctet eccetera. Possibile
        che nella nostra lingua non ci sia verso di usare
        parole che già esistono per esprimere concetti
        informatici, come calcolatore, instradatore,
        disco rigido ecc
        ecc?I francesi fanno pena... ordinateur... Go... boh...
    • Panda Rosa scrive:
      Re: Addio
      Sarebbe pure ora...
    • HuSkY scrive:
      Re: Addio
      sì, come in Pacific Rim, che hanno tradotto "Neural Handshake" in "Stretta di mano neurale" durante la procedura di accoppiamento delle menti dei due piloti.Proprio me li immagino i neuroni che si stringono la mano....Sarà, ma io resto dell'idea che certi termini, soprattutto quelli informatici, non andrebbero MAI tradotti.
  • iellato scrive:
    Ancora Jelly Bean
    Android 4.3 è ancora Jelly Bean. :)Android 4.3 è ancora Jelly Bean!?! :oAndroid 4.3 è ancora Jelly Bean! :@
    • collione scrive:
      Re: Ancora Jelly Bean
      - Scritto da: iellato
      Android 4.3 è ancora Jelly Bean. :)

      Android 4.3 è ancora Jelly Bean!?! :o

      Android 4.3 è ancora Jelly Bean! :@
    • Il Principe scrive:
      Re: Ancora Jelly Bean
      (rotfl)Niente di più vero. Chi aggiorna (quelle poche volte che accade) Android, deve avere almeno un nome nuovo da sbattere in faccia agli altri utenti altrimenti, dato che di funzioni nuove neanche a pagarne, si rimane solo con un numero poco significativo.Il Principe
      • iellato scrive:
        Re: Ancora Jelly Bean
        - Scritto da: Il Principe
        (rotfl)

        Niente di più vero.

        Chi aggiorna (quelle poche volte che accade)
        Android, deve avere almeno un nome nuovo da
        sbattere in faccia agli altri utenti altrimenti,
        dato che di funzioni nuove neanche a pagarne, si
        rimane solo con un numero poco
        significativo.Android 4.3 è ancora Jelly Bean :'(
        • francy scrive:
          Re: Ancora Jelly Bean
          Mi sembra giusto non cambiare il nome per tre versioni, così si può fare finta che la frammentazione di Android non esista.
          • iRoby scrive:
            Re: Ancora Jelly Bean
            Ma perché fare finta? Sono solo delle sotto release di bug fix e aggiunta di funzioni di contorno.
          • francy scrive:
            Re: Ancora Jelly Bean
            Nel passaggio fra sottorelease non cambiano le api, vedi ad esempio il passaggio da Android 2.3.3 ad Android 2.3.4. Nel passaggio fra release sì, come in questo caso. Ad esempio un'app per Android 4.3 che fa uso di android.renderscript.ScriptIntrinsicBlend funziona su 4.2, ma non su 4.1. Un'app che usa android.media.MediaMuxer non funziona ne su 4.2. ne su 4.1.Puoi nasconderlo non cambiano nome per tre versioni, ma il problema della frammentazione di Android resta, non puoi mai usare come target l'ultima versione... ma nemmeno la penultima... o la terzultima... senza perderti una bella fetta del mercato.
          • Odez scrive:
            Re: Ancora Jelly Bean
            In realtà quello che si fa di solito è usare come target una versione più vecchia, poi tramite reflection scopri eventualmente se certe funzioni sono disponibili per usarle opzionalmente.In maniera del tutto analoga si fa con iOS: target sulla versione più vecchia che ti serve, poi eventualmente abiliti tramite introspection quello che puoi.
          • maxsix scrive:
            Re: Ancora Jelly Bean
            - Scritto da: francy
            Nel passaggio fra sottorelease non cambiano le
            api, vedi ad esempio il passaggio da Android
            2.3.3 ad Android 2.3.4. Nel passaggio fra release
            sì, come in questo caso. Ad esempio un'app per
            Android 4.3 che fa uso di
            android.renderscript.ScriptIntrinsicBlend
            funziona su 4.2, ma non su 4.1. Un'app che usa
            android.media.MediaMuxer non funziona ne su 4.2.
            ne su
            4.1.

            Puoi nasconderlo non cambiano nome per tre
            versioni, ma il problema della frammentazione di
            Android resta, non puoi mai usare come target
            l'ultima versione... ma nemmeno la penultima... o
            la terzultima... senza perderti una bella fetta
            del
            mercato.Non per niente, target 2.3 e tanti saluti.Almeno funziona sempre e dappertutto.
          • giova83 scrive:
            Re: Ancora Jelly Bean
            Chi ha Android 4.1 sul suo cellulare preferirebbe averli quei bugfix invece di tenersi un vecchia versione del sistema operativo con dei bug non risolti. Che possa dire anche lui (al pari dei possessori di un cellulare con la 4.3) di avere Jelly Bean non è una consolazione.
          • iRoby scrive:
            Re: Ancora Jelly Bean
            Ma l'articolo dice che Google aggiornerà tutti i suoi...Ovvio che la versione è libera e anche tutti gli altri produttori possono fare lo stesso.Il problema non è di Android ma dei produttori che non aggiornano i terminali, per motivi di profitto non ci mettono un piccolo team di programmatori.Oppure semplicemente vogliono obbligarti a cambiare telefono.È tutto il sistema consumista che funziona così, non puoi dare la colpa ad Android o Google.
    • il solito bene informato scrive:
      Re: Ancora Jelly Bean
      - Scritto da: iellato
      Android 4.3 è ancora Jelly Bean. :)

      Android 4.3 è ancora Jelly Bean!?! :o

      Android 4.3 è ancora Jelly Bean! :@so solo che non la vedrò neanche con il binocolo :@
Chiudi i commenti