USA, l'ascesa delle news online

Aumentano i cittadini statunitensi impegnati nella lettura quotidiana di notizie a mezzo web. I 13 minuti medi di consumo si vanno così ad aggiungere ai 57 dedicati a quotidiani e radio

Roma – Si tratta di risultati statistici che dipingono lo scenario su cui si combatte la battaglia per l’attenzione della platea del mercato dell’informazione. Meno di un terzo dei cittadini statunitensi impiegherebbe parte del proprio tempo per la lettura quotidiana dei giornali in formato cartaceo. Una percentuale decisamente inferiore a quella osservata solo cinque anni fa.

A rivelarlo, uno studio pubblicato dagli analisti di Pew Research Center , che ha così scandagliato le nuove abitudini di consumo d’informazione di circa 3mila cittadini statunitensi . Ma questo stesso studio non si è limitato a sottolineare quanto siano discesi in picchiata i numeri relativi alla lettura di quotidiani stampati.

In continuo aumento sarebbe infatti il consumo di notizie a mezzo web, salito al 31 per cento contando soltanto le postazioni desktop o comunque i vari siti d’informazione. Una percentuale che quindi dovrebbe aumentare fino al 44 per cento se presi in considerazione strumenti come la posta elettronica, i social network, i podcast. Ma anche contando gli accessi attraverso i vari dispositivi mobile .

Da questo punto di vista , Internet avrebbe affiancato le fonti d’informazione tradizionali, finendo con l’aumentare il tempo medio dedicato dai cittadini statunitensi al consumo generale di news. Ai 57 minuti medi impiegati per leggere quotidiani o ascoltare la radio, bisognerebbe dunque aggiungere i 13 dedicati alla lettura online. Un totale di 70 minuti al giorno in media.

“In breve, al posto di rimpiazzare le tradizionali piattaforme, gli statunitensi stanno continuamente integrando le nuove tecnologie alle proprie abitudini di consumo”, ha spiegato un ricercatore di Pew Research Center . Merito anche dei search engine, sempre più utilizzati – 39 per cento contro il 19 di appena due anni fa – dai lettori per ottenere un’informazione rapida e soprattutto tagliata su misura delle proprie esigenze.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bLax scrive:
    saranno anche esperti....
    ma non penso proprio che da questi (pochi) dati si possa ricondurre a una preferenza app....questo studio è stato commissionato proprio da quell Anderson di Wired per meanche perchè è ovvio che un bambino preferisce le app...zio treno anche le scimmie le sanno usare e io capisco che non dobbiamo certo rifugiarci sulla linea di comando, ma spero vivamente che sta storia delle app rimaga be confinata al solo ambito mobile, un smartphone (es iphone) è vero che fà di tutto, ma in realtà fà un tutto incentrato su "fare solo una cosa e farla bene"i pc servono veramente a fare TUTTOinternet nn cambierà cosi facilmente nè mi convinceranno con questi studi fanecchi
    • bLax scrive:
      Re: saranno anche esperti....
      ah una piccola precisazione: bookmark...non so voi ma io li sincronizzo....non è tanto difficile, e posso sincronizzarli anche su un pc altrui se ha FF o chrome
      • Cavallo Pazzo scrive:
        Re: saranno anche esperti....
        Io invece i bookmark li porto sempre con me, a ogni sito lego una parola chiave e ce li ho sempre in una bella rubrica della mia materia grigia.
        • doc allegato velenoso scrive:
          Re: saranno anche esperti....
          Beeeeeeeeeello!Dove si scarica questa fantastica app della materia grigia che ne voglio passare in giro qualche millemila tonnellate? :p
  • Cavallo Pazzo scrive:
    Direi che è vero l'oposto
    Secondo me un navigatore esperto non ha bisogno di bookmarks e XXXXXXcce varie per raggiungere i propri siti, anche perchè se poi ci si trova su un dispositivo diverso e non si dispone del proprio elenco di preferiti, ci si trova persi, molto meglio saper sfruttare bene i motori di ricerca e conoscere gli indirizzi dei siti più utilizzati. Ne è prova il fatto (secondo la mia esperienza), che gli utenti smaliziati preferiscono tenere il proprio browser "pulito" e tengono anche alla loro privacy, mentre altri utenti un po' più anziani, poco esperti o comunque meno dinamici, rimangono legati ai loro preferiti e guai a fargleli perdere.
    • Joshthemajor scrive:
      Re: Direi che è vero l'oposto
      Per la privacy, dipende di chi è il calcolatore! Mio padre sulla mia tastiera non ci batte dito!Per i preferiti invece: lo chiamo risparmio di tempo.(in ufficio non salvo nulla, a casa salvo più pagine)
    • Personaggio famoso scrive:
      Re: Direi che è vero l'oposto
      Direi di non generalizzare! In certi casi è vero, in altri è esattamente l'opposto.Per esempio se devi cerare su wikipedia la data di nascita di un personaggio o la cifra della popolazione di una città, fai prima col bookmark (basterà solo scrivere il nome), oppure se cerci una news specifica su un sito specializzato che conosci, fai prima col bookmark, ecc.Non vedo perché un navigatore "esperto" debba essere costretto ad allungare i tempi per il raggiungimento di alcune informazioni!
      • panda rossa scrive:
        Re: Direi che è vero l'oposto
        - Scritto da: Personaggio famoso
        Direi di non generalizzare! In certi casi è vero,
        in altri è esattamente
        l'opposto.

        Per esempio se devi cerare su wikipedia la data
        di nascita di un personaggio o la cifra della
        popolazione di una città, fai prima col bookmark
        (basterà solo scrivere il nome),Tu hai bookmarkato tutte le pagine di tutti i personaggi o di tutte le citta' della wiki?
        oppure se cerci
        una news specifica su un sito specializzato che
        conosci, fai prima col bookmark,
        ecc.Tu hai bookmarkato tutte le news?
        Non vedo perché un navigatore "esperto" debba
        essere costretto ad allungare i tempi per il
        raggiungimento di alcune
        informazioni!Forse perche' il disco del proprio computer e' un po' piu' piccolo della cache di google?
        • Personaggio famoso scrive:
          Re: Direi che è vero l'oposto
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Personaggio famoso

          Direi di non generalizzare! In certi casi è
          vero,

          in altri è esattamente

          l'opposto.



          Per esempio se devi cerare su wikipedia la data

          di nascita di un personaggio o la cifra della

          popolazione di una città, fai prima col bookmark

          (basterà solo scrivere il nome),

          Tu hai bookmarkato tutte le pagine di tutti i
          personaggi o di tutte le citta' della
          wiki?Ma che razza di domanda folle è? Mi sembra ovvio che la frase "basterà solo scrivere il nome" significa evidentemente che ho bookmarkato soltanto la pagina home di wikipediait.wikipedia.org/wiki/Pagina_principalee quindi il nome lo scrivo sulla home!!!Praticamente non hai capito una sola parola di quello che ho scritto... Mah... Spero che non sia stata colpa del mio modo di scrivere!
          • panda rossa scrive:
            Re: Direi che è vero l'oposto
            - Scritto da: Personaggio famoso

            Ma che razza di domanda folle è? Mi sembra ovvio
            che la frase "basterà solo scrivere il nome"
            significa evidentemente che ho bookmarkato
            soltanto la pagina home di
            wikipedia
            it.wikipedia.org/wiki/Pagina_principale
            e quindi il nome lo scrivo sulla home!!!Ovvio mica tanto.E comunque anche col tuo modo di procedere stai facendo una ricerca.Il tuo obiettivo non era mica raggiungere la wiki, il tuo obiettivo era trovare informazioni su garibaldi.
            Praticamente non hai capito una sola parola di
            quello che ho scritto... Mah... Spero che non sia
            stata colpa del mio modo di
            scrivere!Si parlava di scegliere tra bookmark e ricerca.E tu mi hai confermato che hai fatto una ricerca.
  • jack scrive:
    boh
    A me sembra una non notizia, basata su una non ricerca assolutamente strampalata.OPPURE (come al solito) l'articolo non è preciso.
  • Oracle Guru scrive:
    IGNobel
    comincia a profilarsi un certo affollamento per la scelta dei candidati agli IGNobel quest'anno, tra ricerche strampalate e prodigiose scoperte dell'acqua calda.Se avessero incluso anche i bambini di 1 anno forse avrebbero scoperto una percentuale che usa il mouse come martello o per grattarsi le gengive.
    • panda rossa scrive:
      Re: IGNobel
      - Scritto da: Oracle Guru
      Se avessero incluso anche i bambini di 1 anno
      forse avrebbero scoperto una percentuale che usa
      il mouse come martello o per grattarsi le
      gengive.Tu ci scherzi, ma uno dei piu tipici comportamenti da utonto dell'amministrazione e' quello di battere il mouse sulla scrivania ogni qual volta l'intefaccia non e' istantaneamente reattiva (e considerando il sistema operativo che usano, la cosa e' piuttosto frequente).
      • Uau (TM) scrive:
        Re: IGNobel
        - Scritto da: panda rossa" ...e considerando il sistema operativo che usano installato male da incompetenti come ME , la cosa e' piuttosto frequente)."FIXED! ;)
        • panda rossa scrive:
          Re: IGNobel
          - Scritto da: Uau (TM)
          - Scritto da: panda rossa
          " ...e considerando il sistema operativo che
          usano installato male da incompetenti come
          ME , la cosa e' piuttosto
          frequente)."

          FIXED! ;)Ti sbagli. Lo faccio apposta, cosi' poi ho gioco facile a far credere che con linux questi problemi non ci sono.E non e' neppure tanto difficile da fare: basta lasciare intatta la configurazione proposta dal setup.
    • James Kirk scrive:
      Re: IGNobel
      - Scritto da: Oracle Guru
      comincia a profilarsi un certo affollamento per
      la scelta dei candidati agli IGNobel quest'anno,
      tra ricerche strampalate e prodigiose scoperte
      dell'acqua
      calda.Era quello che stavo pensando ... in effetti i risultati di queste ricerche sono di quelli che cambiano la vita! :-DIn ogni caso sono ricerche che hanno una loro utilità, perchè i telegiornali e molta stampa, dopo il tempo, la moda, e gli sproloqui dei politici non sanno più che notizie dare per riempire i loro spazi con altro nulla ;-)
  • panda rossa scrive:
    Campione di 90 ragazzini...
    La domanda sorge spontanea: scelti come?Perche' se avessero preso 90 ragazzini a caso tra i 3 e i 12 anni, almeno meta' non ha il computer in casa, quindi c'e' poco saper navigare.Quindi hanno preso un campione di 90 ragazzini che e' abituato ad usare il computer.E gia' qui il campione e' parecchio falsato.A questo punto dividiamo il campione in due gruppi: quelli che sannno leggere e quelli che non sanno leggere.Perche' se il campione parte da 3 anni, insomma, non mi vengano a raccontare che un utente di 3 anni legge PI e magari commenta pure!Infine ci sono gli interessi: che interesse ha un bambino? Che cosa cerca su internet?Una delle risposte, la prima che viene in mente e' fessbuk!E l'utonto bimbominkia dodicenne che va su fessbuk, lo cerca passando dal motore di google, o cliccando sull'unico bookmark nella barra degli strumenti?E comunque ricordiamoci di una cosa: chi si abitua a usare solo bookmark e pulsanti, se si trova di fronte ad un browser che non e' il suo, muore!
    • Mastro Gesualdo scrive:
      Re: Campione di 90 ragazzini...
      Quoto in toto e aggiungo anche che visto l'alto livello di intraprendenza dei pargoli del giorno d'oggi non c'è da stupirsi se usano quasi esclusivamente segnalibri ... finchè trovano la pappa pronta si dimostrano dei leoni e si vantano che sanno questo e quello, ma - come fai notare - appena gli cambi il browser , metafora per la pappa - qualsiasi sia il contesto - sono come pesci fuori dall'acqua: si bloccano come paralizzati.Bravi a premere i pulsanti sulla psp o intricate sequenze sui cellulari, ma incapaci di scrivere una frase sul pc...- Scritto da: panda rossa
      La domanda sorge spontanea: scelti come?

      Perche' se avessero preso 90 ragazzini a caso tra
      i 3 e i 12 anni, almeno meta' non ha il computer
      in casa, quindi c'e' poco saper
      navigare.

      Quindi hanno preso un campione di 90 ragazzini
      che e' abituato ad usare il
      computer.

      E gia' qui il campione e' parecchio falsato.

      A questo punto dividiamo il campione in due
      gruppi: quelli che sannno leggere e quelli che
      non sanno
      leggere.

      Perche' se il campione parte da 3 anni, insomma,
      non mi vengano a raccontare che un utente di 3
      anni legge PI e magari commenta
      pure!

      Infine ci sono gli interessi: che interesse ha un
      bambino? Che cosa cerca su
      internet?

      Una delle risposte, la prima che viene in mente
      e'
      fessbuk!
      E l'utonto bimbominkia dodicenne che va su
      fessbuk, lo cerca passando dal motore di google,
      o cliccando sull'unico bookmark nella barra degli
      strumenti?

      E comunque ricordiamoci di una cosa: chi si
      abitua a usare solo bookmark e pulsanti, se si
      trova di fronte ad un browser che non e' il suo,
      muore!
      • Ciccione scrive:
        Re: Campione di 90 ragazzini...
        Questo perchè, purtorppo, i ragazzini di oggi scrivo i messaggini sul cellulare del tipo: "ke cs f ggi pome?" ed inoltre la scuola (ed è grave) non insegna più nulla (o quasi...)
        • il correttore scrive:
          Re: Campione di 90 ragazzini...

          i ragazzini di oggi scrivo no Andavi di fretta? :)
          i messaggini sul cellulare del tipo:
          "ke cs f ggi pome?"L'aspetto sconfortante e' che lo fannoperche' sono dei caproni in italiano.Comunque, anche qui, scorrendo gli articoli ei commenti ci si rende conto facilmentedella scarsita' di padronanza della nostra lingua.Senza escludere l'utilizzo indiscriminato esistematico di termini inglese pure quandose ne puo' fare tranquillamente a meno.
          • Ciccione scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            - Scritto da: il correttore

            i ragazzini di oggi scrivo no
            Andavi di fretta? :)Più che di fretta... :-)
          • Joshthemajor scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            Siamo su di un forum di informatica, penso sia legittimo utilizzare spesso vocaboli inglesi. No? Se devo esprimere un concetto informatico, spesso l'utilizzo dell'inglese è più tecnico e specifico di quello italiano!
          • il correttore scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            Non vero. Specialmente in informatica , il termine stranierosiamo costretti ad utilizzarlo perche' non c'e' la volonta'di tradurlo. Fanno eccezione i nomi dei prodotti, ovviamente.Di conseguenza, molte parole si sono talmente radicateche, anche quando esiste un valido equivalente, pareun'offesa agli addetti ai lavori.Per esempio "Forum" significa "Centro o gruppo di discussioni",ma qualcuno storce il naso, tanto abituato a dirlo in inglese.Se decidessimo di usare "elaboratore o calcolatore",invece di computer, ad abitudine acquisita non suonerebbecosi' astruso. Pero' ormai!Lo spezzone di frase "La nostra politica aziendale" perche'deve diventare, qui, "La nostra policy"?Con un po' di buona volonta' e rispetto per la nostra lingua,magari, si scopre che "policy" significa "politica, criteri,linee guida, regole".
          • panda rossa scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            - Scritto da: il correttore
            Per esempio "Forum" significa "Centro o gruppo di
            discussioni",
            ma qualcuno storce il naso, tanto abituato a
            dirlo in
            inglese.Forum e' latino, non inglese.
            Lo spezzone di frase "La nostra politica
            aziendale"
            perche'
            deve diventare, qui, "La nostra policy"?Politica aziendale e' generico e riguarda tutto di una azienda.Policy e' strettamente legato all'IT.
          • il correttore scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...

            Forum e' latino, non inglese.Giusto, come Curriculum, qui ho toppato.Capita.
            Policy e' strettamente legato all'IT.Legato da che cosa? Da una cattiva abitudine?
          • panda rossa scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            - Scritto da: il correttore

            Forum e' latino, non inglese.
            Giusto, come Curriculum, qui ho toppato.
            Capita.


            Policy e' strettamente legato all'IT.
            Legato da che cosa? Da una cattiva abitudine?Se mi parli di policy, io capisco permessi di acXXXXX alla rete.Se mi parli di politica, io ti passo il commerciale.Altrimenti non e' con me che devi parlare.
          • il correttore scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            Senza il contesto puoi affermare qualsiasi cosa.Invece, per restare su questo sito:"La redazione con i controlli a campione siriserva di cancellare qualsiasi contenutoingiurioso, volgare, illegale o contrario alle regole di questo forum ."E' difficile?Se parlassi di iptables, discuterei,come tu stesso hai scritto, di permessi di acXXXXX."policy" e' piu' bello, forse?
          • panda rossa scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            - Scritto da: il correttore
            Senza il contesto puoi affermare qualsiasi cosa.

            Invece, per restare su questo sito:
            "La redazione con i controlli a campione si
            riserva di cancellare qualsiasi contenuto
            ingiurioso, volgare, illegale o contrario
            alle regole di questo forum ."

            E' difficile?

            Se parlassi di iptables, discuterei,
            come tu stesso hai scritto, di permessi di
            acXXXXX.

            "policy" e' piu' bello, forse?No, e' gergo tecnico.PI si rivolge ad un pubblico potenzialmente generalista, inoltre sono dei giornalisti: e' mestiere loro mettere i concetti in belle parole.Io sono programmatore e gestisco una rete.La mia rete non ha regole, ha una policy.Se qualcuno mi parlasse di regole non capirei.Ma questa questione di lana caprina com'e' che e' cominciata?
          • ITA84 scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            - Scritto da: panda rossa
            Politica aziendale e' generico e riguarda tutto
            di una
            azienda.
            Policy e' strettamente legato all'IT.Questo è lo stesso discorso di altri termini inglesi quali "mail" e "chat", che nella lingua originale hanno un significato più vasto, mentre in italiano sono più specifici perché acquisiti solo nel campo dell'informatica. Personalmente storco il naso davanti all'uso limitativo di termini del genere, ma è spesso perché li conoscevo prima che diventassero parte del gergo IT.
    • Indy scrive:
      Re: Campione di 90 ragazzini...
      - Scritto da: panda rossa
      La domanda sorge spontanea: scelti come?

      Perche' se avessero preso 90 ragazzini a caso tra
      i 3 e i 12 anni, almeno meta' non ha il computer
      in casa, quindi c'e' poco saper
      navigare.

      Quindi hanno preso un campione di 90 ragazzini
      che e' abituato ad usare il
      computer.

      E gia' qui il campione e' parecchio falsato.Qui non sono d'accordo se faccio uno studio su come viene guidata una auto prendo in esame chi ha la patente e un auto non chi va a piedi.
      A questo punto dividiamo il campione in due
      gruppi: quelli che sannno leggere e quelli che
      non sanno
      leggere.

      Perche' se il campione parte da 3 anni, insomma,
      non mi vengano a raccontare che un utente di 3
      anni legge PI e magari commenta
      pure!Vistio certi commenti su PI direi che forse sono molti di più i bambini di 3 anni che gli adulti
      Infine ci sono gli interessi: che interesse ha un
      bambino? Che cosa cerca su
      internet?

      Una delle risposte, la prima che viene in mente
      e'
      fessbuk!
      E l'utonto bimbominkia dodicenne che va su
      fessbuk, lo cerca passando dal motore di google,
      o cliccando sull'unico bookmark nella barra degli
      strumenti?Ti posso assicurare che i risultati non sono così campati per aria, mia figlia usa il PC da quando aveva circa 7 anni(ora ne ha 18), ebbene il numero di bookmark che usa rispetto a me non è nemmeno paragonabile, il search a lei ci vuole per navigare tra i preferiti, e come lei anche molte sue compagne e amiche.
      E comunque ricordiamoci di una cosa: chi si
      abitua a usare solo bookmark e pulsanti, se si
      trova di fronte ad un browser che non e' il suo,
      muore!forse hai poco a che fare con i ragazzi di fronte al computer ti sorprenderesti di come imparano in fretta. ;)
      • panda rossa scrive:
        Re: Campione di 90 ragazzini...
        - Scritto da: Indy
        forse hai poco a che fare con i ragazzi di fronte
        al computer ti sorprenderesti di come imparano in
        fretta.
        ;)Ho due figli dell'eta' che rientra nel campione in oggetto.I miei figli, avendo a che fare con computer diversi (il PC con dual boot, il computer di mia moglie, il netbook con remix, il computer della scuola, il vecchio rottame con dos e win98 nella casa in campagna...) hanno da tempo imparato a destreggiarsi.
        • il correttore scrive:
          Re: Campione di 90 ragazzini...
          Probabilmente i tuoi figli,grazie alla diversita' dei sistemi con cui interagiscono, sono diventati un tantinopiu' flessibili mentalmente.Ma dall'articolo, con un campione irrisorioe una logica altrettanto frettolosa,vorrebbero farmi credere che "memorizzare i siti visitati" evidenzierebbeun uso esperto del web.Semmai, hanno dimostrato come 90 ragazzinipreferiscano tenere traccia dei loro spostamenti in rete. Punto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            - Scritto da: il correttore
            Probabilmente i tuoi figli,
            grazie alla diversita' dei sistemi con cui
            interagiscono, sono diventati un tantino
            piu' flessibili mentalmente.E questo li ha condotti a concludere di non fare troppo affidamento sul riconoscere il pulsante dal colore e dalla posizione, ma da quanto c'e' scritto sopra.
            Ma dall'articolo, con un campione irrisorio
            e una logica altrettanto frettolosa,
            vorrebbero farmi credere che
            "memorizzare i siti visitati" evidenzierebbe
            un uso esperto del web.Quando invece e' vero il contrario. Un uso esperto del web e' tale se io riesco a usare lo stesso web per migliorare la sua usabilita', svincolandomi dal client.
            Semmai, hanno dimostrato come 90 ragazzini
            preferiscano tenere traccia dei
            loro spostamenti in rete. Punto.E ci voleva uno studio di 260 pagine per arrivare alla conclusione che a 12 anni uno non e' assolutamente consapevole del concetto di privacy e di tracce digitali.
      • il correttore scrive:
        Re: Campione di 90 ragazzini...


        E gia' qui il campione e' parecchio falsato.
        Qui non sono d'accordo:
        se faccio uno studio su come viene guidata un'auto,
        prendo in esame chi ha la patente e un'auto, non chi va a piedi.Attento alla punteggiatura!Personalmente, considerato il titolo dell'articolo,frasi come "un imponente studio di 260 pagine" (pensa te!)e "analisi profonda" (pure!),parlerei di campione insufficiente, quantomeno ridicolo.In pratica: 90 soggetti rappresenterebbero quanti possibilicampioni di bambini statunitensi tra i 3 e i 12 anni,in grado di navigare?Spero sia un errore, quel 90.
        • Indy scrive:
          Re: Campione di 90 ragazzini...
          Attento alla Policy dei commenti.Evitare come da netiquette di puntualizzare eventuali errori di sintassi o battitura in un post. ;)
          • il correttore scrive:
            Re: Campione di 90 ragazzini...
            Certo, mi sembra ragionevole.Devi ammettere, pero', che senza punteggiatura la lettura diventa faticosa.
    • zuzzurro scrive:
      Re: Campione di 90 ragazzini...

      Perche' se il campione parte da 3 anni, insomma,
      non mi vengano a raccontare che un utente di 3
      anni legge PI e magari commenta
      pure!
      Mah, leggendo certi post a volte mi viene un dubbio :D
    • echoesp1 scrive:
      Re: Campione di 90 ragazzini...

      E comunque ricordiamoci di una cosa: chi si
      abitua a usare solo bookmark e pulsanti, se si
      trova di fronte ad un browser che non e' il suo,
      muore!Infatti non caspico proprio perchè i bookmarks siano meglio delle ricerche...La ricerca è mossa, fin dove possibile (cioè fin dove il motore di ricerca non influenza il risultato) da un ragionamento logico, mentre il bookmark è una scorciatoia.E' ovvio che se devo andare sulla mia web mail non sto a cercare la pagina sul search ogni volta e la metto tra i preferiti, ma per il resto io cerco (e tanto).Che questo test lo abbiamo fatto i bambini e non ai bambini???
    • ninjaverde scrive:
      Re: Campione di 90 ragazzini...

      Perche' se il campione parte da 3 anni, insomma,
      non mi vengano a raccontare che un utente di 3
      anni legge PI e magari commenta
      pure!
      Come NO! Io ne ho solo 2!!!!!....Ma che anno hai preso? ? La rivoluzione della Terra o quella di Saturno?(newbie) (rotfl)Insomma "esperti navigatori"? Mi sembra una delle solite americanate.E' ovvio che i ragazzini cercano i siti pieni di colori con le app che stuzzicano il lato ludico. Cose ovvie...che si sanno anche senza fare chissà quale ricerca.
Chiudi i commenti