USA, le torri telefoniche rispettino l'avifauna

Gli uccelli continuano a morire. Gli animalisti chiedono a FCC di vigilare sull'applicazione delle misure anticollisione

Roma – Animalisti e specialisti hanno riferito di stormi di uccelli entrati in collisione con le torri cellulari illuminate, quando prescritto, da un’unica luce rossa posta in cima, utile a renderne visibile la sommità ai velivoli in transito a bassa quota. Luce assolutamente insufficiente, secondo gli esperti, a prevenire l’impatto per la fauna aviaria durante il volo notturno. La preoccupazione e le pressioni sono aumentate al punto da muovere la burocrazia e mettere sotto accusa le licenze di installazione .

Aquila in pericolo? Rimasto a lungo insoluto, è un problema lamentato da tempo : Joelle Gehring, biologa impegnata al Michigan Natural Features Inventory , aveva già espresso soddisfazione per l’interesse dimostrato dall’industria nel collaborare con ambientalisti e animalisti per risolvere il problema.

Da recenti ricerche sembra emergere che il numero di esemplari morti in collisione con le antenne cellulari sia inferiore rispetto a quanto lamentato dalle principali associazioni di tutela aviaria. Il problema tuttavia esiste e se, in passato, ad FCC era stato chiesto di rispettare le indicazioni degli esperti per arginarlo, ora quegli stessi esperti delle associazioni ambientaliste e animaliste pretendono che FCC le renda vincolanti.

Antenna camuffata da albero, con pannelli per 6 provider Al centro dell’uragano si trova Crown Castle , l’azienda che dispone del maggior numero di torri installate sul territorio americano, circa 24mila . L’azienda, spiega Ars Technica , sostiene che le informazioni sul fenomeno sono frammentarie e incomplete. Ciò nonostante, ha definito tre specifiche da rispettare per l’installazione delle nuove torri ed ha rilasciato un commento sulla questione.

Crown Castle chiede che FCC obblighi a intervenire solo presso quei siti che abbiano un “significativo impatto sull’ambiente”. Chiede, inoltre, che le segnalazioni siano dirette e locali, piuttosto che stilate e pubblicate solo sul sito della Commission e, infine, ricorda che la novità non deve inficiare gli obiettivi generali definiti nel Telecommunications Act del 1996 . La nuova procedura, auspica ancora l’azienda, dovrebbe inoltre prevedere meccanismi snelli e veloci che, nell’arco massimo di 30 giorni, possano esaurire l’ iter burocratico in caso di necessità di “revisione” di un sito esistente o di “subordinazione” di un nuovo sito ai relativi vincoli ambientali. In arrivo un infoltimento del business per i ” camuffatori ” di antenne?

Marco Valerio Principato

(fonte immagini: qui e qui )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Francesco scrive:
    la mafia russa è di stato...
    mi pare evidente che la mafia russa ed i servizi segreti russi abbiamo molti punti in comune come è stato più volte scritto. Ma con questo episodio finalmente non si cerca neanche più di mascherare nulla: un soggetto fermato dalla polizia, muore tra le mani della polizia... finalmente un po' di chiarezza, date a Cesare quel che è di Cesare !!!
  • Cristiano scrive:
    Tutto legale, a quanto pare..
    Ricordate Litvinenko?Grazie a lui, Putin fece una legge adhoc che "autorizza il presidente a ordinare la soppressione fisica all'estero di chiunque sia ritenuto della Federazione Russa".(vedi articolo de Il Giornale - 27/08/08 pag. 9)SOPPRESSIONE FISICA ALL'ESTERO. NEMICO. In pratica chiunque non gli vada a genio.Siamo in guerra? Assolutamente no. E' una legge. E la legge si deve rispettare.....
  • busatta adriano scrive:
    martire della liberta'
    ma siamo arrivati a questo ,punto in russia? e berlusconi e'amico di simili personaggi come gheddafi e putim?italiani stiamo attenti.
  • ilmusico scrive:
    La Russia, un baluardo ?
    Come tutte le superpotenze, anche la Russia ha i suoi disegni espansionistici. Non li evidenzia in modo così eclatante , come fanno gli USA , ma non sono meno efficaci e pericolosi: anche per noi. Ad onor del vero, gli USA (e getta...!)e la Russia, durante la loro storia, non si sono ben comportate con altre etnie e/o minoranze etniche. I Pellirossa , furono quasi del tutto sterminati , dai civilissimi coloni britannici, sin dal momento del loro sbarco dal Mayflower (1620), nel Massachussets. E poi fu il turno degli Africani: molto premurosamente trasportati, contro la loro volonta', in America, come mano d' opera . Considerati (dai cosiddetti cristiani) alla stregua di oggetti di nessun valore. Più tardi, in questo senso, si presero cura degli schiavi, affinché venissero pagati di più, al momento dell' asta. Sissignori: asta. Quel posto dove , ad un certo punto , si dice: aggiudicato per 20-30000 dollari il tal dei tali, al signor X, emerito miliardario e sfruttatore di povera gente. E' stata questa povera gente, a far grandi, gli Stati Uniti d' America. I Russi, sin dai tempi di Ivan il Terribile, si sono pure dati da fare, con le nazioni vicine alla loro terra, anche qui' schiavizzando e deportando milioni di persone. Quindi, è più che evidente come questi due colossi, si somiglino assai. Applicano la più antica legge, di questo pianeta: quella del più forte. Un' altra considerazione: il Popolo Russo, non si è mai "sentito" europeo e così è probabile che continuera' , nel tempo, a vedere l' Europa come un' estranea. Ritengo , quindi, che vedere nella Russia, il nostro baluardo contro l' eccessiva, invadente presenza americana, sia comunque, fuori della realtà. E non facciamoci ingannare da tattiche di politica internazionale, come se, cioè, l' ex-URSS, volesse 'aprirsi ' all'occidente europeo. Mi auguro caldamente (temperatura a parte, se no vado in fusione) di sbagliare, circa alcune mie conclusioni che possono apparire troppo pessimistiche.Saluti-
  • ilmusico scrive:
    Risposta a Precisone
    Puo' darsi che abbia esagerato, quando ho scritto che i russi (e non solo loro) storicamente , hanno sempre avuto forme di governo autoritarie :Monarchia assoluta zarista- dittatura bolscevica. Certamente, la forza dell' abitudine è tale che , secondo me, il Popolo Russo 'gradisce' l' uomo forte, che ispira fiducia e che difende la Santa Madre Russia. Praticamente, Putin (e il suo pupillo Medviedev)rappresentano , incarnano questa esigenza, (se vogliamo definirla cosi')di questa popolazione. Certamente, non tutti (e lo abbiamo visto attraverso i tanti dissidenti inviati nei gulag o nei manicomi criminali, per aver parlato 'liberamente', durante la fase comunista) la pensano in questo senso. E d' altra parte, a far fuori la Politovskaja e Litvinenko, non è difficile immaginare chi sia stato il mandante, Ti pare?Per quanto riguarda il ' bisogno impellente' , potremmo dire che ogni popolo , ha il governo che si merita (ma per noi Italiani, forse , non è proprio cosi'...). Storicamente so che i Russi, nel 1300, dissero ai Normanni, che avevano bisogno di un capo forte, autoritario, in quanto essi erano un popolo dalla dura cervice. Se vorrai , faro' una ricerca su questo punto. Ciao per ora e grazie per aver voluto chiedere delucidazioni e di conseguenza, sviluppare l' argomento. Saluti.
  • anonimo scrive:
    Re: Hey! Ma questo succede anche in Italia!
    Beh ha fatto bene, è il suo dovere dopotutto.
  • olemrac scrive:
    non è i primo
    Purtroppo, come sappiamo, non è il primo giornalista che fanno fuori in Russia. Tale prassi credo sia un retaggio antico, in buona sostanza denota la difficoltà dell'ex URSS a diventare una repubblica veramente democratica sotto ogni aspetto, in cui tutti possano esprimere le proprie idee, comprese quelle contrarie al governo in carica. Lo vediamo anche nel fatti recenti che, seppure sotto altro aspetto, denotano anch'essi la nostalgia del vecchio impero.
  • nanoBastardo scrive:
    PI non dovrebbe parlare di Internet?
    Ciao a tutti e a tutte,Scusate il titolo ma in pochi caratteri non ho potuto metterci cio' che volevo...Dunque ma Punto Informatico non e' il quotidiano di Internet? Mi pare che questa notizia abbia poco a che fare con Internet e abbia come oggetto piu' cronaca nera, politica e liberta' d'espressione, o repressione??!!!? :| :| :|IMHO la democrazia come definita dal DeMauro Paravia http://www.demauroparavia.it/31303 non mi pare sia esistita se non per un breve periodo in Atene e solo ed unicamente se eri di sesso maschile, per cui volendo anche allora era discutibile. La liberta' d'espressione, mi pare un miraggio, sono morti anche giornalisti italiani e non sto sto indicando casi di molti anni anni fa, un caso ad esempio per tutti:http://www.ilariaalpi.it/index.php?id_sezione=2Trovo molto interessante la sezione "DAL NOVEMBRE 1996" ...Mentre rallegratevi se al mondo contemporaneo manca totalmente democrazia e liberta' d'espressione c'e' sicuramente liberta' di repressione in abbondanza, come potete notare non e' di liberta' che manca al mondo... @^ @^ @^
    • ermes scrive:
      Re: PI non dovrebbe parlare di Internet?
      oddio quanta deficenza gira tra i commenti di punto informatico....Questo sarà l'ultimo commento che leggo (lo so che può non fregare a nessuno). Oramai è rarissimo leggere commenti intelligenti
      • nanoBastardo scrive:
        Re: PI non dovrebbe parlare di Internet?
        - Scritto da: ermes
        oddio quanta deficenza gira tra i commenti di
        punto
        informatico....

        Questo sarà l'ultimo commento che leggo (lo so
        che può non fregare a nessuno). Oramai è
        rarissimo leggere commenti
        intelligentiDunque il mio commento e' a tuo scrivere deficente e sara' l'ultimo che leggi poiche' sono rarissimi quelli intelligenti, non per flammare, ma per critica costruttiva, illuminami, scrivimi anche in privato, in fondo IO CHE A DIFFERENZA DI TE NON USO UN ACCOUNT ANONIMO posso essere rintracciato e le persone mi possono comunicare anche privatamente, quale intelligenza avresti avuto bisogno di leggere nei commenti al fine di non smettere di leggerli...
        • Piero scrive:
          Re: PI non dovrebbe parlare di Internet?
          Forse non hai ben capito cosa dice la notizia. Io al tuo posto rileggerei bene l'articolo e approfondirei. Non ho capito che commento hai scritto... sembra quasi che ti rassegni alla "libertà di repressione"."rallegratevi se al mondo contemporaneo manca totalmente democrazia e liberta' d'espressione".Se in Italia per esempio p.i. parla anche di notizie come questa vuol dire di libertà ce n'è ancora.. bisogna vedere come la usi tu.P.S.: postare anonimi è un diritto di tutti, anzi... forse per i tempi che corrono e anche meglio e cmq anche io concordo sul fatto che su p.i. tra trolls, deficenti, incompetenti e ragazzini non si capisce più niente. Non ci vuole molto ad essere persone serie quando si parla di cose serie.
          • fuori tema scrive:
            Re: PI non dovrebbe parlare di Internet?
            Da notare che se l'indice della liberta' di espressione e' la possibilita' di scrivere di questo omicidio sul web, la Russia e' all'avanguardia... su ru-net ci sono tantissimi notiziari che riportano (anche con i commenti) questa notizia
          • nanoBastardo scrive:
            Re: PI non dovrebbe parlare di Internet?
            - Scritto da: Piero
            Forse non hai ben capito cosa dice la notizia. Io
            al tuo posto rileggerei bene l'articolo e
            approfondirei. Non ho capito che commento hai
            scritto... sembra quasi che ti rassegni alla
            "libertà di
            repressione".

            "rallegratevi se al mondo contemporaneo manca
            totalmente democrazia e liberta'
            d'espressione".

            Se in Italia per esempio p.i. parla anche di
            notizie come questa vuol dire di libertà ce n'è
            ancora.. bisogna vedere come la usi
            tu.
            Evidentemente pensi che l'uso che ne fai tu sia migliore visto che tutti quelli che mi hanno risposto, te compreso, avete completamente ignorato il caso di Ilaria Alpi che ho portato d'esempio. Esattamente come nessuno ha compreso il sarcasmo e la satira della mia affermazione conclusiva. IMHO molti italiani mancano totalmente di senso satirico, ne e' prova la situazione di Daniele Luttazzi...
            P.S.: postare anonimi è un diritto di tutti,
            anzi... forse per i tempi che corrono e anche
            meglio e cmq anche io concordo sul fatto che su
            p.i. tra trolls, deficenti, incompetenti e
            ragazzini non si capisce più niente. Non ci vuole
            molto ad essere persone serie quando si parla di
            cose
            serie.Certo e' un diritto, che io riconosco bene, esattamente, permettetemi, come trovo coraggioso per i tempi che corrono NON NASCONDERSI DIETRO L'ANONIMATO.In fondo c'e' stato qualcuno che mi ha anche insultato ma ciononostante, ho provato lo stesso a chiedergli di criticare, di farlo costruttivamente, anche in privato se riteneva piu' sicuro usare l'anonimato sul forum pubblico, ma evidentemente egli e' stato fedele al suo proposito che il mio post fosse l'ultimo che leggeva su questo forum.IMHO: No in Italia non c'e'gran liberta' d'espressione. Si anche in Italia giornalisti che decidono con il loro lavoro di fare inchieste "scottanti" rischiano la propria vita esattamente come in altri paesi dove l'oligarchia al potere e' maggiormente manifesta e le restrizioni delle liberta' civili sono piu' evidenti.Permettetemi d'esprimere il mio disgusto verso di voi che avete letteralmente ignorato un grave fatto di cronaca che ho fatto presente, anzi in risposta scrivete che in Italia c'e' liberta' d'espressione, Ilaria Alpi e' morta, e' morta, e' morta, RICORDATELO, RICORDATELO E RICORDATELO ANCORA!!! Ed e' morta proprio nel tentativo di renderci meno ignoranti tutti e voi rendete il suo sacrificio vano ignorando completamente il fatto, affermando anzi che esisterebbe quella liberta' civile la cui mancanza e' costata la sua vita. Come se non bastasse le vostre affermazioni le fate da anonimi, rispetto il vostro diritto all'anonimato, ma vi ricordo che e' mio diritto esprimere a riguardo le emozioni che mi provocate con l'uso dello stesso.Personalmente mi vergogno io per voi...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 settembre 2008 00.47-----------------------------------------------------------
          • ermes scrive:
            Re: PI non dovrebbe parlare di Internet?
            credo sia un controsenso commentare un articolo con un "PI non dovrebbe parlare di Internet?": è morto uno che di internet ne faceva strumento per comunicare (anche perchè credo sia l'unico o quasi che avrebbe potutto usare) ed ecco perchè credo sia giusto se ne parli. Se poi a te interessano solo le ultime schede video prodotte o il mouse più fico del mondo (cosa che hai ampiamente dimostrato con il tuo commento) allora quello che ho detto precedentemente vale: non ci si trova più nulla di utile e costruttivo nei commenti. E per concludere non voglio flammare (spero si dica così) semplicemente volevo farti sapere che a mio avviso potevi risparmiarti il commento.
  • Juralev scrive:
    tranquilli è una coincidenza
    è che ha spostato la testa mentre quel pezzo di metallo passava di lainvece questi di PI sempre a pensar male che magari adesso i russi sono contro la libertà d'espressione o cose del generesempre a pensar male su su su
  • Gio scrive:
    Guardando adesso il sito
    Traducendolo con google, noto solo un minuscolo articolo sull'omicidio e tanti articoli filogovernativi.Dai vari link del vostro articolo credo di capire che l'indirizzo corretto non abbia il www iniziale, ma anche questo risulta non esistente
  • bruno moroni scrive:
    ecco il movente pregresso...
    a quanto pare il Cremlino aveva il dente avvelenato nei suoi confronti da un bel pò di tempo:http://archive.newsmax.com/archives/articles/2004/6/23/105811.shtml
    • bruno moroni scrive:
      Re: ecco il movente pregresso...
      estratto dall'articolo sopra:"Chechen Interior Minister Alu Alkhanov, the Kremlin's candidate to replace slain Chechen President Akhmad Kadyrov, said the attacks had been led by an Ingushetia-based rebel leader, Magomed Yevloyev, Interfax said. His deputy, Ruslan Alkhanov, told Interfax that Yevloyev was a leader of the extremist Wahhabi Islamic group."buona vita a tutti.eumeme
  • ... scrive:
    conoscenza
    E' divertente leggere i thread, non penso che qui ci siano persone che conoscono la storia russa, la realta' che si vive li oggi, la lingua, o che abbiano vissuto li abbastanza tempo per poter giudicare cosa sta succedendo. Non penso che ci sia una sola persona che abbia sentito il cognome di Yevloyev prima d'oggi e che abbia letto i suoi scritti. Pero' tutti si sono immediatamente schierati contro "il regime sanguinario" avendo letto UN SOLO ARTICOLO che rappresenta un solo punto di vista... Cioe', praticamente basandosi sul "un mio cugino mi ha detto che..." Domande: Forse e' meglio reperire altre informazioni(opinioni) prima di gettarsi nelle discussioni?Quanto era scomodo Yevloyev al regime?Quali persone lo appoggiavano?Quanta visibilita' aveva?Aveva senso eliminarlo in un modo cosi' grottesco?Non era piu logico screditarlo piuttosto che dare adito alle accuse di tutti i tipi?Perche collegare immediatamente il governo a questi fatti?Non e' piu' plausibile pensare che era d'impiccio alle autorita locali oppure alla mafia locale?Etc etc...Insomma, leggere un'unica opinione e prenderla per "quella vera" e' indice di una totale assenza di pensiero proprio.Cordiali saluti a tutti :-)
  • ilmusico scrive:
    La morte di un giornalista web
    Non mi so capacitare di tutto questo clamore, per quanto occorso all' eroico giornalista russo (Inguscezia). Ci si potrebbe meravigliare soltanto in un caso: non conoscenza approfondita della storia russa, a partire dalla Rivoluzione Bolscevica del '17 e successiva guerra civile, durata fino al 1922. Il popolo russo, fin dal 1147 (anno di fondazione di Mosca) ha sempre voluto re, imperatori, dittatori. Perché esso stesso, riconosceva di aver bisogno di una 'guida forte'. Con questo, non intendo sostenere l' assolutismo che ha sempre caratterizzato la vita di questo e altri popoli della zona e di altre etnie, sottoposte al potere di Mosca, sia in fase Zarista che Sovietica. Tralasciando altri particolari storici, con l' avvento di Gorbaciov , l' occidente credette di aver vinto, in qualche modo, il comunismo: apparentemente, si. Nella sostanza, no. La forma di governo russo, è sempre e solamente DITTATORIALE. Ovvio che, quando sorgono voci di dissenso , per quanto giuste, sacrosante nelle loro rivendicazioni, queste, in modi più o meno subdoli, vengano messe a tacere, più o meno violentemente. Questa mentalità politica russa, non si modifichera' mai. E' nel loro DNA.E c'è da fare una considerazione: ne avessimo noi, di giornalisti del calibro , del valore di Magomed Yevloyev.Nel panorama italiano, non intravvedo nessuno , che abbia le sue... caratteristiche che, purtroppo, in Russia, sono considerate di disturbo, quasi eretiche.Da noi, si usano altri sistemi, ancora più subdoli , di quelli usati in Russia. Basta osservare come viene trattato chi vuole far luce su fatti che altri , invece, vogliono impedire e impediscono. Se quella Russa è dittatura, la nostra gli è molto simile ma meglio dissimulata.
    • precisone scrive:
      Re: La morte di un giornalista web
      - Scritto da: ilmusico
      soltanto in un caso: non conoscenza approfondita
      della storia russa, a partire dalla Rivoluzione
      Bolscevica del '17 e successiva guerra civile,
      durata fino al 1922. Il popolo russo, fin dal
      1147 (anno di fondazione di Mosca) ha sempre
      voluto re, imperatori, dittatori. Perché esso
      stesso, riconosceva di aver bisogno di una 'guida
      forte'. Con questo, non intendo sostenere l'quindi e' una legge fisica? stile popolo russo = bisogno impellente di governo autoritario?cosa sono i luoghi comuni?(popolo italiano = bisogno di pasta e veline?mmmmm... questo mi pare abbastanza vero!! :D )
  • Internazion ale scrive:
    Business is Business
    Vedo che gli interventi sono sulla scorta se sono piu' cattivi i russi o gli americani e qualcuno tifa per il terzo mondo.Dal mio punto di vista ho una notizia, non sono cattivi ne' i russi, ne' gli americani e nemmeno quelli del terzo mondo sono buoni.Ci sono dei tizi la cui nazionalita' non importa: russi, americani, sudanesi, messicani, tunisini e' lo stesso che devono curare il proprio business, quando si ritrovano vanno sempre e comunque d'accordo in una maniera o nell'altra perche' tanto ragionano tutti alla stessa maniera e non importa se sono atei, musulmani, cristiani, ebrei, il loro dio principale e' il potere e il denaro, sono soci in affari alla fine qualcuno e' piu' bravo di altri, quando devi tirare fuori il mitra infatti fa un sacco di rumore meglio le campagne diffamatorie e le mille piccole angherie per mettere a tacere un tizio, in questo l'affarista Putin tradisce i lunghi anni al KGB, ha molto da imparare da certi nostri politici nostrani.
    • snem scrive:
      Re: Business is Business
      In questo gioco vincono la Svizzera & stati simili
    • CCC scrive:
      Re: Business is Business
      - Scritto da: Internazion ale
      Vedo che gli interventi sono sulla scorta se sono
      piu' cattivi i russi o gli americani e qualcuno
      tifa per il terzo
      mondo.

      Dal mio punto di vista ho una notizia, non sono
      cattivi ne' i russi, ne' gli americani e nemmeno
      quelli del terzo mondo sono
      buoni.

      Ci sono dei tizi la cui nazionalita' non importa:
      russi, americani, sudanesi, messicani, tunisini
      e' lo stesso che devono curare il proprio
      business, quando si ritrovano vanno sempre e
      comunque d'accordo in una maniera o nell'altra
      perche' tanto ragionano tutti alla stessa maniera
      e non importa se sono atei, musulmani, cristiani,
      ebrei, il loro dio principale e' il potere e il
      denaro, sono soci in affari alla fine qualcuno e'
      piu' bravo di altri, quando devi tirare fuori il
      mitra infatti fa un sacco di rumore meglio le
      campagne diffamatorie e le mille piccole angherie
      per mettere a tacere un tizio, in questo
      l'affarista Putin tradisce i lunghi anni al KGB,
      ha molto da imparare da certi nostri politici
      nostrani.... ma il gregge nostrano non pensa, è troppo occupato a comprare tutto ciò che è inutile o a lavorare per poterlo comprare...e poi... ma non è più facile fare il tifo per la destra o la sinistra?stiamo messi proprio male
      • Internazion ale scrive:
        Re: Business is Business

        e poi... ma non è più facile fare il tifo per la
        destra o la
        sinistra?

        stiamo messi proprio maleE'x questo che dico che Putin ha molto da imparare, accidenti quel tipo che hanno fatto fuori non compera piu' nulla (tranne le spese x le esequie) ...L'oppositore si ridicolizza, si eclissa mediaticamente, al massimo gli si bucano le gomme della macchina, non bisogna farlo fuori!!! Tanto chi gli da' retta sono i soliti bastian contrari che ogni tanto leggono e magari pure pensano, quelli rompono sempre ma, per fortuna, sono solo una minoranza che non conta un accidenti. Direbbe Verga: "Gente di nessuno" cosi' miserabili da non avere neanche un padrone, chissene ...Putin, Putin, datti una regolata non funzionano cosi' le dittature del business moderne, sono ideologiche solo x farla bere ai fessacchiotti, per il resto conta solo la partita doppia e l'utile a fine anno, promettono liberta' e progresso a tutti procedendo al contempo a una lobotomia mediatica, il dissenso e' fisologico e anzi, e' una specie di valvola di sfogo di quella pentola a pressione che si chiama pensiero unico, quindi e' bene lasciare che esca un po' di vapore, sembra strano ma e' utile al business.
        • Internazion ale scrive:
          Re: Business is Business
          PSLa lezione in fondo in fondo e' semplicissima, una giusta dose di tette e c.... in tv, riviste ecc. Informazione cd seria modello veline Miniculpop e addirittura magari farsi pure l'opposizione da soli (qualche trasmissione finto-critica ma che non morde veramente, basta metterla alle 3 di notte o far partecipare tipi noiosoni, la gente cambia canale da sola ...).Amici russi venite a fare uno stage in Italia, e' un pezzo che non ci tocca far fuori neanche un giornalista (ceeeerto, ne abbiamo seppelliti anche noi ma poi abbiamo capito che non rende ...)
  • sistemax scrive:
    Persone che vanno tutelate
    Queste sono persone che vannop tutelate, persone vere che sono in via di estinzione, invece i farabutti sonon sempre in aumento, il mio rispetto va a quest'uomo che si è tanto battuto per la sua nazione e la sua libertà di parola.RIP
    • anonymous scrive:
      Re: Persone che vanno tutelate
      - Scritto da: sistemax
      Queste sono persone che vannop tutelate, persone
      vere che sono in via di estinzione, invece i
      farabutti sonon sempre in aumento, il mio
      rispetto va a quest'uomo che si è tanto battuto
      per la sua nazione e la sua libertà di
      parola.

      RIPle persone vanno rispettate tuttema la morte non dà dignità a tutte le idee
    • nanoBastardo scrive:
      Re: Persone che vanno tutelate
      - Scritto da: sistemax
      Queste sono persone che vannop tutelate, persone
      vere che sono in via di estinzione, invece i
      farabutti sonon sempre in aumento, il mio
      rispetto va a quest'uomo che si è tanto battuto
      per la sua nazione e la sua libertà di
      parola.

      RIPLe Roi est mort, Vive le Roi!
  • www scrive:
    dittature moderne
    "l'amico" Putin sta andando a scuola da Mr.B. vedi la divertente storia di "Putin spara alla tigre e salva la troupe televisiva", però non è un allievo molto diligente, ogni tanto ricade nei vecchi metodi: "tragica fatalità: Yevloyev avrebbe tentato di appropriarsi dell'arma di un agente, un colpo lo avrebbe inavvertitamente raggiunto", non riesce a capire che così lo sgamano... che tenerezza :P sarebbe stato molto più semplice distruggere mediaticamente l'avversario ad esempio inserendo qualche bufala condita da risate in trasmissioni tipo stricia la notizia, o pagando qualche giornalista per inventarsi qualche storia... quando capirà?!
    • supervacuum scrive:
      Re: dittature moderne
      Quoto. Anche a Beslan invece di negoziare mandò le spesnatz e fece 1100 morti (dico, 1100 o milleecento!!!)Al teatro di mosca invece di negoziare gasò tutti, terroristi e spettatori.
    • Davide scrive:
      Re: dittature moderne
      - Scritto da: www
      "l'amico" Putin sta andando a scuola da Mr.B.
      vedi la divertente storia di "Putin spara alla
      tigre e salva la troupe televisiva", però non è
      un allievo molto diligente, ogni tanto ricade nei
      vecchi metodi: "tragica fatalità: Yevloyev
      avrebbe tentato di appropriarsi dell'arma di un
      agente, un colpo lo avrebbe inavvertitamente
      raggiunto", non riesce a capire che così lo
      sgamano... che tenerezza :P sarebbe stato molto
      più semplice distruggere mediaticamente
      l'avversario ad esempio inserendo qualche bufala
      condita da risate in trasmissioni tipo stricia la
      notizia, o pagando qualche giornalista per
      inventarsi qualche storia... quando
      capirà?!...è che non ha pazienza o forse la gente non guarda trasmissioni tipo sln
    • 0verture scrive:
      Re: dittature moderne
      Prima o poi Grande Puffo(ne) gli spiegherà anche quello
  • Callidice scrive:
    Kalos Kai Agatos
    Lo sapete vero che se siete membri dell'elite che non si fa intorpidire il cervello dal GF e riesce a vedere il mondo per quel che è l'unica reazione possibile è cercare di scalare le calssi sociali per raggiungere quelle privilegiate?la discriminante oggi non sono i soldi ma l'abilità intellettiva e la scaltrezza. Comunistelli e fascistelli lo sapete vero che da domani vi toccherà andare all'opera insieme a braccetto con il parrucchino?
  • asd scrive:
    sono tutti uguali svegliatevi
    non vene siete accorti? dove vi girate lo proendete nella periferica di output che diventa anche di inputquindi basta fare i tifosi degli stati e mandiamoli a cagare tutti
  • davide scrive:
    stop
    ti do ragione sulla strafottenza americana per il mondo.... ma far passare la russia come vittima è proprio una grande cazzata. 100 volte meglio gli arroganti americani che i sicari russi (vedi vari giornalisti morti, cecenia, polonio, georgia, etc....). se non sei contento qui, va a vivere in russia. ti troverai certo bene e sarai sicuramente libero di scrivere quello che vuoi (fino a quando un colpo in testa ACCIDENTALE non metterà fine alla tua voglia di scrivere.
    • asasa scrive:
      Re: stop
      - Scritto da: davide
      ti do ragione sulla strafottenza americana per il
      mondo.... ma far passare la russia come vittima è
      proprio una grande cazzata. 100 volte meglio gli
      arroganti americani che i sicari russi (vedi vari
      giornalisti morti, cecenia, polonio, georgia,
      etc....). se non sei contento qui, va a vivere in
      russia. ti troverai certo bene e sarai
      sicuramente libero di scrivere quello che vuoi
      (fino a quando un colpo in testa ACCIDENTALE non
      metterà fine alla tua voglia di
      scrivere.ma che stai a fare? tifo per america o russia?le mafie sono tutte uguali.
    • anonymous scrive:
      Re: stop
      - Scritto da: davide
      ti do ragione sulla strafottenza americana per il
      mondo.... ma far passare la russia come vittima è
      proprio una grande cazzata. vero
      100 volte meglio gli
      arroganti americani che i sicari russi meno vero, per noi europei sono uguali
      (vedi vari
      giornalisti morti, cecenia, polonio, georgia,
      etc....). certo se credi alla nostra libera stampa imbeccata da vari scaramella e marini questi sono casi esemplari
      se non sei contento qui, va a vivere in
      russia. ti troverai certo bene e sarai
      sicuramente libero di scrivere quello che vuoi
      (fino a quando un colpo in testa ACCIDENTALE non
      metterà fine alla tua voglia di
      scrivere.pensi che dovrebbero imparare da noi ? mai sentito parlare di pecorelli? de mauro ? alfano? siani ? la alpi e hrovatin ? fava ? francese ? cristina ? impastato ? rostagno ? spampinato ?tutti giornalisti uccisi perchè mettevano in luce commistioni tra criminalità e istituzioni (il primo a dire il vero con accenti ricattatori)quindi secondo cosa scrivi neanche quì sei al sicuro, la verità é che la magggior parte dei nostri giornalisti lecca posteriori e fa servizi sul caldo, coppie vip, delitti scabrosi maturati in ambito familiare ecc., e per comprarli non occorre minacciare le loro vite, basta accennare a querele e licenziamentie certe ong pro-libertà di stampa perchè guardano sempre ai giornalisti anti-stati canaglia e non parlano mai di quelli sudamericani ammazzati a decine in messico venezuela ecuador ecc. per opposizione alle multinazionali ? e i 58 uccisi dall'inizio dell'anno nelle filippine ? e quelli uccisi da fuoco amico in iraq e afghanistan ? e quelli ammazzati in palestina e in libano ?prova a dare un'occhiata su google e guarda da dove arrivano certi fondi a rsf
      • sms scrive:
        Re: stop

        pensi che dovrebbero imparare da noi ? mai
        sentito parlare di pecorelli? de mauro ?
        alfano? siani ? la alpi e hrovatin ? fava ?
        francese ? cristina ? impastato ? rostagno ?
        spampinato
        ?

        tutti giornalisti uccisi perchè mettevano in luce
        commistioni tra criminalità e istituzioni (il
        primo a dire il vero con accenti
        ricattatori)Ma guarda come sono diventato demo e anche un pò cristiano, riformista, centrista e poco estremista !!!Mi accingevo ora ora a postare per ricordare ai nostri simpatici ragazzi ( fortuna loro tutti giovincelli ), non per causa loro , ignoranti di vicende storiche , solo il nome del giornalista di op, quando te ne sei uscito con una sfilza di nomi da far impallidire Russia,Iran e Cina.
        • miao scrive:
          Re: stop
          Chissa' perche' tutti si dimenticano di Antonio Russo, giornalista di radio radicale fatto fuori dai russi in Cecenia...
  • lellykelly scrive:
    rassicurante
    magari è OT. ho appena visto un pezzo su omnibus la 7 che parlava di tortora:salute e disgrazie permettendo, l'unico modo di morire di vecchiaia è non essere onesti.zitto e fatti i cazzi tuoi.
  • MiConsenta scrive:
    Sta volta ...... Putin non è stato
    Nello stesso momento era impegnato ad uccidere una tigre siberiana già morta.
    • infernet scrive:
      Re: Sta volta ...... Putin non è stato
      :D La tigre non era morta, comunque, ma soltanto narcotizzata: come hai fatto a perderti questo particolare visto che TUTTI i nostri tg nazionali del pensiero unico hanno mandato piu' e piu' volte il servizio sull'amico del cainano? Davvero uno spettacolo deprimente e triste, di una pochezza e di un servilismo sconsolanti: ma tanto, i prossimi 5 anni saranno cosi', se non peggio.
      • supervacuum scrive:
        Re: Sta volta ...... Putin non è stato
        Io credo che sia peggio in Russia dove Putin è stato fatto passare per un EROE!
        • The_GEZ scrive:
          Re: Sta volta ...... Putin non è stato
          Ciao supervacuum !
          Io credo che sia peggio in Russia dove Putin è
          stato fatto passare per un
          EROE!Oddio, qui da noi come EROE viene fatto passare Vittorio Mangano ...
        • MeX scrive:
          Re: Sta volta ...... Putin non è stato
          giá non come in Italia che celebriamo l'eroe Silvio che ha nascosto la spazzatura a Napoli o ha messo l'esercito in strada... ah! e ora non pagate nemmeno l'ICI!Che rivoluzionario!
      • Trollalero scrive:
        Re: Sta volta ...... Putin non è stato
        - Scritto da: infernet
        :D La tigre non era morta, comunque, ma soltanto
        narcotizzata: come hai fatto a perderti questo
        particolare visto che TUTTI i nostri tg nazionali
        del pensiero unico hanno mandato piu' e piu'
        volte il servizio sull'amico del cainano? Davvero
        uno spettacolo deprimente e triste, di una
        pochezza e di un servilismo sconsolanti: ma
        tanto, i prossimi 5 anni saranno cosi', se non
        peggio.Le ha sparato il narcotico dritto in fronte...sai comm'è l'abitudine...
    • Akiro scrive:
      Re: Sta volta ...... Putin non è stato
      a colpi di kung fu?
  • Jean Valjean scrive:
    c'era una volta...
    c'era una volta un Jean Valjean che pensava che qui ci si potesse trovare benela violenza che trovo qui non la posso chiamare immondizia o stupiditàla chiamo violenzachi non sa niente della Russia e della vita, si mette a dire che la Russia tutto sommato è un baluardo per la difesa della dignità umana, e questa è violenzama lo stato narcotico-confusionale di chi dice che la guerra in Iraq è una vittoria della democrazia è qualcosa di altrettanto tossico e violentola violenza è sempre destinata a vincere, quindi seppur penosi non vi compiango, non vi rispondo nemmeno, non avete bisogno di nessuno, per adesso
    • Callidice scrive:
      Re: c'era una volta...
      ma presto verrai a salvarci vero?
    • supervacuum scrive:
      Re: c'era una volta...

      ma lo stato narcotico-confusionale di chi dice
      che la guerra in Iraq è una vittoria della
      democrazia è qualcosa di altrettanto tossico e
      violento

      la violenza è sempre destinata a vincere, quindi seppur
      penosi non vi compiango, non vi rispondo nemmeno, non
      avete bisogno di nessuno, per adessoHai *quasi* centrato il punto: non è che "la violenza è sempre destinata a vincere", piuttosto la ragione si impone con le armi poichè, in quanto penosi (come ci fai osservare), non riusciamo a capire il valore della pace e del rispetto reciproco. La realtà è che in quello che ho detto non c'è niente di più tossico e violento di quanto non sia successo sulla terra negli ultimi 20,000 anni. Probabilmente hai troppa stima del genere umano.
  • Marco Marcoaldi scrive:
    Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
    ecco un'altra bell'opera di Putin e della sua combriccola di Mafiosi legalizzati !!!!
    • lellykelly scrive:
      Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
      da una dittatura cosa vuoi volere?
      • MeX scrive:
        Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
        giá meglio una Repubblica come in Italia, dove se indaghi sulla mafia lo stato ti da' due macchine dei caramba se ti va bene, e poi ti fanno esplodere su un ponte...
    • supervacuum scrive:
      Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
      Bravo, mi ero dimenticato il caso Kursk!- Scritto da: Marco Marcoaldi
      ecco un'altra bell'opera di Putin e della sua
      combriccola di Mafiosi legalizzati
      !!!!
      • anonymous scrive:
        Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
        - Scritto da: supervacuum
        Bravo, mi ero dimenticato il caso Kursk!

        - Scritto da: Marco Marcoaldi

        ecco un'altra bell'opera di Putin e della sua

        combriccola di Mafiosi legalizzati

        !!!!allora a parte i dubbi sul kurskhttp://sitoaurora.altervista.org/Covert/Kursk.htmtuttalpiù si possono accusare di criminale inefficenza, ma che dire del sottomarino usa che ha affondato una nave giapponese alle hawaii ?http://www.repubblica.it/online/mondo/scontro/civile/civile.htmle di questo ne vogliamo parlare ?http://www.peacelink.it/disarmo/a/26988.htmlquanto a litvinenko e al polonio a parte che prove non ci sono, basta ragionare un po', certo se stai a sentire SOLO scaramella e gli oligarchi ...
    • Antonio Mela scrive:
      Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
      Aggiungi anche l'omicidio di Antonio Russo (giornalista freelance che collaborava con Radio Radicale che a suo tempo fu l'unico a restare in Kosovo durante i bombardamenti NATO) che era riuscito a raccogliere prove compromettenti sulle atrocità dei militari russi in Cecenia, e che per ciò è stato sapientemente ucciso (pestaggio stile KGB volto a far passare la morte come conseguenza di una normale rapina) e scaricato nella campagna georgiana...
    • ... scrive:
      Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
      solo una precisazione, è polonio 201, o meglio polonium 201, non 2101, cia'
      • supervacuum scrive:
        Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
        Io mi ricordavo 210. Caso Litvinenko (e non Mitrokhin come ho menzionato per errore).- Scritto da: ...
        solo una precisazione, è polonio 201, o meglio
        polonium 201, non 2101,
        cia'
        • max scrive:
          Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
          Esatto è proprio polonio 210. Nessun isotopo del polonio ha peso atomico 201.
          • ... scrive:
            Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
            lol (rotfl)(rotfl) ho detto cornuto all'asino, pardon intendevo 210 ;D
    • Orgoglio Europeo scrive:
      Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
      - Scritto da: Marco Marcoaldi
      ecco un'altra bell'opera di Putin e della sua
      combriccola di Mafiosi legalizzati
      !!!!Vai a dare un'occhiata a Guantanamo e poi riparliamo di chi è la "mafia legalizzata".Putin ha ridato ORGOGLIO al suo popolo, difendendolo dai sobillatori prezzolati del mondialismo.Bush, Berlusconi e compagnia brutta sono dei tecnocrati che hanno venduto l'anima loro e dei popolo che li hanno sciaguratamente eletti alle cricche occulte del dominio mondialista.Putin ha intenzione di vietare su tutto il territorio russo la massoneria: questo vi dice niente?! Sveglia, che siamo all'alba dell'ultimo lotta per la salvezza dei Popoli contro il mondialismo! E' tempo di decidere...
      • marco fi scrive:
        Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
        - Scritto da: Orgoglio Europeo
        - Scritto da: Marco Marcoaldi

        ecco un'altra bell'opera di Putin e della sua

        combriccola di Mafiosi legalizzati

        !!!!

        Vai a dare un'occhiata a Guantanamo e poi
        riparliamo di chi è la "mafia
        legalizzata".
        Putin ha ridato ORGOGLIO al suo popolo,
        difendendolo dai sobillatori prezzolati del
        mondialismo.
        Bush, Berlusconi e compagnia brutta sono dei
        tecnocrati che hanno venduto l'anima loro e dei
        popolo che li hanno sciaguratamente eletti alle
        cricche occulte del dominio
        mondialista.

        Putin ha intenzione di vietare su tutto il
        territorio russo la massoneria: questo vi dice
        niente?! Sveglia, che siamo all'alba dell'ultimo
        lotta per la salvezza dei Popoli contro il
        mondialismo! E' tempo di
        decidere...Per me tu hai visto troppo kenshiro. Ma fammi il piacere, non ti prendere troppo sul serio, dammi retta...
      • ndr scrive:
        Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
        - Scritto da: Orgoglio Europeo
        Sveglia, che siamo all'alba dell'ultimo
        lotta per la salvezza dei Popoli contro il
        mondialismo! E' tempo di
        decidere......piuttosto allora è tempo di farsi una bella e salutare montata invece di perder tempo qua...io in primis!!!
    • ... scrive:
      Re: Dopo il sottomarino Kursk e Polonio 2101
      Ma ancora ci sono persone che credono alla storia assurda dell'omicidio con il polonio! LOL! Non pensavo che la propaganda potesse fare tanto, invece, ecco qua i risultati....
  • Josif Vissariono vich scrive:
    l'importante è denigrare la Russia...
    Omicidio? Suicidio? Incidente?Non lo sapremo mai.Quel che già sappiamo è che la Russia rimane l'ultimo baluardo europeo contro lo strapotere degli USA, un baluardo che dà fastidio a molti, perché Mosca non accetta di piegarsi alla logica del turbocapitalismo di stampo neocon.E allora, chissà perché, ecco che fioccano notizie sulla Russia "autoritaria", "non democratica", "aggressiva" e blablabla... il sistema migliore per far passare in secondo piano le porcherie USA, quelle a cui l'Europa sempre compiacente regge bordone...
    • 0verture scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      Belle parole le tue ma intanto qua c'è un morto, non so se te ne rendi conto...Non credo proprio che questo giornalista abbia organizzato il proprio omicidio per poter originare uno scoop che tra l'altro non porterà proprio a niente tranne le solite parole di rito.
    • lellykelly scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      basta con sti comunisti, ormai sono fuori moda.tutti amici di silvio siete.
    • supervacuum scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      Eh no, stavolta proprio non ci sto. Questo thread rischia di diventare rovente.A parte la "logica del turbocapitalismo", che trova in Mosca e Pechino le migliori espressioni (sfruttamento del lavoro minorile, nessun diritto per i lavoratori, gap *enorme* tra ricchi e poveri, corruzione a tutti i livelli), posso concordare che:- L'America possa avere fatto porcherie (e molte);- Bush sia il più incapace e impopolare presidente della storia USA.Ma andiamo con ordine e compariamole:1) America- Iraq: una vittoria su tutti i fronti. Gli attentati e il clima da guerra civile di due anni fa è quasi del tutto sparito. Ovvio ci sono ancora attentati, ma sono almeno 10 volte meno di due anni fa. Le truppe irachene stanno prendendo il posto di quelle americane, c'è un governo espressione di tutte le tribù locali. Direi che è proprio una vittoria della democrazia.- Afghanistan: chiunque provi a dire che l'intervento in Afghanistan è sbagliato dovrebbe passare qualche mese con dei talebani e provare a fare quello che normalmente fa in Italia senza essere sgozzato.- Kosovo: su questo posso essere d'accordo. Una porcata NATO.2) Russia- Tentato avvelenamento di Yushchenko (presidente ucraino) a base di diossina, neanche riuscito;- Guerra in Inguscezia, Daghestan, Cecenia, Ossezia del Nord (ma quella del sud può essere autonoma), Georgia. Su quella georgiana, passando molto del mio tempo a Tbilisi, ho la mia personale visione dei fatti - Saakashvili ha fatto un errore enorme a bombardare l'Ossezia (nonostante anche Human Rights Watch ha contestato le cifre fornite da Mosca sui morti) ma i russi avevano ammassato i carrarmati al confine da tempo, vale a dire aspettavano soltanto un pretesto.- Falsificazione delle elezioni in Armenia per eleggere il fantoccio pro-Mosca.- Caso Mitrokhin (avvelenamento al plutonio a Londra, ma non è morto abbastanza in fretta da impedirgli di fare i nomi).- Caso Politkovskaya: credo che la ricordiamo tutti, la giornalista che si occupava della guerra in Cecenia.- Caso Yukos - il suo proprietario, un certo Khodorkovsky, è stato arrestato e tenuto in galera fintanto che la Yukos ha fallito e la Gazprom (compagnia degli amici di Putin) non ha rilevato le licenze.Se vuoi vado avanti...- Scritto da: Josif Vissariono vich
      Omicidio? Suicidio? Incidente?
      Non lo sapremo mai.
      Quel che già sappiamo è che la Russia rimane
      l'ultimo baluardo europeo contro lo strapotere
      degli USA, un baluardo che dà fastidio a molti,
      perché Mosca non accetta di piegarsi alla
      logica del turbocapitalismo di stampo
      neocon.
      E allora, chissà perché, ecco che fioccano
      notizie sulla Russia "autoritaria", "non
      democratica", "aggressiva" e blablabla... il
      sistema migliore per far passare in secondo piano
      le porcherie USA, quelle a cui l'Europa sempre
      compiacente regge
      bordone...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 settembre 2008 00.42-----------------------------------------------------------
      • Davide scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        Ma invece di scrivere questi post inutili, che poi la gente litiga per cose inutili, andiamo tutti a Mtskheta a mangiarci un bel piatto di khinkali e chi ne mangia di più vince!
        • supervacuum scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...
          Sai già che non avresti nessuna chance. E poi ora con i russi in Georgia rischi di mangiare xinkali al plutonio o alla diossina.- Scritto da: Davide
          Ma invece di scrivere questi post inutili, che
          poi la gente litiga per cose inutili, andiamo
          tutti a Mtskheta a mangiarci un bel piatto di
          khinkali e chi ne mangia di più
          vince!
          • Davide scrive:
            Re: l'importante è denigrare la Russia...
            Beh i georgiani non partecipano, ovvio... oppure ogni khinkali mangiato da noi poveri europei vale 5 dei loro... però cacchio, il plutonio è pesante!
          • Akiro scrive:
            Re: l'importante è denigrare la Russia...
            bah, se li vuoi alla diossina non serve far tanti km... in italia ne abbiamo parecchiahttp://www.allarmerifiutitossici.org/rifiutitossici/articles/art_51.html
      • Trollalero scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        E basta con ste cazzate pro usa e pro russia,sono due merde marcie,corrotte arroganti e con la voglia matta di comandare tutto e tutti...ma andate a cagare,w il terzo mondo,spero che un giorno spacchi il deretano a questo occidente di merda!
        • anonymous scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...
          - Scritto da: Trollalero
          E basta con ste cazzate pro usa e pro russia,sono
          due merde marcie,corrotte arroganti e con la
          voglia matta di comandare tutto e tutti...ma
          andate a cagare,w il terzo mondo,spero che un
          giorno spacchi il deretano a questo occidente di
          merda!finalmente qualcuno ragiona
        • Akiro scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...

          E basta con ste cazzate pro usa e pro russia,sono
          due merde marcie,corrotte arroganti e con la
          voglia matta di comandare tutto e tutti...ma
          andate a cagare,w il terzo mondo,spero che un
          giorno spacchi il deretano a questo occidente di
          merda!speriamo
        • ndr scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...
          - Scritto da: Trollalero
          w il terzo mondo,spero che un
          giorno spacchi il deretano a questo occidente di
          merda!Le scimmie restano sugli alberi, il deretano lo usano in caso per produrre armi da lancio.Se mai il terzo mondo si evolverà sarà in base ai tempi darwiniani, la natura farà il suo corso. E per lo stesso motivo a quel punto America e Russia saranno già estinte o evolute in altro da un pezzo...
      • il texano scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...

        Ma andiamo con ordine e compariamole:

        1) Russia
        - Cecenia: una vittoria su tutti i fronti. Gli
        attentati e il clima da guerra civile di due anni
        fa è quasi del tutto sparito. Direi che è
        proprio una vittoria della
        democrazia.

        - Ossetia: chiunque provi a dire che
        l'intervento in Ossetia è sbagliato dovrebbe
        passare qualche giorno nelle mani dei criminali
        soldati georgiani e i loro amici mercenari americani senza
        essere
        sgozzato.

        2) America
        - Tentato avvelenamento di Yushchenko (presidente
        ucraino) a base di diossina, neanche
        riuscito, pur di dar la colpa ai russi
        - Guerra in Inguscezia, Daghestan, Cecenia,
        Ossezia del Nord (ma quella del sud può essere
        autonoma), Georgia, fomentate per mettere la Russia in difficoltà.

        Sulla guerra in Iraq e Afghanistan, pur non passando molto del mio tempo
        a Bagdad e Kabul, ho la mia personale visione dei fatti
        - Saddam Hussein ha fatto un errore enorme a
        occupare il Kuwait (nonostante anche Human
        Rights Watch ha contestato le cifre fornite
        sui morti) ma gli americani avevano pianificato da tempo
        quelle guerre, vale a dire
        aspettavano soltanto un
        pretesto.
        - Falsificazione delle elezioni in Iraq e Afghanistan per
        eleggere il fantoccio
        pro-Washington.
        - Caso Yukos - il suo proprietario, un certo
        Khodorkovsky, è stato arrestato e tenuto in
        galera fintanto che la Yukos, manovrata da agenti
        americani, ha fallito e la Gazprom (compagnia che fa gli interessi nazionali della Russia, non ha
        rilevato le
        licenze.

        - Kosovo: su questo posso essere d'accordo. Una
        porcata
        NATO.
        Quoto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 settembre 2008 03.44-----------------------------------------------------------
        • Marvho scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...
          e che cazzo quoti 3 pagine per aggiungere 4 lettere??ma studiati un po di netiquette :@
          • il texano scrive:
            Re: l'importante è denigrare la Russia...
            - Scritto da: Marvho
            e che cazzo quoti 3 pagine per aggiungere 4
            lettere??
            ma studiati un po di netiquette :@e tu metti gli occhiali, imb3cill3
          • Guardiacacc ia dell Impero scrive:
            Re: l'importante è denigrare la Russia...
            - Scritto da: Marvho
            e che cazzo quoti 3 pagine per aggiungere 4
            lettere??
            ma studiati un po di netiquette :@Studia la storia di PI e capirai molte, moltissime cose 8)
      • LMC scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        - Scritto da: supervacuum
        Eh no, stavolta proprio non ci sto. Questo thread
        rischia di diventare
        rovente.
        ...
        1) America
        ...
        2) Russia
        ...1) America, due MILIONI di morti negli ultimi 5 anni, per avere i "successi" che citi.2) Russia, oltre i 5 morti che citi, ci sono quelli dell'attuale guerra, su cui non ho dati al momento. Dammeli tu, mi fido.Ti concedo di raddoppiare i morti russi, vediamo se arriviamo ad un decimo di quelli americani.Saluti
        • Zoolander scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...
          - Scritto da: LMC
          1) America, due MILIONI di morti negli ultimi 5
          anni, per avere i "successi" che
          citi.Potresti fornire la fonte di tale dato?
          • vrms scrive:
            Re: l'importante è denigrare la Russia...
            - Scritto da: Zoolander
            - Scritto da: LMC

            1) America, due MILIONI di morti negli ultimi 5

            anni, per avere i "successi" che

            citi.

            Potresti fornire la fonte di tale dato?http://www.justforeignpolicy.org/iraq/iraqdeaths.html
      • il saggio scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...

        1) America
        - Iraq: una vittoria su tutti i fronti. Gli
        attentati e il clima da guerra civile di due anni
        fa è quasi del tutto sparito. Ovvio ci sono
        ancora attentati, ma sono almeno 10 volte meno di
        due anni fa. Le truppe irachene stanno prendendo
        il posto di quelle americane, c'è un governo
        espressione di tutte le tribù locali. Direi che è
        proprio una vittoria della
        democrazia.

        - Afghanistan: chiunque provi a dire che
        l'intervento in Afghanistan è sbagliato dovrebbe
        passare qualche mese con dei talebani e provare a
        fare quello che normalmente fa in Italia senza
        essere
        sgozzato.
        l'estate scorsa un ex presidente della repubblica , intervistato, disse molto candidamente "tutti sanno che l'11 settembre fu orchestrato dagli stati uniti e dal mossad".. per creare un casus belli contro iraq e afghanistan, questa notizia non fu ripresa quasi da nessun media.Mi chiedo come mai gli stati uniti abbiano attaccato iraq e afghanistan per importare la democrazia con le bombe mentre non hanno fatto nulla per ruanda, darfur e tutti gli altri stati con regimi dittatoriali.L'iraq oggi e' un paese completamente instabile come l'afghanistan, non possono andarci nemmeno i giornalisti e tu mi parli di vittoria della democrazia?
        • MeX scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...

          l'estate scorsa un ex presidente della repubblica
          , intervistato, disse molto candidamente

          "tutti sanno che l'11 settembre fu orchestrato
          dagli stati uniti e dal
          mossad"non mi sembra molto conveniente fare la figura dei pirla facendosi sequestrare tre aerei di linea da 4 talebani e buttare giú due torri per avere un pretesto per attacare l'Afghanistan

          .. per creare un casus belli contro iraq e
          afghanistan, questa notizia non fu ripresa quasi
          da nessun
          media.anche perché forse non te lo ricordi (ma non é colpa tua la TV ha fatto di tutto per far credere che i talebani fossero in Iraq) ma la scusa per attaccare l'Iraq é la dishiarazione da parte di USA e UK che Saddam aveva armi chimiche di massa, mai trovate, come vedi perché buttare giú 2 torri e ammazzare un sacco di civili quando gli bastava dire "i talebani stavano per fare esplodere la metreo di londra e NY in contemporanea, quindi ora andiamo in Afghanistan e gli spacchiamo il culo"
          Mi chiedo come mai gli stati uniti abbiano
          attaccato iraq e afghanistan per importare la
          democrazia con le bombe mentre non hanno fatto
          nulla per ruanda, darfur e tutti gli altri stati
          con regimi
          dittatoriali.perché non bruci soldi e risorse militari per fare benificenza, devi avere un ritorno economico (petrolio)
          L'iraq oggi e' un paese completamente instabile
          come l'afghanistan, non possono andarci nemmeno i
          giornalisti e tu mi parli di vittoria della
          democrazia?concordo, in piú cosa succederá non appena i nostri eroi americani torneranno in patria? guardate per esempio la Palestina...
      • Sladek scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        http://www.schiavinriviera.it/ Anche l'italia, nel suo piccolo...
      • Daniele scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        Caso Litvinenko, non Mitrokhin :-)
      • anonymous scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...

        1) America
        - Iraq: una vittoria su tutti i fronti. Gli
        attentati e il clima da guerra civile di due anni
        fa è quasi del tutto sparito. Ovvio ci sono
        ancora attentati, ma sono almeno 10 volte meno di
        due anni fa. Le truppe irachene stanno prendendo
        il posto di quelle americane, c'è un governo
        espressione di tutte le tribù locali. Direi che è
        proprio una vittoria della
        democrazia.vero, bombardare un paese a migliaia di km senza prove che saddam avesse legami con bin laden, che avesse armi di distruzione di massa, facendo 100 volte più morti di quanti ne avesse fatti lui, depredando le risorse del paese é proprio una vittoria della democrazia
        - Afghanistan: chiunque provi a dire che
        l'intervento in Afghanistan è sbagliato dovrebbe
        passare qualche mese con dei talebani e provare a
        fare quello che normalmente fa in Italia senza
        essere sgozzato.ti ricordo che i talebani in afghanistan in funzione anti-urss li armarono gli usa, e ti ricordo che in tanti altri stati islamici ci son fondamentalisti altrettanto crudeli, solo che dano il petrolio di buon grado e non si oppongono agli oleodotti

        - Kosovo: su questo posso essere d'accordo. Una
        porcata
        NATO.meno male
        2) Russia
        - Tentato avvelenamento di Yushchenko (presidente
        ucraino) a base di diossina, neanche
        riuscito;e neanche provatoma perchè non parli del suo oppositore misteriosamente morto dopo le elezioni (stufa a gas difettosa, dissero) ? neanche di quello ci sono provema ragiona chi userebbe un veleno dagli esiti insicuri, facilmente rintracciabile e difficilmente giustificabile ?
        - Guerra in Inguscezia, Daghestan, Cecenia,
        Ossezia del Nord (ma quella del sud può essere
        autonoma), Georgia.per lo meno sono stati confinanti e non a migliaia di km
        Su quella georgiana, passando molto del mio tempo
        a Tbilisi, ho la mia personale visione dei fatti
        - Saakashvili ha fatto un errore enorme a
        bombardare l'Ossezia (nonostante anche Human
        Rights Watch ha contestato le cifre fornite da
        Mosca sui morti) ma i russi avevano ammassato i
        carrarmati al confine da tempo, vale a dire
        aspettavano soltanto un
        pretesto.ti ricordo che erano lì su mandato onu
        - Falsificazione delle elezioni in Armenia per
        eleggere il fantoccio
        pro-Mosca.
        - Caso Mitrokhin (avvelenamento al plutonio a
        Londra, ma non è morto abbastanza in fretta da
        impedirgli di fare i
        nomi).ma ragiona chi userebbe un veleno dagli esiti insicuri, facilmente rintracciabile, difficilmente giustificabile e talemnte problematico da gestire da poter ricondurre come mandanti a stati o organizzazioni molto potenti?inoltre il fatto che confondi mitrokhin con litvinenko la dice lunga sulle tue fontitra l'altro il mandante non é stato provato, le testimonianze sui nomi del morto (ma solo nomi, niente prove) sono di seconda mano rese dal collaboratore di un oligarca che era al suo capezzale
        - Caso Politkovskaya: credo che la ricordiamo
        tutti, la giornalista che si occupava della
        guerra in Cecenia.ma nessuno ricorda che il suo giornale era pagato da un oligarca, e anche in questo caso il coinvolgimento governativo non é provato e la polizia ha arrestato gli esecutori
        - Caso Yukos - il suo proprietario, un certo
        Khodorkovsky, è stato arrestato e tenuto in
        galera fintanto che la Yukos ha fallito e la
        Gazprom (compagnia degli amici di Putin) non ha
        rilevato le licenze.a parte che era accusato di evadere le tasse, quando ha comprato la compagnia per 4 soldi corrompendo l'amministrazione eltsin andava bene a tutti no ?
        Se vuoi vado avanti...se i tuoi argomenti sono questi, lascia perdere
        • sms scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...

          ti ricordo che i talebani in afghanistan in
          funzione anti-urss li armarono gli usa, e ti
          ricordo che in tanti altri stati islamici ci son
          fondamentalisti altrettanto crudeli, solo che
          dano il petrolio di buon grado e non si oppongono
          agli
          oleodotti etc.....Ehm , troppo informato , sicuramente comunista.(Cambiamo argomento che questo tizio ci ha messo in mutande )Vabbè , ma la campagna acquisti qest'anno come è andata ?ps: ironia a parte , ogni vicenda di questo genere è ben triste cosa, a qualsiasi latitudine accada.
      • anonymous scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...

        - Falsificazione delle elezioni in Armenia per
        eleggere il fantoccio
        pro-Mosca.già dimenticavo che nessuna nazione occidentale ha mai appoggiato un golpe o falsificato elezioni!
      • Akiro scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...

        Ma andiamo con ordine e compariamole:c'è poco da comparare, sono messe "bene" entrambe...che madre natura salvi questa terra.
    • candysroom scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      - Scritto da: Josif Vissariono vich
      Omicidio? Suicidio? Incidente?
      Non lo sapremo mai.O forse, dati i precedenti, lo sappiamo gia'
      Quel che già sappiamo è che la Russia rimane
      l'ultimo baluardo europeo contro lo strapotere
      degli USA?????????????????
      E allora, chissà perché, ecco che fioccano
      notizie sulla Russia "autoritaria", "non
      democratica", "aggressiva" e blablabla... il
      sistema migliore per far passare in secondo piano
      le porcherie USA, quelle a cui l'Europa sempre
      compiacente regge bordone...E l'Italia e' una repubblica democratica fondata sul lavoro.E' meglio che me ne vada a dormire, questo vergognoso cumulo di baggianate partorite-giusto-perche'-gli-americani-mi-stanno-sulle-scatole (stanno sulle scatole anche a me, en passant) spero di essermele solo sognate.Ciao ciaoCandYsRooM-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 settembre 2008 01.39-----------------------------------------------------------
    • Buffone scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      Cercati una lista dei giornalisti morti assassinati o 'in circostanze da chiarire' negli ultimi 10 anni in Russia e dintorni, tutti scomodi perchè denunciavano gli abusi del potere, del governo e della polizia, e poi và a chiedere perdonop per la tua ignoranza
      • Orgoglio Europeo scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        - Scritto da: Buffone
        Cercati una lista dei giornalisti morti
        assassinati o 'in circostanze da chiarire' negli
        ultimi 10 anni in Russia e dintorni, tutti
        scomodi perchè denunciavano gli abusi del potere,
        del governo e della polizia, e poi và a chiedere
        perdonop per la tua
        ignoranzaSe vuoi ti do la lista della gente sospettata di "terrorismo", quindi rapita dai servizi segreti USA e passata alle prigioni di "stati amici" (Egitto, ecc) dove viene abbondamentemente usata la tortura, a volte fino alla morte.Vediamo quale lista è più lunga...La Russia dovrebbe essere la naturale alleata dell'Europa contro gli USA e il contro il mondialismo tecnocratico e antitradizionalista.
      • anonymous scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        - Scritto da: Buffone
        Cercati una lista dei giornalisti morti
        assassinati o 'in circostanze da chiarire' negli
        ultimi 10 anni in Russia e dintorni, tutti
        scomodi perchè denunciavano gli abusi del potere,
        del governo e della polizia, e poi và a chiedere
        perdonop per la tua
        ignoranzalo so ma tu la stessa lista dei giornalisti morti in occidente e negli stati controllati dalle potenze occidentali te la sei fatta ? e non ti chiedi perchè si parla solo degli stati canaglia ?pensi che da noi non ci sono abusi ?l'ignoranza da perdonare é da una parte sola ?
    • Andonio scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      Non si risponde alle porcherie dell'America nascondendo quelle della Russia, dove Putin, dopo 2 legislature come capo del governo, non volendo rassegnarsi a fare il pensionato, e' diventato presidente mettendo come primo ministro un fantoccio.Per non parlare dei giornalisti ammazzati o degli avversri politici improgionati.Non dimenticare che in USA un giornalista ha fatto dimettere un presidente (Nixon) per aver scoperto un caso di spionaggio verso il partito avversario prima delle elezioni (watergate)E dove un presidente di valore (Clinton) e' stato processato perche' ha sostenuto che la Levinsky non gli aveva fatto una pompa, cioe' per aver detto UNA BUGIA.Quando avremo una Watergate russa, potremo poi confrontare le porcherie fatte in USA con quelle fatte in Russia.
      • Andonio scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        Devo dire, per sincerita' che il comportamento di Putin mi ricorda da vicino quello di un dittatorello nostrano che vuole dare 5 anni di prigione ai giornalisti che pubblicano le malefatte dei politici risultanti dalle intercettazioni telefoniche: l'unico ramo della giustizia che funziona ancora in Italia: il delitto e' denunciare la malefatta, non colpire il malfattore.Non per niente Berlusconi e Putin , quando si incontrano si danno grandi pacche sulle spalle.Immagino quel che si dicono in privato:Berlusca: quanti giornalisti hai fatto ammazzare questa settimana?Putin: solo 10. Ultimamente sono diventato piu' tollerantte, e tu?Io non posso farli ammazzare perche' siamo in una democrazia, purtroppo, pero' ho proposto 5 anni di prigione per i giornalisti che pubblicano le conversazioni telefoniche di quandi ci facciamo i caXXi nostri...
    • mmmm scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      non si piega? ma se la politica è nelle mani dei ricchi capitalisti e sono russi che lasciano muorire di fame la maggior parte di loro...infatti la stragrande maggioranza li abbiamo qui in italia......
      • Orgoglio Europeo scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        - Scritto da: mmmm
        non si piega? ma se la politica è nelle mani dei
        ricchi capitalisti e sono russi che lasciano
        muorire di fame la maggior parte di
        loro...infatti la stragrande maggioranza li
        abbiamo qui in
        italia......Infatti la stragrande maggioranza dei russi è soddisfatta del governo Putin. Guardati i sondaggi d'opinione.Infatti qui in Italia NON ABBIAMO IMMIGRAZIONE DALLA RUSSIA. Sveglia!Abbiamo immigati di Ukraina, Romania, Albania e via dicendo, da tutti i paesi dell'Est che hanno svenduto la propria economia alle cricche del mondialismo, vedendosela devastata di conseguenza.Putin ha tenuto tutti i settori strategici dell'economia sotto l'ala nazionale, ha fermato e invertito le svendite vergognoso fatte sotto l'era Eltsin (il burattino di Washington), ha invertito il trend recessivo e il calo demografico, e sta ridando ORGOGLIO al suo popolo.L'esatto contrario di quello che fanno i leader mondialista, interessati solo a far soldi sporchi e a distruggere la fibra nazionale con un immigrazionismo selvaggio e una capillare propaganda a favore del mondialismo.Quindi tra Bush e Putin, sicuramente è da scegliere Putin senza dubbio!
    • Callidice scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      - Scritto da: Josif Vissariono vichma te credi ancora a capitalismo e comunismo?guarda che anche il popolo russo ora comincia a vedere il grande fratello ascoltare il rap e vivere nella pseudo democrazia mediatica.ormai si stanno formando solo nuovi TOTALITARISMI, in USA ed EU siamo ancora ad un grado diciamo "primordiale" o d transizione da una fase post-democratica ad una pre-tirannica.ma se da noi "emisfero occidentale" i media ormai ci hanno assuefatto alla propagando ed abbiamo già raggiunto lo stadio in cui le notizie sono inutili pure se sovversive in Russia e Cina i media possono ancora creare problemi.credi davvero ci sia differenza tra UE/Ex-URSS/CN/USA??sono tutti poteri forti che ci stanno preparando alla guerra che definirà le rispettive misure. Ma la forma è la stessa.
      • anonymous scrive:
        Re: l'importante è denigrare la Russia...
        - Scritto da: Callidice
        - Scritto da: Josif Vissariono vich

        ma te credi ancora a capitalismo e comunismo?
        guarda che anche il popolo russo ora comincia a
        vedere il grande fratello ascoltare il rap e
        vivere nella pseudo democrazia
        mediatica.

        ormai si stanno formando solo nuovi
        TOTALITARISMI, in USA ed EU siamo ancora ad un
        grado diciamo "primordiale" o d transizione da
        una fase post-democratica ad una
        pre-tirannica.

        ma se da noi "emisfero occidentale" i media ormai
        ci hanno assuefatto alla propagando ed abbiamo
        già raggiunto lo stadio in cui le notizie sono
        inutili pure se sovversive in Russia e Cina i
        media possono ancora creare
        problemi.

        credi davvero ci sia differenza tra
        UE/Ex-URSS/CN/USA??

        sono tutti poteri forti che ci stanno preparando
        alla guerra che definirà le rispettive misure. Ma
        la forma è la
        stessa.quoto tutto tranne il fatto che siamo in una fase post-democratica: la democrazia é stata tollerata finchè manipolabile, l'occidente non é fatto da regimi in fieri che imparano l'autoritarismo, ma da regimi evoluti e sottilissimi che devono reintrodurre l'autoritarismo perchè prevedono che le manipolazioni non basteranno più con l'esaurirsi del benessere
        • Calidice scrive:
          Re: l'importante è denigrare la Russia...
          - Scritto da: anonymous
          la democrazia é stata tollerata finchè
          manipolabile, l'occidente non é fatto da regimi
          in fieri che imparano l'autoritarismo, ma da
          regimi evoluti e sottilissimi che devono
          reintrodurre l'autoritarismo perchè prevedono che
          le manipolazioni non basteranno più con
          l'esaurirsi del
          benesserewhy?è proprio per questo che dico ex-democratica, ora siamo altro, la propaganda ha raggiunto livelli parossistici e più che controllo ormai si tratta di circonvenzione. no need for autoritarismo, balliamo e cantiamo marciando verso la guerra col sorriso a 44 denti.
    • Juralev scrive:
      Re: l'importante è denigrare la Russia...
      - Scritto da: Josif Vissariono vich
      Omicidio? Suicidio? Incidente?
      Non lo sapremo mai.
      Quel che già sappiamo è che la Russia rimane
      l'ultimo baluardo europeo contro lo strapotere
      degli USA, un baluardo che dà fastidio a molti,
      perché Mosca non accetta di piegarsi alla
      logica del turbocapitalismo di stampo
      neocon.DAHAHAHHAHAHAHAHAHperché dalla caduta del muro in poi cosa ti pare sia successo??? :Dci si sono piegati tutti.il mondo è tutto fascio, con differenti finzioni appiccicate sopra
Chiudi i commenti