USA, maxicondanna al ladro d'identità

Cinque anni di libertà vigilata ed una gigantesca multa per il giovane ex-alunno che nel 2002 aveva violato i sistemi dell'Università del Texas e sottratto i dati personali di oltre 37mila iscritti


Austin (USA) – “Meglio questo del carcere”, hanno dichiarato i difensori di Christopher Andrew Phillips, un giovane laureato in informatica che nel 2002 era riuscito a penetrare nell’archivio studenti dell’ Università del Texas : l’informatico è stato condannato a cinque anni di libertà vigilata , in aggiunta ad una multa particolarmente salata, oltre 170mila dollari . Gli inquirenti, sulle tracce di Phillips già da molto tempo, si sono avvalsi della collaborazione dei servizi segreti per rintracciare e catturare il cracker lo scorso giugno.

Secondo fonti ufficiali, il giudice texano Lee Yeakel ha interdetto il giovane dall’uso di qualsiasi strumento informatico per tutto il periodo della condanna, basata su due capi d’accusa particolarmente gravi per la legislazione statunitense: violazione di sistema informatico, ma soprattutto furto d’identità . Phillips potrà accedere a strumenti elettronici soltanto sotto stretta supervisione delle autorità ed unicamente per motivi di lavoro.

“Siamo contenti della condanna, perché risarcisce i danni subiti e manda un forte messaggio a tutti”, dichiara al Daily Texan Dan Updegrove, responsabile dei sistemi informatici dell’ateneo. Nel periodo che va dal 2002 al 2003, Phillips ha sottratto oltre 37mila schede personali dall’archivio digitale dell’Università del Texas, chiamato TXCLASS. L’indagine ha messo in luce la presenza di dati particolarmente sensibili all’interno dei file sottratti, come i personalissimi numeri di Social Security , fondamentali per qualsiasi cittadino statunitense.

Nonostante gli avvertimenti degli amministratori di sistema, che avevano già individuato le attività sospette dell’insolito ladro all’interno del network universitario, Phillips ha continuato ad installare varie backdoor su numerosi computer dell’ateneo. “Spero che questa condanna gli serva per capire che entrare nel computer degli altri è un reato”, conclude il giudice che ha coordinato le indagini sul caso.

Il furto d’identità costituisce un problema particolarmente critico per gli Stati Uniti, indiscutibilmente legato a doppio filo con l’altissimo tasso d’informatizzazione delle masse. Negli ultimi tempi alcuni casi eclatanti hanno portato ad un inasprimento dell’atteggiamento dell’opinione pubblica e delle forze dell’ordine nei confronti di questo particolare reato. Un’analisi più approfondita del fenomeno rivela che i dati sottratti dagli odierni “svaligiatori” di database vengono spesso utilizzati per portare a termine frodi bancarie d’ogni tipo.

Alcuni osservatori ipotizzano addirittura che i furti d’identità possano mettere a repentaglio la sicurezza nazionale . In questi tempi eccezionalmente irrequieti, con l’ombra della minaccia terroristica che si estende sul dominio dell’informatica, la condanna di Phillips fa suonare un campanello d’allarme: chi è sicuro di essere al sicuro, in mondo sempre più digitale?

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • AnyFile scrive:
    Anche in Italia
    Da quanto mi risulta (non riesco pero' a trovare la normativa, perche' come al solito trovare leggi vecchie su internet e' un'impresa) anche in Italia e' richiesto che sui documenti la foto sia fatta in condizioni normali Oltre a niente sorrisi, la legge, mi pare di ricordare, comprende anche il divieto di avere occhiali, scuri, copricachi, foulard ecc. (pero' per poche categorie vi e' un 'eccezione, stranaamente (?) l'eccezione vole ad esempio per le suore cattoliche mentre non vale per quelle di altri culti!)
  • alex.tg scrive:
    Be', come sul mio libretto delle assenze
    Quando andavo a scuola, un anno misi la foto di me che facevo un castello di sabbia sulla battigia, col particolare che era una foto del 1978. Pero` ero io, il volto era visibile nella sua interezza e avevo espressione neutrale (forse con la fronte un po' aggrottata, ma vattelappesca cosa stavo pensando 27 anni fa).Pero` rientra nei canoni legali, no? :DMa il mio pezzo migliore erano i motivi per giustificare le assenze: con l'arrivo dell'autogiustificazione da maggiorenne, entrai in un periodo sempre piu` creativo e fra i miei pezzi d'opera si annoverano frammenti di storia che all'istituto si ricorderanno certo bene. Alcune perle:motivo: non e` partito(pero` non avevo specificato cosa)motivo: alluvionemotivo: epidemiamotivo: influenza leggeramotivo: gravissima indisposizione fisicamotivo: imminente apocalissee per finire il pezzo d'opera piu` bello:motivo: guard-rail escorporatoIl guard-rail escorporato divenne un tormentone per tutto il quinto anno, anche perche` a differenza del solito la prof. di ragioneria guardo` il motivo prima di firmare. Di solito non lo facevano. Si limito` a guardarmi con due occhi che volevano dire un chiarissimo "ma chi me l'ha fatto fare?". Io sorridevo.Mai potuta patire la scuola dell'obbligo.hm?ah, gia`, ma forse sono scivolato un pochino offtopic, ma bisogna riconoscere che almeno all'inizio del messaggio ho sfiorato il topic.==================================Modificato dall'autore il 08/09/2005 17.22.12
    • Anonimo scrive:
      Re: Be', come sul mio libretto delle ass
      - Scritto da: alex.tg
      Quando andavo a scuola, un anno misi la foto di
      me che facevo un castello di sabbia sulla
      battigia, col particolare che era una foto del
      1978. Pero` ero io, il volto era visibile nella
      sua interezza e avevo espressione neutrale (forse
      con la fronte un po' aggrottata, ma vattelappesca
      cosa stavo pensando 27 anni fa).
      Pero` rientra nei canoni legali, no? :D

      Ma il mio pezzo migliore erano i motivi per
      giustificare le assenze: con l'arrivo
      dell'autogiustificazione da maggiorenne, entrai
      in un periodo sempre piu` creativo e fra i miei
      pezzi d'opera si annoverano frammenti di storia
      che all'istituto si ricorderanno certo bene.
      Alcune perle:

      motivo: non e` partito
      (pero` non avevo specificato cosa)

      motivo: alluvione

      motivo: epidemia

      motivo: influenza leggera

      motivo: gravissima indisposizione fisica

      motivo: imminente apocalisse

      e per finire il pezzo d'opera piu` bello:

      motivo: guard-rail escorporato

      Il guard-rail escorporato divenne un tormentone
      per tutto il quinto anno, anche perche` a
      differenza del solito la prof. di ragioneria
      guardo` il motivo prima di firmare. Di
      solito non lo facevano. Si limito` a guardarmi
      con due occhi che volevano dire un chiarissimo
      "ma chi me l'ha fatto fare?". Io sorridevo.

      Mai potuta patire la scuola dell'obbligo.

      hm?
      ah, gia`, ma forse sono scivolato un pochino
      offtopic, ma bisogna riconoscere che almeno
      all'inizio del messaggio ho sfiorato il topic.

      ==================================
      Modificato dall'autore il 08/09/2005 17.22.12Io sul mio una volta gli ho scritto elioterapia, ero nero il doppio del giorno prima e ero stato tutto il giorno al mare :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Be', come sul mio libretto delle ass
        - Scritto da: Anonimo


        - Scritto da: alex.tg

        Quando andavo a scuola, un anno misi la foto di

        me che facevo un castello di sabbia sulla

        battigia, col particolare che era una foto del

        1978. Pero` ero io, il volto era visibile nella

        sua interezza e avevo espressione neutrale
        (forse

        con la fronte un po' aggrottata, ma
        vattelappesca

        cosa stavo pensando 27 anni fa).

        Pero` rientra nei canoni legali, no? :D



        Ma il mio pezzo migliore erano i motivi per

        giustificare le assenze: con l'arrivo

        dell'autogiustificazione da maggiorenne, entrai

        in un periodo sempre piu` creativo e fra i miei

        pezzi d'opera si annoverano frammenti di storia

        che all'istituto si ricorderanno certo bene.

        Alcune perle:



        motivo: non e` partito

        (pero` non avevo specificato cosa)



        motivo: alluvione



        motivo: epidemia



        motivo: influenza leggera



        motivo: gravissima indisposizione fisica



        motivo: imminente apocalisse



        e per finire il pezzo d'opera piu` bello:



        motivo: guard-rail escorporato



        Il guard-rail escorporato divenne un tormentone

        per tutto il quinto anno, anche perche` a

        differenza del solito la prof. di ragioneria

        guardo` il motivo prima di firmare. Di

        solito non lo facevano. Si limito` a guardarmi

        con due occhi che volevano dire un chiarissimo

        "ma chi me l'ha fatto fare?". Io sorridevo.



        Mai potuta patire la scuola dell'obbligo.



        hm?

        ah, gia`, ma forse sono scivolato un pochino

        offtopic, ma bisogna riconoscere che almeno

        all'inizio del messaggio ho sfiorato il topic.



        ==================================

        Modificato dall'autore il 08/09/2005 17.22.12


        Io sul mio una volta gli ho scritto elioterapia,
        ero nero il doppio del giorno prima e ero stato
        tutto il giorno al mare :)sicuramente più divertente che leggere il solito "motivi familiari"
  • Anonimo scrive:
    i sorrisi inglesi..
    avete presente la puntata di bart che va dal dentista :D ecco perchè...
    • Anonimo scrive:
      Re: i sorrisi inglesi..
      - Scritto da: Anonimo
      avete presente la puntata di bart che va dal
      dentista :D ecco perchè...Era Lisa....Era la puntata della convenzione odontoiatrica.Bart andava dal tricologo, dall'ortopedico e dalla logopedista.
      • Anonimo scrive:
        Re: i sorrisi inglesi..
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        avete presente la puntata di bart che va dal

        dentista :D ecco perchè...

        Era Lisa....
        Era la puntata della convenzione odontoiatrica.
        Bart andava dal tricologo, dall'ortopedico e
        dalla logopedista.Ops...dimenticavo...Bart andava anche dall'oculista.Inoltre il "grande libro dei sorrisi inglesi" era mostrato a Martin.
  • The_Stinger scrive:
    5 --
  • Anonimo scrive:
    testa rasata e sguardo impallato
    sembra davvero fantascientifico.tra inghilterra e australia stanno esagerandoniente fcapelli, sguardo serio ... vietato sorridere...e così se poi sarai all'aereoporto come sei sempre, ovvero con una massa di capelli che ti incorniciano il viso e con gli occhiali da sole perchè se sei in viaggio...e magari mentre parli al cellulare SORRIDI DI CONTINUO perchè conversi con un tuo amico che ti fa ridere ... allora sei un potenziale terrorista, ovvio, perchè vuoi far fesse le telecaccole.bravi.Me ne resto sul cocuzzolo a zappare il mio orto.non avete idea di quanto più buoni possano essere i pomodori miei rispetto a quelli acquistati.
    • Anonimo scrive:
      Re: testa rasata e sguardo impallato
      - Scritto da: Anonimo
      sembra davvero fantascientifico.

      tra inghilterra e australia stanno esagerando

      niente fcapelli, sguardo serio ... vietato
      sorridere...

      e così se poi sarai all'aereoporto come sei
      sempre, ovvero con una massa di capelli che ti
      incorniciano il viso e con gli occhiali da sole
      perchè se sei in viaggio...

      e magari mentre parli al cellulare SORRIDI DI
      CONTINUO perchè conversi con un tuo amico che ti
      fa ridere ... allora sei un potenziale
      terrorista, ovvio, perchè vuoi far fesse le
      telecaccole.

      bravi.

      Me ne resto sul cocuzzolo a zappare il mio orto.
      non avete idea di quanto più buoni possano essere
      i pomodori miei rispetto a quelli acquistati.Al contadin non far sapere quanto fa male un calcio sulle pere?
  • Santos-Dumont scrive:
    Ma... E lui, che gli fanno?
    http://www.trotterautographs.com/joker.jpg(ROTFL)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma... E lui, che gli fanno?
      veramente pensando a qualcuno a cui non riesci a togliere il sorriso dal volto, mi viene in mente qualcun altro...che però non ha problemi di frangetta
  • Anonimo scrive:
    Alcune previsioni future...
    GhghghghMi viene da sghignazzare all'idea delle future foto che potrebbe imporre il nostro attuale presidente del coniglio (sempre sia lodato ;D)! Vi immaginate che bello? Obbligo di foto con le dita nel naso o nelle orecchie! Ghghgh. Oppure una bella foto doppia, una in abiti normali e una in camicia da notte, non si sa mai! Va la va la che ne vedremo delle belle!PS non tutti gli errori di ortografia sono casuali :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Alcune previsioni future...
      - Scritto da: Anonimo
      Ghghghgh
      Mi viene da sghignazzare all'idea delle future
      foto che potrebbe imporre il nostro attuale
      presidente del coniglio (sempre sia lodato ;D)!
      Vi immaginate che bello? Obbligo di foto con le
      dita nel naso o nelle orecchie! Ghghgh. Oppure
      una bella foto doppia, una in abiti normali e una
      in camicia da notte, non si sa mai! Va la va la
      che ne vedremo delle belle!

      PS non tutti gli errori di ortografia sono
      casuali :DIo ho il pisello MOLTO fotogenico, che ne dite?Orni volta che dovrò passare da una stazione o da un aeroporto lo tirerò fuori perchè le telecamere mi riconoscano....CHE BELLO!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Alcune previsioni future...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Ghghghgh

        Mi viene da sghignazzare all'idea delle future

        foto che potrebbe imporre il nostro attuale

        presidente del coniglio (sempre sia lodato ;D)!

        Vi immaginate che bello? Obbligo di foto con le

        dita nel naso o nelle orecchie! Ghghgh. Oppure

        una bella foto doppia, una in abiti normali e
        una

        in camicia da notte, non si sa mai! Va la va la

        che ne vedremo delle belle!



        PS non tutti gli errori di ortografia sono

        casuali :D

        Io ho il pisello nero e MOLTO fottogenico, che ne dite?
        Orni volta che dovrò passare da una stazione o da
        un aeroporto lo tirerò fuori perchè le telecamere
        mi riconoscano....CHE BELLO!!
  • Anonimo scrive:
    9 --
    Proprio come gli USA.....RINCOJONITI!!
  • gian_d scrive:
    Ecco lo standard
    no sorriso?no frangetta?no capelli lunghi?ecco qui lo standard ideale:http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/I/mostre/lucy.gifper t-1000: sorry, ma la tentazione è tiranna :$
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco lo standard
      - Scritto da: gian_d
      no sorriso?
      no frangetta?
      no capelli lunghi?

      ecco qui lo standard ideale:

      http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/I/mostre/


      per t-1000: sorry, ma la tentazione è tiranna :$Gian sei fotogenico! :D
      • gian_d scrive:
        Re: Ecco lo standard
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: gian_d

        no sorriso?

        no frangetta?

        no capelli lunghi?



        ecco qui lo standard ideale:




        http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/I/mostre/





        per t-1000: sorry, ma la tentazione è tiranna :$

        Gian sei fotogenico! :Dmodestia a parte...è per quello che non mi taglio mai la barba, se lo faccio lo specchio si rompe per la vergogna ;-)
    • francescor82 scrive:
      Re: Ecco lo standard
      (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ecco lo standard
      - Scritto da: gian_d
      no sorriso?
      no frangetta?
      no capelli lunghi?

      ecco qui lo standard ideale:

      http://www.ibc.regione.emilia-romagna.it/I/mostre/Pare Ballmer dopo una vacanza ai Caraibi @^
      • Anonimo scrive:
        Re: Ecco lo standard
        - Scritto da: Anonimo


        Pare Ballmer dopo una vacanza ai Caraibi @^Il tipico inglese dopo una settimana alle hawai.
Chiudi i commenti