USA, maxicondanna per la mamma pirata

Il tribunale federale di Chicago condanna una giovane madre a pagare 22.500 dollari di multa per 30 MP3 ottenuti illegalmente. Pioggia di polemiche contro le major: stanno distruggendo le famiglie americane. Ma la RIAA applaude: avanti così


Chicago (USA) – Una mamma, un marito, cinque figli. Una grande passione per la musica e trenta brani digitalizzati, scaricati illegalmente. Una multa gigantesca: 22.500 dollari , pari a 750 dollari per ciascuna canzone. RIAA si compiace e rimuove un nominativo dai circa 17.000 denunciati , nei soli Stati Uniti, per aver ceduto alla tentazione del download selvaggio . Un reato punibile – si legge sul retro di qualsiasi CD distribuito negli USA – con pene fino cinque anni di reclusione e 250.000 dollari di multa .

Questa è la storia di Cecilia Gonzales, 29enne di Chicago ed ennesima vittima della massiccia campagna antipirateria condotta dall’industria discografica a colpi di denunce contro gli utenti delle reti P2P. Il ricorso in appello non è bastato a giustificarla dal reato imputatole, quantificato in 30 canzoni ottenute attraverso un software P2P. Secondo il Chicago Reader “Cecilia Gonzales ha utilizzato Kazaa”, un programma nel mirino delle major , “per scaricare un migliaio di file MP3”.

L’imputata, si legge nella sentenza definitiva compilata da un pool di tre giudici federali, “ha violato le leggi in vigore sul copyright, poiché qualsiasi canzone scaricata e salvata dentro un disco rigido, pronta per essere ascoltata in futuro, sostituisce una copia legalmente acquistata”. La donna ha tentato di difendersi sostenendo di aver scaricato i brani per fini valutativi , in vista di un successivo acquisto. I giudici hanno così equiparato la Gonzales “ad un ladruncolo che scippa 30 CD da un negozio e se li porta a casa, aspettando di poterli pagare in un secondo tempo”.

Il caso Gonzales, stando a quando riporta il portale P2Pnet , è un vero e proprio primato nella storia dell’antipirateria . La giovane madre è la prima ad essere stata giudicata colpevole da un giudice federale, la più alta carica giurisdizionale degli Stati Uniti.

La notizia ha già suscitato molte polemiche nell’ala più liberale della pubblica opinione statunitense. Jon Newton, sostenitore del file sharing ed editorialista per TechNewsWorld , ritiene che la situazione sia “drammatica”, in quanto “è un giorno molto triste per tutti gli uomini, le donne ed i bambini sotto il torchio delle major, spietate e venali”. Newton non usa mezzi termini: “Stanno rovinando intere famiglie e si stanno scagliando contro soggetti deboli come studenti ed anziani”.

Ed è proprio uno studente ad essere l’eponimo di una nuova raccolta fondi a sostegno di una cosiddetta vittima del P2P : si chiama Delwin Olivan, appena 18enne, ed è iscritto alla prestigiosa Università di Princeton . Olivan è stato condannato al pagamento di 5 mila dollari per avere diffuso abusivamente una manciata di canzoni create dagli Eagles, da Sting e Tracy Chapman. I suoi coetanei stanno facendo di tutto per dargli una mano.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Diventeremo commerciati
    L'Europa diventerà ciò che oggi è l'Olanda, un popolo di commerciati che acquista merce e la rivende sul mercato interno. La nostra economia sarà dominata dal terziario (commercio, turismo, servizi), la produzione e l'industria si spostano in altri luoghi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Diventeremo commerciati
      - Scritto da: Anonimo
      L'Europa diventerà ciò che oggi è l'Olanda, un
      popolo di commerciati che acquista merce e la
      rivende sul mercato interno. La nostra economia
      sarà dominata dal terziario (commercio, turismo,
      servizi), la produzione e l'industria si spostano
      in altri luoghi.oh finalmente ! un po' di ottimismo ! ... e speriamo che gli hascisc-cafè diventino una realtà anche da noi in giogiaria.
  • Anonimo scrive:
    Non avete capito niente!!!!
    Tutti gridano contro la Cina, ma non hanno ancora capito quello che sta succedendo a livello mondiale.La Cina può tirare quanto vuole, ma la sua economia è legata a quella mondiale e soprattutto alla nostra.Per quanto i giornali non riportino niente, il sistema economico - capitalista sta incominciando a mostrare profonde crepe e disfunzioni spaventose ( una su tutte, la bolla immobiliare Usa ), e la punta di queste disfunzioni sta negli Stati Uniti.Il sistema è prossimo al crollo.Per questo è stata data inizio alla fase del terrorismo, delle guerre per il controllo geopolitico.Lassù, nelle sfere alte ( quelle bancarie soprattutto ), lo hanno capito da un pezzo.E per questo che nn si preoccupano più di tanto della Cina.Quando l'economia statunitense crollerà, si avrà un effetto domino spaventoso e anche la Cina andrà a pezzi.Le tensioni saliranno alle stelle, e le masse si scateneranno in una furiosa Guerra Civile su scala mondiale.Anche per questo i capi del sistema si stanno mobilitando per introdurre sempre + controlli: dovranno in qualche modo contenere le forze ribelli e salvarsi il culo.Inoltre giusto per far notare un altra cosa, le risorse terrestri non sono infinite, ed è assolutamente impossibile che siano in grado di soddisfare oltre 3 miliardi di persone (usa-europa-cina-india-brasile,ecc.) fra 30 anni.Anche per questo l'economia cinese si fermerà.Prepariamoci signori, gli anni 30 e 40 del XX sec non sono nulla in confronto a quello che sta per arrivare.Benvenuti nel Nuovo Medioevo!Neerg
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito niente!!!!
      Quello che sarebbe da fare adesso, non è pensare ai dazi, ma mettere in piedi una Resistenza in previsione di quello che sta per succedere.Neerg
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito niente!!!!
      203XMai, mai, scorderai l'attimo, la terra che tremo'.L'aria si incendio', e poi silenzio.E gli avvoltoi sulle case sopra la citta', senza pieta'.Chi mai fermera', la follia che nelle strade va.Chi mai spezzera', le nostre catene.Chi da quest'incubo nero ci risvegliera', chi mai potra'.Ken, sei tu, fantastico guerriero, sceso come un fulmine dal cielo.Ken, sei tu, il nostro condottiero, e nessuno al mondo adesso e' solo.Ken, sei libero, l'unico, l'ultimo angelo.Ken, sei l'energia, l'azzurra magia. (Magia, magia, magia)Stella dell'orsa maggiore, stella su di noi. Guerriero Va!Ken, sei tu, col pugno tuo piu' forte, tu che hai messo K.O. la morte,Ken, sei tu, l'acciaio nelle mani, tu la mia speranza nel domani.Mai, mai, scorderai l'attimo, la terra che tremo'.Vai, vai, tu vivrai giorni felici.Stella dell'orsa maggiore, stella su di noi. Guerriero Va!
  • Anonimo scrive:
    Solo i Cinesi...
    ...possono salvarci dai musulmani. :$ P.S.: Chi non ha mai lavorato con degli islamici si astenga dal trollare, prego.
    • Anonimo scrive:
      Re: Solo i Cinesi...
      - Scritto da: Anonimo
      ...possono salvarci dai musulmani. :$

      P.S.: Chi non ha mai lavorato con degli islamici
      si astenga dal trollare, prego.http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=1230214&tid=1230040&r=PI&p=1il nero non va più di moda?
      • Anonimo scrive:
        Pensavo di essere stato chiaro...
        ... ma forse non hai letto il mio Post Scriptum perchè avevi troppa fretta di darmi del razzista.
        • Anonimo scrive:
          Sei stato stato chiarissimo invece...
          - Scritto da: Anonimo
          ... ma forse non hai letto il mio Post Scriptum
          perchè avevi troppa fretta di darmi del razzista.no, del leghista, per essere preciso [che è uguale, sotto molti punti di vista]l'ho letto e, sorpresa! anch'io lavoro con dei musulmani.Pensa, un mio amico è musulmano!Gente onesta, che lavora come tutti e, più di tutti vengono discriminati per la loro religione.Non sono estremisti, le loro Donne non vanno in giro con veli burqa o skifezze del genere.Ha, e come tutti pensano che gli estremisti siano dei pazzi, e che non hanno nulla a che fare con l'islam...Di gente che dice "io non sono razzista ma..." ne vedo troppa."ma..." cosa????O si è razzisti OPPURE no. Non c'è via di mezzo.Non c'è ma che tenga.e ora, orsù dimmi le cause del tuo astio nei confronti dei musulmani...[e se con il tuo post iniziale volevi dire qual'cos'altro, scusami, ma dal tono non si capiva...]
          • Anonimo scrive:
            Potrei dire che...
            ...hai appena detto dei musulmani quello che molti dicevano dei nazisti prima del '39. Comunque io non sono razzista, non discrimino in base alla razza, ma in base alla cultura, sì. Esempio: un mio amico pakistano di 32 anni, sposato con quattro figli (tre femmine e un maschio) e dal look indistinguibile da quello di un coetaneo europeo mi dice:Pakistano: Aldo, io no capisco una cosa... perchè qui in Italia... in Europa, donne vanno in giro ?Io: In che senso ?Pakistano: Sì, qui donne vanno tutte in giro...Io (interdetto): ...certo che vanno in giro... non va bene?Pakistano: No!!! Donne vanno in giro e dopo... bambini non si sa chi è il papà !Io: Ma in Pakistan cosa fanno ?Pakistano: In Pakistan, se donna ha amico, tu prendi coltello e tagli gola!Io: A chi ? Alla moglie o all'amico ?Pakistano: Tutti due !Io (sempre più interdetto): ...ma e poi cosa fai ?Pakistano: Niente ! Tu vai Polizia, parli "moglie aveva amico", tutto va bene !Potrei scrivere un libro con tutte le conversazioni che ho fatto con i miei conoscenti e dipendenti pakistani, vi assicuro che c'è da rabbrividire...Comunque siamo andati OT...
          • Anonimo scrive:
            Re: Potrei dire che...
            ......morale della favola? stai attento alla tua gola perchè tu hai un amico pachistano con moglie
  • Anonimo scrive:
    la Cina gli fa il *ulo all'amerika
    Altro che MIT o Harvard in Cina le universitàtirano fuori satelliti geostazionari processori sbatorrantirobots stile MAZZINGA ZETA e navette spaziali al plutonio incancrenito.manca soltanto il MISSILE CENTRALE dopodiche saranno azzi acidi per the american way of life.
    • Anonimo scrive:
      Re: la Cina gli fa il *ulo all'amerika
      - Scritto da: Anonimo
      Altro che MIT o Harvard in Cina le università
      tirano fuori satelliti geostazionari processori
      sbatorranti
      robots stile MAZZINGA ZETA e navette spaziali al
      plutonio incancrenito.
      manca soltanto il MISSILE CENTRALE dopodiche
      saranno azzi acidi per the american way of life.Voi nn capiteeeeeeeeeeeeeeeeee ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaassssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssssddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddddffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffffgggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggggghhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjjkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkkk
    • Anonimo scrive:
      Re: la Cina gli fa il *ulo all'amerika
      - Scritto da: Anonimo
      Altro che MIT o Harvard in Cina le università
      tirano fuori satelliti geostazionari processori
      sbatorranti
      robots stile MAZZINGA ZETA e navette spaziali al
      plutonio incancrenito.
      manca soltanto il MISSILE CENTRALE dopodiche
      saranno azzi acidi per the american way of life.uè ? mma ghè dije guesto kuy ?
  • Anonimo scrive:
    E' ovvio...
    "Secondo l'ultimo rapporto dell'Organizzazione per la cooperazione economica e lo sviluppo (OCSE) la Cina è diventata ufficialmente il più grande ed importante esportatore mondiale di tecnologia, facendo scendere gli Stati Uniti al secondo posto"... Dopo che l'IBM ha "mollato" tutta la divisione Notebook/Desktop alla cinese Lenovo è quello che dovevano aspettarsi no?
  • Anonimo scrive:
    Grazie al piffero....
    Con sindacati inesistenti, lavoratori pagati pressochè nulla, qualsiasi pirla riuscirebbe a fare prezzi ultracompetitivi, anche a fronte di una qualità SCARSA. Dalla loro parte i cinesi hanno solo prezzi bassi, per esperienza diretta vi posso garantire che i prodotti elettronici che mi sono capitati per mano facevano schifo, del tipo alimentatori a 9V che ne forniscono 14 (!), o altri dispositivi che dopo una settimana di lavoro esplodono, etc ,etc.Che se ne fà un'azienda di pezzi pagati pochissimo ma che hanno un' affidabilità praticamente nulla?Mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie al piffero....
      - Scritto da: Anonimo
      Con sindacati inesistenti, lavoratori pagati
      pressochè nulla, qualsiasi pirla riuscirebbe a
      fare prezzi ultracompetitivi, anche a fronte di
      una qualità SCARSA.

      Dalla loro parte i cinesi hanno solo prezzi
      bassi, per esperienza diretta vi posso garantire
      che i prodotti elettronici che mi sono capitati
      per mano facevano schifo, del tipo alimentatori a
      9V che ne forniscono 14 (!), o altri dispositivi
      che dopo una settimana di lavoro esplodono, etc
      ,etc.

      Che se ne fà un'azienda di pezzi pagati
      pochissimo ma che hanno un' affidabilità
      praticamente nulla?

      Mah...piglia una cosa qualsiasi e troverai Made In China sotto...In realtà che producano solo schifezze è un luogo comune abbastanza diffusoPiù che altro, diciamo che quando si mettono a produrre a basso prezzo, non li batte nessuno!!!
  • Anonimo scrive:
    Comunisti cagasotto
    di sto passo assisteremo ad un suicidio di massa di lameroni PI :D cercate di rassegnarvi con il fatto che l'italia è un paese che, fino a pochi decenni fa, era povero, ignorante e suonava il mandolino da mattina a seraal miracolo industriale non ha corrisposto quello culturale, per il quale siamo più o meno ai livelli dei paesi sudamericaniaccettatelo e vedrete passare tutte le vostre frustrazioni
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunisti cagasotto
      - Scritto da: Anonimo
      di sto passo assisteremo ad un suicidio di massa
      di lameroni PI :D

      cercate di rassegnarvi con il fatto che l'italia
      è un paese che, fino a pochi decenni fa, era
      povero, ignorante e suonava il mandolino da
      mattina a sera

      al miracolo industriale non ha corrisposto quello
      culturale, per il quale siamo più o meno ai
      livelli dei paesi sudamericani

      accettatelo e vedrete passare tutte le vostre
      frustrazionitra una 10 d'anni mi piacerebbe vedere dove sarai...a leccare il culo ai comunisti cinesi, probabilmente...e cmq, per un titolo finirai in galera...
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunisti cagasotto
      I sudamericani saranno disorganizzati, presuntuosi, casinisti, quello che vuoi, ma hanno un orgoglio nazionale e della loro cultura che noi neanche ci sognamo.Perché i locali di musica latina hanno tanto successo?Perché nei loro balli e nelle loro musiche senti ancora scorrere la vita, non i quattrini delle multinazionali e i ritmi ossessivi dei technocerebrolesi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Comunisti cagasotto
        - Scritto da: Anonimo
        I sudamericani saranno disorganizzati,
        presuntuosi, casinisti, quello che vuoi, ma hanno
        un orgoglio nazionale e della loro cultura che
        noi neanche ci sognamo.
        Perché i locali di musica latina hanno tanto
        successo?
        Perché nei loro balli e nelle loro musiche senti
        ancora scorrere la vita, non i quattrini delle
        multinazionali e i ritmi ossessivi dei
        technocerebrolesi.Secondo me hanno tanto successo perchè nei localo latini si ciula di più.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Comunisti cagasotto
      - Scritto da: Anonimo
      di sto passo assisteremo ad un suicidio di massa
      di lameroni PI :D
      cercate di rassegnarvi con il fatto che l'italia
      è un paese che, fino a pochi decenni fa, era
      povero, ignorante e suonava il mandolino da
      mattina a seraQuesta te la potevi risparmiare... ignorante forse si ma dalla mattina alla sera la gente lavorava eccome.Dai siamo seri...
  • Anonimo scrive:
    Scoprite oggi che esiste la cina?
    Commovente, nel 2005 vi siete (si sono, gli USA) resi conto che la Cina è un giganteSono 1300000000 porcaputtana, se decidono di scorreggiare tutti insieme ci asfissiano e volete mettere i dazi doganali? E per fargli cosa, il solletico? Li volete combattere sommergendoli di italian style?Il prezzo del petrolio non scenderà mai più, finchè ce ne sarà una goccia, perchè se lo stanno accaparrando tutto loro, gli serve per far andare l'industria e gli servirà quando ogni famiglia cinese avrà un'automobile (che solo noi?).L'acciaio se lo fabbricano tutto da soli, e se non gli basta lo comprano Al pentagono iniziano a cacarsi sotto e se lo fanno loro ce n'è motivo, date rettaNoi abbiamo lil turismo: i cinesi ricchi verranno qui e noi li scarrozzeremo sugli 'ape' come gli americani negli anni 50, in cambio di una (per noi) generosa mancia. Cenciosi e mafiosi, ma sopravviveremoPer gli USA è diverso, loro rischiano a lungo termine di doverci arrivare allo show-down nucleare e lì conteranno i numeri che sono, inesorabilmente, a favore dei cinesiIndovinate un po' di chi sarà il pianeta Terra tra 50 o 60 anni?
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoprite oggi che esiste la cina?
      - Scritto da: Anonimo
      Commovente, nel 2005 vi siete (si sono, gli USA)
      resi conto che la Cina è un gigante
      Sono 1300000000 porcaputtana, se decidono di
      scorreggiare tutti insieme ci asfissiano e volete
      mettere i dazi doganali? E per fargli cosa, il
      solletico? Li volete combattere sommergendoli di
      italian style?
      Il prezzo del petrolio non scenderà mai più,
      finchè ce ne sarà una goccia, perchè se lo stanno
      accaparrando tutto loro, gli serve per far andare
      l'industria e gli servirà quando ogni famiglia
      cinese avrà un'automobile (che solo noi?).
      L'acciaio se lo fabbricano tutto da soli, e se
      non gli basta lo comprano
      Al pentagono iniziano a cacarsi sotto e se lo
      fanno loro ce n'è motivo, date retta
      Noi abbiamo lil turismo: i cinesi ricchi verranno
      qui e noi li scarrozzeremo sugli 'ape' come gli
      americani negli anni 50, in cambio di una (per
      noi) generosa mancia. Cenciosi e mafiosi, ma
      sopravviveremo
      Per gli USA è diverso, loro rischiano a lungo
      termine di doverci arrivare allo show-down
      nucleare e lì conteranno i numeri che sono,
      inesorabilmente, a favore dei cinesi
      Indovinate un po' di chi sarà il pianeta Terra
      tra 50 o 60 anni?Esattamente quello che penso io!Bravo, vedo che non ci sono solo troll spaccap***e in questi forum!
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoprite oggi che esiste la cina?
      - Scritto da: Anonimo
      Indovinate un po' di chi sarà il pianeta Terra
      tra 50 o 60 anni?di Bingo Bongo ? (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Scoprite oggi che esiste la cina?
      - Scritto da: Anonimo
      Indovinate un po' di chi sarà il pianeta Terra
      tra 50 o 60 anni?di nessuno ... semplicemente non esisterà più un pianeta chiamato "Terra"
  • Anonimo scrive:
    [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
    Sono alcuni giorni che rimugino e quasi pensavo di essere impazzito!Ognitanto, su
    National Geographic +1, alla sera, passa per un fotogramma (appena il tempo di rendersene conto) una fotografia di BinLaden.Poi oggi ho trovato questo:http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5435&forum=1&post_id=69819Lo avete visto anche voi?Cosa ne pensate?PI, xche non indagate?Qual'e' il significato di questa immagine?Menomale che ci sono altri che l'hanno vista, credevo di essere impazzito.Mia moglie mi guardava strano...
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
      Subliminale con una b sola, capra!Viene dal latino "sub limen" che vuol dire sotto la soglia
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
        ok, grazie per la puntualizzazione che comunque non centra una mazza...
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI

          ok, grazie per la puntualizzazione che comunque
          non centra una mazza...Si dice c'entra in questo caso, non "centra"!Ma vieni dalla scuola geometri? :p
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
            Hemm... con molta piu educazione ti dico:senti, sono al lavoro, digito di nascosto in una finestrella di 10 cm x 10 cm in mezzo ad un gestionale e un foglio excel.se mi sbatto per farlo e' perche1) ritengo che NORMALMENTE gli utenti di PI siano persone intelligenti, curiose, sveglie2) che quello che sta succedendo non e' un'errore di trasmissione (o forse si e vorrei capire di che tipo e perche proprio quell'immagine)Purtroppo oggi ho beccato il solito saccentino ottuso che guarda la forma e non il contenuto.Peccato.Mi terrò la mia curiositàE stasera cercherò di registrare National +1...GrazieE strozzati, di cuore.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
            Sembri il classico travet - fantozzi che legge il giornale di nascosto in ufficio. In ogni caso è grammatica di base da 3a elementare, non cose da professore accademico saccente. :p E poi, come diavolo si fa ad essere credibili se si fanno errori simili? D'accordo che gli italiani danno fiducia anche ai peggiori, però...
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
        - Scritto da: Anonimo
        Subliminale con una b sola, capra!
        Viene dal latino "sub limen" che vuol dire sotto
        la sogliaTesta di cazzo questo era un post serio e tu lo hai sporcato con la solita arroganza tipica del professorino che è scappato dal liceo classico.PS il latino faccatelo in culo siamo nel 2005 e la lingua universale è l'inglese
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
      Bisogna anche vedere se la responsabilità è di Sky o di National Geographic.Butto lì un'ipotesi fra le tante possibili:"ce stanno a prova' " per vedere se possono poi ripetere in seguito la cosa, qualsiasi ne sia il fine, e farla franca.Il fine può essere politico, economico, ambedue o magari potrebbe anche essere un'idea demenziale di qualche organismo antiterrorismo per fissare in testa alla gente la faccia di zio Bin e aumentare la probabilità che qualcuno lo riconosca, nel caso vivesse in incognito in un paese meno arretrato dell'Afghanistan o del nord del Pakistan......a proposito, non trovate che Bin somigli vagamente a Barbareschi? :D :D :D :D :D (scherzo, ma neanche tanto, una vaga somiglianza io ce la trovo)
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
        Ciao a tutti ho visto anch'io quei fotogrammi subbbbbliminali ;) me ne sono accorta la settimana scorsa e non me ne sono resa conto subito, credevo di essermelo immaginato. Poi ho cercato in rete ma non ho trovato nessuno che ne parlasse. Quello che ho visto si ripeteva più o meno alla solita ora, sul canale National Geographic ed erano delle immagini che raffiguravano Bin Laden (se poi fosse un sosia non lo so ma era molto chiaro).Non ne capisco il motivo, mi sembra assurdo che Sky non sia in qualche modo responsabile
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
      - Scritto da: Anonimo
      Sono alcuni giorni che rimugino e quasi pensavo
      di essere impazzito!

      Ognitanto, su
      National Geographic +1, alla sera,
      passa per un fotogramma (appena il tempo di
      rendersene conto) una fotografia di BinLaden.

      Poi oggi ho trovato questo:
      http://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/

      Lo avete visto anche voi?
      Cosa ne pensate?

      PI, xche non indagate?
      Qual'e' il significato di questa immagine?

      Menomale che ci sono altri che l'hanno vista,
      credevo di essere impazzito.
      Mia moglie mi guardava strano...segui il consiglio di tua moglie, fatti vedere da un medico ...
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
        Bene, questa sera ne hanno parlato a Striscia.E alle 23.28, 00.28 ho visto CON ALTRE PERSONE l'immagine...Vedete un po' voi
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
          - Scritto da: Anonimo
          Bene, questa sera ne hanno parlato a Striscia.
          E alle 23.28, 00.28 ho visto CON ALTRE PERSONE
          l'immagine...

          Vedete un po' voima allora è un'epidemia ! ;)
        • moresco scrive:
          Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
          - Scritto da: Anonimo
          Bene, questa sera ne hanno parlato a Striscia.
          E alle 23.28, 00.28 ho visto CON ALTRE PERSONE
          l'immagine...

          Vedete un po' voiE' vero, Striscia ha fatto un servizio su questo e hanno pure detto che ci torneranno su ancora.Comunque se ti interessa:http://groups.google.it/group/it.media.tv/browse_thread/thread/e74b7db9e46a623d/50888b9f131f96f6?hl=it
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
      buongiorno, ho cercato un pò di informazione in rete riguardo la vicenda e ho visto il servizio di striscia. non so voi ma io trovo la questione decisamente inquietante.si, può essere che sia un 'beta test'. tipo ci proviamo un poco e vediamo se qualcuno se ne accorge, che reazioni ha il pubblico.sarei curioso di capire quale sia la strategia. vista poi l'influenza e le amicizie di murdoch, la necessità di ridare credito alla cosiddetta 'guerra preventiva al terrorismo'.in ogni caso ci sono gli estremi per un'azione giudiziaria. oh, se guardiamo il puro fatto, cioé l'inserimento ripetuto di una singola immagine subliminale, la definizione che mi sovviene è 'tecnica di propaganda'.e visto quante persone sono abbonate a sky, quanto potrebbero essere 'influenzati' i potenziali ricevitori del messaggio?ok, teniamo gli occhi aperti sulle mosse dei fondamentalisti, ma l'uso di un sistema del genere per alterare la percezione collettiva della realtà è altrettanto categorizzabile come atto terroristico.cosa ne pensate?
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
        Sinceramente non penso sia un messaggio subliminale.Ti spego perche:1) si ripete ogni ora nel passaggio tra il 27 e 28 minuto2) si vede benissimo, non e' ne nascosto ne subliminale3) malgrado se ne sia parlato su Striscia ieri sera passava.Queste caratteristiche mi fanno pensare.La mia senzazione e' che sia un messaggio "in chiaro" rivolto a qualc'uno che a quell'ora e' in attesa proprio di quel messaggio.Questa spiegazione fa sorgere alcuni dubbi e domande.Forse "gli alleati" hanno bisogno di un contatto "serio" con i vertici della controparte?Forse vogliono uscire dalla guerra e sperano di patteggiare?Possibile che non avessero mezzi "piu nascosti" di far arrivare un messaggio di questo tipo?Parlo di "alleati" perche mi sembra IMPOSSIBILE che in SKY non sappiano di questa cosa.Se ne parla su internet, ne ha parlato Striscia, se fosse il gesto di un "pazzo" interno o un'infiltrato lo avrebbero già preso e mandato in quelche cella 1 X 1 a cuba.Quindi e' una cosa avvallata dall'alto.E se ieri sera hanno continuato e' una cosa di grande e seria importanza, tanto da non poter essere fermata...Poi uno puo' ipotizzare che e' un "baco" o errore di sistema.La messa in onda ora e' tutta gestita in modo digitale.Una macchina impazzita ci sta.E' poco credibile, però, che la macchina stia sparando un'immagine all'ora, solo di sera da molti giorni senza che nessuno interviene!E dopo che ne ha parlato Striscia!Le probabilità, poi, che tra una banca di immagini (ad esempio quella dei TG) questo fantomatico "baco" abbia scelto proprio quell'immagine (col peso che ha) mi sembrano tante quente che dal nulla compaia una balena che si schianti a terra...
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
          Ma lo rimandano ogni ora? cioè a qualsiasi ora del giorno? anche quando non c'entra niente con il documentario che viene trasmesso?
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] SKY IMMAGINI SUBBLIMINALI
            Secondo me è Baha'u'llah.http://www.bahaullah.net/html/introduction.htm :|
  • Anonimo scrive:
    Chiusa libreria di informatica!!!
    Mi chiedevo come mai le aziende da queste parti non comprassero Software professionale; poi quando ho visto che nella mia città, 90.000 abitanti, una libreria super fornita nel centro commerciale Ipercoop non vende più libri di informatica ma li ha sostituiti con libri di cucina e favole ho capito il perchè!!! Troppi ignorantoni zappatori , ed industrialotti venuti fuori dal niente che sanno solo spendere in auto di super lusso e vestiti pseudo firmati!! Sono convinto che spariranno alla stessa velocità con cui hanno fatto quattrini perchè non hanno la stessa sete di sapere ed imparare che un popolo come la cina ha. Forse quei libri li compravo solo io!!! Signori benvenuti nell'Italietta, benvenuti nel sud!!!!
    • otacu scrive:
      Re: Chiusa libreria di informatica!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chiedevo come mai le aziende da queste parti
      non comprassero Software professionale; poi
      quando ho visto che nella mia città, 90.000
      abitanti, una libreria super fornita nel centro
      commerciale Ipercoop non vende più libri di
      informatica ma li ha sostituiti con libri di
      cucina e favole ho capito il perchè!!! Troppi
      ignorantoni zappatori , ed industrialotti venuti
      fuori dal niente che sanno solo spendere in auto
      di super lusso e vestiti pseudo firmati!! Sono
      convinto che spariranno alla stessa velocità con
      cui hanno fatto quattrini perchè non hanno la
      stessa sete di sapere ed imparare che un popolo
      come la cina ha. Forse quei libri li compravo
      solo io!!!

      Signori benvenuti nell'Italietta, benvenuti nel
      sud!!!!Verissimo per tastare la situazione basta vedere quante trasmissioni culinarie ci sono in tv (spuntano ovunque) e quante di indirizzo scientifico....Amen
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiusa libreria di informatica!!!
        - Scritto da: otacu

        - Scritto da: Anonimo

        Mi chiedevo come mai le aziende da queste parti

        non comprassero Software professionale; poi

        quando ho visto che nella mia città, 90.000

        abitanti, una libreria super fornita nel centro

        commerciale Ipercoop non vende più libri di

        informatica ma li ha sostituiti con libri di

        cucina e favole ho capito il perchè!!! Troppi

        ignorantoni zappatori , ed industrialotti venuti

        fuori dal niente che sanno solo spendere in auto

        di super lusso e vestiti pseudo firmati!! Sono

        convinto che spariranno alla stessa velocità con

        cui hanno fatto quattrini perchè non hanno la

        stessa sete di sapere ed imparare che un popolo

        come la cina ha. Forse quei libri li compravo

        solo io!!!



        Signori benvenuti nell'Italietta, benvenuti nel

        sud!!!!

        Verissimo per tastare la situazione basta vedere
        quante trasmissioni culinarie ci sono in tv
        (spuntano ovunque) e quante di indirizzo
        scientifico....

        AmenVorrei a tal proposito completare una frase di uno che gli Italiani, prima di essere travolto dalle manie di grandezza, li conosceva bene:"Italiani, popolo di poeti, di santi, di navigatori e... di cuochi!" :D :D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiusa libreria di informatica!!!


      Signori benvenuti nell'Italietta, benvenuti nel
      sud!!!!

      anche qui al nord è così...ma da un po'.Qui è pieno di industrialotti ignoranti e bigotti...siamo all'inizio [avanzato] del crollo, imho...
      • Anonimo scrive:
        Re: Chiusa libreria di informatica!!!
        - Scritto da: Anonimo




        Signori benvenuti nell'Italietta, benvenuti nel

        sud!!!!




        anche qui al nord è così...ma da un po'.
        Qui è pieno di industrialotti ignoranti e
        bigotti...

        siamo all'inizio [avanzato] del crollo, imho...Volevo dirgli la stessa cosa, di non buttarsi giù, che ho visto già diverse interviste e sondaggi in cui troppi ragazzi del nord affermavano di aver abbandonato precocemente gli studi per fare subito i soldi: sono senza parole, eppure nessuno chiedeva loro di perdere anni in studi umanistici a cui non erano interessati, ma un buon istituto tecnico o professionale io lo consiglierei a chiunque, avere solo la preparazione specifica e limitata data dall'apprendistato espone a rischi enormi per il proprio futuro, specie in periodi di crisi, ma anche in quelli di crescita, se associata a grossi cambiamenti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chiusa libreria di informatica!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Mi chiedevo come mai le aziende da queste parti
      non comprassero Software professionale; poi
      quando ho visto che nella mia città, 90.000
      abitanti, una libreria super fornita nel centro
      commerciale Ipercoop non vende più libri di
      informatica ma li ha sostituiti con libri di
      cucina e favole ho capito il perchè!!! Troppi
      ignorantoni zappatori , ed industrialotti venuti
      fuori dal niente che sanno solo spendere in auto
      di super lusso e vestiti pseudo firmati!! Sono
      convinto che spariranno alla stessa velocità con
      cui hanno fatto quattrini perchè non hanno la
      stessa sete di sapere ed imparare che un popolo
      come la cina ha. Forse quei libri li compravo
      solo io!!!

      Signori benvenuti nell'Italietta, benvenuti nel
      sud!!!!
      Personalmente i libri di informatica li compro in inglese su amazon. Inoltre in rete esistono tutorial e risorse gratuite per quasi ogni argomento. Certo, un buon libro vale più di 100 tutorial, ma la gente spesso si accontenta. Per me sono questi i motivi per cui falliscono le librerie di informatica.
  • Anonimo scrive:
    Conflitto militare prossimo venturo
    Ho il piccolo brutto presentimento che la questione USA - CINA non ci concluderà come la questione USA -URSS, ovvero con la fine di una delle due superpotenze senza che vi sia stato un conflitto. Gli USA di oggi non sono l' URSS dei primi anni 90. Gli USA oggi, checchè se ne dica, primeggiano in ogni campo scientifico, ed hanno un apparato militare che fa paura. L' URSS era troppo debole nei confronti degli USA, a parte l'arsenale atomico che ci mancava poco gli esplodesse sotto il culo. Gli USA di oggi sono una brutta bestia per la Cina del domani. Non cederanno lo scettro così facilmente. Ci sarà conflitto. E' inevitabile. E a chi si pone la domanda: USA o CINA? io rispondo 'Nessuna delle due. Ma Europa Unita!'G.S.
    • Anonimo scrive:
      Re: Conflitto militare prossimo venturo
      - Scritto da: Anonimo
      Ho il piccolo brutto presentimento che la
      questione USA - CINA non ci concluderà come la
      questione USA -
      URSS, ovvero con la fine di una delle due
      superpotenze senza che vi sia stato un conflitto.
      Gli USA di oggi non sono l' URSS dei primi anni
      90. Gli USA oggi, checchè se ne dica, primeggiano
      in ogni campo scientifico, ed hanno un apparato
      militare che fa paura. L' URSS era troppo debole
      nei confronti degli USA, a parte l'arsenale
      atomico che ci mancava poco gli esplodesse sotto
      il culo. Gli USA di oggi sono una brutta bestia
      per la Cina del domani. Non cederanno lo scettro
      così facilmente. Ci sarà conflitto. E'
      inevitabile.

      E a chi si pone la domanda: USA o CINA? io
      rispondo 'Nessuna delle due. Ma Europa Unita!'

      G.S.speriamo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Conflitto militare prossimo venturo


        E a chi si pone la domanda: USA o CINA? io

        rispondo 'Nessuna delle due. Ma Europa Unita!'



        G.S.l'europa unita?buauauauauauauaaaaa.......l'europa unita non esiste, è una favola per farci digerire provvedimenti che normalemnte nei singoli stati avrebbero provocato sommosse popolari...la vecchia europa non ha nè la forza nè la vitalità per affrontare alcunchè. siamo un popolo in calo demografico, dove aumentano gli studenti di scienze della comunicazione e calano matematici, biologi, ingegneri.le poche multinazionali che abbiamo sranno seppellite dai giganti asiatici (asta guardare il settore automobili e cellulari e pc), e per noi non cambierà nulla. oggi siamo bambocci che scattano sull'attenti appena appena bush tira un peto, domani faremo la stessa cosa con cinesi e indiani.tenete presente che in italia secondo il ministero degli interni ci sono 150.000 cinesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Conflitto militare prossimo venturo
      - Scritto da: Anonimo
      militare che fa paura. L' URSS era troppo debole
      nei confronti degli USA, a parte l'arsenale
      atomico che ci mancava poco gli esplodesse sotto
      il culo. Guarda che solamente la piccolissima flotta di sommergibili typhoon era in grado di annientare l'intero territorio degli stati uniti. Ogniuno di quei sommergibili era in grado di lanciare missili che suddividendosi, erano in grado di attaccare decine di obbiettivi differenti (ovviamente tutti con testate nucleari, dai ghiacci della calotta polare e a distanze di 8.300 Km!!).
    • Anonimo scrive:
      Re: Conflitto militare prossimo venturo
      - Scritto da: Anonimo
      Ho il piccolo brutto presentimento che la
      questione USA - CINA non ci concluderà come la
      questione USA -
      URSS, ovvero con la fine di una delle due
      superpotenze senza che vi sia stato un conflitto.
      Gli USA di oggi non sono l' URSS dei primi anni
      90. Gli USA oggi, checchè se ne dica, primeggiano
      in ogni campo scientifico, ed hanno un apparato
      militare che fa paura. L' URSS era troppo debole
      nei confronti degli USA, a parte l'arsenale
      atomico che ci mancava poco gli esplodesse sotto
      il culo. Gli USA di oggi sono una brutta bestia
      per la Cina del domani. Non cederanno lo scettro
      così facilmente. Ci sarà conflitto. E'
      inevitabile.

      E a chi si pone la domanda: USA o CINA? io
      rispondo 'Nessuna delle due. Ma Europa Unita!'

      G.S.L'europa unita sarà formata da 2 blocchi: spagna italia ed inghilterra obbediranno agli USA, FRANCIA e GERMANIA ALLA CINA
  • Anonimo scrive:
    La Cina ormai e' innarrestabile...
    La Cina e' innarrestabile per vari motivi...1) Inerzia... sono tanti, tantissimi, la forza lavoro e' imponente, per qualunque impresa ci sono braccia a volonta'...2) Il tasso di nascita di cervelli validi e' costante a tutte le latitudini (geni compresi) ma senza una educazione sono sprecati... in oriente il sistema scolastico e' paragonabile a quello occidentale di una volta: studio duro, allenamento della memoria, basi matematiche molto salde... mentre da noi e' il nulla... rendiamoci conto che un tempo in 3 media si sapeva bene aritmetica, algebra, analisi grammaticale, perfino analisi logica, innumerevoli poesie imparate a memoria, geografia con cartine mute, storia a menadito... perfino latino(!)... ora i bambini sanno si e no leggere e scrivere e giocare con la PS2 :-)3) Capacita' imprenditoriale innata(!)... eh beh si... gli orientali ma i cinesi in particolare hanno il capitalismo e gli affari nel sangue, non li ha cambiati per nulla mezzo secolo di marxismo-leninismo... erano solo nel freezer della storia, lo stesso in cui avevano chiuso i Russi, con la differenza che anche quelli sono rimasti tali e quali a prima eh eh eh... voglia di lavorare pochina... Ovunque i cinesi abbiano messo su colonie, da minoranza, in breve hanno scalato l'economia locale:un cinese tipico se puo' si mette in proprio, e poi cerca di espandere il business!!4) Spirito di sacrificio non indifferente, si accontentano di pochissimo, non mi riferisco all'enorme uso della schiavitu' che sta facendo il governo cinese (che e' ancora marxista-leninista a tutti gli effetti) ma al fatto che anche i cinesi che trovi a studiare in california, di famiglia ricca, mangiano colazione-pranzo-cena sempre la stessa ciottolina di riso, mi faceva angoscia solo vederli :-DMa chi volete che possa conquistare lo spazio, ovvero vivere in spazi angusti, tra tempeste di radiazioni, cibo orribile e condizioni insopportabili? Eh eh eh... sono destinati a piantare colonie in tutto il sistema solare :-)5) Sono abbastanza immuni alle religioni, sono pragmatici, molto pragmatici... questo puo' garantire progresso alla specie umana senza che si areni in cose tipo fermarsi 5 volte al giorno per pregare o mettere in orbita satelliti per stabilire quando inizia il ramadam.... non scherzo lo stanno facendo sul serio quei geni dei sauditi(!)... li propongo per un IgNobel :-P
    • Anonimo scrive:
      Re: La Cina ormai e' innarrestabile...
      - Scritto da: Anonimo
      La Cina e' innarrestabile per vari motivi...La manodopera poi costando così poco, ti permette di migliorare il prodotto aggiungendo magari fasi aggiuntiva (es:verniciatura supplementare) senza far lievitare eccessivamente i costi (confrontando l'aumento che si avrebbe a produrre in Italia per esempio).Poi aggiungiamo anche le leggi anti-inquinamento e sicurezza sul lavoro che hanno un costo elevato sopratutto per chi lavora con sostanze "chimiche".Non escludiamo poi anche le tasse che gravano sulle aziende...sono quasi insopportabili...
  • Anonimo scrive:
    Le cooperative
    In Italia dovremmo creare grandi cooperative ONLUS che producano beni e servizi nel mondo dell'IT (magari basate su tecnologie opensource).Così senza dirigenti dallo stipendio triliardario e con liquidazioni da centinaia di miliardi potremo essere competitivi con la Cina e creare tanti posti di lavoro.
  • Anonimo scrive:
    SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
    Gli economisti lo stanno dicendo da un pezzo che aprire i confini con la globalizzazione significa fare a pezzi l'europa.E' come la legge dei vasi comunicanti. Il loro welfare è al minimo e il nostro al massimo. Metti in comunicazione i due vasi, e il loro si alza, mentre il nostro inevitabilmente crolla portandoci alla povertà. Ed è quello che sta accadendo.Il protezionismo non è un male come vogliono farvi credere. Significa solamente preservare quel livello di vita che l'europa si è conquistata con la civiltà nei secoli scorsi.Serve:1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI - Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagati2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E DELL'ENERGIA - proprio per rispondere all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui confronti metteremo i dazi. In particolare abbandonare completamente il petrolio e passare a fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del petrolio per la benzina, come fanno in Brasile, e pannelli solari su tutti i tetti)3) INCENTIVARE RICERCA TECNOLOGICA PUBBLICA - per non dover dipendere dai brevetti di altri paesiFatto questo, sedersi ad aspettare che DIFFUSIONE DEI SINDACATI E LIVELLO DI VITA in Cina e compagni si siano alzati al punto da portare i loro COSTI per il lavoro allo stesso livello di quelli europei.A quel punto potremo riaprire le frontiere, perchè non avremmo più da contrastare la concorrenza sleale.
    • Anonimo scrive:
      Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
      - Scritto da: Anonimo

      Gli economisti lo stanno dicendo da un pezzo che
      aprire i confini con la globalizzazione significa
      fare a pezzi l'europa.D'accordissimo. E' per questo che non ho mai capito perche' siamo stati proprio NOI a voler aprire le frontiere. I nostri politici, promuovendo il WTO, avevano annunciato uno scenario completamente diverso.Soprattutto parlavano di benessere per noi ed un miglioramento delle condizioni di vita di tutto il pianeta, a partire dai Paesi poveri.

      E' come la legge dei vasi comunicanti. Il loro
      welfare è al minimo e il nostro al massimo. Metti
      in comunicazione i due vasi, e il loro si alza,
      mentre il nostro inevitabilmente crolla
      portandoci alla povertà. Ed è quello che sta
      accadendo.I piu' accesi sostenitori del libero mercato dicevano: "Ma come!?! questa e' un'idea comunista del mercato! Non funziona cosi'! Qualsiasi intervento a regolare il mercato tendera' a stravolgerlo, producendo effetti negativi!"

      Il protezionismo non è un male come vogliono
      farvi credere. Significa solamente preservare
      quel livello di vita che l'europa si è
      conquistata con la civiltà nei secoli scorsi.Hai ragione. Ovviamente occorre vedere quali manovre devono essere intraprese. C'e' un protezionismo buono ed uno cattivo, se mi permetti il termine.
      Serve:

      1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -
      Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli
      prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagatiNon sono d'accordo. Secondo me occorrerebbe invece fare maggiori controlli su chi sta speculando su questa situazione.
      2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E
      DELL'ENERGIA - proprio per rispondere
      all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui
      confronti metteremo i dazi. In particolare
      abbandonare completamente il petrolio e passare a
      fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del
      petrolio per la benzina, come fanno in Brasile, e
      pannelli solari su tutti i tetti)Perfettamente d'accordo.Ironia della sorte, l'Europa mette dei pesanti DAZI sullo zucchero brasiliano e sui loro prodotti! Loro fanno andare le macchine ad alcol, a noi e' proibito proprio dal protezionismo! E' paradossale, vero?
      3) INCENTIVARE RICERCA TECNOLOGICA PUBBLICA - per
      non dover dipendere dai brevetti di altri paesiSempre piu' d'accordo. Ovviamente si apre tutto il discorso sui brevetti. Concedimi di dividerli (senza spiegare) in brevetti "buoni" e "cattivi"
      [CUT]
      A quel punto potremo riaprire le frontiere,
      perchè non avremmo più da contrastare la
      concorrenza sleale.
      Purtroppo siamo sempre stati NOI a fare concorrenza sleale.Diciamo che siamo liberisti quando si tratta degli altri e protezionisti quando si tratta dei nostri prodotti.Qualcuno afferma che abbiamo affamato i Paesi piu' poveri con questo sistema: loro forniscono le materie prime ed ovviamente devono farlo in libero mercato, noi le lavoriamo e diventa qualcosa da proteggere.E' un po' strano...
      • Anonimo scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

        Qualcuno afferma che abbiamo affamato i Paesi
        piu' poveri con questo sistema: loro forniscono
        le materie prime ed ovviamente devono farlo in
        libero mercato, noi le lavoriamo e diventa
        qualcosa da proteggere.Qualcuno afferma? E' la lampante e chiarissima verità. Chi non se ne rende conto o è ignorante o è in malafede (o le due cose a tempo).
        E' un po' strano...Purtroppo no :(
      • Anonimo scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

        Purtroppo siamo sempre stati NOI a fare
        concorrenza sleale.
        Diciamo che siamo liberisti quando si tratta
        degli altri e protezionisti quando si tratta dei
        nostri prodotti.Appunto, e ora la Cina lo farà verso di NOI, e ben presto avrà i cannoni per imporlo.Tra venti e o trent'anni l'Italia sarà come l'Iraq oggi, ma non invasa dagli USA, ma dalla Cina. In giro per le strade di Roma e Milano i biorobot militari cinesi, e nelle cantine l'eroica resistenza dei cristiani italiani. Il papa in esilio ad Avignone. Eppoi, un gruppo di napoletani che, in nome di San Gennaro, vanno a far schiantare aerei di linea contro i grattacieli di Shanghai. La Cina li chiamerà terroristi, per noi italiani saranno degli eroi della liberazione. :D
        • Anonimo scrive:
          Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

          napoletani che, in nome di San Gennaro, vanno a
          far schiantare aerei di linea contro iFigurati, i Napoletani andranno a Shanghai per vendergli qualcosa... e nel giro di un paio di generazioni ci saranno più napoletani a Shanghai che a Napoli. :D
      • Alessandrox scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        E' come la legge dei vasi comunicanti. Il loro

        welfare è al minimo e il nostro al massimo.
        Metti

        in comunicazione i due vasi, e il loro si alza,

        mentre il nostro inevitabilmente crolla

        portandoci alla povertà. Ed è quello che sta

        accadendo.
        I piu' accesi sostenitori del libero mercato
        dicevano: "Ma come!?! questa e' un'idea comunista
        del mercato! Non funziona cosi'! Qualsiasi
        intervento a regolare il mercato tendera' a
        stravolgerlo, producendo effetti negativi!"E' evidente che dati alla mano si sono sbagliati, magari dsara' vero per le grandi aziende, per loro e' comunque una pacchia ma per le piccole medie e la maggioranza della popolazione assolutamente no.

        Il protezionismo non è un male come vogliono

        farvi credere. Significa solamente preservare

        quel livello di vita che l'europa si è

        conquistata con la civiltà nei secoli scorsi.
        Hai ragione. Ovviamente occorre vedere quali
        manovre devono essere intraprese. C'e' un
        protezionismo buono ed uno cattivo, se mi
        permetti il termine.Piu' che altro devono essere misure a termine, si da il tempo all' industria di riorganizzarsi e a tutti noi di stabilire o contrattare nuove regole di mercato (perche' nonostante le aborriscano le regole ci sono eccome solo che sono fatte da e per i piu' forti).

        Serve:

        1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -

        Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli

        prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagati
        Non sono d'accordo. Secondo me occorrerebbe
        invece fare maggiori controlli su chi sta
        speculando su questa situazione.La cosa migliore sarebbe stabilire delle regole piu' stringenti per poter smerciare i prodotti da noi , chiaramente sarebbero a tutela dei consumatori e anche le nostre aziende dovranno adeguarsi, per questo un periodo limitato di protezionismo non lo vedrei male, del resto anche i cinesi producono e vendono in dumping no?

        2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E

        DELL'ENERGIA - proprio per rispondere

        all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui

        confronti metteremo i dazi. In particolare

        abbandonare completamente il petrolio e passare
        a

        fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del

        petrolio per la benzina, come fanno in Brasile,
        e

        pannelli solari su tutti i tetti)
        Perfettamente d'accordo.
        Ironia della sorte, l'Europa mette dei pesanti
        DAZI sullo zucchero brasiliano e sui loro
        prodotti! Loro fanno andare le macchine ad alcol,
        a noi e' proibito proprio dal protezionismo! E'
        paradossale, vero?Si pero' noi bbiamo lo zucchero da barbabietola, e la cosa piu' deprimente e' che anche sul' alcool (non so se su tutto o solo su quello di origine vegetale) sono state introdotte delle pesanti ACCISE... che lo rendono fuori mercato come materia prima energetica della serie facciamoci del male.

        [CUT]

        A quel punto potremo riaprire le frontiere,

        perchè non avremmo più da contrastare la

        concorrenza sleale.
        Purtroppo siamo sempre stati NOI a fare
        concorrenza sleale.
        Diciamo che siamo liberisti quando si tratta
        degli altri e protezionisti quando si tratta dei
        nostri prodotti.
        Qualcuno afferma che abbiamo affamato i Paesi
        piu' poveri con questo sistema: loro forniscono
        le materie prime ed ovviamente devono farlo in
        libero mercato, noi le lavoriamo e diventa
        qualcosa da proteggere.
        E' un po' strano...Si certo e' un po' ipocrita e infatti sarebbe un comportamento da abolire: protezioni solo temporanee e REGOLE interne a cui chi viene dall' esterno deve adeguarsi...se io devo produrre senza inquinare, o dimostrano che anche loro lo fanno senza inquinare o NIETse io devo produrre badando alla salute degli operai e operando secondo norme ISO, o anche loro dimostrano di farlo altrimenti NIET.Questo sarebbe giusto ma quelli del WTO ovviamente hanno altri interessi.
    • TADsince1995 scrive:
      Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

      1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -
      Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli
      prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagatiNon sono affatto d'accordo. Sarebbe una manovra palesemente faziosa e vergognosa. Così costringi i consumatori europei a pagare sempre un sacco di soldi, invece ben vengano i prodotti cinesi a poco prezzo, così i consumatori risparmiano e gli imprenditori europei saranno costretti ad abbassare i prezzi. Per il resto mi auguro che le condizioni di vita dei lavoratori cinesi si alzino, anche se questo alzerà un po' anche i prezzi dei loro prodotti.
      2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E
      DELL'ENERGIA - proprio per rispondere
      all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui
      confronti metteremo i dazi. Parzialmente d'accordo, solo che stravolgeresti molti equilibri facendo così, mi sembra un po' improponibile.
      In particolare
      abbandonare completamente il petrolio e passare a
      fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del
      petrolio per la benzina, come fanno in Brasile, e
      pannelli solari su tutti i tetti)Se mai fosse possibile, sarebbe una manovra che impiegherebbe almeno 50 anni a essere completata...
      3) INCENTIVARE RICERCA TECNOLOGICA PUBBLICA - per
      non dover dipendere dai brevetti di altri paesiD'accordissimo, ma questo a prescindere dai cinesi o meno. L'italia a livello di ricerca è praticamente una barzelletta mondiale, per non parlare a livello di IT.......
      Fatto questo, sedersi ad aspettare che DIFFUSIONE
      DEI SINDACATI E LIVELLO DI VITA in Cina e
      compagni si siano alzati al punto da portare i
      loro COSTI per il lavoro allo stesso livello di
      quelli europei.Me lo auguro anche io che si alzi il livello di vita della Cina, ma anche questo avvenga non penso che i loro costi si equipareranno a quelli nostri, ricorda che sono circa 1,5 miliardi di persone.
      A quel punto potremo riaprire le frontiere,
      perchè non avremmo più da contrastare la
      concorrenza sleale.Non è concorrenza sleale secondo me, è concorrenza da parte di un paese che, da solo, è 1/5 dell'intera razza umana e che ha un'economia e una struttura diversa dall'occidente. Un paese con delle potenzialità allucinanti la cui vera forza è stata solo sfiorata. Sarà sempre e comunque una "minaccia" per l'occidente anche se il livello di vita dei lavoratori cinesi diventasse il più alto al mondo...TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
        - Scritto da: TADsince1995
        invece ben vengano i prodotti cinesi a
        poco prezzo, così i consumatori risparmiano e gliA me sembra invece che solo le aziende risparmino. La merce made in china la rivendono a noi a prezzi altissimi.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

          A me sembra invece che solo le aziende
          risparmino. La merce made in china la rivendono a
          noi a prezzi altissimi.Appunto. Così gli passa il vizio.TAD
          • Anonimo scrive:
            Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
            - Scritto da: TADsince1995


            A me sembra invece che solo le aziende

            risparmino. La merce made in china la rivendono
            a

            noi a prezzi altissimi.

            Appunto. Così gli passa il vizio.

            TADQuoto appieno.. ho visto dei giubbotti importati a 5 euro al pezzo dalla cina e rivenduti a 50-60 Euro al pezzo in negozio..
          • Anonimo scrive:
            Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: TADsince1995




            A me sembra invece che solo le aziende


            risparmino. La merce made in china la
            rivendono

            a


            noi a prezzi altissimi.



            Appunto. Così gli passa il vizio.



            TAD
            Quoto appieno.. ho visto dei giubbotti importati
            a 5 euro al pezzo dalla cina e rivenduti a 50-60
            Euro al pezzo in negozio..Cmq secondo me il metodo migliore sarebbe quello di obbligare i commercianti ad esporre prezzo di vendita e prezzo d'acquisto vicini fra loro... maledetti bastardi
      • Anonimo scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
        - Scritto da: TADsince1995


        1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -

        Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli

        prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagati

        Non sono affatto d'accordo. Sarebbe una manovra
        palesemente faziosa e vergognosa. Così costringi
        i consumatori europei a pagare sempre un sacco di
        soldi, invece ben vengano i prodotti cinesi a
        poco prezzo, così i consumatori risparmiano e gli
        imprenditori europei saranno costretti ad
        abbassare i prezzi. Per il resto mi auguro che le
        condizioni di vita dei lavoratori cinesi si
        alzino, anche se questo alzerà un po' anche i
        prezzi dei loro prodotti.
        E invece è l'unica strada percorribile per recuperare qualche cosa in termini di costi. In Cina e altrove, sfruttano senza pietà le risorse umane di cui dispongono. Non esiste un mezzo per imporre condizioni di lavoro e di vita migliori, da parte nostra, dazi pesanti sono l'unica forma di coercizione che possiamo esercitare. Non è vergognoso imporre dei dazi è vergognoso sfruttare e maltrattare milioni di persone al solo scopo di favorire un regime militarista e aggressivo come quello cinese.

        2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E

        DELL'ENERGIA - proprio per rispondere

        all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui

        confronti metteremo i dazi.

        Parzialmente d'accordo, solo che stravolgeresti
        molti equilibri facendo così, mi sembra un po'
        improponibile.


        In particolare

        abbandonare completamente il petrolio e passare
        a

        fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del

        petrolio per la benzina, come fanno in Brasile,
        e

        pannelli solari su tutti i tetti)

        Se mai fosse possibile, sarebbe una manovra che
        impiegherebbe almeno 50 anni a essere
        completata...


        3) INCENTIVARE RICERCA TECNOLOGICA PUBBLICA -
        per

        non dover dipendere dai brevetti di altri paesi

        D'accordissimo, ma questo a prescindere dai
        cinesi o meno. L'italia a livello di ricerca è
        praticamente una barzelletta mondiale, per non
        parlare a livello di IT.......
        Potrà essere tutto difficile da realizzare ma guardando in casa nostra è possibile fare molte ma molte cose. Il problema vero è che ci deve essere una volontà politica di farlo e non ne vedo da nessuna parte.

        Fatto questo, sedersi ad aspettare che
        DIFFUSIONE

        DEI SINDACATI E LIVELLO DI VITA in Cina e

        compagni si siano alzati al punto da portare i

        loro COSTI per il lavoro allo stesso livello di

        quelli europei.

        Me lo auguro anche io che si alzi il livello di
        vita della Cina, ma anche questo avvenga non
        penso che i loro costi si equipareranno a quelli
        nostri, ricorda che sono circa 1,5 miliardi di
        persone.
        Utopia per i prossimi 20 anni almeno.

        A quel punto potremo riaprire le frontiere,

        perchè non avremmo più da contrastare la

        concorrenza sleale.

        Non è concorrenza sleale secondo me, è
        concorrenza da parte di un paese che, da solo, è
        1/5 dell'intera razza umana e che ha un'economia
        e una struttura diversa dall'occidente. Un paese
        con delle potenzialità allucinanti la cui vera
        forza è stata solo sfiorata. Sarà sempre e
        comunque una "minaccia" per l'occidente anche se
        il livello di vita dei lavoratori cinesi
        diventasse il più alto al mondo...

        TADE sleale perchè all'origine ci sono condizioni di vita e di lavoro regolate da sfruttamento e da opportunità non paritetiche per tutti, da mancanza di tutela per salute e sicurezza, da repressione e punizioni di stampo medioevale per mancanze anche lievi o semplici contrasti di opinione. Io ho avuto la sfortuna di doverci andare in Cina e ti assicuro che è "comodo" fare concorrenza per un regime che gestisce in quel modo la vita pubblica.
    • Anonimo scrive:
      Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

      Gli economisti lo stanno dicendo da un pezzo che
      aprire i confini con la globalizzazione significa
      fare a pezzi l'europa.Sono gli stessi pirla che osannavano il libero mercato, che credibilità vuoi che abbiano?
      1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -
      Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli
      prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagatiCerto, certo così quando vai a fare la spesa DEVI comprarti gli armani fatti in cina ma lasciare a lui la differenza di prezzo! Complimenti sei proprio un genio :D
      2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E
      DELL'ENERGIA - proprio per rispondere
      all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui
      confronti metteremo i dazi. In particolare
      abbandonare completamente il petrolio e passare a
      fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del
      petrolio per la benzina, come fanno in Brasile, e
      pannelli solari su tutti i tetti)Le canne smetti di fumarle che è meglio!
      • Anonimo scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
        - Scritto da: Anonimo

        Gli economisti lo stanno dicendo da un pezzo che

        aprire i confini con la globalizzazione
        significa

        fare a pezzi l'europa.

        Sono gli stessi pirla che osannavano il libero
        mercato, che credibilità vuoi che abbiano?

        Forse più di quelli che stanno lì con le ditina impegnate a scrivere cazzate via SMS alla morosa di turno.

        1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -

        Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli

        prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagati

        Certo, certo così quando vai a fare la spesa DEVI
        comprarti gli armani fatti in cina ma lasciare a
        lui la differenza di prezzo! Complimenti sei
        proprio un genio :D

        Magari però a parità di prezzo scelgo la maglietta fatta a Vercelli invece di quella fatta a Shangai

        2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E

        DELL'ENERGIA - proprio per rispondere

        all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui

        confronti metteremo i dazi. In particolare

        abbandonare completamente il petrolio e passare
        a

        fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del

        petrolio per la benzina, come fanno in Brasile,
        e

        pannelli solari su tutti i tetti)

        Le canne smetti di fumarle che è meglio!
        Su questo hai ragione deve smettere di fumarle e passartele così eviti la crisi di astinenza.... ma perchè cercare la rissa invece di provare ad argomentare un po'?
        • Anonimo scrive:
          Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

          Su questo hai ragione deve smettere di fumarle e
          passartele così eviti la crisi di astinenza....
          ma perchè cercare la rissa invece di provare ad
          argomentare un po'?hemmm...non vorrei entrare in un tema 'pericoloso' ma....non provocano crisi di astinenza.Tolleranza e assuefazione temporanee, ma non astinenza.che poi, assunta come si deve, sarebbe pure medica, è che a Bayer/PetroProduttori/Chimici e aziende della...carta [!] non andava bene, perchè non potevano vendere le loro schifezze mentre c'era Lei...http://www.luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=14scusate l'OT... :)
        • Anonimo scrive:
          Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA


          Sono gli stessi pirla che osannavano il libero

          mercato, che credibilità vuoi che abbiano?





          Forse più di quelli che stanno lì con le ditina
          impegnate a scrivere cazzate via SMS alla morosa
          di turno.Sono sempre loro gli economisti :D
          Magari però a parità di prezzo scelgo la
          maglietta fatta a Vercelli invece di quella fatta
          a ShangaiTu, magari.Una mia amica ha provato a vendere solo roba italiana ma quando tutti e dico tutti compravano solo la roba a 5 euro del cinese di fianco, indovina cosa ha dovuto fare? (Non serve una laurea per indovinarlo)
          ma perchè cercare la rissa invece di provare ad
          argomentare un po'?Scusa in effetti ho esagerato, ma non vedo proprio argomenti su cui discutere, solo un mucchio di ca@@ate
      • Anonimo scrive:
        Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA


        2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E

        DELL'ENERGIA - proprio per rispondere

        all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui

        confronti metteremo i dazi. In particolare

        abbandonare completamente il petrolio e passare
        a

        fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del

        petrolio per la benzina, come fanno in Brasile,
        e

        pannelli solari su tutti i tetti)

        Le canne smetti di fumarle che è meglio!Sei tu che ti fai le canne e ti bevi tutto quello che dice la tv.In Brasile il 50% del carburante venduto ai benzinai è tratto da canna da zucchero. La tecnologia l'abbiamo addirittura inventata noi, si chiama fiat flex fuel.http://www.calshop.biz/flex.htmlhttp://www.report.rai.it/viewer.asp?c=n&q=69Non credere a quello che dicono i media. SVEGLIA.
        • Anonimo scrive:
          Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA



          2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA
          DELL'AGRICOLTURA E


          DELL'ENERGIA - proprio per rispondere


          all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui


          confronti metteremo i dazi. In particolare


          abbandonare completamente il petrolio e
          passare

          a


          fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece
          del


          petrolio per la benzina, come fanno in
          Brasile,

          e


          pannelli solari su tutti i tetti)



          Le canne smetti di fumarle che è meglio!

          Sei tu che ti fai le canne e ti bevi tutto quello
          che dice la tv.

          In Brasile il 50% del carburante venduto ai
          benzinai è tratto da canna da zucchero. La
          tecnologia l'abbiamo addirittura inventata noi,
          si chiama fiat flex fuel.

          http://www.calshop.biz/flex.html

          http://www.report.rai.it/viewer.asp?c=n&q=69


          Non credere a quello che dicono i media. SVEGLIA.P.S. la foresta amazzonica NON è una risorsa rinnovabile, non sono io che dormo davanti alla tv :D
    • Anonimo scrive:
      9 --
      Canne da zucchero? Povero fesso...
    • Anonimo scrive:
      Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA
      - Scritto da: Anonimo

      Gli economisti lo stanno dicendo da un pezzo che
      aprire i confini con la globalizzazione significa
      fare a pezzi l'europa.

      E' come la legge dei vasi comunicanti. Il loro
      welfare è al minimo e il nostro al massimo. Metti
      in comunicazione i due vasi, e il loro si alza,
      mentre il nostro inevitabilmente crolla
      portandoci alla povertà. Ed è quello che sta
      accadendo.

      Il protezionismo non è un male come vogliono
      farvi credere. Significa solamente preservare
      quel livello di vita che l'europa si è
      conquistata con la civiltà nei secoli scorsi.

      Serve:

      1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEI -
      Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli
      prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagati

      2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA E
      DELL'ENERGIA - proprio per rispondere
      all'inevitabile boicottaggio dei paesi nei cui
      confronti metteremo i dazi. In particolare
      abbandonare completamente il petrolio e passare a
      fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece del
      petrolio per la benzina, come fanno in Brasile, e
      pannelli solari su tutti i tetti)

      3) INCENTIVARE RICERCA TECNOLOGICA PUBBLICA - per
      non dover dipendere dai brevetti di altri paesi

      Fatto questo, sedersi ad aspettare che DIFFUSIONE
      DEI SINDACATI E LIVELLO DI VITA in Cina e
      compagni si siano alzati al punto da portare i
      loro COSTI per il lavoro allo stesso livello di
      quelli europei.

      A quel punto potremo riaprire le frontiere,
      perchè non avremmo più da contrastare la
      concorrenza sleale.
      D'accordissimo...Così si doma la tigre cinese
    • ldsandon scrive:
      Re: SERVE PROTEZIONISMO A MANETTA

      Gli economisti lo stanno dicendo da un pezzo cheQuali?
      Il protezionismo non è un male come vogliono
      farvi credere. Significa solamente preservareInvece sì. Porta solo a prezzi alti e inefficienze. Vedi caso Italia. Enel, ENI, Banche. Prezzi alti, servizi scadenti.
      1) DAZI CLAMOROSI SUI PRODOTTI NON EUROPEISai se gli altri fanno lo stesso che fa l'Europa, in particolare l'Italia?
      Almeno decuplicare il prezzo, specie su quelli
      prodotti con la schiavitù dei cinesi sottopagatiSu questo posso anche concordare: chi non garantisce diritti adeguati ai lavoratori non può importare. Peccato che ci siano parecchie aziende europee a sfruttare la manodopera cinese... come pensate abbia fatto i soldi uno come Preziosi? Ma non è certo l'unico.
      2) INCENTIVARE L'INDIPENDENZA DELL'AGRICOLTURA ESì, bravo, coltiva il cacao e il caffé in Italia, tanto per citare un paio di prodotti.C'era un certo un certo Mussolini che voleva l'autarchia, "meglio un etto di italianissima robiola che una bistecca straniera". Sappiamo come è andata a finire.
      DELL'ENERGIA - proprio per rispondereBravo, coltiva pure il petrolio.
      fonti rinnovabili (CANNE DA ZUCCHERO invece delCanna da zucchero? Dove le coltivi in Italia?
      petrolio per la benzina, come fanno in Brasile, e
      pannelli solari su tutti i tetti)Dove l'inverno è molto più caldo e buona parte della popolazione in macchina non ci va. Sii realista, per ora combustibili alternativi possono cominciare a sotituire in parte quelli tradizionali, ma non certo di tutto e improvvisamente.
      3) INCENTIVARE RICERCA TECNOLOGICA PUBBLICA - perOttimo. Così per diventare "ricercatore" basta la raccomandazione della zia del cugino dell'onorevole di turno.
      DEI SINDACATI E LIVELLO DI VITA in Cina eQuelli i sindacalisti li fucilano... :D
  • Anonimo scrive:
    ITALIANI = IGNORANTI
    Se investissero nella ricerca universitaria, riformassero il sistema scolastico (aumentando le ore di matematica e insegnando a programmare in c fin dalle elementari) e vietassero la tv da decerebrati di mediaset, forse potremmo ancora recuperare il gap.
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIANI = IGNORANTI
      VEROL'articolo di oggi su Repubblica è agghiacciante:Italia, un Paese senza ricerca - agli Usa regaliamo 5 miliardi all'annohttp://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/scuola_e_universita/servizi/ricerkk/ricerkk/ricerkk.html
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIANI = IGNORANTI
        - Scritto da: Anonimo

        VERO

        L'articolo di oggi su Repubblica è agghiacciante:

        Italia, un Paese senza ricerca - agli Usa
        regaliamo 5 miliardi all'anno

        http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/scuola_e_uBella la storia del satellite indiano fatto da giovani per invogliare alla scienza e la tecnica.In Italia i ragazzi sono solo semplici utilizzatori di tecnologie. Non c'è più un obbista, un modellista, un appassionato di meccanica, elettronica, ecc.Tutti a scambiare messaggini, sognare di andare in televisione e riempire la stanza di poster di personaggi insulsi dei reality show o calciatori.
      • bit01 scrive:
        Re: ITALIA: Il paese delle scimmie
        - Scritto da: Anonimo

        VERO

        L'articolo di oggi su Repubblica è agghiacciante:

        Italia, un Paese senza ricerca - agli Usa
        regaliamo 5 miliardi all'anno

        http://www.repubblica.it/2005/l/sezioni/scuola_e_uPer me ne regaliamo di più, perchè poi quelle menti che fuggono da 'sta valle di lacrime creano i nuovi prodotti che poi qui noi utilizziamo, pagandoli però molto di più visto che arrivano da oltreoceano. Siamo davvero una banda di ignoranti ma questo è perchè manca una classe politica che guidi il paese che da decenni è stata solo un ammasso informe di teste vuote, riempite ad una ad una di banconote di grosso taglio. W l'Italia! W l'Italia! W l'Italia dei ricchi e dei potenti! In piedi, in piedi, ringraziamo tutti i governi passati che hanno fatto un ottimo lavoro davvero!Se è dai frutti che si riconosce l'albero....
    • Angelone scrive:
      Re: ITALIANI = IGNORANTI
      - Scritto da: Anonimo

      Se investissero nella ricerca universitaria,
      riformassero il sistema scolastico (aumentando le
      ore di matematica e insegnando a programmare in c
      fin dalle elementari) e vietassero la tv da
      decerebrati di mediaset, forse potremmo ancora
      recuperare il gap.Evidentemente sia me che te che concordiamo su questo non siamo ignoranti.Solo che noi due non possiamo fare nulla se non VOTARE.e il voto credo serva a ben poco ormai.La chiesa non paga manco più l'ici... che bel paese, proprio serio!
    • Anonimo scrive:
      Re: ITALIANI = IGNORANTI
      - Scritto da: Anonimo

      Se investissero nella ricerca universitaria,
      riformassero il sistema scolastico (aumentando le
      ore di matematica e insegnando a programmare in c
      fin dalle elementari) e vietassero la tv da
      decerebrati di mediaset, forse potremmo ancora
      recuperare il gap.Bravo![oggi questo forum mi stupisce!]era da tempo che ci pensavo...Immagina uno stato [l'Italia ideale] in cui la RICERCA sia il punto principale a cui ruota tutto:"L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro e sul PROGRESSO"...Immagina che le stesse Leggi siano formulate con il procedimento scientifico: studio del problema, proposta di legge, verifica dei risultati, se funziona si tiene [fino all scadenza, che tutte le leggi dovrebbero avere] alrimenti si rifà, fino a che il problema non è risolto[e che non crei, in FUTURO(quello che oggi non si fa, si pensa solo all'immediato) problemi] !!!"tutti" i problemi risolti:nessun inquinamento, nessuna ingustizia sociale, nessun problema economico (perchè previsti ed ammortizzati nel tempo)...ITALIA MIA, CHE ASPETTI AD ALZARTI???
      • Anonimo scrive:
        Re: ITALIANI = IGNORANTI

        ITALIA MIA, CHE ASPETTI AD ALZARTI???per fare che?ricordati che siamo il paese dove un dirigente dell'olivetti ebbe a dire che l'informatica in italia "è un neo da estipare"e dove il telecom italia lab ( niente di chè, solo quelli che hanno inventato la codifica mpeg...tra le altre cose) non conta una sega in telecom....ci conviene investire nel turismo, perchè solo quello siamo in grado di fare.
        • Anonimo scrive:
          Re: ITALIANI = IGNORANTI
          - Scritto da: Anonimo

          ITALIA MIA, CHE ASPETTI AD ALZARTI???

          per fare che?
          ricordati che siamo il paese dove un dirigente
          dell'olivetti ebbe a dire che l'informatica in
          italia "è un neo da estipare"
          e dove il telecom italia lab ( niente di chè,
          solo quelli che hanno inventato la codifica
          mpeg...tra le altre cose) non conta una sega in
          telecom....
          appunto:le migliori menti sono [erano] Italiane, perchè ora siamo caduti così in basso???E' colpa degli Italiani o di chi li governa, secondo te???
          ci conviene investire nel turismo, perchè solo
          quello siamo in grado di fare.ANCHE quello sappiamo fare...
  • Anonimo scrive:
    Prima di lasciare lo scettro.
    Il superamento tecnologico è una cosa ma l implemaentazione militare è un altra.Le esportazioni cinesi dell infomratica vengono da multinazionali americane che appaltanoin cina.L idea e la ricerca rimane nelle mani americane (per l alta tecnologa) per la tecnologia di consumo questo non viene gia piu.L implementazione militare avviene in accordo con la Russia... e li sono azzi amari ma siccome Putin ci vede piu lungo di tutti noi ipocriti europei tenderà a fare il suo gioco ed in parte a pararci il sedere involontariamente.Comunque prima di cedere lo scettro del comando gli USA hanno da smaltire qualche migliaia di ICBM... ecco, facessero qualcosa di buono ogni tanto.
  • Anonimo scrive:
    Bisogna seguire l'esempio Cinese!
    Se non puntiamo anche noi all'high-tech rischiamo di trovarci tagliati fuori (se non lo siamo già).È ora di incominciare a guardare anche altri settori oltre all'agricoltura in Italia, bisogna incominciare ad investire in industrie di avanguardia (chessò... fabbriche di cellulari... di RAM... di CPU... di console...)E questo perché ci sono già troppi paesi che creano ed esportano beni agricoli specie ora che l'Europa si è aperta a nuovi paesi relativamente poveri che, guarda caso, eccellono proprio in agricoltura. Questo alla lunga causerà un deprezzamento insostenibile dei nostri prodotti e ci troveremo ben presto spiazzati dalla concorrenza da ogni lato.Con questo non voglio certo dire che dovremmo abbandonare i nostri prodotti e la nostra cucina... giammai! La nostra cucina e i nostri prodotti agricoli sono a mio parere fra i migliori d'Europa... ma bisogna investire anche in altri settori se non vogliamo trovarci schiacciati e soffocati dalla concorrenza perché, alla fine, alla gente poco importa se la cipolla è prodotta in Italia o in Cina... alla gente importa solo di pagare tali materie di prima necessità il meno possibile.Ma chissà... forse è già troppo tardi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!

      Ma chissà... forse è già troppo tardi.lo è
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      wakko, se non te ne sei accorto è da almeno 5 anni che siamo fritti... la nostra economia, TUTTA, è già più che decotta (per restare nell'ambito dei paragoni culinari) :'(
      • Anonimo scrive:
        Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
        - Scritto da: Anonimo
        wakko, se non te ne sei accorto è da almeno 5
        anni che siamo fritti... la nostra economia,
        TUTTA, è già più che decotta (per restare
        nell'ambito dei paragoni culinari) :'(ma perchè ? siete diventati poveri ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
          non ancora, ma semplicemente si sono ormai dissolte le premesse per essere competitivi (ovvero svilupparsi anziché stare fermi).Quanto ancora potremo andare avanti, come paese, a forza di "bilanci taroccati" senza che nessuno se ne accorga? Qui non si produce più, si rivende e basta. Ma se non si produce, a chi si rivende? Intendo: se non hai uno stipendio adeguato (perché non conviene produrre niente qui: o costa troppo, o non siamo buoni, o le competenze sono un "peso" perché vanno pagate di più) spiegami come gira l'economia?Coi debiti (come stanno cercando di inculcarci a fare)?Già ora, di tantissime cose che compri conta che una metà del prezzo va allo stato italiano (in varie forme) che però sostanzialmente si "autosostenta" invece di redistribuire quello che prende, un cinquantesimo (forse) va allo schiavo cinese e il resto se lo intasca lo speculatore di turno che darà una briciola agli eventuali dipendenti italiani... ma quanto può durare un economia così, comprando e vendendo la roba degli altri?O facendola breve, dimmi un settore dove gli italiani eccellono rispetto al resto del mondo e per cui possono pretendere di essere pagati bene IN ITALIA. Ah forse i nostri politici, visto che i loro stipendi sono ai vertici mondiali... potremmo esportarli...
          • Angelone scrive:
            Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
            - Scritto da: Anonimo
            O facendola breve, dimmi un settore dove gli
            italiani eccellono rispetto al resto del mondo Il pippaggio di coca. Chiedi a Lapo se non ci credi :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
            - Scritto da: Anonimo
            non ancora, ma semplicemente si sono ormai
            dissolte le premesse per essere competitivi
            (ovvero svilupparsi anziché stare fermi).
            Quanto ancora potremo andare avanti, come paese,
            a forza di "bilanci taroccati" senza che nessuno
            se ne accorga? Qui non si produce più, si rivende
            e basta. Ma se non si produce, a chi si rivende?
            Intendo: se non hai uno stipendio adeguato
            (perché non conviene produrre niente qui: o costa
            troppo, o non siamo buoni, o le competenze sono
            un "peso" perché vanno pagate di più) spiegami
            come gira l'economia?
            Coi debiti (come stanno cercando di inculcarci a
            fare)?
            Già ora, di tantissime cose che compri conta che
            una metà del prezzo va allo stato italiano (in
            varie forme) che però sostanzialmente si
            "autosostenta" invece di redistribuire quello che
            prende, un cinquantesimo (forse) va allo schiavo
            cinese e il resto se lo intasca lo speculatore di
            turno che darà una briciola agli eventuali
            dipendenti italiani... ma quanto può durare un
            economia così, comprando e vendendo la roba degli
            altri?
            O facendola breve, dimmi un settore dove gli
            italiani eccellono rispetto al resto del mondo e
            per cui possono pretendere di essere pagati bene
            IN ITALIA. Ah forse i nostri politici, visto che
            i loro stipendi sono ai vertici mondiali...
            potremmo esportarli...non ho mai visto una nazione ricca diventare povera (tranne nel caso in cui la ricchezza derivava principalmente dallo sfruttamento di risorse naturali che poi si sono esaurite).
    • matcion scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      - Scritto da: Wakko Warner
      Se non puntiamo anche noi all'high-tech rischiamo
      di trovarci tagliati fuori (se non lo siamo già).
      È ora di incominciare a guardare anche altri
      settori oltre all'agricoltura in Italia, bisogna
      incominciare ad investire in industrie di
      avanguardia (chessò... fabbriche di cellulari...
      di RAM... di CPU... di console...)Una fabbrica di cellulari è high tech?!?! Forse chi li progetta, ma il mero assemblamento ha lo stesso livello tecnologico che cucire magliette!
      E questo perché ci sono già troppi paesi che
      creano ed esportano beni agricoli specie ora che
      l'Europa si è aperta a nuovi paesi relativamente
      poveri che, guarda caso, eccellono proprio in
      agricoltura. Eccellono in agricoltura? Ma dove? Caso mai hanno molti occupati in agricoltura che è ancora molto arretrata. E sai cosè una delle industrie che in Italia è sviluppata e all'avanguardia? Proprio la produzione di macchine agricole.
      Questo alla lunga causerà un
      deprezzamento insostenibile dei nostri prodotti e
      ci troveremo ben presto spiazzati dalla
      concorrenza da ogni lato.Sono anni che in campagna si campa coi sussidi della UE, i prezzi sono già troppo bassi per sostenere un'azienda, ma questo perchè si ha una sovra-capacità produttiva pressochè in ogni settore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      - Scritto da: Wakko Warner
      Se non puntiamo anche noi all'high-tech rischiamo
      di trovarci tagliati fuori (se non lo siamo già).Qualsiasi nazione è già tagliata fuori; resistono solo nazioni che hanno prezzi di lavorazione più bassi di quelli cinesi (Malesia,India,SudAdfrica) , ma anche loro fanno fatica visto la mancanza di infrastrutture e di una rete commerciale degna di qs. nome .
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      Sì seguiamo l'esempio cinese. Mettiamo la schiavitù e togliamo la libertà di parola. ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      - Scritto da: Wakko Warner
      Se non puntiamo anche noi all'high-tech rischiamo
      di trovarci tagliati fuori (se non lo siamo già).
      È ora di incominciare a guardare anche altri
      settori oltre all'agricoltura in Italia, bisogna
      incominciare ad investire in industrie di
      avanguardia (chessò... fabbriche di cellulari...
      di RAM... di CPU... di console...)Alcune ce le avevamo. Avevamo, tanto per dire, l'italianissima Telit che progettava e produceva cellulari. I prezzi di tali cellulari erano anche concorrenziali, ma non avevano il marchio "Nokia". Quanti italiani comprano italiano per spingere in avanti queste ditte? Si, perché ci sono ditte di hightech, ma nessuno le calcola.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!

        Alcune ce le avevamo. Avevamo, tanto per dire,
        l'italianissima Telit che progettava e produceva
        cellulari. I prezzi di tali cellulari erano anche
        concorrenziali, ma non avevano il marchio
        "Nokia". Quanti italiani comprano italiano per
        spingere in avanti queste ditte? Si, perché ci
        sono ditte di hightech, ma nessuno le calcola.
        Autarchia... chissà perchè l'ho già sentita questa storia e mi suona MALISSIMO :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
          - Scritto da: Anonimo

          Alcune ce le avevamo. Avevamo, tanto per dire,

          l'italianissima Telit che progettava e produceva

          cellulari. I prezzi di tali cellulari erano
          anche

          concorrenziali, ma non avevano il marchio

          "Nokia". Quanti italiani comprano italiano per

          spingere in avanti queste ditte? Si, perché ci

          sono ditte di hightech, ma nessuno le calcola.


          Autarchia... chissà perchè l'ho già sentita
          questa storia e mi suona MALISSIMO :DNon è autarchia. E' un minimo di nazionalismo. Gli americani comprano americano se possibile, i giapponesi comprano giapponese, e così via.
    • otacu scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!

      Ma chissà... forse è già troppo tardi.Lascia stare.... tanto basta vedere come vedere le ultime vicende....Appena provi a costruire qualcosa in italia ti azzannano da tutte le parti. In val di Susa adesso... ma è la norma ovunque. Abbiamo rinunciato al nucleare con un referendum e ora paghiamo la nostra scelta con costi altissimi dell'energia... portiamo i rifiuti in germania a peso d'oro perchè da noi nessuno vuole fare impianti adatti allo smaltimento.... ecc.ecc. ecc.Se penso che quando ero alle elementari mi ricordo ancora come la maestra aveva convinto tutti a far propaganda contro il nucleare nel referendum... ora col tubo mi sarei fatto plagiare così....In italia si è tutti così: infrastrutture? Certo! Ma lontane da casa mia!stringere la cinghia? Certo! Ma non la mia!Sai cosa ci vorrebbe ? Ci vorrebbe un politico alla Churchill che venga qui e ci dica chiaramente che cosa ci aspetta il futuro "lacrime e sangue". Bisogna farsi il mazzo e soffrire. Il cambiamento è doloroso e molti soffriranno ma è inutile andare avanti dicendo che va tutto alla grandissima e di stare tranquilli.Poi si vedono tristezze tipo... politici che si ESALTANO perchè le previsioni del pil passano da 0% a +0.1%....WOW!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      Cazzo, sono 50 anni che noi europei (e pure gli stati uniti) sovvenzioniamo gli agricoltori, siamo noi che abbiamo fatto concorrenza sleale agli agricoltori dei paesi poveriE tu ora che vuoi fare? Metterti a fare concorrenza ai costruttori di cpu e memorie cinesi, e magari taiwanesi? Ma 30 anni fa sono fallite TUTTE le nostre fabbriche, in italia non sappiamo fabbricare manco una radio....
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      Cerca Eutotech su google. E' una società italiana fino all'altro giorno sconosciuta ai molti, che si sta facendo rispettare a livello mondiale.Prima di frignare e dire che noi italiani siamo sfigati, cerchiamo di informarci,
    • Anonimo scrive:
      Re: Bisogna seguire l'esempio Cinese!
      Si, bravo! da domani tu la finisci di dire o scrivere quello che vuoi (pena detenzione in carcere), riceverai 100 Euro al mese lavorando minimo 14 ore al giorno. CLAP CLAP CLAP!
    • Anonimo scrive:
      Inizia a lavorare a 100 lire al mese
      Inizia a lavorare a 100 lire al mese 14 ore al giorno... vedrai che li battiamo
  • Anonimo scrive:
    21 secolo: Il dominio del drago
    Forse nei prossimi anni inizieremo a vedere la fine degli USA e dell'Europa. L'Asia sta avanzando ad una velocità impressionante.Inoltre paesi come la Cina non hanno certo una politica come quella occidentale.Li il partito è UNICO!!!!!E qui da noi? Alla fine siamo riusciti a comprare la famosa corda (ricordate Marx ?).
  • Anonimo scrive:
    Ok, è ufficiale: siamo nella merda
    fino al collo !    :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
      - Scritto da: Anonimo
      fino al collo ! :'(perchè ? (geek)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
      non vedo perche', personalmente non mi cambia nulla essere una colonia economica cinese piuttosto che americana, nella merda eravamo con gli usa e nella merda saremo con la cina
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
        Forse perché devi imparare un'altra lingua ancora, con tanto di ideogrammi appresso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
          - Scritto da: Anonimo
          Forse perché devi imparare un'altra lingua
          ancora, con tanto di ideogrammi appresso.io mi basta che so il ciogiaro, tanto non mi sposto da casa mia. e il cinese vuol venire a casa mia, tanto di cappello, pero' se gli conviene mi deve parlare in ciogiaro. altrimenti ognuno a casa propria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
        - Scritto da: Anonimo
        non vedo perche', personalmente non mi cambia
        nulla essere una colonia economica cinese
        piuttosto che americana, nella merda eravamo con
        gli usa e nella merda saremo con la cinauè atento a come parli, co gli USA ce l'abbiamo passata benissimo ! :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
        - Scritto da: Anonimo
        non vedo perche', personalmente non mi cambia
        nulla essere una colonia economica cinese
        piuttosto che americana, nella merda eravamo con
        gli usa e nella merda saremo con la cinaUna differenza potrebbe essere che per il futuro faresti meglio a evitare commenti come questo...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ok, è ufficiale: siamo nella merda
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          non vedo perche', personalmente non mi cambia

          nulla essere una colonia economica cinese

          piuttosto che americana, nella merda eravamo con

          gli usa e nella merda saremo con la cina

          Una differenza potrebbe essere che per il futuro
          faresti meglio a evitare commenti come questo...scusate .... ma non si era detto che si doveva essere tutti antiamericani ? mo' adesso dobbiamo diventare tutte anticinesi ?e a noi chi ci paga ? pappagone ?
  • Ekleptical scrive:
    Ne dubito!
    Innovazione e dittatura non vanno per nulla d'accordo. Forse solo in tempo di guerra, ma nemmeno.Non credo che una struttura così fortemente dirigista, burocratica e controllata come la Cina, possa sopportare al suo interno spinte estreme di innovazione, che significà libertà di utilizzi, nuove idee e applicazioni, violazione delle regole costituite.. tutta una serie di cose che un regime dittatoriale può guardare solo come "fuori controllo" e pericolose.O la Cina cambia, o possiamo continuare a stare tranquilli per un bel pezzo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne dubito!
      - Scritto da: Ekleptical
      Innovazione e dittatura non vanno per nulla
      d'accordo. Forse solo in tempo di guerra, ma
      nemmeno.

      Non credo che una struttura così fortemente
      dirigista, burocratica e controllata come la
      Cina, possa sopportare al suo interno spinte
      estreme di innovazione, che significà libertà di
      utilizzi, nuove idee e applicazioni, violazione
      delle regole costituite.. tutta una serie di cose
      che un regime dittatoriale può guardare solo come
      "fuori controllo" e pericolose.

      O la Cina cambia, o possiamo continuare a stare
      tranquilli per un bel pezzo!i Cinesi sono affaristi nati, lascia che fiutino l'affare di lasciare un pizzico di libertà in più ai cittadini (ma solo un pizzico, eh) e vedrai cosa sono capaci di fare
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne dubito!
      - Scritto da: Ekleptical
      Innovazione e dittatura non vanno per nulla
      d'accordo. Forse solo in tempo di guerra, ma
      nemmeno.[cut]
      O la Cina cambia, o possiamo continuare a stare
      tranquilli per un bel pezzo!Povero illuso. Te vivi ancora nel grande sogno americano (non sono pro-cinese, ne' pro-americano).Innovazione la fai eccome se hai uno che ti massacra se non lavori 14 ore al giorno, come accade lì.E non ricordo... qualche anno fa, quella superpotenza che teneva testa agli USA... ah si si, possiamo stare tranquilli.Tranquilli che tra 10 anni avremo le buste paga in cinese.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ne dubito!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Ekleptical

        Innovazione e dittatura non vanno per nulla

        d'accordo. Forse solo in tempo di guerra, ma

        nemmeno.
        [cut]

        O la Cina cambia, o possiamo continuare a stare

        tranquilli per un bel pezzo!

        Povero illuso. Te vivi ancora nel grande sogno
        americano (non sono pro-cinese, ne'
        pro-americano).sei solo pro te stesso vero ?

        Innovazione la fai eccome se hai uno che ti
        massacra se non lavori 14 ore al giorno, come
        accade lì.si pero' forse non ti ricordi come si stava i cina 40 anni fa, "una ciotola al giorno di riso per ogni cinese" ti ricorda niente questa frase ? (e non si lavorava molto meno di adesso)

        E non ricordo... qualche anno fa, quella
        superpotenza che teneva testa agli USA... ah si
        si, possiamo stare tranquilli.
        L'URSS ? ti ha fatto qualche danno a te ?
        Tranquilli che tra 10 anni avremo le buste paga
        in cinese.e qual è il problema ? i soldi con cui magni tutto il santo giorno ti fanno schifo ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ne dubito!




          Innovazione la fai eccome se hai uno che ti

          massacra se non lavori 14 ore al giorno, come

          accade lì.Lavoro in Cina, e per il lavoro che faccio sono portato a restare in un'azienda almeno 3 mesi. Non ho mai visto una situazione del genere. Me ne puoi dire una che vado a verificare immediatamente?

          si pero' forse non ti ricordi come si stava i
          cina 40 anni fa, "una ciotola al giorno di riso
          per ogni cinese" ti ricorda niente questa frase ?
          (e non si lavorava molto meno di adesso)Non voglio prendere le difese dei cinesi, ma nessuno qui muore di fame. Si cresce tutti insieme, giusto o sbagliato che sia.Devo rilevare che purtroppo noi occidentali stiamo trasformando quella che si chiama "liberta'" in un'altra cosa, che si potrebbe chiamare "legge del piu' forte", salvo poi accorgersi che i piu' forti non siamo piu' noi.A questo punto, stiamo cercando di introdurre la nuova legge del "Arimo! Toppa falsa".Morale: se il sistema cinese e' terribile, il nostro non e' tanto meglio.Sarebbe opportuno, invece, cercare un sistema di governo che rispetti sia il desiderio di liberta' della gente e che rispetti anche i principi di uguaglianza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne dubito!
      Ah si?Più di un Miliardo di persone e un centinaio di milioni di nouveau riche.Metti anche solo che arrivano a qualche centinaio di milioni di ricchi con una miliardata di poveracci che possono fare produrre a prezzi ridicoli... gli rimangono ancora qualche centinaio di milioni di persone da mandare in giro per il mondo a prendere a calci nel sedere chi vogliono.La Cina fa paura.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ne dubito!
        credo che si debba solo aspettare che si crei una classe media "corposa", poi sarà fisiologica la richiesta e la concessione di maggiori libertà personali, di conseguenza il mercato interno inizierà veramente a funzionare e si creerà un circolo virtuoso di domanda-offerta. Probabilmente serviranno anni, ma mi sembra indubbio che l'economia cinese diverrà la prima al mondo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ne dubito!
          - Scritto da: Anonimo
          credo che si debba solo aspettare che si crei una
          classe media "corposa", poi sarà fisiologica la
          richiesta e la concessione di maggiori libertà
          personali, di conseguenza il mercato interno
          inizierà veramente a funzionare e si creerà un
          circolo virtuoso di domanda-offerta. non diciamo cazzate per favore... questo famoso circolo virtuoso del mercato in mano al liberismo capitalistico abbiamo visto cosa sta producendo negli Stati Uniti: sta polverizzando la classe mediaquesti poi sono più di un miliardo e voglio proprio vederlo quel circolo virtuoso con così tanta gente
          Probabilmente serviranno anni, ma mi sembra
          indubbio che l'economia cinese diverrà la prima
          al mondo.ahahahahhaah tu pensi davvero che una crescita del genere che sia sostenibile?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne dubito!
      - Scritto da: Ekleptical
      Non credo che una struttura così fortemente
      dirigista, burocratica e controllata Ehm Ekleptical ti sei confuso...Guarda che l'articolo non riguarda gli l'Italia ma la Cina.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ne dubito!

        Guarda che l'articolo non riguarda gli l'Italia
        ma la Cina. oops mi è scappato un "gli"Comunque in Cina non ha tutti quei problemi riguardanti la proprietà intellettuale, tutte seghe mentali inventate in occidente per evitare l'espansione dell'Asia. Infatti si è iniziato a brevettare l'impossibile proprio negli anni '80 quando era il Giappone ad essere in grande espansione.Peccato che la Cina sia come 10 giapponi messi insieme. Finché hai il potere militare e sei in vantaggio tecnologicamente puoi fare quello che vuoi. Il petrolio lo fai pagare in dollari, imponi i brevetti, il copyright ecc... Questo perché nessuno può venire lì e dirti: no si fa come dico io invece!Però adesso la Cina sta per sorpassare militarmente gli Stati Uniti e voglio vedere adesso chi avrà voce in capitolo nelle scelte del futuro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ne dubito!
          - Scritto da: Anonimo

          Guarda che l'articolo non riguarda gli l'Italia

          ma la Cina.

          oops mi è scappato un "gli"

          Comunque in Cina non ha tutti quei problemi
          riguardanti la proprietà intellettuale, tutte
          seghe mentali inventate in occidente per evitare
          l'espansione dell'Asia. Infatti si è iniziato a
          brevettare l'impossibile proprio negli anni '80
          quando era il Giappone ad essere in grande
          espansione.
          Peccato che la Cina sia come 10 giapponi messi
          insieme.

          Finché hai il potere militare e sei in vantaggio
          tecnologicamente puoi fare quello che vuoi. Il
          petrolio lo fai pagare in dollari, imponi i
          brevetti, il copyright ecc... Questo perché
          nessuno può venire lì e dirti: no si fa come dico
          io invece!

          Però adesso la Cina sta per sorpassare
          militarmente gli Stati Uniti e voglio vedere
          adesso chi avrà voce in capitolo nelle scelte del
          futuro.hai colto il punto.Una cosa che all'America fa più paura del demonio stesso???Il pertolio quotato in EURO!!!e guardacaso l'Iran [vi dice niente, al giorno d'oggi?] sta per passare all'euro per il petrolio:http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=918...forse ci salveremo dal crollo dell'America......forse...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ne dubito!

      Innovazione e dittatura non vanno per nulla
      d'accordonell'anno 1900, in germania, governata dauna monarchia assoluta alquanto retriva,l'analfabetismo era dal 2 al 5 % (a secondadegli storici), contro il 50% delledemocratiche francia e inghilterra e il 75 % dell'italia, e scienza e tecnologia erano le piu avanzate al mondola germania nazista nel giro di dieci anniha inventato pressoche tutto l'inventabilepossibile al tempo,tranne la bomba atomica, costruita dascienziati e tecnici perlopiu tedeschi o diarea tedesca, ma ebrei, in americaIn questo momento la cina ha un nr diingegneri quadruplo rispetto agli usa,tra le prime dieci università al mondo duesono cinesi, tra le prime cento nessunaè nella democratica italiavedi un po tu
  • Anonimo scrive:
    Ringraziamo Bush.
    Ha avuto la presunzione, tipica delle persone di intelligenza pari alla sua, di poter cavalcare la tigre.Ha sdoganato il regime cinese sperando di ottenere gratitudine da un paese la cui classe politica ha inventato il machiavellismo politico ben prima di Machiavelli stesso.Le nostre uniche speranze sono che anche il peggiore dei politici europei non può essere altrettanto stupido (non citate Mc Creevy, lui si comporta così non perché è stupido, ma perché è venduto) e che la Cina si accontenti di "papparsi" gli USA e che consideri l'Europa allargata, e alleata magari anche con la Russia, un boccone troppo grosso.E non fatevi ingannare dalla crescita ancora sostenuta degli USA rispetto a noi, in parte il sostegno arriva dalla spesa militare, ma l'outsourcing selvaggio alla lunga impoverirà la base americana, rendendo gli USA una scatola vuota di vecchi azionisti egoisti e capacità produttiva azzoppata, i giovani defraudati del loro futuro dovranno scegliere fra un padrone americano, cinese o arabo e sceglieranno quello che odieranno di meno.Anche l'italia però rischia il cannibalismo dei vecchi sui giovani, grazie alla gestione corrotta, inefficiente, clientelare, distorta fra privilegi di pochi e oneri dei più e dissennata del sistema pensionistico pubblico.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.
      Cavolo! Finalmente un thread di ragionamenti sensati! Complimenti!In effetti concordo. Oramai si lavora solo nell'ambito finanziario. Dove sono io conta solo quello: "la produzione? Cosa? Ma se non so nemmeno cosa produciamo e dove? Ah sì, ma le azioni vanno benissimo!"Continuo a pensare che se i miei mi avessero consigliato di fare lo stagnino non avrebbero sbagliato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.

      Ha sdoganato il regime cinese sperando di
      ottenere gratitudine da un paese la cui classe
      politica ha inventato il machiavellismo politico
      ben prima di Machiavelli stesso.Veramente, per quanto non mi piaccia Bush, sono stati Nixon e Kissinger a sdoganare la Cina e lo hanno fatto in tempi ben più bui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringraziamo Bush.
        - Scritto da: Anonimo

        Ha sdoganato il regime cinese sperando di

        ottenere gratitudine da un paese la cui classe

        politica ha inventato il machiavellismo politico

        ben prima di Machiavelli stesso.

        Veramente, per quanto non mi piaccia Bush, sono
        stati Nixon e Kissinger a sdoganare la Cina e lo
        hanno fatto in tempi ben più bui.Quella è stata un'apertura e una distensione, gestita da due politici ben più capaci di Dubya e verso una Cina che usciva da periodi di furore ideologico che avevano causato perfino delle carestie, Dubya invece si è proprio calato le braghe davanti a una Cina più forte che mai e l'ha pure aiutata a diventare più forte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.
      Perché gli Italiani non producono nulla in Cina, vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringraziamo Bush.
        E dove mettete Berlusconi?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ringraziamo Bush.
          - Scritto da: Anonimo
          E dove mettete Berlusconi?lui si è comprato l'asilo politico alle haway, e presto sarà fuori scena.
      • luke977 scrive:
        Re: Ringraziamo Bush.
        - Scritto da: Anonimo
        Perché gli Italiani non producono nulla in Cina,
        vero?http://www.carel.com/carelcom/web/eng/newseventi/news_eventi_dettaglio.jsp?id=248assolutamente niente. e' solo produzione per l'emergente mercato locale ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringraziamo Bush.
        Tra l'altro, dov'era Casini in questi giorni? :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.
      - Scritto da: Anonimo
      Ha avuto la presunzione, tipica delle persone di
      intelligenza pari alla sua, di poter cavalcare la
      tigre.
      Ha sdoganato il regime cinese sperando di
      ottenere gratitudine da un paese la cui classe
      politica ha inventato il machiavellismo politico
      ben prima di Machiavelli stesso.
      Le nostre uniche speranze sono che anche il
      peggiore dei politici europei non può essere
      altrettanto stupido (non citate Mc Creevy, lui si
      comporta così non perché è stupido, ma perché è
      venduto) e che la Cina si accontenti di
      "papparsi" gli USA e che consideri l'Europa
      allargata, e alleata magari anche con la Russia,
      un boccone troppo grosso.
      E non fatevi ingannare dalla crescita ancora
      sostenuta degli USA rispetto a noi, in parte il
      sostegno arriva dalla spesa militare, ma
      l'outsourcing selvaggio alla lunga impoverirà la
      base americana, rendendo gli USA una scatola
      vuota di vecchi azionisti egoisti e capacità
      produttiva azzoppata, i giovani defraudati del
      loro futuro dovranno scegliere fra un padrone
      americano, cinese o arabo e sceglieranno quello
      che odieranno di meno.
      Anche l'italia però rischia il cannibalismo dei
      vecchi sui giovani, grazie alla gestione
      corrotta, inefficiente, clientelare, distorta fra
      privilegi di pochi e oneri dei più e dissennata
      del sistema pensionistico pubblico.Lo scenario futuro è quello che hai dipinto tu. Le cause non sono tanto di Bush quanto di chi lo ha preceduto. E' dagli anni '90 che il regime cinese cavalca la tigre della crescita economica forte di due fattori: una manodopera praticamente illimitata e costi assolutamente fuori dalla nostra portata, nostra intesa come occidentali, europei e USA. E' una erosione costante alimentata dalla volontà masochistica, da parte bella maggior parte delle dirigenze nostrane, di avere utili immediati riducendo i costi e favorendo, come strada più facile, l'importazione di beni, di qualunque natura, di Cina e anche India (altro serbatoio di risorse umane pronto a esplodere in capo a pochi anni). Non penso sia un fenomeno reversibile, da produttori stiamo diventando consumatori e quindi, lentamente ma fatalmente, dipenderemo sempre più dagli altri.... finchè un giorno regoleranno i rubinetti a loro piacimento. Senza scendere sul social-politico ci vorrebbe una politica di protezionismo maggiore e la volontà di riprendere a produrre. Ma costa e si sa, chi è in alto vuole vedere la voce "utile" crescere sempre di più.... tanto poi, nel futuro, saranno gli altri a doversela cavare, giusto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringraziamo Bush.

        Lo scenario futuro è quello che hai dipinto tu.[...]
        Ma costa e si sa, chi è in alto vuole
        vedere la voce "utile" crescere sempre di più....
        tanto poi, nel futuro, saranno gli altri a
        doversela cavare, giusto?quoto col sanguetristemente_famoso
    • ldsandon scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.
      Bush è l'unico però che è andato in Cina a criticare il regime, direttamente sul posto.Un po' ipocritamente, è vero, ma molto meno ipocrita di tutti gli stati europei che se ne stanno zitti zitti, fanno affari d'oro rivendendo a prezzi europei quello che fanno produrre in Cina a prezzi cinesi, salvo poi piangere se i cinesi vendono in europa a prezzi cinesi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.
      - Scritto da: Anonimo
      Ha avuto la presunzione, tipica delle persone di
      intelligenza pari alla sua, di poter cavalcare la
      tigre.
      Ha sdoganato il regime cinese sperando di
      ottenere gratitudine da un paese la cui classe
      politica ha inventato il machiavellismo politico
      ben prima di Machiavelli stesso.
      Le nostre uniche speranze sono che anche il
      peggiore dei politici europei non può essere
      altrettanto stupido (non citate Mc Creevy, lui si
      comporta così non perché è stupido, ma perché è
      venduto) e che la Cina si accontenti di
      "papparsi" gli USA e che consideri l'Europa
      allargata, e alleata magari anche con la Russia,
      un boccone troppo grosso.
      E non fatevi ingannare dalla crescita ancora
      sostenuta degli USA rispetto a noi, in parte il
      sostegno arriva dalla spesa militare, ma
      l'outsourcing selvaggio alla lunga impoverirà la
      base americana, rendendo gli USA una scatola
      vuota di vecchi azionisti egoisti e capacità
      produttiva azzoppata, i giovani defraudati del
      loro futuro dovranno scegliere fra un padrone
      americano, cinese o arabo e sceglieranno quello
      che odieranno di meno.
      Anche l'italia però rischia il cannibalismo dei
      vecchi sui giovani, grazie alla gestione
      corrotta, inefficiente, clientelare, distorta fra
      privilegi di pochi e oneri dei più e dissennata
      del sistema pensionistico pubblico.una nuova guerra mondiale? io penso sempre a questa ipotesi..
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringraziamo Bush.
      - Scritto da: Anonimo
      Ha avuto la presunzione, tipica delle persone di
      intelligenza pari alla sua, di poter cavalcare la
      tigre.
      Ha sdoganato il regime cinese sperando di
      ottenere gratitudine da un paese la cui classe
      politica ha inventato il machiavellismo politico
      ben prima di Machiavelli stesso.
      Le nostre uniche speranze sono che anche il
      peggiore dei politici europei non può essere
      altrettanto stupido (non citate Mc Creevy, lui si
      comporta così non perché è stupido, ma perché è
      venduto) e che la Cina si accontenti di
      "papparsi" gli USA e che consideri l'Europa
      allargata, e alleata magari anche con la Russia,
      un boccone troppo grosso.
      E non fatevi ingannare dalla crescita ancora
      sostenuta degli USA rispetto a noi, in parte il
      sostegno arriva dalla spesa militare, ma
      l'outsourcing selvaggio alla lunga impoverirà la
      base americana, rendendo gli USA una scatola
      vuota di vecchi azionisti egoisti e capacità
      produttiva azzoppata, i giovani defraudati del
      loro futuro dovranno scegliere fra un padrone
      americano, cinese o arabo e sceglieranno quello
      che odieranno di meno.
      Anche l'italia però rischia il cannibalismo dei
      vecchi sui giovani, grazie alla gestione
      corrotta, inefficiente, clientelare, distorta fra
      privilegi di pochi e oneri dei più e dissennata
      del sistema pensionistico pubblico.mamma mia ! quante fosche previsioni !
  • Anonimo scrive:
    tanto noi abbiamo il fashion
    A noi dell'IT non ce ne puo fregar di menoabbiamo i migliori abiti fashiooonscarpe di classetraffico di droga televisione digitale terrestre made in merdaset....
    • Anonimo scrive:
      Re: tanto noi abbiamo il fashion
      +1Coinciso e graffante. Bella prova.
    • Anonimo scrive:
      Re: tanto noi abbiamo il fashion
      - Scritto da: Anonimo
      abbiamo i migliori abiti fashiooon
      scarpe di classeSorpresa: il made in Italy non è più made in Italy.Mi spiego meglio: Armani, Versace & C. ormai producono solo in Cina perchè lì possono pagarli di meno, ed hanno sostituito il marchio "Made in Italy" con "Italian Design".Ci rimane solo il turismo, sempre se qualche intelligentone non decide di vendere il patrimonio artistico per far quadrare i conti.
      • ishitawa scrive:
        Re: tanto noi abbiamo il fashion

        Ci rimane solo il turismo, sempre se qualche
        intelligentone non decide di vendere il
        patrimonio artistico per far quadrare i conti.già fatto, a furia di non fare nessun investimento e pensare di sfruttare i turisti come una risorsa senza fine siamo già scesi dal 1 al 6 postoanche li ci batte la Cina !
        • Angelone scrive:
          Re: tanto noi abbiamo il fashion
          Turismo?Noi abbiamo solo il fashionhttp://www.repubblica.it/2005/j/sezioni/cronaca/marecalabria/marecalabria/marecalabria.htmlPoi, tra l'altro, se continuiamo così credo che mi costerebbe di meno una vacanza in Cina :)
    • Anonimo scrive:
      Re: tanto noi abbiamo il fashion
      - Scritto da: Anonimo
      A noi dell'IT non ce ne puo fregar di meno
      abbiamo i migliori abiti fashiooon
      scarpe di classe
      traffico di droga
      televisione digitale terrestre made in
      merdaset....Dimentichi il riciclo di uova marce :| .
    • Anonimo scrive:
      9 --
      Ben detto! Sommergiamoli di mutande da frocio di emporio armani
      • Anonimo scrive:
        Re: tanto noi abbiamo il fashion
        - Scritto da: Anonimo
        Ben detto! Sommergiamoli di mutande da frocio di
        emporio armani:°°°°)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: tanto noi abbiamo il fashion
      - Scritto da: Anonimo
      A noi dell'IT non ce ne puo fregar di meno
      abbiamo i migliori abiti fashiooon
      scarpe di classe
      traffico di droga
      televisione digitale terrestre made in
      merdaset....la merdaset poi ci da tanto ci dà di più ...
  • Anonimo scrive:
    Pochi anni ancora.....
    e la Cina spazzerà via anche gli USA senza che gli USA possano rispondere alla Cina a causa delle loro stesse legislazioni del DMCA et similia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pochi anni ancora.....
      io non ridereise gli States fanno una brutta fine noi che fine facciamo?A noi già ci stanno crocchiando- Scritto da: Anonimo
      e la Cina spazzerà via anche gli USA senza che
      gli USA possano rispondere alla Cina a causa
      delle loro stesse legislazioni del DMCA et
      similia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pochi anni ancora.....
        - Scritto da: Anonimo
        io non riderei
        se gli States fanno una brutta fine noi che fine
        facciamo?Noi siamo già tutti involtini primavera....
        • Anonimo scrive:
          Re: Pochi anni ancora.....
          a me neanche mi piacciono :'( Viva le lasagne- Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          io non riderei

          se gli States fanno una brutta fine noi che fine

          facciamo?

          Noi siamo già tutti involtini primavera....
      • Anonimo scrive:
        Re: Pochi anni ancora.....
        siamo senza speranza tra 10 anni o anche meno esisterà solo una super potenzacinesi avete rotto
        • Anonimo scrive:
          Re: Pochi anni ancora.....
          - Scritto da: Anonimo
          siamo senza speranza tra 10 anni o anche meno
          esisterà solo una super potenza
          cinesi avete rottoW la Cina. Anche se mangiano da SKIFO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pochi anni ancora.....
            ti ci vorrei vedere a te a 100 dollari al mese- Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            siamo senza speranza tra 10 anni o anche meno

            esisterà solo una super potenza

            cinesi avete rotto

            W la Cina. Anche se mangiano da SKIFO.
          • Anonimo scrive:
            Re: Pochi anni ancora.....
            - Scritto da: Anonimo
            ti ci vorrei vedere a te a 100 dollari al mesese avere un appartamento in affitto, incluse tutte le spese (tel, acqua, gas) costasse come a pechino 200$, mangiare al ristorante in 4 a 12$... allora una paga media cinese di 500$ non e' poi malaccio. il costo della vita in cina e' molto basso, la benzina costa 0.4$ fate il conto voi.questo e' il vero motivo della forza e dei prezzi bassi cinesi, tutto costa meno...
          • Anonimo scrive:
            Re: Pochi anni ancora.....

            W la Cina. Anche se mangiano da SKIFO.Ecco i risultato di anni di quegli schifi di ristoranti cinesi italiani.Pensa che in realtà la cucina cinese - quella vera - è la migliore e la più varia del mondo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pochi anni ancora.....
        - Scritto da: Anonimo
        io non riderei
        se gli States fanno una brutta fine noi che fine
        facciamo?Per noi non cambierà niente: allora, come ora, avremo un PresDelCons che s'inchinerà a 90 ai voleri della superpotenza di turno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pochi anni ancora.....
        - Scritto da: Anonimo
        io non riderei
        se gli States fanno una brutta fine noi che fine
        facciamo?
        A noi già ci stanno crocchiando

        - Scritto da: Anonimo

        e la Cina spazzerà via anche gli USA senza che

        gli USA possano rispondere alla Cina a causa

        delle loro stesse legislazioni del DMCA et

        similia.Non credo, la deregolamentazione eccessiva degli USA li ha favoriti nei periodi migliori, ma apre la strada alla concorrenza cinese e le rende le cose fin troppo facili.L'Europa è più protetta, il nostro nemico peggiore è il WTO che si opporrà ai regolamenti europei volti aproteggere la produzione di qualità dalla concorrenza sleale.Dobbiamo solo sperare di non avere mai più euroburocrati come Prodi che lasciò sodomizzare l'UE dal WTO non attuando le difese che i regolamenti WTO stessi gli consentivano nella vicenda delle carni agli ormoni.Cercate su google : prodi report rai wto.Incapace o corrotto? Tutte e due le cose? Aggiudicato!
        • Anonimo scrive:
          Re: Pochi anni ancora.....
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          io non riderei

          se gli States fanno una brutta fine noi che fine

          facciamo?

          A noi già ci stanno crocchiando



          - Scritto da: Anonimo


          e la Cina spazzerà via anche gli USA senza che


          gli USA possano rispondere alla Cina a causa


          delle loro stesse legislazioni del DMCA et


          similia.
          Non credo, la deregolamentazione eccessiva degli
          USA li ha favoriti nei periodi migliori, ma apre
          la strada alla concorrenza cinese e le rende le
          cose fin troppo facili.
          L'Europa è più protetta, il nostro nemico
          peggiore è il WTO che si opporrà ai regolamenti
          europei volti aproteggere la produzione di
          qualità dalla concorrenza sleale.
          Dobbiamo solo sperare di non avere mai più
          euroburocrati come Prodi che lasciò sodomizzare
          l'UE dal WTO non attuando le difese che i
          regolamenti WTO stessi gli consentivano nella
          vicenda delle carni agli ormoni.
          Cercate su google : prodi report rai wto.
          Incapace o corrotto? Tutte e due le cose?
          Aggiudicato!già... e la tristezza è che è l'unica alternativa a questa banda di incapaci :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Pochi anni ancora.....
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            io non riderei


            se gli States fanno una brutta fine noi che
            fine


            facciamo?


            A noi già ci stanno crocchiando





            - Scritto da: Anonimo



            e la Cina spazzerà via anche gli USA senza
            che



            gli USA possano rispondere alla Cina a causa



            delle loro stesse legislazioni del DMCA et



            similia.

            Non credo, la deregolamentazione eccessiva degli

            USA li ha favoriti nei periodi migliori, ma apre

            la strada alla concorrenza cinese e le rende le

            cose fin troppo facili.

            L'Europa è più protetta, il nostro nemico

            peggiore è il WTO che si opporrà ai regolamenti

            europei volti aproteggere la produzione di

            qualità dalla concorrenza sleale.

            Dobbiamo solo sperare di non avere mai più

            euroburocrati come Prodi che lasciò sodomizzare

            l'UE dal WTO non attuando le difese che i

            regolamenti WTO stessi gli consentivano nella

            vicenda delle carni agli ormoni.

            Cercate su google : prodi report rai wto.

            Incapace o corrotto? Tutte e due le cose?

            Aggiudicato!

            già... e la tristezza è che è l'unica alternativa
            a questa banda di incapaci :(Non sono incapaci, purtroppo. Sono tutti corrotti, da ambo i lati che in realtà sono uno solo con due maschere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pochi anni ancora.....
      - Scritto da: Anonimo
      e la Cina spazzerà via anche gli USA senza che
      gli USA possano rispondere alla Cina a causa
      delle loro stesse legislazioni del DMCA et
      similia.Alt.. La cina senza l'occidente è nulla... Certo non si potrebbe dire il contrario, ma mi dite poi come andrà avanti l'economia cinese se non ci fosse l'occidente pronto ad importare i suoi prodotti( dalle pantofole al palmare)? Come alcuni hanno già detto, la cina non è solo una potenza "manuale". ma è anche una super potenza "intellettuale". Il paese ha favorito la formazione sin dalle scuole elementari. Es.I libri costano nulla. Un libro in inglese di ingegneria del software che io ho pagato 60 ?, lì un mio amico l'ha comprato all'equivalente di 6 ?..... Non c'è che dire, lì la prima cosa è la formazione e non l'isola dei famosi, e i grandi fratello. Ma dove pensiamo di poter andare...? Persino in URSS la formazione era importante, ok forse perchè facevano a gara con gli USA a chi sfornava i fisici più bravi che sarebbero stati capaci di costruire bombe atomiche da più megatoni (ma qsta è un'altra storia.... ). FORMAZIONE impariamo questa parola... e poi potremmo anche competere..salut
      • Anonimo scrive:
        Re: Pochi anni ancora.....
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        e la Cina spazzerà via anche gli USA senza che

        gli USA possano rispondere alla Cina a causa

        delle loro stesse legislazioni del DMCA et

        similia.

        Alt.. La cina senza l'occidente è nulla... Certo
        non si potrebbe dire il contrario, ma mi dite poi
        come andrà avanti l'economia cinese se non ci
        fosse l'occidente pronto ad importare i suoi
        prodotti( dalle pantofole al palmare)? ComeMa la Cina non ci vuole mica schiacciare, hai ragione, ci vuole come clienti e le interessiamo danarosi.Però ha tutto l'interesse a diventare la prima potenza mondiale e che il resto del mondo, da cliente soprattutto degli USA, diventi suo.Non vuole affossarci, ma superarci e dominarci.
        alcuni hanno già detto, la cina non è solo una
        potenza "manuale". ma è anche una super potenza
        "intellettuale". Il paese ha favorito la
        formazione sin dalle scuole elementari. Es.I
        libri costano nulla. Un libro in inglese di
        ingegneria del software che io ho pagato 60 ?, lì
        un mio amico l'ha comprato all'equivalente di 6
        ?..... Non c'è che dire, lì la prima cosa è la
        formazione e non l'isola dei famosi, e i grandi
        fratello. Ma dove pensiamo di poter andare...?
        Persino in URSS la formazione era importante, ok
        forse perchè facevano a gara con gli USA a chi
        sfornava i fisici più bravi che sarebbero stati
        capaci di costruire bombe atomiche da più
        megatoni (ma qsta è un'altra storia.... ).

        FORMAZIONE impariamo questa parola... e poi
        potremmo anche competere..
        Parole sante.
  • Anonimo scrive:
    Che bello
    si sono distrutti con le loro stesse mani. Tra un po' i cinesi daranno un calcio agli americani, e la colpa sarà solo dell'ingordigia delle multinazionali (quasi tutte statunitensi)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello
      - Scritto da: Anonimo
      si sono distrutti con le loro stesse mani. Tra un
      po' i cinesi daranno un calcio agli americani, e
      la colpa sarà solo dell'ingordigia delle
      multinazionali (quasi tutte statunitensi)Io confido sempre nei missili intercontinentali MX....
    • Anonimo scrive:
      Re: Che bello
      - Scritto da: Anonimo
      si sono distrutti con le loro stesse mani. Tra un
      po' i cinesi daranno un calcio agli americani, e
      la colpa sarà solo dell'ingordigia delle
      multinazionali (quasi tutte statunitensi)e tu non ciai golpe ?
Chiudi i commenti