USA, OK all'acquisto dei brevetti Nortel e Novell

Il Dipartimento di Giustizia ha apprezzato le promesse di Microsoft, Apple e RIM. Basteranno le buone intenzioni per non incattivire la guerra dei brevetti?
Il Dipartimento di Giustizia ha apprezzato le promesse di Microsoft, Apple e RIM. Basteranno le buone intenzioni per non incattivire la guerra dei brevetti?

Il Dipartimento di Giustizia (Department of Justice, DoJ) statunitense ha approvato l’ acquisizione del pacchetto di brevetti Nortel da parte di Microsoft, Apple e Rim e di quelli Novell da parte di Apple.

L’operazione relativa ai titoli Nortel aveva attirato l’attenzione delle autorità antitrust sia per la grandezza delle aziende protagoniste e del portafoglio brevettuale oggetto dell’operazione, sia per la sua possibile valenza in funzione anti-Google.

Ora l’aggiudicazione via asta di tale portafoglio brevettuale ha ricevuto l’approvazione che permetterà all’affare di concludersi: a convincere il DoJ l’assenza di prove di effetti lesivi dell’operazione sulla concorrenza.

Inoltre sembrano essere state convincenti le dichiarazioni di Apple, RIM e Microsoft che hanno promesso di non impiegare offensivamente i titoli così ottenuti.

In particolare, poi, Cupertino si è assicurata il via libera per l’acquisto dei titoli Novell (ottenuti con un consorzio cui partecipano anche Microsoft e Oracle), garantendo che “onorerà gli impegni di licenze Open Invention Network di Novell”: un impegno di particolare importanza per la comunità Open Source e Linux in particolare, che temeva eventuali scelte contrarie.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti