USA, senatori contro le tasse su Internet

USA, senatori contro le tasse su Internet

Un disegno di legge che mira ad estendere in maniera permanente il blocco di nuovi oboli sugli accessi a Internet e in particolare sulle transazioni in ambito e-commerce
Un disegno di legge che mira ad estendere in maniera permanente il blocco di nuovi oboli sugli accessi a Internet e in particolare sulle transazioni in ambito e-commerce

Dai senatori statunitensi Kelly Ayotte e Dean Heller – entrambi membri della Senate Commerce Committee – il tentativo di reintrodurre un disegno di legge per estendere in maniera permanente il blocco delle tasse sull’accesso a Internet . Nel testo della Permanent Internet Tax Freedom Act , le autorità a stelle e strisce non potranno introdurre nuovi oboli discriminanti nel vasto settore del commercio elettronico.

Adottata nel lontano 1998, la legge nota come Internet Tax Freedom Act (ITFA) proibiva ai governi statali e locali di applicare tassazioni diverse sulla stessa transazione in ambito e-commerce , in modo da uniformare il settore e tutelarlo da “trattamenti fiscali discriminatori”. Più volte confermato dal Congresso a Washington, il testo di legge è ora in scadenza nel novembre 2014.

Per questo motivo , i due senatori a stelle e strisce vorrebbero adottare una misura legislativa permanente per tutelare lo sviluppo di Internet nella creazione di nuovi posti di lavoro e in generale nella promozione della crescita economica. Nella visione di Ayotte, il fisco statunitense avrebbe individuato nel commercio elettronico una succulenta fonte di guadagno .

“I cittadini del Nevada e tutti gli americani dovrebbero accedere a Internet senza oboli per il governo federale – ha spiegato Heller – Questa legge assicurerà delle regole federali durature per prevenire l’aumento delle tasse da parte del governo, preservando la natura educativa e innovativa di Internet”.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 feb 2013
Link copiato negli appunti