USA, sigilli sullo streaming sportivo

Sequestrati più di 300 domini votati alla contraffazione e alla visione illecita degli eventi sportivi. Arrestato l'admin di un network di siti di streaming, a pochi giorni dall'attesa finale del Superbowl

Roma – Sono più di 300 i domini sottoposti a sequestro dalle autorità statunitensi, a pochi giorni dalla 46esima finale dell’attesissimo Superbowl . Centinaia di piattaforme specializzate nella distribuzione di merchandise contraffatto della National Football League (NFL) , insieme ad un gruppo di 16 portali votati allo streaming illecito dei principali eventi sportivi.

Un nuovo raid coordinato dal Department of Justice (DoJ) ed eseguito dagli agenti dell’agenzia Immigration and Customs Enforcement (ICE). L’ Operation Fake Sweep ha così colpito popolari siti di streaming come firstrow.tv , soccertvlive.net e sports95.net . In aggiunta al sequestro di beni contraffatti per un valore complessivo di quasi 5 milioni di dollari.

La vittoria contro l’illecito è stata sbandierata dal direttore dell’ICE John Morton, che ha sottolineato come i pronostici su chi vincerà la finale del Superbowl – Patriots contro Giants – non abbiano affatto distratto l’esercito della legalità. “Il nostro messaggio è molto semplice: sottostare ai diritti di proprietà intellettuale non è un’opzione: è la legge”.

E gli agenti federali a stelle e strisce hanno messo le mani sul giovane cittadino del Michigan Yonjo Quiroa, accusato di aver gestito 9 dei 16 siti di streaming sequestrati . Quiroa non è che l’ultimo degli admin finiti nelle grinfie dell’anti-pirateria statunitense, che aveva già colpito i gestori di NinjaVideo e chiesto l’estradizione dello studente britannico Richard ÒDwyer.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • David R scrive:
    protezione drm inutile
    Io leggo ebook sul mio smartphone gia da diverso tempo e sono comodissimi.Primo tra tutti i pregi, avere sempre con se in qualunque momento un'intera libreria in tasca.Problema pirateria molto piu alto rispetto alla musica e ai movie. Un ebook sono pochi Kb, la velocità e semplicità di diffusione di una copia pirata di un ebook è immensamente maggiore rispetto a musica o film, e quando un giorno l'utilizzo degli ebook sarà la normalità, il problema sarà grande, e secondo me molti editori/scrittori, evitano di affacciarsi a questo mercato proprio per questo. I drm sono una rottura di palle pazzesca, ma io ne capisco l'esigenza, il fatto è che basta calibre con l'apposito plugin per sproteggere un drm con un click, per noi che vogliamo essere liberi di leggere il libro comprato dove ci pare e con il lettore che preferiamo è una fortuna avere questa possibilità. Il fatto è che oggi come oggi la protezione drm è totalmente inutile, per cui dovranno inventarsi qualcos'altro e purtroppo qulunque cosa sia non ho il sospetto che nn potrà che essere scomodo per noi. Comunque per assicurare la crescita di questo mercato questo nodo andrà sciolto...
  • Non lo conosco scrive:
    voglio comprare un libro, ma non posso.
    Volevo in questi giorni comprare un libro, ma l'ho trovato solo con il DRM di Adobe (quelli con SDRM, ne ho già acquistati alcuni, senza problemi), e questo per me è veramente un grosso problema. Uso solo linux, e non esiste nessun client per scaricare questi file protetti. ho scritto a ibs, mi hanno detto di usare wine... a parte il fatto che poi non potrei comunque registrare il mio ebook senza windows, e quindi non sarebbe comunque in grado di leggere il file scaricato... ma io non voglio usare programmi per winzoz, perché dovrei essere obbligato a fare dei salti mortali per leggere una cosa che ho regolarmente pagato?e poi... tutti questi fastidi, per un risparmio rispetto al cartaceo di circa 1 euro... ma ne vale veramente la pena?datemi i miei epub con SDRM, e ve li compro, datemeli ad un prezzo decente, e ve ne compro di più... ma è così difficile caXXXXX?Bye
    • tucumcari scrive:
      Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
      - Scritto da: Non lo conosco
      Volevo in questi giorni comprare un libro, ma
      l'ho trovato solo con il DRM di Adobe (quelli con
      SDRM, ne ho già acquistati alcuni, senza
      problemi), e questo per me è veramente un grosso
      problema. Uso solo linux, e non esiste nessun
      client per scaricare questi file protetti. ho
      scritto a ibs, mi hanno detto di usare wine...


      a parte il fatto che poi non potrei comunque
      registrare il mio ebook senza windows, e quindi
      non sarebbe comunque in grado di leggere il file
      scaricato... ma io non voglio usare programmi per
      winzoz, perché dovrei essere obbligato a fare dei
      salti mortali per leggere una cosa che ho
      regolarmente
      pagato?

      e poi... tutti questi fastidi, per un risparmio
      rispetto al cartaceo di circa 1 euro... ma ne
      vale veramente la
      pena?

      datemi i miei epub con SDRM, e ve li compro,
      datemeli ad un prezzo decente, e ve ne compro di
      più... ma è così difficile
      caXXXXX?

      ByeE tu scaricatelo senza drm. E' pure gratis.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
        - Scritto da: tucumcari

        E tu scaricatelo senza drm. E' pure gratis.Ecco, vedi?Qui te l'appoggio.
        • IL DRAGA scrive:
          Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: tucumcari




          E tu scaricatelo senza drm. E' pure gratis.

          Ecco, vedi?
          Qui te l'appoggio.Basta che poi non spingi :$
      • Non lo conosco scrive:
        Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
        Certo... ma io lo volevo comprare... mi pareva una cosa giusta...ho anche trovato degli howto su come togliere poi il drm (a parte il fatto che sono sempre e solo programmi per winzoz,e quindi ricadiamo lì), ma perché devo sproteggere una cosa che ho acquistato regolarmente? io voglio solo poterlo leggere, poterlo fare dove e quando voglio...altra beffa.. quando ho chiesto perché c'é così poca differenza tra cartaceo e ebook...risposta: un ebook costa mediamente il 30% in meno, ma poi bisogna metterci il 20% di iva... (mavaffa...)...
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
          - Scritto da: Non lo conosco
          Certo... ma io lo volevo comprare... mi pareva
          una cosa
          giusta...
          Comprare non è mai la cosa giusta.
          • Non lo conosco scrive:
            Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
            Bhe... il lavoro altrui va "onestamente" ripagato, quanto onesto sia il sistema attuale con i copyright e palle varie, lo lascio decidere a voi...se un testo lo trovo fatto come si deve, mi piace, e non costa uno sproposito, per me non è sicuramente un reato pagarlo il suo giusto... meglio ancora se quello che pago va direttamente allo scrittore (so bene che attualmente non è così)...il social DRM mi pare un ottimo compromesso, ti lascia la libera fruizione del testo in qualsiasi situazione e con qualsiasi device, lo puoi anche scambiare, sapendo che ci hai comunque messo la firma, quindi se va troppo in giro (p2p per intenderci) sanno che l'hai buttato tu nel circuito. (sì, se uno è in grado di editare l'epub può tranquillamente togliere la propria "firma", ma la maggior parte della gente non ne avrebbe bisogno).poi... oggi sono particolarmente XXXXXXXto con fingebooks, che mi ha XXXXXXX 10 euro, senza battere ciglio...Byez
          • Non lo conosco scrive:
            Re: voglio comprare un libro, ma non posso.
            A quanto pare, quelli di fingerbooks hanno deciso di rimborsarmi comunque, visto che sono stato iscritto al loro servizio per pochi minuti, ed è palese che non posso aver usufruito del servizio.che dire... una volta tanto che vince il buon senso...Byez
  • Basta Pirateria scrive:
    Sapete cosa vi dico?
    Sapete che vi dico?Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da dire a:Panda Rossa, che ritiene equiparabili le leggi sul copyright a quelle sulla schiavitù e sulla discriminazione razzista.Dont feed the troll, che considera cultura "sex and the city" ma ignora che l'ingresso alle università è libero per legge: meglio vedere le fiction che assistere alle lezioni. Questa si che è cultura.Uno qualsiasi, che sostiene che tutto debba essere gratis e che chi scrive soggetti o produce contenuti debba andare a lavorare la terra visto che sono tutte braccia rubate all'agricoltura.Tucumcari, che ripete a pappagallo "perchè perchè perchè".Tutti gli altri troll di questo forum, che danno dei videotichini a chiunque non la pensa come loro.Alla fine cosa può importare delle proposte di riforma sul copyright (di cui non sono mai riuscito a discutere seriamente con nessuno in questo forum) a quelli che considerano "conveniente" il materiale pirata rispetto a quello "originale"?Quindi mi arrendo....e ora fatemi pure a pezzettini. Non risponderò a nessuno su questo thread.Buon download.
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      Cagasotto.E bugiardo.
      • tucumcari scrive:
        Re: Sapete cosa vi dico?
        - Scritto da: dont feed the troll/dovella
        Cagasotto.Urca che caduta di stile, non me l'aspettavo da te dont feed the troll.

        E bugiardo.Insomma. Incompleto direi visto che non ci ha ancora detto "perché" basta con la pirateria :D :D :D
        • Sgabbio scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          Bhe siceramente mi sono stupito, della mia assenza in quel suo post, comunque travisava molti discorsi.Uno usa come esempio sex in the city e lui che afferma che il suo interlocutore, affermava che quella serie sia alta cultura....
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: Sgabbio
            Bhe siceramente mi sono stupito, della mia
            assenza in quel suo post, comunque travisava
            molti
            discorsi.

            Uno usa come esempio sex in the city e lui che
            afferma che il suo interlocutore, affermava che
            quella serie sia alta
            cultura....è uno che non sa + cosa dire, quindi si finge offeso e va via sbattendo la porta.
    • Wolf01 scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      No dai, non prendertela.Qualcuno per discutere tranquillamente forse potresti ancora trovarlo in questo forum... forse.Basta non essere estremista, guarda me, sputo su tutto quello capita in egual misura :D
    • Ehdai scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      via la feccia finalmente!
    • panda rossa scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Sapete che vi dico?

      Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da dire
      a:

      Panda Rossa, che ritiene equiparabili le leggi
      sul copyright a quelle sulla schiavitù e sulla
      discriminazione
      razzista.Dura lex sed lex!(tuttavia ti riconosco la paternita' di questa citazione, non intendo assolutamente attribuirmi alcun merito).
      • gnammolo scrive:
        Re: Sapete cosa vi dico?
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: Basta Pirateria

        Sapete che vi dico?



        Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da
        dire

        a:



        Panda Rossa, che ritiene equiparabili le
        leggi

        sul copyright a quelle sulla schiavitù e
        sulla

        discriminazione

        razzista.

        Dura lex sed lex!

        (tuttavia ti riconosco la paternita' di questa
        citazione, non intendo assolutamente attribuirmi
        alcun
        merito).zitto te, se è vero che hai equiparato le cose con la schiavitu' allora sei un fango
        • panda rossa scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          - Scritto da: gnammolo
          - Scritto da: panda rossa

          - Scritto da: Basta Pirateria


          Sapete che vi dico?





          Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più
          nulla
          da

          dire


          a:





          Panda Rossa, che ritiene equiparabili le

          leggi


          sul copyright a quelle sulla schiavitù e

          sulla


          discriminazione


          razzista.



          Dura lex sed lex!



          (tuttavia ti riconosco la paternita' di
          questa

          citazione, non intendo assolutamente
          attribuirmi

          alcun

          merito).

          zitto te, se è vero che hai equiparato le cose
          con la schiavitu' allora sei un
          fangoOggi tu parli della schiavitu' in questo modo, che solo 50 anni fa era lecita, esattamente come tutti tra 50 anni parleremo del copyright che oggi esiste solo come legge lobbista.E' giusto che vi sia un disgusto collettivo per gli abominii legalizzati.Leggi scritte per proteggere il privilegio di pochi a discapito dell'umanita'.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          - Scritto da: gnammolo

          zitto te, se è vero che hai equiparato le cose
          con la schiavitu' allora sei un
          fangoCioè davvero dai credito alle farneticazioni di uno che non sapendo cosa rispondere è andato via sbattendo la porta e piagnucolando?
          • tucumcari scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: gnammolo




            zitto te, se è vero che hai equiparato le
            cose

            con la schiavitu' allora sei un

            fango

            Cioè davvero dai credito alle farneticazioni di
            uno che non sapendo cosa rispondere è andato via
            sbattendo la porta e
            piagnucolando?veramente zio panda le ha citate davvero quelle leggi, ho letto il thread. E anche tu hai citato la serie tv.Quello che è giusto è giusto...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: gnammolo







            zitto te, se è vero che hai equiparato
            le

            cose


            con la schiavitu' allora sei un


            fango



            Cioè davvero dai credito alle farneticazioni
            di

            uno che non sapendo cosa rispondere è andato
            via

            sbattendo la porta e

            piagnucolando?

            veramente zio panda le ha citate davvero quelle
            leggi, ho letto il thread. E anche tu hai citato
            la serie
            tv.Mai citato sex and city e nemmeno mai visto.Mi sa che è contagiosa la pasta ala pirateria.
          • oracolo scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: gnammolo










            zitto te, se è vero che hai
            equiparato

            le


            cose



            con la schiavitu' allora sei un



            fango





            Cioè davvero dai credito alle
            farneticazioni

            di


            uno che non sapendo cosa rispondere è
            andato

            via


            sbattendo la porta e


            piagnucolando?



            veramente zio panda le ha citate davvero
            quelle

            leggi, ho letto il thread. E anche tu hai
            citato

            la serie

            tv.


            Mai citato sex and city e nemmeno mai visto.
            Mi sa che è contagiosa la pasta ala pirateria.E' vero, non l'hai mai citato. E' stato quello stordito di attonito a farlo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3424550&m=3427174#p3427174
          • Sgabbio scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            Ma la sua citazione era un esempio che "Basta pirateria" ha appunto stravolto :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: tucumcari
            veramente zio panda le ha citate davvero quelle
            leggi, ho letto il thread. Certo che le ho citate: lui ha scritto "Dura lex sed lex!" e io gli ho sbattuto in faccia quanto e' dura la legge.
          • mazz0lator scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: tucumcari


            veramente zio panda le ha citate davvero
            quelle

            leggi, ho letto il thread.

            Certo che le ho citate: lui ha scritto "Dura lex
            sed lex!" e io gli ho sbattuto in faccia quanto
            e' dura la
            legge.Veramente gli hai sbattuto in faccia la tua abissale ignoranza
          • p4bl0 scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: gnammolo







            zitto te, se è vero che hai equiparato
            le

            cose


            con la schiavitu' allora sei un


            fango



            Cioè davvero dai credito alle farneticazioni
            di

            uno che non sapendo cosa rispondere è andato
            via

            sbattendo la porta e

            piagnucolando?

            veramente zio panda le ha citate davvero quelle
            leggi, ho letto il thread. E anche tu hai citato
            la serie
            tv.

            Quello che è giusto è giusto...credo che tu ti sia dimenticato di aggiungere un "perchè"
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      Te ne vai?[img]http://www.myluxury.it/img/champagne-bottle.jpg[/img]Nota: se ritorni (come hanno fatto, in passato, altri individui, in particolare un certo Pepito il Breve) avrai dimostrato a tutti gli effetti di essere un troll, quindi non sorprenderti se verrai trattato come tale.
      • tucumcari scrive:
        Re: Sapete cosa vi dico?
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Te ne vai?

        [img]http://www.myluxury.it/img/champagne-bottle.j

        Nota: se ritorni (come hanno fatto, in passato,
        altri individui, in particolare un certo Pepito
        il Breve) avrai dimostrato a tutti gli effetti di
        essere un troll, quindi non sorprenderti se
        verrai trattato come
        tale.ma perche' se ne va' dal forum? Veramente ha scritto che non rispondera' a questo trhead. Ha scritto che lascia PI? Dove che mi unisco al brindisi e anzi offro io un giro ?
        • gnammolo scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: uno qualsiasi

          Te ne vai?




          [img]http://www.myluxury.it/img/champagne-bottle.j



          Nota: se ritorni (come hanno fatto, in
          passato,

          altri individui, in particolare un certo
          Pepito

          il Breve) avrai dimostrato a tutti gli
          effetti
          di

          essere un troll, quindi non sorprenderti se

          verrai trattato come

          tale.

          ma perche' se ne va' dal forum? Veramente ha
          scritto che non rispondera' a questo trhead. Ha
          scritto che lascia PI? Dove che mi unisco al
          brindisi e anzi offro io un giro
          ?Non l'ha detto infatti ma è abitudine dei trolloni di PI mettere in bocca agli altri quello che gli fa comodo.Comunque se se ne va la visibilità di PI ci rimette, quel tipo è strambo ma è anche un generatore di click. In un altro post c'era persino un sempronio che affermava che fosse addirittura pagato dalla redazione.
          • mazz0lator scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: gnammolo
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: uno qualsiasi


            Te ne vai?








            [img]http://www.myluxury.it/img/champagne-bottle.j





            Nota: se ritorni (come hanno fatto, in

            passato,


            altri individui, in particolare un certo

            Pepito


            il Breve) avrai dimostrato a tutti gli

            effetti

            di


            essere un troll, quindi non
            sorprenderti
            se


            verrai trattato come


            tale.



            ma perche' se ne va' dal forum? Veramente ha

            scritto che non rispondera' a questo trhead.
            Ha

            scritto che lascia PI? Dove che mi unisco al

            brindisi e anzi offro io un giro

            ?

            Non l'ha detto infatti ma è abitudine dei
            trolloni di PI mettere in bocca agli altri quello
            che gli fa
            comodo.

            Comunque se se ne va la visibilità di PI ci
            rimette, quel tipo è strambo ma è anche un
            generatore di click. In un altro post c'era
            persino un sempronio che affermava che fosse
            addirittura pagato dalla
            redazione.ecco il novello pico della mirandola
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Sapete che vi dico?

      Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da dire
      a:
      Il tuo errore è stato voler imbastire una discussione con della gente che non ha niente da fare tutto il giorno.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Sapete cosa vi dico?
        Beh, alcuni, io ad esempio lavoro ne ho, il problema è che PI è come la droga.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Sapete cosa vi dico?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Basta Pirateria

        Sapete che vi dico?



        Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da
        dire

        a:



        Il tuo errore è stato voler imbastire una
        discussione con della gente che non ha niente da
        fare tutto il
        giorno.Il tuo errore invece è stato quello di mostrarci a tutti quanto tu sia privo di argomenti.
        • tucumcari scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          - Scritto da: dont feed the troll/dovella
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          - Scritto da: Basta Pirateria


          Sapete che vi dico?





          Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più
          nulla
          da

          dire


          a:






          Il tuo errore è stato voler imbastire una

          discussione con della gente che non ha
          niente
          da

          fare tutto il

          giorno.

          Il tuo errore invece è stato quello di mostrarci
          a tutti quanto tu sia privo di
          argomenti.E senza neanche riuscire a dire "perché" basta con la pirateria.Buon per tutti che abbia levato le tende.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          Ma lui fa l'anti internet, stando sempre su internet... non so se mi sono spiegato :D
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma lui fa l'anti internet, stando sempre su
            internet... non so se mi sono spiegato
            :DEh signora mia, si stava meglio quando si stava peggio.Quando eravamo giovani, marituma, porta lu ghiacciu a li cristiani, poi cu tutti 'sti modernismi le massaie hanno voluto il frigider, e mo nu sacco de giuvani non hanno + lavoro.Ce la vulite na orzata frisca?
          • tucumcari scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: Sgabbio
            Ma lui fa l'anti internet, stando sempre su
            internet... non so se mi sono spiegato
            :DSpiegato tu? Impossibile. Non hai i mezzi...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Sgabbio

            Ma lui fa l'anti internet, stando sempre su

            internet... non so se mi sono spiegato

            :D

            Spiegato tu?
            Impossibile. Non hai i mezzi...Fammi capire il tuo ruolo su questo forum, ce l'hai con tutti e vai contro ogni posizione. Se ti si chiede di spiegare come la pensi non sei capace. Che differenza c'è tra te e pasta alla pirateria?
          • tucumcari scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: Sgabbio


            Ma lui fa l'anti internet, stando
            sempre
            su


            internet... non so se mi sono spiegato


            :D



            Spiegato tu?

            Impossibile. Non hai i mezzi...

            Fammi capire il tuo ruolo su questo forum, ce
            l'hai con tutti e vai contro ogni posizione. Se
            ti si chiede di spiegare come la pensi non sei
            capace. Che differenza c'è tra te e pasta alla
            pirateria?Veramente nell'altro thread hai gettato tu la spugna per mancanza di argomenti, e sei sempre tu che vuoi il pizzo sulle copie della tua musica. Mi sa che hai mangiato un piatto di pasta alla pirateria di troppo oppure che devi fare pace con te stesso.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: Sgabbio



            Ma lui fa l'anti internet, stando

            sempre

            su



            internet... non so se mi sono
            spiegato



            :D





            Spiegato tu?


            Impossibile. Non hai i mezzi...



            Fammi capire il tuo ruolo su questo forum, ce

            l'hai con tutti e vai contro ogni posizione.
            Se

            ti si chiede di spiegare come la pensi non
            sei

            capace. Che differenza c'è tra te e pasta
            alla

            pirateria?

            Veramente nell'altro thread hai gettato tu la
            spugna per mancanza di argomentiHo preso atto del fato che tu non hai nessuna teoria in mente vuoi solo farti gli affari tuoi alla faccia dle resto del mondo
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: tucumcari



            - Scritto da: Sgabbio




            Ma lui fa l'anti internet,
            stando


            sempre


            su




            internet... non so se mi sono

            spiegato




            :D







            Spiegato tu?



            Impossibile. Non hai i mezzi...





            Fammi capire il tuo ruolo su questo
            forum,
            ce


            l'hai con tutti e vai contro ogni
            posizione.

            Se


            ti si chiede di spiegare come la pensi
            non

            sei


            capace. Che differenza c'è tra te e
            pasta

            alla


            pirateria?



            Veramente nell'altro thread hai gettato tu la

            spugna per mancanza di argomenti

            Ho preso atto del fato che tu non hai nessuna
            teoria in mente vuoi solo farti gli affari tuoi
            alla faccia dle resto del
            mondoLui? Tutti.Quanta gente conosci che scarica?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            - Scritto da: tucumcari




            - Scritto da: Sgabbio





            Ma lui fa l'anti
            internet,

            stando



            sempre



            su





            internet... non so se mi
            sono


            spiegato





            :D









            Spiegato tu?




            Impossibile. Non hai i
            mezzi...







            Fammi capire il tuo ruolo su questo

            forum,

            ce



            l'hai con tutti e vai contro ogni

            posizione.


            Se



            ti si chiede di spiegare come la
            pensi

            non


            sei



            capace. Che differenza c'è tra te e

            pasta


            alla



            pirateria?





            Veramente nell'altro thread hai gettato
            tu
            la


            spugna per mancanza di argomenti



            Ho preso atto del fato che tu non hai nessuna

            teoria in mente vuoi solo farti gli affari
            tuoi

            alla faccia dle resto del

            mondo

            Lui? Tutti.

            Quanta gente conosci che scarica?E questo cosa dovrebbe significare?
          • tucumcari scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Veramente nell'altro thread hai gettato tu la

            spugna per mancanza di argomenti

            Ho preso atto del fato che tu non hai nessuna
            teoria in mente vuoi solo farti gli affari tuoi
            alla faccia dle resto del
            mondoQuindi hai abbandonato la discussione dimostrando che ho ragione io. Bene.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Veramente nell'altro thread hai gettato
            tu
            la


            spugna per mancanza di argomenti



            Ho preso atto del fato che tu non hai nessuna

            teoria in mente vuoi solo farti gli affari
            tuoi

            alla faccia dle resto del

            mondo

            Quindi hai abbandonato la discussione dimostrando
            che ho ragione io.Ho abbandonato la discussione perchè è inutile discutere con chi è infantile e irragionevole.Se per te dimostrarti tale vuol dire avere ragione, che aggiungere?Contento te, contenti tutti.Io però preferisco discutere con degli adulti intelligenti.
    • attonito scrive:
      Re: Sapete cosa vi dico?
      - Scritto da: Basta Pirateria
      Sapete che vi dico?

      Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da dire
      a:

      Panda Rossa, che ritiene equiparabili le leggi
      sul copyright a quelle sulla schiavitù e sulla
      discriminazione
      razzista.

      Dont feed the troll, che considera cultura "sex
      and the city" ma ignora che l'ingresso alle
      università è libero per legge: meglio vedere le
      fiction che assistere alle lezioni. Questa si che
      è
      cultura.

      Uno qualsiasi, che sostiene che tutto debba
      essere gratis e che chi scrive soggetti o produce
      contenuti debba andare a lavorare la terra visto
      che sono tutte braccia rubate
      all'agricoltura.

      Tucumcari, che ripete a pappagallo "perchè perchè
      perchè".

      Tutti gli altri troll di questo forum, che danno
      dei videotichini a chiunque non la pensa come
      loro.

      Alla fine cosa può importare delle proposte di
      riforma sul copyright (di cui non sono mai
      riuscito a discutere seriamente con nessuno in
      questo forum) a quelli che considerano
      "conveniente" il materiale pirata rispetto a
      quello
      "originale"?

      Quindi mi arrendo.

      ...e ora fatemi pure a pezzettini. Non risponderò
      a nessuno su questo
      thread.

      Buon download.finito il contratto?
      • io ce lo so scrive:
        Re: Sapete cosa vi dico?
        - Scritto da: attonito
        - Scritto da: Basta Pirateria

        Sapete che vi dico?



        Avete vinto. Mi arrendo. Non ho più nulla da
        dire

        a:



        Panda Rossa, che ritiene equiparabili le
        leggi

        sul copyright a quelle sulla schiavitù e
        sulla

        discriminazione

        razzista.



        Dont feed the troll, che considera cultura
        "sex

        and the city" ma ignora che l'ingresso alle

        università è libero per legge: meglio vedere
        le

        fiction che assistere alle lezioni. Questa
        si
        che

        è

        cultura.



        Uno qualsiasi, che sostiene che tutto debba

        essere gratis e che chi scrive soggetti o
        produce

        contenuti debba andare a lavorare la terra
        visto

        che sono tutte braccia rubate

        all'agricoltura.



        Tucumcari, che ripete a pappagallo "perchè
        perchè

        perchè".



        Tutti gli altri troll di questo forum, che
        danno

        dei videotichini a chiunque non la pensa come

        loro.



        Alla fine cosa può importare delle proposte
        di

        riforma sul copyright (di cui non sono mai

        riuscito a discutere seriamente con nessuno
        in

        questo forum) a quelli che considerano

        "conveniente" il materiale pirata rispetto a

        quello

        "originale"?



        Quindi mi arrendo.



        ...e ora fatemi pure a pezzettini. Non
        risponderò

        a nessuno su questo

        thread.



        Buon download.

        finito il contratto?bha... tornerà su altri thread. Questo qui è un prezzolato.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Sapete cosa vi dico?
          - Scritto da: io ce lo so
          - Scritto da: attonito

          finito il contratto?

          bha... tornerà su altri thread. Questo qui è un
          prezzolato.e ma come tutti i pirecari non è detto che gli rinnovino il contratto.Soprattutto considerando gli esiti del "progetto"
          • IL DRAGA scrive:
            Re: Sapete cosa vi dico?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: io ce lo so

            - Scritto da: attonito



            finito il contratto?



            bha... tornerà su altri thread. Questo qui è
            un

            prezzolato.

            e ma come tutti i pirecari non è detto che gli
            rinnovino il
            contratto.
            Soprattutto considerando gli esiti del "progetto"Bò. Se consideri il numero di post che ha generato direi che il progetto è riuscito. Sempre che fosse qui per generare click.
  • panda rossa scrive:
    Pirateria a fumetti.
    E' in francese, ma si capisce lo stessohttp://www.hardabud.com/alabordage/livre/
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Pirateria a fumetti.
      - Scritto da: panda rossa
      E' in francese, ma si capisce lo stesso
      http://www.hardabud.com/alabordage/livre/dì la verità. Questa l'hai scritta tu!!!Si sa, più o meno, che la si pensa in modo diverso.Ma ti faccio una domanda. In che maniera l'idea e l'opera possono essere visti come la stessa cosa? O sono forse diverse? Voglio dire, una canzone si diffonde senza dover vendere/comperare cd (radio tradizionali o in streming). La canzone può essere vista come l'idea e il cd (mp3 scaricato) come l'opera?
      • panda rossa scrive:
        Re: Pirateria a fumetti.
        - Scritto da: mcmcmcmcmc
        - Scritto da: panda rossa

        E' in francese, ma si capisce lo stesso

        http://www.hardabud.com/alabordage/livre/

        dì la verità. Questa l'hai scritta tu!!!Azz... mi hai scoperto. (anonimo)
        Si sa, più o meno, che la si pensa in modo
        diverso.
        Ma ti faccio una domanda. In che maniera l'idea e
        l'opera possono essere visti come la stessa cosa?L'idea e l'opera sono cose diverse.L'opera deve essere unica: rappresentazione dal vivo, o un oggetto materiale.
        O sono forse diverse? Voglio dire, una canzone si
        diffonde senza dover vendere/comperare cd (radio
        tradizionali o in streming). Quella che diffondi e' una registrazione.O una trasmissione di uno spettacolo dal vivo.
        La canzone può
        essere vista come l'idea e il cd (mp3 scaricato)
        come l'opera?No. Il CD fisico e' l'opera.L'MP3 scaricato e' la forma digitale dell'idea.
        • mcmcmcmcmc scrive:
          Re: Pirateria a fumetti.
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: mcmcmcmcmc

          - Scritto da: panda rossa


          E' in francese, ma si capisce lo stesso



          http://www.hardabud.com/alabordage/livre/



          dì la verità. Questa l'hai scritta tu!!!

          Azz... mi hai scoperto. (anonimo)


          Si sa, più o meno, che la si pensa in modo

          diverso.

          Ma ti faccio una domanda. In che maniera
          l'idea
          e

          l'opera possono essere visti come la stessa
          cosa?

          L'idea e l'opera sono cose diverse.
          L'opera deve essere unica: rappresentazione dal
          vivo, o un oggetto
          materiale.


          O sono forse diverse? Voglio dire, una
          canzone
          si

          diffonde senza dover vendere/comperare cd
          (radio

          tradizionali o in streming).

          Quella che diffondi e' una registrazione.
          O una trasmissione di uno spettacolo dal vivo.


          La canzone può

          essere vista come l'idea e il cd (mp3
          scaricato)

          come l'opera?

          No. Il CD fisico e' l'opera.
          L'MP3 scaricato e' la forma digitale dell'idea.Io penso all'MP3 come la forma digitale dell'opera, non dell'idea.Ci sono due veri problemi, strettamente correlati. Il copyright, che è evidentemente da rivedere, per renderlo attuale, efficace ed utile (non solo per chi lo sta sfruttando oggi) e la comprensione da parte di chi ci guadagna, che, come è sempre stato, un prodotto facile da replicare vale economicamente di meno. E' così anche per i chiodi, ma non è che si è smesso di fare chiodi.
          • panda rossa scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            Io penso all'MP3 come la forma digitale
            dell'opera, non
            dell'idea.Quindi una foto dell'opera.Non e' l'opera.
            Ci sono due veri problemi, strettamente
            correlati. Il copyright, che è evidentemente da
            rivedere, per renderlo attuale, efficace ed utile
            (non solo per chi lo sta sfruttando oggi) e la
            comprensione da parte di chi ci guadagna, che,
            come è sempre stato, un prodotto facile da
            replicare vale economicamente di meno. La comprensione da parte di chi ci guadagna e' semplice.Si fa una legge (che a loro piace tanto parlare di leggi) che finche' non sono passati 70 anni dalla morte dell'ultimo sfruttatore, non si guadagna piu' niente. Poi si potra' rivedere la norma. Ma non prima.Oppure si prendono tutti quelli che copiano e li si mettono dietro le sbarre, il che significa prendere quelli che oggi ci guadagnano e chiuderli in una gabbia 2x2 e poi dire loro che finalmente tutti quelli che copiano sono dietro le sbarre, e loro sono gli unici rimasti in liberta'.
            E' così
            anche per i chiodi, ma non è che si è smesso di
            fare
            chiodi.E nessuno mi impedisce di fare un chiodo, e nessuno mi chiede l'equo compenso se compro un martello, perche' potenzialmente potrei togliere dei guadagni a chi fabbrica chiodi.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            ribadisco che sarebbe sufficiente una revisione del copyright che vada incontro alle esigenze di chi compra. Per iniziare sarebbe sufficiente una durata limitata del cr (ad esempio 5 anni). Ma credo che si potrebbe fare altro.E l'esempio del chiodo sta a dire che una cosa semplice da replicare dovrebbe avere un prezzo basso. Ed è vero che tu puoi fare un chiodo, se ne sei capace (anche di una canzone potresti farci una cover, ma dubito che potrebbe avere sucXXXXX come l'originale), e puoi farci quel che vuoi (regalarlo o venderlo, pagandoci sopra le tasse). Ma non puoi prenderlo a gratis da chi lo produce; lo paghi poco.Per il digitale dovrebbe essere uguale. Prezzo basso, e una volta comperato ci faccio quel che voglio. Se poi quel che voglio non è legale (e il diffondere a chiunque secondo me non lo deve essere) peggio per me, se mi prendono. Di conseguenza l'equo compenso è da abolire.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            ribadisco che sarebbe sufficiente una revisione
            del copyright che vada incontro alle esigenze di
            chi compra. Per iniziare sarebbe sufficiente una
            durata limitata del cr (ad esempio 5 anni).ovviamente dalla creazione, non dalla morte dell'autore.
          • panda rossa scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            - Scritto da: mcmcmcmcmc

            ribadisco che sarebbe sufficiente una
            revisione

            del copyright che vada incontro alle
            esigenze
            di

            chi compra. Per iniziare sarebbe sufficiente
            una

            durata limitata del cr (ad esempio 5 anni).

            ovviamente dalla creazione, non dalla morte
            dell'autore.Non dalla creazione.Dalla pubblicazione.A meno che non sia un'opera postuma nel qual caso l'autore e' morto e quindi non c'e' nulla da dare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            ribadisco che sarebbe sufficiente una revisione
            del copyright che vada incontro alle esigenze di
            chi compra. Per iniziare sarebbe sufficiente una
            durata limitata del cr (ad esempio 5 anni). Ma
            credo che si potrebbe fare
            altro.
            E l'esempio del chiodo sta a dire che una cosa
            semplice da replicare dovrebbe avere un prezzo
            basso. Ed è vero che tu puoi fare un chiodo, se
            ne sei capace (anche di una canzone potresti
            farci una cover, ma dubito che potrebbe avere
            sucXXXXX come l'originale), Ma io non voglio averci sucXXXXX, voglio ascoltarmela da solo.Vediamo di distinguere tra la copia per fruizione personale e quella per riutilizzo commerciale.Se io canticchio una canzone sotto la doccia, sia che io la fischietti, sia che lo faccia per me il riproduttore di MP3, deve essere considerato LO STESSO.Se invece una pubblicita' in tv usa quella stessa canzone, allora se la vedranno tra loro il pubblicitario e l'autore, ma e' una norma che coinvolge soggetti commerciali, non privati.
            e puoi farci quel che
            vuoi (regalarlo o venderlo, pagandoci sopra le
            tasse). Il CD, il libro, l'oggetto fisico. Non il file.
            Ma non puoi prenderlo a gratis da chi lo
            produce; lo paghi
            poco.L'oggetto fisico, lo compro dove lo trovo a vendere.
            Per il digitale dovrebbe essere uguale.No.Il digitale non e' fisico.Non si produce, ma si copia.
            Prezzo
            basso, e una volta comperato ci faccio quel che
            voglio.Compreso il farmelo copiare a me.
            Se poi quel che voglio non è legale (e il
            diffondere a chiunque secondo me non lo deve
            essere) peggio per me, se mi prendono. E' una legge artefatta, finalizzata a mantenere il controllo da parte di pochi su qualcosa di non controllabile per natura.
            Di
            conseguenza l'equo compenso è da
            abolire.Ce ne sono di cose da abolire in questo ambito.
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            ho capito quel che dici, ma non lo condivido. Per me non è così. La distinzione tra fisico e no, non è convincente. Ha senso pagare solo quel che è fisico? Per me no.La telefonata la pago, la pay tv anche. Il software anche.L'MP3 deve costare poco, chi diffonde liberamente a una massa critica deve essere perseguito. Chi avrebbe interesse a scaricare "illegalmente" se avesse la possibilità di comperare a basso prezzo un prodotto di qualità offerto da chi ti offre anche servizi di qualità (aggiornamento a nuovi formati audio in automatico ad esempio), associati all'MP3?
          • panda rossa scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: mcmcmcmcmc
            ho capito quel che dici, ma non lo condivido. Per
            me non è così. La distinzione tra fisico e no,
            non è convincente. Ha senso pagare solo quel che
            è fisico? Per me no.Ha senso pagare per quello che prendi togliendolo a qualcun altro.Beni a quantita' limitata.
            La telefonata la pago, la pay tv anche. Paghi per un servizio.Nessuno ti impedisce di affacciarti alla finestra ed urlare invece di telefonare.La pay tv dopo che l'hai pagata dovresti avere il diritto di poter registrare tutto, e di ridistribuirlo, altrimenti hai pagato per aria fritta.
            Il software anche.Il software no. E' infinitamente replicabile.A meno che tu non abbia commissionato qualcosa e allora paghi materiale e manodopera. Il materiale e' zero: paghi solo il tempo del programmatore.
            L'MP3 deve costare poco,Zero e' un costo accettabile.
            chi diffonde liberamente
            a una massa critica deve essere perseguito. Fuciliamolo sul posto!
            Chi
            avrebbe interesse a scaricare "illegalmente" se
            avesse la possibilità di comperare a basso prezzo
            un prodotto di qualità offerto da chi ti offre
            anche servizi di qualità (aggiornamento a nuovi
            formati audio in automatico ad esempio),
            associati
            all'MP3?iTunes funziona.C'e' gente disposta a pagare per poter scaricare da li' piuttosto che sbattersi un po' per cercare altrove.E' un servizio. Si paga per il servizio.Io non sono contrario ai servizi. Sono contrario al monopolio.Vuoi fare un servizio di download? Benissimo.Chi vuole il tuo download lo paga. Chi non lo vuole deve essere libero di procurarsi i files per altre vie.
          • ciupa ciupa scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: panda rossa

            L'MP3 deve costare poco,
            Zero e' un costo accettabile.Per i barboni come te anche zero è troppo.Si vede che ti pagano coi soldi del monopoli.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: panda rossa
            Vediamo di distinguere tra la copia per fruizione
            personale e quella per riutilizzo
            commerciale.....
            Se invece una pubblicita' in tv usa quella stessa
            canzone, allora se la vedranno tra loro il
            pubblicitario e l'autore, ma e' una norma che
            coinvolge soggetti commerciali, non
            privati.
            Il fulcro del discorso è tutto qui.fortuna che ne hai parlato.La mera fruizione personale, di qualsiasi bene immateriale, non può e non deve essere oggetto di mercato.Certo è che se con i miei prodotti, le mie idee, le mie invenzioni, le mie opere, ci fai i soldi, beh qualcosa me la devi riconoscere, o quantomeno io devo avere il mio ritorno.Vale per musica e film, ma vale anche per il software.Se realizzo un sistema X e te lo installi a casa tua, affari tuoi, non vedo perchè qualcuno posso prentende il pagamento di una qualsivoglia licenza.Al contrario, se sono furbo, l'uso privato lo incentivo. Più persone usano e sanno usare i miei prodotti, + è facile che tali prodotti vengano poi usati a livello commerciale. (è la politica che ad esempio M$ ha adottato per tutti gli anni 90 e primi 2000, quando la pirateria del software era ampiamente tollerata, e il cui effetto di penetrazione commericale è noto a tutti).Quando una azienda fonda, agevola o sfrutta il mio prodotto per fare soldi, beh, quei soldi sono anche merito mio e allora la musica cambia.Vale anche per film e musica. Se a casa mia vedo un film o ascolto una canzone perchè perseguitarmi? Dovrebbero essere felici!Vorrà dire che se andro'al cinema, a un concerto, a un festival della canzone o del cinema probabilmente andrò per i loro prodotti che ho imparato ad apprezzare.In quest'ottica effettivamente MegaUpload ha commesso un abuso, dato che il suo business funzionava, e bene pure, anche grazie a film, musica e software prodotti da altri. Avrebbe dovuto ricnoscere a qeugli autori parte dei suoi guadagni. Ma è il solo addebito che gli si può muovere, per l'opera di diffussione di quel materiale, al contrario avrebbero dovuto essergli grati, altro che inseguirlo come un serial killer.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Certo è che se con i miei prodotti, le mie idee,
            le mie invenzioni, le mie opere, ci fai i soldi,
            beh qualcosa me la devi riconoscere, o quantomeno
            io devo avere il mio
            ritorno.Falso come una banconota da 3 euro. Se non sono stato io a commissionarti nulla allora non ti devo un bel nulla.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Certo è che se con i miei prodotti, le mie
            idee,

            le mie invenzioni, le mie opere, ci fai i
            soldi,

            beh qualcosa me la devi riconoscere, o
            quantomeno

            io devo avere il mio

            ritorno.

            Falso come una banconota da 3 euro. Se non sono
            stato io a commissionarti nulla allora non ti
            devo un bel
            nulla.Se usi una mia cosa e ci fai i soldi, allora ti servo.E se ti servo mi paghi. Questo non vuol dire per forza una licenza d'uso.(Le licenze d'uso sono un obbrobbrio, non puoi farti pagare per il "permesso" di fare qualcosa).
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Certo è che se con i miei prodotti, le
            mie

            idee,


            le mie invenzioni, le mie opere, ci fai
            i

            soldi,


            beh qualcosa me la devi riconoscere, o

            quantomeno


            io devo avere il mio


            ritorno.



            Falso come una banconota da 3 euro. Se non
            sono

            stato io a commissionarti nulla allora non ti

            devo un bel

            nulla.

            Se usi una mia cosa e ci fai i soldi, allora ti
            servo.E perché scusa? Cosa ti ho commissionato? Io ho preso qualcosa che avevi già fatto, non ti ho mica chiesto di farlo per me.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            Certo è che se con i miei
            prodotti,
            le

            mie


            idee,



            le mie invenzioni, le mie opere,
            ci
            fai

            i


            soldi,



            beh qualcosa me la devi
            riconoscere,
            o


            quantomeno



            io devo avere il mio



            ritorno.





            Falso come una banconota da 3 euro. Se
            non

            sono


            stato io a commissionarti nulla allora
            non
            ti


            devo un bel


            nulla.



            Se usi una mia cosa e ci fai i soldi, allora
            ti

            servo.

            E perché scusa? Cosa ti ho commissionato?

            Io ho preso qualcosa che avevi già fatto, non ti
            ho mica chiesto di farlo per
            me.Se non ti servisse non la useresti, no?O mi vuoi penalizzare perchè sapevo cosa ti serviva prima che tu me la chiedessi?
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: tucumcari



            - Scritto da: dont feed the

            troll/dovella




            Certo è che se con i miei

            prodotti,

            le


            mie



            idee,




            le mie invenzioni, le mie
            opere,

            ci

            fai


            i



            soldi,




            beh qualcosa me la devi

            riconoscere,

            o



            quantomeno




            io devo avere il mio




            ritorno.







            Falso come una banconota da 3
            euro.
            Se

            non


            sono



            stato io a commissionarti nulla
            allora

            non

            ti



            devo un bel



            nulla.





            Se usi una mia cosa e ci fai i soldi,
            allora

            ti


            servo.



            E perché scusa? Cosa ti ho commissionato?



            Io ho preso qualcosa che avevi già fatto,
            non
            ti

            ho mica chiesto di farlo per

            me.

            Se non ti servisse non la useresti, no?
            O mi vuoi penalizzare perchè sapevo cosa ti
            serviva prima che tu me la
            chiedessi?Non ho detto che non mi serve. Se mi serve la uso, visto che c'è. Ma non capisco perché dovrei pagarti visto che non ti ho chiesto io di farla.Se ti commissiono qualcosa, allora ti pago, altrimenti che cosa pretendi? Vuoi essere pagato per una copia di qualcosa che hai già fatto?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            - Scritto da: tucumcari




            - Scritto da: dont feed the


            troll/dovella





            Certo è che se con i miei


            prodotti,


            le



            mie




            idee,





            le mie invenzioni, le mie

            opere,


            ci


            fai



            i




            soldi,





            beh qualcosa me la devi


            riconoscere,


            o




            quantomeno





            io devo avere il mio





            ritorno.









            Falso come una banconota da 3

            euro.

            Se


            non



            sono




            stato io a commissionarti
            nulla

            allora


            non


            ti




            devo un bel




            nulla.







            Se usi una mia cosa e ci fai i
            soldi,

            allora


            ti



            servo.





            E perché scusa? Cosa ti ho
            commissionato?






            Io ho preso qualcosa che avevi già
            fatto,

            non

            ti


            ho mica chiesto di farlo per


            me.



            Se non ti servisse non la useresti, no?

            O mi vuoi penalizzare perchè sapevo cosa ti

            serviva prima che tu me la

            chiedessi?

            Non ho detto che non mi serve. Se mi serve la
            uso, visto che c'è. Ma non capisco perché dovrei
            pagarti visto che non ti ho chiesto io di
            farla.

            Se ti commissiono qualcosa, allora ti pago,
            altrimenti che cosa pretendi? Vuoi essere pagato
            per una copia di qualcosa che hai già
            fatto?Voglio che tu riconosca che parte di quello che guadagni, è anche mio. Sempre ammesso che ci guadagni.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Voglio che tu riconosca che parte di quello che
            guadagni, è anche mio. Sempre ammesso che ci
            guadagni.E perché scusa? A che titolo? Se pensi ci si possa guadagnare, guadagnaci da solo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Voglio che tu riconosca che parte di quello
            che

            guadagni, è anche mio. Sempre ammesso che ci

            guadagni.

            E perché scusa? A che titolo?
            Se pensi ci si possa guadagnare, guadagnaci da
            solo.Non è che penso che si possa guadagnare, sono certo che ci si possa guadagnare, e la mia certezza proviene dal fatto che tu ci guadagni usandolo.Se tu hai una sala cinema verrà + o meno gente a seconda del film che proietti, quindi se io faccio film belli e tu li proietti, tu ci guadagni, ma ci guadagni pure grazie a me. O no?Se tu nella tua palestra metti musica e viene + gente perchè la musica che metti è + bella, e quella musica l'ho scritta io, tu guadagni di + grazie a me.Se tu gestisci il tuo personale con il mio gestionale e ti trovi bene e la tua azienda funziona, funziona anche grazie a me. O no?E non mi vuoi dare niente?
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Voglio che tu riconosca che parte di
            quello

            che


            guadagni, è anche mio. Sempre ammesso
            che
            ci


            guadagni.



            E perché scusa? A che titolo?

            Se pensi ci si possa guadagnare, guadagnaci
            da

            solo.

            Non è che penso che si possa guadagnare, sono
            certo che ci si possa guadagnare, e la mia
            certezza proviene dal fatto che tu ci guadagni
            usandolo.Evidentemente ho avuto un'idea vincente (o proficua, come ti pare)

            Se tu hai una sala cinema verrà + o meno gente a
            seconda del film che proietti, quindi se io
            faccio film belli e tu li proietti, tu ci
            guadagni, ma ci guadagni pure grazie a me. O
            no?
            Se tu nella tua palestra metti musica e viene +
            gente perchè la musica che metti è + bella, e
            quella musica l'ho scritta io, tu guadagni di +
            grazie a
            me.
            Se tu gestisci il tuo personale con il mio
            gestionale e ti trovi bene e la tua azienda
            funziona, funziona anche grazie a me. O
            no?

            E non mi vuoi dare niente?Se non ti ho commissionato niente: no, non ti voglio dare niente.Se invece tu hai lavorato allora ti pago, ma se faccio tutto io tu a che titolo verresti i miei soldi, scusa?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            Voglio che tu riconosca che parte
            di

            quello


            che



            guadagni, è anche mio. Sempre
            ammesso

            che

            ci



            guadagni.





            E perché scusa? A che titolo?


            Se pensi ci si possa guadagnare,
            guadagnaci

            da


            solo.



            Non è che penso che si possa guadagnare, sono

            certo che ci si possa guadagnare, e la mia

            certezza proviene dal fatto che tu ci
            guadagni

            usandolo.

            Evidentemente ho avuto un'idea vincente (o
            proficua, come ti
            pare)




            Se tu hai una sala cinema verrà + o meno
            gente
            a

            seconda del film che proietti, quindi se io

            faccio film belli e tu li proietti, tu ci

            guadagni, ma ci guadagni pure grazie a me. O

            no?

            Se tu nella tua palestra metti musica e
            viene
            +

            gente perchè la musica che metti è + bella, e

            quella musica l'ho scritta io, tu guadagni
            di
            +

            grazie a

            me.

            Se tu gestisci il tuo personale con il mio

            gestionale e ti trovi bene e la tua azienda

            funziona, funziona anche grazie a me. O

            no?



            E non mi vuoi dare niente?

            Se non ti ho commissionato niente: no, non ti
            voglio dare
            niente.
            Se invece tu hai lavorato allora ti pago,Certo che ho lavorato mica il software, la musica e ifilm si scrivono da soli.
            ma se
            faccio tutto ioma non fai tutto tu!!!Senza il mio film la tua sal cinema non ha senso, senza la mia musica nella tua palestra vengono meno persone, senza il mio gestionale tu non gestisci il tuo personale. Qualcosa l'ho fatta pure io!Cmq, siccome io non sono pasta alla birreria, ammetto di poter essere in torto. Spiegami la tua idea di remunerazione per le opere di ingegno.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Certo che ho lavorato mica il software, la musica
            e ifilm si scrivono da
            soli.E quindi? Vorresti venire pagato ogni volta che uno usa un tuo software?Io l'idraulico lo pago quando mi installa il rubinetto, non ogni volta che mi lavo le mani.
            ma non fai tutto tu!!!
            Senza il mio film la tua sal cinema non ha senso,
            senza la mia musica nella tua palestra vengono
            meno persone, senza il mio gestionale tu non
            gestisci il tuo personale. Qualcosa l'ho fatta
            pure
            io!E sarai stato pagato per farlo quando l'hai fatto e da chi te l'ha commissionato. Io mica ti tolgo niente, semplicemente non ti do nulla che non ti spetta.

            Cmq, siccome io non sono pasta alla birreria,
            ammetto di poter essere in torto. Spiegami la tua
            idea di remunerazione per le opere di
            ingegno.Semplice: ti commissiono un'opera, tu la fai, io ti pago.Oppure: tu scrivi una canzone, poi dai un concerto e fai pagare il biglietto.Che c'entro io che ho fatto una copia ?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Certo che ho lavorato mica il software, la
            musica

            e ifilm si scrivono da

            soli.

            E quindi? Vorresti venire pagato ogni volta che
            uno usa un tuo
            software?Non ogni volta ma se lo usa mi deve pagare almeno una volta.
            Io l'idraulico lo pago quando mi installa il
            rubinetto, non ogni volta che mi lavo le
            mani.Ema una volta lo chiami pero'.Non è che siccome ha gia installato altro rubinetti allora te lo deve istallare pure a te e gratis.


            ma non fai tutto tu!!!

            Senza il mio film la tua sal cinema non ha
            senso,

            senza la mia musica nella tua palestra
            vengono

            meno persone, senza il mio gestionale tu non

            gestisci il tuo personale. Qualcosa l'ho
            fatta

            pure

            io!

            E sarai stato pagato per farlo quando l'hai fatto
            e da chi te l'ha commissionato. Io mica ti tolgo
            niente, semplicemente non ti do nulla che non ti
            spetta.Non tutto il lavoro si fa su commissione.E non tutte le produzioni sono pezzi unici.




            Cmq, siccome io non sono pasta alla birreria,

            ammetto di poter essere in torto. Spiegami
            la
            tua

            idea di remunerazione per le opere di

            ingegno.

            Semplice: ti commissiono un'opera, tu la fai, io
            ti
            pago.

            Oppure: tu scrivi una canzone, poi dai un
            concerto e fai pagare il
            biglietto.

            Che c'entro io che ho fatto una copia ?Tu puoi fare tutte le copie che vuoi e goderne nella tua cameretta con i tuoi amici quante volte ti pare.Se pero' ti fai soldi pure grazie a me mi paghi, altrimenti fai i soldi in un altro modo.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Certo che ho lavorato mica il software,
            la

            musica


            e ifilm si scrivono da


            soli.



            E quindi? Vorresti venire pagato ogni volta
            che

            uno usa un tuo

            software?

            Non ogni volta ma se lo usa mi deve pagare almeno
            una
            volta.No. Se sono io a commissionarti il software allora ti spiego esattamente come lo voglio, tu mi dici quanto mi costa e se ci troviamo d'accordo tu sviluppi il programma, io te lo pago e diventa mio.Siamo d'accordo fino a qui?Ma se io mi prendo una copia del software che tu hai sviluppato per qualcun altro (e di conseguenza sei già stato pagato), allora perché vuoi dei soldi anche da me? Cosa ti importa cosa ne faccio io di quel software? Se anche lo usassi per guadagnare qualcosa a te cosa dovrebbe importare? Tu hai già guadagnato il dovuto.


            Io l'idraulico lo pago quando mi installa il

            rubinetto, non ogni volta che mi lavo le

            mani.

            Ema una volta lo chiami pero'.
            Non è che siccome ha gia installato altro
            rubinetti allora te lo deve istallare pure a te e
            gratis.Ma questo è un caso diverso. Qui il rubinetto è quello nella sala d'aspetto del dentista. E' lui che ti ha pagato la prima volta per installarlo: io mi ci lavo solo le mani. Devo forse anche io qualcosa all'idraulico?





            ma non fai tutto tu!!!


            Senza il mio film la tua sal cinema non
            ha

            senso,


            senza la mia musica nella tua palestra

            vengono


            meno persone, senza il mio gestionale
            tu
            non


            gestisci il tuo personale. Qualcosa l'ho

            fatta


            pure


            io!



            E sarai stato pagato per farlo quando l'hai
            fatto

            e da chi te l'ha commissionato. Io mica ti
            tolgo

            niente, semplicemente non ti do nulla che
            non
            ti

            spetta.


            Non tutto il lavoro si fa su commissione.
            E non tutte le produzioni sono pezzi unici.Però nel caso specifico di una canzone, ad esempio, io non tolgo nulla a nessuno prendendone una copia ed usandola come meglio credo.








            Cmq, siccome io non sono pasta alla
            birreria,


            ammetto di poter essere in torto.
            Spiegami

            la

            tua


            idea di remunerazione per le opere di


            ingegno.



            Semplice: ti commissiono un'opera, tu la
            fai,
            io

            ti

            pago.



            Oppure: tu scrivi una canzone, poi dai un

            concerto e fai pagare il

            biglietto.



            Che c'entro io che ho fatto una copia ?

            Tu puoi fare tutte le copie che vuoi e goderne
            nella tua cameretta con i tuoi amici quante volte
            ti
            pare.E vorrei vedere :)
            Se pero' ti fai soldi pure grazie a me mi paghi,
            altrimenti fai i soldi in un altro
            modo.E perché? Cosa ti tolgo? Che differenza fa per te se la ascolto nella cameretta con i miei amici o se la suono ad una festa dove ho fatto pagare il biglietto di ingresso?La copia è costata sempre lo stesso, e cioè zero. Non capisco perché dovremmo attribuirle un valore diverso in base all'uso che ne faccio.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella






            Certo che ho lavorato mica il
            software,

            la


            musica



            e ifilm si scrivono da



            soli.





            E quindi? Vorresti venire pagato ogni
            volta

            che


            uno usa un tuo


            software?



            Non ogni volta ma se lo usa mi deve pagare
            almeno

            una

            volta.

            No. Se sono io a commissionarti il software
            allora ti spiego esattamente come lo voglio, tu
            mi dici quanto mi costa e se ci troviamo
            d'accordo tu sviluppi il programma, io te lo pago
            e diventa
            mio.

            Siamo d'accordo fino a qui?
            Fino qui sì.
            Ma se io mi prendo una copia del software che tu
            hai sviluppato per qualcun altro (e di
            conseguenza sei già stato pagato), allora perché
            vuoi dei soldi anche da me? Cosa ti importa cosa
            ne faccio io di quel software? Se anche lo usassi
            per guadagnare qualcosa a te cosa dovrebbe
            importare? Tu hai già guadagnato il
            dovuto.Sempre nell'ipotesi che il lavoro mi sia stato commissionato.Ma in questa ipotesi, l'azienda che me lo ha commissionato non avrebbe nessun interesse a farlo avere a te, nè a distribuirlo a chicchessia. (Sarebbero dei tonti a pagare loro e a far beneficiare tutti).E tu resteresti senza software.A me produttore del software, in effetti , non interessa. Io i soldi che mi dovevo fare li ho fatti.Ma non possiamo ridurre tutti i modelli di business a questo.Io potrei decidere di disribuire gratis il mio software e vendere l'assistenza o altri servizi. Potrei decidere di venderlo a 10 soggetti a un decimo del prezzo che avrei chiesto se lo avessi venduto a uno solo.Non sto dicendo che mi piacciano tutti questi modelli di business, ma so riconoscere che ognuno può fare affari come gli aggrada.





            Io l'idraulico lo pago quando mi
            installa
            il


            rubinetto, non ogni volta che mi lavo le


            mani.



            Ema una volta lo chiami pero'.

            Non è che siccome ha gia installato altro

            rubinetti allora te lo deve istallare pure a
            te
            e

            gratis.

            Ma questo è un caso diverso. Qui il rubinetto è
            quello nella sala d'aspetto del dentista. E' lui
            che ti ha pagato la prima volta per installarlo:
            io mi ci lavo solo le mani. Devo forse anche io
            qualcosa
            all'idraulico?No. Tu sei un utente finale e ne puoi usufruire come e quando ti pare.L'idraulico invece usa quel rubinetto a scopo commerciale (offre il servizio toilette ai suoi clienti) e pertanto paga l'idraulico.









            ma non fai tutto tu!!!



            Senza il mio film la tua sal
            cinema
            non

            ha


            senso,



            senza la mia musica nella tua
            palestra


            vengono



            meno persone, senza il mio
            gestionale

            tu

            non



            gestisci il tuo personale.
            Qualcosa
            l'ho


            fatta



            pure



            io!





            E sarai stato pagato per farlo quando
            l'hai

            fatto


            e da chi te l'ha commissionato. Io mica
            ti

            tolgo


            niente, semplicemente non ti do nulla
            che

            non

            ti


            spetta.





            Non tutto il lavoro si fa su commissione.

            E non tutte le produzioni sono pezzi unici.

            Però nel caso specifico di una canzone, ad
            esempio, io non tolgo nulla a nessuno prendendone
            una copia ed usandola come meglio
            credo.Senza scopo di lucro infatti puoi fare come te pare.Tranne dire che è tua.













            Cmq, siccome io non sono pasta alla

            birreria,



            ammetto di poter essere in torto.

            Spiegami


            la


            tua



            idea di remunerazione per le opere
            di



            ingegno.





            Semplice: ti commissiono un'opera, tu la

            fai,

            io


            ti


            pago.





            Oppure: tu scrivi una canzone, poi dai
            un


            concerto e fai pagare il


            biglietto.





            Che c'entro io che ho fatto una copia ?



            Tu puoi fare tutte le copie che vuoi e
            goderne

            nella tua cameretta con i tuoi amici quante
            volte

            ti

            pare.

            E vorrei vedere :)


            Se pero' ti fai soldi pure grazie a me mi
            paghi,

            altrimenti fai i soldi in un altro

            modo.

            E perché? Cosa ti tolgo?Il problema non è cosa tu togli a me, ma cosa tolgo io a te se non avessi prodotto quel software o quella canzone.
            Che differenza fa per te
            se la ascolto nella cameretta con i miei amici o
            se la suono ad una festa dove ho fatto pagare il
            biglietto di
            ingresso?La differenza sta tutta nel giro di denaro che fai grazie a me.La gratitudine che mi devi si paga in moneta.

            La copia è costata sempre lo stesso, e cioè zero.Il servizio grazie al quale fai il tuo business ha un costo, che non è la mera copia, ma l'utilizzo che ne fai.
            Non capisco perché dovremmo attribuirle un valore
            diverso in base all'uso che ne
            faccio.Perchè il nocciolo della questione è l'uso e non la copia.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            No. Se sono io a commissionarti il software

            allora ti spiego esattamente come lo voglio,
            tu

            mi dici quanto mi costa e se ci troviamo

            d'accordo tu sviluppi il programma, io te lo
            pago

            e diventa

            mio.



            Siamo d'accordo fino a qui?



            Fino qui sì.
            Bene. Andiamo oltre allora.
            Sempre nell'ipotesi che il lavoro mi sia stato
            commissionato.
            Ma in questa ipotesi, l'azienda che me lo ha
            commissionato non avrebbe nessun interesse a
            farlo avere a te, nè a distribuirlo a
            chicchessia. (Sarebbero dei tonti a pagare loro e
            a far beneficiare
            tutti).
            E tu resteresti senza software.
            A me produttore del software, in effetti , non
            interessa. Io i soldi che mi dovevo fare li ho
            fatti.Se l'azienda che ha il software non lo rende pubblico, allora non c'è modo che io ne riceva una copia. Io posso averne copia solo se qualcuno l'ha reso pubblico. L'esempio quindi non calza con il discorso che stiamo facendo.

            Ma questo è un caso diverso. Qui il
            rubinetto
            è

            quello nella sala d'aspetto del dentista. E'
            lui

            che ti ha pagato la prima volta per
            installarlo:

            io mi ci lavo solo le mani. Devo forse anche
            io

            qualcosa

            all'idraulico?

            No. Tu sei un utente finale e ne puoi usufruire
            come e quando ti
            pare.Esatto.
            L'idraulico invece usa quel rubinetto a scopo
            commerciale (offre il servizio toilette ai suoi
            clienti) e pertanto paga
            l'idraulico.Non ho capito bene questo passaggio.
            Senza scopo di lucro infatti puoi fare come te
            pare.
            Tranne dire che è tua.E chi dice che è mia? Io mi limito ad utilizzare la mia copia come meglio credo, non ci stampo sopra il mio nome.Se riesco a farci dei soldi ce li faccio, se voglio la passo ad altri che a loro volta sono liberi di guadagnarci, se riescono.A te rimane la pubblicità che ti facciamo diffondendo la tua opera.Pubblicità gratuita.
            Il problema non è cosa tu togli a me, ma cosa
            tolgo io a te se non avessi prodotto quel
            software o quella
            canzone.
            Se tu non l'avessi fatta allora nessuno l'avrebbe resa pubblica, non sarebbe mai arriva a me e non avremmo neanche fatto tutto questo discorso.Ma poiché l'hai fatta e visto che ne ho una copia... allora la uso.
            La differenza sta tutta nel giro di denaro che
            fai grazie a
            me.
            La gratitudine che mi devi si paga in moneta.Perché? Io diffondo la tua opera e lo faccio gratuitamente. Non ti tolgo nulla in quanto uso e distribuisco copie. Cosa vuoi? Essere pagato per delle copie che io faccio e sempre io distribuisco? Questo è un ragionamento da major, lo sai ?




            La copia è costata sempre lo stesso, e cioè
            zero.

            Il servizio grazie al quale fai il tuo business
            ha un costo, che non è la mera copia, ma
            l'utilizzo che ne
            fai.E quale costo ha? Io la copia l'ho scaricata gratis.


            Non capisco perché dovremmo attribuirle un
            valore

            diverso in base all'uso che ne

            faccio.

            Perchè il nocciolo della questione è l'uso e non
            la
            copia.Ma a te cosa importa dell'uso, scusa? Tu la tua canzone l'hai già scritta, non è che la scrivi per me, non ti ho chiesto io di scriverla e per quanto mi riguarda potevi non farlo. Ma visto che l'hai scritta e che io ho potuto duplicarla allora sono libero di usarla, ascoltarla, copiarla e distribuirla ai miei amici o suonarla nel mio locale. Tu ricevi pubblicità, io allieto i miei clienti. Tutti siamo contenti.Quindi: di cosa ti lamenti?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            Senti, te lo dico con serenità perché sei uno che quando vuole capisce.Qui il discorso non è se c'è o meno del lucro, ma se c'è o meno il diritto di prendere quello che è pubblico in quanto pubblicato e riutilizzarlo.Secondo noi c'è. Non importa quale uso se ne faccia.Non c'è uso, commerciale o meno, a fini di lucro o meno, che possa consentire a chicchessia di pretendere di essere pagato per delle copie che possono essere ottenute gratis.Il prezzo giusto è zero. Ed è quello che siamo disposti a dare.Prima lo capisci, prima inizi a vivere meglio.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Senti, te lo dico con serenità perché sei uno che
            quando vuole
            capisce.
            Siamo pqui per discutere, eh, e non è detto che dobbiamo per forza essere d'accordo.Io mi sto sforzando di capire come secondo voi dovrebbero funzionare le cose.E non lo sto capendo, ma mica lo faccio apposta.
            Qui il discorso non è se c'è o meno del lucro, ma
            se c'è o meno il diritto di prendere quello che è
            pubblico in quanto pubblicato e
            riutilizzarlo.Quello che conteto è che se mi dici che l'unico modo lecito che ho per farmi pagare il lavoro che faccio, è lavorare su commissione, allora non esisterà nulla di pubblico/pubblicato.E allora cade tutto il discorso.

            Secondo noi c'è. Non importa quale uso se ne
            faccia.

            Non c'è uso, commerciale o meno, a fini di lucro
            o meno, che possa consentire a chicchessia di
            pretendere di essere pagato per delle copie che
            possono essere ottenute
            gratis.Io trovo che non si debba pagare per la copia in sè.Trovo che si debba pagare o meno a seconda dell'uso che se ne fa.E questo per accontentare tutti. I privati che ne fruiscono gratuitamente per scopi non commerciali e privi di lucro, innanzitutto. Gli autori in secundis che possono campare pure loro. Ma anche chi sfrutta commercialmente le opere, se ci riesce, ne paga l'uso commerciale come per ogni bene e servizio che acquista per far funzionare il suo business.Poi la mia teoria non vi piace?Amen, il fatto è che la vostra teoria non è che non mi piace, non capisco proprio come faccia a funzionare.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            Poi la mia teoria non vi piace?No.
            Amen, il fatto è che la vostra teoria non è che
            non mi piace, non capisco proprio come faccia a
            funzionare.Funziona che tu guadagni se lavori e se produci. Se vuoi guadagnare con le copie hai sbagliato secolo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]



            Poi la mia teoria non vi piace?

            No.


            Amen, il fatto è che la vostra teoria non è
            che

            non mi piace, non capisco proprio come
            faccia
            a

            funzionare.

            Funziona che tu guadagni se lavori e se produci.
            Se vuoi guadagnare con le copie hai sbagliato
            secolo.Quindi l'unico modo per guadagnare con un'opera di ingegno è farla su commissione. Se la faccio su commissione io non la pubblico perchè non è mia ma è di chi l'ha commissionata. Chi l'ha commissionata non la distribuisce, perchè non è fesso. Tu rimani senza musica, film e programmi.Contento tu...
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            [...]





            Poi la mia teoria non vi piace?



            No.




            Amen, il fatto è che la vostra teoria
            non
            è

            che


            non mi piace, non capisco proprio come

            faccia

            a


            funzionare.



            Funziona che tu guadagni se lavori e se
            produci.

            Se vuoi guadagnare con le copie hai sbagliato

            secolo.

            Quindi l'unico modo per guadagnare con un'opera
            di ingegno è farla su commissione. Io non ho detto questo.
            Se la faccio
            su commissione io non la pubblico perchè non è
            mia ma è di chi l'ha commissionata. Chi l'ha
            commissionata non la distribuisce, perchè non è
            fesso. Tu rimani senza musica, film e
            programmi.
            Contento tu...A me sembra che di musica e film ne vengano prodotti e che questo non impedisca a me e a tutti gli altri di scaricarseli.Poi se tu vuoi smettere di produrre fai come ti pare, ma non lamentarti con me che faccio solo delle copie.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella


            [...]







            Poi la mia teoria non vi piace?





            No.






            Amen, il fatto è che la vostra
            teoria

            non

            è


            che



            non mi piace, non capisco proprio
            come


            faccia


            a



            funzionare.





            Funziona che tu guadagni se lavori e se

            produci.


            Se vuoi guadagnare con le copie hai
            sbagliato


            secolo.



            Quindi l'unico modo per guadagnare con
            un'opera

            di ingegno è farla su commissione.

            Io non ho detto questo.
            Veramente sì.Devo mettermi a postarti i link dove lo hai fatto?Francamente mi scoccia.

            Se la faccio

            su commissione io non la pubblico perchè non
            è

            mia ma è di chi l'ha commissionata. Chi l'ha

            commissionata non la distribuisce, perchè
            non
            è

            fesso. Tu rimani senza musica, film e

            programmi.

            Contento tu...

            A me sembra che di musica e film ne vengano
            prodottiPerchè c'è qualcuno che paga.Se nessuno paga, nemmeno quando sfrutta commericalmente le opere nessuno produce +.E' questo il punto dove vuoi arrivare, si o no?
            Poi se tu vuoi smettere di produrre fai come ti
            pare, ma non lamentarti con me che faccio solo
            delle
            copie.E dalle!! io non ho mai detto che non puoi o non devi fare copie.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: tucumcari



            - Scritto da: dont feed the

            troll/dovella



            [...]









            Poi la mia teoria non vi
            piace?







            No.








            Amen, il fatto è che la vostra

            teoria


            non


            è



            che




            non mi piace, non capisco
            proprio

            come



            faccia



            a




            funzionare.







            Funziona che tu guadagni se lavori
            e
            se


            produci.



            Se vuoi guadagnare con le copie hai

            sbagliato



            secolo.





            Quindi l'unico modo per guadagnare con

            un'opera


            di ingegno è farla su commissione.



            Io non ho detto questo.



            Veramente sì.
            Devo mettermi a postarti i link dove lo hai fatto?
            Francamente mi scoccia.Mi hai frainteso: io non ho detto che si produce solo su commissione, ho detto che io non ti pago a meno che non ti abbia commissionato qualcosa, e non l'ho fatto. Se hai prodotto non hai prodotto su mia richiesta ma per motivi tuoi.



            Se la faccio


            su commissione io non la pubblico
            perchè
            non

            è


            mia ma è di chi l'ha commissionata. Chi
            l'ha


            commissionata non la distribuisce,
            perchè

            non

            è


            fesso. Tu rimani senza musica, film e


            programmi.


            Contento tu...



            A me sembra che di musica e film ne vengano

            prodotti

            Perchè c'è qualcuno che paga.
            Se nessuno paga, nemmeno quando sfrutta
            commericalmente le opere nessuno produce
            +.
            E' questo il punto dove vuoi arrivare, si o no?Questa è la solita scusa di chi vuole guadagnare senza lavorare, lo sai vero? E su questo forum abbiamo demolito questa tesi più di una volta (uno qualsiasi dove sei??). L'abbiamo insegnato anche a pasta pirata, pensa un po' te.


            Poi se tu vuoi smettere di produrre fai come
            ti

            pare, ma non lamentarti con me che faccio
            solo

            delle

            copie.

            E dalle!! io non ho mai detto che non puoi o non
            devi fare
            copie.Bene. Però dici che sulle copie che non uso per scopi privati dovrei pagarti qualcosa, mentre io non sono d'accordo. Dopo tutto non ti tolgo nulla perché tu non hai prodotto per me: neanche lo sapevi che io ci avrei guadagnato qualcosa, quindi il tuo problema quale sarebbe? Che "non è giusto" ?La vera domanda è: è tecnicamente possibile farlo?Se la risposta a questa domanda è "si", allora lo si farà. Punto e basta: inutile cercare di arrestare la tecnologia.
          • mazz0lator scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: tucumcari



            - Scritto da: dont feed the

            troll/dovella




            Voglio che tu riconosca che
            parte

            di


            quello



            che




            guadagni, è anche mio. Sempre

            ammesso


            che


            ci




            guadagni.







            E perché scusa? A che titolo?



            Se pensi ci si possa guadagnare,

            guadagnaci


            da



            solo.





            Non è che penso che si possa
            guadagnare,
            sono


            certo che ci si possa guadagnare, e la
            mia


            certezza proviene dal fatto che tu ci

            guadagni


            usandolo.



            Evidentemente ho avuto un'idea vincente (o

            proficua, come ti

            pare)







            Se tu hai una sala cinema verrà + o meno

            gente

            a


            seconda del film che proietti, quindi
            se
            io


            faccio film belli e tu li proietti, tu
            ci


            guadagni, ma ci guadagni pure grazie a
            me.
            O


            no?


            Se tu nella tua palestra metti musica e

            viene

            +


            gente perchè la musica che metti è +
            bella,
            e


            quella musica l'ho scritta io, tu
            guadagni

            di

            +


            grazie a


            me.


            Se tu gestisci il tuo personale con il
            mio


            gestionale e ti trovi bene e la tua
            azienda


            funziona, funziona anche grazie a me. O


            no?





            E non mi vuoi dare niente?



            Se non ti ho commissionato niente: no, non ti

            voglio dare

            niente.

            Se invece tu hai lavorato allora ti pago,

            Certo che ho lavorato mica il software, la musica
            e ifilm si scrivono da
            soli.


            ma se

            faccio tutto io

            ma non fai tutto tu!!!
            Senza il mio film la tua sal cinema non ha senso,
            senza la mia musica nella tua palestra vengono
            meno persone, senza il mio gestionale tu non
            gestisci il tuo personale. Qualcosa l'ho fatta
            pure
            io!

            Cmq, siccome io non sono pasta alla birreria,
            ammetto di poter essere in torto. Spiegami la tua
            idea di remunerazione per le opere di
            ingegno.Come vanno gli affari in videoteca ?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: mazz0lator
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            - Scritto da: tucumcari




            - Scritto da: dont feed the


            troll/dovella





            Voglio che tu riconosca
            che

            parte


            di



            quello




            che





            guadagni, è anche mio.
            Sempre


            ammesso



            che



            ci





            guadagni.









            E perché scusa? A che titolo?




            Se pensi ci si possa
            guadagnare,


            guadagnaci



            da




            solo.







            Non è che penso che si possa

            guadagnare,

            sono



            certo che ci si possa guadagnare,
            e
            la

            mia



            certezza proviene dal fatto che tu
            ci


            guadagni



            usandolo.





            Evidentemente ho avuto un'idea vincente
            (o


            proficua, come ti


            pare)










            Se tu hai una sala cinema verrà +
            o
            meno


            gente


            a



            seconda del film che proietti,
            quindi

            se

            io



            faccio film belli e tu li
            proietti,
            tu

            ci



            guadagni, ma ci guadagni pure
            grazie
            a

            me.

            O



            no?



            Se tu nella tua palestra metti
            musica
            e


            viene


            +



            gente perchè la musica che metti è
            +

            bella,

            e



            quella musica l'ho scritta io, tu

            guadagni


            di


            +



            grazie a



            me.



            Se tu gestisci il tuo personale
            con
            il

            mio



            gestionale e ti trovi bene e la tua

            azienda



            funziona, funziona anche grazie a
            me.
            O



            no?







            E non mi vuoi dare niente?





            Se non ti ho commissionato niente: no,
            non
            ti


            voglio dare


            niente.


            Se invece tu hai lavorato allora ti
            pago,



            Certo che ho lavorato mica il software, la
            musica

            e ifilm si scrivono da

            soli.




            ma se


            faccio tutto io



            ma non fai tutto tu!!!

            Senza il mio film la tua sal cinema non ha
            senso,

            senza la mia musica nella tua palestra
            vengono

            meno persone, senza il mio gestionale tu non

            gestisci il tuo personale. Qualcosa l'ho
            fatta

            pure

            io!



            Cmq, siccome io non sono pasta alla birreria,

            ammetto di poter essere in torto. Spiegami
            la
            tua

            idea di remunerazione per le opere di

            ingegno.

            Come vanno gli affari in videoteca ?OWNED !
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.

            Non è che penso che si possa guadagnare, sono
            certo che ci si possa guadagnare, e la mia
            certezza proviene dal fatto che tu ci guadagni
            usandolo.E allora usalo anche tu e guadagna anche tu. Che problema c'è?

            Se tu hai una sala cinema verrà + o meno gente a
            seconda del film che proietti, quindi se io
            faccio film belli e tu li proietti, tu ci
            guadagni, ma ci guadagni pure grazie a me. O
            no?E allora proiettali pure anche tu, così guadagni anche tu, giusto?E comunque, se i tuoi film attirano gente nel cinema, probabilmente il gestore del cinema sarà interessato a commissionartene di nuovi (per i quali ti pagherà)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Non è che penso che si possa guadagnare, sono

            certo che ci si possa guadagnare, e la mia

            certezza proviene dal fatto che tu ci
            guadagni

            usandolo.

            E allora usalo anche tu e guadagna anche tu. Che
            problema
            c'è?




            Se tu hai una sala cinema verrà + o meno
            gente
            a

            seconda del film che proietti, quindi se io

            faccio film belli e tu li proietti, tu ci

            guadagni, ma ci guadagni pure grazie a me. O

            no?

            E allora proiettali pure anche tu, così guadagni
            anche tu,
            giusto?

            E comunque, se i tuoi film attirano gente nel
            cinema, probabilmente il gestore del cinema sarà
            interessato a commissionartene di nuovi (per i
            quali ti
            pagherà)Una sala cinema non può pagare un film intero, come una singola piccola azienda non puo' commissionare un applicativo intero.Se fosse come dici non ci sarebbero sale cinema che non fossero di proprietà delle tante odiate major, che proietteranno sempre e solo i loro film.Il che vuol anche dire, che nel paesino dove abita pinco pallo la sala la major americana non la apre e pincopallo resta senza film e senza sala cinema.Non mi sembra sto gran vantaggio per nessuno.Un applicativo gestionale su commissione costa qualche decina di migliaia di euro.L'aziendina con 10 dipendenti non lo compra. Non puo' permettersi nemmeno di assumere qualcuno che lo faccia all'interno.cos'è non utilizza + gli applicativi, torna al libro mastro?A chi conviene tutto questo?No vabbè se non volete pagare nemmeno per scopi commerciali allora hanno ragione i videotecari (che iddio li strafulmini).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2012 21.05-----------------------------------------------------------
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Non è che penso che si possa
            guadagnare,
            sono


            certo che ci si possa guadagnare, e la
            mia


            certezza proviene dal fatto che tu ci

            guadagni


            usandolo.



            E allora usalo anche tu e guadagna anche tu.
            Che

            problema

            c'è?







            Se tu hai una sala cinema verrà + o meno

            gente

            a


            seconda del film che proietti, quindi
            se
            io


            faccio film belli e tu li proietti, tu
            ci


            guadagni, ma ci guadagni pure grazie a
            me.
            O


            no?



            E allora proiettali pure anche tu, così
            guadagni

            anche tu,

            giusto?



            E comunque, se i tuoi film attirano gente nel

            cinema, probabilmente il gestore del cinema
            sarà

            interessato a commissionartene di nuovi (per
            i

            quali ti

            pagherà)

            Una sala cinema non può pagare un film intero,
            come una singola piccola azienda non puo'
            commissionare un applicativo
            intero.

            Se fosse come dici non ci sarebbero sale cinema
            che non fossero di proprietà delle tante odiate
            major, che proietteranno sempre e solo i loro
            film.

            Il che vuol anche dire, che nel paesino dove
            abita pinco pallo la sala la major americana non
            la apre e pincopallo resta senza film e senza
            sala
            cinema.
            Non mi sembra sto gran vantaggio per nessuno.Ma quando arriva nel cinema di pinco pallo quel film avrà già incassato il dovuto in qualche grande città e si sarà già ripagato abbondantemente.

            Un applicativo gestionale su commissione costa
            qualche decina di migliaia di
            euro.
            L'aziendina con 10 dipendenti non lo compra. Non
            puo' permettersi nemmeno di assumere qualcuno che
            lo faccia
            all'interno.
            cos'è non utilizza + gli applicativi, torna al
            libro
            mastro?
            A chi conviene tutto questo?Ci sarà una grande azienda che avrà commissionato il lavoro e l'avrà pagato. La piccola può prendere una copia di quel software ed usarlo anche lei.Alla software house non cambia nulla: visto quanto costano i suoi programmi non avrebbe comunque mai venduto nulla alla piccola azienda.La grande azienda avrà un software disegnato sulle sue esigenze, quella piccola si adatterà ad usare un software non specificamente disegnato per lei.Non c'è davvero ragione perché la grande software house pretenda di sviluppare una volta e venire pagata per ogni utente del software.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: uno qualsiasi



            Non è che penso che si possa

            guadagnare,

            sono



            certo che ci si possa guadagnare,
            e
            la

            mia



            certezza proviene dal fatto che tu
            ci


            guadagni



            usandolo.





            E allora usalo anche tu e guadagna
            anche
            tu.

            Che


            problema


            c'è?










            Se tu hai una sala cinema verrà +
            o
            meno


            gente


            a



            seconda del film che proietti,
            quindi

            se

            io



            faccio film belli e tu li
            proietti,
            tu

            ci



            guadagni, ma ci guadagni pure
            grazie
            a

            me.

            O



            no?





            E allora proiettali pure anche tu, così

            guadagni


            anche tu,


            giusto?





            E comunque, se i tuoi film attirano
            gente
            nel


            cinema, probabilmente il gestore del
            cinema

            sarà


            interessato a commissionartene di nuovi
            (per

            i


            quali ti


            pagherà)



            Una sala cinema non può pagare un film
            intero,

            come una singola piccola azienda non puo'

            commissionare un applicativo

            intero.



            Se fosse come dici non ci sarebbero sale
            cinema

            che non fossero di proprietà delle tante
            odiate

            major, che proietteranno sempre e solo i loro

            film.



            Il che vuol anche dire, che nel paesino dove

            abita pinco pallo la sala la major americana
            non

            la apre e pincopallo resta senza film e senza

            sala

            cinema.

            Non mi sembra sto gran vantaggio per nessuno.

            Ma quando arriva nel cinema di pinco pallo quel
            film avrà già incassato il dovuto in qualche
            grande città e si sarà già ripagato
            abbondantemente.
            Non hai capito, se il film è di proprietà di chi lo ha commissionato, copia per altre sale cinema non ne girerebbero, proprio perchè chi lo ha commissionato non andrebbe a favorire concorrenti non paganti.



            Un applicativo gestionale su commissione
            costa

            qualche decina di migliaia di

            euro.

            L'aziendina con 10 dipendenti non lo compra.
            Non

            puo' permettersi nemmeno di assumere
            qualcuno
            che

            lo faccia

            all'interno.

            cos'è non utilizza + gli applicativi, torna
            al

            libro

            mastro?

            A chi conviene tutto questo?

            Ci sarà una grande azienda che avrà commissionato
            il lavoro e l'avrà pagato. La piccola può
            prendere una copia di quel software ed usarlo
            anche
            lei.Anche in questo caso, se la grande azienda commissiona un software non lo va certo a regalare ai suoi concorrenti, per quanto piccoli siano.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Anche in questo caso, se la grande azienda
            commissiona un software non lo va certo a
            regalare ai suoi concorrenti, per quanto piccoli
            siano.Allora non deve renderlo pubblico, ne l'azienda che l'ha comprato, ne tu che l'hai scritto.Qui parliamo di contenuti che sono stati pubblicati.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Anche in questo caso, se la grande azienda

            commissiona un software non lo va certo a

            regalare ai suoi concorrenti, per quanto
            piccoli

            siano.

            Allora non deve renderlo pubblico, ne l'azienda
            che l'ha comprato, ne tu che l'hai
            scritto.

            Qui parliamo di contenuti che sono stati
            pubblicati.Facciamo a capirci: se uno lavora solo su commissione, come dite voi, allora non pubblica niente.Quindi niente diffusione libera di alcunchè.Non sto dicendo che è sbagliato, sto dicendo che se vuoi imporre un modello di business in cui c'è sempre e solo un committente che paga per intero l'opera di ingegno, allora non ci sarà nulla di pubblicato/pubblico da dsitribuire in libertà.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            Anche in questo caso, se la grande
            azienda


            commissiona un software non lo va certo
            a


            regalare ai suoi concorrenti, per quanto

            piccoli


            siano.



            Allora non deve renderlo pubblico, ne
            l'azienda

            che l'ha comprato, ne tu che l'hai

            scritto.



            Qui parliamo di contenuti che sono stati

            pubblicati.

            Facciamo a capirci: se uno lavora solo su
            commissione, come dite voi, allora non pubblica
            niente.
            Quindi niente diffusione libera di alcunchè.

            Non sto dicendo che è sbagliato, sto dicendo che
            se vuoi imporre un modello di business in cui c'è
            sempre e solo un committente che paga per intero
            l'opera di ingegno, allora non ci sarà nulla di
            pubblicato/pubblico da dsitribuire in
            libertà.Come no?C'è un sacco di materiale sul mulo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Non sto dicendo che è sbagliato, sto dicendo
            che

            se vuoi imporre un modello di business in
            cui
            c'è

            sempre e solo un committente che paga per
            intero

            l'opera di ingegno, allora non ci sarà nulla
            di

            pubblicato/pubblico da dsitribuire in

            libertà.

            Come no?

            C'è un sacco di materiale sul mulo.Siccome sono presuntuosamente certo di esprimermi bene, mi sembra che sia tu a non voler capire, o a non possedere le + elementari nozioni di logica.Il materiale sul mulo c'è, perchè non siamo nella ipotesi che tu propugni.Se fai una premessa e io ti illusto una possibile conseguenza, non ha nessun senso dire : "la conesguenza è sbagliata, dato che non si verifica in questa altra ipotesi (diversa dalla precedente)".Posso transigere su tutto, ma non sulla logica.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: tucumcari

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Non sto dicendo che è sbagliato, sto
            dicendo

            che


            se vuoi imporre un modello di business
            in

            cui

            c'è


            sempre e solo un committente che paga
            per

            intero


            l'opera di ingegno, allora non ci sarà
            nulla

            di


            pubblicato/pubblico da dsitribuire in


            libertà.



            Come no?



            C'è un sacco di materiale sul mulo.

            Siccome sono presuntuosamente certo di esprimermi
            bene, mi sembra che sia tu a non voler capire, o
            a non possedere le + elementari nozioni di
            logica.

            Il materiale sul mulo c'è, perchè non siamo nella
            ipotesi che tu
            propugni.Intanto lo trovo. Questo mi basta, ed anche a tutti gli altri.
            Se fai una premessa e io ti illusto una possibile
            conseguenza, non ha nessun senso dire : "la
            conesguenza è sbagliata, dato che non si verifica
            in questa altra ipotesi (diversa dalla
            precedente)".
            Posso transigere su tutto, ma non sulla logica.Tu vuoi guadagnare sulle copie: non lo puoi più fare.Io non dico che devi lavorare solo su commissione, lavora come ti pare e piace, ma non pretendere di guadagnare sulle copie, altrimenti apri una videoteca e guarda che succede.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: tucumcari


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella





            Non sto dicendo che è sbagliato,
            sto

            dicendo


            che



            se vuoi imporre un modello di
            business

            in


            cui


            c'è



            sempre e solo un committente che
            paga

            per


            intero



            l'opera di ingegno, allora non ci
            sarà

            nulla


            di



            pubblicato/pubblico da dsitribuire
            in



            libertà.





            Come no?





            C'è un sacco di materiale sul mulo.



            Siccome sono presuntuosamente certo di
            esprimermi

            bene, mi sembra che sia tu a non voler
            capire,
            o

            a non possedere le + elementari nozioni di

            logica.



            Il materiale sul mulo c'è, perchè non siamo
            nella

            ipotesi che tu

            propugni.

            Intanto lo trovo. Questo mi basta, ed anche a
            tutti gli
            altri.
            Finchè non ci troveremo nella situazione che tu auspichi e che, aggiungo fortunatamente, non si realizzerà mai.Per me possiamo pure continuare come stiamo rispondendo abusi ad abusi.

            Se fai una premessa e io ti illusto una
            possibile

            conseguenza, non ha nessun senso dire : "la

            conesguenza è sbagliata, dato che non si
            verifica

            in questa altra ipotesi (diversa dalla

            precedente)".

            Posso transigere su tutto, ma non sulla
            logica.

            Tu vuoi guadagnare sulle copieAffatto, ti ho gia spiegato che voglio guadagnare sullo sfruttamento commericale. Ora delle due l'una o fai finta di non capire perchè non ti suona o proprio non ci arrivi.Io non pretendo di essere d'accordo, ma se ti chiedo di spiegarmi come la pensi non puoi limitarti a dire "io vorrei così" e dopo a nicchiare quando ti dico che non può funzionare.
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Affatto, ti ho gia spiegato che voglio guadagnare
            sullo sfruttamento commericale. E allora sfruttalo commercialmente!Fino ad ora hai detto che vuoi essere pagato se IO lo sfrutto commercialmente, che è un modo per dire che vuoi le royalties sulle copie se queste vengono usate per scopi commerciali... ma sempre rroyalties sulle copie sono.
            Ora delle due
            l'una o fai finta di non capire perchè non ti
            suona o proprio non ci
            arrivi.Non c'è bisogno di offendere.
            Io non pretendo di essere d'accordo, ma se ti
            chiedo di spiegarmi come la pensi non puoi
            limitarti a dire "io vorrei così" e dopo a
            nicchiare quando ti dico che non può
            funzionare.La pensiamo così: se vuoi produrre produci, altrimenti non farlo. Se riesci a farti pagare buon per te, ma dal momento in cui rendi pubblico non lamentarti se ci facciamo delle copie, anche se con queste copie ci guadagnamo.Mi sono spiegato meglio a questo giro ?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            Affatto, ti ho gia spiegato che voglio
            guadagnare

            sullo sfruttamento commericale.

            E allora sfruttalo commercialmente!oppure lascio che lo fai tu.
            Fino ad ora hai detto che vuoi essere pagato se
            IO lo sfrutto commercialmenteovvio. Altrimenti che loproduco a fare?per farti un regalo?


            Ora delle due

            l'una o fai finta di non capire perchè non ti

            suona o proprio non ci

            arrivi.

            Non c'è bisogno di offendere.Se la mia constatazione ti offende, mi dispiace, ma chiedeti perchè la faccio.


            Io non pretendo di essere d'accordo, ma se ti

            chiedo di spiegarmi come la pensi non puoi

            limitarti a dire "io vorrei così" e dopo a

            nicchiare quando ti dico che non può

            funzionare.

            La pensiamo così: se vuoi produrre produci,
            altrimenti non farlo. Se riesci a farti pagare
            buon per te, ma dal momento in cui rendi pubblicoSì ma il punto è sempre quello, perchè dovrei renderlo pubblico se non ci posso guadagnare?
          • tucumcari scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            E allora sfruttalo commercialmente!

            oppure lascio che lo fai tu.Infatti se riesco lo faccio, ma le royalties sulle copie non te le do.


            Fino ad ora hai detto che vuoi essere pagato
            se

            IO lo sfrutto commercialmente

            ovvio. Altrimenti che loproduco a fare?
            per farti un regalo?Fatti tuoi perché lo produci. Liberissimo di non farlo. Io infatti scarico solo cose che sono state prodotte.
            Se la mia constatazione ti offende, mi dispiace,
            ma chiedeti perchè la
            faccio.Perché in fondo sei un po' troll anche tu ?? :D





            Io non pretendo di essere d'accordo, ma
            se
            ti


            chiedo di spiegarmi come la pensi non
            puoi


            limitarti a dire "io vorrei così" e
            dopo
            a


            nicchiare quando ti dico che non può


            funzionare.



            La pensiamo così: se vuoi produrre produci,

            altrimenti non farlo. Se riesci a farti
            pagare

            buon per te, ma dal momento in cui rendi
            pubblico


            Sì ma il punto è sempre quello, perchè dovrei
            renderlo pubblico se non ci posso
            guadagnare?Per pubblicità? YT insegna qualcosa a questo riguardo no?
          • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
            Re: Pirateria a fumetti.
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Voglio che tu riconosca che parte di quello
            che

            guadagni, è anche mio. Sempre ammesso che ci

            guadagni.

            E perché scusa? A che titolo?
            Se pensi ci si possa guadagnare, guadagnaci da
            solo.+1 <b
            ABOLIRE IL COPYRIGHT ! </b
            p) p) p)
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Pirateria a fumetti.
      - Scritto da: panda rossa
      E' in francese, ma si capisce lo stesso
      http://www.hardabud.com/alabordage/livre/Non è un'idea quella che copi, è un prodotto.
  • Andreabont scrive:
    Il fascino della carta...
    La carta... non usa corrente elettrica... non ha bisogno di un costoso reader per essere letta... non è affetta da limitanti DRM... e poi è affascinante, puoi sentire l'odore e la consistenza stessa del libro che stai leggendo.Certo, è comodo un eBook reader, l'ho preso anche io per leggere i miei pdf. Ma se un libro mi deve costare più di 10 preferisco di gran lunga la versione cartacea. Nel caso fosse meno di 10 potrei anche pensarci...Insomma... la pirateria credo sia il male minore.
    • korn scrive:
      Re: Il fascino della carta...
      Il problema è che costano uasi lo stesso.Di fronte ad un'offerta onesta 24 euro il cartaceo e 8 euro l'ebook uno si fa i suoi conti in tasca ma allo stesso prezzo , o quasi, condito di DRM e manco lo puoi passare all'amico io non so perchè una persona normodotata dovrebbe scegliere l'ebook...Poi si lamentano della pirateria ma gli editori sono molto peggio, dispiave dire sempre che all'estero le cose sono differenti ma tant'è.....
    • Cotton scrive:
      Re: Il fascino della carta...
      è molto bella la carta, il suo odore rimanda alle decine di migliaia di piante da cui deriva, il rumore mi ricorda le foglie in autunno che quelle piante avrebbero fatto cadere, la sua morbida consistenza rimanda al caldo sole primaverile che quelle piante non assorbiranno piu' oooooh che bella la carta. E che dire di quella riciclata.... il frizzante afrore degli sbiancanti usati, lo sfrigolio della soda..mmhh che bella anche la carta riciclata...
      • Cotton scrive:
        Re: Il fascino della carta...
        a proposito.."La carta... non usa corrente elettrica..." è semplicemente un ossimoro.
        • Wolf01 scrive:
          Re: Il fascino della carta...
          Oh e che palle, e iPad usa il sangue di schiavi Cinesi, contento?
          • Cotton scrive:
            Re: Il fascino della carta...
            e le nike con quello degli schiavi indiani .... e non c'è mai parcheggio. Per fortuna ho la penna biro...
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Il fascino della carta...
        Senza troppa retorica ... io compro tantissimi libri usati. E' possibile fare lo stesso con un eBook ?
        • mcmcmcmcmc scrive:
          Re: Il fascino della carta...
          - Scritto da: Joe Tornado
          Senza troppa retorica ... io compro tantissimi
          libri usati. E' possibile fare lo stesso con un
          eBook
          ?non mi sono mai posto il problema. Mai comperato un libro usato. E mai venduto un libro che ho comperato.La funzione "sociale" di scambio dei libri cartacei, penso manchi nella versione digitale. Ma non credo che tarderà ad essere soppiantata da una versione più "moderna". Per vie legali intendo, che per altre vie si può fare già.
      • Andreabont scrive:
        Re: Il fascino della carta...
        Devo farti l'elenco di tutti i materiali altamente inquinanti che vengono usati per fabbricare i dispositivi digitali? Tra cui svariati metalli pesanti nocivi per la salute?La carta si fabbrica dalla cellulosa, vero, ma è biodegradabile e non pericolosa per la salute.I più i dispositivi consumano sempre energia elettrica, non solo quando vengono prodotti. Un libro lo leggi anche senza elettricità. In un mondo senza corrente elettrica l'eBook è un gran bel fermacarte...Senza contare che per produrre l'energia elettrica per accendere un eBook usiamo il petrolio...I discorsi ecologisti, in questo mondo, non hanno senso.
    • mcmcmcmcmc scrive:
      Re: Il fascino della carta...
      - Scritto da: Andreabont
      La carta... non usa corrente elettrica... non ha
      bisogno di un costoso reader per essere letta...
      non è affetta da limitanti DRM... e poi è
      affascinante, puoi sentire l'odore e la
      consistenza stessa del libro che stai
      leggendo.

      Certo, è comodo un eBook reader, l'ho preso anche
      io per leggere i miei pdf. Ma se un libro mi deve
      costare più di 10 preferisco di gran lunga la
      versione cartacea. Nel caso fosse meno di 10
      potrei anche
      pensarci...

      Insomma... la pirateria credo sia il male minore.gli ebook dovrebbero costare di meno, ok. Ma libri di carta che costano sulla decina, si trovano digitali a 6. Non è male come differenza. Se poi la protezione è SDRM, tanto meglio.Utilizzare un eReader per pdf non ha senso. Convertili in formato più idoneo, che si leggono meglio.Sul costo del dispositivo. Siamo agli inizi e iniziano a scendere sensibilmente. Con la diffusione delle letture digitali, che non credo si possa più fermare, le cose miglioreranno. Ci sono già le biblioteche digitali; ti prendi il tuo libro, o rivista, o giornale, te lo leggi e lo restituisci. Senza andare in biblioteca.E poi non occupano sopazio in casa, si possono trasportare facilmente...Pro e contro come in ogni caso. Poi ognuno sceglie. Quando c'è scelta, più ce n'è meglio è.
  • Hermann Hesse scrive:
    mi pare...
    ...di sentire gli stessi discorsi di 10 anni fa, quando iniziò la vendita di musica digitale online
  • uno che vorrebbe TANTO comprare scrive:
    Pubblicate ebook invece di frignare
    io sono uno che non si fa il minimo problema a comprare.Sapete quanti libri che volevo leggere ho trovato in vendita formato digitale?UNOOra... possono anche venirmi a raccontare che la pirateria è sbagliata e su questo posso anche concordare... ma che XXXXX forniscano una e dico una alternativa valida. (e dire che ho scritto anche alle case editrici perchè pubblicassero i libri che mi interessavano...)
    • Hermann Hesse scrive:
      Re: Pubblicate ebook invece di frignare
      - Scritto da: uno che vorrebbe TANTO comprare
      io sono uno che non si fa il minimo problema a
      comprare.
      Sapete quanti libri che volevo leggere ho trovato
      in vendita formato digitale?
      UNO
      Ora... possono anche venirmi a raccontare che la
      pirateria è sbagliata e su questo posso anche
      concordare... ma che XXXXX forniscano una e dico
      una alternativa valida. (e dire che ho scritto
      anche alle case editrici perchè pubblicassero i
      libri che mi interessavano...)magari dicci anche che libri cerchi, perché io invece ne ho trovati parecchi...
      • histor91 scrive:
        Re: Pubblicate ebook invece di frignare
        Io ad esempio ero interessato a libri di linguistica.
        • Hermann Hesse scrive:
          Re: Pubblicate ebook invece di frignare
          - Scritto da: histor91
          Io ad esempio ero interessato a libri di
          linguistica.al di là del fatto che entriamo in un settore specifico, qualche esempio?
          • histor91 scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: Hermann Hesse
            - Scritto da: histor91
            al di là del fatto che entriamo in un settore
            specifico, qualche
            esempio?Non esistono solo Twilight e Harry Potter.Cito un titolo a caso: Fondamenti di Linguistica di Simone.
          • Hermann Hesse scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: histor91
            - Scritto da: Hermann Hesse

            - Scritto da: histor91

            al di là del fatto che entriamo in un settore

            specifico, qualche

            esempio?

            Non esistono solo Twilight e Harry Potter.Lo so... ma senza esempi specifici è comunque difficile trovare... libri di linguistica ce n'è, anche costosi, ma mica posso sapere se è proprio quello che cerchi tu
          • histor91 scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: Hermann Hesse
            Lo so... ma senza esempi specifici è comunque
            difficile trovare... libri di linguistica ce n'è,
            anche costosi, ma mica posso sapere se è proprio
            quello che cerchi
            tuInfatti ne ho citato uno, a caso. Senza neppure cercare.
    • pjt scrive:
      Re: Pubblicate ebook invece di frignare
      Concordo in pieno: io a Natale ho preso un ebook reader, e da allora ho trovato un solo libro tra quelli che cercavo (romanzi, non trattati strani) in versione digitale... :(
      • brain scrive:
        Re: Pubblicate ebook invece di frignare
        - Scritto da: pjt
        Concordo in pieno: io a Natale ho preso un ebook
        reader, e da allora ho trovato un solo libro tra
        quelli che cercavo (romanzi, non trattati strani)
        in versione digitale...
        :(la bibbia? :Dcerca meglio...
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Pubblicate ebook invece di frignare
          - Scritto da: brain
          - Scritto da: pjt

          Concordo in pieno: io a Natale ho preso un ebook

          reader, e da allora ho trovato un solo libro tra

          quelli che cercavo (romanzi, non trattati
          strani)

          in versione digitale...

          :(
          la bibbia? :D
          cerca meglio...Cattivissima!!! :D
        • pjt scrive:
          Re: Pubblicate ebook invece di frignare
          - Scritto da: brain
          - Scritto da: pjt

          Concordo in pieno: io a Natale ho preso un ebook

          reader, e da allora ho trovato un solo libro tra

          quelli che cercavo (romanzi, non trattati
          strani)

          in versione digitale...

          :(
          la bibbia? :D
          cerca meglio...Quella si trova bene (ed è free): scaricatela e leggila, è meglio... :pCercavo i romanzi di Richard Martin e di Terry Goodkind, e su Amazon non ci sono in formato ebook (ci sono solo in inglese).
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: pjt


            Concordo in pieno: io a Natale ho preso
            un
            ebook


            reader, e da allora ho trovato un solo
            libro
            tra


            quelli che cercavo (romanzi, non
            trattati

            strani)


            in versione digitale...


            :(

            la bibbia? :D

            cerca meglio...

            Quella si trova bene (ed è free): scaricatela e
            leggila, è meglio...
            :p

            Cercavo i romanzi di Richard Martin e di Terry
            Goodkind, e su Amazon non ci sono in formato
            ebook (ci sono solo in
            inglese).Eh già anche Io ho trovato le stesse difficoltà, per questo sono arrivato a scansionare certi testi...
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: pjt


            Concordo in pieno: io a Natale ho preso
            un
            ebook


            reader, e da allora ho trovato un solo
            libro
            tra


            quelli che cercavo (romanzi, non
            trattati

            strani)


            in versione digitale...


            :(

            la bibbia? :D

            cerca meglio...

            Quella si trova bene (ed è free): scaricatela e
            leggila, è meglio...
            :pProva con Dawkins "magic of reality" magari ti libera dalle tue illusioni...
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: pjt

            - Scritto da: brain


            - Scritto da: pjt


            la bibbia? :D


            cerca meglio...



            Quella si trova bene (ed è free):
            scaricatela
            e

            leggila, è meglio...

            :p
            Prova con Dawkins "magic of reality" magari ti
            libera dalle tue
            illusioni...Illusioni? Non sono certo io che ho cercato di dimostrare l'esistenza di Babbo Natale... :p :p :pDi Dawkins ho letto: "L'illusione di Dio. Le ragioni per non credere". Interessante, anche se mescola troppo tra la questione dell'esistenza di Dio e le implicazioni solciali della religione. E non si capisce come fa a dare dei fanatici intolleranti a chi è religioso dopo aver scritto paginate di iperpolemica gratuita conto i creazionisti... (a scanso di equivoci dico subito che non sono creazionista).
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: pjt


            - Scritto da: brain



            - Scritto da: pjt



            la bibbia? :D



            cerca meglio...





            Quella si trova bene (ed è free):

            scaricatela

            e


            leggila, è meglio...


            :p

            Prova con Dawkins "magic of reality" magari
            ti

            libera dalle tue

            illusioni...

            Illusioni? Non sono certo io che ho cercato di
            dimostrare l'esistenza di Babbo Natale... :p :p
            :p

            Di Dawkins ho letto: "L'illusione di Dio. Le
            ragioni per non credere". Interessante, anche se
            mescola troppo tra la questione dell'esistenza di
            Dio e le implicazioni solciali della religione. E
            non si capisce come fa a dare dei fanatici
            intolleranti a chi è religioso dopo aver scritto
            paginate di iperpolemica gratuita conto i
            creazionisti... (a scanso di equivoci dico subito
            che non sono
            creazionista).Ahimè è un argomento spinoso che mi interessa molto ma è difficile trattarlo su questo forum senza essere OT.Il T1000 è impietoso verso le conversazioni interessanti.
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Ahimè è un argomento spinoso che mi interessa
            molto ma è difficile trattarlo su questo forum
            senza essere
            OT.

            Il T1000 è impietoso verso le conversazioni
            interessanti.Verissimo. Ci sono però anche altri posti dove poterne parlare Io, per esempio, sono disponibile a parlarne sul mio blog, ospitando chi è interessato a discuterne civilmente e costruttivamente.
          • panda rossa scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Ahimè è un argomento spinoso che mi interessa

            molto ma è difficile trattarlo su questo
            forum

            senza essere

            OT.



            Il T1000 è impietoso verso le conversazioni

            interessanti.

            Verissimo. Ci sono però anche altri posti dove
            poterne parlare Io, per esempio, sono disponibile
            a parlarne sul mio blog, ospitando chi è
            interessato a discuterne civilmente e
            costruttivamente.Il grave difetto di un blog e' che permette di incrociare le identita' degli utenti.
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            In che senso? Non ho capito cosa intendi dire.
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            In che senso? Non ho capito cosa intendi dire.normale paranoia, non ti preoccupare ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            In che senso? Non ho capito cosa intendi dire.Se vengo nel tuo blog, non posso presentarmi come panda rossa: il server del tuo blog mi conosce con un'altra identita'.
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            Lo puoi fare benissimo: accetto anche commenti anonimi! Ti puoi identificare come vuoi: account Google, Wordpress, OpenId, nome, anonimo, ...Basta che posti col nome "Panda Rossa", ti si riconosce ed in automatico ti si cestina :p
          • panda rossa scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            Lo puoi fare benissimo: accetto anche commenti
            anonimi! Ti puoi identificare come vuoi: account
            Google, Wordpress, OpenId, nome, anonimo,
            ...Non hai capito.Google e wordpress mi conoscono gia' per chi sono.
            Basta che posti col nome "Panda Rossa", ti si
            riconosce ed in automatico ti si cestina
            :pIn tal caso mi cestino gia' da me.
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            Era solo uno scherzo... ;)
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            Era solo uno scherzo... ;)no, una speranza :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: pjt

            Era solo uno scherzo... ;)
            no, una speranza :DTi piacerebbe, eh...Ma io non sono mica un videotecaro: non me ne vado da qui.
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: pjt


            Era solo uno scherzo... ;)

            no, una speranza :D

            Ti piacerebbe, eh...
            Ma io non sono mica un videotecaro: non me ne
            vado da
            qui.Un vero peccato, non poter usare più il metodo Giordano Bruno... :D
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: brain
            - Scritto da: pjt

            Era solo uno scherzo... ;)
            no, una speranza :DUn automatismo simile può eserci solo per tipi come te... :p :p :p
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: pjt


            Era solo uno scherzo... ;)

            no, una speranza :D

            Un automatismo simile può eserci solo per tipi
            come te... :p :p
            :psenti ancora le voci? :D
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            E te vedi ancora Babbo Natale? :p
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            E te vedi ancora Babbo Natale? :psi sta facendo un caffè, insieme al tuo omino bianco :D
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            Era solo uno scherzo... ;) io sul tuo blog ho scritto con questo nick.Ma sono sicuro che il mio commento non ti piacerà.
          • pjt scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: pjt

            Era solo uno scherzo... ;)

            io sul tuo blog ho scritto con questo nick.

            Ma sono sicuro che il mio commento non ti piacerà.Non l'ho ancora letto. Ma se hai scritto civilmente e senza offesa lo rispetterò sicuramente.(eventualmente non ti piacerà la risposta :p )
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: pjt


            Era solo uno scherzo... ;)



            io sul tuo blog ho scritto con questo nick.



            Ma sono sicuro che il mio commento non ti
            piacerà.

            Non l'ho ancora letto. Ma se hai scritto
            civilmente e senza offesa lo rispetterò
            sicuramente.Io sono sempre civile.
          • brain scrive:
            Re: Pubblicate ebook invece di frignare
            - Scritto da: pjt
            - Scritto da: brain

            - Scritto da: pjt


            - Scritto da: brain



            - Scritto da: pjt



            la bibbia? :D



            cerca meglio...





            Quella si trova bene (ed è free):

            scaricatela

            e


            leggila, è meglio...


            :p

            Prova con Dawkins "magic of reality" magari
            ti

            libera dalle tue

            illusioni...

            Illusioni? Non sono certo io che ho cercato di
            dimostrare l'esistenza di Babbo Natale... :p :p
            :pSono tutti personaggi di fantasia, anche il tuo! :D

            Di Dawkins ho letto: "L'illusione di Dio. Le
            ragioni per non credere".Rileggilo meglio ;)
  • anche io prata scrive:
    combattere l'editoria pollilliana
    La libera circolazione di copie digitali dele informazioni rischia di essere soffocato sul nascere dal DRM. "L'uso del DRM sta mettendo a rischio il mercato nascente degli ebook in Italia, non possiamo non combatterla", così il presidente dell'Associazione Libera Circolazione (ALC)"anche io pirata".Sara' uno spasso vedere andarea fondo questi dinosauri ottocenteschi.
    • Basta Pirateria scrive:
      Re: combattere l'editoria pollilliana
      - Scritto da: anche io prata
      La libera circolazione di copie digitali dele
      informazioni rischia di essere soffocato sul
      nascere dal DRM. "L'uso del DRM sta mettendo a
      rischio il mercato nascente degli ebook in
      Italia, non possiamo non combatterla", così il
      presidente dell'Associazione Libera Circolazione
      (ALC)

      "anche io pirata".

      Sara' uno spasso vedere andarea fondo questi
      dinosauri
      ottocenteschi.Forse. Nel frattempo però sarà meglio che "anche tu pirata" faccia attenzione a restare anonimo, visto che "se anche tu sei pirata" anche tu rischi sanzioni.Almeno cerca di limitarti a circuiti senza fini di lucro, altrimenti rischi di diventare la pedina di altri signorotti (vedi il caso megaupload)
      • anche io prata scrive:
        Re: combattere l'editoria pollilliana
        - Scritto da: Basta Pirateria
        - Scritto da: anche io prata

        La libera circolazione di copie digitali dele

        informazioni rischia di essere soffocato sul

        nascere dal DRM. "L'uso del DRM sta mettendo
        a

        rischio il mercato nascente degli ebook in

        Italia, non possiamo non combatterla", così
        il

        presidente dell'Associazione Libera
        Circolazione

        (ALC)



        "anche io pirata".



        Sara' uno spasso vedere andarea fondo questi

        dinosauri

        ottocenteschi.

        Forse. Nel frattempo però sarà meglio che "anche
        tu pirata" faccia attenzione a restare anonimo,
        visto che "se anche tu sei pirata" anche tu
        rischi
        sanzioni.

        Almeno cerca di limitarti a circuiti senza fini
        di lucro, altrimenti rischi di diventare la
        pedina di altri signorotti (vedi il caso
        megaupload)ho scimmiottato il loro comunicato delirante.
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: combattere l'editoria pollilliana
          - Scritto da: anche io prata[...]
          ho scimmiottato il loro comunicato delirante.Liberissimo di farlo (la satira è sacrosanta). Però attenzione perché inneggiando alla pirateria si finisce per fare il gioco di altre lobby.
  • PUNT0 INFORMATIC 0 CAZZ0 scrive:
    PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0
    PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0
    • iome scrive:
      Re: PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0
      - Scritto da: PUNT0 INFORMATIC 0 CAZZ0
      PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0hai dimenticato un "del"
    • Hermann Hesse scrive:
      Re: PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0
      - Scritto da: PUNT0 INFORMATIC 0 CAZZ0
      PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0ma che bravo... usi lo 0 (zero) invece della O (lettera "O") per carcare di sfuggire alla censura? sei proprio furbo eh...? non te la si fa proprio...
      • attonito scrive:
        Re: PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0
        - Scritto da: Hermann Hesse
        - Scritto da: PUNT0 INFORMATIC 0 CAZZ0

        PUNT0 INFORMATIC0 CAZZ0

        ma che bravo... usi lo 0 (zero) invece della O
        (lettera "O") per carcare di sfuggire alla
        censura? sei proprio furbo eh...? non te la si fa
        proprio...fino ad ora ce l'ha fatta, ma appena lo script vedra' il mio nick, luca correra' subito a vedere e zac!
  • uno nessuno scrive:
    poveri buffoni
    E' come se le case editrici vere avessero tentato di far chiudere le biblioteche.Poveri buffoni, stanno dedicando le loro vite a una crociata che hanno perso prima di nascere. Sarà bello leggere i loro comunicati disperati, nei prossimi anni.
    • Mare di Cello scrive:
      Re: poveri buffoni
      Uno Nessuno, c'hanno provato, tempo fa.
      • Izio01 scrive:
        Re: poveri buffoni
        - Scritto da: Mare di Cello
        Uno Nessuno, c'hanno provato, tempo fa.Neanche poi tanto tempo fa, se non ricordo male, avrebbero preteso il pagamento di una certa quota per ogni prestito. Folli e miopi: a parità di risorse, molte meno biblioteche = meno gente che si affeziona alla lettura = meno clienti futuri, minori guadagni e ulteriori richieste di sostegno statale.
      • uno nessuno scrive:
        Re: poveri buffoni
        - Scritto da: Mare di Cello
        Uno Nessuno, c'hanno provato, tempo fa.Per quanto io possa essere disinformato, se non ne so niente pur avendo diversi amici che lavorano nelle biblioteche, deve essergli andata veramente male....
        • JosaFat scrive:
          Re: poveri buffoni
          Se non sbaglio, il tentativo di far pagare le biblioteche per i prestiti non è ancora del tutto stato annullato.Comunque a strozzare le biblioteche ci pensano già gli enti pubblici; attualmente nella Regione Piemonte, grazie al suo cosiddetto Governatore, si tolgono i fondi necessari al loro funzionamento.
    • panda rossa scrive:
      Re: poveri buffoni
      - Scritto da: uno nessuno
      E' come se le case editrici vere avessero tentato
      di far chiudere le
      biblioteche.
      Poveri buffoni, stanno dedicando le loro vite a
      una crociata che hanno perso prima di nascere.
      Sarà bello leggere i loro comunicati disperati,
      nei prossimi
      anni.Saranno disponibili per ebook, DRM free, questi comunicati disperati?
  • Enjoy with Us scrive:
    Come digitalizzare un libro
    1. si prende uno scanner piano fisso, se ne trovano a meno di 100 euro di discreta velocità2. si prende un programma OCR, tipo Omnipage3. si imposta a zero il tempo fra una scansione e la successiva, tanto in genere lo scanner ha dei tempi morti per riposizionare il carrello a fine scansione sufficienti4. si eseguono le scansioni, senza essere dei superman è possibile fare almeno 5 pagine al minuto (2 scansioni e 1/2), quindi per un libro di 300 pagine basta un'oretta5. Si procede ad una visione rapida dello scansionato per correggere gli inevitabili errori di riconoscimento della successione delle aree di testo da convertire e in questa fase conviene anche fare eseguire il test di apprendimento dell'ocr, il tutto richiede 30-50 minuti6. la fase più scocciante bisogna prendere un word proXXXXXr Open office o M$ office e verificare rapidamente la correttezza delle parole segnate dal correttore ortografico, durante tale fase, si cancellano i numeri di pagina e si da una foramttazione adeguata a testo e titoli... tempo circa 5-8 ore, tutto dipende dalla qualità delle scansioni, quindi conviene sempre fare scansioni pulite, il tempo che si risparmia dopo è notevole.Avrete capito quindi che per digitalizzare un libro di 300 pagine occorrono minimo 8 ore, dare del pirata a chi condivide gratutitamente questa fatica mi pare quanto meno oltraggioso, visto poi che addirittura in alcuni casi tale materiale è stato sfruttato dall'editore "ufficiale" per produrre il suo eBook infarcito di DRM!Se non ci fosse tale "pirateria" numerosi testi non sarebbero disponibili perchè esauriti da anni!Ad esempio titoli come: L'uomo lente, Battaglia per la terra, Le avventure di Conrad Stangardt non sarebbero disponibili per nessuno...P.s. se qualcuno li cerca sono su ipmart, digitalizzati da .... meglio non compromettersi...
    • Cotton scrive:
      Re: Come digitalizzare un libro
      evidentemente l'esperienza è soggettiva e fortemente correlata con le capacità individuali nell'eseguire le varie operazioni in modo corretto ed appropriato, dalla scansione alla conversione ocr (con adeguata procedura di autoapprendimento) alla revisione/creazione del formato finale.
      • Mare di Cello scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro
        Per quello che dice Enjoy with Us, io aggiungo che poi si può dare il libro in pasto a Balabolka e... sentirlo comodamente in un qualsiasi lettore MP3.
        • Ulan Bator scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          Beh, io per digitalizzare un libro di 300 pagine ci metto poco, circa 15 minuti con una fotocopiatrice professionale che ho sul posto di lavoro e che mi genera direttamente un PDF.Poi da pdf utilizzo prima il comando "raddrizza pagine" e poi un bel "fai OCR del testo".Per cui alla fine mi ritrovo un PDF a immagini ma con testo selezionabile (anche se non perfetto). Il tutto in 30-40 mega.Direi che per 15 minuti ne vale la pena. Poi lo condivido in rete, se qualcuno ha tempo o voglia poi se lo processerà con Omnipage o Abbyy FineReader (che secondo me è nettamente superiore).Ciao e buona scansione!
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Ulan Bator
            Beh, io per digitalizzare un libro di 300 pagine
            ci metto poco, circa 15 minuti con una
            fotocopiatrice professionale che ho sul posto di
            lavoro e che mi genera direttamente un
            PDF.
            Poi da pdf utilizzo prima il comando "raddrizza
            pagine" e poi un bel "fai OCR del
            testo".
            Per cui alla fine mi ritrovo un PDF a immagini ma
            con testo selezionabile (anche se non perfetto).
            Il tutto in 30-40
            mega.
            Direi che per 15 minuti ne vale la pena. Poi lo
            condivido in rete, se qualcuno ha tempo o voglia
            poi se lo processerà con Omnipage o Abbyy
            FineReader (che secondo me è nettamente
            superiore).

            Ciao e buona scansione!Ti dico che anche se a te sembrerà a posto se lo fai leggere a una terza persona troverà una valanga di errori. Infatti il modo migliore per procedere è che uno fa il tutto e dà un'occhiata e poi lo passa a un'altra persona che se lo riguarda bene riga per riga più volte.
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            evidentemente l'esperienza è soggettiva e fortemente correlata con le capacità individuali nell'eseguire le varie operazioni in modo corretto ed appropriato, dalla scansione alla conversione ocr (con adeguata procedura di autoapprendimento) alla revisione/creazione del formato finale.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Cotton
            evidentemente l'esperienza è soggettiva e
            fortemente correlata con le capacità individuali
            nell'eseguire le varie operazioni in modo
            corretto ed appropriato, dalla scansione alla
            conversione ocr (con adeguata procedura di
            autoapprendimento) alla revisione/creazione del
            formato
            finale.Siccome l'ho fatto con tante persone diverse non è tanto soggettiva. Sarà più soggettiva l'esperienza di chi lo passa all'OCR e pensa che sia tutto corretto.
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            ok ok hai ragione per avere un testo corretto bisogna il tuo gruppo di persone deve rileggerlo tante volte.... contento adesso?
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            vediamo quante volte ti tocca rileggere la mia frase prima di trovare l'errore. A me (noi) ne basta una ;)
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Cotton
            vediamo quante volte ti tocca rileggere la mia
            frase prima di trovare l'errore. A me (noi) ne
            basta una
            ;)C'è un bel po' di differenza tra guardare un paio di frasi e controllare un libro di un centinaio di pagine.Io smesso da anni di collaborare al progetto Manuzio sia perché non ho più tempo, sia perché era uno sbattimento incredibile.A parte questo oggi ho trovato questo piccolo quiz. Vediamo quanto ci mettete per trovare l'errore:http://imgur.com/AiCod
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Io *ho* smesso da anni di collaborare al progettoCorreggo questa frase visto che si sta parlando di correzioni, anche se su questi forum ormai me ne frego. Anni di Sgabbio mi hanno rovinato.
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            dovevi cambiare gruppo...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            mitsake invece di mistakemeno di un minuto.
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            mitsake <<--

            mistake .... tempo per trovarlo ... 10/15 secondi .... ma ho barato, sono professionalmente preparato ;)
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Cotton
            mitsake <<--

            mistake .... tempo
            per trovarlo ... 10/15 secondi .... ma ho barato,
            sono professionalmente preparato
            ;)Se usi un Word proXXXXXr il correttore ortografico te li segnala tutti in rosso, non è che ci voglia molto a vederli tali errori!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            Per chi è sopravvissuto a ICAP, un quiz del genere è uno scherzo.Erano classici gli indovinelli dove ti dicevano cose del tipo: "Trova l'errore in questa frase", che andavano interpretate come "Trova 'l'errore' in questa frase", e si risolvevano cliccando, appunto, sulla parola "errore".
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Cotton
            mitsake <<--

            mistake .... tempo
            per trovarlo ... 10/15 secondi .... ma ho barato,
            sono professionalmente preparato
            ;)Io ci ho messo 5 secondi, tie'
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            Prova questo:http://icap.altervista.org
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            http://icap.altervista.org/paginadue/
          • Arnezio scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Cotton
            http://icap.altervista.org/paginadue/Parte Primahttp://icap.altervista.org/paginadue/pagina3/ohnoes/esse/pigreco/iccanobif/thlnf/ybs/no/jefferson/enterprise/dove/mnhppczo/mobitelio/vi/arcobaleno/tanimre/sette/fattoriale/badigigibaba/xanadu/pagoda/amiga/uuddlrlrba/fiesta/sadalmelik/genziana/Seconda Parteuser: never pass: forget http://icap.altervista.org/secondaparte/ppoepitynjedmmvatsfbxpaufsg/wqpiva/itaca/noveheh/usuraio/1907/hubbard/bistro/zaqwsxcde/armageddon/mezzogiorno/nouakchott/mogue/fgsfds/beaufort8/acceso/spento/poflarm/murodiberlino/treasure/tups/Parte Treuser: ayin pass: quarantadue http://icap.altervista.org/partetre/maggiore/teonadinbaordinba/tideo/yeager/nietzsche/eutichiano/maschio/idrogeno/rebus/decagono/14641/phi/pahoehoe/planck/prossimapagina/howth/theda/toutatis/saplf/avro/accendila/mersenne/richthofen/Quarto Attouser: think pass: different http://www.icap.altervista.org/quartoatto/adynaton/aton/sasquatch/fbrolkd/blastit/graceland/kelvin/1337/aude/pionqizy/belonofobia/pelloux/gondwana/lipsum/onorio/fullerene/02d/heston/crobzy/cleveland/africa/microonde/strambotto/quark/landiniQuinto Capitolouser: the pass: door http://icap.altervista.org/quintocapitolo/ua/ataturk/texas/avogadro/fnord/daniken/shepard/spathi/quicato/fourier/napoleoneii/bertram/bonzo/googolplexian/deunno/amen/decibel/rfc1341/cincocem/llanfair/jazz/plabgh/diocleziano/tribble/albert/Parte Sestauser: chuck pass: norris http://icap.altervista.org/partesesta/walsegg/wodehouse/dijkstra/ghirlanda/baretti/choam/godwin/storting/miriagrammo/lemniscata/gatwick/kraftwerk/lovelace/hoover/tesla/asimov/wow/vikelas/nzvrs/cervantes/oersted/anegoh/dodgson/lipari/Capitolo Setteuser: monty pass: python http://icap.altervista.org/capitolosette/pwd/tyrrell/52/suva/tcmx/burrone/clapton/pcsdfg/sabatini/astkd/huan/qcflx/zarathustra/borzage/koyaanisqatsi/marion/levitico/remigio/leffler/etesi/ullmann/kipling/vamba/pqign/4227/spallanzani/hardyAtto Ottavouser:john pass: deacon http://icap.altervista.org/attoottavo/milton/attendo/verne/sandburg/cujo/sufjan/syzygy/pachelbel/lost/hagbard/qsyzxu/gottlieb/dalek/theremin/filottete/e967/horus/1e4c5/questafrase/boardwalk/ludke/mussorgsky/dualismo/kings/einaudi/giovenaleNumero Nove user:yoko pass: ono http://icap.altervista.org/numeronove/ingollatore/thummim/acquaregia/vaiaku/90125/hearts/mallowan/emerson/gomer/tetraktys/zamenhof/hadouken/eulero/zepto/dirac/yggdrasil/f7e28e/gabelich/ Altro?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro

            Altro?Se vuoi...http://dsq.altervista.org
          • Cotton scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            eh eh eh e allora vedi che non ti serve rileggere tante volte per trovare gli errori ? basta che ti impegni e usi gli strumenti in maniera appropriata.. ;)
          • Ataru Moroboshi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            Concordo con dr. Stranamore, ho fatto gli OCR di alcuni vecchi libri di fs, prima passata di correzione con Abby Reader, seconda di lettura veloce a video a word con evidenziazione degli errori e infine terza lettura con calma con ereader e annotazione degli errori rimanenti ed erano almeno una quarantina quelli che ho pescato per ogni volume. Con sole otto ore, IMHO non viene un buon lavoro.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Ataru Moroboshi
            Concordo con dr. Stranamore, ho fatto gli OCR di
            alcuni vecchi libri di fs, prima passata di
            correzione con Abby Reader, seconda di lettura
            veloce a video a word con evidenziazione degli
            errori e infine terza lettura con calma con
            ereader e annotazione degli errori rimanenti ed
            erano almeno una quarantina quelli che ho pescato
            per ogni volume.


            Con sole otto ore, IMHO non viene un buon lavoro.Magari Abby reader è peggio di Omnipage?Magari le scansioni non erano ottimali?Vedi Io ho scoperto che Omnipage se fai bene l'autoapprendimento non introduce errori sistemici e le parole che scazza se la scansione è di buona qualità sono veramente poche. Si parla di una parola a pagina o meno, il punto debole è che in alcuni casi sbaglia nel riconoscere il corretto ordine delle zone ove è contenuto del testo, ragion per cui vale sempre la pena ripassarle tutte a mano (ci perdi una mezz'oretta), poi una rapida visione del testo con un Word proXXXXXr per formattarlo ed eliminare i numeri di pagina (cosa che consente di verificare anche il loro corretto ordine ed eventuali salti pagina nella scansione)... in tutto il proXXXXX ci perdi circa 6-8 ore per un testo di 300 pagine circa, come già detto se non credi perchè non visioni libri come battaglia per la terra o pattuglia galattica?
          • panda rossa scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Enjoy with Us
            - Scritto da: Ataru Moroboshi

            Concordo con dr. Stranamore, ho fatto gli
            OCR
            di

            alcuni vecchi libri di fs, prima passata di

            correzione con Abby Reader, seconda di
            lettura

            veloce a video a word con evidenziazione
            degli

            errori e infine terza lettura con calma con

            ereader e annotazione degli errori rimanenti
            ed

            erano almeno una quarantina quelli che ho
            pescato

            per ogni volume.





            Con sole otto ore, IMHO non viene un buon
            lavoro.


            Magari Abby reader è peggio di Omnipage?Per esperienza mia assolutamente no.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Ulan Bator
            Beh, io per digitalizzare un libro di 300 pagine
            ci metto poco, circa 15 minuti con una
            fotocopiatrice professionale che ho sul posto di
            lavoro e che mi genera direttamente un
            PDF.
            Poi da pdf utilizzo prima il comando "raddrizza
            pagine" e poi un bel "fai OCR del
            testo".
            Per cui alla fine mi ritrovo un PDF a immagini ma
            con testo selezionabile (anche se non perfetto).
            Il tutto in 30-40
            mega.
            Direi che per 15 minuti ne vale la pena. Poi lo
            condivido in rete, se qualcuno ha tempo o voglia
            poi se lo processerà con Omnipage o Abbyy
            FineReader (che secondo me è nettamente
            superiore).

            Ciao e buona scansione!caspita 20 pagine al minuto, ossia 10 scansioni al minuto... come lavora con un sistema a flash di tipo fotografico? Apparecchio veramente interessante, ne esiste qualche versione consimilare anche consumer?
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          - Scritto da: Mare di Cello
          Per quello che dice Enjoy with Us, io aggiungo
          che poi si può dare il libro in pasto a Balabolka
          e... sentirlo comodamente in un qualsiasi lettore
          MP3.Scusa, ma i libri preferisco di gran lunga leggermeli, se poi parli di sistemi per venire incontro agli ipovedenti, allora è un'ottimo sistema!
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Come digitalizzare un libro
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Vatti a vedere qualche libro scansionato dal
      sottoscritto, ad esempio pattuglia galattica o
      battaglia per la terra e dimmi quanti errori
      trovi!Sono in public domain? Comunque per fare la correzione dovrei avere il libro originale che non ho.
      • Cotton scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro
        lascia perdere che poi ti tocca "rileggerlo" tante volte e non ti bastano 2 settimane
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          - Scritto da: Cotton
          lascia perdere che poi ti tocca "rileggerlo"
          tante volte e non ti bastano 2
          settimaneTranquillo che non avevo nessuna intenzione di farlo. Non faccio più niente gratis.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro
        sono in formato doc, epub, txt, dot e pdf ricercabile, quanto alla necessità di avere il testo originale per verificare gli errori di ortografia è una castroneria grossa come una casa, il testo originale serve per correggere errori macroscopici, salti di pagina o di intere righe, non certo per gli errori ortografici!Ma in quel progetto che hai citato come cavolo lavoravate?
        • Dottor Stranamore scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          - Scritto da: Enjoy with Us
          sono in formato doc, epub, txt, dot e pdf
          ricercabile,Ti ho chiesto: SONO IN PUBLIC DOMANI? Non in che formato sono.E' una domanda chiara, come fa uno a capire altro non lo so veramente. quanto alla necessità di avere il
          testo originale per verificare gli errori di
          ortografia è una castroneria grossa come una
          casa, il testo originale serve per correggere
          errori macroscopici, salti di pagina o di intere
          righe, non certo per gli errori
          ortografici!Mica scappano solo gli errori ortografici quando devi sistemare un testo passato all'OCR :-o
          Ma in quel progetto che hai citato come cavolo
          lavoravate?Sempre con questo modo di colloquiare da bimbiminkia. Il progetto è famosissimo ed è lì da una vita.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Enjoy with Us

            sono in formato doc, epub, txt, dot e pdf

            ricercabile,

            Ti ho chiesto: SONO IN PUBLIC DOMANI? Non in che
            formato
            sono.
            E' una domanda chiara, come fa uno a capire altro
            non lo so
            veramente.
            Come uno faccia a fare una domanda simile su un post in cui dico chiaramente che si tratta di opere sotto copyright ma introvabili veramente non riesco a capirlo... che fai sfotti?
            quanto alla necessità di avere il

            testo originale per verificare gli errori di

            ortografia è una castroneria grossa come una

            casa, il testo originale serve per correggere

            errori macroscopici, salti di pagina o di
            intere

            righe, non certo per gli errori

            ortografici!

            Mica scappano solo gli errori ortografici quando
            devi sistemare un testo passato all'OCR
            :-o
            Se fai delle buone scansioni e se durante il proXXXXX di OCR lanci i sistemi di apprendimento il problema maggiore sono le possibili inversioni delle pagine scansionate o sviste che portano a saltare pagine intere, poi ci sono i problemi ortografici, ma sono poca cosa, se hai letto bene i miei post avrai notato che il tempo maggiore non lo perdi con scansione ed OCR ma dopo, nella fase di revisione del testo, ma con circa 6-8 ore te la cavi.

            Ma in quel progetto che hai citato come
            cavolo

            lavoravate?

            Sempre con questo modo di colloquiare da
            bimbiminkia. Il progetto è famosissimo ed è lì da
            una
            vita.Si è quello dove per caso ho letto con orrore che il testo non viene scansionato ma battuto manualmente da volontari?Allora è un progetto di mentecatti...
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Enjoy with Us
            Come uno faccia a fare una domanda simile su un
            post in cui dico chiaramente che si tratta di
            opere sotto copyright ma introvabili veramente
            non riesco a capirlo... che fai
            sfotti?
            Tu hai spiegato come passare all'OCR un libro e io ti ho fatto una domanda specifica su questi due libri. Quando non capisci la domanda dai risposte a caso? (rotfl)Comunque confessare di avere piratato due libri specifici non mi sembra molto astuto. Ma nel tuo caso tutto quadra.

            Si è quello dove per caso ho letto con orrore che
            il testo non viene scansionato ma battuto
            manualmente da
            volontari?
            Allora è un progetto di mentecatti...Non hai capito niente di come funziona,ma non importa. E inoltre è da mentecatti parlare male di un progetto del genere che diffonde la cultura e lo fa legalmente.*PLONK*
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            - Scritto da: Enjoy with Us

            Come uno faccia a fare una domanda simile su
            un

            post in cui dico chiaramente che si tratta di

            opere sotto copyright ma introvabili
            veramente

            non riesco a capirlo... che fai

            sfotti?


            Tu hai spiegato come passare all'OCR un libro e
            io ti ho fatto una domanda specifica su questi
            due libri. Quando non capisci la domanda dai
            risposte a caso?
            (rotfl)
            Si si come dicevo prima ti dai tante arie ma alla fine il nulla!Siamo in un post dove si parla di pirateria e dove Io intervengo sostenendo che scansionare un libro non più reperibile in commercio è caso mai un'opera meritoria e che costa notevole fatica (circa 8 ore del mio tempo) e tu te ne salti fuori sostenendo prima che i tempi di sistemazione di un libro scansionato sono estremamente più lunghi e poi tirando in ballo a sproposito opere pubblic domain... e progetti come il manuzio che per quanto meritori nulla hanno a che fare con l'argomento specifico del post!
            Comunque confessare di avere piratato due libri
            specifici non mi sembra molto astuto. Ma nel tuo
            caso tutto
            quadra.
            Vedi il punto è proprio questo, tu parli di piratare, Io parlo di condivisione, a me non sta bene un diritto d'autore che dura 70 o più anni dalla morte dell'autore, visto che poi viene usato anche per rendere introvabili certe opere, Io sostengo che 10 anni dalla pubblicazione di un'opera siano più che adeguati per remunerare l'autore... non capisco bene cosa tu sostenga invece!



            Si è quello dove per caso ho letto con
            orrore
            che

            il testo non viene scansionato ma battuto

            manualmente da

            volontari?

            Allora è un progetto di mentecatti...

            Non hai capito niente di come funziona,ma non
            importa. E inoltre è da mentecatti parlare male
            di un progetto del genere che diffonde la cultura
            e lo fa
            legalmente.
            Sarò Io ad aver capito male, ma mi pare che in molti casi nel progetto manuzio operino proprio digitando manualmente il testo... una cosa secondo me folle!Quanto all'operare legalmente, il punto è proprio questo, sono le attuali leggi sul diritto d'autore ad essere assolutamente ingiuste!
        • Magenta scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          - Scritto da: Enjoy with Us
          quanto alla necessità di avere il
          testo originale per verificare gli errori di
          ortografia è una castroneria grossa come una
          casa, il testo originale serve per correggere
          errori macroscopici, salti di pagina o di intere
          righe, non certo per gli errori
          ortografici!Risposta da bimbo bello che non ha mai dovuto correggere VERAMENTE gli errori di un lettore OCR... Dimmi , il correttore ortografico di word, valido programma, ti segnala un errore in rosso se il testo originale "80 cavalli" diventa "88 cavalli"?No vero?E da brava gioia di mamma salti questo errore.BEEP! Ha ottenuto un libro con errore perché per te non serve l'originale.Per digitalizzare un testo di narrativa da lasciare in rete forse va bene come fai tu, in maniera casereccia, ma per convertire un testo cartaceo in digitale al 100%, rileggere il testo e confrontarlo con l'originale è norma e regola inderogabile.Se non sei d'accordo pensa invece che a 80 cavalli, a 80 milligrammi di farmaco, o a tutte le circostanze in cui piccole cifre possono fare grande differenza.Vai in ospedale e chiedi di farti fare una bella iniezione di farmaci corrispondenti per nome e valore in milligrammi a quello che ottieni da una scasione di omnipage di una lista di farmaci nomalmente innocui nelle dosi consigliate, senza correggere e senza originale (non serve, hai detto).Quando invece di 0.08 milligrammi di farmaco ne ricevi 0.88 milligrammi nel tuo sangue, ti convinci della differenza, se il tuo fisico regge.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Magenta
            - Scritto da: Enjoy with Us

            quanto alla necessità di avere il

            testo originale per verificare gli errori di

            ortografia è una castroneria grossa come una

            casa, il testo originale serve per correggere

            errori macroscopici, salti di pagina o di
            intere

            righe, non certo per gli errori

            ortografici!

            Risposta da bimbo bello che non ha mai dovuto
            correggere VERAMENTE gli errori di un lettore
            OCR...

            Dimmi , il correttore ortografico di word, valido
            programma, ti segnala un errore in rosso se il
            testo originale "80 cavalli" diventa "88
            cavalli"?
            No vero?Certo che no! E' per quello che con la funzione cerca dopo la correzione del testo verifico sempre tutti i numeri, operazione che in genere porta via solo pochi minuti!
            E da brava gioia di mamma salti questo errore.
            BEEP! Ha ottenuto un libro con errore perché per
            te non serve
            l'originale.
            Si certo come no, magari a questo mondo non sono tutti dei fessi come credi tu!
            Per digitalizzare un testo di narrativa da
            lasciare in rete forse va bene come fai tu, in
            maniera casereccia, ma per convertire un testo
            cartaceo in digitale al 100%, rileggere il testo
            e confrontarlo con l'originale è norma e regola
            inderogabile.
            Nessuno ha parlato di digitalizzare qualche cosa di diverso da un romanzo o sbaglio?
            Se non sei d'accordo pensa invece che a 80
            cavalli, a 80 milligrammi di farmaco, o a tutte
            le circostanze in cui piccole cifre possono fare
            grande
            differenza.Vedi sopra ho forse sostenuto che il mio sistema era idoneo per digitalizzare testi di farmacologia? Io stavo parlando di narrativa... o forse pattuglia galattica e battaglia per la terra ti sembrano titoli di medicina e farmacia?In ogni caso per quanto riguarda i numeri ti ho già spiegato sopra come faccio a verificarli... uso la funzione cerca del word proXXXXXr e digito tutti i numeri da 0 a 9, mi serve non solo per verificare di aver eliminato tutti i numeri di pagina, di aver formattao correttamente tutti i capitoli, ma anche per verifiacare che non vi siano appunto errori nelle cifre stampate su un testo!
            Vai in ospedale e chiedi di farti fare una bella
            iniezione di farmaci corrispondenti per nome e
            valore in milligrammi a quello che ottieni da una
            scasione di omnipage di una lista di farmaci
            nomalmente innocui nelle dosi consigliate, senza
            correggere e senza originale (non serve, hai
            detto).

            Quando invece di 0.08 milligrammi di farmaco ne
            ricevi 0.88 milligrammi nel tuo sangue, ti
            convinci della differenza, se il tuo fisico
            regge.Si si certo arrampicati pure sugli specchi, che pare sia l'unica cosa che sai fare, invece di dare aria ai denti scansiona anche tu qualche bel libro introvabile!
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Vatti a vedere qualche libro scansionato dal

        sottoscritto, ad esempio pattuglia galattica
        o

        battaglia per la terra e dimmi quanti errori

        trovi!

        Sono in public domain?
        Comunque per fare la correzione dovrei avere il
        libro originale che non
        ho.Sono in pirate domain che domande!
    • pietro scrive:
      Re: Come digitalizzare un libro
      - Scritto da: Enjoy with Us...quindi che per digitalizzare un
      libro di 300 pagine occorrono minimo 8 ore, dare
      del pirata a chi condivide gratutitamente questa
      fatica mi pare quanto meno oltraggioso, visto poi
      che addirittura in alcuni casi tale materiale è
      stato sfruttato dall'editore "ufficiale" per
      produrre il suo eBook infarcito di
      DRM!..no del pirata no, qualcos'altro forse, visto che questa persona valuta così poco il suo lavoro, generalmente il lavoro intellettuale in Italia viene valutato da 10 a 15 euro l'ora netti (minimo)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro

        no del pirata no, qualcos'altro forse, visto che
        questa persona valuta così poco il suo lavoro,Cioè, secondo te uno che fa un lavoro gratis per il bene di tutti è "uno che valuta poco il suo lavoro"?Di assurdità ne dici tante, ma a volte mi sorprendi.
        • Pietro scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          - Scritto da: uno qualsiasi

          no del pirata no, qualcos'altro forse, visto
          che

          questa persona valuta così poco il suo
          lavoro,

          Cioè, secondo te uno che fa un lavoro gratis per
          il bene di tutti è "uno che valuta poco il suo
          lavoro"?

          Di assurdità ne dici tante, ma a volte mi
          sorprendi.Uno che spreca il suo tempo a favore di sconosciuti che neanche glielo hanno chesto, è un pó cogli0ne, chi crede di essere Madre Teresa Di Calcutta?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro

            Uno che spreca il suo tempo a favore di
            sconosciuti che neanche glielo hanno chesto, è un
            pó cogli0ne, chi crede di essere Madre
            Teresa Di
            Calcutta?Lui fa qualcosa di utile. Tu, no. Quindi, lui è una persona migliore di te.Per te, fare qualcosa per gli altri è da c0glioni? Allora tua madre, che ti ha allevato, è c0gliona (tu mica gliel'avevi chiesto, giusto?)
          • panda rossa scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Pietro
            Uno che spreca il suo tempo a favore di
            sconosciuti che neanche glielo hanno chesto, è un
            pó cogli0ne, chi crede di essere Madre
            Teresa Di
            Calcutta?Meriteresti di avere bisogno di una ambulanza e non trovarla perche' nessun volontario sara' disposto a guidarla per un mentecatto come te.E poi meriteresti di non trovare sangue in ospedale, perche' nessuno vorrebbe donarlo per un mentecatto come te.Quindi riguardati e cerca di stare bene di salute...
          • Name & Surname scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            Ok, però mi raccomando la coerenza: dillo all'operatore volontario del 118 che ti verrà a racattare dopo un incidente stradale, questo discorso...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            Quindi, se uno ti fa un favore è un c0glione?
          • Pietro scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Quindi, se uno ti fa un favore è un c0glione?Se uno spreca il suo tempo é un cogli0ne Ma lo capirai quando avrai passato i quaranta
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Quindi, se uno ti fa un favore è un c0glione?
            Se uno spreca il suo tempo é un cogli0ne
            Ma lo capirai quando avrai passato i quarantaIo che ai 40 ci sono molto vicino, penso che chi la pensa come te nella vita ha sbagliato tutto quanto.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Quindi, se uno ti fa un favore è un c0glione?
            Se uno spreca il suo tempo é un cogli0ne
            Ma lo capirai quando avrai passato i quarantaToh e quanto ti pagano per perdere tempo su PI?Secondo te quindi chiunque faccia del volontariato è un povero scemo?Ah però guai a toccare i diritti d'autore...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            Io penso che tu abbia sprecato tutta la tua vita. Non hai imparato un accidente di niente, e se hai passato i quaranta questo è grave.
    • Basta Pirateria scrive:
      Re: Come digitalizzare un libro
      - Scritto da: Enjoy with Us
      1. si prende uno scanner piano fisso, se ne
      trovano a meno di 100 euro di discreta
      velocità
      2. si prende un programma OCR, tipo Omnipage
      3. si imposta a zero il tempo fra una scansione e
      la successiva, tanto in genere lo scanner ha dei
      tempi morti per riposizionare il carrello a fine
      scansione
      sufficienti
      4. si eseguono le scansioni, senza essere dei
      superman è possibile fare almeno 5 pagine al
      minuto (2 scansioni e 1/2), quindi per un libro
      di 300 pagine basta
      un'oretta
      5. Si procede ad una visione rapida dello
      scansionato per correggere gli inevitabili errori
      di riconoscimento della successione delle aree di
      testo da convertire e in questa fase conviene
      anche fare eseguire il test di apprendimento
      dell'ocr, il tutto richiede 30-50
      minuti
      6. la fase più scocciante bisogna prendere un
      word proXXXXXr Open office o M$ office e
      verificare rapidamente la correttezza delle
      parole segnate dal correttore ortografico,
      durante tale fase, si cancellano i numeri di
      pagina e si da una foramttazione adeguata a testo
      e titoli... tempo circa 5-8 ore, tutto dipende
      dalla qualità delle scansioni, quindi conviene
      sempre fare scansioni pulite, il tempo che si
      risparmia dopo è
      notevole.

      Avrete capito quindi che per digitalizzare un
      libro di 300 pagine occorrono minimo 8 ore, dare
      del pirata a chi condivide gratutitamente questa
      fatica mi pare quanto meno oltraggioso, visto poi
      che addirittura in alcuni casi tale materiale è
      stato sfruttato dall'editore "ufficiale" per
      produrre il suo eBook infarcito di
      DRM!
      Se non ci fosse tale "pirateria" numerosi testi
      non sarebbero disponibili perchè esauriti da
      anni!
      Ad esempio titoli come: L'uomo lente, Battaglia
      per la terra, Le avventure di Conrad Stangardt
      non sarebbero disponibili per
      nessuno...
      P.s. se qualcuno li cerca sono su ipmart,
      digitalizzati da .... meglio non
      compromettersi...Mai scritto un libro vero? Scopriresti che ci vogliono ben più di otto ore.
      • bubba scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro
        - Scritto da: Basta Pirateria
        - Scritto da: Enjoy with Us

        1. si prende uno scanner piano fisso, se ne

        trovano a meno di 100 euro di discreta

        velocità

        2. si prende un programma OCR, tipo Omnipage

        3. si imposta a zero il tempo fra una
        scansione
        e(..)
        Mai scritto un libro vero?
        Scopriresti che ci vogliono ben più di otto ore.Mai acceso il cervello, vero?Se lo facessi scopriresti che parlava di un autore MORTO. I cui romanzi evidentemente, per gli editori italiani, valgono assai poco... visto che non li vendono...
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: Come digitalizzare un libro
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: Basta Pirateria

          - Scritto da: Enjoy with Us


          1. si prende uno scanner piano fisso,
          se
          ne


          trovano a meno di 100 euro di discreta


          velocità


          2. si prende un programma OCR, tipo
          Omnipage


          3. si imposta a zero il tempo fra una

          scansione

          e
          (..)

          Mai scritto un libro vero?

          Scopriresti che ci vogliono ben più di otto
          ore.
          Mai acceso il cervello, vero?
          Se lo facessi scopriresti che parlava di un
          autore MORTO. I cui romanzi evidentemente, per
          gli editori italiani, valgono assai poco... visto
          che non li
          vendono...No: parlava di come fare per creare una distribuzione elettronica di un contenuto, lamentandosi esplicitamente di come chi compie questa azione con un contenuto protetto debba essere definito un eroe dell'umanità perchè ci perde del tempo.Io ho solo fatto notare che 8 ore di lavoro non sono nulla in confronto al tempo necessario per scriverlo, un libto.Tu invece hai solo fatto una brutta figura.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: bubba

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: Enjoy with Us



            1. si prende uno scanner piano
            fisso,

            se

            ne



            trovano a meno di 100 euro di
            discreta



            velocità



            2. si prende un programma OCR, tipo

            Omnipage



            3. si imposta a zero il tempo fra
            una


            scansione


            e

            (..)


            Mai scritto un libro vero?


            Scopriresti che ci vogliono ben più di
            otto

            ore.

            Mai acceso il cervello, vero?

            Se lo facessi scopriresti che parlava di un

            autore MORTO. I cui romanzi evidentemente,
            per

            gli editori italiani, valgono assai poco...
            visto

            che non li

            vendono...

            No: parlava di come fare per creare una
            distribuzione elettronica di un contenuto,
            lamentandosi esplicitamente di come chi compie
            questa azione con un contenuto protetto debba
            essere definito un eroe dell'umanità perchè ci
            perde del
            tempo.

            Io ho solo fatto notare che 8 ore di lavoro non
            sono nulla in confronto al tempo necessario per
            scriverlo, un
            libto.

            Tu invece hai solo fatto una brutta figura.Certo che otto ore sono nulla rispetto al tempo che ci vuole per scrivere un libro... ma questo cosa vuol dire?Che i diritti d'autore è giusto che durino 70 anni o più dalla morte dell'ultimo degli autori?Che è giusto che certi libri per scelta commerciale dell'editore risultino per decenni esauriti e quindi non leggibili?Io sostengo che dare del pirata a chi perde anche solo 8 ore del suo tempo per condividere opere che risultano introvabili è francamente offensivo!Addirittura ci sono casi in cui l'editore ha usato il materiale "pirata" per fare la sua versione "ufficiale" infarcita di DRM a costo zero...E' il diritto d'autore così come è concepito oggi ad essere ingiusto!
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Enjoy with Us[...]
            Che i diritti d'autore è giusto che durino 70
            anni o più dalla morte dell'ultimo degli
            autori?No, è un abominio.
            Che è giusto che certi libri per scelta
            commerciale dell'editore risultino per decenni
            esauriti e quindi non
            leggibili?E' un riflesso del punto precedente. Se il diritto d'autore (inteso come sfruttamento commerciale) durasse di meno non si arriverebbe a questi estremi.
            Io sostengo che dare del pirata a chi perde anche
            solo 8 ore del suo tempo per condividere opere
            che risultano introvabili è francamente
            offensivo!"pirata" è un termine di comodo, ormai entrato nel linguaggio comune.Se poi si tratta di opere effettivamente introvabili (o anche trovabili ma con un formato obbrobrioso) la trasformazione in elettronico è un atto eticamente valido e condivisibile. Purtroppo esiste una legge in materia e non è altrettanto etico fare finta che non ci sia :)
            Addirittura ci sono casi in cui l'editore ha
            usato il materiale "pirata" per fare la sua
            versione "ufficiale" infarcita di DRM a costo
            zero...Sarebbe da dimostrare e portare in tribunale l'editore... però... in effetti se un libro introvabile fosse trasformato in ebook e poi inviato all'editore con la richiesta di pubblicarlo ? Forse potrebbe funzionare.
            E' il diritto d'autore così come è concepito oggi
            ad essere
            ingiusto!Anche il copyright. Sono entrambi da riformare in profondità!!
          • panda rossa scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Basta Pirateria
            Sarebbe da dimostrare e portare in tribunale
            l'editore... però... in effetti se un libro
            introvabile fosse trasformato in ebook e poi
            inviato all'editore con la richiesta di
            pubblicarlo ? Forse potrebbe
            funzionare.Certo. Salvi il cestino di vimini dall'incendio e lo porti al piromane perche' lo conservi lui.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Come digitalizzare un libro
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: Enjoy with Us
            [...]

            Che i diritti d'autore è giusto che durino 70

            anni o più dalla morte dell'ultimo degli

            autori?

            No, è un abominio.
            Ecco appunto!

            Che è giusto che certi libri per scelta

            commerciale dell'editore risultino per
            decenni

            esauriti e quindi non

            leggibili?

            E' un riflesso del punto precedente. Se il
            diritto d'autore (inteso come sfruttamento
            commerciale) durasse di meno non si arriverebbe a
            questi
            estremi.
            Vedo che sulla mia stessa linea di pensiero...

            Io sostengo che dare del pirata a chi perde
            anche

            solo 8 ore del suo tempo per condividere
            opere

            che risultano introvabili è francamente

            offensivo!

            "pirata" è un termine di comodo, ormai entrato
            nel linguaggio
            comune."pirata" è un termine imposto dalle major, è grave utilizzarlo, si avvalla indirettamente l'operato delle major stesse! Non esiste la pirateria senza scopo di lucro è una mistificazione delle major!
            Se poi si tratta di opere effettivamente
            introvabili (o anche trovabili ma con un formato
            obbrobrioso) la trasformazione in elettronico è
            un atto eticamente valido e condivisibile.E' ovvio che si tratti di opere introvabili, quelle disponibili in formato elettronico certo non richiedono la riscansione del cartaceo!
            Purtroppo esiste una legge in materia e non è
            altrettanto etico fare finta che non ci sia
            :)
            Legge? Etica? Stai facendo confusione, scansionare testi non eccessibili è in ogni caso etico, in alcuni casi può risultare illegale, cosa che nulla ha a che fare con l'etica, semmai non sono etiche certe leggi!

            Addirittura ci sono casi in cui l'editore ha

            usato il materiale "pirata" per fare la sua

            versione "ufficiale" infarcita di DRM a costo

            zero...

            Sarebbe da dimostrare e portare in tribunale
            l'editore... però... in effetti se un libro
            introvabile fosse trasformato in ebook e poi
            inviato all'editore con la richiesta di
            pubblicarlo ? Forse potrebbe
            funzionare.
            Come no, prima mi sbatto a scansionarlo e poi lo invio all'editore, magari anche con Nome Cognome e Codice fiscale, tanto per agevolare la denuncia di infrazione del copyright e dei diritti d'autore?Ma tu sei fuori!

            E' il diritto d'autore così come è concepito
            oggi

            ad essere

            ingiusto!
            Sono anni che lo vado predicando!
            Anche il copyright. Sono entrambi da riformare in
            profondità!!Infatti max 10 anni dalla pubblicazione dell'opera ed esclusione di tutte le situazioni in cui non vi sia lucro!
    • Hermann Hesse scrive:
      Re: Come digitalizzare un libro
      peccato che questo lavoro, ammesso che sia fatto davvero, lo faccia solo il primo... gli altri si limitano a scopiazzare il file.tradotto: "va a laùrà, barbùn"... se lavorassi sapresti che 8 ore di lavoro valgono ben più del costo di copertina di un libro...
      • Basta Pirateria scrive:
        Re: Come digitalizzare un libro
        - Scritto da: Hermann Hesse
        peccato che questo lavoro, ammesso che sia fatto
        davvero, lo faccia solo il primo... gli altri si
        limitano a scopiazzare il
        file.

        tradotto: "va a laùrà, barbùn"... se lavorassi
        sapresti che 8 ore di lavoro valgono ben più del
        costo di copertina di un
        libro...Non si capisce nulla di quello che hai scritto. Puoi riformulare?
  • Nome e cognome scrive:
    Se la pirateria non sarà limitata
    "Se la pirateria non sarà limitata, il mercato digitale semplicemente non potrà svilupparsi,"Ma andate a prenderlo e picchiatelo con un bastone!Bisogna che gli editori imparino a fare il loro lavoro: e' l'epoco digitale in cui tutto e' duplicabile: fatevene una ragione e smettete di piangere.E' possibile che un intero mercato (di dinosauri) non riesca a mettere in piedi delle piattaforme per competere con dei pirati ragazzini senza un soldo?Come e' possibile che si trovi meglio la roba su torrents e vari invece che dai legittimi produttori?L'unica cosa che vi siete riusciti di inventare sono quelle XXXXXte di lucchetti che la gente NON VUOLE, formati proprietari che la gente NON vuole. Cominciate a fare il vostro lavoro che dovrebbe essere promuovere la diffusione di libri e autori: concorsi, premi, incontri, mostre, rendere disponibili materiali, materiali aggiuntivi, interviste, packages, formati alternativi ottimizzati, aggiornamenti continui, comunita' on line per lettori, partecipazione dei lettori...Invece che cercare di nloiccare l'innovazione e il progresso dell'editoria con i vostri stramaledetti lucchetti e piagnistei solo per nascondere la vostra pigrizia e incapacita' di star al passo con un mercato che non sara' mai piu' come quello di 50 anni fa.
    • uno nessuno scrive:
      Re: Se la pirateria non sarà limitata
      L'epoca digitale non c'entra niente: ci sono ancora meno ragioni per comprare un libro cartaceo, visto che esistono le biblioteche, e visto che ognuno di noi ha decine di libri, e prestandoli agli amici in cambio di altri libri diventato subito centinaia.Ma questi patetici buffoni trovano sempre dei patetici "giornalisti" pronti ad accogliere i loro piagnistei.
    • pietro scrive:
      Re: Se la pirateria non sarà limitata
      - Scritto da: Nome e cognome....Cominciate a fare il vostro lavoro che
      dovrebbe essere promuovere la diffusione di libri
      e autori: concorsi, premi, incontri, mostre,
      rendere disponibili materiali, materiali
      aggiuntivi, interviste, packages, formati
      alternativi ottimizzati, aggiornamenti continui,
      comunita' on line per lettori, partecipazione dei
      lettori...
      ..e tutto questo gratis?finora tutte queste attività venivano pagate dalla vendita dei libri.bisogna anche mangiare.
      • panda rossa scrive:
        Re: Se la pirateria non sarà limitata
        - Scritto da: pietro
        - Scritto da: Nome e cognome
        ....Cominciate a fare il vostro lavoro che

        dovrebbe essere promuovere la diffusione di
        libri

        e autori: concorsi, premi, incontri, mostre,

        rendere disponibili materiali, materiali

        aggiuntivi, interviste, packages, formati

        alternativi ottimizzati, aggiornamenti continui,

        comunita' on line per lettori, partecipazione
        dei

        lettori...

        ..
        e tutto questo gratis?
        finora tutte queste attività venivano pagate
        dalla vendita dei
        libri.Quindi, o trovate una nuova forma di introito, oppure chiudete.Nessuno piu' sara' disposto a pagare per queste cose.
        bisogna anche mangiare.Per questo basta lavorare, invece di stare a grattarsi la pancia aspettando le rendite parassitarie da diritto medievale.
    • Basta Pirateria scrive:
      Re: Se la pirateria non sarà limitata
      - Scritto da: Nome e cognome
      "Se la pirateria non sarà limitata, il mercato
      digitale semplicemente non potrà
      svilupparsi,"Si è espresso male.La pirateria non deve essere limitata. Deve essere resa impossibile.
      • iome scrive:
        Re: Se la pirateria non sarà limitata
        - Scritto da: Basta Pirateria
        - Scritto da: Nome e cognome

        "Se la pirateria non sarà limitata, il
        mercato

        digitale semplicemente non potrà

        svilupparsi,"

        Si è espresso male.

        La pirateria non deve essere limitata. Deve
        essere resa impossibile.nell'attimo stesso in cui LEGGO un libro o SENTO una musica, essi possono essere riprodutti. fine. Tu puo complicare il proXXXXX di copia, ma non potrai MAI impedirlo. E per quanto tu possa intelligentemente complicare le cose, ci sara' sempre uno piu' intelligente di te che le semplifichera'.
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: Se la pirateria non sarà limitata
          - Scritto da: iome[...]
          nell'attimo stesso in cui LEGGO un libro o SENTO
          una musica, essi possono essere riprodutti. fine.Quindi tu leggi un libro e poi lo sai copiare a memoria?Senti una canzone e poi la sai risuonare a memoria?Se è così sei un genio (un po' autistico ma comunque geniale) e non hai bisogno di altro. Vai al guinness che diventi ricco.
          Tu puo complicare il proXXXXX di copia, ma non
          potrai MAI impedirlo. Allo stesso modo come è possibile rendere più complicato commettere un qualunque altro illecito o delitto ma non è possibile impedirlo.
          E per quanto tu possa
          intelligentemente complicare le cose, ci sara'
          sempre uno piu' intelligente di te che le
          semplifichera'.Se tutta questa intelligenza venisse spesa nel produrre contenuti invece che nel copiarli illecitamente il mondo sarebbe un posto migliore.
          • iome scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: iome
            [...]

            nell'attimo stesso in cui LEGGO un libro o
            SENTO

            una musica, essi possono essere riprodutti.
            fine.

            Quindi tu leggi un libro e poi lo sai copiare a
            memoria?carta e penna, notepad, registratore, screenshot.... hai voglia.
            Senti una canzone e poi la sai risuonare a memoria?al posto del jack audio delle cuffie, metto un jack audio che va al LINE IN del PC.
            Se è così sei un genio (un po' autistico ma
            comunque geniale) e non hai bisogno di altro. Vai
            al guinness che diventi
            ricco.ironia scarsa, riprova.


            Tu puo complicare il proXXXXX di copia, ma
            non

            potrai MAI impedirlo.

            Allo stesso modo come è possibile rendere più
            complicato commettere <b
            un qualunque </b
            altro <b
            illecito </b

            o delitto ma <b
            non è possibile impedirlo </b
            .quindi la tua frase di qua sopra " <b
            la pirateria </b
            non deve essere limitata. <b
            Deve essere resa impossibile </b
            " non vale un emerito XXXXX, giusto? non possono essere giuste entrambe visto che sono in antitesi.


            E per quanto tu possa

            intelligentemente complicare le cose, ci
            sara'

            sempre uno piu' intelligente di te che le

            semplifichera'.

            Se tutta questa intelligenza venisse spesa nel
            produrre contenuti invece che nel copiarli
            illecitamente il mondo sarebbe un posto
            migliore.e se tutta l'intelligianza inutilmente profusa per l'integrazione dei DRM fosse ridirezionata verso un calo dei prezzi (no DRM, no licenza ai produttori del DRM, prezzo inferiore del gioco/film/etc) magari la gente si sentirebbe meno presa per il XXXX e magari comprerebbe di piu'.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: iome
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: iome

            [...]


            nell'attimo stesso in cui LEGGO un
            libro
            o

            SENTO


            una musica, essi possono essere
            riprodutti.

            fine.



            Quindi tu leggi un libro e poi lo sai
            copiare
            a

            memoria?

            carta e penna, notepad, registratore,
            screenshot.... hai
            voglia.Ah, quindi non a memoria. Lo copi proprio.


            Senti una canzone e poi la sai risuonare a
            memoria?

            al posto del jack audio delle cuffie, metto un
            jack audio che va al LINE IN del
            PC.Quindi anche in questo caso nessuna capacità mnemonica ma solo il mero copia e incolla.


            Se è così sei un genio (un po' autistico ma

            comunque geniale) e non hai bisogno di
            altro.
            Vai

            al guinness che diventi

            ricco.

            ironia scarsa, riprova.Non era ironia ma una provocazione. Riuscita, a quanto vedo.[...]
            quindi la tua frase di qua sopra " <b
            la
            pirateria </b
            non deve essere limitata.
            <b
            Deve essere resa impossibile </b

            " non vale un emerito XXXXX, giusto? non possono
            essere giuste entrambe visto che sono in
            antitesi.E perché scusa?Non esiste mica solo la repressione sai? Puoi rendere impossibile un reato anche depenalizzandolo. Se si rende lecito copiare, ecco che hai raggiunto l'obbiettivo.
            e se tutta l'intelligianza inutilmente profusa
            per l'integrazione dei DRM fosse ridirezionata
            verso un calo dei prezzi (no DRM, no licenza ai
            produttori del DRM, prezzo inferiore del
            gioco/film/etc) magari la gente si sentirebbe
            meno presa per il XXXX e magari comprerebbe di
            piu'.E' una scusa che non regge più: ci sono tantissimi contenuti fruibili a prezzi alla portate di tutte le tasche. E' proprio che non volete pagare, non è questione di prezzi. Il resto sono tutte giustificazioni per sentirvi delle primule rosse mentre lo fate, sbandierando presunte motivazioni di difesa della libertà e del diritto che non stanno né in cielo né in terra.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria


            Quindi tu leggi un libro e poi lo sai

            copiare

            a


            memoria?



            carta e penna, notepad, registratore,

            screenshot.... hai

            voglia.

            Ah, quindi non a memoria. Lo copi proprio.Si chiama TECNOLOGIA.E' proprio grazie alla tecnologia che c'e' il progresso.Una volta bisognava imparare le cose a memoria, oggi invece non c'e' piu' bisogno.


            Senti una canzone e poi la sai
            risuonare
            a

            memoria?



            al posto del jack audio delle cuffie, metto
            un

            jack audio che va al LINE IN del

            PC.

            Quindi anche in questo caso nessuna capacità
            mnemonica ma solo il mero copia e
            incolla.Anche in questo caso tecnologia.Dicci: tu vai in giro a piedi, a dorso di mulo, o in macchina?Giusto per capire se abbiamo a che fare con qualcuno che usa la tecnologia o un eremita.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Basta Pirateria




            Quindi tu leggi un libro e poi lo
            sai


            copiare


            a



            memoria?





            carta e penna, notepad, registratore,


            screenshot.... hai


            voglia.



            Ah, quindi non a memoria. Lo copi proprio.

            Si chiama TECNOLOGIA.No si chiama "quotare a capzo": il tipo diceva che gli bastava una visione per diffondere il contenuto.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria

            No si chiama "quotare a capzo": il tipo diceva
            che gli bastava una visione per diffondere il
            contenuto.Il tipo diceva "se ne posso fruire, lo posso copiare".Ed era piuttosto chiaro in merito.
      • panda rossa scrive:
        Re: Se la pirateria non sarà limitata
        - Scritto da: Basta Pirateria
        - Scritto da: Nome e cognome

        "Se la pirateria non sarà limitata, il
        mercato

        digitale semplicemente non potrà

        svilupparsi,"

        Si è espresso male.

        La pirateria non deve essere limitata. Deve
        essere resa
        impossibile.C'e' una soluzione semplicissima: cancellare il copyright.In questo modo la copia sara' libera e la pirateria cancellata.
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: Se la pirateria non sarà limitata
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Basta Pirateria

          - Scritto da: Nome e cognome


          "Se la pirateria non sarà limitata, il

          mercato


          digitale semplicemente non potrà


          svilupparsi,"



          Si è espresso male.



          La pirateria non deve essere limitata. Deve

          essere resa

          impossibile.

          C'e' una soluzione semplicissima: cancellare il
          copyright.
          In questo modo la copia sara' libera e la
          pirateria
          cancellata.Sai cosa? Sono d'accordo. Cancellarlo o almeno ridimensionarlo in misura estremamente significativa.Quello su cui NON sono d'accordo è che - fino a quando le regole non siano state modificate - si debba considerare etico e corretto violarle.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: Nome e cognome



            "Se la pirateria non sarà
            limitata,
            il


            mercato



            digitale semplicemente non potrà



            svilupparsi,"





            Si è espresso male.





            La pirateria non deve essere limitata.
            Deve


            essere resa


            impossibile.



            C'e' una soluzione semplicissima: cancellare
            il

            copyright.

            In questo modo la copia sara' libera e la

            pirateria

            cancellata.

            Sai cosa? Sono d'accordo. Cancellarlo o almeno
            ridimensionarlo in misura estremamente
            significativa.

            Quello su cui NON sono d'accordo è che - fino a
            quando le regole non siano state modificate - si
            debba considerare etico e corretto
            violarle.Il mondo e' bello perche' e' vario.Io intanto mi porto avanti...Tanto, anche se non dovessero abrogare la legge, il copyright prima o poi scade, e quindi tra 100, 200 anni sara' possibile per tutti fare quello che facciamo adesso.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: panda rossa[...]
            Io intanto mi porto avanti...
            Tanto, anche se non dovessero abrogare la legge,
            il copyright prima o poi scade, e quindi tra 100,
            200 anni sara' possibile per tutti fare quello
            che facciamo
            adesso.Si ma non ne varrà più la pena: oggi è possibile procurarsi a prezzi veramente irrisori contenuti su cui non è più attivo nessun copyright. Prendi ad esempio i libroni rilegati con l'opera omnia di tanti autori del passato che si possono trovare per meno di 10 euro negli autogrill, o le raccolte di musica classica a 4/5 euro per cofanetto.Il problema semmai è che 70 anni sono maledettamente troppi. Si dovrebbero ridurre a 5.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            Si ma non ne varrà più la pena: oggi è possibile
            procurarsi a prezzi veramente irrisori contenuti
            su cui non è più attivo nessun copyright.Certo. Zero.
            Prendi ad esempio i libroni rilegati con l'opera
            omnia di tanti autori del passato che si possono
            trovare per meno di 10 euro negli autogrill, o le
            raccolte di musica classica a 4/5 euro per
            cofanetto.O Zero in digitale.
            Il problema semmai è che 70 anni sono
            maledettamente troppi. Si dovrebbero ridurre a
            5.Intanto noi facciamo come se fossero gia' ridotti a 5 o meno, mentre aspettiamo che legalizzino la riduzione.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Basta Pirateria


            Si ma non ne varrà più la pena: oggi è
            possibile

            procurarsi a prezzi veramente irrisori
            contenuti

            su cui non è più attivo nessun copyright.

            Certo. Zero.Zero non credo, ma comunque la copia è libera e di quei contenuti puoi farne quello che vuoi.


            Prendi ad esempio i libroni rilegati con
            l'opera

            omnia di tanti autori del passato che si
            possono

            trovare per meno di 10 euro negli autogrill,
            o
            le

            raccolte di musica classica a 4/5 euro per

            cofanetto.

            O Zero in digitale.Insomma. Dimostra che è zero. Sarà pur sempre un zero virgola. Ma non ha importanza: sono liberi da copyright: puoi farne tutte le copie che vuoi, puoi distribuirle, puoi regalarle o farle pagare, puoi modificarle e usarle per altri contenuti....insomma tutto quello che NON puoi fare legalmente con i contenuti protetti.[...]
            Intanto noi facciamo come se fossero gia' ridotti
            a 5 o meno, mentre aspettiamo che legalizzino la
            riduzione.A vostra piena responsabilità.
          • attonito scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: Nome e cognome



            "Se la pirateria non sarà
            limitata,
            il


            mercato



            digitale semplicemente non potrà



            svilupparsi,"





            Si è espresso male.





            La pirateria non deve essere limitata.
            Deve


            essere resa


            impossibile.



            C'e' una soluzione semplicissima: cancellare
            il

            copyright.

            In questo modo la copia sara' libera e la

            pirateria

            cancellata.

            Sai cosa? Sono d'accordo. Cancellarlo o almeno
            ridimensionarlo in misura estremamente
            significativa.

            Quello su cui NON sono d'accordo è che - fino a
            quando le regole non siano state modificate - si
            debba considerare etico e corretto
            violarle.Vallo a dire ai tipi che in alabama nascondevano e aiutavano i negri fuggiaschi dai campi di cotone. Vallo a dire ai contadini austriaci che aiutavano i fuggiaschi dai campi di concentramento tedeschi durante la seconda guerra mondiale.La Legge diceva che erano schiavi e proprieta' di altre persone, eppure della gente - criminali, secondo quelle Leggi - combatteva contro leggi ingiuste.Un conto e' cosa dice la Legge e un altro conto e' cio' che il singolo individuo considera "giusto".Nel mondo ci sono grandi e piccole ingiustizie, e qui fuori c'e' un sacco di gente che considera le leggi sul copyright e il DRM ingiuste e vessatorie, e le combatte: c'e' chi la chiama "pirateria" e chi la chiama "Lotta per la liberta'"Legge e Giustizia non sempre coincidono: questo e' quello che non sai - o che non vuoi - capire.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: attonito[...]

            Quello su cui NON sono d'accordo è che -
            fino
            a

            quando le regole non siano state modificate
            -
            si

            debba considerare etico e corretto

            violarle.

            Vallo a dire ai tipi che in alabama nascondevano
            e aiutavano i negri fuggiaschi dai campi di
            cotone.


            Vallo a dire ai contadini austriaci che aiutavano
            i fuggiaschi dai campi di concentramento tedeschi
            durante la seconda guerra
            mondiale.
            [...]
            Legge e Giustizia non sempre coincidono: questo
            e' quello che non sai - o che non vuoi -
            capire.Quindi tu, in base alle tue larghe vedute, vuoi sostenere che le leggi sul copyright sono comparabili a quelle sulla schiavitù, giusto?Tanto per fare chiarezza: almeno sappiamo con chi abbiamo a che fare.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            Quindi tu, in base alle tue larghe vedute, vuoi
            sostenere che le leggi sul copyright sono
            comparabili a quelle sulla schiavitù,
            giusto?Che significa "Dura lex sed lex"?Lo ha scritto uno su questo forum, ma io non so l'inglese. :$
            Tanto per fare chiarezza: almeno sappiamo con chi
            abbiamo a che fare.Abbiamo a che fare con qualcuno che cita delle leggi vergognose, ma leggi.Chi siamo noi per decidere se una legge e' vergognosa o no?Nel dubbio la infrangiamo.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Basta Pirateria


            Quindi tu, in base alle tue larghe vedute,
            vuoi

            sostenere che le leggi sul copyright sono

            comparabili a quelle sulla schiavitù,

            giusto?

            Che significa "Dura lex sed lex"?
            Lo ha scritto uno su questo forum, ma io non so
            l'inglese.
            :$Forse perché è latino. Hai presente il diritto romano?http://it.wikipedia.org/wiki/Dura_lex,_sed_lex" <i
            È un invito a rispettare la legge in tutti i casi, anche in quelli in cui è più rigida e rigorosa, in quanto avendo come prospettiva il risanamento di gravi abusi lesivi del diritto, privato o pubblico, invita all'osservanza di leggi anche gravose in considerazione del beneficio della comunità </i
            ".


            Tanto per fare chiarezza: almeno sappiamo
            con
            chi

            abbiamo a che fare.

            Abbiamo a che fare con qualcuno che cita delle
            leggi vergognose, ma
            leggi.No, le leggi vergognose sulla schiavitù o - peggio - sul razzismo, le avete citate VOI.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Basta Pirateria




            Quindi tu, in base alle tue larghe
            vedute,

            vuoi


            sostenere che le leggi sul copyright
            sono


            comparabili a quelle sulla schiavitù,


            giusto?



            Che significa "Dura lex sed lex"?

            Lo ha scritto uno su questo forum, ma io non
            so

            l'inglese.

            :$

            Forse perché è latino. Hai presente il diritto
            romano?

            http://it.wikipedia.org/wiki/Dura_lex,_sed_lex

            " <i
            È un invito a rispettare la
            legge in tutti i casi, anche in quelli in cui è
            più rigida e rigorosa, in quanto avendo come
            prospettiva il risanamento di gravi abusi lesivi
            del diritto, privato o pubblico, invita
            all'osservanza di leggi anche gravose in
            considerazione del beneficio della comunità
            </i

            ".Ah, ecco, quindi valeva anche nel caso della riduzione in schiavitu', delle leggi razziali, e di tutte quelle altre belle cose che abbiamo ricordato.Oppure per quelle no?
            No, le leggi vergognose sulla schiavitù o -
            peggio - sul razzismo, le avete citate
            VOI.Abbiamo citato delle leggi.Che fossero vergognose e sul razzismo lo hai detto tu.Riformulo la domanda: chi sei tu per stabilire al di fuori della legge che una legge e' vergognosa e quindi e' giusto combatterla con ogni mezzo e un'altra non e' vergognosa e quinvi bisogna subirla?
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: panda rossa[...]

            " <i
            È un invito a rispettare la

            legge in tutti i casi, anche in quelli in
            cui
            è

            più rigida e rigorosa, in quanto avendo come

            prospettiva il risanamento di gravi abusi
            lesivi

            del diritto, privato o pubblico, invita

            all'osservanza di leggi anche gravose in

            considerazione del beneficio della comunità

            </i


            ".

            Ah, ecco, quindi valeva anche nel caso della
            riduzione in schiavitu', delle leggi razziali, e
            di tutte quelle altre belle cose che abbiamo
            ricordato.

            Oppure per quelle no?Certo come no, perchè quelle leggi avevano "come prospettiva il risanamento di gravi abusi lesivi del diritto". Ma leggi prima di rispondere o clicchi su "quota" e poi scrivi la prima cosa che ti viene in mente in barba a quello che ti sta dicendo l'interlocutore? [...]
            Riformulo la domanda: chi sei tu per stabilire al
            di fuori della legge che una legge e' vergognosa
            e quindi e' giusto combatterla con ogni mezzo e
            un'altra non e' vergognosa e quinvi bisogna
            subirla?Se capisci la differenza tra: ridurre un essere in schiavitù, discriminarlo in base alla razza e privare un uomo della sua vita e:scaricare le canzonetteallora sei in grado di risponderti da solo.
          • attonito scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: attonito
            [...]


            Quello su cui NON sono d'accordo è che -

            fino

            a


            quando le regole non siano state
            modificate

            -

            si


            debba considerare etico e corretto


            violarle.



            Vallo a dire ai tipi che in alabama
            nascondevano

            e aiutavano i negri fuggiaschi dai campi di

            cotone.





            Vallo a dire ai contadini austriaci che
            aiutavano

            i fuggiaschi dai campi di concentramento
            tedeschi

            durante la seconda guerra

            mondiale.


            [...]

            Legge e Giustizia non sempre coincidono:
            questo

            e' quello che non sai - o che non vuoi -

            capire.

            Quindi tu, in base alle tue larghe vedute, vuoi
            sostenere che le leggi sul copyright sono
            comparabili a quelle sulla schiavitù,
            giusto?

            Tanto per fare chiarezza: almeno sappiamo con chi
            abbiamo a che fare.non girare intorno al problema: io ho citato delle Leggi del passato che avevano una validita' giuridica ma che erano percepite come ingiuste e come tali, infrante. E siccome anche le leggi sul copyright sono percepite da una grande massa di persone come ingiuste, parimenti vengono infrante. Sto equiparando il senso di "non giustizia" che norme diverse hanno stimolato e stimolano nelle persone. In uno stato degli stati uniti era ammesso fino a X anni fa di bastonare la moglie purche con un bastone dal diametro inferiore al pollice. La legge non faceva una grinza, ma se io fossi vissuto a quei tempi, magari mi sarei XXXXXXXto con mio genero se avesse bastonato sua moglie, cioe' mia figlia.NON TUTTE LE LEGGI SONO CONSIDERABILI GIUSTE, ANCHE SE TU NON LO VUOI CAPIRE.Se mi capita un film di 10 anni fa io me lo vedo senza nessuna sensazione di essere un criminale, con buona pace dei detentori dei diritti, perche percepisco vessatorio dover pagare per qualcosa di cosi' vecchio, e non me ne frega un XXXXX di essere in quello che oggi viene difinito illegale.E' finita la pacchia per i papponi dei "diritti digitali", mettitelo in testa.PS: Perche non proponi il sequestro di tutti i videoregistratori, i masterizzatori, etc etc?
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: attonito[...]

            Quindi tu, in base alle tue larghe vedute,
            vuoi

            sostenere che le leggi sul copyright sono

            comparabili a quelle sulla schiavitù,

            giusto?



            Tanto per fare chiarezza: almeno sappiamo
            con
            chi

            abbiamo a che fare.

            non girare intorno al problema: [...]Io NON giro intorno al problema. Io semplicemente non mi presto a paragonare i diritti umani con il (presunto) diritto di scaricare e copiare delle canzonette.Tutto qui.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: attonito
            [...]


            Quindi tu, in base alle tue larghe
            vedute,

            vuoi


            sostenere che le leggi sul copyright
            sono


            comparabili a quelle sulla schiavitù,


            giusto?





            Tanto per fare chiarezza: almeno
            sappiamo

            con

            chi


            abbiamo a che fare.



            non girare intorno al problema:
            [...]

            Io NON giro intorno al problema. Io semplicemente
            non mi presto a paragonare i diritti umani con il
            (presunto) diritto di scaricare e copiare delle
            canzonette.

            Tutto qui.Anche l'acXXXXX alla cultura è un diritto umano.Anche quando la cultura è di basso livello come una canzonetta o un filmucolo.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]
            Anche l'acXXXXX alla cultura è un diritto umano.
            Anche quando la cultura è di basso livello come
            una canzonetta o un
            filmucolo.L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo ragionevole.Di cosa ti stai lamentando, quindi?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]

            Anche l'acXXXXX alla cultura è un diritto
            umano.

            Anche quando la cultura è di basso livello
            come

            una canzonetta o un

            filmucolo.

            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo ragionevole.
            Di cosa ti stai lamentando, quindi?Del fatto che ci sono persone come te che siccome hanno quello che vogliono suppongono che sia per tutti così.Quando si diventa adulti si capisce che la propria esperienza di vita non è generalizzabile a chiunque, e si comprende anche l'enorme valore e l'enorme fortuna ad avere quello che si ha, preoccupandosi di chi non può fare parimenti.Un giorno, speriamo, ci arriverai pure tu.
          • attonito scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            [...]


            Anche l'acXXXXX alla cultura è un
            diritto

            umano.


            Anche quando la cultura è di basso
            livello

            come


            una canzonetta o un


            filmucolo.



            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo
            ragionevole.

            Di cosa ti stai lamentando, quindi?

            Del fatto che ci sono persone come te che siccome
            hanno quello che vogliono suppongono che sia per
            tutti così.
            Quando si diventa adulti si capisce che la
            propria esperienza di vita non è generalizzabile
            a chiunque, e si comprende anche l'enorme valore
            e l'enorme fortuna ad avere quello che si ha,
            preoccupandosi di chi non può fare
            parimenti.
            Un giorno, speriamo, ci arriverai pure tu.se non ci e' arrivato fino ad ora non ci arrivera' piu'. O lo pagano, o e' "diversamente sveglio". Ci penseranno LE CENTINAIA DI MILIONI di pirati a fargli dubitare delle sue convinzioni. Fosse per lui, dovrei pagare ancora tutti i film di Peppone e Don Camillo, ma pensa un po' te.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella


            [...]



            Anche l'acXXXXX alla cultura è un

            diritto


            umano.



            Anche quando la cultura è di basso

            livello


            come



            una canzonetta o un



            filmucolo.





            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo

            ragionevole.


            Di cosa ti stai lamentando, quindi?



            Del fatto che ci sono persone come te che
            siccome

            hanno quello che vogliono suppongono che sia
            per

            tutti così.

            Quando si diventa adulti si capisce che la

            propria esperienza di vita non è
            generalizzabile

            a chiunque, e si comprende anche l'enorme
            valore

            e l'enorme fortuna ad avere quello che si ha,

            preoccupandosi di chi non può fare

            parimenti.

            Un giorno, speriamo, ci arriverai pure tu.

            se non ci e' arrivato fino ad ora non ci
            arrivera' piu'.

            O lo pagano, o e' "diversamente sveglio".Non è solo questione di intelligenza, ma anche di sensibilità.Cmq mai disperare.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: attonito

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            - Scritto da: Basta Pirateria



            - Scritto da: dont feed the

            troll/dovella



            [...]




            Anche l'acXXXXX alla cultura
            è
            un


            diritto



            umano.




            Anche quando la cultura è di
            basso


            livello



            come




            una canzonetta o un




            filmucolo.







            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo


            ragionevole.



            Di cosa ti stai lamentando, quindi?





            Del fatto che ci sono persone come te
            che

            siccome


            hanno quello che vogliono suppongono
            che
            sia

            per


            tutti così.


            Quando si diventa adulti si capisce che
            la


            propria esperienza di vita non è

            generalizzabile


            a chiunque, e si comprende anche
            l'enorme

            valore


            e l'enorme fortuna ad avere quello che
            si
            ha,


            preoccupandosi di chi non può fare


            parimenti.


            Un giorno, speriamo, ci arriverai pure
            tu.



            se non ci e' arrivato fino ad ora non ci

            arrivera' piu'.



            O lo pagano, o e' "diversamente sveglio".

            Non è solo questione di intelligenza, ma anche di
            sensibilità.
            Cmq mai disperare.Vedo che ve la intendete e ve la suonate e cantate da soli :)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: attonito


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella



            - Scritto da: Basta Pirateria




            - Scritto da: dont feed the


            troll/dovella




            [...]





            Anche l'acXXXXX alla
            cultura

            è

            un



            diritto




            umano.





            Anche quando la cultura
            è
            di

            basso



            livello




            come





            una canzonetta o un





            filmucolo.









            L'acXXXXX c'è ed ha anche un
            costo



            ragionevole.




            Di cosa ti stai lamentando,
            quindi?







            Del fatto che ci sono persone come
            te

            che


            siccome



            hanno quello che vogliono
            suppongono

            che

            sia


            per



            tutti così.



            Quando si diventa adulti si
            capisce
            che

            la



            propria esperienza di vita non è


            generalizzabile



            a chiunque, e si comprende anche

            l'enorme


            valore



            e l'enorme fortuna ad avere quello
            che

            si

            ha,



            preoccupandosi di chi non può fare



            parimenti.



            Un giorno, speriamo, ci arriverai
            pure

            tu.





            se non ci e' arrivato fino ad ora non ci


            arrivera' piu'.





            O lo pagano, o e' "diversamente
            sveglio".



            Non è solo questione di intelligenza, ma
            anche
            di

            sensibilità.

            Cmq mai disperare.

            Vedo che ve la intendete e ve la suonate e
            cantate da soli
            :)D'altronde sostenere una disucssione con te è impossibile, hai poche idee, le esrpimi male e appena ti smontano le poche argomentazioni che adduci abbandoni il trhead, o passi all'insulto o alle battutine sterili.Rassegnati non sei un interlocutore degno di questo nome, sei solo l'occasione per discutere tra noi altri di argomenti molto importanti. Sei solo l'esempio becero, di quanto siano evanescenti le ragioni dei censori e dei profittatori.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]
            D'altronde sostenere una disucssione con te è
            impossibile, hai poche idee, le esrpimi male e
            appena ti smontano le poche argomentazioni che
            adduci abbandoni il trhead, o passi all'insulto o
            alle battutine
            sterili.Eccolo che si scalda e passa alle insinuazioni. E mano male che sarei io quello senza argomenti :)Il problema è che non riesci ad ammettere quando hai torto, e neanche ad argomentare senza ritornare sempre sullo stesso ritornello.

            Rassegnati non sei un interlocutore degno di
            questo nome, sei solo l'occasione per discutere
            tra noi altri di argomenti molto importanti. Proseguite pure allora. Perchè perdi tempo a rispondermi invece di dedicarti ai tuoi argomenti molto importanti ?
            Sei
            solo l'esempio becero, di quanto siano
            evanescenti le ragioni dei censori e dei
            profittatori.Ma quale censura? Ma quale profittatore?Solo perché sostengo il diritto di vivere secondo delle regole e di cambiare le regole che non vanno bene senza infrangerle?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]

            D'altronde sostenere una disucssione con te è

            impossibile, hai poche idee, le esrpimi male
            e

            appena ti smontano le poche argomentazioni
            che

            adduci abbandoni il trhead, o passi
            all'insulto
            o

            alle battutine

            sterili.

            Eccolo che si scalda e passa alle insinuazioni.Tu non conosci il significato dei termini che utilizzi impropriamente.Uno insinua quando "allude" a certe cose senza dirle. Io te lo dico in faccia e senza mezzi termini: sei incapace alla discussione.Sia per pochezza di idee sia per carenza nei mezzi di espressione delle stesse.E se una attiene a un deficit culturale che si potrebbe anche colmare, l'altra attiene alla grettezza mentale ed è un po' + difficile superarla.

            Il problema è che non riesci ad ammettere quando
            hai torto,Se tu fossi capace di dimostrare che ho torto, lo ammetterei tranquillamente.L'incapacità che mi rimproveri è solo lo specchio del tuo fallimento.




            Rassegnati non sei un interlocutore degno di

            questo nome, sei solo l'occasione per
            discutere

            tra noi altri di argomenti molto importanti.

            Proseguite pure allora.E pensa, anche senza il tuo permesso.
            Perchè perdi tempo a
            rispondermi invece di dedicarti ai tuoi argomenti
            molto importanti
            ?Perchè filantropicamente spero che tu prenda coscienza dei tuoi limiti.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]
            Tu non conosci il significato dei termini che
            utilizzi
            impropriamente.Tu invece sei un concentrato di scibile e di modestia.[...]
            Io te lo dico in faccia e senza mezzi termini:
            sei incapace alla
            discussione.E dicendomelo ti sottrai alla discussione.Bel trucco. Un po' vecchio ma fa sempre colpo.
            Sia per pochezza di idee sia per carenza nei
            mezzi di espressione delle
            stesse.Con argomenti come questi andrai lontano.
            E se una attiene a un deficit culturale che si
            potrebbe anche colmare, l'altra attiene alla
            grettezza mentale ed è un po' + difficile
            superarla.Tu invece che hai visto tutta la serie "sex and the city" sei sicuramente un pozzo di scienza che può evangelizzare il prossimo.
            Se tu fossi capace di dimostrare che ho torto, lo
            ammetterei
            tranquillamente.
            L'incapacità che mi rimproveri è solo lo specchio
            del tuo
            fallimento.Fruire illegalmente di materiale protetto da copyright è un illecito.Qui non c'entra il torto o la ragione, centra quello che è legale e quello che non lo è.[...]



            Proseguite pure allora.

            E pensa, anche senza il tuo permesso.Hai avuto l'impressione che ti dessi il permesso?[...]
            Perchè filantropicamente spero che tu prenda
            coscienza dei tuoi
            limiti.Vedo, e lo fai sparando sentenze a pene di segugio. Molto illuminante, grazie per la tua filantropia. Cerca di essere filantropico anche nei confronti dei detentori delle opere di cui vorresti fruire illecitamente, incitando anche altri a farlo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]

            Tu non conosci il significato dei termini che

            utilizzi

            impropriamente.

            Tu invece sei un concentrato di scibile e di
            modestia.
            Alla fine te ne sei accorto anche tu.Pensa un po' quanto è evidente.
            [...]

            Io te lo dico in faccia e senza mezzi
            termini:

            sei incapace alla

            discussione.

            E dicendomelo ti sottrai alla discussione.Non vedo come.
            Bel trucco. Un po' vecchio ma fa sempre colpo.Colpirti è un po' troppo semplice.


            Sia per pochezza di idee sia per carenza nei

            mezzi di espressione delle

            stesse.

            Con argomenti come questi andrai lontano.Soprattutto se sei incapace di confutarli.


            E se una attiene a un deficit culturale che
            si

            potrebbe anche colmare, l'altra attiene alla

            grettezza mentale ed è un po' + difficile

            superarla.

            Tu invece che hai visto tutta la serie "sex and
            the city"Fail.


            Se tu fossi capace di dimostrare che ho
            torto,
            lo

            ammetterei

            tranquillamente.

            L'incapacità che mi rimproveri è solo lo
            specchio

            del tuo

            fallimento.

            Fruire illegalmente di materiale protetto da
            copyright è un
            illecito.
            Qui non c'entra il torto o la ragione, centra
            quello che è legale e quello che non lo
            è.
            Nessuno ha detto che non sia illegale.
            [...]





            Proseguite pure allora.



            E pensa, anche senza il tuo permesso.

            Hai avuto l'impressione che ti dessi il permesso?
            Ho avuto l'impressione che ti arrogassi dei diritti che non hai.Che sei, un pirata?
            [...]

            Perchè filantropicamente spero che tu prenda

            coscienza dei tuoi

            limiti.

            VedoAll in.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            Tu invece sei un concentrato di scibile e di

            modestia.



            Alla fine te ne sei accorto anche tu.
            Pensa un po' quanto è evidente.Appunto.


            [...]


            Io te lo dico in faccia e senza mezzi

            termini:


            sei incapace alla


            discussione.



            E dicendomelo ti sottrai alla discussione.

            Non vedo come.Divagando e facendoti i complimenti da solo invece di rimanere in topic :)


            Bel trucco. Un po' vecchio ma fa sempre
            colpo.

            Colpirti è un po' troppo semplice.Sono un bersaglio civetta. Un intelligentone come te non se ne è ancora accorto??





            Sia per pochezza di idee sia per
            carenza
            nei


            mezzi di espressione delle


            stesse.



            Con argomenti come questi andrai lontano.

            Soprattutto se sei incapace di confutarli.Quali? Che tu sei un genio e gli altri dei poveri scemi?Si stava parlando di contenuti illecitamente copiati. Non si capisce bene quale siano i tuoi argomenti a riguardo.





            E se una attiene a un deficit culturale
            che

            si


            potrebbe anche colmare, l'altra attiene
            alla


            grettezza mentale ed è un po' +
            difficile


            superarla.



            Tu invece che hai visto tutta la serie "sex
            and

            the city"

            Fail.Tu hai detto che la visione di sex and the city è un diritto perché la consideri cultura ma che costa troppo il cofanetto in dvd e non te lo puoi permettere. Che vuoi da me?





            Se tu fossi capace di dimostrare che ho

            torto,

            lo


            ammetterei


            tranquillamente.


            L'incapacità che mi rimproveri è solo lo

            specchio


            del tuo


            fallimento.



            Fruire illegalmente di materiale protetto da

            copyright è un

            illecito.

            Qui non c'entra il torto o la ragione, centra

            quello che è legale e quello che non lo

            è.



            Nessuno ha detto che non sia illegale.Almeno non direte "io non lo sapevo".


            [...]







            Proseguite pure allora.





            E pensa, anche senza il tuo permesso.



            Hai avuto l'impressione che ti dessi il
            permesso?



            Ho avuto l'impressione che ti arrogassi dei
            diritti che non
            hai.
            Che sei, un pirata?Ecco che riparti per la tangente.


            [...]


            Perchè filantropicamente spero che tu
            prenda


            coscienza dei tuoi


            limiti.



            Vedo

            All in.Anche giocatore di poker. Passatempo adatto ad un tutore della cultura, non c'è che dire :)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]


            Tu invece sei un concentrato di scibile
            e
            di


            modestia.






            Alla fine te ne sei accorto anche tu.

            Pensa un po' quanto è evidente.

            Appunto.





            [...]



            Io te lo dico in faccia e senza
            mezzi


            termini:



            sei incapace alla



            discussione.





            E dicendomelo ti sottrai alla
            discussione.



            Non vedo come.

            Divagando e facendoti i complimenti da solo
            invece di rimanere in topic
            :)Criticare te non vuol dire incensare me.La logica: questa sconosciuta.





            Bel trucco. Un po' vecchio ma fa sempre

            colpo.



            Colpirti è un po' troppo semplice.

            Sono un bersaglio civetta. Un intelligentone come
            te non se ne è ancora
            accorto??
            Cio' non toglie che provo un piacere perverso a farlo.








            Sia per pochezza di idee sia per

            carenza

            nei



            mezzi di espressione delle



            stesse.





            Con argomenti come questi andrai
            lontano.



            Soprattutto se sei incapace di confutarli.

            Quali? Che tu sei un genio e gli altri dei poveri
            scemi?Affermare, senza tema di smentita, che tu non sai discutere non vuol dire nè che io sono un genio, nè che tutti gli altri sono scemi.Vuol dire esattamente quello che è: non sei capace di discutere, tu, non mille altri. Tu, solo tu.

            Si stava parlando di contenuti illecitamente
            copiati. Non si capisce bene quale siano i tuoi
            argomenti a
            riguardo.Ti è stato spiegato un milione di volte, da chicchessia, che non basta una legge a rendere illecito, moralmente accettabile, e soprattutto giusto lanciare una caccia all'uomo neanche Kim DotCom fosse Hannibal Lecter. Ti è stato spiegato che sono mille i motivi per cui la gente si rivolge al mercato "pirata" e nessuno passa per il desiderio incontrollato di fare danno economico a chicchessia. Ti è stato spiegato che quel danno economico nemmeno c'è, nella maggioranza dei casi. Ti è stato spiegato che per quanto una legge dica che è proibito, è diritto di ogni cittadino accedere alla cultura. Ti è stato spiegato che è così che viene tolta la libertà alla gente, un pezzo alla volta, mascherando l'operazione come necessaria, giusta e senza effetti collaterali.Il tuo unico argomento è "la legge va rispettata" e ti sono stati mostrati mille casi in cui il rispetto acefalo della legge non solo è impossibile, ma anche moralmente inaccettabile.Ma tu niente.E ogni volta che ti è stato portato uno di questi argomenti non hai saputo ribattere, ti sei messo sul piedistallo dipingendoti come l'unico onesto sputando su chi non la pensa come te, additandolo come ladro o scroccone.E ti stupisci che io ti dica che tu sei incapace alla discussione?









            E se una attiene a un deficit
            culturale

            che


            si



            potrebbe anche colmare, l'altra
            attiene

            alla



            grettezza mentale ed è un po' +

            difficile



            superarla.





            Tu invece che hai visto tutta la serie
            "sex

            and


            the city"



            Fail.

            Tu hai detto che la visione di sex and the city è
            un dirittoI diritti possono essere esercitati a discrezione dei detentori.Il fatto che uno decida di non esercitarlo non implica che tale diritto debba essere cancellato per tutti.Ti mancano proprio la basi delle nozioni giuridiche, e anche democratiche.Abbastanza grave per chi vuole fare l'alfiere della legalità, non sapendo nemmeno cosa significa.

            Nessuno ha detto che non sia illegale.

            Almeno non direte "io non lo sapevo".
            E certo, perchè nel tuo delirio di legalità compulsiva, tu vorresti tutti in galera, per una FESSERIA come scaricarsi un DVD.Questa è la misura di quanto tu abbia perso la misura.E spergiuri pure di non essere un videotechino. Almeno quelli hanno la scusa di voler proteggere i loro investimenti, per quanto sbagliati e fuori dal mondo d'oggi. Tu che scusa hai?

            Che sei, un pirata?

            Ecco che riparti per la tangente.
            Il fatto che tu non capisca una battuta, o non comprenda l'estremizzazione dei tuoi comportamenti non vuol dire che io parto per la tangente, ma semplicemente che tu (solo tu, non mille altri) non ci arrivi.Quando capirai che hai molti limiti, avrai la possibilità di superarli.Prima di allora starai lì ad accusare il prossimo di "partire per la tangente".




            [...]



            Perchè filantropicamente spero che
            tu

            prenda



            coscienza dei tuoi



            limiti.





            Vedo



            All in.

            Anche giocatore di poker. Passatempo adatto ad un
            tutore della cultura, non c'è che dire
            :)E certo, perchè se uno tra le altre mille cose, sa anche cosa significa "all in" allora è un debosciato, mazziere, dedito alle bische e quindi ignorante.Non so se questi schemi mentali ce li hai perchè sei un benpensante bacchettone da 4 soldi, o ce li mostri solo perchè sono funzionali alle tue risibili posizioni.
          • krane scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Basta Pirateria

            Si stava parlando di contenuti

            illecitamente copiati. Non si

            capisce bene quale siano i

            tuoi argomenti a riguardo.
            Ti è stato spiegato un milione di volte, da
            chicchessia, che non basta una legge a
            rendere illecito, moralmente accettabile, e
            soprattutto giusto lanciare una caccia
            all'uomo neanche Kim DotCom fosse Hannibal
            Lecter. Ti è stato spiegato che sono mille
            i motivi per cui la gente si rivolge al
            mercato "pirata" e nessuno passa per il
            desiderio incontrollato di fare danno
            economico a chicchessia. Ti è stato
            spiegato che quel danno economico nemmeno
            c'è, nella maggioranza dei casi. Ti è stato
            spiegato che per quanto una legge dica che
            è proibito, è diritto di ogni cittadino
            accedere alla cultura. Ti è stato spiegato
            che è così che viene tolta la libertà alla
            gente, un pezzo alla volta, mascherando
            l'operazione come necessaria, giusta
            e senza effetti collaterali.
            Il tuo unico argomento è "la legge va
            rispettata" e ti sono stati mostrati
            mille casi in cui il rispetto acefalo
            della legge non solo è impossibile, ma
            anche moralmente inaccettabile.
            Ma tu niente.
            E ogni volta che ti è stato portato uno di questi
            argomenti non hai saputo ribattere, ti sei messo
            sul piedistallo dipingendoti come l'unico onesto
            sputando su chi non la pensa come te, additandolo
            come ladro o scroccone.
            E ti stupisci che io ti dica che tu sei
            incapace alla discussione?Quoto: e' come parlare ad un muro, dopo un po' ci si stufa, sara' meglio iniziare a trattarlo come Fiber :D :D (rotfl)
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella


            E ti stupisci che io ti dica che tu sei

            incapace alla discussione?

            Quoto: e' come parlare ad un muro, dopo un po' ci
            si stufa, sara' meglio iniziare a trattarlo come
            Fiber :D :D
            (rotfl)Fiber alla fine è un bravo ragazzo.Ha le sue convinzioni, ma non è cattivo.Questo qui, mi ci gioco uno stipendio, è un videotechino ammuffito, non c'è altra spiegazione.
          • krane scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella




            E ti stupisci che io ti dica che tu sei


            incapace alla discussione?



            Quoto: e' come parlare ad un muro, dopo un
            po'
            ci

            si stufa, sara' meglio iniziare a trattarlo
            come

            Fiber :D :D

            (rotfl)
            Fiber alla fine è un bravo ragazzo.Un completo idiota non puo' essere cattivo del tutto...
            Ha le sue convinzioni, ma non è cattivo.
            Questo qui, mi ci gioco uno stipendio, è un
            videotechino ammuffito, non c'è altra
            spiegazione.Secondo me e' un altro psicopazzo compulsivo con esaltazioni da forum.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Basta Pirateria



            Si stava parlando di contenuti


            illecitamente copiati. Non si


            capisce bene quale siano i


            tuoi argomenti a riguardo.


            Ti è stato spiegato un milione di volte, da

            chicchessia, che non basta una legge a

            rendere illecito, moralmente accettabile, e

            soprattutto giusto lanciare una caccia

            all'uomo neanche Kim DotCom fosse Hannibal

            Lecter. Ti è stato spiegato che sono mille

            i motivi per cui la gente si rivolge al

            mercato "pirata" e nessuno passa per il

            desiderio incontrollato di fare danno

            economico a chicchessia. Ti è stato

            spiegato che quel danno economico nemmeno

            c'è, nella maggioranza dei casi. Ti è stato

            spiegato che per quanto una legge dica che

            è proibito, è diritto di ogni cittadino

            accedere alla cultura. Ti è stato spiegato

            che è così che viene tolta la libertà alla

            gente, un pezzo alla volta, mascherando

            l'operazione come necessaria, giusta

            e senza effetti collaterali.


            Il tuo unico argomento è "la legge va

            rispettata" e ti sono stati mostrati

            mille casi in cui il rispetto acefalo

            della legge non solo è impossibile, ma

            anche moralmente inaccettabile.

            Ma tu niente.


            E ogni volta che ti è stato portato uno di
            questi

            argomenti non hai saputo ribattere, ti sei
            messo

            sul piedistallo dipingendoti come l'unico
            onesto

            sputando su chi non la pensa come te,
            additandolo

            come ladro o scroccone.


            E ti stupisci che io ti dica che tu sei

            incapace alla discussione?

            Quoto: e' come parlare ad un muro, dopo un po' ci
            si stufa, sara' meglio iniziare a trattarlo come
            Fiber :D :D
            (rotfl)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3424550&m=3428722#p3428722
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            [...]



            Tu invece sei un concentrato di
            scibile

            e

            di



            modestia.









            Alla fine te ne sei accorto anche tu.


            Pensa un po' quanto è evidente.



            Appunto.








            [...]




            Io te lo dico in faccia e
            senza

            mezzi



            termini:




            sei incapace alla




            discussione.







            E dicendomelo ti sottrai alla

            discussione.





            Non vedo come.



            Divagando e facendoti i complimenti da solo

            invece di rimanere in topic

            :)

            Criticare te non vuol dire incensare me.
            La logica: questa sconosciuta.









            Bel trucco. Un po' vecchio ma fa
            sempre


            colpo.





            Colpirti è un po' troppo semplice.



            Sono un bersaglio civetta. Un intelligentone
            come

            te non se ne è ancora

            accorto??



            Cio' non toglie che provo un piacere perverso a
            farlo.












            Sia per pochezza di idee sia
            per


            carenza


            nei




            mezzi di espressione delle




            stesse.







            Con argomenti come questi andrai

            lontano.





            Soprattutto se sei incapace di
            confutarli.



            Quali? Che tu sei un genio e gli altri dei
            poveri

            scemi?

            Affermare, senza tema di smentita, che tu non sai
            discutere non vuol dire nè che io sono un genio,
            nè che tutti gli altri sono
            scemi.
            Vuol dire esattamente quello che è: non sei
            capace di discutere, tu, non mille altri. Tu,
            solo
            tu.




            Si stava parlando di contenuti illecitamente

            copiati. Non si capisce bene quale siano i
            tuoi

            argomenti a

            riguardo.

            Ti è stato spiegato un milione di volte, da
            chicchessia, che non basta una legge a rendere
            illecito, moralmente accettabile, e soprattutto
            giusto lanciare una caccia all'uomo neanche Kim
            DotCom fosse Hannibal Lecter. Ti è stato spiegato
            che sono mille i motivi per cui la gente si
            rivolge al mercato "pirata" e nessuno passa per
            il desiderio incontrollato di fare danno
            economico a chicchessia. Ti è stato spiegato che
            quel danno economico nemmeno c'è, nella
            maggioranza dei casi. Ti è stato spiegato che per
            quanto una legge dica che è proibito, è diritto
            di ogni cittadino accedere alla cultura. Ti è
            stato spiegato che è così che viene tolta la
            libertà alla gente, un pezzo alla volta,
            mascherando l'operazione come necessaria, giusta
            e senza effetti
            collaterali.

            Il tuo unico argomento è "la legge va rispettata"
            e ti sono stati mostrati mille casi in cui il
            rispetto acefalo della legge non solo è
            impossibile, ma anche moralmente
            inaccettabile.

            Ma tu niente.

            E ogni volta che ti è stato portato uno di questi
            argomenti non hai saputo ribattere, ti sei messo
            sul piedistallo dipingendoti come l'unico onesto
            sputando su chi non la pensa come te, additandolo
            come ladro o
            scroccone.

            E ti stupisci che io ti dica che tu sei incapace
            alla
            discussione?














            E se una attiene a un deficit

            culturale


            che



            si




            potrebbe anche colmare,
            l'altra

            attiene


            alla




            grettezza mentale ed è un po'
            +


            difficile




            superarla.







            Tu invece che hai visto tutta la
            serie

            "sex


            and



            the city"





            Fail.



            Tu hai detto che la visione di sex and the
            city
            è

            un diritto

            I diritti possono essere esercitati a discrezione
            dei
            detentori.
            Il fatto che uno decida di non esercitarlo non
            implica che tale diritto debba essere cancellato
            per
            tutti.

            Ti mancano proprio la basi delle nozioni
            giuridiche, e anche
            democratiche.
            Abbastanza grave per chi vuole fare l'alfiere
            della legalità, non sapendo nemmeno cosa
            significa.




            Nessuno ha detto che non sia illegale.



            Almeno non direte "io non lo sapevo".



            E certo, perchè nel tuo delirio di legalità
            compulsiva, tu vorresti tutti in galera, per una
            FESSERIA come scaricarsi un
            DVD.
            Questa è la misura di quanto tu abbia perso la
            misura.

            E spergiuri pure di non essere un videotechino.
            Almeno quelli hanno la scusa di voler proteggere
            i loro investimenti, per quanto sbagliati e fuori
            dal mondo d'oggi. Tu che scusa
            hai?




            Che sei, un pirata?



            Ecco che riparti per la tangente.



            Il fatto che tu non capisca una battuta, o non
            comprenda l'estremizzazione dei tuoi
            comportamenti non vuol dire che io parto per la
            tangente, ma semplicemente che tu (solo tu, non
            mille altri) non ci
            arrivi.
            Quando capirai che hai molti limiti, avrai la
            possibilità di
            superarli.
            Prima di allora starai lì ad accusare il prossimo
            di "partire per la
            tangente".







            [...]




            Perchè filantropicamente
            spero
            che

            tu


            prenda




            coscienza dei tuoi




            limiti.







            Vedo





            All in.



            Anche giocatore di poker. Passatempo adatto
            ad
            un

            tutore della cultura, non c'è che dire

            :)

            E certo, perchè se uno tra le altre mille cose,
            sa anche cosa significa "all in" allora è un
            debosciato, mazziere, dedito alle bische e quindi
            ignorante.

            Non so se questi schemi mentali ce li hai perchè
            sei un benpensante bacchettone da 4 soldi, o ce
            li mostri solo perchè sono funzionali alle tue
            risibili
            posizioni.http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3424550&m=3428722#p3428722
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            Complimenti per il quoting.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Complimenti per il quoting.Ha imparato da Fiber.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: attonito[...]
            se non ci e' arrivato fino ad ora non ci
            arrivera' piu'.Parla per te che vuoi vivere al di sopra delle regole.

            O lo pagano, o e' "diversamente sveglio". Ci
            penseranno LE CENTINAIA DI MILIONI di pirati a
            fargli dubitare delle sue convinzioni. Fosse per
            lui, dovrei pagare ancora tutti i film di Peppone
            e Don Camillo, ma pensa un po'
            te.Li danno praticamente tutti gli anni in chiaro sulla TV. Sei tu che pretendi di poter avere tutto gratis. Io non ti sto mica dicendo che è sbagliato: ti faccio notare che è illecito e che se tu e le centinaia di milioni di pirati (che poi in italia siamo 60 milioni in tutto, ma vabbè...) non siete d'accordo siete liberissimi di cambiare le leggi. Non di violarle.
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: attonito
            [...]

            se non ci e' arrivato fino ad ora non ci

            arrivera' piu'.

            Parla per te che vuoi vivere al di sopra delle
            regole.




            O lo pagano, o e' "diversamente sveglio". Ci

            penseranno LE CENTINAIA DI MILIONI di pirati
            a

            fargli dubitare delle sue convinzioni. Fosse
            per

            lui, dovrei pagare ancora tutti i film di
            Peppone

            e Don Camillo, ma pensa un po'

            te.

            Li danno praticamente tutti gli anni in chiaro
            sulla TV.E quindi non hanno piu' un mercato home video.E quindi tanto vale rilasciarli gratis, che a chi interessano se li e' gia' scaricati, e a chi non interessano, non se li scarica neanche gratis.
            Sei tu che pretendi di poter avere
            tutto gratis.Una cosa che non vale niente pretendo di averla gratis.E se sono capace di procurarmela da solo, neanche ti chiedo a te di darmela.Tu invece vuoi impedirmi di procurarmela da solo, perche' io mi debba rivolgere a te, e pagarti il servizio. Fallisci!
            Io non ti sto mica dicendo che è
            sbagliato: ti faccio notare che è illecitoCome e' illecita' la schiavitu', le leggi razziali, l'eutanasia, la bestemmia. ah no! adesso si puo' bestemmiare... non e' piu' vietato.A furia di bestemmiare, hanno deciso che era meglio lasciare bestemmiare.E faranno lo stesso col download.
            e che
            se tu e le centinaia di milioni di pirati (che
            poi in italia siamo 60 milioni in tutto, ma
            vabbè...) non siete d'accordo siete liberissimi
            di cambiare le leggi. Non di
            violarle.E invece o tu sei in grado di far rispettare una legge a 60 milioni di persone, oppure, piu' semplicemente cambi la legge.La legge non e' una scusa! Ti abbiamo gia' dimostrato con numerosi esempi che le leggi si cambiano quando non servono piu'.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: attonito
            [...]

            e Don Camillo, ma pensa un po'

            te.

            Li danno praticamente tutti gli anni in chiaro
            sulla TV. Sei tu che pretendi di poter avere
            tutto gratis. Io non ti sto mica dicendo che è
            sbagliato: ti faccio notare che è illecito e che
            se tu e le centinaia di milioni di pirati (che
            poi in italia siamo 60 milioni in tutto, ma
            vabbè...) non siete d'accordo siete liberissimi
            di cambiare le leggi. Non di
            violarle.Illecito non è non etico non sempre almeno!In sudafrica fino a pochi anni fa vigeva l'apartheid... violare quella legge era forse non etico? Era forse colpevole chi le violava?O magari andava cambiata la legge?
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            [...]


            Anche l'acXXXXX alla cultura è un
            diritto

            umano.


            Anche quando la cultura è di basso
            livello

            come


            una canzonetta o un


            filmucolo.



            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo
            ragionevole.

            Di cosa ti stai lamentando, quindi?

            Del fatto che ci sono persone come te che siccome
            hanno quello che vogliono suppongono che sia per
            tutti
            così.
            Quando si diventa adulti si capisce che la
            propria esperienza di vita non è generalizzabile
            a chiunque, e si comprende anche l'enorme valore
            e l'enorme fortuna ad avere quello che si ha,
            preoccupandosi di chi non può fare
            parimenti.
            Un giorno, speriamo, ci arriverai pure tu.Ci sono già arrivato: come già detto l'acXXXXX alla cultura è garantito. Nessuno ti proibisce di acquistare i DVD che ti piacciono e nessuno brucia i libri nelle piazze. Possibile che tiri fuori tutta 'sta manfrina per difendere il diritto di copiare e fruire a sbafo?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: dont feed the
            troll/dovella


            [...]



            Anche l'acXXXXX alla cultura è un

            diritto


            umano.



            Anche quando la cultura è di basso

            livello


            come



            una canzonetta o un



            filmucolo.





            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo

            ragionevole.


            Di cosa ti stai lamentando, quindi?



            Del fatto che ci sono persone come te che
            siccome

            hanno quello che vogliono suppongono che sia
            per

            tutti

            così.

            Quando si diventa adulti si capisce che la

            propria esperienza di vita non è
            generalizzabile

            a chiunque, e si comprende anche l'enorme
            valore

            e l'enorme fortuna ad avere quello che si ha,

            preoccupandosi di chi non può fare

            parimenti.

            Un giorno, speriamo, ci arriverai pure tu.

            Ci sono già arrivato:Da quello che scrivi subito dopo è evidente il contrario.Perchè spari frasi così a casaccio senza nessun nesso logico?Lo fai per trollare o è proprio che sei in stato confusionale?
            come già detto l'acXXXXX
            alla cultura è garantito.Basta pagare.Peccato che i soldi non ce li hanno tutti.E' un po' come dire: l'assistenza sanitaria è accessibile ma non gratuita, se paghi ti curano.Omettendo pero' di dir eanche il contrario. Se non paghi, muori.Pero' i benpensanti d'accatto come te si cullano all'idea che "tanto è accessibile".L'importante è che stanno bene loro, degli altri chissenefrega, no?
            Nessuno ti proibisce di
            acquistare i DVDLo proibisce la mancanza di soldi.Ma te che ne sai, prendi la paghetta dal papà e pensi che i soldini crescono sugli alberi.Quando andrai a lavorare capirai molte cose.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            come già detto l'acXXXXX

            alla cultura è garantito.

            Basta pagare.Ma cosa dici?Lo sai che l'ingresso alle università è libero? Non si paga il biglietto.
            Peccato che i soldi non ce li hanno tutti.Quelli per comprarsi l'ultimo libro rilegato di ken follet?Ci sono le biblioteche, oppure aspetti che esca in edizione economica.
            E' un po' come dire: l'assistenza sanitaria è
            accessibile ma non gratuita, se paghi ti
            curano.Che centra l'assistenza sanitaria adesso?[...]


            Nessuno ti proibisce di

            acquistare i DVD

            Lo proibisce la mancanza di soldi.Allora è meglio se ti preoccupi di altro invece che dell'ultimo cofanetto di sex and the city.
            Ma te che ne sai, prendi la paghetta dal papà e
            pensi che i soldini crescono sugli
            alberi.A proposito di insulti gratuiti...
            Quando andrai a lavorare capirai molte cose.L'hai visto nell'ultima puntata di sex and the city che non lavoro?Giusto per la cronaca: lavoro da 20 anni ed ho 3 figli.La prossima volta prima di sparare a caso rifletti almeno 10 secondi su quello che scrivi. E' un consiglio gratuito e senza copyright: puoi distribuirlo a piacere.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]


            come già detto l'acXXXXX


            alla cultura è garantito.



            Basta pagare.

            Ma cosa dici?
            Lo sai che l'ingresso alle università è libero?
            Non si paga il biglietto.
            Mai stato in università, nevvero?

            Peccato che i soldi non ce li hanno tutti.

            Quelli per comprarsi l'ultimo libro rilegato di
            ken
            follet?Quelli per comprarsi quello che ie pare.
            Ci sono le biblioteche, oppure aspetti che esca
            in edizione
            economica.E certo se sei povero puoi aspettare.XXXXX tuoi.Povero, ignorante e pure annoiato.Così impari a non rubare come tutti gli altri.


            E' un po' come dire: l'assistenza sanitaria è

            accessibile ma non gratuita, se paghi ti

            curano.

            Che centra l'assistenza sanitaria adesso?

            [...]Era un esmepio a dimostrare la grettezza die tuoi argomenti.Ci devo essere riuscito bene considerando il cuttone che hai operato.




            Nessuno ti proibisce di


            acquistare i DVD



            Lo proibisce la mancanza di soldi.

            Allora è meglio se ti preoccupi di altro invece
            che dell'ultimo cofanetto di sex and the
            city.Ovvio.Pensa a lavorare come uno schivo per sopravvivere e non ti occupare altro.Ecco il medioevo prossimo venturo propugnato dei difensori della legalità.


            Ma te che ne sai, prendi la paghetta dal
            papà
            e

            pensi che i soldini crescono sugli

            alberi.

            A proposito di insulti gratuiti...


            Quando andrai a lavorare capirai molte cose.

            L'hai visto nell'ultima puntata di sex and the
            city che non
            lavoro?Lo si capisce da come "argomenti".
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            Ma cosa dici?

            Lo sai che l'ingresso alle università è
            libero?


            Non si paga il biglietto.



            Mai stato in università, nevvero?Puoi dimostrare che si paga per entrare?Perché a me risulta che sono LIBERE per legge.



            Peccato che i soldi non ce li hanno
            tutti.



            Quelli per comprarsi l'ultimo libro rilegato
            di

            ken

            follet?

            Quelli per comprarsi quello che ie pare."comprare" ? Ma non volevi avere senza pagare?


            Ci sono le biblioteche, oppure aspetti che
            esca

            in edizione

            economica.

            E certo se sei povero puoi aspettare.
            XXXXX tuoi.
            Povero, ignorante e pure annoiato.Ignorante se non leggo l'ultimo di ken follet appena uscito?Stai messo bene...
            Così impari a non rubare come tutti gli altri.Tutti chi? Guarda che non sono affatto "tutti".[...]
            Ovvio.
            Pensa a lavorare come uno schivo per sopravvivere
            e non ti occupare
            altro.
            Ecco il medioevo prossimo venturo propugnato dei
            difensori della
            legalità.
            Sei partito per la tangente qui.[...]

            L'hai visto nell'ultima puntata di sex and
            the

            city che non

            lavoro?

            Lo si capisce da come "argomenti".Ecco: pensa quanto poco conosci il mondo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            Ecco: pensa quanto poco conosci il mondo.La cosa che te rode di +, è che t'ho inquadrato.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            - Scritto da: Basta Pirateria


            Ecco: pensa quanto poco conosci il mondo.

            La cosa che te rode di +, è che t'ho inquadrato.A me non rode mica :) Sei tu che ti infervori :)
          • panda rossa scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            Ci sono già arrivato: come già detto l'acXXXXX
            alla cultura è garantito. Nessuno ti proibisce di
            acquistare i DVD che ti piacciono e nessuno
            brucia i libri nelle piazze.Il DRM lo proibisce.Ci sono i blocchi regionali dei DVD, lo sai?I DVD che vendono in nord america hanno il codice regionale R1, e i lettori di dvd europei NON LI LEGGONO.E di moltissimi di quei dvd non c'e' una edizione per il mercato europeo.Stesso discorso per i DVD prodotti in india.Quindi oggi come oggi c'e' una proibizione inserita a bella posta.E siccome a questa gente non interessa vendere in europa, anzi impediscono pure agli europei di vedere questi film, noi li scarichiamo!E non puoi neppure parlare di copia non venduta, visto che non e' in vendita.
          • attonito scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]

            Anche l'acXXXXX alla cultura è un diritto
            umano.

            Anche quando la cultura è di basso livello
            come

            una canzonetta o un

            filmucolo.

            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo ragionevole.
            Di cosa ti stai lamentando, quindi?e chi lo dice che e' ragionevole? tu, unico supremo giudice della ragionevolezza? un cofanetto di tutta la serie di "Sex and The City" venduto a 49.90 e' ragionevole? "RAGIONEVOLE" e' un parametro valutabile dal singolo individuo. Magari tu sei disposto a pagarlo 49.90, io magari aspetto che sia a 19.90, un altro aspetta che lo vendano al mercatino a 5. un altro non lo paghra' mai e poi mai preferendo il passamano da un amico o cercandoli in rete. Il valore marginale di un bene tende a zero al tendere a zero della facilita di duplicazione. Legale o illegale frega un capzio a nessuno.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: attonito
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            [...]


            Anche l'acXXXXX alla cultura è un
            diritto

            umano.


            Anche quando la cultura è di basso
            livello

            come


            una canzonetta o un


            filmucolo.



            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo
            ragionevole.

            Di cosa ti stai lamentando, quindi?

            e chi lo dice che e' ragionevole? tu, unico
            supremo giudice della ragionevolezza? un
            cofanetto di tutta la serie di "Sex and The City"
            venduto a 49.90 e' ragionevole? "RAGIONEVOLE" e'
            un parametro valutabile dal singolo individuo.
            Magari tu sei disposto a pagarlo 49.90, io magari
            aspetto che sia a 19.90, un altro aspetta che lo
            vendano al mercatino a 5. un altro non lo paghra'
            mai e poi mai preferendo il passamano da un amico
            o cercandoli in rete. Il valore marginale di un
            bene tende a zero al tendere a zero della
            facilita di duplicazione. Legale o illegale frega
            un capzio a
            nessuno.E chi lo dice che non è ragionevole? Poi è tutto da dimostrare come il non poter accedere al cofanetto di sex and the city ti renda meno "colto"... inoltre è stato trasmesso su dei mass media a costi nettamente più bassi.C'è moltissimo materiale reperibile a costi molto più bassi: comincia da quello. Quando avrai finito di fruirne "sex and the city" lo daranno su rete 4 e te lo potrai vedere "a gratis" come piace a te.Rimane il fatto che il materiale è accedibile. Non hanno sparato su marte l'unica copia esistente al mondo.
          • attonito scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata



            L'acXXXXX c'è ed ha anche un costo

            ragionevole.


            Di cosa ti stai lamentando, quindi?



            e chi lo dice che e' ragionevole? tu, unico

            supremo giudice della ragionevolezza? un

            cofanetto di tutta la serie di "Sex and The
            City"

            venduto a 49.90 e' ragionevole?
            "RAGIONEVOLE"
            e'

            un parametro valutabile dal singolo
            individuo.

            Magari tu sei disposto a pagarlo 49.90, io
            magari

            aspetto che sia a 19.90, un altro aspetta
            che
            lo

            vendano al mercatino a 5. un altro non lo
            paghra'

            mai e poi mai preferendo il passamano da un
            amico

            o cercandoli in rete. Il valore marginale di
            un

            bene tende a zero al tendere a zero della

            facilita di duplicazione. Legale o illegale
            frega

            un capzio a

            nessuno.

            E chi lo dice che non è ragionevole? Poi è tutto
            da dimostrare come il non poter accedere al
            cofanetto di sex and the city ti renda meno
            "colto"... inoltre è stato trasmesso su dei mass
            media a costi nettamente più bassi.ho preso "sex and the city" ad esempio, ma il ragionamento e' per tutto: dai cartoni animati al concerto di capodanno della filarmonica di vienna.

            C'è moltissimo materiale reperibile a costi molto
            più bassi: comincia da quello. Quando avrai
            finito di fruirne "sex and the city" lo daranno
            su rete 4 e te lo potrai vedere "a gratis" come
            piace a te.appunto. Chi paga la proiezione di un film/cartone/concerto/etc? risposta: gli inserzionisti pubblicitari. Io mi devo sorbire la pubblicita di pannolini, antiacidi, schiume da barba, pneumatici, etc etc e tra una pubblicita e l'altra vedo il film/cartone/concerto.Io mi sono guadagnato il diritto di vedere la proiezione perche mi sono beccato pure la pubblicita', quindi me lo posso legittimamente videoregistrare e rivedermelo tutte le volte che voglio: da li a pubblicarlo sui circuiti di condivisione, il passo e' breve.
            Rimane il fatto che il materiale è accedibile.
            Non hanno sparato su marte l'unica copia
            esistente al mondo.se lo avessero fatto, no avrebbero guadagnato barcate di soldi facendolo vedere. e come dettoti da varie persone, basta poterlo vedere che e' riprodicibile.La tecnologia ha spostato il "potere" verso il basso: cinema, televisione, videoregistratore, dischi da 3Tera, CPU a 4 core etc. Se dai tacnologia in mano alla gente, poi la gente la usa.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Se la pirateria non sarà limitata
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: Nome e cognome



            "Se la pirateria non sarà
            limitata,
            il


            mercato



            digitale semplicemente non potrà



            svilupparsi,"





            Si è espresso male.





            La pirateria non deve essere limitata.
            Deve


            essere resa


            impossibile.



            C'e' una soluzione semplicissima: cancellare
            il

            copyright.

            In questo modo la copia sara' libera e la

            pirateria

            cancellata.

            Sai cosa? Sono d'accordo. Cancellarlo o almeno
            ridimensionarlo in misura estremamente
            significativa.

            Quello su cui NON sono d'accordo è che - fino a
            quando le regole non siano state modificate - si
            debba considerare etico e corretto
            violarle.E perchè mai sarebbe non etico violare una legge che tu stesso riconosci ingiusta... mi sa che confondi l'etica con legale.
  • freebit scrive:
    Polillo voi vi lamentate ma pigliate
    Polillo voi vi lamentate ma pigliate per il XXXX la gente : che convenienza c'è a comprare un ebook a 20 con drm se poi lo trovi a meno in libreria ?Ho visto copie digitali costare più di quelle fisiche : bel modo di fare business e poi danno la colpa alla "pirateria" : date la colpa a voi stessi invece di incolpare gli altri , magari è stata anche colpa di Al-Qaeda ! :D
  • Pippuzzo scrive:
    Costi
    Ma perchè non combattono la pirateria con prezzi stracciati? un ebook non ha costi del supporto (carta) distribuzione e altre mille voci, gli autori si prendono una miseria, il 30% se non sei stephen king, e gli ebook costano 1-2 euro meno dell' edizione economica..Il discorso è che gli autori dovrebbero farsi scollegari i diritti sulla distribuzione elettronica delle loro creazioni, e prendersi il loro meritato 80/90% dei diritti, i costi di pubblicazione online sono irrisori, per non dire gratis..
    • Teo_ scrive:
      Re: Costi
      Cè da considerare anche lIVA al 21% per gli ebook contro il 4% del resto delleditoria. Speriamo li portino al 4% al più presto.
    • shevathas scrive:
      Re: Costi
      - Scritto da: Pippuzzo
      Ma perchè non combattono la pirateria con prezzi
      stracciati? un ebook non ha costi del supporto
      (carta) distribuzione e altre mille voci, veramente quello che toglie l'ebook è solo la carta. Un sito ben fatto per la distribuzione costa, unimpaginazione chia ra che ti con sentadileggerese nzafatica purecosta la correzione delle bozze e la revisione editoriale, costa tenere le pubbliche relazioni e la promozione. Si, costa anche la pubblicità.E questi sono tutti costi che carta o non carta rimangono.
      gli
      autori si prendono una miseria, il 30% se non sei
      stephen king, e gli ebook costano 1-2 euro meno
      dell' edizione
      economica..
      Il discorso è che gli autori dovrebbero farsi
      scollegari i diritti sulla distribuzione
      elettronica delle loro creazioni, e prendersi il
      loro meritato 80/90% dei diritti, i costi di
      pubblicazione online sono irrisori, per non dire
      gratis..
      • tucumcari scrive:
        Re: Costi
        - Scritto da: shevathas
        - Scritto da: Pippuzzo

        Ma perchè non combattono la pirateria con
        prezzi

        stracciati? un ebook non ha costi del
        supporto

        (carta) distribuzione e altre mille voci,

        veramente quello che toglie l'ebook è solo la
        carta. Un sito ben fatto per la distribuzione
        costa,

        unimpagina
        zione chia ra che ti con sentadi
        leggerese nzafatica pure

        costa la correzione delle bozze e la revisione
        editoriale, costa tenere le pubbliche relazioni e
        la promozione. Si, costa anche la
        pubblicità.
        E questi sono tutti costi che carta o non carta
        rimangono.



        gli

        autori si prendono una miseria, il 30% se
        non
        sei

        stephen king, e gli ebook costano 1-2 euro
        meno

        dell' edizione

        economica..

        Il discorso è che gli autori dovrebbero farsi

        scollegari i diritti sulla distribuzione

        elettronica delle loro creazioni, e
        prendersi
        il

        loro meritato 80/90% dei diritti, i costi di

        pubblicazione online sono irrisori, per non
        dire

        gratis..Basta fargli i conti in tasca quelli che citi sono costi che incidono percentualmente pochissimo!Il costo di distribuzione (e si parla di distribuzione con gli utili per i librai reale e materiale) è di gran lunga quello prevalente!E a prescindere da questo è evidente che ci marciano alla grande perchè molti addirittura vendono a costi superiori l'edizione elettronica (che ha costi comunque <b
        provabilmente e dati alla mano </b
        inferiori rispetto a quella cartacea!)Il segno è comunque - non +!Sveglia!
        • shevathas scrive:
          Re: Costi

          Basta fargli i conti in tasca quelli che citi
          sono costi che incidono percentualmente
          pochissimo!per un opera amatoriale forse, per un opera "professionale" le cifre lievitano.
          Il costo di distribuzione (e si parla di
          distribuzione con gli utili per i librai reale e
          materiale) è di gran lunga quello
          prevalente!fino ad arrivare al 90% ? strano che allora DHL e Bartolini non siano diventati direttamente editori.
          E a prescindere da questo è evidente che ci
          marciano alla grande perchè molti addirittura
          vendono a costi superiori l'edizione elettronica
          (che ha costi comunque <b
          provabilmente e
          dati alla mano </b
          inferiori rispetto a
          quella
          cartacea!)
          Il segno è comunque - non +!
          Sveglia!Hai qualche esempio di ebook venduto più caro del cartaceo ? io non ne ho ancora visto.
          • marco scrive:
            Re: Costi

            Hai qualche esempio di ebook venduto più caro del
            cartaceo ? io non ne ho ancora
            visto.cerca "Ultima sentenza" di Grisham su bol:rilegato 19 euro scontato 16:15tascabile 6,50 euro scontato 5,53ebook 6,99P.S. è il primo che ho cercato
      • bubba scrive:
        Re: Costi

        costa la correzione delle bozze e la revisione
        editoriale, costa tenere le pubbliche relazioni e
        la promozione.Compresi anche quei 140 anni di libri BLOCCATI dal copyright ? Direi che hanno "gia dato" o no?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Costi
        - Scritto da: shevathas
        - Scritto da: Pippuzzo

        Ma perchè non combattono la pirateria con
        prezzi

        stracciati? un ebook non ha costi del
        supporto

        (carta) distribuzione e altre mille voci,

        veramente quello che toglie l'ebook è solo la
        carta. Un sito ben fatto per la distribuzione
        costa,

        unimpagina
        zione chia ra che ti con sentadi
        leggerese nzafatica pure

        costa la correzione delle bozze e la revisione
        editoriale, costa tenere le pubbliche relazioni e
        la promozione. Si, costa anche la
        pubblicità.
        E questi sono tutti costi che carta o non carta
        rimangono.

        La produzione di copie e la distribuzione di quest'ultime, hanno sempre un bel costo, per il libro fisico. Quello elettronico invece no.Una volta che ebook è fatto, si ha copie praticamente infinite di quest'ultimo :D
    • The_GEZ scrive:
      Re: Costi
      Ciao Pippuzzo !
      Ma perchè non combattono la pirateria con prezzi
      stracciati? un ebook non ha costi del supporto
      (carta) distribuzione e altre mille voci, gli
      autori si prendono una miseria, il 30% se non sei
      stephen king, e gli ebook costano 1-2 euro meno
      dell' edizione
      economica..Infatti, non solo i costi "a monte" di un eBook sono bassissimi rispetto all' edizione cartacea, ma il ritorno economico di un eBook è potenzialmente superiore a quello delle edizioni cartacee in quanto agli eBook si può applicare il modello economico della "Lunga Coda" descritto da Chris Anderson.http://it.wikipedia.org/wiki/Coda_lungaEcco il libro in questione (cartaceo !)http://www.ibs.it/code/9788875780630/anderson-chris/coda-lunga-mercato.html
  • prova123 scrive:
    Il presidente del Consiglio Monti ...
    è stato molto chiaro, non esiste più il posto fisso, quindi tutti gli editori si dovranno allineare a questa idea, soprattutto per non rendere la loro vita e quella dei propri familiari monotona. Quindi fintanto che sono in tempo che raccolgano tutto quello che hanno e se ne vadano altrove. <i
    "Il mercato digitale dei libri secondo gli editori rischia di essere soffocato sul nascere dalla pirateria. Che si mostra più efficiente del mercato legale" </i
    : oggi solo le aziende più efficienti sopravviveranno gli altri o diventano più efficienti o vanno a fare piadine ... se ne sono capaci.Non ci sono più garanzie per nessuno ... questo è il mondo che avete costruito per voi e le vostre famiglie.
  • Skywalker scrive:
    Tempo per leggere
    Forse gli Editori di Libri non si sono resi conto che loro, a differenza di quelli Discografici e Cinematografici, si appoggiano ad una tecnologia che ha 560 anni. Anche supponendo che tutti vivano 122 anni come Jean Calment, tutto quello stampato da prima del 1820 è ormai di pubblico dominio per qualunque cosa. Se fate un giro in una libreria antiquaria di libri stampati prima del 1820 ce ne sono quintali. Ma anche se andate in una biblioteca storica non fate fatica.Noi italiani siamo un po' pigri, ma per chi legge anche in inglese ci sono almeno 32354 e-book pronti da leggere. Quanti viaggi in treno devo fare per finire di leggermeli tutti...?Purtroppo il fonografo è del 1877 ed il cinematografo del 1894...
  • bubba scrive:
    Come abbattere il 90% della Pirateria
    E' semplice.Abbattendo il 90% del tempo di "protezione temporanea (sic!) alla duplicazione"! Le norme a protezione sono nate proteggendo per QUATTORDICI anni. Ora siamo ai 95 ANNI negli usa, e 70 anni dalla morte dell'ultimo dei coautori qui. UNO SCANDALO. 150 anni di produzione BLOCCATA.La cosa piu' odiosa e' poi che, SPECIE per i film (tolte alcune rarissime eccezioni che diventano cult sempreverdi), la cosa che interessa veramente (= dove si incassa LA GRAN parte dei $$) sono i primi MESI (se non settimane. lo dicono proprio i dati dell'MPAA)!Vogliono 150anni di protezione, ma la mucca da' latte adeguato nei primi MESI di vita... infatti poi sono tonnellate le opere che rimangono BLOCCATE anche per decenni per beghine legali (autori dormienti/morti, case editrici fallite, cause fallimentari millenarie, lotte per 4 soldi tra eredi ecc) e per disinteresse degli editori (editori in senso lato,non solo cartacei, ovviamente).
  • NonVedo il Motivo scrive:
    Perchè dovrei comprare un ebook?
    Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove almeno ho la copertina, i testi e roba simile, perchè mai dovrei comprare anche se fosse solo 1 euro un libro elettronico uguale identico a quello pirata?Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse 0,10, perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi sento in colpa a scaricarmelorisposte serie per favore
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
      - Scritto da: NonVedo il Motivo
      Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove
      almeno ho la copertina, i testi e roba simile,
      perchè mai dovrei comprare anche se fosse solo 1
      euro un libro elettronico uguale identico a
      quello
      pirata?Forse non dovresti, infatti.L'unico motivo per cui varrebbe la pena di farlo è se il libro fa parte di una serie, e l'autore non ha ancora scritto gli altri; se non guadagna potrebbe decidere di non continuarla.
      Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse 0,10,
      perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi sento
      in colpa a
      scaricarmeloE secondo me fai bene.
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
      - Scritto da: NonVedo il Motivo
      Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove
      almeno ho la copertina, i testi e roba simile,
      perchè mai dovrei comprare anche se fosse solo 1
      euro un libro elettronico uguale identico a
      quello
      pirata?
      Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse 0,10,
      perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi sento
      in colpa a
      scaricarmelo

      risposte serie per favorePerché quello pirata è illegale né da un compenso a chi quel libro l'ha prodotto. Il costo del prodotto non è il mero costo di copia.Perché allora un negozio dovrebbe fare gli scontrini quando il prodotto che vende è tale e quale anche senza lo scontrino?
      • Sgabbio scrive:
        Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        - Scritto da: NonVedo il Motivo

        Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove

        almeno ho la copertina, i testi e roba
        simile,

        perchè mai dovrei comprare anche se fosse
        solo
        1

        euro un libro elettronico uguale identico a

        quello

        pirata?

        Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse
        0,10,

        perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi
        sento

        in colpa a

        scaricarmelo



        risposte serie per favore

        Perché quello pirata è illegale né da un compenso
        a chi quel libro l'ha prodotto. Il costo del
        prodotto non è il mero costo di
        copia.
        Perché allora un negozio dovrebbe fare gli
        scontrini quando il prodotto che vende è tale e
        quale anche senza lo
        scontrino?Non paragonare le pere con le mele. A parte il discorso legale/illegale, lui si è chiesto che vantaggio ha comprare un ebook, se non gli da dei vantaggi tangibili rispetto alla copia per vie alternative.E' una bella domana.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Perchè dovrei comprare un ebook?

        Perché quello pirata è illegalePer chi lo scarica non è illegale.
        né da un compenso
        a chi quel libro l'ha prodotto.Ma al cliente cosa dovrebbe importare? Per il cliente non è un vantaggio.
        Il costo del
        prodotto non è il mero costo di
        copia.I costi rimanenti sono (o dovrebbero essere) già ammortizzati, quindi non contano
        Perché allora un negozio dovrebbe fare gli
        scontrini quando il prodotto che vende è tale e
        quale anche senza lo
        scontrino?Perchè lo scontrino serve al cliente per ottenere il rimborso in caso di merce difettosa.
        • un altro qualsiasi scrive:
          Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
          bè alora perchè il tuo datore di lavoro dovrebbe pagarti lo stipendio? dopotutto quello che conta è il suo interesse...
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            Infatti non è costretto a pagarmi.Evidentemente, però, è nel suo interesse che non gli lasci il lavoro a metà.
          • un uomo unico scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Infatti non è costretto a pagarmi.

            Evidentemente, però, è nel suo interesse che non
            gli lasci il lavoro a
            metà.Lui ti ha chiesto dello stipendio. Lo stipendio lo si dà al dipendente e non solo se finisce il lavoro.Quello di cui parli tu al massimo è un lavoro con partita IVA dove non è stata predisposta nessuna forma contrattuale (perché se come ditta o società accetti un contratto col piffero che gli lasci il lavoro a metà altrimenti paghi una penale) e dove il cliente di solito dà un anticipo che se ti prendi senza terminare il lavoro non fai una bella figura. Per me comunque tu non lavori.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?

            Lui ti ha chiesto dello stipendio. Lo stipendio
            lo si dà al dipendente e non solo se finisce il
            lavoro.D'altra parte, se il dipendente non viene pagato se ne va, lasciando magari a metà diversi lavori, e non solo uno.
            Quello di cui parli tu al massimo è un lavoro con
            partita IVA dove non è stata predisposta nessuna
            forma contrattuale (perché se come ditta o
            società accetti un contratto col piffero che gli
            lasci il lavoro a metà altrimenti paghi una
            penale)Se il cliente non paga è lui che ha rotto il contratto.
            e dove il cliente di solito dà un
            anticipoAppunto. Pagamento anticipato, così non si corrono rischi.
            che se ti prendi senza terminare il
            lavoro non fai una bella figura. Per me comunque
            tu non
            lavori.Pensala come ti pare. Per me tu fai il mendicante.... ma in fondo, a chi importa quello che pensiamo?
          • ruppolo scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            Tu con la testa che ti ritrovi finirai a vedere il sole a scacchi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            Non essere troppo sicuro... se ci vedremo attraverso le sbarre, chieduti da quale parte delle sbarre sarai tu
          • un uomo unico scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Lui ti ha chiesto dello stipendio. Lo
            stipendio

            lo si dà al dipendente e non solo se finisce
            il

            lavoro.

            D'altra parte, se il dipendente non viene pagato
            se ne va, lasciando magari a metà diversi lavori,
            e non solo
            uno.Non c'entra niente, parlavi di te che se non finisci il lavoro allora il datore è libero di non pagarti. Cosa non vera.
            Se il cliente non paga è lui che ha rotto il
            contratto.Parlavi di te che se non finisci il lavoro non prendi i soldi, non c'entra niente il cliente che non paga.

            Appunto. Pagamento anticipato, così non si
            corrono
            rischi.Idem come sopra.
            Pensala come ti pare. Per me tu fai il
            mendicante.... ma in fondo, a chi importa quello
            che
            pensiamo?Per sei uno mantenuto dai genitori visto che quando parli di lavoro spari un sacco di stupidate e passi le giornate a rispondere ai topic sul copyright.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            Per me, tu sei un troll o un videotechino in fallimento
          • ruppolo scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Infatti non è costretto a pagarmi.

            Evidentemente, però, è nel suo interesse che non
            gli lasci il lavoro a
            metà.Ma anche no, l'altra metà la farebbe un altro XXXXX come te!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            Non proprio: se il lavoro é giá a metá, prima glu chiedo che fine ha fatto chi l'aveva iniziato
          • Teo_ scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Infatti non è costretto a pagarmi.

            Evidentemente, però, è nel suo interesse che non
            gli lasci il lavoro a
            metà.Se vuoi che vengano scritti nuovi libri, si dovrà fare in modo che da una parte o dallaltra i soldi arrivino agli autori.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            È quello che avevo detto anche io: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3424550&m=3425353#p3425353Ma non è detto che io voglia che vengano scritti nuovi libri. Non di quell'autore, magari.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            È quello che avevo detto anche io:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3424550&m=342

            Ma non è detto che io voglia che vengano scritti
            nuovi libri. Non di quell'autore,
            magari.Cioè bisogna pagare solo gli autori che scrivono romanzi di serie B con il sequel? :s
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            O quelli che realizzano una serie di romanzi che ritieni interessante.Lo paghi se desideri che produca ancora. Altrimenti no.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            - Scritto da: un altro qualsiasi
            bè alora perchè il tuo datore di lavoro dovrebbe
            pagarti lo stipendio? dopotutto quello che conta
            è il suo
            interesse...Pere con le mele.
        • ruppolo scrive:
          Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
          Ma dire che sei XXXXXXXXX è poco!
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
            Postare insulti gratuiti firmandosi con il proprio cognome non è una mossa intelligente
    • ruppolo scrive:
      Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
      Tu vorresti una risposta seria ad una domanda simile?Ti faccio io una domanda: perché dovrei lavorare per prendere mille euro se posso prenderli a te? I tuoi sono uguali identici a quelli che mi darebbero lavorando!
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
        Perchè io non te li do. Comunque, continua a cercare... se trovi qualcuno disposto a condividerli buon per te.Se io do dei soldi a tizio, e tizio li condivide con te, a me cosa importa?
    • Kriev scrive:
      Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
      - Scritto da: NonVedo il Motivo
      Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove
      almeno ho la copertina, i testi e roba simile,
      perchè mai dovrei comprare anche se fosse solo 1
      euro un libro elettronico uguale identico a
      quello
      pirata?
      Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse 0,10,
      perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi sento
      in colpa a
      scaricarmelo

      risposte serie per favorePerche' chi ha prodotto un libro, film, album, ecc. ci ha messo il proprio lavoro ed il proprio talento e va quindi remunerato. Anche le tasse si devono pagare perche' si contribuisce a pagare i servizi che lo stato offre a tutti... certo si possono anche non pagare per anni (come fanno alcuni), e questo e' sicuramente molto conveniente per chi non le paga, ma e' un comportamento criminale, non solo a livello giuridico, ma anche morale (il lavoro come i servizi vanno pagati). Altrimenti chi fa non fara' piu' se non ha ritorno e i servizi che c'erano non ci saranno piu' per nessuno. Non e' una questione di vantaggio, ma una questione di correttezza, in una societa' civile ci sono delle regole che seguono un principio di giustizia e non di mero interesse (o almeno dovrebbe essere cosi'). Altrimenti vigerebbe la legge della giungla e per tenerti i tuoi soldi in tasca dovresti solo sperare di non incontrare un tipo piu' grosso di te.Detto questo i prezzi delle opere intellettuali sono straesagerati, per farci mangiare sopra millemila persone vengono gonfiati a dismisura, e spesso gli autori prendono una minima fetta di questa torta. Riguardo poi alla rimozione dei contenuti piratati il signor Polillo ha ragione... peccato che con l'emendamento fava si concedesse ai privati il potere di fare gli sceriffi e si mettesse oggettivamente nei XXXXXX le aziende che offrono servizi di uploading (di per se NON illegale), oggettivamente impossibilitate a verificare la liceita' di tutti i contenuti e quindi esposte a cause continue e a spese legali da capogiro.Se un contenuto e' illegale lo si segnala alla polizia ed un magistrato decidera' se andra' rimosso o meno. Cosi' funziona per tutti, cosi' funziona anche per loro. Se e' stato concepito questo meccanismo non e' cosi' per caso, ma perche' venissero garantiti tutti i diritti.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
        L'autore dovrebbe essere pagato e con la fetta più grossa, una minima parte dovrebbe andare all'editore o a quello che distribuisce ebook (amazon negli usa, ti permette di bypassare l'editore...stranno che non l'abbiano oscurato come megaupload, quando annucià megabox :( ).Per il resto, a parte le questioni morali e legali, sinceramente nell'atto pratico, comprare un "prodotto" che ha mille restrizioni artificiose, rispetto alla pirateria, che mi da vantaggi sia sul prezzo che sulla libera fruibilità, ancora resta.Io non penso che chi faccia "We are pirate" se ne sbatta i XXXXXXXX degli autori, anzi....
      • Izio01 scrive:
        Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
        Sono assolutamente d'accordo con te. Io non ho problemi a pagare per fruire di opere d'ingegno, e se mi stanno sulle palle i vari Mazza & Polillo, non è che dall'altra parte siano tutti santi.Il decreto Fava apriva la porta ad abusi gravissimi, come tu stesso hai segnalato; un problema analogo si ha per conto mio con le varie EULA e restrizioni digitali. Ok non voler giustificare la pirateria, ma se compro una mela voglio potermela mangiare senza dover firmare 18 pagine in politichese fitto che autorizzano il melaiolo a prendersi il mio CC, la mia anima e il didietro di mia sorella. Se un gioco, venduto senza formalità, richiede un avvocato per essere installato consapevolmente, perché non dovrebbe essere lecito applicare lo stesso principio ai beni materiali? A me non piacerebbe un mondo con l'EULA sul pan carré, ma nel mondo digitale è così, e per me è una pesante lacuna legale.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Perchè dovrei comprare un ebook?

        Altrimenti chi fa non
        fara' piu' se non ha ritornoPuò darsi. Ma del resto potrebbe anche non fare pur avendo un ritorno: un autore morto non produce più... e allora perchè i diritti valgono ancora? Andranno agli eredi, che non producono nessun altro libro. Non ha senso.Oppure l'autore cambia completamente genere, e scrive libri che non mi interessano più. Perchè dovrei finanziarlo?
        e i servizi che
        c'erano non ci saranno piu' per nessuno. Falso; i libri continuano a esistere anche senza l'autore.
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
      - Scritto da: NonVedo il Motivo
      Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove
      almeno ho la copertina, i testi e roba simile,
      perchè mai dovrei comprare anche se fosse solo 1
      euro un libro elettronico uguale identico a
      quello
      pirata?
      Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse 0,10,
      perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi sento
      in colpa a
      scaricarmelo
      Francamente se un ebook venisse venduto a cifre ragionevoli (1-2 euro) e senza DRM lo comprerei al volo. Purtroppo non è così e te lo dice uno che ha perso ore a scansionare libri irreperibili ancor oggi sul mercato ufficiale!
    • Talking Head scrive:
      Re: Perchè dovrei comprare un ebook?
      - Scritto da: NonVedo il Motivo
      Tenendo conto che non è come un cd/dvd dove
      almeno ho la copertina, i testi e roba simile,
      perchè mai dovrei comprare anche se fosse solo 1
      euro un libro elettronico uguale identico a
      quello
      pirata?
      Qualcuno me lo spiega? ma anche costasse 0,10,
      perchè pagarlo? anzi, meno costa e meno mi sento
      in colpa a
      scaricarmeloNon c'è un motivo, se non incentivare un autore che ti piace a scrivere di più, così come non c'è un motivo razionale per pagare le tasse se nessuno ti controlla. E' una scelta morale.Scelta morale importante ovviamente, e non scontata. Pagare le tasse è giusto, anche se non si viene controllati, perché ci si fanno cose giuste. Se vivessi in una dittatura e i soldi delle tasse venissero usati in gran parte per finanziare un genocidio, non vedrei niente di moralmente sbagliato nell'evitare di pagarle.Idem, se il libro è effettivamente uguale a quello pirata (raro, solitamente il libro pirata è molto superiore), e il costo è quello giusto in un regime concorrenziale (tra 3 e 7 euro le ultime uscite, tra 1 e 4 euro dopo qualche mese), per me la scelta moralmente corretta è pagare l'autore. Sta facendo un lavoro che apprezzo, dargli dei soldi è corretto. Se invece il prezzo è tenuto artificialmente alto per mantenere un sistema di categorie non più utili alla società (stampatori di libri, trasportatori di libri, produttori di carta, librai) che devono mangiare con i miei soldi anche quando non uso i loro servizi, non trovo moralmente scorretto non pagare.Ovviamente tutto questo escludendo la legge, le possibilità di essere preso, etc etc
  • ale musumeci scrive:
    fotocopie?
    senza contare che in sharing c'erano già da anni le fotocopie dei libri.Penso stiano preparando il terreno per farci pagare l'equo compenso sulle risme di carta bianca...
  • ale musumeci scrive:
    aspetta a me che mi compro l'e-book
    mi sembra di essere ai primi tempi delle banche on line, quando per avere i servizi su internet dovevi pagare, nonostante si facesse risparmiare alla banca un bel po' di soldiper le autostrade ancora si richiede un corrispettivo per il telepass, quando anche là faccio risparmiare un bel po di spese alla società autostradecosi per gli e book si chiede un prezzo che è assolutamente inadeguato considerati i risparmi nella produzione e distribuzione che si consentono agli editoripazienza, la banca ce l'ho on line, in autostrada faccio la fila al casello (tanto ci vado poco), continuerò a comprare libri cartacei
  • beebox scrive:
    se c'è chi pensa che ...
    ... grazie agli ebooks ci si possa riappropriare di esclusive simili a quelle che hanno dominato la carta in epoca pre-internet, credo rimarrà deluso.
  • Skywalker scrive:
    Valore residuo
    Se compro un libro cartaceo,lo leggo e poi vado in una delle librerie specializzate, mediamente mi comprano il libro al 30% del prezzo iniziale.Già questo dovrebbe far capire che COME MINIMO un e-book dovrebbe costare ALMENO il 30% meno del suo corrispondente cartaceo, solo per andare a pari.
    • Izio01 scrive:
      Re: Valore residuo
      - Scritto da: Skywalker
      Se compro un libro cartaceo,lo leggo e poi vado
      in una delle librerie specializzate, mediamente
      mi comprano il libro al 30% del prezzo
      iniziale.

      Già questo dovrebbe far capire che COME MINIMO un
      e-book dovrebbe costare ALMENO il 30% meno del
      suo corrispondente cartaceo, solo per andare a
      pari.Se poi uno conta che col DRM non possiedi il libro ma lo noleggi e che quindi tra n anni non ce l'avrai più, che non puoi prestarlo senza prestare tutta la tua libreria (*) eccetera eccetera, quel 30% diventa anche un bel 65%.Risultato: si attacchino al tram.(*) A volte puoi prestare dei libri, ma leggevo che ad esempio col Kindle non è garantito, dipende dalle scelte dell'editore, e comunque puoi prestarlo UNA VOLTA SOLA e per un periodo massimo di X. Tutte limitazioni che con un libro stampato semplicemente non hai.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: Valore residuo

        (*) A volte puoi prestare dei libri, ma leggevo
        che ad esempio col Kindle non è garantito,
        dipende dalle scelte dell'editore, e comunque
        puoi prestarlo UNA VOLTA SOLA e per un periodo
        massimo di X. Tutte limitazioni che con un libro
        stampato semplicemente non
        hai.Che schifo, queste limitazioni artificiali ...
  • MeX scrive:
    stavolta no...
    non son d'accordo con gli editori!Sono già in ritardo, devono svegliarsi e rendere i loro testi disponibili VELOCEMENTE sulle alternative legali!Tutti i libri in inglese che voglio li trovo sul Sony store, di libri italiani manco l'ombra...
    • prova123 scrive:
      Re: stavolta no...
      http://www.liberliber.it/
      • tucumcari scrive:
        Re: stavolta no...
        - Scritto da: prova123
        http://www.liberliber.it/Vedo dal link che...Non hai capito il vero macaco è come quelli della pubblicità del SUV!cioè..."ma noi volevamo pagare molto di più!"(rotfl)(rotfl)
        • Paolo T. scrive:
          Re: stavolta no...
          Quell'auto ha ottenuto il peggior punteggio EuroNCAP sulla sicurezza. Quella coppia è semplicemente intelligente (e se ha bambini non ha proprio scelta). Tu, invece, sei libero di schiantarti.
          • tucumcari scrive:
            Re: stavolta no...
            - Scritto da: Paolo T.
            Quell'auto ha ottenuto il peggior punteggio
            EuroNCAP sulla sicurezza. Quella coppia è
            semplicemente intelligente (e se ha bambini non
            ha proprio scelta). Tu, invece, sei libero di
            schiantarti.(rotfl)(rotfl)Vedo che hai capito tutto!è pubblicità!Mai sentito dire?Il messaggio che viene dato (è quello che da il senso alla cosa) è quello di <b
            2 XXXXXXXXX </b
            il fatto che nella realtà siano (o non siano) le persone più intelligenti al mondo e la macchina faccia schifo è del tutto ininfluente!(rotfl)(rotfl)
          • tucumcari scrive:
            Re: stavolta no...
            - Scritto da: Paolo T.
            Quell'auto ha ottenuto il peggior punteggio
            EuroNCAP sulla sicurezza. Quella coppia è
            semplicemente intelligente (e se ha bambini non
            ha proprio scelta). Tu, invece, sei libero di
            schiantarti.Ah scordavo .. a proposito di intelligentoni che "spendono molto di più" la kia sportage ha un punteggio encap migliore della mercedes (sia ML che le serie recenti) e non c'è alcun dubbio su quale "costa di più"!Stante il tuo ragionamento c'è qualcosa che non torna?
          • Paolo T. scrive:
            Re: stavolta no...
            Non torna il fatto che mi sembrava fosse lo spot della Dacia. Ritiro la battuta, anche se quella a cui ribattevo resta comunque decisamente poco brillante.
          • Paolo T. scrive:
            Re: stavolta no...
            Appena visto. ERA lo spot della Dacia, l'auto più insicura del mondo. Guarda meglio la TV, e sentiti libero di schiantarti a basso prezzo.
      • zizzo scrive:
        Re: stavolta no...
        Risorsa preziosa, ma (chissà perchè) son libri piuttosto vecchiotti.
  • Nickless scrive:
    Prezzo equo
    Basta un prezzo equo, è tanto difficile?Ma in Italia al solito vedono il dover gestire la versione digitale come un costo in più, non come un investimento.Non ho ho idea quanto costino carta, stampa, trasporto e utili dei negozi, certo c'è ampio margine. Direi che se vendono al 50% molti comprano volentieri e loro fanno ampi utili.
    • zizzo scrive:
      Re: Prezzo equo
      Più di tanto il costo non può scendere.Mettiamo che Pippo scriva un libro. Ci ha messo 6 mesi per scriverlo dall'inizio alla fine, 8 ore al giorno.Mettiamo che voglia aver guadagnato 1200 euro netti al mese perchè è un signor nessuno e sa che non sarà un capolavoro (6 mesi...). Metà di tasse... lordo 2400 (approssimiamo).2400x 6 = 14400 euro, facciamo 15000.Non ha editore e vende direttamente sull'appstore (giusto per dar sfogo al trollaggio) per cui gli rasoiano via un 30%Deve tirare su almeno 21500 euro (poi soddisfatto, visto che è stupido rilascia il libro gratuitamente)Se volesse vendere il libro a 3 euro quante copie dovrebbe vendere?21500/3= 7160 copie.Pippo è un illustre sconosciuto. Gli conviene decidere dio vivere della sua scrittura e pubblicare il suo libro se non è ricco di famiglia?
      • quota scrive:
        Re: Prezzo equo
        - Scritto da: zizzo
        Più di tanto il costo non può scendere.[CUT]
        Se volesse vendere il libro a 3 euro quante copie
        dovrebbe
        vendere?
        21500/3= 7160 copie.Be secondo te 7200 copie sono un numero impressionante? Conosco emeriti sconosciuti come li chiami tu di settori di nicchia che non vanno mai sotto le 10.000 copie, ma quindi secondo te se pensasse di vendere solo 10 copie dovrebbe venderle a 2200 euro l'una???
        • zizzo scrive:
          Re: Prezzo equo
          Se volesse camparci come lavorasse a 1200 euro al mese sì.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: zizzo
            Se volesse camparci come lavorasse a 1200 euro al
            mese
            sì.Se non ci riesci, dovrai rassegnarti all'idea che non ti si fila nessuno, e quindi e' opportuno tornare alla zappa e lasciare che siano quelli che sanno scrivere, a scrivere.
          • zizzo scrive:
            Re: Prezzo equo
            sì, ma se conto di vendere 3-4000 copie fare concorrenza a herry potter a 50 cent su itunes non mi conviene anche se so scrivere. Tanto meno a un editore che investe anche un po' in promozione (serve? non so, ma credo che non guasti se sono sconosciuto).Questo il succo del discorso sul prezzo dei libri.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: zizzo
            sì, ma se conto di vendere 3-4000 copie fare
            concorrenza a herry potter a 50 cent su itunes
            non mi conviene anche se so scrivere. Se sai scrivere, Harry Potter non deve essere un problema.Mi pare che quelli che sanno scrivere scrivono anche con Harry Potter in libreria.Perche' invece di VENDERE 3000 copie, non ti poni come obiettivo di FARTI LEGGERE da 10.000/20.000 persone?
            Tanto meno
            a un editore che investe anche un po' in
            promozione (serve? non so, ma credo che non
            guasti se sono sconosciuto).
            Questo il succo del discorso sul prezzo dei libri.C'e' il web: non serve piu' la promozione di un editore.Ti apri il tuo blog e ti promuovi da solo.O ti fa cosi' fatica scrivere e preferisci grattarti la pancia mentre aspetti che arrivino i soldi della rendita da copyright?
          • zizzo scrive:
            Re: Prezzo equo
            Ok. La tua è ideologia, stasera, uscito dal personaggio di questo teatro dei burattini che si danno le bastonate, riflettici.Dovrò privare 2/3000 persone del loro romanzo preferito. Poco male, tanto non lo hanno ancora letto. :) Già fosse il trattatello sulla storia della loro città, o il manuale di una cosa che in italia fanno in pochi potrebbe essere più grave.Sulla promozione, gli editori sono più bravi degli scrittori a farla. Comunque va fatta.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: zizzo
            Ok. La tua è ideologia, stasera, uscito dal
            personaggio di questo teatro dei burattini che si
            danno le bastonate,
            riflettici.Deciditi.O e' ideologia, o e' personaggio del teatro dei burattini.
            Dovrò privare 2/3000 persone del loro romanzo
            preferito. Poco male, tanto non lo hanno ancora
            letto. :)Quindi che ne sai se e' il loro preferito?
            Già fosse il trattatello sulla storia della loro
            città, o il manuale di una cosa che in italia
            fanno in pochi potrebbe essere più
            grave.Trattatelli sulla storia della citta' spesso sono commissionati dal comune o comunque hanno un contributo di qualche struttura che fa sempre capo al comune. Magari la pro loco.Per quanto riguarda il manuale della cosa che fanno in pochi, siccome la fanno in pochi, non suscitera' troppo interesse.
            Sulla promozione, gli editori sono più bravi
            degli scrittori a farla. Comunque va
            fatta.Se l'autore riterra' di aver bisogno di promozione, commissionera' una agenzia per farla.
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo

            Perche' invece di VENDERE 3000 copie, non ti poni
            come obiettivo di FARTI LEGGERE da 10.000/20.000
            persone?
            e se domani l'azienda decidesse di non pagarti lo stipendio ma farti ringraziare da tutti i dipendenti ?
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas

            Perche' invece di VENDERE 3000 copie, non ti
            poni

            come obiettivo di FARTI LEGGERE da
            10.000/20.000

            persone?



            e se domani l'azienda decidesse di non pagarti lo
            stipendio ma farti ringraziare da tutti i
            dipendenti ?Farei un bel filmino di tutti i dipendenti in sala mensa che mi ringraziano e lo userei come referenza quando vado a cercare un altro lavoro.Lo metterei pure su YT.Un paio di mail agli indirizzi giusti e potrebbero parlarne pure i giornali.Sarei contattato immediatamente da diversi soggetti...Devo continuare?
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            Perche' invece di VENDERE 3000 copie,
            non
            ti

            poni


            come obiettivo di FARTI LEGGERE da

            10.000/20.000


            persone?






            e se domani l'azienda decidesse di non
            pagarti
            lo

            stipendio ma farti ringraziare da tutti i

            dipendenti ?

            Farei un bel filmino di tutti i dipendenti in
            sala mensa che mi ringraziano e lo userei come
            referenza quando vado a cercare un altro
            lavoro.chiunque sarebbe contento di assumere gente che invece del vile denaro accetta di essere pagato in ringraziamenti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2012 09.54-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas

            Farei un bel filmino di tutti i dipendenti in

            sala mensa che mi ringraziano e lo userei
            come

            referenza quando vado a cercare un altro

            lavoro.

            chiunque sarebbe contento di assumere gente che
            invece del vile denaro accetta di essere pagato
            in ringraziamenti.Basta solo essere capaci di far fruttare questi ringraziamenti.
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas



            Farei un bel filmino di tutti i
            dipendenti
            in


            sala mensa che mi ringraziano e lo
            userei

            come


            referenza quando vado a cercare un altro


            lavoro.



            chiunque sarebbe contento di assumere gente
            che

            invece del vile denaro accetta di essere
            pagato

            in ringraziamenti.

            Basta solo essere capaci di far fruttare questi
            ringraziamenti.bene, fallo.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas

            Basta solo essere capaci di far fruttare
            questi

            ringraziamenti.

            bene, fallo.Io? Chiedilo al mio datore di lavoro, di organizzare una riunione plenaria con tutti i dipendenti che mi applaudono e mi stringono la mano uno ad uno.Secondo me gli viene a costar meno pagarmi lo stipendio, ma non e' un problema mio.
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas



            Basta solo essere capaci di far fruttare

            questi


            ringraziamenti.



            bene, fallo.

            Io? Chiedilo al mio datore di lavoro, di
            organizzare una riunione plenaria con tutti i
            dipendenti che mi applaudono e mi stringono la
            mano uno ad
            uno.

            Secondo me gli viene a costar meno pagarmi lo
            stipendio, ma non e' un problema
            mio.Sei arcaico. Oramai anche i ringraziamenti si possono fare per email. Diventa moderno e liberati dal vecchiume come le strette di mano.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: shevathas





            Basta solo essere capaci di far
            fruttare


            questi



            ringraziamenti.





            bene, fallo.



            Io? Chiedilo al mio datore di lavoro, di

            organizzare una riunione plenaria con tutti i

            dipendenti che mi applaudono e mi stringono
            la

            mano uno ad

            uno.



            Secondo me gli viene a costar meno pagarmi lo

            stipendio, ma non e' un problema

            mio.

            Sei arcaico. Oramai anche i ringraziamenti si
            possono fare per email. Diventa moderno e
            liberati dal vecchiume come le strette di
            mano.Eh, no! Se mi vuoi pagare in ringraziamenti, pretendo ringraziamenti tangibili.Non barare.Quelli che vanno al concerto ad applaudire, applaudono per davvero, mica mandano applausi via SMS.
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo

            Eh, no! Se mi vuoi pagare in ringraziamenti,
            pretendo ringraziamenti
            tangibili.
            Non barare.
            e chi bara ? mi spieghi la differenza fra una cartolina di auguri autografa e un email ?
            Quelli che vanno al concerto ad applaudire,
            applaudono per davvero, mica mandano applausi via
            SMS.pensavo gli scaricassero via torrent.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas

            Eh, no! Se mi vuoi pagare in ringraziamenti,

            pretendo ringraziamenti

            tangibili.

            Non barare.



            e chi bara ? mi spieghi la differenza fra una
            cartolina di auguri autografa e un email
            ?La prima e' un pezzo unico e quindi ha un valore intrinseco.

            Quelli che vanno al concerto ad applaudire,

            applaudono per davvero, mica mandano
            applausi
            via

            SMS.

            pensavo gli scaricassero via torrent.Quello lo fai dopo che hai visto il concerto, per ricordo.Oppure se non hai visto il concerto (che tanto l'artista ha ottenuto il suo guadagno dai biglietti venduti).
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: shevathas


            Eh, no! Se mi vuoi pagare in
            ringraziamenti,


            pretendo ringraziamenti


            tangibili.


            Non barare.






            e chi bara ? mi spieghi la differenza fra una

            cartolina di auguri autografa e un email

            ?

            La prima e' un pezzo unico e quindi ha un valore
            intrinseco.
            non dopo le laser a colori di qualità.
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: shevathas



            Eh, no! Se mi vuoi pagare in

            ringraziamenti,



            pretendo ringraziamenti



            tangibili.



            Non barare.









            e chi bara ? mi spieghi la differenza
            fra
            una


            cartolina di auguri autografa e un email


            ?



            La prima e' un pezzo unico e quindi ha un
            valore

            intrinseco.


            non dopo le laser a colori di qualità.Una stampa laser non e' come l'originale autografa.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Prezzo equo
            Beh, considera che se ogni collega ti portasse qualcosa da mangiare come ringraziamento, anche mettendosi a gruppi per farti una cesta di ringraziamento, probabilmente riusciresti ad andare avanti un bel po' senza fare la spesa, se poi qualcuno si offre di andare in posta e pagarti le bollette per ringraziamento ancora meglio.
          • shevathas scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: Wolf01
            Beh, considera che se ogni collega ti portasse
            qualcosa da mangiare come ringraziamento, anche
            mettendosi a gruppi per farti una cesta di
            ringraziamento, probabilmente riusciresti ad
            andare avanti un bel po' senza fare la spesa, se
            poi qualcuno si offre di andare in posta e
            pagarti le bollette per ringraziamento ancora
            meglioeppure non ho visto nessuno licenziarsi per vivere della "riconoscenza" dei colleghi. Stranamente chi propugna questo metodo alternativo di campare non è il primo a seguirlo...
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: shevathas
            - Scritto da: Wolf01

            Beh, considera che se ogni collega ti
            portasse

            qualcosa da mangiare come ringraziamento,
            anche

            mettendosi a gruppi per farti una cesta di

            ringraziamento, probabilmente riusciresti ad

            andare avanti un bel po' senza fare la
            spesa,
            se

            poi qualcuno si offre di andare in posta e

            pagarti le bollette per ringraziamento ancora

            meglio

            eppure non ho visto nessuno licenziarsi per
            vivere della "riconoscenza" dei colleghi.
            Stranamente chi propugna questo metodo
            alternativo di campare non è il primo a
            seguirlo...Dimmi invece chi e' che propone riconoscenza tangibile invece del denaro, come compenso per prestazione d'opera.Secondo me preferiscono tutti pagare, perche' alla fine gli costa meno che manifestare riconoscenza.
    • pjt scrive:
      Re: Prezzo equo
      Stampa, trasporto e ricarico di grossisiti e librai pesano ben oltre il 50% del costo di un libro cartaceo (per lo meno nell'edizione iniziale).C'è però da aggiungere nell'edizione digitale il costo della nuova impaginazione e il guadagno del sito che lo vende, oltre alle sue spese.
      • panda rossa scrive:
        Re: Prezzo equo
        - Scritto da: pjt
        Stampa, trasporto e ricarico di grossisiti e
        librai pesano ben oltre il 50% del costo di un
        libro cartaceo (per lo meno nell'edizione
        iniziale).
        C'è però da aggiungere nell'edizione digitale il
        costo della nuova impaginazione e il guadagno del
        sito che lo vende, oltre alle sue
        spese.Il costo della nuova impaginazione non e' tanto diverso dal costo dell'impaginazione di pagine web, e noto che ci sono miliardi di pagine web, quindi non deve costare poi molto.Per quanto riguarda il guadagno del sito che lo vende, mi pare che siti come MU si facciano pagare zero e abbiano comunque i loro guadagni, sufficienti a coprire abbondantemente le spese.C'e' una cosa che nella tua analisi non consideri, che io definirei con "ingordigia" ma mi rendo conto che non e' un termine troppo calzante per descrivere lo strafogamento di denaro che questa gente pretende.
        • pjt scrive:
          Re: Prezzo equo
          Il costo dell'impaginazione è un po' maggiore delle pagine web, poichè è meno automatizzabile.E per l'ingordigia, io ero stato piùbuono e l'avevo definita "guadagno".. ;)
          • panda rossa scrive:
            Re: Prezzo equo
            - Scritto da: pjt
            Il costo dell'impaginazione è un po' maggiore
            delle pagine web, poichè è meno
            automatizzabile.Mica vero.Il formato epub e' comparabilissimo all'html-
            E per l'ingordigia, io ero stato piùbuono e
            l'avevo definita "guadagno"..
            ;)Che cosi' poi chi non ha le idee chiare, capisce cose diverse.Bisogna proprio parlare di INGORDIGIA INSAZIABILE.
  • Giorgino scrive:
    e perché pagare gli autori?
    Diciamola chiara, il 95% dei libri che attualmente si pubblicano sono semplicemente un attentato all'ecologia visto lo spreco di carta e la carta si fa con gli alberi.Con gli scrittori veri quelli con le palle non succedeva mica che li pagassero. Pensate che Dante prendesse un tot a copia della divina commedia? No, non funzionava così.Torniamo al buon vecchio e sano mecenatismo. Chi vuol scrivere un libro si trovi uno sponsor che lo finanzi. Dopodiché chiunque possa stamparsi o pubblicarsi il prodotto di tale ingegno.
    • Sgabbio scrive:
      Re: e perché pagare gli autori?
      - Scritto da: Giorgino
      Diciamola chiara, il 95% dei libri che
      attualmente si pubblicano sono semplicemente un
      attentato all'ecologia visto lo spreco di carta e
      la carta si fa con gli
      alberi.

      Con gli scrittori veri quelli con le palle non
      succedeva mica che li pagassero. Pensate che
      Dante prendesse un tot a copia della divina
      commedia? No, non funzionava
      così.

      Torniamo al buon vecchio e sano mecenatismo. Chi
      vuol scrivere un libro si trovi uno sponsor che
      lo finanzi. Dopodiché chiunque possa stamparsi o
      pubblicarsi il prodotto di tale
      ingegno.No, meglio di no, considerando certi sponsor. Vorrei invece un sistema che ritribuisce VERAMENTE gli autori.
    • pulce scrive:
      Re: e perché pagare gli autori?
      il tuo discorso non è completamente sballato: è necessario che gli autori vengano premiati dal gradimento vero, non dalla pubblicità, come ora: chi fa più pubblicità vende di più; tutte le trasmissioni televisive ad invito sono gigantesche marchette per far abboccare il tonto a casa, che non può fare a meno dell'ultimo capolavoro di Bruno vespa(!) o Fabio Volo (!).Organizziamo diversamente: cinema: il film fa schifo, mi alzo alla fine del primo tempo, ripasso dalla biglietteria e mi faccio dare il 90% del biglietto; se rimango in sala, vuol dire che apprezzo lo sforzo dell'autore. Lo stesso si può fare con un film distribuito onlineLibri (ebook) mi dai la prima metà del libro, se mi interessa te lo pago, se fa schifo, e il 90% delle pubblicazioni è pura cacc.a, non ti pago niente. L'autore va premiato, se è valido, è ora i finirla di pretendere i soldi sulla parola
      • Giggetto scrive:
        Re: e perché pagare gli autori?
        è un buon suggerimento, di buon senso.. troppo.. ecco perché non lo applicheranno :(
        • Paolo T. scrive:
          Re: e perché pagare gli autori?
          Lo applicano già, ma evidentemente non vi è ancora capitato di leggere libri elettronici non pirata (o leggere libri tout court). I negozi online danno diverse pagine di anteprima, di solito sufficienti a capire come sia il libro. Se ti piace lo compri, altrimenti ti accontenti di quello che hai letto.
          • pulce scrive:
            Re: e perché pagare gli autori?
            non mi risulta che sia così per i film. Per gli ebook poi ti danno poco in anteprima e solo su alcuni titoli. Dovrebbero darti di più e per tutti
        • ruppolo scrive:
          Re: e perché pagare gli autori?
          È già così.
    • ruppolo scrive:
      Re: e perché pagare gli autori?
      Allora inizia tu. Forza, al lavoro!
      • Sgabbio scrive:
        Re: e perché pagare gli autori?
        Mi scadi sempre di più con queste risposte...
        • Wolf01 scrive:
          Re: e perché pagare gli autori?
          Ha iniziato ad esprimersi con frasi dirette, solitamente usando l'imperativo.Tra un po' inizierà ad esprimersi a monosillabi e grugniti.
    • Pietro scrive:
      Re: e perché pagare gli autori?
      - Scritto da: Giorgino
      Diciamola chiara, il 95% dei libri che
      attualmente si pubblicano sono semplicemente un
      attentato all'ecologia visto lo spreco di carta e
      la carta si fa con gli
      alberi.

      Con gli scrittori veri quelli con le palle non
      succedeva mica che li pagassero. Pensate che
      Dante prendesse un tot a copia della divina
      commedia? No, non funzionava
      così.

      Torniamo al buon vecchio e sano mecenatismo. Chi
      vuol scrivere un libro si trovi uno sponsor che
      lo finanzi. Dopodiché chiunque possa stamparsi o
      pubblicarsi il prodotto di tale
      ingegno.Mecenati politici ne trovi quanti ne vuoi ma non garantiscono certo che il libro sia buono, basta che sostenga le loro posizioni politiche, mecenati disinteressti invece non ce ne sono
    • zizzo scrive:
      Re: e perché pagare gli autori?
      Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui, e come è duro calle lo scendere e 'l salir per l'altrui scale. . . Paradiso XVII: 58-60 :D
  • The Dude scrive:
    I soliti errori
    E qua si dimostra che anche gli editori sono rimasti all'età della pietra del digitale.E si che cinema e musica dovrebbero aver insegnato qualcosa. Invece niente, percorrono la loro stessa strada e fanno i loro stessi errori.Come sempre (e aggiungo purtroppo) la storia non insegna niente.Lato mio, che leggo circa 5 libri al mese, continuerò sicuramente a prendere i libri in formato cartaceo.
  • Treepwood scrive:
    Costi non giustificati
    Per produrre un libro bisogna fare prima un file di testo, poi stamparlo su tonnellate di carta, rilegarlo, metterlo in magazzino, distribuirlo alle altre sedi della casa editrice, poi portarlo ai rivenditori e metterlo sugli scaffali. Per fare un ebook si manda un file di testo ad un server, come cavolo è che ci sono libri che costano 12 euro e il corrispettivo ebook a 10 euro? Qual'è il vantaggio?Sono contento di aver comprato il mio kindle, ho acquistato oltre 10 titoli, non ho testi pirata, però il mercato non avrà timore della pirateria se e solo se venderanno i titoli ad un prezzo GIUSTO.
    • Matteo scrive:
      Re: Costi non giustificati
      Perffettamente d'accordo con te anche io adoro il mio kindle e cerco di comprare i libri attraverso i canali legali, ma non si può spendere la stessa cifra per un file di testo o per un libro cartaceo. E in più i DRM limitano anche gli acquisti legali per chi come noi ha il kindle, visto che non permettono la conversione dei file impedendoci di comprare un ebook su un qualsiasi altro sito
    • ruppolo scrive:
      Re: Costi non giustificati
      "produrre un file di testo". Ah, questo è facilissimo: si scrive abcdefghijklmnopqrstuvwxyz, poi si copia e si incolla a piacere. È il resto che costa: carta, stampa, distribuzione...
      • Treepwood scrive:
        Re: Costi non giustificati
        Non speculare disonestamente su quello che ho detto. Mi riferivo al valore intrinseco del bene. E' ovvio che l'autore per produrre i contenuti dia origine ad un valore intellettuale. Ciò non giustifica comunque la quasi parità del rapporto del prezzo ebook/cartaceo.
        • Pietro scrive:
          Re: Costi non giustificati
          - Scritto da: Treepwood
          Non speculare disonestamente su quello che ho
          detto.

          Mi riferivo al valore intrinseco del bene.
          E' ovvio che l'autore per produrre i contenuti
          dia origine ad un valore intellettuale.

          Ciò non giustifica comunque la quasi parità del
          rapporto del prezzo
          ebook/cartaceo.Ma secondo te quanto costa produrre un libro diciamo di 300 pagine in carta e manifattura?
          • Treepwood scrive:
            Re: Costi non giustificati
            Ma quanti nick hai?Sei proprio un troll.E' gratis, non costa nulla. La benzina per il trasporto poi... ti pagano per averla. Poi se si stampano 40000 copie e se ne vendono 1000, come succede per molti libri, le altre 39000 invendute dopo qualche mese diventano oro.Quindi è tutto guadagnato.Pensa che ieri ho scritto adkahfksdjhfkajhfdakjdf ho fatto esporta in pdf, l'ho fatto stampare dalla casa editrice chiarelettere, e ora sono ricco e giro in ferrari.Grazie, è bello avere interlocutori intelligenti che ti aprono gli orizzonti.
          • panda rossa scrive:
            Re: Costi non giustificati
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: Treepwood

            Non speculare disonestamente su quello che ho

            detto.



            Mi riferivo al valore intrinseco del bene.

            E' ovvio che l'autore per produrre i
            contenuti

            dia origine ad un valore intellettuale.



            Ciò non giustifica comunque la quasi parità
            del

            rapporto del prezzo

            ebook/cartaceo.
            Ma secondo te quanto costa produrre un libro
            diciamo di 300 pagine in carta e
            manifattura?Questo qua, esente da diritti d'autore, quindi solo costo vivo + ricarico viene circa 10 eurohttp://www.bol.it/libri/I-promessi-sposi/Alessandro-Manzoni/ea978881802766/Ora dimmi tu se gli costa 1 euro e fanno una cresta di 9 o se gli costa 9 e fanno una cresta di 1.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Costi non giustificati
        - Scritto da: ruppolo
        "produrre un file di testo".

        Ah, questo è facilissimo: si scrive
        abcdefghijklmnopqrstuvwxyz, poi si copia e si
        incolla a piacere. Allora è così che hai fatto ad arrivare a 26.826 post?
        • sbrotfl scrive:
          Re: Costi non giustificati
          - Scritto da: uno qualsiasi
          - Scritto da: ruppolo

          "produrre un file di testo".



          Ah, questo è facilissimo: si scrive

          abcdefghijklmnopqrstuvwxyz, poi si copia e si

          incolla a piacere.

          Allora è così che hai fatto ad arrivare a 26.826
          post?No... cosi' http://trollemipsum.appspot.com/
    • Ubunto scrive:
      Re: Costi non giustificati
      E' abbastanza evidente che cercano di scaricare il costo di un libro cartaceo "non venduto" sulla copia elettronica. Vogliono fare i furbetti, ma hanno fatto davvero male i conti.D'altro lato, come assiduo cliente di http://www.packtpub.com/ da cui acquisto anche le versioni elettroniche dei libri, penso che non ci sia proprio paragone fra un libro vero ed un file pdf. Difficilmente acquisterei un testo impegnativo per poterne fruire solo tramite un dispositivo elettronico, figuriamoci poi pagarlo come la versione cartacea. Eresia.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Costi non giustificati
        - Scritto da: Ubunto
        Difficilmente acquisterei un testo impegnativo
        per poterne fruire solo tramite un dispositivo
        elettronico, figuriamoci poi pagarlo come la
        versione cartacea.
        Eresia.Ben detto!
  • fracasso ubaldo scrive:
    certo come no
    se si scarica meglio , se costasse la meta' , la realta' e che' gratis e meglio .e non scrivete sempre le stesse cose .dite che volete tutto gratis.
    • Sgabbio scrive:
      Re: certo come no
      - Scritto da: fracasso ubaldo
      se si scarica meglio , se costasse la meta' , la
      realta' e che' gratis e meglio
      .
      e non scrivete sempre le stesse cose .
      dite che volete tutto gratis.che noia, c'è gente che ha fatto osservazioni molto intelligenti, sul perchè, per ipotesi, il mercato italiano degli e-book, rischierebbe la morte.Il resto è fuffa da pirate haters.
    • axl scrive:
      Re: certo come no
      - Scritto da: fracasso ubaldo
      se si scarica meglio , se costasse la meta' , la
      realta' e che' gratis e meglio
      .
      e non scrivete sempre le stesse cose .
      dite che volete tutto gratis.è vero, gratis è meglio..ma togli il gratis e l'ebook non te lo compro lo stesso... sono dei veri LADRI !! costan 50 centesimi in meno del cartaceo... col cavolo che spendo per prender un ebook tra l'altro protetto da drm...e il cartaceo sono ancora più ladri, prendiamo mondadori con "game of thrones" l'ultimo libro negli altri paesi costa meno di 10 euro, qui da noi mondadori LADRISSIMA, l'ha diviso in 3 al prezzo FOLLE di 20 EURO l'uno !!! si avete capito bene 60 euro un libro da dieci euro ovunque !!!LADRI
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: certo come no
      contenuto non disponibile
      • Sgabbio scrive:
        Re: certo come no
        - Scritto da: unaDuraLezione
        No.
        Le osservazioni fatte sopra sono intelligenti
        perché vanno incontro ai clienti disposti a
        spendere
        soldi.
        E' andare contro i clienti disposti a spendere
        soldi che è infinitamente
        stupido.
        L'iter dell'industria musicale è lì a
        dimostrarlo: oggi permette che il cliente abbia
        brani non protetti anche singoli e con un click.
        Se non l'avesse fatto sarebbe fallita
        completamente. Per questo è stata costretta a
        cedere.Oddio....cedere, se guardiamo com'è itunes ad esempio, ti passa la voglia di comprare.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: certo come no
          contenuto non disponibile
          • Sgabbio scrive:
            Re: certo come no
            è migliorabile, se levano i limiti territoriali.Per farti un esempio, l'ultimo album degli aqua non lo puoi acquistare, perchè si trova solo nell'itunes store di 3 nazioni in croce.eliminazione totale della politica: "Non puoi scaricare singolarmente il brano, devi compare tutto l'album per averlo".
      • Sgabbio scrive:
        Re: certo come no
        - Scritto da: unaDuraLezione
        No.
        Le osservazioni fatte sopra sono intelligenti
        perché vanno incontro ai clienti disposti a
        spendere
        soldi.
        E' andare contro i clienti disposti a spendere
        soldi che è infinitamente
        stupido.
        L'iter dell'industria musicale è lì a
        dimostrarlo: oggi permette che il cliente abbia
        brani non protetti anche singoli e con un click.
        Se non l'avesse fatto sarebbe fallita
        completamente. Per questo è stata costretta a
        cedere.Oddio....cedere, se guardiamo com'è itunes ad esempio, ti passa la voglia di comprare.
      • ruppolo scrive:
        Re: certo come no
        Ora però i brani costano (quelli più interessanti) 1,29 euro, mentre prima, col DRM, costavano 0,99 euro. Quindi fanXXXX ai pirati e a chi (sempre i pirati) sbraitava per avere la musica senza DRM!
        • korn scrive:
          Re: certo come no
          La differenza e' ce ora con 1,29 ci fai quello che vuoi e lo utilizzi come vuoi, 30 centesimi in piu' per avere piu' liberta' mi sembra un'ottimo affare, poi pensala come caxxo vuoi :D
        • Sgabbio scrive:
          Re: certo come no
          - Scritto da: ruppolo
          Ora però i brani costano (quelli più
          interessanti) 1,29 euro, mentre prima, col DRM,
          costavano 0,99 euro. Quindi fanXXXX ai pirati e a
          chi (sempre i pirati) sbraitava per avere la
          musica senza
          DRM!Tu sei lo steriotipo del pirater haters, che pur di giustificare azioni repressive, sfrutterebbe ogni mezzo schifoso per il proprio scopo.Per essere un fanboy della apple, non sai che la stessa apple, non voleva il DRM nel suo itunes music store fin dall'inizio ?Sa pevi che hanno prima adottato il sistema "meno invasivo" possibile (infatti il DRM spariva se ti facevi un CD e riconvertivi) e poi a cercato di levare via il DRM cercando di convincere le major ?La stessa APPLE o meglio Strave Jobs, stra l'altro aveva più volte criticato le grandi corporazioni del disco, di avere un'avidità fuori misura, la apple ha respinto più volte le pressioni di aumento dei prezzi, dopo i primi anni di vita della piattaforma.Poi, per l'aumento dei prezzi delle canzoni, te la devi prendere con l'avidità delle major e non con i "pirati" o chi giustamente non vuole il DRM tra le scatole.
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: certo come no
      - Scritto da: fracasso ubaldo
      se si scarica meglio , se costasse la meta' , la
      realta' e che' gratis e meglio
      .Vero. Così risparmio i soldi, e con i soldi mi posso comprare una BMW d'occasione.
      • ruppolo scrive:
        Re: certo come no
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: fracasso ubaldo

        se si scarica meglio , se costasse la meta'
        ,
        la

        realta' e che' gratis e meglio

        .

        Vero.
        Così risparmio i soldi, e con i soldi mi posso
        comprare una BMW
        d'occasione.Ma non conviene pagare i libri e rubare la BMW? I libri costano meno...
  • pm0s scrive:
    come favorire la pirateria ...
    Il mese scorso ho provato a scaricare un eBook proposto da un noto editore italiano in abbinata al libro cartaceo regalato a Natale. Ecco l'elenco dei passaggi necessari ad installarlo sul mio Kindle:1. sulla pagina della promozione nel sito dell'editore, inserire l'ISBN del libro ed un codice esadecimale di 24 caratteri (mai sentito parlare dei barcode e delle webcam?)2. scaricare un file formato Adobe Digital Editions3. capire di che cosa si tratta, installare il programma e fargli leggere il file (doppio clic non va)4. scaricare l'eBook in formato ePub5. convertirlo con Calibre in formato mobi per poterlo copiare sul KindleFino a che si continuerà così, la pirateria non avrà concorrenza e non per colpa dei lettori "cattivi" che non comprano più i libri
    • ruppolo scrive:
      Re: come favorire la pirateria ...
      Esiste iTunes Book Store, tutt'altra esperienza.
      • attonito scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        - Scritto da: ruppolo
        Esiste iTunes Book Store, tutt'altra esperienza.non tutti sono disposti a dare cane, sangue, anima e XXXXXXXX in mano ad apple, sai?
        • Dido scrive:
          Re: come favorire la pirateria ...
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: ruppolo

          Esiste iTunes Book Store, tutt'altra
          esperienza.

          non tutti sono disposti a dare cane, sangue,
          anima e XXXXXXXX in mano ad apple,
          sai?Probabilmente lavora per loro, o e' un videotechino amuffito.
          • bubba scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: Dido
            - Scritto da: attonito

            - Scritto da: ruppolo


            Esiste iTunes Book Store, tutt'altra

            esperienza.



            non tutti sono disposti a dare cane, sangue,

            anima e XXXXXXXX in mano ad apple,

            sai?

            Probabilmente lavora per loro, o e' un
            videotechino
            amuffito.magari (per entrambe le opzioni). Ruppie e' semplicemente un adoratore della Chiesa di Cupertino... ha votato la sua anima al morso di Mela. Millanta di fare l'informatico (con prodotti Apple ovviamente), ma in realta' e' solo un sacerdote che fa proselitismo in giro.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...

            Probabilmente lavora per loro, o e' un
            videotechino
            amuffito.No, è un consulente e lavora in proprio.Cerca "ruppolo" con google, troverai il suo sito e saprai qualcosa in più su di lui.
        • tucumcari scrive:
          Re: come favorire la pirateria ...
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: ruppolo

          Esiste iTunes Book Store, tutt'altra
          esperienza.

          non tutti sono disposti a dare cane, sangue,
          anima e XXXXXXXX in mano ad apple,
          sai?Ah Nooo?Sacrileeeegiiiooooooooooo!Pentiti e fai ammenda da domani tutti i giorni per punizione comprerai tutti i giorni (festivi compresi naturalmente) sullo store almeno 200 Euro di prodotti di cui almeno uno di merchandising (tipo magliette mug ecc. con mela in bella vista!!).
      • pm0s scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        Non è questo il punto: anche il Kindle store di Amazon è semplice ed intuitivo, così come altri anche italiani.Il problema è che si trattava di una promozione dell'editore volta a spingere gli ebook: posso immaginare il risultato ...
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        contenuto non disponibile
      • axl scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        - Scritto da: ruppolo
        Esiste iTunes Book Store, tutt'altra esperienza.ci sono libri assurdi che si trovano altrove LEGALMENTE gratis al folle prezzo di 8 euro !!!ibook store è carissimo, ma la gente (fessi) spende lo stesso.. contenti loro..
        • sbrotfl scrive:
          Re: come favorire la pirateria ...
          - Scritto da: axl
          è carissimo, ma la gente (fessi)
          spende lo stesso.. contenti
          loro..cosa di <b
          iTunes </b
          book store non hai capito? :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 febbraio 2012 17.46-----------------------------------------------------------
          • axl scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            Modificato dall' autore il 03 febbraio 2012 17.46
            --------------------------------------------------non è quel posticino a cui accedo tramite ibooks per comprare libri ?io intendevo quello
          • sbrotfl scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: axl
            - Scritto da: sbrotfl

            - Scritto da: axl




            è carissimo, ma la gente (fessi)


            spende lo stesso.. contenti


            loro..



            cosa di <b
            iTunes </b
            book store

            non hai capito?

            :D


            --------------------------------------------------

            Modificato dall' autore il 03 febbraio 2012
            17.46


            --------------------------------------------------

            non è quel posticino a cui accedo tramite ibooks
            per comprare libri
            ?
            io intendevo quelloSi ma ovunque c'è iQualcosa di mezzo ci sono anche clienti pronti a dare l'anima per un leccalecca :)
          • panda rossa scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: sbrotfl
            - Scritto da: axl

            - Scritto da: sbrotfl


            - Scritto da: axl






            è carissimo, ma la gente (fessi)



            spende lo stesso.. contenti



            loro..





            cosa di <b
            iTunes </b

            book
            store


            non hai capito?


            :D





            --------------------------------------------------


            Modificato dall' autore il 03 febbraio
            2012

            17.46





            --------------------------------------------------



            non è quel posticino a cui accedo tramite
            ibooks

            per comprare libri

            ?

            io intendevo quello

            Si ma ovunque c'è iQualcosa di mezzo ci sono
            anche clienti pronti a dare l'anima per un
            leccalecca
            :)Sicuro che sia un leccalecca? A me sembra che vada assunto per via anale.
    • Nickless scrive:
      Re: come favorire la pirateria ...
      - Scritto da: pm0s
      5. convertirlo con Calibre in formato mobi per
      poterlo copiare sul1 Kindlemetà del problema sta nel kindle, il mio eReader riceve in automatico i file scaricati con Digial Editions appena lo collego.Al solito le piattaforme chiuse sono perdenti per l'utente.Se hai scelto Kindle compra da Amazon del resto.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        contenuto non disponibile
        • tucumcari scrive:
          Re: come favorire la pirateria ...
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Le cose basta volerle fare. Il cervello
          mummificato di chi prende le decisioni,
          purtroppo, non aiuta in
          questo.Non so non era abbastanza "dura" ma secondo me... la "lezione" quelli non la capiscono proprio!E il motivo lo hai appena detto... èIl cervello mummificato
      • Paolo T. scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...

        metà del problema sta nel kindleMetà, per l'appunto. L'altra metà è nell'editore, che evidentemente ignora che Kindle è uno dei lettori più diffusi. Preparare il file in doppio formato (ePub/Adobe e Kindle) non gli avrebbe portato via più di qualche ora (nella peggiore delle ipotesi).Personalmente non ho un Kindle hardware, proprio perché so che la situazione è questa. D'altronde, con iPad posso leggere gli ePub/Adobe solo con un lettore di terze parti, mantenuto quando capita (Bluefire).Ma l'editore non ha giustificazioni, visto che dimostra di non conoscere il suo mercato.
    • Funz scrive:
      Re: come favorire la pirateria ...
      Facevi prima a cercare su Googletitolo .torrent
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: come favorire la pirateria ...
      Con l'ipad era molto semplice. C'è una app gratuita per leggere i libri con il drm di adobe e una per leggere i libri Kindle. Anzi per i libri Kindle ti basta andare sul sito di Amazon e automatico lo scarica sul tuo apparecchio.
      • Sgabbio scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        15 app per leggere ebook di 15 formati diversi... Praticità e portabilità, portami via.
      • Dottor Stranamore scrive:
        Re: come favorire la pirateria ...
        - Scritto da: Dottor Stranamore
        Con l'ipad era molto semplice. C'è una app
        gratuita per leggere i libri con il drm di adobe
        e una per leggere i libri Kindle. Anzi per i
        libri Kindle ti basta andare sul sito di Amazon e
        automatico lo scarica sul tuo
        apparecchio.15 app le vedi solo tu. Sono 2 app perché al mondo ci sono solo 2 drm: quello di amazon e quello di Adobe.
        • Sgabbio scrive:
          Re: come favorire la pirateria ...
          - Scritto da: Dottor Stranamore

          15 app le vedi solo tu. Sono 2 app perché al
          mondo ci sono solo 2 drm: quello di amazon e
          quello di
          Adobe.Ehm, ti rispondi da solo ? (lo so che hai sbagliato a quotare, tranquillo).Era un modo di dire comunque il mio. Alla fine e sempre uno sbattimento, dover avere più app per un servizio che potrebbe usare un formato aperto e non avere DRM di sorta.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: Sgabbio
            Ehm, ti rispondi da solo ? (lo so che hai
            sbagliato a quotare,
            tranquillo).Sì me ne sono accorto dopo aver inviato, si vede che ho ricaricato la pagina e poi ho cliccato sul link sbagliato

            Era un modo di dire comunque il mio. Alla fine e
            sempre uno sbattimento, dover avere più app per
            un servizio che potrebbe usare un formato aperto
            e non avere DRM di
            sorta.Per me è meglio mettere il watermark del drm, così chi ha comprato e condiviso il file lo puoi individuare. Comunque non è questo gran sbattimento, anche se devo ammettere che Amazon con il Kindle e le app per gli altri apparecchi è molto più comoda e i libri hanno un layout fantastico sull'ipad.
          • Sgabbio scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Per me è meglio mettere il watermark del drm,
            così chi ha comprato e condiviso il file lo puoi
            individuare.Non l'ha fatto la apple con itunes store, per la muscia per lo meno ?
            Comunque non è questo gran sbattimento, anche se
            devo ammettere che Amazon con il Kindle e le app
            per gli altri apparecchi è molto più comoda e i
            libri hanno un layout fantastico
            sull'ipad.A dire il vero, dover usare app diverse per colpa del DRM lo è, se confrontato che in altri luoghi senza DRM idioti, non hai questi problemi.
          • Dottor Stranamore scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: Dottor Stranamore
            Non l'ha fatto la apple con itunes store, per la
            muscia per lo meno
            ?Sì, ma anche Amazon e altri store.
            A dire il vero, dover usare app diverse per colpa
            del DRM lo è, se confrontato che in altri luoghi
            senza DRM idioti, non hai questi
            problemi.Sono in ogni caso formati diversi quindi se uno vuole usare un programma solo dovrebbe convertirli. Io trovo molto più semplice il metodo di Amazon ed è lì che comprerò in futuro.
          • Sgabbio scrive:
            Re: come favorire la pirateria ...
            - Scritto da: Dottor Stranamore

            Sì, ma anche Amazon e altri store.Se non erro per quelli "grossi" la apple è stata la prima, non so se amazon era partito già con il DRM FREE o altro.Comunque molti hanno capito che il DRM E' un freno più che un incentivo.Spero lo capiscono anche i produttori di giochi.

            Sono in ogni caso formati diversi quindi se uno
            vuole usare un programma solo dovrebbe
            convertirli. Io trovo molto più semplice il
            metodo di Amazon ed è lì che comprerò in
            futuro.Peccato che con il DRM che hanno ti possono cancellare i tuoi acquisti da remoto.
  • Shu scrive:
    Come combattere la pirateria
    Te lo spiego io.- Il libro deve uscire contemporaneamente in carteceo e in e-book. Meglio ancora se esce prima in e-book- Deve costare molto meno del cartaceo- Non deve avere DRM- Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub consente di impaginare bene.- Deve essere semplice comprarlo (quindi un ecommerce da 1 click e via, compatibile sia coi PC che con tablet e smartphone).- Deve essere semplice trovarlo (quindi una vetrina chiara e pulita, un catalogo fatto bene e tag, suggerimenti, ricerca efficiente)- Devo avere informazioni sul libro: genere, collana, se fa parte di una serie e in che ordine vanno letti i relativi libri, ecc. E la descrizione deve essere chiara. Meglio se ci sono 1 o 2 capitoli scaricabili gratis.La pirateria vince non solo per il prezzo imbattibile, ma perché è rapida, non ha DRM, e chi prepara gli ebook ci mette passione. Ma Bisogna combatterla mettendoci più passione, dando più servizi e rendendo più semplice la fruizione.Tutto quello che la complica (DRM, registrazioni con 20 campi obbligatori (ciao Telecom!), formati chiusi, obbligo di usare certe applicazioni, ecc.) non fa che avvantaggiare la pirateria.Bye.
    • Guybrush scrive:
      Re: Come combattere la pirateria
      - Scritto da: Shu
      Te lo spiego io.

      - Il libro deve uscire contemporaneamente in
      carteceo e in e-book. Meglio ancora se esce prima
      in
      e-book

      - Deve costare molto meno del cartaceoIl che potrebbe implicare un aumento vertiginoso del cartaceo.
      - Non deve avere DRMRotfl, penso che prima pioveranno fichi secchi e uva passa.
      - Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub
      consente di impaginare
      bene.Rirotfl, nella migliore delle ipotesi verrà usata una versione blindata.Nella peggiore un formato proprietario E blindato.
      - Deve essere semplice comprarlo (quindi un
      ecommerce da 1 click e via, compatibile sia coi
      PC che con tablet e
      smartphone).Questo puo' essere.
      - Deve essere semplice trovarlo (quindi una
      vetrina chiara e pulita, un catalogo fatto bene e
      tag, suggerimenti, ricerca
      efficiente)Come sopra.
      - Devo avere informazioni sul libro: genere,
      collana, se fa parte di una serie e in che ordine
      vanno letti i relativi libri, ecc. E la
      descrizione deve essere chiara. Meglio se ci sono
      1 o 2 capitoli scaricabili
      gratis.Questo già succede, non con i capitoli ma con le prime pagine.
      La pirateria vince non solo per il prezzo
      imbattibile, ma perché è rapida, non ha DRM, e
      chi prepara gli ebook ci mette passione. -
      Ma Bisogna combatterla mettendoci più passione,
      dando più servizi e rendendo più semplice la
      fruizione.Sfondi un portone spalancato.
      Tutto quello che la complica (DRM, registrazioni
      con 20 campi obbligatori (ciao Telecom!), formati
      chiusi, obbligo di usare certe applicazioni,
      ecc.) non fa che avvantaggiare la
      pirateria.E spari pure sulla croce rossa, vigliacco ;-)Per la registrazione "automatica" sto vedendo sempre più spesso il pulsante "accedi con facebook" per usare il profilo FB a garanzia dell'identità.Il che mi pare un po' una ca$$ata siciliana, ma lo vedo accadere.GT
      • Caccolat scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: Guybrush
        - Scritto da: Shu

        Te lo spiego io.



        - Il libro deve uscire contemporaneamente in

        carteceo e in e-book. Meglio ancora se esce
        prima

        in

        e-bookAnche qui in alcuni casi è stato fatto, si pensi alla quadrilogia di Hyperion pubblicata recentemente dalla fanucci contemporaneamente in digitale e cartaceo.

        - Deve costare molto meno del cartaceo
        Il che potrebbe implicare un aumento vertiginoso
        del
        cartaceo.Spero di no, che già costano parecchio.

        - Non deve avere DRM
        Rotfl, penso che prima pioveranno fichi secchi e
        uva
        passa.Alcuni editori già forniscono file con quello che definirei "DRM soft" ovvero il watermarking (inclusione del nome completo dell'acquirente nel header e nel frontespizio); in questo modo non vi è un sistema tecnico per impedire la circolazione dell'ebook o la sua conversione, ma solo un disincentivo a condividere il libro con altri. Basti vedere le edizioni digitali della Fanucci e della Newton-Compton per fare 2 nomi.

        - Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub

        consente di impaginare

        bene.
        Rirotfl, nella migliore delle ipotesi verrà usata
        una versione
        blindata.
        Nella peggiore un formato proprietario E blindato.Vi dirò che la spada della verità è ben impaginata (o almeno sul mio odyssey la vedo ben impaginata)
        • Matt scrive:
          Re: Come combattere la pirateria

          Anche qui in alcuni casi è stato fatto, si pensi
          alla quadrilogia di Hyperion pubblicata
          recentemente dalla fanucci contemporaneamente in
          digitale e
          cartaceo.Sono andato a vedere e sul primo volume i prezzi sono:Edizione cartacea: 4.90Ebook: 5.00Trasferire elettronicamente qualche manciata di byte archiviati in qualche decina di centimetri cubi assieme a tante altre migliaia costa di piu' che tagliare alberi, macinarli, produrre carta, stamparla, impaginarla e spedirla in giro per l'Italia (aggiungendo centinaia di metri quadrati di magazzini per ognuno dei passaggi precedenti, autotreni e carburanti a piacimento)?
      • Talking Head scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: Guybrush

        - Deve costare molto meno del cartaceo
        Il che potrebbe implicare un aumento vertiginoso
        del
        cartaceo.L'unico motivo ragionevole per cui questo potrebbe essere vero è perché, calando le vendite, aumenterebbe il peso dei costi fissi. Ma come hai visto dai numeri nell'altra discussione, non pesano poi tanto. Distribuzione e vendita, che sono costi vivi indipendenti dalla tiratura, pesano per un 50%. Idem per il Editor, traduzione e parte della grafica sono costi fissi, ma sono in comune anche con la versione digitale, quindi non vedrebbe riduzione sostanziale della quantità.Ma date le statistiche medie sui grandi lettori, non credo che il mercato ebook supererà mai il 30%, molti lettori leggono un libro l'anno sotto l'ombrellone e non compreranno un reader per quello.Una riduzione delle vendite del 30% difficilmente dovrebbe influire in modo radicale sui costi fissi, a occhio può aumentare i costi di un 5%. Pace.Il costo GIUSTO di un ebook (e con giusto intendo il prezzo che farebbe un imprenditore in regime concorrenziale senza cartelli e monopoli), utilizzando i numeri delle case editrici, è tra un terzo e un quarto del prezzo di copertina del paperback, come abbiamo calcolato nell'altro thread. Di più all'inizio se si vuole mantenere, come per l'hardcover, il principio di discriminazione sul prezzo dato dall'acquisto di impulso. Ma sempre inferiore ad un quarto del prezzo dell'hardcover. Questo dicono i numeri. Tutto il resto è monopolio.

        - Non deve avere DRM
        Rotfl, penso che prima pioveranno fichi secchi e
        uva passa.Hai scarsa considerazione (a ragione) dei nostri editori, ma sarebbe la scelta più ragionevole. Se ci sono già più libri pirata che originali, metterli senza DRM non cambierebbe in alcun modo l'acXXXXX al libro pirata: c'è comunque. Non si spiega quindi perché io devo essere infastidito dal DRM solo se compro, mentre posso avere lo stesso libro senza DRM gratis.Per fare un esempio, io i pochi libri acquistati con DRM li ho poi riscaricati pirata (e cancellato la copia con DRM). Perché io acquirente devo avere meno diritti di chi lo pirata?Come i DRM fermerebbero la pirateria, se il libro pirata c'è comunque?
    • ruppolo scrive:
      Re: Come combattere la pirateria
      - Scritto da: Shu
      Te lo spiego io.

      - Il libro deve uscire contemporaneamente in
      carteceo e in e-book. Meglio ancora se esce prima
      in
      e-bookEh certo, così si pirata prima.
      - Deve costare molto meno del cartaceoOttima idea, ma ci mettiamo solo il 75% delle pagine.
      - Non deve avere DRMEh certo, mica vogliamo seccare i pirati...
      - Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub
      consente di impaginare
      bene.Ah ecco, ben impaginato e a minor prezzo.
      - Deve essere semplice comprarlo (quindi un
      ecommerce da 1 click e via, compatibile sia coi
      PC che con tablet e
      smartphone).E quindi per quale dispositivo va impaginato? Per tutti e 3? Ah si, vero, più lavoro ci metti e meno costerà dopo. Allora prevediamo anche una impaginazione per il televisore, così il prezzo si abbassa ancora di più.
      - Deve essere semplice trovarlo (quindi una
      vetrina chiara e pulita, un catalogo fatto bene e
      tag, suggerimenti, ricerca
      efficiente)Tutto bello ed efficiente, tanto i designer lavorano per la gloria.
      - Devo avere informazioni sul libro: genere,
      collana, se fa parte di una serie e in che ordine
      vanno letti i relativi libri, ecc. E la
      descrizione deve essere chiara. Meglio se ci sono
      1 o 2 capitoli scaricabili
      gratis.Facciamo che sia tutto gratis e con una donazione facoltativa.
      La pirateria vince non solo per il prezzo
      imbattibile,Certo che si può battere, basta offrire il libro e 5 euro insieme.
      ma perché è rapida, non ha DRM, e
      chi prepara gli ebook ci mette passione."prepara" è il nuovo verbo per "ruba"?
      Ma


      Bisogna combatterla mettendoci più passione,
      dando più servizi e rendendo più semplice la
      fruizione.

      Tutto quello che la complica (DRM, registrazioni
      con 20 campi obbligatori (ciao Telecom!), formati
      chiusi, obbligo di usare certe applicazioni,
      ecc.) non fa che avvantaggiare la
      pirateria.

      Bye.La pirateria si combatte con delle belle sanzioni, come quelle applicate agli automobilisti indisciplinati. A chi scarica, naturalmente.
      • Shu scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Shu

        - Il libro deve uscire contemporaneamente in

        carteceo e in e-book. Meglio ancora se esce
        prima

        in

        e-book

        Eh certo, così si pirata prima.O si compra prima.

        - Deve costare molto meno del cartaceo

        Ottima idea, ma ci mettiamo solo il 75% delle
        pagine.Troll

        - Non deve avere DRM

        Eh certo, mica vogliamo seccare i pirati...O vogliamo seccare i poveri stupidi disposti a comprare il libro ma che vogliono usare quello che vogliono per leggerlo, senza dover sottostare a clausole vessatorie come "puoi leggerlo solo su 3 dispositivi" o "puoi leggerlo solo con un account Adobe".

        - Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub

        consente di impaginare

        bene.

        Ah ecco, ben impaginato e a minor prezzo.Mi pare il minimo che un libro venduto da un editore sia impaginato bene. Altrimenti tanto vale l'autopubblicazione.

        - Deve essere semplice comprarlo (quindi un

        ecommerce da 1 click e via, compatibile sia
        coi

        PC che con tablet e

        smartphone).

        E quindi per quale dispositivo va impaginato? Per
        tutti e 3? Ah si, vero, più lavoro ci metti e
        meno costerà dopo. Allora prevediamo anche una
        impaginazione per il televisore, così il prezzo
        si abbassa ancora di
        più.Vedo che parli da perfetto ignorante.Solo i pdf vanno impaginati per dispositivi diversi.Con epub puoi, per esempio, usare font diversi, colori, allineamenti a destra o a sinistra, usare box, adeguare le immagini alla larghezza dello schermo, ecc. ecc.Ma che te lo dico a fare?

        - Deve essere semplice trovarlo (quindi una

        vetrina chiara e pulita, un catalogo fatto
        bene
        e

        tag, suggerimenti, ricerca

        efficiente)

        Tutto bello ed efficiente, tanto i designer
        lavorano per la
        gloria.Troll.Usabilità non è il contrario di Design. Si possono avere tutti e due.

        ma perché è rapida, non ha DRM, e

        chi prepara gli ebook ci mette passione.

        "prepara" è il nuovo verbo per "ruba"?Se lo prepara significa che ha comprato il libro, lo ha scansionato (probabilmente rovinandolo nel frattempo), ha fatto l'OCR, l'ha riletto per controllare che non ci fossero errori, l'ha impaginato e, spesso, l'ha anche convertito in 4-5 formati diversi.Faccio notare "l'ha comprato".Semmai sono quelli che lo scaricano che lo piratano (non "rubano", che è diverso).
        La pirateria si combatte con delle belle
        sanzioni, come quelle applicate agli
        automobilisti indisciplinati. A chi scarica,
        naturalmente.Un po' come il proibizionismo, no?O la lotta alla droga, o all'alcool, o al fumo.Vedo che funzionano benissimo con regimi oppressivi.Bye.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: ruppolo
        E quindi per quale dispositivo va impaginato? Per
        tutti e 3? Ah si, vero, più lavoro ci metti e
        meno costerà dopo. Allora prevediamo anche una
        impaginazione per il televisore, così il prezzo
        si abbassa ancora di
        più.
        Se usi un formato a perto e ben supportato da tutti i software che supportano gli ebook, il problema della paginazione non si pone....Ruppolo, uno ha fatto una serie di consigli per migliorare il mercato legale, tu invece santifichi il DRM e pretenti altri restrizioni... Prorpio non impari dagli errori dei tuoi "begnamini"
      • Pasta alla Pirateria scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: ruppolo
        Eh certo, così si pirata prima.Già oggi si fa la versione digitale pirata il gorno dopo che è uscito un libro cartaceo.Ovvero prima che esca la versione digitale ufficiale.Il risultato è che che la gente che usa gli e-reader non aspetta la versione digitale ufficiale.Quindi la proposta fatta da lui è sensata.La tua illazione invece è pura ignoranza.

        - Non deve avere DRM

        Eh certo, mica vogliamo seccare i pirati...Il DRM su un libro è quanto di più stupido possa esistere perché nel caso peggiore ti basta scansionare il cartaceo oppure l'e-reader stesso, pagina per pagina.Il DRM ostacola solo la fruizione su e-reader differenti e ostacola la percezione di possesso del libro. I libri si posseggono, se c'è un DRM non si posseggono, quindi non si è propensi a pagarlo.Puoi piangere finché vuoi ma questa è la realtà.

        - Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub

        consente di impaginare

        bene.

        Ah ecco, ben impaginato e a minor prezzo.Esatto. la percezione di costo di un contenuto digitale è di molto ridotta rispetto al corrispettivo materiale.Questa percezione è radicata nella natura umana e non cambierà, pertanto l'unica cosa possibile per un editore è prenderne atto (o perire nell'ostinazione).

        - Deve essere semplice comprarlo (quindi un

        ecommerce da 1 click e via, compatibile sia
        coi

        PC che con tablet e

        smartphone).

        E quindi per quale dispositivo va impaginato? Per
        tutti e 3? Se non lo fa automaticamente il software dell'e-reader (basta testare), l'editore non ha che da scegliere: voglio dare un prodotto scadente oppure un buon prodotto?
        Tutto bello ed efficiente, tanto i designer
        lavorano per la
        gloria.I pirati dicono di metterci 2 ore per ogni 100 pagine di libro per ottenere dal libro cartaceo i file finali ben impaginati e scevri di errori (anzi correggendo gli errori dell'edizione originale, dicono).Se l'editore non è in grado di fare ciò, può sempre assumere un pirata. Magari lavora pure gratis.

        1 o 2 capitoli scaricabili

        gratis.

        Facciamo che sia tutto gratis e con una donazione
        facoltativa.Amazon lo fa da sempre (nello shop USA) e vende come uno store italiana farà mai.Magari un motivo c'è.

        La pirateria vince non solo per il prezzo

        imbattibile,

        Certo che si può battere, basta offrire il libro
        e 5 euro
        insieme.Quindi iTunes ti offre un euro per ogni brano che scarichi?Quante persone pagavano musica digitale prima di iTunes?lo vedi che ti sei messo nel sacco da solo?

        ma perché è rapida, non ha DRM, e

        chi prepara gli ebook ci mette passione.

        "prepara" è il nuovo verbo per "ruba"?'egli ruba un file' è la nuova coniugazione della locuzione 'io non capisco un XXXXX di diritto ma mi arrogo di dare del ladro agli altri'?
        La pirateria si combatte con delle belle
        sanzioni, come quelle applicate agli
        automobilisti indisciplinati. dev'essere per questo che nessuno supera mai i limiti di velocità.HIHIHIciao, e buon appetito!
        • sbrotfl scrive:
          Re: Come combattere la pirateria
          - Scritto da: Pasta alla Pirateria+1 a prescindere per l'avatar :D
        • Cotton scrive:
          Re: Come combattere la pirateria
          ma come...come... come non straqutotarti e stringerti virtualmente la mano ?Amo i libri e spero veramente che chi li vende (in formato elettronico) si dia una santa svegliata prima di perdere il treno come altri "soggetti" hanno già fatto...Ora torno al leggere sul mio tablet
      • Funz scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        Non vi piace? Peccato, non ci sarà business per voi.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Come combattere la pirateria

        La pirateria si combatte con delle belle
        sanzioni, come quelle applicate agli
        automobilisti indisciplinati. A chi scarica,
        naturalmente.Allora chiuditi in una gabbia di 2 metri per due; poi potrai dichiarare che tutto ciò che è oltre le sbarre è l'interno del carcere. Perchè dovresti mettere in carcere tutto il mondo.A parte gli scherzi, se non ti vanno le condizioni suddette, hai una soluzione semplicissima: NON SCRIVERE IL LIBRO.
      • jackless scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: ruppolo

        E quindi per quale dispositivo va impaginato? Per
        tutti e 3? Ah si, vero, più lavoro ci metti e
        meno costerà dopo. Allora prevediamo anche una
        impaginazione per il televisore, così il prezzo
        si abbassa ancora di
        più.
        No, secondo te costerà uguale, tanto il valore non stà nel supporto- Scritto da: ruppolo

        Pensi che il valore stia nel supporto? Al ristorante paghi per il
        piatto o per il cibo?
        • korn scrive:
          Re: Come combattere la pirateria
          Al ristorante paghi sia per il piatto che per i cibo, mai sentito di presentazione del piatto? prova a parlare con un cuoco professionista e ti dira' che la presentazione del locale, il servizio ai tavoli,, la presentazione del piatto ed infine il piatto stesso contribuiscono al sucXXXXX di un ristorante.... facci una cortesia e parla di cose di cui sai quualcosa.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Come combattere la pirateria
            MA non è che ogni cliente fanno un arredamento diverso eh ? Quello rimane per anni e anni.Semmai tu al ristorante peghi un servizio, più che le cibarie e materiale assortito (che loro hanno praticamente a prezzi da ingrosso).
          • Segato scrive:
            Re: Come combattere la pirateria
            - Scritto da: korn
            sucXXXXX di un ristorante.... facci una cortesia
            e parla di cose di cui sai quualcosa.Cioè gli consigli di stare zitto quindi :-D
          • Izio01 scrive:
            Re: Come combattere la pirateria
            - Scritto da: korn
            Al ristorante paghi sia per il piatto che per i
            cibo, mai sentito di presentazione del piatto?
            prova a parlare con un cuoco professionista e ti
            dira' che la presentazione del locale, il
            servizio ai tavoli,, la presentazione del piatto
            ed infine il piatto stesso contribuiscono al
            sucXXXXX di un ristorante.... facci una cortesia
            e parla di cose di cui sai
            quualcosa.Facci una cortesia ed applica a te stesso il tuo principio, per prima cosa. Quelle piccole freccette di fianco al testo indicano il quoting; la frase che ti ha dato tanto fastidio l'ha scritta ruppolo, e non quello a cui ti rivolgi.
          • korn scrive:
            Re: Come combattere la pirateria

            Facci una cortesia ed applica a te stesso il tuo
            principio, per prima cosa. Quelle piccole
            freccette di fianco al testo indicano il quoting;
            la frase che ti ha dato tanto fastidio l'ha
            scritta ruppolo, e non quello a cui ti
            rivolgi.Ok allora intendamo la risposta a ruppolo, il discorso è comunque lo stesso, in ogni cosa che compri ben difficilmente compri solamente il prodotto si tratti di cibo piuttosto che di ogni altro bene materiale.Adesso, visto che negli e-book compri esclusivamente il prodotto senza nessun altro fronzolo ed in più, in teoria, non puoi neanche regalarlo o prestarlo una volta che lo hai finito forse sarebbe più intelligente da parte degli editori ridurre drasticamente il prezzo di compertina ovvero darti la possibilità di girarlo ad amici e parenti ma dato che questi signori si pensano che tutti sono dei co*lioni credono che la gente pagherà il prezzo pieno, o quesi, di copertina avendo molta meno libertà di gestire il tuo bene una volta che hai finito di fruirne....
          • panda rossa scrive:
            Re: Come combattere la pirateria
            - Scritto da: korn
            in teoria, non puoi neanche
            regalarlo o prestarlo una volta che lo hai finitoMa non esiste proprio.E' mio, quindi lo posso prestare o regalare come si e' sempre fatto.Se la tecnologia oggi permette a quei lobbisti di poter ledere un mio diritto acquisito, non si devono lamentare se la medesima tecnologia permette oggi a me di aggirare una norma di stampo medievale.
            forse sarebbe più intelligente da parte degli
            editori ridurre drasticamente il prezzo di
            compertina editori e intelligente nella stessa frase?Una esclude l'altra.
            ovvero darti la possibilità di girarlo
            ad amici e parenti ma dato che questi signori si
            pensano che tutti sono dei co*lioni credono che
            la gente pagherà il prezzo pieno,La gente pensa che sono loro dei co*lioni che si illudono di vendere a prezzo pieno.
          • Izio01 scrive:
            Re: Come combattere la pirateria
            - Scritto da: korn

            Ok allora intendamo la risposta a ruppolo, il
            discorso è comunque lo stesso, in ogni cosa che
            compri ben difficilmente compri solamente il
            prodotto si tratti di cibo piuttosto che di ogni
            altro bene
            materiale.
            Adesso, visto che negli e-book compri
            esclusivamente il prodotto senza nessun altro
            fronzolo ed in più, in teoria, non puoi neanche
            regalarlo o prestarlo una volta che lo hai finito
            forse sarebbe più intelligente da parte degli
            editori ridurre drasticamente il prezzo di
            compertina ovvero darti la possibilità di girarlo
            ad amici e parenti ma dato che questi signori si
            pensano che tutti sono dei co*lioni credono che
            la gente pagherà il prezzo pieno, o quesi, di
            copertina avendo molta meno libertà di gestire il
            tuo bene una volta che hai finito di
            fruirne....Assolutamente d'accordo. Comprerei sicuramente più ebook se il loro costo riflettesse le loro limitazioni. Per un noleggio personale, seppure a lungo termine, non sono disposto a pagare la stessa cifra che per un libro, che invece rimane di mia proprietà.Il tutto ben sapendo che se fotocopio un libro e lo distribuisco, violo la legge. E' un discorso indipendente: non bisogna per forza essere pirati, per odiare il DRM.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Come combattere la pirateria
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Shu

        Te lo spiego io.



        - Il libro deve uscire contemporaneamente in

        carteceo e in e-book. Meglio ancora se esce
        prima

        in

        e-book

        Eh certo, così si pirata prima.
        Guarda che il 99% dei libri "pirata" in circolazione è stata scansionata artigianalmente con notevole fatica da gente come il sottoscritto, i cosidetti "editori" in molti casi non hanno fatto altro che scaricarsi la copia "pirata" e metterci su i DRM!Facci caso esistono ancora oggi più titoli "pirata" di quanti non "ufficiali" e pochi mesi fa la sproporzione era almeno di 10 ad 1!

        - Deve costare molto meno del cartaceo

        Ottima idea, ma ci mettiamo solo il 75% delle
        pagine.
        Ma secondo te i costi di tipografia, di magazzino di distribuzione, resi ecc, non conta nulla? Non ti viene il sopsetto che i poveri "editori" vogliono straguadagnare? Come fai a vendere allo stesso prezzo o quasi un bene immateriale dal costo di produzione pari a zero con un bene materiale (libro) che ha un costo di produzione ben preciso e che arriva anche all'80% del prezzo di vendita? (già i libri in vendita a 6-8 euro hanno costi di gestione, stampa, magazzino,agio libreria, resi ecc che arriva all'80% del prezzo di copertina)Ora hai un ebook che elimina la gran parte dei costi fissi e che cavolo vuoi tagliare il prezzo di vendita in modo adeguato?

        - Non deve avere DRM

        Eh certo, mica vogliamo seccare i pirati...
        I pirati non hanno problemi, tanto come già detto si sono già fatti il mazzo a scansionarli dal cartaceo, i problemi sono dell'acquirente che può vedere l'ebook sono su certi dispositivi solo con certe modalità ecc...

        - Deve essere impaginato bene. Sì, l'epub

        consente di impaginare

        bene.

        Ah ecco, ben impaginato e a minor prezzo.
        Beh visto che non è che ti omaggiano di un book reader, mentre il libro te lo danno già stampato direi proprio di si!

        - Deve essere semplice comprarlo (quindi un

        ecommerce da 1 click e via, compatibile sia
        coi

        PC che con tablet e

        smartphone).

        E quindi per quale dispositivo va impaginato? Per
        tutti e 3? Ah si, vero, più lavoro ci metti e
        meno costerà dopo. Allora prevediamo anche una
        impaginazione per il televisore, così il prezzo
        si abbassa ancora di
        più.
        Guarda che un epub ben fatto si autoreimpagina in modo ottimale e anche un pdf se fatto con un certo criterio...

        - Deve essere semplice trovarlo (quindi una

        vetrina chiara e pulita, un catalogo fatto
        bene
        e

        tag, suggerimenti, ricerca

        efficiente)

        Tutto bello ed efficiente, tanto i designer
        lavorano per la
        gloria.
        Beh ma li vuoi vendere o no sti ebook? Se pretendi di utilizzare un sito lento e macchinoso che scoraggia la clientela potenziale...

        - Devo avere informazioni sul libro: genere,

        collana, se fa parte di una serie e in che
        ordine

        vanno letti i relativi libri, ecc. E la

        descrizione deve essere chiara. Meglio se ci
        sono

        1 o 2 capitoli scaricabili

        gratis.

        Facciamo che sia tutto gratis e con una donazione
        facoltativa.
        Beh quando vai in libreria di solito un libro lo puoi aprire e leggiucchiare, non è che tiri fuori 15 euro a scatola chiusa..

        La pirateria vince non solo per il prezzo

        imbattibile,
        Infatti ci sono anche dei cataloghi ben fatti con tanto di trama ed ordinamento alfabetico per autore o titolo o genere... vedi certi siti e il solito mulo

        ma perché è rapida, non ha DRM, e

        chi prepara gli ebook ci mette passione.
        vero e soprattutto lo fa gratis!
        "prepara" è il nuovo verbo per "ruba"?
        Guarda che per scansionare un libro di 300 pagine e pulirlo dagli errori Io ci metto circa 8 ore, non mi sento proprio un ladro, vedere invece che poi certi editori prendono tale materile messo in rete gratuitamente per prepararci la loro versione ufficiale con DRM a certi prezzi ecco quello si che mi pare un vero furto!
        La pirateria si combatte con delle belle
        sanzioni, come quelle applicate agli
        automobilisti indisciplinati. A chi scarica,
        naturalmente.La pirateria si combatte eliminando i sovraprezzi inutili, se l'autore vendesse direttamente appoggiandosi a uno dei tanti siti esistenti (amazon ad esempio), potrebbe intascare anche il 70% del prezzo di vendita... vendendo ad un euro ossia beccherebbe 70 centesimi a copia, niente male vero?
        • korn scrive:
          Re: Come combattere la pirateria
          Già il problema è che solo una piccola percentuale della popolazione fa così e sarà brutto dirlo ma l'attività di promozione di amazon, almeno per il momento, è molto inferiore a quella di un editore tradizionele.Se ci fosse qualche autore da best seller che iniziasse a vendere per proprio conto ci sarebbero molte più possibilità che pian piano anche gli altri, a fronte di un ottimo sucXXXXX di vendita, si accodino a questo sistema di distribuzione, rimane da incrociare le dita e sperare..
    • Funz scrive:
      Re: Come combattere la pirateria
      D'accordo su tutto al 100%.Se vogliono ritagliarsi un business dove tutto è già disponibile gratis e senza rotture di scatole, è il minimo che possano fare.E pretendere di fermare la pirateria di files da pochi kb, è come voler fermare la marea col contagocce...
  • amatore scrive:
    Mah...
    Mah, bisognerebbe vedere effettivamente quanti scaricano la copia pirata di un libro. Casomai parliamo di poche decine di download quindi parliamo di nulla. Il fatto che si trovi un libro piratato non significa che l'abbiano poi in molti.Poi ci sta che il sig. Polillo all'indomani della bocciatura della proposta Fava vada a lamentarsi a destra e a manca in puro stile italiano.E' l'Italia. Piuttosto se si trovano più titoli elettronici piratati che ebook forse è il caso che gli editori si mettano a fare un esame di coscienza ed inizino ad offrire anche in Italia un servizio decente (ed un prezzo onesto) per i libri in formato elettronico.Poi si sa che la "pirateria" ci sarà sempre anche se i prezzi vengono abbassati (basti pensare che si trovano pirata i quotidiani o i programmi per cellulari venduti a 0.99) però questa cosa si può combattere ed arginare agendo su qualità ed efficienza dei servizi e nondimeno anche sul prezzo. Se poi non c'è la volontà di investire soldi per cambiare le cose, allora non si vengano a lamentare dei mancati introiti.
    • ruppolo scrive:
      Re: Mah...
      - Scritto da: amatore
      Poi si sa che la "pirateria" ci sarà sempre anche
      se i prezzi vengono abbassati (basti pensare che
      si trovano pirata i quotidiani o i programmi per
      cellulari venduti a 0.99) però questa cosa si
      può combattere ed arginare agendo su qualità ed
      efficienza dei servizi e nondimeno anche sul
      prezzo.Io l'arginerei con il bastone. Ma pare non sia più di moda.
      Se poi non c'è la volontà di investire
      soldi per cambiare le cose, allora non si vengano
      a lamentare dei mancati
      introiti.Bastone, quella è la cura.
      • krane scrive:
        Re: Mah...
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: amatore

        Poi si sa che la "pirateria" ci sarà sempre
        anche

        se i prezzi vengono abbassati (basti pensare
        che

        si trovano pirata i quotidiani o i programmi
        per

        cellulari venduti a 0.99) però questa cosa
        si

        può combattere ed arginare agendo su qualità
        ed

        efficienza dei servizi e nondimeno anche sul

        prezzo.

        Io l'arginerei con il bastone. Ma pare non sia
        più di
        moda.


        Se poi non c'è la volontà di investire

        soldi per cambiare le cose, allora non si
        vengano

        a lamentare dei mancati

        introiti.

        Bastone, quella è la cura.Devi averne prese di bastonate in testa da piccolo se la pensi in questo modo (rotfl)(rotfl)
        • jackless scrive:
          Re: Mah...
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: amatore


          Poi si sa che la "pirateria" ci sarà
          sempre

          anche


          se i prezzi vengono abbassati (basti
          pensare

          che


          si trovano pirata i quotidiani o i
          programmi

          per


          cellulari venduti a 0.99) però questa
          cosa

          si


          può combattere ed arginare agendo su
          qualità

          ed


          efficienza dei servizi e nondimeno
          anche
          sul


          prezzo.



          Io l'arginerei con il bastone. Ma pare non
          sia

          più di

          moda.




          Se poi non c'è la volontà di investire


          soldi per cambiare le cose, allora non
          si

          vengano


          a lamentare dei mancati


          introiti.



          Bastone, quella è la cura.

          Devi averne prese di bastonate in testa da
          piccolo se la pensi in questo modo
          (rotfl)(rotfl)chiara dimostrazione che il bastone non serve...
      • amatore scrive:
        Re: Mah...
        Dai non essere cosi duro, basterebbe anche un semplice, piccolo, tenero... mazzafrusto...
  • master scrive:
    Queost e' il futuro...
    http://www.ilpost.it/2012/01/16/amanda-hocking-ebook/ :D
    • Wolf01 scrive:
      Re: Queost e' il futuro...
      Infatti, gli editori hanno PAURA di questo, vedi le indiscrezioni sul perché hanno fatto chiudere Mega*...
  • master scrive:
    Ho come un....
    Dejavu.....Musica,Cinema,Videoteche... ora anche editori di libri a seguire edicolanti , gelatai, paninerie e chissa' cosa altro che fallira' per colpa di internet.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ho come un....
      - Scritto da: master
      Dejavu.....

      Musica,Cinema,Videoteche... ora anche editori di
      libri a seguire edicolanti , gelatai, paninerie e
      chissa' cosa altro che fallira' per colpa di
      internet.Io noto che il XXXXX non e' ancora fallito.Ogni settimana escono decine di film XXXXX nuovi.Eppure non sono piu' disponibili ne' su cassetta, ne' su dvd, ne' su riviste, ne' al cinema, ne' nelle tv private.Avrebbero molto da imparare dall'industria del XXXXX questi qua.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Ho come un....
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: master

        Dejavu.....



        Musica,Cinema,Videoteche... ora anche
        editori
        di

        libri a seguire edicolanti , gelatai,
        paninerie
        e

        chissa' cosa altro che fallira' per colpa di

        internet.

        Io noto che il XXXXX non e' ancora fallito.
        Ogni settimana escono decine di film XXXXX nuovi.

        Eppure non sono piu' disponibili ne' su cassetta,
        ne' su dvd, ne' su riviste, ne' al cinema, ne'
        nelle tv
        private.

        Avrebbero molto da imparare dall'industria del
        XXXXX questi
        qua.Negli ultimi anni pure l'industria del XXXXX si è messa a lagnare su sta storia, ma tutto è cominciato con siti stile youporn.
      • ruppolo scrive:
        Re: Ho come un....
        - Scritto da: panda rossa
        - Scritto da: master

        Dejavu.....



        Musica,Cinema,Videoteche... ora anche
        editori
        di

        libri a seguire edicolanti , gelatai,
        paninerie
        e

        chissa' cosa altro che fallira' per colpa di

        internet.

        Io noto che il XXXXX non e' ancora fallito.
        Ogni settimana escono decine di film XXXXX nuovi.Vedo che ti intendi anche di questo...
        Eppure non sono piu' disponibili ne' su cassetta,
        ne' su dvd, ne' su riviste, ne' al cinema, ne'
        nelle tv
        private.Vorresti/ci farmi/ci credere che tu perdi tempo a cercare contenuti nei canali legali?
        Avrebbero molto da imparare dall'industria del
        XXXXX questi
        qua.Anche tu avresti molto da imparare. Ma forse sei un caso senza speranza.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: Ho come un....
        contenuto non disponibile
        • Funz scrive:
          Re: Ho come un....
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Aggiungiamo pure che i siti porni ti fanno una
          flat che ti permette di scaricare tutto senza
          limiti e senza alcuna
          protezione.In tutti i sensi :D
          Eppure detengono i diritti dei film esattamente
          come le varie mayor tradizionali che rifiutano chMajor, a meno che quelli vogliano arrogarsi pure il titolo di "sindaco" (de che? E perché non Presidente o Contrammiraglio?) :p
          sprezzo un simile modello di
          businessL'ho sempre detto che i pornellari sono più avanti di tutti, d'altronde chi è che ha fatto la fortuna del VHS, di internet e chissà quanti altri prodotti di sucXXXXX? :D
      • sbrotfl scrive:
        Re: Ho come un....
        - Scritto da: panda rossa
        Avrebbero molto da imparare dall'industria del
        XXXXX questi
        qua.Invece hanno imparato molto... specie dalla categoria anal :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 febbraio 2012 17.28-----------------------------------------------------------
      • Paolo T. scrive:
        Re: Ho come un....

        Io noto che il XXXXX non e' ancora fallito.Il cliente abituale del XXXXX non è un consumatore 'ad alta tecnologia'. Ha bisogno di un prodotto fatto e finito (che sia la scheda satellitare, o l'abbonamento su internet). Difficile applicare quel modello al mercato librario, dove il consumatore ama scegliere.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Ho come un....
          Perchè cercate di smontare una realtà ben consolidata ?Usare luoghi comuni sul consumatore tipo di XXXXX è veramente disdicevole, per non parlare che il XXXXX storicamente a sempre sfruttato le nuove tecnologie rinventandosi nella distribuzione.L'unico vero neon che non hanno ancora ben capito, come eliminare eventuali "barriere" locali, per certi prodotti.
    • jackless scrive:
      Re: Ho come un....
      - Scritto da: master
      Dejavu.....

      Musica,Cinema,Videoteche... ora anche editori di
      libri a seguire edicolanti , gelatai, paninerie e
      chissa' cosa altro che fallira' per colpa di
      internet.Tutti i parassiti, tanto per cominciare.Non sarebbe male..
  • INCAZZATO scrive:
    E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
    Come fai a pretendere di vendere un libro digitale a 13 Euro.Anche 5 Euro sono troppi. Per vendere dovrebbero fare uscire i supporti fisici a prezzi accettabili (5-10 euro un CD, 5-10 un DVD o BD, 5-15 un libro, 5-20 un videogioco). Poi dopo 6 mesi rilasciare le copie digitali a metà del prezzo del fisico.Facessero cosi la pirateria scomparirebbe da sola. Certo che se mi propongono la copia digitale al prezzo della copia fisica, be io mi sento preso per il XXXX.
    • Giuba scrive:
      Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
      Stra-Quoto!!!!questi editori, in termini di politiche commerciali, sono rimasti al medio evo....
      • master scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        Ma il problema che non capisco il nocciolo.Un ebook puo' essere paragonato ad un applicazione. Ora come ora mettere un app al di sopra di 5 euro e' veramente difficile se non producti qualcosa di veramente esclusivo.Se pensano di infilare ebook a 13 euro e avere milioni di download possono pure scordarselo... o lo capiscono o falliscono.
        • panda rossa scrive:
          Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
          - Scritto da: master
          Ma il problema che non capisco il nocciolo.

          Un ebook puo' essere paragonato ad un
          applicazione. No.L'applicazione richiede necessariamente uno strumento che la esegua, al di fuori del quale non e' fruibile.Il libro e' un file. Fruibile ovunque.Quindi e' meno di un'app.Per scrivere un'app, il programmatore deve avere il device.Per scrivere un libro, lo scrittore puo' anche non averlo il device.
          Ora come ora mettere un app al di
          sopra di 5 euro e' veramente difficile se non
          producti qualcosa di veramente
          esclusivo.

          Se pensano di infilare ebook a 13 euro e avere
          milioni di download possono pure scordarselo... o
          lo capiscono o
          falliscono.Falliranno.Nessuno li rimpiangera'.
          • MacGeek scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: master

            Ma il problema che non capisco il nocciolo.



            Un ebook puo' essere paragonato ad un

            applicazione.

            No.
            L'applicazione richiede necessariamente uno
            strumento che la esegua, al di fuori del quale
            non e' fruibile.È la stessa cosa. È sempre "entertainment".Un romanzo non deve costare più di un gioco. Cioè 1-3 il prezzo su AppStore.Solo che da noi si spacciano i romanzetti per KULTURA quindi si pensa che chi scriva questo genere di libri valga di più di chi scrive giochi (ovviamente falso).Per i libri seri (didattici, tecnici) se ne può parlare, ma in quel caso per l'autore conta più il curriculum che ne ricava di quanto si mette in tasca scrivendo il libro, che di solito è una miseria (si beccano tutto editori e distributori).
          • mcmcmcmcmc scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: MacGeek
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: master


            Ma il problema che non capisco il
            nocciolo.





            Un ebook puo' essere paragonato ad un


            applicazione.



            No.

            L'applicazione richiede necessariamente uno

            strumento che la esegua, al di fuori del
            quale

            non e' fruibile.

            È la stessa cosa. È sempre
            "entertainment".
            Un romanzo non deve costare più di un gioco. Cioè
            1-3 il prezzo su
            AppStore.
            Solo che da noi si spacciano i romanzetti per
            KULTURA quindi si pensa che chi scriva questo
            genere di libri valga di più di chi scrive giochi
            (ovviamente
            falso).

            Per i libri seri (didattici, tecnici) se ne può
            parlare, ma in quel caso per l'autore conta più
            il curriculum che ne ricava di quanto si mette in
            tasca scrivendo il libro, che di solito è una
            miseria (si beccano tutto editori e
            distributori).dipende dal gioco/app e dal libro.L'appiattimento della cultura verso il basso non è di certo un fattore positivo.Un libro come Il nome della rosa, ad esempio, lo paragoneresti ad una app qualsiasi?Il valore che conta, economicamente parlando, è quello percepito. Se la percezione media è che un cd di qualche spettacolo televesivo vale più di un buon libro, che ci vuoi fare.Un prodotto non è mai venduto a un prezzo maggiore di quel che un cliente è disposto a spendere.Non sono di certo solo i libri didattici e tecnici che fanno cultura.
          • MacGeek scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            Volevo aggiungere che non sempre i romanzi non insegnano niente.Quelli buoni possono insegnarti accadimenti storici o artistici o anche tecnici che ignoravi (o che non ne conoscevi in pieno l'estensione o le ramificazioni) o aspetti psicologici interessanti. Ma SONO POCHI. Per esempio Ken Follett più di una volta mi ha sorpreso a riguardo, si vede che è uno che fa ricerca prima di scrivere.Comunque in generale i romanzi rimangono entertainment.
    • attonito scrive:
      Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
      - Scritto da: XXXXXXXTO
      Come fai a pretendere di vendere un libro
      digitale a 13
      Euro.
      Anche 5 Euro sono troppi.
      Per vendere dovrebbero fare uscire i supporti
      fisici a prezzi accettabili (5-10 euro un CD,
      5-10 un DVD o BD, 5-15 un libro, 5-20 un
      videogioco). Poi dopo 6 mesi rilasciare le copie
      digitali a metà del prezzo del
      fisico.
      Facessero cosi la pirateria scomparirebbe da
      sola.

      Certo che se mi propongono la copia digitale al
      prezzo della copia fisica, be io mi sento preso
      per il XXXX.con un gancio arroventato, per essere precisi.
    • ruppolo scrive:
      Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
      - Scritto da: XXXXXXXTO
      Come fai a pretendere di vendere un libro
      digitale a 13
      Euro.
      Anche 5 Euro sono troppi. Ecco un'altro che fa i conti in tasca agli altri.Perché non scrivi tu un libro, e poi noi diciamo quanto lo devi vendere?
      Per vendere dovrebbero fare uscire i supporti
      fisici a prezzi accettabili (5-10 euro un CD,
      5-10 un DVD o BD, 5-15 un libro, 5-20 un
      videogioco). Poi dopo 6 mesi rilasciare le copie
      digitali a metà del prezzo del
      fisico.Fallo tu.
      Facessero cosi la pirateria scomparirebbe da
      sola.La pirateria non è scomparsa nemmeno con allofmp3 che vendeva (o vende?) brani a 9 centesimi e album a 99 centesimi. Quando uno è ladro, è ladro.
      Certo che se mi propongono la copia digitale al
      prezzo della copia fisica, be io mi sento preso
      per il
      XXXX.Pensi che il valore stia nel supporto? Al ristorante paghi per il piatto o per il cibo?
      • attonito scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: XXXXXXXTO

        Come fai a pretendere di vendere un libro

        digitale a 13

        Euro.

        Anche 5 Euro sono troppi.

        Ecco un'altro che fa i conti in tasca agli altri.perche lui, come il 9X% della popolazione, ha una "percezione" cio' che "sente" giusto o sbagliato, di quello che dovrebbe essere ma che non e'. Non necessariamente la "percezione" e' giusta, ma ha comunque la sua forza propulsiva.Non gli sto dando ragione, faccio semplicemente una alalisi di fatto.puoi venire a dire "allora le ferrari costano troppo e tu ti senti autorizzato a rubarle". No. Qui stiamo parlando di beni "smaterializzati", stringhe di bit replicabili all'inifnito a costo zero o quasi zero e l'arte/sforzo/impegno profusi per generare i contenuti si abbassano drasticamente di valore quando l'opera e' replicabile. Non posso "clonare" la gioconda o una ferrari, ma un libro/canzone/gioco/film si. ecco che il suo valore decresce automaticamente. Se domani inventassero un economico "fotocopiatore di materia" ecco che ci sarebbero milioni di copie della gioconda IDENTICHE IN TUTTO E PER TUTTO all'originale il cui valore automaticamente andrebbe a zero o quasi.Stesso discorso per le ferrari. Il valore di una "entita'" (matriale o immateriale) e' direttamente proporzionale alla difficoltà di replica.
      • The Dude scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: XXXXXXXTO

        Come fai a pretendere di vendere un libro

        digitale a 13

        Euro.

        Anche 5 Euro sono troppi.

        Ecco un'altro che fa i conti in tasca agli altri.
        Perché non scrivi tu un libro, e poi noi diciamo
        quanto lo devi
        vendere?


        Per vendere dovrebbero fare uscire i supporti

        fisici a prezzi accettabili (5-10 euro un CD,

        5-10 un DVD o BD, 5-15 un libro, 5-20 un

        videogioco). Poi dopo 6 mesi rilasciare le
        copie

        digitali a metà del prezzo del

        fisico.

        Fallo tu.


        Facessero cosi la pirateria scomparirebbe da

        sola.

        La pirateria non è scomparsa nemmeno con allofmp3
        che vendeva (o vende?) brani a 9 centesimi e
        album a 99 centesimi. Quando uno è ladro, è
        ladro.


        Certo che se mi propongono la copia digitale
        al

        prezzo della copia fisica, be io mi sento
        preso

        per il

        XXXX.

        Pensi che il valore stia nel supporto? Al
        ristorante paghi per il piatto o per il
        cibo?Ma che discorso del menga.Al ristorante pago il cibo ma se è da asporto non pago il coperto.Stessa cosa qua: allo stesso prezzo il libro lo vado a prendere in libreria.
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: XXXXXXXTO

        Come fai a pretendere di vendere un libro

        digitale a 13

        Euro.

        Anche 5 Euro sono troppi.

        Ecco un'altro che fa i conti in tasca agli altri.No scusa ruppolo, sta facendo i conti in tasca se stesso.Ti sta dicendo "a quel livello di prezzo, comprerei".E' vero che tu sei libero di vendere al prezzo che vuoi, ma io sono disposto a comprare al prezzo che ritengo equo.Vuoi vendere un gioco che si esaurisce in 5 ore di gioco a 70 euro? Libero, ma libero io di non comprarlo.Te lo tieni sullo scaffale e tu stai li a piangere e a gridare contro il cielo maledicendo i pirati.
      • chiara scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        e tu caro Ruppolo paghi lo stesso prezzo per un piatto di pasta che tu vada in una bettola o in un super ristorante?
        • iome scrive:
          Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
          - Scritto da: chiara
          e tu caro Ruppolo paghi lo stesso prezzo per un
          piatto di pasta che tu vada in una bettola o in
          un super ristorante?no, lui la cena la ordina on line con una app (solo 1.99) dell'iphone e gliela consegnano a casa.
          • ruppolo scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: iome
            - Scritto da: chiara

            e tu caro Ruppolo paghi lo stesso prezzo per
            un

            piatto di pasta che tu vada in una bettola o
            in

            un super ristorante?

            no, lui la cena la ordina on line con una app
            (solo 1.99) dell'iphone e gliela consegnano a
            casa.JustEat è gratuito.
          • sbrotfl scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: iome

            - Scritto da: chiara


            e tu caro Ruppolo paghi lo stesso
            prezzo
            per

            un


            piatto di pasta che tu vada in una
            bettola
            o

            in


            un super ristorante?



            no, lui la cena la ordina on line con una app

            (solo 1.99) dell'iphone e gliela consegnano a

            casa.
            JustEat è gratuito.Come volevasi dimostrare :D
        • ruppolo scrive:
          Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
          - Scritto da: chiara
          e tu caro Ruppolo paghi lo stesso prezzo per un
          piatto di pasta che tu vada in una bettola o in
          un super
          ristorante?Messa così dovrei pagare di più un ebook, visto che qualitativamente è superiore a un libro di carta. Ma torno a dire che non è il supporto che si compra, ma il contenuto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO

            Ma torno a dire che non è il supporto che si
            compra, ma il
            contenuto.Non direi proprio. Pensaci bene.Se comprassi il contenuto, poi il contenuto sarebbe mio, non ti pare?Tu avevi detto che ne stavi scrivendo uno: mettiamo che io te lo compri: il contenuto diventa mio?
          • iome scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Ma torno a dire che non è il supporto che si

            compra, ma il

            contenuto.

            Non direi proprio. Pensaci bene.

            Se comprassi il contenuto, poi il contenuto
            sarebbe mio, non ti
            pare?

            Tu avevi detto che ne stavi scrivendo uno:
            mettiamo che io te lo compri: il contenuto
            diventa
            mio?ruppolo con le spalle al muro.
          • pietro scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: iome
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Ma torno a dire che non è il supporto
            che
            si


            compra, ma il


            contenuto.



            Non direi proprio. Pensaci bene.



            Se comprassi il contenuto, poi il contenuto

            sarebbe mio, non ti

            pare?



            Tu avevi detto che ne stavi scrivendo uno:

            mettiamo che io te lo compri: il contenuto

            diventa

            mio?

            ruppolo con le spalle al muro.comprare i diritti di un libro ha un prezzo comperare la possibilità di leggerlo ne ha un'altro,
          • panda rossa scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: pietro
            comprare i diritti di un libro ha un prezzo
            comperare la possibilità di leggerlo ne ha
            un'altro,La possibilita' di leggerlo mi viene offerta gratuitamente dallo stato con l'istituzione delle biblioteche.
          • Pietro scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: pietro


            comprare i diritti di un libro ha un prezzo

            comperare la possibilità di leggerlo ne ha

            un'altro,

            La possibilita' di leggerlo mi viene offerta
            gratuitamente dallo stato con l'istituzione delle
            biblioteche.Non è gratis, i diritti sono stati comperati dalla biblioteca e pagati con le tasse, anche con le tue
          • panda rossa scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: Pietro

            La possibilita' di leggerlo mi viene offerta

            gratuitamente dallo stato con l'istituzione
            delle

            biblioteche.
            Non è gratis, i diritti sono stati comperati
            dalla biblioteca e pagati con le tasse, anche con
            le tueQuindi io sono a posto.Posso fruirne.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            contenuto non disponibile
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            Non è l'autore ad offrirmi la possibilità di leggerlo, ma chiunque abbia una copia del libro. Con una concorrenza così alta, tale possibilità ha un prezzo pari a zero.
          • Pietro scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Non è l'autore ad offrirmi la possibilità di
            leggerlo, ma chiunque abbia una copia del libro.
            Con una concorrenza così alta, tale possibilità
            ha un prezzo pari a
            zero.Infatti, è la casa editrice che ha prodotto il libro, chunque ha una copia ne ha evidentemente pagato i diritti di lettura, se ré gentile te la fa leggere e paga lui altrimenti ti dice " compratelo"
          • panda rossa scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: uno qualsiasi

            Non è l'autore ad offrirmi la possibilità di

            leggerlo, ma chiunque abbia una copia del
            libro.

            Con una concorrenza così alta, tale
            possibilità

            ha un prezzo pari a

            zero.
            Infatti, è la casa editrice che ha prodotto il
            libro, chunque ha una copia ne ha evidentemente
            pagato i diritti di lettura, se ré gentile te la
            fa leggere e paga lui altrimenti ti dice "
            compratelo"Ok, e' gentile e mi fa copiare l'ebook.Quindi siamo a posto.
          • sbrotfl scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: uno qualsiasi


            Non è l'autore ad offrirmi la
            possibilità
            di


            leggerlo, ma chiunque abbia una copia
            del

            libro.


            Con una concorrenza così alta, tale

            possibilità


            ha un prezzo pari a


            zero.

            Infatti, è la casa editrice che ha prodotto
            il

            libro, chunque ha una copia ne ha
            evidentemente

            pagato i diritti di lettura, se ré gentile
            te
            la

            fa leggere e paga lui altrimenti ti dice "

            compratelo"

            Ok, e' gentile e mi fa copiare l'ebook.
            Quindi siamo a posto.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO

        La pirateria non è scomparsa nemmeno con allofmp3
        che vendeva (o vende?) brani a 9 centesimi e
        album a 99 centesimi. Quando uno è ladro, è
        ladro.Scaricare non è rubare.


        Certo che se mi propongono la copia digitale
        al

        prezzo della copia fisica, be io mi sento
        preso

        per il

        XXXX.

        Pensi che il valore stia nel supporto? Al
        ristorante paghi per il piatto o per il
        cibo?Al ristorante, però, puoi fare quello che vuoi del cibo. E se ti metti a duplicarlo e a distribuirlo di fronte al ristorante, nessuno ti dice nulla (al massimo controllano che il cibo sia commestibile).
      • Paolo T. scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO

        Pensi che il valore stia nel supporto? Al
        ristorante paghi per il piatto o per il
        cibo?Se l'unico ristorante in cui si va è McDonald's (con qualche puntata da Burghy) contano i colori del piatto e il regalino di plastica. Se ci si andasse per il cibo ci sarebbe davvero da preoccuparsi...
        • sbrotfl scrive:
          Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
          - Scritto da: Paolo T.

          Pensi che il valore stia nel supporto? Al

          ristorante paghi per il piatto o per il

          cibo?

          Se l'unico ristorante in cui si va è McDonald's
          (con qualche puntata da Burghy) contano i colori
          del piatto e il regalino di plastica. Se ci si
          andasse per il cibo ci sarebbe davvero da
          preoccuparsi...Ora ci sono anche i troll anti-mcdonald!!!COn tutti gli esemplari che girano su pi, tra un po' possiamo aprire lo zoo dei troll! :D
          • Paolo T. scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            Eccone un altro che nutrono ad hamburger e patatine mutanti.
      • CiVuolePazi enza scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO

        Ecco un'altro che fa i conti in tasca agli altri.
        Perché non scrivi tu un libro, e poi noi diciamo
        quanto lo devi
        vendere?La pirateria resta e ha molti aspetti etici giusti, quindio il mercato si adatta o permane lo status quo.
      • Joe Tornado scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO

        Ecco un'altro Hai disattivato il correttore automatico ?
    • andy scrive:
      Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
      - Scritto da: XXXXXXXTO
      Come fai a pretendere di vendere un libro
      digitale a 13
      Euro.
      Anche 5 Euro sono troppi.
      Per vendere dovrebbero fare uscire i supporti
      fisici a prezzi accettabili (5-10 euro un CD,
      5-10 un DVD o BD, 5-15 un libro, 5-20 un
      videogioco). Poi dopo 6 mesi rilasciare le copie
      digitali a metà del prezzo del
      fisico.
      Facessero cosi la pirateria scomparirebbe da
      sola.

      Certo che se mi propongono la copia digitale al
      prezzo della copia fisica, be io mi sento preso
      per il
      XXXX.Tutto giusto, ma (non che tu abbia scritto il contrario) ciò non è una giustificazione per la pirateria.E tutti i pirati che continuano a postare qui sotto dovrebbero smetterla di accampare scuse.Pagare zero per poter fruire di qualcosa solo perchè altrimenti ci farebbero pagare troppo e sentirsi nel giusto non sta in piedi.Se quel qualcosa costa troppo si dovrebbe semplicemente evitare aspettando che scenda di prezzo oppure, per avere un minimo di coerenza, dopo esserne entrati in possesso tramite i circuiti pirati, si dovrebbe donare ciò che si pensa sia il giusto a chi ne ha reso possibile la produzione.E dal momento che non ho mai sentito di nessuno che abbia fatto un gesto simile (e non mi dite:sono andato al concerto, perchè anche chi ha finanziato l'incisione del cd che ti sei scaricato dovrebbe ricevere qualcosa), il 90% dei messaggi che sono scritti qui giù a favore della pirateria sono risibili.Siete pirati? evitate di arrampicarvi sugli specchi almeno.
      • Basta Pirateria scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        - Scritto da: andy
        - Scritto da: XXXXXXXTO

        Come fai a pretendere di vendere un libro

        digitale a 13

        Euro.

        Anche 5 Euro sono troppi.

        Per vendere dovrebbero fare uscire i supporti

        fisici a prezzi accettabili (5-10 euro un CD,

        5-10 un DVD o BD, 5-15 un libro, 5-20 un

        videogioco). Poi dopo 6 mesi rilasciare le
        copie

        digitali a metà del prezzo del

        fisico.

        Facessero cosi la pirateria scomparirebbe da

        sola.



        Certo che se mi propongono la copia digitale
        al

        prezzo della copia fisica, be io mi sento
        preso

        per il

        XXXX.

        Tutto giusto, ma (non che tu abbia scritto il
        contrario) ciò non è una giustificazione per la
        pirateria.
        E tutti i pirati che continuano a postare qui
        sotto dovrebbero smetterla di accampare
        scuse.
        Pagare zero per poter fruire di qualcosa solo
        perchè altrimenti ci farebbero pagare troppo e
        sentirsi nel giusto non sta in
        piedi.
        Se quel qualcosa costa troppo si dovrebbe
        semplicemente evitare aspettando che scenda di
        prezzo oppure, per avere un minimo di coerenza,
        dopo esserne entrati in possesso tramite i
        circuiti pirati, si dovrebbe donare ciò che si
        pensa sia il giusto a chi ne ha reso possibile la
        produzione.
        E dal momento che non ho mai sentito di nessuno
        che abbia fatto un gesto simile (e non mi
        dite:sono andato al concerto, perchè anche chi ha
        finanziato l'incisione del cd che ti sei
        scaricato dovrebbe ricevere qualcosa), il 90% dei
        messaggi che sono scritti qui giù a favore della
        pirateria sono
        risibili.

        Siete pirati? evitate di arrampicarvi sugli
        specchi
        almeno.92 minuti di applausi.+1
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        contenuto non disponibile
        • panda rossa scrive:
          Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
          - Scritto da: unaDuraLezione

          Non è una minaccia, un ricatto o chissà cosa: è
          un semplice dato di
          fatto.Lucidissima esposizione.Ritieniti stretta la mano.
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
          - Scritto da: unaDuraLezione[...]
          La pirateria è irrilevante che sia giustificabile
          o
          meno.Come sarebbe "irrilevante"?La pirateria è un illecito. Gli illeciti sono irrilevanti secondo te?[...]
          Non è una minaccia, un ricatto o chissà cosa: è
          un semplice dato di
          fatto.Capisco. Anche le violazioni del codice della strada sono un dato di fatto, eppure chi viene colto sul fatto si becca una multa, non una medaglia...
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: unaDuraLezione
            [...]

            La pirateria è irrilevante che sia
            giustificabile

            o

            meno.

            Come sarebbe "irrilevante"?
            La pirateria è un illecito. Gli illeciti sono
            irrilevanti secondo
            te?
            Se sputo per terra commetto un illecito.E' un illecito "rilevante".Ciascun illecito è "rilevante"?Sai cosa significa "rilevante"?
            [...]

            Non è una minaccia, un ricatto o chissà
            cosa:
            è

            un semplice dato di

            fatto.

            Capisco. Anche le violazioni del codice della
            strada sono un dato di fatto, eppure chi viene
            colto sul fatto si becca una multa, non una
            medaglia...Cio' non toglie che la "sicurezza stradale" non si esaurisce con le 4 multe che i pulotti fanno quando hanno bisogno di battere cassa.O almeno non dovrebbe.
          • panda rossa scrive:
            Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
            - Scritto da: Basta Pirateria
            Capisco. Anche le violazioni del codice della
            strada sono un dato di fatto, eppure chi viene
            colto sul fatto si becca una multa, non una
            medaglia...Paga la multa, e poi riparte sgommando.La gente se ne sbatte altamente se e' vietato!Solo che nel caso del codice della strada ci sono problematiche legate alla sicurezza, e quindi bene o male le infrazioni vengono punite in ragione di una ogni milione.Nel caso del download non c'e' nessuna problematica, e quindi non verra' mai fatta nessuna repressione.
      • Wolf01 scrive:
        Re: E' SEMPLICE MA NON LO CAPISCONO
        - Scritto da: andy
        Se quel qualcosa costa troppo si dovrebbe
        semplicemente evitare aspettando che scenda di
        prezzoLe ultime indiscrezioni parlano di:1) nessuno compra? -
        sale di prezzo perché almeno con quei pochi venduti si deve guadagnare2) tutti comprano? -
        sale di prezzo perché se ci sono tanti polli che comprano allora ci si può permettere di spennarli di piùNon ho mai visto qualcosa scendere di prezzo, tranne forse alle aste fallimentari o durante le promozioni.EDIT:Ok, sì, i giochi per pc dopo 15 anni...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 febbraio 2012 09.52-----------------------------------------------------------
        R