USA, Trump cancella il DACA e i suoi Dreamers

Mr. President ha deciso di interrompere il piano di Obama per i permessi di lavoro temporanei garantiti ai lavoratori arrivati da irregolari in giovanissima età. Una scelta politica che ha scatenato polemiche e proteste fuori e dentro la Rete

Roma – Che cosa fare dei “Dreamer”, vale a dire gli immigrati irregolari arrivati da bambini negli Stati Uniti e ora perfettamente integrati nel sistema scolastico, lavorativo e sociale americano? Secondo Donald Trump i sognatori del DACA (Deferred Action for Childhood Arrivals) vanno trattati a calci, perché la legge voluta da Obama è incostituzionale e l’America “viene prima” di tutto il resto.

La decisione di Trump sul DACA era attesa da qualche giorno , e puntualmente l’inquilino arancione della Casa Bianca è riuscito a confermare le peggiori aspettative di commentatori e protagonisti a vario titolo della vicenda: il permesso temporaneo per chi fa “coming out” col governo è incostituzionale , ha stabilito il leader del mondo libero, e 800.000 giovani “clandestini” che hanno conosciuto soltanto l’America rischiano ora di vedersi deportare in paesi di origine che hanno forse visto soltanto in cartolina .


Abolito il DACA toccherà ora al Congresso decidere come sbrogliare la matassa ; una ennesima occasione di scontro politico che vede schierati democratici contro repubblicani, ma anche esponenti del partito di Trump che si sono dichiarati contrari alla mossa del presidente in un ambito così delicato come l’immigrazione e la posizione dei Dreamer.

Trump può cantare vittoria parlando dell’ennesima promessa elettorale che diventa realtà e riproponendo il famigerato slogan acchiappa-tweet “America first”, ma una mossa come l’abolizione tout court del DACA incide sulla carne viva di cittadini che sono a tutti gli effetti americani ed è quindi la miccia di una nuova lacerazione all’interno della società americana.

Gli oppositori di Mr. President hanno subito colto l’occasione per protestare, scendendo per le strade delle città USA o radunandosi davanti alla Trump Tower a New York con il rischio di finire arrestati. Una reazione decisamente negativa è arrivata poi dal settore hi-tech, mai come in questo caso unita nel rigettare una misura che non porta nulla di buono per nessuno al di fuori della platea virtuale di Twitter.

Mark Zuckerberg (tra gli altri) ha parlato di una decisione sbagliata e crudele , una pugnalata alle spalle del governo che prima esorta i giovani immigrati-americani a uscire allo scoperto e poi li punisce per la fiducia concessa alle autorità di Washington.


Il CEO di Apple Tim Cook ha invocato l’intervento dei “leader” federali per proteggere il futuro dei giovani e anche quello del business, visto che solo a Cupertino si conoscono ufficialmente 250 Dreamer regolarmente impiegati dalla corporation del mobile.

Uber ha parlato di una mossa contraria ai suoi valori, Microsoft (che impiega 39 Dreamer) – e lo stesso Satya Nadella – ha chiesto l’intervento del Congresso, mentre il CEO di Google Sundar Pichai ha evocato un intervento umanitario per proteggere i diritti di “amici, vicini e colleghi di lavoro”.


Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Luca scrive:
    MAH!
    Possibile che abbia fondamento giuridico una decisione del genere?Il servizio in sé era molto semplice, caricava il video da youtube, estraeva l'audio e stop.Sarà responsabilità dell'utente usarlo per estrarre tracce audio avendo i diritti di farlo.Per me è come i coltelli da cucina. Se con un coltello da cucina affetto il salame o accoltello una persona sarà responsabilità mia, di certo non di chi il coltello l'ha prodotto né di chi l'ha venduto.Sarebbe interessante sentire il parere di un avvocato.
    • panda rossa scrive:
      Re: MAH!
      - Scritto da: Luca
      Possibile che abbia fondamento giuridico una
      decisione del
      genere?Non ce l'ha.Ma quando il denaro supera una certa soglia critica, il diritto diventa carta igienica.
      Il servizio in sé era molto semplice, caricava il
      video da youtube, estraeva l'audio e
      stop.Perche' "era"?
      Sarà responsabilità dell'utente usarlo per
      estrarre tracce audio avendo i diritti di
      farlo.No. Sono caxxi di chi pretende di detenere un immotivato diritto trovarmi, accusarmi, ed eventualmete pagarmi tutti i danni per calunnia che gli chiedero' dopo che avro' vinto la causa in quanto per trovarmi e accusarmi ha violato leggi e quindi le prove che ha raccolto non sono valide.Io l'audio lo rippo perche' lo posso fare.Lui dice di avere un diritto perche' si e' fatto scrivere apposta una legge che dice cosi'.
      • Get Real scrive:
        Re: MAH!
        - Scritto da: panda rossa
        trovarmi, accusarmi, ed eventualmete pagarmi
        tutti i danni per calunnia che gli chiedero' dopo
        che avro' vinto la causa in quanto per trovarmi e
        accusarmi ha violato leggi e quindi le prove che
        ha raccolto non sono
        valide.Invece perderai. Loro hanno centinaia di avvocati molto ben pagati. Sai quanto costa pagare un legale? Sarai in bancarotta in pochi giorni.

        Io l'audio lo rippo perche' lo posso fare.Si possono fare fisicamente molte cose, ma la legge ne vieta molte.
        Lui dice di avere un diritto perche' si e' fatto
        scrivere apposta una legge che dice
        cosi'.Appunto. Ma è legge. Si chiamano rapporti di forza. Loro sono potenti, tu no. Mettersi contro di loro è un suicidio.
  • meh scrive:
    ma dai
    E quando per vedere youtube sarete obbligati a utilizzare EME che farete? nemmeno adblock potra' fare qualcosaPS rimangono sempre le uscite analogiche oppure intercettare in qualche modo le uscite digitaliVi credete tanto furbi ma quelli lo sono il triplo di voi ehehehehAlla prossima
    • panda rossa scrive:
      Re: ma dai
      - Scritto da: meh
      E quando per vedere youtube sarete obbligati a
      utilizzare EME che farete? nemmeno adblock potra'
      fare
      qualcosa

      PS rimangono sempre le uscite analogiche oppure
      intercettare in qualche modo le uscite
      digitali

      Vi credete tanto furbi ma quelli lo sono il
      triplo di voi
      ehehehehSono cosi' furbi loro che in oltre 20 anni ci hanno sempre rimesso le corna ogni volta che hanno provato a prenderci a testate.
      Alla prossimaMentre aspettiamo, vado a rippare un po' di audio da YT...
    • bradipao scrive:
      Re: ma dai
      - Scritto da: meh
      E quando per vedere youtube sarete obbligati a
      utilizzare EME che farete? nemmeno adblock potra'
      fare qualcosaEME è letteralmente un cavallo di XXXXX legalizzato, per portare dentro la macchina dell'utente QUALSIASI cosa, senza possibilità di filtro o controllo.I video saranno solo la prima cosa che sarà protetta con EME. Seguiranno a ruota tutti i quotidiani ed i portali di approfondimento (forse anche punto informatico), così potranno servire ads non bloccabili dagli adblock e non controllabili dagli antivirus.
      • ohno scrive:
        Re: ma dai
        - Scritto da: bradipao
        I video saranno solo la prima cosa che sarà
        protetta con EME. Seguiranno a ruota tutti i
        quotidiani ed i portali di approfondimento (forse
        anche punto informatico), Piuttosto appiccico i postit sulle due colonne dell'adv, guarda.
        • panda rossa scrive:
          Re: ma dai
          - Scritto da: ohno
          - Scritto da: bradipao

          I video saranno solo la prima cosa che sarà

          protetta con EME. Seguiranno a ruota tutti i

          quotidiani ed i portali di approfondimento
          (forse

          anche punto informatico),

          Piuttosto appiccico i postit sulle due colonne
          dell'adv,
          guarda.Quali due colonne dell'adv?Forse parli di quei <div class="adv"
          che vengono elevati a un beldisplay:none !important;sul foglio di stile customizzato?
    • Sg@bbio scrive:
      Re: ma dai
      Guarda, Google vive sulla pubblicità ma non ha mai intrapreso azioni tecniche contro gli adblock, chiediti il perché.
    • mah scrive:
      Re: ma dai
      - Scritto da: meh
      E quando per vedere youtube sarete obbligati a
      utilizzare EME che farete?Semplice, le masse smetteranno di utilizzarlo per migrare verso altri lidi non-EME e adblock-friendly.Già ora molti che si vedo rimossi video/chiusi canali da youtube per copyright, vanno poi a ricaricare il tutto su altre piattaforme (daily, etc.)
  • a573a6849b2 scrive:
    Che ci fa in Germania
    Un sito del genere me lo sarei aspettato con un dominio registrato in Libia o a Tuvalu invece era in un paese facilmente raggiungibile dai legali della RIAA. A questo punto sono curioso di sapere da quanto tempo esiste e quanto è rimasto online?
    • panda rossa scrive:
      Re: Che ci fa in Germania
      - Scritto da: a573a6849b2
      Un sito del genere me lo sarei aspettato con un
      dominio registrato in Libia o a Tuvalu invece era
      in un paese facilmente raggiungibile dai legali
      della RIAA. A questo punto sono curioso di sapere
      da quanto tempo esiste e quanto è rimasto
      online?Esiste da sempre ed e' ancora on line.
  • prova123 scrive:
    AL di là di tutto
    qual'è il problema tecnico di scaricare un video direttamente da youtube ? ... (newbie)
  • panda rossa scrive:
    Tanto rumore per nulla
    Chi sa, continua a rippare alla faccia della RIAA.Chi non sa, non rippava neanche prima.Per un servizio che chiude, se ne aprono altri 100.L'Idra di Lerna ci fa un baffo a noi.
    • a573a6849b2 scrive:
      Re: Tanto rumore per nulla
      - Scritto da: panda rossa
      Chi sa, continua a rippare alla faccia della RIAA.
      Chi non sa, non rippava neanche prima.

      Per un servizio che chiude, se ne aprono altri
      100.
      L'Idra di Lerna ci fa un baffo a noi. :|Parli di chi sa e chi non sa e poi ti affidi ai servizi su internet per queste funzionalità?Ma va a ciapà i ratt.
      • leggere almeno scrive:
        Re: Tanto rumore per nulla
        mi hai tolto il commento di bocca :)
      • panda rossa scrive:
        Re: Tanto rumore per nulla
        - Scritto da: a573a6849b2
        - Scritto da: panda rossa

        Chi sa, continua a rippare alla faccia della
        RIAA.

        Chi non sa, non rippava neanche prima.



        Per un servizio che chiude, se ne aprono altri

        100.

        L'Idra di Lerna ci fa un baffo a noi.
        :|

        Parli di chi sa e chi non sa e poi ti affidi ai
        servizi su internet per queste
        funzionalità?Si, anche.Perché?
        Ma va a ciapà i ratt.Per quelli non serve mica rippare.
Chiudi i commenti