Usenet italiana, il ritorno di Virgilio

Il Gruppo Coordinamento News concede nuovamente agli utenti del provider di postare messaggi sui gruppi moderati di .it.*, un'opzione che era stata sospesa per l'enorme quantità di spam proveniente dai server TIN. I dettagli
Il Gruppo Coordinamento News concede nuovamente agli utenti del provider di postare messaggi sui gruppi moderati di .it.*, un'opzione che era stata sospesa per l'enorme quantità di spam proveniente dai server TIN. I dettagli


Roma – Buone notizie per la rete italiana sono giunte in queste ore da Usenet, dove il Gruppo Coordinamento News (GCN) ha deciso di riammettere gli utenti di Virgilio.TIN al posting di messaggi sui gruppi moderati della gerarchia it.*. Un annuncio con il quale termina una lunga sospensione operata dal GCN nei confronti di quanto proveniva dai server TIN.

In un messaggio pubblicato su it.news.annunci, il GCN ha spiegato che “il 22 dicembre 2001 il GCN ha formalmente chiesto agli amministratori dei server che gestiscono i newsgroup moderati della gerarchia it.* di riconfigurare i sistemi in modo da rimbalzare tutti gli articoli inviati attraverso i news server di Virgilio/TIN. Oggi le ragioni che ci indussero a prendere una simile iniziativa sembrano essere venute a mancare, pertanto riteniamo che sia giunto il momento per tutte le parti in causa di rimuovere il blocco ai gruppi di discussione moderati di it.* e di ripristinare cosi` l’accesso integrale alla gerarchia attraverso i news server di Virgilio/TIN”.

In questi mesi sono stati moltissimi gli utenti TIN che hanno dovuto subire la sospensione e che hanno quindi sollecitato il proprio provider a darsi da fare per limitare l’opera di intasamento di quegli spammer senza scrupoli che hanno utilizzato i server Virgilio.TIN danneggiando Usenet. Da qui il lavoro del provider per risolvere il problema, un lavoro riconosciuto dal GCN con l’annuncio appena pubblicato, nel quale si legge anche: “Ringraziamo tutti i dipendenti di Virgilio/TIN che si sono impegnati per riportare il controllo degli abusi a livelli accettabili e auguriamo all’azienda che possa diventare presto un modello di correttezza per tutti i fornitori di accesso a Usenet in Italia”.

Tutto risolto? Sì, ma per i prossimi tre mesi quanto arriva da Virgilio.TIN sarà comunque sottoposto ad una stretta sorveglianza. “Se in tale arco di tempo – scrive il GCN – lo
spam sulla gerarchia it.* dai server di Virgilio/TIN dovesse tornare ai livelli passati o comunque dovesse ingiustificatamente aumentare, il blocco verra` nuovamente richiesto senza nessuna ulteriore comunicazione preventiva”.

Come si ricorderà, dopo l’annuncio della sospensione decisa dal GCN anche Mailgate-ComputerVille , uno dei nodi di accesso a Usenet più frequentati, aveva pubblicamente aderito alla sospensione, rendendo ancora più urgente per Virgilio.TIN l’individuazione di una soluzione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 09 2002
Link copiato negli appunti