Utenti P2P, la conversione è possibile

Partito un nuovo servizio che permette di trasformare una collezione di musica e film scaricati abusivamente da Internet in un elenco di file legali. Ai fan più accaniti potrebbe costare molto. Ma qualcuno potrebbe apprezzare

Si chiama ShareMonkey e i suoi promotori lo descrivono come un servizio pensato per valorizzare quei materiali di cui si è venuti in possesso scaricandoli da Internet, magari attraverso le piattaforme peer-to-peer. Con qualche clic è infatti possibile in molti casi risalire all’origine di quei contenuti .

Il concetto è semplice, come si legge sulle pagine di ShareMonkey, e consiste nel consentire agli utenti P2P di “apprezzare” i propri artisti preferiti: scovata l’origine di una traccia o di un film, l’utente può decidere di acquistarne una copia , col duplice effetto di “mettersi in regola”, almeno in parte, e di sostenere economicamente i contenuti che ritiene di qualità.

Come funziona? ShareMonkey afferma di aver individuato l’origine degli album da cui sono presi i 500mila Mp3 più condivisi e di conoscere vita morte e miracoli di 200mila film , numeri che a detta dei gestori sono destinati a crescere di giorno in giorno.

Zeropaid va a fondo della questione presentando anche una prova di ShareMonkey che, una volta scaricato, si rivela effettivamente piuttosto semplice da utilizzare.

Difficile dire quale sarà l’appeal che il nuovo programma di “tracking” delle opere che circolano abusivamente sulle piattaforma di sharing riuscirà ad esprimere presso gli utenti. Quel che è certo, è che non sono pochi quelli che negli anni hanno cercato nuovi strumenti per riconoscere il dovuto agli artisti che ritengono di valore.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    è già tutto apposto..
    dopo un giorno da questo articolo sono riuscito a travare liveLeak su google... non c'è un dark side of google... non per ora almeno...
  • Anonimo scrive:
    Da Primo Premio!
    Questa è da PRIMO PREMIO, come minimo son bevuti!Allora:1) andare su http://maps.google.it2) scegliere "indicazioni stradali"3) digitare da Roma a New York4) andare al punto 46 del percorso, a sinistra.Consiglio: procurarsi un salvagente. ;)
  • Anonimo scrive:
    LiveLeak... gioca sporco :-)
    Molto semplice... prima usano il "robot.txt" per non essere indicizzati, poi montano il caso per farsi pubblicita'... il robot.txt sarebbe stato tolto a tempo debito, serviva per il lancio!!Seppur disonesta e' stata una mossa azzeccata direi... certo che ormai davvero non c'e' piu' onore e dignita'... :-(
  • Anonimo scrive:
    Una MEGA figura di m.....
    Che altro dire...se la storia del file robots.txt è vera, questi tizi hanno fatto un'immane figura di m... verso il mondo intero!Non vorrei essere nei panni del tizio che compare nel video. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    E' STATA GOOGLE
    Se guardate il robots.txt nella foto del link che avete passato e quello che vi è tutt'ora(quello che avete considerato "modificato", noterete che è lo stesso.Indi, inutile che denigrate quel povero sito.. Il robots.txt allowava tutti gli spideroni!E' il mitico google a censurare il concorrente.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' STATA GOOGLE
      - Scritto da:
      Se guardate il robots.txt nella foto del link che
      avete passato e quello che vi è tutt'ora(quello
      che avete considerato "modificato", noterete che
      è lo
      stesso.Infatti se leggi l'articolo linkato, oltre a guardare le figure, noterai che quello screenshot è quello del file robots.txt attuale ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' STATA GOOGLE
      - Scritto da:
      Il robots.txt allowava tutti gli
      spideroni!"allowava"?? Ma torna a scuola bifolco!
  • danieleMM scrive:
    geniale!
    Marketing allo stato puro!
    • Anonimo scrive:
      Re: geniale!
      - Scritto da: danieleMM
      Marketing allo stato puro!Diffamazione come mezzo di marketing? :)
      • Anonimo scrive:
        Re: geniale!
        - Scritto da:

        - Scritto da: danieleMM

        Marketing allo stato puro!

        Diffamazione come mezzo di marketing? :)è uno dei punti chiave del marketing!
  • Anonimo scrive:
    E' stata Google ecco le prove!!
    raggazzi leggete qui:http://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/archives/342
    • TBJ61898 scrive:
      Re: E' stata Google ecco le prove!!
      tommaso quando ruBBi le immagini dai blog altrui... accertati di saper leggere l'inglese o farai colossali figure di 'digerito', molto peggio di quella dell'articolo per il quale la compagnia si sarà guadagnata il famoso mezzo milione di accessi del quale parla..
    • garak scrive:
      Re: E' stata Google ecco le prove!!
      - Scritto da:
      raggazzi leggete qui:
      http://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/arSei stato precipitoso.L'autore di quel post ha inserito un update proprio con un link a questa notizia, smentendo quindi sé stesso.
  • Anonimo scrive:
    c*glioni!
    (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    The Dark Side Of Google
    Unanalisi seria e approfondita sulluniverso di Google e sullindustria dei metadati.http://www.ippolita.net/3.html
    • mr_setter scrive:
      Re: The Dark Side Of Google
      - Scritto da:

      Unanalisi seria e approfondita sulluniverso di
      Google e sullindustria dei
      metadati.

      http://www.ippolita.net/3.htmlLa tesi che Goggle "must be evil", almeno leggendo le prime pagine del pamphlet, appare forzata o perlomeno viziata dal fatto che non sei affatto obbligato ad usare i suoi motori ed i suoi strumenti. Se lo vuoi, le alternative ci sono, eccome, basta saperle cercare anche qui nel forum di PI:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1872222LV&P O)
      • Anonimo scrive:
        Re: The Dark Side Of Google
        - Scritto da: mr_setter
        - Scritto da:



        Un’analisi seria e approfondita sull’universo
        di

        Google e sull’industria dei

        metadati.



        http://www.ippolita.net/3.html

        La tesi che Goggle "must be evil", almeno
        leggendo le prime pagine del pamphlet, appare
        forzata o perlomeno viziata dal fatto che non sei
        affatto obbligato ad usare i suoi motori ed i
        suoi strumenti. Se lo vuoi, le alternative ci
        sono, eccome, basta saperle cercare anche qui nel
        forum di
        PI:

        http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1872222

        LV&P O)Pero' anche se usi altri motori, google non migliora, non usarlo non lo rende certo meno infido.Per dirla facile, io non mi drogo ma cio' non rende la droga migliore.INOLTREMoltissimi siti, come PI stesso hanno adsense o usano Urnich per le statistiche o entrambe le cose, per cui Google sa cosa guardi su internet e come ti sposti.Molti hanno caselle di gmail, anche se tu non le usi, e se gli scrivi Goggle archivia tutto quello che mandi per sempre."Non scrivergli", mi dirai. Cosa non sempre possbile per esigenze di lavoro o mille altre. Se poi in una mailing list privata una sola persona usa gmail, quella lisata e' archiviata per sempre da Google, e di fatto non e' privata. Google e' l'iscritto silenzioso, il lurker di migliaia e migliaia di mailing list.Non fraintendermi, non penso che google sia il male assoluto, certo pero', non basta non usare il loro motore di ricerca, bisogna eliminare dai propri contatti chi usa gmail con tutto cio' che ne consegue ed essere abbastanza capaci con il computer da impostare i propri pc a indirizzare su ip nulli i domini di google.uff... questo finche' non si inventano ancora qualcos'altro. Mica poi tanto good , non trovi?
        • TBJ61898 scrive:
          Re: The Dark Side Of Google
          fai bene .. e ti tirano le pietre.fai male... e ti tirano le pietrehttp://www.musicaememoria.com/pietre.htmma seriamente: se proprio una cosa non la vuoi usare, non la usi. basta filtrare *.google.* con gli strumenti dei browser e scambiarsi documenti criptati con i tuoi contatti gmail.e poi la psiche umana gioca sempre pessimi scherzi quando si pensa di essere al centro di tutto.. in realtà nemmeno google si sognerebbe di propinarci qualcosa di cui realmente abbisognamo, ogni azienda commerciale pensa solo al modo migliore per propinarci i suoi servizi.per sapere tutto quello che fai online, comunque, non c'è bisogno di google, basta il tuo provider internet con i suoi archivi o gli archivi del provider dove tu 'arrivi' a connetterti al servizio remoto.dai.. ma stai dritto con le spalle..e poi non si capisce come potrebbe un sito aperto il 10 ottobre 2006 a fare già mezzo milione di visite al giorno, senza essere indicizzato...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 aprile 2007 08.00-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: The Dark Side Of Google
            - Scritto da: TBJ61898
            fai bene .. e ti tirano le pietre.
            fai male... e ti tirano le pietre

            http://www.musicaememoria.com/pietre.htm

            ma seriamente: se proprio una cosa non la vuoi
            usare, non la usi. basta filtrare *.google.* con
            gli strumenti dei browser e scambiarsi documenti
            criptati con i tuoi contatti
            gmail.
            Cosa che è impensabile per il 95% degli internauti. Parlo di conoscenze tecniche.
            e poi la psiche umana gioca sempre pessimi
            scherzi quando si pensa di essere al centro di
            tutto.. in realtà nemmeno google si sognerebbe di
            propinarci qualcosa di cui realmente abbisognamo,
            ogni azienda commerciale pensa solo al modo
            migliore per propinarci i suoi
            servizi.
            Questo è probabile.
            per sapere tutto quello che fai online, comunque,
            non c'è bisogno di google, basta il tuo provider
            internet con i suoi archivi o gli archivi del
            provider dove tu 'arrivi' a connetterti al
            servizio
            remoto.

            dai.. ma stai dritto con le spalle..C'è una bella differenza tra il tuo provider e google. Il tuo provider non cerca di raccogliere i dati di tutti gli internauti al mondo, raccoglie solo quelli dei suoi clienti. Inoltre, a parte quanto previsto dalla legge - metti anche qualcosa di più... - comunque l'invasività dei dati raccolti dai provider (generalmente tabulati dei siti visitati, header delle email spedite e ricevute) sono nulla in confronto alla quantità di dati raccolte da google: siti visitati, ricerche fatte sul web, interi archivi di email, storico dei pagamenti online (si sta attivando anche in questo ambito), oggetti comprati (anche su questo si sta attivando), indirizzi cercati, etc etc.Tutto quasi sicuramente messo in relazione.
          • Anonimo scrive:
            Re: The Dark Side Of Google

            e poi non si capisce come potrebbe un sito aperto
            il 10 ottobre 2006 a fare già mezzo milione di
            visite al giorno, senza essere
            indicizzato...Ogrish.com esisteva da anni. Ed era molto, molto famoso. Hanno solo fatto una fusione e cambiato il nome.
    • Anonimo scrive:
      Re: The Dark Side Of Google
      - Scritto da:

      Unanalisi seria e approfondita(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ma loro...
    ...Non erano quelli di Ogrish? Pura curiosità...
  • frk scrive:
    Sono dei dementi!
    Incredibile... un sito con un milione di visite (almeno così dicono loro), la pubblicazione di un vero e proprio filmato di accusa (non so se siete riusciti a capirlo, ma in pratica il tizio dice che stanno cercando di capire quale può essere la ragione e da l'impressione che si stiano impegnando), e alla fine è lo stupido file robots.txt che è sbagliato???Ma si vadano a nascondere... o perlomeno lo faccia il loro sysadmin.A questo punto sono disposto a credere che si sia trattato di una mossa pubblicitaria...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono dei dementi!

      A questo punto sono disposto a credere che si sia trattato di una mossa pubblicitaria...No. Inizia a pensare piuttosto che Punto Informatico da' notizie sbagliate e seguite da nessun approfondimento: http://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/archives/342
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono dei dementi!
        - Scritto da:


        A questo punto sono disposto a credere che si
        sia trattato di una mossa
        pubblicitaria...

        No. Inizia a pensare piuttosto che Punto
        Informatico da' notizie sbagliate e seguite da
        nessun approfondimento:
        http://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/arRileggilo ora quel post e torna qui a scusarti
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono dei dementi!
          Be', l'articolo era la' sotto. Ecco un link direttohttp://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/archives/342Meglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono dei dementi!
        http://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/arAh ah! Favoloso! Ogni volta che nel forum si critica PI fioccano i voti negativi. Brava redazione! Eppure, mi limitavo a segnalare un sito con un buon approfondimento sulla questione. Segnalazione che, IMHO, avreste dovuto fare voi, come giornalisti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono dei dementi!
          Ecco l'URL direttohttp://tommaso.tessarolo.it/wordpress/index.php/archives/342
          • VDM scrive:
            Re: Sono dei dementi!
            Allora, visto che continui a mettere il link, ti faccio copia&incolla di ciò che dice il post:Allora, fermi tutti. Il post scritto di seguito non è corretto. Punto Informatico (PI) ha dato la notizia completa dellaccaduto, grazie anche ad una conferma ufficiale di Google. LiveLeak ha prima sbagliato ad impostare i suoi criteri desclusione dai motori di ricerca, per poi aver corretto il file.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono dei dementi!

            Allora, fermi tutti. Il post scritto di seguito
            non è corretto. Punto Informatico (PI) ha dato laUh uh! Gaffe su gaffe! Avevo letto il post prima dell'inserimento di quel commento.Grazie del chiarimento. Mi cospargo il capo di cenere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono dei dementi!
      - Scritto da: frk
      Incredibile... un sito con un milione di visite
      (almeno così dicono loro), la pubblicazione di un
      vero e proprio filmato di accusa (non so se siete
      riusciti a capirlo, ma in pratica il tizio dice
      che stanno cercando di capire quale può essere la
      ragione e da l'impressione che si stiano
      impegnando), e alla fine è lo stupido file
      robots.txt che è
      sbagliato???

      Ma si vadano a nascondere... o perlomeno lo
      faccia il loro
      sysadmin.

      A questo punto sono disposto a credere che si sia
      trattato di una mossa
      pubblicitaria...io lo bastonerei pesantemente quel sysad! :@
Chiudi i commenti