Vaio Mini, il netbook secondo Sony

Sony è entrata con tutto il proprio peso sul mercato dei netbook, e lo ha fatto presentando un modello da 10 pollici di fascia medio-alta. Con schermo HD Ready
Sony è entrata con tutto il proprio peso sul mercato dei netbook, e lo ha fatto presentando un modello da 10 pollici di fascia medio-alta. Con schermo HD Ready

Dopo aver a lungo snobbato i netbook, considerandoli “figli illegittimi” dei subnotebook, anche Sony si è infine adeguata all’attuale tendenza di mercato presentando Vaio Mini Serie W, la sua prima famiglia di portatilini con prezzo sotto i 500 euro. Sony si guarda bene dall’usare il termine netbook per classificare i suoi mini laptop, ma di fatto questi rientrano in pieno nella classificazione introdotta da Intel.

L'ultraportatile Per la verità Sony si era già avvicinata al mondo dei netbook con la giovane serie Vaio P , il cui prezzo (sopra i 700 euro) e le caratteristiche hardware (quali il display da 8 pollici e 1600 x 768 pixel di risoluzione) lo pongono però al di fuori della fascia di mercato dei netbook.

Le caratteristiche tecniche del primo modello di Vaio Mini W, il VPC-W11S1E, non si discostano molto da quelle di un tipico netbook da 10 pollici: schermo da 10,1 pollici con tecnologia X-black, processore Atom N280 a 1,66 GHz, 1 GB di RAM, hard disk SATA da 160 GB, webcam Motion Eye e moduli wireless 802.11n e Bluetooth 2.1. Il sistema operativo è Windows XP Home Edition, ma Sony afferma che il suo mini laptop è già compatibile con Windows 7. Il dispositivo misura 267,8 x 179,6 x 32,4 mm (LxPxA) e pesa 1,19 Kg.

Le specifiche tecniche integrali del VPC-W11S1E sono riportate in questo articolo di PCTuner.net .

Ciò che più contraddistingue il Vaio Mini W dalla massa è la risoluzione dello schermo, pari a 1366 x 768 pixel (contro una risoluzione tipica di 1024 x 600 pixel), e l’inclusione del software per lo streaming video Vaio Media Plus , che permette al netbook di interagire con tutti i dispositivi compatibili con la specifica DLNA (Digital Living Network Alliance): tra questi ci sono la PlayStation 3, diversi set-top box HDTV e alcuni software per PC.

Va detto che anche altri grandi produttori di portatili, come Dell, HP e Acer, hanno già introdotto o annunciato netbook capaci di supportare una definizione di 720p: tale caratteristica sembra destinata a diventare un must have per tutti i futuri netbook e smartbook di fascia alta e medio-alta.

Il neonato ultraportatile di Sony ha una tastiera di tipo “ad isola”, con tasti a basso profilo e formato quasi full-size , ed è disponibile in tre diverse colorazioni (sugar white, berry pink e cocoa brown). Il design generale del notebook presenta linee morbide e arrotondate e, pur esibendo una certa eleganza, corteggia soprattutto il pubblico giovane e consumer.

Sony si sarà pure “piegata” al trend di mercato, ma non sembra affatto intenzionata a cannibalizzare il proprio business dei subnotebook: l’azienda tiene a sottolineare come i Vaio Mini W siano stati concepiti per i lavori meno impegnativi, come navigare sul Web, controllare le email o accedere ai social network. A utenti più esigenti e ai professionisti Sony continua a raccomandare i più performanti (e costosi) subnotebook classici.

Del nuovo Vaio Sony mette anche in risalto gli aspetti ecologici, quali la conformità alla specifica Energy Star 5.0 e l’utilizzo di carta e cartone riciclati sia per l’imballaggio che per la documentazione.

È curioso notare come Sony, con la volontà di evitare l’uso del termine netbook , chiami i propri cuccioli di notebook con nomi differenti a seconda del paese: in America utilizza il termine mini-note , in Giappone Internetbook e in Italia ultraportatile .

Il VPC-W11S1E sarà disponibile in Italia a partire da metà agosto ad un prezzo di 499 euro.

Alessandro Del Rosso

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti