Valve, tra zombi e controllo cerebrale

Gabe Newell, CEO della superpotenza dei videogame, parla a ruota libera del nuovo shooter rilasciato dalla software house. E del fatto che, ben presto, il betatesting lascerà il posto direttamente agli EEG dei giocatori

Roma – In fondo c’era da aspettarselo che una software house che ha appena pubblicato uno sparatutto in prima persona con protagonisti zombi e simili desiderasse ardentemente il gulliver dei giocatori . Left 4 Dead è uscito in questi giorni per PC e Xbox 360, e il CEO di Valve Gabe Newell ne parla a ruota libera su Edge paventando un futuro di ideale integrazione tra tecnologie di rilevazione biometrica e sviluppo di videogame.

Nell’intervento pubblicato sulla celebre rivista “istituzionale” del videogaming, Newell dice di essere “estremamente soddisfatto” per l’accoglienza ricevuta dal nuovo titolo , un FPS cooperativo in cui si affrontano due squadre di quattro membri ciascuna (siano essi controllati dal PC o da giocatori in carne e ossa), da una parte gli “infetti” che sono legione e dall’altra i “sopravvissuti” armati sino ai denti.

Tra gli argomenti affrontati da Newell vi è il meccanismo di “narrativa procedurale” impiegato per dare maggior brio al gioco, adattando dinamicamente l’esperienza che si para davanti ai giocatori senza per questo dover impiegare un approccio di “scripting” con eventi prefissati che si ripetono sempre uguali a se stessi.

Lo scopo finale di tanto lavoro è naturalmente quello di rendere l’esperienza videoludica sempre più intensa e appagante per l’utente, e in tal senso Newell sostiene che la biometria potrebbe in futuro rivelarsi un prezioso alleato del beta testing per fornire agli sviluppatori il feedback giusto su quello che va o che non va nel prodotto di intrattenimento che stanno costruendo.

“Al momento – dice l’ exec di Valve – dobbiamo filtrare le osservazioni dei giocatori semplicemente guardandoli e poi dobbiamo provare a indovinare come certe cose li influenzino. Ma ci sono tecnologie che possiamo far indossare ai giocatori con tracciati EEG e avere direttamente a disposizione le reazioni fisiche ai giochi”.

Uno scanner delle attività cerebrali per osservare quello che emoziona, spaventa, coinvolge di più il potenziale futuro acquirente? E perché no: dopotutto una simile possibilità “ci permetterà di essere maggiormente analitici sulle decisioni da prendere sull’esperienza coinvolgente che stiamo provando a creare per il giocatore”, conclude Newell.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Fai il login o Registrati scrive:
    Re: La verità sta nel mezzo ....
    - Scritto da: Marco Marcoaldi
    Si parla molto spesso di disturbo bipolare in
    ambito clinico, come se essa fosse realmente una
    malattia. I medici, come da protocollo la
    diagnosticano e la curano come una malattia
    !Maccheccazzo dici! IL disturbo bipolare E' una malattia, tra l'altro molto grave e per nulla facile da diagnosticare e curare, che c'entra meno di nulla con la società in cui viviamo. Se non sai di cosa parli taci, per favore!
  • Fai il login o Registrati scrive:
    Re: sfogo della mezzanotte
    Maccheccazzo di responsabilità vuoi che abbia il genitore? Non hai letto che il ragazzo soffriva di disturbo bipolare? Attacca il cervello prima di parlare, valà, e se proprio vuoi parlare fallo quando sai di cosa si parla.
  • CCC scrive:
    COLPA DI INTERNET!!!
    Ovviamente è tutta colpa di Internet!!!La guerra, la fame nel mondo, la pedofilia, il razzismo, l'ignoranza, la pazzia, la crisi, il riscaldamento globale, la prostituzione, la carenza di alloggi, gli stipendi bassi, i politici bassi, le emorroidi, le dittature, le piogge acide, il rock'n'roll, il liscio, la censura, ...E' TUTTO COLPA DI INTERNET E DI QUESTI MALEDETTI ARNESI INFORMATICI!!!
  • stark scrive:
    dubbi
    più o meno d'accordo con tutti coloro che dicono che la rete è solo un mezzo...vero anche che perseguendo all'iperbole questo ragionamento dovremmo liberalizzare/legalizzare completamente droghe e armi...non so ma credo che su questi argomenti il dubbio, il confronto di idee, l'interrogarsi con onestà siano sempre meglio di una verità preconfezionata
    • krane scrive:
      Re: dubbi
      - Scritto da: stark
      più o meno d'accordo con tutti coloro che dicono
      che la rete è solo un mezzo...
      vero anche che perseguendo all'iperbole questo
      ragionamento dovremmo liberalizzare/legalizzare
      completamente droghe e armi...Magari per le droghe, ci sarebbe piu' informazione e meno morti di conseguenza.Le armi sono come gli accessi ai DNS, nelle parti critiche della rete mica ci puo' scrivere chiunque.
      non so ma credo che su questi argomenti il
      dubbio, il confronto di idee, l'interrogarsi con
      onestà siano sempre meglio di una verità
      preconfezionata
  • io io scrive:
    seriamente parlando
    Un ragazzo si suicida e riprende la cosa con una webcam.Che colpa ne ha Internet?Che colpa ne ha il service provider?Che colpa ne ha il gestore del sito web che ospita gli streaming delle webcam?Che colpa ne ha il gestore del sito che ospita il blog del ragazzo?Perché si cercano delle responsabilità dei gestori o degli ISP?Si vuole forse affermare che se quel ragazzo non avesse avuto la possibilità di pubblicare il suo suicidio sul web non l'avrebbe commesso?O peggio: si vuole forse affermare che il ragazzo in questione l'ha fatto per poter riprendere questo gesto su internet?E ancora: anche in questo caso: sarebbe colpa di internet? degli ISP? dei gestori dei siti?Chi può illuminarmi su questi dubbi mi risponda.
    • max59 scrive:
      Re: seriamente parlando
      - Scritto da: io io
      Un ragazzo si suicida e riprende la cosa con una
      webcam.

      Che colpa ne ha Internet?
      Che colpa ne ha il service provider?
      Che colpa ne ha il gestore del sito web che
      ospita gli streaming delle
      webcam?
      Che colpa ne ha il gestore del sito che ospita il
      blog del
      ragazzo?

      Perché si cercano delle responsabilità dei
      gestori o degli
      ISP?

      Si vuole forse affermare che se quel ragazzo non
      avesse avuto la possibilità di pubblicare il suo
      suicidio sul web non l'avrebbe
      commesso?
      O peggio: si vuole forse affermare che il ragazzo
      in questione l'ha fatto per poter riprendere
      questo gesto su
      internet?
      E ancora: anche in questo caso: sarebbe colpa di
      internet? degli ISP? dei gestori dei
      siti?

      Chi può illuminarmi su questi dubbi mi risponda.l'amministratore del sito doveva precipitarsi alla stazione di polizia, magari con una webcam, per provare la civiltà sua e l'efficienza delle forze dell'ordine
      • krane scrive:
        Re: seriamente parlando
        - Scritto da: max59
        - Scritto da: io io

        Un ragazzo si suicida e riprende la cosa con una

        webcam.

        Che colpa ne ha Internet?

        Che colpa ne ha il service provider?

        Che colpa ne ha il gestore del sito web che

        ospita gli streaming delle

        webcam?

        Che colpa ne ha il gestore del sito che ospita
        il

        blog del

        ragazzo?



        Perché si cercano delle responsabilità dei

        gestori o degli

        ISP?



        Si vuole forse affermare che se quel ragazzo non

        avesse avuto la possibilità di pubblicare il suo

        suicidio sul web non l'avrebbe

        commesso?

        O peggio: si vuole forse affermare che il
        ragazzo

        in questione l'ha fatto per poter riprendere

        questo gesto su

        internet?

        E ancora: anche in questo caso: sarebbe colpa di

        internet? degli ISP? dei gestori dei

        siti?



        Chi può illuminarmi su questi dubbi mi risponda.


        l'amministratore del sito doveva precipitarsi
        alla stazione di polizia, magari con una webcam,
        per provare la civiltà sua e l'efficienza delle
        forze dell'ordineNo : le forze dell'ordine dovevano accorgersene da sole, non sono forse sempre li' a monitorare i siti in cerca di pedofili e cattivoni di ogni risma ?
  • distimica scrive:
    Re: La verità sta nel mezzo ....
    la tua ignoranza riguardo alle malattie psichiche, depressione&co è paurosa...malattia del 20° secolo?? ma per favore...Prima non se ne parlava.. e allora? manco di cancro si parlava. E' forse una mallatia "moderna" anche il cancro?Per favore, documentati almeno un po' prima di parlare.
    • pippo scrive:
      Re: La verità sta nel mezzo ....

      Prima non se ne parlava.. e allora? manco di
      cancro si parlava. E' forse una mallatia
      "moderna" anche il
      cancro?Hai scelto proprio l'esempio sbagliato!
    • ... scrive:
      Re: La verità sta nel mezzo ....
      prima non se ne parlava perché non esistevanoil cancro esisteva e se ne parlava, e anche parecchio (the elephant man ti dice niente? e non parlo del film di lynch)la schizofrenia esisteva (le "possessioni demoniache")l'unica cosa di cui non si ha UN SOLO rapporto medico guarda caso sono gli attacchi di panico :)
  • Guido Dassori scrive:
    Certo! E' COLPA DI INTERNET!
    Non della famiglia del ragazzo che non si è accorta del disagio che il figlio stava vivendo. Loro non hanno minimamente nessuna colpa, dopo tutto vivevano solo sotto lo stesso tetto e sicuramente si parlavano molto, si confidavano timori paure e problemi.. come puo' essere colpa della famiglia?Il ragazzo l'ha fatto solo per fare una cosa 31337 sulla rete, per mettere in giro un video di quelli che ottengono 5 milioni di visite in poche ore.E' COLPA DI INTERNET ! ABOLIAMO LA RETE CHE FA SUICIDARE LA GENTE !
    • Joliet Jake scrive:
      Re: Certo! E' COLPA DI INTERNET!
      In Parlamento stanno già discutendo una proposta di legge bipartisan per risolvere la cosa.Loro ci tengono ai nostri figli.
    • zappa scrive:
      Re: Certo! E' COLPA DI INTERNET!
      - Scritto da: Guido Dassori
      Non della famiglia del ragazzo che non si è
      accorta del disagio che il figlio stava vivendo.
      Loro non hanno minimamente nessuna colpa, dopo
      tutto vivevano solo sotto lo stesso tetto e
      sicuramente si parlavano molto, si confidavano
      timori paure e problemi.. come puo' essere colpa
      della
      famiglia?
      Il ragazzo l'ha fatto solo per fare una cosa
      31337 sulla rete, per mettere in giro un video di
      quelli che ottengono 5 milioni di visite in poche
      ore.

      E' COLPA DI INTERNET ! ABOLIAMO LA RETE CHE FA
      SUICIDARE LA GENTE
      !Ma che CAVOLO stai dicendo?La colpa non e' di Internet e nemmeno della famiglia anche se magari poteva essere in grado di aiutare il figlio. Sicuramente loro si sentiranno in colpa, mi dispiace.Purtroppo la colpa non e' di nessuno, ma solo di chi ha effettuato una scelta, leggitima, per se stesso e su se stesso.Io non sono d'accordo sul suicidio, ma e' una scelta volontaria e non si possono attribuire colpe a fatti avvenuti senza sapere nulla della motivazione. E poi andare in guerra non e' un sorta di suicidio pure quello?
      • Paolo scrive:
        Re: Certo! E' COLPA DI INTERNET!
        - Scritto da: zappa
        - Scritto da: Guido Dassori

        Non della famiglia del ragazzo che non si è

        accorta del disagio che il figlio stava vivendo.

        Loro non hanno minimamente nessuna colpa, dopo

        tutto vivevano solo sotto lo stesso tetto e

        sicuramente si parlavano molto, si confidavano

        timori paure e problemi.. come puo' essere colpa

        della

        famiglia?

        Il ragazzo l'ha fatto solo per fare una cosa

        31337 sulla rete, per mettere in giro un video
        di

        quelli che ottengono 5 milioni di visite in
        poche

        ore.



        E' COLPA DI INTERNET ! ABOLIAMO LA RETE CHE FA

        SUICIDARE LA GENTE

        !

        Ma che CAVOLO stai dicendo?
        La colpa non e' di Internet e nemmeno della
        famiglia anche se magari poteva essere in grado
        di aiutare il figlio. Sicuramente loro si
        sentiranno in colpa, mi
        dispiace.
        Purtroppo la colpa non e' di nessuno, ma solo di
        chi ha effettuato una scelta, leggitima, per se
        stesso e su se
        stesso.
        Io non sono d'accordo sul suicidio, ma e' una
        scelta volontaria e non si possono attribuire
        colpe a fatti avvenuti senza sapere nulla della
        motivazione. E poi andare in guerra non e' un
        sorta di suicidio pure
        quello?stare allo scherzo no eh?
      • TheSandman scrive:
        Re: Certo! E' COLPA DI INTERNET!
        Esordisco nel tuo stesso modo: Ma che cavolo stai dicendo?Scelta consapevole? Decisione volontaria? Il disturbo di cui soffre (soffriva) questo ragazzo, ovvero il disturbo bipolare (alternanza di fasi depressive con fasi maniacali) è una patologia riconosciuta a livello medico e i dati rivelano che la mortalità di questa patologia è del 19%, ovviamente per suicidio (più elevata della maggior parte dei tipi di cancro).Sei rimasto all'interpretazione di circa 15 anni fà, pensa che ormai anche la chiesa cattolica riconosce le morti per suicidio come decessi da patologia, senza più negare onoranze religiose.Il disturbo bipolare è un disturbo a livello delle sinapsi, con predisposizione genetica, non si sceglie di averlo, e come già detto ha una % di mortalità impressionante (19%). In pratica hai appena affermato che chi muore di malattia (esempio cancro) lo fà per una sua scelta consapevole... Complimenti.Saluti
  • Guglielmo scrive:
    Colpe gravi ce ne sono
    E non sono della rete.Immagino il livello intellettivo di quella 'masnada'di utenti che hanno passivamente e vigliaccamenteassistito alla tragedia. Dagli annunci alla messain pratica del suicidio di un ragazzo pieno di problemi.Ricorda troppo i casi di indifferenza che si segnalano qua e là nelle città.C'è una responsabilità gravissima di chi sapeva e non hareagito tempestivamente.Se esisteva un moderatore/amministratore del forum questonon ha fatto il suo mestiere; non ci sono ne 'ma' e ne 'perchè'.Sono nauseato da questa dimostrazione di indifferenza.Di gente che se la ride per ogni tragedia, di pirati della strada che fuggono dopo aver investito qualcuno. Non so se sia sempre stato realmente così ma sembra che stiano crescendo generazioni di cretini.
    • krane scrive:
      Re: Colpe gravi ce ne sono
      - Scritto da: Guglielmo
      E non sono della rete.
      Immagino il livello intellettivo di quella
      'masnada' di utenti che hanno passivamente
      e vigliaccamente assistito alla tragedia.
      Dagli annunci alla messa in pratica del
      suicidio di un ragazzo pieno di problemi.Presumibilmente lo stesso di genitori, insegnanti, vicini di casa, che altrettanto e nonostante la conoscenza diretta non si sono accorti o non hanno voluto fare nulla.
      Ricorda troppo i casi di indifferenza che si
      segnalano qua e là nelle città.Infatti, che c'entra la rete ?
      C'è una responsabilità gravissima di chi sapeva e
      non ha reagito tempestivamente.
      Se esisteva un moderatore/amministratore del
      forum questo non ha fatto il suo mestiere; non
      ci sono ne 'ma' e ne 'perchè'.Cioe' il moderatore del forum doveva sostituirsi a genitori, psicologi, insegnanti o forze dell'ordine ?
      Sono nauseato da questa dimostrazione di
      indifferenza.
      Di gente che se la ride per ogni tragedia, di
      pirati della strada che fuggono dopo aver
      investito qualcuno.
      Non so se sia sempre stato realmente così ma
      sembra che stiano crescendo generazioni di
      cretini.Molto peggio, fino a 100 anni fa la gente faceva grandi feste per le pubblice uccisioni in piazza.Non vedo perche' un po' di selezione naturale ci sconvolga tanto, e' abbastanza normale anche che venga incitata : http://www.prodigio.it/articoli.asp?idarticolo=127
      • Guglielmo scrive:
        Re: Colpe gravi ce ne sono



        Ricorda troppo i casi di indifferenza che si

        segnalano qua e là nelle città.

        Infatti, che c'entra la rete ?
        Forse non hai visto la prima riga del mio messaggio.
        Cioe' il moderatore del forum doveva sostituirsi
        a genitori, psicologi, insegnanti o forze
        dell'ordine
        ?No di certo, doveva fare il moderatore, bastava pocoforse una telefonata al momento giusto alle forze dell'ordine.O forse fare il moderatore/amministratore significa solostarsene a guardare ?!?
        Molto peggio, fino a 100 anni fa la gente faceva
        grandi feste per le pubblice uccisioni in
        piazza.
        Non vedo perche' un po' di selezione naturale ci
        sconvolga tanto, e' abbastanza normale anche che
        venga incitata :La selezione naturale va bene fin tanto che lapatiscono gli altri vero?Se questo è il mondo che ti piace fai bene a fare 'spallucce' e a non preoccuparti di niente.Forse si potrebbe fare di meglio, no ?
        • Luca Nicoletti scrive:
          Re: Colpe gravi ce ne sono
          anche se il moderatore avesse agito, una persona che vuole farla finita prima o poi un modo alternativo lo trova.
        • krane scrive:
          Re: Colpe gravi ce ne sono
          - Scritto da: Guglielmo


          Ricorda troppo i casi di indifferenza che si


          segnalano qua e là nelle città.

          Infatti, che c'entra la rete ?
          Forse non hai visto la prima riga del mio
          messaggio.Ci sono gli insegnanti pagati per fare i turni e seguire i bambini, i moderatori non hanno nessun obblico, non piu' di quelli che stanno passando su un ponte dove uno si suicida.

          Cioe' il moderatore del forum doveva sostituirsi

          a genitori, psicologi, insegnanti o forze

          dell'ordine ?
          No di certo, doveva fare il moderatore, bastava
          poco forse una telefonata al momento giusto
          alle forze dell'ordine.Un insegnante, un genitore, una balia o un poliziotto dovrebbero essere presenti, sono pagati ed organizzati per fare turni di presenza ad orari stabiliti; amministratori del sito, vicini di casa, chi era alle vicine fermate del tram o chi e' passato sulle scale davanti a casa sua in quel momento ? Perche' non potevano intervenire loro ?
          O forse fare il moderatore/amministratore
          significa solo starsene a guardare ?!?Significa non essere neanche obbligati a stare a guardare, basta guardare una volta al gg e cancellare i link che sono contro la policy, i moderatori di PI non fanno manco quello ad esempio.

          Molto peggio, fino a 100 anni fa la gente faceva

          grandi feste per le pubblice uccisioni in

          piazza.

          Non vedo perche' un po' di selezione naturale ci

          sconvolga tanto, e' abbastanza normale anche che

          venga incitata :
          La selezione naturale va bene fin tanto che la
          patiscono gli altri vero?Perche' dici cio ? Io preferirei un figlio morto che uno down.
          Se questo è il mondo che ti piace fai bene a fare
          'spallucce' e a non preoccuparti di niente.Al contrario mi preoccupa tantissimo che certa gente sia costretta a vivere e sparga sofferenze a chi gli e' vicino.
          Forse si potrebbe fare di meglio, no ?Si, probabilmente basterebbe smettere di impedire alla natura di portarsi via individui che fanno danno alla società.
          • Guglielmo scrive:
            Re: Colpe gravi ce ne sono
            - Scritto da: krane
            Perche' dici cio ? Io preferirei un figlio morto
            che uno
            down.

            ....
            Al contrario mi preoccupa tantissimo che certa
            gente sia costretta a vivere e sparga sofferenze
            a chi gli e'
            vicino.....
            Si, probabilmente basterebbe smettere di impedire
            alla natura di portarsi via individui che fanno
            danno alla
            società.Non so dove tu voglia arrivare con certe affermazioni.Oppure pensi davvero che:Avere un figlio down è una disgrazia non tanto perchè soffre ma più perchè risulta un fastidio ai genitori.Di conseguenza:Un amico in carrozzella è meglio non frequentarlo perchèaltrimenti limita le tue libertà e tutti quelli in generemal messi meglio sopprimerli perchè sono un costo per lasocietà in genere e chi gli sta vicino.Spero non sia questo il senso delle tue parole.
          • krane scrive:
            Re: Colpe gravi ce ne sono
            - Scritto da: Guglielmo
            - Scritto da: krane

            Perche' dici cio ? Io preferirei un figlio morto

            che uno down.

            ....

            Al contrario mi preoccupa tantissimo che certa

            gente sia costretta a vivere e sparga sofferenze

            a chi gli e' vicino.
            ....

            Si, probabilmente basterebbe smettere di impedire

            alla natura di portarsi via individui che fanno

            danno alla società.
            Non so dove tu voglia arrivare con certe
            affermazioni.
            Oppure pensi davvero che:
            Avere un figlio down è una disgrazia non tanto
            perchè soffre ma più perchè risulta un fastidio
            ai genitori.Personalmente credo nella selezione naturale e all'idea che gli individui devono portare un contributo alla propria specie, altrimenti finiamo come in idiocracy : http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=44723Te lo consiglio vivamente se non l'hai ancora visto.
            Di conseguenza:
            Un amico in carrozzella è meglio non frequentarlo
            perchè altrimenti limita le tue libertà e tutti
            quelli in genere mal messi meglio sopprimerli
            perchè sono un costo per la società in genere
            e chi gli sta vicino.
            Spero non sia questo il senso delle tue parole.
      • max59 scrive:
        Re: Colpe gravi ce ne sono
        - Scritto da: krane
        Cioe' il moderatore del forum doveva sostituirsi
        a genitori, psicologi, insegnanti o forze
        dell'ordine? probabilmente nessuno ha avvisato per tempo la polizia, altrimenti sarebbero risaliti a dov'era il computer e forse arrivavano in tempo e probabilmente i genitori erano all'oscuro, altrimenti sarebbero intervenuti
        fino a 100 anni fa la gente faceva
        grandi feste per le pubblice uccisioni in
        piazza. era per i grandi criminali
        Non vedo perche' un po' di selezione naturale ci
        sconvolga tanto, e' abbastanza normale anche che
        venga incitata : allora speriamo in una epidemia di menefreghisti 8)
        • krane scrive:
          Re: Colpe gravi ce ne sono
          - Scritto da: max59
          - Scritto da: krane

          Cioe' il moderatore del forum doveva sostituirsi

          a genitori, psicologi, insegnanti o forze

          dell'ordine?
          probabilmente nessuno ha avvisato per tempo
          la polizia, altrimenti sarebbero risaliti a
          dov'era il computer e forse arrivavano in tempo Quindi pedologi e genitori non si sono accorti di nulla, ma un bloggher doveva prendere sul serio la cosa...Vediamo... Ora ti diro : mi voglio suicidare, attacco le cuffie e le metto al massimo, poi scarico mp3 di rumori fortissimi fino a morire.E mi aspetto che entro pochi minuti ci sia la polizia qua sotto per quello che ho scritto perche' tu l'hai chiamata.
          e probabilmente i genitori erano all'oscuro,

          altrimenti sarebbero intervenuti

          fino a 100 anni fa la gente faceva

          grandi feste per le pubblice uccisioni in

          piazza.
          era per i grandi criminali Quindi non sai niente di storia eh ?

          Non vedo perche' un po' di selezione naturale ci

          sconvolga tanto, e' abbastanza normale anche che

          venga incitata :
          allora speriamo in una epidemia di
          menefreghisti
          8)Ma quali menefreghisti, al contrario si incitano fa la gente che deve andare al lavoro a uno che si vuole ammazzare dal cavalcavia : folla che grida "buttati buttati!"
  • lufo88 scrive:
    per cortesia
    Non si può sapere come deve sentirsi un padre che perde il proprio figlio, ma cacchio:1. Aveva dei disturbi psichici (lo si legge nell'articolo che era bipolare)2. Dato che aveva questi disturbi i suoi cosa hanno fatto per tutte quelle ore?3. Che cacchio c'entra la rete? Ha fornito i medicinali? è solo stato un palco come un altro. L'autostrada è lo stesso, lì ci pensa la televisione a riprendere (con commenti) i tuoi ultimi istanti di vita, sempre che faccia in tempo, prima che venga incitato a sufficienza.
  • Lex scrive:
    Re: La verità sta nel mezzo ....
    Ottimo intervento, segnalo, visto il tema, un film che mi ha molto colpito e che potrebbe rappresentare un'aggiunta alla conclusone del tuo intervento: La ricerca della felicità.(spoiler)Nel film Will Smith vive una vita in cui gliene capitano di tutti i colori, sia per errori suoi(scelte sbagliate) che per destino/sfortuna/caso, soffre tantissimo per quello che gli capita per arrivare alla fine e quando finalmente ottiene qualcosa gioire della vera felicità.(end of spoiler)Oggi siamo troppo abituati ad avere materialmente tutto e umanamente nulla, avendo tutto puoi solo notare quando le cose materiali ti mancano e soffrirne senza pensare che potresti sforzarti (soffrendo) di ottenere di più, a livello umano, a livello sociale, a livello lavorativo, a quel punto ciò che ottieni ti darebbe la gioia vera, la gioia derivata dallo sforzo che ci hai messo per raggiungere il tuo obiettivo.Quello che vedo è che spesso ci si accontenta (lo faccio anche io), ci si siede e ci si lagna.Poi arrivano bipolarismo, depressione e angoscia..."ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate un colpevole.. non c'è che da guardarsi allo specchio."
  • ... scrive:
    Re: La verità sta nel mezzo ....
    mah è molto, molto più semplicebipolarismo, attacchi di panico, ecc... sono malattie nuove che colpiscono nel 90% dei casi persone molto agiateil motivo è semplice, queste persone hanno il terrore di morire perché troppo attaccate alle cose terrene e questo terrore scatena in loro reazioni quali attacchi di panico ad esempio, che non sono una malattiatutte le persone che conosco che soffrono di attacchi di panico vengono da famiglie ricchissime e loro stessi sono pieni di soldi, non hanno UN PROBLEMA vero e questo porta a crearsene, la psicologia è nata anche per queste persone, perché poi finiscono tutte in cura da qualche psicologo a n*100 euro l'ora che gli riempie la testa di stpidaggini, con questo non sto attaccando la psicologia sia chiaro, sto attaccando gli psicologi "dei ricchi", che ti curano bipolarismo e attacchi di panico...se fate una statistica molto semplice (tra i vostri conoscenti), vedrete che chi soffre di questi disturbi non ha un vero problema reale e si trova in una situazione economica molto agiataun tizio pieno di soldi che conosco un giorno ha smesso improvvisamente di avere attacchi di panico perché si è fidanzato...qual'è il valore scientifico di questa "malattia"? assolutamente zero, non è una malattia e bisogna smetterla di farla passare per tale
    • zzzar scrive:
      Re: La verità sta nel mezzo ....
      - Scritto da: ...
      mah è molto, molto più semplice
      bipolarismo, attacchi di panico, ecc... sono
      malattie nuove che colpiscono nel 90% dei casi
      persone molto
      agiate

      il motivo è semplice, queste persone hanno il
      terrore di morire perché troppo attaccate alle
      cose terrene e questo terrore scatena in loro
      reazioni quali attacchi di panico ad esempio, che
      non sono una
      malattiaputtanate! la DAP (Disturbo da Attacchi di Panico) è una malattia eccome!

      tutte le persone che conosco che soffrono di
      attacchi di panico vengono da famiglie
      ricchissime e loro stessi sono pieni di soldi,
      non hanno UN PROBLEMA vero e questo porta a
      crearsene, la psicologia è nata anche per queste
      persone, perché poi finiscono tutte in cura da
      qualche psicologo a n*100 euro l'ora che gli
      riempie la testa di stpidaggini, con questo non
      sto attaccando la psicologia sia chiaro, sto
      attaccando gli psicologi "dei ricchi", che ti
      curano bipolarismo e attacchi di
      panico...puttanate! Non hanno un problema vero cosa vuol dire? Ognuno ha i suoi problemi che sono veri e grandi nella misura nella quale lui stesso li sente.La DAP non colpisce solo i ricchi ma dai piu' ricchi le famiglie forse si aspettano di piu' e quindi le aspettative sono maggiori da cui senso di inadeguatezza e stress...

      se fate una statistica molto semplice (tra i
      vostri conoscenti), vedrete che chi soffre di
      questi disturbi non ha un vero problema reale e
      si trova in una situazione economica molto
      agiataripeto: "problema reale" è una stronzata!

      un tizio pieno di soldi che conosco un giorno ha
      smesso improvvisamente di avere attacchi di
      panico perché si è fidanzato...qual'è il valore
      scientifico di questa "malattia"? assolutamente
      zero, non è una malattia e bisogna smetterla di
      farla passare per
      talevalore scientifico???qual è il valore scientifico della depressione, della schizofrenia, dell'ansia, delle fobie???Ma che domanda è???
      • Might scrive:
        Re: La verità sta nel mezzo ....
        - Scritto da: zzzar
        La DAP non colpisce solo i ricchi ma dai piu'
        ricchi le famiglie forse si aspettano di piu' e
        quindi le aspettative sono maggiori da cui senso
        di inadeguatezza e
        stress...Il tuo sarebbe un intervento corretto e sarei del tutto d'accordo, se non fosse per questa sparata... prova a lavorare 10 ore al giorno per poi sopravvivere con 800/mese in una società come la nostra, e allora sì che saprai cosa sono il senso di inadeguatezza e lo stress.
      • ... scrive:
        Re: La verità sta nel mezzo ....

        puttanate! la DAP (Disturbo da Attacchi di
        Panico) è una malattia
        eccome!e come mai è nata negli ultimi (si e no) 40 anni? perché oggi c'è un senso di noia per la vita che fa paura e tutti hanno un bisogno estremo di attenzionegli attacchi di panico non sono una malattia mi spiace, nessun medico li cura...
        puttanate! Non hanno un problema vero cosa vuol
        dire? Ognuno ha i suoi problemi che sono veri e
        grandi nella misura nella quale lui stesso li
        sente.
        La DAP non colpisce solo i ricchi ma dai piu'
        ricchi le famiglie forse si aspettano di piu' e
        quindi le aspettative sono maggiori da cui senso
        di inadeguatezza e
        stress...appunto non è una malattia, ne soffrono solo persone che stanno benissimo ma hanno bisogno di sentirsi male per sentirsi compatite perché necessitano di attenzione
        ripeto: "problema reale" è una stronzata! problema reale è portare da mangiare a casa, non è aver paura di uscire di casa "perché poi posso morire e non godmrmi più i miei miliardi", infatti sono malattie dei ricchi queste, per cui sono nati gli psicologi dedicati a spillargli soldi
        valore scientifico???
        qual è il valore scientifico della depressione,
        della schizofrenia, dell'ansia, delle
        fobie???depressione, schizofrenia e stati d'ansia sono verificabili scientificamente, soprattutto schizofrenia e depressione, nel primo caso è un disturbo di natura elettrica nei neurostrasmettitori ed è dovuto a sbilanci chimici, più scientifico di così...gli attacchi di panico non hanno niente di scientifico per il semplice caso che non sono causati da NIENTE, infatti gli unici a curarli sono psicologi da 200 euro l'ora, CHISSA' perché....credete ancora alle favolette mi raccomando
  • pippo scrive:
    per la redazione
    "ha deunciato il padre" forse era denunciato ;)
  • soulista scrive:
    Ai miei tempi...
    Ai miei tempi in internet si guardavano i film porni...Ma tu guarda sti giovani d'oggi.
  • Anonymous coward scrive:
    Re: La verità sta nel mezzo ....
    Pienamente d'accordo.Sembra quasi che al giorno d'oggi vengono sfornati giovani incapaci di vivere, pieni di sogni e di illusioni, niente concretezza.Fortuna che c'è chi riesce a capirlo in tempo e a vivere meglio
    • pippo scrive:
      Re: La verità sta nel mezzo ....

      Sembra quasi che al giorno d'oggi vengono
      sfornati giovani incapaci di vivere, pieni di
      sogni e di illusioni, niente
      concretezza.

      Fortuna che c'è chi riesce a capirlo in tempo e a
      vivere
      meglioagli altri ci pensa la selezione naturale :D
  • MegaLOL scrive:
    Re: sfogo della mezzanotte
    HAHAHA! Povero piccolo nerdino SFIGATO!Le tue paroline non contano NULLA! Ogni episodio di questo tipo avvicina la STRETTA FINALE sull'internacchio! HAHAHAHAHA!Controllo totale, controllo pesante, controllo continuo, CENSURA PREVENTIVA! Questo è il destino ineluttabile dell'internacchio! HAHAHAHA!L'Australia già sta prendendo provvedimenti in tal senso, e presto TUTTE LE ALTRE NAZIONI LA SEGUIRANNO! HAHAHAHAHAHA!Voi nerdini sfigati rimarrete increduli davanti agli schermi vuoti dei vostri patetici computerini, urlando e strepitando mentre l'internacchio verrà INGABBIATO per sempre! HAHAHAHA!Rassegnatevi! Il vostro sarà un viaggio a sola andata verso il fondo dell'Oceano delle Feci! HAHAHAHAHA!
  • jackoverfull scrive:
    "Regolamentazione"?!
    Dunque, la polizia è stata avvisata e non è arrivata in tempoe sarebbe colpa della "mancata regolamentazione della rete"?Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il padre sarà sconvolto, ma mi pare che stia attribuendo colpe a chi proprio non ne haCaliamo un velo pietoso su quelli che son rimasti a guardare senza far niente, oviamente.
    • krane scrive:
      Re: "Regolamentazione"?!
      - Scritto da: jackoverfull
      Dunque, la polizia è stata avvisata e non è
      arrivata in tempoe sarebbe colpa della "mancata
      regolamentazione della rete"?
      Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il padre
      sarà sconvolto, ma mi pare che stia attribuendo
      colpe a chi proprio non ne ha
      Caliamo un velo pietoso su quelli che son rimasti
      a guardare senza far niente, oviamente.Ricordo il caso di quello che voleva buttarsi dal cavalcavia dell'autostrada e la gente che lo incitava a sbrigarsi perche' doveva andare al lavoro...(rotfl)
      • asd scrive:
        Re: "Regolamentazione"?!
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: jackoverfull

        Dunque, la polizia è stata avvisata e non è

        arrivata in tempoe sarebbe colpa della "mancata

        regolamentazione della rete"?


        Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il padre

        sarà sconvolto, ma mi pare che stia attribuendo

        colpe a chi proprio non ne ha


        Caliamo un velo pietoso su quelli che son
        rimasti

        a guardare senza far niente, oviamente.

        Ricordo il caso di quello che voleva buttarsi dal
        cavalcavia dell'autostrada e la gente che lo
        incitava a sbrigarsi perche' doveva andare al
        lavoro...

        (rotfl)ma loool e quando è successso ciò?
        • krane scrive:
          Re: "Regolamentazione"?!
          - Scritto da: asd
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: jackoverfull


          Dunque, la polizia è stata avvisata e non è


          arrivata in tempoe sarebbe colpa della


          "mancata regolamentazione della rete"?


          Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il


          padre sarà sconvolto, ma mi pare che stia


          attribuendo colpe a chi proprio non ne ha


          Caliamo un velo pietoso su quelli che son


          rimasti a guardare senza far niente,


          oviamente.

          Ricordo il caso di quello che voleva buttarsi

          dal cavalcavia dell'autostrada e la gente che

          lo incitava a sbrigarsi perche' doveva andare

          al lavoro...

          (rotfl)
          ma loool e quando è successso ciò ?http://www.prodigio.it/articoli.asp?idarticolo=12730 agosto 2001 Folla la incita al suicidio. Gli automobilisti che percorrevano l'autostrada numero 5 a Seattle (Usa) hanno incitato una ragazza in bilico su un ponte a gettarsi di sotto, a suicidarsi in fretta perché intralciava il traffico.Ma davvero pensi sia l'unico caso ? La gente ha un bisogno istintivo di selezione naturale : http://forum.adunanza.net/showthread.php?t=64446
          • asd scrive:
            Re: "Regolamentazione"?!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: asd

            - Scritto da: krane


            - Scritto da: jackoverfull



            Dunque, la polizia è stata avvisata e non è



            arrivata in tempoe sarebbe colpa della



            "mancata regolamentazione della rete"?




            Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il



            padre sarà sconvolto, ma mi pare che stia



            attribuendo colpe a chi proprio non ne ha




            Caliamo un velo pietoso su quelli che son



            rimasti a guardare senza far niente,



            oviamente.



            Ricordo il caso di quello che voleva buttarsi


            dal cavalcavia dell'autostrada e la gente che


            lo incitava a sbrigarsi perche' doveva andare


            al lavoro...



            (rotfl)

            ma loool e quando è successso ciò ?

            http://www.prodigio.it/articoli.asp?idarticolo=127
            30 agosto 2001 Folla la incita al suicidio. Gli
            automobilisti che percorrevano l'autostrada
            numero 5 a Seattle (Usa) hanno incitato una
            ragazza in bilico su un ponte a gettarsi di
            sotto, a suicidarsi in fretta perché intralciava
            il
            traffico.

            Ma davvero pensi sia l'unico caso ? La gente ha
            un bisogno istintivo di selezione naturale :
            http://forum.adunanza.net/showthread.php?t=64446minchia prima faceva ridere ma adesso è inquietante la cosa :|
          • krane scrive:
            Re: "Regolamentazione"?!
            - Scritto da: asd
            minchia prima faceva ridere ma adesso è
            inquietante la cosa
            :|Perche' prima faceva ridere e quando scopri che e' vero ti risulta inquietante ? Davvero non ti aspettavi che succedessero queste cose ???Sei tu inquietante allora ! :|
          • asd scrive:
            Re: "Regolamentazione"?!
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: asd


            minchia prima faceva ridere ma adesso è

            inquietante la cosa

            :|

            Perche' prima faceva ridere e quando scopri che
            e' vero ti risulta inquietante ? Davvero non ti
            aspettavi che succedessero queste cose
            ???

            Sei tu inquietante allora ! :|ma sei sicuro di stare bene? xDcioè lo stai trattando come se fosse una cosa normale incitare qualcuno a uccidersi (e non per scherzo)...non credo che pensare che gli esseri umani nel 2008 siano appunto umani e non pazzi (visto che quello non è un comportamento nemmeno da animali ma addirittura da pazzi sclerati) faccia di me uno inquietante asd
          • krane scrive:
            Re: "Regolamentazione"?!
            - Scritto da: asd
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: asd


            minchia prima faceva ridere ma adesso è


            inquietante la cosa


            :|

            Perche' prima faceva ridere e quando scopri che

            e' vero ti risulta inquietante ? Davvero non ti

            aspettavi che succedessero queste cose ???

            Sei tu inquietante allora ! :|
            ma sei sicuro di stare bene? xDSolo perche' leggo i giornali e ricordo che succedono certe cose sul pianeta mi chiedi cio ? Ma sei sicuro di stare bene tu ?
            cioè lo stai trattando come se fosse una cosa
            normale incitare qualcuno a uccidersi (e non per
            scherzo)...No : lo sto trattando come uno che si e' stupito che certe cose succedono veramente, eppure basta guardarsi intorno e leggere i giornali per saperlo.Mi stupirebbe altrettanto che qualcuno non sapesse che in questo momento ci sono diverse guerre nel mondo in cui muore parecchia gente.
            non credo che pensare che gli esseri umani nel
            2008 siano appunto umani e non pazzi (visto che
            quello non è un comportamento nemmeno da animali
            ma addirittura da pazzi sclerati) faccia di me
            uno inquietante asdMi inquieta sapere che c'e' gente che non si rende cose che queste cose accadono, io fossi in te rivedrei la tua visione di umano e animale.
    • rimasto a guardare scrive:
      Re: "Regolamentazione"?!
      - Scritto da: jackoverfull
      Dunque, la polizia è stata avvisata e non è
      arrivata in tempo…e sarebbe colpa della "mancata
      regolamentazione della
      rete"?

      Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il padre
      sarà sconvolto, ma mi pare che stia attribuendo
      colpe a chi proprio non ne
      ha…

      Caliamo un velo pietoso su quelli che son rimasti
      a guardare senza far niente,
      oviamente.Anche il padre è tra quelli "rimasti a guardare".Se hai in casa un figlio per diciannove anni e questo s'ammazza un minimo di responsabilità è della famiglia.
      • krane scrive:
        Re: "Regolamentazione"?!
        - Scritto da: rimasto a guardare
        - Scritto da: jackoverfull

        Dunque, la polizia è stata avvisata e non è

        arrivata in tempo…e sarebbe colpa della

        "mancata regolamentazione della rete"?

        Mi spiace per il ragazzo e sicuramente il padre

        sarà sconvolto, ma mi pare che stia attribuendo

        colpe a chi proprio non ne ha…

        Caliamo un velo pietoso su quelli che son

        rimasti a guardare senza far niente, oviamente.
        Anche il padre è tra quelli "rimasti a guardare".
        Se hai in casa un figlio per diciannove anni e
        questo s'ammazza un minimo di responsabilità è
        della famiglia.Questi sono capaci se qualcuno si getta da un ponte di arrestare il ponte per istigazione al suicidio (rotfl)
  • Piero scrive:
    Chi doveva intervenire?
    Dispiace! E a Verona 5 morti in famiglia. Perché nessuno è intervenuto?Ci vogliono regole più stringenti anche per la famiglia in generale.Da ora in poi tutti i genitori prima di tornare a casa devono passare in questura a timbrare e lasciare le impronte.
    • monetina scrive:
      Re: Chi doveva intervenire?
      Condivido. Dire che "bisogna regolamentare internet" non vuol dire un beneamato. Si sarebbe suicidato comunque, solo che sarebbe finito sui giornali locali invece di finire su puntoinformatico.Che poi, vabbe'... e' come dire "bisogna regolamentare l'acqua", che affermazione e'?
    • Piero scrive:
      Re: Chi doveva intervenire?
      Mi commento. Sarei potuto intervenire io in via preventiva con un sito web, dandogli motivazioni, che so: psicologiche, religiose, sessuali, famigliari, finanziarie, affettive, per trovare una ragione di vita. Ma se rischio di essere bastonato e punito dalla legge solo perché apro un sito web, senza registrarlo al tribunale, chi me lo fa fare di intervenire?
      • Guido Dassori scrive:
        Re: Chi doveva intervenire?
        looooooooool- Scritto da: Piero
        Mi commento. Sarei potuto intervenire io in via
        preventiva con un sito web, dandogli motivazioni,
        che so: psicologiche, religiose, sessuali,
        famigliari, finanziarie, affettive, per trovare
        una ragione di vita. Ma se rischio di essere
        bastonato e punito dalla legge solo perché apro
        un sito web, senza registrarlo al tribunale, chi
        me lo fa fare di
        intervenire?
  • Pippero scrive:
    Re: sfogo della mezzanotte
    Condordo con quanto hai scritto ma c'é una realtá ormai fattuale: internet utilizzato dai giovani con con finalita totalizzanti sull'a propriA vita é sia depersonalizzante sia escludente. Tende ad esserela solavita socialeed il solo motivo di essere.Avvicina alla pAtologia più di ogni altro fenomeno conosciuto.P.s. Errori dovuti ad iPhone .sorry.
    • krane scrive:
      Re: sfogo della mezzanotte
      - Scritto da: Pippero
      Condordo con quanto hai scritto ma c'é una realtá
      ormai fattuale: internet utilizzato dai giovani
      con con finalita totalizzanti sull'a propriA
      vita é sia depersonalizzante sia escludente.
      Tende ad esserela solavita socialeed il solo
      motivo di essere.
      Avvicina alla pAtologia più di ogni altro
      fenomeno conosciuto.E si, capita anche con i ponti... Io una volta ho visto uno che si e' buttato da un ponte, l'hanno pure salvato e lui si e' incaZVolato come una Jena perche' voleva morire.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: sfogo della mezzanotte
      - Scritto da: Pippero
      Condordo con quanto hai scritto ma c'é una realtá
      ormai fattuale: internet utilizzato dai giovani
      con con finalita totalizzanti sull'a propriA
      vita é sia depersonalizzante sia escludente.
      Tende ad esserela solavita socialeed il solo
      motivo di essere.
      Avvicina alla pAtologia più di ogni altro
      fenomeno conosciuto.Per nulla. Internet è un mezzo. Se viene usato per rovinarsi la vita c'è già una patologia in corso. Non è internet il problema, così come non è il vino la causa dell'alcolismo.
  • Den Lord Troll scrive:
    ma tanto
    noi che facciamo ancora ridere i polli già arrosto, manco le banalità riusciamo a risolvere figurarsi le cose più serie .... abbasso bananaland !
  • Teenager al tappeto scrive:
    Teenager al tappeto!!!
    come da titolo :D
  • Lello scrive:
    Siamo alla solite
    Se uno si spara in testa con una Smith&Wesson la colpa non è della Smith&Wesson che ha costruito la pistola.Capisco il dolore dei familiari del ragazzo, ma per favore finiamola di tirare in mezzo Intenet che non c' entra proprio nulla quando succedono fatti sgradevoli messi in Rete tipo suicidio, assassinio, pedofilia o quant' altro.
    • mah scrive:
      Re: Siamo alla solite
      Quoto in todo, l'ennesima occasione per scagliarsi contro l'industria dell'entertainment digitale.. che non c'entra niente. Che palle.- Scritto da: Lello
      Se uno si spara in testa con una Smith&Wesson la
      colpa non è della Smith&Wesson che ha costruito
      la
      pistola.
      Capisco il dolore dei familiari del ragazzo, ma
      per favore finiamola di tirare in mezzo Intenet
      che non c' entra proprio nulla quando succedono
      fatti sgradevoli messi in Rete tipo suicidio,
      assassinio, pedofilia o quant'
      altro.
Chiudi i commenti