Varato il numero 709: 20 lire al minuto

L'Autorità decide di consentire ai provider di vendere connettività al costo di 1200 lire l'ora e pubblicizza la cosa come una riduzione tariffaria. Applaude il ministero delle Comunicazioni, incerta l'AIIP. Flat-rate irrisolta


Napoli – 20 lire al minuto, 1200 lire l’ora, 3600 lire per tre ore: questa la tariffa che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha deciso di legare al varo dei numeri 709. Sarà questo “prefisso”, infatti, a contraddistinguere le offerte che i provider potranno costruire sulla base di questa tariffa, che viene così “imposta” a Telecom Italia.

La decisione consentirà ai provider di vendere connettività ad un prezzo che viene proposto come “ribasso tariffario” e che sembra del tutto in linea, niente di più, con molte offerte oggi sul mercato, del tipo “pacchetto ad ore”. Ma è naturalmente presto per dire come si orienteranno i provider sul piano commerciale per agguantare quote di mercato. La speranza è che tutto questo porti davvero a oneri minori in carico all’utente.

“L’offerta – spiega l’Autorità nel suo comunicato – prevede che gli Isp possano utilizzare una numerazione 709 – dedicata esplicitamente ai servizi di accesso ad internet – per raccogliere il traffico dei propri abbonati a condizioni economiche decisamente migliori rispetto alle attuali, fatturando direttamente i propri clienti per tale servizio”.

L’Autorità sostiene che questa decisione porta addirittura le tariffe internet a livelli tra i più bassi in Europa… “Gli ISP – sostiene infatti l’Autorità – avranno un nuovo strumento per competere sul mercato dell’accesso a internet in piena parità. L’offerta approvata dall’Autorità garantisce, infatti, nuove opportunità competitive, a condizioni eque, trasparenti e non discriminatorie tra tutti gli operatori, stabilendo livelli di prezzo che sono tra i più bassi d’Europa.”

Nel comunicato si legge anche che “l’Autorità ha potuto verificare che esistono le condizioni affinché anche altri operatori di rete possano competere con Telecom Italia nell’offerta di analoghi servizi agli ISP”.

Il varo del 709, uno di quei modelli tariffari di cui ci si è finora limitati a parlare per almeno un anno, non risolve naturalmente la questione centrale, quella che è destinata ad incidere più di qualsiasi altra sulla diffusione dell’uso oltreché dell’accesso ad internet, vale a dire la questione flat-rate. Su questo fronte l’Autorità nel comunicato si è limitata ad affermare che “completerà in tempi brevi l’istruttoria per l’introduzione di una tariffa di interconnessione a Internet di tipo forfettario (FRIACO – Flat Rate Internet Access Call Orgination).”


Proprio sul fronte “FRIACO” si è espressa soltanto il commissario Paola Manacorda, secondo cui ora ci sono “le condizioni per un accordo conciliativo tra Telecom e Galactica divise da mesi da un contenzioso sul contratto di tariffa flat sottoscritto tra Telecom e l’internet provider, che l’ex monopolista non ha poi voluto rinnovare”.

Sulla decisione dell’Autorità è intervenuta l’AIIP, l’associazione dei provider, che ha espresso cautela. Secondo Paolo Nuti, presidente dell’associazione: “con il nuovo prefisso di accesso 709 si apre la possibilità di creare nuovi prodotti per l’accesso e i servizi legati a Internet. Una valutazione economica e anche delle ipotesi sui nuovi prodotti richiedono, tuttavia, un attento esame delle condizioni al contorno dell’offerta economica avanzata da Telecom Italia. In sostanza bisogna capire a quale ambito geografico si riferisce l’offerta (locale, marco-regionale o nazionale) e gli eventuali altri oneri a carico del provider, come per esempio i canoni per le linee di accesso”.

Le novità tariffarie sono state invece salutate con interesse dal ministero delle Comunicazioni. Per bocca del consulente del ministro Gasparri Gian Luca Petrillo, il ministero ha fatto sapere che “tutti i nostri sforzi sono rivolti, sin dai primi giorni del nostro insediamento, a creare le condizioni perché la rete possa entrare nelle case di tutti gli italiani. Le tariffe proposte saranno alla base del rapporto che legherà strettamente gli Internet Service Provider ai navigatori”.

Secondo Petrillo “il rilancio dell’economia della rete diventa effettivo attraverso la cooperazione e l’armonia tra gli operatori del settore. La decisione dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni dimostra che anche oggi si è operato nell’ interesse dello sviluppo del Sistema Italia. Auspico che i servizi proposti diventino al più presto realmente usufruibili per tutti e che seguano interventi sulle tariffe Flat Rate”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    estremisti
    in questo posto ci sono troppi estremisti,parlate di "bombe atomiche sparite" anche se alla fine sono sempre nei depositiuno ha detto che si potrebbe creare una seconda Chjernobyl,vorrei sapere a dove fosse collegato materiale nucleare........IGNORANTI ED ESTREMISTI
  • Anonimo scrive:
    mhaa...
    ...si perde i dati "per strada".. :-)))
  • Anonimo scrive:
    Re: MA STIAMO SCHERZANDO?
    - Scritto da: Andy
    Ca@@o ci sono clienti qui da noi che sono
    riusciti a capire l'importanza della
    sicurezza e magari possono arrivare anche a
    farsi sviluppare un DB gestionale
    personalizzato. Non è ammissibile che un
    dirigente tecnico in quel settore e di quel
    livello dia l'ok per la gestione di
    informazioni che hanno una importanza
    MONDIALE, attraverso un sw commerciale. Io
    il sw in quel caso melo creo da solo e se mi
    va anche il SO, con tutti i migliardi che
    spendo magari mi compro TORVALD. Anzi dovrei
    essere obbligato a non allinearmi al mercato
    ne business, ne consumer... Robba da
    matti...
    Che culo che siamo ancora qui a postarci
    messaggi..Già. Peccato solo dover essere costretti a leggere "migliardi" invece di "miliardi". Probabilmente per chi scrive codice non c'è l'obbligo di saper scrivere anche in italiano.
    Un saluto da un superstite...
    di questi incompetenti.
    Andy
    • Anonimo scrive:
      Re: MA STIAMO SCHERZANDO?
      - Scritto da: Darth Vader

      - Scritto da: Andy

      Ca@@o ci sono clienti qui da noi che sono

      riusciti a capire l'importanza della

      sicurezza e magari possono arrivare anche
      a

      farsi sviluppare un DB gestionale

      personalizzato. Non è ammissibile che un

      dirigente tecnico in quel settore e di
      quel

      livello dia l'ok per la gestione di

      informazioni che hanno una importanza

      MONDIALE, attraverso un sw commerciale. Io

      il sw in quel caso melo creo da solo e se
      mi

      va anche il SO, con tutti i migliardi che

      spendo magari mi compro TORVALD. Anzi
      dovrei

      essere obbligato a non allinearmi al
      mercato

      ne business, ne consumer... Robba da

      matti...

      Che culo che siamo ancora qui a postarci

      messaggi..

      Già. Peccato solo dover essere costretti a
      leggere "migliardi" invece di "miliardi".
      Probabilmente per chi scrive codice non c'è
      l'obbligo di saper scrivere anche in
      italiano.E' sempre un piacere leggere le risposte tecniche alle affermazioni di carattere tecnico; comunq da che posso dirti io, Fener (posso chiamarti cosi', ormai ci conosciamo :) Andy ha ragione, il motivo per cui le bancke difficilmente vengono bucate dall'esterno e' che il software e' scritto apposta, si raggiungono livelli di paranoia tali da farsi scrivere solo il framework all'esterno, se non e' possibile farlo fare da interni o da persone di assoluta fiducia.
      • Anonimo scrive:
        Re: MA STIAMO SCHERZANDO?
        - Scritto da: Gray
        E' sempre un piacere leggere le risposte
        tecniche alle affermazioni di carattere
        tecnico; Fatico a intravedere qualsiasi valutazione "tecnica" nelle affermazioni di Andy. Le sue sono valutazioni di tipo organizzativo.comunq da che posso dirti io, Fener
        (posso chiamarti cosi', ormai ci conosciamo
        :) Andy ha ragione, il motivo per cui le
        bancke difficilmente vengono bucate
        dall'esterno e' che il software e' scritto
        apposta, si raggiungono livelli di paranoia
        tali da farsi scrivere solo il framework
        all'esterno, se non e' possibile farlo fare
        da interni o da persone di assoluta fiducia.Le banche, in senso tradizionale, non sono state bucate perché hanno una rete privata e non sono esposte su internet (almeno non fino ai recentissimi internet banking). In realtà sono parecchi i casi di banche bucate dall'interno da dipendenti disonesti dell'IT, con metodi che non sto a raccontarti per ovvi motivi di prudenza.

        • Anonimo scrive:
          Re: MA STIAMO SCHERZANDO?
          - Scritto da: Darth Vader
          - Scritto da: Gray

          comunq da che posso dirti io, Fener

          (posso chiamarti cosi', ormai ci

          conosciamo

          :) Andy ha ragione, il motivo per cui le

          bancke difficilmente vengono bucate

          dall'esterno e' che il software e' scritto

          apposta, si raggiungono livelli di

          paranoia

          tali da farsi scrivere solo il framework

          all'esterno, se non e' possibile farlo

          fare da interni o da persone

          di assoluta fiducia.
          Le banche, in senso tradizionale, non sono
          state bucate perché hanno una rete privata e
          non sono esposte su internet (almeno non
          fino ai recentissimi internet banking). In
          realtà sono parecchi i casi di banche bucate
          dall'interno da dipendenti disonesti
          dell'IT, Ti assicuro che e' anche una questione di programmi ccustom: la rete X25 su cui viaggiano le banche non e' poi cosi' difficile da raggiungere dallì'esterno, il problema e' che devi:1) Sapere che esiste e pochi hacker sanno che esistono reti alternativie interconnese ad internet.2) Conoscere i VAX, le reti X25 e parecchie altre cosette che non insegnano a scuola.3) Conoscere il programma che ci sta girando sopra che di solito e' contorto apposta.
          con metodi che non sto a
          raccontarti per ovvi motivi di prudenza.Dillo a me che ho deciso di dirvi che lavoro in una di esse ma non potrei mai neanche dirvi in quale :)
  • Anonimo scrive:
    Il buon vecchio zio Sam...
    ... si vede che deve proprio voler male all' ex nemico bolscevico, anche adesso che non e' piu' il lupo cattivo di una volta. Eh si' perche' "aiutare la Russia" dandogli del software Microsoft per gestire sistemi critici e' un po' come aiutare un cieco facendolo accompagnare da un cane epilettico con un occhio solo e il cimurro... Mah! Ma voi usereste del software microsoft per gestire, per esempio, la vostra lavatrice? O il telecomando della votra tv preferita? O il vostro sito web? Il sistema abs della vostra macchina magari?
  • Anonimo scrive:
    Il problema è l'Open Source
    Il fatto che SQL abbia dei bug non è nuovo, ne tantomeno che windows ( = microsoft ) sia una bagarola piena di buchi.E quindi adottare applicazioni microsoft in ambito istituzionale ( e in particolare in quello della sicurezza mondiale ! ) mi sembra quantomai una scelta affrettata e dettata dagli accordi economici più che dall'affidabilità del prodotto.Tuttavia anche Linux non è molto adatta a queste mansioni, perchè il fatto stesso di essere Open Source lo penalizza non poco.La soluzione sarebbe un s.o. Linux-like che comprenda il kernel e la stabilità Linux ma specifiche non pubbliche per garantire la massima sicurezza del sistema ( e comunque non esiste il s.o. sicuro al 100 % ).Per fare ciò è necessario un team di sviluppatori che un governo come quello USA puù tranqulillamente stipendiare.Questo non lo può fare la Russia che stenta a dare a tutti la possibilità di mangiare, figuriamoci se può permettersi di pagare un team si sviluppatori supers-pecializzati per creare un nuovo s.o.L'unica soluzione sarebbe quella di "donare" i s.o. ibridi sviluppati in USA alla Russia, in nome della sicurezza mondiale
  • Anonimo scrive:
    che rottura
    xchè vi affanate tanto a parlare di scienza se vi svegliate solo a notizie sensazionalistiche ?siete veramente rompicoglioni,guardate meno film tragici e siate + realisitici (o tacete e fatevi una pippa)Voi sapete solo usare un computer , non sapete un fico secco di scienza e sparate giudizi sulle scelte altrui (una persona non può scegliere di dedicarsi alla conoscienza invece che all'ignoranza ?)Studiate,studiate, che siete ancora alle elementari
  • Anonimo scrive:
    Non si leggono più le istruzioni...
    Nooooo!!! Eppure c'è scritto chiaramente nei contratti di licenza dei software Microsoft che i loro prodotti non vanno utilizzati in caso di sistemi che compromettano la sicurezza nazionale o situazioni che comprendano obiettivi nucleari, batteriologici o che comunque mettano a rischio la sicurezza degli individui...!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non si leggono più le istruzioni...
      con windows ci giochipoi nessuno ti impedisce di usarlocome M.C. pero solo come interfaccia dato che sul server puo starci di tuttopoi una cosa usare doppio db ?uno su windows uno su linux e difficile che 2 cose abbiano lo stesso bacoalmeno si puo fare la sincronizzazioe dei db vedere le incongruenze ma anche 2 os sono pochimagari anche db diversi in modo da avere un backuprealecomunque hai ragione poi leggiti i punti 11-12 della licenza del 2kvedi che va bene solo per giocare e neanche a quello a voltecomunque i russi so gnioranti (si sono fidati)ma gli usa so stupidiGERMANIA E CINA non usano windows !
  • Anonimo scrive:
    un reference del kurchatov institute?
    Niente? Strano che facciano una scoperta del genere e anche cercando sul loro sito non si trovi nulla di nulla... in fondo qualche soldino alla microsoft potevano anche spillarlo , no? Ah gia la congiura del silenzio...
  • Anonimo scrive:
    Fatevi furbi
    Leggo e rileggo questo articolo e non posso credere ai miei occhi.Ma davvero si sta sottointendendo subdolamente che la colpa di un eventuale rischio nucleare è di Microsoft.Fatemi capire. Ma quelle testate che Sql Server sta inventariato, chi le ha costruite? Chi le ha pagate? Chi ha devoluto una cospicua parte del proprio prodotto interno lordo alla proliferazione nucleare?Quando si mettono le dita sulla tastiera e si comincia a scrivere, bisognerebbe verificare che vi sia un po' di materia grigia attiva (qui non si parla nemmeno di professionaltà, siamo lontani anni luce dalla professionalità giornalistica).
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatevi furbi
      - Scritto da: Darth Vader
      Ma davvero si sta sottointendendo
      subdolamente che la colpa di un eventuale
      rischio nucleare è di Microsoft.Certo se la vuoi difendere anche in questo caso,il tuo dev'essere un amore appassionato per Bill.
      Fatemi capire. Ma quelle testate che Sql
      Server sta inventariato, chi le ha
      costruite? Chi le ha pagate? Chi ha devoluto
      una cospicua parte del proprio prodotto
      interno lordo alla proliferazione nucleare?No, no, chi ha scritto SQL?Guarda che si sta parlando di un problemapuralmente software. Il database perde deirecords all'insaputa dell'utenza.Non si parla di refusi nell'inserimentodei dati. Il bug c'è davvero.
      Quando si mettono le dita sulla tastiera e
      si comincia a scrivere, bisognerebbe
      verificare che vi sia un po' di materia
      grigia attiva (qui non si parla nemmeno di
      professionaltà, siamo lontani anni luce
      dalla professionalità giornalistica).Se per professionalità giornalistica intendiqualcosa da chiamare in causa per NON direquello che succede davvero, è quella cosa chescappa di fronte al dovere di cronaca.
  • Anonimo scrive:
    Help: dove trovare sul sito MS info sugli errori?
    Ho letto l'articolo di reference linkato all'articolo, quello sul sito della difesa americano (il secondo in particolare).Rivolto a sistemisti e programmatori in paricolare. Qualcuno sa dove posso trovare i riferimenti a questi problemi sul sito della Microsoft, se ce ne sono? Che so, nella knowledge base o su Technet, io ho cercato ma non ho trovato nulla, nemmeno i numeri di tracking citati dalla pagina sul sito della difesa americana, che penso però siano riservati.Ciao e Grazie!P.s.: forse MS nicchia e non divulga informazioni...
  • Anonimo scrive:
    Aggiornamento.
    Nel mio post precedente dicevoche avevo paura non di SQLServer madi quelli che avevano scrittoil programma! Avevo ragione.Questi signori oltre ad avere qualche problema nel comprendere il concetto di cast di una variabile e l'uso delle statitische di accessohanno una grave lacuna nel comprendereil concetto di funzionamento di SQLServer nel modello di sicurezza Windows NTe nel modello nativo SQLServer.La loro meraviglia nasceva dal fatto che lasciando blank username e password utilizzando una workstation NT nella quale si erano autenticaticome amministratori di dominio riuscissero a collegarsi a tutti i SQLServer 7.0 presenti nel dominio. Ma cribbio, non dico leggere i manuali, ma almeno domandarsi perchè nella Security di SQLServer (6.5,7.0 e 2000) esiste di default il gruppo locale NT (BUILTIN) degli Administrators presente nella macchina sulla quale gira SQLServere nemmeno sanno che quando una macchina NT viene aggregata ad un dominio NT gli amministratori del dominio vengono inseriti all'interno del gruppo locale (BUILTIN) degli Administrators.Ogni commento e superfluo.
  • Anonimo scrive:
    Usate un database ad oggetti !
    Colgo l'occasione per segnalarvi un DBMS ad oggetti: Orient ODBMS.http://www.orientechnologies.comProvate le prestazioni: anche 1000 volte più veloce !!!Ciao, Lvc@
  • Anonimo scrive:
    Mah ! mi pare strano...
    Ma secondo voi, con milioni di aziende che utlizzano il SQL Server da anni, perché non se n' é mai accorto nessuno ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Mah ! mi pare strano...
      - Scritto da: Emanuele Rossi
      Ma secondo voi, con milioni di aziende che
      utlizzano il SQL Server da anni, perché non
      se n' é mai accorto nessuno ?Ehehe... strano vero? Soprattutto aziende che gestiscono molti piu' record...
  • Anonimo scrive:
    La prossima volta ...
    La prossima volta usate un AS/400 :-)
  • Anonimo scrive:
    Senza parole
    Ho letto il documento che descrive"l'errore".Non temo SQLServer. Temo che ha scritto quel software.
  • Anonimo scrive:
    ALIEN...NANTE
    Alien dove sei ???Dicci la tua... ti prego !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ALIEN...NANTE
      - Scritto da: Alien_friend
      Alien dove sei ???
      Dicci la tua... ti prego !!!!Cosa vuoi che dica?BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... UTONTI DI QUI .....UTONTI DI LA' .....DRAGASACOCCE ....BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA....
      • Anonimo scrive:
        Re: ALIEN...NANTE

        UTONTI DI QUI .....
        UTONTI DI LA' .....
        DRAGASACOCCE ....
        BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA....
        BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... BLA.... Ah ah ah ah !!!
  • Anonimo scrive:
    ALLUCINANTE...
    Di per sè è gia una cosa allucinante che l'apparato militare americano si basi su un software commerciale (e oltretutto Microsoft LOL).Ma ancor peggio secondo me è che Microsoft stessa dopo aver consigliato l'upgrade alla versione 7.0, abbia di nuovo confermato la presenza di un bug piuttosto pesante... Mah...
  • Anonimo scrive:
    Ma secondo voi...
    Questa storiella di M$ e dei missili mi ha riportato in mente una riflessione/auspicio che facevo qualche tempo fa:ma non è che, a furia di incidenti così, possa (finalmente) aumentare il numero di responsabili di aziende e enti pubblici che vogliono passare a soluzioni open source? Magari...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma secondo voi...
      - Scritto da: L.
      Questa storiella di M$ e dei missili mi ha
      riportato in mente una riflessione/auspicio
      che facevo qualche tempo fa:

      ma non è che, a furia di incidenti così,
      possa (finalmente) aumentare il numero di
      responsabili di aziende e enti pubblici che
      vogliono passare a soluzioni open source?
      Magari...Si....Se non si estinguono prima (e noi con loro)....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma secondo voi...
      Xchè tu credi veramente che un sw open sources sia molto più affidabile? Ho i miei dubbi. Un sw affidabile te lo scrivi da solo, non utilizzi qualcosa che già esiste. Io uso Win felicemente perchè conosco i suoi limiti, e non vado oltre. Non lo userei certo per un'archivio di armi nucleari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma secondo voi...

      ma non è che, a furia di incidenti così,
      possa (finalmente) aumentare il numero di
      responsabili di aziende e enti pubblici che
      vogliono passare a soluzioni open source?
      Magari...Cosi' il primo tecnico nucleare a cui la Russia non paga lo stipendio ficca un paio di backdoor in tutto quel bel sw opensource e da casa comincia a far trasferire bombe atomiche qui e li...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma secondo voi...

        Cosi' il primo tecnico nucleare a cui la
        Russia non paga lo stipendio ficca un paio
        di backdoor in tutto quel bel sw opensource
        e da casa comincia a far trasferire bombe
        atomiche qui e li...Di' un po', ma hai realizzato che i russi per creare le patch per SQL devono essere in possesso dei sorgenti? E che quei sorgenti saranno accessibili solo a pochi privilegiati, perciò un'eventuale backdoor sarebbe impossibile da scoprire?Se fosse opensource tutti potrebbero leggere i sorgenti e la sicurezza di tale software aumenterebbe esponenzialmente. Non è con la segretezza che si mantiene la sicurezza del proprio sistema, così facendo si ottiene solo che i bug sono scoperti solo dai craker e non dagli amministratori di sistema. E così i craker scorrazzano indisturbati per il sistema finché non lasciano qualche traccia che lasci intuire un accesso esterno. Campa cavallo che l'erba cresce ed i segreti prendono il volo...Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma secondo voi...

          Di' un po', ma hai realizzato che i russi
          per creare le patch per SQL devono essere inNo , ho realizzato che sta notizia e' una palla.
          Se fosse opensource tutti potrebbero leggere
          i sorgenti e la sicurezza di tale software
          aumenterebbe esponenzialmente. Non è con laSi certo ... peccato che tutti potrebbero anche inserire la backdoor... secondo te e' piu' facile controllare i 4 ingegneri che hanno in mano i sorgenti o 4000 dipendenti (in gran parte scontenti trattandosi di Russia).
          segretezza che si mantiene la sicurezza del
          proprio sistema, così facendo si ottiene
          solo che i bug sono scoperti solo dai craker
          e non dagli amministratori di sistema. EE perche' i cracker dovrebbero scoprirla mentre gli amministratori di sistema no ?
          esterno. Campa cavallo che l'erba cresce ed
          i segreti prendono il volo...Sisi certo , intanto il piu' bel buco degli ultimi tempi l'abbiamo avuto ai danni di due bei sistemini opensource (sourceforge e apache).
  • Anonimo scrive:
    Kurchatov e i sorgenti di SQL
    Notizia: L'istituto Kurchatov ha quindi deciso di sviluppare per conto proprio la "patch" per questi difetti di SQL Server 6.5 e 7, che verrà poi distribuita anche ai colleghi statunitensi. Per sviluppare per conto proprio la patch devono avere i sorgenti di SQL ServerQuindi non è vero che M$ tiene nascosti i sorgenti all'umanità, semplicemente non li dà in pasto agli hackers.
    • Anonimo scrive:
      Re: Kurchatov e i sorgenti di SQL
      Hai scoperto l'acqua calda.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Kurchatov e i sorgenti di SQL
      Non credo, credo invece che si siano accorti che l'errore è nel programma che usa SQLServer, non inSQLServer.Se il baco fosse stato di SQLServer e fosse di quel tipo, Oracle l'avrebbe scoperto dopo 2 giorni dall'uscita di SQLServer e l'avrebbe strombazzato ai quattro venti.Un errore del genere su un DB di qualche centinaio di migliaia di record salterebbe fuori nel giro di poche ore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Kurchatov e i sorgenti di SQL


      Per sviluppare per conto proprio la patch devono avere i sorgenti di SQL ServerVeramente, dice solo che, sikkome l'errore non avviene sempre ma 'random' eseguono un doppio test sull'estrazione e, se i risultati sono diversi, scartano la transazione. Chiamasi 'patch al programma' e ti copre, appunto, dai buchi del software di base senza che tu lo debba modificare...Leggiti i link in inglese e lo capirai...
  • Anonimo scrive:
    Sicuramente era meglio il librone...
    Era meglio un lbro scritto a mano, magari scritto da questo scamiciato che scrive sti articoli del piffero.Il sole di agosto fa male, specia a coloro che scrivono che a causa di un buco di SQL Server si rischia di perdere dei pezzi dell'arsenale atomico... e chissà cos'altro?Secondo me si stà perdendo il lume della ragione, i buchi del SW ci sono OVUNQUE e quindi in SQL server come nel SW (UNIX) scritto per pathfinder su marte... Secondo me il problema sta a monte della scelta di SQL server, sta in chi ha usato un SSW senza testarne l'efficienza e l'affidabilità.Quanto ai russi: con un miliardo di dollari l'anno e una centrale nucleare scoppiata (quella si e per davvero) dovrebbero esprimere giudizi più misurati altrimenti se non gli va di usare un SW americano poco affidabile ... beh che tornino a mano.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicuramente era meglio il librone...
      - Scritto da: Kaiman
      Quanto ai russi: con un miliardo di dollari
      l'anno e una centrale nucleare scoppiata
      (quella si e per davverocome centrali scoppiate siamo 1-1, anche se gli americani son riusciti a contenere meglio i danni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicuramente era meglio il librone...
      - Scritto da: Kaiman
      Quanto ai russi: con un miliardo di dollari
      l'anno e una centrale nucleare scoppiata
      (quella si e per davvero) dovrebbero
      esprimere giudizi più misurati altrimenti se
      non gli va di usare un SW americano poco
      affidabile ... beh che tornino a mano.ti ricordo che la mir ha funzionato 15 anni senza problemi (vabbè, a parte gli asteroidi che le cozzavano contro ;o)) con software scritto apposta dai russi mentre su alpha nn riescono nemmenoa mandare la posta elettronica perchè outlook si impianta!!!!!!Forse era meglio usare pine...(ma tu forse nn sai neanche che cos'è pine...)
      • Anonimo scrive:
        Re: Sicuramente era meglio il librone...

        ti ricordo che la mir ha funzionato 15 anni
        senza problemi (vabbè, a parte gli asteroidi
        che le cozzavano contro ;o)) con software
        scritto apposta dai russi mentre su alpha nn
        riescono nemmenoa mandare la posta
        elettronica perchè outlook si impianta!!!!!!
        Forse era meglio usare pine...
        (ma tu forse nn sai neanche che cos'è
        pine...)Bahah .. bella questa della mir che ha funzionato 15 anni senza incidenti...avevano dei programmi cosi' eccezionali scritti dai russi ,tipo il controllo dell'aggancio della soyutz, il programma completamente automatico chiamato "comandante della stazione" ,funziona molto bene se rifornito continuamente di vodka altrimenti provoca problemini ...tipo cargo che si schianta contro il pannello solare lasciando la stazione in emergenza per qualche mese. O forse era linux ad aver finito la vodka?
  • Anonimo scrive:
    patch...
    "La software house di Redmond ha consigliato ad ambedue le parti l'upgrade a SQL Server 7.0."ahahahah..troppo ridere..se poi sparisce qualche missile uscirà anche qualche hotfix...hihi...
    • Anonimo scrive:
      Re: patch...
      E perchè non usare l'ultima versione di software?Tu percaso utilizzi ancora il CP/M o ti sei evoluto?
      • Anonimo scrive:
        Re: patch...
        microsoft ha sempre delle uscite ridicole... in questo caso non l'ho escplicato nero su bianco ma il mio il commento era chiaramente rivolto a questo tipo d atteggiamento..d'accordissimo nelle usare le ultime versioni..(anche se non è detto che siano migliori delle precedenti.. soprattutto quando si parla d prodotti m$...)
        • Anonimo scrive:
          Re: patch...
          - Scritto da: m1
          microsoft ha sempre delle uscite ridicole...
          in questo caso non l'ho escplicato nero su
          bianco ma il mio il commento era chiaramente
          rivolto a questo tipo d atteggiamento..
          d'accordissimo nelle usare le ultime
          versioni..
          (anche se non è detto che siano migliori
          delle precedenti.. soprattutto quando si
          parla d prodotti m$...)Io capisco benissimo che in generale e' meglio usare le ultime versioni che (in genere) sono migliori e meno bacate. Capisco anche che (come eccezione a cio' che ho detto prima) possa uscire una versione che presenta dei bachi inaspettati.Quello che non capisco con i prodotti Microsoft e' che regolarmente : versione ottava meraviglia del Mondo, capace di risollevare le sorti dell'umanita' e pietra miliare dell'informatica destinata ad essere ricordata dai posteri. Versione -1 cagata allucinante piena di bachi.....
          • Anonimo scrive:
            Re: patch...

            Quello che non capisco con i prodotti
            Microsoft e' che regolarmente : versione
            ottava meraviglia del Mondo, capace
            di risollevare le sorti dell'umanita' e
            pietra miliare dell'informatica destinata ad
            essere ricordata dai posteri. Versione
            -1 cagata allucinante piena di
            bachi.....Verissimo... tranne forse nel caso di Office 97:Secondo me il migliore (meno peggio?) sw backoffice di M$ (a patto di non aver installato Clippy)!
      • Anonimo scrive:
        Re: patch...
        se io sono un'azienda e il mio sistema funziona, fa quello che serve a me, nn ho nessun motivo per aggiornarlo.E'bper questo che sparate del genere, tipiche di ms, sono del tutto RIDICOLE.- Scritto da: Ginko
        E perchè non usare l'ultima versione di
        software?
        Tu percaso utilizzi ancora il CP/M o ti sei
        evoluto?
      • Anonimo scrive:
        Re: patch...


        E perchè non usare l'ultima versione di software?Semplice: perche'e' la meno sicura. La piu' sicura e' sempre la penultima versione, perche' i bachi li hai gia' trovati e sai che workaround. Nella nuova versione i bachi devi ancora scoprirli.Certo, si parla di SH serie che i buchi li *riparano*...
  • Anonimo scrive:
    Il disarmo...
    ... eccolo.virtualmente, probabilmente, sia Russia sia USA hanno ridotto il loro arsenale atomico.E' c'è chi diceva che Bush voleva stracciare il contratto sul disarmo.Un bel archivio su SQL server, ed ecco come ti smaterializzo dei bei missili a testata nucleare.senza fare scorie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il disarmo...
      - Scritto da: l
      ... eccolo.
      virtualmente, probabilmente, sia Russia sia
      USA hanno ridotto il loro arsenale atomico.
      E' c'è chi diceva che Bush voleva stracciare
      il contratto sul disarmo.
      Un bel archivio su SQL server, ed ecco come
      ti smaterializzo dei bei missili a testata
      nucleare.
      senza fare scorie.SQL scancello a quor leggero ...(licenza poetica)
    • Anonimo scrive:
      Re: Il disarmo...
      - Scritto da: l
      ... eccolo.
      virtualmente, probabilmente, sia Russia sia
      USA hanno ridotto il loro arsenale atomico.
      E' c'è chi diceva che Bush voleva stracciare
      il contratto sul disarmo.
      Un bel archivio su SQL server, ed ecco come
      ti smaterializzo dei bei missili a testata
      nucleare.
      senza fare scorie.Mmmm....non e' che il baco e' stato voluto dal Pentagono per dimostrare l'adeguamento ai trattati SALT senza distruggere fisicamente le testate ?
  • Anonimo scrive:
    Argh!
    ...... della serie: siamo fortunati che il mondo è ancora qui? (com'era? contro la stupidità neanche gli dei...)
  • Anonimo scrive:
    La differenza fra indice e tabella
    Studiatela che mi sa non la conoscete.
  • Anonimo scrive:
    Usare Microsoft per mission critical??
    Dei geniacci, questi Russi.Che devi fare?? Gestire l'archivio delle armi nucleari, usiamo windows daiii!!!Cavolo, ma che siete impazziti??Ma se non vi potete permettere un main frame almeno un QNX procuratevelo!!!!Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Usare Microsoft per mission critical??
      - Scritto da: Krecker
      Dei geniacci, questi Russi.
      Che devi fare?? Gestire l'archivio delle
      armi nucleari, usiamo windows daiii!!!
      Behh che dire, sono piu' geni dei loro colleghi statunitensi che non hanno piu' nessun archivio cartaceo........ e che non si sono accorti di nulla........C'e' voluto l'intervento di un paese in piena disfatta (ma evidentemente che non ha mai pensato di essere il piu' forte e per cui anche negli anni bui non ha abassato la guardia) per scoprire i difetti.......
      Cavolo, ma che siete impazziti??
      Ma se non vi potete permettere un main frame
      almeno un QNX procuratevelo!!!!

      CiaoCerto QNX potrebbe essere un'ottima soluzione, ed io che ho sempre pensato, erroneamente evidentemente, che i militari si sviluppassero i propri OS ed applicativi.....Mahhh questo insegna una cosa soltanto che informatica, a differenza di quello che la magior parte della popolazione creda, non vuol dire computer......L'informatica e' la scienza che studia l'aquisizione, la memorizzazione, l'elaborazione e la rappresentazione dell'informazione, mentre i computers non sono altro che un mezzo per fare cio'..... (Se si trovasse un mezzo migliore l'informatica si avvalerebbe di quel mezzo tralasciando i computers)MEDITATE GENTE, MEDITATE
      • Anonimo scrive:
        Re: Usare Microsoft per mission critical??
        QNX, LInux, persino OS/2 e poi... MySQL, Postgres... ORACLE! Che per Linux e' Free.Avrebbero speso meno e guadagnato di piu' in efficenza e... Sicurezza
        • Anonimo scrive:
          Re: Usare Microsoft per mission critical??
          - Scritto da: §o§e
          QNX, LInux, persino OS/2 e poi... MySQL,
          Postgres... ORACLE! Che per Linux e' Free.
          Avrebbero speso meno e guadagnato di piu' in
          efficenza e... SicurezzaAlt! Alt! Alt! Frena...Prontissimo a difendere gli ideali di Linux,prontissimo ad ammettere che funziona megliodi Windows, ma pronto anche ad affermare chenon mi fiderei nemmeno di Linux in un postocosì particolare. Ha anche lui i suoi problemiche derivano dalle sue complessità. I sistemiconsumer sono troppo complessi per esseredavvero affidabili. Per queste cose, in effettianch'io pensavo che avessero i loro sistemioperativi, semplicissimi nel loro design (tipoMS-DOS tanto per dare un'idea) MA solidi comeuna roccia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Usare Microsoft per mission critical??
          - Scritto da: §o§e
          QNX, LInux, persino OS/2 e poi... MySQL,
          Postgres... ORACLE! Che per Linux e' Free.
          Avrebbero speso meno e guadagnato di piu' in
          efficenza e... SicurezzaEh si senz'altro... si mettono a gestire un db di bombe atomiche con mysql ,poi quando si trovano una bomba atomica che per un errore del db e' finita nella fornitura per le mense scolastiche se la prendono con ...con chi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Usare Microsoft per mission critical??

        erroneamente evidentemente, che i militari
        si sviluppassero i propri OS ed
        applicativi.....Infatti... tu pensi che sul serio i russi affiderebbero la gestione del loro database di ordigni a un software americano? E magari c'era linux a controllare l'autopilota del kursk...
    • Anonimo scrive:
      Re: Usare Microsoft per mission critical??
      - Scritto da: Krecker
      Dei geniacci, questi Russi.
      Che devi fare?? Gestire l'archivio delle
      armi nucleari, usiamo windows daiii!!!

      Cavolo, ma che siete impazziti??
      Ma se non vi potete permettere un main frame
      almeno un QNX procuratevelo!!!!

      CiaoA parte che sono stati gli americani ad "offrire" un pacchetto di sicurezza....Ma da che mondo e mondo non ho mai visto un sistema mission critical con sistemi M$.Certo, mettendo 3/4 cluster, hai voglia che ti si fermino tutti e quattro.Se poi non è in rete, tanto meglio.Ma installarci su SQL server.... nooo....Per gestire tabelle e tabelline, il meglio, da sempre, è L'AS400.....Nessuno può competere. finora.
    • Anonimo scrive:
      Re: Usare Microsoft per mission critical??
      Vabbò però neanche nei main frame c'é tutta sa sicurezza o fedeltà!!!Diciamo che facevano bene a stamparsi ogni tanto dei bei libroni per archiviarli come ulteriore backup! :))
    • Anonimo scrive:
      Re: Usare Microsoft per mission critical??
      Quand'e' che metteranno windoz come sistema di gestione di una centrale nucleare?
      • Anonimo scrive:
        Re: Usare Microsoft per mission critical??


        Quand'e' che metteranno windoz come sistema di gestione di una centrale nucleare?Gia' fatto. Chernobyl non ti dice nulla?
        • Anonimo scrive:
          Re: Usare Microsoft per mission critical??
          - Scritto da: Obelix


          Quand'e' che metteranno windoz come
          sistema di gestione di una centrale
          nucleare?
          Gia' fatto. Chernobyl non ti dice nulla?Ma fino a qualche tempo fa non sbandieravate che in Russia e in Cina si usava solo linux per motivi economici?
          • Anonimo scrive:
            Re: Usare Microsoft per mission critical??
            - Scritto da: Ciao

            - Scritto da: Obelix



            Quand'e' che metteranno windoz come

            sistema di gestione di una centrale

            nucleare?

            Gia' fatto. Chernobyl non ti dice nulla?

            Ma fino a qualche tempo fa non sbandieravate
            che in Russia e in Cina si usava solo linux
            per motivi economici? Si ma sai c'e' gente che non si fida dei prodotti gratuiti.... E poi viene irradiata.
  • Anonimo scrive:
    Ma è uno scherzo?
    Sarebbe inconcepibile una cosa del genere.La notizia ha un che di irreale, è vera o no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma è uno scherzo?
      E' verissima. L'unica speranza e' che almeno SQL 2000 non abbia gli stessi problemi...e' l'ultima versione che rimane da provare.....altrimenti poi siamo fritti.Comunque e' proprio triste perche' anche se accetto una certa dimenticanza in prodotti "home" come Millennium e il Media Player, non posso accettarla in Windows2000 o SQL Server. E' proprio inconcepibile soprattutto perche' veramente non degna di una societa' con cosi' tanti impiegati...che il piu' siano avvocati ? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma è uno scherzo?
        - Scritto da: XP
        E' verissima.Allora si salvi chi può!!!
        Comunque e' proprio triste perche' anche se
        accetto una certa dimenticanza in prodotti
        "home" come Millennium e il Media Player,
        non posso accettarla in Windows2000 o SQL
        Server. E' proprio inconcepibile soprattutto
        perche' veramente non degna di una societa'
        con cosi' tanti impiegati...che il piu'
        siano avvocati ? :-)Non so cosa dire e nemmeno cosa pensare, maconosco i meandri di varie versioni di Windows.Vi succedono cose assurde, tanto più assurdequanto più è fondamentale il compito che ilsistema deve svolgere. Per esempio i parametridella command line: quando uno esegue un programmaal programma vengono passati dei parametri, e traquesti c'è il nome di un eventuale file che èstato trascinato sull'icona del programma perassociarglielo nell'esecuzione. Ora, questo nomepuò contenere spazi o meno. Quando ci sono deglispazi nel nome, Windows delimita il nome stessocon delle virgolette. In questo non c'è nessunproblema, se non ché poi riprovo a passare alprogramma un file che non ha spazi nel nome, evedo che le virgolette ci sono lo stesso.Bene, anche qui nessun problema: ok, so come decodificare la command line, ho capito... cimette sempre le virgolette, al di là del fattoche il file abbia spazi nel nome o no.Ricompilo con la routine che giudico correttaper tradurre la command line e... arriva l'ennesima sopresa: stavolta non ha messo levirgolette! E quindi l'interpretazione dellacommand line, concludo io, è arbitraria, 'stevirgolette le mette quando gli pare... da noncredere. E ho provato, sì, anche col 2000.E' uguale, da non credere ma è ancora lì,quell'assurdo comportamento... mah?Cioè, vorrei davvero chiedere al sistemistacome cacchio dovrebbe funzionare 'sta cosa deinomi di files passati come parametri..."non degna di così tanti programmatori"...ma non è che saranno un po' troppi??E nessuno riesce a coordinarli bene?
        • Anonimo scrive:
          Re: (OT - virgolette) Ma è uno scherzo?
          - Scritto da: Alex.tg
          (...)
          Vi succedono cose assurde, tanto più assurde
          quanto più è fondamentale il compito che il
          sistema deve svolgere. Per esempio i
          parametri
          della command line:
          (...)
          Quando ci sono degli spazi nel nome,
          Windows delimita il nome stesso
          con delle virgolette.
          (...)
          l'ennesima sopresa: stavolta non ha messo le
          virgolette! E quindi l'interpretazione della
          command line, concludo io, è arbitraria, 'ste
          virgolette le mette quando gli pare... Mi pare che le virgolette non vengano messe solo quando ci sono gli spazi, ma anche quando ci sono degli altri caratteri 'speciali' nel nome. Devo averlo letto in un Help di Win da qualche parte. Cmq, tu puoi modificare la routine in modo che, se il primo carattere (dopo ev. spc) é virgolette, tu becchi fino alla successiva, altrimenti fino allo spazio. No?Out-of-OT, non credo che siano le virgolette il problema vero di MS! C'é ben altro.....
          • Anonimo scrive:
            Re: (OT - virgolette) Ma è uno scherzo?
            - Scritto da: Berto
            Mi pare che le virgolette non vengano messe
            solo quando ci sono gli spazi, ma anche
            quando ci sono degli altri caratteri
            'speciali' nel nome. Devo averlo letto in un
            Help di Win da qualche parte.Non torna.Il nome di file non conteneva caratterispeciali, e ad ogni modo io stavo facendole prove CON LO STESSO FILE, per il qualesi è comportato due volte in modo diverso.
            Cmq, tu puoi
            modificare la routine in modo che, se il
            primo carattere (dopo ev. spc) é virgolette,
            tu becchi fino alla successiva, altrimenti
            fino allo spazio. No?Infatti! Feci proprio così,ma la soluzione mi sembra schifosamente sporca,addirittura ripugnante. Ora, io sono un po'fanatico della robustezza delle infrastrutturefondamentali di un SO, però la soluzione èobiettivamente brutta.
            Out-of-OT, non credo che siano le virgolette
            il problema vero di MS! C'é ben altro.....Bravo.Molti difetti simili a quello.Le API sono un labirinto di funzioniper lo più organizzate malissimo, spessotroppo specifiche, e quindi più vulnerabilial problema dell'obsolescenza.Detto papale papale, Windows costringe leapplicazioni a funzionare male. Sembra unagrossa accusa ma credimi, è giustificata.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma è uno scherzo?
          Non ho capito bene... intendi dal lato dello sviluppatore ? Io ho capito che passa le virgolette quando il nome lo prende dal campo "nome lungo" (non so l'esatta "dicitura"), è invece senza virgolette quando si tratta di un "nome MS-DOS" (scusate la superficialità).Quindi sapevo che potevo avere due possibilità: un nome senza virgolette, nel qual caso sarebbe rientrato nelle specifiche dei nomi del vecchio MS-DOS, e con le virgolette, nel qual caso avrebbe potuto contenere i nuovi caratteri (ma questo poco importa).ora è parecchio tempo che non sviluppo applicazioni Desktop, quindi la memoria potrebbe anche sbagliare, ma non credo... comunque io ricordo "sta roba" qua... :-)))))ciao ciao.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma è uno scherzo?
            - Scritto da: James Kirk
            Non ho capito bene... intendi dal lato dello
            sviluppatore ?Eh, sì.
            Io ho capito che passa le
            virgolette quando il nome lo prende dal
            campo "nome lungo" (non so l'esatta
            "dicitura"), è invece senza virgolette
            quando si tratta di un "nome MS-DOS"
            (scusate la superficialità).No. Passa i parametri in questo modo soloquando si tratta di PIFs (collegamenti a programmiin DOS) o di WinOldAp (programmi a 16bit).Per le applicazioni Win32 la cosa funzionainvece in quel modo assurdo, e non sembraesserci proprio una regola.
            ora è parecchio tempo che non sviluppo
            applicazioni Desktop, quindi la memoria
            potrebbe anche sbagliare, ma non credo...
            comunque io ricordo "sta roba" qua...
            :-)))))Per me è stato un problema recente...
            ciao ciao.
  • Anonimo scrive:
    non ci posso credere...
    ogni giorno, dico, ogni santissimo giorno, una (o piu' d'una) nuova sui bug dei prodotti microsoft...a parte che i più pazzi sono coloro che hanno deciso come scelta tecnica di adottare windows e sql6 per un'applicazione militare mission critical; ma siamo comunque alla barzelletta.più tardi voglio assistere allo scatenarsi dei flame linux/m$ con ALIEN e Ciao in prima linea...ora devo andare a consumare un po' di banda nel locale CED: sono trascorse già alcune ore dall'ultimo aggiornamento all'unico server microsoft che ho la sfortuna di amministrare...
  • Anonimo scrive:
    premere 1 tasto qualsiasi
    attenzione: scandisk ha rilevato un errore: premere 1 tasto a scelta x bombardare gli usa
  • Anonimo scrive:
    Microsoft sarà la causa della 3a guerra mondiale!!
    E della successiva fine del genere umano... Andando avanti così...Lorenzo TAD
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft sarà la causa della 3a guerra mondiale!!
      allucinante, semplicemente allucinate
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft sarà la causa della 3a guerra mondiale!!
        e' vero lo scenario e' inquietante - il mondo trasformato in un enorme schermo blu con scritto: il sistema ha eseguito un bombardamento atomico non valido e sara' terminato, assieme al pianeta terra e ai suoi abitanti: premete il tasto che cazzo volete tanto siete spacciati.... WAHAHAHAHA, UHUHUHUAAA, MWAWAHAHAHAAAAA!
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft sarà la causa della 3a guerra mondiale!!
          MUAAHAHAAHHAHAHAHAGrazie. Troppo bella questa AHAHAHAHAHAHHAHAAHHAsIph3r
Chiudi i commenti