Vecchio ADSL blocca quello nuovo

Nell'attivazione dell'ADSL la burocrazia, se non tutto, è quasi tutto. Un'altra testimonianza su cosa può accadere quando una pratica rimane in sospeso


Roma – Gentile Redazione di P.I., vi scrivo per raccontarvi la mia vicenda, analoga a tantissime altre ed il mio piccolo calvario con ADSL e Telecom Italia.

Nell’Ottobre 2001 sottoscrissi un abbonamento a BBB di Telecom, contratto eseguito da un dipendente di un Punto187 e firmato dal Sottoscritto in data 31/10/2001. Passano i mesi e vengo a sapere che mi hanno fatto firmare un contratto inutile dato che la mia zona non era ancora coperta e che il contratto in questione sarebbe stato vano quindi annullato.

Passa quasi un anno e l’Agosto dell’anno successivo finalmente la mia zona viene coperta… telefono al 187 e richiedo il kit Alice Autoinstallante che arriva dopo una decina di giorni insieme alla lettera coi codici di attivazione, ma del LINK neanche l’ombra…

Allo stato attuale delle cose mi ritrovo con un modem montato e configurato da 2 mesi e 3 settimane senza aver MAI navigato con alle spalle una 20ina di telefonate al 187, con una decina di pratiche annullate e rilanciate, con una decina di telefonate che la TaskForceADSL mi ha fatto per chiedermi se funzionava e con tre diverse lettere coi login di attivazione e tutto questo per colpa della vecchia pratica BBB il cui KO TOSCANINI (gergo telecom) non è andato a buon fine.

A questo punto mi ritrovo con un modem sulla scrivania, con un anno e passa di inutile attesa, con una pratica che viene sistematicamente annullata due giorni dopo il rilancio e nessun tecnico con cui parlare…

Cè qualcosa di concreto che quelli nella mia situazione possono fare ?

Non nascondo di aver pensato di lasciar perdere e fare un abbonamento con qualcun altro, utilizzando il modem che quasi sicuramente neanche mi verranno a chiedere mai più data la loro organizzazione e il tempo che ci mettono a dimenticarsi di me tutte le volte.

Grazie, Tommaso Gaeta

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    c'è anche di peggio dei siti dell'odio
    Come il Wiesenthal, per l'appunto.Al secondo posto metterei www.honestreportingitalia.comTestate di propoganda di stati e associazioni criminali peggiori di Hamas.
  • Cirio scrive:
    siti dell'odio...
    che dire, evidentemente hamas si diverte a incitare alla rivolta tutti gli antiisraeliani del mondo... quale orrore!!!gli isrealiani invece bombardano semplicemente i territori palestinesi da anni, li occupano, demoliscono i campi profughi con i bulldozer e giocano a fare i cecchini...certo che quelli di hamas sono proprio dei terroristi!!!! ;-P
    • Anonimo scrive:
      Re: siti dell'odio...
      Che fai, prendi in giro?Da quando in qua Hamas si limita all'e-war? Apri gli occhi, bambino.
      • Anonimo scrive:
        Re: siti dell'odio...
        - Scritto da: Anonimo
        Che fai, prendi in giro?
        Da quando in qua Hamas si limita all'e-war?
        Apri gli occhi, bambino.il commento era specifico alla notizia... e cmq apri gli occhi anche tu, apriamo gli occhi tutti quanti... Hamas e' l'espressione di un disagio, disagio di cui soffre un popolo che si e' visto recapitare in casa per decisione presa dall'alto un altro popolo che pretendeva di comandare... non sono per niente favorevole all'uso della violenza ma se devo scegliere con chi stare tra israeliani e palestinesi non ho dubbi nello stare con i secondi...la violenza alimenta la violenza
      • Cirio scrive:
        Re: siti dell'odio...
        - Scritto da: Anonimo
        Che fai, prendi in giro?
        Da quando in qua Hamas si limita all'e-war?
        Apri gli occhi, bambino.infatti non ho mai detto che *si limita* a questo...solamente sto pensando ai palestinesi che hanno subito la decisione (presa da altri) di costituire uno stato ebraico sul 78% del suo territorio (ergo, rubandoglielo), rimanendo confinati sul restante 22%, che poi non è così visto che i tank israeliani scorrazzano di qua e di la.Appena qualcuno fa notare che in fondo gli israeliani non sono poi quegli angioletti che dicono, ecco che c'è una levata di scudi, tutti subito a definirlo razzista e antisemita...L'altro giorno partecipavo ad una conferenza sul problema palestinese e un giornalista che era intervenuto sottolineava proprio questo, che gli israeliani usano a iosa la SCUSA, il PRETESTO dell'antisemitismo per fare quel cacchio che vogliono...mi pare sia ora di finirla, anche solamente per giustizia, per garantire a un popolo (palestinese) la pace che avevano e che gli abbiamo tolto.cordialmente
        • Bruco scrive:
          Re: siti dell'odio...

          questo, che gli israeliani usano a iosa la
          SCUSA, il PRETESTO dell'antisemitismo per
          fare quel cacchio che vogliono...Consiglio a tutti di leggere L'industria dell'olocausto di Norman FielkensteinUN GRANDE EBREO
          • Anonimo scrive:
            Re: siti dell'odio...
            - Scritto da: Bruco

            questo, che gli israeliani usano a iosa la

            SCUSA, il PRETESTO dell'antisemitismo per

            fare quel cacchio che vogliono...

            Consiglio a tutti di leggere L'industria
            dell'olocausto di Norman Fielkenstein

            UN GRANDE EBREO
          • Anonimo scrive:
            Re: siti dell'odio...
            - Scritto da: Bruco

            questo, che gli israeliani usano a iosa la

            SCUSA, il PRETESTO dell'antisemitismo per

            fare quel cacchio che vogliono...

            Consiglio a tutti di leggere L'industria
            dell'olocausto di Norman Fielkenstein

            UN GRANDE EBREOScusa ma se non ricordo male erano i tedeschi a massacrare gli ebrei, non i palestinesi......eppoi avrebbero dovuto imparare qualcosa dall'olocausto, gli israeliani, a voler bene al prossimo non a rubare ucciderere.....
          • Anonimo scrive:
            Re: siti dell'odio...

            ...eppoi avrebbero dovuto imparare qualcosa
            dall'olocausto, gli israeliani, a voler bene
            al prossimo non a rubare ucciderere.....hanno imparato si qualcosa dall'olocausto, gli ebrei...hanno imparato come si fa, e lo stanno applicando ben bene sui palestinesi
          • Anonimo scrive:
            Re: siti dell'odio...
            Ho letto quel libro, ma non è questo il punto.Il punto è che al termine della seconda guerra mondiale l'ONU ha decretato la creazione dello stato di israele in quel territorio. La decisione fu presa sopratutto a causa del fortissimo senso di colpa per la cecità del mondo di fronte al tremendo olocausto messo in piedi da Hitler. Ma non solo. Agli stati uniti era indispensabile una testa di ponte nei paesi arabi per tutti i motivi che sappiamo.Ora tu immaginati una cosa. Un tuo coinquilino ammazza sua moglie e lo fermano prima che ammazzi tutto il resto della famiglia. Chi lo ha fermato decide che il resto della famiglia deve venire a stare a casa tua e tu devi abitare sul balcone. Tanto di spazio ce n'è. Ah, naturalmente non puoi uscire dal balcone e ogni tanto quelli dell'altra famiglia vengono in balcone a randellarti. Tu come la vedi?
      • Cirio scrive:
        Re: siti dell'odio...
        - Scritto da: Anonimo
        Che fai, prendi in giro?
        Da quando in qua Hamas si limita all'e-war?
        Apri gli occhi, bambino.infatti non ho mai detto che *si limita* a questo...solamente sto pensando ai palestinesi che hanno subito la decisione (presa da altri) di costituire uno stato ebraico sul 78% del suo territorio (ergo, rubandoglielo), rimanendo confinati sul restante 22%, che poi non è così visto che i tank israeliani scorrazzano di qua e di la.Appena qualcuno fa notare che in fondo gli israeliani non sono poi quegli angioletti che dicono, ecco che c'è una levata di scudi, tutti subito a definirlo razzista e antisemita...L'altro giorno partecipavo ad una conferenza sul problema palestinese e un giornalista che era intervenuto sottolineava proprio questo, che gli israeliani usano a iosa la SCUSA, il PRETESTO dell'antisemitismo per fare quel cacchio che vogliono...mi pare sia ora di finirla, anche solamente per giustizia, per garantire a un popolo (palestinese) la pace che avevano e che gli abbiamo tolto.cordialmente
Chiudi i commenti