Veloci, velocissimi, praticamente fermi

di A. Iunco. Quando si parla di attacchi DDoS si parla di aggressioni cyber, ma la negazione di servizio su Internet va ben oltre i DDoS. Checché ne dica Steve Gibson
di A. Iunco. Quando si parla di attacchi DDoS si parla di aggressioni cyber, ma la negazione di servizio su Internet va ben oltre i DDoS. Checché ne dica Steve Gibson


Roma – L’esperto di sicurezza Steve Gibson nelle sue pagine afferma che non ci potrà essere una Net Economy reale finché non si troverà il modo per impedire ad un qualsiasi 13enne di effettuare attacchi DoS contro un sito e rimanere nella totale impunità.

Purtroppo, la Rete Internet non è stata pensata per essere completamente sicura, e come Gibson stesso afferma nel suo sito, si basa su rapporti di reciproca fiducia tra tutti i computer della Rete, che rendono possibili gli attacchi di tipo Denial Of Service.

Internet, e la cosiddetta Net Economy con essa, si basa proprio sull’immediatezza e sulla velocità del mezzo trasmissivo; viene quindi naturale pensare che il successo della Net Economy sia fortemente condizionato non già dal problema della sicurezza informatica, quanto dell’accesso “fisico” all’informazione, ossia al collegamento Internet vero e proprio.

In quest’ottica, gli abbonamenti Flat e le linee ADSL sono state viste un po ‘ come il Sacro Graal della Net Economy, e non si può certo negare il contributo positivo dato da queste tipologie di connessione alla crescita della Rete, soprattutto in campi chiave come il trading online, l’internet banking e le altre attività che richiedono un aggiornamento costante delle informazioni (ad esempio, il tracking delle spedizioni via corriere espresso, che consente di sapere in ogni momento dove si trova la merce inviata).

Tuttavia, non è tutto oro quel che luccica: nei giorni scorsi siamo stati, nostro malgrado, testimoni di come venga mal interpretata l’essenza della tanto sbandierata New Economy proprio da quelle aziende che invece dovrebbero essere i portabandiera della nuova economia: le compagnie di telecomunicazioni.

Negli scorsi giorni, il fornitore di connettività di Articolo21.it, E-Planet , azienda della quale ho già avuto modo di parlare in un precedente articolo su Punto Informatico, ha staccato la spina alla nostra ADSL per ben quattro giorni, a causa di generici “Problemi Telecom alle centraline”, lasciandoci scollegati dal mondo per quattro giorni e creandoci un enorme disagio, considerando che la nostra attività si regge quasi esclusivamente sul Web.

Quando si parla di “negazione di servizio” (Denial Of Service) spesso si fa esclusivamente riferimento ad azioni di hacking o, come dice Gibson, ai ragazzini di tredici anni che intasano le linee dedicate. Nel nostro caso, a detta dell’help desk del nostro fornitore di connettività, il problema era comune a tutti gli abbonati residenti nella mia città, il che equivale a dire che il servizio di connessione a Internet con ADSL è stato negato per diversi giorni a tutti gli utenti della mia città, con le conseguenze che ciascuno può immaginare.

Se consideriamo che ADSL, per sua stessa natura, viene utilizzata da chi ha bisogno di una continuità di servizio 24 ore su 24, ad esempio per il trading online, il telelavoro, il movimento di grossi volumi di posta elettronica e non può permettersi i costi esorbitanti di una linea dedicata, non possiamo non ritenere che ADSL sia il vero futuro della Net Economy italiana, dato che disporre di questa tipologia di collegamento mette a disposizione gli strumenti per fare un uso razionale degli strumenti della Rete.

Ora, trovarsi di fronte ad una indisponibilità del servizio che si prolunga per giorni ed ad un help desk dove la “Loredana” di turno continua a ripetere che la colpa non è loro ma di Telecom, e che non è possibile nemmeno avere delle tempistiche per il ripristino della funzionalità della linea, mi sembra alquanto lontano da quella mentalità della New Economy che le aziende di telecomunicazioni evidentemente appoggiano e seguono soltanto sulla carta (ed i recenti flop di servizi come No-Pay e di alcune flat come quella di Edisons lo dimostrano).

Non ci sarà la vera Net Economy senza un’infrastruttura di rete affidabile anche per l’utente finale, e le prime a perderci saranno proprio quelle aziende con tanti clienti, tante idee ma senza una centralina di backup, che affossano ancor di più la già scarsa credibilità del futuro della New Economy all’italiana.

Antonello Iunco

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 06 2001
Link copiato negli appunti